RASSEGNA WEB DEL 5 MARZO 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RASSEGNA WEB DEL 5 MARZO 2013"

Transcript

1 RASSEGNA WEB DEL 5 MARZO 2013 NEWSLOT E VLT... 3 NEWSLOT. RINNOVO ISCRIZIONI ELENCO OPERATORI ENTRO IL 31 MARZO... 3 NEWSLOT. OMOLOGHE AL RALLENTATORE, MERCATO IN FIBRILLAZIONE... 3 NEW SLOT: STRETTA SU OMOLOGAZIONI E RILASCI DEI NULLA OSTA DI DISTRIBUZIONE... 4 CASO BPLUS, SU INCHIESTA SU A CHI FAREBBE COMODO LA MORTE DEL COLOSSO DELLE NEWSLOT... 4 GIOCHI, CHE FINE FARANNO LE MACCHINETTE DI BPLUS? L'IPOTESI DELLA SPARTIZIONE TRA I CONCESSIONARI. MA C'È CHI VUOL COMPRARE LA CONCESSIONE DI CORALLO... 4 INSPIRED GAMING A ENADA CON IL MEGLIO DELLA PRODUZIONE VLT, NEWSLOT E SCOMMESSE VIRTUALI... 6 SCOMMESSE, POKER E ONLINE... 7 MICROGAME, CAMBIO AL VERTICE: VIA FABRIZIO D ALOIA. FRANCESCA ARTIOLI NUOVO AMMINISTRATORE UNICO. MARCO CASTALDO NUOVO PRESIDENTE... 7 MICROGAME, MARCO CASTALDO È IL NUOVO PRESIDENTE... 7 SCOMMESSE, A FEBBRAIO GIOCATI OLTRE 350 MILIONI DI EURO. ECCO COME SI SONO DIVISI IL MERCATO I PRINCIPALI OPERATORI... 7 CRONACA... 8 TOSCANA. LAZZERI: COME PER IL TABACCO, LA REGIONE INTRODUCA NORME SEVERE SULLE PUBBLICITÀ DI GIOCO 8 IL 15 MARZO A MILANO SINDACI CONTRO IL GIOCO... 8 GENOVA. DOPO PEGLI, ALTRE SALE GIOCHI FINISCONO NEL MIRINO DEL COMUNE... 8 VARESE. GDF SEQUESTRA 3 BISCHE CLANDESTINE... 9 OPINIONI E COMMENTI... 9 RAFFAELE PAMIERI, (PRESIDENTE SICON): AAMS IMMOBILE E LA CONCORRENZA SLEALE AUMENTA. PORTEREMO COMUNQUE AVANTI GLI OBIETTIVI PROMOSSI NELLA CAMPAGNA POLITICA... 9 UE. ZANICCHI: "TOLLERANZA ZERO CONTRO IL MATCH FIXING" MONDO GERMANIA, A RISCHIO 70 MILA LAVORATORI DEL SETTORE DEGLI APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO BULGARIA, GOVERNO CORRE AI RIPARI E MODIFICA LEGGE SUL GIOCO D AZZARDO UK. L INTERVENTO DI MALTA BLOCCA L APPROVAZIONE DELLA LEGGE SU PUBBLICITÀ E GIOCHI ONLINE A CURA DELL UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE DI GAMENET S.P.A.

2 Rassegna WEB di martedì 5 marzo 2013 Pag. 2

3 NEWSLOT E VLT NEWSLOT. RINNOVO ISCRIZIONI ELENCO OPERATORI ENTRO IL 31 MARZO (JAMMA 05/03/2013) Gli operatori del gioco, compresi esercenti e gestori di apparecchi da intrattenimento, dovranno provvedere entro e non oltre il 31 marzo 2013 alla presentazione delle domande di rinnovo della iscrizione per l anno 2013 all elenco di cui all articolo 1 comma 82 della legge n.220/2010, e successive modifiche ed integrazioni, degli operatori che svolgono attività funzionali alla raccolta del gioco mediante apparecchi e terminali da intrattenimento, di cui all articolo 110, comma 6 del T.U.L.P.S Dal 1 aprile 2013, i soggetti che non avessero presentato apposita domanda di rinnovo per l iscrizione, risulteranno con iscrizione decaduta per mancato rinnovo, ferma restando la possibilità di presentare all Ufficio regionale dell Amministrazione delle Dogane e dei Monopoli nuova domanda di iscrizione per l anno NEWSLOT. OMOLOGHE AL RALLENTATORE, MERCATO IN FIBRILLAZIONE (JAMMA 05/03/2013) Le procedure di omologa degli apparecchi da intrattenimento si allungano e tra i produttori di apparecchi da intrattenimento si diffonde il timore di dover registrare l ennesimo blocco delle vendite. Dal gennaio scorso le procedure per il rilascio dei certificati di omologa degli apparecchi da intrattenimento a vincita risultano infatti molto più lunghe del previsto, un vero e proprio passo indietro rispetto all accelerazione che l Amministrazione delle Dogane e dei Monopoli aveva dato nei mesi scorsi. Da poche settimane infatti risultano oggi essere necessari non meno di due mesi. Una situazione che coincide con l avvio della produzione di apparecchi che erogano non più il 75%, ma bensì il 74% delle vincite, e con la presentazione di un numero di richieste di omologa decisamente superiore alla media. Una situazione che si registra ormai dal gennaio scorso e che sin dall inizio ha suscitato forte preoccupazione tra gli operatori del settore. Anche in considerazione del fatto appena qualche settimana prima, ovvero nel mese di dicembre, molte aziende del comparto sono state sottoposte a controlli da parte degli Uffici regionali dell Amministrazione nel corso dei quali sono stati passate al setaccio le documentazioni relative proprio al rilascio dei certificati di omologa e le richieste delle smart card, dispositivi indispensabili per il funzionamento degli apparecchi da gioco. Oggi l Amministrazione, anche attraverso l invio di una serie di indicazioni ai responsabili degli Uffici regionali circa la procedura di accettazione della richiesta di rilascio dei certificati di omologa, ha inteso operare una vera e proprio inversione di marcia. Il che potrebbe risultare inspiegabile se si considera che molte schede di gioco oggi in omologa risultano essere in tutto e per tutto identiche a modelli già omologati se non per il fatto che prevedono una percentuale di vincita superiore del 1%. Ma l esigenza di operare un maggior controllo nella procedura di autorizzazione risulta prioritario rispetto alle esigenza manifestata dai produttori di offrire una adeguata varietà di giochi nei mesi che precedono l avvio della produzione di una una nuova tipologia di apparecchi e una diversa gestione del ciclo produttivo delle macchine. NewSlot3, ancora work in progress Lavori in corso per il debutto sul mercato delle slot degli apparecchi di nuova generazione e che il legislatore ha introdotto nel Il decreto di regole tecniche non è ancora stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ma il documento circola ormai da tempo tra gli addetti ai lavori visto che è stato comunicato alla Commissione Europea come regola tecnica già qualche mese fa. Lo stesso dicasi per il documento attuativo del decreto e su cui continuano a confrontarsi operatori del settore e regolatore. Oggi, ad esempio, è prevista una riunione a porte chiuse tra gli enti deputati alla verifica tecnica degli apparecchi, nell attesa della definizione delle linee guida per la procedura di certificazione. Rassegna WEB di martedì 5 marzo 2013 Pag. 3

4 NEW SLOT: STRETTA SU OMOLOGAZIONI E RILASCI DEI NULLA OSTA DI DISTRIBUZIONE (GIOCONEWS 05/03/2013) Una stretta sulla certificazione e distribuzione degli apparecchi da intrattenimento. E' la linea adottata dai Monopoli di Stato attraverso recenti e futuri provvedimenti relativi al settore delle new slot. In particolare, nei giorni scorsi, attraverso una circolare interna inoltrata da Piazza Mastai agli uffici territoriali dell'amministrazione, viene ribadita la necessità di verificare laddove possibile - l'effettiva produzione di apparecchi da parte di ogni società produttrice che esegue una richiesta di rilascio di nulla osta di distribuzione per una determinata macchina. La normativa vigente impone in effetti, tra le operazioni a cura del produttore o importatore dell'apparecchio di gioco, che tale soggetto, una volta ottenuto il Certificato di esito positivo della verifica tecnica di conformità, può procedere alla richiesta dei nulla osta di distribuzione per gli apparecchi prodotti o importati in conformità all esemplare di modello omologato. Al riguardo, il soggetto richiedente, in analogia a quanto già avviene secondo la vigente procedura amministrativa, è tenuto a presentare la propria richiesta di nulla osta di distribuzione presso il competente Ufficio regionale o Sezione di staccata di Aams, in funzione della propria sede legale. LA SITUAZIONE ATTUALE - Onde evitare, tuttavia, che un azienda di produzione possa richiedere dei nulla osta di distribuzione per apparecchi che non produrrà mai, l'amministrazione avrebbe quindi ribadito ai propri uffici la necessità di verificare preliminarmente alcuni profili attinenti l'operatività delle singole aziende. Una verifica che si renderebbe opportuna per stroncare le modalità illecite di distribuzione dei cosiddetti 'kit', ovvero una prassi commerciale che non trova conforto nella normativa, e che può generare il proliferare di esemplari non conformi ai prototipi omologati. Come noto, la normativa, non ha mai consentito la riconversione "del cabinet", tramite 'kit', in difformità dalle canoniche regole di produzione e distribuzione, le quali comunque consentono, previe apposite cautele, di riutilizzare componenti usati per generare esemplari nuovi. La 'scorciatoia' tecnico-burocratica che si intenderebbe contrastare, quindi, attiene al pericolo che da essa può scaturire, laddove il produttore - distributore non sia in grado di verificare l'aderenza tra quanto attestato nel nulla osta di distribuzione (in breve, Nod) e l'esemplare altrove generato. IL CAMBIAMENTO CON LE NUOVE SLOT - Ora però tutto è destinato a cambiare con la futura generazione di slot che richiederà regole molto più stringenti ai produttori di software di gioco e di cabinet per la certificazione, omologazione e distribuzione delle macchine. In particolare, per i produttori si ravvisa la necessità di pensare a una moltitudine di filiali sul territorio perché le operazioni di manutenzione potranno essere effettuate solo da personale incaricato e per questa ragione diventerebbe impossibile per un'azienda che vende in tutta la Penisola, eseguire operazioni su tutte le macchine messe in commercio in tempi rapidi, dovendo far viaggiare ogni apparecchio che necessita di intervento. CASO BPLUS, SU INCHIESTA SU A CHI FAREBBE COMODO LA MORTE DEL COLOSSO DELLE NEWSLOT (AGIMEG - 05/03/2013) Il caso BPlus, con la concessione a rischio per le note vicende legate a Francesco Corallo, è stato oggetto di una inchiesta dell HUFFINGTON POST, uno dei più importanti siti internet di informazione, testata diretta da Lucia Annunziata e che si avvale della collaborazione del Gruppo l Espresso. L inchiesta, a firma Daniele Martini, è stata incentrata su che fine potrebbero fare i apparecchi che oggi BPlus ha sul territorio e di chi, tra gli operatori (tra gli indiziati spicca il nome di Lottomatica), potrebbe trarre vantaggio dalla morte del primo concessionario di Newslot in Italia. sb/agimeg GIOCHI, CHE FINE FARANNO LE MACCHINETTE DI BPLUS? L'IPOTESI DELLA SPARTIZIONE TRA I CONCESSIONARI. MA C'È CHI VUOL COMPRARE LA CONCESSIONE DI CORALLO (HUFFINGTON POST 05/03/2013) Non resta che spartirsi il malloppo: 100 milioni di euro all'anno, tutti in contanti, anzi, in monetine da un euro. È il guadagno delle 101 mila slot-machine che fra poco più di sei mesi, quasi sicuramente, cambieranno padrone. Le macchinette, per l'erario, sono una grande fonte di gettito, una stampella per la tenuta dei conti pubblici. Per i gestori sono una garanzia di ricchezza. Ma Bplus, la più grande azienda del settore, che gestisce poco meno del trenta per cento delle macchinette in circolazione, è stata appena fatta fuori. I Monopoli di Stato non gli rinnoveranno la concessione perché l'azienda è sospettata, addirittura, di Rassegna WEB di martedì 5 marzo 2013 Pag. 4

5 infiltrazioni mafiose. Eppure dal 2004 Bplus, già nota col nome di Atlantis, movimenta miliardi di euro per conto dello Stato, proprio a stretto contatto con i Monopoli. Che però, negli ultimi nove anni, non hanno mai fatto appunti, limitandosi a incassare. I dirigenti di Bplus, dal canto loro, temono di trovarsi al centro di un complotto ordito da aziende rivali. Di sicuro gli altri grandi concessionari come Lottomatica o Sisal non vestono a lutto. Alcuni guardano con attenzione alla possibilità di aumentare il loro parco con le slot dello storico concorrente. Perciò fra sei mesi potrebbe scoppiare un terremoto. Il sismografo dei mercati registra già alcune scosse: quando i Monopoli hanno comunicato la decisione di cacciare Bplus, lo scorso 19 febbraio, il titolo di Lottomatica è schizzato alle stelle, un picco che non si vedeva dal 2008, prima della crisi finanziaria. L'altro concessionario quotato, Snai, ha fatto un balzo di 6 punti percentuali. Non è ancora chiaro, in realtà, che fine faranno le 90mila slot di vecchia generazione e le 11mila nuove videolottery orfane di Bplus. I Monopoli di Stato non danno risposte e le aziende del settore parlano solo a microfoni spenti, ragionando sugli scenari possibili. Prima ipotesi: i distributori di macchinette Bplus, su consiglio dei Monopoli, potrebbero stracciare i contratti in esclusiva e scegliere di firmare con altri concessionari. Stando alle indiscrezioni, alcuni avrebbero già rinunciato al rinnovo dei contratti. Altro scenario: i Monopoli potrebbero ridistribuire le macchinette fra i concessionari con una gara. Secondo Fabio Felici, direttore dell'agenzia stampa specializzata Agimeg, le slot potrebbero essere riaffidate in proporzione al numero di macchinette già detenute dai concessionari. In ogni caso aggiunge Felici - il concessionario che più di ogni altro può trarne vantaggio è Lottomatica. Perché ha un parco macchine e una disponibilità finanziaria superiore agli altri concorrenti. Molti operatori, quindi, guardano al futuro con sospetto. E il rischio di contenziosi è alto. Siamo in attesa di chiarimenti commenta Massimo Passamonti, che rappresenta in Confindustria la filiera delle imprese del gioco. La concessione di Bplus, fra l'altro, è ancora in piedi, prorogata di sei mesi per evitare il caos. Si rischiano ricorsi e processi, che potrebbero paralizzare il settore. Bplus, in effetti, non ha alcuna intenzione di rinunciare alla concessione e ci sarebbero anche contatti con alcuni gruppi internazionali per vendere la società. Secondo Agipro, agenzia specializzata, in fila ci sarebbero gli spagnoli di Codere e di un fondo americano. Il procuratore d'affari per l'italia, Alessandro La Monica, 32 anni, è un siciliano agguerrito. Alla parola mafia non batte ciglio: Sono anni che leggiamo questo genere di accuse sui quotidiani. Noi, puntualmente, quereliamo. Si può dire, senza rischiare querele, che Bplus fa capo a Francesco Corallo, figlio di Gaetano, condannato a sette anni per associazione a delinquere e considerato dagli inquirenti vicino al clan mafioso di Nitto Santapaola. Va aggiunto però che il Tribunale di Roma come si legge fra le rettifiche obbligatorie sui giornali - ha accertato che i rapporti di Francesco Corallo col padre sono interrotti da molti anni. La concessione era stata assegnata, nel 2004, a una cordata di noleggiatori di videopoker (vecchio business della criminalità organizzata) che poi è confluita nella Atlantis di Corallo, con sede in un casinò nelle Antille Olandesi. Gli articoli e le interrogazioni parlamentari non hanno mai impensierito i Monopoli di Stato. Però Atlantis, per sottrarsi alle polemiche e adeguarsi a leggi più stringenti sulle concessioni, ha tagliato i legami con le Antille spostando le sedi a Londra e Cipro. Per chiarire il senso dell'operazione ha anche cambiato nome: Bplus Giocolegale. Ma non è bastato. Lo scorso settembre i Monopoli di Stato hanno interrogato la Prefettura di Roma su eventuali macchie dei concessionari: una prassi che si ripete ogni sei mesi. E a sorpresa, dopo quasi un decennio di silenzio, a un passo dal rinnovo della concessione, su Bplus è arrivata un'informativa antimafia. Cosa è cambiato? L'informativa della Prefettura è un documento riservato. L'Huffington Post ha potuto leggerlo. C'è scritto, in due pagine, che Francesco Corallo è indagato, insieme all'ex presidente della Banca Popolare di Milano Massimo Ponzellini, nell'inchiesta sui presunti finanziamenti irregolari concessi dall'istituto di credito. L'accusa è di associazione a delinquere e corruzione fra privati, perciò, secondo la Prefettura, non si può escludere il coinvolgimento di organizzazioni mafiose. L'informativa non fa riferimento ad altre indagini in corso, eppure Ponzellini e Corallo, a Milano, non sono indagati per reati di mafia. Inoltre la procura ha già perso un paio di round nei confronti di Corallo. Le Rassegna WEB di martedì 5 marzo 2013 Pag. 5

6 accuse si basano su un finanziamento a Bplus di 105 milioni di euro, ma il debito è stato saldato e la nuova gestione della Banca Popolare di Milano, che aveva segnalato le irregolarità, ha ritirato la denuncia contro Corallo facendo cadere il reato di corruzione tra privati, perseguibile solo a querela di parte. La Cassazione ha espresso serie riserve sull'accusa di associazione a delinquere e ha rinviato le carte al Tribunale del Riesame. Ciò nonostante, l'informativa della Prefettura resta valida. Secondo Tar e Consiglio di Stato, infatti, il Prefetto può operare valutazioni prettamente discrezionali senza la raccolta di elementi probatori. Vale a dire che la concessione, in questi nove anni, sarebbe potuta saltare in qualsiasi momento, anche solo in base a un sospetto. Ma si è deciso di procedere solo ora. Non è certo la prima volta che un concessionario finisce sotto indagine. Per esempio, proprio nell'inchiesta sui finanziamenti della Banca Popolare di Milano, insieme a Francesco Corallo è indagato anche l'amministratore delegato di Sisal, Emilio Petrone. Ma il diritto alla concessione, in questo caso, non è stato messo in discussione. Anzi, il prossimo settembre, per assurdo, Sisal potrebbe aggiudicarsi le slot-machine del coindagato. Ancora: la concessionaria Betflag risulta controllata dai fratelli Tarricone, arrestati lo scorso 21 febbraio per evasione fiscale e bancarotta fraudolenta. Betting 2000, per anni, è stata controllata dalla famiglia Grasso: condannato il proprietario per il legami con la camorra, adesso l'azienda è commissariata. Intralot è stata oggetto di indagini per connessioni fra alcuni dirigenti locali e la camorra nel business criminale delle scommesse su partite truccate. La multinazionale che controlla Poker Star, concessionario del poker online, è accusata dall'fbi di riciclaggio, con undici dirigenti arrestati. Per ora, però, non si hanno notizie delle informative prefettizie. INSPIRED GAMING A ENADA CON IL MEGLIO DELLA PRODUZIONE VLT, NEWSLOT E SCOMMESSE VIRTUALI (JAMMA 05/03/2013) Inspired Gaming Group, leader nella fornitura di SBG, VLT e tecnologia per le scommesse virtuali, si sta preparando a debuttare a Enada Rimini con una straordinaria gamma di VLT, newslot e prodotti per le scommesse sportive virtuali al Padiglione A7, Stand 200. Scommesse Sportive Virtuali: In qualità di fornitore leader al mondo nell offerta di scommesse sportive virtuali, Inspired è lieta di presentare il suo ampio portafoglio di sette Virtual Sport a Enada Rimini in questo momento speciale per il mercato italiano che vede l avvio del processo di omologa delle scommesse virtuali (come annunciato da AAMS in data 15 febbraio). Inspired ha già firmato accordi per l offerta delle scommesse virtuali con sei principali operatori italiani tra cui SNAI, Sisal, Eurobet, Intralot, Cogetech e Lottomatica che rappresentano circa il 90% del mercato italiano delle scommesse. Open VLT : Come uno dei primi tre fornitori di VLT, Inspired conta già oltre VLT connesse alla sua piattaforma Open VLT con Sisal e Betplus, due dei più grandi concessionari italiani. Open VLT ha dimostrato di essere la piattaforma più flessibile e potente in Italia, con la più vasta gamma di cabinet VLT e giochi disponibili già certificati. A Enada Rimini Inspired presenterà 5 nuovissimi cabinet per Vlt con più di 30 fantastici giochi tra cui Monopoli e Il Mago di Oz. Newslot: La popolarità di Treasure Island ha alimentato la domanda per una versione di questo gioco dal grandissimo successo per le Comma 6a. Lo stand Inspired a Enada Rimini conterrà anche due altri giochi di successo per comma 6a: Monster Cash e Soccer Fever, un gioco per slot con tema calcistico che dovrebbe avere un grande successo tra i giocatori italiani. Tutti i giochi Inspired per Comma 6a sono disponibili con payout 74%, in linea con la nuova normativa. Martin Lucas, Managing Director, Europe & International VLT, ha dichiarato: Siamo entrati nel mercato italiano dal 2010 con i nostri prodotti VLT. Negli ultimi tre anni il mercato si è evoluto in modo significativo e la presenza di Inspired in Italia è cresciuta significativamente. Siamo l unico grande fornitore indipendente di VLT in Italia e l unico fornitore di scommesse virtuali. Il successo dei nostri giochi per VLT, come L isola del tesoro, ha generato una domanda importante anche per il settore dei Comma 6a. Allo stesso modo, con il lancio del gioco online in Italia, stiamo cercando di mettere a disposizione degli operatori on-line nuovi Rassegna WEB di martedì 5 marzo 2013 Pag. 6

7 giochi di grande successo. Dopo tre anni dal nostro primo debutto ad Enada, siamo oggi uno dei fornitori leader di contenuti per VLT, Scommesse virtuali, Comma 6a e prodotti per l on-line e il mobile per oltre 10 grandi clienti italiani. Abbiamo piani ambiziosi per il nostro continuo sviluppo in Italia e non vediamo l ora di avviare nuove collaborazioni di successo con i clienti italiani nel corso del Oltre allo stand 200, Inspired co-esporrà la propria offerta presso gli stand dei suoi clienti, tra cui Sisal, Lottomatica, Eurobet, Cogetech e HBG Group. SCOMMESSE, POKER E ONLINE MICROGAME, CAMBIO AL VERTICE: VIA FABRIZIO D ALOIA. FRANCESCA ARTIOLI NUOVO AMMINISTRATORE UNICO. MARCO CASTALDO NUOVO PRESIDENTE (AGIMEG - 05/03/2013) Non sembra aver pace il settore del gioco online. Le forti discussioni interne in corso da mesi avrebbero portato il cambio della guardia in casa Microgame. Fabrizio D Aloia lascia infatti la presidenza, mentre Francesca Artioli assume la carica di amministratore unico di People s. La vicenda, a quanto appreso da Agimeg, potrebbe però non finire qui ed avere strascichi in tribunale, su iniziativa dello stesso D Aloia. lp/agimeg MICROGAME, MARCO CASTALDO È IL NUOVO PRESIDENTE (JAMMA 05/03/2013) Proseguono le grandi manovre all interno di Microgame. Dopo l uscita di Fabrizio D Aloia e l assegnazione dell incarico di amministratore unico di People s a Francesca Artioli, spunta anche il nome del nuovo presidente di Microgame. Si tratterebbe di Marco Castaldo, uomo legato ai fondi proprietari dell azienda SCOMMESSE, A FEBBRAIO GIOCATI OLTRE 350 MILIONI DI EURO. ECCO COME SI SONO DIVISI IL MERCATO I PRINCIPALI OPERATORI (AGIMEG - 05/03/2013) Regge il mercato delle scommesse sportive a febbraio. Nel secondo mese del 2013 il settore ha infatti registrato incassi per oltre 350 milioni di euro, un dato in leggera crescita rispetto ai 341 milioni raccolti a febbraio Il pay out, cioè la percentuale di vincite sulla raccolta, medio del mese è stato intorno al 71%. Leader del settore sempre Snai, con quasi un terzo del mercato. Ecco come si sono divisi la raccolta, i principali operatori, nel mese di febbraio: Operatore Raccolta (*) Quota di mercato Snai 111,0 31,5% Lottomatica 67,7 19,2% Sisal 45,0 12,8% Eurobet 27,1 7,7% Intralot 23,6 6,7% Bwin/GD 16,8 4,8% Microgame 14,3 4,1% Cogetech 12,8 3,6% Betflag 4,8 1,4% William Hill 4,2 1,2% Merkur-Win 3,3 0,9% Betclic 3,2 0,9% Altri 18,3 5,2% TOTALE 352,1 100% (*) Dati in milioni di euro stime Agimeg Rassegna WEB di martedì 5 marzo 2013 Pag. 7

8 CRONACA TOSCANA. LAZZERI: COME PER IL TABACCO, LA REGIONE INTRODUCA NORME SEVERE SULLE PUBBLICITÀ DI GIOCO (JAMMA 05/03/2013) «La Regione introduca norme severe che equiparino la pubblicità del gioco d azzardo a quella del tabacco e vi estenda il divieto di promozione pubblicitaria». È la proposta avanzata dal consigliere regionale del gruppo Più Toscana e membro della IV commissione Sanità, Gian Luca Lazzeri, che arriva dopo il caso Campi Bisenzio dove due giorni fa sono stati distribuiti centinaia di volantini pubblicizzanti l apertura di una nuova sala da gioco con lo slogan: Giocare fa bene alla memoria. «In Toscana spiega il consigliere gli affetti da dipendenza cronica da gioco d azzardo (il cosiddetto gambling compulsivo ) riguardano circa persone che rappresentano più dell 1% degli individui compresi fra i 15 e i 64 anni ( ) La nostra regione, stando ai dati Cesda, è infatti l ottava per volume di gioco, con Massa al primo posto tra le province e dove negli ultimi sei mesi si sono verificati due tentativi di suicidio per debiti di gioco. A Firenze due anni fa sono stati giocati più di 850 milioni di euro, in pratica una stima di 900 euro pro capite. Con questi numeri prosegue l esponente di Più Toscana non possiamo tollerare l affronto portato da promozioni pubblicitarie come quella di Campi Bisenzio. Serve un pacchetto di norme severe che non si limiti a combattere la dipendenza con campagne di sensibilizzazione, ma che equipari la promozione del gioco d azzardo a quella sui tabacchi, vietandola. La Regione Toscana, che dei 61 miliardi di euro giocati in Italia, sul suo territorio conclude Lazzeri ne ha spesi ben 3,5 deve avere il coraggio di compiere questo passo e fare da apripista nei confronti delle altre giunte regionali». IL 15 MARZO A MILANO SINDACI CONTRO IL GIOCO (JAMMA 05/03/2013) I sindaci contro il gioco. E fissata per venerdì 15 marzo all interno della fiera Fa la cosa giusta!, presso Fieramilanocity a partire dalle ore 9.30 la sessione primaverile della Scuola delle buone pratiche Gioco d azzardo e territorio: cosa fanno i sindaci. La giornata di lavori sarà l occasione per presentare le prossime iniziative comuni dei sindaci contro il gioco d azzardo, come la promozione a livello nazionale del Manifesto dei sindaci per la legalità contro il gioco d azzardo, il lancio della raccolta firme per una proposta di legge di iniziativa popolare che dia più potere e prerogative ai sindaci nella lotta contro il gioco d azzardo e la presentazione del libro Le regole del gioco azzardo, dipendenza e criminalità: la campagna dei sindaci per contrastarli, strumento per informare e coinvolgere i cittadini in questa campagna. Saranno presenti tra gli altri Graziano Delrio, sindaco di Reggio Emilia e Presidente nazionale di ANCI, Marco Filippeschi, sindaco di Pisa e Presidente nazionale di Lega delle Autonomie Locali, Attilio Fontana, sindaco di Varese e Presidente ANCI Lombardia, Eugeno Comincini, sindaco di Cernusco sul Naviglio e Presidente Lega delle Autonomie Locali Lombardia, Maria Ferrucci, sindaca di Corsico. GENOVA. DOPO PEGLI, ALTRE SALE GIOCHI FINISCONO NEL MIRINO DEL COMUNE (JAMMA 05/03/2013) Dopo la sala giochi di Pegli, altri mini casinò finiscono nel mirino del Comune di Genova. La direzione commercio sta compiendo accertamenti su tre sale per verificare se rispettano i requisiti previsti dalla legge regionale, che impone la presenza di parcheggi pertinenziali, uno ogni venti metri quadrati di locale, e una distanza di 300 metri da luoghi sensibili come chiese, scuole, residenze protette, parchi pubblici, ospedali. In totale, sono 63 le sale scommesse dislocate sul territorio finite nella lista di Tursi e per le quali sono partite le verifiche. Che il Comune intenda dare una decisa spinta per chiarire chi è irregolare, lo dimostra il fatto che da venerdì scorso, giorno in cui è stata bloccata l inaugurazione con la madrina Nicole Minetti della più grande sala scommesse della città, è stato creato un tavolo interdisciplinare a cui siedono, oltre i tecnici comunali dell urbanistica e del commercio, anche gli esperti dell ufficio amministrativo della questura, la Pass, e tutti i nove distretti della polizia municipale. Rassegna WEB di martedì 5 marzo 2013 Pag. 8

9 Si sta creando una rete che permetterà di avere un quadro ben definito dei singoli casi e scovare chi non ha i requisiti, spiegano all ufficio di gabinetto di via Diaz. Tra le iniziative per combattere il gioco d azzardo, e rendere più efficaci le armi che l assessore allo Sviluppo Economico, Francesco Oddone, ha definito spuntate, c è la limitazione degli orari, il divieto di istallare macchinette nei bar e a chi ha concessioni per occupazioni di suolo pubblico come le edicole. All ufficio Commercio sono al vaglio altre strategie, anche se bisogna sottolineare che tutto il lavoro è ancora in uno stato embrionale. Solo da gennaio, Tursi, dopo il ricorso perso al Tar da una società contro il Comune di Recco che aveva vietato l apertura di un locale vicino al cimitero, ha competenze per bloccare le Vlt, mentre prima la materia era gestita solo dallo Stato. Per questo l amministrazione comunale sta lavorando sodo per effettuare questa ricognizione che porterà a individuare chi non ha i requisiti. Concludendo, nell analisi dei luoghi tutelati, si sta pensando di estendere il divieto di aprire o comunque di installare slot machine in locali vicini alle spiagge. Parallelamente, la questura, che si occupa di verificare i requisiti dei soggetti che richiedono le licenze, sta conducendo controlli soprattutto nel Centro Storico, con il commissariato Centro, per verificare che nei locali non accedano minorenni. VARESE. GDF SEQUESTRA 3 BISCHE CLANDESTINE (JAMMA 05/03/2013) Tre bische clandestine, dove si giocava a poker nella variante del Texas Hold em, sono state scoperte in provincia di Varese dalla polizia di Stato e dalla Guardia di finanza, che hanno denunciato per esercizio del gioco d azzardo i gestori di circoli a Varese, Busto Arsizio e Gallarate. Sono stati inoltre denunciati anche alcuni giocatori sorpresi ai tavoli da gioco, e sono state sequestrate carte e fiches. Secondo le ricostruzioni nei locali venivano puntate cifre fino ad alcune centinaia di euro. L operazione congiunta, nell ambito di interventi contro il gioco d azzardo, è stata condotta dalle Fiamme gialle, dalla Squadra mobile, dalla polizia amministrativa e dagli agenti dei commissariati di Busto Arsizio e Gallarate OPINIONI E COMMENTI RAFFAELE PAMIERI, (PRESIDENTE SICON): AAMS IMMOBILE E LA CONCORRENZA SLEALE AUMENTA. PORTEREMO COMUNQUE AVANTI GLI OBIETTIVI PROMOSSI NELLA CAMPAGNA POLITICA (AGIMEG - 05/03/2013) Il progetto Cartago di Stanleybet e che ha portato alla replica di Assosnai, il bando per le 2000 nuove agenzie di scommesse ed il tentativo di avvincinare la politica al settore dei giochi attraverso una voce diretta, sono le principali tematiche affrontate da Raffaele Palmieri, presidente del sindacato Sicon, in una intervista rilasciata ad Agimeg. La diatriba tra Assosnai e Stanleybet sul progetto Cartago ha tenuto banco nei giorni scorsi. Quale è la sua opinione a proposito? Guardi la situazione è davvero paradossale, L Amministrazione sta di fatto alla finestra, in attesa non si sa di cosa, le motivazioni di Ginestra sono valide ed intanto aumenta lo sconcerto degli operatori davanti a questo immobilismo. Noi come Associazione abbiamo avanzato una proposta in merito e da tempo, dapprima ci vorrebbe un corso di formazione ai magistrati,viste le ultime sentenze che parlano chiaro e poi da subito un intervento radicale coordinato delle forze di polizia, come è stato fatto a suo tempo per il contrabbando delle sigarette per debellare questa cancro e non per ultima una campagna di comunicazione forte da parte dell Amministrazione, oggettivamente carente, e da parte dei concessionari che non sia solo di difesa come avvenuto per la legge Balduzzi.Quando si capirà nell opinione pubblica che il mondo dei giochi fornisce un contributo vitale per il paese avremmo fatto gran parte del nostro cammino nella tutela delle imprese di settore ed avremmo anche più attenzione dal mondo politico a livello locale e nazionale. Rassegna WEB di martedì 5 marzo 2013 Pag. 9

10 Le scommesse sono un fronte sempre caldo. Che idea si è fatto del bando per le 2000 agenzie, bando che dovrebbe vedere la luce entro questo mese? Il bando è in notevole ritardo, di conseguenza abbiamo subito una concorrenza sleale doppia che fa scendere sempre i più i ricavi: da una parte gli operatori illegali privi di licenze (.com) e dall altra da quelli legali con i trasferimenti (corner ed agenzie bersani) che, invece, dovevano partire insieme alle nuove assegnazioni (2000) come ci assicurò l ex direttore Ferrara, invece sono partiti 9 mesi prima!! Qualcuno si assumerà le responsabilità di questa scelta arbitraria e scellerata. Inoltre bisogna adottare procedure semplificate per l attivazione dei punti vendita legali (max 15 giorni), una tassazione equiparata tra gioco on line e quello fisico (vale a dire tasse solo sul margine) che consisterebbe in una reale ripresa ai fini della sussistenza economica della rete fisica di vendita, oggi al collasso. Lei è stato il primo esperto di gioco in Italia a tentare di portare direttamente i problemi del settore in Parlamento. Che bilancio traccia di questa sua prima avventura politica? Molto soddisfacente, in Campania al Senato abbiamo ottenuto oltre preferenze e per un movimento come il MIR nato 30 giorni prima delle elezioni non è poco,e sono legate essenzialmente alla mia persona. Per questo ringrazio vivamente chi con fermezza ha appoggiato la mia candidatura e proseguiremo nell obiettivo con forza, dignità e libertà nonostante degli attacchi gratuiti e pretestuosi fatti alla mia persona di qualche agenzia di stampa di settore e che sono francamente incomprensibili. Le azioni per il settore fatte con coraggio, visto la crisi economica e politica del paese, andrebbero supportate e non denigrate. rg/agimeg UE. ZANICCHI: "TOLLERANZA ZERO CONTRO IL MATCH FIXING" (GIOCONEWS 05/03/2013) Lotta alle partite truccate e tutela dei minori e delle fasce deboli nei confronti dei gioco, soprattutto online. Sono le direttrici proprietarie su cui l Unione Europea si sta muovendo per il 2013, illustrate a Gioco News dall europarlamentare Iva Zanicchi (Partito Popolare Europeo) che proprio su questi due temi ha portato avanti, nel corso del suo mandato, delle decise iniziative. Il fenomeno del match fixing è purtroppo diffuso sia a livello mondiale che europeo. Come auspica che il Parlamento e la Commissione Europea possano intervenire in proposito? Il numero di incontri truccati legato alle scommesse online è in continuo aumento. Nessuno sport e nessun Paese sembrano essere immuni da questo problema, anche perché il match-fixing è oramai diventato l'attività favorita delle organizzazioni criminali che vi hanno trovato nuove opportunità per riciclare denaro sporco. Negli ultimi anni questo problema ha rapidamente scalato l'agenda politica dell'unione europea proprio per il timore, da parte delle principali organizzazioni sportive internazionali, che l'integrità dello sport potesse essere, irreparabilmente, danneggiata. Le Istituzioni europee hanno avviato un dialogo politico con i principali organismi sportivi internazionali e con le agenzie di scommesse e stanno studiando tutte le possibili soluzioni per porre un freno agli incontri truccati. Quale la ricetta per combattere il matchfixing? Solamente una politica di tolleranza zero nei confronti degli episodi di corruzione unita a una migliore cooperazione tra le autorità pubbliche, le organizzazioni sportive, gli operatori del gioco d'azzardo e le forze di polizia potranno ridare allo sport la sua credibilità. Per le Istituzioni politiche europee la sfida è chiara: i loro sforzi devono essere diretti a stabilire un quadro giuridico armonizzato che possa arginare questo fenomeno e garantire quell'integrità dei risultati che è la vera essenza delle competizioni sportive. Per quanto riguarda il gioco, c è crescente attenzione verso la protezione dei minori e delle fasce più deboli. La Commissione per la cultura e l istruzione, di cui lei è membro sostituto, può intervenire in qualche modo e attraverso quali direttrici? Proprio recentemente mi sono occupata di questo delicato argomento, in qualità di relatrice-ombra sul documento adottato a Strasburgo relativo a La tutela dei minori nel mondo digitale. Più del 75 percento dei minori europei oramai utilizza Internet. Tutti noi sappiamo che una navigazione sul web poco consapevole, senza tutela e senza controllo, come avviene spesso nel caso dei minori, può esporli a numerosi rischi. Per questo motivo l'accesso al mondo digitale e alla competenza del suo linguaggio necessita di un accompagnamento e una guida che solo un'alleanza educativa tra famiglia, scuola e società possono offrire. È indubbio che, nonostante l'uso di strumenti di monitoraggio e gli sforzi compiuti per Rassegna WEB di martedì 5 marzo 2013 Pag. 10

11 incentivare la creazione di filtri che permettano di vietare l accesso ai siti di gioco sulla base dell età di chi si connette, al riguardo c'è ancora molto da fare. Il gioco, soprattutto online, sta diventando un fenomeno globale e certamente lo è a livello europeo. Verso quali direzioni auspica che si muovano il Parlamento e la Commissione Europea, anche alla luce dell Action Plan di recente approvazione? L'approvazione dell'action Plan è senza dubbio sinonimo della volontà, da parte di Commissione e Parlamento, di delineare un quadro normativo comune per disciplinare le modalità di offerta di gioco senza distinzione, considerando che match-fixing e riciclaggio di denaro sporco affliggono, purtroppo, sia il gioco online che quello offline. Ritengo si possa arrivare a ottenere risultati concreti solo se, oltre al potenziamento delle attività di prevenzione al riciclaggio, alle campagne di sensibilizzazione ed ai costosi meccanismi di monitoraggio, si attui una maggiore cooperazione tra Istituzioni europee e Paesi membri: la mancanza di una base legale comune tra gli Stati membri in materia rappresenta infatti il vero vulnus nella lotta al match-fixing ed alle scommesse illegali. Uno dei temi al centro della campagna elettorale in Italia e della fine della legislatura è stato quello di reperire nuovi fondi dal gioco, magari, come propone il presidente Berlusconi, per togliere l Imu, e c è anche chi, per motivi diversi, intende mettere un freno o addirittura tornare indietro rispetto alla diffusione del gioco pubblico. Lei ritiene che porre troppi limiti e vincoli (e magari tassare troppo) il gioco, non rischia di favorire quegli operatori illegali? La diffusione delle scommesse illegali ha raggiunto livelli tali, a livello mondiale, che non credo possano essere influenzati da una maggiore tassazione o dalla creazione di nuovi vincoli sul gioco legale. Proprio nella scorse settimane, nel corso del meeting internazionale che si è svolto a Roma su questo tema, il segretario generale dell'interpol ha dichiarato che il giro d'affari che ruota ogni anno attorno alle scommesse illegali sarebbe addirittura pari al fatturato della CocaCola... Rispetto ai temi della campagna elettorale in Italia, posso darle una risposta più politica che tecnica: credo che chi siederà al governo del nostro Paese dovrà valutare tutte le possibili soluzioni per cancellare una tassa come l'imu sulla prima casa che colpisce in modo indistinto e iniquo le famiglie italiane, già gravemente colpite dalla crisi economica. Come mai a suo giudizio il gioco sta avendo così tanta diffusione? C è motivo di preoccuparsi tanto delle sue ricadute sociali? Il gioco dovrebbe essere uno svago, un piacevole passatempo. In tempi di crisi come quelli che stiamo vivendo purtroppo molte persone finiscono per tentare la fortuna più volte al giorno, mossi dall'ossessione di centrare quella vincita che possa cambiargli la vita. Quando una persona non riesce a smettere di giocare si arriva purtroppo ad una vera e propria dipendenza dal gioco... e al giorno d'oggi, con la possibilità di giocare online, è diventato ancora più facile, per un giocatore compulsivo, dedicarsi al gioco in qualsiasi momento della giornata, senza farsi notare da parenti e amici. Anche su questo problema le Istituzioni europee sono vigili e si sono impegnate, nello scorso autunno, per promuovere un tipo di gioco responsabile, con l'obiettivo di tutelare i consumatori dall alto rischio di dipendenza che il gioco online può creare e incentivare politiche di prevenzione e di recupero per quei soggetti afflitti da forme di gioco patologico. MONDO GERMANIA, A RISCHIO 70 MILA LAVORATORI DEL SETTORE DEGLI APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO (AGIMEG - 05/03/2013) Gauselmann AG si prepara al contrattacco in Germania. I progetti del Governo per gli apparecchi da intrattenimento sarebbero una catastrofe per il settore, ha dichiarato Paul Gauselmann e toglierebbero lavoro a più di addetti del settore. La reazione arriva dopo l annuncio delle restrizioni volute dal Governo per limitare gli effetti negativi legati a questa tipologia di gioco. Una bozza del progetto che potrebbe modificare l attuale normativa, include infatti una serie di interventi attraverso i quali limitare la possibilità di manipolare le macchine da gioco. Si prevede anche l introduzione di una carta Rassegna WEB di martedì 5 marzo 2013 Pag. 11

12 del giocatore e la promozione di una cultura del gioco responsabile. Tra le novità l introduzione del limite di una macchine per esercizio pubblico (nel caso specifico i ristoranti). Fonti del Governo hanno fatto sapere che l introduzione di queste limitazioni porterà inevitabilmente al ritiro dal mercato di almeno macchine da gioco. lp/agimeg BULGARIA, GOVERNO CORRE AI RIPARI E MODIFICA LEGGE SUL GIOCO D AZZARDO (JAMMA 05/03/2013) Il parlamento bulgaro ha deciso di mettere mano alla normativa sul gioco e di abrogare la norma che limita l accesso al mercato degli operatori esteri. Le modifiche vengono inserite attraverso degli emendamenti alla normativa sull Iva. La disposizione voluta dal ministro delle finanze è già stata votata in prima lettura venerdì scorso. La Commissione bilancio prevede di votarla domani in seconda lettura. La disposizione prevede di abrogare la norma che impone alle società estere che intendono operare sul mercato bulgaro dell on line un investimento di almeno 10 milioni di euro in altri settore, ma sempre sul mercato bulgaro, e almeno 500 posti di lavoro. Secondo quanto è stato riferito in parlamento questa legge rende impossibile il gioco d azzardo online legale. Il ministero delle Finanze si è rifiutato di commentare gli emendamenti. Qualcuno ritiene che i cambiamenti possono essere stati introdotti nell interesse di società statunitensi che sembrano intenzione ad entrare sul mercato bulgaro. UK. L INTERVENTO DI MALTA BLOCCA L APPROVAZIONE DELLA LEGGE SU PUBBLICITÀ E GIOCHI ONLINE (AGIMEG - 05/03/2013) L invio del parere circostanziato di Malta a Bruxelles ha fatto slittare l approvazione, attesa per oggi, della legge inglese con la quale il governo britannico ha deciso di intervenire in materia di pubblicità e giochi online. La decisione della Commissione europea è ora attesa per il 4 aprile prossimo. Con questa progetto di legge la Gran Bretagna tenta di garantire una protezione efficace di tutti i consumatori di giochi d azzardo remoto con sede in UK. Attualmente i consumatori con sede in Gran Bretagna si trovano sottoposti a diverse normative di protezione dei consumatori e devono districarsi tra una miriade di diverse autorità di regolamentazione in funzione del luogo in cui è regolamentato il gioco d azzardo remoto a cui partecipano. Il problema sta assumendo dimensioni crescenti dato che sempre più paesi consentono il gioco d azzardo online. Il progetto semplificherà il sistema di regolamentazione del gioco d azzardo remoto in Gran Bretagna modificando il regime normativo da un sistema basato sul luogo di erogazione a uno basato sul luogo di consumo, nell ambito del quale tutti gli operatori che desiderano concludere operazioni con consumatori con sede in Gran Bretagna necessiteranno di una licenza di esercizio, indipendentemente dalla loro sede. Rassegna WEB di martedì 5 marzo 2013 Pag. 12

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

dei cosiddetti ambienti dedicati

dei cosiddetti ambienti dedicati In risposta ad una richiesta di Sapar e con una propria circolare del 7 settembre l Amministrazione ha chiarito i vari dubbi interpretativi sugli ambienti dedicati introdotti dal Decreto del 22 gennaio

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3 non statuto REGOLAMENTO pagina 2 di 5 Articolo 1 Natura e Sede 3 Articolo 2 Durata. 3 Articolo 3 - Contrassegno 3 Articolo 4 Oggetto e finalità 3 Articolo 5 Adesione al MoVimento 4 Articolo 6 Finanziamento

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 AREA:

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Pagina 1 di 5 Giovedì, 8 Maggio 2008 Notizie Web Politica NOTIZIE Cronaca Economia Esteri Politica Scienze e Tech Spettacoli Sport Top New MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Presentata

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SUBINGRESSO NELL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE SIA DI TIPO A (su posteggi dati in concessione per dieci anni) SIA DI TIPO B (su qualsiasi area purché

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN Le presenti condizioni generali hanno lo scopo di disciplinare l utilizzo dei Marchi di proprietà della società: Gefran S.p.A. con sede in

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all Indagine Fort Knox Roma, 08 aprile 2014 Indagine Fort Knox Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario 1) Dati identificativi del denunciante: ACER Associazione dei Costruttori Edili di Roma e Provincia in persona del legale

Dettagli

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI FORUM PA 2014 Roma, 27 maggio 2014 CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI PERCHÉ UNA P.A. DI TUTTI HA BISOGNO DI TUTTI 1 - TRASPARENZA 2.0 Per render conto ai cittadini Garantire l'accessibilità totale Siamo

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM)

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM) Fabio Pammolli (Direttore CeRM) CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? 1 CeRM Competitività, Regole, Mercati Dopo anni di dibattito e anche qualche tentativo non riuscito,

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

ACCESSO CIVICO, ACCESSO AGLI ATTI E PROTEZIONE DEI DATI: AMBITO DI RILEVANZA

ACCESSO CIVICO, ACCESSO AGLI ATTI E PROTEZIONE DEI DATI: AMBITO DI RILEVANZA ACCESSO CIVICO, ACCESSO AGLI ATTI E PROTEZIONE DEI DATI: AMBITO DI RILEVANZA L art. 4 della L.P. 4/2014, nel regolamentare (ai commi 2, 3 e 4) la procedura per l esercizio dell accesso civico, ne definisce

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Modificato dalle decisioni del Consiglio costituzionale

Dettagli

L abuso edilizio minore

L abuso edilizio minore L abuso edilizio minore L abuso edilizio minore di cui all art. 34 del D.P.R. 380/2001. L applicazione della sanzione pecuniaria non sana l abuso: effetti penali, civili e urbanistici. Brunello De Rosa

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro (adottate dall Ente in data 10/06/2014) La Provincia di Cuneo intende promuovere un ambiente di lavoro scevro da qualsiasi tipologia di discriminazione.

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO L ITALIA È PIENA DI ZINGARI FALSO. In Italia rom, sinti e camminanti sono circa 170mila cioè lo 0,25% della popolazione complessiva, UNA DELLE PERCENTUALI PIÙ

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Avviso di aggiudicazione di appalti Settori speciali. Sezione I: Ente aggiudicatore. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto 1/ 14 ENOTICES_alessiamag 14/11/2011- ID:2011-157556 Formulario standard 6 - IT Unione europea Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Luxembourg

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli