I SENTIERI DELLA RICERCA rivista di storia contemporanea

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I SENTIERI DELLA RICERCA rivista di storia contemporanea"

Transcript

1 Germinario7 8 I SENTIERI DELLA RICERCA rivista di storia contemporanea Del Boca Gregori Scaglione Cresti Clodomiro Lenci Baccelli Pipitone Morone Zilio Dondi Costa Boggero Fabei Rochat Labanca Benardelli Fontana Romandini Capra Casadio settembre 2008 EDIZIONI CENTRO STUDI PIERO GINOCCHI CRODO

2 I SENTIERI DELLA RICERCA rivista di storia contemporanea EDIZIONI CENTRO STUDI PIERO GINOCCHI CRODO

3

4 I Sentieri della Ricerca è una pubblicazione del Centro Studi Piero Ginocchi, Crodo. Direttore Angelo Del Boca Condirettori Giorgio Rochat, Nicola Labanca Redattrice Severina Fontana Comitato scientifico Marina Addis Saba, Aldo Agosti, Mauro Begozzi, Shiferaw Bekele, Gian Mario Bravo, Marco Buttino, Giampaolo Calchi Novati, Vanni Clodomiro, Basil Davidson, Jacques Delarue, Mirco Dondi, Angelo d Orsi, Nuruddin Farah, Edgardo Ferrari, Mimmo Franzinelli, Sandro Gerbi, Francesco Germinario, Mario Giovana, Claudio Gorlier, Mario Isnenghi, Lutz Klinkhammer, Nicola Labanca, Vittorio Lanternari, Marco Lenci, Aram Mattioli, Gilbert Meynier, Pierre Milza, Renato Monteleone, Marco Mozzati, Richard Pankhurst, Giorgio Rochat, Massimo Romandini, Alain Rouaud, Gerhard Schreiber, Francesco Surdich, Nicola Tranfaglia, Jean Luc Vellut, Bahru Zewde

5 La rivista esce in fascicoli semestrali Direttore Angelo Del Boca Editrice: Centro Studi Piero Ginocchi Via Pellanda, Crodo (VB) Stampa: Tipolitografia Saccardo Carlo & Figli Via Jenghi, Ornavasso (VB) N. 7/8-1 Sem Numero di registrazione presso il Tribunale di Verbania: 8, in data 9 giugno 2005 Poste italiane spa Sped. in a.p. D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 n. 46) Art. 1 Prezzo di copertina 30,00 Abbonamento annuale 25,00 Abbonamento sostenitore 100,00 C.C.P. n intestato al Centro Studi Piero Ginocchi via Pellanda, Crodo (VB) causale abbonamento: ISDR La pubblicazione di questa rivista è stata possibile grazie al contributo di: Provincia del Verbano Cusio Ossola Comune di Crodo

6 Sommario 7 L Africa in copertina e un nuovo modello di italiano di Angelo Del Boca guerre e guerriglie 17 La posizione inglese durante il conflitto italo-turco ( ). La campagna di stampa sul «Times» di Barbara Gregori 41 La mia campagna d Africa di Giuseppe Scaglione 81 Dalla seconda occupazione inglese della Cirenaica alla fine della presenza italiana nella Libia orientale in alcuni documenti d archivio inediti di Federico Cresti la politica coloniale 103 Le colonie italiane nel carteggio del ministro Colosimo ( ) di Vanni Clodomiro 161 Riflessi coloniali sulla toponomastica urbana italiana. Un primo sondaggio di Marco Lenci e Sergio Baccelli 183 Foto di gruppo. Ritratti di ufficiali coloniali di Cristiana Pipitone 205 La nuova Italia e le ex colonie nell opera e nelle carte di Giuseppe Brusasca di Antonio M. Morone

7 241 La politica tedesca per l Africa a servizio della riunificazione di Francesca Zilio il razzismo 281 Il razzismo coloniale del fascismo e i suoi riflessi alla radio e sulla stampa ( ) di Mirco Dondi 333 Classi pericolose e razze inferiori : la sovranità e le sue strategie di assoggettamento di Pietro Costa Africa e dintorni 353 Omar El Mukhtar. La costruzione della sua memoria ed il gruppo insurrezionale che ne porta il nome di Marco Boggero 379 La marcia del Marocco verso l indipendenza. Il nazionalismo marocchino dalle origini alla seconda guerra mondiale di Stefano Fabei 423 Non c erano «giovani turchi» nelle forze armate fasciste di Giorgio Rochat 439 Un Oltremare wikizzato di Nicola Labanca 445 L isola che non c è: Libertalia di Mainardo Benardelli 449 Schede rassegna bibliografica 467 notizie sugli autori di questo numero

8 L Africa in copertina e un nuovo modello di italiano di Angelo Del Boca 1. Questo numero doppio della rivista è dedicato interamente all Africa e al colonialismo, vecchio e nuovo. Ancora una volta, in questa prima metà del 2008, il continente nero ci inonda di notizie, raramente positive, quasi sempre a convalidare la convinzione che sia un autentica polveriera e un terreno di scontro fra potenze straniere e multinazionali che si contendono il controllo delle risorse energetiche e dei metalli preziosi. Il rapporto della Banca Mondiale per il 2007 annunciava, con grande risalto, che 44 Paesi del continente africano rivelavano per la prima volta di seguire «lo sviluppo economico del resto del mondo progredito». Anche per il 2008 la Banca Mondiale si mostrava ottimista prevedendo una crescita del 5,4 per cento. In effetti era la prima volta dal 1960, l anno delle indipendenze africane, che il continente nero faceva parlare di sè in maniera positiva. Ma c era da fidarsi della Banca Mondiale che in Africa, notoriamente, ha fatto più guasti che benefici? È vero che in qualche angolo del continente si sta registrando qualche progresso. Nel Mali, ad esempio, i Comitati civici nati nei villaggi stanno combattendo la corruzione e lottano per costruire la democrazia dal basso. È vero che Soweto, la più miserabile delle township ai tempi della segregazione razziale, si sta miracolosamente trasformando. È anche vero che la Dakar di Abdulaye Wade è un cantiere infinito e che Kigali, la capitale del Rwanda, il paese del genocidio, sta diventando la città più ordinata e pulita del continente. È anche vero che i casi di aids diminuiscono e che è più facile rifornirsi di medicinali a buon mercato. E che almeno tre Paesi, Nigeria, Angola e Malawi, sono riusciti a cancellare i propri debiti. Ma l ottimismo della Banca Mondiale è eccessivo e sospetto. In realtà all origine della crescita sono il petrolio e le materie prime, i cui prezzi hanno subito una formidabile impennata. Ma se ciò può aumentare il potere d acquisto di ristrettissimi ceti urbani, non offre alcun beneficio alle grandi 7

9 Angelo Del Boca masse contadine e urbane. Purtroppo non c è un reale sviluppo quando quasi tutti i Paesi del continente africano continuano a subire il peso del debito con l estero e sono strangolati dagli interessi esosi. La vera rinascita dell Africa non è per oggi e neppure per domani. Possiamo parlare di un continente in movimento, ma non di un Africa sfiorata dal benessere. Si tenga sempre presente che l Africa è ancora molto lontana dalle grandi economie del pianeta. La sua partecipazione al commercio mondiale non supera il 2 per cento. Ha dunque ancora bisogno dell aiuto dei paesi più evoluti. Ma un sostegno sincero, disinteressato, non motivato da calcoli spregevoli. Al contrario, come ricorda il sociologo senegalese Aly Baba Faye, le responsabilità e gli appetiti dell Occidente sono molto evidenti. «L elevata conflittualità riferisce è alimentata da fattori di diversa natura e caratterizzata sovente dalla presenza di scontri armati di respiro regionale. Le ricchezze del continente attirano gli appetiti di grandi potenze straniere e delle multinazionali. Sul suolo africano si gioca una partita geopolitica diversa da quella della Guerra fredda. Sono cambiati i termini della contesa. In campo non ci sono più le ex potenze coloniali ma le potenze globali come gli USA e la Cina. L oggetto del contendere è il controllo delle risorse energetiche, il petrolio soprattutto» 1. Secondo alcune Ong britanniche, le guerre locali, che hanno coinvolto 23 dei 53 paesi africani, hanno bruciato un totale approssimativo di 284 miliardi di dollari, in pratica il totale degli aiuti forniti all Africa nello stesso periodo. L elenco dei conflitti in atto nel 2008 è nutrito, inquietante. Nel Darfur, dove nel totale silenzio sono state uccise centinaia di migliaia di persone, sta per arrivare, ma con troppo ed ingiustificato ritardo, la missione di peacekeeping dell Unione europea e dell Unione africana. In Kenya, l annuncio della netta vittoria di Mwai Kibaki nelle elezioni presidenziali ha scatenato una lotta intertribale che ha causato mille morti e decine di migliaia di feriti. Nella Somalia continuano gli scontri fra le truppe etiopiche, giunte in soccorso al governo transitorio di Nur Hassan Hussein, e le Corti islamiche. Nella sola Mogadiscio si contano, in un anno, oltre 7 mila morti, mentre l esodo dei civili, che investe mezzo milione di somali, non cessa. Si aggiunga, per completare il quadro di questo paese in pieno sfacelo, che le coste della Somalia sono infestate da bande di pirati che nel solo 2007 hanno messo a segno 31 attacchi. Nel Ciad il governo del presidente Deby è sempre contestato. Il 2 feb- 8

10 L Africa in copertina e un nuovo modello di italiano braio colonne motorizzate di ribelli che partivano dal confine con il Sudan hanno investito la capitale N djamena provocando un bagno di sangue. Nello Zimbabwe, nonostante che il dittatore Robert Mugabe abbia perso le elezioni, è riluttante a cedere il potere e lancia i suoi sostenitori contro le fattorie ancora gestite da bianchi. Incerta, poi, la pace in Costa d Avorio, dopo cinque anni di guerra civile. Così come è in pericolo la «pace armata» fra Etiopia ed Eritrea, entrambe scontente dei risultati dell armistizio siglato ad Algeri. Si continua anche a combattere nelle province congolesi che confinano con Uganda, Ruanda e Burundi, nonostante l accordo di pace del Agli scontri tribali e confessionali si aggiunge, in questi ultimi mesi, lo spettro della fame. Il raddoppio, in un anno, del prezzo del grano e del riso, pone in estrema difficoltà almeno venti paesi dell Africa sub-sahariana, già penalizzati dall aumento del petrolio che incide sul costo dei trasporti. Ma anche l Africa del Nord, seppure con economie più sviluppate, risente della crisi alimentare, come denunciano le rivolte scoppiate in Tunisia e in Egitto. La Libia, nonostante abbia incrementato la produzione agricola grazie al «Grande fiume artificiale», sta trattando con l Ukraina un accordo che garantisca a Tripoli i cereali prodotti su 100 mila ettari del Bassopiano del Dnepr. La fame e le guerre stanno spingendo le popolazioni contadine nei grandi centri urbani, creando nuovi ed irrisolvibili problemi. Nel 1960, in tutta l Africa sub-sahariana, c era una sola città con più di un milione di abitanti, Johannesburg. Oggi le megalopoli africane sono una quarantina e Lagos, in Nigeria, ha superato gli 11 milioni di abitanti. A complicare la situazione, l Africa, nonostante tutti i mali di cui è afflitta, sta vivendo una crescita demografica unica al mondo. Secondo John May, il demografo della Banca Mondiale, la popolazione africana passerà, entro il 2050, da 769 milioni a 2 miliardi, vale a dire il 19 per cento della popolazione mondiale 2. Si aggiunga, ai mali endemici dell Africa, quelli provocati dagli stessi africani, con la diffusa corruzione dei potenti e il loro indebito arricchimento. Da un inchiesta aperta a Parigi sui lussi francesi di alcuni capi di Stato africani, è emerso che il presidente del Gabon, Omar Bongo Ondimbo, possiede in Francia trentatre beni immobiliari, fra i quali un alloggio sui Champs-Elysées del valore di 18 milioni di euro. L inchiesta menziona anche la moglie del presidente del Congo, Sassou Nguesso, che ha acquistato a Parigi, per i figli, appartamenti per 6 milioni di euro. Non sfuggono al censimento della brigata finanziaria anche i presidenti della 9

11 Angelo Del Boca Guinea Equatoriale, Teodoro Obiang, del Burkina Faso, Blaise Campaoré, dell Angola, Eduardo Dos Santos. Alle ville, ai castelli, agli appartamenti vanno aggiunte le automobili di lusso: Ferrari, Aston Martin, Bugatti, Mercedes, Maybach, Rolls Royce 3. Com era diverso, da questi meschini reucci africani, il martinicano Frantz Fanon, l autore dell indimenticabile Les damnés de la terre, un autentico manifesto politico del Terzo Mondo. A pochi giorni dalla morte per leucemia, scriveva all amico Roger Tayeb: «Ciò che mi avviliva, qui a letto, mentre sentivo andarsene col sangue le mie ultime forze, non era il fatto di morire, ma di morire a Washington di leucemia, mentre avrei potuto morire tre mesi fa davanti al nemico, poichè sapevo di avere questo male. Noi non siamo nulla su questa terra, se non siamo anzitutto i servi di una causa, della causa dei popoli, della causa della giustizia e della libertà. Vorrei che lei sapesse che anche quando i medici mi avevano già condannato, io continuavo ancora nella nebbia a pensare al popolo algerino, ai popoli del Terzo Mondo, e se ho resistito, è stato per loro» 4. Fanon aveva previsto, con estrema chiarezza, l affermarsi in Africa di una borghesia di compradores, che si sarebbe accordata con il colonialismo rallentando l emancipazione delle popolazioni africane. E non aveva risparmiato denunce e condanne. 2. Il numero 7/8 di «Sentieri della ricerca» comprende sedici saggi divisi in quattro sezioni Guerre e guerriglie, La politica coloniale, Il razzismo, Africa e dintorni. Tra gli interventi più rilevanti segnaliamo quello di Antonio M. Morone dedicato ai lavori dell AFIS (Amministrazione Fiduciaria Italiana) per portare in un decennio la Somalia all indipendenza. Il compito era sicuramente difficile, perchè l Italia aveva fatto ben poco per sviluppare la più povera fra le sue colonie. Ma anche il mandato dell ONU, che si poteva giudicare come un esame di riparazione, non ha dato i risultati sperati. E gli effetti disastrosi si vedono soprattutto oggi che la Somalia ha perso la qualifica di Stato sovrano ed è diventata il terreno di uno scontro furioso fra truppe etiopiche e Corti islamiche. Di notevole interesse sono anche le memorie dell artigliere Giuseppe Scaglione, detto «Pinot», raccolte da Marco Cavallarin. Con grande umiltà, unita ad una straordinaria lucidità venata di autoironia, questo contadino di Santo Stefano Belbo racconta i suoi cinque anni di guerra (prima sul fronte francese, poi nell Africa del nord) e la prigionia negli Stati Uniti. Il periodo più difficile lo vive ad El Alamein, quando si accorge che i cannoni 10

12 L Africa in copertina e un nuovo modello di italiano degli inglesi hanno una gittata di 12 chilometri e quelli italiani soltanto di 9. «Noi, per arrivare a sparare addosso a loro ricorda dovevamo fare tre chilometri sotto il loro tiro». «Pinot» rivela una grande ammirazione per il generale Rommel, che vedeva quasi ogni giorno «in piedi sulla macchina scoperta, in piedi col binocolo, e guardava gli inglesi e non si abbassava, entrava nel fumo delle granate che gli scoppiavano intorno. Niente, era immortale quell uomo». Lavorando sui documenti inediti dell Archivio politico del ministero degli Esteri della Repubblica Federale Tedesca, Francesca Zilio ha potuto ricostruire, per la prima volta, la politica di Bonn nei confronti dell Africa, in modo particolare delle sue ex colonie, il Togo e il Camerun. «Gli africani sosteneva il cancelliere Brandt sanno valutare che noi cooperiamo con loro senza porre condizioni politiche. Noi capiamo che essi vogliono organizzare il loro ordinamento interno sulla base delle loro particolarità africane. Capiamo anche il loro desiderio di perseguire una politica estera indipendente, senza farsi trascinare nei conflitti delle grandi potenze. Ci aspettiamo però altrettanta comprensione per la questione essenziale del popolo tedesco, l unità nella libertà» 5. In altre parole Bonn usava la cooperazione bilaterale per difendere e favorire la riunificazione delle due Germanie, applicando la dottrina Hallstein. Viaggiando nel Medio Oriente e lavorando negli archivi di alcune università americane, Marco Boggero ha potuto valutare l immensa fortuna di cui gode ancora oggi Omar al-mukhtàr, il capo della resistenza antiitaliana in Cirenaica, fatto impiccare da Graziani nel 1931, nel lager di Soluch, alla presenza di 20 mila confinati fatti affluire dagli altri campi di concentramento. Nel nome di Omar si combattono oggi nel Vicino Oriente le lotte più sanguinose, ma non sempre interpretando i veri valori sostenuti dal vicario di re Idris as-sanusi. Fra i saggi più singolari citiamo inoltre quello di Marco Lenci, dedicato alla toponomastica coloniale in Italia, e quello di Mirco Dondi sulle tecniche impiegate dal fascismo per imporre il mito della razza. Nicola Labanca, dal canto suo, viaggiando su Wikipedia, si è accorto che la voce sulla storia del colonialismo italiano pecca di omissioni e di storture e andrebbe riscritta. Per finire Stefano Fabei ci informa, nel suo saggio ricco di sorprese, che a tenere a battesimo il nazionalismo marocchino sono stati i nazisti, in funzione anti-alleati, nel corso della 2 ª guerra mondiale. 11

13 Angelo Del Boca 3. Anche se questo numero della rivista è dedicato all Africa, non possiamo sottacere il significato delle ultime elezioni politiche del aprile 2008, che possono impartire una decisa svolta dai risultati inquietanti. Ci permettiamo quindi di formulare alcune riflessioni a caldo. Come ha titolato in prima pagina «l Unità», il 15 aprile, Torna Berlusconi, comanda Bossi. Il PD sfiora il 34%. Crolla l Arcobaleno 6. Dieci parole per annunciare una disfatta, che supera le previsioni più pessimistiche. E non ci può confortare il fatto che Veltroni abbia sfiorato il 34 per cento dei voti e che alla Camera i partiti siano scesi da 30 a 4, quando pensiamo che per anni (cinque o forse dodici se il Cavaliere vorrà scalare anche il Quirinale) saremo tormentati dalla sua immagine, ripetuta in maniera continua, ossessiva, orwelliana, nei telegiornali, nei quotidiani, nei settimanali, con il corredo di dichiarazioni e poi di rituali smentite, di promesse e di battute da cabarettista. Ciò che ci stupisce e ci ferisce è che diciassette milioni di italiani abbiano potuto dare il loro voto ad un multimiliardario padrone di tv, di modestissima cultura, dagli atteggiamenti clowneschi, che intende la politica come puro e cinico esercizio del potere, e che ha dedicato un intera legislatura a varare leggi ad personam per scansare i giudici e tutelare i propri interessi. Come ricorda l autorevole «Wall Street Journal», un quotidiano sicuramente non «comunista», Berlusconi «è stato al centro di più di una dozzina di inchieste giudiziarie e ha subito almeno sei processi per reati che vanno dall evasione fiscale alla corruzione di giudici. Altrove vicende giudiziarie di questo genere avrebbero messo fine ad una carriera politica» 7. Ma non c è bisogno di rivangare il passato per stabilire l assoluta inaffidabilità dell uomo di Arcore. È sufficiente osservare come si è comportato durante quest ultima campagna elettorale. Il 10 marzo, in mezzo alle ovazioni dei suoi sostenitori, faceva a pezzi il programma del Partito Democratico. Il 2 aprile attaccava duramente il Quirinale ipotizzando che la sua vittoria alle urne avrebbe potuto portare all uscita di scena del capo dello Stato Giorgio Napolitano. Il giorno dopo chiedeva la perizia psichiatrica per i magistrati che indagano. Ma il fatto più clamoroso e rivoltante era la proclamazione ad eroe di Vittorio Mangano, il finto stalliere di Arcore, condannato all ergastolo per associazione mafiosa, per il motivo che non aveva fatto il suo nome e quello di Dell Utri durante i processi subiti. Per questi e molti altri episodi siamo sempre di più convinti che abbia ragione il «The Economist» quando sostiene che Berlusconi è assolutamente ina- 12

14 L Africa in copertina e un nuovo modello di italiano datto (unfit) a governare una nazione. La vittoria del Partito del popolo delle libertà è tanto più pericolosa in quanto si basa sul netto e determinante apporto della Lega nord, che sogna una Padania inesistente, venera l ampolla del dio Po, vanta il legame storico e culturale con i celti, ed è sicuramente un partito populista, xenofobo, secessionista e antieuropeo. Il 6 aprile, dopo aver minacciato di imbracciare i fucili contro la «canaglia romana», Umberto Bossi soggiungeva: «La sinistra è fatta di canaglie, luride canaglie. Delinquenti, state molto attenti, che i padani non hanno paura di voi, vi pigliamo per il collo. Carogne, tornate nella fogna, lì è il vostro posto» 8. C è gente pronta a giurare (Berlusconi compreso) che dietro a questo Bossi becero e delirante c è un politico di razza, al quale si può affidare anche un ministero. Ci permettiamo di dubitare quando ricordiamo a quale miserabile ufficio ha delegato la nostra bandiera nazionale. È ben difficile con alleati del genere (fra l altro hanno già presentato un conto salatissimo al PDL e ottenuto ben quattro ministeri), che Berlusconi possa raggiungere l obiettivo che ha illustrato a «Sky TG-24»: «Voglio restare nella storia del mio paese come uno statista che lo ha cambiato» 9. Per ora, dello statista, non ha proprio nulla, a partire dal linguaggio, che spesso scade nel turpiloquio. E comprendiamo l amaro sfogo di Luciano Comida, quando scrive all «Unità»: «Sono stufo di venir insultato da questo ometto arrogante che nel corso degli anni ci ha definiti coglioni, ladri, falsificatori di elezioni, stalinisti, dementi, faccia di merda, prostitute e comunisti, idioti [...]. Basta, per favore, basta. Diamoci un paese civile» 10. A pochi giorni dalle elezioni è giunto il 25 aprile, una festività nazionale che abbiamo sempre atteso con gioia, e non soltanto perchè abbiamo dato il nostro modesto contributo alla guerra di liberazione. Ma quest anno, più che in passato, si è cercato in tutti i modi di infangare questa data e la resistenza nel suo complesso. Basti guardare le prime pagine dei giornali vicini al PDL. «Il Giornale» titola 25 aprile, in piazza con rancore. «Libero» titola La festa dei banditi. E «Il Secolo» scrive: Il 25 aprile si è abolito da solo. E che dire di Berlusconi che esalta «chi combatté per la libertà contro la tirannia» 11 e poi, nello stesso giorno, riceve Ciarrapico che vanta pubblicamente la sua nostalgia per il fascismo. Per fortuna, a difendere la resistenza dagli insulti e dalle negazioni, è intervenuto il capo dello stato, Giorgio Napolitano, che ha precisato, fra l altro, nel suo intervento a Genova «È possibile e necessario raccontare 13

15 Angelo Del Boca la Resistenza, coltivarne la storia, senza sottacere nulla, smitizzare quel che c è da smitizzare, ma tenendo fermo un limite invalicabile rispetto a qualsiasi forma di denigrazione o svalutazione di quel moto di riscossa e riscatto nazionale cui dobbiamo la riconquista anche per forza nostra, dell indipendenza dignità e libertà della Nazione italiana» 12. Sessantatre anni fa, in un mattino livido e piovoso, componevo nella cassa la salma di Nino Botti, un partigiano ventenne assassinato dai fascisti alle porte di Piacenza, mentre la libertà del paese era a portata di mano. Se il bibliofilo Dell Utri manterrà la promessa, «i libri di storia, ancora oggi condizionati dalla retorica della Resistenza, saranno revisionati. Questo è un tema del quale ci occuperemo con particolare attenzione» 13. Il che significa, caro Nino, tu che hai affrontato da solo un carro armato balzando fuori dal Canale della fame, che dovrai uscire dai libri di storia per far posto ad un altro eroe, lo stalliere Vittorio Mangano, che ai processi a lui intentati si cucì la bocca. Abbiamo proprio toccato il fondo! Post-scriptum - Con il rituale, italico servilismo, molti commentatori ci rassicurano che il Berlusconi-ter sarà più liberale, più conciliante, disposto a dialogare con l opposizione, molto diverso dal presidente del consiglio del Insomma, un autentico uomo di Stato, che giura «di non andare a letto la sera senza aver realizzato qualcosa di positivo per gli italiani» 14. Ci permettiamo di dissentire dai giudizi di questo esercito di chiosatori, che si affanna per salire sul carro del vincitore, mentre condividiamo il parere della «Suddeutsche Zeitung», quando scrive: «Le sue affermazioni in campagna elettorale fanno temere che Berlusconi voglia nuovamente usare il suo potere per combattere la giustizia, rendere sicuro il suo potere mediatico, coltivare il suo ego. In campagna elettorale ha promesso di voler risanare il Paese, ma l esperienza insegna a non credergli» 15. Altrove abbiamo espresso la nostra viva preoccupazione che Berlusconi possa portare a termine il suo disegno di creare un nuovo modello di italiano, un chiaro prodotto del consumismo, dell ignoranza e dell egoismo 16. Questo modello di italiano predilige, tra i programmi politici, quello che contempla la riduzione (per non dire l estinzione) delle tasse, quasi esse fossero una punizione e non il contributo del cittadino alla vita e al miglioramento del Paese; il blocco dell immigrazione, in maniera drastica e selvaggia; una decisa riforma del sistema giudiziario, in modo particolare per la sua azione inquisitoria; il mantenimento ad oltranza della sicurezza, 14

16 L Africa in copertina e un nuovo modello di italiano anche a costo di ricorrere a ronde abusive. E poiché non viene incoraggiato a dare importanza all integrità, alla trasparenza, all onestà dei leader politici, non è neppure interessato al rinnovamento morale del Paese e a una legge che blocchi il conflitto di interessi. Gli strumenti mediatici, e ora anche politici, per costruire questa nuova identità nazionale Berlusconi li ha tutti. Ed ora ha anche il tempo dalla sua parte. E lo sconcerto e lo smarrimento degli sconfitti. «Le rauche invettive di Beppe Grillo commenta dal canto suo Eugenio Scalfari completano il quadro di una società che sembra avere smarrito ogni bussola, ogni orientamento, ogni immagine di sè, ogni memoria del suo passato ed ogni progettualità del suo futuro. Si va avanti alla giornata senza timone e senza stelle» 17. Torino, 1 maggio 2008 Note al testo 1 «l Unità», 31 dicembre Cit. nell articolo di Toni Fontana, Africa. 300 miliardi di dollari inghiottiti per farsi la guerra. 2 «Le Monde», 17 dicembre 2007: Afrique: le grand rattrapage démographique. 3 «Le Monde», 31 gennaio Cit. in Renate Zahar, il pensiero di Frantz Fanon e la teoria dei rapporti tra colonialismo e alienazione, Feltrinelli, Milano l970, p Francesca Zilio, La cooperazione allo sviluppo tedesca a livello bilaterale e comunitario durante la Guerra fredda, a servizio della riunificazione, tesi di Storia delle relazioni internazionali, Università degli studi di Trieste, anno accademico , p «l Unità», 15 aprile «The Wall Street Journal», 8 aprile «Corriere della Sera», 7 aprile Il 29 aprile, giorno di riapertura del Parlamento, Bossi reiterava le sue minacce: «Questa è l ultima occasione: o si fanno le riforme o scoppia un casino. Se la sinistra vuole scendere in piazza, abbiamo trecentomila uomini, trecentomila martiri pronti a battersi. E non scherziamo, mica siam quattro gatti. Verrebbero giù anche dalle montagne. E verrebbero con i fucili, che son sempre caldi» («Corriere della Sera», 30 aprile 2008). 9 «la Repubblica», 15 aprile «l Unità», 31 marzo

17 Angelo Del Boca 11 «la Repubblica», 26 aprile 2008: Berlusconi: «Festa di pacificazione, ma vanno capiti i ragazzi di Salò». 12 «l Unità», 26 aprile 2008: La Resistenza salvò l Italia. 13 «la Repubblica», 9 aprile Ivi, 15 aprile 2008: Il Cavaliere trionfa in TV: «Ora voglio passare alla storia». 15 «Suddeutsche Zeitung», 14 aprile Angelo Del Boca, Italiani, brava gente?, Neri Pozza editore, Vicenza 2005, pp «la Repubblica», 27 aprile 2008: Lo specchio d Italia è sempre più rotto. 16

18 guerre e guerriglie La posizione inglese durante il conflitto italo-turco ( ). La campagna di stampa sul «Times» di Barbara Gregori 1. Sin dagli anni ottanta del XIX secolo l Italia, delusa per la perdita della Tunisia che la Francia si era accaparrata, aveva rivolto le sue aspirazioni alle regioni nord africane della Tripolitania e della Cirenaica, allora province ottomane. La vicinanza all Italia, la presunta fertilità del suolo e abbondanza di risorse minerarie, la necessità di trovare uno sbocco all emigrazione, la congiuntura internazionale e il desiderio di dimostrare il proprio status di grande potenza, assieme al fatto che quelle regioni africane erano le uniche non ancora colonizzate da Europei, furono le ragioni principali che persuasero il governo italiano a conquistare la cosiddetta «quarta sponda». Inviato il 28 settembre 1911 un ultimatum di ventiquattrore ore alla Porta, non avendo ricevuto risposta tale da soddisfare le richieste italiane ivi contenute, s intrapresero subito le prime operazioni militari nell Adriatico seguite pochi giorni dopo dallo sbarco del contingente italiano a Tripoli. La guerra si protrasse per dodici mesi e fu caratterizzata da una rapida conquista dei maggiori centri costieri e da una lunga fase di stasi e d incertezza, in cui il nostro esercito tentò invano di accattivarsi le simpatie della popolazione araba e di penetrare l interno. Dopo l occupazione italiana del Dodecaneso e l attacco ai forti dei Dardanelli, nel luglio 1912, in Svizzera, le delegazioni italiana e turca avviarono i negoziati di pace. Questa fu firmata il 15 ottobre 1912 ad Ouchy e sancì la perdita della sovranità turca sulle regioni della Tripolitania e Cirenaica, già annesse unilateralmente dall Italia nel novembre Oltre che sul piano militare, la guerra procurò all Italia seri problemi sul piano internazionale, dove l opinione pubblica delle maggiori potenze europee s indignò di fronte all azione italiana e mantenne un atteggiamento decisamente ostile per tutta la durata del conflitto, ponendo in serio 17

19 Barbara Gregori imbarazzo i rispettivi governi. Le grandi potenze giudicarono la dichiarazione di guerra italiana un «atto di pirateria», indignandosi per il mancato preavviso concesso dall Italia e l infondatezza delle sue pretese; d altro canto, offrirono fin dall inizio i loro buoni uffici per mediare tra i belligeranti e valutare le basi per potenziali accordi di pace, ma reciproci sospetti e gelosie invalidarono ogni proposta sul nascere. L Inghilterra, in particolare, tentò di mantenere quell attitudine di rigorosa neutralità dichiarata sin dall inizio del conflitto e il Foreign Office si rifiutò di prendere in considerazione qualunque proposta potesse indispettire l uno o l altro degli avversari. L opinione pubblica, invece, non risparmiò le sue critiche al modo in cui la guerra fu condotta e la stampa europea fu prodiga di giudizi affatto lusinghieri sull esercito italiano. Questo saggio, parte di un più ampio lavoro di ricerca volto a chiarire il ruolo della Gran Bretagna durante il conflitto italo-turco del , si propone di analizzare l atteggiamento del governo e della stampa britannici di fronte a quello che fu considerato un vero e proprio «colpo di mano» italiano. 2. Durante l estate del 1911 il ministro degli esteri italiano, il marchese di San Giuliano, tentò di capire quali sarebbero state le reazioni delle principali potenze europee di fronte ad un conflitto italo-turco. Ebbene, fino allo scoppio del conflitto, le potenze manifestarono più o meno apertamente il loro consenso alla guerra di Libia, ma quando essa venne effettivamente dichiarata, la stampa, l opinione pubblica, nonché i governi europei rimasero esterrefatti ed irritati verso l Italia e reagirono violentemente.la stampa europea, soprattutto inglese e tedesca, si accanì contro l Italia, la cui azione fu giudicata aggressiva e riprovevole, se non addirittura ripugnante. Il giudizio dei governi, anche quelli che si erano mostrati più benevoli verso l Italia, rispecchiava in sostanza quello della stampa: innanzitutto erano indignati perché l Italia si era limitata ad avvisarli poche ore prima dello scoppio del conflitto, in particolare si era guardata bene dal consultare le alleate della Triplice, violandone in questo modo lo spirito; in più, questa dichiarazione appariva assolutamente infondata, anzi, un vero e proprio «atto di pirateria», data la disponibilità turca a concedere qualunque beneficio economico l Italia avesse desiderato in Tripolitania. Invano di San Giuliano cercò di giustificare l intervento italiano davanti all opinione pubblica e rimuovere tutte le paure riguardo uno sconvolgi- 18

20 La posizione inglese durante il conflitto italo-turco In questa e alle pagine seguenti Cartoline di propaganda. Raccolta Angelo Del Boca mento dello status quo in Europa: il 28 settembre aveva informato gli stati balcanici che l Italia avrebbe appoggiato l integrità della Turchia europea e aveva inviato alle grandi potenze una lunga lista di lagnanze nei confronti della stessa. L Europa, però, rifiutò di essere rassicurata e continuò a criticare il comportamento italiano 1. Vediamo ora nel dettaglio la posizione assunta dalle maggiori potenze europee prima e soprattutto, dopo la dichiarazione di guerra alla Turchia. Le prime rassicurazioni alle preoccupazioni del ministro vennero proprio dal governo inglese 2. In luglio, il loro ministro degli Esteri Grey, aveva affermato che se l Italia fosse stata costretta a tutelare i suoi diritti e ad agire, l Inghilterra non solo non sarebbe intervenuta, ma le avrebbe concesso simpatia ed appoggio, ovviamente solo morale. Inoltre, Grey aveva 19

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO INTERNAZIONALE, CONCERNENTI LE RELAZIONI AMICHEVOLI E LA COOPERAZIONE FRA GLI STATI, IN CONFORMITÀ CON LA CARTA DELLE NAZIONI UNITE Risoluzione dell Assemblea

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Il modello Attraverso un modello che valorizza un insieme di dati relativi ai tassi di attività e alla popolazione prevista nel prossimo ventennio

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI 934 QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI R. Brunetta per Il Giornale 14 giugno 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà -

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia Lo Stato Cos è lo Stato Definizione ed elementi Organizzazione politica Lo Stato è un ente, un organizzazione che si forma quando un popolo che vive entro un territorio determinato, si sottopone all autorità

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE (2001) PARTE I L ATTO INTERNAZIONALMENTE ILLECITO DI UNO STATO CAPITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1

Dettagli

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE L ordinamento giuridico internazionale Diritto internazionale generale e diritto internazionale particolare L adattamento del diritto interno

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Dichiarazione delle Nazioni Unite sull'ambiente umano (STOCCOLMA 1972)

Dichiarazione delle Nazioni Unite sull'ambiente umano (STOCCOLMA 1972) Dichiarazione delle Nazioni Unite sull'ambiente umano (STOCCOLMA 1972) Dichiarazione delle Nazioni Unite alla Conferenza su L'Ambiente Umano tenutasi a Stoccolma da 5 a 16 giugno 1972, che ha considerato

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 917 RISOLUZIONE GRUPPO FORZA ITALIA Risoluzione presentata dal Gruppo Forza Italia

Dettagli

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it Avv. Giovanni Romano Avv. Paola Genito Avv. Natascia Delli Carri Avv. Maria Cristina Fratto Avv. Annalisa Iannella Avv. Egidio Lizza Avv. Giuseppina Mancino Avv. Roberta Mongillo Avv. Francesco Pascucci

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

L evoluzione delle relazioni tra Europa e Africa

L evoluzione delle relazioni tra Europa e Africa Europa e Africa Focus Intervista a Giovanni Bersani L evoluzione delle relazioni tra Europa e Africa a cura di Matteo Montanari Europarlamentare per quasi trent anni (1960-1989), lei ha ricoperto anche

Dettagli

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio La cittadinanza in Europa Deborah Erminio Dicembre 2012 La normativa per l acquisizione della cittadinanza nei diversi Paesi dell Unione europea varia considerevolmente da paese a paese e richiama diversi

Dettagli

Amicizia Amicizia per sé

Amicizia Amicizia per sé Amicizia Amicizia per sé 1. In molte tradizioni, l amicizia è considerata la più alta forma d amore. L amicizia è il prototipo del rapporto alla pari, basato sul rispetto, la stima e la disponibilità reciproca,

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace.

Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace. Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace. 1. È stato pubblicato, di recente, dal Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace un volume, che reca il

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali

Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali Traduzione 1 Convenzione sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali Conclusa a Parigi il 20 ottobre 2005 La Conferenza generale dell Organizzazione delle Nazioni Unite

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

CONVENZIONE DELL'ORGANIZZAZIONE DELL'UNITÀ AFRICANA (OUA) CHE REGOLA GLI ASPETTI SPECIFICI DEI PROBLEMI DEI RIFUGIATI IN AFRICA

CONVENZIONE DELL'ORGANIZZAZIONE DELL'UNITÀ AFRICANA (OUA) CHE REGOLA GLI ASPETTI SPECIFICI DEI PROBLEMI DEI RIFUGIATI IN AFRICA CONVENZIONE DELL'ORGANIZZAZIONE DELL'UNITÀ AFRICANA (OUA) CHE REGOLA GLI ASPETTI SPECIFICI DEI PROBLEMI DEI RIFUGIATI IN AFRICA Adottata dalla Conferenza dei Capi di Stato e di Governo dell'oua riuniti

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA Perché la Banca d Italia detiene le riserve ufficiali del Paese? La proprietà delle riserve ufficiali è assegnata per legge alla Banca d Italia. La Banca d Italia

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze:

Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze: Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze: che fare? Alcol, droghe illegali, medicinali, gioco d azzardo Una persona a voi cara soffre di dipendenze. Vi sentite sopraffatti? Impotenti? Avete

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli