4. IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "4. IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO"

Transcript

1 4. IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO Sommario: 1. Generalità 2. Presupposti 3. Cessioni di beni soggette a IVA 4. Cessioni di beni non soggette a IVA 5. Prestazioni di servizi soggette a IVA 6. Prestazioni di servizi non soggette a IVA 7. Esercizio d impresa, arte o professione 8. Effettuazione delle operazioni 9. Operazioni esenti 9.1. Operazioni di finanziamento 9.2. Locazioni e affitti di immobili 9.3. Cessioni di fabbricati abitativi 9.4. Cessioni di fabbricati strumentali 10. Prestazioni accessorie 11. Operazioni permutative e datio in solutum 12. Base imponibile 13. Esclusioni dal computo della base imponibile 14. Aliquote dell imposta 15. Reverse charge 16. Fatturazione delle operazioni 1. Generalità L imposta sul valore aggiunto è disciplinata dal D.P.R , n Esso si compone, oltre alle norme di legge, di tre tabelle, di cui a noi interessano: la tabella A, parte II (IVA/TAB/A/II), che indica le operazioni soggette all aliquota del 4% ( 4.14); la tabella A, parte III (IVA/TAB/A/III), che indica le operazioni soggette all aliquota del 10% ( 4.14). L imposta sul valore aggiunto interessa molto da vicino il notaio perché il legislatore, per evitare una doppia imposizione, ha posto (con rilevanti eccezioni) il principio dell alternatività tra l imposta di registro e l imposta sul valore aggiunto, per effetto del quale gli atti e le operazioni soggette a IVA (art. 1, comma 1, IVA) scontano l imposta di registro in misura fissa (art. 40, comma 1, TUR) ( 10.2). Pertanto, per determinare l imposta di registro, occorre preliminarmente determinare se l atto è soggetto a IVA, e quale regime IVA si applica, poiché l appartenenza a una certa categoria influenza l applicazione dell imposta di registro. Per comprendere il meccanismo dell IVA, occorre tenere presente le seguenti distinzioni: le operazioni soggette ad IVA sono tutte le operazioni che rientrano nella previsione della legge IVA (comprese le operazioni esenti); tuttavia di solito esse si identificano nelle operazioni soggette ad IVA proporzionale, cioè col pagamento dell IVA. le operazioni esenti da IVA sono tutte quelle operazioni che, pur rientrando nell ambito di previsione dell Iva, non scontano l imposta; le operazioni non soggette a IVA sono tutte quelle operazioni che, pur essendo poste in essere nell esercizio di impresa, arte o professione, sono fuori campo IVA, cioè non rientrano nella previsione dell Iva;

2 2. Presupposti L imposta sul valore aggiunto si applica sulle cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate nel territorio dello Stato nell esercizio di imprese, arti o professioni (art. 1, IVA). Per l applicazione dell Iva è necessario il concorso di tre requisiti: Requisito oggettivo: l operazione deve avere per oggetto una cessione di beni (art. 2, IVA) ( 0) o una prestazione di servizi (art. 3, IVA) ( 0), rilevante ai fini della legge Iva; Requisito soggettivo: chi effettua la cessione o la prestazione deve agire nell esercizio di un impresa (art. 4, IVA), arte o professione (art. 5, IVA) ( 0); Requisito territoriale: l operazione deve essere effettuata nel territorio dello Stato (art. 7, IVA). 3. Cessioni di beni soggette a IVA Con riferimento alle cessioni di beni, il legislatore è stato onnicomprensivo: costituiscono cessioni di beni soggette ad IVA (e quindi rientrano nel campo impositivo) tutti gli atti a titolo oneroso che importano il trasferimento della proprietà ovvero la costituzione o il trasferimento di diritti reali di godimento su beni di ogni genere (art. 2, comma 1, IVA), siano essi mobili o immobili. Rientra nella previsione normativa non solo la compravendita ( ), ma qualunque altro negozio traslativo (permuta, do ut des, transazione traslativa), cioè qualunque negozio che sia idoneo a trasferire la titolarità di un bene o diritto. Sono soggetti a IVA non solo le cessioni volontarie, ma anche i trasferimenti coattivi di beni per atto della pubblica autorità, come i trasferimenti derivanti da operazioni di vendita giudiziaria o le requisizioni di immobili con pagamento di un indennità, la vendita forzata, le sentenze traslative che importano trasferimento della proprietà o costituzione di diritti reali di godimento. Limitando ai più ricorrenti atti d interesse notarile, rientrano nella previsione normativa: la cessione di beni mobili; la cessione di terreni suscettibili di utilizzazione edificatoria ( ); la cessione di fabbricati non ultimati ( ); Rientrano in campo IVA anche la cessione di fabbricati, sebbene quest ultima sia soggetta ad un regime più articolato, che analizzeremo in seguito ( ). Costituiscono inoltre cessioni di beni soggette ad IVA determinate operazioni espressamente indicate dal legislatore (art. 2, comma 1, IVA), che non rientrano direttamente nella predetta categoria generale (art. 2, comma 1, IVA) o il cui assoggettamento a IVA avrebbe potuto essere discusso. Costituiscono operazioni assimilate alle cessioni di beni soggette a IVA: le vendite con riserva di proprietà (art. 2, comma 2, n. 1, IVA) le quali scontano immediatamente l Iva, sebbene giuridicamente il trasferimento avverrà solo col pagamento dell ultima rata di prezzo; le locazioni con clausola di trasferimento della proprietà vincolante per ambedue le parti (art. 2, comma 2, n. 2, IVA) le quali scontano immediatamente l IVA dovuta per il trasferimento, sebbene questo si verifichi in un momento successivo; le cessioni gratuite di beni la cui produzione o il cui commercio rientri nell attività propria dell impresa (art. 2, comma 2, n. 4, IVA) e quindi le donazioni fatte dall imprenditore di beni merce (si pensi alla donazione dell appartamento fatta dal costruttore al figlio); le assegnazioni ai soci fatte a qualsiasi titolo ( 1 ) da società, comprese le cooperative, gli enti pubblici e privati, i consorzi e le associazioni (art. 2, comma 2, n. 6, IVA), purché per il bene sia stata operata la detrazione IVA in sede di acquisto e non si tratti di assegnazioni di beni non soggetti a IVA (denaro, crediti in denaro, terreni agricoli); i conferimenti in società di beni diversi dalle aziende o rami di azienda. 1 ) Quindi in sede di distribuzione di utili, di liquidazione del patrimonio sociale, di rimborso a seguito di recesso, esclusione, liquidazione della quota agli eredi.

3 4. Cessioni di beni non soggette a IVA In deroga al principio per il quale tutte le cessioni, gratuite e onerose, sono soggette a IVA, il legislatore ha posto alcune eccezioni, indicando una serie di operazioni che sebbene poste in essere da un soggetto IVA non sono considerate cessioni di beni (art. 2, comma 3, IVA). Tali operazioni sono dette anche: operazioni fuori campo IVA. Non sono considerate cessioni di beni e perciò non sono soggette a IVA (e quindi scontano l imposta proporzionale di registro): le cessioni di denaro e le cessioni di crediti in denaro (art. 2, comma 3, lett. a, IVA), tra le quali rientrano anche la caparra penitenziale, la multa penitenziale, la penale per il recesso, il deposito cauzionale ( 2 ); le cessioni di aziende commerciali o rami d azienda (art. 2, comma 3, lett. b, IVA) ( 3 ); i conferimenti in società di aziende o rami di azienda (art. 2, comma 3, lett. b, IVA) ( 4 ); le cessioni di terreni non suscettibili di utilizzazione edificatoria (art. 2, comma 3, lett. c, IVA) ( 5 ); i passaggi di beni in dipendenza di fusioni, scissioni e trasformazioni di società (art. 2, comma 3, lett. f, IVA) ( 6 ). Applicando questi principi, non sono cessioni di beni: l assegnazione a soci di aziende, denaro, crediti in denaro, terreni non suscettibili di utilizzazione edificatoria; la continuazione di società in impresa individuale, che si sostanzia in un assegnazione d azienda (Risoluzione n. 47/E del ). 5. Prestazioni di servizi soggette a IVA Ugualmente onnicomprensivo è stato il legislatore con riferimento alle prestazioni di servizi: rientrano nel campo impositivo tutte le prestazioni verso corrispettivo (sempre se effettuate da un imprenditore, artista o professionista) dipendenti da qualunque contratto, anche innominato (Risoluzione n del ) che faccia sorgere un obbligazione di fare, non fare o permettere (art. 3, comma 1, IVA). Costituiscono prestazioni di servizi, soggette a IVA: tutte le prestazioni verso corrispettivo dipendenti da contratti d opera, appalto, commissione, trasporto, mandato, spedizione, agenzia, mediazione, deposito; in genere da qualsiasi altro contratto, nominato o anche innominato, come ad esempio il contratto di franchising. Costituiscono inoltre prestazioni di servizi soggette ad IVA un serie di operazioni espressamente indicate dal legislatore (art. 3, comma 2, IVA), che non rientrano direttamente nella predetta categoria generale (art. 3, comma 1, IVA) o il cui assoggettamento a IVA avrebbe potuto essere discusso. 2 ) Le cessioni di credito, anche quando sono poste in essere da un soggetto IVA, scontano sempre l imposta di registro con l aliquota dello 0,50% (art. 6, TUR/TAR/I) ( 21.2). Rientrano in questo ambito anche il factoring non finanziario, il trasferimento di diritti ad aiuti comunitari o la cessione di credito in garanzia. Invece la cessione di credito a scopo di finanziamento rientra nelle operazioni esenti ( 4.9.1). 3 ) Le cessioni di aziende o rami d azienda scontano sempre l imposta di registro con l aliquota del 3% (art. 2, TUR/TAR/I) ( 17.2). 4 ) I conferimenti in società di aziende o rami di azienda scontano sempre l imposta di registro, anche se in misura fissa (art. 4, comma 1, lett. a, n. 3, TUR/TAR/I) ( ). 5 ) Le cessioni di terreni non suscettibili di utilizzazione edificatoria scontano l imposta di registro: con l aliquota del 15% se trattasi di terreni agricoli (art. 1, comma 1, periodo 3, TUR/TAR/I) ( ), salva l applicazione di particolari regimi agevolativi; con l aliquota dell 8% in caso di terreni non agricoli e non edificabili (art. 1, comma 1, periodo 1, TUR/TAR/I) ( ). Le cessioni di suoli edificatori sono soggette ad Iva (art. 2, comma 1, IVA) ( 4.3). 6 ) Gli atti di fusione e scissione scontano sempre l imposta di registro in misura fissa (art. 4, comma 1, lett. b, TUR/TAR/I) ( 19.8), così come gli atti di trasformazione (art. 4, comma 1, lett. c, TUR/TAR/I) ( ).

4 In particolare costituiscono operazioni assimilate alle prestazioni di servizi soggette a IVA ( 7 ): le concessioni di beni in locazione ( 8 ), affitto, noleggio e simili (art. 3, comma 2, n. 1, IVA); tra queste assume particolare rilievo per l attività notarile la locazione e affitto di beni immobili anch esse soggette ad un regime articolato che sarà analizzato più approfonditamente in seguito (art. 10, comma 1, n. 8, IVA) (art. 10, comma 1, n. 8) ( 4.9.2); l affitto d azienda commerciale, qualora sia effettuato da una società o da un imprenditore, purché questi continui nell attività d impresa ( 9 )( ); le cessioni di contratti di ogni tipo e oggetto (art. 3, comma 2, n. 5, IVA) se è soggetto a IVA il contratto ceduto. 6. Prestazioni di servizi non soggette a IVA Anche per le prestazioni di servizi il legislatore ha individuato alcune fattispecie che, pur essendo poste in essere nell esercizio d impresa, arte o professione, non sono soggette a IVA (art. 3, comma 4, IVA). Sono compresi in tale categoria: i prestiti obbligazionari (art. 3, comma 4, lett. b, IVA). L esclusione riguarda solo il primo collocamento dei prestiti obbligazionari non anche le operazioni successive di cessione e la negoziazione dei titoli, che sono operazioni esenti (art. 10, comma 1, n. 4, IVA); la cessione di un contratto avente per oggetto denaro, aziende e terreni non edificabili (art. 3, comma 4, lett. c, IVA) o comunque beni non soggetti a Iva; i passaggi in dipendenza di fusione, scissione o trasformazione (art. 3, comma 4, lett. d, IVA). 7. Esercizio d impresa, arte o professione L applicazione dell Iva presuppone che il soggetto passivo (colui che effettua la cessione o la prestazione) agisca nell esercizio di un impresa (art. 4, IVA), arte o professione (art. 5, IVA). Per esercizio d imprese, arti o professioni s intende l esercizio per professione abituale, ancorché non esclusiva, di attività commerciali o agricole (art. 4, comma 1, IVA) o di qualsiasi attività di lavoro autonomo (art. 5, comma 1, IVA). Nessun problema si pone quindi per le persone fisiche che non siano imprenditori, artisti o professionisti perché esse non possono mai essere soggetti IVA Ugualmente nessun problema si pone per le società, poiché tutte le operazioni compiute da società (ed enti aventi per oggetto esclusivo o principale l esercizio di attività commerciali o agricole) si considerano effettuate nell esercizio dell impresa (e quindi una società non agisce mai come privato) (art. 5, comma 2, n. 1 e 2, IVA). Per le persone fisiche che siano imprenditori, artisti o professionisti, invece, occorre distinguere: l operazione posta in essere nell esercizio dell impresa, arte o professione, è soggetta ad IVA; l operazione posta in essere al di fuori di tali attività non è soggetta ad IVA e quindi sconta sempre l imposta di registro. Un imprenditore vuole vendere un appartamento. Indicare il regime della vendita. Nessun problema si pone se l appartamento è stato realizzato dall imprenditore nell esercizio della sua impresa edile: l immobile è un bene merce, cioè un bene la cui produzione rientra nell attività dell impresa e quindi la cessione è soggetta a IVA. 7 ) Il legislatore vi comprende anche i prestiti di denaro e di titoli non rappresentativi di merci, comprese le operazioni finanziarie effettuate mediante la negoziazione, anche a titolo di cessione pro-soluto, di crediti, cambiali o assegni (art. 3, comma 2, n. 1, IVA); vedremo che, più precisamente, si tratta di operazioni esenti ( 4.9.1). 8 ) Trattasi della locazione non finanziaria. La locazione finanziaria (o leasing) è compresa tra le operazioni di finanziamento e quindi rientra tra le operazioni esenti IVA (art. 10, comma 1, n. 1, IVA). 9 ) L affitto d azienda è operazione soggetta a Iva solo se posta in essere da una società o da un imprenditore individuale che continua nell attività d impresa (anche se con una diversa attività). Invece l affitto di azienda da parte di un imprenditore individuale che cessa dall attività d impresa (così che cessa la partita Iva) rientra nella categoria altri atti aventi per oggetto prestazioni a contenuto patrimoniale (art. 9, TUR/TAR/I) ( 21.9).

5 Supponiamo che l impresa abbia per oggetto un agenzia di viaggi e l appartamento costituisca un ufficio dell impresa stessa, cioè come si dice in termine tecnico, è un bene strumentale dell impresa (e quindi contabilmente fa parte dei beni dell impresa): anche la cessione di tale bene è soggetta a IVA. Supponiamo infine che l appartamento, di proprietà del titolare dell agenzia, costituisca la casa di abitazione dell imprenditore. L imprenditore che volesse vendere l appartamento agirebbe come privato e quindi l atto non sarebbe soggetto ad IVA. 8. Effettuazione delle operazioni Il legislatore ha puntualmente disciplinato il momento in cui un operazione soggetta ad IVA s intende effettuata, perché in quel momento deve essere emessa la fattura ( 10 ). Essa merita l interesse notarile per quanto riguarda la fatturazione dei beni immobili. Le cessioni d immobili si considerano effettuate al momento della stipula dell atto traslativo (gratuito od oneroso). Pertanto la fattura deve essere emessa al momento dell atto; essa non può essere emessa in un momento successivo, anche se il pagamento del prezzo è in tutto o in parte dilazionato, e anche se la cessione è effettuata con riserva di proprietà (art. 6, comma 1, IVA). Se però prima dell atto è stato pagato in tutto o in parte il prezzo o qualunque altro corrispettivo (art. 6, comma 4, IVA), l operazione si considera effettuata alla data del pagamento, per cui occorre fatturare (ed applicare l IVA) al momento del pagamento di ogni acconto sul prezzo di cessione. Qualora cambi il regime cui è soggetta la cessione, il nuovo regime si applica solo per i pagamenti futuri (Circolare n. 12/E del ). La società Alfa s.r.l. vende un appartamento ad uso abitazione realizzato da sei mesi, per il prezzo di euro ,00. L acquirente richiede le agevolazioni prima casa. Indicare il regime tributario. La cessione rientra tra le cessioni di fabbricati abitativi soggette a IVA (art. 10, comma 1, n. 8-bis, IVA) ( 0) con applicazione dell aliquota del 4% prevista per l acquisto di prima casa (art. 21, IVA/TAB/A/II) ( 4.14). Ciò comporta che, al momento dell atto deve essere regolato un pagamento di euro ,00, pur rimanendo la base imponibile di euro ,00. Quindi, nell indicare in atto le modalità di pagamento del prezzo ( 16.6) occorre tenere presente l importo di euro ,00. FORMULA «Le parti dichiarano che l importo di euro ,00 costituito dal prezzo di vendita di euro ,00 e dell Iva per euro 4.000,00 è stato regolato come segue». 10 ) Le cessioni di beni si considerano effettuate nel momento della stipulazione se riguardano beni immobili e nel momento della consegna o spedizione se riguardano beni mobili (art. 6, comma 1, IVA). Tuttavia, se anteriormente al verificarsi degli eventi indicati nei precedenti commi o indipendentemente da essi sia emessa fattura, o sia pagato in tutto o in parte il corrispettivo, l operazione si considera effettuata, limitatamente all importo fatturato o pagato, alla data della fattura o a quella del pagamento (art. 6, comma 4, IVA)

6 9. Operazioni esenti Le operazioni esenti (art. 10, IVA) sono quelle operazioni che, pur possedendo i presupposti per essere soggette a IVA (art. 1, comma 1, IVA) ( 4.2), non sono assoggettate al tributo per motivi di ordine tecnico, politico o sociale. Le operazioni esenti rientrano nel campo di applicazione dell iva, anche se non scontano l imposta (è come se fossero soggette ad aliquota 0). Per esse vi è obbligo di emettere la fattura (art. 21, IVA) ( 4.16). Esse ci interessano perché, in linea teorica, per il principio dell alternatività Iva/registro, tali operazioni dovrebbero essere soggette ad imposta di registro in misura fissa (art. 40, comma 1, TUR) ( 10.2). Il legislatore ha posto però delle eccezioni, che esamineremo parlando della legge di registro (art. 40, TUR) ( 10), ma che qui anticiperò per far cogliere la connessione tra le due normative Operazioni di finanziamento Sono esenti da IVA tutte le operazioni finanziarie poste in essere da banche e da società che, pur non svolgendo attività bancaria, pongono in essere tali operazioni nell esercizio dell impresa (art. 10, comma 1, n. 1, IVA). Più in dettaglio, sono esenti da IVA (art. 10, comma 1, n. 1, IVA): a) la concessione di crediti, la negoziazione di crediti, la loro gestione; b) tutte le operazioni di finanziamento in qualunque forma attuate, quali da esempio: l apertura di credito bancario, che non goda l agevolazione di cui al D.P.R. 601/73; il mutuo concesso da impresa di finanziamento (Risoluzione n. 63/E del ) o anche da banche, qualora non goda delle agevolazioni di cui al D.P.R. 601/73, comprese le operazioni di finanziamento effettuate da enti previdenziali (Risoluzione n. 63/E del ); la cessione da soggetto IVA di credito pro soluto o pro solvendo a scopo di finanziamento (Risoluzione n. 71/E del ); le operazioni di factoring a scopo finanziario le quali costituiscono vere e proprie operazioni di finanziamento e non di recupero dei crediti ( 11 ); i contratti di leasing; l assunzione di fideiussioni (Risoluzione n del ) e di ogni altro tipo di garanzia. Tutte le operazioni qui indicate, in applicazione del principio dell alternatività IVA/registro (art. 40, comma 1, TUR) pur essendo esenti da IVA, scontano l imposta di registro in misura fissa( ). AA riceve a mutuo da una finanziaria la somma di euro ,00 garantita da ipoteca su un appartamento. Indicare il regime tributario. L operazione di concessione di mutui da parte di imprese (o anche di banche qualora la durata del mutuo non sia superiore ai 18 mesi) è atto esente da IVA (art. 10, comma 1, n. 1, IVA). Per il principio di alternatività, l imposta di registro è dovuta in misura fissa (Risoluzione n. 63/E del ). L operazione è regolata dai seguenti principi: l atto di concessione del mutuo è soggetto all imposta di registro in misura fissa; la garanzia ipotecaria prestata dal mutuatario non è soggetta all imposta di registro, la quale è invece applicabile, ai sensi di TUR/TAR/I/6 ( ), qualora la garanzia 11 ) Il factoring effettuato per il recupero di crediti rientra invece nelle cessioni di credito in denaro e quindi nelle cessioni di beni non soggette a IVA ( 4.3), per cui sconta l imposta proporzionale di registro con l aliquota dello 0,50% prevista per la cessione di credito (art. 6 TUR/TAR/I) ( 21.2).

7 sia prestata da un terzo datore o da un fideiussore; l iscrizione dell ipoteca è soggetta all imposta ipotecaria in misura proporzionale con applicazione dell aliquota del 2% (art. 6 TUIC/TAR) ( 6.3)sull ammontare del credito garantito (art. 3, TUIC) ( 5.4); le successive annotazioni per cancellazione d ipoteca sono soggette all imposta ipotecaria nella misura proporzionale dello 0,50% (art. 13 TUIC/TAR) ( 6.5.4) (Risoluzione n. 63/E del ) Locazioni e affitti di immobili Abbiamo già visto che le locazioni e gli affitti di beni immobili costituiscono prestazioni di servizi soggette a IVA (art. 3, comma 2, n. 1, IVA) ( 4.5). Dobbiamo ora approfondire l argomento perché il legislatore ha individuato operazioni soggette a IVA (proporzionale) e operazioni esenti da IVA (art. 10, comma 1, n. 8, IVA), assoggettandole ad una diversa tassazione ai fini dell imposta di registro. Locazioni e affitti di beni diversi dai fabbricati Il legislatore ha disposto che sono esenti da IVA le locazioni e gli affitti dei seguenti immobili, diversi dai fabbricati, comprese le pertinenze, le scorte e in genere i beni mobili destinati durevolmente al servizio degli immobili locati e affittati, nonché le relative cessioni, risoluzioni e proroghe di: terreni e aziende agricole; aree diverse da quelle destinate a parcheggio di veicoli, per le quali gli strumenti urbanistici non prevedono la destinazione edificatoria (art. 10, comma 1, n. 8, IVA) Sono quindi esenti da IVA: l affitto d azienda agricola; l affitto di azienda commerciale è soggetta a IVA ( ) o fuori campo IVA (art. 9, TUR/TAR/I) ( 21.9); l affitto di fondo rustico; l affitto di terreno agricolo; la locazione di aree non edificabili, diverse da quelle destinate a parcheggio di veicoli. Argomentando a contrario, costituiscono prestazioni di servizi soggette a IVA (art. 3, comma 2, n. 1, IVA) e rientrano nelle operazioni imponibili, le locazioni e gli affitti, relative cessioni, risoluzioni e proroghe di: aree edificabili (cioè di quelle per le quali gli strumenti urbanistici prevedono la destinazione edificatoria); aree non edificabili, destinate a parcheggio di veicoli. Vedremo che, mentre per le locazioni e gli affitti di immobili (diversi dai fabbricati) soggetti a IVA è rispettato il principio dell alternatività (per cui scontano l imposta di registro in misura fissa), in deroga a tale principio le locazioni e gli affitti di immobili esenti da IVA sono soggette all imposta di registro in misura proporzionale (art. 40, comma 1, TUR) ( ). Locazioni di fabbricati abitativi Quelle riguardanti i fabbricati abitativi (tutti gli immobili classificati nel gruppo A, eccetto gli uffici, classificati A/10) ( 1.4), comprese le pertinenze e in genere i beni mobili destinati durevolmente al servizio degli immobili locati, sono normalmente esenti da IVA (art. 10, comma 1, n. 8, IVA).

8 In deroga a tale principio, le locazioni dei fabbricati abitativi sono soggette ad IVA (art. 10, comma 1, n. 8, IVA), a condizione che nel relativo atto il locatore abbia espressamente manifestato l opzione per l imposizione qualora si tratti di: 1) locazioni di fabbricati abitativi effettuate dalle imprese costruttrici degli immobili o dalle imprese di ripristino (cioè quelle che vi hanno eseguito, anche tramite imprese appaltatrici, interventi di restauro, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia o urbanistica) ( 1.5); 2) locazioni di fabbricati abitativi destinati ad alloggi sociali come definiti dal D.M ( 12 ). L assoggettamento a IVA presuppone sempre l esercizio dell opzione (quindi è volontario e non obbligatorio); per i fabbricati abitativi è ammessa purché il locatore sia la stessa impresa costruttrice o ristrutturatrice. Per le locazioni e gli affitti di fabbricati abitativi soggetti a IVA è rispettato il principio dell alternatività (per cui scontano l imposta di registro in misura fissa) ( ). Le locazioni e gli affitti di fabbricati abitativi esenti da IVA, in deroga al principio di alternatività, sono soggette all imposta di registro in misura proporzionale ( ). Locazioni di fabbricati strumentali Quelle riguardanti i fabbricati strumentali (tutti gli immobili con categoria A/10 e tutte le altre classi) che per le loro caratteristiche non sono suscettibili di diversa utilizzazione senza radicali trasformazioni ( 1.4), rientrano normalmente nelle operazioni esenti (art. 10, comma 1, n. 8, IVA). Sono soggette ad IVA solo se nel relativo atto il locatore abbia espressamente manifestato l opzione per l imposizione (art. 10, comma 1, n. 8, IVA). La distinzione non ha rilevanza ai fini della tassazione dell atto perché disapplicando totalmente il principio dell alternatività Iva/registro la locazione di immobili strumentali, sia quando è esente, sia quando sconta l IVA in misura proporzionale, è soggetta ad imposta di registro in misura proporzionale (art. 40, comma 1-bis, TUR) ( ), con l aliquota dell 1% (art. 5, comma 1, lett. a-bis, TUR/TAR/I) ( 20.5). La società Alfa s.r.l. vuole concedere in locazione un appartamento ad uso ufficio, per il canone di euro ,00 l anno. Per le locazioni di fabbricati strumentali si applica il principio per il quale la locazione di immobili è normalmente esente da IVA. Se le parti vogliono assoggettare l operazione ad IVA è necessario che nell atto il locatore manifesti espressamente l opzione per l imposizione IVA (art. 10, comma 1, n. 8, IVA). FORMULA «Il locatore ( 13 ) manifesta l opzione per l imponibilità ad IVA del presente atto». 12 ) Ai sensi del decreto del Ministro delle infrastrutture del , è definito «alloggio sociale» l'unità immobiliare adibita ad uso residenziale in locazione permanente che svolge la funzione di interesse generale, nella salvaguardia della coesione sociale, di ridurre il disagio abitativo di individui e nuclei familiari svantaggiati, che non sono in grado di accedere alla locazione di alloggi nel libero mercato (art. 1, comma 2). Rientrano nella definizione di «alloggio sociale» gli alloggi realizzati o recuperati da operatori pubblici e privati, con il ricorso a contributi o agevolazioni pubbliche - quali esenzioni fiscali, assegnazione di aree od immobili, fondi di garanzia, agevolazioni di tipo urbanistico - destinati alla locazione temporanea per almeno otto anni ed anche alla proprietà (art. 1, comma 3).

9 Locazioni di pertinenze L immobile pertinenziale è soggetto allo stesso trattamento del bene principale (Circolare n. 33/E del ), perciò: la locazione di un appartamento unitamente a cantina e box è assoggetta al trattamento della locazione di fabbricati abitativi (art. 10, comma 1, n. 8, IVA); la locazione di un box (o in genere un fabbricato strumentale) contratta successivamente, qualora l immobile debba essere destinato a pertinenza di un fabbricato abitativo, è soggetto al regime del fabbricato abitativo principale; la locazione di un fabbricato abitativo residenziale pertinenziale ad un fabbricato strumentale (ad esempio l alloggio per il portiere di un opificio) è soggetto al regime di fabbricati strumentali Cessioni di fabbricati abitativi Anche per la cessione di fabbricati abitativi si ripropone la distinzione tra operazioni soggette a IVA e operazioni esenti da IVA. Cessioni di fabbricati abitativi esenti da IVA Le cessioni riguardanti i fabbricati abitativi (tutti gli immobili a uso abitativo classificati o classificabili nelle categorie catastali del gruppo A, eccetto gli uffici accatastati come A/10) ( 1.4), sono normalmente operazioni esenti da IVA (art. 10, comma 1, n. 8-bis, IVA) (Cfr. Circolare n. 18/E del ). In deroga al principio dell alternatività IVA/registro (art. 40, comma 1, TUR), si applicano le imposte di registro, ipotecarie e catastali in misura proporzionale (art. 40, comma 1, TUR), tenendo conto dei benefici accordati per l acquisto della prima casa e di ogni altro trattamento di favore disposto da tali leggi, poiché il loro trattamento è parificato agli atti non soggetti a IVA ( ) (Cfr. Circolare n. 18/E del ). Cessioni di fabbricati abitativi soggette a IVA Le cessioni riguardanti i fabbricati abitativi, ossia d immobili di tipo residenziale ( 1.4), rientrano eccezionalmente nelle cessioni di beni soggette a IVA (art. 2, comma 1, IVA) (Cfr. Circolare n. 18/E del ) qualora ricorrano le seguenti tassative condizioni (art. 10, comma 1, n. 8-bis, IVA): si tratti di un immobile a uso abitazione (tutti gli immobili a uso abitativo classificati o classificabili nelle categorie catastali del gruppo A, eccetto gli uffici accatastati come A/10) ( 1.4); la cessione è effettuata dall impresa costruttrice ( 14 ) o di ripristino ( 15 ) ( 1.5); la cessione è effettuata entro cinque anni dalla data di ultimazione della costruzione o dell intervento ( 16 ); 13 ) La legge dispone che l opzione debba provenire dal locatore: a livello interpretativo essa può provenire da entrambe le parti o anche dal solo conduttore (se il locatore acconsente la locazione, è chiaro che aderisce all opzione). Tuttavia, considerato l atteggiamento dell AF, è opportuno rendere le menzioni esattamente come indicate dalla legge. 14 ) È impresa costruttrice sia quella che ha realizzato direttamente il fabbricato, sia quella che si è avvalsa d imprese appaltatrici (Circolare n. 27/E del ). È tale anche quella che svolge occasionalmente attività di produzione d immobili per la rivendita (Circolare n. 182/E dell ). All impresa costruttrice è assimilata la cooperativa edilizia (Circolare n. 182/E dell ). 15 ) È tale l impresa che ha eseguito, anche tramite imprese appaltatrici, interventi di restauro, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia o urbanistica (come definiti dalle lettere c), d) ed f) del D.P.R. 380/2001 (testo unico dell edilizia), con esclusione di semplici interventi di manutenzione, ordinaria o straordinaria. 16 ) La costruzione o l intervento di recupero del fabbricato, si intendono ultimati il momento in cui l'immobile risulti idoneo ad espletare la sua funzione, ovvero ad essere destinato al consumo. Si considera ultimato l'immobile per il quale sia intervenuta da parte del direttore dei lavori l attestazione della ultimazione degli stessi (che di norma coincide con la dichiarazione da rendere in catasto, ai sensi degli articoli 23 e 24 del DPR 6 giugno 2001, n. 380) o sia concesso in uso a terzi (Circolare n. 12/E del ; Circolare n. 18/E del ).

10 la cessione è effettuata dopo cinque anni, ma il cedente manifesta espressamente in atto l opzione per l assoggettamento a Iva. È inoltre soggetta a IVA la cessione di fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali (come definiti dal D.M ), sempre a condizione che nel relativo atto il cedente abbia espressamente manifestato l'opzione per l'imposizione. Per le imprese di costruzione o di ripristino ( 1.5) abbiamo quindi un assoggettamento ad Iva: necessario, se la cessione riguarda unità abitative realizzate o ristrutturare da meno di cinque anni; l Iva deve essere sempre applicata e corrisposta dal cessionario al cedente, anche quando il cessionario è un altro soggetto IVA, non essendo ammesso il reverse charge( 4.15); facoltativo, se la cessione riguarda le unità realizzate dopo i cinque anni (cessione che sarebbe esente da IVA), qualora il cedente manifesti l opzione per l assoggettamento ad Iva. In tal caso si applica il meccanismo del reverse charge( 4.15). Ugualmente facoltativo è l assoggettamento nel caso di cessione di alloggi sociali. In tutti i casi, in applicazione del principio dell alternatività IVA/registro (art. 40, comma 1, TUR), l imposta di registro e le imposte ipotecarie e catastali si applicano in misura fissa (Circolare n. 27/E del n. 1.2) ( ). Si applicano le aliquote del 4%, 10% o 22% secondo la natura della costruzione ( 4.14). La società Alfa s.r.l. vuole vendere a un imprenditore un appartamento ad uso abitazione, per il prezzo di euro ,00. L immobile è stato costruito da sei anni. Se la società cedente è diversa da quella costruttrice o ristrutturatrice, l operazione è necessariamente esente da Iva. La società costruttrice o ristrutturatrice, se la cessione è effettuata dopo i cinque anni (per cui sarebbe esente da IVA) ha facoltà di assoggettare l operazione ad IVA; in tal caso è necessario che nell atto il cedente manifesti espressamente l opzione per l imposizione (art. 10, comma 1, n. 8-bis, IVA), anche se l acquirente fosse un soggetto non Iva. Nel nostro caso, poiché il cessionario è un soggetto IVA, si applica il reverse charge (art. 17, comma 6, lett. a-bis, IVA) ( 4.15), perciò la somma corrisposta coincide col prezzo di vendita Cessioni di fabbricati strumentali Le cessioni di fabbricati strumentali (tutti gli immobili accatastati o accatastabili con categoria A/10 e tutte le altre classi) ( 1.4) che per le loro caratteristiche non sono suscettibili di diversa utilizzazione senza radicali trasformazioni, rientrano normalmente nelle operazioni esenti da IVA (art. 10, comma 1, n. 8-ter, IVA) (Cfr. Circolare n. 18/E del ). Per i fabbricati strumentali, la distinzione tra operazioni soggette ad IVA e operazioni esenti non ha rilevanza ai fini della tassazione dell atto perché la cessione di immobili strumentali, in applicazione del principio dell alternatività Iva/registro, sia quanto è soggetta ad IVA in misura proporzionale, sia quale è esente da IVA (poiché anche in questo caso rientra nelle operazioni in campo IVA), è soggetta ad imposta di registro in misura fissa (art. 40, comma 1, TUR) ( ). La differenza è posta per le imposte ipotecarie e catastali, dovute non già in misura fissa (come per gli atti soggetti ad IVA), ma in misura proporzionale, con l applicazione dell aliquota del 3% per l imposta di trascrizione (art. 1-bis TUIC/TAR) ( 6.1.2)e dell aliquota dell 1% per l imposta catastale (art. 10, comma 1, TUIC) ( ). In deroga a tale principio, sono soggette a IVA (art. 10, comma 1, n. 8-ter, IVA) le cessioni effettuate, nei cinque anni dall ultimazione della costruzione o dell intervento, dalle imprese

11 costruttrici ( 17 ) o di ripristino ( 18 ) ( 1.5) (art. 10, comma 1, n. 8-ter, IVA) (Cfr. Circolare n. 18/E del ). La società Alfa s.r.l. vuole cedere un capannone industriale realizzato da due anni, per il prezzo di euro ,00. L operazione è sempre soggetta a IVA, sia essa effettuata a favore di privato che di altro soggetto IVA. In particolare deve essere sempre pagata l Iva, poiché non è ammesso il reverse charge (art. 17, comma 6, lett. a-bis, IVA) ( 4.15). Perciò la somma corrisposta è pari al prezzo di vendita, con l aggiunta dell Iva. Sono inoltre soggette a IVA le cessioni (effettuate da imprese diverse da quelle di costruzione o ristrutturazione, o anche effettuate da queste ultime, ma oltre i cinque anni) qualora, nel relativo atto, il cedente abbia manifestato l opzione per l assoggettamento a IVA (art. 10, comma 1, n. 8-ter, IVA) (Cfr. Circolare n. 18/E del ). La società Alfa s.r.l. vuole cedere a un imprenditore un appartamento ad uso ufficio, per il prezzo di euro ,00. In ogni caso in cui la cessione sia naturalmente esente, il cedente ha facoltà di assoggettare l operazione ad IVA; in tal caso è necessario che nell atto il cedente manifesti espressamente l opzione per l imposizione (art. 10, comma 1, n. 8-ter, IVA). Ciò è ammesso anche se il cessionario è un privato. Nel caso in cui il cessionario sia un soggetto IVA, si applica il reverse charge (art. 17, comma 6, lett. a-bis, IVA) ( 4.15), perciò la somma corrisposta coincide col prezzo di vendita. FORMULA «Il cedente ( 19 ) manifesta l opzione per l imponibilità ad IVA del presente atto». 17 ) È impresa costruttrice sia quella che ha realizzato direttamente il fabbricato, sia quella che si è avvalsa d imprese appaltatrici (Circolare n. 27/E del ). È tale anche quella che svolge occasionalmente attività di produzione d immobili per la rivendita (Circolare n. 182/E dell ). All impresa costruttrice è assimilata la cooperativa edilizia (Circolare n. 182/E dell ). 18 ) È tale l impresa che ha eseguito, anche tramite imprese appaltatrici, interventi di restauro, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia o urbanistica (come definiti dalle lettere c), d) ed f) del D.P.R. 380/2001 (testo unico dell edilizia), con esclusione di semplici interventi di manutenzione, ordinaria o straordinaria. 19 ) La legge dispone che l opzione debba provenire dal cedente : a livello interpretativo essa può provenire da entrambe le parti o anche dal solo acquirente (se il cedente acconsente la vendita, è chiaro che aderisce all opzione). Tuttavia, considerato l atteggiamento dell AF, è opportuno rendere le menzioni esattamente come indicate dalla legge.

12 10. Prestazioni accessorie Le cessioni e le prestazioni accessorie non sono soggette autonomamente all imposta (art. 12, comma 1, IVA), ma concorrono a formare la base imponibile del bene principale (art. 12, comma 2, IVA). In applicazione di questo principio: la locazione di un appartamento, unitamente a cantina e box, è soggetta al trattamento della locazione di fabbricati abitativi (art. 10, comma 1, n. 8, IVA), sebbene le pertinenze siano fabbricati strumentali, anche se la locazione del fabbricato strumentale pertinenziale sia contratta successivamente a quella del fabbricato abitativo principale; nella vendita di appartamento con cantina e box, le pertinenze vanno a incrementare la base imponibile del bene principale. La società Alfa s.r.l. intende vendere un appartamento appena costruito, per il prezzo di euro ,00 e un box pertinenziale per il prezzo di euro ,00. In applicazione dei principi contenuti nella norma in esame, si tratta di un unica vendita, per il corrispettivo di euro ,00. Essa sconta un unica imposta di registro. 11. Operazioni permutative e datio in solutum Le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate in corrispettivo di altre cessioni di beni o prestazioni di servizi, o per estinguere precedenti obbligazioni, sono soggette all imposta separatamente da quelle in corrispondenza delle quali sono effettuate (art. 11, IVA). A differenza della legge di registro, per la quale in caso di permuta si applica una sola volta l imposta (art. 43, comma 1, lett. b, TUR) ( 11.3), la legge IVA pone il principio dell autonomia delle cessioni, disponendo che è imponibile ogni cessione di beni o trasferimento di servizi in nesso di sinallagmaticità. È ugualmente imponibile la datio in solutum attuata mediante la cessione di un bene soggetta a IVA. 12. Base imponibile La base imponibile è costituita dall ammontare complessivo dei corrispettivi dovuti al cedente o prestatore, compresi gli oneri e le spese inerenti all esecuzione del contratto e i debiti e oneri verso terzi accollati al cessionario o al committente (art. 13, comma 1, IVA). La società Alfa vende a BB un appartamento per il prezzo di euro ,00 con accollo di un mutuo di euro ,00 e pagamento con assegni di euro ,00. La base imponibile è di euro ,00 sia nel caso di vendita soggetta ad IVA, sia nel caso di vendita soggetta a imposta proporzionale di registro.

13 13. Esclusioni dal computo della base imponibile Non concorrono a formare la base imponibile, le somme dovute a titolo di interessi moratori o di penalità per ritardi o altri inadempimenti (art. 15, comma 1, IVA). Pertanto il versamento di una caparra confirmatoria o il pagamento che consegue in caso di inadempimento per effetto di una clausola penale sono fuori campo IVA e quindi scontano l imposta proporzionale di registro. La società Alfa s.r.l. promette di vendere a BB un appartamento appena costruito per il prezzo di euro ,00. BB versa una caparra confirmatoria di euro ,00. Nei contratti preliminari di operazioni soggette a IVA, la caparra confirmatoria sconta l aliquota dello 0,50% (art. 10, Tur/tar/I) perché la dazione è fuori campo IVA( ). 14. Aliquote dell imposta Le aliquote IVA variano in base alla natura del bene ceduto o al tipo di prestazione di servizi. Aliquota ordinaria del 22% L aliquota IVA è stabilita nella misura ordinaria del 22% (art. 16, comma 1, IVA) 20 applicata alla base imponibile (art. 13, comma 1, IVA) ( 4.12) dell operazione. Tale aliquota si applica tutte le volte in cui non è prevista un aliquota diversa. In particolare l aliquota del 22% trova applicazione in caso di cessione di: abitazioni di lusso (D.M ); interi fabbricati o porzioni di fabbricati non abitativi, privi dei requisiti della legge Tupini, ceduti sia direttamente dall impresa costruttrice sia da soggetto diverso, qualora l operazione sia soggetta a IVA (art. 10, comma 1, n. 8-ter, IVA) (Circolare n. 1/E del ); interi fabbricati o porzioni di fabbricati non abitativi, aventi i requisiti previsti dalla legge Tupini, ceduti dall impresa non costruttrice, qualora l operazione sia soggetta a IVA (art. 10, comma 1, n. 8-ter, IVA) (Circolare n. 1/E del ); fabbricati strumentali in corso di costruzione (per i fabbricati abitativi è possibile richiedere l aliquota ridotta del 4% o del 10%) (Circolare n. 12/E dell ). Aliquota ridotta al 4% Questa aliquota si applica a tutte le operazioni indicate nella tabella A, parte II (IVA/TAB/A/II) (art. 16, comma 2, IVA), tra le quali assumono particolare rilievo le cessioni con agevolazione prima casa. Rientrano in tale categoria: la cessione di fabbricati abitativi non di lusso, in presenza dei requisiti per usufruire delle agevolazioni prima casa (art. 21, IVA/TAB/A/II); l aliquota ridotta si applica anche se i fabbricati non sono ultimati, purché una volta ultimati abbiano le caratteristiche delle abitazioni non di lusso; le cessioni di costruzioni rurali destinate a uso abitativo del proprietario del terreno o di altri addetti alle coltivazioni dello stesso o all allevamento del bestiame e alle attività connesse, effettuate da imprese costruttrici ancorché non ultimate, purché permanga l originaria destinazione sempre che il terreno non abbia una superficie inferiore a mq. (ridotto a in determinate circostanze) e il fabbricato abbia caratteristiche non di lusso e non appartenga alle categorie A/1 o A/8 (art. 21-bis, IVA/TAB/A/II); l assegnazione a socio da cooperative edilizie di abitazione con benefici prima casa (art. 26, IVA/TAB/A/II); 20 A decorrere dal , l aliquota dell imposta sul valore aggiunto del 21% è stata rideterminata nella misura del 22% (articolo 40, comma 1-ter, d.l , n. 98)

14 l appalto per l ampliamento o la costruzione di fabbricati agevolati, come le abitazioni prima casa o le costruzioni rurali (art. 39, IVA/TAB/A/II). Aliquota ridotta al 10% Questa aliquota si applica a tutte le operazioni indicate nella tabella A, parte III (IVA/TAB/A/III), tra le quali le cessioni di fabbricato per le quali non ricorrono le agevolazioni prima casa. Rientrano in tale categoria: le locazioni in strutture turistico alberghiere (art. 120, IVA/TAB/A/III); le opere di urbanizzazione, impianti e fabbricati particolari (art. 127-quinquies, IVA/TAB/A/III); l assegnazione a socio da cooperative edilizie di abitazione di fabbricati abitativi qualora non ricorrano i benefici prima casa (art. 127-undecies, IVA/TAB/A/III); la cessione di fabbricati abitativi non di lusso, ancorché non ultimati (qualora non ricorrano i requisiti prima casa) (art. 127-undecies, IVA/TAB/A/III) effettuate nei cinque anni dai soggetti che li hanno costruiti o anche dopo i cinque anni, se è esercitata l opzione per l assoggettamento ad IVA (art. 10, comma 1, n. 8-bis, IVA) ( 4.9.3); la cessione di fabbricati strumentali, quando la cessione è fatta da impresa costruttrice e ricorrono i requisiti Tupini (art. 127-undecies, IVA/TAB/A/III); gli appalti per interventi di manutenzione straordinaria (art. 127-duodecies, IVA/TAB/A/III); gli appalti per costruzioni e interventi di recupero (art. 127-quaterdecies, IVA/TAB/A/III); appalti per la realizzazione di case non di lusso, fabbricati rurali e fabbricati aventi le caratteristiche della legge Tupini e interventi di recupero, risanamento conservativo, ristrutturazione (art. 127-quaterdecies, IVA/TAB/A/III); cessioni di fabbricati o porzioni di fabbricati sui quali sono stati eseguiti interventi di recupero e risanamento conservativo, di ristrutturazione edilizia, di ristrutturazione urbanistica, ceduti dalle imprese che hanno effettuato tali interventi (art. 127-quinquiesdecies, IVA/TAB/A/III). Aliquota per appalti e leasing La stessa aliquota applicabile alla cessione del bene prodotto o concesso in leasing si applica anche al contratto d opera o all appalto che hanno per oggetto la produzione del bene nonché al contratto di locazione finanziaria (Leasing) (art. 16, comma 3, IVA), di noleggio e simili. 15. Reverse charge In deroga ai principi generali ( 21 ), per determinate operazioni, tra cui le cessioni di beni strumentali, l obbligo di assolvere l Iva è posto a carico del cessionario, purché sia un soggetto passivo di imposta nel territorio dello Stato (art. 17, comma 6, lett. a-bis, IVA) Sono soggette al meccanismo in esame le cessioni di fabbricati abitativi e le cessioni di fabbricati strumentali effettuate nei confronti di cessionari soggetti passivi d imposta, qualora nei relativi atti i cedenti abbiano manifestato l opzione per l imposizione. Nel meccanismo del Reverse charge non rientrano: le cessioni di fabbricati abitativi (art. 10, comma 1, n. 8-bis, IVA) e di fabbricati strumentali (art. 10, comma 1, n. 8-ter, IVA) effettuate nei cinque anni dalle imprese costruttrici o di ristrutturazione; in tali casi, il cessionario deve sempre pagare l Iva al cedente, non solo se è un privato, ma anche se è un soggetto IVA. le cessioni effettuate nei confronti di consumatori finali (non essendo costoro soggetti passivi d imposta). Tali presupposti determinano un inversione contabile, detta anche reverse charge, che si sostanzia in una compensazione dell imposta. In presenza del reverse charge gli adempimenti contabili sono così modificati: il cedente emette la fattura senza addebito d imposta, indicando che essa è emessa ai sensi dell art. 17, commi 5 e 6, lett. a-bis, del D.P.R. 633/1972; il cessionario integra la fattura con l indicazione dell aliquota e dell IVA; 21 ) Di regola l Iva è dovuta dal cedente (art. 17, comma 1, IVA) il quale ha l obbligo di rivalsa nei confronti del cessionario (art. 18, comma 1, IVA) e a tal fine deve emettere fattura indicando, tra l altro l aliquota nonché ammontare dell imposta e dell imponibile (art. 21, IVA).

15 il cedente registra la fattura nel registro delle fatture emesse; il cessionario registra la fattura (come sopra integrata) sia nel registro degli acquisti che nel registro delle fatture. La società Alfa s.r.l. cede a BB, imprenditore, un immobile ad uso officina, per il prezzo di euro ,00. Indicare le clausole da inserire in atto. Il meccanismo in esame non influisce sulla tassazione dell atto. Tuttavia al notaio interessa, perché la somma pagata corrisponde al prezzo pattuito. Se di solito il prezzo convenuto dev essere aumentato dell Iva (per cui, supponendo l aliquota IVA del 10%, la somma complessivamente corrisposta sarebbe di euro ,00), nel caso dell inversione contabile il compratore deve versare esclusivamente euro ,00. Esso è un meccanismo obbligatorio, che si applica senza bisogno di esercitare alcuna opzione né di inserire alcuna menzione in atto. 16. Fatturazione delle operazioni Per ciascuna operazione imponibile il soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione del servizio emette fattura, anche sotto forma di nota, conto, parcella e simili (art. 21, comma 1, IVA), contenente le indicazioni di legge. La fattura deve essere emessa anche per le operazioni esenti. La norma interessa l attività notarile perché, ai fini dell imposta di registro (art. 5, comma 2, TUR e art. 40, comma 1, TUR), si considerano soggette a IVA (e quindi si applica il principio di alternatività, con le sue eccezioni) anche le cessioni e le prestazioni per le quali è obbligatoria l emissione della fattura. Tra questa, oltre ad altre fattispecie di più raro interesse, la fattura deve essere emessa per le operazioni esenti (art. 10, comma 1, IVA).

CESSIONI DI FABBRICATI O PORZIONI DI FABBRICATO NELL ESERCIZIO DI IMPRESE [ALIQUOTE IVA]

CESSIONI DI FABBRICATI O PORZIONI DI FABBRICATO NELL ESERCIZIO DI IMPRESE [ALIQUOTE IVA] CESSIONI DI FABBRICATI O PORZIONI DI FABBRICATO NELL ESERCIZIO DI IMPRESE [ALIQUOTE IVA] 1 Disciplina e principi L imposta sul valore aggiunto, disciplinata dal d.p.r. 26 ottobre 1972, n. 633, si applica

Dettagli

Cessioni da soggetti Iva

Cessioni da soggetti Iva Raffaele Trabace Cessioni da soggetti Iva di unità immobiliari C/2 C/6 C/7 Aliquote - Tassazioni Anno 2012 1 CESSIONE AUTONOMA DELL UNITA IMMOBILIARE (1) L unità si considera fabbricato o porzione di fabbricato

Dettagli

L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare

L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare COLLEGIO dei COSTRUTTORI EDILI di Brescia e provincia Servizio Tributario rag. Enrico Massardi ProBrixia Borsa Immobiliare Camera di Commercio

Dettagli

L APPLICAZIONE DELL IVA E DELL IMPOSTA DI REGISTRO PER LE CESSIONI DI FABBRICATI

L APPLICAZIONE DELL IVA E DELL IMPOSTA DI REGISTRO PER LE CESSIONI DI FABBRICATI L APPLICAZIONE DELL IVA E DELL IMPOSTA DI REGISTRO PER LE CESSIONI DI FABBRICATI Sommario Introduzione... 2 Il principio generale di esenzione dall Iva... 2 La nozione di impresa costruttrice... 3 Fabbricati

Dettagli

Modello Iva 2014: cessione di immobili con reverse charge

Modello Iva 2014: cessione di immobili con reverse charge Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 33 30.01.2014 Modello Iva 2014: cessione di immobili con reverse charge Categoria: Iva Sottocategoria: Dichiarazione L art. 17, comma 6, lett.

Dettagli

Decreto sviluppo - IVA Modifiche al regime delle cessioni e delle locazioni di immobili

Decreto sviluppo - IVA Modifiche al regime delle cessioni e delle locazioni di immobili n 28 del 13 luglio 2012 circolare n 464 del 12 luglio 2012 referente BERENZI/af Decreto sviluppo - IVA Modifiche al regime delle cessioni e delle locazioni di immobili Il decreto legge c.d. Decreto Crescita

Dettagli

CIRCOLARE n. 8 del 24 marzo 2014 LE NOVITA DELL IMPOSIZIONE INDIRETTA SUI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

CIRCOLARE n. 8 del 24 marzo 2014 LE NOVITA DELL IMPOSIZIONE INDIRETTA SUI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI \ CIRCOLARE n. 8 del 24 marzo LE NOVITA DELL IMPOZIONE INDIRETTA SUI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI INDICE 1. PREMESSA 2. LE IMPOSTE INDIRETTE APPLICABILI 1 GENNAIO 3. L AGEVOLAZIONE PRIMA CASA 3.1 Trasferimento

Dettagli

Applicazione dell IVA nelle cessioni di fabbricati strumentali con opzione per l imponibilità

Applicazione dell IVA nelle cessioni di fabbricati strumentali con opzione per l imponibilità Stampa Applicazione dell IVA nelle cessioni di fabbricati strumentali con opzione per l imponibilità admin in Settore immobiliare nel mirino del fisco a causa della persistente evasione iva da parte dei

Dettagli

Vendita soggetta al regime IVA

Vendita soggetta al regime IVA Vendita soggetta al regime IVA Operazioni che verificano il presupposto di cui all art. 1 DPR 633/72. Soggetto esercente attività di impresa arte o professione e l immobile rientra nell attività. Le snc,

Dettagli

IVA CESSIONI E LOCAZIONI DI FABBRICATI CHIARIMENTI DALL AGENZIA

IVA CESSIONI E LOCAZIONI DI FABBRICATI CHIARIMENTI DALL AGENZIA IVA CESSIONI E LOCAZIONI DI FABBRICATI CHIARIMENTI DALL AGENZIA In questa Circolare 1. Premessa 2. Locazione di fabbricati regime fiscale 3. Modalità di esercizio dell opzione 4. Locazione regime transitorio

Dettagli

Dott. Salvatore Fiorenza Piazza Cavour, 3 Dott. Ferdinando Ramponi Tel. (+39) 02 764214.1 Dott. Massimo Rho Fax (+39) 02 764214.61

Dott. Salvatore Fiorenza Piazza Cavour, 3 Dott. Ferdinando Ramponi Tel. (+39) 02 764214.1 Dott. Massimo Rho Fax (+39) 02 764214.61 Dott. Marco Baccani 20121 Milano Dott. Salvatore Fiorenza Piazza Cavour, 3 Dott. Ferdinando Ramponi Tel. (+39) 02 764214.1 Dott. Massimo Rho Fax (+39) 02 764214.61 Dott. Federico Baccani Dott.ssa Elena

Dettagli

NUOVO REGIME PER LE OPERAZIONI DI CESSIONE E LOCAZIONE DI IMMOBILI. CARLO CAPPELLUTI dottore commercialista carlo.cappelluti@odc.pescara.

NUOVO REGIME PER LE OPERAZIONI DI CESSIONE E LOCAZIONE DI IMMOBILI. CARLO CAPPELLUTI dottore commercialista carlo.cappelluti@odc.pescara. NUOVO REGIME PER LE OPERAZIONI DI CESSIONE E LOCAZIONE DI IMMOBILI CARLO CAPPELLUTI dottore commercialista carlo.cappelluti@odc.pescara.it NOVITA' SUGLI IMMOBILI IN MATERIA DI IVA Riferimenti normativi

Dettagli

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI A) VENDITE DI FABBRICATI DA PRIVATI: 1) Prima casa e/o relative pertinenze - vendita da privato - Imposta di registro:

Dettagli

JONES DAY COMMENTARY

JONES DAY COMMENTARY settembre 2006 JONES DAY COMMENTARY Aspetti Fiscali delle operazioni immobiliari Le novità del Decreto Bersani Negli ultimi mesi il governo italiano ha operato una importante riforma della fiscalità delle

Dettagli

2. CESSIONI DI FABBRICATI STRUMENTALI PER NATURA

2. CESSIONI DI FABBRICATI STRUMENTALI PER NATURA II. CESSIONI DI IMMOBILI 27 2. CESSIONI DI FABBRICATI STRUMENTALI PER NATURA Si considerano fabbricati strumentali per natura quelli che per loro caratteristiche non sono suscettibili di diversa utilizzazione

Dettagli

L IVA NELLE CESSIONI E LOCAZIONI IMMOBILIARI

L IVA NELLE CESSIONI E LOCAZIONI IMMOBILIARI L IVA NELLE CESSIONI E LOCAZIONI IMMOBILIARI 1 INDICE Premessa Pag. 3 Introduzione Pag. 4 CAPITOLO 1 Abitazioni Pag. 4 1.1 Cessioni Pag. 4 1.2 Locazioni Pag. 7 CAPITOLO 2 Fabbricati strumentali Pag. 8

Dettagli

ABITAZIONI Sono i fabbricati inclusi nelle categorie catastali da A1 ad A9, esclusa la categoria A10 (uffici e studi privati)

ABITAZIONI Sono i fabbricati inclusi nelle categorie catastali da A1 ad A9, esclusa la categoria A10 (uffici e studi privati) ABITAZIONI Sono i fabbricati inclusi nelle categorie catastali da A1 ad A9, esclusa la categoria A10 (uffici e studi privati) CESSIONI (artt.10, c. 1, n. 8-bis - Tab. A, parte II, n. 21 e parte III, nn.

Dettagli

CIRCOLARE N. 27/E. Roma, 04 agosto 2006

CIRCOLARE N. 27/E. Roma, 04 agosto 2006 CIRCOLARE N. 27/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 04 agosto 2006 OGGETTO:Decreto legge n. 223 del 4 luglio 2006, - Revisione del regime fiscale delle cessioni e locazioni di fabbricati

Dettagli

NOTAIO Piazza Dante 10 48026 Russi (RA) Tel. 0544 583751 Fax 0544 586931 Mail:fpula@notariato.it - www.notaiopula.it

NOTAIO Piazza Dante 10 48026 Russi (RA) Tel. 0544 583751 Fax 0544 586931 Mail:fpula@notariato.it - www.notaiopula.it NOTAIO Piazza Dante 10 48026 Russi (RA) Tel. 0544 583751 Fax 0544 586931 Mail:fpula@notariato.it - www.notaiopula.it PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

Dettagli

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI Aggiornato al 29 dicembre 2013 Dott. Gaetano Petrelli N O T A I O Corso Cobianchi, 62 - Verbania (VB) Tel. 0323/516881 - Fax 0323/581832 E-mail: gpetrelli@notariato.it Sito internet: http://www.gaetanopetrelli.it

Dettagli

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L.

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L. CIRCOLARE Spettabili Padova, 21 dicembre 2012 CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Vendita e locazione di immobili nuovi adempimenti fiscali. VENDITA Con la presente Vi informiamo che si applica il meccanismo dell

Dettagli

CESSIONI di IMMOBILI NOVITÀ

CESSIONI di IMMOBILI NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n. 4/2011 del 03 marzo 2011 CESSIONI di IMMOBILI NOVITÀ In questa Circolare 1. Immobili abitativi 2. Immobili strumentali 1 A seguito delle disposizioni introdotte

Dettagli

PARTE PRIMA IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO

PARTE PRIMA IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO XI PREFAZIONE di Domenico de Stefano... IX PARTE PRIMA IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO CAPITOLO I IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO: DISCIPLINA E PRINCIPI Norme... 3 Esercizio di imprese... 3 1. Cessioni di beni...

Dettagli

Capitolo III IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE

Capitolo III IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE 1. IMPOSTA IPOTECARIA IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE Vi sono soggette le formalità di trascrizione, iscrizione, rinnovazione ed annotazione eseguite nei pubblici registri immobiliari. Per quanto riguarda

Dettagli

INFORMATIVA N. 23/2013. Novità concernenti le imposte d atto applicabili agli atti immobiliari dall 1.1.2014

INFORMATIVA N. 23/2013. Novità concernenti le imposte d atto applicabili agli atti immobiliari dall 1.1.2014 STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE LEGALE COMO 5.11.2013 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli

TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO DI IMMOBILI. Imposte dal 1 gennaio 2014

TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO DI IMMOBILI. Imposte dal 1 gennaio 2014 TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO DI IMMOBILI dal 1 gennaio 2014 1. NORME 1.1. DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2011, n. 23 Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale. (GU n.67 del 23-3-2011 )

Dettagli

Disciplina IVA in materia di cessioni e locazioni immobiliari

Disciplina IVA in materia di cessioni e locazioni immobiliari Disciplina IVA in materia di cessioni e locazioni immobiliari Novità del DL 22.6.2012 n. 83 convertito nella L. 7.8.2012 n. 134 INDICE 1 - Premessa 2 - Novità in materia di cessioni immobiliari 2.1 - Cessioni

Dettagli

Antonella Guerri Gli immobili nell Iva e nelle Imposte Indirette

Antonella Guerri Gli immobili nell Iva e nelle Imposte Indirette Problematiche fiscali e di bilancio nel settore immobiliare Antonella Guerri Gli immobili nell Iva e nelle Imposte Indirette Genova - 18 gen '08 Antonella Guerri - gli immobiil nell'iva e nelle Imposte

Dettagli

L'IVA e registro nelle operazioni di cessione immobiliare. Manuale operativo

L'IVA e registro nelle operazioni di cessione immobiliare. Manuale operativo L'IVA e registro nelle operazioni di cessione immobiliare Manuale operativo Fabbricati abitativi Per i fabbricati abitativi si intendono quelli individuati catastalmente nel Gruppo A, ad eccezione della

Dettagli

Circolare N. 151 del 18 Novembre 2014

Circolare N. 151 del 18 Novembre 2014 Circolare N. 151 del 18 Novembre 2014 DL Sblocca Italia: le novita dopo la conversione in legge (DL n. 133/2014 convertito con legge n. 16/2014) Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

ALCUNE NOTE AI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SULLA TASSAZIONE DEL CONTRATTO DI GODIMENTO IN FUNZIONE DELLA SUCCESSIVA ALIENAZIONE DI IMMOBILI

ALCUNE NOTE AI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SULLA TASSAZIONE DEL CONTRATTO DI GODIMENTO IN FUNZIONE DELLA SUCCESSIVA ALIENAZIONE DI IMMOBILI Segnalazioni Novità Prassi Interpretative ALCUNE NOTE AI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SULLA TASSAZIONE DEL CONTRATTO DI GODIMENTO IN FUNZIONE DELLA SUCCESSIVA ALIENAZIONE DI IMMOBILI La circolare

Dettagli

LOCAZIONI E CESSIONI DEGLI IMMOBILI D IMPRESA

LOCAZIONI E CESSIONI DEGLI IMMOBILI D IMPRESA Direzione Regionale del Lazio Ufficio Formazione LOCAZIONI E CESSIONI DEGLI IMMOBILI D IMPRESA a cura di Giovanni Caldarelli Aggiornato al 9 settembre 2008 L IMPOSIZIONE INDIRETTA NELLE LOCAZIONI E NELLE

Dettagli

La tassazione ai fini delle imposte indirette delle cessioni di immobili

La tassazione ai fini delle imposte indirette delle cessioni di immobili La tassazione ai fini delle imposte indirette delle cessioni di immobili Dr. Nicola Forte Roma, 25 gennaio 2011 1 La tassazione ai fini delle imposte indirette delle cessioni di immobili Il regime Iva

Dettagli

L IVA NELLE OPERAZIONI IMMOBILIARI: a cura di Gian Paolo Tosoni

L IVA NELLE OPERAZIONI IMMOBILIARI: a cura di Gian Paolo Tosoni L IVA NELLE OPERAZIONI IMMOBILIARI: a cura di Gian Paolo Tosoni SOMMARIO: 1. LE OPERAZIONI DI ACQUISTO E LE PROBLEMATICHE DI DETRAZIONE DELL IMPOSTA 2. LA VENDITA DEGLI IMMOBILI, L APPLICAZIONE DELL IVA

Dettagli

CESSIONI DI FABBRICATI O PORZIONI DI FABBRICATO NELL ESERCIZIO DI IMPRESE

CESSIONI DI FABBRICATI O PORZIONI DI FABBRICATO NELL ESERCIZIO DI IMPRESE CESSIONI DI FABBRICATI O PORZIONI DI FABBRICATO NELL ESERCIZIO DI IMPRESE [PRONTUARIO ALIQUOTE IVA] (a cura del notaio Raffaele Trabace) Anno 2012 Qualcuno dovrebbe spiegarmi perché dopo dieci anni di

Dettagli

LE IMPOSTE INDIRETTE: IMPOSTA DI REGISTRO (artt.1 e 2 D.P.R. 131/86)

LE IMPOSTE INDIRETTE: IMPOSTA DI REGISTRO (artt.1 e 2 D.P.R. 131/86) PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA LE IMPOSTE INDIRETTE: IMPOSTA DI REGISTRO (artt.1 e 2 D.P.R. 131/86) 1 L imposta di registro appartiene alla famiglia delle imposte indirette. DEFINIZIONE: le

Dettagli

SERVIZIO FISCALE CIRCOLARE 31.2012 25/07/2012. NOVITA IVA IN EDILIZIA (Art. 9 D.L. n. 83/12 - Decreto Sviluppo ) PREMESSA

SERVIZIO FISCALE CIRCOLARE 31.2012 25/07/2012. NOVITA IVA IN EDILIZIA (Art. 9 D.L. n. 83/12 - Decreto Sviluppo ) PREMESSA SERVIZIO FISCALE CIRCOLARE 31.2012 25/07/2012 NOVITA IVA IN EDILIZIA (Art. 9 D.L. n. 83/12 - Decreto Sviluppo ) PREMESSA L art. 9 del DL 22 giugno 2012, n. 83 (pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 129

Dettagli

IVA detraibile sugli immobili destinati ad attivita` turistico-alberghiere

IVA detraibile sugli immobili destinati ad attivita` turistico-alberghiere detraibile sugli immobili destinati ad attivita` turistico-alberghiere di Antonella Benedetto LA NOVITA` L Agenzia delle Entrate ha precisato che gli immobili abitativi utilizzati nell ambito di un attivita`

Dettagli

Prot.n. 801. Vigente regime IVA per le locazioni e cessioni di fabbricati

Prot.n. 801. Vigente regime IVA per le locazioni e cessioni di fabbricati Prot.n. 801 CIRC.n 208 del 01.08.2013 A TUTTE LE IMPRESE ASSOCIATE IVA - cessioni e locazioni di fabbricati - Circolare dell'agenzia delle Entrate n.22 del 28.06.2013 - Provvedimento del 29.07.2013 per

Dettagli

LOCAZIONI E CESSIONI DI IMMOBILI: TRATTAMENTO IVA E ALTRE IMPOSTE INDIRETTE

LOCAZIONI E CESSIONI DI IMMOBILI: TRATTAMENTO IVA E ALTRE IMPOSTE INDIRETTE LOCAZIONI E CESSIONI DI IMMOBILI: TRATTAMENTO IVA E ALTRE IMPOSTE INDIRETTE LOCAZIONI E CESSIONI DI IMMOBILI: TRATTAMENTO IVA E ALTRE IMPOSTE INDIRETTE L art. 35 co. 8 della L. 248/2006, nella sua versione

Dettagli

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE CIRCOLARE Padova, 1^ ottobre 2007 SPETT.LI CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Locazione di immobili e altre problematiche fiscali. Con la presente Vi informiamo che è stata pubblicata la Legge 448/2006, che ha

Dettagli

Il Rent to Buy Aspetti contabili e disciplina fiscale: imposte dirette ed indirette. Dott.ssa Mariateresa Arcuri e Dott.

Il Rent to Buy Aspetti contabili e disciplina fiscale: imposte dirette ed indirette. Dott.ssa Mariateresa Arcuri e Dott. Il Rent to Buy Aspetti contabili e disciplina fiscale: imposte dirette ed indirette Dott.ssa Mariateresa Arcuri e Dott. Andrea Sfarra Dottori Commercialisti e Revisori Contabili Firenze, 07 maggio 2015

Dettagli

NOVITA FISCALI 2014 TASSAZIONE DEL SUBENTRO NEL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE

NOVITA FISCALI 2014 TASSAZIONE DEL SUBENTRO NEL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE NOVITA FISCALI 2014 TASSAZIONE DEL SUBENTRO NEL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE NOVITÀ IN MATERIA DI FISCALITÀ DEI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI Verona, 13 maggio 2014 Rosaria de Michele Responsabile Tributario

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI SEZIONE DI MILANO

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI SEZIONE DI MILANO ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI SEZIONE DI MILANO COMMISSIONE NORME DI COMPORTAMENTO E DI COMUNE INTERPRETAZIONE IN MATERIA TRIBUTARIA NORMA DI COMPORTAMENTO N. 183 TRATTAMENTO

Dettagli

LA NUOVA IMPOSTA DI REGISTRO PER I TRASFERIMENTI IMMOBILIARI DAL 2014

LA NUOVA IMPOSTA DI REGISTRO PER I TRASFERIMENTI IMMOBILIARI DAL 2014 INFORMATIVA N. 229 18 SETTEMBRE 2013 IMPOSTE INDIRETTE LA NUOVA IMPOSTA DI REGISTRO PER I TRASFERIMENTI IMMOBILIARI DAL 2014 Art. 10, D.Lgs. n. 23/2011 Art. 26, DL n. 104/2013 Nell ambito del Decreto c.d.

Dettagli

Affitto di azienda con fabbricati strumentali di Raffaele Trabace

Affitto di azienda con fabbricati strumentali di Raffaele Trabace e registro Affitto di azienda con fabbricati strumentali di Raffaele Trabace L affitto di azienda (o di ramo di azienda) si considera prestazione di servizi ai fini ai sensi dell art. 3, comma secondo,

Dettagli

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2012

NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2012 NOVITA NORMATIVE IVA ANNO D IMPOSTA 2012 1 IVA NEL SETTORE IMMOBILIARE La separazione delle attività. L'articolo 57 del Dl 1/2012 ha introdotto, per le imprese di costruzione, la possibilità di separare

Dettagli

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI Aggiornato al 26 giugno 2012!!"#$%%$&'!!"#%$%! ()*+,-. *,*""///+, &*0#&%1%2* $! 3%! PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI A) - VENDITE DI FABBRICATI

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2016 Legge n. 208 del 28/12/2015 ALTRE DISPOSIZIONI DI PARTICOLARE INTERESSE MERCOLEDI 6 APRILE 2016

LEGGE DI STABILITA 2016 Legge n. 208 del 28/12/2015 ALTRE DISPOSIZIONI DI PARTICOLARE INTERESSE MERCOLEDI 6 APRILE 2016 LEGGE DI STABILITA 2016 Legge n. 208 del 28/12/2015 ALTRE DISPOSIZIONI DI PARTICOLARE INTERESSE MERCOLEDI 6 APRILE 2016 NUOVA DETRAZIONE IRPEF SULL IVA PER L ACQUISTO DI IMMOBILI IN CHE COSA CONSISTE:

Dettagli

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013 La fiscalità dei contratti di locazione Milano, 29 gennaio 2013 1 Fiscalità connessa ai contratti di locazione Imposte dirette Per il locatore non imprenditore, ai fini della determinazione del reddito

Dettagli

B) - VENDITE DI FABBRICATI DA IMPRESE COSTRUTTRICI *:

B) - VENDITE DI FABBRICATI DA IMPRESE COSTRUTTRICI *: B) - VENDITE DI FABBRICATI DA IMPRESE COSTRUTTRICI *: 3) - Prima casa e/o relative pertinenze - vendita da impresa costruttrice * (entro quattro anni dall'ultimazione) - IVA: 4% 4) - Fabbricato abitativo

Dettagli

TAVOLA SINOTTICA DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

TAVOLA SINOTTICA DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI TAVOLA SINOTTICA DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI A) - VENDITE DI FABBRICATI DA PRIVATI: 1) - Prima casa e/o relative pertinenze - vendita da privato - Imposta di registro:

Dettagli

PRESTAZIONI DI SERVIZI CON ALIQUOTA 4%, INERENTI NUOVE COSTRUZIONI DI:

PRESTAZIONI DI SERVIZI CON ALIQUOTA 4%, INERENTI NUOVE COSTRUZIONI DI: PRESTAZIONI DI SERVIZI CON ALIQUOTA, INERENTI NUOVE COSTRUZIONI DI: Fabbricati Tupini svolte nei confronti di imprese costruttrici; Fabbricati Tupini svolte nei confronti di cooperative edilizie e loro

Dettagli

Padova, 30 Settembre 2013. Spett.li Signori Clienti. Oggetto: CIRCOLARE INFORMATIVA n. 11/2013 L AUMENTO DELL ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22%

Padova, 30 Settembre 2013. Spett.li Signori Clienti. Oggetto: CIRCOLARE INFORMATIVA n. 11/2013 L AUMENTO DELL ALIQUOTA IVA ORDINARIA AL 22% Dott. Francesco Ferri de Lazara Dott. Enrico Grigolin Avv. Filippo Lo Presti Avv. Vincenza Valeria Cicero Avv. Marianovella Gianfreda Dott. Giulia Zanardi Dott. Luca Lombardo Padova, 30 Settembre 2013

Dettagli

INDICE. Parte Prima LE AGEVOLAZIONI PRIMA CASA. I PRESUPPOSTI. Capitolo I IL QUADRO NORMATIVO

INDICE. Parte Prima LE AGEVOLAZIONI PRIMA CASA. I PRESUPPOSTI. Capitolo I IL QUADRO NORMATIVO Prefazione... XVI pag. Parte Prima LE AGEVOLAZIONI PRIMA CASA. I PRESUPPOSTI Capitolo I IL QUADRO NORMATIVO 1.1. L evoluzione storica delle agevolazioni... 3 1.1.1. Segue: La previsione di agevolazioni

Dettagli

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI !!"#$$#%&!!"$#$! '()*+, -%."%$/$ #! 0$! PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI A) - VENDITE DI FABBRICATI DA PRIVATI: 1) - Prima casa e/o relative

Dettagli

IMU SINTESI DI COME SI APPLICA

IMU SINTESI DI COME SI APPLICA IMU SINTESI DI COME SI APPLICA Riferimenti legislativi Art. 13, DL n. 201/2011 Artt. 8 e 9, D.Lgs. n. 23/2011 D.Lgs. n. 504/92 Art. 4, DL n. 16/2012 Circolare MEF 18.5.2012, n. 3/DF PRESUPPOSTO IMPOSITIVO

Dettagli

IVA - Cessioni e locazioni di fabbricati Circolare dell'agenzia delle Entrate del 28 giugno 2013, n. 22

IVA - Cessioni e locazioni di fabbricati Circolare dell'agenzia delle Entrate del 28 giugno 2013, n. 22 Prot. 144/2013 Milano, 17-07-2013 Circolare n. 79/2013 AREA: Circolari, Fiscale IVA - Cessioni e locazioni di fabbricati Circolare dell'agenzia delle Entrate del 28 giugno 2013, n. 22 L Agenzia delle Entrate

Dettagli

DISCIPLINA IVA IN MATERIA DI CESSIONI E LOCAZIONI IMMOBILIARI Novità del DL 22.6.2012 n. 83 convertito nella L. 7.8.2012 n. 134

DISCIPLINA IVA IN MATERIA DI CESSIONI E LOCAZIONI IMMOBILIARI Novità del DL 22.6.2012 n. 83 convertito nella L. 7.8.2012 n. 134 Udine, 17 ottobre 2010 CIRCOLARE n. 20/2012 DISCIPLINA IVA IN MATERIA DI CESSIONI E LOCAZIONI IMMOBILIARI Novità del DL 22.6.2012 n. 83 convertito nella L. 7.8.2012 n. 134 INDICE 1 PREMESSA 2 NOVITÀ IN

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: DEFINITO IL REGIME FISCALE DEL RENT TO BUY PAG. 2

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: DEFINITO IL REGIME FISCALE DEL RENT TO BUY PAG. 2 CIRCOLARE N. 13 DEL 21/05/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: DEFINITO IL REGIME FISCALE DEL RENT TO BUY PAG. 2 IN SINTESI: Come noto il contratto rent to buy prevede

Dettagli

Il leasing per comprare la prima casa, con super bonus per i giovani

Il leasing per comprare la prima casa, con super bonus per i giovani Il leasing per comprare la prima casa, con super bonus per i giovani Con il contratto di locazione finanziaria, la banca o l intermediario si obbligano ad acquistare o far costruire l immobile, su scelta

Dettagli

Università La Sapienza di Roma

Università La Sapienza di Roma Università La Sapienza di Roma Imposta di Registro Diritto Tributario Prof.ssa Rossella Miceli A cura di: Avv. Marco Rippa Imposta di registro I PARTE 1 Inquadramento normativo II PARTE 2 Soggetti passivi

Dettagli

LEGGE STABILITA 2016: ASSEGNAZIONE DI BENI A SOCI TRASFORMAZIONE IN SO- CIETA SEMPLICE ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE

LEGGE STABILITA 2016: ASSEGNAZIONE DI BENI A SOCI TRASFORMAZIONE IN SO- CIETA SEMPLICE ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE OGGETTO: Circolare 5.2016 Seregno, 4 marzo 2016 LEGGE STABILITA 2016: ASSEGNAZIONE DI BENI A SOCI TRASFORMAZIONE IN SO- CIETA SEMPLICE ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE La legge di Stabilità

Dettagli

TASSAZIONE IMPOSTE INDIRETTE PRINCIPALI ATTI NOTARILI ACCETTAZIONE ESPRESSA DI EREDITA - SENZA IMMOBILI: EURO 45,00 IMPOSTA DI BOLLO + EURO 200,00

TASSAZIONE IMPOSTE INDIRETTE PRINCIPALI ATTI NOTARILI ACCETTAZIONE ESPRESSA DI EREDITA - SENZA IMMOBILI: EURO 45,00 IMPOSTA DI BOLLO + EURO 200,00 TASSAZIONE IMPOSTE INDIRETTE PRINCIPALI ATTI NOTARILI ACCETTAZIONE ESPRESSA DI EREDITA - SENZA IMMOBILI: EURO 45,00 IMPOSTA DI BOLLO + EURO 200,00 IMPOSTA DI REGISTRO - CON IMMOBILI: EURO 155,00 IMPOSTA

Dettagli

TABELLE RIASSUNTIVE SU IVA E ALTRE IMPOSTE INDIRETTE IN EDILIZIA

TABELLE RIASSUNTIVE SU IVA E ALTRE IMPOSTE INDIRETTE IN EDILIZIA OGGETTO: Circolare 16.2013 Seregno, 10 settembre 2013 TABELLE RIASSUNTIVE SU IVA E ALTRE IMPOSTE INDIRETTE IN EDILIZIA Con il Decreto Legge 22 giugno 2012 n. 83, convertito in Legge 7 agosto 2012 n. 134

Dettagli

ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI * TRASFORMAZIONE IN SOCIETA SEMPLICE * ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE

ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI * TRASFORMAZIONE IN SOCIETA SEMPLICE * ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE SCHEDA MONOGRAFICA TMG ASSEGNAZIONE BENI AI SOCI * TRASFORMAZIONE IN SOCIETA SEMPLICE * ESTROMISSIONE IMMOBILE DELL IMPRENDITORE INDIVIDUALE Data aggiornamento scheda 18 gennaio 2016 Redattore Davide David

Dettagli

Finanziaria 2006 (l. 23 dicembre 2005, n. 266) (commi 495-498) Plusvalenze sugli immobili e cessioni a titolo oneroso di immobili e terreni

Finanziaria 2006 (l. 23 dicembre 2005, n. 266) (commi 495-498) Plusvalenze sugli immobili e cessioni a titolo oneroso di immobili e terreni Finanziaria 2006 (l. 23 dicembre 2005, n. 266) (commi 495-498) Plusvalenze sugli immobili e cessioni a titolo oneroso di immobili e terreni In un contesto normativo volto al raggiungimento di una maggiore

Dettagli

RISOLUZIONE N. 163/E

RISOLUZIONE N. 163/E RISOLUZIONE N. 163/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 11 luglio 2007 OGGETTO:Istanza di interpello. Società Cooperativa edilizia Alfa Atto di assegnazione di alloggi da cooperativa a soci.

Dettagli

L'IVA nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare

L'IVA nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare I Dossier Fiscali L' nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare dopo il Decreto Sviluppo (D.L. 83/2012, convertito nella Legge n. 134/2012) Vademecum operativo Settembre 2012 SOMMARIO 1. ABITAZIONI...

Dettagli

OGGETTO: Regime IVA cessioni e locazioni di fabbricati Decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83

OGGETTO: Regime IVA cessioni e locazioni di fabbricati Decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 giugno 2013 OGGETTO: Regime IVA cessioni e locazioni di fabbricati Decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83 2 Premessa...3 1. REGIME FISCALE DELLE LOCAZIONI

Dettagli

R RrRrrr. Roma, 19 febbraio 2015

R RrRrrr. Roma, 19 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 4/E R RrRrrr Direzione Centrale Normativa Roma, 19 febbraio 2015 OGGETTO: Regime fiscale applicabile, ai fini delle imposte dirette e delle imposte indirette, ai contratti di godimento in

Dettagli

CIRCOLARE N. 31/E. Roma, 7 giugno 2010. OGGETTO: Agevolazioni prima casa chiarimenti. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 31/E. Roma, 7 giugno 2010. OGGETTO: Agevolazioni prima casa chiarimenti. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 31/E Direzione Centrale Normativa Roma, 7 giugno 2010 OGGETTO: Agevolazioni prima casa chiarimenti 2 INDICE PREMESSA...3 1. TRATTAMENTO FISCALE DELLE PERTINENZE DESTINATE A SERVIZIO DI CASE

Dettagli

Legge stabilità 1) Assegnazioni/cessioni agevolate di beni ai soci

Legge stabilità 1) Assegnazioni/cessioni agevolate di beni ai soci Legge stabilità 1) Assegnazioni/cessioni agevolate di beni ai soci La legge di stabilità per l anno 2016 (Legge n.208 del 28/12/2015) ripropone la disposizione sulle assegnazioni, cessioni agevolate dei

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

Roma, 22 e 23 gennaio 2008 Legge finanziaria 2008: le principali novità in materia di IVA

Roma, 22 e 23 gennaio 2008 Legge finanziaria 2008: le principali novità in materia di IVA Roma, 22 e 23 gennaio 2008 Legge finanziaria 2008: le principali novità in materia di IVA Ufficio Studi - Sezione Analisi giuridiche Legge finanziaria per il 2008 Le principali novità riguardano: I. Aliquote

Dettagli

PRONTUARIO IMPOSTE [IVA - REGISTRO - IPOTECARIA - CATASTALE - SOSTITUTIVA PLUSVALENZE] (a cura del notaio Raffaele Trabace) Anno 2011

PRONTUARIO IMPOSTE [IVA - REGISTRO - IPOTECARIA - CATASTALE - SOSTITUTIVA PLUSVALENZE] (a cura del notaio Raffaele Trabace) Anno 2011 PRONTUARIO IMPOSTE [IVA - REGISTRO - IPOTECARIA - CATASTALE - SOSTITUTIVA PLUSVALENZE] (a cura del notaio Raffaele Trabace) Anno 2011 Boni pastoris esse tondere pecus, non deglubere. (Svetonio) 1 INDICE

Dettagli

TABELLA GENERALE DI SINTESI (*)

TABELLA GENERALE DI SINTESI (*) Tipologia degli immobili Cessioni di immobili Locazioni di immobili (tutte le locazioni, anche quelle finanziarie) Immobili strumentali per natura (a prescindere dal loro effettivo utilizzo, sono gli immobili

Dettagli

NOVITÀ IN MATERIA D IMPOSTE D ATTO E IL DEPOSITO PREZZO DAL NOTAIO

NOVITÀ IN MATERIA D IMPOSTE D ATTO E IL DEPOSITO PREZZO DAL NOTAIO SEMINARIO di AGGIORNAMENTO Udine, 12 febbraio 2014 NOVITÀ IN MATERIA D IMPOSTE D ATTO E IL DEPOSITO PREZZO DAL NOTAIO Alberto-Maria Camilotti Dottore Commercialista e Revisore Contabile Via Duchi d Aosta,

Dettagli

STUDIO ANTONELLI. Forlì, 12 ottobre 2006

STUDIO ANTONELLI. Forlì, 12 ottobre 2006 Dott. Alessandro Antonelli TRIBUTARISTA - PUBBLICISTA Dott. Alessandro Mengozzi COMMERCIALISTA Dott. Stefano Sgarzani COMMERCIALISTA Dott. Federico Mambelli Dott. Stefano Zanfini Dott.ssa Rita Santolini

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 19 giugno 2006

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 19 giugno 2006 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 giugno 2006 Oggetto: Fondi comuni di investimento immobiliare. Modificazioni al regime tributario dei partecipanti. Articolo 1, comma

Dettagli

Circolare N. 162 del 10 Dicembre 2014

Circolare N. 162 del 10 Dicembre 2014 Circolare N. 162 del 10 Dicembre 2014 DL Sblocca Italia - le nuove agevolazioni sull acquisto degli immobili Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con il DL sblocca Italia (n. 133

Dettagli

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A)

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A) D.L. 22.06.2012 n. 83, in vigore dal 26.06.2012 IMMOBILI ABITATIVI - La disciplina delle cessioni di fabbricati abitativi Con riferimento al regime delle cessioni la novella sostituisce il n. 8-bis dell

Dettagli

CONTRATTI DI LOCAZIONE DI BENI IMMOBILI STIPULATI DA SOGGETTI IVA, IN CORSO AL 4 LUGLIO 2006. OBBLIGO DI REGISTRAZIONE

CONTRATTI DI LOCAZIONE DI BENI IMMOBILI STIPULATI DA SOGGETTI IVA, IN CORSO AL 4 LUGLIO 2006. OBBLIGO DI REGISTRAZIONE CONTRATTI DI LOCAZIONE DI BENI IMMOBILI STIPULATI DA SOGGETTI IVA, IN CORSO AL 4 LUGLIO 2006. OBBLIGO DI REGISTRAZIONE Documento n. 20 del 23 novembre 2006 NOTA OPERATIVA Via Paisiello 24, 00198 Roma telefono:

Dettagli

STUDIO BOIDI & PARTNERS

STUDIO BOIDI & PARTNERS & PARTNERS commercialisti revisori contabili Dott. ALDO BOIDI DOTT. PROF. MARIO BOIDI DOTT. PROF. MASSIMO BOIDI DOTT. FABIO PASQUINI Dott. VALTER RUFFA Dott. ALESSANDRO MARTINI Dott. CAROLA ALBERTI Dott.

Dettagli

AGEVOLAZIONI PRIMA CASA: analisi dei profili fiscali di una fattispecie particolare di trasferimento immobiliare tra privati

AGEVOLAZIONI PRIMA CASA: analisi dei profili fiscali di una fattispecie particolare di trasferimento immobiliare tra privati AGEVOLAZIONI PRIMA CASA: analisi dei profili fiscali di una fattispecie particolare di trasferimento immobiliare tra privati di Alessandra Loiacono Il governo italiano ha da tempo introdotto una serie

Dettagli

INDICE n.9 Novembre 2013

INDICE n.9 Novembre 2013 INDICE n.9 Novembre 2013 1 PREMESSA...2 2 NOVITA' GIA' INTRODOTTE DAL D.LGS. 23/2011...2 Requisiti prima casa... 2 Regime IVA... 3 Tabelle riepilogative per tipologia di atto... 4 Trasferimento immobili

Dettagli

Impianti FV oltre i 3 kw accatastabili, presentata interrogazione alla Camera

Impianti FV oltre i 3 kw accatastabili, presentata interrogazione alla Camera casaeclima.com http://www.casaeclima.com/ar_17457_rinnovabili-fotovoltaico-fotovoltaico-agenzia-delle-entrate-rendite-catastali-impianti-fvoltre-i-3-kw-accatastabili-presentata-interrogazione-alla-camera.html

Dettagli

Anno 2014 N.RF088. La Nuova Redazione Fiscale IMPOSTE TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: I CHIARIMENTI DELLE ENTRATE

Anno 2014 N.RF088. La Nuova Redazione Fiscale IMPOSTE TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: I CHIARIMENTI DELLE ENTRATE Anno 2014 N.RF088 ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale www.redazionefiscale.it Pag. 1 / 13 OGGETTO IMPOSTE TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: I CHIARIMENTI DELLE ENTRATE RIFERIMENTI CIRCOLARE AG. ENTRATE N.

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: REVERSE CHARGE IN EDILIZIA TRA VECCHIE E NUOVE FATTISPECIE PAG.

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: REVERSE CHARGE IN EDILIZIA TRA VECCHIE E NUOVE FATTISPECIE PAG. CIRCOLARE N. 22 DEL 15/12/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: REVERSE CHARGE IN EDILIZIA TRA VECCHIE E NUOVE FATTISPECIE PAG. 2 IN SINTESI: Come noto, a decorrere dall

Dettagli

LORO SEDI. Oggetto: DAL 1 OTTOBRE 2013 PASSA AL 22% L ALIQUOTA IVA ORDINARIA

LORO SEDI. Oggetto: DAL 1 OTTOBRE 2013 PASSA AL 22% L ALIQUOTA IVA ORDINARIA Sondrio, 1 ottobre 2013 A tutti i Sigg. Clienti LORO SEDI CIRCOLARE N. 5/2013 Oggetto: DAL 1 OTTOBRE 2013 PASSA AL 22% L ALIQUOTA IVA ORDINARIA L articolo 40, comma 1-ter, del decreto legge del 6 luglio

Dettagli

IMPOSTE SULLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI

IMPOSTE SULLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI IMPOSTE SULLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI Le imposte sugli atti traslativi a titolo oneroso (compravendite, permute, ecc.) della proprietà di immobili in genere e quelli traslativi o costitutivi di diritti

Dettagli

Spesometro e novità IVA recate dai recenti provvedimenti normativi e di prassi

Spesometro e novità IVA recate dai recenti provvedimenti normativi e di prassi S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO NOVITÀ DEI PROVVEDIMENTI ESTIVI 2013 Spesometro e novità IVA recate dai recenti provvedimenti normativi e di prassi Dr. Stefano Maffi 9 ottobre 2013 Sala

Dettagli

DL 22 giugno 2012, n. 83 Principali contenuti fiscali delle Misure urgenti per la crescita del Paese

DL 22 giugno 2012, n. 83 Principali contenuti fiscali delle Misure urgenti per la crescita del Paese DL 22 giugno, n. 83 Principali contenuti fiscali delle Misure urgenti per la crescita del Paese REGIME DELLE CESSIONI E LOCAZIONI IMMOBILIARI L art.9 del D.L. 83/ interviene complessivamente sul regime

Dettagli

IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE

IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE 1. Introduzione Il contratto di leasing costituisce un negozio a titolo oneroso concluso con la presenza di tre soggetti ognuno con un diverso interesse economico, ossia

Dettagli

Detrazione Irpef spese ristrutturazione Casi risolti

Detrazione Irpef spese ristrutturazione Casi risolti Detrazione Irpef spese ristrutturazione Casi risolti Saverio Cinieri Dottore Commercialista Revisore Contabile Giornalista pubblicista Agg. 23/06/2015 1 Soggetti Circolare 10 giugno 2004, n. 24/E Nel caso

Dettagli

RENT TO BUY Cos è? IL «RENT TO BUY» OVVERO LA «LOCAZIONE PREPARATORIA ALL ACQUISTO»

RENT TO BUY Cos è? IL «RENT TO BUY» OVVERO LA «LOCAZIONE PREPARATORIA ALL ACQUISTO» Cos è? IL «RENT TO BUY» OVVERO LA «LOCAZIONE PREPARATORIA ALL ACQUISTO» è un programma preparatorio all acquisto con il quale due parti si accordano per trasferire il godimento di un bene immobile a fronte

Dettagli

INFORMATIVA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) ANNO 2013. Novità acconto 2013

INFORMATIVA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) ANNO 2013. Novità acconto 2013 Comune di Piacenza Servizio Entrate INFORMATIVA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) ANNO Novità acconto Con il D.L. n. 102/ il legislatore ha escluso dal pagamento dell acconto dell IMU: le abitazioni principali

Dettagli

Circolare N.179 del 6 Dicembre 2013

Circolare N.179 del 6 Dicembre 2013 Circolare N.179 del 6 Dicembre 2013 Cessione di immobili. La disciplina fiscale dell acquisto, della vendita, gli oneri e le agevolazioni fiscali Gentile cliente, desideriamo informarla che l Agenzia delle

Dettagli

Roma, 30 ottobre 2008

Roma, 30 ottobre 2008 RISOLUZIONE N. 405/E Roma, 30 ottobre 2008 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000. Immobili di tipo residenziale - Cessione

Dettagli

Comune di Refrontolo Provincia di Treviso

Comune di Refrontolo Provincia di Treviso ------ IMPOSTE COMUNALI AN 2015 COMUNE DI PIEVE DI SOLIGO Aggiornato al 12 maggio 2015 Con Legge n. 147/2013 è stata istituita, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l'imposta Unica Comunale - IUC - che comprende

Dettagli