O L L A T V I D I M A Z I O N E. Normativa di riferimento. Ufficio competente. Tasse di concessione governativa

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "O L L A T V I D I M A Z I O N E. Normativa di riferimento. Ufficio competente. Tasse di concessione governativa"

Transcript

1 BOLLATURAB DI LIBRI E REGISTRI O L L A T D.P.R. 26/10/1972, n. 641 art. 23 d.lgs. 18/08/2000, n. 267 U Circ. Min. 03/05/1996, n. 108/E R Risoluzione del Ministero delle Finanze 31/05/1975, n A V I D I M A Z I O N E D.P.R. 26/10/1972, n. 642 e successive modificazioni, approvata con D.M. 20/08/1992 artt ss; art c.c. Legge n. 427/1993 Risoluzione del Ministero delle Finanze 05/06/1995, n.138/e/ V10/777 d.lgs. 267/00 art. 8 L. 383/01 La bollatura, essendo uno dei compiti del registro imprese, come precisa il DPR 581/95, segue la disciplina di tale registro. Pertanto l ufficio bollatura territorialmente competente è quello nella cui circoscrizione è ubicata la sede legale dell impresa (ad eccezione dei formulari rifiuti trasportati, come specificato più avanti). Normativa di riferimento Ufficio competente Secondo l art. 23 della tariffa allegata al D.P.R. 641 del 26/10/1972 approvata con il D.M. 28/12/1995, la tariffa relativa alla bollatura e alla numerazione dei registri, tenuti secondo le norme dell art del Codice Civile, varia a seconda delle caratteristiche dell obbligato. Infatti la normativa prevede due tipi di tasse, una tassa ordinaria e una tassa forfetaria annuale Tasse di concessione governativa

2 Per le imprese individuali, le società di persone, le cooperative e consorzi ex art c.c., le associazioni senza scopo di lucro la bollatura comporta il versamento di 67,00= ogni 500 pagine o frazione Tassa ordinaria (per ciascun registro) che deve avvenire in modo ordinario sul conto corrente postale n. 6007, intestato all Ufficio del Registro di Roma o tramite marche di concessione governative. L attestazione del versamento in c/c postale o le marche vanno apposte sul davanti dell ultima pagina del registro da vidimare. Le marche vanno annullate a cura dell'ufficio bollatura che provvederà ad apporre il timbro di congiunzione nel caso di attestazione. Per le società di capitali ed enti commerciali, a prescindere dal numero di libri e dei registri tenuti e dal numero delle loro pagine, la tassa per la vidimazione di tutti i registri deve essere versata in maniera forfetaria ed annualmente nel seguente modo: 309,87 se alla data del 1 gennaio l ammontare del capitale sociale o del fondo di dotazione non è superiore a ,90 516,46 se alla data del 1 gennaio l ammontare del capitale sociale o del fondo di dotazione è superiore a ,90 Tassa forfetaria Generalmente la bollatura viene compiuta previa esibizione al pubblico ufficiale della fotocopia del modello F24 attestante l avvenuto pagamento della tassa di concessione governativa. La fotocopia verrà allegata al modello L2.

3 Pertanto sono soggetti alla tassa forfetaria anche tutti gli enti dotati di capitale sociale o fondo di dotazione aventi per oggetto esclusivo o principale l esercizio di attività commerciale (Ris. Min. 27/05/1996, n. 90/E). In questa categoria vengono comprese le società per azioni, le società in accomandita per azioni, le società a responsabilità limitata, le società consortili a responsabilità limitata, le aziende speciali e i consorzi fra enti territoriali (costituiti ai sensi del d.lgs. 142/90 sostituito dal d.lgs. 18/08/2000, n. 267 e in osservanza del capo III del d.lgs. 30/07/1999, n. 286) in quanto enti dotati di fondo di dotazione. Sono invece soggetti al pagamento in maniera ordinaria tramite marche o bollettino postale (Circ. Min. 03/05/1996, n. 108/E) della tassa di concessione governativa le Società Cooperative (comprese le banche popolari e le banche di credito cooperativo), le mutue assicuratrici, i consorzi tra imprese, i professionisti e le associazioni senza scopo di lucro (con esclusione delle ONLUS, delle Cooperative Sociali e delle Associazioni di Volontariato, le quali sono esenti totalmente da imposta di bollo e tasse di concessione governative ad eccezione dei diritti camerali). Ai sensi dell art. 90,co. 7 della L. 289/2002, l esenzione dalla tassa di concessione governativa è altresì prevista per le Società e le Associazioni Sportive Dilettantistiche, le quali sono però tenute al pagamento dell imposta di bollo e dei diritti camerali. Soggetti al pagamento

4 Le società di capitali di nuova costituzione ( che a regime sono soggette al pagamento della tassa di concessione governativa con modalità forfetaria) per il primo anno sono tenute al versamento di tale tassa mediante versamento sul conto corrente postale n (intestato all Ufficio del Registro di Roma) per. 309,87 oppure. 516,46 a seconda del capitale sociale o del fondo in dotazione. In alternativa è possibile effettuare il versamento tramite modello F24 (codice tributo 7085). Tale operazione deve essere eseguita prima della presentazione della dichiarazione IVA di inizio attività, nella quale devono essere indicati gli estremi dell attestazione di versamento. Società di capitali di nuova costituzione Per determinare la tassa di CC.GG. in caso di trasformazione di società di persone in società di capitali e viceversa, si prende come riferimento la data del 1 gennaio. Pertanto, in caso di trasformazione di una società di persone in società di capitali avvenuta successivamente al 1 gennaio, il regime di applicazione della tassa forfetaria annuale ( 309,87 o 516,46) sarà operante a decorrere dall anno successivo a quello nel corso del quale ha avuto effetto la trasformazione. Nel caso di trasformazione di una società di capitali in società di persone, il regime forfetario cessa di operare nell anno successivo a quello di modifica. Tassa di concessione governativa in caso di trasformazione

5 Per quanto riguarda invece la tassa annuale relativa agli anni successivi, deve essere pagata entro il termine di versamento dell IVA dovuta per l anno precedente (generalmente entro marzo), tramite presentazione del modello F24 al concessionario, in banca o in posta (codice tributo 7085). Per la richiesta di bollatura effettuata nei primi mesi dell anno ed entro il termine di scadenza del versamento, i pubblici ufficiali sono autorizzati a provvedere alla numerazione e bollatura senza richiedere la ricevuta del versamento forfetario. Tuttavia, per verificare la continuità del pagamento della tassa in questione, si richiede la fotocopia del modello F/24 oppure del versamento postale e, in caso di nuova costituzione, del pagamento effettuato l anno precedente. Tassa annuale

6 Qualora l utente non provveda ad esibire il pagamento della tassa di concessione governativa si provvederà ugualmente a bollare il libro e si apporrà sull ultima pagina la seguente dicitura: La bollatura del presente libro è stata effettuata senza la previa esibizione della prova dell avvenuto pagamento della tassa di concessione governativa. Firma Si invierà inoltre una comunicazione all Ufficio delle Entrate specificando che si è provveduto a bollare il libro senza la prova dell avvenuto pagamento della tassa di concessione governativa. Mancata esibizione della prova del pagamento della tassa La tassa in questione non è dovuta nel caso di trasferimento della sede sociale che comporti anche il trasferimento nella circoscrizione territoriale di competenza di un altro ufficio IVA, in quanto non è prevista una nuova numerazione e bollatura di tali libri. La tassa è, invece, dovuta quando permane l obbligo della tenuta di libri numerati e bollati ai sensi del codice civile (società in liquidazione o sottoposte a procedure concorsuali). Trasferimento di sede o liquidazione

7 Sono esenti da tasse di concessione governativa i seguenti registri: Il listino prezzi (non compilato) Il registro operazione cambi (o libro di cambio) Il registro di produzione Il registro di raccolta occasionale fondi Il registro dei premi Il formulario dei rifiuti trasportati Il registro di carico e scarico Le O.N.L.U.S., le Cooperative Sociali, le Associazioni di Volontariato in fase di iscrizione o regolarmente iscritte all Albo Regionale oppure al Registro Prefettizio, sono esenti da imposta di bollo e tasse di concessione governativa ad eccezione dei diritti camerali e dovranno allegare al modello L2 la fotocopia dell iscrizione sopraccitata. Ai sensi dell art. 90,co. 7 della L. 289/2002, l esenzione dalla tassa di concessione governativa è altresì prevista per le Società e le Associazioni Sportive Dilettantistiche, le quali sono però tenute al pagamento dell imposta di bollo e dei diritti camerali. Registri e soggetti esenti dalla tassa di concessione governativa Per le Società Cooperative Edilizie che rientrano nelle disposizioni sull edilizia popolare ed economica (in base all art.147, lettera F, del R.D. 28/04/1938, n.1165 tuttora vigente per effetto dell art.14, del D.P.R. 641/72 come precisato dal competente Ministero delle Finanze con risoluzione 31/05/1975, n ) le tasse di concessione governative godono di riduzione al quarto e ammontano a 16,75= ogni 500 pagine o frazione Riduzione della tassa di concessione governativa

8 Le scritture contabili e i libri obbligatori previsti dagli artt e ss del Codice Civile sono soggetti all imposta di bollo nella misura di 14,62 ogni 100 pagine o frazione di 100 pagine (in base all art. 16 della tariffa allegata al D.P.R. 26/10/1972, n. 642 e successive modificazioni, approvata con D.M. 20/08/1992). La bollatura del libro giornale e del libro inventari dell imprenditore individuale, delle società di persone e delle cooperative e consorzi ex art è soggetta al bollo nella misura di Imposta di bollo 29,24 ogni 100 pagine o frazione di 100 pagine Con decorrenza 1 gennaio 1993 anche i libri ed i registri delle Società Cooperative devono sottostare all imposta di bollo (in conseguenza all abrogazione dell art. 20 della tabella -Allegato B- stabilita dall art. 66, n. 4, del D.L. 31/12/1992, n. 513).

9 Per quanto riguarda l esenzione totale dall imposta di bollo essa si applica per: I Formulari dei rifiuti trasportati Le Cooperative Edilizie a mutualità prevalente iscritte nell Albo Nazionale delle Cooperative (Legge n. 427/1993 di conversione del D.L. n. 331/1993, all art. 66, commi 6 bis e 6 ter) Le O.N.L.U.S. (organizzazioni non lucrative di utilità sociale) Le Cooperative Sociali (a mutualità prevalente di diritto) iscritte nell Albo Nazionale delle Cooperative Le Associazioni di Volontariato (Risoluzione del Ministero delle Finanze 5/06/1995, n. 138/E - V10 777) Esenzione dall imposta di bollo I Diritti Camerali per la vidimazione dei libri contabili ammontano a 25,00 per ogni libro a prescindere dal numero delle pagine al momento della presentazione del modello L2. Il versamento va effettuato solamente tramite bollettino postale (conto corrente postale n della Camera di Commercio). Diritti Camerali

10 Al fine della bollatura dei libri occorre presentare il modello L2 firmato dal presentatore (non occorre che sia il titolare), il quale dovrà riportare i dati della ditta e dei registri e gli estremi di un suo documento di riconoscimento. I libri vanno numerati. Ogni pagina del registro da bollare deve essere intestata. Nei libri rilegati è sufficiente intestare la prima pagina o la copertina. Modello L2 Intestazione: DENOMINAZIONE DITTA - P. IVA -TIPO DI LIBRO ANNO (solo per libro giornale e inventario) N DI PAGINA Nell ultima pagina numerata del registro da bollare si deve applicare quanto segue: 1. le marche da bollo 2. la tassa di concessione governativa Per le società di persone, imprese individuali, associazioni senza scopo di lucro, cooperative e consorzi (ex art c.c.) la tassa di concessione governativa va assolta secondo una delle seguenti modalità: mediante bollettino postale (conto corrente postale n intestato all Ufficio del Registro di Roma) mediante l acquisto in tabaccheria delle marche di concessione governative Pagamento del bollo e della tassa di concessione governativa per le per le società di capitali, consorzi e aziende speciali (di cui al Dlgs 267/00) la tassa di concessione governativa deve essere pagata come segue: modello F/24, la cui copia va allegata al modello L2 per attestare l avvenuto pagamento delle tasse di concessione governative

11 Qualora si presentino per la vidimazione libri contabili di imprese di nuova costituzione, oppure di attività per le quali non sussiste l obbligo di iscrizione al Registro delle imprese, si allegherà al modello L2 la fotocopia del certificato di attribuzione della partita IVA. Casi particolari Il libro giornale e il libro inventari vanno numerati progressivamente ogni anno. La numerazione è eseguita per pagina (facciata) per foglio per facciata scrivibile (tabulato) a facciate contrapposte (giornale mastro). Il conteggio delle pagine ai fini dell imposta di bollo si fa in base alle facciate scrivibili, indipendentemente dal sistema di numerazione adottato. Il libro giornale e il libro inventari devono rispettare ciascuno una numerazione progressiva annuale (tutti gli altri tipi di libri non sono obbligati a tale progressione) e precisamente: se durante l anno solare è stato bollato o utilizzato in un primo momento un libro giornale di 200 pagine, la numerazione di un eventuale libro giornale successivo dovrà partire dalla pagina 201. I libri giornali sezionali hanno invece una loro numerazione distinta e progressiva, separata rispetto a quella del libro giornale dell impresa. Libro giornale e libro inventari (la bollatura è facoltativa)

12 La bollatura del libro giornale e libro inventari soggiace alle seguenti imposte: 1. per le società di capitali, consorzi, aziende speciali di cui al d.lgs. 267/00 pagamento della TCCGG tramite modello F24 come sopra precisato imposta di bollo di 14,62 ogni 100 pagine o frazione diritti di segreteria di 25,00 a prescindere dal numero delle pagine e per ogni libro 2. per le società di persone, cooperative, consorzi ex art c.c., imprenditore individuale Pagamento della TCCGG di 67,00 tramite c/c postale n o marche come sopra precisato Bollatura del libro giornale e libro inventari imposta di bollo di 29,24 ogni 100 pagine o frazione diritti di segreteria di 25,00 a prescindere dal numero delle pagine e per ogni libro Il registro cronologico tenuto dai liberi professionisti può essere vidimato in Camera di Commercio. Il registro bollato in qualsiasi anno, può comunque essere utilizzato anche oltre l anno di bollatura fino ad esaurimento dei fogli.

13 1. La bollatura da parte di società di capitali, consorzi, aziende speciali di cui al d.lgs. 267/00, soggiace ai seguenti adempimenti: pagamento della TCCGG tramite modello F24 come sopra precisato imposta di bollo di 14,62 ogni 100 pagine o frazione versamento dei diritti di segreteria di 25,00 a prescindere dal numero delle pagine e per ogni libro Libri di cui all art c.c. 2. La bollatura da parte di società di persone, cooperative, consorzi ex art c.c., imprenditore individuale, soggiace ai seguenti adempimenti: pagamento della TCCGG di 67,00 tramite c/c postale n o marche come sopra precisato imposta di bollo di 14,62 ogni 100 pagine o frazione diritti di segreteria di 25,00 a prescindere dal numero delle pagine e per ogni libro Dall entrata in vigore dell art. 8 della legge 383/01 è divenuta facoltativa la bollatura del libro giornale, del libro inventari e dei registri obbligatori ai fini delle imposte dirette e dell IVA. Pertanto coloro che intendono bollare detti libri sono soggetti agli stessi oneri previsti per i libri di cui all art c.c. Registri fiscali

14 I formulari dei rifiuti trasportati possono essere bollati presso la CCIAA di Verona se in provincia di Verona è ubicato lo stabilimento ove è tenuto il libro ovvero l impresa ha la sede legale. La bollatura di tali registri è esente da qualsiasi diritto (compresi i diritti di segreteria). Formulari dei rifiuti trasportati Dal i registri di carico e scarico previsti dalle norme in materia ambientale, di cui al dlgs 152/06, potranno essere vidimati esclusivamente dalle Camera di Commercio. La Camera di Commercio di Verona è competente a vidimare i registri di carico e scarico se in provincia di Verona Registri di carico e scarico è ubicato lo stabilimento ove è tenuto il libro ovvero l impresa ha la sede legale. La vidimazione di tali registri è soggetta al pagamento di 25,00 per diritti di segreteria. Ai sensi dell art. 10,comma 7, della L.99 del 23/07/2009, dal 15 agosto 2009 Il registro tenuto dal commissario liquidatore di società cooperative, enti o consorzi cooperativi, deve essere vidimato dalla Camera di Commercio competente per territorio. Per la vidimazione di ogni registro devono essere corrisposti il diritto di segreteria di 10,00 e una marca da bollo da 14,62 ogni 100 pagine o frazione di 100 (da applicare sull ultima pagina del registro). Registro tenuto dal commissario liquidatore di soc. cooperative, enti o consorzi cooperativi

GUIDA ALLA BOLLATURA DEI REGISTRI E LIBRI SOCIALI

GUIDA ALLA BOLLATURA DEI REGISTRI E LIBRI SOCIALI GUIDA ALLA BOLLATURA DEI REGISTRI E LIBRI SOCIALI REGISTRI E LIBRI DA BOLLARE PRESSO IL REGISTRO IMPRESE Il Codice Civile e il DPR 581/1995 prevedono che la bollatura dei libri contabili venga effettuata

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE DISTINTA DEI LIBRI E DELLE SCRITTURE CONTABILI DA BOLLARE E NUMERARE. Presentata dal Sig.

REGISTRO DELLE IMPRESE DISTINTA DEI LIBRI E DELLE SCRITTURE CONTABILI DA BOLLARE E NUMERARE. Presentata dal Sig. DISTINTA DEI LIBRI E DELLE SCRITTURE CONTABILI DA BOLLARE E NUMERARE Bologna, Numero protocollo Presentata dal Sig. RELATIVA ALLA SEGUENTE IMPRESA: Ditta (ragione o denominazione sociale): con sede in:

Dettagli

VIDIMAZIONE E BOLLATURA LIBRI SOCIALI - TASSE ANNUALI E BOLLI

VIDIMAZIONE E BOLLATURA LIBRI SOCIALI - TASSE ANNUALI E BOLLI STUDIO NOTARILE GIANLUCA CESARE PLATANIA Via dei Partigiani 5 - Bergamo Tel. 035 235001 - Fax 035 235868 www.notaioplatania.it email: gplatania@notariato.it VIDIMAZIONE E BOLLATURA LIBRI SOCIALI - TASSE

Dettagli

BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI

BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI 1. REGISTRI E LIBRI DA BOLLARE PRESSO IL REGISTRO IMPRESE Il Codice Civile e il DPR 581/1995 prevedono che la bollatura dei libri contabili venga effettuata o presso

Dettagli

GUIDA ALLA BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI

GUIDA ALLA BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI GUIDA ALLA BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI Aggiornamento marzo 2015 La legge 383/01 ha introdotto, con decorrenza 25 ottobre 2001, alcuni importanti novità in materia di bollatura di scritture e

Dettagli

LA BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI

LA BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI UFFICIO REGISTRO IMPRESE LA BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI Aggiornata Aprile 2013 Presso la Camera di Commercio di Grosseto vengono vidimati i libri ed i registri di imprese o soggetti (professionisti,

Dettagli

GUIDA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

GUIDA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI LATINA GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI Aggiornata al 01/02/2014 Ha curato particolarmente la stesura e l aggiornamento della presente

Dettagli

GUIDA ALLA BOLLATURA E VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI

GUIDA ALLA BOLLATURA E VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI GUIDA ALLA BOLLATURA E VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI L'Ufficio Registro Imprese effettua la bollatura dei libri sociali e dei registri previsti da leggi speciali, a meno che la legge stessa non indichi

Dettagli

GUIDA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

GUIDA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI LATINA GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI Aggiornata al 26 luglio 2010 A cura del dott. Luciano Ciccaglione VIDIMAZIONE OBBLIGATORIA

Dettagli

LA BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI E SOCIALI

LA BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI E SOCIALI CAMERA DI COMMERCIO DI LIVORNO UFFICIO REGISTRO IMPRESE LA BOLLATURA DEI LIBRI CONTABILI E SOCIALI Luglio 2013 Conservatore R.I.: Dott. Pierluigi Giuntoli REV6 IST/BOLL/1 1. Premessa LA BOLLATURA DEI LIBRI

Dettagli

GUIDA ALLA VIDIMAZIONE E BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI

GUIDA ALLA VIDIMAZIONE E BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI GUIDA ALLA VIDIMAZIONE E BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI Sommario 1 Competenza Territoriale del Registro Imprese... 3 2 - Informazioni in materia di bollatura e numerazione dei libri e registri contabili...

Dettagli

BOLLATURA E NUMERAZIONE INIZIALE DI LIBRI E REGISTRI

BOLLATURA E NUMERAZIONE INIZIALE DI LIBRI E REGISTRI Pagina 1 di 8 Pagina 2 di 8 Per effetto della Legge 383 del 18/10/01, entrata in vigore il 25/10/01, è venuto meno l obbligo di procedere alla numerazione e alla bollatura presso i notai ed il Registro

Dettagli

BOLLATURA E NUMERAZIONE LIBRI SOCIALI OBBLIGATORI E ALTRI LIBRI O REGISTRI PER I QUALI L OBBLIGO DELLA BOLLATURA E PREVISTO DA NORME SPECIALI.

BOLLATURA E NUMERAZIONE LIBRI SOCIALI OBBLIGATORI E ALTRI LIBRI O REGISTRI PER I QUALI L OBBLIGO DELLA BOLLATURA E PREVISTO DA NORME SPECIALI. Avvertenze generali Occorre compilare il modello DISTINTA VIDIMAZIONI indicando le generalità di chi presenta il modello (può essere anche un incaricato dell impresa) e i dati identificativi dell impresa,

Dettagli

BOLLATURA E NUMERAZIONE LIBRI SOCIALI OBBLIGATORI E ALTRI LIBRI O REGISTRI PER I QUALI L OBBLIGO DELLA BOLLATURA E PREVISTO DA NORME SPECIALI.

BOLLATURA E NUMERAZIONE LIBRI SOCIALI OBBLIGATORI E ALTRI LIBRI O REGISTRI PER I QUALI L OBBLIGO DELLA BOLLATURA E PREVISTO DA NORME SPECIALI. Avvertenze generali Occorre compilare il modello DISTINTA VIDIMAZIONI indicando le generalità di chi presenta il modello (può essere anche un incaricato dell impresa) e i dati identificativi dell impresa,

Dettagli

VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI DELLE IMPRESE

VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI DELLE IMPRESE CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA RAVENNA Circolare n. 9 del 12/09/05 VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI DELLE IMPRESE Ravenna, settembre 2005 a cura di: dott.ssa Francesca Collina 1 VIDIMAZIONE

Dettagli

GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI (Aggiornata a dicembre 2013) 1. COMPETENZA TERRITORIALE DEL REGISTRO IMPRESE Competente alla bollatura è la Camera di Commercio nella

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE. GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

REGISTRO DELLE IMPRESE. GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI Aggiornata al 11/12/2014 INDICE 1. COMPETENZA TERRITORIALE DEL REGISTRO IMPRESE... 3 2. PREPARAZIONE DEI LIBRI DA BOLLARE... 3 3. LIBRO

Dettagli

Circolare N.42 del 7 Marzo 2013. Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 18 marzo 2013

Circolare N.42 del 7 Marzo 2013. Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 18 marzo 2013 Circolare N.42 del 7 Marzo 2013 Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 18 marzo 2013 Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 18 marzo 2013 Gentile cliente con la presente intendiamo

Dettagli

BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI Alla conclusione di ciascun anno è buona norma per le imprese ed i professionisti verificare il pieno rispetto delle regole di tenuta delle scritture contabili, intese

Dettagli

Circolare N.31 del 28 Febbraio 2014

Circolare N.31 del 28 Febbraio 2014 Circolare N.31 del 28 Febbraio 2014 Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 17 marzo 2014 Gentile cliente con la presente intendiamo ricordarle che il 17 marzo 2014 (poiché il 16 cade di domenica)

Dettagli

Studio Luciano Lancellotti

Studio Luciano Lancellotti News per i Clienti dello studio del 3 Marzo 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Tassa vidimazione libri sociali: alla cassa entro il prossimo 16.03.2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

Numerazione e Vidimazione registri di carico e scarico rifiuti

Numerazione e Vidimazione registri di carico e scarico rifiuti Area Ambiente e Sicurezza Numerazione e Vidimazione registri di carico e scarico rifiuti Dal 13 febbraio 2008, i registri di carico e scarico rifiuti devono essere numerati e vidimati dalla Camera di Commercio

Dettagli

Ai Gentili Clienti Loro sedi

Ai Gentili Clienti Loro sedi Consulenza Tributaria, del lavoro e gestionale Centro elaborazione dati contabili Elaborazione cedolini paga Scheda n. 27 del 20 ottobre 2006 Ai Gentili Clienti Loro sedi LIBRI E REGISTRI CONTABILI: BOLLATURA

Dettagli

Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 16 marzo 2012

Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 16 marzo 2012 CIRCOLARE A.F. N. 31 del 1 Marzo 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 16 marzo 2012 Gentile cliente con la presente intendiamo ricordarle che il 16 marzo

Dettagli

Oggetto: Il versamento della tassa libri sociali 2015

Oggetto: Il versamento della tassa libri sociali 2015 Legnano, 06 Marzo 2015 Alle imprese assistite Oggetto: Il versamento della tassa libri sociali 2015 Entro il 16.3.2015 le società di capitali (spa, srl e sapa) devono provvedere al versamento della tassa

Dettagli

ADEMPIMENTI PER LA BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI

ADEMPIMENTI PER LA BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE ADEMPIMENTI PER LA BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI Versione 6 marzo 2014 (inserite precisazioni sulla tassa di concessione governativa) 1 Indice generale 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3

Dettagli

MODALITÀ DI TENUTA DEI LIBRI E DEI REGISTRI CONTABILI

MODALITÀ DI TENUTA DEI LIBRI E DEI REGISTRI CONTABILI MODALITÀ DI TENUTA DEI LIBRI E DEI REGISTRI CONTABILI OBBLIGATORI. APPROFONDIMENTI Sommario: 1. Premessa 2. Quadro normativo attuale 3. Numerazione dei libri e dei registri contabili 4. Tassa sulle concessioni

Dettagli

Oggetto: Nuove modalità di versamento dell imposta di bollo su documenti informatici

Oggetto: Nuove modalità di versamento dell imposta di bollo su documenti informatici Dott. Sandro Guarnieri Dott. Marco Guarnieri Dott. Corrado Baldini A tutti i sigg.ri Clienti Loro sedi Dott. Cristian Ficarelli Dott.ssa Elisabetta Macchioni Dott.ssa Sara Saccani Reggio Emilia, lì 9/1/2015

Dettagli

L IMPOSTA DI BOLLO E GLI ADEMPIMENTI PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO

L IMPOSTA DI BOLLO E GLI ADEMPIMENTI PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO L IMPOSTA DI BOLLO E GLI ADEMPIMENTI PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO SCHEDA N. 3 Parte Seconda Claudio Venturi - Imposta di bollo Scheda n. 3 Parte Seconda 26 Giugno 2013 Pag. 1/30 www.tuttocamere.it PRATICA

Dettagli

LIBRO GIORNALE (1/8) LIBRO GIORNALE (Art. 2216 c.c.) Il libro giornale deve indicare giorno per giornole operazioni relative all'esercizio dell'impresa. Conseguentemente esso contiene le registrazioni

Dettagli

Libro giornale NO NO SI artt. 2215, 2216, 2217 c.c. Libro degli inventari NO NO SI artt. 2215, 2216, 2217 c.c.

Libro giornale NO NO SI artt. 2215, 2216, 2217 c.c. Libro degli inventari NO NO SI artt. 2215, 2216, 2217 c.c. LA SEMPLIFICAZIONE PER SCRITTURE CONTABILI E REGISTRI FISCALI La legge sul rilancio dell economia, entrata in vigore il 25 ottobre scorso, ha soppresso o semplificato alcuni adempimenti considerati onerosi

Dettagli

I termini di stampa dei registri e libri contabili

I termini di stampa dei registri e libri contabili ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 19 8 OTTOBRE 2014 I termini di stampa dei registri e libri contabili Copyright 2014 Acerbi

Dettagli

I termini di stampa dei registri e libri contabili

I termini di stampa dei registri e libri contabili ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 19 5 DICEMBRE 2015 I termini di stampa dei registri e libri contabili Copyright 2015 Acerbi

Dettagli

COSTITUZIONE DI UNA COOPERATIVA Adempimenti e costi

COSTITUZIONE DI UNA COOPERATIVA Adempimenti e costi COSTITUZIONE DI UNA COOPERATIVA Adempimenti e costi A cura di Consulenza e Cooperazione Società Cooperativa info@consulenzaecooperazione.it conscocoop@legalmail.it Riproduzione riservata L idea d impresa

Dettagli

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI E DELLE SCRITTURE CONTABILI

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI E DELLE SCRITTURE CONTABILI LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI E DELLE SCRITTURE CONTABILI TABELLE RIEPILOGATIVE TABELLA A IL LIBRO GIORNALE E IL LIBRO DEGLI INVENTARI Imposta di bollo Libro giornale e libro Imprenditori Commerciali

Dettagli

TASSE SULLE CONCESSIONI GOVERNATIVE. Claudio Venturi Tassa sulle concessioni governative Luglio 2007 Pag. 1/33 www.tuttocamere.it

TASSE SULLE CONCESSIONI GOVERNATIVE. Claudio Venturi Tassa sulle concessioni governative Luglio 2007 Pag. 1/33 www.tuttocamere.it TASSE SULLE CONCESSIONI GOVERNATIVE Claudio Venturi Tassa sulle concessioni governative Luglio 2007 Pag. 1/33 www.tuttocamere.it OGGETTO DELLA TASSA ATTI SOGGETTI AL PAGAMENTO DELLA TASSA MODALITA DI PAGAMENTO

Dettagli

NUMERAZIONE DEI LIBRI CONTABILI E LE MODALITA DI ASSOLVIMENTO DELL IMPOSTA DI BOLLO

NUMERAZIONE DEI LIBRI CONTABILI E LE MODALITA DI ASSOLVIMENTO DELL IMPOSTA DI BOLLO NUMERAZIONE DEI LIBRI CONTABILI E LE MODALITA DI ASSOLVIMENTO DELL IMPOSTA DI BOLLO GLI ULTIMI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE LA RISOLUZIONE N. 85 DEL 12 MARZO 2002 Circolare n. 10/2002 Documento

Dettagli

Studio Rosina e Associati

Studio Rosina e Associati FULVIO ROSINA DANIELA ROSINA ANT ANTONIO ROSINA GIOVANNI TRAVERSO MAURIZIO CIVARDI FRANCESCO PITTIGLIO SIMONETTA MANFREDINI STEFANO LUPINI MASSIMO SCOTTON MARCO SANGUINETI SIMONE PAZZAGLIA PAOLA BROVERO

Dettagli

MODULO B Deposito di bilanci di esercizio e situazioni patrimoniali. AVVERTENZE GENERALI

MODULO B Deposito di bilanci di esercizio e situazioni patrimoniali. AVVERTENZE GENERALI MODULO B Deposito di bilanci di esercizio e situazioni patrimoniali. AVVERTENZE GENERALI Soggetti utilizzatori del modulo Società per azioni Società a responsabilità limitata Società in accomandita per

Dettagli

LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE

LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE Claudio Venturi Libri sociali, registri, scritture e documenti contabili Numerazione, bollatura,

Dettagli

2. SOPPRESSIONE DELL OBBLIGO

2. SOPPRESSIONE DELL OBBLIGO Cattedra di diritto commerciale Prof. Gian Domenico Mosco MATERIALI Circolare Agenzia delle Entrate 22 ottobre 2001, n.92 E - Soppressione e semplificazione di adempimenti a carico del contribuente. (Estratto)

Dettagli

OGGETTO: Acconto IVA. La scadenza del 28.12.2015

OGGETTO: Acconto IVA. La scadenza del 28.12.2015 CIRCOLARE N. 5/2015 UMBERTIDE, 21 Dicembre 2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Acconto IVA. La scadenza del 28.12.2015 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo, intendiamo

Dettagli

Decreto legislativo sulla disciplina Tributaria degli enti non commerciali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) DLGS 460/97

Decreto legislativo sulla disciplina Tributaria degli enti non commerciali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) DLGS 460/97 Decreto legislativo sulla disciplina Tributaria degli enti non commerciali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) DLGS 460/97 Agevolazioni ai fini delle imposte sui redditi ARTICOLO

Dettagli

LA STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI PER L' ANNO 2014

LA STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI PER L' ANNO 2014 LA STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI PER L' ANNO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Entro il 31 Dicembre 2015 i contribuenti che tengono la contabilità con sistemi meccanografici devono procedere alla stampa dei

Dettagli

COMUNE DI CAPO DI PONTE PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI CAPO DI PONTE PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI CAPO DI PONTE PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.) E DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI (T.A.R.S.U.). Approvato

Dettagli

LE COOPERATIVE SOCIALI. Relatori: Claudia Tesio Giorgio Agnello

LE COOPERATIVE SOCIALI. Relatori: Claudia Tesio Giorgio Agnello LE COOPERATIVE SOCIALI Relatori: Claudia Tesio Giorgio Agnello 11 novembre 2014 LEGGE 8 novembre 1991 n. 381 Art. 1 Definizione Le cooperative sociali hanno lo scopo di perseguire l INTERESSE GENERALE

Dettagli

Quale tipo di società scegliere per il proprio business

Quale tipo di società scegliere per il proprio business Quale tipo di società scegliere per il proprio business È possibile scegliere la forma giuridica più conveniente all interno di queste quattro categorie: 1) Impresa individuale 2) Società di persone 3)

Dettagli

UFFICIO REGISTRO IMPRESE

UFFICIO REGISTRO IMPRESE CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA TRENTO UFFICIO REGISTRO IMPRESE ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO AL REGISTRO DELLE IMPRESE DEI BILANCI FINALI DI LIQUIDAZIONE DELLE SOCIETA DI CAPITALE

Dettagli

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. Normativa di riferimento.

Dettagli

COMUNE DI MOZZANICA PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI MOZZANICA PROVINCIA DI BERGAMO Allegato alla deliberazione di C.C. n. 41 del 28.11.2011 Il Segretario Comunale Dott.ssa Crescenza Gaudiuso COMUNE DI MOZZANICA PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE PER LE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE

Dettagli

Estratto dal D. L. 04/12/97 n. 460

Estratto dal D. L. 04/12/97 n. 460 Estratto dal D. L. 04/12/97 n. 460 1. RIFORMA DELLA DISCIPLINA TRIBUTARIA DEGLI ENTI NON COMMERCIALI E ISTITUZIONE DELLE ONLUS modifica la disciplina degli enti non commerciali in materia di imposte sul

Dettagli

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. Normativa di riferimento.

Dettagli

ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE. Principali disposizioni fiscali e tributarie

ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE. Principali disposizioni fiscali e tributarie ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE Principali disposizioni fiscali e tributarie OBBLIGHI FISCALI L Associazione è soggetta a specifiche norme fiscali, anche se svolge soltanto l attività

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI BIELLA UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E REGISTRI DI IMPRESA

CAMERA DI COMMERCIO DI BIELLA UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E REGISTRI DI IMPRESA CAMERA DI COMMERCIO DI BIELLA UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E REGISTRI DI IMPRESA Aggiornata a Luglio 2010 Ufficio Registro Imprese di Biella - Guida alla bollatura

Dettagli

ART. 20 DPR 600/73 ODV - ADEMPIMENTI CONTABILI

ART. 20 DPR 600/73 ODV - ADEMPIMENTI CONTABILI SLIDE 1/7 ODV - ADEMPIMENTI CONTABILI RIEPILOGO SCRITTURE CONTABILI DEGLI ENTI NON COMMERCIALI (INCLUSE LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO EX L. 266/1991) ART. 20 DPR 600/73 ENTI NON COMMERCIALI CON SOLO

Dettagli

1.a. Aspetti gestionali

1.a. Aspetti gestionali 1.a. Aspetti gestionali Per le Associazioni sportive l attività istituzionale è quella svolta in conformità alle finalità statutarie e rivolta agli associati. Il decreto legislativo del 4 dicembre 1997,

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI TRANI

TRIBUNALE ORDINARIO DI TRANI Richiesta di registrazione dei periodici Il/La sottoscritto/a (persona fisica): La sottoscritta società (persona giuridica associazioni, società, ecc): o IN QUALITA DI LEGALE DEL CHIEDE La registrazione

Dettagli

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista 1/6 OGGETTO COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA RELATIVA ALL ANNO 2013 RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 9 D.P.R. 7 DICEMBRE 2001 N. 435; ART. 8BIS D.P.R. 22 LUGLIO 1998 N. 322; PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

OMAGGI A CLIENTI E FORNITORI

OMAGGI A CLIENTI E FORNITORI Spett.le DITTA/ SOCIETÀ CIRCOLARE n. CF 31/2006 Come comunicato con la circolare CC 02/2006, Vi rinnoviamo la segnalazione che nella nuova veste del nostro sito internet www.studiosinergie.it, sono costantemente

Dettagli

LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE

LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE Claudio Venturi Libri sociali, registri, scritture e documenti contabili Numerazione, bollatura,

Dettagli

PROCEDURA PER IL DEPOSITO SU SUPPORTO CARTACEO

PROCEDURA PER IL DEPOSITO SU SUPPORTO CARTACEO CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA REGISTRO IMPRESE VERONA PARTITA IVA E C.F.: N.00653240234 FAX:045/594648 37100 Verona - Corso P. Nuova,96-Tel.0458085011 ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO

Dettagli

OGGETTO:Stampa registri contabili entro il 30.12.2015

OGGETTO:Stampa registri contabili entro il 30.12.2015 Informativa per la clientela di studio del 16.12.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO:Stampa registri contabili entro il 30.12.2015 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo

Dettagli

TABELLA A Allegata al Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 17 luglio 2012

TABELLA A Allegata al Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 17 luglio 2012 IMPORTI DIRITTI DI SEGRETERIA PER IL REGISTRO DELLE IMPRESE diritto di segreteria SOCIETÀ ED ENTI COLLETTIVI 1. Iscrizioni, modificazioni e cancellazioni 10 allo sportello telematico diritto di segreteria

Dettagli

GUIDA alla. Bollatura dei libri e dei registri

GUIDA alla. Bollatura dei libri e dei registri AREA ANAGRAFE ECONOMICA SETTORE IMMISSIONE DATI E PRODOTTI R.I. REGISTRO IMPRESE GUIDA alla Bollatura dei libri e dei registri A cura di Giuseppe Galliano Responsabile settore Immissione dati e prodotti

Dettagli

COMUNE DI MOZZANICA PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI MOZZANICA PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI MOZZANICA PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE PER LE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE CONCESSE NELL AMBITO DEGLI STRUMENTI DI PROMOZIONE E SVILUPPO DEL TESSUTO COMMERCIALE NEL CENTRO STORICO (adottato

Dettagli

I POSSIBILI PERCORSI

I POSSIBILI PERCORSI I POSSIBILI PERCORSI Percorso A - Ditta individuale Cosa Quando Dove Note 1. Non è più prevista l iscrizione del titolare al REC (per qualsiasi attività commerciale compresa la somministrazione di alimenti

Dettagli

ASPETTI AMMINISTRATIVI E CONTABILI DELLE ASSOCIAZIONI. Relatore Dott.ssa Luisa Mortati

ASPETTI AMMINISTRATIVI E CONTABILI DELLE ASSOCIAZIONI. Relatore Dott.ssa Luisa Mortati ASPETTI AMMINISTRATIVI E CONTABILI DELLE ASSOCIAZIONI Relatore Dott.ssa Luisa Mortati WORKSHOP IL FISCO E LA SICUREZZA PER LE ASSOCIAZIONI Giovedì, 16 Ottobre 2014 AGENDA LE ASSOCIAZIONI COSTITUZIONE e

Dettagli

RICHIESTA DI LICENZA DI MACINAZIONE AD USO ALIMENTARE/ZOOTECNICO

RICHIESTA DI LICENZA DI MACINAZIONE AD USO ALIMENTARE/ZOOTECNICO UFFICIO LICENZE RICHIESTA DI LICENZA DI MACINAZIONE AD USO ALIMENTARE/ZOOTECNICO ALLA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI BOLOGNA UFFICIO LICENZE Piazza Costituzione n. 8-3 piano

Dettagli

GUIDA ALLA BOLLATURA DEI REGISTRI E LIBRI SOCIALI

GUIDA ALLA BOLLATURA DEI REGISTRI E LIBRI SOCIALI GUIDA ALLA BOLLATURA DEI REGISTRI E LIBRI SOCIALI REGISTRI E LIBRI DA BOLLARE PRESSO IL REGISTRO IMPRESE Il Codice Civile e il DPR 581/1995 prevedono che la bollatura dei libri contabili venga effettuata

Dettagli

La tenuta e la conservazione delle scritture contabili con modalità informatiche: regole e novità

La tenuta e la conservazione delle scritture contabili con modalità informatiche: regole e novità Focus di pratica professionale di Luca Signorini La tenuta e la conservazione delle scritture contabili con modalità informatiche: regole e novità Introduzione Da tempo l informatica costituisce parte

Dettagli

GUIDA alla Bollatura dei libri e dei registri

GUIDA alla Bollatura dei libri e dei registri AREA ANAGRAFE ECONOMICA SETTORE IMMISSIONE DATI E PRODOTTI REGISTRO IMPRESE GUIDA alla Bollatura dei libri e dei registri A cura di: A. Nicola Responsabile del settore Immissione dati e prodotti Registro

Dettagli

PRESUPPOSTO SOGGETTIVO DELL IRAP

PRESUPPOSTO SOGGETTIVO DELL IRAP 2 PRESUPPOSTO SOGGETTIVO DELL IRAP DLgs. 446/97 3 Prassi C.M. 4.6.98 n. 141/E; C.M. 26.7.2000 n. 148/E; Circ. Agenzia delle Entrate 6.8.2007 n. 48; Circ. Agenzia delle Entrate 19.11.2007 n. 61; Circ. Agenzia

Dettagli

Oggetto: STAMPA DELLA CONTABILITA ANNO 2012.

Oggetto: STAMPA DELLA CONTABILITA ANNO 2012. INFORMATIVA N. 30 / 2013 Ai gentili Clienti dello Studio Oggetto: STAMPA DELLA CONTABILITA ANNO 2012. Riferimenti: - Art. 7, comma 4-ter, DL n. 357/94 - Art. 1, comma 161, Legge n. 244/2007 - Artt. 15,

Dettagli

Regolamento Comunale per l istituzione e la gestione del fondo speciale destinato alla creazione di nuova occupazione e di nuove imprese.

Regolamento Comunale per l istituzione e la gestione del fondo speciale destinato alla creazione di nuova occupazione e di nuove imprese. COMUNE DI LORENZANA Provincia di Pisa Via Antonio Gramsci, 27 - C.A.P. 56043 - P. IVA: 00388480501 - Tel. 050 662622 - Fax 050 662881 www.comune.lorenzana.pi.it Regolamento Comunale per l istituzione e

Dettagli

Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali

Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali 1 Libri contabili tenuti in forma cartacea Libri contabili tenuti con sistemi meccanografici Libri contabili elettronici

Dettagli

OGGETTO: Stampa registri contabili entro il 30.12.2015

OGGETTO: Stampa registri contabili entro il 30.12.2015 Ai gentili Associati Loro sedi OGGETTO: Stampa registri contabili entro il 30.12.2015 Premessa Entro il 30 dicembre 2015 sarà necessario procedere alla stampa dei registri contabili. ENTRO QUANDO CHI LE

Dettagli

Regolamento Comunale per l istituzione e la gestione del Fondo Speciale destinato alla creazione di nuove imprese e di nuova occupazione.

Regolamento Comunale per l istituzione e la gestione del Fondo Speciale destinato alla creazione di nuove imprese e di nuova occupazione. CITTA DI OMEGNA PROVINCIA DEL VERBANO-CUSIO-OSSOLA Regolamento Comunale per l istituzione e la gestione del Fondo Speciale destinato alla creazione di nuove imprese e di nuova occupazione. (approvato con

Dettagli

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione)

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione) Oggetto: Domanda di contributo per la realizzazione di iniziative sportive e del tempo libero. (Ogni domanda deve essere presentata per una singola iniziativa o progetto unitario.) L.R. 9 marzo 1988 n.

Dettagli

f e r d i n a n d o b o c c i a

f e r d i n a n d o b o c c i a NETWORK TRA LIBERI PROFESSIONISTI Dottori Commercialisti ed esperti contabili Ferdinando Boccia Gualtiero Castiglioni Paola Castiglioni Enrico Colombo Bolla Massimo De Marchi Marco Grecchi Roberto Ianni

Dettagli

STUDIO ANDRETTA & PARTNERS MAURO O. ANDRETTA DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE

STUDIO ANDRETTA & PARTNERS MAURO O. ANDRETTA DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE La COSTITUZIONE di una ASD e di una Società Sportiva di capitali L attività sportiva dilettantistica, con l introduzione della Finanziaria del 2003 (Legge n.289 del 27/12/2002 articolo 90), può essere

Dettagli

Termini 30 giorni dalla data dell'atto o dalla notizia della nomina.

Termini 30 giorni dalla data dell'atto o dalla notizia della nomina. Nomine, modifiche, cessazioni cariche sociali Normativa Artt. 2383, 2385, 2386, 2396, 2400, 2401, 2454, 2475 e 2542 codice civile (sistema tradizionale); Artt. 2409 novies e 2409 undecies codice civile

Dettagli

MODELLO IVA 26 DICHIARAZIONE DI ADESIONE AL REGIME PREVISTO PER LE SOCIETÁ CONTROLLANTI E CONTROLLATE E COMUNICAZIONE DELLE VARIAZIONI ISTRUZIONI

MODELLO IVA 26 DICHIARAZIONE DI ADESIONE AL REGIME PREVISTO PER LE SOCIETÁ CONTROLLANTI E CONTROLLATE E COMUNICAZIONE DELLE VARIAZIONI ISTRUZIONI MODELLO IVA 26 DICHIARAZIONE DI ADESIONE AL REGIME PREVISTO PER LE SOCIETÁ CONTROLLANTI E CONTROLLATE E COMUNICAZIONE DELLE VARIAZIONI ISTRUZIONI Gli articoli di legge richiamati nel modello e nelle istruzioni

Dettagli

DOMANDA PER OTTENERE IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE A SEGUITO DEL TRASFERIMENTO DELLA PROPRIETA DI AGENZIA (comma 3 art. 4 L.11/94) Il sottoscritto

DOMANDA PER OTTENERE IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE A SEGUITO DEL TRASFERIMENTO DELLA PROPRIETA DI AGENZIA (comma 3 art. 4 L.11/94) Il sottoscritto mod. 01(dom) -8/09.15 DOMANDA PER OTTENERE IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE A SEGUITO DEL TRASFERIMENTO DELLA PROPRIETA DI AGENZIA (comma 3 art. 4 L.11/94) Spazio per il protocollo Marca da bollo Al LIBERO

Dettagli

COME SI COSTITUISCE UN ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA

COME SI COSTITUISCE UN ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA COME SI COSTITUISCE UN ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L attività sportiva dilettantistica, con l introduzione della Finanziaria del 2003 (Legge n.289 del 27/12/2002 articolo 90), può essere esercitata

Dettagli

Oggetto: Informativa n. 18 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Nuova modalità di presentazione dei modelli F24;

Oggetto: Informativa n. 18 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Nuova modalità di presentazione dei modelli F24; Alle ditte Clienti Loro sedi Parma, 27 ottobre 2014 Oggetto: Informativa n. 18 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a: Obbligo di comunicazione

Dettagli

Forma giuridica dell impresa. Impresa individuale. Ditta individuale. Società. L avvio di un attività domande frequenti. Dott.

Forma giuridica dell impresa. Impresa individuale. Ditta individuale. Società. L avvio di un attività domande frequenti. Dott. La scelta della forma giuridica e la governance Dott. Paolo Bolzonella L avvio di un attività domande frequenti Come si fa ad avviare un impresa? Quale tipo di impresa scegliere? Quali requisiti occorrono?

Dettagli

UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE DI MILANO

UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE DI MILANO UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE DI MILANO DEPOSITO DEI BILANCI - CASISTICA DEI MOTIVI DI SOSPESO PIÙ RICORRENTI 1) COMPILAZIONE MODELLO DICHIARAZIONE DI INCARICO DA PARTE DEL PROFESSIONISTA Manca o

Dettagli

COMMENTI L OBBLIGO DELLA PEC PER LE IMPRESE INDIVIDUALI

COMMENTI L OBBLIGO DELLA PEC PER LE IMPRESE INDIVIDUALI MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners ragionieri commercialisti economisti d impresa valdagno (vi) via l. festari,15 tel. 0445/406758/408999 - fax 0445/408485 dueville (vi) - via g. rossi, 26 tel. 0444/591846

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - PADOVA UFFICIO BREVETTI TELEFONO: 0498208236 / 143 / 235 e-mail : brevetti@pd.camcom.

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - PADOVA UFFICIO BREVETTI TELEFONO: 0498208236 / 143 / 235 e-mail : brevetti@pd.camcom. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - PADOVA UFFICIO BREVETTI TELEFONO: 0498208236 / 143 / 235 e-mail : brevetti@pd.camcom.it ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI REGISTRAZIONE

Dettagli

VADEMECUM PER LA STAMPA E LA CONSERVAZIONE OTTICA DEI REGISTREI CONTABILI

VADEMECUM PER LA STAMPA E LA CONSERVAZIONE OTTICA DEI REGISTREI CONTABILI VADEMECUM PER LA STAMPA E LA CONSERVAZIONE OTTICA DEI REGISTREI CONTABILI Come noto, le imprese / lavoratori autonomi, in relazione ai registri contabili nonché, limitatamente alle imprese in contabilità

Dettagli

ONLUS E ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO SINTESI DEGLI ADEMPIMENTI FISCALI

ONLUS E ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO SINTESI DEGLI ADEMPIMENTI FISCALI ONLUS E ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO SINTESI DEGLI ADEMPIMENTI FISCALI - IMPOSTE SUL REDDITO (IRES) - OBBLIGHI DICHIARATIVI - IMPOSTA REGIONALE SULLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE (IRAP) - AGEVOLAZIONI/ESENZIONI

Dettagli

PROCEDIMENTI SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE

PROCEDIMENTI SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE PROCEDIMENTI SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE Nome procedimento: Segnalazione Certificata Inizio Attività per l'esercizio di Somministrazione di Alimenti e Bevande. SCIA per l'esercizio di Somministrazione

Dettagli

RIPRODUZIONE VIETATA

RIPRODUZIONE VIETATA AVVOCATI E COMMERCIALISTI ASSOCIATI Bari Bologna Brescia Cagliari Firenze Lecco Milano Padova Roma Torino http://www.lslex.com Circolare Monotematica Novità fatturazione 2013 Data: 11 gennaio 2013 Indice

Dettagli

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI

R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI R21 - QUADRO RZ - DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA RELATIVA A INTERESSI, ALTRI REDDITI DI CAPITALE E REDDITI DIVERSI 21.1 Generalità Il quadro RZ deve essere compilato dai soggetti che hanno corrisposto

Dettagli

L IMPOSTA DI BOLLO TARIFFA ALLEGATO A PARTE PRIMA ART.

L IMPOSTA DI BOLLO TARIFFA ALLEGATO A PARTE PRIMA ART. L IMPOSTA DI BOLLO TARIFFA ALLEGATO A PARTE PRIMA ART. 3 Fatture, note, ricevute, quietanze, estratti conto SCHEDA N. 4 Claudio Venturi - Imposta di bollo Scheda n. 4 26 Giugno 203 Pag. /8 www.tuttocamere.it

Dettagli

Circolare n. 21. del 2 luglio 2013. Imposta di bollo - Aumento degli importi INDICE

Circolare n. 21. del 2 luglio 2013. Imposta di bollo - Aumento degli importi INDICE Circolare n. 21 del 2 luglio 2013 Imposta di bollo - Aumento degli importi fissi INDICE 1 Premessa...2 2 Decorrenza degli aumenti...2 3 Ammontare dei nuovi importi...2 4 Ambito di applicazione dei nuovi

Dettagli

LA REGOLARE TENUTA E LA STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI PER L' ANNO 2010

LA REGOLARE TENUTA E LA STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI PER L' ANNO 2010 LA REGOLARE TENUTA E LA STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI PER L' ANNO 2010 Entro il 31 Dicembre 2011 i contribuenti che tengono la contabilità con sistemi meccanografici devono procedere alla stampa dei registri

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI BIELLA UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E REGISTRI DI IMPRESA

CAMERA DI COMMERCIO DI BIELLA UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E REGISTRI DI IMPRESA CAMERA DI COMMERCIO DI BIELLA UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E REGISTRI DI IMPRESA Aggiornata a dicembre 2013 Libri sociali La Camera di Commercio di Biella esegue il

Dettagli

REGISTRO DI CARICO E SCARICO

REGISTRO DI CARICO E SCARICO REGISTRO DI CARICO E SCARICO Il registro di carico e scarico è un documento di tipo formale che deve contenere tutte le informazioni relative alle caratteristiche qualitative e quantitative dei rifiuti

Dettagli

Circolare N.152 del 16 novembre 2011. La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori

Circolare N.152 del 16 novembre 2011. La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori Circolare N.152 del 16 novembre 2011 La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori Con la presente informativa, per tutti i clienti

Dettagli