SCUOLA SOTTUFFICIALI MARINA MILITARE TARANTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCUOLA SOTTUFFICIALI MARINA MILITARE TARANTO"

Transcript

1 Guida per il Tirocinio Pratico a Bordo Corso N.MRS Cat. TSC / Spec. EAD SCUOLA SOTTUFFICIALI MARINA MILITARE TARANTO PARTE TERZA delle NORME E GUIDA PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO PRATICO INDIVIDUALE CORSO N.MRS Guida specialistica: CATEGORIA TSC SPECIALITA EAD EDIZIONE LUGLIO 2013

2 GUIDA PER IL TIROCINIO PRATICO A BORDO CATEGORIA TSC SPECIALITA EAD C 3^ Cl. TSC/EAD ( Cognome ) ( Nome ) Corso Matricola Tirocinio svolto dal / / al / / Comando/Ente 1-2

3 1.- CRITERI GENERALI PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO a) La guida è articolata nelle seguenti due sezioni: Sezione 2 - Schede operative inerenti la specialità durata: 3 settimane. Sezione 3 - Schede operative inerenti l abilitazione durata: 7 settimane. b) In allegato A sono riportate le materie specialistiche svolte durante il corso N.MRS. La conoscenza del Piano di Studi specialistico consentirà di predisporre gli strumenti di verifica per la valutazione della preparazione professionale del tirocinante. 2.- INDICE DEGLI ARGOMENTI DA SVOLGERE DURANTE IL TIROCINIO a. SCHEDE OPERATIVE INERENTI LA SPECIALITA - Organizzazione del Servizio/Reparto; - Norme di sicurezza. b. SCHEDE OPERATIVE INERENTI L ABILITAZIONE - Manutenzioni; - Compiti; - Competenze. 1-3

4 SEZIONE 2 SCHEDE OPERATIVE INERENTI LA SPECIALITA ( da completare entro la 5^ settimana d imbarco ) Certificazione del Capo Servizio / Capo Reparto Gli argomenti siglati come completati, sono stati portati a termine completamente e con precisione. I Sottufficiali che hanno firmato l'esecuzione dell'esercizio ne hanno avuto da me autorizzazione. Per Capo tecnico Impianti di artiglieria intendasi il militare più anziano fra i Capo Impianto 127/54 40/70 76/62. Il Capo Servizio / Capo Reparto 2-1

5 ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO/REPARTO ASSEGNAZIONE ALLE SINGOLE COMPONENTI / DESTINAZIONI 2.1 Discutere con il Capo Servizio / Capo Reparto dei seguenti argomenti: a. Responsabilità, compiti ed organizzazione dei Servizi/Reparti; b. Compiti e attribuzioni dei Capi Servizio e dei Capi Reparto; c. Ruoli del personale assegnato ai Reparti. ( Il Capo Servizio / Capo Reparto ) 2.2 Discutere con il Sott.le responsabile del munizionamento dei seguenti argomenti: a. Compiti e attribuzioni del Sott.le al MUN; b. Aree, sistemi, impianti ed apparati di competenza; c. Sicurezza dei depositi munizioni. 2.3 Discutere con il Capo Tecnico AA.DD.TT. dei seguenti argomenti: ( Sott.le responsabile MUN) a. Compiti e attribuzioni del Capo Tecnico AA.DD.TT.; ( Capo Tecnico AA.DD.TT. ) 2.4 Discutere con il Capo Tecnico TLC dei seguenti argomenti: a. Compiti e attribuzioni del Capo Tecnico TLC; ( Capo Tecnico TLC ) 2.5 Discutere con il Capo Tecnico SNR dei seguenti argomenti: a. Compiti e attribuzioni del Capo Tecnico SNR ( Capo Tecnico SNR ) 2-2

6 2.6 Discutere con il Capo Tecnico Missili SAM (CR) dei seguenti argomenti: a. Compiti e attribuzioni del Capo Tecnico Missili SAM (CR); ( Capo Tecnico Missili SAM CR ) 2.7 Discutere con il Capo Tecnico Missilista SAM (MR) dei seguenti argomenti: a Compiti e attribuzioni del Capo Tecnico Missilista SAM (MR); _ ( Capo Tecnico Missili SAM - MR) 2.8 Discutere con il Capo Tecnico Missilista ALBATROS dei seguenti argomenti: a. Compiti e attribuzioni del Capo Tecnico Missilista ALBATROS ( Capo Tecnico Missili ALBATROS ) 2.9 Discutere con il Capo Tecnico Missili SSM TESEO dei seguenti argomenti: a. Compiti e attribuzioni del Capo Tecnico Missili SSM TESEO; ( Capo Tec. Missili SSM TESEO ) 2.10 Discutere con il Capo Tecnico G.E.dei seguenti argomenti: a. Compiti e attribuzioni del Capo Tecnico G.E.; ( Capo Tecnico G.E. ) 2-3

7 2.11 Discutere con il Capo Tecnico GG.BB. dei seguenti argomenti: a. Compiti e attribuzioni del Capo Tecnico GG.BB.; ( Capo Tecnico GG.BB. ) 2.12 Discutere con il Capo Tecnico Asservimenti e LL.RR.dei seguenti argomenti: a. Compiti e attribuzioni del Capo Tecnico Asservimenti e LL.RR.; ( Capo Tecnico Asserv. e LL.RR. ) 2.13 Discutere con il Capo Tecnico Radar/Ioc dei seguenti argomenti: a. Compiti e attribuzioni del Capo Tecnico Radar/Ioc; ( Capo Tecnico Radar/Ioc) 2.14 Discutere con il Capo Tecnico Sadoc dei seguenti argomenti: a. Compiti e attribuzioni del Capo Tecnico Sadoc; ( Capo Tecnico Sadoc ) 2.15 Discutere con il Capo Tecnico Impianti Artiglieria (nota pag 2 2) dei seguenti argomenti: a. Compiti e attribuzioni del Capo Tecnico Impianti Artiglieria; ( Capo Tecnico Impianti Artiglieria ) 2-4

8 2.16 Discutere con il Capo Tecnico Silurista dei seguenti argomenti: a. Compiti e attribuzioni del Capo Tecnico Silurista; ( Capo Silurista ) 2.17 Discutere con il Sottufficiale Coordinatore di Reparto dei suoi compiti e attribuzioni. ( Sott.le Coordinatore di Reparto ) 2.18 Discutere con il Sottufficiale Fiduciario di Reparto del Capo Componente Materiali e dei suoi compiti e attribuzioni. ( Sott.le Fiduciario di Reparto ) 2-5

9 NORME DI SICUREZZA SICUREZZA DELLA NAVE / SICUREZZA NEL LAVORO 2.19 Discutere con il Coordinatore del Tirocinio circa il significato dei contrassegni X, Y, Z apposti sulla portelleria stagna della Nave Discutere con il Coordinatore del Tirocinio circa il metodo di numerazione identificativo dei locali della Nave Discutere con il Coordinatore del Tirocinio l applicazione dei principi fondamentali per lo spegnimento degli incendi Discutere con il Coordinatore del Tirocinio la composizione ed il ruolo delle squadre antincendio Descrivete il contenuto degli stipetti di sicurezza e la loro dislocazione Descrivete i sistemi antincendio fissi e semifissi installati a Bordo Descrivete quali precauzioni bisogna prendere quando si effettuano delle manutenzioni ad un apparato elettrico Descrivete come si interviene in caso di incendio di un apparato / apparecchiatura eletttrica Descrivete quali sono gli effetti della corrente elettrica sul corpo umano. 2-6

10 2.28 Descrivete quali sono le prime operazioni di pronto soccorso da prestare ad una persona soggetta a shock da corrente elettrica Descrivete quali sono le precauzioni da adottare nel caso sia necessario impiegare/maneggiare: - tubi elettronici contenenti materiale radioattivo; - componenti ripieni d olio Descrivete il pericolo derivante da esposizione alle onde elettromagnetiche e le precauzioni da adottare Descrivete le precauzioni da adottare in caso di lavori/ispezioni alle antenne dell Unità. 2-7

11 SEZIONE 3 SCHEDE OPERATIVE INERENTI LA ABILITAZIONE ( da completare entro la 12^ settimana d imbarco ) Certificazione del Capo Servizio / Capo Reparto Gli argomenti smarcati come completati, sono stati portati a termine completamente e con precisione. I Sottufficiali che hanno firmato l'esecuzione dell'esercizio ne hanno avuto da me autorizzazione. Per Capo Tecnico S.Co. intendasi il Capo della Destinazione presso la quale il Sottufficiale tirocinante è stato assegnato in relazione all abilitazione Il Capo Servizio / Capo Reparto 2-1

12 MANUTENZIONI PROGRAMMA MANUTENZIONE STANDARDIZZATO (P.M.S.) / MANUTENZIONI CORRETTIVE E NON PROGRAMMABILI 3.1 Discutere con il Capo Tecnico S.Co. di: a. Concetto di manutenzione b. Significato di manutenzione preventiva e di manutenzione correttiva. c. Scopo delle P.M.S. 3.2 Discutere con il Capo Tecnico S.Co. circa i vantaggi offerti dalle P.M.S. 3.3 Discutere con il Capo Tecnico S.Co. circa i limiti offerti dal sistema delle P.M.S. 3.4 Discutere con il Capo Tecnico S.Co. circa la documentazione impiegata per l esecuzione delle P.M.S. 3.5 Discutere con il Capo Tecnico S.Co. delle M.R.C. (Maintenance Requirement Card), ovvero della raccolta delle procedure di Manutenzione a Carattere Preventivo. 3.6 Discutere con il Capo Tecnico S.Co. circa la periodicità delle M.R.C. (Maintenance Requirement Card). 3.7 Discutere con il Capo Tecnico S.Co. delle M.I.P. (Maintenance Index Page), ovvero dell elenco di tutte le M.R.C. che riguardano la singola apparecchiatura. 3.8 Discutere con il Capo Tecnico S.Co. delle U.M.R.C. (Unscheduled Maintenance Requirement Card), ovvero della raccolta delle procedure di Manutenzione a Carattere Correttivo. ( Capo Tecnico S.Co ) 2-2

13 3.9 Discutere con il Capo Tecnico S.Co. delle U.M.I.P. (Unscheduled Maintenance Index Page), ovvero dell elenco di tutte le U.M.R.C. che riguardano la singola apparecchiatura Discutere con il Capo Tecnico S.Co. della SCHEDA CICLICA, ovvero della scheda dove vengono pianificate le manutenzioni a partire dall entrata in servizio dell Unità o dal termine lavori di Grandi Manutenzioni Discutere con il Capo Tecnico S.Co. della SCHEDA TRIMESTRALE, ovvero della scheda dove vengono pianificate le manutenzioni da effettuare nel trimestre Discutere con il Capo Tecnico S.Co. della SCHEDA SETTIMANALE, ovvero della scheda dove vengono pianificate le manutenzioni da effettuare nella settimana Discutere con il Capo Tecnico S.Co. il significato di: manutenzione di 1^ livello Discutere con il Capo Tecnico S.Co il significato di: manutenzione di 2^ livello Discutere con il Capo Tecnico S.Co. il significato di: manutenzione di 3^ livello Discutere con il Capo Tecnico S.Co. il significato di: manutenzione di 4^ livello. 2-3

14 COMPITI RESPONSABILITA E COMPITI NELL AMBITO DELLA COMPONENTE 3.17 Discutere con il Capo Tecnico S.Co. circa gli strumenti di misura a disposizione del Reparto per l esecuzione delle manutenzioni preventive e correttive Discutere con il Capo Tecnico S.Co. circa le consegne del Capo Gruppo Efficienza del Reparto Discutere con il Capo Tecnico S.Co. circa le attribuzioni dell EAD durante l orario di servizio in porto Discutere con il Capo Tecnico S.Co. circa le attribuzioni dell EAD in navigazione Discutere con il Capo Tecnico S.Co. circa le attribuzioni dell EAD durante la guardia in navigazione Discutere con il Capo Tecnico S.Co. su quali sono le ronde da eseguire durante il servizio di guardia in navigazione Discutere con il Capo Tecnico S.Co. delle consegne previste per i Sottufficiali Ead. 2-4

15 COMPETENZE LINEA GUIDA PER LA VERIFICA E IL CONSOLIDAMENTO DELLE CONOSCENZE INERENTI LA SPECIALITA 1) Elencare i diversi tipi di account locali. 2) Quali caratteristiche ha l utente Power User? 3) Un utente user se inserito nel gruppo Admins ne eredita le capacità? 4) Qual è la sequenza dei colori dei cavi RJ45 nel cablaggio strutturato standard 568B? 5) Distinguere le reti in base all estensione geografica. 6) Distinguere le reti in base al numero di hosts che possono contenere. 7) Quale livello della pila ISO/OSI del TCP/IP è interessato al trasporto? 8) Differenze tra Hub e Switch? 9) Come è composto l indirizzo IP? 10) Come si calcola l indirizzo di rete? 11) Che informazioni fornisce la subnet mask? 12) Cosa fa il comando DOS PING/DOS IPCONFIG? 13) Cosa fa il comando DOS TRACERT? 14) Nella creazione di un Dominio quale ruolo deve assumere il primo server installato? 15) Identificare i possibili ruoli dei server all interno di un dominio. 16) Cosa è il DNS? 17) Cosa è il DHCP? 18) Cosa è L Active Directory? 19) Dove trova impiego l unità organizzativa? 20) Perché si usano le unità organizzative? 21) Cosa sono i gruppi in Active Directory, come si differenziano, che funzioni svolgono? 22) Cosa sono i permessi NTFS? 23) A che livello agiscono? 24) Differenza fra permessi di condivisione e di protezione. 25) Indicare i tipi di cicli usati in programmazione. 26) Differenza fra variabile e costante 27) Il costrutto dell istruzione IF. 28) In base alla tecnologia quanti tipi di hard Disk conosci? 29) I beep all accensione del computer che indicazioni forniscono? 30) Come possono essere chiuse le porte USB? 31) Progettare e sviluppare un software gestionale ad esigenza del comando. 2-5

16 PROGRAMMI SPECIALISTICI SVOLTI INFORMATICA Introduzione al Personal Computer: Principio di funzionamento di un computer. Differenti tipi di PC. Case e alimentatore di un computer. Componenti interni (la scheda madre: ruolo, componenti e funzioni - i Bus - la CPU: componenti e loro funzioni, principio di funzionamento - Hyperthreading, Overclocking - CPU a nucleo fisso e CPU a nucleo doppio - i sistemi di raffreddamento - la ROM - la RAM - le schede adattatori - i drive per l immagazzinamento dati - le porte). I dispositivi di input. I dispositivi di output. Le risorse di sistema ed i loro scopi (modificare l assegnazione delle risorse di sistema). Procedure di sicurezza per proteggere le apparecchiature dai danni e dalla perdita dei dati (scariche elettrostatiche - condizioni climatiche - fluttuazione dell alimentazione). Riparazione del Software: Strumenti per il Software (fdisk - format scandisk defrag - pulitura del disco - disk management - ssystem File Checker - disco di ripristino). Il BIOS e i codici Beep. Il Sistema Operativo: Funzione di un sistema operativo. Confronto tra sistemi operativi: scopi, limitazioni e compatibilità. Sistema operativo desktop Microsoft Windows (installare il S.O. - formattazione e backup - installazione e configurazione del software di posta elettronica - gestione della posta elettronica - elementi del desktop e loro manipolazione - le applets del Pannello di Controllo - gli strumenti amministrativi - installare e disinstallare un applicazione - installazione e Condivisione di un dispositivo di output). Microsoft Office: Word (introduzione - gestione e revisione dei documenti collegamenti ipertestuali - controllo ortografico - ricerca/sostituzione stampa - stampa unione formattazioni). Excel (introduzione - operazioni di base - modificare le impostazioni di base - selezionare e ordinare i dati - funzioni aritmetiche e logiche - importazione di oggetti grafici). PowerPoint (Creare una presentazione: scegliere layout automatico, modificare il layout, aggiungere file multimediali/disegni/diagrammi/clipart, creare un organigramma). Access (funzioni ed elementi principali - creare e modificare: strutture, dati, tabelle - le maschere: creazione e layout - i report: creazione, layout, aspetti). Software generici: Compressori. Visualizzatori. Programmi Peer to Peer. Reti: Rappresentazione di un sistema di trasmissione dati. Tipologia delle reti (LAN, MAN, WAN). Topologia fisica di una rete locale. Topologia logica di una rete locale. Protocolli di comunicazione (il modello ISO-OSI - il modello TCP-IP). Interconnessioni di reti locali (scheda di rete hub bridge switch router gateway - cavi di rete di uso comune). Reti wireless. Indirizzamento IP. Domini. Protocolli usati in internet. Collegamento di un computer ad una rete esistente. Browser: Cenni sui principali browser. Impostazioni. Sintassi generale delle stringhe di ricerca. Sicurezza informatica: Le minacce alla sicurezza. Modalità di protezione dei dati. Software di sicurezza. Aspetti legali (Copyright, Privacy, Licenze software). ALGORITMI E STRUTTURE DATI 2-6

17 Nozioni di base: Generalità. Sistemi di numerazione. Algebra booleana: tabelle di verità e schemi logici. Algoritmi: Introduzione agli algoritmi. La nozione di algoritmo: concetto e requisiti. I diagrammi di flusso. Formalizzazione degli algoritmi mediante diagrammi di flusso. Algoritmi di conversione decimale-binario e viceversa. Algoritmi di ordinamento: iterativi e ricorsivi. Algoritmi su manipolazione stringhe. Algoritmi su manipolazione di array. Strutture dati: Strutture dati fondamentali. Strutture di controllo BASI DI DATI Introduzione alle basi di dati: Basi di dati e sistemi informativi. Sistemi di gestione di basi di dati. Il modello relazionale: Struttura in una base di dati relazionale. Elementi caratteristici di una tabella. Modello Entità-Relazione. Concetti di Relazione. Chiave interna ed esterna. Normalizzazione. Vincoli di integrità. I Data Base Management System: funzionalità. Il linguaggio SQL: Che cos è SQL. Interrogazioni. Istruzioni SELECT, DELETE. Clausole FROM, WHERE, ORDER BY, GROUP BY, DISTINCT. Operatori BETWEEN, LIKE. Operatori di confronto. Funzioni COUNT, MAX, MIN, SUM. Manipolazione dei dati. La progettazione concettuale: Modelli concettuali. Il modello Entità-Relazione. Metodologie per la progettazione concettuale. Qualità di uno schema La progettazione logica/fisica: Traduzione diretta nel modello relazionale. Cenni di progettazione fisica. PROGRAMMAZIONE I Rassegna sui principali linguaggi di programmazione. Concetti fondamentali della programmazione ad oggetti. Ambienti integrati di sviluppo programmi. Programmazione strutturata. Introduzione alla tecnologia.net: Architettura di.net Framework: caratteristiche funzionali. CLR (Common Language Runtime). Namespace e classi del Framework.NET. Oggetti, proprietà, metodi ed eventi. Classi, ereditarietà e polimorfismo. Uno sguardo introduttivo all ambiente di sviluppo: Concetto di Windows Form. Proprietà fondamentali dell oggetto Windows Form. ToolBox dei controlli. Tipi di dati, costanti e variabili. 2-7

18 Operatori VB.NET: +, -, *, /, \, Mod, ^, & Prendere le decisioni all interno dell applicazione.net: Costrutto If.Then.Else. La struttura a scelta multipla Select Case. Istruzioni per la manipolazione delle stringhe: Utilizzo di cicli. PROGRAMMAZIONE II Function e Subroutine. Gli Array e gli ArrayList. Controlli della ToolBox con principali proprietà ed eventi: ListView. TabControl. ContextMenuStrip. MenuStrip. ToolStrip. ImageList. ColorDialog. FolderBrowserDialog. FontDialog. OpenFileDialog. SaveFileDialog. WebBrowser. Manipolazione di file e cartelle con il Namespace System.IO: Navigare nel File System. Dettagli sulla classe System.IO. Lettura e scrittura di un file ad accesso sequenziale. La classe DirectoryInfo. La classe FileInfo. Lavorare con i database: Architettura di ADO.Net. Concetti fondamentali di ADO.Net. Progettazione dell interfaccia grafica. Il linguaggio SQL. Accesso dati con ADO.Net. Cenni di XML. INFRASTRUTTURA DI RETE I Il cablaggio strutturato: La trasmissione in rame e in fibra ottica. Tipologie di cablaggio: orizzontale, verticale e dorsali di edificio. Normative e standard di riferimento: tipi di cavi e connettori. Cablaggi esterni, interni e dorsali di edificio. Strumentazione, crimpaggio e verifica cavi Progetto dell impianto: Analisi dell ambiente architettonico. Individuazione e suddivisione delle aree di intervento. Distribuzione e topologie. Introduzione alle reti: TCP/IP: che cos è e come funziona. Le RFC di riferimento. Il modello di riferimento OSI. Le funzionalità del modello OSI. Il modello a livelli TCP/IP. Confronto tra il modello OSI e il modello TCP/IP. Lo standard Ethernet II e Ethernet Indirizzamento IP: Indirizzamento IP: che cosa è e come funziona. Le classi degli indirizzi IP. Regole generali nell assegnazione degli indirizzi IP. Il ruolo delle maschere di sottorete. Suddivisione di una rete: che cos è e come funziona l indirizzamento di sottorete - sottoreti e maschere di sottorete. Subnetting base (RFC 950). 2-8

19 Sistemi operativi di rete: Principali funzioni di un sistema operativo di rete. Gestione del file system. Sistemi multiutente, multitasking, multithread. Modello client/server. Modalità di interazione client/server. INFRASTRUTTURA DI RETE II Introduzione all infrastruttura di Active Directory: Architettura di Active Directory (Oggetti, Domini, Unità organizzative, Alberi, Foreste). Funzionamento di Active Directory. Processi di progettazione, pianificazione e implementazione di Active Directory. Introduzione alle tipologie di autenticazione Windows: Rete basata su gruppo di lavoro e rete basata su dominio. Amministrazione dei client di rete. Configurazione statica e dinamica dei parametri del protocollo TCP/IP. Il processo DHCP. Configurazione di un server DHCP. Gestione degli account: utenti, gruppi e computer. Creazione e gestione di cartelle condivise. Permessi di condivisione. Permessi NTFS. Configurazione di stampanti di rete: permessi di stampa. Ottimizzazione delle prestazioni e controllo del sistema. Panoramica sui tool di controllo delle prestazioni. Gestione delle quote disco e della compressione. APPLICAZIONI TELEMATICHE Il paradigma client/server. Servizi di rete ad uso comune. I concetti di porta, socket e associazione end-to-end. Protocolli per il trasferimento di file: File Transfer Protocol (FTP). Hyper Text Transfer Protocol (HTTP). Posta elettronica: Simple Mail Transfer Protocol (SMTP). Post Office Protocol 3 (POP 3). Internet Mail Access Protocol x (IMAPx). Configurazione di un Web server: Le direttive di configurazione. Il processo server. Configurazione di un Mail server: Le direttive di configurazione. Il processo server. Configurazione di un File server: Le direttive di configurazione. Il processo server. Il servizio di risoluzione dei nomi DNS: Struttura dei nomi simbolici. Risoluzione di una richiesta DNS. LINGUAGGI WEB Differenze tra i linguaggi di descrizione e i linguaggi di programmazione. 2-9

20 Il linguaggio HTML: Il tag Html, il tag head, il tag Body. I metatag e l indicizzazione nei motori di ricerca. Impostazione di un sito internet locale. Impostazione di un sito internet remoto. Impostazione di base (titolo, nome del file, proprietà di pagina). Concetto di collegamento ipertestuale (link): collegare le pagine, percorsi relativi e assoluti. Collegamento mailto, ancoraggi e mappe immagine. I formati di immagini per il web. Le tabelle e il loro utilizzo. Il linguaggio CSS: I fogli di stile CSS. Creare e salvare un foglio di stile. Associare uno o più fogli di stile ad una pagina. Introduzione a Javascript: Storia e versioni di Javascript. Linguaggi di scripting lato client e lato server. I browser Web e la compatibilità. Inserire il codice in una pagina HTML. Includere file Javascript esterni. Il comando with. I commenti. Programmare a oggetti in Javascript: Cosa sono gli oggetti. Cosa sono le proprietà, metodi, eventi 2-10

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer.

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer. Classe 3^ Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI Sistemi e Reti Articolazione: Informatica Anno scolastico 2012-2013 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

PROGRAMMA DI INFORMATICA ARTICOLAZIONE AFM/RIM CLASSE TERZA SEZ. A. DOCENTE: Noto Giancarlo

PROGRAMMA DI INFORMATICA ARTICOLAZIONE AFM/RIM CLASSE TERZA SEZ. A. DOCENTE: Noto Giancarlo PROGRAMMA DI INFORMATICA ARTICOLAZIONE AFM/RIM CLASSE TERZA SEZ. A DOCENTE: Noto Giancarlo ANNO SCOLASTICO 2015/2016 MODULO 0 L ARCHITTETURA DEL COMPUTER - L informatica - Il computer - Hardware e software

Dettagli

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE TERZA SEZ. A. CORSO Amministrazione Finanza e Marketing. DOCENTE: Noto Giancarlo

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE TERZA SEZ. A. CORSO Amministrazione Finanza e Marketing. DOCENTE: Noto Giancarlo PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE TERZA SEZ. A CORSO Amministrazione Finanza e Marketing DOCENTE: Noto Giancarlo ANNO SCOLASTICO 2014/2015 MODULO 0 L ARCHITTETURA DEL COMPUTER - L informatica - Il computer

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli Attività svolta 1. UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1: INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE 1.1. Introduzione ai sistemi numerici: Sistema numerico decimale e binario. Conversioni binario-decimale e decimale binario.

Dettagli

1 MODULO: Visual basic.net Dati strutturati. Finalità: Gestione di dati strutturati

1 MODULO: Visual basic.net Dati strutturati. Finalità: Gestione di dati strutturati Istituto di Istruzione Superiore via Salvini 24 Roma Liceo M. Azzarita Liceo delle scienze applicate Materia:Informatica Programmazione a.s. 2015-2016 Classi 4 e Obiettivi disciplinari secondo biennio

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 Classe 5^ PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE DI LAVORO I primi elementi sulle reti e i mezzi di

Dettagli

PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO

PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO Corso Sistemista Junior OBIETTIVI L obiettivo dei corsi sistemistici è quello di fornire le conoscenze tecniche di base per potersi avviare alla professione di sistemista

Dettagli

Lezioni frontali. Riprendere i concetti basilari del processore utilizzato e la programmazione a basso livello

Lezioni frontali. Riprendere i concetti basilari del processore utilizzato e la programmazione a basso livello Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2012-2013 Classe 4^ MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

PROGRAMMA CORSI DI INFORMATICA

PROGRAMMA CORSI DI INFORMATICA PROGRAMMA CORSI DI INFORMATICA Kreativa realizza corsi di informatica di base e corsi di office di diversi livelli, per utenti privati, dipendenti e aziende CORSO INFORMATICA DI BASE PER AZIENDE Modulo

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PROGRAMMA CONSUNTIVO a.s. 2013/2014 MATERIA Informatica e Sistemi Automatici CLASSE 5 SEZIONE B INDIRIZZO Liceo DOCENTI Proff. Laino Antonio Santoro Francesco ORE DI LEZIONE 3 settimanali (in laboratorio)

Dettagli

CORSI DI INFORMATICA. Catalogo corsi Anno 2010/2011. www.marcopuccio.com formazione@marcopuccio.com

CORSI DI INFORMATICA. Catalogo corsi Anno 2010/2011. www.marcopuccio.com formazione@marcopuccio.com CORSI DI INFORMATICA Catalogo corsi Anno 2010/2011 www.marcopuccio.com formazione@marcopuccio.com Tipologie di corsi organizzati I corsi organizzati si suddividono in tre tipologie, ognuna studiata per

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

LAVORI D UFFICIO, GRAFICA E INFORMATICA TECNICO HARDWARE

LAVORI D UFFICIO, GRAFICA E INFORMATICA TECNICO HARDWARE MACROSETTORE LAVORI D UFFICIO, GRAFICA E INFORMATICA TECNICO HARDWARE 1 TECNICO HARDWARE TECNICO PROFESSIONALI prima annualità 2 UNITÀ FORMATIVA CAPITALIZZABILE 1 Assemblaggio Personal Computer Approfondimento

Dettagli

Sommario. iii. Prefazione... xi Introduzione...xvii Ringraziamenti... xxi. Parte I - Concetti... 1. Capitolo 1 - L hardware del PC...

Sommario. iii. Prefazione... xi Introduzione...xvii Ringraziamenti... xxi. Parte I - Concetti... 1. Capitolo 1 - L hardware del PC... iii Prefazione... xi Introduzione...xvii Ringraziamenti... xxi Parte I - Concetti... 1 Capitolo 1 - L hardware del PC... 5 1.1 Il processore, la scheda madre e la memoria... 7 1.1.1 Il processore...7 1.1.2

Dettagli

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto)

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto) PROGETTO DI UNA SEMPLICE RETE Testo In una scuola media si vuole realizzare un laboratorio informatico con 12 stazioni di lavoro. Per tale scopo si decide di creare un unica rete locale che colleghi fra

Dettagli

Programmazione modulare 2015-2016

Programmazione modulare 2015-2016 Programmazione modulare 05-06 Indirizzo: Informatica Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: 4 B Docente: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 4 ore ( teoria + ) Totale ore previste: 4 ore per 33 settimane

Dettagli

Il percorso formativo C: GESTIONE DELLA INFRASTUTTURA TECNOLOGICA 1

Il percorso formativo C: GESTIONE DELLA INFRASTUTTURA TECNOLOGICA 1 Il percorso formativo C: GESTIONE DELLA INFRASTUTTURA TECNOLOGICA 1 In questa area si possono identificare due possibili percorsi: Livello-C1 un percorso teso a creare una figura in grado di gestire le

Dettagli

Indice. Indice V INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1

Indice. Indice V INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1 Indice V Indice INTRODUZIONE................................................ XIII PARTE PRIMA...................................................... 1 1 Il business delle reti di computer.........................................

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Servizio per l automazione informatica e l innovazione tecnologica

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Servizio per l automazione informatica e l innovazione tecnologica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Servizio per l automazione informatica e l innovazione tecnologica Piano Nazionale di Formazione degli Insegnanti sulle Tecnologie dell Informazione

Dettagli

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s.

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s. Programma svolto di Informatica classe VC S.I.A a.s. 2014/2015 MODULO 1 I SISTEMI OPERATIVI U.D. 1 Organizzazione dei Sistemi Operativi U.D. 2 Struttura e funzionamento di un Sistema Operativo U.D. 3 Tipi

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente Programma Introduzione a Windows XP Professional Esplorazione delle nuove funzionalità e dei miglioramenti Risoluzione dei problemi mediante Guida in linea e supporto tecnico Gruppi di lavoro e domini

Dettagli

Dipartimento di informatica CONTENUTI MINIMI DI INFORMATICA E TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE

Dipartimento di informatica CONTENUTI MINIMI DI INFORMATICA E TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE CONTENUTI MINIMI DI INFORMATICA E TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE CLASSE PRIMA INDIRIZZI: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING, RELAZIONI INTERNAZIONALE PER IL MARKETING, SISTEMI INFORMATIVI SPORTIVO pag.2

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO "LEONARDO DA VINCI" - RC PROGRAMMA DI INFORMATICA A.S. 2014/15 - CLASSE: I Q - Indirizzo Scienze applicate Prof Miritello Rita

LICEO SCIENTIFICO LEONARDO DA VINCI - RC PROGRAMMA DI INFORMATICA A.S. 2014/15 - CLASSE: I Q - Indirizzo Scienze applicate Prof Miritello Rita LICEO SCIENTIFICO "LEONARDO DA VINCI" - RC PROGRAMMA DI INFORMATICA A.S. 2014/15 - CLASSE: I Q - Indirizzo Scienze applicate Modulo 1: Introduzione all informatica Fondamenti di teoria della elaborazione

Dettagli

a.s. 2013/2014 CLASSE 5 SEZIONE A INDIRIZZO LICEO DE SANTIS PATRIZIA/SANTORO FRANCESCO

a.s. 2013/2014 CLASSE 5 SEZIONE A INDIRIZZO LICEO DE SANTIS PATRIZIA/SANTORO FRANCESCO a.s. 2013/2014 MATERIA INFORMATICA E SISTEMI CLASSE 5 SEZIONE A INDIRIZZO LICEO DOCENTE ORE DI LEZIONE DE SANTIS PATRIZIA/SANTORO FRANCESCO 3 ORE SETTIMANALI = 94 h annuali OBIETTIVI **************** Conoscere

Dettagli

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante CONOSCENZE DI INFORMATICA 1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante 2) Una memoria in sola lettura con la particolarità di essere cancellata in particolari condizioni è detta:

Dettagli

Reti di Calcolatori: una LAN

Reti di Calcolatori: una LAN Reti di Calcolatori: LAN/WAN e modello client server Necessità di collegarsi remotamente: mediante i terminali, ai sistemi di elaborazione e alle banche dati. A tal scopo sono necessarie reti di comunicazione

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Modulo 1 Concetti generali 4 settimane

Modulo 1 Concetti generali 4 settimane OBIETTIVI SPECIFICI DEL PRIMO BIENNIO - CLASSE PRIMA settore ECONOMICO: NUCLEI FONDANTI, CONOSCENZE E COMPETENZE NB per ciascuno dei moduli di insegnamento/apprendimento viene indicato il tempo di trattazione

Dettagli

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE quinta ANNO SCOLASTICO 2012/2013

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE quinta ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE quinta ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Modulo A: Basi di dati e linguaggio SQL La produzione del software; Il controllo do qualità; La metodologia; Modellazione dei dati; Il modello

Dettagli

3 Capitolo primo Informatica e calcolatori

3 Capitolo primo Informatica e calcolatori I n d i c e 3 Capitolo primo Informatica e calcolatori 7 Capitolo secondo La rappresentazione delle informazioni 11 2.1 La codifica dei caratteri 2.1.1 Il codice ASCII, p. 11-2.1.2 Codifiche universali,

Dettagli

Programmazione modulare 2014-2015

Programmazione modulare 2014-2015 Programmazione modulare 2014-2015 Indirizzo: Informatica Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: 5 A e 5 B Docente: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 4 ore (2 teoria + 2 laboratorio) Totale ore previste:

Dettagli

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Reti standard Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Rete globale Internet è una rete globale di calcolatori Le connessioni fisiche (link) sono fatte in vari modi: Connessioni elettriche

Dettagli

PROGRAMMA DI INFORMATICA

PROGRAMMA DI INFORMATICA PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE 5 B Sistemi Informativi Aziendali A.S. 2014/2015 DOCENTE CORREDDU GIOVANNA ITP PANZERA GRAZIA Materiale didattico Libro di testo: Iacobelli, Ajme, Marrone, Brunetti, Eprogram-Informatica

Dettagli

1. FINALITA DELLA DISCIPLINA

1. FINALITA DELLA DISCIPLINA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca LICEO SCIENTIFICO STATALE Donato Bramante Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) - MIUR: MIPS25000Q Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97220275 Sito:

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE IN AMBIENTE WIRELESS MACROCOMPETENZE Il soggetto è in grado di:

TECNICO SUPERIORE PER I SISTEMI E LE TECNOLOGIE INFORMATICHE IN AMBIENTE WIRELESS MACROCOMPETENZE Il soggetto è in grado di: Individuare e formalizzare i requisiti dei 1. scambiare informazioni usare modelli strutturati di interazione con il con il cliente al fine di cliente; individuare i requisiti di interpretare le richieste

Dettagli

Richiamo degli aspetti essenziali relativi al percorso C1

Richiamo degli aspetti essenziali relativi al percorso C1 Richiamo degli aspetti essenziali relativi al percorso C1 Il presente documento vuole richiamare alcuni aspetti essenziali del percorso formativo C - Livello C1, in particolare: Figura C1 Raccomandazioni

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione Il è finalizzato a elevare il livello di competenza nell utilizzo del computer, del pacchetto Office e delle principali funzionalità di Internet. Il percorso formativo si struttura in 7 moduli Concetti

Dettagli

Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale. Reti di Calcolatori e Internet

Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale. Reti di Calcolatori e Internet Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale Reti di Calcolatori e Internet Luca Pulina Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Università degli Studi di Sassari A.A. 2015/2016 Luca Pulina (UNISS)

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE EDOARDO AMALDI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INFORMATICA

LICEO SCIENTIFICO STATALE EDOARDO AMALDI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INFORMATICA LICEO SCIENTIFICO STATALE EDOARDO AMALDI CLASSI PRIME ORE SETTIMANALI: 2 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INFORMATICA :: MACROARGOMENTI CHE VERRANNO TRATTATI NEL CORSO DEL CORRENTE ANNO SCOLASTICO MOD. 1 Concetti

Dettagli

PROGRAMMA FINALE A.S. 15/16 CLASSE 1^ A TUR Prof. FABRIS MARINO INFORMATICA

PROGRAMMA FINALE A.S. 15/16 CLASSE 1^ A TUR Prof. FABRIS MARINO INFORMATICA PROGRAMMA FINALE A.S. 15/16 CLASSE 1^ A TUR Prof. FABRIS MARINO INFORMATICA MODULO 1: CONCETTI INFORMATICI DI BASE U.D.1 - Concetti generali. Informatica Comunicazione uomo-macchina Informazioni, dati

Dettagli

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET)

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Ipotesi di partenza: concetti di base del networking Le ipotesi di partenza indispensabili per poter parlare di tecniche di accesso

Dettagli

Strumenti per la produttività individuale Livello 1

Strumenti per la produttività individuale Livello 1 Strumenti per la produttività individuale Livello 1 Il corso mira a chiarire il ruolo sempre maggiore che l utilizzo, sia pure a livello elementare, di personal computer connessi in rete e del relativo

Dettagli

Introduzione alle Reti Informatiche

Introduzione alle Reti Informatiche WWW.ICTIME.ORG Introduzione alle Reti Informatiche Cimini Simonelli - Testa Sommario Breve storia delle reti... 3 Internet... 3 Gli standard... 4 Il modello ISO/OSI... 4 I sette livelli del modello ISO/OSI...

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO OFFICE BASE (48 ORE)

PROGRAMMA DEL CORSO OFFICE BASE (48 ORE) PROGRAMMA DEL CORSO OFFICE BASE (48 ORE) Il programma del corso Office Base è costituito da 5 moduli (Word, Excel, PowerPoint, Access, Internet, Posta elettronica, Teoria e sistemi operativi) di cui elenchiamo

Dettagli

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011 Paola Zamperlin Internet. Parte prima 1 Definizioni-1 Una rete di calcolatori è costituita da computer e altri

Dettagli

Per evitare di 14/11/2003 1

Per evitare di 14/11/2003 1 Per evitare di 14/11/2003 1 meno teoria e un po più di pratica 14/11/2003 2 LAN con Server Proxy Sono un Server Proxy 14/11/2003 3 Cosa serve? Componenti hardware e software necessari per costruire una

Dettagli

Elementi di Informatica 6 Aprile 2009

Elementi di Informatica 6 Aprile 2009 Elementi di Informatica 6 Aprile 2009 Corsi di Laurea in Ingegneria Ambientale e Ingegneria Civile Anno A.A. 2007/2008 In un PC, cosa rappresenta il bus? a. Un driver che serve alle applicazioni del sistema

Dettagli

NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1

NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1 NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1 Obiettivi: 1. Fornire una panoramica sulle reti di calcolatori, tecnologie, potenzialità, limiti, servizi, internet. 2. Fornire una panoramica sulle capacità di base per

Dettagli

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software.

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software. Reti locati e reti globali Tecnologie: Reti e Protocolli Reti locali (LAN, Local Area Networks) Nodi su aree limitate (ufficio, piano, dipartimento) Reti globali (reti metropolitane, reti geografiche,

Dettagli

PROGRAMMA di INFORMATICA E LABORATORIO Classi prime Servizi Commerciali (Grafica)

PROGRAMMA di INFORMATICA E LABORATORIO Classi prime Servizi Commerciali (Grafica) Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012 PROGRAMMA di INFORMATICA E LABORATORIO Classi prime Servizi Commerciali (Grafica) INFORMAZIONE, DATI E LORO CODIFICA o Definizione di Informatica o Differenza

Dettagli

Progettare una Rete Locale "Client/Server

Progettare una Rete Locale Client/Server Progettare una Rete Locale "Client/Server Premessa - Cos'è una rete Locale o LAN (Local Area Network)? Le reti locali si estendono su di un'area geografica piuttosto limitata; si tratta per lo più di reti

Dettagli

IIS D ORIA - PROGRAMMAZIONE per UFC INDICE DELLE UFC

IIS D ORIA - PROGRAMMAZIONE per UFC INDICE DELLE UFC INDICE DELLE UFC 1 STRUTTURA E NORMATIVE 2 IL SISTEMA OPERATIVO 3 TESTI, IPERTESTI E PRESENTAZIONI 4 LE RETI TELEMATICHE E INTERNET 5 IL FOGLIO DI CALCOLO EXCEL 6 BASI DI PROGRAMMAZIONE TIPOLOGIA VERIFICHE.

Dettagli

< Torna ai Corsi di Informatica

< Torna ai Corsi di Informatica < Torna ai Corsi di Informatica Corso Tecnico Hardware e Software Certificato 1 / 7 Profilo Professionale l corso mira a formare la figura di Tecnico Hardware e Software, che conosce la struttura interna

Dettagli

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA Obiettivo Richiamare quello che non si può non sapere Fare alcune precisazioni terminologiche IL COMPUTER La struttura, i componenti

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015. Ripasso programmazione ad oggetti. Basi di dati: premesse introduttive

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015. Ripasso programmazione ad oggetti. Basi di dati: premesse introduttive SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015 ASSE DISCIPLINA DOCENTE MATEMATICO INFORMATICA Cattani Barbara monoennio CLASSE: quinta CORSO D SEZIONE LICEO SCIENZE APPLICATE

Dettagli

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE: 1 C Indirizzo: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING Anno Scolastico 2014-2015

PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE: 1 C Indirizzo: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING Anno Scolastico 2014-2015 CLASSE: 1 C Indirizzo: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING MODULO HARDWARE 1. Che cos è il PC - Gli elementi del computer- Unità centrale:uc-alu- RAM - La memorizzazione delle informazioni:bit-byte. Sistemi

Dettagli

PROGRAMMA FINALE A.S. 14/15 CLASSE 1^ A TUR Prof. FABRIS MARINO INFORMATICA

PROGRAMMA FINALE A.S. 14/15 CLASSE 1^ A TUR Prof. FABRIS MARINO INFORMATICA Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti http://www.istitutoalgarotti.it e-mail: algarotti@tin.it -VEISO1600D@istruzione.it - C. F.: 8001224027 Istituto Tecnico Turistico Francesco Algarotti

Dettagli

Le Reti (gli approfondimenti a lezione)

Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Per migliorare la produttività gli utenti collegano i computer tra di loro formando delle reti al fine di condividere risorse hardware e software. 1 Una rete di

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO OFFICE BASE (36 ORE)

PROGRAMMA DEL CORSO OFFICE BASE (36 ORE) PROGRAMMA DEL CORSO OFFICE BASE (36 ORE) Il programma del corso Office Base è costituito da 6 moduli (Word, Excel, PowerPoint, Access, Internet e Posta elettronica, Reti e sistemi operativi) di cui verranno

Dettagli

Reti di calcolatori: Internet

Reti di calcolatori: Internet Reti di calcolatori: Internet Sommario Introduzione Le reti reti locali: LAN La rete geografica Internet protocollo TCP-IP i servizi della rete Rete di calcolatori Interconnessione di computer e accessori

Dettagli

Programma svolto di Informatica Anno scolastico 2014/2015

Programma svolto di Informatica Anno scolastico 2014/2015 Programma svolto di Informatica Anno scolastico 2014/2015 Insegnante: Matteo Anastasio Classe: 2^ sezione: B ITT F. Algarotti - Venezia MODULO 1: CONCETTI INFORMATICI DI BASE U.D.1 Ripasso dei principali

Dettagli

Reti di Calcolatori. Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer

Reti di Calcolatori. Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer Reti di Calcolatori 1. Introduzione Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer Reti di calcolatori : Un certo numero di elaboratori

Dettagli

PROGRAMMAZIONE MODULARE 2015-2016. Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: QUINTA A INF SERALE Indirizzo: INFORMATICA

PROGRAMMAZIONE MODULARE 2015-2016. Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: QUINTA A INF SERALE Indirizzo: INFORMATICA PROGRAMMAZIONE MODULARE 2015-2016 Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: QUINTA A INF SERALE Indirizzo: INFORMATICA Docenti: Gualdi (teoria), Travaglioni (laboratorio) Ore settimanali previste: 2 TEORIA +

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli Attività svolta 1. UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1: CONCETTI DI BASE DELLA TECNOLOGIA INFORMATICA 1.1. Concetti elementari di informatica Algoritmo, Dato, Informazione Campi di applicazione e classificazione

Dettagli

INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING

INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING Modulo propedeutico Le lezioni teoriche sono sviluppate sui seguenti argomenti: Struttura dell elaboratore: CPU,

Dettagli

Configurare una rete con PC Window s 98

Configurare una rete con PC Window s 98 Configurare una rete con PC Window s 98 In estrema sintesi, creare una rete di computer significa: realizzare un sistema di connessione tra i PC condividere qualcosa con gli altri utenti della rete. Anche

Dettagli

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti Locali Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi

Dettagli

SOLUZIONE AL TEMA DI SISTEMI PER L INDIRIZZO INFORMATICO (SPERIMENTAZIONE ABACUS)

SOLUZIONE AL TEMA DI SISTEMI PER L INDIRIZZO INFORMATICO (SPERIMENTAZIONE ABACUS) SOLUZIONE AL TEMA DI SISTEMI PER L INDIRIZZO INFORMATICO (SPERIMENTAZIONE ABACUS) Dovendo procedere alla realizzazione di un progetto di rete locale risulta indispensabile partire dall analisi della situazione

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER Architettura dei calcolatori (hardware e software base )

Dettagli

Che cos e una rete di calcolatori?

Che cos e una rete di calcolatori? Che cos e una rete di calcolatori? Rete : È un insieme di calcolatori e dispositivi collegati fra loro in modo tale da permettere lo scambio di dati Ogni calcolatore o dispositivo viene detto nodo ed è

Dettagli

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete Finalità delle Reti di calcolatori Le Reti Informatiche Un calcolatore isolato, anche se multiutente ha a disposizione solo le risorse locali potrà elaborare unicamente i dati dei propri utenti 2 / 44

Dettagli

Tecnico Hardware & Sistemistica

Tecnico Hardware & Sistemistica Tecnico Hardware & Sistemistica Modulo 1 - Hardware (6 ore) Modulo 2 - Software (8 ore) Modulo 3 - Reti LAN e WLAN (12 ore) Modulo 4 - Backup (4 ore) Modulo 5 - Cloud Computing (4 ore) Modulo 6 - Server

Dettagli

Microsoft Office 2007 Master

Microsoft Office 2007 Master Microsoft Office 2007 Master Word 2007, Excel 2007, PowerPoint 2007, Access 2007, Outlook 2007 Descrizione del corso Il corso è rivolto a coloro che, in possesso di conoscenze informatiche di base, intendano

Dettagli

Informatica di base: esame scritto del 2 febbraio 2004 Docente: Prof. Viviana Patti

Informatica di base: esame scritto del 2 febbraio 2004 Docente: Prof. Viviana Patti Informatica di base: esame scritto del 2 febbraio 2004 Docente: Prof. Viviana Patti 22 domande, 7 pagine Cognome e nome Matricola Turno di Laboratorio Domande con risposta multipla 1 Quanti byte occupa

Dettagli

A chi si rivolge: Programma: Office Automation

A chi si rivolge: Programma: Office Automation Programma: Office Automation A chi si rivolge: Il corso si rivolge a quanti, pur partendo da zero, vogliano specializzarsi nell utilizzo dei programmi di ufficio e nei compiti di tipo amministrativo. Con

Dettagli

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Classe V sez. E ITC Pacioli Catanzaro lido 1 Stack TCP/IP Modello TCP/IP e modello OSI Il livello internet corrisponde al livello rete del modello OSI, il suo

Dettagli

Indice. 4. Logica booleana... 35 4.1 Logica booleana... 35

Indice. 4. Logica booleana... 35 4.1 Logica booleana... 35 Indice NOZIONI DI BASE 1. Macchine per risolvere problemi...3 1.1 Problema, algoritmo, esecutore...3 1.2 L elaboratore...3 1.4 Compilatori/Interpreti...8 Esercizi... 12 2. Il sistema operativo... 13 2.1

Dettagli

Indice generale VIII

Indice generale VIII Indice generale Indice dei box di approfondimento X Prefazione XII Ringraziamenti dell Editore XIV Guida alla lettura XV Capitolo 1 Introduzione 1 1 1 Trattamento dell informazione e strumenti per il trattamento

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ( modulo redatto da prof. A. Rossi)

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ( modulo redatto da prof. A. Rossi) DISCIPLINA Sistemi A.S. 2014/15 X di dipartimento DOCENTI: Domenica LACQUANITI e Mario DE BERNARDI Classe 5^ inf/ SERALE 1) PREREQUISITI Conoscenza di almeno un linguaggio di programmazione funzionale,

Dettagli

Lavorare in Rete Esercitazione

Lavorare in Rete Esercitazione Alfonso Miola Lavorare in Rete Esercitazione Dispensa C-01-02-E Settembre 2005 1 2 Contenuti Reti di calcolatori I vantaggi della comunicazione lavorare in rete con Windows Internet indirizzi IP client/server

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea in Scienze dell'amministrazione curriculum di base (Cl. 19)

Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea in Scienze dell'amministrazione curriculum di base (Cl. 19) Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea in Scienze dell'amministrazione curriculum di base (Cl. 19) Programma di Informatica Codice 37902 Prof. Camillo Bella camillo@camillobella.it camillobella@gmail.com

Dettagli

Registro dell'insegnamento

Registro dell'insegnamento Registro dell'insegnamento Anno accademico 2015/2016 Prof. ALESSANDRO MARTINELLI Settore inquadramento null - null Scuola Scienze della Salute Umana Dipartimento NEUROSCIENZE, AREA DEL FARMACO E SALUTE

Dettagli

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Reti di Calcolatori Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio Principi

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA PROGRAMMAZIONE ATTIVITA' DIDATTICA A.S. 2014-2015 MATERIA: TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA PROGRAMMAZIONE ATTIVITA' DIDATTICA A.S. 2014-2015 MATERIA: TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA Via G. D Annunzio, 15-36100 VICENZA Tel. 0444563544 Fax 0444962574 sito web: www.itcfusinieri.eu E-mail: protocollo@itcfusinieri.it - vitd010003@pec.istruzione.it

Dettagli

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione Conoscenze Informatiche 51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione 52) Un provider è: A) un ente che fornisce a terzi l accesso a Internet B) un protocollo di connessione

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE INFORMATICA La Dialuma propone a catalogo 22 corsi di Informatica che spaziano tra vari argomenti e livelli. TITOLI E ARGOMENTI I001 - Informatica generale Concetti generali

Dettagli

PROGRAMMAZIONE INFORMATICA PRIMO BIENNIO. Opzione Scienze Applicate

PROGRAMMAZIONE INFORMATICA PRIMO BIENNIO. Opzione Scienze Applicate PROGRAMMAZIONE INFORMATICA PRIMO BIENNIO Opzione Scienze Applicate Anno scolastico 2015-2016 Programmazione di Informatica pag. 2 / 8 INFORMATICA - PRIMO BIENNIO OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO DELL

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VOLTA Via Juvarra, 14 - Torino

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VOLTA Via Juvarra, 14 - Torino ANNO SCOLASTICO 2014/2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VOLTA Via Juvarra, 14 - Torino Obiettivi minimi Informatica Prime Conoscere il sistema di numerazione binaria e la sua importanza nella codifica delle

Dettagli

PROGRAMMA CORSO Analista Programmatore JAVA - ORACLE

PROGRAMMA CORSO Analista Programmatore JAVA - ORACLE PROGRAMMA CORSO Analista Programmatore JAVA - ORACLE 1. JAVA 1.1 Introduzione a Java Introduzione Cosa è Java 1.2 Sintassi e programmazione strutturata variabili e metodi tipi di dati, array operatori

Dettagli

Anno Scolastico: 2014-2015. Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali. Classe: quinta. Disciplina: Informatica. prof. Silvia Tondo

Anno Scolastico: 2014-2015. Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali. Classe: quinta. Disciplina: Informatica. prof. Silvia Tondo Anno Scolastico: 2014-2015 Indirizzo: Sistemi Informativi Aziendali Classe: quinta Disciplina: Informatica prof. Silvia Tondo Competenze disciplinari: 1. Utilizzare le reti e gli strumenti informatici

Dettagli

Il Livello delle Applicazioni

Il Livello delle Applicazioni Il Livello delle Applicazioni Il livello Applicazione Nello stack protocollare TCP/IP il livello Applicazione corrisponde agli ultimi tre livelli dello stack OSI. Il livello Applicazione supporta le applicazioni

Dettagli

INFORMATION TECNOLOGY. a cura di Alessandro Padovani padoale@email.it

INFORMATION TECNOLOGY. a cura di Alessandro Padovani padoale@email.it INFORMATION TECNOLOGY 2 a cura di Alessandro Padovani padoale@email.it LE MEMORIE - 1 MEMORIA CENTRALE (O PRINCIPALE) Da questa memoria l unità centrale estrae i dati che servono per eseguire i programmi

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

Dettagli

Corso Online Analista Programmatore Microsoft

Corso Online Analista Programmatore Microsoft Corso Online Analista Programmatore Microsoft We Train Italy info@wetrainitaly.it Programma Generale del Corso Analista Programmatore Microsoft Tematiche di Base Modulo Uno Le basi della programmazione

Dettagli

Modulo 1.3 Reti e servizi

Modulo 1.3 Reti e servizi Modulo 1.3 Reti e servizi 1. Introduzione al Networking Connettere il PC in rete; schede di rete e modem; Panoramica sulle reti ad alta velocita' e reti dial-up; Testare la connettivita' con ping; Introduzione

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Docente: Rigoni Carla Disciplina: INFORMATICA GENERALE E APPLICAZIONI GESTIONALI Classe 5^ BP A. S. 2013-2014 1. LIBRO DI TESTO UTILIZZATO: estratti del testo redatto

Dettagli