Buzzword Deathmatch: Si può fare agile in una SOA?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Buzzword Deathmatch: Si può fare agile in una SOA?"

Transcript

1 Buzzword Deathmatch: Si può fare agile in una SOA?

2 About me 10 di esperienza come consulente nel mondo IT. Ho partecipato a mol> grossi Pubblica amministrazione Bancario Assicura>vo... Un po architeiura, un po processo, un po management... Il mio blog: hip://ziobrando.blogspot.com Trainer (Italia e UK) Ar>coli, etc. My e mail:

3 Lo scenario Agile

4 Perchè Agile? Tradurre

5 Perchè Agile? Tradurre Lo sviluppo Waterfall si è dimostrato inefficiente e insoddisfacente come risulta>

6 Perchè Agile? Tradurre Lo sviluppo Waterfall si è dimostrato inefficiente e insoddisfacente come risulta> Waterfall è tradizionalmente associato a

7 Perchè Agile? Tradurre Lo sviluppo Waterfall si è dimostrato inefficiente e insoddisfacente come risulta> Waterfall è tradizionalmente associato a cos> eleva>

8 Perchè Agile? Tradurre Lo sviluppo Waterfall si è dimostrato inefficiente e insoddisfacente come risulta> Waterfall è tradizionalmente associato a cos> eleva> tempi di sviluppo lunghi

9 Perchè Agile? Tradurre Lo sviluppo Waterfall si è dimostrato inefficiente e insoddisfacente come risulta> Waterfall è tradizionalmente associato a cos> eleva> tempi di sviluppo lunghi Impredicibilità dei risulta> e bassa percentuale di successo

10 Perchè Agile? Tradurre Lo sviluppo Waterfall si è dimostrato inefficiente e insoddisfacente come risulta> Waterfall è tradizionalmente associato a cos> eleva> tempi di sviluppo lunghi Impredicibilità dei risulta> e bassa percentuale di successo Difficoltà nella ges>one del cambiamento

11 Perchè Agile? Tradurre Lo sviluppo Waterfall si è dimostrato inefficiente e insoddisfacente come risulta> Waterfall è tradizionalmente associato a cos> eleva> tempi di sviluppo lunghi Impredicibilità dei risulta> e bassa percentuale di successo Difficoltà nella ges>one del cambiamento Se chiedete in giro, nessuno sta più facendo il waterfall ( o almeno così dicono)

12 Unified Process

13 Unified Process Lo unified process ha cambiato radicalmente lo scenario Iterazioni come elemento fondamentale del processo. Definizione fine di ruoli ed responsabilità UML come linguaggio ufficiale Una definizione di tufe le agvità chiave del processo.

14 Unified Process Unfortunately, it also set the ground for A family of UML modelling tools A lot of templates 6

15 Il lato oscuro dello Unified Process

16 Il lato oscuro dello Unified Process Gli strumen> sono diventa> sempre più importan>, deformando il processo stesso.

17 Il lato oscuro dello Unified Process Gli strumen> sono diventa> sempre più importan>, deformando il processo stesso. Analisi e design sono diventate soliste

18 Il lato oscuro dello Unified Process Gli strumen> sono diventa> sempre più importan>, deformando il processo stesso. Analisi e design sono diventate soliste Carta, carta ed ancora carta...

19 Sviluppatori Gli sviluppatori erano considera> risorse interscambiabili il cui unico compito era di implementare le specifiche. Però

20 Sviluppatori Gli sviluppatori erano considera> risorse interscambiabili il cui unico compito era di implementare le specifiche. Però

21 Sviluppatori Gli sviluppatori erano considera> risorse interscambiabili il cui unico compito era di implementare le specifiche. Però

22 Sviluppatori Gli sviluppatori erano considera> risorse interscambiabili il cui unico compito era di implementare le specifiche. Però

23 Sviluppatori Gli sviluppatori erano considera> risorse interscambiabili il cui unico compito era di implementare le specifiche. Però

24 Sviluppatori Gli sviluppatori erano considera> risorse interscambiabili il cui unico compito era di implementare le specifiche. Però

25 Sviluppatori Gli sviluppatori erano considera> risorse interscambiabili il cui unico compito era di implementare le specifiche. Però

26 Occasionalmente, gli passano in rassegna la truppa...

27 Ruoli e Responsabilità

28 Ruoli e Responsabilità La ges>one fine dei ruoli ha finito per tradursi in un faiore di rallentamento Spesso si finisce per scegliere solo i task al mio ruolo (implicit waterfall) Tempi di risposta più len> Colli di sigli specialis> (o presun> tali) Il buon caro vecchio scaricabarile...

29 ... I ribelli non stanno a guardare

30 ... I ribelli non stanno a guardare

31 I tre dell Agile XP ha faio il boio introducendo pra>che rivoluzionarie nello sviluppo socware. Scrum ha definito un framework all interno del quale le pra>che agili possono essere applicate all interno di un organizzazione. Il movimento Lean ha introdoio e principi dall industria manifaiuriera, nello sviluppo socware (fornendo anche un retroterra teorico ad entrambe)

32 extreme Programming User Stories Less formal than Use cases, act like placeholder for a real discussion Frequent small releases Itera7ons are shorter and targeted to produc7on, Frequent planning and es4ma4on Each itera7on is re planned according to the currently available informa7on No an4cipated development No frameworks or layered architecture Test first Test suites run preserving applica7on integrity, and producing beaer interfaces Customer availability Real feedback is the key to make the right thing No code ownership Con4nuous integra4on The whole system is frequently integrated and tested Pair programming Programmers work in pairs, in coding sessions No over4me...

33 XP Il feedback è l elemento chiave per molte delle pra>che proposte dal codice dai colleghi dal cliente dal progefo dal team Il team è responsabilizzato ed incoraggiato a proporre soluzioni crea>ve Lo stesso processo può essere modificato

34 Scrum Scrum non si riferisce streiamente allo sviluppo socware, ma offre un framework per la ges>one dei A differenza di UP, ci sono solo 3 ruoli: Il Team Il Product Owner Lo Scrum Master

35 Lo di un team

36 Il team agile Gruppi di piccole dimensioni Cross func>onal Il team è libero di prendere qualsiasi decisione di design In Scrum, il team riferisce solo al P.O. Un cerimoniale definito ed un insieme di possibili azioni garan>scono che il gruppo non prenda direzioni indesiderate.

37 stakeholders? Il Product Owner è l unico responsabile per il gruppo di sviluppo.

38 I principi dello sviluppo Lean Eliminate waste TuAo ciò che non fornisce alcun valore per l utente. Amplify learning Lo sviluppo è un aività di esplorazione e di ricerca di soluzioni. Decide as late as possible Evitare le decisioni irreversibili, o prenderle solo quando si disponde di tuae le informazioni necessarie. Deliver as fast as possible Cicli di sviluppo veloci aiutano il feedback. Spesso la velocità è meglio della qualità. Empower the team Il team diventerà il massimo esperto sull argomento. Build integrity in Il sonware deve essere u7le, e adaao al compito. See the whole In assenza di una visione complessiva avremo solo ofmi locali.

39 Spreco Lo spreco (waste) può apparire in varie forme Documentazione non necessaria Design an7cipato Over engineering AIese Comunicazioni inefficien> Handoff Complessità blame (scaricabarile) Qualità (?)...

40 L approccio Lo Fi Come conseguenza, alcuni tools sono sta> abbandona>, in favore di un approccio più materiale. Carta (user stories, CRC cards, burndown chart) Post it Lavagne Gli radiators sfruiano la prossimità fisica per permeiere uno scambio di informazioni più efficiente e completo Alcuni Strumen> sono sta> bandi> (es. MSProject), altri sono apparsi (es. Wikis)

41 The bofom up Agile prepara il terreno per fare emergere proposte interessan> dal team Il team impara and si concentra su un determinato spazio di problemi, spesso diventando il massimo esperto disponibile sull argomento

42 la collaborazione Raramente si lavora isola> Molte sono svolte in gruppo, in coppie o in maniera visibile. La trasparenza migliora la fiducia e premeie una collaborazione più efficace. Gli scambi di informazione avvengono in entrambi i sensi

43 Lo scenario ideale Non tuie le condizioni di partenza sono per diventare agili : per poter sfruiare pienamente il potenziale dell agile dovremmo (idealmente) Essere assun> in un azienda la cui massima priorità sia il socware. lavorare nello stesso posto Avere accesso agli uten> (qualsiasi cosa significhi) Essere liberi di crescere come team ed assumersi responsabilità. Essere liberi di scegliere logis>ca, hardware, etc.

44 Lo scenario SOA

45 SOA Organizzazioni di grandi dimensioni erano appesan>te dal fardello di Svaria> legacy systems Fusioni and acquisizioni Necessità di integrare sistemi eterogenei Sistemi e Elevata complessità (non necessaria) di evoluzione Tempi di reazione estremamente len>,...sviluppi sostanzialmente blocca>, incapacità di produrre valore....ricorda qualcosa?

46 In cerca dell uniformità Standard, frameworks, regole ed integrazione non hanno garan>to la necessaria agilità al business. Con il risultato di essere un ulteriore fardello con cui fare i con> prima ancora di di progeiare una qualsiasi soluzione.

47 Service Oriented Architecture SOA ha come di ridurre le dipendenze fra le applicazioni: Language coupling XML Protocol coupling WS, SOAP Network coupling ESB Availability coupling messages Standard e basso accoppiamento concorrono a definire un architeiura basata su

48 Low coupling I servizi possono dialogare tra loro con il più basso livello di conoscenza reciproca possibile Enterprise Service Bus

49 Low coupling I servizi possono dialogare tra loro con il più basso livello di conoscenza reciproca possibile Enterprise Service Bus

50 La promessa iniziale

51 La promessa iniziale SOA era uno strumento per

52 La promessa iniziale SOA era uno strumento per PermeIere le necessarie operazioni di pulizia

53 La promessa iniziale SOA era uno strumento per PermeIere le necessarie operazioni di pulizia PermeIere all IT di diventare un fakore chiave per il business, invece che un peso.

54 La promessa iniziale SOA era uno strumento per PermeIere le necessarie operazioni di pulizia PermeIere all IT di diventare un fakore chiave per il business, invece che un peso. è un casino

55 La promessa iniziale SOA era uno strumento per PermeIere le necessarie operazioni di pulizia PermeIere all IT di diventare un fakore chiave per il business, invece che un peso. è un casino lo meao in agenda per il 2010

56 La promessa iniziale SOA era uno strumento per PermeIere le necessarie operazioni di pulizia PermeIere all IT di diventare un fakore chiave per il business, invece che un peso. è un casino lo meao in agenda per il 2010 Adesso non c è tempo

57 La promessa iniziale SOA era uno strumento per PermeIere le necessarie operazioni di pulizia PermeIere all IT di diventare un fakore chiave per il business, invece che un peso. è un casino lo meao in agenda per il 2010 Adesso non c è tempo Possiamo farlo

58 La promessa iniziale SOA era uno strumento per PermeIere le necessarie operazioni di pulizia PermeIere all IT di diventare un fakore chiave per il business, invece che un peso. è un casino lo meao in agenda per il 2010 Adesso non c è tempo Possiamo farlo Perchè non fare quest altra cosa, invece?

59 La promessa iniziale SOA era uno strumento per PermeIere le necessarie operazioni di pulizia PermeIere all IT di diventare un fakore chiave per il business, invece che un peso. è un casino lo meao in agenda per il 2010 Adesso non c è tempo Possiamo farlo Perchè non fare quest altra cosa, invece?...abbiamo un idea...

60 La promessa iniziale SOA era uno strumento per PermeIere le necessarie operazioni di pulizia PermeIere all IT di diventare un fakore chiave per il business, invece che un peso. è un casino lo meao in agenda per il 2010 Adesso non c è tempo Possiamo farlo Perchè non fare quest altra cosa, invece?...abbiamo un idea... PermeIere alle imprese di ridurre il vandor lockin e di recuperare il controllo sul budget dell IT.

61 ...defa in un altro modo Alberto Brandolini 01/0 Qui ci pouò stare l'esem Amazon SOA è uno strumento per permeiere alle grandi aziende di raggiungere la business agility Cicli di rilascio dei più brevi OIenere il feedback direiamente dal mercato Sperimentare nuovi modi di fare business

62 ...defa in un altro modo Alberto Brandolini 01/0 Qui ci pouò stare l'esem Amazon SOA è uno strumento per permeiere alle grandi aziende di raggiungere la business agility Cicli di rilascio dei più brevi OIenere il feedback direiamente dal mercato Sperimentare nuovi modi di fare business SOA non è uno strumento per ricostruire un architefura esistente con una nuova tecnologia

63 scenario SOA... Lo scenario ideale Agile Essere assun> in un azienda la cui massima priorità sia il socware. lavorare nello stesso posto Avere accesso agli uten> (qualsiasi cosa significhi) Essere liberi di crescere come team ed assumersi responsabilità. Essere liberi di scegliere logis>ca, hardware, etc. Lo scenario SOA Generalmente la massima priorità dell azienda NON è il socware consulen>, risorse a progeio, etc. sono la regola. Lo sviluppo spesso avviene in più sedi, frequente il ricorso all offshore. Pochi incen>vi alla crescita ed all assunzione di responsabilità Controllo molto limitato su logis>ca, hardware, etc.

64 La tecnologia di SOA

65 Libertà!? Basso accoppiamento e standard di comunicazione indipenden> dal linguaggio offrono la possibilità di implementare applicazioni nelle tecnologie più appropriate. Enterprise Service Bus

66 Libertà!? Basso accoppiamento e standard di comunicazione indipenden> dal linguaggio offrono la possibilità di implementare applicazioni nelle tecnologie più appropriate. Enterprise Service Bus

67 ... Forse siamo ancora L accoppiamento tecnologico è solo uno dei vari faiori di accoppiamento sulla scena: Budget per le licenze Opera>ons & Support Standard aziendali, Regole e prescrizioni già in essere Strategie per la ges>one del personale ArchiteIura Cultura aziendale

68 In che lingua parliamo? UML non è sufficiente per le esigenze di SOA Emerge un nuovo gergo, nuovi diagrammi, nuove notazioni, nuovi layer...

69 In che lingua parliamo? UML non è sufficiente per le esigenze di SOA Emerge un nuovo gergo, nuovi diagrammi, nuove notazioni, nuovi layer...

70 In che lingua parliamo? UML non è sufficiente per le esigenze di SOA Emerge un nuovo gergo, nuovi diagrammi, nuove notazioni, nuovi layer...

71 Mettiamo le cose assieme

72 Agile and SOA

73 Agile and SOA Enterprises experience more success with SOA when they eschew big top down delivery projects and instead get down in the trenches with an evolu7onary approach. Agile processes provide a basic structure for this kind of incremental delivery. Carey Schwaber, Forrester Research... non mol> ar>coli invece ci dicono quanto i processi agili possano trarre beneficio da SOA

74 Agile come Gioco Lo sviluppo socware può essere definito come un gioco finito, direfo ad un obiegvo(cockburn) Finite, Non goal directed Carpet wrestling Dolls Jazz Finite, goal directed Tennis SoLware Development Infinite Career management Organiza>on Survival

75 So[ware development as a Game Finito: un progeio comincia e finisce (in un modo o nell altro) DireFo ad un obiegvo: es. consegnare in tempo s>amo giocando insieme agli altri membri del team ma non s>amo facendo solo questo: S>amo investendo sulla carriera Giochiamo a fare i genitori Etc. etc.

76 Un team di successo

77 Alcuni chiave Il Team Migliori talen> disponibili della squadra prima di quelli personali Elevata mo>vazione L obiegvo chiaro esperienza limitata nel tempo Risultato misurabile

78 Un team un po meno di successo...

79 Un team un po meno di successo...

80 chiave Il team I migliori talen>? individuali (o di par>to) prima di quelli del team,... o del cliente... : ( L obiegvo Non così ben definito (a meno di credere ai proclami eleiorali) Intervallo di tempo casuale Risultato non misurabile (ai posteri... )

81 Gioco a risorse limitate Lo scenario è limitato su svaria> parametri chiave: Budget Tempo Esperienza Talento di informazioni

82 Qual è il gioco di SOA? SOA è generalmente un gioco giocato ad un livello differente dallo sviluppo: Gli sono lega> ad una strategia di lungo periodo I risulta> di medio termine possono risultare non osservabili o misurabili per il team. Es. Budget Eliminazione di un sistema esterno

83 The SOA Game Una cri>ca comune alle metodologie Agili, è che si focalizzano su a breve termine. SOA vuole vedere il quadro complessivo, concentrandosi su a volte non completamente trasparen>.

84 La cultura dominante la cultura aziendale può essere molto lontana dai principi agili SOA può avere l appoggio del management, ma non è deio che anche le metodologie agili ce l abbiano. Carriere, ruoli e specializzazioni possono risultare soio pressione.

85 Dimensione del progefo SOA spesso implica la presenza di mol> team di sviluppo allo stesso tempo

86 Dimensione del progefo SOA spesso implica la presenza di mol> team di sviluppo allo stesso tempo

87 Più

88 51

89 Il ritorno del Top Down Alcun strumen> reintroducono la filosofia top down Ruoli prefissa> Tool driven design Sviluppo basato sulle specifiche Un ulteriore sgradevole effeio... Il feedback dal basso è scoraggiato Idee potenzialmente buone vanno perdute

90 Il ritorno del Top Down Alcun strumen> reintroducono la filosofia top down Ruoli prefissa> Tool driven design Sviluppo basato sulle specifiche Un ulteriore sgradevole effeio... Il feedback dal basso è scoraggiato Idee potenzialmente buone vanno perdute

91 Il ritorno del Top Down Alcun strumen> reintroducono la filosofia top down Ruoli prefissa> Tool driven design Sviluppo basato sulle specifiche Un ulteriore sgradevole effeio... Il feedback dal basso è scoraggiato Idee potenzialmente buone vanno perdute

92 Il ritorno del Top Down Alcun strumen> reintroducono la filosofia top down Ruoli prefissa> Tool driven design Sviluppo basato sulle specifiche Un ulteriore sgradevole effeio... Il feedback dal basso è scoraggiato Idee potenzialmente buone vanno perdute

93 Cominciare Agile e SOA? Benchè siano ortogonali, due rivoluzioni allo stesso tempo sono probabilmente troppo per un team Ma...agile si comporta bene in presenza di esplorazioni ed incertezza: processo spikes approccio test driven

94 Prepariamo la scena Non generiamo aspeia>ve difficili da soddisfare Manteniamo il management al corrente dei possibili problemi Le transizioni ai metodi agili meiono soio pressione le organizzazioni, esponendo problemi che sono sempre sta> nascos> soio il tappeto. Cer> problemi sono sempre sta> lì (magari soio il tappeto), meierli in evidenza può apparire sgradito.

95 Scegliete un facile Scegliamo raggiungibili in un tempo ragionevole Raggiungiamoli Costruiamo sui risulta> sicurezza affiatamento reputazione

96 Viaggiamo leggeri

97 Viaggiamo leggeri la disponibiltà di strumen> per ges>re la complessità di SOA non significa che dobbiamo incoraggiare la complessità

98 Viaggiamo leggeri la disponibiltà di strumen> per ges>re la complessità di SOA non significa che dobbiamo incoraggiare la complessità Il lato oscuro di SOA non è meglio di ciò che l ha preceduta...

99 Viaggiamo leggeri la disponibiltà di strumen> per ges>re la complessità di SOA non significa che dobbiamo incoraggiare la complessità Il lato oscuro di SOA non è meglio di ciò che l ha preceduta...

100 Appoggiamoci su standard Come corollario a decide as late as possible : Sviluppiamo su standard consolida> se possibile Migliore documentazione Rimpiazzabili... s>amo facend strategie di lungo termine. Evitare le tentazioni di features vendor specific Manteniamo soio controllo la deviazione dagli standard

101 La decisione più irreversibile...

102 La decisione più irreversibile... Non separiamoci dai nostri soldi! Non compriamo nulla la cui necessità non sia provata!!!

103 l approccio Big Bang Un approccio su larga scala introduce più problemi lega> al coordinamento ed alla condivisione di informazioni in evoluzione. Piccoli guerrilla teams possono fare un lavoro migliore con un uso più efficiente delle risorse 59

104 l approccio Big Bang Un approccio su larga scala introduce più problemi lega> al coordinamento ed alla condivisione di informazioni in evoluzione. Piccoli guerrilla teams possono fare un lavoro migliore con un uso più efficiente delle risorse Ogni frase che comincia con ogni è potenzialmente pericolosa! 59

105 Never be blocked 60

106 Never be blocked Le interdipendeze tra sistemi possono rallentarci indefinitamente 60

107 Never be blocked Le interdipendeze tra sistemi possono rallentarci indefinitamente Non aspefare qualcosa al di fuori del nostro scope di progeio. 60

108 Never be blocked Le interdipendeze tra sistemi possono rallentarci indefinitamente Non aspefare qualcosa al di fuori del nostro scope di progeio. Mockiamola 60

109 Never be blocked Le interdipendeze tra sistemi possono rallentarci indefinitamente Non aspefare qualcosa al di fuori del nostro scope di progeio. Mockiamola implemen>amola 60

110 Never be blocked Le interdipendeze tra sistemi possono rallentarci indefinitamente Non aspefare qualcosa al di fuori del nostro scope di progeio. Mockiamola implemen>amola facciamone a meno 60

111 Never be blocked Le interdipendeze tra sistemi possono rallentarci indefinitamente Non aspefare qualcosa al di fuori del nostro scope di progeio. Mockiamola implemen>amola facciamone a meno...qualsiasi cosa facciamo, facciamolo pubblicamente. 60

112 Ripensiamo agli Sprechi Alcune forme di spreco fare due volte la stessa cosa possono essere preferibili a documenta cos hai fako Lo sviluppo su larga scala cambia le priorità I confini aziendali e logis>ci cambiano Cos> di comunicazione Passaggi di consegne

113 Il costo di comunicare Le informazioni non si propagano con la documentazione, ma sapendo cosa stanno facendo gli altri. Mantenere più team allinea> Scrum of Scrums Informa>on radiators Prossimità End of itera>on demo Quando è comunque meglio scrivere, i Wiki permeiono di scrivere documentazione ondemand.

114 Condividiamo il piano Impedire agli sviluppatori di vedere il quadro complessivo impedisce di dare dei Sono possibili solo ogmizzazioni locali Sono possibili errori madornali

115 Pianificazione di alto livello SOA è un processo di trasformazione a lungo termine Ogni passo cambia lo scenario Maggiore conoscenza del contesto Pesi e priorità differen> Differen> opportunità E necessario aggiornare e ri pianificare di frequente, per centrare gli (non necessariamente quelli originali) Misuriamo, non assumiamo i rischi, non facciamo previsioni Non iniziamo nulla di cui non ci sia bisogno ora A f

116 SOA SOA è basata sui principi di Design by Contract...il paradiso del tester! Definizione dell interfaccia basata su standard. AIese ben definite sul comportamento esposto dai servizi

117 su SOA: challenges Test suite indipendente dal linguaggio Mocks e Stubs che implementano i servizi Selezione delle aree chiave per il test Definizione e ges>one dell ambiente di test

118 Definizione degli In determina> contes>, gli ambien> di test possono essere troppo complessi o costosi per essere replica> Teniamo sempre in funzione i tool di con>nuous integra>on Estendiamo gli ambien> di integrazione fin dove possibile Troviamo un punto di equilibrio tra correiezza e ges>bilità Manteniamo sempre i test aggiorna>

119 In due parole...

120 In due parole... Impediamo alle vecchie abitudini di farla da padrone Prepariamoci a compromessi (temporanei) Teniamo traccia del prezzo da pagare Siamo pron> a cambiare, cogliendo nuove opportunità Coinvolgiamo i gius> sponsor Comunicare!!! Prepariamoci ad un oiovolante!

121

122 ... finito?

123 ... finito? Grazie a tutti!

Seminario Metodi Agili per la gestione dei progetti per Decision Makers

Seminario Metodi Agili per la gestione dei progetti per Decision Makers Seminario Metodi Agili per la gestione dei progetti per Decision Gestire la complessità, adattarsi al cambiamento. Velocemente. Questa è la sfida quotidiana di ogni manager, sia in campo IT che in tutti

Dettagli

Un team agile allo sprint. 28 Febbraio 2013 Emiliano Soldi

Un team agile allo sprint. 28 Febbraio 2013 Emiliano Soldi Un team agile allo sprint 28 Febbraio 2013 Emiliano Soldi una questione di leggerezza COMPLESSITÀ VARIABILITÀ SPRECHI SOVRA-ALLOCAZIONI COLLI DI BOTTIGLIA DEBITO BUSINESS/TECNICO RIDURRE TEMPI ATTESA RIDURRE

Dettagli

Ingegneria del Software

Ingegneria del Software Ingegneria del Software Processi di Sviluppo Agile Origini dello Sviluppo Agile Proposta di un gruppo di sviluppatori che rilevava una serie di criticità degli approcci convenzionali: Troppa rigidità dei

Dettagli

Poca documentazione: uso di Story Card e CRC (Class Responsibility Collabor) Collaborazione con il cliente rispetto alla negoziazione dei contratti

Poca documentazione: uso di Story Card e CRC (Class Responsibility Collabor) Collaborazione con il cliente rispetto alla negoziazione dei contratti Sviluppo Agile [Cockburn 2002] Extreme Programming (XP) [Beck 2000] Sono più importanti auto-organizzazione, collaborazione, comunicazione tra membri del team e adattabilità del prodotto rispetto ad ordine

Dettagli

Gestione dello sviluppo software Modelli Agili

Gestione dello sviluppo software Modelli Agili Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A4_3 V1.1 Gestione dello sviluppo software Modelli Agili Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli

Dettagli

Premessa... 1. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4

Premessa... 1. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4 Sommario Premessa... 1 Fasi del processo... 3 Zone di rischio... 4 Premessa Le tecnologie informatiche hanno rivoluzionato da tempo il modo in cui lavorano le aziende e le organizzazioni in genere. Gestire

Dettagli

Social Network. Social Business

Social Network. Social Business Social Network Social Business Piero Luchesi PMP AGENDA Agenda e introduzione Parte I Overview sul Social Business Era della collaborazione Social Network Apertura al Social Business Come fare Social Business

Dettagli

metodologie metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi

metodologie metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi metodologie a.a. 2003-2004 1 metodologia una serie di linee guida per raggiungere certi obiettivi più formalmente: un processo da seguire documenti o altri elaborati da produrre usando linguaggi più o

Dettagli

Scrum. Caratteristiche, Punti di forza, Limiti. versione del tutorial: 1.0. www.analisi-disegno.com. Pag. 1

Scrum. Caratteristiche, Punti di forza, Limiti. versione del tutorial: 1.0. www.analisi-disegno.com. Pag. 1 Scrum Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 1.0 Pag. 1 Scrum è uno dei processi agili (www.agilealliance.com) il termine è derivato dal Rugby, dove viene chiamato Scrum il pacchetto

Dettagli

Echi da Amsterdam. Titolo: Sintesi presentazioni Metodologia Agile. Sintesi del Leadership Meeting e dell EMEA Congress 2009. Relatore: Bruna Bergami

Echi da Amsterdam. Titolo: Sintesi presentazioni Metodologia Agile. Sintesi del Leadership Meeting e dell EMEA Congress 2009. Relatore: Bruna Bergami Echi da Amsterdam Sintesi del Leadership Meeting e dell EMEA Congress 2009 Titolo: Sintesi presentazioni Metodologia Agile Relatore: Bruna Bergami PMI NIC - Tutti i diritti riservati Milano, 19 Giugno

Dettagli

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA Service Oriented Architecture Ormai tutti, nel mondo dell IT, conoscono i principi di SOA e i benefici che si possono ottenere

Dettagli

METODI AGILI IL CONTROLLO DI GESTIONE PER. Loredana G. Smaldore

METODI AGILI IL CONTROLLO DI GESTIONE PER. Loredana G. Smaldore METODI AGILI PER IL CONTROLLO DI GESTIONE 1 Fonte: Smaldore, L.G. (2014), Metodi «Agili» per il Controllo di Gestione, in Busco C., Giovannoni E. e Riccaboni A. (a cura di), Il controllo di gestione. Metodi,

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Alessandro Musumeci Direttore Centrale Sistemi Informativi Roma, 18 aprile 2013 Ora esiste il Web 2.0: le persone al centro. Interconnesse Informate Disintermediate

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Il ROI del consolidamento dei Server

Il ROI del consolidamento dei Server Il ROI del consolidamento dei Server Sul lungo periodo, un attività di consolidamento dei server è in grado di far scendere i costi IT in modo significativo. Con meno server, le aziende saranno in grado

Dettagli

Tecnologie e sistemi per la business integration. www.xdatanet.com

Tecnologie e sistemi per la business integration. www.xdatanet.com Tecnologie e sistemi per la business integration www.xdatanet.com X DataNet, X costruttori DataNet, costruttori di softwaredi software Costruiamo Costruiamo soluzioni tecnologiche soluzioni tecnologiche

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA ARIE VAN AGILE PROJECT MANAGEMENT CON CERTIFICAZIONE

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA ARIE VAN AGILE PROJECT MANAGEMENT CON CERTIFICAZIONE LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA ARIE VAN BENNEKUM AGILE PROJECT MANAGEMENT CON CERTIFICAZIONE ROMA 16-17 NOVEMBRE 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it

Dettagli

Randstad HrUp shaping the world of work

Randstad HrUp shaping the world of work Randstad HrUp shaping the world of work Randstad HrUp striving for perfection Per migliorare la performance, la soddisfazione e la crescita delle aziende e dei loro dipendenti, sviluppiamo progetti eccellenti

Dettagli

In meno di dieci anni i social. Social Learning, la formazione 2.0

In meno di dieci anni i social. Social Learning, la formazione 2.0 Social Learning, la formazione 2.0 È IL MODO PIÙ NUOVO DI EROGARE CONTENUTI E INFORMAZIONI A DIPENDENTI, CLIENTI E FORNITORI, MA È ANCHE LA FORMA PIÙ ANTICA DI APPRENDIMENTO, CHE PASSA DALLE RELAZIONI,

Dettagli

Ciclo di vita dimensionale

Ciclo di vita dimensionale aprile 2012 1 Il ciclo di vita dimensionale Business Dimensional Lifecycle, chiamato anche Kimball Lifecycle descrive il framework complessivo che lega le diverse attività dello sviluppo di un sistema

Dettagli

Insegnamento di Gestione e Organizzazione dei Progetti A.A. 2008/9

Insegnamento di Gestione e Organizzazione dei Progetti A.A. 2008/9 Insegnamento di Gestione e Organizzazione dei Progetti A.A. 2008/9 Lezione 15: P.M.: metodologie di progetto Prof.ssa R. Folgieri email: folgieri@dico.unimi.it folgieri@mtcube.com 1 Modelli di conduzione

Dettagli

Accenture Innovation Center for Broadband

Accenture Innovation Center for Broadband Accenture Innovation Center for Broadband Il nostro centro - dedicato alla convergenza e alla multicanalità nelle telecomunicazioni - ti aiuta a sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie broadband.

Dettagli

Coaching. Nicola Moretto

Coaching. Nicola Moretto nicola.moretto@xpeppers.com XP Coach Coach Tecnico Scrum Master Coach Sistemico Evolutivo Coach Ontologico Trasformazionale Agile Coach Coach Puro Scrum Master Uno Scrum Master: Rimuove le barriere.

Dettagli

12 Punti sulla via del successo

12 Punti sulla via del successo 12 Punti sulla via del successo Come anticipato nella pagina del nostro sito web (www.comincioda.ch), ti proponiamo di seguito un elenco di punti fondamentali per aiutarti ad intraprendere correttamente

Dettagli

UML e (R)UP (an overview)

UML e (R)UP (an overview) Lo sviluppo di sistemi OO UML e (R)UP (an overview) http://www.rational.com http://www.omg.org 1 Riassumento UML E un insieme di notazioni diagrammatiche che, utilizzate congiuntamente, consentono di descrivere/modellare

Dettagli

Innovazione e cambiamento

Innovazione e cambiamento ORGANIZZAZIONE AZIENDALE 1 Innovazione e cambiamento 2 Contenuti del capitolo Innovare o perire: il ruolo strategico del cambiamento Cambiamento tecnologico Nuovi prodotti e servizi Cambiamenti strategici

Dettagli

Il Cloud, l IT che libera il business. Il tuo sistema informativo a portata di mano e costi sotto controllo. Sempre.

Il Cloud, l IT che libera il business. Il tuo sistema informativo a portata di mano e costi sotto controllo. Sempre. Il Cloud, l IT che libera il business. Il tuo sistema informativo a portata di mano e costi sotto controllo. Sempre. Is this cloud? In tutti i campi, il cambiamento è un dato di fatto. Certo, nessuno è

Dettagli

PROCESSI IT: Ottimizzazione e riduzione degli sprechi - Approccio Lean IT

PROCESSI IT: Ottimizzazione e riduzione degli sprechi - Approccio Lean IT CDC -Corte dei conti DGSIA Direzione Generale Sistemi Informativi Automatizzati SGCUS Servizio per la gestione del Centro Unico dei Servizi PROCESSI IT: Ottimizzazione e riduzione degli sprechi - Approccio

Dettagli

Metodologie Agili per lo sviluppo di applicazioni Internet Distribuite. Agile Group DIEE, Università di Cagliari www.agile.diee.unica.

Metodologie Agili per lo sviluppo di applicazioni Internet Distribuite. Agile Group DIEE, Università di Cagliari www.agile.diee.unica. Metodologie Agili per lo sviluppo di applicazioni Internet Distribuite Agile Group DIEE, Università di Cagliari www.agile.diee.unica.it Agile Group Agile Group, gruppo di ricerca su Ingegneria del SW,

Dettagli

Infor Ming.le Social Business

Infor Ming.le Social Business TM Social Business 1 Nuove modalità per risolvere vecchi problemi Una singola piattaforma per social collaboration e business process management I mezzi che utilizziamo per comunicare non sono perfetti.

Dettagli

Modulo 2 Le tecniche del mentor/tutor Unità 2.6 Come usare il mentoring per l orientamento professionale?

Modulo 2 Le tecniche del mentor/tutor Unità 2.6 Come usare il mentoring per l orientamento professionale? Modulo 2 Le tecniche del mentor/tutor Unità 2.6 Come usare il mentoring per l orientamento professionale? Tempistica 40-45 minuti Competenze Competenza 27 conoscere i percorsi professionali di un area

Dettagli

Accesso all'informazione da Mobile

Accesso all'informazione da Mobile Accesso all'informazione da Mobile nel Document Management e nell'informa2on Management Pino Grimaldi Technical Office Manager ICT Trade 22 Maggio 2013 Cosmic Blue Team CBT - Cosmic Blue Team è la capo

Dettagli

Grazie a Ipanema, Coopservice assicura le prestazioni delle applicazioni SAP & HR, aumentando la produttivita del 12%

Grazie a Ipanema, Coopservice assicura le prestazioni delle applicazioni SAP & HR, aumentando la produttivita del 12% Grazie a Ipanema, Coopservice assicura le prestazioni delle applicazioni SAP & HR, aumentando la produttivita del 12% CASE STUDY (Re)discover Simplicity to Guarantee Application Performance Gli obiettivi

Dettagli

Se conduci una piccola azienda, devi vendere. Se sei un medico o un avvocato o un commercialista, devi vendere.

Se conduci una piccola azienda, devi vendere. Se sei un medico o un avvocato o un commercialista, devi vendere. Se conduci una piccola azienda, devi vendere. Se sei un medico o un avvocato o un commercialista, devi vendere. GLI IMPRENDITORI DEVONO VENDERE Qualunque sia la nostra attività, imprenditoriale o manageriale,

Dettagli

PORTFOGLIO PER PROCESSI OTTIMALI

PORTFOGLIO PER PROCESSI OTTIMALI Profilo aziendale PORTFOGLIO PER PROCESSI OTTIMALI Consulenza SAP Sviluppo SAP Soluzioni Add-On SAP add IL NOSTRO PORTFOGLIO Servizi di consulenza SAP La gamma di servizi di consulenza offerta da ParCon

Dettagli

Cambiare il Sistema Informativo

Cambiare il Sistema Informativo Cambiare il Sistema Informativo avvertenze e consigli per la partenza ex-novo o per la sostituzione di quello esistente Febbraio 2008 1 Contenuti Premessa Caratteristiche di un buon Sistema Informativo

Dettagli

Coordinamento e comunicazione

Coordinamento e comunicazione Team Agili I membri del team devono fidarsi gli uni degli altri. Le competenze dei membri del team deve essere appropriata al problema. Evitare tutte le tossine che creano problemi Il team si organizza

Dettagli

CLOUD A 360. Agilità per districarsi tra i problemi. Velocità nel reagire al cambiamento. Elasticità per adattarsi ai diversi contesti

CLOUD A 360. Agilità per districarsi tra i problemi. Velocità nel reagire al cambiamento. Elasticità per adattarsi ai diversi contesti CLOUD A 360 Che cosa deve avere la tua azienda per essere Cloud? Agilità per districarsi tra i problemi Velocità nel reagire al cambiamento Elasticità per adattarsi ai diversi contesti Flessibilità nell

Dettagli

Le Dimensioni della LEADERSHIP

Le Dimensioni della LEADERSHIP Le Dimensioni della LEADERSHIP Profilo leadership, dicembre 2007 Pag. 1 di 5 1. STRATEGIA & DIREZIONE Creare una direzione strategica Definire una strategia chiara e strutturata per la propria area di

Dettagli

Test e collaudo del software Continuous Integration and Testing

Test e collaudo del software Continuous Integration and Testing Test e collaudo del software Continuous Integration and Testing Relatore Felice Del Mauro Roma, Cosa è la Continuous Integration A software development practice where members of a team integrate their

Dettagli

Reti di INDUSTRIA 4.0

Reti di INDUSTRIA 4.0 DALLA DIGITALIZZAZIONE DELLE IMPRESE ALLA DIGITALIZZAZIONE DELLA SUPPLY CHAIN LA COMPETITIVITÀ DELLA SUPPLY CHAIN Bologna, 27 novembre 2015 Questa presentazione Imprese e competizione globale Supply Chain,

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

scenario, trend, opportunità

scenario, trend, opportunità Cloud Computing nelle Imprese Italiane scenario, trend, opportunità Alfredo Gatti Managing Partner MODELLI EMERGENTI di SVILUPPO ed IMPLEMENTAZIONE Unione Parmense degli Industriali Pal. Soragna Parma

Dettagli

Appunti di Sistemi Distribuiti

Appunti di Sistemi Distribuiti Appunti di Sistemi Distribuiti Matteo Gianello 27 settembre 2013 1 Indice 1 Introduzione 3 1.1 Definizione di sistema distribuito........................... 3 1.2 Obiettivi.........................................

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA. Sviluppare e Integrare. basate sul CLOUD ROMA 11-12 NOVEMBRE 2010 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA. Sviluppare e Integrare. basate sul CLOUD ROMA 11-12 NOVEMBRE 2010 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA GERHARD BAYER Sviluppare e Integrare le Business Applications basate sul CLOUD ROMA 11-12 NOVEMBRE 2010 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it

Dettagli

Premessa... 1. Vantaggi di un sistema ERP... 2. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4

Premessa... 1. Vantaggi di un sistema ERP... 2. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4 Sommario Premessa... 1 Vantaggi di un sistema ERP... 2 Fasi del processo... 3 Zone di rischio... 4 Premessa Le tecnologie informatiche hanno rivoluzionato da tempo il modo in cui lavorano le aziende e

Dettagli

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- --------------------------------------------- www.vargroup.it Da 40 anni accompagniamo gli imprenditori. Sviluppare insieme progetti che partono dall innovazione pura per tradursi in processi più efficienti

Dettagli

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido Starter Package è una versione realizzata su misura per le Piccole Imprese, che garantisce una implementazione più rapida ad un prezzo ridotto. E ideale per le aziende che cercano ben più di un semplice

Dettagli

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA REALTÀ CORRENTE INNOVATION & CHANGE OGGI IL CLIMA GENERALE È CARATTERIZZATO DA CONTINUI

Dettagli

Innovatori per tradizione

Innovatori per tradizione Innovatori per tradizione SU DI NOI SI PUÒ CONTARE PC System affianca da oltre 30 anni le aziende, i liberi professionisti e la pubblica amministrazione locale nella gestione delle loro esigenze informatiche.

Dettagli

DELL e Project Milano

DELL e Project Milano DELL e Project Milano Premessa DELL non ha bisogno di presentazioni, è un marchio che in 30 anni di attività nella produzione di sistemi informatici, si è imposto a livello mondiale. Solo recentemente

Dettagli

MOSSE. per passare senza difficoltà da una gestione manuale a una gestione touchless delle fatture fornitori in ambiente ERP

MOSSE. per passare senza difficoltà da una gestione manuale a una gestione touchless delle fatture fornitori in ambiente ERP Guidebook: Fatture Fornitori 7 MOSSE per passare senza difficoltà da una gestione manuale a una gestione touchless delle fatture fornitori in ambiente ERP 7 Mosse Per Passare Senza Difficoltà da una Gestione

Dettagli

extreme Programming in un curriculum universitario

extreme Programming in un curriculum universitario extreme Programming in un curriculum universitario Lars Bendix Department of Computer Science Lund Institute of Technology Sweden Università di Bologna, 18 giugno, 2002 Extreme Programming On-site customer

Dettagli

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio Allegato 1 REVISIONE DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DEL COMPARTO Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio SINTESI DEI COMPORTAMENTI ORGANIZZATIVI

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

IMPOSTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO

IMPOSTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO Minimaster in PROJECT MANAGEMENT IMPOSTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO Giovanni Francesco Salamone Corso Professionale di Project Management secondo la metodologia IPMA (Ipma Competence Baseline)

Dettagli

Presentazione di Cedac Software

Presentazione di Cedac Software Agenda Presentazione di Cedac Software SOA ed ESB Analisi di un caso studio Esempi Q&A Presentazione di Cedac Software 1 2 Presentazione di Cedac Software S.r.l. Divisione Software Azienda nata nel 1994

Dettagli

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

Coinvolgere per cambiare

Coinvolgere per cambiare Coinvolgere per cambiare Di cosa parliamo oggi 1. L approccio lean al cambiamento 2. Gli attori del processo di cambiamento (operatori, Middle Management, Top Management) 3. Il processo di change management

Dettagli

Il cloud per la tua azienda.

Il cloud per la tua azienda. Il cloud per la tua azienda. Questo è Microsoft Cloud Ogni azienda è unica. Dalla sanità alla vendita al dettaglio, alla produzione o alla finanza, non esistono due aziende che operano nello stesso modo.

Dettagli

Diamo solide radici alla crescita della vostra azienda

Diamo solide radici alla crescita della vostra azienda Diamo solide radici alla crescita della vostra azienda Progetti e soluzioni informatiche VM Sistemi SpA Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme un successo. Henry

Dettagli

Un azienda di qualità ISO 9001, lo standard più diffuso al mondo

Un azienda di qualità ISO 9001, lo standard più diffuso al mondo Un azienda di qualità ISO 9001, lo standard più diffuso al mondo BSI aiuta le organizzazioni a raggiungere l eccellenza. BSI aiuta a migliorare le organizzazioni per farle crescere e funzionare al meglio.

Dettagli

CHI SIAMO. BeOn è una società di consulenza italiana ad alta specializzazione in ambito di valutazione, sviluppo e formazione delle risorse umane.

CHI SIAMO. BeOn è una società di consulenza italiana ad alta specializzazione in ambito di valutazione, sviluppo e formazione delle risorse umane. www.beon-dp.com Operiamo in ambito di: Sviluppo Assessment e development Center Valutazione e feedback a 360 Formazione Coaching CHI SIAMO BeOn è una società di consulenza italiana ad alta specializzazione

Dettagli

EQDL Start. Le definizioni fondamentali secondo la norma UNI EN ISO 9000:2005. Gli otto principi della qualità. Tema: Dr.

EQDL Start. Le definizioni fondamentali secondo la norma UNI EN ISO 9000:2005. Gli otto principi della qualità. Tema: Dr. EQDL Start Tema: Le definizioni fondamentali secondo la norma UNI EN ISO 9000:2005. Gli otto principi della qualità Syllabus da 1.1.2.1 a 1.1.2.1 Dr. Antonio Piva 1 ISO 9000:2005. Gli otto principi della

Dettagli

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Web e Social Network: non solo comunicazione ma condivisione A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB 2.0 SIAMO

Dettagli

Hotel Federico II di Jesi,, Ancona. 06 luglio 2005

Hotel Federico II di Jesi,, Ancona. 06 luglio 2005 Hotel Federico II di Jesi,, Ancona. 06 luglio 2005 Dino Petrone Elica Group i dati del Gruppo Elica Dati Gruppo Elica > Fatturato Gruppo Elica 2004 Aggregato 413 milioni di Euro 2300 dipendenti i dati

Dettagli

DIGITAL TRANSFORMATION. Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO

DIGITAL TRANSFORMATION. Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO DIGITAL TRANSFORMATION Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO AL VOSTRO FIANCO NELLA DIGITAL TRANSFORMATION Le nuove tecnologie, tra cui il cloud computing, i social

Dettagli

!"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente

!#$%&%'()*#$*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente !"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente Il Terzo Pilastro del Biker Vincente La Mountain Bike e la Vita Ciao e ben ritrovato! Abbiamo visto nelle ultime due lezioni, come i dettagli siano fondamentali

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI MILANO

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI MILANO Tavolo 5: Organizzare i nostri studi Referenti: Francesca Simonetti, Alessandro Trivelli, Consiglieri Ordine degli Architetti PPC di Milano Segretario referente: Anna Missaglia Partecipano al tavolo: Lorenzo

Dettagli

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business 2 La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business (2 - migliorate la vostra credibilità: i 5 passi per dimostrare l efficacia del Marketing) Pagina 1 di 9 SOMMARIO PREMESSA...

Dettagli

Ciclo di vita del progetto

Ciclo di vita del progetto IT Project Management Lezione 2 Ciclo di vita del progetto Federica Spiga A.A. 2009-2010 1 Ciclo di vita del progetto Il ciclo di vita del progetto definisce le fasi che collegano l inizio e la fine del

Dettagli

Capitolo 11 Reti professionali ed evoluzione delle forme organizzative interne alle aziende

Capitolo 11 Reti professionali ed evoluzione delle forme organizzative interne alle aziende Capitolo 11 Reti professionali ed evoluzione delle forme organizzative interne alle aziende Le comunità di pratica: definizione La ricerca accademica definisce le comunità di pratica come un insieme di

Dettagli

GUIDA VELOCE PER TRAINER

GUIDA VELOCE PER TRAINER GUIDA VELOCE ~ 6 ~ GUIDA VELOCE PER TRAINER Perché usare il toolkit di EMPLOY? In quanto membro del personale docente, consulente di carriera, addetto al servizio per l impiego o chiunque interessato ad

Dettagli

A"vazione Integrata: 1+1=3 A"vazione Integrata

Avazione Integrata: 1+1=3 Avazione Integrata a"vazione integrata A"vazione Integrata: 1+1=3 A"vazione Integrata training consul8ng 2 Un caso reale di A"vazione Integrata Cliente con l obie-vo strategico di sviluppare la Forza Vendita, cambiando il

Dettagli

Trova i Tuoi Clienti.2

Trova i Tuoi Clienti.2 Manuali di Marketing Pratico Trova i Tuoi Clienti.2 Crea la tua lista di clienti in target senza spendere una fortuna Set Up Marketing - Fabriano Introduzione A chi si rivolge questo strumento e quali

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Il Valore è. Risorse. Performance. La Performance comprende: Esigenze imprenditoriali Qualità Immagine Benefici sociali Incremento dei ricavi

Il Valore è. Risorse. Performance. La Performance comprende: Esigenze imprenditoriali Qualità Immagine Benefici sociali Incremento dei ricavi Il Valore è Performance Risorse La Performance comprende: Esigenze imprenditoriali Qualità Immagine Benefici sociali Incremento dei ricavi Le risorse comprendono: Tempi di produzione Tempi di programmazione

Dettagli

CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT

CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT CHI SIAMO Tustena CRM Suite è prodotto da Digita S.r.l., un azienda che può vantare un esperienza decennale nello sviluppo di soluzioni web-based orientate alla comunicazione

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations CUSTOMER SUCCESS STORY LUGLIO 2015 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Azienda: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

Caso studio. Ottimizzazione di una landing page B2B ... www.lucagentile.eu. Copyright 2015

Caso studio. Ottimizzazione di una landing page B2B ... www.lucagentile.eu. Copyright 2015 0 1 Premessa del test In questo caso studio ti mostro come ho condotto una serie di 2 test per una campagna AdWords di lead generation. Il report si concentrerà sui risultati e le conseguenze del test,

Dettagli

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità Mario Massone fondatore Club CMMC 1) Il Marketing, nuova centralità: meno invasivo, più efficace 2) La customer experience, come

Dettagli

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING!

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING! I PRIMI PASSI NEL NETWORK MARKETING Ciao mi chiamo Fabio Marchione abito in brianza e sono un normale padre di famiglia, vengo dal mondo della ristorazione nel quale ho lavorato per parecchi anni. Nel

Dettagli

PROGETTO SOCIALE D INIZIATIVA WIN (WELLFARE DI INIZIATIVA).

PROGETTO SOCIALE D INIZIATIVA WIN (WELLFARE DI INIZIATIVA). PROGETTO SOCIALE D INIZIATIVA WIN (WELLFARE DI INIZIATIVA). Ing Paolo Neri 4 Settembre 2014 Associazione Vecchie e Nuove Povertà Empoli IL «PROGETTO SOCIALE D INIZIATIVA» Missione: favorire l uscita dal

Dettagli

Agile. mercoledì, 1 luglio 2015, 3:05 p. Prof. Tramontano docente Federico II ingegneria del software. Sviluppo Agile: metaprocesso

Agile. mercoledì, 1 luglio 2015, 3:05 p. Prof. Tramontano docente Federico II ingegneria del software. Sviluppo Agile: metaprocesso Agile mercoledì, 1 luglio 2015, 3:05 p. Prof. Tramontano docente Federico II ingegneria del software Sviluppo Agile: metaprocesso Molti progetti software falliscono Sì parte dagli anni 2000 Millennium

Dettagli

MANAGEMENT ED ECONOMIA DELLA CONOSCENZA PERCHE IL «TEAM»?

MANAGEMENT ED ECONOMIA DELLA CONOSCENZA PERCHE IL «TEAM»? 1 MANAGEMENT ED ECONOMIA DELLA CONOSCENZA PERCHE IL «TEAM»? «Tutti desiderano possedere la conoscenza, ma relativamente pochi sono disposti a pagarne il prezzo» Giovenale «Nessuno di noi è tanto in gamba

Dettagli

Le caratteristiche must have del software gestionale ideale

Le caratteristiche must have del software gestionale ideale Le caratteristiche must have del software gestionale ideale ww.microsa Quali sono i principali elementi da tenere in considerazione per la scelta del Quali software sono i ottimale? principali elementi

Dettagli

L attenzione verso i collaboratori e la loro formazione, perché l azienda non cresce se i collaboratori restano indietro.

L attenzione verso i collaboratori e la loro formazione, perché l azienda non cresce se i collaboratori restano indietro. 1 Chi siamo Mericom è una delle più consolidate realtà nell ambito delle vendite, del marketing e della comunicazione. Siamo sul mercato con successo da 15 anni e abbiamo realizzato grandi progetti anche

Dettagli

Agenda. IT Governance e SOA. Strumenti di supporto alla governance. Vittoria Caranna vcaranna@imolinfo.it Marco Cimatti mcimatti@imolinfo.

Agenda. IT Governance e SOA. Strumenti di supporto alla governance. Vittoria Caranna vcaranna@imolinfo.it Marco Cimatti mcimatti@imolinfo. SOA Governance Vittoria Caranna vcaranna@imolinfo.it Marco Cimatti mcimatti@imolinfo.it Agenda IT Governance e SOA Strumenti di supporto alla governance 2 Importanza della Governance Service Oriented Architecture

Dettagli

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INTERVENTI MODULARI DI FORMAZIONE LA QUALITÁ NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE INDICE Premessa 3 Obiettivi e strumenti metodologici dell intervento di formazione 4 Moduli e contenuti dell intervento di

Dettagli

Global Logistics - 2009. Il Warehouse Management System a servizio

Global Logistics - 2009. Il Warehouse Management System a servizio Global Logistics - 2009 Il Warehouse Management System a servizio Solo un minuto per dire chi siamo Sistemi IT focalizzati alla Logistica Esecutiva Gamma completa di servizi e soluzioni Suite proprietaria

Dettagli

non accontentarti dell orizzonte, cerca L INFINITO.

non accontentarti dell orizzonte, cerca L INFINITO. non accontentarti dell orizzonte, cerca L INFINITO. Jim Morrison Società Algol Consulting: il partner per i progetti ERP Fin dall inizio della sua attività, l obiettivo di Algol Consulting è stato quello

Dettagli

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B,

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B, Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Hai lavorato tanto e adesso ti si prospettano diversi mesi in cui potrai rilassarti in vista della prossima estate. Sarebbe bello se fosse così semplice,

Dettagli

Il Cliente al centro del Business: Social network e CRM

Il Cliente al centro del Business: Social network e CRM Il Cliente al centro del Business: Social network e CRM Chiara Albanese Michele Dell Edera In collaborazione con: Asernet tecnologia, comunicazione e nuovi media Zeroventiquattro.it Il quotidiano on line

Dettagli

Are You Digital? La Digital Transformation a misura d uomo

Are You Digital? La Digital Transformation a misura d uomo Are You Digital? La Digital Transformation a misura d uomo La tecnologia ha cambiato l uomo Il mondo è cambiato in fretta e non sembra fermarsi. Occorre cambiare direzione senza stravolgere ciò che siamo,

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

Pillole di eventi di fundraising

Pillole di eventi di fundraising Pillole di eventi di fundraising Forlì, 11-12 settembre 2014 Mara Garbellini IL POTERE DEGLI EVENTI: TOCCARE CON MANO LA TUA ORGANIZZAZIONE Gli eventi sono occasioni reali, tangibili per donare e per partecipare

Dettagli

La comunicazione potente dei Coach

La comunicazione potente dei Coach La comunicazione potente dei Coach Il potere delle parole 13 Il Coaching può essere definito come una potente arte sull uso del potere delle parole. Quando si pratica il coaching con una persona si affrontano

Dettagli

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano.

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. di: Enrico MASTROFINI Ottobre 2004 Nella formulazione iniziale del Piano Ict sono di solito inseriti

Dettagli

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli