Relazione sul monitoraggio della stampa sul fenomeno della tratta degli esseri umani. Ucraina. Città Rzhisciv, Collegio umanitario di Rzhisciv

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione sul monitoraggio della stampa sul fenomeno della tratta degli esseri umani. Ucraina. Città Rzhisciv, Collegio umanitario di Rzhisciv"

Transcript

1 Relazione sul monitoraggio della stampa sul fenomeno della tratta degli esseri umani. Ucraina Città Rzhisciv, Collegio umanitario di Rzhisciv La Questione della tratta degli esseri umani ( specialmente minori ), nonostante i dati statistici pericolosi, rimane fuori dell attenzione della società. Con lo scopo di capire l atteggiamento del problema la società degli studenti volontari Volonter del Collegio umanitario di Rzhisciv ( Ucraina, regione di Kiev, città Rzhisciv ) hanno effettuato il monitoraggio della stampa sulla tematica Fenomeno della tratta degli esseri umani dal mese di giugno del 2009 all ottobre 2010, monitoraggio effettuato in 4 giornali regionali e 5 giornali nazionali. Metodologia della ricerca La Presente tematica è stata descritta in 19 articoli, ossia 2 in giornali locali, 17 in giornali e riviste nazionali. Ogni articolo è stato analizzato secondo le prossime caratteristiche: data dell uscita, titolo, autore, fonti dell informazione, soggetto dell articolo, intonazione dell articolo ( positiva, negativa, neutrale), posizione del soggetto nell articolo, evento, che ha provocato l uscita della pubblicazione, carattere della pubblicazione, carattere illustrativo. La Suddivisione della stampa per titolo è: Composizione delle notizie Rzhisciv 2, Novità di Kagarlik 0, Regione locale 0, Verità di Kiev 0, Ucraina giovane 3, Corriere goverale 2, Argomenti e fatti 3, Settimana legale 1, Sicurezza dell attività vitale 3, Mondo scientifico 3, Voce dell Ucraina 1, Mondo scolastico 1 La Scelta dei titoli per gli articoli evidenzia gli aspetti dei problemi sulla tratta degli esseri umani.: La tratta degli esseri umani non riconosce i confini Rzhisciv ( ) O. Akutina; La tratta dei minori è inammissibile Rzhisciv ( ) L. Kirichenko, Y. Puzhakova; Arrestare cacciatori di esseri umani del XXI secolo, Corriere governale ( )V. Diaghtiarenko; Madonna, che cosa fai su di tè? Corriere governale ( ) O.Osobova; Prigioniera di Cherson, Ucraina giovane ( ) I. Kirpa; Tratta per export, Argomenti e fatti ( ) G. Girak Un filo fa tela, Argomenti e fatti ( ) G. Girak; Intervento Felix Argomenti e fatti ( ) I. Parfenova. Problemi globali azioni globali Voce dell Ucraina ( ) Tratta minori lato opposto della giustizia giuvenale Settimana legale ( ) O. Denisov. Traffico degli esseri umani e lavoratori dall Ucraina. Sicurezza dell attività vitale ( ) Faccia infantile della tratta moderna Mondo scientifico, M. Grigoriv 1

2 Tratta moderna: tratta dei minori Mondo scientifico, V. Necherda. Genitori per soldi Ucraina giovane ( ) M. Aksaniuk Loro non sono i schiavi Sicurezza dell attività vitale ( ) S. Michko Vendete la rene all ebreo ricco?, Ucraina giovane ( ) I. Leonov ONU preoccupata per le dimensioni della prostituzione minorile e tratta dei minori in Ucraina «Sicurezza dell attività vitale» Salviamo i bambini dalla tratta, Sicurezza dell attività vitale ( ) Della violenza in famiglia Giovani contro la violenza, Mondo scientifico ( ) V. Moroz; Mondo scolastico ( ) I.Davidchuk In questo momento giornale La verita di Komsomol in Ucraina ( 4 settembre 2010 ) Transplantologi illegali Argomenti e fatti (18 agosto 2010) Nel corso di monitoraggio della composizione della stampa è stato evidenziato: 1 La tratta spesso persegue lo scopo di: Avvio alla prostituzione ( Madonna, che cosa fai su di sè?, Tratta per export, Un filo fa tela ). Sfruttamento in business pornografico ( Faccia infantile della tratta moderna ) Lavori forzati ( Loro non sono i schiavi, Tratta degli esseri umani e lavoratori dall Ucraina ) Accattonaggio ( Della violenza in famiglia ) scopo di adozione illegale ( Intervento Felix ) Per impianto degli organi e tessuto ( Vendete la rene all ebreo ricco?, Genitori per soldi ) 2. I Bambini soffrono dalla tratta non solo all estero ma anche in Ucraina Prigioniera di Cherson Della riabilitazione delle vittime della tratta si occupano ONG Centro internazionale della protezione dei diritti femminili La Strada, OIM ( Organizzazione internazionale della migrazione ), si occupano del supporto medico, psicologico, invece a livello statale del lavoro di questo genere si occupa il Ministero degli affari interni dell Ucraina rivelazione e liquidazione dell attività criminale organizzata ( Ufficio della lotta con i crimini legati al traffico degli esseri umani presso l Amministrazione del Ministero degli Affari interni dell Ucraina. ) 3. Il problema è rivelato diversamente in diversi regioni dell Ucraina. Arrestare cacciatori di esseri umani del XXI secolo 2

3 4. I motivi della tratta sono: Dipendenze tossiche o alcoliche dei genitori; Livello della formazione insufficiente Assenza del lavoro Alto livello della disoccupazione Discriminazione del genere Stato di abbandono La Composizione dei materiali pubblicati di solito rivelano la legislazione, statistica, ci sono pochissimi descrizioni della vittima, la sua famiglia, l aiuto degli enti statali e sociali ( 5 pubblicazioni, piccole, simili alle comunicazioni ). Una parte dei materiali giornalistici pubblicati ( 10 %) - sono le comunicazioni informative, parlano dell organizzazione degli eventi municipali e regionali, 44% - contengono i consigli concreti per i lettori per come evitare e non capitare nelle trappole della tratta, 30% - materiali di ricerca pubblicazioni dove sono descritti le storie di vita. 40% delle pubblicazioni contengono informazione statistiche, cronaca criminale (13%). I Giornalisti usano il metodo dell intervista degli esperti nell ambito del traffico degli esseri umani, interviste pubblicate separatamente ( 3 articoli Tratta per export, Argomenti e fatti ( ) G. Girak, Tratta minori lato opposto della giustizia giovanile Settimana legale ( ) O. Denisov.), 4 articoli contengono i commenti dei giornalisti ( Arrestare cacciatori di esseri umani del XXI secolo, Corriere governale ( ), V. Diaghtiarenko, Un filo fa tela, Argomenti e fatti ( ) G. Girak, Salviamo i bambini dalla tratta, Sicurezza dell attività vitale ( ). I giornalisti presentano l informazione in modo obiettivo. La descrizione delle situazioni di vita danno l idea della comunicazione. Hanno compassione 57 % dei materiali, negativa 0 %, neutra 43 % delle comunicazioni. Di solito gli autori prendono in considerazione lo sfruttamento lavorativo e sessuale, come le forme principali della tratta, 1 solo articolo ha parlato del problema di accattonaggio ( Della violenza in famiglia Mondo scientifico ( ) V. Moroz ), oltre questo 2 articoli parlano del problema di trapianti e vendita degli organi ( Vendete la rene all ebreo ricco?, Ucraina giovane ( ) I.Leonov ), adozione illegale (1 articolo - Intervento Felix Argomenti e fatti ( ) I. Parfenova ), sfruttamento in busines pornografico 1 articolo - Madonna, che cosa fai su di tè? Corriere governale ( ) O.Osobova ). Descrizione dei protagonisti delle pubblicazioni Le vittime della tratta che sono principalmente descritte sono donne giovani ( 55 % delle storie descritte ), che sono diventate le vittime della violenza sessuale ( la maggioranza delle ragazze sono state illegalmente trasportate all estero con il pretesto di collocamento ) o i maschi in età lavorativa ( 45%) disoccupati, bisognosi, che lavorano sotto l obbligo, la maggioranza sono di origine - provinciale, delle piccole città, borghi, villaggi, al livello dell istruzione hanno la formazione media generale di base, o media professionale ( mestieri di operai ) e partono spesso per guadagnare i soldi in un breve periodo di tempo per vivere nel proprio paese al livello di vita adeguato. 3

4 Oltre la tratta con lo scopo dello sfruttamento sessuale, una quantità dei protagonisti delle pubblicazioni hanno sofferto per adozione illegale, poi sono stati descritti le vittime del trapianto illegale degli organi. Negli articoli di monitoraggio sono stati descritti le condizioni del lavoro delle vittime, sono stati descritti anche i trafficanti. Dai dati confermati, negli articoli sono descritti i fatti della tratta, in maggioranza dei casi con i maggiorenni, solo in 4 articoli (5 %) è descritta la tratta dei bambini che hanno meno di 18 anni. Articolo In questo momento del giornale La verità di Komsomol in Ucraina ( 4 settembre 2010 ) parla della Direzione principale per la lotta con la criminalità organizzata del Ministero degli affari interni dell Ucraina che è riuscita a denunciare 7 gruppi criminali, che si occupavano della tratta, grazie a questo sono riusciti a riportare a casa 18 ragazze ucraine. Articolo Trapiantologi illegali ( Argomenti e fatti) accerta dei fatti su l organizzatori dell attività criminale del reclutamento delle persone per la vendita di propri organi. Articolo Tratta moderna: tratta dei minori ( Mondo scientifico, ) contiene gli dati statistici delle vittime del traffico. In particolare informano che diventano spesso le vittime le ragazze a partire da 15 anni, che provengono dai villaggi, piccole città, diplomati negli istituti tecnici professionali, o ragazzi che sono disoccupati, anche le ragazze che hanno partecipato in concorsi di bellezza, nell attività artistica dilettantistica, che hanno studiato o sognato di studiare a scuole di modelle. Al gruppo a rischio appartengono i minorenni che hanno subito diverse forme della violenza, che succedono in famiglia. Articolo Tratta per export, Argomenti e fatti ( ) forma il concetto dei lettori dell insicurezza possibile, che può capitare a uno che sta per partire all estero. In particolare nell articolo stanno citando Monica Platek consigliere del progetto dell Unione Europea del rafforzamento dei diritti delle donne e bambini in Ucraina : 300 leggi della protezione dei diritti in Ucraina una cifra irreale per la legislazione. Come si può concordare tutta questa quantità della documentazione. Ai cittadini dell Ucraina vale la pena di aumentare l istruzione personale giuridica. E tutto ciò deve iniziare dalla scuola. Ci sono consigli utili in questo articolo anche da parte di coordinatore del programma della lotta contro il traffico delle persone Klara Skrivankovoi: I Bambini devono capire, se partono all estero, che devono lasciare sempre i suoi recapiti e ricordare che essere venduti per schiavitù può essere fatto non solo da estranei ma anche dalla parentela. Laiuto dei servizi sociali Vengono rivelati i fatti criminali, partecipazione di ONG, servizi sociali che lottano con il traffico degli esseri umani, sono nominati in pubblicazioni, solo quando va descritto il loro lavoro (Centro internazionale della protezione dei diritti femminili La Strada, OIM (Organizzazione internazionale della migrazione): grazie al contributo di OIM sono stati creati i centri della riabilitazione, dove le vittime della tratta possono ottenere l aiuto, che gli enti statali purtroppo non possono fornire, per gli enti statali si intende il Dipartimento della lotta con i crimini legati al traffico degli esseri umani presso l Amministrazione del Ministero degli Affari interni dell Ucraina, che illustra informazione operativa e realizza il lavoro operativo. 3 articoli hanno le informazioni sulle famiglie delle vittime, alcuni parenti di corsa hanno chiamato la gente in cerca di persone smarrite ( Prigioniera di Cherson, Ucraina giovane ( ) I. Kirpa), e alcuni hanno venduto i bimbi per ridurre in schiavitù ( Genitori per soldi Ucraina giovane ( ) M. Aksaniuk). 4

5 Conclusioni Il Monitoraggio della stampa ha testimoniato che il problema della tratta degli esseri umani, e in particolare dei minori, è attuale, pero non è messo in evidenza abbastanza nei mass media, i centri di accoglienza per le vittime della tratta spesso non pubblicano informazioni, per motivi della protezione della riservatezza delle vittime del traffico. È aumentato il numero della quantità dei altri Stati che hanno capito l importanza della prevenzione della tratta. È la maggiore testimonianza di questo il progetto internazionale Prevenzione del traffico dei minori in Ucraina Moldova seconda annualità. Monitoraggio dei mezzi pubblici sulla questione della tratta(zitomir) Metodologia di ricerca Nella ricerca data sono stati analizzati certi articoli dei media della Regione di Zitomir sulla questione della tratta nel periodo dal 1 luglio al 31 del Lelenco selezionato conta 15 articoli tra cui sono 10 dai giornali locali invece 5 di quelli sono estratti dai giornali nazionali. Ogni articolo è stato analizzato secondo i seguenti parametri: la data di pubblicazione, autore, soggetto dell articolo, posizione dell articolo (positive, negative, neutrale) e lo stato del soggetto, fonti d informazione, avvenimento che aveva provocato la pubblicazione, carattere illustrativo della pubblicazione. Il metodo principale dell analisi-analisi di contesto. La Distribuzione di articoli è la seguente: «La Città`» - 3, «Il Mercurio» - 6, «LEco (+ Il Dossier 02)» - 2, «Il Tempo» - 2, «Il Giorno» - 2, «La Verità ucraina»-1. I titoli parlano molto esplicitamente di quali aspetti del problema della tratta sono al centro dell attenzione : - «In campo del municipio questione della tratta», «La Citta`» ( ), V.Scust; - «Attenzione: la tratta», «La Citta`» ( ),.Talko; - «Ucraini vanno all`estero come schiavi», «La Citta`» ( ),.Rudy; - «Come le fiabe di Sciaherezade sono trasformate in orrore vero», «Il rcurio» ( ),.Zonov; - «Invece di 50 dollari di guadagno quotidiano del lavoro in campo in Russia la maggior parte di lavoratori dopo di tre mesi di lavoro hanno ricevuto soltanto il biglietto di ritorno», «Il rcurio» ( ), «L`Eco» ( ),.Vascenko, reparto del Ministero dell interno nella Regione di Zitomir; - «Come è finito un casting di modellamento per 500 ragazze ucraine?», «Il rcurio» ( ), Direzione generale del Ministero delle emergenze nella Regione di Zitomir; - «Fermiamo lavoro illegale degli ucraini all estero», «Il rcurio» ( ), servizio P.S nella Regione di Zitomir; 5

6 - «Si puo` cadere in trappola della schiavitu` di lavoro anche in Ucraina», «Il rcurio» ( ), A.Kozlovskij; - «Le pont dona speranza», «Il rcurio» ( ),.Sicevskij; - «Coinvolto in prostituzione», «L`Ec. Il Dossier 02» ( ),.Vascenko; - «Non sono merce, sono uomo, «Il Tempo» ( ), N.Virna; - «In Ucraina fiorisce la tratta moderna» ( ), A.Livinslij; - «La tratta: d adesso anche in Ucraina. Come non diventare vittima?», «Il Giorno» ( ),.Puckova; - «Non cercate felicita` all`estero», «Il Giorno» ( ), L. noprienko; - «10 miti sulla tratta», «la Verita` ucraina» ( ), N.Dovgopol. Una parte di pubblicazioni (25%) e` l informazione sui provvedimenti passati locali e regionali, cronaca criminale (13%). Di solito un lettore cerca di evitare tali rapporti ufficiali cercando anzitutto delle pubblicazioni piu` creative dove si parla delle storie vere ( sono 50% degli articoli analizzati, 44 % hanno dei consigli concreti di come evitare la rete di uno schiavista`. Si deve dire che l`informazione preventiva e` la piu` utile, la si puo` usare nella vita quotidiana di una persona ed aiutarla ad evitare I problemi. Particolarmente a questo proposito è interessante l articolo«10 miti sulla tratta» ( «La Verita` ucraina») dove gli autori cercano di indicare le cause del fenomno della tratta: disoccupazione, poverta`, desiderio di ``una vita bella``, miti sulla vita bella all estero, poca informazione. Il 31 % delle pubblicazioni contengono l informazione statistica, un po` uniforme. I giornalisti non intervistano gli esperti della tratta, non ho trovato neanche un` intervista, solo 2 pubblicazioni (1%) che contengono un commento. La presentazione del materiale e` abbastanza obiettiva. Si usano epiteti, la frequenza dell`uso di certe parole e locazioni danno alla pubblicazione una certa intonazione. Particolarmente e` visibile quando si descrive una situazione vitale. Il 44% dei materiali hanno un tono simpatizzante verso partecipanti e testimoni della situazione, negativo - 0 %, neutrale 56 %. Al significato della parola «tratta» si aggiungono le parole e locazioni come: business clandestino, reti di arruolatore, contratti illegali, reti di schiavitu`, borsa nera del lavoro, schiavitu` del lavoro, sfruttamento sessuale, collocamento illegale al lavoro, fenomeno dello sfruttamento violento, forma moderna di schiavitù, trappola. Gli autori spesso parlano di uno sfruttamento lavorativo e sessuale come le forme più importanti della tratta, soltanto 1 articolo pone il problema di accattonaggio ed altro 1 di trapianto e vendita degli organi. Le Condizioni di lavoro dei nostri concittaddini si descrivono come: da schiavi, pesanti, illegali e posti di lavoro come: baracca, ippodromo, schiavitu`, «stazione di cura», barbarie, hangar. Come un esempio si descrive l`edificio trascurato di una scuola con finestre spezzate, pavimento di beton, senza porte, auditori per 15 lavoratori con 3 letti, sul territorio un pozzo con l`acqua fredda per 400 persone che cercano di lavarsi. I lavoratori sono giovani donne, ragazze-manodopera gratuita che hanno poca informazione, la gente confidente e caduta in disperazione, cittadini della provincia dell`eta` lavorativa, la gente che non conosce propri diritti, non difesa socialmente, uomini costruttori che hanno perso lavoro e speranza all aiuto dello stato, schiavi senza diritti, vittime della tratta. Svariato e` anche l aspetto di organizzatori del delitto- sono possessori moderni di schiavi, arruolatori pieni di iniziativa, datori di lavoro, sfruttatori, papponi, fornitori e malviventi. Lo si puo` diventare qualsiasi persona: conoscenti, concittadini, conoscenti a caso. Hanno certe caratteristiche: sanno compatire, carpire la fiducia, hanno un dono di far cambiare idea e di promettere. 6

7 Aspetti di protagonisti di pubblicazioni I media descrivono un carattere comune di persone che rischiano ad andare a lavorare all estero. Ci sono articoli che descrivono le storie reali e molto di rado l autore riesce ad evitare un giudizio estimativo. Anche l informazione statistica influisce sul lettore però in questo caso l articolo non descrive il soggetto della tratta. La maggior parte delle descritte vittime della tratta sono giovani donne (55 % ) e uomini che hanno l`et ` attiva lavorativa (45 %) e anche disoccupati e indigenti. Secondo lo stato famigliare ci sono sia ragazze nubili che quelle sposate che hanno bambini; uomini da 17 anni che piuttosto hanno famiglia; di origine sono di citta` piccole oppure villaggi; secondo l istruzione hanno di solito un diploma di base di un mestiere di operaio e vanno via piuttosto per poco tempo allo scopo di guadagnare per alzare il livello di vita della sua famiglia. Aiuto dei servizi sociali, sostegno alle famiglie Negli articoli menzionano anche ONG e servizi sociali. Nelle pubblicazioni dove si parla delle situazioni concrete soltanto 2 volte e` presente International Women's Human Rights Center "La Strada Ucraina, in altri casi- Ministero dell`interno (Reparto della lotta con delitti legati alla tratta), Organizzazione internazionale di migrazione. Si commenta che testimoni e vittime spesso non confessano il delitto non soltanto alle forze dell ordine o ad ONG ma anche ai loro parenti o per vergogna o perchè` non credono che sfruttatori veramente saranno condannati oppure hanno paura di una vendetta del delinquente. La famiglia della vittima si menziona raramente (solo in 2 articoli): «la madre ha dato l`allarme ai miliziani per liberare bambino», «insistenti richieste dei parenti per sapere dove sono finiti i loro bambini e mariti». Come era indicato sopra si mette piu` l`accento ai fatti criminali e non per mostrare le possibilita` e partecipazione dei servizi sociali e ONG per quanto riguarda la tratta. 7

Violenza sulle donne. In ogni parte del mondo

Violenza sulle donne. In ogni parte del mondo Violenza sulle donne In ogni parte del mondo Più della metà della popolazione mondiale femminile è vittima di molteplici forme di violenza. A ogni latitudine, in qualsiasi paese, in contesti sociali diversi

Dettagli

I RISULTATI DI UN QUESTIONARIO SUL TEMA

I RISULTATI DI UN QUESTIONARIO SUL TEMA COMUNICATO STAMPA PER L 8 MARZO TANTI GIOVANI SI SONO CONFRONTATI SUL TEMA DELLA VIOLENZA SULLE DONNE CON L INIZIATIVA DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE PARI OPPORTUNITA, DI AMNESTY INTERNATIONAL E DELL L

Dettagli

Programme "Prevention of and Fight against Crime" European Commission Directorate General Justice Freedom and Security

Programme Prevention of and Fight against Crime European Commission Directorate General Justice Freedom and Security Programme "Prevention of and Fight against Crime" European Commission Directorate General Justice Freedom and Security JUST. Juvenile Justice. Development of child rights based methods of intervention

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

Rapporto UNICEF sulla condizione dell'infanzia nel mondo 2006 - "Esclusi e invisibili"

Rapporto UNICEF sulla condizione dell'infanzia nel mondo 2006 - Esclusi e invisibili Rapporto UNICEF sulla condizione dell'infanzia nel mondo 2006 - "Esclusi e invisibili" Un'infanzia che non riceve aiuto: sono milioni i bambini invisibili Londra/Roma, 14 dicembre 2005 - Centinaia di milioni

Dettagli

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA PRINCIPALI RISULTATI EMERSI Tra le tematiche sociali maggiormente sentite dagli adolescenti vi è prima di tutto il diritto alla vita (37%), sentito ancor di

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

Audizione Commissione Speciale del Parlamento Europeo sulla criminalità organizzata, la corruzione e il riciclaggio di denaro.

Audizione Commissione Speciale del Parlamento Europeo sulla criminalità organizzata, la corruzione e il riciclaggio di denaro. Audizione Commissione Speciale del Parlamento Europeo sulla criminalità organizzata, la corruzione e il riciclaggio di denaro. Aretusa Tematica legislativa All interno della rete Aretusa vi è la presenza

Dettagli

20 Novembre 2014. Giornata Mondiale dei diritti dell infanzia e dell adolescenza. In viaggio alla scoperta dei diritti delle bambine e dei bambini

20 Novembre 2014. Giornata Mondiale dei diritti dell infanzia e dell adolescenza. In viaggio alla scoperta dei diritti delle bambine e dei bambini 20 Novembre 2014 Giornata Mondiale dei diritti dell infanzia e dell adolescenza In viaggio alla scoperta dei diritti delle bambine e dei bambini 1989 1997 Diritto

Dettagli

PROGETTO RAGAZZE MADRI DI GOMA Maison Margherita

PROGETTO RAGAZZE MADRI DI GOMA Maison Margherita PROGETTO RAGAZZE MADRI DI GOMA Maison Margherita 1. Introduzione 1.1. Titolo del progetto : Realizzazione di un Centro di accoglienza e di sostegno psico -sociale per ragazze vulnerabili(vittime di violenza

Dettagli

TRA PREMESSO TUTTO QUANTO SOPRA PREMESSO OBIETTIVI DEL PROTOCOLLO:

TRA PREMESSO TUTTO QUANTO SOPRA PREMESSO OBIETTIVI DEL PROTOCOLLO: PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE. TRA La Prefettura di Modena, l Amministrazione

Dettagli

Puoi chiedere informazioni e aiuto a questo numero gratuito: 800.290.290. (24 ore su 24) ti risponderanno nella tua lingua

Puoi chiedere informazioni e aiuto a questo numero gratuito: 800.290.290. (24 ore su 24) ti risponderanno nella tua lingua Se ti hanno condotta in Italia con un contratto di lavoro per motivi artistici e ti hanno fatto avere un permesso di soggiorno con questa dicitura: all art. 27, lett. n) del D. Lgs. 286/1998, sei vincolata

Dettagli

CONSIGLIO D EUROPA COMITATO DEI MINISTRI

CONSIGLIO D EUROPA COMITATO DEI MINISTRI CONSIGLIO D EUROPA COMITATO DEI MINISTRI Raccomandazione R (2001)16 sulla protezione dei bambini contro lo sfruttamento sessuale (Adottata dal Comitato dei Ministri il 31 Ottobre 2001 alla 771 a riunione

Dettagli

Convenzione dell ONU sui Diritti dell Infanzia Versione ridotta

Convenzione dell ONU sui Diritti dell Infanzia Versione ridotta Convenzione dell ONU sui Diritti dell Infanzia Versione ridotta Un impegno totale per l infanzia. Preambolo Nel preambolo, vengono ricordati i principî fondamentali delle Nazioni Unite e le disposizioni

Dettagli

Comune di Rovigo Assessorato alle Pari opportunità

Comune di Rovigo Assessorato alle Pari opportunità Comune di Rovigo Assessorato alle Pari opportunità 8 marzo tutto l anno: bilancio di un anno di attività per le pari opportunità. Relazione dei progetti e delle attività svolte durante il 2008 dall amministrazione

Dettagli

Settimana del SAPERE

Settimana del SAPERE Settimana del SAPERE Fascicolo 1 Il sapere e la storia di due giovani uomini All interno: l originale in Inglese e la traduzione in Italiano di una delle più famose lettere di vendita di tutti i tempi

Dettagli

PREVENZIONE DELLA TRATTA DEI MINORI IN UCRAINA

PREVENZIONE DELLA TRATTA DEI MINORI IN UCRAINA Centro delle ricerche sociopsicologiche dell`universita` Statale I.Franko di Zitomir PREVENZIONE DELLA TRATTA DEI MINORI IN UCRAINA RAPPORTO dei risultati delle ricerche sull`attivita` delle organizzazioni

Dettagli

Un numero di emergenza a tutela dei bambini Pag. 1. La rete di intervento Pag. 4. Il gestore Pag. 5. Il partner tecnologico Pag. 6

Un numero di emergenza a tutela dei bambini Pag. 1. La rete di intervento Pag. 4. Il gestore Pag. 5. Il partner tecnologico Pag. 6 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Un numero di emergenza a tutela dei bambini Pag. 1 La rete di intervento Pag. 4 Il gestore Pag. 5 Il partner tecnologico Pag. 6 Cosa succede quando si contatta il

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Direzione generale della comunicazione e dei rapporti europei ed internazionali INFORMATIVA OMS: MALTRATTAMENTI INFANTILI Traduzione non ufficiale a cura di Katia Demofonti - Ufficio

Dettagli

Art. 18 D.lgs 286/98 (Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell immigrazione e norme sulla condizione dello straniero)

Art. 18 D.lgs 286/98 (Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell immigrazione e norme sulla condizione dello straniero) Art. 18 D.lgs 286/98 (Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell immigrazione e norme sulla condizione dello straniero) Dati e riflessioni sui progetti di protezione sociale ex art.

Dettagli

UN PASSO IN AVANTI NEL CONTRASTO ALL ABUSO SUI MINORI

UN PASSO IN AVANTI NEL CONTRASTO ALL ABUSO SUI MINORI UN PASSO IN AVANTI NEL CONTRASTO ALL ABUSO SUI MINORI LA CONVENZIONE DI LANZAROTE La Convenzione del Consiglio d Europa per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e l abuso sessuale, fatta a Lanzarote

Dettagli

Il fenomeno delle frodi in danno delle carte di pagamento: vittimizzazione e percezione di in sicurezza dei cittadini

Il fenomeno delle frodi in danno delle carte di pagamento: vittimizzazione e percezione di in sicurezza dei cittadini Il fenomeno delle frodi in danno delle carte di pagamento: vittimizzazione e percezione di in sicurezza dei cittadini Mara Mignone, Criminologa Centro Ricerche e Studi su Sicurezza e Criminalità ABI, CARTE

Dettagli

Business and Human Rights: una introduzione. Sessione pilota del Corso di formazione di base

Business and Human Rights: una introduzione. Sessione pilota del Corso di formazione di base Business and Human Rights: una introduzione Sessione pilota del Corso di formazione di base Milano, 12 Novembre 2015 I Diritti Umani: una definizione Cosa sono i Diritti Umani? I Diritti Umani: una definizione

Dettagli

Grazie per l attenzione che riserverai alla lettura di questi messaggi, al di là di quello che potrai poi fare.

Grazie per l attenzione che riserverai alla lettura di questi messaggi, al di là di quello che potrai poi fare. FONDAZIONE GEDAMA onlus organizzazione non lucrativa di utilità sociale - Iscritta nel Registro Prefettizio delle Persone Giuridiche della Prefettura di Bergamo al n. 17 della parte 1^ ( parte generale)

Dettagli

Diritti bambini. I dati riportati sono tratti da un

Diritti bambini. I dati riportati sono tratti da un Diritti bambini L assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1959 ha stilato la Dichiarazione dei Diritti del Fanciullo ampliata e integrata nel 1989 con la Dichiarazione dei Diritti del Bambino

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Norme contro il traffico e la vendita degli organi prelevati dai bambini N. 392

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Norme contro il traffico e la vendita degli organi prelevati dai bambini N. 392 Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 392 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato VOLONTÈ Norme contro il traffico e la vendita degli organi prelevati dai bambini Presentata

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

BAMBINI E ADOLESCENTI IN MOZAMBICO

BAMBINI E ADOLESCENTI IN MOZAMBICO BAMBINI E ADOLESCENTI IN MOZAMBICO I dati che seguono intendono dare un indicazione di massima della situazione minorile esistente oggi in Mozambico e provengono dall Istituto Nazionale di Statistica del

Dettagli

La violenza di genere in provincia di Pisa

La violenza di genere in provincia di Pisa La violenza di genere in provincia di Pisa V REPORT DI MONITORAGGIO sulle schede di primo accesso delle donne vittime di violenza Novembre 2012 PROVINCIA DI PISA Servizio sistemi informativi, studi e statistica

Dettagli

Il monitoraggio della rete web per i reati a sfondo sessuale e pedo-pornografico

Il monitoraggio della rete web per i reati a sfondo sessuale e pedo-pornografico Il monitoraggio della rete web per i reati a sfondo sessuale e pedo-pornografico Uno degli strumenti innovativi introdotti dalla legge n. 269/98 riguarda l attività di investigazione rivolta alla prevenzione

Dettagli

Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta

Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta Fondazione Pangea è impegnata in un programma a sostegno di donne e bambine con disabilità fisiche o mentali che vivono negli slum di Calcutta e nell area

Dettagli

La protezione dei diritti dei minori in Europa

La protezione dei diritti dei minori in Europa La protezione dei diritti dei minori in Europa Intervista all on. Franco Frattini Vice presidente della Commissione Europea Responsabile del portafoglio giustizia, libertà e sicurezza di Anna Scalfati

Dettagli

PROVINCIA DI PADOVA: VERSO IL PIANO STRATEGICO

PROVINCIA DI PADOVA: VERSO IL PIANO STRATEGICO PROVINCIA DI PADOVA: VERSO IL PIANO STRATEGICO Progetto di ricerca La sicurezza costruiamola insieme Ricerca sull opinione dei cittadini della Provincia di Padova -Rapporto di ricerca - Gennaio 2012 Indice

Dettagli

STRUMENTI LEGISLATIVI ITALIANI

STRUMENTI LEGISLATIVI ITALIANI STRUMENTI LEGISLATIVI ITALIANI Chi commette violenza, sta commettendo un reato! Spesso si minimizza la gravità di un atto violento ma, per la legge, ogni atto violento va sanzionato e punito. In Italia,

Dettagli

La violenza contro le donne VIOLENZA DI GENERE CONTRO LE DONNE EPIDEMIOLOGIA, CONTESTO E COSTI SOCIALI

La violenza contro le donne VIOLENZA DI GENERE CONTRO LE DONNE EPIDEMIOLOGIA, CONTESTO E COSTI SOCIALI La violenza contro le donne VIOLENZA DI GENERE CONTRO LE DONNE EPIDEMIOLOGIA, CONTESTO E COSTI SOCIALI Patrizia Romito Dipartimento di Scienze della Vita Università di Trieste LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

Dettagli

Newsletter di aggiornamento sui progetti di Amici dei Bambini n. 50 Dicembre 2010

Newsletter di aggiornamento sui progetti di Amici dei Bambini n. 50 Dicembre 2010 Newsletter di aggiornamento sui progetti di Amici dei Bambini n. 50 Dicembre 2010 Il Cappello di Guguzza racconta le avventure di un piccolo ragazzino di nome Guguzza. Questa fiaba ci insegna che facendo

Dettagli

Giornata dei diritti dei bambini

Giornata dei diritti dei bambini Giornata dei diritti dei bambini Il 20 novembre del 1989 è stata approvata dall Assemblea delle Nazioni Unite la Convezione dei Diritti dell Infanzia. In Italia, la convenzione è stata approvata nel 1991

Dettagli

VIOLENZA SULLE DONNE Strategia di marketing non convenzionale

VIOLENZA SULLE DONNE Strategia di marketing non convenzionale VIOLENZA SULLE DONNE Strategia di marketing non convenzionale Cristina Agù / Cristina Boscarino / Valentino Chiarla / Alessia Pascarella / Alessandra Russo ANALISI DEL FENOMENO Secondo i dati del Telefono

Dettagli

COMITATO SUI DIRITTI DELL INFANZIA

COMITATO SUI DIRITTI DELL INFANZIA COMITATO SUI DIRITTI DELL INFANZIA CRC/C/OPAC/ITA/1 Quarantaduesima sessione 15 maggio 2 giugno 2006 OSSERVAZIONI CONCLUSIVE Analisi dei Rapporti presentati dall Italia ai sensi dell art. 8 del Protocollo

Dettagli

Aggressività: violenza, furti e bullismo

Aggressività: violenza, furti e bullismo Aggressività: violenza, furti e bullismo Numero del Questionario Completato Attenzione! Ogni questionario completato deve riportare il numero progressivo di compilazione (es. per primo questionario completato

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA in materia di contrasto dei fenomeni di sfruttamento, riduzione in schiavitù e tratta di esseri umani

PROTOCOLLO D INTESA in materia di contrasto dei fenomeni di sfruttamento, riduzione in schiavitù e tratta di esseri umani PROTOCOLLO D INTESA in materia di contrasto dei fenomeni di sfruttamento, riduzione in schiavitù e tratta di esseri umani tra Regione Emilia-Romagna Direzione Distrettuale Antimafia Emilia-Romagna Procura

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Sondaggio di SafeGov rivolto ai genitori italiani. Cosa pensano i genitori italiani dell'uso della tecnologia a scuola

Sondaggio di SafeGov rivolto ai genitori italiani. Cosa pensano i genitori italiani dell'uso della tecnologia a scuola Sondaggio di SafeGov rivolto ai genitori italiani Cosa pensano i genitori italiani dell'uso della tecnologia a scuola Metodologia di ricerca Chi Genitori di ragazzi in età scolare in Italia 500 genitori

Dettagli

CONTACT CENTER ANTIOMOFOBIA E TRANSFOBIA. Gay Help Line. Estratto del rapporto del servizio

CONTACT CENTER ANTIOMOFOBIA E TRANSFOBIA. Gay Help Line. Estratto del rapporto del servizio CONTACT CENTER ANTIOMOFOBIA E TRANSFOBIA Gay Help Line Estratto del rapporto del servizio Dal 18 Marzo 2006 al 30 settembre 2007 Roma, 8 Novembre 2007 1/10 Gay Help Line : Principali Caratteristiche del

Dettagli

RASSEGNA STAMPA o t t o b r e 2 0 0 6 - d i c e m b r e 2 0 1 1

RASSEGNA STAMPA o t t o b r e 2 0 0 6 - d i c e m b r e 2 0 1 1 Provincia di Foggia ASSESSORATO ALLA SOLIDARIETÀ E ALLE POLITICHE SOCIALI Piazza XX Settembre, 20-71121 Foggia tel.: (+39) 0881.791350 - fax: (+39) 0881.791408 info@progettoroxana.it - www.progettoroxana.it

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

2. GLI ISTITUTI PENALI PER I MINORENNI. Premessa.

2. GLI ISTITUTI PENALI PER I MINORENNI. Premessa. 2. GLI ISTITUTI PENALI PER I MINORENNI. Premessa. L analisi statistica sviluppata in questa seconda parte del lavoro riguarda sia la presenza di minori sia i movimenti in entrata e in uscita registrati

Dettagli

FORUM Regionale R/S ABRUZZO OGGI

FORUM Regionale R/S ABRUZZO OGGI Ho capito che la situazione dell altro è uguale alla mia: uscirne da soli è egoismo, insieme è POLITICA (Don Milani) Noi educhiamo i nostri ragazzi a sviluppare la propria individualità tanto nello spirito

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

CASO 1 (status e tutela giurisdizionale)

CASO 1 (status e tutela giurisdizionale) CASO 1 (status e tutela giurisdizionale) Djibril è nato nel 1989 ad Atar in Mauritania. La sua è una famiglia di Haratines, ovvero di schiavi neri discendenti dalle popolazioni locali, da sempre schiavi

Dettagli

Sogni innocenti. Clienti e donne vittime di traffico in Italia

Sogni innocenti. Clienti e donne vittime di traffico in Italia Sogni innocenti. Clienti e donne vittime di traffico in Italia How Much? A pilot study on four key EU member and candidate countries on the demand for trafficked prostitution (Progetto finanziato dalla

Dettagli

In Collaborazione con LA CARTA DI ROMA

In Collaborazione con LA CARTA DI ROMA In Collaborazione con LA CARTA DI ROMA APPELLO PER UN PIANO D AZIONE GLOBALE PER PROTEGGERE I BAMBINI DEL MONDO E PER FERMARE LA VIOLAZIONE DEI LORO DIRITTI Roma, Italia 3 novembre 2011 Ogni bambino è

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA Provincia di Lucca Prefettura di Lucca Procura della

Dettagli

All the invisible children. Appunti sulla Convenzione Internazionale sui diritti dell Infanzia e dell Adolescenza. Comitato Provinciale UNICEF di Roma

All the invisible children. Appunti sulla Convenzione Internazionale sui diritti dell Infanzia e dell Adolescenza. Comitato Provinciale UNICEF di Roma XIX Corso Universitario Multidisciplinare di Educazione allo Sviluppo Università La Sapienza di Roma All the invisible children Appunti sulla Convenzione Internazionale sui diritti dell Infanzia e dell

Dettagli

Donne e omicidio: una ricerca in Grecia. Dtinos Vassilis Associazione Euronem Atene

Donne e omicidio: una ricerca in Grecia. Dtinos Vassilis Associazione Euronem Atene Donne e omicidio: una ricerca in Grecia. Dtinos Vassilis Associazione Euronem Atene L indagine Donne e l omicidio, condotta dal Centro di Ricerca per Pari Opportunità (KETHI), ha cercato di investigare

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Relazione Osservatorio sulla prostituzione e sui fenomeni delittuosi ad essa connessi. Sintesi e Conclusioni

Relazione Osservatorio sulla prostituzione e sui fenomeni delittuosi ad essa connessi. Sintesi e Conclusioni Relazione Osservatorio sulla prostituzione e sui fenomeni delittuosi ad essa connessi Sintesi e Conclusioni Due le questioni emergenti su cui l Osservatorio si è soffermato: la condizione di sfruttamento

Dettagli

Progetto Casa Pangea Calcutta. Report semestrale Gennaio-Giugno 2015

Progetto Casa Pangea Calcutta. Report semestrale Gennaio-Giugno 2015 Progetto Casa Pangea Calcutta Report semestrale Gennaio-Giugno 2015 Sommario 3 Introduzione 5 Programma di supporto e riabilitazione fisico-mentale 5 Supporto medico 5 Accesso alle agevolazioni statali

Dettagli

Definizione di abuso sessuale

Definizione di abuso sessuale Definizione di abuso sessuale Il coinvolgimento di un minore, da parte di un partner preminente, in attività sessuali anche non caratterizzate da violenza esplicita Dichiarazione di Consenso del CISMAI

Dettagli

Università degli studi di Palermo Facoltà di Scienze della formazione Corso di laurea in Formatore Multimediale

Università degli studi di Palermo Facoltà di Scienze della formazione Corso di laurea in Formatore Multimediale Università degli studi di Palermo Facoltà di Scienze della formazione Corso di laurea in Formatore Multimediale Da di Charlie Chaplin alle tematiche pedagogiche dell abbandono Elaborato di: Daniela Messina

Dettagli

Avocats sans Frontières Italia

Avocats sans Frontières Italia Avocats sans Frontières Italia BAMBINI SOLDATO IN AFRICA UN DRAMMA NEL DRAMMA Presentazione del Rapporto di Amnesty International 21.000 bambini soldato in Liberia Roma 8 Novembre 2004 Processabilità e

Dettagli

Linda Laura Sabbadini

Linda Laura Sabbadini La violenza e i maltrattamenti contro le donne I maltrattamenti contro le donne dentro e fuori la famiglia Direttore Centrale ISTAT Perché un indagine sulla violenza sulle donne? Le denunce sono solo la

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI GENOVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI GENOVA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI GENOVA DALLA PARTE DELLE DONNE: TUTELA ED ASSISTENZA NEI CASI DI VIOLENZA I L Q U A D R O N O R M AT I V O I R E AT I D E L C O D I C E P E N A L E : P E

Dettagli

La violenza assistita e la rete dei Servizi attivi: dalla normativa all azione sul territorio

La violenza assistita e la rete dei Servizi attivi: dalla normativa all azione sul territorio La violenza assistita e la rete dei Servizi attivi: dalla normativa all azione sul territorio Martina Zorz Assistente Sociale Comune di Locate Varesino martedì 28 Aprile 2015 I DATI Rete interprovinciale

Dettagli

Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà

Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà Numero del Questionario Completato Attenzione! Ogni questionario completato deve riportare il numero progressivo

Dettagli

Prevenzione della recidiva e messa alla prova: le opinioni e l esperienza degli operatori dell Ufficio di Servizio Sociale per Minorenni di Bologna.

Prevenzione della recidiva e messa alla prova: le opinioni e l esperienza degli operatori dell Ufficio di Servizio Sociale per Minorenni di Bologna. Prevenzione della recidiva e messa alla prova: le opinioni e l esperienza degli operatori dell Ufficio di Servizio Sociale per Minorenni di Bologna. Di Gabriele Prati * e Sara Nascetti ** Riassunto: esistono

Dettagli

Gli Stati si impegnano ad assicurare l'attuazione dei diritti riconosciuti nella Convenzione.

Gli Stati si impegnano ad assicurare l'attuazione dei diritti riconosciuti nella Convenzione. I bambini hanno diritto a un'esistenza dignitosa, a essere amati, curati e protetti e ad avere voce in capitolo sulla loro vita. A tutela di questi diritti, dal 1989 vi è la Convenzione sui diritti dell'infanzia

Dettagli

Insieme per sconfiggere la fame

Insieme per sconfiggere la fame WFP: Combatte la fame nel mondo Insieme per sconfiggere la fame Un miliardo di affamati Circa 1 miliardo di persone al mondo deve lottare per trovare il cibo necessario a condurre una vita sana e produttiva.

Dettagli

FIORI CHE RINASCONO Etiopia

FIORI CHE RINASCONO Etiopia FIORI CHE RINASCONO Etiopia Il Sole Onlus Soprattutto i bambini Nel 1997 nasce l Associazione Il Sole Onlus. La sua mission è garantire ai bambini di tutto il mondo pari opportunità e dignità, indipendentemente

Dettagli

Livello B2 Unità 1 Stampa e informazione

Livello B2 Unità 1 Stampa e informazione Livello B2 Unità 1 Stampa e informazione Chiavi In questa unità imparerai: a comprendere testi scritti sulla stampa e l informazione a usare le sigle alcune espressioni verbali con preposizioni alcuni

Dettagli

L'Afghanistan della gente: la guerra permanente, l'oppressione e le donne

L'Afghanistan della gente: la guerra permanente, l'oppressione e le donne L'Afghanistan della gente: la guerra permanente, l'oppressione e le donne Che cosa è successo e succede in Afghanistan Che cosa hanno vissuto e vivono le donne Donne speciali: RAWA, HAWCA, OPAWC, Malalai

Dettagli

CONVENZIONE ONU PER I DIRITTI DELL'INFANZIA Cenni storici

CONVENZIONE ONU PER I DIRITTI DELL'INFANZIA Cenni storici I diritti dell infanzia a cura di Enrica Defilippi CONVENZIONE ONU PER I DIRITTI DELL'INFANZIA Cenni storici La categoria dei diritti dei bambini rappresenta un caso particolare all interno della cornice

Dettagli

Politiche di parità e di contrasto alla discriminazione di genere Buone prassi e prospettive future

Politiche di parità e di contrasto alla discriminazione di genere Buone prassi e prospettive future Politiche di parità e di contrasto alla discriminazione di genere Buone prassi e prospettive future a cura di Pina Ferraro Consigliera di Parità Effettiva per la Provincia di Ancona Dati Progetto Rete

Dettagli

MALTRATTAMENTI E ABUSI SUI MINORI (Diritti dell infanzia e dell adolescenza)

MALTRATTAMENTI E ABUSI SUI MINORI (Diritti dell infanzia e dell adolescenza) IO, NOI Associazione di Volontariato per la Solidarietà e l integrazione Sociale Sede legale - Sede Operativa: via delle Meduse, 63a 00054 Fiumicino Tel. 3208594921 066520591 Fax: 0665499252 E.Mail: infoline@ionoi.org

Dettagli

adempiere in modo sempre più qualificato alla funzione di controllo sociale, insita nella loro stessa ragione istituzionale.

adempiere in modo sempre più qualificato alla funzione di controllo sociale, insita nella loro stessa ragione istituzionale. Assessorato Regionale della Famiglia delle Politiche Sociali e delle Autonomie Locali Provincia Regionale di Caltanissetta Assessorato Politiche Sociali Casa Famiglia Rosetta Onlus Caltanissetta Necessità

Dettagli

IV International Media Forum On the Protection of Nature

IV International Media Forum On the Protection of Nature IV International Media Forum On the Protection of Nature "Protection of Nature, Protection of Health" Roma, 4-7 Ottobre 2006 Carlotta Sami Direttrice dei Programmi, Save the Children Italia Chi siamo Save

Dettagli

Campagna europea contro la violenza domestica

Campagna europea contro la violenza domestica Campagna europea contro la violenza domestica Rompere il silenzio 3 Perché una campagna europea? Da secoli la violenza domestica è considerata un tema tabù. Nessuno ne parla, nessuno ammette di esserne

Dettagli

ATTUALITA IN PEDIATRIA: ADOZIONI INTERNAZIONALI, VIAGGI E MIGRAZIONI

ATTUALITA IN PEDIATRIA: ADOZIONI INTERNAZIONALI, VIAGGI E MIGRAZIONI ATTUALITA IN PEDIATRIA: ADOZIONI INTERNAZIONALI, VIAGGI E MIGRAZIONI I GIUGNO 2011 Ospedale Infantile Regina Margherita Dott.ssa Anna Maria Colella Direttore ARAI Regione Piemonte Cenni legislativi LA

Dettagli

ABUSO SUI MINORI: una mano per prevenire ed aiutare attraverso l informazione e la sensibilizzazione

ABUSO SUI MINORI: una mano per prevenire ed aiutare attraverso l informazione e la sensibilizzazione ABUSO SUI MINORI: una mano per prevenire ed aiutare attraverso l informazione e la sensibilizzazione Introduzione La classificazione delle violenze La prevenzione e la chiave: la guida della women's world

Dettagli

Pronto Intervento Lule Carta dei servizi

Pronto Intervento Lule Carta dei servizi Pronto Intervento Lule Carta dei servizi Cooperativa sociale LULE onlus Sede legale: Via Novara 35-20081 Abbiategrasso (MI) Sede operativa: Via Novara 35-20081 Abbiategrasso (MI) tel (02) 94965244 tel

Dettagli

Monitoraggio della figura femminile nei programmi RAI Rilevazione annuale 2014 Sintesi dei principali risultati

Monitoraggio della figura femminile nei programmi RAI Rilevazione annuale 2014 Sintesi dei principali risultati Monitoraggio della figura femminile nei programmi RAI Rilevazione annuale 2014 Sintesi dei principali risultati Premessa L indagine, commissionata all Osservatorio di Pavia a seguito di procedura di gara,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI ASSEMBLEA PARLAMENTARE DELL OSCE. Sessione Annuale di Vilnius, Lituania, (29 giugno 3 luglio 2009)

CAMERA DEI DEPUTATI ASSEMBLEA PARLAMENTARE DELL OSCE. Sessione Annuale di Vilnius, Lituania, (29 giugno 3 luglio 2009) Camera dei Deputati 1 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI Doc. XII-quinquies N. 38 CAMERA DEI DEPUTATI ASSEMBLEA PARLAMENTARE DELL OSCE Sessione Annuale di Vilnius,

Dettagli

L IMPEGNO DELL ITALIA PER I DIRITTI DI BAMBINI, ADOLESCENTI E GIOVANI

L IMPEGNO DELL ITALIA PER I DIRITTI DI BAMBINI, ADOLESCENTI E GIOVANI L IMPEGNO DELL ITALIA PER I DIRITTI DI BAMBINI, ADOLESCENTI E GIOVANI La tutela e la promozione dei diritti dei minori nel mondo sono la strada obbligata per la crescita dei Paesi in Via di Sviluppo e

Dettagli

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani Simone Feder 2004: Fabio Fabio, un ragazzo di 15 anni chiedeva un consiglio per aiutare suo padre, caduto da alcuni mesi in una rete sconosciuta che catturava

Dettagli

DIFESA PERSONALE FEMMINILE

DIFESA PERSONALE FEMMINILE DIFESA PERSONALE FEMMINILE A cura di : Adolfo Bei Direttore Tecnico Nazionale Settore Difesa Personale Responsabile Centro Italia I Dati e le tabelle riportati sono stati presi dal sito dell Istituto Nazionale

Dettagli

La punta dell iceberg

La punta dell iceberg BRIEFING La punta dell iceberg Dietro i dati ufficiali la tratta dei minori è un fenomeno ben più ampio: molti i bambini che sfuggono alle statistiche e privi di protezione adeguata Il commercio degli

Dettagli

XVII LEGISLATURA - DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI - DOCUMENTI - DOC. CX, N.l PRESENTAZIONE

XVII LEGISLATURA - DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI - DOCUMENTI - DOC. CX, N.l PRESENTAZIONE Senato della Repubblica - 7 - Camera dei deputati PRESENTAZIONE La tutela dell infanzia costituisce un ambito di intervento di fondamentale rilevanza per il Governo italiano, rispetto al quale la protezione

Dettagli

INTERVISTE DURANTE ASTA DI BICICLETTE DELL'ALTRA BABELE 11 MAGGIO 2013

INTERVISTE DURANTE ASTA DI BICICLETTE DELL'ALTRA BABELE 11 MAGGIO 2013 INTERVISTE DURANTE ASTA DI BICICLETTE DELL'ALTRA BABELE 11 MAGGIO 2013 40 anni, lavoratrice la ricettazione è la rivendita di cose rubate (cellulari, bici, qualsiasi cosa). È illegale anche acquistare

Dettagli

ITALIA. 1. Informazioni generali

ITALIA. 1. Informazioni generali ITALIA 1. Informazioni generali Tra i primi strumenti normativi per combattere la tratta degli esseri umani in Italia si annovera l'articolo 18 del decreto legislativo 286/1998 (testo unico sull'immigrazione),

Dettagli

INDICE. www.al-maqdese.org. Edizione 3 / Aprile 2011. Introduzione. Le attività del progetto a Gerusalemme3

INDICE. www.al-maqdese.org. Edizione 3 / Aprile 2011. Introduzione. Le attività del progetto a Gerusalemme3 Edizione 3 / Aprile 2011 Newsletter mensile pubblicata da: Al-Maqdese per lo sviluppo della società in arabo, inglese, italiano Promozione delle opportunità di pace attraverso la fine dello sfruttamento

Dettagli

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSE QUARTA B G.Galilei VINCI INSEGNANTI: Melani Cinzia, Parri Donatella, Voli Monica, Anno Scolastico 2011-2012 COMPETENZE INTERESSATE: Raccogliere, organizzare

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

SOSTANZE STUPEFACENTI E PERCEZIONE SOCIALE: UN INDAGINE TRA I LAVO- RATORI VICENTINI

SOSTANZE STUPEFACENTI E PERCEZIONE SOCIALE: UN INDAGINE TRA I LAVO- RATORI VICENTINI SOSTANZE STUPEFACENTI E PERCEZIONE SOCIALE: UN INDAGINE TRA I LAVO- RATORI VICENTINI Luca Sinigallia Il Borgo Onlus Presentazione Con questo breve e sintetico rapporto di ricerca si intendono proiettare

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna. Dicembre 2014

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna. Dicembre 2014 La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Dicembre 2014 La presente nota è stata realizzata da un gruppo di lavoro del Dipartimento Programmazione coordinato dal Capo Dipartimento

Dettagli

Il mondo diviso. Francesco Ciafaloni

Il mondo diviso. Francesco Ciafaloni Menu Il mondo diviso Francesco Ciafaloni 30 gennaio 2016 Sezione: Mondo, Società Oggi circa l 80% della popolazione del mondo possiede solo il 6% della ricchezza. Circa il 61% non ha un contrattto di lavoro

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli