CIRCOLARE n. 4 del 6 febbraio 2014 COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA E DICHIARAZIONE IVA ANNO 2013

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CIRCOLARE n. 4 del 6 febbraio 2014 COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA E DICHIARAZIONE IVA ANNO 2013"

Transcript

1 \ CIRCOLARE n. 4 del 6 febbraio 2014 COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA E DICHIARAZIONE IVA ANNO 2013

2 INDICE 1. COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA RELATIVA AL SOGGETTI OBBLIGATI 1.2 SOGGETTI ESCLUSI 1.3 CASI PARTICOLARI DI PRESENTAZIONE 1.4 MODELLO DA UTILIZZARE 1.5 MODALITÀ E TERMINE DI PRESENTAZIONE 2. DICHIARAZIONE ANNUALE IVA RELATIVA AL SOGGETTI OBBLIGATI 2.2 MODELLO DA UTILIZZARE 2.3 MODALITÀ E TERMINE DI PRESENTAZIONE 2.4 IL TERMINE PER IL VERSAMENTO DEL SALDO IVA 3. PRINCIPALI MODIFICHE INTRODOTTE NEL MODELLO IVA 4. CREDITI IVA DA UTILIZZARE IN COMPENSAZIONE E VISTO DI CONFORMITA 5. MODALITA DI INOLTRO DELLA MODULISTICA COMPILATA 2

3 1. COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA RELATIVA AL SOGGETTI OBBLIGATI Sono tenuti alla presentazione della comunicazione annuale dei dati IVA per l anno 2013 i soggetti: - titolari di partita IVA; - obbligati alla presentazione della dichiarazione IVA annuale, anche se nel 2012: - non hanno effettuato operazioni imponibili; - ovvero non dovevano effettuare le liquidazioni IVA periodiche (ad esempio coloro che hanno aderito al regime delle nuove iniziative imprenditoriali ai sensi dell articolo 13 L 388/2000 e con un volume d affari superiore a euro ). 1.2 SOGGETTI ESCLUSI Sono invece esclusi dall obbligo in oggetto: i contribuenti esonerati dalla presentazione della dichiarazione IVA annuale relativa all anno cui si riferisce la comunicazione, ossia: - i contribuenti che, per l anno cui si riferisce la comunicazione, hanno registrato esclusivamente operazioni esenti, nonché coloro che si sono avvalsi della dispensa dagli adempimenti; - i produttori agricoli esonerati dagli adempimenti IVA (produttori agricoli che, nell anno solare precedente, hanno realizzato un volume d affari non superiore a 7.000,00 euro); - gli esercenti attività di giochi e intrattenimento, esonerati dagli adempimenti, salvo che abbiano optato per l applicazione dell IVA nei modi ordinari; - le imprese individuali che hanno dato in affitto l unica azienda e non esercitano altra attività rilevante agli effetti dell IVA nell anno cui si riferisce la comunicazione; - i soggetti passivi d imposta, residenti in altri Stati membri dell Unione europea, privi di stabile organizzazione in Italia, qualora abbiano effettuato, nell anno d imposta, solo operazioni non imponibili, esenti, non soggette o comunque senza obbligo di pagamento dell imposta; - le associazioni sportive dilettantistiche, comprese le associazioni senza fini di lucro e le associazioni pro-loco, che si avvalgono del regime di esonero dagli adempimenti IVA per tutti i proventi conseguiti nell esercizio di attività commerciali connesse agli scopi istituzionali; - i soggetti domiciliati o residenti fuori dall Unione europea, non identificati in ambito comunitario, che si sono identificati ai fini IVA in Italia per l assolvimento degli adempimenti relativi ai servizi resi tramite mezzi elettronici a committenti non soggetti passivi d imposta domiciliati o residenti in Italia o in un altro Stato membro; i contribuenti che presentano la dichiarazione IVA entro il mese di febbraio dell anno successivo, indipendentemente dalla posizione (debitoria o creditoria) emergente dalla dichiarazione stessa; gli organi e Amministrazioni dello Stato, i comuni, i consorzi tra enti locali, le associazioni ed enti gestori di demani collettivi, le comunità montane, le province e le regioni, gli enti pubblici che svolgono funzioni statali, previdenziali, assistenziali e sanitarie, comprese le aziende sanitarie locali; 3

4 i soggetti sottoposti a procedure concorsuali; le persone fisiche che hanno realizzato, nell anno d imposta cui si riferisce la comunicazione, un volume d affari uguale o inferiore a ,00 euro, ancorché tenute a presentare la dichiarazione IVA annuale; le persone fisiche che si avvalgono del regime fiscale di vantaggio per imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità di cui all art. 27, commi 1 e 2, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n Ai fini dell obbligo della compilazione e trasmissione della comunicazione dati IVA, la verifica della soglia del volume d affari (25.000,00 euro) realizzato nell anno in cui la comunicazione si riferisce, il contribuente deve fare riferimento al volume d affari complessivo relativo a tutte le attività esercitate ancorché gestite con contabilità separate, comprendendo nel calcolo anche l ammontare complessivo delle operazioni effettuate, registrate o soggette a registrazione nell ambito dell attività per la quale è previsto l esonero dalla dichiarazione annuale IVA e, conseguentemente, della comunicazione dati. 1.3 CASI PARTICOLARI DI PRESENTAZIONE Le istruzioni dell Agenzia delle Entrate forniscono chiarimenti in ordine ad alcuni casi particolari di presentazione della comunicazione annuale dati IVA tra i quali: 1. le società e gli enti che, nel 2013, si sono avvalsi della procedura dell IVA di gruppo, di cui all art. 73 co. 3 del DPR 633/72: devono presentare distintamente la comunicazione relativa ai propri dati IVA; 2. i contribuenti che hanno esercitato più attività per le quali hanno tenuto, per obbligo di legge o per opzione, la contabilità separata ai sensi dell art. 36 del DPR 633/72: devono presentare un unico modello di comunicazione, riepilogativo di tutte le attività gestite con contabilità separate. Qualora una o più delle suddette attività siano escluse dall obbligo di presentazione della dichiarazione IVA annuale e, quindi, da quello della comunicazione IVA, i dati relativi alle suddette attività non devono essere compresi nella comunicazione che deve essere presentata in relazione alle altre attività per le quali l obbligo dichiarativo permane; 3. i contribuenti che adottano nell anno d imposta, per obbligo di legge o per opzione, speciali criteri di determinazione dell imposta dovuta, ovvero detraibile (es. regime speciale agricolo, agriturismo): devono indicare nel rigo CD4 (IVA esigibile) e nel rigo CD5 (IVA detratta) l imposta risultante dall applicazione dello speciale regime di appartenenza. Se il particolare regime adottato non prevede la detrazione dell imposta (es. regime dei beni usati, regime speciale delle agenzie di viaggio e turismo, regime speciale per le attività spettacolistiche), il rigo CD5 non deve essere, ovviamente, compilato in relazione alle operazioni per le quali detto regime viene applicato; 4. i contribuenti con operazioni straordinarie e ad altre trasformazioni sostanziali intersoggettive (per semplicità espositiva si rimanda alle istruzioni del modello); 5. i soggetti non residenti (per semplicità espositiva si rimanda alle istruzioni del modello); 6. i contribuenti che eseguono le liquidazioni trimestrali devono presentare la comunicazione dati IVA con riferimento a tutte le operazioni effettuate nell anno di imposta, comprendendovi, anche i dati relativi al periodo ottobre-dicembre, al fine di evidenziare l IVA a debito o a credito relativa all intero periodo di imposta; 4

5 7. i contribuenti mensili che hanno affidato a terzi la tenuta della contabilità che abbiano optato, ai sensi dell art. 1, c. 3, DPR n. 100, per la modalità di calcolo delle liquidazioni periodiche basata sull IVA divenuta esigibile nel secondo mese precedente, devono presentare la comunicazione dati IVA facendo comunque riferimento a tutte le operazioni effettuate nell anno di imposta. 1.4 MODELLO DA UTILIZZARE Il modello da utilizzare per la comunicazione dati IVA relativa al 2013 è stato approvato con il provvedimento dell Agenzia delle Entrate ed è allegato alla presente circolare con le relative istruzioni (com_dati_istr.pdf e com_dati_mod.pdf). Nel modello di comunicazione devono essere riportate le risultanze complessive delle liquidazioni IVA periodiche, ovvero le risultanze annuali, se il contribuente non è tenuto a tale adempimento, senza tener conto (relativamente alle liquidazioni) delle eventuali operazioni di rettifica e di conguaglio. Non devono, invece, essere riportate, in quanto da indicarsi esclusivamente nella dichiarazione IVA annuale: - le compensazioni effettuate nell anno d imposta; - il riporto del credito IVA relativo all anno precedente; - i rimborsi infrannuali richiesti, nonché la parte del credito IVA relativo all anno d imposta che il contribuente intende chiedere a rimborso. Con riferimento invece alle operazioni effettuate, da indicare tenendo conto delle variazioni eseguite ai sensi dell articolo 26 DPR 633/72, devono essere espressi in unità di euro arrotondando l importo per eccesso se la frazione decimale è uguale o superiore a 50 centesimi di euro o per difetto se inferiore a detto limite. 1.5 MODALITÀ E TERMINE DI PRESENTAZIONE La comunicazione annuale dati IVA deve essere presentata entro il mese di febbraio di ciascun anno e qualora il termine di presentazione della comunicazione scada di sabato o in giorni festivi, lo stesso è prorogato al primo giorno feriale successivo. Pertanto la comunicazione annuale dati IVA relativa al 2013 deve essere presentata entro venerdì 28 febbraio La comunicazione può essere presentata esclusivamente per via telematica: - direttamente dal contribuente; - oppure tramite gli intermediari abilitati. In caso di omissione della comunicazione annuale dati IVA o in caso di invio con dati incompleti o inesatti è prevista una sanzione amministrativa da euro 258 ad euro DICHIARAZIONE ANNUALE IVA RELATIVA AL SOGGETTI OBBLIGATI Il modello di Dichiarazione annuale IVA 2014 concernente l anno d imposta 2013 deve essere utilizzato sia dai contribuenti tenuti alla presentazione di tale dichiarazione in via autonoma, sia dai contribuenti obbligati a comprendere la dichiarazione annuale IVA nel modello UNICO 2014 omettendone conseguentemente il frontespizio. 5

6 Il modello IVA 2014 deve essere presentato in forma autonoma da parte dei seguenti contribuenti: le società di capitali e gli enti soggetti all IRES con periodo d imposta non coincidente con l anno solare; soggetti diversi dalle persone fisiche con periodo d imposta chiuso in data anteriore al ; le società controllanti e controllate che liquidano l IVA a livello di gruppo; i soggetti risultanti da operazioni straordinarie o da altre trasformazioni sostanziali soggettive avvenute nel corso del 2013 che sono tenuti a presentare la dichiarazione annuale per conto dei soggetti estinti a seguito dell operazione intervenuta che durante l anno avevano liquidato l IVA a livello di gruppo; i soggetti risultanti da operazioni straordinarie o da altre trasformazioni sostanziali soggettive avvenute nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2014 e la data di presentazione della dichiarazione relativa al 2013, tenuti a presentare tale dichiarazione annuale per conto dei soggetti estinti a seguito della operazione intervenuta; i curatori fallimentari e i commissari liquidatori, per le dichiarazioni presentate per conto dei soggetti falliti o sottoposti a liquidazione coatta amministrativa; i rappresentanti fiscali per conto dei soggetti non residenti e senza stabile organizzazione in Italia; i soggetti non residenti che si sono identificati direttamente in Italia; altri soggetti (es. i c.d. venditori porta a porta ), se non sono obbligati a presentare la dichiarazione dei redditi. Le istruzioni dell Agenzia delle Entrate forniscono inoltre chiarimenti in ordine ad alcuni casi particolari di presentazione della dichiarazione annuale IVA alle quali si rimanda per il relativo approfondimento. 2.2 MODELLO DA UTILIZZARE Il modello da utilizzare per la dichiarazione annuale IVA relativa al 2013 è stato approvato con il provvedimento dell Agenzia delle Entrate ed è allegato alla presente circolare con le relative istruzioni (IVA2014_mod.pdf e IVA2014_istr.pdf). 2.3 MODALITÀ E TERMINE DI PRESENTAZIONE La dichiarazione annuale IVA (in forma autonoma o unificata) relativa al 2013 deve essere trasmessa esclusivamente per via telematica: - direttamente dal contribuente; - oppure tramite gli intermediari abilitati. Il termine ultimo di presentazione indicato nelle istruzioni al modello è fissato al 30 settembre IL TERMINE PER IL VERSAMENTO DEL SALDO IVA La scadenza del versamento del saldo IVA da annuale è stabilita al 17 marzo 2014 sempreché l importo dovuto sia superiore ad euro 10,33 arrotondato ad euro 10,00. I contribuenti possono effettuare il versamento in unica soluzione oppure rateizzare. Le rate devono essere di pari importo e la prima deve essere versata entro il termine 6

7 previsto per il versamento dell IVA in unica soluzione. Le rate successive alla prima devono essere versate entro il giorno 16 di ciascun mese di scadenza ed in ogni caso l ultima rata non può essere versata oltre il 16 novembre. Sulle rate successive alla prima è dovuto l interesse fisso di rateizzazione pari allo 0,33% mensile, pertanto la seconda rata deve essere aumentata dello 0,33%, la terza dello 0,66% e così via. Se il soggetto è tenuto alla presentazione della dichiarazione unificata il versamento può essere differito alla scadenza prevista per il versamento delle somme dovute in base a detta dichiarazione unificata, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse per ogni mese o frazione di mese successivo al 18 marzo. Se il soggetto presenta la dichiarazione IVA in via autonoma, non può più versare l IVA in base alle scadenze previste dal modello Unico, pertanto dovrà scegliere tra le due seguenti modalità di versamento: versare in unica soluzione entro il 17 marzo; rateizzare maggiorando dello 0,33% mensile l importo di ogni rata successiva alla prima. Se il contribuente è tenuto invece a presentare la dichiarazione IVA all interno della dichiarazione unificata UNICO 2014 può: versare il saldo IVA in unica soluzione entro il 17 marzo; versare in unica soluzione entro la scadenza del Modello UNICO con la maggiorazione dello 0,40% per ogni mese o frazione di mese successivi; rateizzare dal 17 marzo, con la maggiorazione dello 0,33% mensile l importo di ogni rata successiva alla prima; rateizzare dalla data di pagamento delle somme dovute in base al modello UNICO, maggiorando dapprima l importo da versare con lo 0,40% per ogni mese o frazione di mese successivi al 17 marzo e quindi aumentando dello 0,33% mensile l importo di ogni rata successiva alla prima. 3. PRINCIPALI MODIFICHE INTRODOTTE NEL MODELLO IVA Le principali novità del Modello IVA 2014 sono le seguenti: - la sezione 2 del quadro VE è stata implementata con l introduzione del rigo VE23 riservato all indicazione delle operazioni con aliquota al 22%, in vigore dal 1 ottobre Conseguentemente i righi della sezione 3 sono stati rinumerati. - nella sezione 4, rigo VE36, è stato eliminato il campo riservato all esposizione delle operazioni ad esigibilità differita effettuate ai sensi dell articolo 7, del decreto legge n. 185 del 2008, soppresso a decorrere dal 1 dicembre il rigo VE39 è stato ridenominato Operazioni non soggette all imposta ai sensi degli articoli da 7 a 7-septies. A partire dal 1 gennaio 2013 le predette operazioni concorrono alla determinazione del volume d affari. 7

8 - la sezione 1 del quadro VF è stata implementata con l introduzione del rigo VF12 riservato all indicazione delle operazioni con aliquota al 22%, in vigore dal 1 ottobre Conseguentemente i successivi righi della sezione 1 e i righi della sezione 2 sono stati rinumerati. - nella sezione 1, rigo VF20, è stato eliminato il campo riservato all esposizione degli acquisti registrati nell anno ma con imposta differita ad anni successivi di cui all articolo 7, del decreto legge n. 185 del 2008, soppresso a decorrere dal 1 dicembre nella sezione 2, del quadro VL, rigo VL8, è stato inserito il campo 2 denominato di cui credito chiesto a rimborso in anni precedenti computabile in detrazione a seguito di diniego dell ufficio. Il nuovo campo è riservato ai soggetti partecipanti alla procedura di liquidazione dell IVA di gruppo di cui all articolo 73, per l indicazione del credito, chiesto a rimborso e denegato dall ufficio, che non può essere trasferito al gruppo IVA. - nella sezione 1, del quadro VO, rigo VO10, è stata prevista una nuova casella a seguito dell ingresso della Croazia nell Unione europea, a partire dal 1 luglio nella sezione 2, righi VO23 e VO24, sono state soppresse le caselle relative alle opzioni di cui all articolo 1, commi 1093 e 10. Come per l anno precedente si ricorda che per la richiesta del rimborso del credito IVA annuale, relativo al 2013, deve essere compilato il quadro VX della dichiarazione annuale La richiesta di rimborso del credito IVA per l anno 2013, di conseguenza, dovrà essere inviato telematicamente dal 1 febbraio 2014 al 30 settembre 2014 assieme alla dichiarazione IVA per l anno CREDITI IVA DA UTILIZZARE IN COMPENSAZIONE E VISTO DI CONFORMITA L utilizzo in compensazione, nel modello F24, dei crediti IVA di importo superiore ad Euro 5.000,00 può essere effettuata solo a partire dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione: 1. della dichiarazione annuale; 2. ovvero dell istanza trimestrale (modello TR). Di conseguenza, i suddetti crediti non sono più compensabili a decorrere dal primo giorno del periodo d imposta successivo. Come sopra specificato, per evitare eccessivi pregiudizi finanziari, i contribuenti che intendono utilizzare in compensazione, ovvero chiedere a rimborso, il credito risultante dalla dichiarazione annuale IVA possono presentare la dichiarazione in forma autonoma, dal 1 febbraio, anziché nell ambito del modello UNICO. Inoltre, i soggetti titolari di partita IVA che intendono effettuare la compensazione di crediti IVA superiori a 5.000,00 euro annui dovranno utilizzare, per la presentazione dei 8

9 modelli F24, esclusivamente i servizi telematici messi a disposizione dall Agenzia delle (Entratel o Fiscoline). In pratica, non potranno più essere utilizzate, per la presentazione dei modelli F24, le procedure telematiche fornite dalle banche o dalle poste (home/remote banking). Inoltre l utilizzo del credito IVA (al pari degli altri crediti erariali) è vincolata all esistenza di cartelle esattoriali scadute e non pagate (sempre relative a debiti erariali), pertanto prima di utilizzare in compensazione un credito erariale è necessario fare molta attenzione agli eventuali ruoli pendenti. Nella tabella seguente vengono riepilogate le possibili situazioni che si possono presentare in presenza di un credito IVA che si vuole utilizzare in compensazione con altre imposte. GLI IMPORTI Utilizzo del credito IVA annuale per l importo non superiore a euro per compensazioni orizzontali Utilizzo del credito IVA annuale 2013 per un importo compreso tra i e euro per compensazioni orizzontali Utilizzo del credito IVA annuale 2013 in presenza di un importo superiore a euro per compensazioni orizzontali LA DICHIARAZIONE Non è necessario anticipare la presentazione della dichiarazione annuale IVA, che potrà essere presentata entro il 30 settembre È necessario anticipare la presentazione della dichiarazione annuale IVA, senza visto di conformità. L invio è possibile dal 1 febbraio 2014 È necessario anticipare la presentazione della dichiarazione annuale IVA, con visto di conformità o sottoscrizione del revisore contabile I TERMINI La compensazione può avvenire in qualsiasi momento, posto che non sono richiesti adempimenti preliminari La compensazione può avvenire a partire dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione La compensazione può avvenire a partire dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione LE OPZIONI Si possono utilizzare i sistemi home banking e remote banking in alternativa ai canali forniti dall Agenzia La compensazione, per l importo eccedente i euro, deve transitare sui sistemi Entratel o Fisconline, pena il blocco della compensazione La compensazione, per l importo eccedente i euro, deve transitare sui sistemi Entratel o Fisconline, pena il blocco della compensazione L articolo 10 c. 1 lett. a) nr. 7 del D.L. 78/2009 (conv. L. 102/2009) stabilisce che l utilizzo in compensazione dei crediti IVA di importo superiore ad Euro ,00 annui presuppone che la dichiarazione annuale dalla quale emerge il credito rechi: 1. l apposizione del visto di conformità, di cui all art. 35 c. 1 lett. a) del D.Lgs. 241/1997, dei dati della dichiarazione alle risultanze delle scritture contabili, nonché di queste ultime alla relativa documentazione contabile; 2. oppure la sottoscrizione del soggetto cui è demandato il controllo contabile (es. collegio sindacale), di cui all art bis c.c., attestante la verifica della corrispondenza dei dati esposti nella dichiarazione alle risultanze delle scritture contabili e di queste ultime alla relativa documentazione. 9

10 Il visto di conformità dovrà essere rilasciato da tutti i soggetti ammessi ordinariamente al rilascio dello stesso (dottori commercialisti, esperti contabili, consulenti del lavoro, CAF, esperti iscritti nei ruoli delle camere di commercio in possesso dei requisiti di cui all art. 3 c. 3 lett. b) del DPR 322/1998, ecc.). Si precisa che il visto di conformità non è richiesto per la presentazione dei modelli TR per il rimborso/compensazione dei crediti IVA infrannuali superiori a euro. Modalità operative per il rilascio del visto di conformità IPOTESI A I soggetti la cui contabilità è gestita internamente dallo studio verranno contattati dai rispettivi referenti per dare corso ai relativi adempimenti. IPOTESI B Relativamente ai clienti con contabilità gestita all interno dell azienda ci sono le seguenti possibilità: 1. credito IVA annuale compreso tra Euro 5.000,00 ed Euro ,00: i soggetti interessati devono far pervenire allo Studio, entro il termine del 14 febbraio 2014, oltre all assenso dell invio separato della dichiarazione IVA (in questo caso senza visto di conformità), anche la dichiarazione IVA precompilata con allegata la seguente documentazione: liquidazioni periodiche IVA, modelli F24 di pagamento e/o compensazione debiti/crediti IVA. 2. credito IVA annuale superiore ad Euro ,00: i soggetti interessati devono far pervenire allo Studio, entro il termine del 14 febbraio 2014, oltre all assenso dell invio separato della dichiarazione IVA, anche la dichiarazione IVA precompilata con allegata la seguente documentazione: liquidazioni periodiche IVA, modelli F24 di pagamento e/o compensazione debiti/crediti IVA. Inoltre, dovranno consentire ai soggetti incaricati dallo Studio di poter effettuare le verifiche necessarie per l apposizione del visto di conformità, mettendo a disposizione di questi ultimi la seguente documentazione: a. registri IVA (acquisti, vendite, corrispettivi, ecc.); b. fatture di acquisto e di vendita, nonché qualsiasi altro documento fiscale richiesto, per la natura dell attività svolta, dalla disciplina IVA. A quanto sopra esposto si aggiunge che, per le società nelle quali è previsto il Collegio Sindacale, si ha la possibilità di far vistare la dichiarazione IVA direttamente dall organo di controllo; pertanto, si consiglia di provvedere alla convocazione dello stesso al fine di consentire le necessarie verifiche entro i termini utili per la predisposizione del modello dichiarativo. Infine, appare necessario segnalare sin da ora, che l apposizione del visto di conformità comporta a carico dello Studio sia la necessità di svolgere attività ulteriori rispetto a quelle già espletate nei confronti della clientela, sia delle responsabilità amministrative; pertanto, sarà previsto un compenso per l espletamento della suddetta attività. 10

11 5. MODALITA DI INOLTRO DELLA MODULISTICA COMPILATA I contribuenti assistiti per i quali non viene svolta l attività di tenuta della contabilità e che intendono avvalersi della nostra collaborazione per l invio telematico degli allegati modelli dovranno farli pervenire debitamente compilati: entro e non oltre il 14 febbraio 2014 con riferimento tanto alla comunicazione annuale dati IVA quanto alla dichiarazione annuale IVA, a mezzo: fax al numero con oggetto: adempimenti annuali IVA ; all indirizzo di posta elettronica: La necessità di inoltro simultaneo delle due dichiarazioni si rende essenziale per una razionalizzazione del lavoro dal punto di vista informatico e permette, integrando ed eventualmente correggendo quanto trasmesso, un costante coordinamento tra i dati della comunicazione dati IVA e quelli della Dichiarazione IVA. La comunicazione dati annuali IVA infatti ha natura di estratto della Dichiarazione Annuale IVA. Restiamo a disposizione per ulteriori chiarimenti, da inviare all indirizzo di posta elettronica: 11

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista 1/6 OGGETTO COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA RELATIVA ALL ANNO 2013 RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 9 D.P.R. 7 DICEMBRE 2001 N. 435; ART. 8BIS D.P.R. 22 LUGLIO 1998 N. 322; PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA CIRCOLARE n. 03/2010 Pesaro, 25 gennaio 2010 Spett.li Clienti Loro SEDI COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA 1 Chiarimenti compensazioni iva: 1.1 Compensazione verticale

Dettagli

w w w. f e r d i n a n d o b o c c i a. i t

w w w. f e r d i n a n d o b o c c i a. i t Circ. n. 11 del 27 gennaio 2013 A TUTTI I CLIENTI L O R O S E D I Oggetto: COMUNICAZIONA ANNUALE DATI IVA Scade il prossimo 28 febbraio il termine per trasmettere telematicamente la Comunicazione annuale

Dettagli

Dal 2016 dichiarazione IVA informaautonomaobbligatoria Antonella Benedetto e Maria Benedetto - Dottori commercialisti in Salerno

Dal 2016 dichiarazione IVA informaautonomaobbligatoria Antonella Benedetto e Maria Benedetto - Dottori commercialisti in Salerno Carmela Di Rosa - Copyright Wolters Kluwer Italia s.r.l. DICHIARAZIONE IVA Dal 2016 dichiarazione IVA informaautonomaobbligatoria Antonella Benedetto e Maria Benedetto - Dottori commercialisti in Salerno

Dettagli

DICHIARAZIONE IVA 2013 e COMUNICAZIONE ANNUALE DATI NOVITÀ

DICHIARAZIONE IVA 2013 e COMUNICAZIONE ANNUALE DATI NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n. 4/2013 del 7 febbraio 2013 DICHIARAZIONE IVA 2013 e COMUNICAZIONE ANNUALE DATI NOVITÀ In questa Circolare 1. Dichiarazione Iva 2013 Principali novità 2. Modello

Dettagli

Oggetto: COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA

Oggetto: COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA posta@.com Altavilla Vicentina, 9 gennaio 2008 associati tirocinanti viviana gentile gaia peloso collaboratori giovanna guerra Oggetto: COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA Ai gentili Clienti Loro sedi Scade

Dettagli

IVA ADEMPIMENTI DICHIARATIVI 2013

IVA ADEMPIMENTI DICHIARATIVI 2013 Ai Gentili Clienti IVA ADEMPIMENTI DICHIARATIVI 2013 Di seguito si illustrano per sommi capi gli aspetti principali dei suddetti adempimenti. Scadenze Comunicazione Iva Presentazione 28/02/2013 Dichiarazione

Dettagli

Oggetto: COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA

Oggetto: COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA Scade il prossimo 28 febbraio 2013 il termine per trasmettere esclusivamente in via telematica la Comunicazione annuale dei dati Iva

Dettagli

DICHIARAZIONE IVA 2010

DICHIARAZIONE IVA 2010 SOMMARIO FILMATO VideoFisco 20.01.2010 Info al n. 0376-775130 SINTESI DEGLI ADEMPIMENTI CASI PARTICOLARI NOVITÀ NELLA COMPILAZIONE DEL MODELLO DICHIARAZIONE IVA 2010 Provv. Ag. Entrate 15.01.2010 - D.P.R.

Dettagli

COMUNICAZIONE E DICHIARAZIONE ANNUALE IVA 2012 Periodo d imposta 2011

COMUNICAZIONE E DICHIARAZIONE ANNUALE IVA 2012 Periodo d imposta 2011 STUDI DI AVVOCATI E COMMERCIALISTI COMUNICAZIONE E DICHIARAZIONE ANNUALE IVA 2012 Periodo d imposta 2011 1. PREMESSA A decorrere dal periodo di imposta 2010 la compensazione mediante mod. F24 relativa

Dettagli

Le principali novità del modello Iva 2010 a cura di Sergio Pellegrino e Giovanni Valcarenghi

Le principali novità del modello Iva 2010 a cura di Sergio Pellegrino e Giovanni Valcarenghi Il Punto sull Iva Le principali novità del modello Iva 2010 a cura di Sergio Pellegrino e Giovanni Valcarenghi Premessa Con Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle Entrate di data 15 gennaio 2010

Dettagli

La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014

La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014 Numero 24/2014 Pagina 1 di 10 La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014 Numero : 24/2014 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : IVA COMUNICAZIONE DATI IVA PROVVEDIMENTO DIRETTORE AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA E COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA NOVITÀ

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA E COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n.4 del 05 febbraio 2015 DICHIARAZIONE ANNUALE IVA E COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA NOVITÀ In questa Circolare 1. Modelli Iva 2015 Approvazione 2. Dichiarazione annuale

Dettagli

ADEMPIMENTI DI INIZIO ANNO

ADEMPIMENTI DI INIZIO ANNO Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Orso Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa Arianna Bazzacco Dott. Oscar Sartor Dott.ssa

Dettagli

Visto di conformità. La normativa e la sua applicazione. A cura di: Marco Sigaudo. (testo aggiornato al 04/02/2013)

Visto di conformità. La normativa e la sua applicazione. A cura di: Marco Sigaudo. (testo aggiornato al 04/02/2013) Visto di conformità La normativa e la sua applicazione (testo aggiornato al 04/02/2013) A cura di: Marco Sigaudo Sommario Introduzione e novità 2013... 3 Comunicazione dati iva... 4 Compensazioni... 5

Dettagli

Circolare per il professionista

Circolare per il professionista Circolare per il professionista Circolare n. 1 del 29 gennaio 2014 Comunicazione dati IVA relativa al 2013 - Modalità e termine di presentazione INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti obbligati alla presentazione...

Dettagli

Circolare n. 2 del 5 febbraio 2014

Circolare n. 2 del 5 febbraio 2014 Circolare n. 2 del 5 febbraio 2014 Comunicazione dati Iva relativa al 2013 1. Premessa 2. Soggetti obbligati alla presentazione 3. Soggetti esonerati dalla presentazione 4. Casi particolari di presentazione

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: IL MOD. IVA 2016 PAG. 2

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: IL MOD. IVA 2016 PAG. 2 CIRCOLARE N. 03 DEL 20/01/2016 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: IL MOD. IVA 2016 PAG. 2 IN SINTESI: L Agenzia delle Entrate ha recentemente emanato il Provvedimento di

Dettagli

Alle Aziende Clienti - Loro Sedi - COMUNICAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE per l anno 2013

Alle Aziende Clienti - Loro Sedi - COMUNICAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE per l anno 2013 Pag. 1 di 6 Mantova, lì 21 Gennaio 2014 Circolare n. 04/2014 Alle Aziende Clienti - Loro Sedi - COMUNICAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE per l anno 2013 Come ogni anno inviamo le schede necessarie

Dettagli

ADEMPIMENTI DEL CONTRIBUENTE. La dichiarazione annuale 2016 anno d imposta 2015

ADEMPIMENTI DEL CONTRIBUENTE. La dichiarazione annuale 2016 anno d imposta 2015 ADEMPIMENTI DEL CONTRIBUENTE La dichiarazione annuale 2016 anno d imposta 2015 pagina 1 di 16 La dichiarazione annuale IVA Consente la liquidazione definitiva del debito o del credito del contribuente

Dettagli

Le regole di compensazione orizzontale dei crediti fiscali

Le regole di compensazione orizzontale dei crediti fiscali ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 2 09 GENNAIO 2016 Le regole di compensazione orizzontale dei crediti fiscali Copyright 2016

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 19 del 10 marzo 2012 DL sulle semplificazioni fiscali (DL 2.3.2012 n. 16) - Nuovi limiti alla compensazione dei crediti IVA INDICE 1 Premessa... 2 2 Ambito di

Dettagli

Rimborsi IVA: il nuovo art. 38-bis, D.P.R. 633/1972

Rimborsi IVA: il nuovo art. 38-bis, D.P.R. 633/1972 Sandra Migliaccio (Agenzia delle Entrate - DR Piemonte Ufficio Fiscalità Generale) Rimborsi IVA: il nuovo art. 38-bis, D.P.R. 633/1972 1 L utilizzo del credito IVA Compensazione verticale Rimborso del

Dettagli

Circolare n. 4/2014 IL VERSAMENTO DEL SALDO IVA 2013

Circolare n. 4/2014 IL VERSAMENTO DEL SALDO IVA 2013 Ai gentili Clienti Loro Sedi Circolare n. 4/2014 IL VERSAMENTO DEL SALDO IVA 2013 Gentile cliente, La informo che entro il 17 marzo prossimo scade il versamento del saldo iva per il 2013 calcolato sulla

Dettagli

CIRCOLARE N. 3/2016. Approfondimento. Oggetto: utilizzo in compensazione del credito IVA annuale 2015 e visto di conformità

CIRCOLARE N. 3/2016. Approfondimento. Oggetto: utilizzo in compensazione del credito IVA annuale 2015 e visto di conformità Dott. Sandro Guarnieri Dott. Marco Guarnieri Dott. Corrado Baldini Dott. Cristian Ficarelli Dott.ssa Clementina Mercati Dott. Fausto Braglia Dott. Paolo Caprari Reggio Emilia, lì 12 gennaio 2016 CIRCOLARE

Dettagli

NOVITA IN TEMA DI IVA E DI CRITERI DI TERRITORIALITA

NOVITA IN TEMA DI IVA E DI CRITERI DI TERRITORIALITA ADC ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE ROMA NOVITA IN TEMA DI IVA E DI CRITERI DI TERRITORIALITA Roma, 11 febbraio 2010 LE NOVITA DEI

Dettagli

Comunicazione Dati Iva relativa al 2009

Comunicazione Dati Iva relativa al 2009 PERIODICO INFORMATIVO N. 08/2010 Comunicazione Dati Iva relativa al 2009 Come di consueto entro la fine del mese di febbraio va presentata, esclusivamente in via telematica, la Comunicazione dati IVA.

Dettagli

INDICE. 5.2.1 Documentazione che l intermediario deve rilasciare al dichiarante... 8 5.2.2 Attestazione di ricevimento della comunicazione...

INDICE. 5.2.1 Documentazione che l intermediario deve rilasciare al dichiarante... 8 5.2.2 Attestazione di ricevimento della comunicazione... Informativa - ONB Comunicazione dati IVA relativa al 2013 - Modalità e termine di presentazione INDICE 1 Premessa... 3 2 Soggetti obbligati alla presentazione... 3 3 Soggetti esonerati dalla presentazione...

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE Periodo d imposta 2012

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE Periodo d imposta 2012 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE Periodo d imposta 2012 1. MODELLI DI DICHIARAZIONE IVA RELATIVI ALL ANNO 2012 ISTRUZIONI GENERALI Premessa Principali modifiche ai modelli 1.1 Soggetti che presentano la

Dettagli

Abolita la Comunicazione annuale dati IVA

Abolita la Comunicazione annuale dati IVA Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 307 29.10.2014 D.D.L. di Stabilità 2015: Dichiarazione IVA entro Febbraio Abolita la Comunicazione annuale dati IVA Categoria: IVA Sottocategoria:

Dettagli

Ballarè Sponghini e Associati

Ballarè Sponghini e Associati Ballarè Sponghini e Associati STUDIO COMMERCIALISTI E CONSULENTI TRIBUTARI Dott. Andrea Ballarè Dott. Fabio Sponghini Dott.ssa Emanuela Tarulli Rag. Enzo Manfredi Dott.ssa Claudia Balestra Dott. Andrea

Dettagli

Comunicazione dati IVA relativa al 2013

Comunicazione dati IVA relativa al 2013 Circolare n. 4 del 06 febbraio 2014 Comunicazione dati IVA relativa al 2013 INDICE 1 Premessa... 3 2 Soggetti obbligati alla presentazione... 3 3 Soggetti esonerati dalla presentazione... 3 3.1 Contribuenti

Dettagli

Le regole di compensazione orizzontale dei crediti fiscali

Le regole di compensazione orizzontale dei crediti fiscali ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 4 14 GENNAIO 2015 Le regole di compensazione orizzontale dei crediti fiscali Copyright 2015

Dettagli

IVA 2014 Dichiarazione annuale relativa al periodo d imposta 2013

IVA 2014 Dichiarazione annuale relativa al periodo d imposta 2013 n 07 del 14 febbraio 2014 circolare n 149 del 13 febbraio 2014 referente BERENZI/mr IVA 2014 Dichiarazione annuale relativa al periodo d imposta 2013 Con il provvedimento del direttore dell'agenzia delle

Dettagli

1. MODELLI DI DICHIARAZIONE IVA RELATIVI ALL ANNO 2013 ISTRUZIONI GENERALI MODELLO DI DICHIARAZIONE IVA ANNUALE

1. MODELLI DI DICHIARAZIONE IVA RELATIVI ALL ANNO 2013 ISTRUZIONI GENERALI MODELLO DI DICHIARAZIONE IVA ANNUALE IVA 2014 1. MODELLI DI DICHIARAZIONE IVA RELATIVI ALL ANNO 2013 ISTRUZIONI GENERALI Premessa Il modello di dichiarazione annuale IVA/2014 concernente l anno d imposta 2013 deve essere utilizzato sia dai

Dettagli

1. MODELLI DI DICHIARAZIONE IVA RELATIVI ALL ANNO 2013 ISTRUZIONI GENERALI

1. MODELLI DI DICHIARAZIONE IVA RELATIVI ALL ANNO 2013 ISTRUZIONI GENERALI genzia ntrate IVA Dichiarazione IVA 2014 Periodo d imposta 2013 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 1. MODELLI DI DICHIARAZIONE IVA RELATIVI ALL ANNO 2013 ISTRUZIONI GENERALI Premessa Principali modifiche ai

Dettagli

COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA : SCADENZA AL 29 FEBBRAIO 2016

COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA : SCADENZA AL 29 FEBBRAIO 2016 COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA : SCADENZA AL 29 FEBBRAIO 2016 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Con Provvedimento dell Agenzia delle Entrate del 15.1.2016 sono state aggiornate le istruzioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 4 14 GENNAIO 2014

CIRCOLARE N. 4 14 GENNAIO 2014 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 4 14 GENNAIO 2014 Le regole di compensazione del credito IVA relativo all anno 2013 Il visto

Dettagli

Novità in materia di Rimborsi IVA

Novità in materia di Rimborsi IVA Circolare 4 del 2 febbraio 2015 Novità in materia di Rimborsi IVA INDICE 1 Premessa...2 2 Ambito applicativo...2 3 Rimborsi di importo fino a 15.000,00 euro...3 4 Rimborsi di importo superiore a 15.000,00

Dettagli

Fiscal News N. 17. Credito Iva 2013. La circolare di aggiornamento professionale 20.01.2014. Premessa

Fiscal News N. 17. Credito Iva 2013. La circolare di aggiornamento professionale 20.01.2014. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 17 20.01.2014 Credito Iva 2013 Categoria: Versamenti Sottocategoria: In compensazione L utilizzo in compensazione orizzontale del credito IVA

Dettagli

Bologna, 30 marzo 2015. Circolare n. 06/2015. Oggetto: Spesometro 2015

Bologna, 30 marzo 2015. Circolare n. 06/2015. Oggetto: Spesometro 2015 Dott. Rag. Giorgio Palmeri Rag. Tiberio Frascari Dott. Fabio Ceroni Dott. Carlo Bacchetta Dott. Mariangela Frascari Dott. Marta Lambertucci Dott. Lorenzo Nadalini Dott. Simone Pizzi Rag. Marinella Quartieri

Dettagli

CIRCOLARI DI AGGIORNAMENTO. Serie 2015 n. 5. COMUNICAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE per l anno 2014

CIRCOLARI DI AGGIORNAMENTO. Serie 2015 n. 5. COMUNICAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE per l anno 2014 Studio Mantovani & Associati s.s. Pag. 1 di 8 Studio Mantovani & Associati s.s. Consulenza Aziendale Commerciale e tributaria Partners: Mantovani Dott. Rag. Sergio Scaini Rag. Andrea Mantovani Dott. Rag.

Dettagli

1. MODELLI DI DICHIARAZIONE IVA RELATIVI ALL ANNO 2015 ISTRUZIONI GENERALI

1. MODELLI DI DICHIARAZIONE IVA RELATIVI ALL ANNO 2015 ISTRUZIONI GENERALI genzia ntrate IVA Dichiarazione IVA 2016 Periodo d imposta 2015 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 1. MODELLI DI DICHIARAZIONE IVA RELATIVI ALL ANNO 2015 ISTRUZIONI GENERALI Premessa Principali modifiche ai

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Circolare numero 04 del 3 febbraio del 2012 Oggetto: Comunicazione annuale dati Iva anno d imposta 2011 I soggetti IVA tenuti alla presentazione della dichiarazione annuale sono obbligati a trasmettere

Dettagli

SALDO IVA 2012 VERSAMENTO ENTRO IL 18 MARZO 2013

SALDO IVA 2012 VERSAMENTO ENTRO IL 18 MARZO 2013 Circolare informativa per la clientela n. 6/2013 del 21 febbraio 2013 SALDO IVA 2012 VERSAMENTO ENTRO IL 18 MARZO 2013 In questa Circolare 1. Calcolo dell'iva dovuta 2. Modalità e termini di versamento

Dettagli

Informativa per il professionista

Informativa per il professionista Informativa per il professionista Informativa n. 3 dell 11 febbraio 2013 Comunicazione dati IVA relativa al 2012 - Modalità e termine di presentazione INDICE 1 Premessa... 3 2 Soggetti obbligati alla presentazione...

Dettagli

Informativa n. 22 INDICE. del 16 giugno 2011

Informativa n. 22 INDICE. del 16 giugno 2011 Informativa n. 22 del 16 giugno 2011 Comunicazione telematica all Agenzia delle Entrate delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo pari o superiore a 3.000,00 euro - Riepilogo della disciplina e

Dettagli

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Entro il 28 febbraio 2014 i titolari di partita Iva sono tenuti a presentare

Dettagli

CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013

CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013 CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 1 2013 dell Ufficio

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA

LA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA LA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA Tavole sinottiche a cura di Angelo Tubelli Dottore Commercialista Studio Tributario e Societario Andreani 1 LA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA A decorrere dal 1 gennaio 2010,

Dettagli

CREDITO IVA Il nuovo modello di garanzia per il rimborso

CREDITO IVA Il nuovo modello di garanzia per il rimborso CREDITO IVA Il nuovo modello di garanzia per il rimborso Con un apposito provvedimento il Direttore dell Agenzia delle Entrate ha approvato un nuovo modello di garanzia per la richiesta di rimborso dell

Dettagli

Circolare n. 14. del 15 marzo 2012. Nuovi limiti alla compensazione dei crediti IVA (DL 2.3.2012 n. 16) - Decorrenza dall 1.4.

Circolare n. 14. del 15 marzo 2012. Nuovi limiti alla compensazione dei crediti IVA (DL 2.3.2012 n. 16) - Decorrenza dall 1.4. Circolare n. 14 Nuovi limiti alla compensazione dei crediti IVA (DL 2.3.2012 n. 16) - Decorrenza dall 1.4.2012 del 15 marzo 2012 INDICE 1 Premessa... 2 2 Decorrenza delle nuove disposizioni... 2 3 Determinazione

Dettagli

Scadenziario Febbraio 2015

Scadenziario Febbraio 2015 Studio Creanza & Partners Creanza rag. Flavio D Onofrio rag. Loredana Stramazzo dott.ssa Caterina Scadenziario Febbraio 2015 1 Domenica Soggetti con partita Termine iniziale per la presentazione telematica

Dettagli

Le nuove scadenze per la presentazione del modello Unico 2001;

Le nuove scadenze per la presentazione del modello Unico 2001; ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 13/2001 Le nuove scadenze per la presentazione del modello Unico 2001; Copyright 2001 Acerbi

Dettagli

LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA

LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA LE NUOVE REGOLE PER IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA In presenza di un credito IVA risultante dalla dichiarazione annuale al contribuente è concesso di scegliere tra: il riporto all anno successivo con utilizzo

Dettagli

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 2 2014 dell Ufficio

Dettagli

CIRCOLARE N. 30 2011/2012 DEL 10 GENNAIO 2012

CIRCOLARE N. 30 2011/2012 DEL 10 GENNAIO 2012 CIRCOLARE N. 30 2011/2012 DEL 10 GENNAIO 2012 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 1 2012 dell Ufficio

Dettagli

STUDIO VIANO DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO VIANO DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO VIANO DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI QUALITÀ E SOLUZIONI Dott. PAOLO VIANO Dott. ROMINA BELLELLI Dott. ALESSANDRO BELTRAMI Dott. UMBERTO BARBOLINI Rag. DANIELA CAVALCA Dott. DANIELA GUALTIERI

Dettagli

LA COMUNICAZIONE DATI IVA RELATIVA AL 2014

LA COMUNICAZIONE DATI IVA RELATIVA AL 2014 INFORMATIVA N. 034 04 FEBBRAIO 2015 IVA LA COMUNICAZIONE DATI IVA RELATIVA AL 2014 Art. 8-bis, DPR n. 322/98 Provvedimenti Agenzia Entrate 17.1.2011 e 15.1.2015 Circolare Agenzia Entrate 25.1.2011, n.

Dettagli

COMUNICAZIONE DEI DATI IVA (Art. 8-bis del D.P.R. 22 luglio 1998, n. 322)

COMUNICAZIONE DEI DATI IVA (Art. 8-bis del D.P.R. 22 luglio 1998, n. 322) COMUNICAZIONE DEI DATI IVA (Art. 8-bis del D.P.R. 22 luglio 1998, n. 322) Circolare n. 1/2003 Documento n. 4 del 19 febbraio 2003 Via G. Paisiello, 24 00198 Roma tel.: 06/85236387 (fax 06/85236384) - c.f.:80459660587

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Comunicazione dati IVA per l anno 2014 Dichiarazione IVA per l anno 2014 - Chiusure contabili 2014 Entro lunedì 2 marzo 2015 deve

Dettagli

Roma, 10 febbraio 2005 CIRCOLARE N. 27 / 2005 Prot. 88

Roma, 10 febbraio 2005 CIRCOLARE N. 27 / 2005 Prot. 88 Pb-(mod_09_I_Ed_02_Rev_01 / g:segreteria 2005\CIRCOLARI\AM SERVIZI\gest rimb iva.doc / 14/02/05) Roma, 10 febbraio 2005 CIRCOLARE N. 27 / 2005 Prot. 88 AGLI ENTI ASSOCIATI FR/ FISCO ENTI PUBBLICI ECONOMICI

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

G P P N D R 7 1 P 1 4 L 7 2 7 S

G P P N D R 7 1 P 1 4 L 7 2 7 S G P P N D R P L S MODELLO IVA 0 Periodo d imposta 0 QUADRO VE DETERMINAZIONE DEL VOLUME D AFFARI E DELLA IMPOSTA RELATIVA ALLE OPERAZIONI IMPONIBILI Sez. - Conferimenti di prodotti agricoli e cessioni

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA

DICHIARAZIONE ANNUALE IVA Dott. Renato Portale per DICHIARAZIONE ANNUALE IVA La dichiarazione annuale consente la liquidazione definitiva del debito o del credito del contribuente consiste nella comunicazione della somma algebrica

Dettagli

Dichiarazione Iva 2012: focus sulle novità

Dichiarazione Iva 2012: focus sulle novità Numero 22/2012 Pagina 1 di 7 Dichiarazione Iva 2012: focus sulle novità Numero : 22/2012 Gruppo : IVA Oggetto : DICHIARAZIONE IVA Norme e prassi : PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE PROTOCOLLO N. 2012/5810

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 29/2013

NOTA INFORMATIVA N. 29/2013 Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale in quiescenza CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI ELISABETTA UBINI RITA MAGGI PIAZZA CITTADELLA 6 37122

Dettagli

Chiarimenti Agenzia delle entrate sui nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014

Chiarimenti Agenzia delle entrate sui nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 Circolare n. 18 - bis del 29 settembre 2014 Chiarimenti Agenzia delle entrate sui nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 INDICE 1 Premessa... 3 2 Finalità... 4 3 Ambito

Dettagli

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013 Circolare n. 33 del 10 ottobre 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione

Dettagli

Alle Aziende Clienti - Loro Sedi - COMUNICAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE per l anno 2012

Alle Aziende Clienti - Loro Sedi - COMUNICAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE per l anno 2012 Pag. 1 di 6 Mantova, lì 21 Gennaio 2013 Circolare n. 03/2013 Alle Aziende Clienti - Loro Sedi - COMUNICAZIONE ANNUALE IVA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE per l anno 2012 Come ogni anno inviamo le schede necessarie

Dettagli

Circolari per la Clientela

Circolari per la Clientela Circolari per la Clientela Nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 1 PREMESSA Con l art. 11 co. 2 del DL 24.4.2014 n. 66, conv. L. 23.6.2014 n. 89, sono stati previsti

Dettagli

1) COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA PER L ANNO D IMPOSTA 2012 2) DICHIARAZIONE ANNUALE IVA PER L ANNO D IMPOSTA 2012

1) COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA PER L ANNO D IMPOSTA 2012 2) DICHIARAZIONE ANNUALE IVA PER L ANNO D IMPOSTA 2012 Circolare n. 3/2013 Pagina 1 di 10 A tutti i Clienti Loro sedi Circolare n. 3/2013 del 25 gennaio 2013 1) COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA PER L ANNO D IMPOSTA 2012 2) DICHIARAZIONE ANNUALE IVA PER L ANNO

Dettagli

Le novità nella Dichiarazione IVA

Le novità nella Dichiarazione IVA Brescia - 24 aprile 2013 Commissione Consultiva Imposte Dirette Alberto Cobelli (dottore commercialista membro Commissione II.DD. ODCEC Brescia) Le novità dei modelli di dichiarazione fiscale 2013 Le novità

Dettagli

Oggetto: Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2012

Oggetto: Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2012 Vicenza, 23 Gennaio 2013 Oggetto: Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2012 Gentile cliente, al fine di adempiere agli obblighi previsti dalle scadenze fiscali

Dettagli

Raccolta dati per compilazione Dichiarazione IVA 2014

Raccolta dati per compilazione Dichiarazione IVA 2014 Periodico informativo n. 25/2014 Raccolta dati per compilazione Dichiarazione IVA 2014 Gentile Cliente, la presente per comunicarle che Lo Studio è a disposizione per la compilazione e l invio telematico

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA Gli articoli di legge richiamati nel modello di comunicazione dati IVA e nelle istruzioni si riferiscono al D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO IBERATI

STUDIO ASSOCIATO IBERATI Nicola Iberati Dottore Commercialista R.C. Piazza Castello, 9 Antonino Foti Dottore Commercialista R.C. 20121 MILANO Emanuela Civardi Dottore Commercialista R.C. Tel. +39 02 36504599 Fax. +39 02 8055678

Dettagli

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Vicenza, Gennaio 2012 Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Gentile cliente, al fine di adempiere agli obblighi previsti dalle scadenze fiscali

Dettagli

LE NOVITÀ DEI MODELLI IVA

LE NOVITÀ DEI MODELLI IVA LE NOVITÀ DEI MODELLI IVA di Roberto Protani L Agenzia delle Entrate ha approvato, il 15 gennaio 2010, i modelli, con le relative istruzioni, concernenti le dichiarazioni relative all anno 2009 da presentare

Dettagli

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista DAMIA ADRIANI 1/10 OGGETTO VISTO DI CONFORMITÀ O SOTTOSCRIZIONE DELL ORGA DI CONTROLLO SULLA DICHIARAZIONE IVA ANNUALE PER LA COMPENSAZIONE DI CREDITI IVA PER IMPORTI SUPERIORI A 15.000,00 EURO ANNUI RIFERIMENTI

Dettagli

STUDIO BOIDI & PARTNERS commercialisti revisori contabili

STUDIO BOIDI & PARTNERS commercialisti revisori contabili & PARTNERS commercialisti revisori contabili Dott. ALDO BOIDI DOTT. PROF. MARIO BOIDI DOTT. PROF. MASSIMO BOIDI DOTT. FABIO PASQUINI Dott. VALTER RUFFA Dott. ALESSANDRO MARTINI Dott. CAROLA ALBERTI Dott.

Dettagli

Nuovi obblighi di presentazione telematica. dall 1.10.2014. Circolare n. 18. del 19 settembre 2014 INDICE

Nuovi obblighi di presentazione telematica. dall 1.10.2014. Circolare n. 18. del 19 settembre 2014 INDICE Circolare n. 18 del 19 settembre 2014 Nuovi obblighi di presentazione telematica dei modelli F24 dall 1.10.2014 INDICE 1 Premessa...2 2 Decorrenza...3 3 Finalità...3 4 Ambito soggettivo...3 5 Ambito oggettivo...4

Dettagli

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista 1/8 OGGETTO MODALITÀ DI UTILIZZO DEL CREDITO IVA ANNUALE RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 10, D.L. 1 LUGLIO 2009 N. 78 CONV. IN L. 3 AGOSTO 2009 N. 102 - ARTT. 30, 3 COMMA, 38-BIS, D.P.R. 26.10.1972 N. 633;

Dettagli

SPESOMETRO 2014. Nella tabella seguente riportiamo i dati utili per la predisposizione della Comunicazione: Dati utili all adempimento

SPESOMETRO 2014. Nella tabella seguente riportiamo i dati utili per la predisposizione della Comunicazione: Dati utili all adempimento Comunicazione del 27/03/2014 SPESOMETRO 2014 Gentili Clienti, il 10 aprile 2014, per i soggetti che effettuano la liquidazione IVA mensile e il 22 aprile 2014, per gli altri soggetti, scade il termine

Dettagli

Contribuenti obbligati alla presentazione di Unico Enc

Contribuenti obbligati alla presentazione di Unico Enc E TEMPO DI DICHIARAZIONE DEI REDDITI ANCHE PER GLI ENTI NON COMMERCIALI (Enc) Unico Enti non commerciali ed equiparati (Unico Enc) è un modello unificato che permette di presentare la dichiarazione dei

Dettagli

SCADENZARIO PER LE ASD APRILE

SCADENZARIO PER LE ASD APRILE SCADENZARIO PER LE ASD Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così come stabilito dall art.7

Dettagli

Le principali novità della dichiarazione IVA 2013 - Esame dei casi particolari

Le principali novità della dichiarazione IVA 2013 - Esame dei casi particolari Le principali novità della dichiarazione IVA 2013 - Esame dei casi particolari Con il Provvedimento datato 15 gennaio 2013, provvedimento emanato in base a quanto viene previsto dall articolo 8 del D.P.R.

Dettagli

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA L art. 21 del DL 31.5.2010 n. 78 (conv. L. 30.7.2010 n. 122) ha introdotto l obbligo, per i soggetti passivi IVA, di comunicare in via telematica all Agenzia delle Entrate le

Dettagli

Termine di versamento delle imposte di presentazione delle varie dichiarazioni

Termine di versamento delle imposte di presentazione delle varie dichiarazioni n 24 del 15 giugno 2012 circolare n 416 del 14 giugno 2012 referente BERENZI/mr Termine di versamento delle imposte di presentazione delle varie dichiarazioni Con il DPCM in corso di pubblicazione in Gazzetta

Dettagli

UFFICIO COMPETENTE TIPO DI DICHIARAZIONE DATI DEL CONTRIBUENTE. Persone fisiche. Soggetti diversi dalle persone fisiche

UFFICIO COMPETENTE TIPO DI DICHIARAZIONE DATI DEL CONTRIBUENTE. Persone fisiche. Soggetti diversi dalle persone fisiche CODICE FISCALE MODELLO IVA 74-bis DICHIARAZIONE DELLE OPERAZIONI EFFETTUATE NELLA FRAZIONE D ANNO ANTECEDENTE LA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO O DI LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA AVVENUTA NELL ANNO 006

Dettagli

IVA 2015. 1. Dichiarazione annuale Iva per l anno d imposta 2014 (Modello Iva 2015)

IVA 2015. 1. Dichiarazione annuale Iva per l anno d imposta 2014 (Modello Iva 2015) Circolare n. 1/2015 Pagina 1 di 9 A tutti i Clienti Loro sedi Circolare n. 1/2015 del 23 gennaio 2015 (tutte le circolari sono consultabili anche sul nostro sito all indirizzo www.bdassociati.it ) Riferimenti

Dettagli

Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942. Spett.le

Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942. Spett.le Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942 Spett.le LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE A LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE B LEGA PRO LEGA NAZIONALE DILETTANTI UFFICIO AMMINISTRAZIONE F.I.G.C. LORO SEDI Si

Dettagli

Agenzia delle Entrate Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Settore Gestione Tributi Ufficio Gestione Dichiarazioni

Agenzia delle Entrate Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Settore Gestione Tributi Ufficio Gestione Dichiarazioni Agenzia delle Entrate Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Settore Gestione Tributi Ufficio Gestione Dichiarazioni % Da gennaio 2010 è attiva una procedura automatizzata che sottopone a controllo

Dettagli

OGGETTO: Check list visto di conformità

OGGETTO: Check list visto di conformità Informativa per la clientela di studio N. 29 del 18.02.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Check list visto di conformità Per poter effettuare compensazioni orizzontali del credito IVA annuale,

Dettagli

IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE INFORMATIVA N. 088 02 APRILE 2013 IVA IL RIMBORSO DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Artt. 30 e 38-bis, DPR n. 633/72 Provvedimento Agenzia Entrate 20.3.2012 I soggetti in possesso di specifici requisiti possono

Dettagli

Informativa Clienti. del 1 marzo 2010

Informativa Clienti. del 1 marzo 2010 S T U D I O C O M M E R C I A L I S T A dott. sa Ausilia RUBIANO Commercialista Revisore Contabile Consulente Tecnico del Giudice Informativa Clienti. del 1 marzo 2010 MODELLI INTRASTAT: NOVITA. Con il

Dettagli

Modello UNICO 2014: modalità e termini di presentazione Antonio Mastroberti - Esperto fiscale

Modello UNICO 2014: modalità e termini di presentazione Antonio Mastroberti - Esperto fiscale Modello UNICO 2014: modalità e termini di presentazione Antonio Mastroberti - Esperto fiscale ADEMPIMENTO " FISCO La presentazione della dichiarazione dei redditi, IRAP e IVA rappresenta l adempimento

Dettagli

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 3 del decreto legislativo 30 giugno 003 n.

Dettagli

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Spesometro 2015 (operaziionii 2014), da trasmettere entro iill 10/20 dii apriille 2015 L art. 21 del D.L. n. 78 del 31 maggio 2010 ha introdotto l obbligo, per i soggetti

Dettagli

OGGETTO: Acconto IVA per il 2015

OGGETTO: Acconto IVA per il 2015 OGGETTO: Acconto IVA per il 2015 Gentile Cliente, le ricordiamo che il versamento dell acconto IVA dovuto per l anno 2015 deve essere effettuato entro il 28.12.2015 (in quanto il 27.12.2015, scadenza naturale

Dettagli