PAG. 1 DI LUGLIO 2010 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA TRASMISSIONE DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS VER 1.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PAG. 1 DI 39 20 LUGLIO 2010 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA TRASMISSIONE DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS VER 1."

Transcript

1 PAG. 1 DI 39 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA TRASMISSIONE DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS VER 1.5

2 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 2 DI 39 INDICE 1. REVISIONI DEL DOCUMENTO 4 2. INTRODUZIONE 5 3. GENERALITA STANDARD TECNICI LINGUAGGIO COMUNE WEB SERVICES WSDL (WEB SERVICE DESCRIPTION LANGUAGE) SCHEMI XSD CERTIFICATI DI PROTEZIONE ACCESSO AI SERVIZI CANALI DI COMUNICAZIONE 9 4. SERVIZI DISPONIBILI INVIO DEL CERTIFICATO DI MALATTIA ALL INPS RETTIFICA DEL CERTIFICATO DI MALATTIA ANNULLAMENTO DEL CERTIFICATO DI MALATTIA INTERROGAZIONE LAVORATORE CODICI DI ERRORE 20 ALLEGATI 22 2

3 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 3 DI SERVIZIO DI INVIO CERTIFICATO InvioCertificato.wsdl InvioCertificatoRequest.xsd InvioCertificatoResponse.xsd SERVIZIO DI RETTIFICA CERTIFICATO RettificaCertificato.wsdl RettificaCertificatoRequest.xsd RettificaCertificatoResponse.xsd SERVIZIO DI ANNULLAMENTO CERTIFICATO AnnullamentoCertificato.wsdl AnnullamentoCertificatoRequest.xsd AnnullamentoCertificatoResponse.xsd SERVIZIO DI INTERROGAZIONE LAVORATORE InterrogazioneLavoratore.wsdl InterrogazioneLavoratoreRequest.xsd InterrogazioneLavoratoreResponse.xsd SCHEMA XSD COMUNE A TUTTI I WEB SERVICES TipiCert.xsd 35 3

4 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 4 DI REVISIONI DEL DOCUMENTO VERSIONE PARAGRAFO DATA MODIFICA DESCRIZIONE /03/2010 Versione iniziale /05/2010 Modifica wsdl per gestione Ente Inviante. Aggiunti endpoint. Eliminati alcuni dati dal servizio Interrogazione lavoratore /06/2010 Modifica schema TipiCert.xsd per gestione codice catastale del comune /07/2010 Modifica schema TipiCert.xsd con nuovo pattern ICD9. Modifica codici errori 115 e 375, aggiunta codice 112 (controllo 3 mesi da data rilascio, controllo asl medico). Aggiunta codici INPS 105 e 106 (rettifica e annullamento). 4

5 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 5 DI INTRODUZIONE Il presente documento espone le regole tecniche a cui gli sviluppatori di software devono attenersi per utilizzare i servizi web messi loro a disposizione per la Trasmissione certificati di malattia, nell ambito del progetto Tessera Sanitaria Detti servizi sono stati realizzati in seguito alla pubblicazione sulla gazzetta ufficiale n. 65 del 19 marzo 2010 del decreto 26 febbraio 2010 Definizione delle modalità tecniche per la predisposizione e l'invio telematico dei dati delle certificazioni di malattia al SAC e della circolare esplicativa predisposta in data 19 marzo 2010 dal Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie. I servizi utilizzano l infrastruttura SAC definita dal DPCM del 26 marzo 2008 e il disciplinare tecnico allegato ne costituisce parte integrante Tutto il materiale a cui si fa riferimento nel documento è a disposizione degli utenti nel sito nell area Sistema TS informa > Certificazioni di malattia. 5

6 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 6 DI GENERALITA 3.1 STANDARD TECNICI Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali organismi internazionali quali il World Wide Web Consortium (W3C) per la famiglia di protocolli XML, per SOAP, per WSDL, per le architetture Web, e per le architetture e le tecnologie Web Services, OASIS per il protocollo ebxml, le specifiche UDDI, e l architettura Web Services. Il web service esposto è stato realizzato seguendo le specifiche Basic Profile 1.0 dettate dall organizzazione mondiale WS-I (Web Service Interoperability Organization) al fine di aumentare il grado di interoperabilità tra servizi Web. Ciò garantisce il corretto funzionamento tra le diverse implementazioni su differenti piattaforme. A tal fine, i servizi web sono stati validati rispetto alle specifiche WS- I Simple SOAP Binding Profile 1.0 (WS-I SSBP) generato sul WS-I Basic Profile, e WS-I Attachments Profile 1.0 (WS-I AP). 3.1 LINGUAGGIO COMUNE L adozione di un linguaggio comune prevede l utilizzo dei seguenti standard per la rappresentazione dei: Dati: Extensible Markup Language (XML) e Simple Object Access Protocol (SOAP) v 1.1 with attachments; Servizi applicativi: Lightweight Directory Access Protocol (LDAP), Universal Description, Discovery and Integration (UDDI), e Web Service Definition Language (WSDL). Lo strumento tecnologico per memorizzare i documenti che definiscono sintassi e semantica dei dati è individuabile in un Repository XML, mentre per quelli che definiscono la sintassi e la semantica dei servizi si individua un Registro dei Servizi (di tipo LDAP o UDDI). Il sistema di gestione del canale di interscambio e cooperazione mette quindi a disposizione i servizi per l accesso controllato alla consultazione, alla modifica, all inserimento ed alla cancellazione degli archivi disponibili. 6

7 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 7 DI WEB SERVICES Gli standard utilizzati per l utilizzo del modello web services sono: uso del linguaggio XML per la rappresentazione dei dati; uso del protocollo SOAP per il formato dei messaggi scambiati tra i domini; uso del linguaggio WSDL per la definizione delle chiamate ai Web Services. Ogni nuovo servizio è implementato utilizzando linguaggi e tecnologie differenti, per le quali è poi generata un interfaccia WSDL e altre componenti che producono il livello di disaccoppiamento necessario per renderlo accessibile attraverso la rete mediante protocollo HTTP (o HTTPS) e linguaggio XML. In particolare, tra le informazioni specifiche di ciascun servizio sono incluse le descrizioni delle interfacce applicative dei servizi stessi (tramite metalinguaggio WSDL). Il richiedente del servizio trova nelle descrizioni pubblicate tutto quanto necessario per formulare richieste di servizio al fornitore del servizio specifico. La descrizione WSDL del servizio permette, inoltre, (attraverso uno specifico elemento di descrizione) di specificare i possibili profili di collaborazione disponibili per l accesso a quel dato servizio (notifica o richiesta servizi sincrona e asincrona) tramite i profili base disponibili nel metalinguaggio WSDL. 3.3 WSDL (WEB SERVICE DESCRIPTION LANGUAGE) WSDL è un linguaggio per la descrizione di Web Service, promosso dal W3C e basato su XML Schema. Le componenti e la filosofia con la quale WSDL è stato realizzato possono essere riassunti con lo schema illustrato di seguito, dove è possibile identificare le cinque entità fondamentali che compongono questo linguaggio: types: un tipo di dato generico utilizzato nel resto della descrizione; message: un messaggio trasmesso; porttype: un servizio espresso in termini di operazioni (operation) messe a disposizione; port: ridefinizione delle operation di una porttype istanziate all interno di particolare tecnologia di comunicazione; 7

8 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 8 DI 39 service: i Web Service realmente fruibili come insieme di port. In questo modo WSDL mette a disposizione due tipi di descrizione del servizio, posizionati su due livelli di astrazione diversi: astratta (abstract view) che descrive un servizio sulla base delle operazioni che questo mette a disposizione; concreta (concrete view), che specializza, tramite un'operazione detta di binding, le operation, su cui si basa anche la visione concreta. Questa distinzione permette, a livello di linguaggio, di collocare le operation stesse in un preciso contesto applicativo ottenuto dalla definizione del protocollo utilizzato per la comunicazione. Anche attualmente WSDL mette a disposizione gli schemi di definizione di binding per il trasporto delle informazioni su canale SOAP e https. 3.4 SCHEMI XSD Lo Schema XSD (XML Schema Definition) rappresenta un modo per definire una sintassi per la validazione di un documento XML. La sintassi è definita in linguaggio XML. Al fine di una corretta gestione dei documenti, il file XML deve essere scritto utilizzando l'insieme di caratteri UNICODE ISO e codificato con la codifica UTF-8 o, in alternativa, per sistemi operativi che non supportano questo standard, con la codifica ISO Latin 1. Gli sviluppatori di software devono effettuare l operazione di validazione dei file XML contenenti i dati della ricetta secondo quanto descritto nello schema XSD, prima di inviare il file in via telematica. Tuti i tag descritti nello schema XSD devono essere presenti nei file XML ed i singoli campi devono rispettate le regole formali e/o i valori possibili per ognuno di loro. 3.5 CERTIFICATI DI PROTEZIONE Il software gestionale dei medici deve essere in grado di codificare il codice fiscale e il pincode utilizzando tecniche di crittografia con la chiave pubblica RSA 8

9 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 9 DI 39 contenuta nel certificato X.509 fornito dal MEF ed applicando il padding PKCS#1 v 1.5. La trasformazione deve essere conforme con quella ottenuta dall'esecuzione del comando del pacchetto open source "openssl", come a titolo di esempio: openssl rsautl -encrypt -in CF.txt -out CF.enc -inkey SanitelCF.cer -certin -pkcs in cui il file CF.txt contiene il codice fiscale in chiaro, il file SanitelCF.cer contiene il certificato X.509 del MEF, il file CF.enc contiene il risultato dell'operazione di crittografia sul codice fiscale. Il codice fiscale e il pincode crittografati devono essere codificati BASE64 (RFC 1521) per poter essere inseriti nel file XML da inviare telematicamente al MEF. Il certificato SanitelCF.cer idi è disponibile nell area download del portale 3.6 ACCESSO AI SERVIZI L elenco dei servizi web disponibili, le firme wsdl e la documentazione sono riportati in questo documento, che è pubblicato nel portale istituzionale Le modalità di accesso agli endpoint dei servizi sono esposte nei paragrafi successivi. 3.7 CANALI DI COMUNICAZIONE I servizi esposti da SistemaTS tramite modello Web Service e riportatit in questo documento sono fruibili attraverso il canale di comunicazione https. L autenticazione è effettuata attraverso l utilizzo della basic authentication. 9

10 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 10 DI SERVIZI DISPONIBILI I paragrafi di questo capitolo descrivono le modalità di utilizzo dei servizi disponibili. Gli utenti del sistema possono essere: - Ente Inviante: per esempio una Regione che invia un certificato per conto di un medico. - Medico 4.1 INVIO DEL CERTIFICATO DI MALATTIA ALL INPS Questo servizio permette di inviare il certificato di malattia all INPS tramite SOGEI. Nel caso di utente Ente Inviante i campi di input sono: o medico codicefiscale codiceregione codice Asl o lavoratore codicefiscale (cifrato) o residenzaodomicilioabituale via cap In alternativa: codicecatastale (es. H501) oppure comune 10

11 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 11 DI 39 provincia (si intende sigla provincia, es. RM) o indirizzodireperibilita (opzionale) cognome (opzionale) indirizzo via cap In alternativa: codicecatastale (es. H501) oppure comune provincia (si intende sigla provincia, es. RM) o certificato datarilascio datainizio datafine visita tipocertificato codicediagnosi (va indicato questo campo e/o le notediagnosi) notediagnosi Nel caso di utente Medico i campi di input sono: o medico pincode (cifrato) codiceregione 11

12 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 12 DI 39 codice Asl o lavoratore codicefiscale (cifrato) o residenzaodomicilioabituale via cap In alternativa: codicecatastale (es. H501) oppure comune provincia (si intende sigla provincia, es. RM) o indirizzodireperibilita (opzionale) cognome (opzionale) indirizzo via cap In alternativa: codicecatastale (es. H501) oppure comune provincia (si intende sigla provincia, es. RM) o certificato datarilascio datainizio 12

13 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 13 DI 39 datafine visita tipocertificato codicediagnosi (va indicato questo campo e/o le notediagnosi) notediagnosi Se l invocazione va a buon fine si ottiene la risposta: o ricevutaok dataricezione idcertificato Se l invocazione non va a buon fine si ottiene la risposta: o ricevutanonok errore (lista) tipoerrore sezioneerrata descrizione Endpoint di test: Per maggiori dettagli consultare i wsdl. https://mirservicetest.sanita.finanze.it/trasmissionecertificatiweb/services/inviocertificato Endpoint di produzione (ATTENZIONE! Invocando questo endpoint saranno inviati dati reali all INPS!): https://mirservice.sanita.finanze.it/trasmissionecertificatiweb/services/inviocertificato 13

14 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 14 DI RETTIFICA DEL CERTIFICATO DI MALATTIA Questo servizio permette di rettificare un certificato di malattia inviato in precedenza. Nel caso di utente Ente Inviante i campi di input sono: o codicefiscalemedico o codicefiscalelavoratore (cifrato) o idcertificato (dell invio effettuato in precedenza) o dataricezione (dell invio effettuato in precedenza non obbligatorio) o datafine Nel caso di utente Medico i campi di input sono: o pincodemedico (cifrato) o codicefiscalelavoratore (cifrato) o idcertificato (dell invio effettuato in precedenza) o dataricezione (dell invio effettuato in precedenza non obbligatorio) o datafine Se l invocazione va a buon fine si ottiene la risposta: o ricevutarettificaok dataricezione idcertificato (è un nuovo id che sostituisce quello precedente) lavoratore 14

15 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 15 DI 39 codicefiscale residenzaodomicilioabituale via cap codicecatastale provincia indirizzodireperibilita (opzionale) cognome indirizzo via cap codicecatastale provincia certificato datarilascio datainizio datafine visita tipocertificato codicediagnosi notediagnosi Se l invocazione non va a buon fine si ottiene la risposta: o ricevutanonok 15

16 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 16 DI 39 errore (lista) tipoerrore sezioneerrata descrizione Endpoint di test: Per maggiori dettagli consultare i wsdl. https://mirservicetest.sanita.finanze.it/trasmissionecertificatiweb/services/rettificacertificato Endpoint di produzione (ATTENZIONE! Invocando questo endpoint saranno inviati dati reali all INPS!): https://mirservice.sanita.finanze.it/trasmissionecertificatiweb/services/rettificacertificato 4.3 ANNULLAMENTO DEL CERTIFICATO DI MALATTIA Questo servizio permette di annullare un certificato di malattia inviato (o rettificato) in precedenza. Nel caso di utente Ente Inviante i campi di input sono: o codicefiscalemedico o codicefiscalelavoratore (cifrato) o idcertificato (dell invio o rettifica effettuato in precedenza) o dataricezione (dell invio o rettifica effettuata in precedenza non obbligatorio) Nel caso di utente Medico i campi di input sono: 16

17 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 17 DI 39 o pincodemedico (cifrato) o codicefiscalelavoratore (cifrato) o idcertificato (dell invio o rettifica effettuato in precedenza) o dataricezione (dell invio o rettifica effettuata in precedenza non obbligatorio) Se l invocazione va a buon fine si ottiene la risposta: o ricevutaannullamentook dataricezione idannullamento Se l invocazione non va a buon fine si ottiene la risposta: o ricevutanonok errore (lista) tipoerrore sezioneerrata descrizione Endpoint di test: Per maggiori dettagli consultare i wsdl. https://mirservicetest.sanita.finanze.it/trasmissionecertificatiweb/services/annullamentocertificato Endpoint di produzione (ATTENZIONE! Invocando questo endpoint saranno inviati dati reali all INPS!): https://mirservice.sanita.finanze.it/trasmissionecertificatiweb/services/annullamentocertificato 17

18 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 18 DI INTERROGAZIONE LAVORATORE Questo servizio permette di ottenere i dati anagrafici del lavoratore. Nel caso di utente Ente Inviante i campi di input sono: o codicefiscale Nel caso di utente Medico i campi di input sono: o pincodemedico (cifrato) o codicefiscale Se l invocazione va a buon fine si ottiene la risposta: o ricevutaok anagrafica cognome nome Se l invocazione non va a buon fine si ottiene la risposta: o ricevutanonok errore (lista) tipoerrore sezioneerrata descrizione Per maggiori dettagli consultare i wsdl. 18

19 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 19 DI 39 Endpoint di test: https://mirservicetest.sanita.finanze.it/trasmissionecertificatiweb/services/interrogazionelavoratore Endpoint di produzione (ATTENZIONE! Invocando questo endpoint saranno inviati dati reali all INPS!): https://mirservice.sanita.finanze.it/trasmissionecertificatiweb/services/interrogazionelavoratore 19

20 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 20 DI CODICI DI ERRORE Di seguito sono riportati i codici di errore che possono essere restituiti dai web services: 10 Assente elemento medico 20 Assente elemento lavoratore 30 Assente elemento residenza 50 Assente elemento certificato 100 Errore formale codice regione 110 Errore formale codice asl 111 Pincode assente o errato 112 Nessuna posizione attiva per il medico 114 Anagrafica medico non trovata 115 Codice regione e codice asl del medico non congruenti 116 Assente codice fiscale medico 117 Non inserire il pincode 118 Non inserire il codice fiscale del medico 119 Errore formale codice fiscale medico 120 Errore formale Via 130 Errore formale Comune 131 Codice catastale comune non trovato 132 Assenti codice catastale o coppia comune-provincia. Inserire uno dei due 133 Inserire il codice catastale oppure in alternativa la coppia comune-provincia 134 Errore formale sul codice catastale comune. Deve essere, per esempio, del tipo: H Comune e provincia non congruenti 140 Errore formale Provincia 150 Errore formale CAP 160 Errore formale Via (reperibilità) 170 Errore formale Comune (reperibilità) 171 Codice catastale comune non trovato (reperibilità) 172 Assenti codice catastale o coppia comune-provincia. Inserire uno dei due (reperibilità) 173 Inserire il codice catastale oppure in alternativa la coppia comune-provincia (reperibilità) 174 Errore formale sul codice catastale comune. Deve essere, per esempio, del tipo: H501 (reperibilità) 175 Comune e provincia non congruenti (reperibilità) 180 Errore formale Provincia (reperibilità) 190 Errore formale CAP (reperibilità) 195 Errore formale Cognome (reperibilità) 220 Errore formale cf lavoratore 300 Errore formale codice diagnosi 305 codice diagnosi e note diagnosi contemporaneamente assenti 310 Errore formale note diagnosi 320 Errore formale codice fiscale 321 Codice fiscale non trovato 322 Codice fiscale non utilizzabile - invitare il soggetto a recarsi presso ufficio entrate 330 Errore formale Sesso 340 Errore formale Telefono 350 Errore formale tipo certificato 360 Errore formale tipo Visita 370 Assenza data rilascio 20

21 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 21 DI data rilascio inferiore di due giorni a data ricezione 372 data rilascio superiore a data ricezione 373 data inizio maggiore di data rilascio 374 data inizio maggiore di data fine 375 data fine maggiore di tre mesi dalla data rilascio 380 Assenza data fine 390 Assenza data inizio 400 Assenza id certificato 701 Utente non esistente 998 Errore nel sistema I seguenti codici di errore sono restituiti direttamente dall INPS: 1 Non conformita' rispetto allo schema: Elemento duplicato 2 Non conformita' rispetto allo schema: Elemento obbligatorio mancante 3 Non conformita' rispetto allo schema: Elemento non valido (attributi, tipi semplici) la descrizione puo' comprendere indicazioni sul tipo/pattern atteso 4 Non conformita' rispetto allo schema: Elemento malformato (tipi complessi) altre anomalie non specificate: es. misplacements, elementi non previsti 41 Indirizzo errato (CAP, cod.comune, provincia sconosciuti o incongruenti) 42 Comune di nascita errato (codice comune sconosciuto o incongruente con provincia) 43 Codice Diagnosi Errato 44 Codice Regione ASL errato 21 Codice Fiscale incongruente con dati anagrafici 22 Codice Fiscale formalmente non valido: controcodice errato 23 Data inizio malattia errata. Prevista: data non posteriore alla data di rilascio. 24 Data fine prognosi errata. Prevista: data non anteriore a data rilascio 25 Periodo errato : eccedente i tre mesi solari successivi al rilascio 26 Data rilascio certificato errata. Prevista: data di trasmissione o giorno precedente 101 Richiesta annullamento oltre i termini previsti 102 Richiesta annullamento per certificato inesistente 103 Richiesta rettifica oltre i termini previsti 104 Richiesta rettifica per certificato inesistente 105 Richiesta annullamento per certificato gia' annullato o rettificato 106 Richiesta rettifica per certificato gia' annullato o rettificato 200 Errore non codificato 999 Servizio non disponibile 21

22 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 22 DI 39 ALLEGATI SERVIZIO DI INVIO CERTIFICATO InvioCertificato.wsdl <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <wsdl:definitions xmlns:wsdl="http://schemas.xmlsoap.org/wsdl/" xmlns:requestns="http://inviocertificatorequest.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" xmlns:responsens="http://inviocertificatoresponse.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" xmlns:soap="http://schemas.xmlsoap.org/wsdl/soap/" xmlns:tns="http://inviocertificato.wsdl.cert.mir.sanita.finanze.it/wsdl/" xmlns:xsd="http://www.w3.org/2001/xmlschema" targetnamespace="http://inviocertificato.wsdl.cert.mir.sanita.finanze.it/wsdl/"> <wsdl:documentation> Invio del certificato di malattia Versione 0.4 </wsdl:documentation> <wsdl:types> <xsd:schema elementformdefault="qualified" xmlns:xsd="http://www.w3.org/2001/xmlschema"> <xsd:import namespace="http://inviocertificatorequest.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" schemalocation="inviocertificatorequest.xsd"/> </xsd:schema> <xsd:schema elementformdefault="qualified" xmlns:xsd="http://www.w3.org/2001/xmlschema"> <xsd:import namespace="http://inviocertificatoresponse.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" schemalocation="inviocertificatoresponse.xsd"/> </xsd:schema> </wsdl:types> <wsdl:message name="inviocertificatorequest"> <wsdl:part element="requestns:inviocertificato" name="inviocertificatorequest"/> </wsdl:message> <wsdl:message name="inviocertificatoresponse"> <wsdl:part element="responsens:ricevutacertificato" name="inviocertificatoresponse"/> </wsdl:message> <wsdl:porttype name="inviocertificatopt"> <wsdl:operation name="inviocertificato"> <wsdl:input message="tns:inviocertificatorequest"/> <wsdl:output message="tns:inviocertificatoresponse"/> </wsdl:operation> </wsdl:porttype> <wsdl:binding name="inviocertificatobinding" type="tns:inviocertificatopt"> 22

23 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 23 DI 39 <soap:binding style="document" transport="http://schemas.xmlsoap.org/soap/http"/> <wsdl:operation name="inviocertificato"> <soap:operation soapaction="http://inviocertificato.wsdl.cert.mir.sanita.finanze.it/wsdl/inviocertificato"/ > <wsdl:input> <soap:body use="literal"/> </wsdl:input> <wsdl:output> <soap:body use="literal"/> </wsdl:output> </wsdl:operation> </wsdl:binding> <wsdl:service name="inviocertificato"> <wsdl:port binding="tns:inviocertificatobinding" name="inviocertificato"> <soap:address location="https://mirservicetest.sanita.finanze.it/trasmissionecertificatiweb/services/invi ocertificato"/> </wsdl:port> </wsdl:service> </wsdl:definitions> InvioCertificatoRequest.xsd <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <xs:schema xmlns="http://inviocertificatorequest.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" xmlns:td="http://tipicert.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" xmlns:xs="http://www.w3.org/2001/xmlschema" targetnamespace="http://inviocertificatorequest.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" elementformdefault="qualified" attributeformdefault="unqualified" > <xs:import namespace="http://tipicert.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" schemalocation="tipicert.xsd"/> Request del servizio di invio certificato Versione 0.7 <xs:element name="inviocertificato"> <xs:complextype> <xs:element name="medico" type="td:medico"> Dati del medico <xs:element name="lavoratore" type="td:lavoratorecifrato"> Dati del lavoratore <xs:element name="residenzaodomicilioabituale" type="td:indirizzo"> Residenza o domicilio abituale del lavoratore 23

24 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 24 DI 39 <xs:element name="indirizzodireperibilita" type="td:reperibilita" minoccurs="0"> Indirizzo di reperibilità del lavoratore <xs:element name="certificato" type="td:certificato"> Certificato di malattia </xs:schema> InvioCertificatoResponse.xsd <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <xs:schema xmlns="http://inviocertificatoresponse.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" xmlns:td="http://tipicert.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" xmlns:xs="http://www.w3.org/2001/xmlschema" targetnamespace="http://inviocertificatoresponse.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" elementformdefault="qualified" attributeformdefault="unqualified"> <xs:import namespace="http://tipicert.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" schemalocation="tipicert.xsd"/> Response del servizio di invio certificato Versione 0.5 <xs:element name="ricevutacertificato"> <xs:complextype> Questi due elementi sono in alternativa, uno è per l'esito positivo l'altro per l'esito negativo <xs:element name="ricevutaok" type="td:ricevutaok" minoccurs="0"/> <xs:element name="ricevutanonok" type="td:ricevutanonok" minoccurs="0"/> </xs:schema> 24

25 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 25 DI SERVIZIO DI RETTIFICA CERTIFICATO RettificaCertificato.wsdl <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <wsdl:definitions xmlns:wsdl="http://schemas.xmlsoap.org/wsdl/" t".it" xmlns:requestns="http://rettificacertificatorequest.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.i xmlns:responsens="http://rettificacertificatoresponse.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze xmlns:soap="http://schemas.xmlsoap.org/wsdl/soap/" xmlns:tns="http://rettificacertificato.wsdl.cert.mir.sanita.finanze.it/wsdl/" xmlns:xsd="http://www.w3.org/2001/xmlschema" targetnamespace="http://rettificacertificato.wsdl.cert.mir.sanita.finanze.it/wsdl/"> <wsdl:documentation> Rettifica del certificato di malattia Versione 0.3 </wsdl:documentation> <wsdl:types> <xsd:schema elementformdefault="qualified" xmlns:xsd="http://www.w3.org/2001/xmlschema"> <xsd:import namespace="http://rettificacertificatorequest.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" schemalocation="rettificacertificatorequest.xsd"/> </xsd:schema> <xsd:schema elementformdefault="qualified" xmlns:xsd="http://www.w3.org/2001/xmlschema"> <xsd:import namespace="http://rettificacertificatoresponse.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" schemalocation="rettificacertificatoresponse.xsd"/> </xsd:schema> </wsdl:types> <wsdl:message name="rettificacertificatorequest"> <wsdl:part element="requestns:rettificacertificato" name="rettificacertificatorequest"/> </wsdl:message> <wsdl:message name="rettificacertificatoresponse"> <wsdl:part element="responsens:ricevutarettifica" name="rettificacertificatoresponse"/> </wsdl:message> <wsdl:porttype name="rettificacertificatopt"> <wsdl:operation name="rettificacertificato"> <wsdl:input message="tns:rettificacertificatorequest"/> <wsdl:output message="tns:rettificacertificatoresponse"/> </wsdl:operation> </wsdl:porttype> <wsdl:binding name="rettificacertificatobinding" type="tns:rettificacertificatopt"> <soap:binding style="document" transport="http://schemas.xmlsoap.org/soap/http"/> <wsdl:operation name="rettificacertificato"> <soap:operation soapaction="http://rettificacertificato.wsdl.cert.mir.sanita.finanze.it/wsdl/rettificacerti ficato"/> <wsdl:input> 25

26 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 26 DI 39 <soap:body use="literal"/> </wsdl:input> <wsdl:output> <soap:body use="literal"/> </wsdl:output> </wsdl:operation> </wsdl:binding> <wsdl:service name="rettificacertificato"> <wsdl:port binding="tns:rettificacertificatobinding" name="rettificacertificato"> <soap:address location="https://mirservicetest.sanita.finanze.it/trasmissionecertificatiweb/services/rett ificacertificato"/> </wsdl:port> </wsdl:service> </wsdl:definitions> RettificaCertificatoRequest.xsd <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <xs:schema xmlns="http://rettificacertificatorequest.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" xmlns:td="http://tipicert.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" xmlns:xs="http://www.w3.org/2001/xmlschema" t" targetnamespace="http://rettificacertificatorequest.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.i elementformdefault="qualified" attributeformdefault="unqualified"> annullamento <xs:import namespace="http://tipicert.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" schemalocation="tipicert.xsd"/> Request del servizio di rettifica certificato Versione 0.4 Gli elementi codicefiscalelavoratore, idcertificato e dataricezione costituiscono il riferimento al certificato da rettificare e devono corrispondere agli elementi: lavoratore.codicefiscale del messaggio di invio del certificato inviato in precedenza, idcertificato e dataricezione del messaggio di ricevuta del certificato inviato in precedenza; per il controllo sull'elemento dataricezione viene utilizzata l'informazione su data e ora (il campo non è obbligatorio). L'unica rettifica possibile è anticipare la data di fine prognosi, per qualunque altra modifica deve essere usata la funzione di e procedere alla creazione di un nuovo certificato. <xs:element name="rettificacertificato"> <xs:complextype> Se l'utente è un ente inviante (es. una Regione) il campo codicefiscalemedico è obbligatorio per specificare il medico per cui si sta inviando il certificato, e il campo pincodemedico 26

27 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 27 DI 39 il campo il campo pincodemedico type="td:codicefiscale"> medico type="td:tipocifrato"> medico type="td:tipocifrato"> lavoratore annullare type="xs:datetime"> ricezione non deve essere impostato. Al contrario, se l'utente è il medico singolo codicefiscalemedico non deve essere impostato e è obbligatorio. <xs:element minoccurs="0" name="codicefiscalemedico" Codice fiscale del <xs:element minoccurs="0" name="pincodemedico" Pincode cifrato del <xs:element name="codicefiscalelavoratore" Codice fiscale del <xs:element name="idcertificato" type="xs:string"> Id del certificato da <xs:element minoccurs="0" name="dataricezione" Data e ora di <xs:element name="datafine" type="xs:date"> Data di fine prognosi </xs:schema> RettificaCertificatoResponse.xsd <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <xs:schema xmlns="http://rettificacertificatoresponse.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" xmlns:td="http://tipicert.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" xmlns:xs="http://www.w3.org/2001/xmlschema" it" targetnamespace="http://rettificacertificatoresponse.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze. elementformdefault="qualified" attributeformdefault="unqualified"> <xs:import namespace="http://tipicert.xsd.cert.mirsac.sanita.finanze.it" 27

Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali

Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali SPECIFICHE FUNZIONALI DEI TRACCIATI FAR Flusso informativo delle prestazioni residenziali e semiresidenziali Luglio 2014 Versione 4.0 FAR Specifiche Funzionali_v4.0 Pag. 1 di 53 Indice 1. Introduzione...

Dettagli

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO Versione 1.1 INDICE 1. PREFAZIONE 3 1.1 Autori 3 1.2 Modifiche Documento 3 1.3 Riferimenti 4 1.4 Acronimi e Definizioni 4 2. OBIETTIVI E CONTESTO DI RIFERIMENTO

Dettagli

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria MANUALE D USO 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2.... 4 3. INVIO CERTIFICATO DI MALATTIA... 4 3.1 SELEZIONE...

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE Pag. 1 di 14 INDICE 1. Glossario... 3 2. il servizio SPCoop - Ricezione... 5 3. Il web-service RicezioneFatture... 8 3.1 Operazione RiceviFatture... 9 3.1.1

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1 SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013 Versione 1.1 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 DEFINIZIONI 4 2. MODALITÀ DI EMISSIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

Specifiche tecniche per la pubblicazione dei dati ai sensi dell art. 1 comma 32 Legge n. 190/2012

Specifiche tecniche per la pubblicazione dei dati ai sensi dell art. 1 comma 32 Legge n. 190/2012 Specifiche tecniche per la pubblicazione dei dati ai sensi dell art. 1 comma 32 Legge n. 190/2012 Versione 1.0 Maggio 2013 INDICE 1. OBIETTIVI DEL DOCUMENTO 2 1.1 STORIA DEL DOCUMENTO 2 1.2 ACRONIMI E

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 ALLEGATO A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 per i redditi di lavoro dipendente/assimilati e di lavoro autonomo/provvigioni e diversi Specifiche tecniche

Dettagli

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL)

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Corso di Sistemi Distribuiti Stefano

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

FORNITURA AI CARD MANAGEMENT SISTEM DELLE COMUNICAZIONI PER LA REVOCA DEI CERTIFICATI DELLE TS-CNS

FORNITURA AI CARD MANAGEMENT SISTEM DELLE COMUNICAZIONI PER LA REVOCA DEI CERTIFICATI DELLE TS-CNS FORNITURA AI CARD MANAGEMENT SISTEM DELLE COMUNICAZIONI PER LA REVOCA DEI CERTIFICATI DELLE TS-CNS Versione 2 Gennaio 2012 PAG. 2 DI 9 INDICE 1. GENERALITÀ 3 2. MODALITÀ OPERATIVE 4 ALLEGATO 1 8 PAG. 3

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO REGIONE BASILICATA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA INTEGRATO SERB ECM DELLA REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06)

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

Specifiche tecniche per la pubblicazione dei dati ai sensi dell art. 1 comma 32 Legge n. 190/2012

Specifiche tecniche per la pubblicazione dei dati ai sensi dell art. 1 comma 32 Legge n. 190/2012 Specifiche tecniche per la pubblicazione dei dati ai sensi dell art. 1 comma 32 Legge n. 190/2012 Versione 1.1 16 dicembre 2014 INDICE 1.1 ACRONIMI E DEFINIZIONI 2 1.2 RIFERIMENTI 2 1.3 STORIA DEL DOCUMENTO

Dettagli

Titolo I - AMBITO DI APPLICAZIONE, DEFINIZIONI ED ADEGUAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

Titolo I - AMBITO DI APPLICAZIONE, DEFINIZIONI ED ADEGUAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche per il protocollo informatico ai sensi degli articoli 40-bis, 41, 47, 57-bis

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Pagina 1 di 48 INDICE 1 MODIFICHE DOCUMENTO...4 2 RIFERIMENTI...4 3 TERMINI E DEFINIZIONI...4

Dettagli

Ultimo aggiornamento sett13

Ultimo aggiornamento sett13 Ultimo aggiornamento sett13 INDICE 1. Invio singolo SMS tramite richiesta POST/GET HTTP...3 1.1 - Messaggi singoli concatenati...4 2. Invio multiplo SMS tramite richiesta POST/GET HTTP...4 2.1 - Messaggi

Dettagli

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M I T P E l e t t r o n i c a Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M M. Guerriero*, V. Ferrara**, L. de Santis*** * ITP Elettronica ** Dipartimento di Ingegneria Elettronica Univ. La Sapienza

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Fattura elettronica Vs Pa

Fattura elettronica Vs Pa Fattura elettronica Vs Pa Manuale Utente A cura di : VERS. 528 DEL 30/05/2014 11:10:00 (T. MICELI) Assist. Clienti Ft. El. Vs Pa SOMMARIO pag. I Sommario NORMATIVA... 1 Il formato della FatturaPA... 1

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

La fattura elettronica e sua conservazione

La fattura elettronica e sua conservazione La fattura elettronica e sua conservazione Che cos è la FatturaPA? La FatturaPA è una fattura elettronica ai sensi dell'articolo 21, comma 1, del DPR 633/72 ed è la sola tipologia di fattura accettata

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO

ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO 1 INDICE 1) ASPETTI GENERALI 2) CONTENUTO DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO 2.1) OPERAZIONI 2.2) RAPPORTI 2.3) LEGAMI TRA SOGGETTI 3) CRITERI

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013

Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013 i-contact srl via Simonetti 48 32100 Belluno info@i-contact.it tel. 0437 30419 fax 0437 1900 125 p.i./c.f. 0101939025 Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013 1. Introduzione Il seguente

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. 2015/4790 Approvazione della Certificazione Unica CU 2015, relativa all anno 2014, unitamente alle istruzioni di compilazione, nonché del frontespizio per la trasmissione telematica e del quadro

Dettagli

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico-

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- PREMESSA... 3 1. CARATTERISTICHE FISICHE DELLE TS-CNS... 3 1.1. Fronte TS-CNS

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE

Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE 1.1 CARATTERISTICHE DEL SUPPORTO IMMODIFICABILE E SUO FILE-SYSTEM... 2 1.2 SICUREZZA

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library A. Bardelli (Univ. Milano Bicocca), L. Bernardis (Univ.

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE A cura di Gerardo De Caro: La fatturazione elettronica obbligatoria verso la Pubblica Amministrazione Executive Summary Il formato fattura PA

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO A. LA NUOVA MODALITA 3 B. RILASCIO DELL ATTESTATO DI ESENZIONE 5 C. REQUISITI PER L ESENZIONE

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

ELENCO DEI CONTROLLI EFFETTUATI SUL FILE FATTURAPA. Versione 1.1

ELENCO DEI CONTROLLI EFFETTUATI SUL FILE FATTURAPA. Versione 1.1 ELENCO DEI CONTROLLI EFFETTUATI SUL FILE FATTURAPA Versione 1.1 VERIFICHE EFFETTUATE SUL FILE FATTURAPA NOMENCLATURA ED UNICITÀ DEL FILE TRASMESSO La verifica viene eseguita al fine di intercettare l invio

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Dipartimento Comunicazione Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Sommario 1. Premessa... 3 2. Identificazione al Portale di Roma Capitale tramite documento d identità... 4 2.1 Registrazione

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA DA BOLLO DIGITALE Allineato alla versione 1.7 delle Specifiche Attuative del Nodo dei Pagamenti-SPC Versione 1.0 - febbraio 2015 STATO DEL DOCUMENTO revisione data note

Dettagli

Manuale Utente SCELTA REVOCA MEDICO ON LINE. Versione 1.0.0

Manuale Utente SCELTA REVOCA MEDICO ON LINE. Versione 1.0.0 Manuale Utente SCELTA REVOCA MEDICO ON LINE Versione 1.0.0 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. USO DEL SERVIZIO E FUNZIONALITÀ... 3 2.1 Funzionalità di Revoca del proprio medico... 4 2.2 Funzionalità di scelta/revoca

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia. TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.it Firenze,.18. (?D.-l ~ AI SIGG.RI PRESIDENTIDEGLI ORDINI

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Esercizi su HTML e JavaScript

Esercizi su HTML e JavaScript Linguaggi per il Web prof. Riccardo Rosati Corso di laurea in Ingegneria dei sistemi informatici Sapienza Università di Roma, a.a. 2014/2015 Esercizi su HTML e JavaScript Esercizio 1 (a) Scrivere un documento

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013 LINEE GUIDA INVIO PRATICA TELEMATICA SPORTELLO CERC - ANNO 2013 1 INDICE 1. FASE PRELIMINARE pag.3 2. PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE pag.4 3. INVIO DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO pag.4 4. CREA MODELLO

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

LISTA TITOLI ACCESSI

LISTA TITOLI ACCESSI LISTA TITOLI ACCESSI La Lista Unica Titoli di Accesso, così come definita dal Provvedimento al punto 1.1.2, è memorizzata, come raggruppamento degli eventi del giorno, secondo tracciati ASCII a campi fissi

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

Guida per i comuni sull utilizzo del sistema INA-SAIA

Guida per i comuni sull utilizzo del sistema INA-SAIA Pag. 1 di 42 Guida per i comuni sull utilizzo del sistema INA-SAIA Vers. 2.0 Aggiornata a Maggio 2011 Pag. 2 di 42 INDICE.2 1 PREMESSA... 4 2 Azioni di ripristino della Porta di Accesso QSAC per i servizi

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A.

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A. Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA di Namirial S.p.A. Entrata in vigore degli obblighi di legge 2 Dal 6 giugno 2014 le

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE IL DIRETTORE CENTRALE Visto l articolo 47 comma 1, del decreto legge 24 aprile 2014, n.

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Metadati e Modellazione. standard P_META

Metadati e Modellazione. standard P_META Metadati e Modellazione Lo standard Parte I ing. Laurent Boch, ing. Roberto Del Pero Rai Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Torino 1. Introduzione 1.1 Scopo dell articolo Questo articolo prosegue

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Corso di Programmazione ad Oggetti

Corso di Programmazione ad Oggetti Corso di Programmazione ad Oggetti Introduzione alla programmazione ad oggetti a.a. 2008/2009 Claudio De Stefano 1 La programmazione modulare Un programma può essere visto come un insieme di moduli che

Dettagli

Infrastrutture tecnologiche abilitanti della Regione Marche

Infrastrutture tecnologiche abilitanti della Regione Marche Infrastrutture tecnologiche abilitanti della Regione Marche II contenuto del presente documento costituisce materiale riservato e soggetto a copyright. 1 di 39 REDATTO DA < Amici Cinzia > Firma Data 18/01/2011

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Manuale d uso del Sistema di. e-procurement per le imprese

Manuale d uso del Sistema di. e-procurement per le imprese Manuale d uso del Sistema di e-procurement per le imprese Guida all utilizzo del servizio di Fatturazione Elettronica Data ultimo aggiornamento:16/07/2014 Pagina 1 di 39 Indice 1. INTRODUZIONE E PRINCIPI

Dettagli

Documentazione tecnica

Documentazione tecnica Documentazione tecnica Come spedire via Post 1.1) Invio di Loghi operatore 1.2) Invio delle Suonerie (ringtone) 1.3) Invio di SMS con testo in formato UNICODE UCS-2 1.4) Invio di SMS multipli 1.5) Simulazione

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult Terminologia Ci sono alcuni termini che, a vario titolo, hanno a che fare col tema dell intervento KM ECM BPM E20 Enterprise

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2012 Progetto Istanze On Line MOBILITÀ IN ORGANICO DI DIRITTO PRESENTAZIONE DOMANDE PER LA SCUOLA SEC. DI I GRADO ON-LINE 13 Febbraio 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI

Dettagli

SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING

SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING Versione 1.0 del 23 giugno 2014 Sommario 1. Introduzione... 2 2. Contenuto della Fattura PA... 2 3. Dati obbligatori

Dettagli

Progettazione di un DB....in breve

Progettazione di un DB....in breve Progettazione di un DB...in breve Cosa significa progettare un DB Definirne struttura,caratteristiche e contenuto. Per farlo è opportuno seguire delle metodologie che permettono di ottenere prodotti di

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli