Web Services Servizio Telematico Dogane

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Web Services Servizio Telematico Dogane"

Transcript

1 Web Services Servizio Telematico Dogane MANUALE PER L'UTENTE Pagina 1 di 21

2 Indice 1 Introduzione Test funzionale dei web services Creazione del client Soluzioni Open Source Soluzioni Proprietarie Funzionalità di base LS DIR PUT GET GETLOG Sicurezza WSDL Servizio Telematico Dogane Pagina 2 di 21

3 1 Introduzione Un Web Service è per definizione un servizio descritto dal fornitore (provider) in modo standard e indipendente dal linguaggio di programmazione in cui è stato sviluppato. Per usufruire dei Web Services forniti dal provider (servizio telematico doganale) occorre creare un client di Web Services. Ciò è possibile attraverso il file WSDL (Web Services Description Language) che definisce l interfaccia del servizio, cioè l elenco delle operazioni fornite, i vari parametri che ogni operazione si aspetta di ricevere da chi la richiama e l elenco dei parametri che l operazione fornisce come output. Un Web Service viene richiamato parametricamente dall utente del servizio (requester) attraverso programmi applicativi e basandosi su un protocollo di chiamata remota, indipendente dalla rete e dai linguaggi di programmazione, detto SOAP (Simple Object Access Protocol). Un documento WSDL è un documento XML che contiene un insieme di definizioni per descrivere il servizio (Web Service). Gli elementi più importanti utilizzati da WSDL sono i seguenti:? <types> definisce i tipi di dati utilizzati nel servizio;? <message> contiene le definizioni dei messaggi di scambio del servizio utilizzando parti definite come tipi nella sezione types;? <porttype> descrive il servizio, le operazioni che possono essere eseguite e i messaggi che sono coinvolti in queste operazioni. Per ogni metodo viene definito il messaggio di input ed il messaggio di output. L elemento portype può essere paragonato ad una libreria di funzioni in un tradizionale linguaggio di programmazione;? < binding> contiene il collegamento tra il porttype (cioè la definizione astratta del servizio) e l end-point fisico. Questa informazione indica il protocollo da utilizzare e come ricondurre i messaggi di input ed output al protocollo utilizzato;? <port> definisce la porta di accesso al servizio.un servizio può avere anche più porte ciascuna con un nome e un protocollo di binding;? <service> contiene la definizione del servizio in termini della sua descrizione e della posizione fisica del servizio (tipicamente il suo URL) definiti endpoint. Pagina 3 di 21

4 Il file WSDL che descrive i servizi (Web Services) esposti dal servizio telematico doganale è disponibile, per i client che devono utilizzarlo, collegandosi da un browser internet alle seguenti URL: ambiente di prova: https://ws-telematicoprova.agenziadogane.it/telematicoftpejbhttprouter/telematicoftpwsbindingimplservice/ META-INF/wsdl/TelematicoFtp.wsdl ambiente reale: https://ws-telematico.agenziadogane.it/telematicoftpejbhttprouter/telematicoftpwsbindingimplservice/ META-INF/wsdl/TelematicoFtp.wsdl ed è riportato nel presente documento al capitolo 6 WSDL Servizio Telematico Dogane. Per poter accedere alla pagina che espone il file WSDL è necessario inserire il nome utente e la password. Digitando la URL del WSDL viene infatti visualizzata la seguente pagina di login: Il nome utente è il codice fiscale del soggetto che ha richiesto l'adesione al servizio telematico seguito dal segno "-" e dal progressivo sede. La password è la "Password di accesso all'applicazione", relativa al codice fiscale prima indicato, che si trova indicata nella stampa fornita dal "Primo accesso". Pagina 4 di 21

5 Una volta effettuato l accesso con utente e password, il sistema fornisce in risposta il WSDL dell applicazione: Pagina 5 di 21

6 2 Test funzionale dei web services Si consiglia di effettuare un test sui Web Services esposti prima della creazione del client vero e proprio. A tale scopo l utente si può avvalere ad esempio del tool SoapUI, uno strumento Java Open Source, rilasciato sotto la licenza GNU LGPL (Lesser General Public License), estremamente utile e utilizzabile su qualsiasi piattaforma (Windows/Unix/Linux). SoapUI è destinato a sviluppatori e collaudatori di servizi web in quanto consente di ispezionare i servizi web, richiamarli, realizzarli e fare delle prove di carico. I test funzionali e di caricamento possono essere fatti sia interattivamente, usando una comoda interfaccia utente, che attraverso un processo automatico, grazie all'uso dei tool a linea di comando. Per quanto riguarda le funzionalità di invocazione e analisi dei Web Services, SoapUI mette a disposizione:? importazione del WSDL;? generazione automatica delle richieste;? supporto per i vari tipi di autenticazione (Digest, WS-Security, NTLM, ecc.);? supporto di SOAP 1.1 e 1.2;? editor con sintassi colorata e funzionalità di undo/redo e formattazione automatica. Per lo sviluppo e la validazione dei Web Services vi sono:? generazione del codice sia Client che Server con supporto dei toolkit più diffusi: JBossWS, JWSDP, Axis 1 e 2, XFire,.NET e gsoap;? generazione del WSDL da codice Java esistente;? generazione delle classi di binding XML per JAXB e XMLBeans;? validazione delle definizioni dei Web Services. Inoltre è possibile usare potenti funzioni per quanto riguarda sia i test funzionali dei Web Service che le prove di carico. In questo caso è possibile avere report dettagliati, statistiche varie, log completi e analisi sulle prestazioni. L interfaccia dell applicazione è intuitiva e facile da utilizzare come mostrato nella figura riportata di seguito. Pagina 6 di 21

7 Per effettuare i test di un web service è sufficiente creare un nuovo progetto specificando il nome ed il file WSDL descrittore del servizio. Verranno automaticamente create le chiamate ai diversi servizi esposti e per ogni chiamata sarà visualizzata una scheda in basso in cui è possibile specificare una serie di proprietà da aggiungere alla richiesta. Pagina 7 di 21

8 Per i web services esposti dal servizio telematico tali proprietà consentono di specificare il Nome utente e la Password per accedere al servizio. Nella finestra centrale è possibile visualizzare la richiesta SOAP. Mentre nella combo in alto bisogna specificare per ogni richiesta l endpoint del servizio: https://ws-telematicoprova.agenziadogane.it/telematicoftpejbhttprouter/telematicoftpwsbindingimplservice Pagina 8 di 21

9 selezionando la freccia verde in alto a destra otteniamo la risposta SOAP del server. In basso ci sono i vari log relativi alla chiamata. Pagina 9 di 21

10 3 Creazione del client Esistono diversi framework, Axis ne è un esempio, che a partire da un file WSDL creano il codice Java sia lato client che lato server. Questi framework possono essere integrati negli ambienti di sviluppo e quindi consentono di usufruire delle varie funzionalità fornite all interno di interfacce grafiche che agevolano lo sviluppatore. Esistono diversi prodotti dedicati ai web services da integrare nei vari IDE (Integrated Development Environment) sia nell ambito open source che in quello commerciale. 3.1 Soluzioni Open Source Gli IDE più conosciuti in ambito open source sono:? Eclipse? Netbeans Essi rendono molto più agevole l approccio top-down in quanto permettono di creare facilmente il client del web service mediante un interfaccia grafica partendo dal file WSDL. Dobbiamo tener presente che un client di servizi web potrebbe a sua volta essere una web application e quindi l ambiente di sviluppo in tal caso avrebbe bisogno di un application server di supporto. Eclipse è un ambiente di sviluppo integrato multi-linguaggio e multipiattaforma. Viene sviluppato da una comunità strutturata sullo stile dell'open source. Uno dei componenti più utili, per lo sviluppo di applicazioni Web, è certamente quello appartenente al progetto Web Tools Platform (WTP). WTP è una piattaforma che estende le funzionalità base di Eclipse e include strumenti di vario genere che possono facilitare in modo sostanziale il lavoro dello sviluppatore di web services; tra le funzionalità che spiccano vi sono un editor specifico, tools per il testing e API per supportare il programmatore durante la stesura del codice. L application server che solitamente si utilizza con Eclipse è Tomcat. NetBeans è un ambiente di sviluppo multi-linguaggio scritto interamente in Java. È stato scelto dalla Sun Microsystems come IDE ufficiale. Possiede numerosi plug-in ed interessanti wizard per sviluppare Web Services con facilità. L application server che normalmente utilizza è Glassfish, che rappresenta senza dubbio un ottima soluzione. 3.2 Soluzioni Proprietarie Oltre alle soluzioni open source descritte in precedenza ci sono diverse soluzioni proprietarie per la creazione di un client di servizi web tra cui ad esempio:? RAD (Rational Application Developer) di IBM.? Microsoft Visual Studio Pagina 10 di 21

11 In RAD la creazione delle classi java utili alla generazione del client è facile ed intuitiva. Basta inserire nel progetto il file WSDL, cliccando poi col tasto destro selezionare Servizi Web e di seguito Genera Client, apparirà la seguente finestra: Qui lo sviluppatore potrà selezionare le varie opzioni di configurazione tra cui ad esempio il runtime del servizio (JAX-WS nel nostro esempio). Visual studio è un ambiente di sviluppo integrato sviluppato da Microsoft, che supporta attualmente diversi tipi di linguaggio. Visual studio permette di creare client di web services grazie all integrazione del framework.net. Dato il file WSDL del servizio Web, possiamo creare una classe che faccia da proxy per una nostra futura pagina in ASP.NET, ovvero un componente che ci permetta di accedere in modo trasparente al Web Service, senza preoccuparci delle modalità con le quali questo viene chiamato ed utilizzato. La classe proxy metterà quindi a disposizione il servizio esattamente come se fosse un componente da noi realizzato ed utilizzato nel progetto. L'utility a riga di comando wsdl.exe dell'sdk di.net ci permette di generare una classe proxy: wsdl /language:cs Il parametro language ci permette di specificare uno dei linguaggi supporati dal.net framework (nell'esempio si è richiesto a wsdl.exe di generare una classe C#). Il risultato della suddetta operazione è la generazione del file wsftp.cs, contenente il codice della classe proxy per il servizio. A questo punto non ci resta che compilare il file di cui sopra, sempre utilizzando l'sdk: csc /t:library /out: wsftp.dll wsftp.cs /r:system.dll /r:system.xml.dll /r:system.web.services.dll Pagina 11 di 21

12 Abbiamo cioè compilato la classe come libreria di classi (/t:library) indicando come risultato della compilazione wsftp.dll ed utilizzando i metadata specificati nei parametri /r. A questo punto il file wsftp.dll dovrà essere inserito nella cartella /BIN dell'applicazione che lo utilizzerà. Pagina 12 di 21

13 4 Funzionalità di base 4.1 LS La funzione consente di estrarre e fornire la lista dei file di risposta ed esito disponibili per l utente autorizzato al servizio, effettuando la ricerca in base ad uno specifico pattern e limitatamente ad un determinato intervallo temporale.? Input: rappresenta il pattern in base al quale viene filtrata la richiesta? Output: rappresenta la stringa che contiene l esito dell operazione e quindi il risultato della richiesta Di seguito un esempio dell output opportunamente rivisitato nell applicazione client a fronte del pattern di input: * B UYY.p7m UXX.p7m UCC.p7m UBB.p7m UAA.p7m UB2.p7m UB1.p7m P DIR La funzione fornisce la lista dei file di risposta ed esito corredata con la relativa data dell operazione di invio al servizio telematico doganale. La funzione effettua la ricerca per un determinato intervallo temporale.? Input: Pattern in base al quale filtrare la richiesta? Output: Stringa contenete il risultato dell operazione Di seguito un esempio dell output opportunamente rivisitato da una possibile applicazione client a fronte del pattern di input: * , B99,RISPOSTA,Dec 28 19:18, , UYY.p7m,RISPOSTA,Dec 09 17:05, , UXX.p7m,RISPOSTA,Dec 09 16:42, , UCC.p7m,RISPOSTA,Dec 09 16:13, , UBB.p7m,RISPOSTA,Dec 09 16:12, , UAA.p7m,RISPOSTA,Dec 09 13:32, , UB2.p7m,RISPOSTA,Dec 09 13:19, , P99,ESITO,Dec 09 19:22,330 Pagina 13 di 21

14 Nell ordine i dati riportati sono: codice file, nome file ricevuta, tipo ricevuta, data, dimensioni ricevuta. 4.3 PUT La funzione realizza la trasmissione di un file al servizio telematico doganale.? Input: una stringa contenente il nome del file e un array di byte per il file stesso? Output: una stringa contenente il risultato dell operazione. In caso di esito positivo viene restituito il nome del file, la data di trasmissione e il codice del file. In caso di esito negativo viene prodotta una segnalazione con il codice di errore riscontrato. Si precisa che, poiché la funzione esposta prende in input la rappresentazione in byte del file che si vuole trasmettere al servizio telematico doganale, la lettura iniziale del file e la successiva trasformazione in array di byte sono demandati all applicazione client. Di seguito un esempio dell output per esito positivo: Upload del file: Output : C:\Programmi\FirmaVerifica2.1\firmati\ I08.p7m Caricato con successo. Di seguito un esempio dell output per esito negativo, dovuto al fatto che l utente collegato ha codice utente abilitato 0000 mentre ha trasmesso un file il cui nome presenta i primi 4 caratteri diversi da tale codice: Upload del file: Output : C:\Programmi\FirmaVerifica2.1\firmati\057R1209.I0B.p7m Nome file fuori formato: deve iniziare con le prime 4 lettere del codice utente. 4.4 GET La funzione esposta realizza il download di un file di risposta o di esito secondo quanto richiesto dall utente.? Input: Stringa contenente il nome del file da scaricare.? Output: Il file richiesto in formato array di byte. 4.5 GETLOG La funzione consente di effettuare il download del file di log degli errori delle operazioni effettuate in un determinato intervallo di tempo. Esempio di contenuto del file di log: Pagina 14 di 21

15 [06/12/ :26:20] CD2.p7m : Nome file fuori formato: la lunghezza è errata [06/12/ :48:13] HAA : Il file non appartiene ad una tipologia abilitata [06/12/ :49:27] 057R1209.I0B.p7m : Nome file fuori formato: deve iniziare con le prime 4 lettere del codice utente [07/12/ :33:26] I05 : Verificare che il file sia stato firmato [07/12/ :35:52] 0103.Ra11 : Nome file fuori formato: la lunghezza è errata Pagina 15 di 21

16 5 Sicurezza L accesso ai Web Services è regolato da un autenticazione di tipo BASIC per il passaggio delle credenziali che saranno verificate dal sistema LDAP attualmente esistente. In fase di realizzazione dell applicazione client sarà dunque necessario definire, secondo lo standard JAXWS, le policy di accesso al Web service. L utente deve cioè indicare username e password di accesso al momento della chiamata ai diversi servizi. Di seguito forniamo un esempio di una chiamata dell operazione DIR realizzata in linguaggio java: TelematicoFtpWsBindingImplProxy service = new TelematicoFtpWsBindingImplProxy(); BindingProvider bp = (BindingProvider) service._getdescriptor().getproxy(); bp.getrequestcontext().put(bindingprovider.username_property, "USERNAME"); bp.getrequestcontext().put(bindingprovider.password_property, "PASSWORD"); String result = service.dir(pattern); Pagina 16 di 21

17 6 WSDL Servizio Telematico Dogane <?xmlversion="1.0" encoding="utf-8"?> -<wsdl:definitions targetnamespace="http://webservices.ftp.telematico.dogana.dogane.ag _dogane.finanze.it" xmlns:impl="http://webservices.ftp.telematico.dogana.dogane.ag_dogane.finanze.it " xmlns:wsaw="http://www.w3.org/2006/05/addressing/wsdl" xmlns:wsdl="http://schemas.xmlsoap.org/wsdl/ " xmlns:intf="http://webservices.ftp.telematico.dogana.dogane.ag_dogane.finanze.it" xmlns:xsd="http://www.w3.org/2001/xm LSchema" xmlns:wsi="http://wsi.org/profiles/basic/1.1/xsd" xmlns:wsdlsoap="http://schemas.xmlsoap.org/wsdl/soap/ "> -<wsdl:types> -<schema targetnamespace="http://webservices.ftp.telematico.dogana.dogane.ag_dogane.finanze.it " xmlns="http://www.w3.org/2001/xm LSchema"> -<element name="lsresponse"> <element name="lsreturn" nilable="true" type="xsd:string" /> -<element name="dir"> <element name="pattern" nilable="true" type="xsd:string" /> -<element name="dirresponse"> <element name="dirreturn" nilable="true" type="xsd:string" /> -<element name="getlog"> <sequence /> -<element name="getlogresponse"> <element name="getlogreturn" type="xsd:base64binary" /> Pagina 17 di 21

18 -<element name="get"> <element name="filename" nilable="true" type="xsd:string" /> -<element name="getresponse"> <element name="getreturn" type="xsd:base64binary" /> -<element name="put"> <element name="filem sg_content" type="xsd:base64binary" /> <element name="filem sg_n ome" nilable="true" type="xsd:string" /> -<element name="putresponse"> <element name="putreturn" nilable="true" type="xsd:string" /> -<element name="mget"> <element name="mgetinput_n ome" nilable="true" type="xsd:string" /> <element name="mgetinput_prog" nilable="true" type="xsd:string" /> -<element name="mgetresponse"> <element name="mgetreturn" type="xsd:base64binary" /> -<element name="ls"> Pagina 18 di 21

19 <element name="pattern" nilable="true" type="xsd:string" /> </schema> </wsdl:types> -<wsdl:message name="putrequest"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:put" /> -<wsdl:message name="putresponse"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:putresponse" /> -<wsdl:message name="getlogrequest"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:getlog" /> -<wsdl:message name="dirrequest"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:dir" /> -<wsdl:message name="mgetrequest"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:mget" /> -<wsdl:message name="getresponse"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:getresponse" /> -<wsdl:message name="lsrequest"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:ls" /> -<wsdl:message name="lsresponse"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:lsresponse" /> -<wsdl:message name="getrequest"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:get" /> -<wsdl:message name="mgetresponse"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:mgetresponse" /> -<wsdl:message name="dirresponse"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:dirresponse" /> -<wsdl:message name="getlogresponse"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:getlogresponse" /> -<wsdl:porttype name="telematicoftpw sbindingimpl"> -<wsdl:operation name="ls"> <wsdl:input name="lsrequest" message="impl:lsrequest" /> <wsdl:output name="lsresponse" message="impl:lsresponse" /> -<wsdl:operation name="dir"> Pagina 19 di 21

20 <wsdl:input name="dirrequest" message="impl:dirrequest" /> <wsdl:output name="dirresponse" message="impl:dirresponse" /> -<wsdl:operation name="getlog"> <wsdl:input name="getlogrequest" message="impl:getlogrequest" /> <wsdl:output name="getlogresponse" message="impl:getlogresponse" /> -<wsdl:operation name="get"> <wsdl:input name="getrequest" message="impl:getrequest" /> <wsdl:output name="getresponse" message="impl:getresponse" /> -<wsdl:operation name="put"> <wsdl:input name="putrequest" message="impl:putrequest" /> <wsdl:output name="putresponse" message="impl:putresponse" /> -<wsdl:operation name="mget"> <wsdl:input name="mgetrequest" message="impl:mgetrequest" /> <wsdl:output name="mgetresponse" message="impl:mgetresponse" /> </wsdl:porttype> -<wsdl:binding name="telematicoftpw sbindingimplsoapbinding " type="impl:telematicoftpw sbindingimpl"> <wsaw:usingaddressing wsdl:required="false" xmlns:wsaw="http://www.w3.org/2006/05/addressing/wsdl" /> <wsdlsoap:binding style="document" transport="http://schemas.xmlsoap.org/soap/http " /> -<wsdl:operation name="ls"> <wsdlsoap:operation soapaction="ls" /> -<wsdl:input name="lsrequest"> </wsdl:input> -<wsdl:output name="lsresponse"> </wsdl:output> -<wsdl:operation name="dir"> <wsdlsoap:operation soapaction="dir" /> -<wsdl:input name="dirrequest"> </wsdl:input> -<wsdl:output name="dirresponse"> </wsdl:output> -<wsdl:operation name="getlog"> <wsdlsoap:operation soapaction="getlog" /> -<wsdl:input name="getlogrequest"> </wsdl:input> Pagina 20 di 21

21 -<wsdl:output name="getlogresponse"> </wsdl:output> -<wsdl:operation name="get"> <wsdlsoap:operation soapaction="get" /> -<wsdl:input name="getrequest"> </wsdl:input> -<wsdl:output name="getresponse"> </wsdl:output> -<wsdl:operation name="put"> <wsdlsoap:operation soapaction="put" /> -<wsdl:input name="putrequest"> </wsdl:input> -<wsdl:output name="putresponse"> </wsdl:output> -<wsdl:operation name="mget"> <wsdlsoap:operation soapaction="mget" /> -<wsdl:input name="mgetrequest"> </wsdl:input> -<wsdl:output name="mgetresponse"> </wsdl:output> </wsdl:binding> -<wsdl:service name="telematicoftpw sbindingimplservice "> <wsdl:port name="telematicoftpw sbindingimpl" binding="impl:telematicoftpw sbindingimplsoapbinding " /> </wsdl:service> </wsdl:definitions> Pagina 21 di 21

Web Services Dogane LINEE GUIDA

Web Services Dogane LINEE GUIDA Web Services Dogane LINEE GUIDA Pagina 1 di 17 Indice Indice... 2 1. INTRODUZIONE... 3 2. TEST FUNZIONALI SUI WEB SERVICES... 8 3. SICUREZZA... 14 4. FIRMA... 14 5. TRASFORMAZIONE CERTIFICATO DI FIRMA...

Dettagli

A2A Specifiche Web Services

A2A Specifiche Web Services A2A Specifiche Web Services Contenuti 1 CONTENUTI...1 1 INTRODUZIONE...3 2 UPLOAD SEGMENTATO...5 2.1 RICHIESTA UPLOAD SEGMENTATO...5 2.1.1 Input del WS...5 2.1.2 Output del WS...6 2.2 UPLOAD SEGMENTATO...7

Dettagli

ZTL Firenze Inserimento Automatico

ZTL Firenze Inserimento Automatico ZTL Firenze Inserimento Automatico Introduzione In seguito alla variazione dell ordinanza del giugno 2011 che regola la modalità di rilascio dei permessi portale per le categorie abilitate, non è più possibile

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA SERVIZI DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE E REVOCA DELLE TS-CNS

PROGETTO TESSERA SANITARIA SERVIZI DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE E REVOCA DELLE TS-CNS PROGETTO TESSERA SANITARIA Pag. 2 di 13 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 2. CANALI DI COMUNICAZIONE DEI SISTEMI REGIONALI CON IL SISTEMA TS 5 3. SERVIZIO DI COMUNICAZIONE ATTIVAZIONE/REVOCA CNS 6 3.1 DESCRIZIONE

Dettagli

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Servizi personalizzati della CIL

Progetto SIRPE De-materializzazione delle prescrizioni. Servizi personalizzati della CIL Pag. 1 di 17 Progetto SIRPE De-materializzazione personalizzati CIL per la cooperazione Versione 1.0 INDICE Pag. 2 di 17 1 INTRODUZIONE 4 1.1 Scopo del documento 4 1.2 Riferimenti 4 2 GENERALITÀ 4 2.1

Dettagli

RILEVAZIONE PRESENZE SPECIFICHE TECNICHE COLLOQUIO

RILEVAZIONE PRESENZE SPECIFICHE TECNICHE COLLOQUIO 1)d ALLEGATO 14 RILEVAZIONE PRESENZE SPECIFICHE TECNICHE COLLOQUIO TRA IL SISTEMA INFORMATICO DEL COMUNE ED IL SISTEMA INFORMATICO DELLA SOCIETA PREPOSTA AL SERVIZIO DI REFEZIONE vers. 2.2 Indice 1. SCOPO

Dettagli

INF-1: Specifiche Tecniche di Interfaccia

INF-1: Specifiche Tecniche di Interfaccia INF-1: Specifiche tecniche di Interfaccia INF-1: Specifiche Tecniche di Interfaccia Versione 1.1 Nome doc.: INF-1 Specifiche Interfaccia v1.0.doc Edizione: 1.0 Data emissione: 12/1/2007 INDICE Modifiche

Dettagli

Web Service SOAP e WSDL. Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com

Web Service SOAP e WSDL. Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com Web Service SOAP e WSDL Tito Flagella tito@link.it Lorenzo Nardi nardi80@gmail.com SOAP Originariamente: Simple Object Access Protocol E poi evoluto in un Framework per lo scambio di messaggi in XML 2

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICE CMS ATTIVAZIONE E REVOCA TS-CNS IN INTEROPERABILITA FRA CARD MANAGEMENT SYSTEM

PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICE CMS ATTIVAZIONE E REVOCA TS-CNS IN INTEROPERABILITA FRA CARD MANAGEMENT SYSTEM PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICE CMS ATTIVAZIONE E REVOCA TS-CNS IN INTEROPERABILITA FRA CARD Pag. 2 di 14 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 2. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI RICHIESTA DI ATTIVAZIONE E REVOCA

Dettagli

Specifiche di invocazione del sistema di monitoraggio e controllo servizi CART

Specifiche di invocazione del sistema di monitoraggio e controllo servizi CART Regione Toscana Specifiche di invocazione del sistema di monitoraggio e controllo servizi CART Stato del documento Definitiva Versione del documento 1.8 Data 29/05/13 Documento Acronimo del documento Specifiche

Dettagli

WebCare. Specifiche Tecniche recupero dati per tariffazione. Redatto da: STUDIOFARMA 28 MAGGIO 2009 Verificato da: Approvato da:

WebCare. Specifiche Tecniche recupero dati per tariffazione. Redatto da: STUDIOFARMA 28 MAGGIO 2009 Verificato da: Approvato da: WebCare Specifiche Tecniche recupero dati per tariffazione Progetto: WEBCARE 2 Versione 1.3 Data 05 AGOSTO 2011 Redatto da: STUDIOFARMA 28 MAGGIO 2009 Verificato da: Approvato da: CRONOLOGIA DELLE VERSIONI

Dettagli

Web Service per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica

Web Service per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica Web Service per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica Versione: 3 Data: 16/10/2014 Autore: InfoCamere 1. Introduzione al documento...3 1.1 Modifiche al documento...

Dettagli

Specifiche tecniche per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica

Specifiche tecniche per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica Specifiche tecniche per il controllo e la trasmissione telematica delle pratiche di Comunicazione Unica 1/20 1.1 Modifiche Documento Descrizione Modifica Edizione Data Prima emissione 1 28/07/2008 1.2

Dettagli

ProgettAzione V anno Unità 3 - Architetture per applicazioni web Lezione: Esempio sviluppo applicazioni

ProgettAzione V anno Unità 3 - Architetture per applicazioni web Lezione: Esempio sviluppo applicazioni Unità 3 - Architetture per applicazioni web Lezione: Esempio sviluppo applicazioni Web service Hello world con Visual Studio 2012 Si tratta di un semplice esempio di web service, infatti come tutti I programmi

Dettagli

Web Services con Axis Delia Di Giorgio Anna Celada 1 marzo 2005

Web Services con Axis Delia Di Giorgio Anna Celada 1 marzo 2005 Sommario Web Services con Axis Delia Di Giorgio Anna Celada 1 marzo 2005 Introduzione.................................................................................. 1 SOAP........................................................................................

Dettagli

1. Accordo di servizio Richiesta Indirizzi PEC CAD Art6 [concessionario del servizio di posta certificata al cittadino]

1. Accordo di servizio Richiesta Indirizzi PEC CAD Art6 [concessionario del servizio di posta certificata al cittadino] Allegato Tecnico 1. Accordo di servizio Richiesta Indirizzi PEC CAD Art6 [concessionario del servizio di posta certificata al cittadino]

Dettagli

SDK-CART. Versione 1.1

SDK-CART. Versione 1.1 SDK-CART Versione 1.1 20/04/2008 Indice dei Contenuti 1 INTRODUZIONE...2 2 L USO DEL COMPONENTE DI INTEGRAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO... 2 2.1 Modalità d'uso trasparente dei Servizi...3 2.2 Uso del Servizio

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA

PROGETTO TESSERA SANITARIA PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA COMUNICAZIONE DELL AUTORIZZAZIONE CHE UN MEDICO TITOLARE DEVE FORNIRE AL SISTEMA TS AFFINCHE UN MEDICO SUO SOSTITUTO POSSA PRESCRIVERE RICETTE DEMATERIALIZZATE

Dettagli

Corso Eclipse. Prerequisiti. 1 Introduzione

Corso Eclipse. Prerequisiti. 1 Introduzione Corso Eclipse 1 Introduzione 1 Prerequisiti Uso elementare del pc Esecuzione ricerche su Internet Esecuzione download Conoscenza elementare della programmazione 2 1 Cos è Eclipse Eclipse è un IDE (Integrated

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA

PROGETTO TESSERA SANITARIA PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA VISUALIZZAZIONE E LO SCARICO DELLE RICEVUTE DI ATTESTAZIONE DELLE OPERAZIONI E DELLE TRANSAZIONI EFFETTUATE SULLE RICETTE DEMATERIALIZZATE (DECRETO 2 NOVEMBRE

Dettagli

Programmazione di Web Services

Programmazione di Web Services Luca Cabibbo Architetture Software Programmazione di Web Services Dispensa ASW 860 ottobre 2014 La scelta tra architetture può ben dipendere da quali sono gli svantaggi che il cliente può gestire meglio.

Dettagli

L ambiente di sviluppo Android Studio

L ambiente di sviluppo Android Studio L ambiente di sviluppo Android Studio Android Studio è un ambiente di sviluppo integrato (IDE, Integrated Development Environment) per la programmazione di app con Android. È un alternativa all utilizzo

Dettagli

Gli XML Web Service. Prof. Mauro Giacomini. Complementi di Informatica Medica 2008/2009 1

Gli XML Web Service. Prof. Mauro Giacomini. Complementi di Informatica Medica 2008/2009 1 Gli XML Web Service Prof. Mauro Giacomini Medica 2008/2009 1 Definizioni i i i Componente.NET che risponde a richieste HTTP formattate tramite la sintassi SOAP. Gestori HTTP che intercettano richieste

Dettagli

Plus srl :: www.conplus.it :: info@conplus.it :: Via Morgagni, 4/A 37135 Verona :: Tel. +39 045 580 491 :: Fax 045 82 78 722

Plus srl :: www.conplus.it :: info@conplus.it :: Via Morgagni, 4/A 37135 Verona :: Tel. +39 045 580 491 :: Fax 045 82 78 722 PMF Web-Service Quick-Start Guide Guida Introduttiva Cliente Redatto da Francesco Buratto Redatto il 01 gennaio 2011 Riferimento PMF 2011 Introduzione PMFWS è un web-service HTTP che espone un interfaccia

Dettagli

maildocpro Manuale Installazione

maildocpro Manuale Installazione maildocpro Manuale Installazione versione 3.4 maildocpro Manuale Installazione - Versione 3.4 1 Indice Indice... 2 Creazione database... 3 Database: MAILDOCPRO... 3 Database: SILOGONWEB... 5 Configurazione

Dettagli

AXIS2 Quick Start Pagina 1 AXIS2 QUICK START

AXIS2 Quick Start Pagina 1 AXIS2 QUICK START AXIS2 Quick Start Pagina 1 1. Introduzione AXIS2 QUICK START Apache-Axis2 implementa le API di JAX-WS (javax.jws.*) per semplificare lo sviluppo e la distribuzione di Java Web Services (JWS) basati sul

Dettagli

TUTORIAL IBM RATIONAL PERFORMANCE TESTER 8.2.1

TUTORIAL IBM RATIONAL PERFORMANCE TESTER 8.2.1 TUTORIAL IBM RATIONAL PERFORMANCE TESTER 8.2.1 Versione documento : 0.1 Data : 23/10/2012 Autore : Pietro Cornelio Software usato per la redazione del documento : LibreOffice 3.5.4.2 Pag. 1/23 INTRODUZIONE

Dettagli

SVI08-0003 Nuovo Sistema Revisioni

SVI08-0003 Nuovo Sistema Revisioni >> Nuovo Sistema Revisioni - Specifiche Web Services Officina SVI08-0003 Nuovo Sistema Revisioni Servizio di Sviluppo Software RTI Indice dei contenuti 1 GENERALITA... 8 1.1 Lista di distribuzione...8

Dettagli

Client e Server comunicano tramite il protocollo SOAP.

Client e Server comunicano tramite il protocollo SOAP. In questo tutorial implementeremo un semplice SOAP web service in PHP che un client Java richiamerà. In questo modo mostreremo l'interoperabilità fra linguaggi diversi che SOAP permette di avere. La struttura

Dettagli

Nuvola It Data Space

Nuvola It Data Space MANUALE UTENTE INDICE 1. Descrizione servizio... 3 1.1. Informazioni sul servizio di Telecom Italia... 3 1.2. Ruoli e Autenticazione per il servizio di Telecom Italia... 3 1.3. Strumenti... 5 1.4. Documentazione...

Dettagli

DOCFINDERWEB SERVICE E CLIENT

DOCFINDERWEB SERVICE E CLIENT DOCFINDERWEB SERVICE E CLIENT Specifiche tecniche di interfacciamento al Web Service esposto da DocPortal Versione : 1 Data : 10/03/2014 Redatto da: Approvato da: RICCARDO ROMAGNOLI CLAUDIO CAPRARA Categoria:

Dettagli

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop i Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop ii Copyright 2005-2008 Link.it s.r.l. iii COLLABORATORI TITOLO : Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop AZIONE NOME DATA FIRMA

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Ambienti di Sviluppo

Ambienti di Sviluppo Ambienti di Sviluppo Insieme omogeneo di strumenti adatti allo sviluppo di progetti software. Editor; Compilatori e/o interpreti; Strumenti di test; Applicazioni che permettono di editare / disegnare il

Dettagli

Strumenti per lo sviluppo del software

Strumenti per lo sviluppo del software Lo sviluppo del software Strumenti per lo sviluppo del software Lo sviluppo del software è l attività centrale del progetto e ha lo scopo di produrre il codice sorgente che, una volta compilato e messo

Dettagli

PAG. 1 DI 39 20 LUGLIO 2010 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA TRASMISSIONE DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS VER 1.

PAG. 1 DI 39 20 LUGLIO 2010 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA TRASMISSIONE DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS VER 1. PAG. 1 DI 39 PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PER LA TRASMISSIONE DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS VER 1.5 DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL INPS PAG. 2 DI 39 INDICE 1. REVISIONI DEL DOCUMENTO

Dettagli

DEL SENDER GUIDA INTEGRATIVA ALL INSTALLAZIONE. Versione N.1.0. Data 11/05/2009. Sender - Guida integrativa alla installazione

DEL SENDER GUIDA INTEGRATIVA ALL INSTALLAZIONE. Versione N.1.0. Data 11/05/2009. Sender - Guida integrativa alla installazione GUIDA INTEGRATIVA ALL INSTALLAZIONE DEL SENDER Versione N.1.0 Data 11/05/2009 Versione 1.0, Data emissione 11/05/2009 Pag. 1 di 15 Revisione Capitolo Modifica Data 1.0 Prima Emissione 11/05/2009 Versione

Dettagli

QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO

QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO IN MODALITÀ PROVVISORIA Versione 1.0 Qualificazione della Porta di INDICE 1. PROCESSO DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO IN MODALITÀ PROVVISORIA 3 2. DESCRIZIONE

Dettagli

Appendice D. D. Web Services

Appendice D. D. Web Services D. D.1 : cosa sono I cosiddetti sono diventati uno degli argomenti più attuali nel panorama dello sviluppo in ambiente Internet. Posti al centro delle più recenti strategie di aziende del calibro di IBM,

Dettagli

Prova Finale a.a. 2011/2012. Laboratorio 1: Introduzione a Java e Eclipse

Prova Finale a.a. 2011/2012. Laboratorio 1: Introduzione a Java e Eclipse Prova Finale a.a. 2011/2012 Laboratorio 1: Introduzione a Java e Eclipse 1 Java 6 Standard Edition Linguaggio Java (... (javac, Tool di sviluppo Librerie per l'interfaccia grafica Librerie di base Macchina

Dettagli

Java Enterprise Edi.on. Gabriele Tolomei DAIS Università Ca Foscari Venezia

Java Enterprise Edi.on. Gabriele Tolomei DAIS Università Ca Foscari Venezia Java Enterprise Edi.on Gabriele Tolomei DAIS Università Ca Foscari Venezia Java Web Services Web Services: SOAP vs. RESTful 2 diversi.pi di Web Services I Web Services SOAP sono quelli classici Si basano

Dettagli

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole i Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole ii Copyright 2005-2015 Link.it srl Guida Utente della PddConsole iii Indice 1 Introduzione 1 2 I protocolli di

Dettagli

SERVICE BROWSER. Versione 1.0

SERVICE BROWSER. Versione 1.0 SERVICE BROWSER Versione 1.0 25/09/2008 Indice dei Contenuti 1. Scopo del documento... 3 2. Introduzione... 3 3. Accordi di Servizio... 4 4. Servizi... 5 5. Servizio: Schede Erogatori... 8 6. Servizio:

Dettagli

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole i Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole ii Copyright 2005-2014 Link.it srl Guida Utente della PddConsole iii Indice 1 Introduzione 1 2 I protocolli di

Dettagli

Web Service. Massimo Martinelli Massimo.Martinelli@isti.cnr.it

Web Service. Massimo Martinelli Massimo.Martinelli@isti.cnr.it 29/05/2010, Area Ricerca CNR, Pisa Web Service Introduzione Massimo Martinelli Massimo.Martinelli@isti.cnr.it Consiglio Nazionale delle Ricerche - CNR Istituto di Scienza e Tecnologie della Informazione

Dettagli

BIMPublisher Manuale Tecnico

BIMPublisher Manuale Tecnico Manuale Tecnico Sommario 1 Cos è BIMPublisher...3 2 BIM Services Console...4 3 Installazione e prima configurazione...5 3.1 Configurazione...5 3.2 File di amministrazione...7 3.3 Database...7 3.4 Altre

Dettagli

1 Vincenzo de Stefano SAP e Servizi Web http://desvino.altervista.org

1 Vincenzo de Stefano SAP e Servizi Web http://desvino.altervista.org 1 Vincenzo de Stefano SAP e Servizi Web http://desvino.altervista.org Prefazione. Da Hello World a Hello World Wide Web. Hello World è la prima frase stampata a video dal primo programma di esempio scritto

Dettagli

La Roadmap dello sviluppo per System i5: dalle Applicazioni Legacy alla SOA

La Roadmap dello sviluppo per System i5: dalle Applicazioni Legacy alla SOA IBM System i5 La Roadmap dello sviluppo per System i5: dalle Applicazioni Legacy alla SOA Massimo Marasco System i Technical Sales Support massimo_marasco@it.ibm.com Oriented Architecture (SOA) Servizio

Dettagli

Application Server per sviluppare applicazioni Java Enterprise

Application Server per sviluppare applicazioni Java Enterprise Application Server per sviluppare applicazioni Java Enterprise Con il termine Application Server si fa riferimento ad un contenitore, composto da diversi moduli, che offre alle applicazioni Web un ambiente

Dettagli

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop

Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop. Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop i Tutorial di configurazione e programmazione di OpenSPCoop ii Copyright 2005-2011 Link.it s.r.l. iii Indice 1 Introduzione 1 2 Ambiente di sviluppo 1 3 Presentazione degli scenari di esempio 2 4 Comunicazione

Dettagli

Creare client statici

Creare client statici Client statico Creare client statici Un client statico crea, a partire dal WSDL di un servizio, un insieme di classi di supporto client-side (stub) Sono necessari solo 2 passi: 1. parsing del WSDL pubblicato

Dettagli

Griglie computazionali LEZIONE N. 14. Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno

Griglie computazionali LEZIONE N. 14. Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno Griglie computazionali Università degli Studi di Napoli Federico II Corso di Laurea Magistrale in Informatica I Anno LEZIONE N. 14 Web Services SOAP WSDL UDDI CE-CREAM SRM Griglie computazionali - a.a.

Dettagli

PRACTICAL DEVELOPMENT OF A WEB SERVICE

PRACTICAL DEVELOPMENT OF A WEB SERVICE PRACTICAL DEVELOPMENT OF A WEB SERVICE 1 JAX-WS 2.0 Java API for XML Web Services Specifica basata su annotazioni Applicata su classi ed interfacce in modo da definire e gestire automaticamente il protocollo

Dettagli

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del Manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale.

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del Manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale. GUIDA RAPIDA versione 25 febbraio 2010 SERVIIZIIO TELEMATIICO DOGANALE Avvertenze: Questa guida vuole costituire un piccolo aiuto per gli operatori che hanno già presentato richiesta di adesione al servizio

Dettagli

Programmabilità di rete con l'infrastruttura Cisco basata sulle applicazioni

Programmabilità di rete con l'infrastruttura Cisco basata sulle applicazioni White paper Programmabilità di rete con l'infrastruttura Cisco basata sulle applicazioni Panoramica Questo documento analizza il supporto alla programmabilità nell'infrastruttura ACI (Application Centric

Dettagli

Telematica II 5. Esercitazione/Laboratorio 1

Telematica II 5. Esercitazione/Laboratorio 1 IDE Ambiente di sviluppo IDE - Integrated Development Environment Telematica II 5. Esercitazione/Laboratorio 1 e un Ambiente di Sviluppo Integrato che consente di creare in modo semplice progetti composti

Dettagli

Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop. Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop

Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop. Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop i Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop ii Copyright 2005-2008 Link.it s.r.l. iii COLLABORATORI TITOLO : Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop AZIONE

Dettagli

Il Web-Service SDMX dell ISTAT

Il Web-Service SDMX dell ISTAT Il Web-Service SDMX dell ISTAT Versione: 1.0.0 Data: 26/06/2014 Autore: Approvato da: Modifiche Versione Modifiche Autore Data Indice dei contenuti 1 Introduzione... 4 2 Esempio d uso... 5 2.1 Riferimento

Dettagli

Configurazione client in ambiente Windows XP

Configurazione client in ambiente Windows XP Configurazione client in ambiente Windows XP Il sistema operativo deve essere aggiornato con il Service Pack 2, che contiene anche l aggiornamento del programma di gestione delle connessioni remote. Visualizzare

Dettagli

Service Oriented Architecture and Web Services

Service Oriented Architecture and Web Services Service Oriented Architecture and Web Services Note per il corso di Ingegneria del Software Università di Camerino Dipartimento di Matematica ed Informatica Andrea Polini 11 gennaio 2007 Queste note sono

Dettagli

Manuale di Integrazione IdM-RAS

Manuale di Integrazione IdM-RAS IdM-RAS Data: 30/11/09 File: Manuale di integrazione IdM-RAS.doc Versione: Redazione: Sardegna IT IdM-RAS Sommario 1 Introduzione... 3 2 Architettura del sistema... 4 2.1 Service Provider... 4 2.2 Local

Dettagli

Servizi web in LabVIEW

Servizi web in LabVIEW Servizi web in LabVIEW Soluzioni possibili, come si utilizzano. 1 Soluzioni possibili WEB SERVER Dalla versione 5.1 di LabVIEW è possibile implementare un Web server che consente di operare da remoto sul

Dettagli

Sommario. 1. Che cos è DocFly Fatturazione PA... 3. 1.1. Il Gestionale Web... 3. 1.2. Accesso all interfaccia Web... 3

Sommario. 1. Che cos è DocFly Fatturazione PA... 3. 1.1. Il Gestionale Web... 3. 1.2. Accesso all interfaccia Web... 3 Sommario 1. Che cos è DocFly Fatturazione PA... 3 1.1. Il Gestionale Web... 3 1.2. Accesso all interfaccia Web... 3 1.3 Funzionalità dell interfaccia Web... 4 1.3.1 Creazione guidata dela fattura in formato

Dettagli

Ambienti di programmazione.net Lezione n. 1

Ambienti di programmazione.net Lezione n. 1 Il Framework Redistribuitable Package e il Framework Sdk (Software Development Kit) 1.1 Italian Presentazione del corso Con l avvento della piattaforma applicativa.net Microsoft è riuscita a portare un

Dettagli

Laboratorio di RETI DI CALCOLATORI

Laboratorio di RETI DI CALCOLATORI Laboratorio di RETI DI CALCOLATORI A.A. 2009-2010 I WEB SERVICES Carlo Mastroianni Laboratorio di Reti di Calcolatori - Orario lunedì, 11:30-13:30, aula 40B mercoledì, 10:00-11:30, laboratorio settimo

Dettagli

Definizione delle interfacce di colloquio SOAP 1.1

Definizione delle interfacce di colloquio SOAP 1.1 Definizione delle interfacce di colloquio SOAP 1.1 DOCUMENTO:. 1.0 Emesso da: EMISSIONE VERIFICA APPROVAZIONE Nome Alessio Sardaro firma Verificato da: Approvato da: LISTA DI DISTRIBUZIONE AGGIORNAMENTI

Dettagli

1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Java Web Services. Uso di Eclipse e Apache Axis

Java Web Services. Uso di Eclipse e Apache Axis Java Web Services Uso di Eclipse e Apache Axis 1 Gli strumenti utili per iniziare Axis (Web Service tool) Eclipse (IDE di sviluppo) Tomcat (servlet/jsp container) N.B. Eclipse e Tomcat possono essere sostituiti

Dettagli

Deployment ed invocazione dinamica di Web Services. Stefano Schivo

Deployment ed invocazione dinamica di Web Services. Stefano Schivo Deployment ed invocazione dinamica di Web Services Stefano Schivo 15 settembre 2004 2 Indice 1 Introduzione 5 1.1 Un primo esempio......................... 5 1.2 Gli standard per i Web Services.................

Dettagli

Configurare TPTP in Eclipse e testare un applicazione

Configurare TPTP in Eclipse e testare un applicazione Configurare TPTP in Eclipse e testare un applicazione Questa guida concentra la sua attenzione sul tool TPTP (Test & Performance Tools Platform) presente nell ambiente di sviluppo Eclipse. Verrà descritta

Dettagli

Tutorial web Application

Tutorial web Application Tutorial web Application Installazione della JDK: Java viene distribuito con la jdk e il jre acronimi di Java Development Kit e Java Runtime Environment rispettivamente. La jdk è l'ambiente di sviluppo

Dettagli

Guida all uso. Instant Cloud Platform As A Service

Guida all uso. Instant Cloud Platform As A Service Guida all uso Instant Cloud Platform As A Service Prima edizione maggio 2014 Instant Cloud Platform As A Service Sommario Instant Cloud - Platform As A Service... 4 1 Introduzione... 4 2 Instant Cloud...

Dettagli

Università di Firenze Gestione Presenze Interfaccia grafica

Università di Firenze Gestione Presenze Interfaccia grafica Università di Firenze Gestione Presenze Interfaccia grafica Pagina 1 di 29 Versione Emissione Approvazione Modifiche Apportate Autore Data Autore Data 1 Maggini 01/03/06 - - Prima emissione. Pagina 2 di

Dettagli

Candidato: Luca Russo Docente: Prof. Raffaele Montella. 27 Marzo 2013

Candidato: Luca Russo Docente: Prof. Raffaele Montella. 27 Marzo 2013 e di e di Candidato: Luca Russo Docente: Corso di laurea in Informatica Applicata Facoltá di Scienze e Tecnologie Programmazione su Reti 27 Marzo 2013 Traccia d esame Sviluppare multitier con disaccoppiamento

Dettagli

Installazione del Software. per lo Sviluppo di Applicazioni Java

Installazione del Software. per lo Sviluppo di Applicazioni Java Installazione del Software per lo Sviluppo di Applicazioni Java Ing. Luca Ferrari ferrari.luca@unimore.it Tel. 0592056142 Installazione del Software per lo Sviluppo di Applicazioni Java 1 Il Compilatore

Dettagli

CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP

CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP DISPENSA LEZIONE 1 Autore D. Mondello Transazione di dati in una richiesta di sito web Quando viene effettuata la richiesta di un sito Internet su un browser, tramite

Dettagli

Dichiarazione di consumo ANNO 2014

Dichiarazione di consumo ANNO 2014 Dichiarazione di consumo ANNO 2014 Cuneo 25.02.2015 Adesione al servizio telematico doganale Compilazione della dichiarazione di consumo Trasmissione telematica del file (sintesi) 2 Prima di procedere

Dettagli

4. Un ambiente di sviluppo per Java

4. Un ambiente di sviluppo per Java pag.15 4. Un ambiente di sviluppo per Java Esistono in commercio molti ambienti di sviluppo utilizzati dai programmatori Java, in particolare si tratta di editor complessi che mettono a disposizione tools

Dettagli

1 WIZARD DI AUTOCONFIGURAZIONE MAPI 1.1 INTERNET EXPLORER 8

1 WIZARD DI AUTOCONFIGURAZIONE MAPI 1.1 INTERNET EXPLORER 8 1 WIZARD DI AUTOCONFIGURAZIONE MAPI Il Portale Servizi di Impresa Semplice, disponibile alla URL https://servizi.impresasemplice.it, permette di configurare automaticamente le impostazioni del profilo

Dettagli

Integrazione InfiniteCRM - MailUp

Integrazione InfiniteCRM - MailUp Integrazione InfiniteCRM - MailUp La funzionalità della gestione delle campagne marketing di icrm è stata arricchita con la spedizione di email attraverso l integrazione con la piattaforma MailUp. Creando

Dettagli

Web Service Architecture

Web Service Architecture Giuseppe Della Penna Università degli Studi di L Aquila dellapenna@di.univaq.it http://dellapenna.univaq.it Engineering IgTechnology Info92 Maggioli Informatica Micron Technology Neta Nous Informatica

Dettagli

WEBGATE400 ACTIVEX CONTROL. Manuale Programmatore

WEBGATE400 ACTIVEX CONTROL. Manuale Programmatore WEBGATE400 ACTIVEX CONTROL Manuale Programmatore Pagina 1 SOMMARIO Webgate400 ActiveX Control... 3 1 A Chi è destinato... 3 2 Pre requisiti... 3 3 Introduzione... 3 3.1 Requisiti di sistema... 3 3.2 Distribuzione

Dettagli

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole

Guida Utente della PddConsole. Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole i Guida Utente della PddConsole Guida Utente della PddConsole ii Copyright 2005-2014 Link.it srl Guida Utente della PddConsole iii Indice 1 Introduzione 1 2 Prerequisiti per

Dettagli

PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES

PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES PROGETTO TESSERA SANITARIA WEB SERVICES Pag. 2 di 173 1 REVISIONI DEL DOCUMENTO... 6 2 GENERALITÀ... 6 2.1 STANDARD TECNICI... 7 2.2 LINGUAGGIO COMUNE... 7 2.3 WEB SERVICES... 8 2.4 WSDL (WEB SERVICE DESCRIPTION

Dettagli

Nicolò Carandini HTTP, Web Services e RestSharp (II parte) 1

Nicolò Carandini HTTP, Web Services e RestSharp (II parte) 1 Nicolò Carandini HTTP, Web Services e RestSharp (II parte) 1 HTTP, Web Services e RestSharp Dopo aver descritto nella prima parte di quest articolo 1 le basi su cui poggia la comunicazione nel Word Wide

Dettagli

Gestione Richieste Patenti Web

Gestione Richieste Patenti Web >> Specifiche Integrazione Web Services RTI Gestione Richieste Patenti Web Servizio di Sviluppo SVI Versione 1.0-07 Dicembre 2009 Indice dei contenuti 1 GENERALITA... 6 1.1 Lista di distribuzione...6 1.2

Dettagli

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale.

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale. GUIDA RAPIDA versione 11 marzo 2008 SEERVIIZZIIO TTEELLEEMATTIICO M DOGANALLEE G Avvertenze: Questa guida vuole costituire un piccolo aiuto per gli operatori che hanno già presentato richiesta di adesione

Dettagli

Manuale d uso Servizi di accoglienza prescrizioni regionali

Manuale d uso Servizi di accoglienza prescrizioni regionali Manuale d uso Servizi di accoglienza prescrizioni regionali Il presente documento intende fornire la descrizione e le specifiche tecniche necessarie al colloquio fra i sistemi software produttori di prescrizioni

Dettagli

filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27

filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27 filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27 Sommario Introduzione... 3 Download dell applicazione Desktop... 4 Scelta della versione da installare... 5 Installazione... 6 Installazione

Dettagli

Installazione Client/Server

Installazione Client/Server Installazione Client/Server Sommario 1. Moduli di BIM...3 2. Installazione della suite...5 3. Configurazione moduli...9 3.1. BIMVision / BIMReader...9 3.1.1. Configurazione file di amministrazione...9

Dettagli

Release Notes di OpenSPCoop2. Release Notes di OpenSPCoop2

Release Notes di OpenSPCoop2. Release Notes di OpenSPCoop2 Release Notes di OpenSPCoop2 i Release Notes di OpenSPCoop2 Release Notes di OpenSPCoop2 ii Copyright 2005-2015 Link.it srl Release Notes di OpenSPCoop2 iii Indice 1 Versione 2.1 1 1.1 Gestione del protocollo

Dettagli

Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente

Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente Aggiornamenti Sistema è un servizio del server di stampa che consente di tenere il software di sistema sul proprio server di stampa sempre aggiornato con gli

Dettagli

Certificazione di Proxy Applicativi e di applicazioni e servizi di cooperazione di Sistemi Informativi Locali

Certificazione di Proxy Applicativi e di applicazioni e servizi di cooperazione di Sistemi Informativi Locali Certificazione di Proxy Applicativi e di applicazioni e servizi di cooperazione di Sistemi Informativi Locali Ver. 1.0 11 Gennaio 2006 Riferimenti Documentazione CART - Regione Toscana [RT-PDK] Proxy Developer

Dettagli

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER L architettura CLIENT SERVER è l architettura standard dei sistemi di rete, dove i computer detti SERVER forniscono servizi, e computer detti CLIENT, richiedono

Dettagli

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO Versione 1.1 INDICE 1. PREFAZIONE 3 1.1 Autori 3 1.2 Modifiche Documento 3 1.3 Riferimenti 4 1.4 Acronimi e Definizioni 4 2. OBIETTIVI E CONTESTO DI RIFERIMENTO

Dettagli

Configuratore di Prodotto Diapason

Configuratore di Prodotto Diapason Configuratore di Prodotto Diapason Indice Scopo di questo documento...1 Perché il nuovo Configuratore di Prodotto...2 Il configuratore di prodotto...3 Architettura e impostazione tecnica...5 Piano dei

Dettagli

JUG Ancona Italy. Google Web Toolkit. Giovanni Baleani Programmatore Java. Filippetti S.r.l.

JUG Ancona Italy. Google Web Toolkit. Giovanni Baleani Programmatore Java. Filippetti S.r.l. JUG Ancona Italy Google Web Toolkit Giovanni Baleani Programmatore Java Filippetti S.r.l. AJAX e GWT - AJAX: Tecnologia emergente, tra le prime applicazione ajax ci sono proprio gmail e google calendar.

Dettagli

Sicurezza nei Web Services: Migrazione dell autenticazone di Web Services da ticket di sessione a WS-Security con token SAML

Sicurezza nei Web Services: Migrazione dell autenticazone di Web Services da ticket di sessione a WS-Security con token SAML Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Sicurezza nei Web Services: Migrazione dell autenticazone di Web Services da ticket di sessione a WS-Security

Dettagli