Web Services Servizio Telematico Dogane

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Web Services Servizio Telematico Dogane"

Transcript

1 Web Services Servizio Telematico Dogane MANUALE PER L'UTENTE Pagina 1 di 21

2 Indice 1 Introduzione Test funzionale dei web services Creazione del client Soluzioni Open Source Soluzioni Proprietarie Funzionalità di base LS DIR PUT GET GETLOG Sicurezza WSDL Servizio Telematico Dogane Pagina 2 di 21

3 1 Introduzione Un Web Service è per definizione un servizio descritto dal fornitore (provider) in modo standard e indipendente dal linguaggio di programmazione in cui è stato sviluppato. Per usufruire dei Web Services forniti dal provider (servizio telematico doganale) occorre creare un client di Web Services. Ciò è possibile attraverso il file WSDL (Web Services Description Language) che definisce l interfaccia del servizio, cioè l elenco delle operazioni fornite, i vari parametri che ogni operazione si aspetta di ricevere da chi la richiama e l elenco dei parametri che l operazione fornisce come output. Un Web Service viene richiamato parametricamente dall utente del servizio (requester) attraverso programmi applicativi e basandosi su un protocollo di chiamata remota, indipendente dalla rete e dai linguaggi di programmazione, detto SOAP (Simple Object Access Protocol). Un documento WSDL è un documento XML che contiene un insieme di definizioni per descrivere il servizio (Web Service). Gli elementi più importanti utilizzati da WSDL sono i seguenti:? <types> definisce i tipi di dati utilizzati nel servizio;? <message> contiene le definizioni dei messaggi di scambio del servizio utilizzando parti definite come tipi nella sezione types;? <porttype> descrive il servizio, le operazioni che possono essere eseguite e i messaggi che sono coinvolti in queste operazioni. Per ogni metodo viene definito il messaggio di input ed il messaggio di output. L elemento portype può essere paragonato ad una libreria di funzioni in un tradizionale linguaggio di programmazione;? < binding> contiene il collegamento tra il porttype (cioè la definizione astratta del servizio) e l end-point fisico. Questa informazione indica il protocollo da utilizzare e come ricondurre i messaggi di input ed output al protocollo utilizzato;? <port> definisce la porta di accesso al servizio.un servizio può avere anche più porte ciascuna con un nome e un protocollo di binding;? <service> contiene la definizione del servizio in termini della sua descrizione e della posizione fisica del servizio (tipicamente il suo URL) definiti endpoint. Pagina 3 di 21

4 Il file WSDL che descrive i servizi (Web Services) esposti dal servizio telematico doganale è disponibile, per i client che devono utilizzarlo, collegandosi da un browser internet alle seguenti URL: ambiente di prova: https://ws-telematicoprova.agenziadogane.it/telematicoftpejbhttprouter/telematicoftpwsbindingimplservice/ META-INF/wsdl/TelematicoFtp.wsdl ambiente reale: https://ws-telematico.agenziadogane.it/telematicoftpejbhttprouter/telematicoftpwsbindingimplservice/ META-INF/wsdl/TelematicoFtp.wsdl ed è riportato nel presente documento al capitolo 6 WSDL Servizio Telematico Dogane. Per poter accedere alla pagina che espone il file WSDL è necessario inserire il nome utente e la password. Digitando la URL del WSDL viene infatti visualizzata la seguente pagina di login: Il nome utente è il codice fiscale del soggetto che ha richiesto l'adesione al servizio telematico seguito dal segno "-" e dal progressivo sede. La password è la "Password di accesso all'applicazione", relativa al codice fiscale prima indicato, che si trova indicata nella stampa fornita dal "Primo accesso". Pagina 4 di 21

5 Una volta effettuato l accesso con utente e password, il sistema fornisce in risposta il WSDL dell applicazione: Pagina 5 di 21

6 2 Test funzionale dei web services Si consiglia di effettuare un test sui Web Services esposti prima della creazione del client vero e proprio. A tale scopo l utente si può avvalere ad esempio del tool SoapUI, uno strumento Java Open Source, rilasciato sotto la licenza GNU LGPL (Lesser General Public License), estremamente utile e utilizzabile su qualsiasi piattaforma (Windows/Unix/Linux). SoapUI è destinato a sviluppatori e collaudatori di servizi web in quanto consente di ispezionare i servizi web, richiamarli, realizzarli e fare delle prove di carico. I test funzionali e di caricamento possono essere fatti sia interattivamente, usando una comoda interfaccia utente, che attraverso un processo automatico, grazie all'uso dei tool a linea di comando. Per quanto riguarda le funzionalità di invocazione e analisi dei Web Services, SoapUI mette a disposizione:? importazione del WSDL;? generazione automatica delle richieste;? supporto per i vari tipi di autenticazione (Digest, WS-Security, NTLM, ecc.);? supporto di SOAP 1.1 e 1.2;? editor con sintassi colorata e funzionalità di undo/redo e formattazione automatica. Per lo sviluppo e la validazione dei Web Services vi sono:? generazione del codice sia Client che Server con supporto dei toolkit più diffusi: JBossWS, JWSDP, Axis 1 e 2, XFire,.NET e gsoap;? generazione del WSDL da codice Java esistente;? generazione delle classi di binding XML per JAXB e XMLBeans;? validazione delle definizioni dei Web Services. Inoltre è possibile usare potenti funzioni per quanto riguarda sia i test funzionali dei Web Service che le prove di carico. In questo caso è possibile avere report dettagliati, statistiche varie, log completi e analisi sulle prestazioni. L interfaccia dell applicazione è intuitiva e facile da utilizzare come mostrato nella figura riportata di seguito. Pagina 6 di 21

7 Per effettuare i test di un web service è sufficiente creare un nuovo progetto specificando il nome ed il file WSDL descrittore del servizio. Verranno automaticamente create le chiamate ai diversi servizi esposti e per ogni chiamata sarà visualizzata una scheda in basso in cui è possibile specificare una serie di proprietà da aggiungere alla richiesta. Pagina 7 di 21

8 Per i web services esposti dal servizio telematico tali proprietà consentono di specificare il Nome utente e la Password per accedere al servizio. Nella finestra centrale è possibile visualizzare la richiesta SOAP. Mentre nella combo in alto bisogna specificare per ogni richiesta l endpoint del servizio: https://ws-telematicoprova.agenziadogane.it/telematicoftpejbhttprouter/telematicoftpwsbindingimplservice Pagina 8 di 21

9 selezionando la freccia verde in alto a destra otteniamo la risposta SOAP del server. In basso ci sono i vari log relativi alla chiamata. Pagina 9 di 21

10 3 Creazione del client Esistono diversi framework, Axis ne è un esempio, che a partire da un file WSDL creano il codice Java sia lato client che lato server. Questi framework possono essere integrati negli ambienti di sviluppo e quindi consentono di usufruire delle varie funzionalità fornite all interno di interfacce grafiche che agevolano lo sviluppatore. Esistono diversi prodotti dedicati ai web services da integrare nei vari IDE (Integrated Development Environment) sia nell ambito open source che in quello commerciale. 3.1 Soluzioni Open Source Gli IDE più conosciuti in ambito open source sono:? Eclipse? Netbeans Essi rendono molto più agevole l approccio top-down in quanto permettono di creare facilmente il client del web service mediante un interfaccia grafica partendo dal file WSDL. Dobbiamo tener presente che un client di servizi web potrebbe a sua volta essere una web application e quindi l ambiente di sviluppo in tal caso avrebbe bisogno di un application server di supporto. Eclipse è un ambiente di sviluppo integrato multi-linguaggio e multipiattaforma. Viene sviluppato da una comunità strutturata sullo stile dell'open source. Uno dei componenti più utili, per lo sviluppo di applicazioni Web, è certamente quello appartenente al progetto Web Tools Platform (WTP). WTP è una piattaforma che estende le funzionalità base di Eclipse e include strumenti di vario genere che possono facilitare in modo sostanziale il lavoro dello sviluppatore di web services; tra le funzionalità che spiccano vi sono un editor specifico, tools per il testing e API per supportare il programmatore durante la stesura del codice. L application server che solitamente si utilizza con Eclipse è Tomcat. NetBeans è un ambiente di sviluppo multi-linguaggio scritto interamente in Java. È stato scelto dalla Sun Microsystems come IDE ufficiale. Possiede numerosi plug-in ed interessanti wizard per sviluppare Web Services con facilità. L application server che normalmente utilizza è Glassfish, che rappresenta senza dubbio un ottima soluzione. 3.2 Soluzioni Proprietarie Oltre alle soluzioni open source descritte in precedenza ci sono diverse soluzioni proprietarie per la creazione di un client di servizi web tra cui ad esempio:? RAD (Rational Application Developer) di IBM.? Microsoft Visual Studio Pagina 10 di 21

11 In RAD la creazione delle classi java utili alla generazione del client è facile ed intuitiva. Basta inserire nel progetto il file WSDL, cliccando poi col tasto destro selezionare Servizi Web e di seguito Genera Client, apparirà la seguente finestra: Qui lo sviluppatore potrà selezionare le varie opzioni di configurazione tra cui ad esempio il runtime del servizio (JAX-WS nel nostro esempio). Visual studio è un ambiente di sviluppo integrato sviluppato da Microsoft, che supporta attualmente diversi tipi di linguaggio. Visual studio permette di creare client di web services grazie all integrazione del framework.net. Dato il file WSDL del servizio Web, possiamo creare una classe che faccia da proxy per una nostra futura pagina in ASP.NET, ovvero un componente che ci permetta di accedere in modo trasparente al Web Service, senza preoccuparci delle modalità con le quali questo viene chiamato ed utilizzato. La classe proxy metterà quindi a disposizione il servizio esattamente come se fosse un componente da noi realizzato ed utilizzato nel progetto. L'utility a riga di comando wsdl.exe dell'sdk di.net ci permette di generare una classe proxy: wsdl /language:cs Il parametro language ci permette di specificare uno dei linguaggi supporati dal.net framework (nell'esempio si è richiesto a wsdl.exe di generare una classe C#). Il risultato della suddetta operazione è la generazione del file wsftp.cs, contenente il codice della classe proxy per il servizio. A questo punto non ci resta che compilare il file di cui sopra, sempre utilizzando l'sdk: csc /t:library /out: wsftp.dll wsftp.cs /r:system.dll /r:system.xml.dll /r:system.web.services.dll Pagina 11 di 21

12 Abbiamo cioè compilato la classe come libreria di classi (/t:library) indicando come risultato della compilazione wsftp.dll ed utilizzando i metadata specificati nei parametri /r. A questo punto il file wsftp.dll dovrà essere inserito nella cartella /BIN dell'applicazione che lo utilizzerà. Pagina 12 di 21

13 4 Funzionalità di base 4.1 LS La funzione consente di estrarre e fornire la lista dei file di risposta ed esito disponibili per l utente autorizzato al servizio, effettuando la ricerca in base ad uno specifico pattern e limitatamente ad un determinato intervallo temporale.? Input: rappresenta il pattern in base al quale viene filtrata la richiesta? Output: rappresenta la stringa che contiene l esito dell operazione e quindi il risultato della richiesta Di seguito un esempio dell output opportunamente rivisitato nell applicazione client a fronte del pattern di input: * B UYY.p7m UXX.p7m UCC.p7m UBB.p7m UAA.p7m UB2.p7m UB1.p7m P DIR La funzione fornisce la lista dei file di risposta ed esito corredata con la relativa data dell operazione di invio al servizio telematico doganale. La funzione effettua la ricerca per un determinato intervallo temporale.? Input: Pattern in base al quale filtrare la richiesta? Output: Stringa contenete il risultato dell operazione Di seguito un esempio dell output opportunamente rivisitato da una possibile applicazione client a fronte del pattern di input: * , B99,RISPOSTA,Dec 28 19:18, , UYY.p7m,RISPOSTA,Dec 09 17:05, , UXX.p7m,RISPOSTA,Dec 09 16:42, , UCC.p7m,RISPOSTA,Dec 09 16:13, , UBB.p7m,RISPOSTA,Dec 09 16:12, , UAA.p7m,RISPOSTA,Dec 09 13:32, , UB2.p7m,RISPOSTA,Dec 09 13:19, , P99,ESITO,Dec 09 19:22,330 Pagina 13 di 21

14 Nell ordine i dati riportati sono: codice file, nome file ricevuta, tipo ricevuta, data, dimensioni ricevuta. 4.3 PUT La funzione realizza la trasmissione di un file al servizio telematico doganale.? Input: una stringa contenente il nome del file e un array di byte per il file stesso? Output: una stringa contenente il risultato dell operazione. In caso di esito positivo viene restituito il nome del file, la data di trasmissione e il codice del file. In caso di esito negativo viene prodotta una segnalazione con il codice di errore riscontrato. Si precisa che, poiché la funzione esposta prende in input la rappresentazione in byte del file che si vuole trasmettere al servizio telematico doganale, la lettura iniziale del file e la successiva trasformazione in array di byte sono demandati all applicazione client. Di seguito un esempio dell output per esito positivo: Upload del file: Output : C:\Programmi\FirmaVerifica2.1\firmati\ I08.p7m Caricato con successo. Di seguito un esempio dell output per esito negativo, dovuto al fatto che l utente collegato ha codice utente abilitato 0000 mentre ha trasmesso un file il cui nome presenta i primi 4 caratteri diversi da tale codice: Upload del file: Output : C:\Programmi\FirmaVerifica2.1\firmati\057R1209.I0B.p7m Nome file fuori formato: deve iniziare con le prime 4 lettere del codice utente. 4.4 GET La funzione esposta realizza il download di un file di risposta o di esito secondo quanto richiesto dall utente.? Input: Stringa contenente il nome del file da scaricare.? Output: Il file richiesto in formato array di byte. 4.5 GETLOG La funzione consente di effettuare il download del file di log degli errori delle operazioni effettuate in un determinato intervallo di tempo. Esempio di contenuto del file di log: Pagina 14 di 21

15 [06/12/ :26:20] CD2.p7m : Nome file fuori formato: la lunghezza è errata [06/12/ :48:13] HAA : Il file non appartiene ad una tipologia abilitata [06/12/ :49:27] 057R1209.I0B.p7m : Nome file fuori formato: deve iniziare con le prime 4 lettere del codice utente [07/12/ :33:26] I05 : Verificare che il file sia stato firmato [07/12/ :35:52] 0103.Ra11 : Nome file fuori formato: la lunghezza è errata Pagina 15 di 21

16 5 Sicurezza L accesso ai Web Services è regolato da un autenticazione di tipo BASIC per il passaggio delle credenziali che saranno verificate dal sistema LDAP attualmente esistente. In fase di realizzazione dell applicazione client sarà dunque necessario definire, secondo lo standard JAXWS, le policy di accesso al Web service. L utente deve cioè indicare username e password di accesso al momento della chiamata ai diversi servizi. Di seguito forniamo un esempio di una chiamata dell operazione DIR realizzata in linguaggio java: TelematicoFtpWsBindingImplProxy service = new TelematicoFtpWsBindingImplProxy(); BindingProvider bp = (BindingProvider) service._getdescriptor().getproxy(); bp.getrequestcontext().put(bindingprovider.username_property, "USERNAME"); bp.getrequestcontext().put(bindingprovider.password_property, "PASSWORD"); String result = service.dir(pattern); Pagina 16 di 21

17 6 WSDL Servizio Telematico Dogane <?xmlversion="1.0" encoding="utf-8"?> -<wsdl:definitions targetnamespace="http://webservices.ftp.telematico.dogana.dogane.ag _dogane.finanze.it" xmlns:impl="http://webservices.ftp.telematico.dogana.dogane.ag_dogane.finanze.it " xmlns:wsaw="http://www.w3.org/2006/05/addressing/wsdl" xmlns:wsdl="http://schemas.xmlsoap.org/wsdl/ " xmlns:intf="http://webservices.ftp.telematico.dogana.dogane.ag_dogane.finanze.it" xmlns:xsd="http://www.w3.org/2001/xm LSchema" xmlns:wsi="http://wsi.org/profiles/basic/1.1/xsd" xmlns:wsdlsoap="http://schemas.xmlsoap.org/wsdl/soap/ "> -<wsdl:types> -<schema targetnamespace="http://webservices.ftp.telematico.dogana.dogane.ag_dogane.finanze.it " xmlns="http://www.w3.org/2001/xm LSchema"> -<element name="lsresponse"> <element name="lsreturn" nilable="true" type="xsd:string" /> -<element name="dir"> <element name="pattern" nilable="true" type="xsd:string" /> -<element name="dirresponse"> <element name="dirreturn" nilable="true" type="xsd:string" /> -<element name="getlog"> <sequence /> -<element name="getlogresponse"> <element name="getlogreturn" type="xsd:base64binary" /> Pagina 17 di 21

18 -<element name="get"> <element name="filename" nilable="true" type="xsd:string" /> -<element name="getresponse"> <element name="getreturn" type="xsd:base64binary" /> -<element name="put"> <element name="filem sg_content" type="xsd:base64binary" /> <element name="filem sg_n ome" nilable="true" type="xsd:string" /> -<element name="putresponse"> <element name="putreturn" nilable="true" type="xsd:string" /> -<element name="mget"> <element name="mgetinput_n ome" nilable="true" type="xsd:string" /> <element name="mgetinput_prog" nilable="true" type="xsd:string" /> -<element name="mgetresponse"> <element name="mgetreturn" type="xsd:base64binary" /> -<element name="ls"> Pagina 18 di 21

19 <element name="pattern" nilable="true" type="xsd:string" /> </schema> </wsdl:types> -<wsdl:message name="putrequest"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:put" /> -<wsdl:message name="putresponse"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:putresponse" /> -<wsdl:message name="getlogrequest"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:getlog" /> -<wsdl:message name="dirrequest"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:dir" /> -<wsdl:message name="mgetrequest"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:mget" /> -<wsdl:message name="getresponse"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:getresponse" /> -<wsdl:message name="lsrequest"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:ls" /> -<wsdl:message name="lsresponse"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:lsresponse" /> -<wsdl:message name="getrequest"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:get" /> -<wsdl:message name="mgetresponse"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:mgetresponse" /> -<wsdl:message name="dirresponse"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:dirresponse" /> -<wsdl:message name="getlogresponse"> <wsdl:part name="parameters" element="impl:getlogresponse" /> -<wsdl:porttype name="telematicoftpw sbindingimpl"> -<wsdl:operation name="ls"> <wsdl:input name="lsrequest" message="impl:lsrequest" /> <wsdl:output name="lsresponse" message="impl:lsresponse" /> -<wsdl:operation name="dir"> Pagina 19 di 21

20 <wsdl:input name="dirrequest" message="impl:dirrequest" /> <wsdl:output name="dirresponse" message="impl:dirresponse" /> -<wsdl:operation name="getlog"> <wsdl:input name="getlogrequest" message="impl:getlogrequest" /> <wsdl:output name="getlogresponse" message="impl:getlogresponse" /> -<wsdl:operation name="get"> <wsdl:input name="getrequest" message="impl:getrequest" /> <wsdl:output name="getresponse" message="impl:getresponse" /> -<wsdl:operation name="put"> <wsdl:input name="putrequest" message="impl:putrequest" /> <wsdl:output name="putresponse" message="impl:putresponse" /> -<wsdl:operation name="mget"> <wsdl:input name="mgetrequest" message="impl:mgetrequest" /> <wsdl:output name="mgetresponse" message="impl:mgetresponse" /> </wsdl:porttype> -<wsdl:binding name="telematicoftpw sbindingimplsoapbinding " type="impl:telematicoftpw sbindingimpl"> <wsaw:usingaddressing wsdl:required="false" xmlns:wsaw="http://www.w3.org/2006/05/addressing/wsdl" /> <wsdlsoap:binding style="document" transport="http://schemas.xmlsoap.org/soap/http " /> -<wsdl:operation name="ls"> <wsdlsoap:operation soapaction="ls" /> -<wsdl:input name="lsrequest"> </wsdl:input> -<wsdl:output name="lsresponse"> </wsdl:output> -<wsdl:operation name="dir"> <wsdlsoap:operation soapaction="dir" /> -<wsdl:input name="dirrequest"> </wsdl:input> -<wsdl:output name="dirresponse"> </wsdl:output> -<wsdl:operation name="getlog"> <wsdlsoap:operation soapaction="getlog" /> -<wsdl:input name="getlogrequest"> </wsdl:input> Pagina 20 di 21

21 -<wsdl:output name="getlogresponse"> </wsdl:output> -<wsdl:operation name="get"> <wsdlsoap:operation soapaction="get" /> -<wsdl:input name="getrequest"> </wsdl:input> -<wsdl:output name="getresponse"> </wsdl:output> -<wsdl:operation name="put"> <wsdlsoap:operation soapaction="put" /> -<wsdl:input name="putrequest"> </wsdl:input> -<wsdl:output name="putresponse"> </wsdl:output> -<wsdl:operation name="mget"> <wsdlsoap:operation soapaction="mget" /> -<wsdl:input name="mgetrequest"> </wsdl:input> -<wsdl:output name="mgetresponse"> </wsdl:output> </wsdl:binding> -<wsdl:service name="telematicoftpw sbindingimplservice "> <wsdl:port name="telematicoftpw sbindingimpl" binding="impl:telematicoftpw sbindingimplsoapbinding " /> </wsdl:service> </wsdl:definitions> Pagina 21 di 21

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO Versione 1.1 INDICE 1. PREFAZIONE 3 1.1 Autori 3 1.2 Modifiche Documento 3 1.3 Riferimenti 4 1.4 Acronimi e Definizioni 4 2. OBIETTIVI E CONTESTO DI RIFERIMENTO

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa di Ilaria Lorenzo e Alessandra Palma Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa Code::Blocks

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M I T P E l e t t r o n i c a Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M M. Guerriero*, V. Ferrara**, L. de Santis*** * ITP Elettronica ** Dipartimento di Ingegneria Elettronica Univ. La Sapienza

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta Web Conferencing and Collaboration tools Passo 1: registrazione presso il sito Accedere al sito www.meetecho.com e registrarsi tramite l apposito form presente nella sezione Reserved Area. In fase di registrazione

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org

1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org 1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org In questo tutorial studiamo come sfruttare la tecnologia EJB, Enterprise JavaBean, all interno del SAP Netweaver Portal. In breve, EJB è un

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori Manuale d uso Versione 08/07/2014 themix Italia srl tel. 06 35420034 fax 06 35420150 email info@themix.it LOGIN All avvio il

Dettagli

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati.

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. gestione documentale I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. In qualsiasi momento e da qualsiasi parte del mondo accedendo al portale Arxidoc avete la possibilità di ricercare, condividere

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE MANUALE SOFTWARE ISTRUZIONI PER L UTENTE PAGINA 2 Indice Capitolo 1: Come muoversi all interno del programma 3 1.1 Inserimento di un nuovo sms 4 1.2 Rubrica 4 1.3 Ricarica credito 5 PAGINA 3 Capitolo 1:

Dettagli

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema Software 2 Insieme di istruzioni e programmi che consentono il funzionamento del computer Il software indica all hardware quali sono le operazioni da eseguire per svolgere determinati compiti Valore spesso

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

1. FileZilla: installazione

1. FileZilla: installazione 1. FileZilla: installazione Dopo aver scaricato e salvato (sezione Download >Software Open Source > Internet/Reti > FileZilla_3.0.4.1_win32- setup.exe) l installer del nostro client FTP sul proprio computer

Dettagli

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma Indirizzo: Via dell'automobilismo, 109 00142 Roma (RM) Sito Web : http://www.andreasacca.com Telefono: 3776855061 Email : sacca.andrea@gmail.com PEC : andrea.sacca@pec.ording.roma.it Ing. Andrea Saccà

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence Breve panoramica sulla Business Intelligence con software Open Source Roberto Marchetto, 14 Gennaio 2009 L'articolo ed eventuali commenti sono disponibili su www.robertomarchetto.com (Introduzione) Il

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL)

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Corso di Sistemi Distribuiti Stefano

Dettagli

Traduzione di TeamLab in altre lingue

Traduzione di TeamLab in altre lingue Lingue disponibili TeamLab è disponibile nelle seguenti lingue nel mese di gennaio 2012: Traduzioni complete Lingue tradotte parzialmente Inglese Tedesco Francese Spagnolo Russo Lettone Italiano Cinese

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici Sommario Sommario... 1 Parte 1 - Nuovo canale di sicurezza ANPR (INA-AIRE)... 2 Parte 2 - Collegamento Client INA-SAIA... 5 Indicazioni generali... 5 Installazione e configurazione... 8 Operazioni di Pre-Installazione...

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX 1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX Configurazione di Atlas con client Linux DESCRIZIONE Di seguito sono descritte le operazioni da effettuare per configurare correttamente

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE Pag. 1 di 14 INDICE 1. Glossario... 3 2. il servizio SPCoop - Ricezione... 5 3. Il web-service RicezioneFatture... 8 3.1 Operazione RiceviFatture... 9 3.1.1

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Progetto SINTESI. Dominio Provinciale. Guida alla compilazione del form di Accreditamento. -Versione Giugno 2013-

Progetto SINTESI. Dominio Provinciale. Guida alla compilazione del form di Accreditamento. -Versione Giugno 2013- Progetto SINTESI Dominio Provinciale Guida alla compilazione del form di Accreditamento -Versione Giugno 2013- - 1 - Di seguito vengono riportate le indicazioni utili per la compilazione del form di accreditamento

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01)

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) SINTESI Comunicazioni Obbligatorie [COB] XML ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) Questo documento è una guida alla importazione delle Comunicazioni Obbligatorie: funzionalità che consente di importare

Dettagli

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 1 Indice 1. Descrizione del sistema e Requisiti hardware e software per l installazione... 4 1.1 Descrizione del

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment Bloodshed Dev-C++ Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio IDE = Integrated Development Environment Gerardo Pelosi 01 Ottobre 2014 Pagina 1 di 8 Dev-C++ - Installazione Potete

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli