PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 PROVINCIA DI BELLUNO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 PROVINCIA DI BELLUNO"

Transcript

1 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PROGRAMMA RPP N. 6 BILANCIO E INNOVAZIONE PESO VERTICALE FINALITA' da conseguire RPP Innovazione Sistema Informativo Provinciale 2,7 DIRIGENTE COMPETENTE Roberto Natale RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO Andrea Marchi Sistemi informativi TITOLO OBIETTIVO Aggiornamento postazioni di lavoro 100 DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG CDC 410 Rinnovare le postazioni di lavoro obsolete ed introdurre un software centralizzato per l'installazione, l'aggiornamento e la rimozione del software sulle postazioni. Analisi compatibilità s.o. W7 e procedure interne Analisi compatibilità s.o. W7 e GPO (regole generali di dominio) Definizione e creazione immagine unica per l'installazione rapida della postazioni Definizione beneficiari, installazione pc, dismissione macchine obsolete Configurazione e implementazione del software per installazione, aggiornamento e rimozione delle procedure sulle postazioni di lavoro Predisposizione regolamento per l'uso degli strumenti informatici X X X X X X X X X X X X Pagina 1

2 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA VALORE MONIT MONIT MONIT ATTESO n. postazioni aggiornate 50 Introduzione software per gestione postazioni di lavoro 30/06/13 - Predisposizione regolamento per l'uso degli strumenti informatici 31/05/13 - PERSONALE IMPIEGATO CAT. E % NELL'OBIETTIVO IMPIEGO Zulian X X X X X 35 Marchi X X X X X 5 Amati X X X X X 10 Zandomenego X X X X X 25 Nessenzia X X X X X 10 Pagina 2

3 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PROGRAMMA RPP N. 6 BILANCIO E INNOVAZIONE PESO VERTICALE FINALITA' da conseguire RPP Sistema di sicurezza di rete 2,7 DIRIGENTE COMPETENTE Roberto Natale RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO Andrea Marchi Sistemi informativi TITOLO OBIETTIVO Servizio di Conservazione Sostitutiva a norma di legge 100 DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG Attivazione del servizio di conservazione sostitutiva a norma di legge integrato con il sistema informativo documentale interno CDC 410 Verifiche tecniche di compatibilità con sistema informativo documentale interno Civilia Open X X Implementazione modifiche software a software Civilia Open se necessarie X X X Analisi esigenze e creazione modelli documentali Definizione area di scambio documenti e implementazione scarico dati su piattaforma di conservazione sostitutiva Test, avviamento e formazione del personale tecnico Preparazione e archiviazione documenti storici X X X X X X X X X Attività che proseguirà nel 2014 Pagina 3

4 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA Attivazione servizio di conservazione sostitutiva VALORE ATTESO 31/12/13 - MONIT MONIT MONIT PERSONALE IMPIEGATO CAT. E % NELL'OBIETTIVO IMPIEGO Marchi X X X X X X X X X X X 15 Tonion Nessenzia Zandomenego X X X X X X X X X X X 25 X X X 5 X X X 5 Pagina 4

5 PROGRAMMA RPP N. 6 BILANCIO E INNOVAZIONE PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PESO VERTICALE Garanzia del corretto funzionamento degli apparati hardware e FINALITA' da conseguire RPP 2,1 software DIRIGENTE COMPETENTE Roberto Natale RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO Andrea Marchi Sistemi informativi TITOLO OBIETTIVO Nuovi iter sistema informativo documentale Civilia 100 DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG Valutazione e analisi dei processi relativi a possibili nuovi iter da definire sul sistema documentale interno. CDC 410 Analisi di processi per nuovi iter X X X X X X Creazione nuovo iter X X X X X Test iter creato X X X X X Messa in produzione iter creato X X X X X VALORE MONIT MONIT MONIT ATTESO Nuovi iter introdotti 1 iter decreti PERSONALE IMPIEGATO NELL'OBIETTIVO Tonion Nessenzia Zandomenego CAT. E % IMPIEGO X X X X X X X X X X X X 25 X X X X X 10 X X X X X 15 Pagina 5

6 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PROGRAMMA RPP N. 6 BILANCIO E INNOVAZIONE PESO VERTICALE FINALITA' da conseguire RPP Progetto pilota utilizzo PEC 2,7 DIRIGENTE COMPETENTE Roberto Natale RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO Andrea Marchi Sistemi informativi TITOLO OBIETTIVO Progetto pilota PEC 100 DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG Supporto ai settori/servizi nell'analisi organizzativa, nell'acquisizione, nella formazione e nella gestione delle caselle di posta certificata CDC 410 Individuazione problematiche connesse ad utilizzo strumentazione informatica ed organizzazione personale X X X Allestimenti/aggiornamenti sistema informatico (Civilia) X Acquisizione casella PEC X Formazione personale X X Prove di sperimentazione X X X pec per Purpora suapro VALORE MONIT MONIT MONIT ATTESO n. nuove PEC 1 - Pagina 6

7 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PERSONALE IMPIEGATO CAT. E % NELL'OBIETTIVO IMPIEGO Tonion X X X X X X X X 20 Marchi X X X X X 5 Nessenzia X X X X 5 Zandomenego X X X X 5 Pagina 7

8 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PROGRAMMA RPP N. 6 BILANCIO E INNOVAZIONE PESO VERTICALE FINALITA' da conseguire RPP Sostegno progetti intersettoriali 2,1 DIRIGENTE COMPETENTE Roberto Natale RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO Andrea Marchi Sistemi informativi TITOLO OBIETTIVO Sviluppo nuove funzionalità e nuovi portali web 100 DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG CDC 410 Supporto all'analisi delle esigenze per nuove funzionalità sul portale web istituzionale e supporto agli uffici interessati per l'avviamento dei nuovi portali Reteventi e Museo di Seravella Analisi e definizione esigenze per i nuovi portali, le nuove funzionalità e/o ottimizzazioni funzionalità esistenti (I.D.O., Museo Seravella, Reteventi) Supervisione su implementazione delle soluzioni e supporto agli uffici interessati quando necessario Test e messa in produzione dei nuovi portali e delle funzionalità inserite e/o ottimizzate Supporto e formazione al personali interno per l'utilizzo della piattaforma NqContent di gestione dei contenuti web dei portali gestiti X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X Pagina 8

9 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA VALORE MONIT MONIT MONIT ATTESO Progettazione definitiva delle funzioni mancanti, collaudo e test piattaforma 31/10/13 - portale Museo Seravella Messa in linea portale Reteventi 30/06/13 Messa in linea nuove funzionalità piattaforma I.D.O. 30/09/13 - Corsi di formazione 3 - PERSONALE IMPIEGATO CAT. E % NELL'OBIETTIVO IMPIEGO Zucco X X X X X X X X X X X X 70 Tonion X X X X X X X X X X X X 25 Nessenzia X X X X X X X X X X X X 10 Pagina 9

10 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PROGRAMMA RPP N. 6 BILANCIO E INNOVAZIONE PESO VERTICALE FINALITA' da conseguire RPP Attività per il rinnovo infrastrutturale del locale sala macchine 2,7 DIRIGENTE COMPETENTE Roberto Natale RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO Andrea Marchi Sistemi informativi TITOLO OBIETTIVO Riordino sala macchine 100 DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG CDC 410 Analisi e valutazione dei possibili interventi al fine di razionalizzare e bonificare gli spazi, migliorare la ventilazione, ottimizzare il sistema di raffreddamento del locale Sala Macchine Analisi degli interventi possibili in ambito di spazi, ventilazione e raffreddamento locali Definizione progettualità Procedura di acquisizione e affidamento dei servizi in funzione della progettualità Messa in opera delle soluzioni affidate, test e collaudo della fornitura X X X X X X X X X Messa in opera della soluzione progettata VALORE ATTESO 31/12/13 - MONIT MONIT MONIT Pagina 10

11 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PERSONALE IMPIEGATO CAT. E % NELL'OBIETTIVO IMPIEGO Amati X X X X X X X X X 20 Nessenzia X X X X X X X X X 10 Marchi X X X X X X X X X 10 Pagina 11

12 PROGRAMMA RPP N. 6 BILANCIO E INNOVAZIONE PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PESO VERTICALE Ottimizzazione della soluzione infrastrutturale hardware e software di FINALITA' da conseguire RPP 2,7 virtualizzazione DIRIGENTE COMPETENTE Roberto Natale RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO Andrea Marchi Sistemi informativi Ampliamento e ottimizzazione infrastruttura Blade Center e TITOLO OBIETTIVO 100 Storage Area Network DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG CDC 410 Analisi e definizione delle esigenze interne per l'ampliamento e l'ottimizzazione dell'infrastruttura centrale di elaborazione e memorizzazione dei dati (Blade Center e Storage Area Network) Analisi esigenze e definizione capitolato della fornitura X X X Fornitura X X X Installazione, configurazione, migrazione e messa in opera degli X X X X aggiornamenti ai sistemi Ampliamento spazio di memorizzazione dati (lordo) Razionalizzazione lame server per virtualizzazione Messa in opera della soluzione progettata VALORE ATTESO 5 - MONIT MONIT MONIT n. lame ridotte 31/12/13 - dato lordo espresso in TB Pagina 12

13 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PERSONALE IMPIEGATO CAT. E % NELL'OBIETTIVO IMPIEGO Amati X X X X X X X X X 20 Marchi X X X X X X X X X 15 Nessenzia X X X X X X X X X 10 Pagina 13

14 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PROGRAMMA RPP N. 6 BILANCIO E INNOVAZIONE PESO VERTICALE FINALITA' da conseguire RPP Connessioni dati 2,7 DIRIGENTE COMPETENTE Roberto Natale RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO Andrea Marchi Sistemi informativi Ampliamento della connessione dati internet presso la sede TITOLO OBIETTIVO 100 centrale dell'ente DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG CDC 410 Valutazione esigenze, fornitura, installazione, configurazione, migrazione indirizzi IP pubblici e messa in produzione della nuova linea dati internet in fibra ottica Fornitura della linea dati in f.o. - Predisposizione cablaggio Telecom da centrale a sede Provincia Installazione fisica in sala macchine configurazione e migrazione dei servizi dalla vecchia linea alla nuova linea dati messa in produzione della nuova linea dati in f.o. X X X X X X X X X dato vincolato da autorizzazioni comunali e vincoli ambientali indipendenti dall'ente Pagina 14

15 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA Larghezza della banda per la connettività internet download Larghezza della banda per la connettività internet upload VALORE ATTESO MONIT MONIT MONIT dato lordo espresso in Mb/s dato lordo espresso in Mb/s PERSONALE IMPIEGATO CAT. E % NELL'OBIETTIVO IMPIEGO Amati X X X X X X 10 Marchi X X X X X X 10 Pagina 15

16 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PROGRAMMA RPP N. 6 BILANCIO E INNOVAZIONE PESO VERTICALE FINALITA' da conseguire RPP Gestione e manutenzione siti internet e domini istituzionali 2,1 DIRIGENTE COMPETENTE Roberto Natale RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO Andrea Marchi Sistemi informativi TITOLO OBIETTIVO Progetto di rinnovo del portale Infodolomiti.it 100 DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG CDC 410 Migrazione del portale Infodolomiti.it dalla vecchia piattaforma software ad una nuova piattaforma con rinnovo della veste grafica e dei contenuti gestiti ed offerti Predisposizione documento di analisi delle possibili soluzioni tecnologiche Definizione piano delle attività di migrazione del portale dalla vecchia alla nuova piattaforma di gestione dei contenuti Affiancamento nella attività di creazione del nuovo portale e delle aree dei servizi Processo di migrazione dei contenuti dal vecchio al nuovo portale X X X X X X X X X X X vincolato alla approvazione del progetto e alla aggiudicazione della fornitura del servizio Implementazione delle nuove funzionalità, definizione dei flussi di contenuti da e verso il nuovo portale X X prosegue nel 2014 Pagina 16

17 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA Predisposizione documento di analisi delle possibili soluzioni tecnologiche VALORE ATTESO 31/05/13 - MONIT MONIT MONIT PERSONALE IMPIEGATO CAT. E % NELL'OBIETTIVO IMPIEGO Nessenzia X X X X X X X X 20 Zucco X X X X X X X X 15 Marchi X 5 Pagina 17

18 PROGRAMMA RPP N. 6 BILANCIO E INNOVAZIONE PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PESO VERTICALE Nuovi software e gestione Asset informatici, Help Desk, FINALITA' da conseguire RPP 2,7 monitoraggio apparati, installazione centralizzata DIRIGENTE COMPETENTE Roberto Natale RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO Andrea Marchi Sistemi informativi TITOLO OBIETTIVO Nuovo software per la gestione degli asset e di help desk 100 DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG CDC 410 Valutazione e messa in produzione di un software per il servizio sistemi informativi per la gestione degli asset informatici e del servizio di help desk Valutazioni soluzioni software open source e non X X X Scelta e acquisizione (se necessaria) del software X Installazione e configurazione iniziale del software X X Fase di test e tuning del software X X X Formazione e messa in produzione X Messa in produzione del nuovo software VALORE ATTESO 31/12/13 - MONIT MONIT MONIT Pagina 18

19 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PERSONALE IMPIEGATO CAT. E % NELL'OBIETTIVO IMPIEGO Zulian X X X X X X X X X 35 Zandomenego X X X X X X X X X 40 Amati X X X X X X X X X 15 Nessenzia X X X X X X X X X 15 Marchi X X X X X X X X X 20 Zucco X X X X 5 Tonion X X X X 5 Pagina 19

20 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PROGRAMMA RPP N. 6 BILANCIO E INNOVAZIONE PESO VERTICALE FINALITA' da conseguire RPP Ampliamento funzionalità software Citrix 2,1 DIRIGENTE COMPETENTE Roberto Natale RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO Andrea Marchi Sistemi informativi TITOLO OBIETTIVO Progetto valutazioni sessioni Citrix 100 DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG CDC 410 Valutazione e test di tutte le funzionalità di una sessione di lavoro completa distribuita in rete intranet e internet (vpn/ssl) attraverso il software Citrix Valutazione sessione completa di prova X X Acquisto licenze X X Valutazione della connettività con le sedi remote X Implementazione della soluzione in Attività che maniera progressiva nelle sedi remote dei CPI X proseguirà nel 2014 Valutazione della soluzione anche per le sedi degli IAT Attività 2014 VALORE MONIT MONIT MONIT ATTESO Sessioni di prova remote testate 1 - Acquisto nuove licenze 30/11/13 - Pagina 20

21 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PERSONALE IMPIEGATO CAT. E % NELL'OBIETTIVO IMPIEGO Zandomenego X 10 Amati X X X X X 20 Nessenzia X 5 Marchi X X X 10 Pagina 21

22 PIANO DELLE PERFORMANCE - ANNO 2013 OBIETTIVI DELLA STRUTTURA PROGRAMMA RPP N. 6 BILANCIO E INNOVAZIONE PESO VERTICALE FINALITA' da conseguire RPP Sistema Informativo Territoriale 2,7 DIRIGENTE COMPETENTE Roberto Natale RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO Andrea Marchi Sistemi informativi TITOLO OBIETTIVO Progetto S.I.T. 100 DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG CDC 410 Il progetto consiste nella realizzazione di un infrastruttura hardware e software interna atta a fornire servizi di gestione dati georeferenziati sulla rete intranet e internet, utilizzando ove possibili soluzioni software open source Analisi dei servizi implementabili X X X X X X X X X X X X Implementazione della infrastruttura hardware e software X X Sviluppare un progetto pilota di test X X X X Valutazione dei risultati X X VALORE MONIT MONIT MONIT ATTESO Sviluppo di un progetto pilota 31/10/13 - PERSONALE IMPIEGATO CAT. E % NELL'OBIETTIVO IMPIEGO Zulian X X X X X X X X X X X X 30 Zucco X X X X X X X X X 10 Amati X X X X X X X X X 5 Marchi X X X X X X X X X X X X 5 Pagina 22

23 PROGRAMMA RPP FINALITA' da conseguire RPP DIRIGENTE RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO TITOLO OBIETTIVO PEG DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG 10-PERSONALE/PROGRAMMAZIONE E SOCIETA' PARTECIPATE Controllo delle Società Partecipate e altri organismi gestionali esterni ROBERTO NATALE DIREZIONE OPERATIVA Procedura di selezione componenti CDA e Collegio Sindacale delle società partecipate dalla Provincia A seguito delle prossime scadenze delle nomine dei rappresentanti in alcuni organismi partecipati dalla Provincia, si rende necessario avviare le procedure per la raccolta dei curricula e per la successiva selezione dei candidati. La somma dei pesi delle 30 finalità deve fare 100% sul programma La somma dei pesi degli obiettivi deve 30 fare 100% sulle finalità CDC 300 Predisposizione bandi e pubblicazioni X X X X Raccolta e istruttoria delle domande X X X X X X perfezionamento dell'atto di nomina e successivi adempimenti X X X X X X X X Pagina 1

24 VALORE ATTESO (data/numer o/on-off) FASCE di raggiungime nto valore % RAGGIUNGI MENTO valore MONIT MONIT MONIT PESO (la somma dei pesi deve fare 100% sull'obiettivo) Pubblicazione del primo bando 30/03/13 20 perfezionamento atti di nomina 31/07/13 30 numero di bandi adottati 5 50 PERSONALE IMPEGATO CAT. E % IMPIEGO NELL'OBIETTIVO NATALE Roberto X X X X X X X X X X X X DIR 5 % DAL PONT Martina X X X X X X X X X X X X D3 5 % BONGINI Isabella X X X X X X X X X X X X D2 20% DAL MAS Valentina X X X X X X X X X X X X D1 15% CATTARUZZA Antonella X X X X X X X X X X X X B6 20% COSSALTER Catia X X X X X X X X X X X X B6 20% NALDO Silvana X X X X X X X X B6 20% LEVIS Mara X X B6 20% ZANELLA Grazia Maria X X X X X X X X X X X X C4 20% Pagina 2

25 PROGRAMMA RPP 10-PERSONALE/PROGRAMMAZIONE E SOCIETA' PARTECIPATE FINALITA' da conseguire RPP DIRIGENTE RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO Controllo delle Società Partecipate e altri organismi gestionali esterni ROBERTO NATALE DIREZIONE OPERATIVA La somma dei pesi delle 30 finalità deve fare 100% sul programma TITOLO OBIETTIVO PEG Alienazione quote societarie 2013 DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG Prosecuzione delle procedure per l'alienazione delle quote societarie detenute dalla Provincia già avviata nel corso del La somma dei pesi degli 20 obiettivi deve fare 100% sulle finalità CDC 300 Redazione bando di gara X X Approvazione dello stesso e pubblicazione come richiesta dalla normativa Esperimento delle procedure Procedure di alienazione delle quote vendute ai soggetti aggiudicatari (se presenti) X X X X X X X X X X X Pagina 3

26 VALORE ATTESO (data/numer o/on-off) FASCE di raggiungime nto valore % RAGGIUNGI MENTO valore MONIT MONIT MONIT Redazione bando di gara 30/04/13 40 esperimento procedure conseguenti 31/12/13 60 PESO (la somma dei pesi deve fare 100% sull'obiettivo) PERSONALE IMPEGATO NELL'OBIETTIVO CAT. E % IMPIEGO NATALE Roberto X X X X X X X X X X X X DIR 10% DAL PONT Martina X X X X X X X X X X X X D3 20% BONGINI Isabella X X X X X X X X X X X X D2 25% ZUCCOLOTTO Mariangela X X X X X X X X X X X X D2 10% DAL MAS Valentina X X X X X X X X X X X X D1 10% CATTARUZZA Antonella X X X X X X X X X X X X B6 20% COSSALTER Catia X X X X X X X X X X X X B6 20% NALDO Silvana X X X X X X X X B6 20% LEVIS Mara X X X B6 20% ZANELLA Grazia Maria X X X X X X X X X X X X C4 20% Pagina 4

27 PROGRAMMA RPP FINALITA' da conseguire RPP DIRIGENTE RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO 10-PERSONALE/PROGRAMMAZIONE E SOCIETA' PARTECIPATE Controllo delle Società Partecipate e altri organismi gestionali esterni ROBERTO NATALE La somma dei pesi delle finalità 30 deve fare 100% sul programma TITOLO OBIETTIVO PEG DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG DIREZIONE OPERATIVA Alienazione azioni della società La Dolomiti Ambiente Spa Procedura negoziata per l'alienazione della partecipazione azionaria della Provincia nella società La Dolomiti Ambiente Spa La somma dei pesi degli 50 obiettivi deve fare 100% sulle finalità CDC 300 Redazione disciplinare procedura negoziata X Approvazione dello stesso e pubblicazione come richiesta dalla norma X X Esperimento delle procedure di gara Procedure di alienazione delle azioni e convenzione X X X X X X X Pagina 5

28 VALORE ATTESO (data/numer o/on-off) FASCE di raggiungime nto valore % RAGGIUNGI MENTO valore MONIT MONIT MONIT PESO (la somma dei pesi deve fare 100% sull'obiettivo) redazione bando e pubblicazione 30/03/13 40 alienazione azioni e convenzione 31/12/13 60 PERSONALE IMPEGATO NELL'OBIETTIVO CAT. E % IMPIEGO NATALE Roberto X X X X X X X X X X X X DIR 20 % DAL PONT Martina X X X X X X X X X X X X D3 25 % BONGINI Isabella X X X X X X X X X X X X D2 25 % DAL MAS Valentina X X X X X X X X X X X X D1 15 % ZUCCOLOTTO Mariangela X X X X X X X X X X X X D2 10% CATTARUZZA Antonella X X X X X X X X X X X X B6 20% COSSALTER Catia X X X X X X X X X X X X B6 20% NALDO Silvana X X X X X X X X B6 20% LEVIS Mara X X B6 20% ZANELLA Grazia Maria X X X X X X X X X X X X C4 20% Pagina 6

29 PROGRAMMA RPP PROGRAMMA 3 DIREZIONE GENERALE PESO VERTICALE FINALITA' da conseguire RPP DIRIGENTE RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO TITOLO OBIETTIVO PEG Assicurare il funzionamento degli organi e la necessaria assistenza tecnica alla loro azione nonché un qualificato ruolo di rappresentanza dell Ente, curando le relazioni e la comunicazione pubblica Dott. Roberto Natale Dott. Roberto Natale Dal Pont Martina Direzione Generale attività di segreteria e gestione di appuntamenti e riunioni dell'organo Commissariale delle finalità deve fare 100% sul programma 19,5 degli obiettivi deve fare 100% sulle 30 finalità DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG trattasi delle attività di gestione ed organizzazione degli incontri, riunioni e colloqui del Commissario Straordinario e dei Subcommissari Prefettizi CDC 100 Raccolta e vaglio delle richieste di incontro e appuntamenti gestione delle agende dei commissari e organizzazione incontri attività di coordinamento e informazione con i settori dell'ente x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x VALORE ATTESO (data/numero /on-off) MONIT MONIT MONIT Numero incontri organizzati PESO (la somma dei pesi deve fare 100% sull'obiettivo) Pagina 1

30 PERSONALE IMPEGATO NELL'OBIETTIVO CAT. E % IMPIEGO NATALE Roberto X X X X X X X X X X X X DIR 5 % DAL PONT Martina X X X X X X X X X X X X D3 5 % DAL MAS Valentina X X X X X X X X X X X X D1 10 % CACCURI Patrizia X X X X X X X X X X X X C1 70% PAPARELLA Bianca X X X X X X X X X X X X C1 70% Pagina 2

31 PROGRAMMA RPP PROGRAMMA 3 DIREZIONE GENERALE PESO VERTICALE FINALITA' da conseguire RPP DIRIGENTE RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO TITOLO OBIETTIVO PEG Assicurare il funzionamento degli organi e la necessaria assistenza tecnica alla loro azione nonché un qualificato ruolo di rappresentanza dell Ente, curando le relazioni e la comunicazione pubblica Dott. Roberto Natale Dott. Roberto Natale Dal Pont Martina Direzione Generale Concessione all'utilizzo delle sale provinciali delle finalità deve fare 100% sul programma 19,5 degli obiettivi deve fare 100% sulle 30 finalità DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG Garantire la corretta e proficua utilizzazione delle sale provinciale da parte dell'utenza interna ed esterna, assicurando il rispetto del regolamento di utilizzo e una tempestiva e cordiale risposta alle richieste degli utenti, nonché il regolare pagamento delle tariffe previste. CDC 200 Raccolta e vaglio delle richieste e successiva concessione verifica del servizio di guardiania x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x x VALORE ATTESO (data/numero /on-off) MONIT MONIT MONIT Numero concessioni sale PESO (la somma dei pesi deve fare 100% sull'obiettivo) Pagina 3

32 PERSONALE IMPEGATO NELL'OBIETTIVO CAT. E % IMPIEGO NATALE Roberto X X X X X X X X X X X X DIR 2,5 % DAL PONT Martina X X X X X X X X X X X X D3 2,5 % DAL MAS Valentina X X X X X X X X X X X X D1 10 % BONGINI Isabella X X X X X X X X X X X X D2 5% DE MARCH Daniele X X X X X X X X X X X X C1 20% FENTI Carla X X X X X X X X X X X X B2 20% GASPARINI Angela X X X X X X X X X X X X B2 20% PAULETTI Roberto X X X X X X X X X X X X B1 20% CACCURI Patrizia X X X X X X X X X X X X C1 30% PAPARELLA Bianca X X X X X X X X X X X X C1 30% CATTARUZZA Antonella X X X X X X X X X X X X B6 10% LEVIS Mara X X B6 10% COSSALTER Catia X X X X X X X X X X X X B6 10% NALDO Silvana X X X X X X X X B6 10% ZANELLA Grazia Maria X X X X X X X X X X X X C4 10% Pagina 4

33 PROGRAMMA RPP PROGRAMMA 3 DIREZIONE GENERALE PESO VERTICALE FINALITA' da conseguire RPP DIRIGENTE RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO TITOLO OBIETTIVO PEG Miglioramento processi di pianificazione e strumenti per il controllo strategico, di regolarità amministrativa e contabile, controllo di gestione e di qualità, controllo sulle società partecipate Dott. Roberto Natale Dott. Roberto Natale Dal Pont Martina Direzione Generale collaborazione con Settore Patrimonio per partecipazione a gruppo di lavoro in materia di espropri delle finalità deve fare 100% sul programma degli obiettivi deve fare 100% sulle finalità DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG partecipazione a gruppo di lavoro istituito presso il Settore Patrimonio per l'attività inerente le procedure di espropri, on svolgimento delle istruttorie e predisposizione degli atti conseguenti. CDC 200 programmazione attività X X X partecipazione all'istruttoria dei procedimenti X X X X X X X X X X X redazione atti necessari e conseguenti X X X X X X X X X VALORE ATTESO (data/numero/ on-off) MONIT MONIT MONIT numero ore dedicate PESO (la somma dei pesi deve fare 100% sull'obiettivo) Pagina 5

34 PERSONALE IMPIEGATO NELL'OBIETTIVO CAT. E % IMPIEGO NATALE Roberto X X X X X X X X X X X X DIR 2,5% DAL PONT Martina X X X X X X X X X X X X D3 2,5% ZUCCOLOTTO Mariangela X X X X X X X X X X X X D 70% Pagina 6

35 PROGRAMMA RPP PROGRAMMA 3 DIREZIONE GENERALE PESO VERTICALE FINALITA' da conseguire RPP DIRIGENTE RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO TITOLO OBIETTIVO PEG DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG Assicurare il funzionamento degli organi e la necessaria assistenza tecnica alla loro azione nonché un qualificato ruolo di rappresentanza dell Ente, curando le relazioni e la comunicazione pubblica Dott. Roberto Natale Direzione Generale Controllo degli accessi della Provincia mediante identificazione e registrazione dell'utenza Al fine di fornire all'utenza esterna una corretta e cordiale accoglienza alla portineria di accesso e affinchè la stessa sia funzionale sia alle aspettative e richieste del cittadino, sia all'esigenze di ordine e sicurezza degli uffici e del personale dipendente,sarà attivatà una modalità di controllo e registrazione degli utenti esterni, con l'identificazione mediante documento e registrazione su apposito registro; tutto ciò in collaborazione con l'urp nonchè con gli uffici di competenza che saranno contattati al momento dell'accesso dell'utenza al fine di assicurare la soddisfazione dell'utenza. Sarà inoltre sperimentato il nuvo sistema relativo agli accessi ai parcheggi se attivato.a fine anno sarà effettuato il monitoraggio finale degli accessi e della fruizione dei servizi e uffici. delle finalità deve fare 100% sul programma 19,5 40 degli obiettivi deve fare 100% sulle finalità CDC 200 Predisposizione registri e circolare X X comunicazione e istruzione alla struttura X attività di accoglienza informata, anche nel nuovo sistema di accessi, se attivato X X X X X X X X primo monitoraggio X relazione finale monitoraggio x VALORE ATTESO (data/numero /on-off) MONIT MONIT MONIT Redazione circolare e registro 30/05/13 10 primo monitoraggio 30/09/13 40 PESO (la somma dei pesi deve fare 100% sull'obiettivo) Pagina 7

36 Relazione finale 31/12/13 50 PERSONALE IMPEGATO NELL'OBIETTIVO CAT. E % IMPIEGO NATALE Roberto X X X X X X X X X X X X DIR 2,5% DAL PONT Martina X X X X X X X X X X X X D3 5% BONGINI Isabella X X X X X X X X X X X X D2 5% DE CANDIDO Rino X X X X X X X X X X X X B1 100% DE MARCH Daniele X X X X X X X X X X X X C1 80% D'INCA' Novia X X X X X X X X X X X X D1 10% FENTI Carla X X X X X X X X X X X X B2 80% GASPARINI Angela X X X X X X X X X X X X B2 80% PAULETTI Roberto X X X X X X X X X X X X B1 80% Pagina 8

37 PROGRAMMA RPP PROGRAMMA 3 DIREZIONE GENERALE PESO VERTICALE FINALITA' da conseguire RPP DIRIGENTE RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO TITOLO OBIETTIVO PEG DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG Miglioramento processi di pianificazione e strumenti per il controllo strategico, di regolarità amministrativa e contabile, controllo di gestione e di qualità, controllo sulle società partecipate Dott. Roberto Natale Dott. Roberto Natale Dal Pont Martina Direzione Generale attivazione delle procedure per la redazione, registrazione e trascrizione dei contratti in formato digitale, in attuazione della normativa vigente attivazione delle procedure per la redazione, registrazione e trascrizione dei contratti in formato digitale, in attuazione della normativa vigente; mediante la partecipazione a corso di formazione, approfondimento della disciplina e delle procedure informatiche con le attivazione dei necessari Ide password CDC 200 La somma dei pesi delle finalità deve fare 100% sul 26 programma La somma dei pesi degli obiettivi deve fare 100% 20 sulle finalità studio della nuova discilpina e formazione X avvio delle nuove procedure X X X X X X X X X VALORE ATTESO (data/nume ro/on-off) MONIT MONIT MONIT PESO (la somma dei pesi deve fare 100% sull'obiettivo) redazione primo contratto in formato digitale 30/05/13 30 numero contratti digitali? 70 PERSONALE IMPIEGATO NELL'OBIETTIVO CAT. E % IMPIEGO Pagina 9

38 NATALE Roberto X X X X X X X X X X X X DIR 5 % DAL PONT Martina X X X X X X X X X X X X D3 2,5 % TROIAN Gianni X X X X X X X X X X X X D3 40% ZUCCOLOTTO Mariangela X X X X X X X X X X X X D2 10% CATTARUZZA Antonella X X X X X X X X X X X X B6 10% LEVIS Mara X X B6 10% COSSALTER Catia X X X X X X X X X X X X B6 10% NALDO Silvana X X X X X X X X B6 10% ZANELLA Grazia Maria X X X X X X X X X X X X C4 10% Pagina 10

39 PROGRAMMA RPP PROGRAMMA 3 DIREZIONE GENERALE PESO VERTICALE FINALITA' da conseguire RPP DIRIGENTE RESPONSABILE DELL'OBIETTIVO TITOLO OBIETTIVO PEG DESCRIZIONE ESTESA DELL'OBIETTIVO PEG Miglioramento processi di pianificazione e strumenti per il controllo strategico, di regolarità amministrativa e contabile, controllo di gestione e di qualità, controllo sulle società partecipate Dott. Roberto Natale Dott. Roberto Natale Dal Pont Martina Direzione Generale partecipazione a gruppo di lavoro in collaborazione con il settore cultura in materia di affidamento e aggiudicazione contratti. partecipazione a gruppo di lavoro istituito presso il Servizio cultura che si occuperà delle procedure giuridico- amministrative per l'affidamento e aggiudicazione dei contratti di acquisizione di lavori, forniture e servizi concernenti beni culturali, paesaggistici, storico artistici. La somma dei pesi delle finalità deve fare 100% sul 26 programma La somma dei pesi degli obiettivi deve fare 100% 20 sulle finalità CDC 200 programmazione attività e incontri X partecipazione all'istruttoria dei procedimenti X X X X X X X X X redazione atti necessari e conseguenti X X X X X X X X VALORE ATTESO (data/nume ro/on-off) MONIT MONIT MONIT PESO (la somma dei pesi deve fare 100% sull'obiettivo) prima riunione gruppo di lavoro 30/05/13 30 numero ore dedicate Pagina 11

Centro di costo: 1. Servizi Informatici Telematici e SIT

Centro di costo: 1. Servizi Informatici Telematici e SIT : DOTT. EMANUELE TONELLI Centro di costo: 1. Servizi Informatici Telematici e SIT ANNO 2014 VERIFICA DI FINE ANNO SETTORE: SISTEMI INFORMATIVI : Dott. Tonelli Emanuele Centro di Costo: Servizi Informatici

Dettagli

Comune di Bassano del Grappa

Comune di Bassano del Grappa Comune di Bassano del Grappa DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Registro Unico 1247 / 2014 Area Staff OGGETTO: ACQUISIZIONE SERVIZIO AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO DEL SOFTWARE APPLICATIVO PER LA GESTIONE ECONOMICA

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Triennio 2013 2015 1 Indice Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Articolo 4. Articolo 5. Articolo 6. Articolo 7. Oggetto e Finalità Organizzazione e

Dettagli

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia Programma triennale per la trasparenza e l integrità (Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013) Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. del PREMESSA

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015-2016 INDICE

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015-2016 INDICE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015-2016 INDICE PREMESSA 1. Organizzazione e funzioni dell amministrazione 2. Obiettivi strategici in materia di trasparenza e integrità

Dettagli

CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI

CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI Centro di costo: 1. Servizi Informatici Telematici e SIT SETTORE: SISTEMI INFORMATIVI RESPONSABILE: Dott. Tonelli Emanuele Centro di Costo: Servizi Informatici

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER L ORGANIZZAZIONE, GLI AFFARI GENERALI, L INNOVAZIONE, IL BILANCIO ED IL PERSONALE

DIREZIONE GENERALE PER L ORGANIZZAZIONE, GLI AFFARI GENERALI, L INNOVAZIONE, IL BILANCIO ED IL PERSONALE DIREZIONE GENERALE PER L ORGANIZZAZIONE, GLI AFFARI GENERALI, L INNOVAZIONE, IL BILANCIO ED IL PERSONALE RELAZIONE SEMESTRALE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE 2014-2016 PER LA TRASPARENZA

Dettagli

Programma per la Trasparenza e l Integrità 2015-2016

Programma per la Trasparenza e l Integrità 2015-2016 Programma per la Trasparenza e l Integrità 2015-2016 Pag. 1 a 10 Sommario 1 Premessa...3 2 Programma per la Trasparenza e l Integrità...3 2.1 Il principio della Trasparenza e la politica per la Trasparenza...3

Dettagli

All.A) alla deliberazione della Giunta Esecutiva nr. 134 del 12/12/2011

All.A) alla deliberazione della Giunta Esecutiva nr. 134 del 12/12/2011 All.A) alla deliberazione della Giunta Esecutiva nr. 134 del 12/12/2011 Programma triennale per la legalità e la trasparenza (2011-2013) (redatto ai sensi dell art. 11, comma 2, D. lgs. n. 150/2009 sulla

Dettagli

C O M U N E D I V I C E N Z A

C O M U N E D I V I C E N Z A C O M U N E D I V I C E N Z A / 2014 DETERMINA N. 1652 DEL 17/11/2014 INCARICATO ALLA REDAZIONE: Pianalto Patrizia RESPONSABILE DEL SERVIZIO: Missagia Marcello DA INSERIRE NELL ELENCO CONSULENTI E COLLABORATORI

Dettagli

IL SEGRETARIO GENERALE ai sensi del D.lgs. 30/03/2001 n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni

IL SEGRETARIO GENERALE ai sensi del D.lgs. 30/03/2001 n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni Determinazione dirigenziale n. 1 del 07/01/2013 Oggetto : Servizio di supporto alle attività di digitalizzazione dei flussi documentali dell'albo Gestori Ambientali. Affidamento all'unioncamere Molise

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2015 1. PREMESSA Il principio della trasparenza, inteso come accessibilità totale a tutti gli aspetti dell organizzazione, è un elemento essenziale

Dettagli

Programma triennale. per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) di ACAM ACQUE S.p.A.

Programma triennale. per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) di ACAM ACQUE S.p.A. Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) di ACAM ACQUE S.p.A. 2015 2017 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Adottato in data n. 28/09/2015 con determinazione dell Amministratore

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 Le modifiche normative intervenute, nell ambito dell ampio programma di riforma della Pubblica Amministrazione, impongono agli Enti Locali

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Art.1 Oggetto Il programma triennale per la trasparenza e l integrità, in attuazione dell art.11 comma 7 del d.lgs. 150/09 ha come oggetto la definizione

Dettagli

Centri di costo: 1. Ufficio Associato del Personale

Centri di costo: 1. Ufficio Associato del Personale : DOTT. ALBERTO DI BELLA Centri di costo: 1. Ufficio Associato del Personale ANNO 2015 SETTORE: PERSONALE ASSOCIATO : Dott. Alberto Di Bella CENTRO DI COSTO: Ufficio associato del personale OBIETTIVI PERMANENTI

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Anni 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Anni 2011-2013 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA Anni 2011-2013 (approvato con deliberazione di giunta provinciale n. 440 del 22/11/2011) 1 SOMMARIO ART. 1- PRINCIPI 3 ART.

Dettagli

SCHEMA DI FUNZIONAMENTO DEL PROCESSO E DEGLI STRUMENTI DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE NEL COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO

SCHEMA DI FUNZIONAMENTO DEL PROCESSO E DEGLI STRUMENTI DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE NEL COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Allegato SCHEMA DI FUNZIONAMENTO DEL PROCESSO E DEGLI STRUMENTI DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE NEL COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO a) Ciclo della performance Il sistema di misurazione e

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Anni 2013 2015

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Anni 2013 2015 PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Anni 2013 2015 1 - Finalità del Piano L articolo 11, comma 1, del decreto legislativo n.150 del 2009 definisce la trasparenza come accessibilità totale, anche

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO (Provincia di Livorno) www.comune.rosignano.livorno.it BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 ALLEGATO N. 15: Piano triennale 2015/2017 per la razionalizzazione dell utilizzo delle

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO DETERMINAZIONE NR. 48 DEL 28.3.2013 OGGETTO: Appalto servizio pulizie Sedi Comunali 2013/2014. Determinazione a contrarre ai sensi dell

Dettagli

Stato di attuazione del Programma triennale della Trasparenza e dell Integrità (2012-2014)

Stato di attuazione del Programma triennale della Trasparenza e dell Integrità (2012-2014) Provincia di Torino Stato di attuazione del Programma triennale della Trasparenza e dell Integrità (2012-2014) Approvato con D.G.C. n. 161 del 1 luglio 2013 Stato di attuazione del Programma della Trasparenza

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Comunicazione Prefettura ex art. 135 D.Lgs. 267/2000 COPIA WEB Deliberazione N. 72 in data 17/06/2014 Prot. N. 8757 COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di Deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CONTROLLI INTERNI I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 85 PROVINCIA DI PADOVA

REGOLAMENTO DEI CONTROLLI INTERNI I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 85 PROVINCIA DI PADOVA I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 85 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con D.C.P. del 14.3.2013 n. 6 reg. e modificato con D.C.P. del 28.4.2014 n. 22 reg. INDICE Art. 1 Art. 2

Dettagli

Approvato con delibera A.G. n. 9 del 28/10/2013

Approvato con delibera A.G. n. 9 del 28/10/2013 MODIFICA REGOLAMENTO SULLE MODALITA DI ESERCIZIO DEL CONTROLLO ANALOGO SULLA SOCIETA IN HOUSE PROVIDING. Approvato con delibera A.G. n. 9 del 28/10/2013 Sommario Sommario... 2 Art. 1 - Istituzione del

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA Regolamento provinciale per la disciplina degli strumenti e delle metodologie per i controlli interni, ai sensi dell art. 3, comma 2, del d.l. 174/2012, convertito

Dettagli

Comune di Viagrande (Provincia di Catania) SITO INTERNET ISTITUZIONALE

Comune di Viagrande (Provincia di Catania) SITO INTERNET ISTITUZIONALE Comune di Viagrande (Provincia di Catania) REGOLAMENTO SITO INTERNET ISTITUZIONALE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 2 del 28/01/2010 INDICE Art. 1 Scopo ed oggetto Art. 2 - Principi

Dettagli

CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DEL PERSONALE

CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DEL PERSONALE CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DEL PERSONALE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 Principi generali...3 Art. 2 Regole generali di condotta per le procedure

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

SCHEDA PEG 2014 SERVIZIO FINANZIARIO RIFERIMENTO RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2014/2016 DESCRIZIONE PROGRAMMA R.P.P.

SCHEDA PEG 2014 SERVIZIO FINANZIARIO RIFERIMENTO RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2014/2016 DESCRIZIONE PROGRAMMA R.P.P. SCHEDA PEG 2014 SERVIZIO FINANZIARIO RIFERIMENTO RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2014/2016 DESCRIZIONE PROGRAMMA R.P.P. Programma n. 3 RISORSE UMANE E FINANZIARIE della Relazione Previsionale e

Dettagli

PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2010-2012

PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2010-2012 PROVINCIA DI LECCE SERVIZIO INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2010-2012 INDICE 1. PREMESSA 2. STRUMENTI 3. INDIVIDUAZIONE DATI DA PUBBLICARE 4. INDIVIDUAZIONE

Dettagli

Comune di Prato PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE CONSUNTIVO 2009

Comune di Prato PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE CONSUNTIVO 2009 2009-DH00 FINANZIAMENTI Ghizzardi Francesca GESTIONE ORDINARIA DEL SERVIZIO Tipo di Obiettivo ORDINARIO Le funzioni del servizio sono: - GESTIONE DELLA SPESA IN PARTE CORRENTE: l'attività gestionale comprende

Dettagli

CITTA METROPOLITANA DI NAPOLI AREA AVVOCATURA Direzione Patrocinio innanzi alle Giurisdizioni Superiori Consulenze e pareri dell Ente

CITTA METROPOLITANA DI NAPOLI AREA AVVOCATURA Direzione Patrocinio innanzi alle Giurisdizioni Superiori Consulenze e pareri dell Ente Progressivo determinazioni n. 383 DETERMINAZIONE N. DEL Oggetto: N. 1 casella di posta elettronica certificata a favore del personale togato in servizio presso l Avvocatura. Aggiudicazione del servizio,

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE. n. 24 del 22/07/2010 IL DIRETTORE

DECRETO DEL DIRETTORE. n. 24 del 22/07/2010 IL DIRETTORE DECRETO DEL DIRETTORE n. 24 del 22/07/2010 Oggetto: Adozione progetto di telelavoro ed assegnazione di una postazione. IL DIRETTORE Vista la legge regionale 24 febbraio 2005, n. 40 (Disciplina del servizio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DI PERSONALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DI PERSONALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DI PERSONALE Brindisi Multiservizi S.r.l. Pagina 1 INDICE Introduzione... 3 1 - Principi generali... 3 2 - Regole generali

Dettagli

ONLINE l'integrità d.lgs. 33/2013) Riferimenti normativi su organizzazione e attività. Atti amministrativi generali

ONLINE l'integrità d.lgs. 33/2013) Riferimenti normativi su organizzazione e attività. Atti amministrativi generali Disposizioni generali SEZIONE "AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE" - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE - PIANIFICAZIONE Macrofamiglie Tipologie di dati Riferimento normativo Denominazione del singolo obbligo

Dettagli

Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011

Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011 Allegato A2 alla deliberazione della GIUNTA COMUNALE n. 50 del 15 marzo 2011 Dott.ssa Paola BULFON SEGRETARIO COMUNALE TITOLARE DELLA POSIZIONE ORGANIZZATIVA ECONOMICO - FINANZIARIA RESPONSABILE DEI SERVIZI

Dettagli

Piano per il miglioramento del Parco Naturale Adamello Brenta per il periodo 2013-2015. Strembo, 29 luglio 2013

Piano per il miglioramento del Parco Naturale Adamello Brenta per il periodo 2013-2015. Strembo, 29 luglio 2013 Piano per il miglioramento del Parco Naturale Adamello Brenta per il periodo 2013-2015 Strembo, 29 luglio 2013 Indice Riorganizzazione del Parco Naturale Adamello Brenta pag. 3 Semplificazione amministrativa

Dettagli

Servizi di staff Personale Uffici Personale Competenze esemplificative di procedimento

Servizi di staff Personale Uffici Personale Competenze esemplificative di procedimento Amministrazione trasparente art. 13, comma 1, lett. b) D.Lgs. n. 33/2013 Articolazione degli uffici, competenze e risorse a disposizione di ciascun ufficio La struttura organizzativa degli Uffici dell

Dettagli

Unione di Comuni Unione dei Miracoli Sede di Casalbordino (CH) Piazza Umberto I Codice fiscale 02385890690 - tel. 0873/92191 - fax 0873/9219233

Unione di Comuni Unione dei Miracoli Sede di Casalbordino (CH) Piazza Umberto I Codice fiscale 02385890690 - tel. 0873/92191 - fax 0873/9219233 Unione di Comuni Unione dei Miracoli Sede di Casalbordino (CH) Piazza Umberto I Codice fiscale 02385890690 - tel. 0873/92191 - fax 0873/9219233 CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO CENTRALE

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2015 2017 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Adottato in data 29.01.2015 con Deliberazione di Consiglio Direttivo n.03 Pubblicato

Dettagli

COMUNE DI SAN MICHELE SALENTINO Provincia di Brindisi

COMUNE DI SAN MICHELE SALENTINO Provincia di Brindisi Copia Reg. Gen. n. 479 del 11/11/2015 Reg. n.243 del 11/11/2015 COMUNE DI SAN MICHELE SALENTINO Provincia di Brindisi DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE SETTORE AFFARI GENERALI SERVIZIO RISORSE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA COMUNE DI VERTOVA Provincia di Bergamo Via Roma, 12 - Tel. Uffici Amm.vi 035 711562 Ufficio Tecnico 035 712528 Fax 035 720496 P. IVA 00238520167 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE

DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO P.O. PROGRAMMAZIONE E BILANCIO E responsabile della formazione del bilancio di previsione annuale e pluriennale e della predisposizione relativi

Dettagli

Co m u n e d i S a n V i t o Provincia di Cagliari

Co m u n e d i S a n V i t o Provincia di Cagliari Co m u n e d i S a n V i t o Provincia di Cagliari IL SEGRETARIO COMUNALE Prot. n. 1575 San Vito 03/02/2014 Ai Responsabili di Servizio e p.c. Al Sindaco Agli Assessori SEDE OGGETTO: direttiva n. 2/2014:

Dettagli

CONTENUTO DELLA FUNZIONE

CONTENUTO DELLA FUNZIONE RISORSE UMANE FUNZIONE CONTENUTO DELLA FUNZIONE - Predisposizione e gestione del Bilancio e coordinamento centri elementari di costo - Aggiornamento banca dati del personale dei centri elementari di costo

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 INDICE 1. Introduzione... pag. 2 1.1 Trasparenza... pag. 2 1.2 Integrità... pag. 2 1.3 Obiettivi... pag. 2 2. Individuazione dei dati da pubblicare...

Dettagli

COMUNE DI RIO SALICETO Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI RIO SALICETO Provincia di Reggio Emilia Allegato A Del. di Giunta comunale n. 69 del 30 luglio 2014 COMUNE DI RIO SALICETO Provincia di Reggio Emilia PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014 2016 (art. 10 del D. Lgs. 14 marzo

Dettagli

LA GIUNTA MUNICIPALE

LA GIUNTA MUNICIPALE DG 84.2012 OGGETTO: PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2012-2014 LA GIUNTA MUNICIPALE PREMESSO che l art. 11 c. 1 del D.Lgs n. 150/2009 definisce la trasparenza come: accessibilità

Dettagli

Avviso pubblico di selezione IL DIRETTORE GENERALE DELL AGENZIA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI RENDE NOTA

Avviso pubblico di selezione IL DIRETTORE GENERALE DELL AGENZIA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI RENDE NOTA Avviso pubblico di selezione IL DIRETTORE GENERALE DELL AGENZIA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI RENDE NOTA l indizione di una procedura di selezione ad evidenza pubblica (di seguito la "Procedura") per il

Dettagli

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE AZIONI PREVISTE NEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA DEL COMUNE DI INVERIGO

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE AZIONI PREVISTE NEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA DEL COMUNE DI INVERIGO COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE AZIONI PREVISTE NEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA DEL COMUNE DI INVERIGO 1 Adozione programma triennale per la

Dettagli

COMUNE DI CASTELFIDARDO Provincia di Ancona

COMUNE DI CASTELFIDARDO Provincia di Ancona COMUNE DI CASTELFIDARDO Provincia di Ancona Tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Relazione tecnica sulle misure organizzative da adottare in attuazione dell articolo 9 del decreto

Dettagli

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 5: SERVIZI DELL AREA DA RISORSE UMANE. di GESTIONE 2012

PIANO ESECUTIVO. Obiettivi e dotazioni. Volume 5: SERVIZI DELL AREA DA RISORSE UMANE. di GESTIONE 2012 PIANO ESECUTIVO di GESTIONE 2012 Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 550-25679 del 28/06/2012 Obiettivi e dotazioni Volume 5: SERVIZI DELL AREA DA RISORSE UMANE Piano esecutivo di

Dettagli

Il Processo Tributario Telematico

Il Processo Tributario Telematico IL PROCESSO TRIBUTARIO Il Processo Tributario Telematico dopo la pubblicazione del Decreto 23 dicembre 2013 n.163 RELATORE: Aurelio Parente Componente Gruppo di lavoro per il processo tributario telematico

Dettagli

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO COMUNE DI TRECASE Provincia di Napoli MISURE FINALIZZATE ALLA DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO PIANO TRIENNALE 2014/2016 La legge 24 dicembre 2007, n. 244 avente

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità

Programma triennale per la trasparenza e l integrità Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale G. Falcone e P. Borsellino Via G. Giolitti, 11 20022 Castano Primo (MI) Tel. 0331 880344 fax 0331 877311 C.M. MIIC837002

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Codifica adempimenti L.R. 15/08 (trasparenza) Ufficio istruttore Direzione Amministrativa Tipo materia Attività negoziale Misura/Azione No Privacy No Pubblicazione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015 (articolo 11, comma 2 del D.lgs. 27/10/2009, n. 150)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015 (articolo 11, comma 2 del D.lgs. 27/10/2009, n. 150) COMUNE DI CAROVIGNO ( P r o v. d i B r i n d i s i ) Via Verdi,1-72012 Carovigno (Br) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015 (articolo 11, comma 2 del D.lgs. 27/10/2009, n. 150)

Dettagli

PROVINCIA DI BARLETTA-ANDRIA-TRANI REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

PROVINCIA DI BARLETTA-ANDRIA-TRANI REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI PROVINCIA DI BARLETTA-ANDRIA-TRANI REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 3 del 11 Marzo 2013 Sommario TITOLO I PRINCIPI E FINALITÀ...1 ART. 1 (Finalità)...1

Dettagli

C O M U N E D I M I R A Provincia di Venezia

C O M U N E D I M I R A Provincia di Venezia ORIGINALE C O M U N E D I M I R A Provincia di Venezia Risorse umane, Formative, Informative e Culturali\\Informatica DETERMINAZIONE DI IMPEGNO N 967 Del 24/05/2013 Oggetto: Prosecuzione fornitura di linea

Dettagli

Programma per la Trasparenza e l Integrità 2014-2016

Programma per la Trasparenza e l Integrità 2014-2016 Programma per la Trasparenza e l Integrità 2014-2016 Documento Trasparenza: Codice di raggruppamento: Oggetto della modifica: TR.PRO.TRA TR.PRO.TRA Approvazione: Delegato Piero Buoncristiano Emissione:

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 551 DEL 28/03/2014

DETERMINAZIONE N. 551 DEL 28/03/2014 Ufficio proponente Segreteria LL.PP. DETERMINAZIONE N. 551 DEL 28/03/2014 IL DIRIGENTE adotta la seguente determinazione avente per oggetto: ACQUISIZIONE DI UN SISTEMA INTEGRATO SOFTWARE E HARDWARE PER

Dettagli

AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013

AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013 AGENZIA PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013 (Articolo 11 del decreto legislativo n. 150/2009) INDICE 1. Introduzione pag. 3 2. Selezione dei

Dettagli

AZIENDA SPECIALE PALAEXPO CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE. Febbraio 2007

AZIENDA SPECIALE PALAEXPO CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE. Febbraio 2007 AZIENDA SPECIALE PALAEXPO CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE Febbraio 2007 SOMMARIO INTRODUZIONE...3 1. PRINCIPI GENERALI...3 2. REGOLE GENERALI DI

Dettagli

Comune di Nogarole Vicentino

Comune di Nogarole Vicentino Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 Introduzione: organizzazione e funzioni

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Triennio (2015-2017)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Triennio (2015-2017) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Triennio (2015-2017) Allegato 1 al Piano triennale di Premessa In attuazione della delega contenuta nella Legge 6 novembre 2012, n. 190 ( Disposizioni

Dettagli

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 1092 del 23/06/2014 SETTORE SERVIZI AI CITTADINI n. 317 ESECUTIVA Oggetto: DETERMINA A CONTRARRE PER L'ACQUISIZIONE DEI SERVIZI ASSISTENZIALI

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE. n. 04 del 30/01/2012 IL DIRETTORE

DECRETO DEL DIRETTORE. n. 04 del 30/01/2012 IL DIRETTORE DECRETO DEL DIRETTORE n. 04 del 30/01/2012 Oggetto: Adozione progetto di telelavoro ed assegnazione di una postazione. Dipendente Valeria Di Fabrizio. IL DIRETTORE Vista la legge regionale 24 febbraio

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013 Adottato con deliberazione del Commissario Straordinario n. 14 in data 09 maggio 2011 1 1. OGGETTO E OBIETTIVI La trasparenza consiste nella

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA 2015-2017 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA 2015-2017 (deliberato dal C. di A. nella seduta del 19 giugno 2015) 1 1 - Introduzione e normativa di riferimento Il Programma triennale per la trasparenza e l integrità

Dettagli

COMUNE DI SASSARI. Piano dettagliato degli obiettivi 2010. Obiettivo n. 1. 3 Organizzazione e Gestione Risorse Umane Dott.

COMUNE DI SASSARI. Piano dettagliato degli obiettivi 2010. Obiettivo n. 1. 3 Organizzazione e Gestione Risorse Umane Dott. Obiettivo n. 1 Centro di Responsabilità Dirigente responsabile 3 Organizzazione e Gestione Risorse Umane Dott. Mario Mura Obiettivo n. Denominazione obiettivo 1 ATTIVITÀ ORDINARIA DEL SETTORE Descrizione

Dettagli

PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO IL COMMISSARIO STRAORDINARIO copia Deliberazione N. 079 C I T T À DI T R E C A T E PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO OGGETTO: PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' DEL COMUNE

Dettagli

(PROVINCIA DI CATANIA)

(PROVINCIA DI CATANIA) (PROVINCIA DI CATANIA) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012 2014 1. OGGETTO E OBIETTIVI La trasparenza consiste nella accessibilità delle informazioni sulla organizzazione, degli

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2013-2015)

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2013-2015) Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2013-2015) Premessa Il Programma Triennale per la Trasparenza e l integrità dell azienda è redatto in ottemperanza alle seguenti fonti normative: D.Lgs

Dettagli

CARLO. Govone ... ... ...

CARLO. Govone ... ... ... PIA CASAA SAN CARLO Govone............................ Pia Casa San Carlo I.P.A.B. Via Boetti 1 12040 GOVONE - CN Tel. e Fax. 017358148 P.I.00992290049 C.F.81000950048 1 PREMESSA Il presente Programma

Dettagli

OBBLIGHI DI TRASPARENZA 2015-2017

OBBLIGHI DI TRASPARENZA 2015-2017 OBBLIGHI DI TRASPARENZA 2015-2017 Allegato A Al Programma Triennale per la 2015-2017 Di seguito i dati oggetto di pubblicazione, ai sensi di quanto previsto dalla normativa sulla di cui al 33 del 2013.

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO. DI TRENITALIA S.p.A. Sintesi

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO. DI TRENITALIA S.p.A. Sintesi MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO DI TRENITALIA S.p.A. Sintesi Luglio 2014 Il Consiglio di Amministrazione di Trenitalia S.p.A. ha approvato con delibera del 23 febbraio 2005 il Modello di

Dettagli

Servizio Bilancio e Controllo di Gestione

Servizio Bilancio e Controllo di Gestione Servizio Bilancio e Controllo di Gestione Responsabile settore: Mara Fabbiani Telefono: 0522 610 214 e mail: m.fabbiani@comune.castelnovo-nemoti.re.it Dotazione organica Loretta Marciani Rossella Tognetti

Dettagli

DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO

DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Sintesi delle funzioni attribuite DIREZIONE UNITA` ORGANIZZATIVA con fondi della Legge Speciale per Venezia, sovrintende all erogazione dei contributi per il recupero

Dettagli

Circolare Informativa n 21/2013

Circolare Informativa n 21/2013 Circolare Informativa n 21/2013 DURC negativo ed intervento sostitutivo della stazione appaltante e-mail: info@cafassoefigli.it - www.cafassoefigli.it Pagina 1 di 6 INDICE Premessa pag.3 1) Intervento

Dettagli

Convenzione per la formazione e certificazione Avvocato telematico Ordine di Roma

Convenzione per la formazione e certificazione Avvocato telematico Ordine di Roma Convenzione per la formazione e certificazione Avvocato telematico Ordine di Roma Carenza del personale presso gli uffici giudiziari e la diffusione degli invii telematici con il PCT La cronica carenza

Dettagli

Codice di Corporate Governance

Codice di Corporate Governance Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 1 del 3 maggio 200 Indice 1 Introduzione 2 Organizzazione della Società 2.1 Assemblea dei Soci 2.2 Consiglio di Amministrazione 2.3 Presidente

Dettagli

Piano Anticorruzione It.City S.p.A.

Piano Anticorruzione It.City S.p.A. Piano Anticorruzione It.City S.p.A. 2014 2016 Indice Premessa... 2 Organizzazione... 4 Referenti... 5 Compiti operativi dei Referenti... 7 Aree di rischio... 8 I Controlli... 9 La Trasparenza... 10 Codice

Dettagli

GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO

GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO Oggetto della fornitura: FORNITURA DI SOFTWARE, FORMAZIONE ED ASSISTENZA PER LA GESTIONE DEI SERVIZI

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA SELEZIONE DIRIGENTE AREA ORGANIZZAZIONE E RISORSE FINANZIARIE

COMUNE DI SENIGALLIA SELEZIONE DIRIGENTE AREA ORGANIZZAZIONE E RISORSE FINANZIARIE COMUNE DI SENIGALLIA Provincia di Ancona SELEZIONE DIRIGENTE AREA ORGANIZZAZIONE E RISORSE FINANZIARIE PROCEDURA COMPARATIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO DI DIRIGENTE

Dettagli

RELAZIONE RELATIVA ALL ANALISI E REVISIONE DELLE PROCEDURE DI SPESA (ai sensi dell articolo 9 del D.L. 78/2009 convertito in L.

RELAZIONE RELATIVA ALL ANALISI E REVISIONE DELLE PROCEDURE DI SPESA (ai sensi dell articolo 9 del D.L. 78/2009 convertito in L. RELAZIONE RELATIVA ALL ANALISI E REVISIONE DELLE PROCEDURE DI SPESA (ai sensi dell articolo 9 del D.L. 78/2009 convertito in L. 102/2009) L art. 9, comma 1, lettera a), del D.L. 78/2009, convertito con

Dettagli

COMUNE di PORTOGRUARO - PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011

COMUNE di PORTOGRUARO - PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011 SEZIONE A Sistema informativo comunale, rete e sicurezza Nell ambito del sistema informativo, degli applicativi in uso, della rete e del sistema di sicurezza va mantenuta e migliorata l efficienza intervenendo

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015 1 COMUNE DI MONIGA DEL GARDA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015 PREMESSA 2 COMUNE DI MONIGA DEL GARDA Il Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n.33 ha riordinato la disciplina

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011. Parte II: obiettivi e dotazioni. Volume 1: SERVIZI NON COMPRESI NELLE AREE

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011. Parte II: obiettivi e dotazioni. Volume 1: SERVIZI NON COMPRESI NELLE AREE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011 Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 51-1793/11 del 01/02/2011 Parte II: obiettivi e dotazioni Volume 1: SERVIZI NON COMPRESI NELLE AREE Provincia di

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Indice: Premessa 1. I dati da pubblicare sul sito istituzionale del comune 2. Il processo di pubblicazione dei dati 3. Le iniziative per l integrità

Dettagli

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD. Codice identificativo 932005. PROPONENTE Comunicazione - Serv. Informativi - Sp.

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD. Codice identificativo 932005. PROPONENTE Comunicazione - Serv. Informativi - Sp. COMUNE DI PISA TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-2 / 963 del 9/09/203 Codice identificativo 93200 PROPONENTE Comunicazione - Serv. Informativi - Sp. Cittadino ACQUISTO PERSONAL COMPUTER

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Pianificazione Territoriale e Difesa del Suolo. Servizio Risorse Informatiche e SIT

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Pianificazione Territoriale e Difesa del Suolo. Servizio Risorse Informatiche e SIT Registro generale n. 1606 del 2011 Determina con Impegno DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Pianificazione Territoriale e Difesa del Suolo Servizio Risorse Informatiche e SIT Oggetto Servizio

Dettagli

1. Premessa. - gli obiettivi che l ente si pone per dare piena attuazione al principio di trasparenza;

1. Premessa. - gli obiettivi che l ente si pone per dare piena attuazione al principio di trasparenza; 1. Premessa Il Parco Valle Lambro dimostra la propria piena partecipazione al processo di attivazione delle buone prassi di trasparenza ed etica con l adozione del presente piano, intitolato Programma

Dettagli

L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA. Bologna, 01 luglio 2014

L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA. Bologna, 01 luglio 2014 L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA Il Percorso intrapreso dalla Regione Emilia-Romagna Grazia Cesari Evento organizzato in collaborazione con

Dettagli

Comune di Ragalna ( Prov. di Catania )

Comune di Ragalna ( Prov. di Catania ) Comune di Ragalna ( Prov. di Catania ) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA (Ai sensi dell art.11 comma 2 del D.Lgs.vo 27/10/2009 n.150) Il presente documento si pone l obiettivo di fornire

Dettagli

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita istituto d'istruzione superiore liceo classico e scientifico v. julia ACRI (CS) PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita Anni 2014-2016 Deliberato dal Consiglio d Istituto in data 04/06/2014

Dettagli

CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE

CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2015 2016 2017 1 allegato a) deliberazione del Consiglio di Amministrazione. n. /2015 PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze,

di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze, VISTA la Legge 8 luglio 1986, n. 349 e s.m.i., Istituzione del Ministero dell Ambiente e norme in materia di danno ambientale ; VISTA la Legge

Dettagli