COMUNE DI ORVIETO (Provincia di Terni) BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DEL COMPLESSO DENOMINATO BELVEDERE DI ORVIETO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI ORVIETO (Provincia di Terni) BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DEL COMPLESSO DENOMINATO BELVEDERE DI ORVIETO"

Transcript

1 COMUNE DI ORVIETO (Provincia di Terni) Partita IVA T el. (0763) Fax ( 0763) Settore Servizi Amministrativi Generali Servizio Gare Contratti e Contenzioso BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DEL COMPLESSO DENOMINATO BELVEDERE DI ORVIETO Prot. Gen. n del Art. 1. Finalità. In esecuzione della deliberazione della Giunta Comunale n. 42 del , il Comune di Orvieto intende concedere in locazione il complesso denominato Belvedere di Orvieto di proprietà comunale sito lungo la SS. Umbro-Casentinese, secondo procedura concorsuale di aggiudicazione basata sul criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa, a favore del soggetto che dia maggiori garanzie di proficua valorizzazione del complesso dei locali e si proponga di avvalersene per un uso che sia coerente con le finalità perseguite dall Amministrazione Comunale. Art. 2. Oggetto. La locazione, di natura commerciale, ha ad oggetto i seguenti beni appartenenti al Comune da destinare all attività commerciale solo ed esclusivamente per quelle tipologie indicate nel presente bando di gara: - fabbricato catastalmente identificato al N.C.E.U. al Foglio 178 particella n. 546 cat D8 (attività commerciali speciali, ecc.), zona F1b (attrezzature territoriali per sport e spettacolo) come meglio identificato nella relazione tecnica allegata e relativa planimetria. Il Comune affida, altresì, all aggiudicatario, senza nulla pretendere in aggiunta al canone di locazione offerto in sede di gara, arredi, impianti, attrezzature, di proprietà di Orvieto Arte Cultura e Sviluppo s.r.l. e dalla stessa concessi in comodato sino alla scadenza del relativo contratto, nello stato di fatto in cui si trovano come risulterà dall elenco depositato e controfirmato al momento della consegna dei luoghi. L area esterna, identificata in planimetria in colore rosso, non è oggetto della presente locazione, ma con la sottoscrizione del relativo contratto il locatario si impegna a provvedere, a sua esclusiva cura e spese, allo sfalcio dell erba, al taglio degli arbusti, alla potatura ed alla raccolta dei rifiuti che dovranno essere conferiti secondo le modalità in uso nel territorio. L affitto avrà luogo a corpo, nello stato di fatto e di diritto in cui il bene attualmente si trova. Art. 3. Durata della locazione. Ai sensi dell art. 27 della Legge 27 luglio 1978 n. 392 la locazione ha durata di sei anni a decorrere dalla data di sottoscrizione del contratto, con rinnovo automatico per una sola volta, fatta salva la possibilità di disdetta da comunicarsi almeno dodici mesi prima della scadenza a mezzo di lettera raccomandata qualora ricorrano i casi dell art. 29 della L. 392/1978. La sottoscrizione del contratto deve avvenire a semplice richiesta del Comune, pena la decadenza dall assegnazione. Art. 4. Canone di locazione 1

2 Il canone annuo dovuto dal locatario sarà quello risultante dalla gara sulla base della proposta che verrà formulata in sede di gara in aumento su un canone a base di gara di euro 5.000,00. Il canone verrà aggiornato annualmente e automaticamente nella misura massima consentita dalla legge pari al 75% dell indice ISTAT riferito al costo della vita. Il soggetto partecipante alla gara dovrà formulare la proposta di canone di locazione in conformità al modello B allegato al presente bando come parte integrante e sostanziale. Il suddetto canone dovrà essere versato anticipatamente e con cadenza semestrale rispettivamente entro il 5 gennaio e il 5 luglio di ciascun anno. Il mancato pagamento del canone, entro i termini stabiliti, potrà essere motivo di risoluzione del contratto. Art. 5. Soggetti legittimati a partecipare alla gara. Non possono partecipare al bando persone fisiche e giuridiche: a) che si trovano in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo, o nei cui riguardi sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni; b) nei cui confronti è pendente procedimento per l'applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all'articolo 3 della legge 27 dicembre 1956, n o di una delle cause ostative previste dall'articolo 10 della legge 31 maggio 1965, n. 575; l'esclusione e il divieto operano se la pendenza del procedimento riguarda il titolare o il direttore tecnico, se si tratta di impresa individuale; il socio o il direttore tecnico se si tratta di società in nome collettivo, i soci accomandatari o il direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice, gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o il direttore tecnico, se si tratta di altro tipo di società; c) hanno commesso violazioni, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabiliti; d) hanno commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui sono stabiliti; e) nei cui confronti è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all'articolo 9, comma 2, lettera c), del decreto legislativo dell'8 giugno 2001 n. 231 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione compresi i provvedimenti interdittivi di cui all'articolo 36-bis, comma 1, del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248; f) di cui alla precedente lettera b) che, anche in assenza nei loro confronti di un procedimento per l applicazione di una misura di prevenzione o di una causa ostativa ivi previste, pur essendo stati vittime dei reati previsti e puniti dagli articoli 317 e 629 del codice penale aggravati ai sensi dell articolo 7 del decreto-legge 13 maggio 1991, n. 152, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 1991, n. 203, non risultino aver denunciato i fatti all autorità giudiziaria, salvo che ricorrano i casi previsti dall articolo 4, primo comma, della legge 24 novembre 1981, n Le persone giuridiche dovranno indicare il numero d iscrizione al Registro delle Imprese, la sede della Camera di Commercio I.A.A. e il nominativo delle persone designate a rappresentare ed impegnare la società. Nel caso di partecipazione alla gara di due o più persone fisiche si dovrà allegare una dichiarazione con la quale si impegnano a costituire apposita Società entro 30 giorni dalla data di aggiudicazione della gara, pena l esclusione. Art. 6. Criteri di aggiudicazione. L aggiudicazione avverrà a favore di chi abbia fatto l offerta economicamente più vantaggiosa che verrà valutata dalla Commissione giudicatrice sulla base dei sotto indicati fattori ponderali, a ciascuno dei quali è attribuito il punteggio massimo a fianco indicato su una base massima complessiva di punti 100/100. Resta inteso che l immobile di cui trattasi è concesso in locazione nello stato di fatto e di diritto in cui si trova. Tutte le spese necessarie per la finitura e adeguamento dei locali sono poste ad esclusivo carico del soggetto locatario. Di detta situazione l offerente dovrà tenere conto nella formulazione dell offerta economica. 2

3 1) OFFERTA TECNICO QUALITATIVA: fino a 60 punti. La valutazione della offerta qualitativa verrà effettuata seguendo i criteri di seguito esposti: a) PROGETTO GESTIONALE DELLA STRUTTURA (max punti 40) da valutare secondo i seguenti sub-criteri: a1) modalità di presentazione al pubblico dei prodotti tipici e dell offerta turistica del territorio (max punti 25); Il punteggio verrà determinato applicando il metodo aggregativo-compensatore, attraverso la seguente formula: SCALA DI PREFERENZE COEFFICIENTE OTTIMO 1,00 BUONO 0,80 DISCRETO 0,70 SUFFICIENTE 0,60 SCARSO 0,40 INSUFFICIENTE 0,25 C(a) = _n [ Wi * V(a)i ] dove: C(a) = indice di valutazione dell'offerta (a); n = numero totale dei requisiti; Wi = peso o punteggio attribuito al requisito (i); V(a)i = coefficiente della prestazione dell'offerta (a) rispetto al requisito (i) variabile tra zero e uno; _n = sommatoria I coefficienti V(a)i, saranno determinati, dalla media dei coefficienti attribuiti dai singoli commissari attraverso le modalità indicate all allegato P) del D.P.R. 5 ottobre 2010, n a2) tempi di avvio dell attività (n. di giorni dalla sottoscrizione del contratto di locazione per dare avvio all attività max punti 5); l Amministrazione attribuirà il punteggio massimo al concorrente che avrà offerto il numero di giorni più contenuto e determinerà il punteggio riportato dai concorrenti secondo la seguente formula: punteggio = Ti/Tmin * Wi dove Ti = numero giorni di riduzione proposti dal concorrente i-esimo; Tmin = numero di giorni massimi più basso offerto; Wi = valore ponderale attribuito all elemento tempo. a3) numero di giorni di apertura della struttura durante l anno (n. di giorni di apertura su 365 giorni all anno max punti 10); l Amministrazione attribuirà il punteggio massimo al concorrente che avrà offerto il numero di giorni di apertura su base annua più alto e determinerà il punteggio riportato dai concorrenti secondo la seguente formula: punteggio = Ti/Tmax * Wi dove Ti = il numero di giorni offerto dal concorrente i-esimo; Tmax = il offerto numero di giorni di apertura su base annua più alto offerto; Wi = valore ponderale attribuito all elemento. Il progetto gestionale della struttura dovrà essere esplicitato in una relazione che sviluppi il sub criterio a1) e indichi i dati di cui al sub criteri a2) e a3). b) INTERVENTI SULL IMMOBILE (max punti 20): saranno valutate le migliorie eventualmente apportate ai locali per le parti murarie, igienico sanitarie e impiantistiche qualora eccedenti gli interventi necessari al rispetto delle normative di settore. 3

4 Per illustrare e descrivere le soluzioni prescelte deve essere presentata una relazione tecnica, illustrativa del progetto proposto con l indicazione dei costi e dei tempi di realizzazione accompagnata da elaborati grafici ed eventuali rendering e foto inserimenti (formato max A3). Il punteggio verrà attribuito applicando il metodo aggregativo-compensatore descritto nel sub criterio a1). 2) OFFERTA ECONOMICA: fino a 40 punti L interessato dovrà formulare un offerta in aumento su un importo a base di gara annuo fissato in euro 5.000,00. Il canone offerto verrà valutato secondo la seguente formula matematica di attribuzione del punteggio: 40*CC/CCmax dove 40 è il punteggio massimo attribuibile CC è il canone annuo offerto dal singolo concorrente CCmax è il canone annuo massimo offerto in sede di gara da uno dei concorrenti. L offerta dovrà essere formula in conformità al modello B allegato al presente bando. L offerta economicamente più vantaggiosa risulterà quella che avrà conseguito il maggiore punteggio complessivo calcolato sommando i punteggi acquisiti nell offerta tecnico-qualitativa dal singolo concorrente con quelli ottenuti nell offerta economica; in base a tale punteggio sarà stilata la relativa graduatoria. In caso di parità di punteggio si darà preferenza al concorrente che abbia ottenuto il punteggio più alto per l OFFERTA TECNICO-QUALITATIVA. La proposta formulata costituisce impegno unilaterale. Per ciò che attiene alle penalità ed alle cause di rescissione del contratto si rinvia ai contenuti del contratto di locazione che forma parte integrante del presente bando, nonché alla normativa vigente in materia. Si precisa che la mancata attivazione della soluzione proposta nel termine di sei mesi dalla data di sottoscrizione del contratto, comporta la facoltà per l Amministrazione Comunale di procedere alla risoluzione del contratto. In tal caso l Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di concedere la locazione al soggetto che segue in graduatoria. E ammesso, esclusivamente, l insediamento delle seguenti attività commerciali: vendita dei prodotti enogastronomici locali somministrazione di bevande ed alimenti compresi nella tipologia bar informazioni turistiche. L offerta relativa ad attività commerciali non ricomprese nell elenco di cui sopra verrà automaticamente esclusa in quanto attività non ammessa dall Amministrazione Comunale. Si precisa che al momento dell insediamento dell attività commerciale è necessario, per poter iniziare l attività, la presentazione al Comune di una relazione redatta da tecnico esperto dalla quale si evinca che l attività medesima rispetta i limiti massimi previsti dal piano di zonizzazione acustica comunale. Art. 7. Obblighi principali del locatario. Gli obblighi principali del locatario sono i seguenti: pagare semestralmente e anticipatamente il canone annuale di locazione quale risulterà ad esito della procedura di gara, aggiornabile annualmente nella misura legge sopra indicata, pena la risoluzione del contratto di locazione; provvedere alle manutenzioni ordinarie e straordinarie dei locali, in deroga agli artt e 1609 del codice civile, degli impianti dell immobile oggetto di locazione e relativa pulizia, i cui oneri sono interamente a carico del locatario, al fine di assicurare il perfetto stato di manutenzione e di conservazione, salvo la naturale usura; provvedere a proprie esclusive spese a quanto necessario a garantire il buon funzionamento di tutte le attività e la sicurezza degli utilizzatori mediante:sostituzione o riparazione di suppellettili arredi e attrezzature in dotazione alle quali vengono arrecati danni o soggette a normale usura; verniciatura delle strutture, realizzazione di eventuali recinzioni, arredo urbano, bacheche informative etc.; 4

5 provvedere, con riguardo all area esterna, allo sfalcio dell erba, al taglio degli arbusti, alla potatura, alla raccolta dei rifiuti da conferire secondo le modalità in uso nel territorio; alla manutenzione straordinaria delle nuove istallazioni eventualmente autorizzate; garantire l effettivo e diretto esercizio della locazione commerciale; il conduttore potrà sublocare l immobile o cedere il contratto di locazione a terzi nella sola ed esclusiva ipotesi in cui venga insieme ceduta o locata l azienda commerciale o il ramo della stessa, attivo dell immobile in questione, purché il soggetto cessionario o locatario dell azienda abbia i requisiti generali e speciali richiesti dal presente bando per l assegnazione dell immobile, Il Conduttore dovrà comunicare al Comune, mediante raccomandata a.r., il nome del subconduttore o del cessionario del contratto di locazione e il Comune potrà opporsi, per gravi motivi, entro trenta giorni. Il conduttore, nell ipotesi di cessione del contratto di locazione, resta solidalmente responsabile con il concessionario per il pagamento dei canoni di affitto e delle spese di gestione e condominiali; stipulare con primaria Compagnia assicurativa, le seguenti polizze: a garanzia di danni al complesso immobiliare: Incendio ed eventi speciali, prevedendo una partita di polizza per il rischio locativo per un valore di Euro ,00 e una partita ricorso terzi per danni da Incendio per Euro ,00 Tale polizza dovrà prevedere tutte le principali estensioni di garanzia compresi Eventi Atmosferici, Eventi Socio-politici ed atti vandalici. A garanzia di danni provocati a terzi nell espletamento dell attività nonché di infortuni di personale impiegato nell attività: - RCT/O Responsabilità Civile verso Terzi, con un massimale non inferiore per la sezione RCT ad Euro ,00 e per la sezione RCO a Euro ,00 a garanzia di eventuali danni provocati a terzi nell espletamento dell attività. Tali coperture assicurative dovranno essere mantenute valide ed efficaci per tutta la durata della locazione; a comprova di ciò il locatario produrrà periodicamente quietanza dei relativi pagamenti; intestare a proprio carico tutte le utenze e pagare qualsiasi tipo consumo inerente al godimento dei locali. Sono a carico del locatario tutte le spese necessarie per il funzionamento e le attività di gestione, nonché tutte le spese relative ai consumi di energia elettrica, acqua, telefono, riscaldamento e tariffa raccolta rifiuti i cui contratti devono essere direttamente intestati; sono a carico del soggetto locatario gli oneri per eventuali interventi di miglioria sull immobile; qualsiasi miglioria da apportarsi ai locali durante il rapporto contrattuale deve essere preventivamente autorizzata dall Amministrazione comunale e comunque resta a completo beneficio della medesima senza che il soggetto gestore possa pretendere indennizzo alcuno e nel rispetto delle vigenti normative; assumersi qualsiasi responsabilità per danni causati a persone o cose, sollevando il Comune di Orvieto da qualsiasi responsabilità, anche in relazione alle condizioni di sicurezza del personale impiegato negli ambienti di lavoro ai fini del Decreto Legislativo 81/2008 a ss. mm. e ii.. Art. 8. Modalità di presentazione della domanda e dell offerta. A pena di esclusione, entro le ore 12:00 del giorno , gli interessati devono far pervenire al Protocollo Generale del Comune di Orvieto in Via Garibaldi n. 8 un plico. Il plico, a pena di esclusione dalla gara, dovrà essere chiuso, adeguatamente sigillato, controfirmato sui lembi di chiusura e dovrà riportare in modo ben visibile, oltre all intestazione e all indirizzo del mittente, la seguente dicitura: NON APRIRE: CONTIENE OFFERTA PER LOCAZIONE COMPLESSO BELVEDERE DI ORVIETO. Il recapito del plico entro il termine sopra indicato rimane ad esclusivo rischio del mittente. All interno del plico dovranno essere inserite, a pena di esclusione dalla gara, tre buste contraddistinte rispettivamente con le lettere A, B e C che dovranno essere chiuse e adeguatamente sigillate, recanti l indicazione del mittente e controfirmate sui lembi di chiusura. La partecipazione è subordinata alla costituzione di un deposito cauzionale a garanzia dell offerta pari ad euro 1.000,00. Tale deposito dovrà essere costituito mediante versamento presso la 5

6 Tesoreria Comunale Cassa di Risparmio di Orvieto sede centrale o mediante assegno circolare non trasferibile intestato al Comune di Orvieto. Busta A La busta A, recante la scritta esterna DOCUMENTAZIONE, dovrà contenere, a pena di esclusione: 1) la domanda di partecipazione (modello A allegato al presente bando) che, pure a pena di esclusione, deve: essere compilata in lingua italiana e in marca da bollo 16,00; indicare: o nel caso di persona fisica, il nome e cognome, il luogo e la data di nascita, il domicilio e il codice fiscale; o negli altri casi, la denominazione o la ragione sociale, la sede legale, il codice fiscale, la partita I.V.A., numero d iscrizione e sede della Camera di Commercio, nonché le generalità del Legale Rappresentante; essere datata e sottoscritta dalla persona fisica, o dal titolare nel caso di impresa individuale, o da persona munita dei poteri di legale rappresentanza negli altri casi; 2) la dichiarazione (modello A allegato al presente bando) completa di tutti gli elementi richiesti ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000, con la quale il richiedente in caso di persona fisica, ovvero, in tutti i casi in cui l offerente non sia persona fisica, il legale rappresentante ovvero il delegato munito di procura speciale in copia autentica dichiara il rispetto dei requisiti previsti all art. 5 oltre ai requisiti generali previsti dal bando e precisamente: di non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo, o nei cui riguardi non sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni; che nei propri confronti non è pendente un procedimento per l'applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all'articolo 3 della legge 27 dicembre 1956, n o di una delle cause ostative previste dall'articolo 10 della legge 31 maggio 1965, n. 575; di non aver commesso violazioni, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabiliti; di non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui sono stabiliti; che nei propri confronti non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all'articolo 9, comma 2, lettera c), del decreto legislativo dell'8 giugno 2001 n. 231 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione compresi i provvedimenti interdittivi di cui all'articolo 36-bis, comma 1, del decretolegge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248; di essere in regola rispetto il punto f dall art. 5 del bando di gara; di aver preso conoscenza di tutti i documenti relativi al bando in oggetto; di accettare integralmente, in caso di aggiudicazione, la situazione edilizia ed urbanistica del bene per cui viene presentato l offerta; di aver preso conoscenza e di accettare integralmente, in caso di aggiudicazione, la situazione di fatto e di diritto dell immobile, come visto e piaciuto, per il quale viene presentata l offerta; di aver preso conoscenza e di accettare che qualsiasi onere, costo e spesa (ivi inclusi, i bolli, le imposte e le tasse) relativi la locazione del bene immobile sono a carico dell acquirente nelle misure di legge; di accettare, senza riserva alcuna, tutte le condizioni espresse nel presente bando nonché nelle norme da esso richiamate. 3) il modello A1 (solo in caso di Società) dichiarazione resa dal titolare e dal direttore tecnico se si tratta di impresa individuale; dal socio e dal direttore tecnico, se si tratta di società in nome collettivo; dai soci accomandatari e dal direttore tecnico se si tratta di società in 6

7 accomandita semplice; dagli amministratori muniti di potere di rappresentanza e dal direttore tecnico se si tratta di altro tipo di società o consorzio; 4) per partecipazione alla gara di due o più persone fisiche dichiarazione sottoscritta dai richiedenti, con la quale si impegnano a costituire apposita Società entro 30 giorni dalla data di aggiudicazione della gara, pena l esclusione; 5) la dichiarazione di accettare, senza riserva alcuna, tutte le condizioni espresse nel presente bando nonché nelle norme da esso richiamate, inclusa nel modello A; 6) attestazione rilasciata dall Ufficio Tecnico comunale attestante l effettuazione del sopralluogo obbligatorio. E obbligatorio che l offerente prenda visione dei locali oggetto di locazione prima di formulare l offerta, accompagnato da un incaricato del Comune. A tale scopo l Ufficio Tecnico Comunale del Comune è disponibile, previo appuntamento fissato telefonicamente al n. 0763/306240, nei seguenti giorni e orari: martedì mercoledì e venerdì dalle alle martedì e giovedì dalle alle Di detto sopralluogo l Amministrazione rilascerà apposita attestazione che dovrà obbligatoriamente essere inserita tra i documenti per partecipare alla gara. 7) Ricevuta in originale comprovante l eseguito deposito della somma stabilita dall art. 8 del presente bando di gara. La mancanza, la difformità o l incompletezza della documentazione sopra elencata comportano l esclusione dalla gara. Busta B La busta B, recante la scritta esterna OFFERTA TECNICO-QUALITATIVA, dovrà contenere, a pena di esclusione, l offerta concernente i punti diretti a definire la qualità del progetto gestionale della struttura e delle opere di finitura e completamento della medesima in conformità a quanto richiesto al precedente punto 6. Busta C La busta C, recante la scritta esterna OFFERTA ECONOMICA dovrà contenere, a pena di esclusione, l indicazione (modello B in marca da bollo 16,00 allegato al presente bando), per ciascun anno, del canone annuo offerto, in rialzo su quello posto a base di gara nella misura di euro 5.000,00, espresso in cifre e in lettere (nel caso di discordanza prevarrà quello più vantaggioso per l Amministrazione Comunale). Detto canone verrà aggiornato annualmente e automaticamente nella misura del 75% dell indice ISTAT riferito al costo della vita. Non sono ammesse offerte in diminuzione rispetto all importo posto a base di gara, pena l esclusione dalla gara. Il progetto di finitura dei locali e l offerta economica dovranno essere sottoscritti dal titolare dell impresa individuale o da persona munita dei poteri di legale rappresentanza negli altri casi. Art. 9. Espletamento della gara e disposizioni varie. Non sono ammesse offerte in ribasso rispetto al canone di locazione a base di gara, né per persona da nominare, né è ammessa alcuna cessione dell aggiudicazione. Non sono ammesse offerte condizionate o a termine. L aggiudicazione avrà luogo anche in presenza di una sola offerta valida. Il giorno avrà luogo presso la Sala delle IV Virtù del Palazzo Comunale, in Via Garibaldi n. 8, la seduta pubblica, alla quale ciascun concorrente potrà assistere con non più di un rappresentante debitamente munito di delega, nel corso della quale la Commissione giudicatrice, all uopo nominata dopo la scadenza del termine ultimo per la presentazione delle candidature, procederà a verificare la sussistenza dei requisiti di legittimazione di cui all art. 5 e la correttezza formale delle offerte e della documentazione amministrativa contenuta nella busta A. Sempre in seduta pubblica verranno aperte le buste B al solo scopo di verificare l esistenza al loro interno della documentazione richiesta dal presente bando. Una volta esaminate le offerte e determinata l ammissione di quelle formalmente corrette, la Commissione giudicatrice, in seduta riservata, procederà alla valutazione delle offerte tecnicoqualitative contenute nelle buste contrassegnate con la lettera B e formulerà la relativa graduatoria tra i concorrenti. Successivamente, in seduta pubblica che verrà tempestivamente comunicata a tutti i partecipanti, si procederà all apertura delle buste C e si provvederà all aggiudicazione in via provvisoria con redazione di apposito verbale. 7

8 L aggiudicazione diverrà definitiva solo a seguito di approvazione del predetto verbale con determinazione del Dirigente del Settore Tecnico e Manutenzione. Ai fini dello svolgimento della gara, per quanto non espressamente previsto dal presente bando si fa riferimento al Titolo II del R.D. 23 maggio 1924, n. 827, in quanto applicabile. Al momento della sottoscrizione della locazione l aggiudicatario dovrà provvedere al pagamento del primo semestre del canone di locazione sulla base dell offerta formulata in sede di gara. Tutte le spese, nonché le imposte e tasse vigenti al momento della stipulazione dell atto, saranno a carico dell aggiudicatario. L aggiudicatario dovrà presentarsi presso il Comune di Orvieto per la sottoscrizione del contratto di locazione, previa comunicazione dell Amministrazione Comunale. In pari data il Locatario sarà immesso nella detenzione del bene con consegna delle chiavi della struttura, lettura dei contatori delle utenze attive e redazione in contraddittorio di un verbale di consistenza della struttura e di quanto in essa contenuto. Nel caso in cui l aggiudicatario non sottoscrivesse l atto nel termine fissato dall Amministrazione, si procederà, alla revoca dell aggiudicazione con apposita determinazione del Dirigente del Servizio Patrimonio da notificare all interessato a mezzo raccomandata R/R, alla revoca dall aggiudicazione ed all incameramento del deposito cauzionale prestato a garanzia dell offerta. In tal caso è facoltà dell Amministrazione comunale procedere all avviamento della procedura per l aggiudicazione della gara all offerente che abbia fatto la seconda migliore offerta. L Amministrazione Comunale si riserva, senza che i partecipanti abbiano nulla a pretendere, di sospendere o interrompere la procedura di selezione, nonché quella successiva di negoziazione per sopravvenute e motivate esigenze di interesse pubblico o in relazione a qualunque altro evento ad essa non imputabile che non consenta il prosieguo della procedura. Tutti i dati personali di cui l Amministrazione sia venuta in possesso in occasione dell espletamento del presente procedimento verranno trattati nel rispetto della legge n. 675/1996; la presentazione della domanda da parte della ditta concorrente implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili, a cura del personale assegnato all ufficio preposto alla conservazione delle domande ed all utilizzo delle stesse per lo svolgimento della presente procedura. Gli stessi potranno essere messi a disposizione di coloro che, dimostrando un concreto interesse nei confronti della suddetta procedura, ne facciano espressa richiesta ai sensi dell art. 22 della Legge n. 241/1990. Eventuali contestazioni o controversie che dovessero sorgere durante la gara saranno risolte con decisione del Presidente della Commissione di gara al quale è riservata, altresì, la facoltà insindacabile di prorogarne la data, dandone comunque comunicazione ai concorrenti, senza che gli stessi possano accampare pretese al riguardo. Copia del presente avviso e di tutta la documentazione inerente sono in pubblica visione e a disposizione presso il Servizio Gare e Contratti del Comune di Orvieto in Via Garibaldi n. 8 - IV Piano tel. 0763/ Orvieto, MODELLO A: MPDELLO A1: MODELLO B: ALLEGATO C: MODULO DI DOMANDA E DICHIARAZIONE DA INSERIRE NELLA BUSTA A MODULO DICHIARAZIONE (solo per società) MODULO OFFERTA ECONOMICA DA INSERIRE NELLA BUSTA C relazione tecnica e relative plaimetrie 8

9 MODELLO A (in marca da bollo da 16,00) DOMANDA E DICHIARAZIONE PER LA PARTECIPAZIONE ALL ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DEL COMPLESSO DI PROPRIETA COMUNALE DENOMINATO BELVEDERE DI ORVIETO. Il/La sottoscritto/a nato/a a il e residente a via C.F. OVVERO Il/La sottoscritto/a nato/a a il e residente a via C.F. in qualità di della Società/ Impresa con sede in C.F. P.IVA iscritta nel registro delle imprese della Camera di Commercio di n. d iscrizione CHIEDE di partecipare alla gara per l affidamento della locazione dell immobile l assegnazione in locazione del complesso denominato Belvedere di Orvieto A TALE SCOPO DICHIARA: di non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo, o nei cui riguardi non sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni; che nei propri confronti non è pendente un procedimento per l'applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all'articolo 3 della legge 27 dicembre 1956, n o di una delle cause ostative previste dall'articolo 10 della legge 31 maggio 1965, n. 575; di non aver commesso violazioni, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabiliti; di non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui sono stabiliti; che nei propri confronti non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all'articolo 9, comma 2, lettera c), del decreto legislativo dell'8 giugno 2001 n. 231 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione compresi i provvedimenti interdittivi di cui all'articolo 36-bis, comma 1, del decretolegge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248; di essere in regola rispetto il punto f dall art. 5 del bando di gara; di aver preso conoscenza di tutti i documenti relativi al bando in oggetto; di accettare integralmente, in caso di aggiudicazione, la situazione edilizia ed urbanistica del bene per cui viene presentato l offerta; 9

COMUNE DI SAN DAMIANO D ASTI

COMUNE DI SAN DAMIANO D ASTI UNIONE DI COMUNI TERRE DI VINI E DI TARTUFI COMUNE DI SAN DAMIANO D ASTI PROVINCIA DI ASTI San Damiano d Asti (AT) sede: pza Libertà n 2 CAP 14015 tel +390141975056 Fax 0141982582 pi/cf 00086030053 Sito

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA LOCAZIONE E LA GESTIONE DELLA CASA DI FUSINO

BANDO DI GARA PER LA LOCAZIONE E LA GESTIONE DELLA CASA DI FUSINO COMUNE DI GROSIO Provincia di Sondrio Via Roma n. 34 2303 GROSIO (SO) BANDO DI GARA PER LA LOCAZIONE E LA GESTIONE DELLA CASA DI FUSINO Art. 1 Finalità Il Comune di Grosio, - Via Roma n. 34 23033 GROSIO

Dettagli

COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE

COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE IL RESPONSABILE DEL SETTORE In esecuzione della determinazione nr. 01 del 08/01/2015, esecutiva, RENDE NOTO Che il giorno 10 FEBBRAIO 2015, alle ore 9.00, in n una sala della residenza comunale di Castel

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER LOCAZIONE DI UN IMMOBILE AD USO COMMERCIALE DI PROPRIETA COMUNALE POSTO IN PIAZZA CAVOUR PIANO TERRA

BANDO PUBBLICO PER LOCAZIONE DI UN IMMOBILE AD USO COMMERCIALE DI PROPRIETA COMUNALE POSTO IN PIAZZA CAVOUR PIANO TERRA BANDO PUBBLICO PER LOCAZIONE DI UN IMMOBILE AD USO COMMERCIALE DI PROPRIETA COMUNALE POSTO IN PIAZZA CAVOUR PIANO TERRA L Amministrazione Comunale di Levanto intende concedere in locazione una unità immobiliare

Dettagli

Piazza Comunale n. 4 20080 Casarile (MI)

Piazza Comunale n. 4 20080 Casarile (MI) BANDO DI GARA PER AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE DI TERRENI AGRICOLI DI PROPRIETA COMUNALE - EX ART. N. 45 DELLA LEGGE 203/82 IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO In esecuzione della deliberazione di Giunta

Dettagli

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 COMUNE DI BARLASSINA Prot. 13057 (PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA) BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 1. ENTE LOCATORE Comune di Barlassina

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL IMMOBILE COMMERCIALE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN VIA F.LLI CALVI. TRA

CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL IMMOBILE COMMERCIALE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN VIA F.LLI CALVI. TRA CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL IMMOBILE COMMERCIALE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN VIA F.LLI CALVI. TRA IL COMUNE DI CALOLZIOCORTE: - Sede legale: 23801 Calolziocorte (Lc), p.za V. Veneto n. 13 - Cod.Fisc.

Dettagli

COMUNE DI PIETRAPERZIA

COMUNE DI PIETRAPERZIA COMUNE DI PIETRAPERZIA PROVINCI DI ENNA BANDO DI GARA OGGETTO: Affidamento del servizio Assistenza domiciliare anziani nel Comune di Pietraperzia in esecuzione della Delibera di Giunta Comunale n. 105

Dettagli

BANDO PER LA ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI N. 6 SPAZI COMMERCIALI PRESSO IL MERCATO COPERTO DI PIAZZA GRAMSCI

BANDO PER LA ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI N. 6 SPAZI COMMERCIALI PRESSO IL MERCATO COPERTO DI PIAZZA GRAMSCI ALLEGATO 1 BANDO PER LA ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI N. 6 SPAZI COMMERCIALI PRESSO IL MERCATO COPERTO DI PIAZZA GRAMSCI Art. 1. Finalità. In conformità agli indirizzi forniti dal Consiglio Comunale con

Dettagli

COMUNE DI CANDELO Provincia di Biella

COMUNE DI CANDELO Provincia di Biella COMUNE DI CANDELO Provincia di Biella BANDO PUBBLICO PER LOCAZIONE LOCALE PER ATTIVITA COMMERCIALI SITO IN CANDELO VIA LIBERTÀ (Locali ex peso pubblico) Criterio di aggiudicazione, offerta economicamente

Dettagli

catasto al foglio n 99- particella 554 sub 3. Il locale sarà concesso nello stato di fatto e di

catasto al foglio n 99- particella 554 sub 3. Il locale sarà concesso nello stato di fatto e di SETTORE OPERE PUBBLICHE PATRIMONIO/PARTECIPATE TEL.0824772205-248 Fax 0824772223 BANDO PUBBLICO Per la locazione degli immobili destinati ad uso commerciale siti in Benevento rispettivamente in 1)-via

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PER L ASSEGNAZIONE DI UN NEGOZIO IN VIA LUCA DELLA ROBBIA, 17 - MONZA

AVVISO DI SELEZIONE PER L ASSEGNAZIONE DI UN NEGOZIO IN VIA LUCA DELLA ROBBIA, 17 - MONZA Settore Bilancio, Patrimonio, Programmazione Economica e Tributi a carico del Comune Servizio Valorizzazione Assets AVVISO DI SELEZIONE PER L ASSEGNAZIONE DI UN NEGOZIO IN VIA LUCA DELLA ROBBIA, 17 - MONZA

Dettagli

Settore Mobilità Traffico Ambiente Verde e Patrimonio Ufficio Patrimonio Via Annunziata Pal. Mosti Tel. 0824 772205-206-223-247 Fax 0824 772223

Settore Mobilità Traffico Ambiente Verde e Patrimonio Ufficio Patrimonio Via Annunziata Pal. Mosti Tel. 0824 772205-206-223-247 Fax 0824 772223 Settore Mobilità Traffico Ambiente Verde e Patrimonio Ufficio Patrimonio Via Annunziata Pal. Mosti Tel. 0824 772205-206-223-247 Fax 0824 772223 BANDO PUBBLICO Per la locazione dell immobile destinato ad

Dettagli

COMUNE DI VOTTIGNASCO Provincia di Cuneo

COMUNE DI VOTTIGNASCO Provincia di Cuneo COMUNE DI VOTTIGNASCO Provincia di Cuneo BANDO DI GARA PER L AFFITTO DI TERRENO AGRICOLO DENOMINATO LOTTO N. 1 FACENTE PARTE DELLA CASCINA DETTA MIRANDOLA ASTA PUBBLICA 2 ESPERIMENTO RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Dettagli

Regione Toscana Direzione Generale Organizzazione e Risorse Area di Coordinamento Risorse Finanziarie

Regione Toscana Direzione Generale Organizzazione e Risorse Area di Coordinamento Risorse Finanziarie Regione Toscana Direzione Generale Organizzazione e Risorse Area di Coordinamento Risorse Finanziarie Avviso di selezione pubblica per l assegnazione in regime di concessione di un immobile in Firenze,

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO Napoli Sociale S.p.A. di seguito più semplicemente Azienda, ha indetto gara, a mezzo procedura aperta ai sensi del D.lgs.

Dettagli

Azienda Casa Emilia Romagna della Provincia di Piacenza Via XXIV Maggio 26-28 Piacenza AVVISO DI ASTA PUBBLICA

Azienda Casa Emilia Romagna della Provincia di Piacenza Via XXIV Maggio 26-28 Piacenza AVVISO DI ASTA PUBBLICA Azienda Casa Emilia Romagna della Provincia di Piacenza Via XXIV Maggio 26-28 Piacenza AVVISO DI ASTA PUBBLICA PER L ALIENAZIONE DI NEGOZIO DI PROPRIETA DI ACER (Delibera del C.d.A di Acer n. 222/03 del

Dettagli

COMUNE DI LORETO. (Provincia di Ancona) Settore III. Loreto, 30/05/2014

COMUNE DI LORETO. (Provincia di Ancona) Settore III. Loreto, 30/05/2014 COMUNE DI LORETO (Provincia di Ancona) Settore III Loreto, 30/05/2014 AVVISO PUBBLICO BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE SITA IN VIA BERSAGLIERI D ITALIA Articolo

Dettagli

OFFERTA ECONOMICA (in Busta B), in bollo, riportante, a pena di esclusione:

OFFERTA ECONOMICA (in Busta B), in bollo, riportante, a pena di esclusione: BANDO DI GARA per la cessione delle azioni detenute dall AUTOMOBILE CLUB D ITALIA nella Società di Gestione Aeroporto di Cuneo Levaldigi S.p.A. siglabile GEAC S.p.A. PREMESSA L Automobile Club d Italia

Dettagli

Allegato B (per società e ditte individuali) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE UNICA

Allegato B (per società e ditte individuali) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE UNICA In bollo 16,00 AREA 24 S.p.A. Sede legale: Corso Cavallotti, 59-18038 Sanremo Sede amministrativa: P.za della Stazione, 1 18010 Santo Stefano al Mare Tel. 0184 524066 area24spa@pec.it www.area24spa.it

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA DISCIPLINARE DI ASTA PUBBLICA PER LA LOCAZIONE DI N. 53 IMMOBILI EXTRARESIDENZIALI IN ROMA DI PROPRIETA DELL A.T.E.R. DEL COMUNE DI

Dettagli

CITTÀ DI TERMINI IMERESE V SETTORE Cultura e Servizi alla Cittadinanza Ufficio Sport

CITTÀ DI TERMINI IMERESE V SETTORE Cultura e Servizi alla Cittadinanza Ufficio Sport CITTÀ DI TERMINI IMERESE V SETTORE Cultura e Servizi alla Cittadinanza Ufficio Sport AVVISO PUBBLICO PER L AFFIDAMENTO DELL IMPIANTO SPORTIVO BARRATINA 1. Amministrazione procedente. Il Comune di Termini

Dettagli

BANDO DI GARA per la cessione delle azioni detenute dall AUTOMOBILE CLUB D ITALIA nella CE.P.I.M. Centro Padano Interscambio Merci S.p.A.

BANDO DI GARA per la cessione delle azioni detenute dall AUTOMOBILE CLUB D ITALIA nella CE.P.I.M. Centro Padano Interscambio Merci S.p.A. BANDO DI GARA per la cessione delle azioni detenute dall AUTOMOBILE CLUB D ITALIA nella CE.P.I.M. Centro Padano Interscambio Merci S.p.A. PREMESSA L Automobile Club d Italia (di seguito, per brevità, anche

Dettagli

AVVISO D ASTA PER LA ALIENAZIONE DI N. 300 SEDIE DA CONVEGNO

AVVISO D ASTA PER LA ALIENAZIONE DI N. 300 SEDIE DA CONVEGNO AVVISO D ASTA PER LA ALIENAZIONE DI N. 300 SEDIE DA CONVEGNO Vista la determinazione dirigenziale n. 10 del 16/03/2016 con la quale è stata approvata la presente procedura d asta; SI RENDE NOTO che è indetta

Dettagli

BANDO DI GARA per l appalto del servizio di tesoreria Articolo 1 Amministrazione aggiudicatrice Denominazione: Consorzio Gestione Area Marina

BANDO DI GARA per l appalto del servizio di tesoreria Articolo 1 Amministrazione aggiudicatrice Denominazione: Consorzio Gestione Area Marina BANDO DI GARA per l appalto del servizio di tesoreria Articolo 1 Amministrazione aggiudicatrice Denominazione: Consorzio Gestione Area Marina Protetta Torre del Cerrano C.F. e P.Iva: 90013490678 Indirizzo:

Dettagli

RETTIFICA BANDO DI GARA

RETTIFICA BANDO DI GARA AREA TECNICA SETTORE 7 URBANISTICA E AMBIENTE PEC: edilizia@pec.comune.roggianogravina.cs.it Via Bufaletto n 18-87017 Roggiano Gravina Tel. 0984/501538 Fax 0984/507389 C.F. 00355760786 Prot. 3418 del 17/04/

Dettagli

COMUNE DI BORGO SAN GIOVANNI PROVINCIA DI LODI TEL (0371) 97004 FAX (0371) 97191

COMUNE DI BORGO SAN GIOVANNI PROVINCIA DI LODI TEL (0371) 97004 FAX (0371) 97191 COMUNE DI BORGO SAN GIOVANNI PROVINCIA DI LODI TEL (0371) 97004 FAX (0371) 97191 AVVISO PER LA CONCESSIONE IN GESTIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO Il Responsabile Ai sensi della D.Lgs. n. 163/2006; APPROVA

Dettagli

GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 1-1-2014 31-12-2018. DICHIARAZIONE UNICA DI POSSESSO DEI REQUISITI DI GARA

GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 1-1-2014 31-12-2018. DICHIARAZIONE UNICA DI POSSESSO DEI REQUISITI DI GARA MODULO B AL COMUNE DI BIOGLIO VIA VITTORIO EMANUELE II, 5 13841 BIOGLIO GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 1-1-2014 31-12-2018. DICHIARAZIONE UNICA DI POSSESSO DEI

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CESSIONE DELLA PROPRIETA' DI N. 6 AUTORIMESSE MEDIANTE PERMUTA DI POSTI AUTO.

DISCIPLINARE PER LA CESSIONE DELLA PROPRIETA' DI N. 6 AUTORIMESSE MEDIANTE PERMUTA DI POSTI AUTO. DISCIPLINARE PER LA CESSIONE DELLA PROPRIETA' DI N. 6 AUTORIMESSE MEDIANTE PERMUTA DI POSTI AUTO. Termine di ricezione delle offerte: ore 12,00 del giorno 13 maggio 2016 Modalità di partecipazione e recapito

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE G.Garibaldi CESENA e-mail certificata: fois00300n@pec.istruzione.it

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE G.Garibaldi CESENA e-mail certificata: fois00300n@pec.istruzione.it Prot. 7646/C14 Cesena, lì 16 novembre 2012 Codice G.I.G. 4708872C17 BANDO DI GARA PER STIPULA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA DURATA DI 36 MESI Bando n. 6/2012 Questa Istituzione

Dettagli

C O M U N E D I F L A I B A N O

C O M U N E D I F L A I B A N O PROT. 3445 C O M U N E D I F L A I B A N O P R O V I N C I A D I U D I N E BANDO DI ASTA PUBBLICA PER LA LOCAZIONE PER ANNI SEI DI UN IMMOBILE COMUNALE SITO IN FLAIBANO, CAPOLUOGO AD USO ESERCIZIO COMMERCIALE

Dettagli

SETTORE PATRIMONIO AVVISO PROCEDURA DI VENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE MEDIANTE TRATTATIVA PRIVATA DIRETTA ANCHE CON OFFERTE IN RIBASSO

SETTORE PATRIMONIO AVVISO PROCEDURA DI VENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE MEDIANTE TRATTATIVA PRIVATA DIRETTA ANCHE CON OFFERTE IN RIBASSO SETTORE PATRIMONIO AVVISO PROCEDURA DI VENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE MEDIANTE TRATTATIVA PRIVATA DIRETTA ANCHE CON OFFERTE IN RIBASSO SOLLECITAZIONE PRESENTAZIONE OFFERTE Si rende noto che

Dettagli

BANDO D ASTA PUBBLICA PER LA VENDITA DI TERRENI AGRICOLI

BANDO D ASTA PUBBLICA PER LA VENDITA DI TERRENI AGRICOLI BANDO D ASTA PUBBLICA PER LA VENDITA DI TERRENI AGRICOLI in esecuzione della Deliberazione di Consiglio Comunale n. 07/2012 e della Deliberazione di Giunta Comunale n. 78/2013 IL RESPONSABILE DELL AREA

Dettagli

COMUNE DI BRIATICO (Provincia di Vibo Valentia)

COMUNE DI BRIATICO (Provincia di Vibo Valentia) COMUNE DI BRIATICO (Provincia di Vibo Valentia) UFFICIO TECNICO SEZIONE URBANISTICA Corso Regina Margherita, n. 1 C.AP. 89817 BRIATICO (VV) Tel. 0963.395823 fax 0963.391006 http://www.comune.briatico.vv.it

Dettagli

PROVINCIA DI MILANO DIREZIONE CENTRALE PATRIMONIO E SERVIZI GENERALI SETTORE PATRIMONIO ED EDILIZIA VARIA

PROVINCIA DI MILANO DIREZIONE CENTRALE PATRIMONIO E SERVIZI GENERALI SETTORE PATRIMONIO ED EDILIZIA VARIA PROVINCIA DI MILANO DIREZIONE CENTRALE PATRIMONIO E SERVIZI GENERALI SETTORE PATRIMONIO ED EDILIZIA VARIA Atti: prot. n 240548 fasc. n. 2002.6.2/2002/4991 BANDO PER L ASSEGNAZIONE IN AFFITTO DI TERRENI

Dettagli

(Provincia di Teramo) Via V. Veneto 52; CAP 64027; TEL. 0861.818196; FAX 0861.88555; C.F. 82002660676; P.I. 00523850675

(Provincia di Teramo) Via V. Veneto 52; CAP 64027; TEL. 0861.818196; FAX 0861.88555; C.F. 82002660676; P.I. 00523850675 Sant Omero, 22.03.2010 Tit. IV Cl 10 Prot 3084 COMUNE DI SANT OMERO (Provincia di Teramo) Via V. Veneto 52; CAP 64027; TEL. 0861.818196; FAX 0861.88555; C.F. 82002660676; P.I. 00523850675 www.santomero.com

Dettagli

AVVISO D ASTA PER L ALIENAZIONE DI UN AUTOMEZZO USATO FORD FOCUS - DI PROPRIETÀ DELL UNIVERSITÀ DI FOGGIA (C2_2015)

AVVISO D ASTA PER L ALIENAZIONE DI UN AUTOMEZZO USATO FORD FOCUS - DI PROPRIETÀ DELL UNIVERSITÀ DI FOGGIA (C2_2015) Prot. n. 16505-I/7 del 01/07/2015 Rep. A.U.A. n. 208-2015 AVVISO D ASTA PER L ALIENAZIONE DI UN AUTOMEZZO USATO FORD FOCUS - DI PROPRIETÀ DELL UNIVERSITÀ DI FOGGIA 1 ART. 1- OGGETTO E IMPORTO A BASE D

Dettagli

COMUNE DI CREMONA Affari Generali

COMUNE DI CREMONA Affari Generali COMUNE DI CREMONA Affari Generali BANDO DI ALIENAZIONE A MEZZO DI ASTA PUBBLICA Il Comune di Cremona intende alienare, a mezzo di asta pubblica, il seguente immobile di proprietà comunale: unità immobiliare

Dettagli

Bando d asta pubblica

Bando d asta pubblica Comune di Piove di Sacco Area Amministrativa - Servizio Gare e Contratti Bando d asta pubblica per l'alienazione di locali a destinazione d uso uffici siti in Piove di Sacco, Vicolo Ferrari n. 1 int. 2

Dettagli

C O M U N E D I M O R U Z Z O Provincia di Udine Cap. 33030

C O M U N E D I M O R U Z Z O Provincia di Udine Cap. 33030 C O M U N E D I M O R U Z Z O Provincia di Udine Cap. 33030 - AREA TECNICA E TECNICO MANUTENTIVA - Via Centa, 11 33030 Moruzzo (UD) C.F. / P.ta I.V.A. 00482400306 Tel. 0432/672004 Fax 0432/672724 Prot.

Dettagli

In esecuzione delle determinazioni n. 346 dd. 30.05.2012 e n. 377 dd. 1306.2012 ; PREMESSO

In esecuzione delle determinazioni n. 346 dd. 30.05.2012 e n. 377 dd. 1306.2012 ; PREMESSO AVVISO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE DELLA CONCESSIONE DEI LOCALI PER IL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE NELL EDIFICIO DENOMINATO VILLA SETTIMINI. In esecuzione delle determinazioni n.

Dettagli

AVVISO DI AFFITTO AZIENDA CENTRO SPORTIVO RICREATIVO COMUNALE NEL COMUNE DI SAINT-OYEN

AVVISO DI AFFITTO AZIENDA CENTRO SPORTIVO RICREATIVO COMUNALE NEL COMUNE DI SAINT-OYEN COMUNE DI COMMUNE DE SAINT-OYEN REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA REGION AUTONOME VALLEE D AOSTE Rue du Grand-Saint-Bernard n. 52 11010 Saint-Oyen Aosta. Italia Tel. +39 0165 78522 Fax +39 0165 78478 www.comune.saintoyen.ao.it

Dettagli

COMUNE di SAN GIOVANNI A PIRO

COMUNE di SAN GIOVANNI A PIRO COMUNE di SAN GIOVANNI A PIRO Provincia di Salerno Tel. 0974983007 Fax 0974983710 Cod. Fisc. 84001430655 Prot. 8675 AVVISO DI GARA PER L ALIENAZIONE DI UN BOX-AUTO DI PROPRIETA COMUNALE IN VIA DEL POZZO

Dettagli

COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA COMUNE DI TRIGOLO PROVINCIA DI CREMONA ALLEGATO ALLA DETERMINAZIONE R.F N. 91 DEL 30.11.2015_ BANDO/DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO DALL 01/01/2016

Dettagli

C O M U N E D I M O R E S C O

C O M U N E D I M O R E S C O C O M U N E D I M O R E S C O Provincia di Fermo P i a z z a C a s t e l l o, 1 5-6 3 8 2 6 M O R E S C O ( F M ) P. I. / C. F. 0 0 3 5 6 9 7 0 4 4 2 E M A I L : m o r e s c o @ u c v a l d a s o. i t

Dettagli

Enti Pubblici IPAB ISMA ISTITUTI DI S. MARIA IN AQUIRO

Enti Pubblici IPAB ISMA ISTITUTI DI S. MARIA IN AQUIRO Enti Pubblici IPAB ISTITUTI DI S. MARIA IN AQUIRO Avviso 10 luglio 2014, n. 1 Bando pubblico per l'assegnazione in locazione di una unità immobiliare non di pregio sita in Roma Via Ennio Bonifazi, 48/B

Dettagli

AVVISO D ASTA N... DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA DELL UNITÀ IMMOBILIARE A DESTINAZIONE NON RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DELL INPDAP

AVVISO D ASTA N... DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA DELL UNITÀ IMMOBILIARE A DESTINAZIONE NON RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DELL INPDAP AVVISO D ASTA N... Allegato 1 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA DELL UNITÀ IMMOBILIARE A DESTINAZIONE NON RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DELL INPDAP Il/la sottoscritto/a Cognome Nome Comune di nascita Provincia

Dettagli

BANDO DI GARA PUBBLICA N. 1/2015 PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI UNITÀ IMMOBILIARE DI PROPRIETÀ COMUNALE AD USO ABITIVO.

BANDO DI GARA PUBBLICA N. 1/2015 PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI UNITÀ IMMOBILIARE DI PROPRIETÀ COMUNALE AD USO ABITIVO. AREA PATRIMONIO SERVIZIO CONTRATTI ATTIVI Ufficio Affitti Abitativi BANDO DI GARA PUBBLICA N. 1/2015 PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI UNITÀ IMMOBILIARE DI PROPRIETÀ COMUNALE AD USO ABITIVO. Si rende

Dettagli

Comune di Pantelleria Provincia di Trapani

Comune di Pantelleria Provincia di Trapani Comune di Pantelleria Provincia di Trapani SETTORE II ACQUISIZIONE IN ECONOMIA COTTIMO FIDUCIARIO PER SERVIZIO DI PULIZIA DEL PALAZZO COMUNALE. ALLEGATO A L offerta, da cui si evinca il ribasso percentuale

Dettagli

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092)

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) MORROVALLE SERVIZI S.R.L. APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) Art. 20 Allegato IIB D.lgs. n 163/2006

Dettagli

Comune di Pelago AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELL IMMOBILE EX SCUOLA ELEMENTARE DELLA CONSUMA

Comune di Pelago AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELL IMMOBILE EX SCUOLA ELEMENTARE DELLA CONSUMA Comune di Pelago AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELL IMMOBILE EX SCUOLA ELEMENTARE DELLA CONSUMA Il Responsabile del Servizio Affari Generali del Comune di Pelago

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL'EX MERCATO COPERTO. TRA IL COMUNE DI POLISTENA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL'EX MERCATO COPERTO. TRA IL COMUNE DI POLISTENA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL'EX MERCATO COPERTO. TRA IL COMUNE DI POLISTENA: - Sede legale: 89024 Polistena (RC), via G. Lombardi - Cod.Fisc. 00232920801 P.IVA: 00232920801 - rappresentato da:, nato a il,

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ASSICURATIVI A FAVORE DEL COMUNE DI IMPRUNETA DICHIARAZIONE UNICA

PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ASSICURATIVI A FAVORE DEL COMUNE DI IMPRUNETA DICHIARAZIONE UNICA MODULO A PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ASSICURATIVI A FAVORE DEL COMUNE DI IMPRUNETA DICHIARAZIONE UNICA (da presentare, in carta libera, da parte delle Società singole, Consorzi e Consorziate,

Dettagli

COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona

COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona AREA TERRITORIO AMBIENTE E LAVORI PUBBLICI Servizio Patrimonio e Demanio BANDO DI GARA PER LOCAZIONE DEL BAR RISTORANTE SITUATO PRESSO GLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

Dettagli

MODELLO 1. Oneri di sicurezza non soggetti a ribasso d asta: 10.000,00 (euro diecimilavirgolazero)

MODELLO 1. Oneri di sicurezza non soggetti a ribasso d asta: 10.000,00 (euro diecimilavirgolazero) MODELLO 1 ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTT. 46, 47 E 76 DEL DPR 445/2000 E S.M.I. Stazione appaltante: Azienda

Dettagli

COMUNE DI SASSARI Sistemi informativi, Statistica e Protezione Civile

COMUNE DI SASSARI Sistemi informativi, Statistica e Protezione Civile COMUNE DI SASSARI Sistemi informativi, Statistica e Protezione Civile A V V I S O P U B B L I C O Affidamento incarico di Responsabile esterno del Servizio di Prevenzione e Protezione di cui al D.Lgs.vo.

Dettagli

AVVISO DI GARA PER LA VENDITA, MEDIANTE PUBBLICO INCANTO, DI MACCHINA LEVIGATRICE RASAGHIACCIO E MACCHINA FRESABORDI

AVVISO DI GARA PER LA VENDITA, MEDIANTE PUBBLICO INCANTO, DI MACCHINA LEVIGATRICE RASAGHIACCIO E MACCHINA FRESABORDI COMUNE DI AYAS Fraz. Antagnod, c/o villa Rivetti tel. 0125/306632/3/4 fax 0125/306788 e-mail segretario@comune.ayas.ao.it C.F. e P.I. 00106960073 AVVISO DI GARA PER LA VENDITA, MEDIANTE PUBBLICO INCANTO,

Dettagli

COMUNE DI GUAGNANO PROVINCIA DI LECCE BANDO DI GARA

COMUNE DI GUAGNANO PROVINCIA DI LECCE BANDO DI GARA COMUNE DI GUAGNANO PROVINCIA DI LECCE SETTORE SERVIZI SOCIALI via Emilia Romagna tel. 0832/704360 fax 0832/705009 E-mail: servizisociali@comune.guagnano.le.it BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L ACQUISTO

Dettagli

SETTORE IMPIANTI E SERVIZI TECNOLOGICI SERVIZIO DI IGIENE URBANA AUTOPARCO ED AUTORIMESSA

SETTORE IMPIANTI E SERVIZI TECNOLOGICI SERVIZIO DI IGIENE URBANA AUTOPARCO ED AUTORIMESSA SETTORE IMPIANTI E SERVIZI TECNOLOGICI SERVIZIO DI IGIENE URBANA AUTOPARCO ED AUTORIMESSA AVVISO DI GARA PER PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE CARPENTERIE METALLICHE

Dettagli

AVVISO D ASTA IL DIRIGENTE. In esecuzione della deliberazione di Giunta Esecutiva n.59 del 13/11/2008. RENDE NOTO

AVVISO D ASTA IL DIRIGENTE. In esecuzione della deliberazione di Giunta Esecutiva n.59 del 13/11/2008. RENDE NOTO AVVISO D ASTA PUBBLICO INCANTO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI UN IMMOBILE TURISTICO DESTINATO A STRUTTURA RICETTIVA-PRODUTTIVA DENOMINATO PALAZZO MAZARA. II Esperimento IL DIRIGENTE In esecuzione della

Dettagli

COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona

COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona Prot. n. 10606 COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona OGGETTO: Invito a gara per l affidamento mediante cottimo fiduciario del servizio di pulizia della Sede municipale e altre sedi comunali per

Dettagli

C O M U N E D I L U Z Z A R A

C O M U N E D I L U Z Z A R A CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI GESTIONE, MANUTENZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PORTO LE GARZAIE E DELL AREA GOLENALE CIRCOSTANTE PERIODO ANNO 2009-2022 CUP J19E08000080004 - CIG 0249871810

Dettagli

C O M U N E D I M O R U Z Z O Provincia di Udine Cap. 33030

C O M U N E D I M O R U Z Z O Provincia di Udine Cap. 33030 C O M U N E D I M O R U Z Z O Provincia di Udine Cap. 33030 - AREA TECNICA E TECNICO MANUTENTIVA - Via Centa, 11 33030 Moruzzo (UD) C.F. / P.ta I.V.A. 00482400306 Tel. 0432/672004 INT. 0 Fax 0432/672724

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA NECESSARIA PER L AMMISSIONE ALLA GARA. Il sottoscritto, nato il

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA NECESSARIA PER L AMMISSIONE ALLA GARA. Il sottoscritto, nato il Allegato 3) ALLA COMUNITA MONTANA DELL ESINO FRASASSI VIA DANTE, 268 60044 FABRIANO (AN) OGGETTO: SERVIZIO DI PULIZIA e SANIFICAZIONE DEGLI UFFICI E DEI LOCALI DI COMPETENZA DELLA COMUNITA MONTANA DELL

Dettagli

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 PROCEDURA DI GARA L aggiudicazione

Dettagli

COMUNE DI VEROLAVECCHIA AREA TECNICA Piazza Giuseppe Verdi n. 7 25029 VEROLAVECCHIA Tel.: 030 9360960 fax 030 931777

COMUNE DI VEROLAVECCHIA AREA TECNICA Piazza Giuseppe Verdi n. 7 25029 VEROLAVECCHIA Tel.: 030 9360960 fax 030 931777 COMUNE DI VEROLAVECCHIA AREA TECNICA Piazza Giuseppe Verdi n. 7 25029 VEROLAVECCHIA Tel.: 030 9360960 fax 030 931777 BANDO DI GARA PER L ALIENAZIONE DI IMMOBILI (AREE) COMUNALI Si rende noto che il 24/06/2016,

Dettagli

COMUNE DI BARDINETO Provincia di Savona

COMUNE DI BARDINETO Provincia di Savona COMUNE DI BARDINETO Provincia di Savona BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA 1. AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE: Comune di Bardineto Piazza della chiesa 6 17057 BARDINETO 019 7907013 FAX 0197907293 Posta elettronica:

Dettagli

Scheda A Domanda di partecipazione

Scheda A Domanda di partecipazione Procedura aperta per il servizio di tesoreria per il Consiglio regionale dell Abruzzo. CIG 6378273D60 La società rappresentata da nato a il residente a in C.F. in qualità di 1 denominazione/sede legale

Dettagli

COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI

COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI IL RESPONSABILE AREA 5 GOVERNO DEL TERRITORIO E SVILUPPO ECONOMICO Visto il Decreto n 33 del 19/02/2013 con la quale è stata approvata la presente procedura d asta; RENDE

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONI DELL IMPRESA CONCORRENTE

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONI DELL IMPRESA CONCORRENTE 1 Progetto Città della Scienza 2.0: nuovi prodotti e servizi dell economia della conoscenza finanziato dal MIUR a valere sulle risorse del Fondo Integrativo Speciale per la Ricerca (FISR) Delibera CIPE

Dettagli

Il sottoscritto. in qualità di..della società. (denominazione e ragione sociale) con sede in.. n. codice fiscale n. partita iva

Il sottoscritto. in qualità di..della società. (denominazione e ragione sociale) con sede in.. n. codice fiscale n. partita iva ALLEGATO A Fac-simile (schema indicativo) Istanza di partecipazione Procedura Aperta (sottoscritta da persona che ha i poteri di impegnare legalmente la ditta) per l affidamento del servizio di raccolta,

Dettagli

COMUNE DI STEZZANO. Provincia di Bergamo. Settore 2 - Settore servizi territoriali

COMUNE DI STEZZANO. Provincia di Bergamo. Settore 2 - Settore servizi territoriali BANDO DI ASTA PUBBLICA PER LA CONCESSIONE D USO DELL AREA E CAPPELLA CIMITERIALE POSTA ALL INTERNO DEL CIMITERO COMUNALE Presentazione offerte : entro le ore 12.30 del 25.11.2013 Svolgimento gara: ore

Dettagli

SCHEMA DI ISTANZA DI AMMISSIONE CON ANNESSA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA SIA DI CERTIFICAZIONE CHE NOTORIETA

SCHEMA DI ISTANZA DI AMMISSIONE CON ANNESSA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA SIA DI CERTIFICAZIONE CHE NOTORIETA ALLEGATO 1) SCHEMA DI ISTANZA DI AMMISSIONE CON ANNESSA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA SIA DI CERTIFICAZIONE CHE NOTORIETA Comune di Chignolo Po Ufficio Ragioneria Via Marconi, 8 27013 Chignolo Po (PV) Oggetto:

Dettagli

REGOLAMENTO Elenco elettronico degli operatori economici. Albo Fornitori

REGOLAMENTO Elenco elettronico degli operatori economici. Albo Fornitori REGOLAMENTO Elenco elettronico degli operatori economici Albo Fornitori INDICE ART. 1 PREMESSA 3 ART. 2 OGGETTO 3 ART. 3 STRUTTURA DELL ALBO 3 ART.4 REQUISITI PER L ISCRIZIONE 3 ART. 5 MODALITA DI ISCRIZIONE

Dettagli

BANDO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELL IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE DENOMINATO PALAZZO PICO

BANDO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELL IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE DENOMINATO PALAZZO PICO BANDO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELL IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE DENOMINATO PALAZZO PICO - Art.1 OGGETTO E FINALITA' Il Comune di Fagagna in attuazione della Deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

PROVINCIA DELL AQUILA

PROVINCIA DELL AQUILA PROVINCIA DELL AQUILA BANDO PROVINCIA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO RIGUARDANTE GLI AUTOMEZZI DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE PER LA COPERTURA DEL RISCHIO RC AUTO,

Dettagli

PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DI UNA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PER LA PROMOZIONE DELLA DONAZIONE DI ORGANI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DI UNA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PER LA PROMOZIONE DELLA DONAZIONE DI ORGANI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA PROCEDURA NEGOZIATA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DI UNA CAMPAGNA PUBBLICITARIA PER LA PROMOZIONE DELLA DONAZIONE DI ORGANI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (la presente dichiarazione, rilasciata anche ai sensi

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, IMPLEMENTAZIONE ED AVVIO DEL SISTEMA GESTIONALE (ERP) ACQUISTATO DALLA SOCIETA SAP ITALIA S.P.

APPALTO PER IL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, IMPLEMENTAZIONE ED AVVIO DEL SISTEMA GESTIONALE (ERP) ACQUISTATO DALLA SOCIETA SAP ITALIA S.P. A TPER SPA APPALTO PER IL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, IMPLEMENTAZIONE ED AVVIO DEL SISTEMA GESTIONALE (ERP) ACQUISTATO DALLA SOCIETA SAP ITALIA S.P.A., NELLE AZIENDE DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DI PERSONE

Dettagli

Città di Matelica (Provincia di Macerata) Piazza Enrico Mattei, 1 62024 Matelica (MC) (Tel. 0737/781850 - Fax 0737/781835)

Città di Matelica (Provincia di Macerata) Piazza Enrico Mattei, 1 62024 Matelica (MC) (Tel. 0737/781850 - Fax 0737/781835) Città di Matelica (Provincia di Macerata) Piazza Enrico Mattei, 1 62024 Matelica (MC) (Tel. 0737/781850 - Fax 0737/781835) SETTORE SERVIZI AMMINISTRATIVI S E R V I Z I O G A R E-C O N T R A T T I BANDO

Dettagli

COMUNE DI PONTE SAN PIETRO Provincia di Bergamo Piazza Libertà n. 1 tel. n. 035/6228411 fax n. 035/6228499

COMUNE DI PONTE SAN PIETRO Provincia di Bergamo Piazza Libertà n. 1 tel. n. 035/6228411 fax n. 035/6228499 COMUNE DI PONTE SAN PIETRO Provincia di Bergamo Piazza Libertà n. 1 tel. n. 035/6228411 fax n. 035/6228499 AVVISO DI ASTA PUBBLICA ALIENAZIONE A TITOLO ONEROSO DI AREA EDIFICABILE RESIDENZIALE DI PROPRIETA

Dettagli

C O M U N E DI O D E R Z O

C O M U N E DI O D E R Z O Prot. N. 0025783/2015 OGGETTO: AVVISO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI N. 2 LOTTI FACENTI PARTE DI UNA UNITA IMMOBILIARE AL PIANO TERRA - SITA IN ODERZO (TV), IN VIA GASPARINETTI N. 2B E 2C CONDOMINIO

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA VALLE BREMBANA

COMUNITÀ MONTANA VALLE BREMBANA AVVISO D ASTA PUBBLICA PER LA VENDITA DI N. 1 AUTOVETTURA USATA DI PROPRIETA DELLA COMUNITA MONTANA Si rende noto che, in esecuzione della Deliberazione della Giunta Esecutiva n. 3/10 del 17.03.2015 e

Dettagli

DICHIARO AI FINI DELLA PARTECIPAZIONE ALL APPALTO DI CUI SOPRA

DICHIARO AI FINI DELLA PARTECIPAZIONE ALL APPALTO DI CUI SOPRA APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE, MANUTENZIONE E RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE DEL COMUNE DI SAN VITO CHIETINO MODELLO 3 - dichiarazione unica sostitutiva

Dettagli

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011 Filiale Emilia Romagna ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO Rep. n /Atti Privati del 2011 L anno 2011 addì del mese di, presso la sede dell Agenzia del Demanio Filiale Emilia Romagna

Dettagli

AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI RICAMBI BOSCH O EQUIVALENTI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI RICAMBI BOSCH O EQUIVALENTI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI RICAMBI BOSCH O EQUIVALENTI La ditta / società DOMANDA DI PARTECIPAZIONE (ragione sociale) (località, via, numero civico) (cap) (Città) (P.IVA C.F.) (tel/fax) (e-mail/pec)

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE A CORREDO DELL OFFERTA (procedura aperta)

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE A CORREDO DELL OFFERTA (procedura aperta) ALL. A DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE A CORREDO DELL OFFERTA (procedura aperta) (modello facoltativo art. 74, comma 3, D.Lgs. 163/06) SPETT. COMUNE DI LOMAGNA Via F.lli Kennedy, 20 23871

Dettagli

ATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI CUI ALLA DETERMINAZIONE N. DEL. L anno duemiladodici e questo dì del mese di TRA

ATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI CUI ALLA DETERMINAZIONE N. DEL. L anno duemiladodici e questo dì del mese di TRA ATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI CUI ALLA DETERMINAZIONE N. DEL L anno duemiladodici e questo dì del mese di in Firenze per il presente atto TRA - il Comune di Firenze, codice fiscale n. 01307110484,

Dettagli

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE UNICA

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE UNICA ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE UNICA [EAV Srl] [Oggetto: Manutenzione ordinaria delle opere edili delle officine/depositi ed i capolinea della divisione trasporto automobilistico di EAV

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA A1993/08-3 DISCIPLINARE DI GARA Allegato B) Alla determina n. del OGGETTO: Disciplinare di gara per il servizio di somministrazione lavoro a tempo determinato. Art. 1 Procedura semplificata ai sensi degli

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA

AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA DISCIPLINARE DI ASTA PUBBLICA PER LA LOCAZIONE DI N. 45 IMMOBILI EXTRARESIDENZIALI E 1 AREA IN ROMA DI PROPRIETA DELL A.T.E.R. DEL

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE Mod. A Alla AMS srl Via dei Drappieri, snc 58043 - Castiglione della Pescaia (GR) Oggetto: Servizi assicurativi per Polizza RCT- RCO ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE

Dettagli

Prot.n. 3467 C/14 Gallarate, 24 ottobre 2013

Prot.n. 3467 C/14 Gallarate, 24 ottobre 2013 Via Somalia, n. 2 21013 Gallarate (VA) 0331/781326-0331/797155 Prot.n. 3467 C/14 Gallarate, 24 ottobre 2013 Oggetto: Lettera di invito per la procedura alla stipula della Convenzione per la gestione del

Dettagli

COMUNE DI BADIA POLESINE Provincia di Rovigo

COMUNE DI BADIA POLESINE Provincia di Rovigo COMUNE DI BADIA POLESINE Provincia di Rovigo Settore Lavori Pubblici Prot. n. 9580 ASTA PUBBLICA PER LA CONCESSIONE IN LOCAZIONE DI UN IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO NEL PARCO BRUNO MUNARI NEL CAPOLUOGO

Dettagli

SI DA ATTO CHE IL COMPLESSO IMMOBILIARE RISULTA OCCUPATO E CHE VERRA RESO LIBERO DAL COMUNE ENTRO LA DATA DEL 31.12.2014.

SI DA ATTO CHE IL COMPLESSO IMMOBILIARE RISULTA OCCUPATO E CHE VERRA RESO LIBERO DAL COMUNE ENTRO LA DATA DEL 31.12.2014. COMUNE DI BRESCIA SETTORE CASA, HOUSING SOCIALE, VALORIZZAZIONE PATRIMONIO Servizio Patrimonio e Inventari Via Marconi n.12 25128 BRESCIA Tel.: 030 2978747/8719/8746/8413 fax 030 2978564 BANDO DI GARA

Dettagli

C O M U N E D I G R E Z Z A N A

C O M U N E D I G R E Z Z A N A Prot. 19249 lì, 20.11.2013 BANDO DI ASTA PUBBLICA PER LA VENDITA DI BENI MOBILI DI PROPRIETA COMUNALE Visto il R.D. 23.05.1924 n. 827 art. 65 e segg.; Vista la Deliberazione di Giunta Comunale n. 136 in

Dettagli

C O M U N E D I L O N G A R E

C O M U N E D I L O N G A R E C O M U N E D I L O N G A R E Provincia di Vicenza PREMESSA AVVISO PER LA SELEZIONE DI COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B) A CUI AFFIDARE IL SERVIZIO DI PULIZIA IMMOBILI COMUNALI PER IL PERIODO 01/07/2014 30/06/2017

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L AFFIDAMENTO SPERIMENTALE DEL CAMPO SPORTIVO GIROLA SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO PUBBLICO PER L AFFIDAMENTO SPERIMENTALE DEL CAMPO SPORTIVO GIROLA SELEZIONE PUBBLICA AVVISO PUBBLICO PER L AFFIDAMENTO SPERIMENTALE DEL CAMPO SPORTIVO GIROLA SELEZIONE PUBBLICA ART.1 AFFIDAMENTO -Affidamento in gestione sperimentale del Campo Sportivo Polifunzionale Girola, si tratta di

Dettagli

I S T I T U T O T E C N I C O C O M M E R C I A L E E G E O M E T R I Filippo Corridoni

I S T I T U T O T E C N I C O C O M M E R C I A L E E G E O M E T R I Filippo Corridoni Prot. n. 6046/C14 Civitanova Marche, 23/10/2015 BANDO DI GARA PER STIPULA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA DURATA DI 48 MESI C.I.G. Z0216B8E8E Questa Istituzione Scolastica,

Dettagli

Comune di Masciago Primo

Comune di Masciago Primo Comune di Masciago Primo Provincia di Varese Prot. 352/VIII-4^ Masciago Primo 06 marzo 2010 Oggetto : BANDO PER L AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE IN USO DI IMMOBILE COMUNALE DENOMINATO CENTRO RICREATIVO-SPORTIVO

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE G. MARCONI

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE G. MARCONI BANDO DI GARA PER STIPULA DELLA CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA DURATA DI 36 MESI Codice C.I.G. n Z3F155B8AD Prot.n.3339 Siderno, 13 luglio 2015 AGLI ISTITUTI DI CREDITO: BANCA

Dettagli