Allarme usura: in 7 mesi crescita del 134,7% Dai tagli alla politica alle liberalizzazioni, ecco la contromanovra del Pd in 10 punti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Allarme usura: in 7 mesi crescita del 134,7% Dai tagli alla politica alle liberalizzazioni, ecco la contromanovra del Pd in 10 punti"

Transcript

1 Alla radice dell informazione Precio del ejemplar $ 10 - Buenos Aires, 3 de Septiembre año XXIII - N º 14 POLITICA Pág. 3 Manovra: Salta norma su pensioni, recupero da lotta a evasione. Berlusconi: Tranne pensioni intesa su tutto. Bruxelles: Vigileremo su misure di crescita. POLITICA Pág. 7 Pág. 13 Dai tagli alla politica alle liberalizzazioni, ecco la contromanovra del Pd in 10 punti ECONOMIA Allarme usura: in 7 mesi crescita del 134,7% E le famiglie si indebitano al limite

2 ITALIANI ALL ESTERO Comites di Buenos Aires: Lavoro congiunto con il Consolato generale. Primi risultati a favore della comunità BUENOS AIRES La presidente del Comites di Buenos Aires Graciela Laino, a nome del Consiglio che presiede ha espresso le sue vive congratulazioni al console generale d Italia Giuseppe Scognamiglio, per il lavoro che sta portando avanti dal suo insediamento a Buenos Aires. Lo riferisce il Comites di Buenos Aires in una nota. In particolare, Laino ha sottolineato la buona intesa raggiunta tra Consolato e Comites in materie di interesse di tutta la collettività, fondamentalmente riguardanti le pratiche di cittadinanza in giacenza e lo snellimento delle procedure relative alle istanze di naturalizzazione per matrimonio. La presidente Laino ha rammentato che fino a poco tempo fa, gli interes- STAFF - Redazione: Ombú 3129 San Justo (1754), Pcia. de Bs. As. República Argentina - Informazione: - Editore-Proprietario: Cav. José Tucci - Direttore: Cav. José Tucci - Amministrazione: Carmen Marmo - Disegno: - Collaboratori: Leonardo Olivieri, Marianela Tucci, Arsenio Fiore - Servizi Informativi: AISE - Inform - 9colonne GRTV- Italia Press ANSA AgentPart- Adnkronos El contenido de los artículos firmados en esta edición no necesariamente es compartido por la dirección siendo, por ende, de exclusiva responsabilidad del autor. sati avevano manifestato le difficoltà che trovavano al momento di presentare tali istanze poiché gli estratti degli atti di matrimonio hanno una validità di soli sei mesi dalla data di rilascio e, al momento di fissare l appuntamento per la presentazione dell istanza, ormai erano scaduti. Inoltre, il Comites ha manifestato al console generale Scognamiglio la sua preoccupazione per le tariffe delle legalizzazioni delle traduzioni giurate presso il Collegio dei Traduttori Giurati di Buenos Aires, e l incidenza che tale onere ha per i connazionali. Presa conoscenza tramite la presidente Laino di questi aspetti, il console generale Scognamiglio ha predisposto riferisce il Comites - i mezzi necessari per agevolare le istanze di naturalizzazione per matrimonio predisponendo a partire dall 11 luglio scorso che le presentazioni di questo tipo di istanze sia automatica e gli interessati non devono fissare previamente appuntamento. CITTADINANZA: Il Consolato di Cordoba sospende le richieste di nuovi appuntamenti CORDOBA - Avviato nei giorni scorsi il nuovo sistema per gli appuntamenti per le richieste di cittadinanza, il Consolato d italia a Cordoba ha pubblicato la prima lista dei nuovi turni per la trattazione della pratica. La lista dei primi appuntamenti è in rete sul sito del consolato esteri.it - dove all indizio del 2012 verrà pubblicata la nuova lista. Da questo mese di agosto, per prenotarsi occorre scaricare dal sito il modulo di richiesta da stampare e compilare in ogni sua parte. Al modulo va allegata la fotocopia del Per quanto riguarda invece prosegue il Comites - l onere di legalizzazione delle firme dei traduttori presso il locale Collegio professionale, dal 1 luglio scorso, è stata disposta la dispensa dell obbligatorietà dell autentica, la quale viene effettuata direttamente dal personale del Consolato Generale, con l applicazione delle tariffe consolari eventualmente previste. Graciela Laino ha sottolineato informa ancora il Comites - l importanza del fluido dialogo ed interscambio d informazione con il console generale Scognamiglio, che accogliendo le problematiche dei connazionali poste alla sua attenzione dal Comites, nel breve tempo intercorso dal suo insediamento a Buenos Aires (da febbraio circa) si è coinvolto in prima persona ed ha accolto e valutato ogni tipo di suggerimento e proposta del Comitato tendente ad alleggerire gli oneri ai connazionali e rendere più dinamici certi aspetti delle pratiche consolari. (Inform) proprio DNI - solo del richiedente firmatario - inclusa la pagina della residenza/domicilio. Quindi, la documentazione va spedita al Consolato con la dicitura Richiesta turno. Alla data dell appuntamento, corrispondente il richiedente, solo o con i propri familiari, dovrà presentarsi in Consolato presso l Ufficio Cittadinanza con la documentazione completa. La sede comunica che non saranno prese in considerazione richieste di accertamento o cambio di date. Chi non si presenta nel giorno assegnato perde il diritto acquisito e dovrà inviare una nuova richiesta. Le domande doppie che dovessero pervenire saranno annullate. Coloro che vogliono portare di persona la propria domanda in busta chiusa, potranno depositarla in un contenitore presente in Consolato. (aise) 2

3 POLITICA Manovra: Salta norma su pensioni, recupero da lotta a evasione Berlusconi: Tranne pensioni intesa su tutto. Bruxelles: Vigileremo su misure di crescita. ROMA - L accordo di Arcore, ad eccezione delle misure relative alle pensioni che saranno stralciate, resta valido in tutti i suoi punti, compresa l abolizione del contributo di solidarietà. Così Silvio Berlusconi, secondo autorevoli fonti del Pdl, ha commentato con diversi interlocutori gli ultimi sviluppi sulla manovra. Il capo del governo, apprende l ANSA, ha anche rassicurato tutti sul fatto che le coperture per le modifiche decise nel vertice di maggioranza ci sono e che al limite, ma come extrema ratio, è sempre possibile ricorrere alla scorta di un possibile aumento dell Iva. Il presidente del Consiglio, secondo quanto riferito, ha ribadito a diversi interlocutori che il ministero dell Economia sta reperendo le risorse necessarie a coprire tutti i punti dell intesa di Arcore. Nel ribadire che la coalizione è salda, il capo del Governo ha inoltre smentito qualsiasi ipotesi di nuovi dissidi fra lui e Giulio Tremonti o con altri ministri. E vero, la misura sulle pensioni era sbagliata ma da un punto di vista del gettito non avrebbe dato, soprattutto nel breve periodo, grandi risorse, ha argomentato il Cavaliere. Ad ogni modo, ha ancora sottolineato Berlusconi nelle sue conversazioni con ministri e dirigenti di partito, anche qualora le risorse necessarie a finanziare le modifiche alla manovra non risultassero sufficienti vi sarebbe sempre la scorta dell aumento dell Iva di 1-1,5 punti percentuali. Il capo del Governo non è intenzionato a rientrare a Roma a causa di quelle che ha definito piccole modifiche necessarie all accordo di Arcore dopo che l intervento sulle pensioni, relativo a chi ha fatto il servizio militare e a quelli che hanno riscattato la laurea, si è rivelato non realizzabile: non serve un nuovo vertice di maggioranza, se quella misura era sbagliata, i fondi necessari si troveranno da altre parti, ha sostenuto Berlusconi. Chi ha parlato con Berlusconi lo descrive particolarmente sorpreso, se non infastidito, dalle molte dichiarazioni alzatesi dalla maggioranza sulla manovra: non è il momento di fare dichiarazioni, serve moderazione e senso di responsabilità, ha argomentato. Il capo del Governo ha infine sottolineato che gli altri punti dell accordo di Arcore restano validi, a cominciare dall abolizione del contributo di solidarietà. ANCHE IL CARCERE PER EVASORI FISCALI - Un inasprimento delle sanzioni contro l evasione fiscale, fino al ricorso del deterrente penale per chi si macchia di gravi reati fiscali. E l ipotesi a cui, secondo fonti del Pdl, starebbe lavorando il governo in vista delle modifiche alla manovra. WSJ, BUFFONATE BERLUSCONI POS- SONO DANNEGGIARE EUROZONA - In passato le buffonate di Silvio Berlusconi hanno danneggiato l Italia. Oggi potrebbero danneggiare l intera zona euro. E l impietosa analisi pubblicata dal Wall Street Journal sul suo sito, in cui si sottolinea come l Europa potrebbe finire per pagare un prezzo elevato per il teatrino della politica italiana. Le ripetute modifiche del primo ministro italiano alla manovra da 45,5 miliardi di euro - si legge - sono state necessarie per tamponare il rischio di un buco di bilancio, oltre a mettere in luce le perenni debolezze dell Italia: la politica e la crescita. Per questo secondo il quotidiano di Wall Street Roma dovrebbe prendersi una vacanza dalla politica. L Italia - si spiega - è sfuggita alla tempesta sui debiti sovrani del 2010 perché a differenza di Grecia, Irlanda, Portogallo e Spagna non ha speso troppo durante la crisi, e perché il suo sistema bancario è solido e il debito delle famiglie è basso. Ora, spiega il Wall Street Journal, la piena attuazione del pacchetto di austerity è cruciale per raggiungere gli obiettivi di bilancio fissati e mantenere la fiducia dei mercati. Ulteriori ricadute potrebbero causare ad un downgrade del rating dell Italia, danneggiando la fiducia. E potrebbero anche compromettere gli acquisti di titoli pubblici da parte della Bce. Acquisti - si legge ancora - che quasi da soli stanno risollevando il mercato italiano dei bond. Per questo - chiude il Wall Street Journal - un nuovo round della crisi danneggerebbe ancora di più l Italia. E l Europa potrebbe finire per pagare un prezzo elevato per il teatrino della politica italiana. 3

4 POLITICA di Manuela Tulli ROMA - Giornata di impasse, oggi, per i lavori sulla manovra in Senato. La Commissione Bilancio di Palazzo Madama si è riunita ma senza fare nessun voto, in attesa degli emendamenti del governo. In mattinata è arrivato il dietrofront sulle pensioni, in particolare sulla norma che escludeva dal computo degli anni quelli riscattati per la laurea o per il servizio militare. Allora tutto di nuovo aperto perché, se si vorrà eliminare il contributo di solidarietà e alleggerire i tagli ai Comuni, serviranno nuove coperture. Potrebbero arrivare con nuove norme di lotta all evasione. Gli emendamenti a questo punto sono attesi per domani, intorno alle 15, come comunicato sia dal sottosegretario all Economia Antonio Gentile sia dal relatore alla manovra e presidente della Commissione Bilancio, Antonio Azzollini (Pdl). Oggi in Senato è slittata anche la conferenza dei capigruppo: prevista in un primo momento per oggi alle 16, si terrà invece domani alle 17. L approdo della manovra in Aula sarebbe previsto per lunedì 5 settembre alle 18 ma uno slittamento dei tempi, in una situazione in cui non è stato fatto ancora nessun voto, non può essere escluso. Ma in una riunione con i capigruppo di maggioranza e con gli esponenti del governo, che si è tenuta oggi a Palazzo Madama, il presidente Renato Schifani ha sollecitato maggioranza e governo a presentare in tempi immediati le varie proposte emendative per consentire alla Commissione competente di averne piena conoscenza e tempi adeguati di dibattito. L opposizione ha protestato e in serata tutti i capigruppo sono andati dal presidente del Senato. Il capogruppo del Pd, Anna Finocchiaro, ha sottolineato: Noi siamo per accelerare i tempi, perché la situazione è seria e il richiamo del presidente del Senato, Renato Schifani, si rifà a un principio di responsabilità nella consapevolezza dell irresponsabilità del governo. Oggi in pratica è arrivato solo un assaggio delle proposte di modifica che sono attese da parte dell Esecutivo: la riorganizzazione degli uffici giudiziari. C é in questa direzione una proposta del Pd ma il governo ha presentato il suo emendamento. La revisione degli uffici giudiziari - ha sottolineato Azzollini - può dare enormi risparmi che rafforzeranno la manovra. Domani i lavori riprenderanno in mattinata proprio sulla riorganizzazione dei tribunali ma le novità su contributo di solidarietà, enti locali, lotta a evasione, saranno all esame della Commissione non prima del pomeriggio. BERSANI, E CAOS PARLAMENTO AF- FRONTI SITUAZIONE - Da molto tempo diciamo che maggioranza e Governo non sono in grado di portarci fuori dai pericoli, ma solo di aggravarli. Una conferma inequivocabile viene dal caos di questi giorni, che espone il nostro Paese a rischi davvero seri. A questo punto, il Parlamento prenda in mano la situazione con un assunzione di responsabilità alla quale, pur dall opposizione, ci rendiamo disponibili con le nostre proposte. Poi, il governo prenda finalmente atto della sua condizione e passi la mano. E la proposta del segretario del Pd Pier Luigi Bersani alla luce del ritiro da parte della maggioranza delle norme sulle pensioni. RECUPERO GETTITO PENSIONI DA LOTTA EVASIONE - La perdita del gettito di circa 1,5 miliardi (500 milioni nel 2013 e 1 miliardo nel 2014) derivante dalla non adozione della norma sulle pensioni, verrà compensata da un aumento della lotta all evasione fiscale, con provvedimenti già allo studio. E che dovrebbero prevedere un inasprimento delle norme ed un coinvolgimento dei Comuni. E quanto si apprende da fonti di maggioranza. BRUXELLES, SAREMO ATTENTI A MISURE CRESCITA - Nell analizzare i contenuti della manovra italiana, la Commissione europea dedichera particolare attenzione alle misure strutturali destinate ad agevolare e sostenere la crescita per verificare che esse rispettino i parametri fissati nelle raccomandazioni rivolte dall Ue all Italia lo scorso giugno. Lo ha sottolineato oggi Amadeu Altafaj, portavoce del commissario europeo per gli affari economici e monetari Olli Rehn precisando che Bruxelles segue con attenzione il dibattito in corso sulla composizione della manovra. CGIL, OGNI GIORNO PIU INIQUA - Il governo è stato costretto a fare marcia indietro sul riscatto degli anni di laurea e di militare e speriamo che questa decisione duri almeno fino a domani. Questo però vuol dire che la mobilitazione e l attenzione dell opinione pubblica possono incidere, condizionare e cambiare una manovra che si fa ogni giorno più iniqua, inefficace e ora anche oltremodo confusa. E il commento di Vera Lamonica, segretaria confederale della Cgil, sulla decisione di cancellare dalla manovra la norma sulle pensioni. C I S L - U I L, P A R T E MOBILITAZIONE,DOMANI PRESIDIO SENATO - Riunione congiunta delle segreterie di Cisl e Uil che ribadiscono un giudizio di forte iniquità sociale delle modifiche alla manovra, a partire dall intervento sulle pensioni che chiedono con grande determinazione al Governo di ritirare. Così come vanno ritirate le disposizioni sia su tredicesima mensilità e tfr, che rappresentano un inaccettabile accanimento punitivo nei confronti dei lavoratori pubblici, sia sulle finestre pensionistiche per gli addetti della scuola, in considerazione delle peculiarità del settore. Per sostenere queste richieste Cisl e Uil proclamano la mobilitazione generale nei prossimi giorni di lavoratori e pensionati, con il presidio del Senato del primo settembre e con iniziative analoghe di manifestazione e presidio delle Prefetture in tutti territori da realizzare in questa settimana. (ANSA) 4

5 Manovra, Berlusconi: E piu equa ROMA - Sono molto soddisfatto perché la manovra è stata migliorata senza modificare i saldi. Silvio Berlusconi all indomani del vertice di Arcore parla a Studio Aperto a proposito delle modifiche alla manovra che, sottolinea, è stata varata alla vigilia di Ferragosto in meno di 4 giorni. Nessun governo europeo sarebbe riuscito a varare una manovra del genere in così pochi giorni. Berlusconi, inoltre, ricorda di aver detto che la manovra sarebbe stata migliorata sucessivamente e credo che il fatto di avere lavorato ad agosto, senza praticamente aver fatto ferie, abbia portato al risultato di una manovra più equa e sostenibile. Il premier rivendica con soddisfazione di essere riuscito a eliminare il contributo so- Pil, l Istat conferma la frenata della ripresa. Per il 2011 difficile una crescita dell 1% ROMA - Si confermano le prospettive alquanto modeste per la nostra economia. Alla luce dell attuale quadro macroeconomico, anche un tasso di crescita dell 1% per il 2011 appare di difficile realizzazione. Il presidente dell Istat Enrico Giovannini lancia un monito e conferma che la ripresa è in decisa frenata. La dinamica del Pil e evidentemente insoddisfacente e insufficiente a riassorbire la disoccupazione e la sottoccupazione di cui il nostro paese soffre avverte Giovannini intervenendo in audizione nelle commissioni Bilancio di Camera e Senato nell ambito dei lavori sulla manovra. In Italia, diversamente dalle altre maggiori economie europee, la situazione difficile del mercato del lavoro non si e riflessa interamente in una crescita della disoccupazione, osserva l Istat. nel nostro Paese la lidarietà: Avevo detto di avere il cuore che grondava sangue perché da sempre avevo promesso che mai avrei messo le mani nelle tasche degli italiani. Il contributo è stato abolito e sono riuscito ad ottenerlo trovando altre forme di risparmio. Quindi sottolinea con orgoglio che questa manovra per la prima volta nella storia della Repubblica ha ridotto i costi della politica, tagliando moltissime poltronte e molte province e dimezzando i parlamentari. Ora in Parlamento tocca all opposizione e se ci sarà l accordo con una maggioranza dei due terzi, potremo arrivare in poco tempo ad approvare la riduzione del numero dei parlamentari e l abolizione delle Province. Quanto alla solidità della maggioranza, Manovra: Pd,tassare grandi patrimoni I capitali scudati dovrebbero pagare un altro 15% POLITICA partecipazione al mercato del lavoro, gia strutturalmente bassa, e ulteriormente diminuita, con una crescita quasi ininterrotta del numero degli inattivi dall inizio della crisi. E le attese a breve termine delle imprese e dei consumatori rilevate nelle indagini qualitative dell Istat segnalano il permanere di una situazione di difficolta sull andamento dell occupazione e sulle prospettive del mercato del lavoro. L Istat ha diffuso inoltre i dati sul commercio, che evidenziano un calo a giugno delle vendite al dettaglio dello 0,2% subase mensile. Nella media del trimestre aprilegiugno 2011, l indice ha registrato, rispetto ai tre mesi precedenti, una variazione negativa dello 0,1%. Nel confronto con maggio 2011, prosegue l Istat, le vendite di prodotti alimentari registrano una variazione nulla e quelle di prodotti non alimenl accordo sulla manovra conferma la coesione della maggioranza, ha sottolineato il premier definendo romanzi d agosto quelli sui sui rapporti tra me e Tremonti. La realtà e quasi sempre diversa da come viene raccontata dalla stampa. L apertura della Lega è stata positiva. La nostra determinazione è assoluta, perché i costi della politica sono forti e per questo siamo grati al senso di responsabilità della Lega. Insomma, disponiamo di una maggioranza e abbiamo la coesione per approvarla, auspichiamo - ha ribadito - che l opposizione cambi il suo comportamento e possa unirsi a noi, siamo aperti, anche se già stamane sui giornali hanno aumentato le critiche, come al solito. (Adnkronos) tari diminuiscono dello 0,3%. Su base annuale, rispetto a giugno 2010, rileva ancora l Istat, l indice grezzo del totale delle vendite segna un calo dell 1,2%, le vendite di prodotti alimentari registrano una variazione nulla e quelle di prodotti non alimentari diminuiscono dell 1,8%. Nel confronto con il mese di giugno 2010 si registra una riduzione dello 0,3% per le vendite della grande distribuzione e dell 1,9% per quelle delle imprese operanti su piccole superfici. Nei primi sei mesi del 2011, rispetto allo stesso periodo del 2010, continua l Istituto di statistica, l indice grezzo diminuisce dello 0,4%. Le vendite di prodotti alimentari presentano una variazione positiva dello 0,2% e quelle di prodotti non alimentari una diminuzione dello 0,7%. (Adnkronos/Ign) ROMA - Da misure per la crescita, alla lotta all evasione, a una revisione radicale della spesa pubblica. Sono alcune delle proposte di modifica alla manovra contenute negli emendamenti presentati dal Pd al Senato. Confermata la proposta di tassare al 15% i capitali gia rientrati con lo scudo fiscale. I democrat chiedono di istituire un imposta progressiva sui grandi patrimoni immobiliari, dello 0,50% per i valori oltre 1,2 mln di euro e dello 0,80% sopra 1,7 milioni. (ANSA) 5

6 POLITICA Manovra, ecco le modifiche: via le Province e metà dei parlamentari ARCORE (MB) - Abolizione delle Province e dimezzamento del numero dei parlamentari da inserire in un disegno di legge costituzionale; stop al contributo di solidarietà, che resta però a carico di deputati e senatori, sostituito da misure antielusione e dalla riduzione dei vantaggi fiscali previsti per le cooperative; piccoli Comuni salvi, anche se verranno unite le loro funzioni fondamentali; regime previdenziale inalterato per chi ha maturato quarant anni di anzianità, senza considerare però il riscatto del servizio militare e della laurea, che tuttavia verrà considerato nel calcolo della pensione. Sono le modifiche alla manovra decise all unanimità nel vertice di maggioranza svoltosi ad Arcore e durato sette ore e illustrate in un comunicato diffuso dalla presidenza del Consiglio. La riunione di maggioranza presieduta dal presidente Silvio Berlusconi - riferisce la nota di palazzo Chigi - si è conclusa con le seguenti unanimi determinazioni: interventi di natura costituzionale con dimezzamento del numero dei parlamentari e soppressione delle Province quali enti statali e conferimento alle Regioni delle relative competenze ordinamentali. Il decreto - prosegue la nota - dovrà essere approvato nei tempi previsti e a saldi invariati con le seguenti principali modifiche: sostituzione dell articolo della manovra relativo ai piccoli Comuni con un nuovo testo che preveda l obbligo dello svolgimento in forma di unione di tutte le funzioni fondamentali a partire dall anno 2013 nonché il mantenimento dei Consigli comunali con riduzione dei loro componenti senza indennità o gettone alcuno per i loro membri. Riduzione dell impatto della manovra -prosegue la nota- per Comuni, Province, Regioni e Regioni a statuto speciale. Attribuzione agli Enti territoriali di maggiori poteri e responsabilità nel contrasto all evasione fiscale con vincolo di destinazione agli stessi del ricavato delle conseguenti maggiori entrate. Punto cardine delle modifiche approvate, secondo quanto riferisce sempre palazzo Chigi, la sostituzione del contributo di solidarietà con nuove misure fiscali finalizzate a eliminare l abuso di intestazioni e interposizioni patrimoniali elusive nonché riduzione delle misure di vantaggio fiscale alle società cooperative. Ma resta il contributo di solidarietà a carico dei membri del Parlamento. Quanto alle pensioni, si è deciso il mantenimento dell attuale regime previdenziale già previsto per coloro che abbiano maturato quarant anni di contributi con esclusione dei periodi relativi al percorso di laurea e al servizio militare che rimangono comunque utili ai fini del calcolo della pensione. Il governo e il relatore - conlcude la nota - presenteranno le relative proposte emendative, aperti al confronto con l opposizione nelle sedi parlamentari. (Adnkronos) Manovra: Bersani,non vedo come quadri Casini: veti Lega impediscono riforme Governo: Maroni, finiremo Legislatura ROMA - Dalle cose che si capiscono fino a qui siamo alla confusione, ad una quadra che non c e, non vedo come possano quadrare questi conti. E il primo commento del segretario del Pd Pierluigi Bersani alle notizie uscite dal vertice di Arcore sulla manovra. Nell insieme mi sembra una soluzione debole - ha aggiunto - spero non venga valutata troppo pesantemente da chi ci osserva nel mondo. Vengano a discutere le cose che abbiamo scritto noi, questo e un consiglio che mi sento di dare. (ANSA) ROMA - C e un veto permanente della Lega su tutte le riforme strutturali che si possono fare, dalla previdenza alle province, alle liberalizzazioni. Ecco perche siamo preoccupati. Lo ha detto il leader dell Udc, Pier Ferdinando Casini, in una conferenza stampa del Terzo polo sulla manovra. Ma cosi - spiega - vengono meno all appello del Presidente Napolitano a concorrere tutti insieme per le riforme strutturali che servono al Paese. (ANSA) RIMINI - Ci vediamo il prossimo anno perche il governo durera e andra avanti sino alla fine della legislatura. Lo ha detto il ministro degli Interni, Roberto Maroni, concludendo il suo intervento al meeting di Rimini e salutando cosi la platea di Cl rassicurando anche indirettamente gli alleati della maggioranza. (ANSA) 6

7 POLITICA Dai tagli alla politica alle liberalizzazioni, ecco la contromanovra del Pd in 10 punti Una contromanovra in dieci punti. E quella illustrata oggi dal segretario del Pd Pier Luigi Bersani per ottenere equità e sviluppo sostenibile 1. Istituzioni più snelle e taglio ai costi della politica. Interventi per riorganizzare e ristrutturare l assetto istituzionale centrale e territoriale e le pubbliche amministrazioni. In particolare: dimezzamento del numero dei parlamentari; interventi sistematici e coordinati su Regioni, Province, Comuni per lo snellimento degli organi di rappresentanza e di governo, per l obbligo della gestione associata di tutte le funzioni nei comuni con meno di 5000 abitanti (e profonda revisione dell articolo 16 del Decreto che limita la rappresentanza democratica e non produce reali risparmi di spesa), il dimezzamento delle Province o, in alternativa, la loro trasformazione in enti di secondo livello; accorpamento degli uffici periferici dello Stato, radicale riduzione delle società partecipate da Regioni, Province e Comuni ed eliminazione degli organi societari per le società in house (oltre 50 mila incarichi), soppressione di enti, agenzie ed organismi, intermedi e strumentali, (consorzi di bonifica, bacini imbriferi montani, enti parco regionali) con attribuzione delle funzioni a Regioni province e comuni, centrale unica per gli acquisti di beni e servizi per ogni articolazione delle pubbliche amministrazioni; riavvio della spending review, per realizzare, per ciascuna amministrazione, veri e propri piani industriali, introdurre best practices e costi standard; revisione delle norme sugli appalti, in particolare per una drastica riduzione del numero delle stazioni appaltanti. 2. Dismissioni immobili e frequenze. Un piano quinquennale di dismissione e valorizzazione di immobili demaniali in partenariato con gli enti locali per almeno 25 miliardi di euro e l introduzione di un asta competitiva per le frequenze televisive. 3. Liberalizzazioni. Un pacchetto di interventi per rafforzare e dare operatività immediata alle misure di liberalizzazione dei servizi professionali, della distribuzione dei farmaci, della filiera petrolifera, del RC auto, dei servizi bancari, delle reti energetiche, dei servizi pubblici locali. Interventi possibili senza rovinare l art 41 della Costituzione. 4. Politiche industriali per lo sviluppo sostenibile, il lavoro, il Mezzogiorno. Tra l altro: la stabilizzazione dell agevolazione fiscale del 55% per l efficienza energetica (in scadenza al 32/12/2011); progetti per l innovazione tecnologica italiana e la ricerca, con attenzione prioritaria alle straordinarie risorse potenziali, a partire dalle donne, del Mezzogiorno; il finanziamento pluriennale del contratto di apprendistato recentemente riformato; revisione dell intervento sull Istituto per il Commercio Estero; revisione per la semplificazione e l adattamento alle diverse dimensioni aziendali del Sistri 5. Una politica vera contro l evasione fiscale. Un pacchetto di misure efficaci contro l evasione fiscale, per raccogliere risorse da utilizzare in via prioritaria: per la riduzione dei contributi sociali sui contratti a tempo indeterminato al fine di eliminare i vantaggi di costo dei contratti precari; alla riduzione dell Irpef, in via prioritaria sulle mamme lavoratrici; alla graduale eliminazione del costo del lavoro a tempo indeterminato dalla base imponibile dell Irap. Tra le altre misure il Pd propone: la tracciabilità, a fini anti-riciclaggio, dei pagamenti superiori a euro e, a fini anti-evasione, dei pagamenti superiori a 300 euro; la comunicazione da parte delle imprese dell elenco clienti-fornitori; la parziale o totale deducibilità delle spese per la manutenzione della casa di abitazione. 6. L imposta ordinaria sui grandi valori immobiliari. L introduzione di una imposta erariale ordinaria sui grandi valori immobiliari, basata su criteri fortemente progressivi. 7. Il contributo di solidarietà dai capitali scudati. Un imposta patrimoniale una tantum del 15% sull ammontare dei capitali esportati illegalmente e condonati attraverso lo scudo fiscale del 2003 e del 2009 e, a titolo di saldo del debito fiscale, del 30% sui patrimoni non scudati detenuti nei paradisi fiscali, in modo da avvicinare l intervento italiano alle medie delle analoghe misure prese nei principali paesi industrializzati e di reperire risorse da dedicare agli interventi per lo sviluppo sostenibile. Parte delle risorse così raccolte vanno utilizzate per finanziare il pagamento di una parte dei debiti delle Pubbliche Amministrazioni nei confronti delle piccole e medie imprese e per alleggerire il patto di stabilità interno, così da consentire immediati investimenti ai Comuni. Inoltre, si propone la rinegoziazione dei trattati bilaterali con i paradisi fiscali transitati dalla black alla white list dell Ocse (in particolare Svizzera). 8. L autonomia delle parti sociali. Il Decreto del governo viola il principio da tutti riconosciuto della non intrusività delle norme di legge nei rapporti tra le parti sociali. Di conseguenza, va soppresso l articolo 8 o, in alternativa, va cambiato in modo da recepire i punti fondamentali dell accordo raggiunto dalle parti sociali il 28 giugno scorso. 9. Contro il falso in bilancio, l autoriciclaggio e il caporalato. La revisione delle norme sulle false comunicazioni sociali affinché il falso in bilancio torni ad essere reato punito severamente e vengano eliminate le clausole di non punibilità; revisione della normativa sull autoriciclaggio ed irrobustimento delle norme contro il caporalato. 10. Giustizia. Interventi per l efficienza della Giustizia, a cominciare dalla revisione delle circoscrizioni giudiziarie (razionalizzazione, gestione migliore del personale, più efficienza), dall istituzione dell ufficio per il processo (unità operativa in grado di svolgere tutti i compiti) e dalla semplificazione ed unificazione dei riti nella giustizia civile. 7

8 POLITICA Politica: Card. Bagnasco, questione morale e grave e urgente C e bisogno di una grande conversione culturale e sociale, e coloro che hanno particolari responsabilita rispetto alla vita pubblica, in qualunque forma e a qualunque livello, ma anche quanti hanno poteri e interessi economici, ne hanno il dovere impellente piu degli altri, sapendo che, attraverso il loro operare, propongono modelli culturali destinati a diventare dominanti. Anche per questa ragione la questione morale in politica, come in tutti gli altri ambiti del vivere pubblico e privato, e grave e urgente, e non riguarda solo le persone ma anche le strutture e gli ordinamenti. Sono le parole pronunciate stamani dal card. Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Conferenza episcopale italiana, durante la messa celebrata in occasione della festa della Madonna della Guardia. Nessuno puo negare l impegno generoso e la rettitudine limpida di molti che operano nel mondo della politica e della pubblica amministrazione, dell economia, della finanza e dell impresa; a loro va rinnovata stima e fiducia ha proseguito il cardinale. Cio non di meno, la questione riguarda tutti come un problema non solo politico, ma culturale ed educativo. Non si tratta in Napolitano: Basta debolezze sull evasione fiscale Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, arriva al Meeting di Rimini accolto come una star e alla fine del suo intervento e salutato da una autentica ovazione ad arte della numerosa platea. Il discorso del capo dello Stato ruota intorno alla crisi e l inquilino del Quirinale lancia moniti e richiami alla politica. Napolitano chiede una lotta seria contro l evasione fiscale. Basta con assuefazioni e debolezze nella lotta a quell evasione fiscale di cui l Italia ha ancora il triste primato. E una stortura divenuta intollerabile, da colpire senza esitare afferma il presidente della Repubblica che rivolgendosi alla politica afferma: Ha il dovere di dare risposte immediate alla crisi che l Italia sta attraversando Napolitano non risparmia severi rilievi alle forze politiche che sostengono l esecutivo e a quelle dell opposizione. La maggioranza ha esitato a riconoscere la gravita della crisi, dominata dalla preoccupazione di sostenere la validita del proprio operato, anche attraverso semplificazioni propagandistiche e comparazioni consolatorie su scala europea.il capo dello Stato non risparmia neanche l opposizio- ne. E possibile che ogni criticita della condizione attuale del Paese sia ricondotta a omissioni e colpe del governo, della sua guida e della coalizione su cui si regge?.l Italia dunque non puo permettersi di pagare il prezzo delle logiche e degli interessi di parte che sta diventando insostenibile. Napolitano sollecita le forze politiche ad essere all altezza dei problemi da risolvere e delle scelte da fare. Scelte che non dovranno essere di breve periodo ma con un orizzonte di medio e lungo termine. Cio perche l Italia necessita di una svolta - ha detto il capo dello primo luogo di fare diversamente, ma di pensare diversamente, in modo piu vero e nobile se si vuole purificare l aria, e i nostri giovani non siano avvelenati nello spirito. So bene che il compito e arduo perche si tratta di intaccare consuetudini e interessi vetusti - ha ribadito il card. Bagnasco -, stili e prassi lontani dall essenziale e dalla trasparenza, dal sacrificio e dal dovere, ma e possibile perche la gente lo chiede e perche e giusto. Da qui l appello a quanti hanno responsabilita in ogni campo ed a tutti i livelli. Chi ha responsabilita pubbliche oggi e domani - ha affermato il cardinale - ha questo primario dovere e onore: mettere in movimento delle decisioni puntuali e coraggiose perche la cultura della vita facile ed egoista ceda il passo alla cultura della serieta. Stato - che si impone attraverso il sentiero stretto di un recupero di affidabilita del paese, in primo luogo del suo debito pubblico. Non si tratta di obbedire al ricatto dei mercati finanziari ha aggiunto, ma di fare i conti con noi stessi, in modo sistematico e risolutivo.napolitano sottolinea la necessita di intervenire per ridurre il debito pubblico. Lasciare quell enorme fardello sulle spalle delle generazioni future significherebbe macchiarsi di una colpa storica e morale. Faccia ora il Parlamento le scelte migliori attraverso un confronto aperto e serio e con la massima equita come condizione di accettabilita.il capo dello Stato torna poi a rivolgersi alla politica indicando che occorre piu oggettivita nelle analisi, misura nei giudizi, piu apertura e meno insofferenza verso le voci critiche. Napolitano rivolge poi l invito a parlare il linguaggio della verita perche dare fiducia non e alimentare illusioni. Stiamo attenti: dare fiducia non significa alimentare illusioni. Non si da fiducia e non si suscitano le reazioni necessarie minimizzando o sdrammatizzando i nodi critici della realta, ma guardandovi in faccia con intelligenza e con coraggio. 8

9 POLITICA Manovra, sindaci in piazza a Milano contro i tagli MILANO - Si è concluso dopo poco più di un ora nella sede della Prefettura di Milano l incontro fra il ministro dell Interno, Roberto Maroni, e una delegazione di sindaci di Comuni italiani e di rappresentanti dell Anci che oggi a Milano hanno sfilato in corteo per protestare contro la manovra correttiva e i tagli agli enti locali. All inizio del confronto i rappresentanti dell Anci hanno regalato a Maroni i gadget della manifestazione di oggi: un cappellino giallo con la scritta Giù le mani dai Comuni e una maglietta con la frase Io non sono uno spreco. Il ministro ha risposto con una battuta sulla partecipazione dei sindaci alla manifestazione. Duemila partecipanti secondo l Anci e mille secondo la Questura, ha detto. Al termine dell incontro l Anci ha deciso di proseguire la sua mobilitazione permanente convocando per domani, alla 14.30, un direttivo straordinario aperto a tutti i sindaci che vorranno parteciparvi. Come fa sapere Anci in una nota la decisione è stata assunta in attesa di risposte chiare e definitive dal governo, dopo aver registrato comunque la disponibilità dello stesso ministro Maroni a rivedere la parte ordinamentale del testo della manovra per un riordino degli enti sul territorio e per una revisione del patto di stabilità interno. La manifestazione di questa mattina, partita dal Palazzo della Regione, è arrivata in piazza della Scala dove i primi cittadini hanno intonato l Inno nazionale ed esibito, oltre ai gonfaloni dei Comuni, alcuni striscioni. Il più grande proprio Giù le mani dai Comuni. La parte della manovra correttiva che riguarda i Comuni deve essere completamente ritirata dice il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia. Il primo cittadino sottolinea che la manovra è ingiusta e ingiustificata, soprattutto perché colpisce gli enti locali e i bisogni primari dei cittadini. Fassina, governo prepara condono Responsabile economia Pd, altro che lotta a evasione ROMA - Dopo avere smantellato nel giugno 2008 tutte le misure introdotte dal governo Prodi, la Lega sempre piu in difficolta lancia proclami roboanti e vuoti contro l evasione fiscale. In realta, il governo e la maggioranza si preparano a fare l ennesimo condono, esplicito o mascherato da concordato fiscale. Lo dichiara Stefano Fassina, responsabile economico del PD. (ANSA) Altri sono gli sprechi che possono essere tagliati. Quanto alla manifestazione è riuscita oltre ogni nostra previsione. Ora è importante che dalla protesta si passi alle proposte e l Anci si sta muovendo in questa direzione. Questa è una manifestazione per dare un messaggio preciso, cioè che non ci possiamo permettere tagli ai Comuni, non possiamo trattare sullo sconto. E prima di tutto lo Stato che deve vendere le sue partecipazioni mette in chiaro Flavio Tosi, sindaco di Verona, intervenuto alla manifestazione. Bisogna tagliare i costi dello Stato centrale, cosa che finora non è mai stata fatta - rimarca Tosi - Noi non ce la facciamo più. Ora bisogna andare a prendere le risorse dove ci sono. E ribadisce il giudizio critico Gianni Alemanno. Dalla manovra - osserva il sindaco - ci sono tagli per il Comune di Roma di 270 mln, sono tagli devastanti. Se non tolgono questi tagli andremo a protestare sotto Palazzo Chigi con i disabili e la Caritas. Chiediamo che i tagli rientrino e che la manovra cambi è la richiesta avanzata anche dal sindaco di Torino, Piero Fassino, dal palco allestito in piazza della Scala. Siamo pronti a farci carico di contribuire al risanamento dei conti pubblici - sottolinea Fassino - ma senza mettere in discussione i servizi essenziali che forniamo ai cittadini. La manovra, avverte, va costruita sul criterio di equità. (Adnkronos/Ign) 9

10 ITALIANI ALL ESTERO Corso di italiano per alunni stranieri in provincia di Mantova arrivati negli Istituti Superiori di Mantova e provincia. MANTOVA - Il Centro di educazione interculturale della Provincia di Mantova, nell ambito dello spazio Sportello Alfabetizzazione, organizza un corso intensivo di lingua italiana per giovani studenti neo- LAB/ITA ESTATE 2011 è un corso estivo per alunni stranieri senza alcuna conoscenza della lingua italiana e si svolgerà dal 29 agosto al 9 settembre 2011, tutte le mattine dalle 9 alle 12 presso il Centro di educazione interculturale in Via Mazzini 17 a Mantova. Saranno presenti un insegnante di italiano lingua seconda e mediatori linguistico culturali. Il corso si pone l obiettivo di fornire gli strumenti della prima comunicazione a giovani studenti arrivati nel nostro Paese alla fine dello scorso anno scolastico o durante l estate. (aise) Il direttivo dell Unione Regionale Marchigiana di Mar del Plata visita la scuola locale Leonardo da Vinci MAR DEL PLATA - La comunità marchigiana di Mar del Plata guidata dal presidente Natalio Caporaletti, assieme a Mario Giampaoli, Vera Dormi, Norma Fighetti e Franca Lani, oggi, 25 agosto, ha visitato la scuola italo-argentina Leonardo Da Vinci, ricevuta dal direttore Juan Zampini e dalla coordinatrice Marite Perrella. Come informa Spazio Giovane, dopo la visita allo stabile, il gruppo si è trattenuto con gli alunni che l anno scorso hanno visitato la Mostra sull Emigrazione Marchigiana a Mar del Plata, importante iniziativa del Consiglio Direttivo dell Unione Regionale Marchigiana di Mar del Plata, che ha coinvolto tutta la comunità marchigiana ed italiana per diverse settimane: nell occasione i visitatori hanno potuto osservare diversi elementi e fotografie sull emigrazione di 60 anni fa a Mar del Plata. Un momento importante dell incontro di oggi ha visto i ragazzi ricordare diversi aspetti dell emigrazione e della mostra. La delegazione ha poi consegnato fotografie e manifesti ai ragazzi, con parole scritte dagli stessi alunni un anno fa, con opinioni sulla mostra e sui ricordi dei propri antenati. Poi il saluto finale, con la promessa di continuare a lavorare su questa strada, avvicinando il passato agli alunni delle scuole italiane di Mar del Plata. Agli incontri era presente anche Marcelo Carrara, in rappresentanza del Comites locale, accompagnato da Spazio Giovane Tv. Indubbiamente ha detto Vera Dormi, coordinatrice della Mostra dell Emigrazione Marchigiana di Mar del Plata è stato un progetto che ha dato e continua a dare i frutti e gioia a tutta la nostra associazione. Questo ci spinge a continuare a lavorare, e stiamo già preparando una II mostra, con alcune novità. Per questo, - ha concluso - invitiamo a collaborare tutti coloro che sono interessati a questa nuova iniziativa. (aise) 10

11 Crisi, Tremonti: Non è ancora game over ECONOMIA RIMINI - Sulla crisi, non siamo ancora al game over. In giro ci sono ancora mostri. Il ministro dell Economia Giulio Tremonti, intervenendo al Meeting di Rimini, ricorre alla metafora dei videogiochi, per descrivere l attuale fase di turbolenza finanziaria che attraversa il mondo e l Italia. Il ministro difende gli eurobond e critica la posizione della Germania. Il tempo degli eurobond sta arrivando afferma respingendo l idea che servano solo all Italia e alla Spagna ma che non convengano alla Germania. Per il titolare del Tesoro, infatti, queste obiezioni sono commenti sbagliati e non appropriati, perche -spiega- gli eurobond sono uno strumento di consolidamento fiscale per la moneta comune e rappresentano l unico modo per avviare una prospettiva di crescita e finanziare il nostro futuro coniugando il rigore con lo sviluppo. Secondo Tremonti, per superare la crisi è fondamentale creare un blocco europeo. Non ci sono idee anticipate -tiene a puntualizzare, dopo aver ripercorso la storia della formulazione degli eurobond, a partire dalla presidenza europea di Jacques Delors- ma esistono solo idee che aspettano il loro tempo e quel tempo ora sta arrivando. Poi arriva la baccettata : Troppi governi hanno pensato che quella che si avviava non era una crisi ma solo un ciclo dice il ministro rilevando che dall avvio della crisi sono stati commessi molti errori. Al tempo stesso, pero, Tremonti osserva che la crisi ha una dimensione finora non nota nell esistente. L analisi di Tremonti è che la crisi e stata gestita usando, per i salvataggi, i debiti pubblici e cosi la medicina e diventata il male in se. Molti errori sono stati finora commessi -osserva- non e stato ristrutturato il sistema bancario, anzi il denaro pubblico e stato usato per salvare le banche. Prezzi: consumatori, in arrivo stangata da oltre euro ROMA - E assolutamente insopportabile che in molti settori dell economia si stiano verificando aumenti di prezzi e tariffe. A lanciare l allarme sono Rosario Trefiletti (Federconsumaotori) ed Elio Lannutti (Adusbef), che denunciano: Le ricadute saranno oltretutto pesantissime per le famiglie e potranno raggiungere a regime un taglio del loro potere di acquisto di oltre i 2000 Euro annui, pari all 86% delle poste definite in manovra. A tale proposito aggiorniamo le previsioni dell O.N.F. relative alla stangata per il 2011, che sara di oltre 1500 euro e che con l aumento del costo del denaro deciso dalla BCE - spiegano - incidera sui mutui e sui prestiti, e con l aggiunta dei costi per i prodotti scolastici, libri e corredo, crescera ulteriormente. Trefiletti e Lannutti chiedono di avviare severi controlli e verifiche per eliminare ogni ombra di speculazione. L aumento dei prezzi si puo ascrivere solo a volonta speculative che nulla dovrebbero avere con sane regole di mercato. Infatti, il Paese e attraversato da una forte contrazione dei consumi, a partire da quelli legati all alimentazione. Tutto cio non deve essere permesso - concludono Trefiletti e Lannutti - ne chiediamo quindi il blocco e rivendichiamo maggiori verifiche, controlli e soprattutto sanzioni da tutte le autorita istituzionali preposte. (ASCA) Non sono state scritte, se non per finta, le regole sulla finanza che, essendo materia complicata, dovevano essere proposte dai banchieri e non dovevano farle i governi. Per Tremonti al Meeting di Rimini, di cui il titolare del Tesoro e oramai divenuto ospite fisso, è stato un bagno di folla. Accolto dagli applausi del popolo ciellino sia il suo arrivo alla Fiera di Rimini che il discorso, attesissimo, che ha di fatto chiuso il Meeting. Tremonti si e fatto fotografare sotto un immagine di De Gasperi. Quindi, dopo aver visitato la mostra sulla sussidiarieta, ha pranzato alla mensa di Cl, subito attorniato da tanti giovani che gli si sono avvicinati per chiedere un autografo e farsi ritrarre assieme al ministro. Poco prima, Tremonti aveva osservato all ingresso della mostra la frase di don Giussani, per la quale Le forze che cambiano la storia sono le stesse che cambiano il cuore dell uomo e ha chiesto sorridendo agli organizzatori: Posso staccarla e portarla in Parlamento? Vorrei farla leggere a tutti gli onorevoli e ai miei colleghi. (Adnkronos) Crisi: Lagarde, aumentano rischi. Crescita insufficiente, fragile ripresa puo deragliare NEW YORK - L economia mondiale continua a crescere, ma non abbastanza : lo ha affermato il direttore generale dell Fmi, Christine Lagarde, intervenendo al meeting dei banchieri centrali di tutto il mondo in corso a Jackson Hole, nel Wyoming. I rischi al ribasso sull economia mondiale stanno aumentando, ha detto Lagarde, sottolineando come siamo in una nuova fase pericolosa e rischiamo di vedere la fragile ripresa deragliare. Dobbiamo agire. (ANSA) 11

12 ECONOMIA MANOVRA BIS: Bersani, Tremonti non chiuso su art 8. Ma stop da Sacconi Di Pietro, Paese nel caos. Governo vada a casa ROMA - Nel bel mezzo di una crisi che rischia di far colare a picco il Paese non sappiamo nemmeno con quali misure il governo pensi di fronteggiare la situazione. C e un decreto che pero fa schifo proprio a tutti, maggioranza inclusa. Le alternative ci sono, noi le abbiamo pure indicate voce per voce ma il governo non ne vuole nemmeno parlare. Preferisce affondare pur di non toccare diritti e privilegi dei potenti e dei disonesti. Lo scrive sul suo blog il leader dell Italia dei Valori, Antonio Di Pietro. Nemmeno il campionato di calcio si sa piu se e quando e come iniziera. E solo una coincidenza, figurarsi, ma tante volte anche le coincidenze rendono l idea di un paese che da qualsiasi parte lo guardi naufraga nel caos, aggiunge Di Pietro. C e un solo modo per ritrovare bussola e timone e cercare di salvare la barca. Noi dell Italia dei Valori lo diciamo da mesi e diventa ogni giorno piu vero: questo governo se ne deve andare. Subito. Prima che sia troppo tardi, conclude il leader dell Idv. (ASCA) RIMINI - L art. 8 della manovra deve essere tolto o cambiato, tuona il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, che nel faccia a faccia con il ministro dell Economia parla anche della norma sul lavoro e rivela poi ai giornalisti che Tremonti non mi e sembrato chiuso. Ma dal ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, arriva un secco no a modificare l art. 8. Bersani non puo chiedere al solo Tremonti, che peraltro ha contribuito alla elaborazione della norma, di togliere l articolo 8 della manovra. Lo dovrebbe chiedere al governatore della Bce Trichet - afferma Sacconi - che in piu sedi, anche pubbliche, ha suggerito all Italia il potenziamento della contrattazione aziendale e il superamento della cosiddetta rigidita in uscita. Lo dovrebbe chiedere alle parti sociali che, quasi tutte con l eccezione della Cgil, hanno esplicitamente condiviso la fiducia in esse riposta dalla norma nel momento in cui essa attribuisce ai contratti di prossimita tra le organizzazioni maggiormente rappresentative la capacita di creare le condizioni specifiche per incrementare gli investimenti e l occupazione di qualita. In precedenza Bersani aveva annunciato che avrebbe parlato a Tremonti dell art. 8 per dirgli se si rendono conto del disastro che state provocando. Stanno distruggendo l unica cosa positiva degli ultimi sei mesi, rappresentata dall intesa positiva tra le forze sociali. L art. 8 deve essere assolutamente cambiato o cancellato. Il botta e risposta a distanza tra il segeretario del Pd e il ministro del Lavoro non finisce qui. Riparte Bersani: Piu che sulla Cgil, sono appiattito sulla positiva intesa del 28 giugno e che fu salutata da tutti come l unica bella notizia dopo mesi e mesi di divisioni e conflitti. Un governo serio dovrebbe custodire e sostenere quell intesa e non metterla a rischio. Se finalmente il governo e il ministro Sacconi, piuttosto che tenersela nei cassetti, pubblicassero doverosamente la lettera della Bce si vedrebbe bene che quell intesa vi corrisponde in pieno. Non si fa attendere la seconda replica di Sacconi, sempre con una nota: Bersani sa benissimo che l accordo del 28 giugno tra le parti sociali ha rappresentato un importante definizione delle regole in base alle quali possono essere ritenuti validi e per cio applicabili a tutti i contratti aziendali, anche quando approvati a maggioranza. La nuova norma - rimarca Sacconi - e, come hanno osservato la Marcegaglia, Bonanni e Angeletti, coerente con quel patto del quale costituisce un evidente sviluppo perche riguarda il contenuto della contrattazione aziendale e territoriale, ovvero le materie che ad essa sono delegate. Si tratta quindi - conclude Sacconi - solo di stabilire se si ha o non si ha fiducia nell autonomia delle grandi organizzazioni sindacali e nelle loro rappresentanze aziendali. Noi si, lui no. did/vlm (ASCA) Manovra: Consumatori, invece di far pagare ricchi evasori, governo aumenta Iva ROMA - Governo e maggioranza,invece di far pagare i ricchi con una congrua patrimoniale del 5% sui patrimoni oltre 5 milioni di euro e di colpire gli evasori, con una cedolare secca del 20 per cento sul riciclaggio di Stato chiedendo a banche, Sim e fiduciarie di prelevare 21 miliardi di euro su 105 miliardi di capitali scudati nel 2009, peggiora ancora di piu una manovra che non taglia le spese, ma aumenta la pressione fiscale al 44,5% addossando ai soliti noti i costi della crisi provocata dalla finanza spregiudicata e dai banchieri. E quanto affermano in una nota Elio Lannutti, presidente Adusbef e Rosario Trefiletti, presidente Federconsumatori. (Adnkronos) 12

13 ECONOMIA Allarme usura: in 7 mesi crescita del 134,7% E le famiglie si indebitano al limite ROMA - E allarme usura in Italia dove, soprattutto nel Mezzogiorno, sempre più famiglie e imprese sono costrette, a causa della grave situazione di difficoltà economica, a ricorrere ai prestiti a strozzo. Il sovra indebitamento delle famiglie in Italia, nei primi 7 mesi del 2011, è cresciuto del 203,4%, rispetto allo stesso periodo del 2010 e l usura è aumentata del 134,7%, rilevano i dati anticipati oggi a Ign, testata on line del gruppo Adnkronos da Contribuenti.it, Associazione Contribuenti Italiani, che con lo sportello antiusura monitora costantemente il fenomeno del sovra indebitamento delle famiglie e delle piccole imprese in Italia. In Italia nel 2011 sono a rischio d usura di famiglie e piccoli imprenditori - afferma Vittorio Carlomagno, presidente di Contribuenti.it Il debito medio delle famiglie italiane ha raggiunto la cifra di euro, mentre quello dei piccoli imprenditori ha raggiunto il tetto dei euro. Al primo posto delle regioni maggiormente esposte all usura spiega Carlomagno troviamo la Campania, Liguria, Valle d Aosta, Sardegna, Toscana, Sicilia, Lombardia, Piemonte, Abruzzo, Puglia, Emilia Romagna, Calabria, Veneto, Lazio, Liguria, Friuli V-Giulia, Umbria, Trentino-A. Adige, Basilicata, Marche e Molise. La crisi economica, l aggressione al patrimonio familiare da parte delle esattorie, il proliferare del pagamento delle tasse a rate, la impossibilità di accesso al credito bancario, la crescita dei giochi d azzardo legalizzati e il boom delle carte di credito Manovra: Marcegaglia, e depressiva CAPALBIO - Sono preoccupata perche con questa manovra di tutte tasse la crescita sara ancora piu bassa, e chiaro che una manovra di questo tipo e certamente depressiva. Lo ha detto la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, a Capalbio per la consegna di un premio letterario. revolving, con tassi di oltre il 20%, continua Carlomagno stanno trascinando migliaia di famiglie e piccole imprese nelle mani di spregiudicati usurai. I dati ricorda il presidente dell associazione - confermano che il fenomeno sta aumentando e l apice potrebbe essere raggiunto a settembre in coincidenza con la ripresa del lavoro. In passato, ogni qual volta l economia ha segnato brusche frenate, l usura ha subito delle forti crescite. Ora c è un ulteriore problema: oltre alla poca propensione alla elargizione del credito associata a commissioni insopportabili applicate dalle banche e dalle esattorie, si sta registrando una aggressione al patrimonio familiare da parte del fisco, sia direttamente mediante la riscossione coattiva e tassazione straordinaria, che indirettamente attraverso l uso spregiudicato dei giochi d azzardo legalizzati, costringe numerose famiglie monoreddito a richiedere prestiti. Contribuenti.it chiede urgentemente al governo di sospendere la riscossione delle imposte nei confronti di tutti coloro che sono assistiti dalle Fondazioni Antiusura e di quelli che hanno perso di recente il posto di lavoro, di bloccare il gioco di azzardo legalizzato in tutti i luoghi pubblici e, soprattutto, di riformare urgentemente il fisco, accorpando la funzione di accertamento e riscossione in testa ad un unico soggetto pubblico, che si qualifichi per trasparenza equità ed imparzialità, abbandonando per sempre la logica del profitto. (Ign) Commentando le ultime misure emerse dal dibattito politico, la leader degli industriali ha definito la manovra in peggioramento. (ANSA) detto Lagarde, sottolineando come siamo in una nuova fase pericolosa e rischiamo di vedere la fragile ripresa deragliare. Dobbiamo agire. (ANSA) 13

14 LAVORO Manovra. Sindaci in rivolta, governo: piccoli comuni salvi ma sottosegretario non da garanzie su stralcio articolo 16 ROMA - Salvi i piccoli comuni. Il sottosegretario alla presidenza del consiglio Gianni Letta ha garantito alla delegazione di sindaci dell Anpci (Associazione dei piccoli comuni) ricevuta a palazzo Chigi, che gli enti al di sotto dei 1000 abitanti, manterranno i consigli comunali e l autonomia amministrativa. Secondo quanto riferiscono i primi cittadini dopo l incontro, il governo avrebbe gia predisposto misure di modifica della manovra in questo senso. I sindaci chiedevano pero lo stralcio dell articolo 16, quello che cancella i piccoli comuni. Su questo, Letta non ha potuto offrire garanzie, anche se si e impegnato a trasferire la richiesta ai gruppi di maggioranza, perche la valutino. Letta ha dato disponibilita a rispondere alle nostre ragioni- conferma Mauro Guerra, coordinatore dei piccoli comuni dell Anci- e ci ha assicurato che il governo sta gia modificando l articolo 16. Noi pero insistiamo a chiederne lo stralcio e che la questione si discuta all interno della Carta delle Autonomie. Nella manovra sara confermata l indicazione relativa all unione dei servizi. I singoli consigli comunali, spiegano i primi cittadini, non saranno piu obbligati ad attuarla se- condo le indicazioni della legge, ma avranno facolta di decidere il modo piu efficiente per realizzarla, sia in riferimento al bacino demografico che ai comuni piu grandi a cui rapportarsi. PICCOLI COMUNI A MONTECITORIO: SIAM PRONTI ALLA MORTE... Siam pronti alla morte, Italia chiamo.... L inno di Mameli annuncia l arrivo a Montecitorio dei piccoli comuni, un corteo di centinaia di sindaci, i piu con famiglia a seguito, vigili urbani nella divisa di festa, e i giovani a reggere i gonfaloni. Le piccole patrie del Belpaese sono a Roma per chiedere una cosa sola: cancellare la norma della manovra economica che depenna dall esistente amministrazioni e simboli antichissimi. Il gallo dalla cresta ritta di Galiano Aterno, 316 abitanti, comune terremotato dal sisma dell Aquila. Il monte innevato di Cappadocia, 538 residenti, del sindaco Teresa Lilli, 78 euro di indennita mensile. Il grappolo d uva dorata di Leni, nell isola di Salina, 696 abitanti, che per la politica spende, in un anno, 996 euro (delibera alla mano del sindaco Riccardo Gullo, pensionato, 10 euro la sua indennita di presenza). Tutto questo non puo essere abrogato da una manovra agostana. Per chi amministra e vive sotto i 5000 abitanti, l alternativa e semplice: Tutti assieme costiamo quanto una decina di parlamentari. Vadano a casa loro, spiega con il maggior garbo possibile Giuseppe Assenso, medico in pensione e primo cittadino di Ventotene, l isola che ospito il confino di Altero Spinelli ed Ernesto Rossi, l isola del manifesto per l Europa unita. Finira soppressa dalla manovra? Questi ci fanno sbattere fuori dall Europa e si permettono di cancellare Ventotene? Ma io piuttosto chiudo l isola, non gliela do vinta a questi politicanti, dice Assenso, arrabbiato. In piazza i toni si inaspriscono: Buffoni, buffoni, gridano i sindaci all indirizzo di alcuni agenti in borghese, scambiati per parlamentari. E un illusione ottica. A Roma, oggi venerdi 26 agosto, ci sono loro, i primi cittadini dei piccoli comuni. Non i deputati. Noi siamo una risorsa, voi siete un costo, e scritto sui cartelli dei manifestanti. (AGENZIA DIRE) PENSIONI: dichiarazione di Domenico Proietti Segretario Confererale UIL La Uil è contraria a ulteriori interventi sulle pensioni con l unico obiettivo di fare cassa. Il sistema previdenziale italiano ha da tempo raggiunto la sostenibilità economica come riconosciuto ripetutamente dagli organismi internazionali. La manovra all esame del Parlamento deve essere corretta nella direzione dell equità e del sostegno alla crescita attraverso un più robusto taglio dei costi della politica abolendo tutte le Province ed una più incisiva lotta all evasione fiscale che, dopo le parole di ieri del Capo dello Stato pone il Governo e tutto il Parlamento di fronte ad ineludibili assunzioni di responsabilità per combattere un anomalia che danneggia gravemente l economia oltre a rappresentare un vulnus gravissimo alla nostra democrazia. 14

15 IL SUD AFFONDA: due giovani su tre senza lavoro ROMA - Nel Sud d Italia due giovani su tre sono a spasso, il 30% dei laureati sotto i 34 anni non lavora. Sono alcuni dati che si ricavano dal rapporto Svimez, l Associazione per lo sviluppo dell industria nel Mezzogiorno, sull economia del Mezzogiorno, di cui oggi sono state rese note alcune anticipazioni. Si parla di un un Sud che arranca, pur lasciandosi alle spalle la recessione più grave dal dopoguerra, con Abruzzo, Sardegna e Calabria che guidano la ripresa. Un Sud dove le famiglie hanno difficoltà a spendere, e il tasso di disoccupazione effettivo volerebbe al 25%, considerando chi il lavoro lo vuole ma non sa dove cercarlo. Ecco alcune delle anticipazioni: EMERGENZA GIOVANI: 2 SU 3 SONO A SPASSO - Allarme giovani. Nel Mezzogiorno il tasso di occupazione giovanile (15-34 anni) è giunto nel 2010 ad appena il 31,7% (il dato medio del 2009 era del 33,3%; per LAVORO le donne nel 2010 non raggiunge che il 23,3%), segnando un divario di 25 punti con il Nord del Paese (56,5%). La questione generazionale italiana diventa quindi emergenza e allarme sociale nel Mezzogiorno. Nel Mezzogiorno il tasso di occupazione giovanile (15-34 anni) è giunto nel 2010 ad appena il 31,7% (il dato medio del 2009 era del 33,3%; per le donne nel 2010 non raggiunge che il 23,3%), segnando un divario di 25 punti con il Nord del Paese (56,5%). La questione generazionale italiana diventa quindi emergenza e allarme sociale nel Mezzogiorno. Nel 2010 il tasso di disoccupazione nel Sud è stato del 13,4% contro il 12% del 2008, più del doppio del Centro-Nord (6,4%, ma nel 2008 era il 4,5%). Se consideriamo tra i non occupati anche i lavoratori che usufruiscono della CIG e che cercano lavoro non attivamente (gli scoraggiati), il tasso di disoccupazione corretto salirebbe al 14,8% a livello nazionale dall 11,6% del 2008, con punte del 25,3% nel Mezzogiorno (quasi 12 punti in più del tasso ufficiale) e del 10,1% nel Centro-Nord. CONFARTIGIANATO: IN ITALIA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE RECORD Disoccupazione record in Italia tra gli under 35. Secondo un analisi dell Ufficio studi di Confartigianato, sono gli under 35 senza lavoro. Ancora piu alta la disoccupazione tra i ragazzi fino a 24 anni che arriva alla soglia del 29,6% rispetto al 21% della media europea. Peraltro tra il 2008 e il 2011, gli occupati under 35 sono diminuiti di unita. Il dato peggiora poi se si fa riferimento al Mezzogiorno dove, rispetto alla media nazionale del 15,9%, il tasso sale al 25,1% pari a giovani senza lavoro. La Sicilia e la regione maglia nera, con la maggior quota di disoccupati under 35, pari al 28,1%, seguita da Campania (27,6%), Basilicata (26,7%), Sardegna (25,2%), Calabria (23,4%) e Puglia (23%). Sta meglio di tutti il Trentino Alto Adige, dove il tasso di disoccupazione tra 15 e 34 anni si ferma a quota 5,7%. A seguire Valle d Aosta (7,8%), Friuli Venezia Giulia (9,2%), Lombardia (9,3%) e Veneto (9,9%). A livello provinciale, la maglia nera va a Carbonia- Iglesias dove i giovani under 35 in cerca di occupazione sono il 38% della forza lavoro. Seguono a breve distanza Agrigento (35,8%) e Palermo (35,7%). La provincia piu virtuosa e Bolzano dove il tasso dei giovani senza lavoro e pari al 3,9%. Ma il Rapporto di Confartigianato evidenzia anche un peggioramento della situazione occupazionale per gli adulti. La quota di inattivi tra i 25 e i 54 anni arriva al 23,2%, a fronte del 15,2% della media europea. Le imprese italiane, nonostante la crisi, denunciano pero la difficolta a reperire il 17,2% della manodopera necessaria. Secondo Confartigianato una strada per facilitare l ingresso dei giovani nel mercato del lavoro e l apprendistato. Gli apprendisti in Italia sono , con l artigianato in evidenza: il 12,5% delle assunzioni avvengono infatti con l apprendistato, a fronte del 7,2% delle aziende non artigiane. 15

16 REGIONI TOSCANA Firenze, esperti alla ricerca del dipinto perduto di Leonardo a Palazzo Vecchio FIRENZE - Si avvia alla sua fase finale la ricerca, condotta dal Comune di Firenze e National Geographic per ritrovare la Battaglia di Anghiari, il dipinto perduto di Leonardo da Vinci, che si troverebbe dietro una delle pareti del Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio. Affidata nel gennaio 2010 alla direzione scientifica del professor Maurizio Seracini, l indagine è portata avanti in questi giorni attraverso l utilizzo di speciali radar, i quali forniranno nelle prossime settimane risultati che saranno utilizzati per stabilire le modalità di prosecuzione dell ultima fase di lavoro. La Battaglia di Anghiari era una pittura murale di Leonardo da Vinci, databile al 1503 e già situata nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze. A causa dell inadeguatezza della tecnica il dipinto venne lasciato incompiuto e mutilo; circa sessant anni dopo, la decorazione del salone venne rifatta da Giorgio Vasari, non si sa se distruggendo i frammenti leonardiani o nascondendoli sotto un nuovo intonaco o una nuova parete: i saggi finora condotti non hanno sciolto il mistero. Nell aprile del 1503 Pier Soderini, gonfaloniere a vita della rinata Repubblica fioren- tina, affidò a Leonardo, da qualche anno tornato in città dopo il lungo soggiorno milanese, l incarico di decorare una delle grandi pareti del nuovo Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio. Si trattava di un opera grandiosa per dimensioni e per ambizione, a cui avrebbe atteso nei mesi successivi, e che l avrebbe visto faccia a faccia con il suo collega e rivale Michelangelo, a cui era stato commissionato un affresco gemello su una parete vicina, la Battaglia di Cascina. La scena affidata a Leonardo invece era la battaglia di Anghiari, cioè un episodio degli scontri tra esercito fiorentino e milanese del 29 giugno 1440; nel complesso la decorazione doveva quindi celebrare il concetto di libertas repubblicana, attraverso le vittorie contro nemici e tiranni. Dopo un viaggio a Pisa nel luglio, Leonardo iniziò infine a progettare il grande dipinto murale che, come per altre sue opere, non sarebbe stato un affresco, ma un opera realizzata con una tecnica che permettesse una gestazione più lenta e riflessiva, compatibilmente col suo modus operandi. Dalla Historia naturalis di Plinio il Vecchio recuperò l encausto, che adattò alle sue esigenze. Per ragioni diverse nessuna delle due pitture murali venne portata a termine, né si sono conservati i cartoni originali, anche se ne restano alcuni studi autografi e copie antiche di altri autori. Leonardo in particolare, dopo molti studi e tentativi, mise in opera il suo dipinto, ma come nel caso dell Ultima Cena anche questa scelta tecnica si rivelò inadatta quando era ormai troppo tardi. Predispose due enormi pentoloni carichi di legna che ardeva, generando una temperatura altissima che avrebbe dovuto essiccare la superficie dipinta. La vastità dell opera non permise però di raggiungere una temperatura sufficiente a far essiccare i colori, che colarono sull intonaco, tendendo inoltre ad affievolirsi, se non a scomparire del tutto. Nel dicembre 1503 l artista interruppe così il trasferimento del dipinto dal cartone alla parete, frustrato dall insuccesso. Tra le migliori copie tratte dal cartone di Leonardo c è quella di Rubens, oggi al Louvre. Perduto anche il cartone, le ultime tracce dell opera furono probabilmente coperte nel 1557 dagli affreschi del Vasari. (Adnkronos) ABRUZZO Successo per natura protetta, aumentano visite a Parco Nazionale d Abruzzo L AQUILA - Il parco nazionale di Abruzzo, Molise e Lazio ha registrato nella prima settimana di agosto un incremento di visite del 10% rispetto allo stesso periodo del Lo riferisce in una nota lo stesso ente, evidenziando come, oltre agli storici centri visita di Pescasseroli e Civitella Alfedena, molti altre aree sono visitabili a Barrea, Opi, Villetta Barrea, Forca d Acero, Campoli Appennino, Castel San Vincenzo, Pizzone e Alvito. I dati in leggera crescita emergono proprio dalle prenotazioni delle escursioni a numero chiuso controllato. Per i sentieri della val di Rose, della valle Jannanghera e del monte Meta, che portano nelle praterie dei camosci infatti, da meta luglio fino ai primi di settembre, sono accessibili a un massimo di 50 persone al giorno, guidate da personale specializzato, ed e necessaria la prenotazione. Ed e proprio la classica Val di Rose che in questa prima settimana di agosto ha fatto registrare un incremento nelle prenotazioni. Una conferma - comunica la nota del Parco Nazionale d Abruzzo, Molise e Lazio - che l avvistamento dei branchi di camosci liberi sulle vette del parco, rimane un emozione da godere con attenzione e rispetto della natura. Mentre - prosegue l Ente nella nota - le tradizionali prenotazioni alberghiere sembrano in difficolta e in diminuzione, anche e soprattutto, forse, a causa della crisi economica, l offerta della natura protetta sembra riscuotere un ulteriore successo, a dimostrazione della validita di un turismo nuovo e diverso, che meriterebbe peraltro, da parte della politica e della amministrazione pubblica maggiore interesse e sostegno. (Adnkronos) 16

17 REGIONI VENETO Imprese, 197 milioni per sostegno ricerca e innovazione nella regione VENEZIA - Regione Veneto e Cassa Depositi e Prestiti attiveranno un Fondo di rotazione regionale per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca (FRI), con una dotazione di 197 milioni di euro, su cui saranno applicate particolari agevolazioni. Lo prevede un protocollo d intesa che la giunta veneta, su relazione dell assessore all economia Isi Coppola, ha approvato e dovra ora essere sottoscritto. La Legge Finanziaria nazionale dice Coppola- ha esteso l ambito di operativita del FRI, attivo presso la Cassa Depositi e Prestiti dal 2006, agli interventi previsti da leggi regionali di agevolazione o conferiti alle Regioni (D.Lgs. n. 112/98), per gli investimenti produttivi e per la ricerca. Con questi fondi sara fornita una provvista a costo calmierato alle banche/societa di leasing convenzionate, per l erogazione di finanziamenti a medio-lungo termine/leasing (con rimborso fino a 15 anni) a favore delle imprese, a fronte di investimenti produttivi e progetti di ricerca e innovazione. La quota massima di cofinanziamento dei fondi FRI sara pari al 50%, elevabile all 80% per iterventi su progetti di ricerca e innovazione. L assessore Coppola ricorda infine che la Regione potra intervenire, a vantaggio dell impresa beneficiaria, coprendo il differenziale di tasso tra il costo della provvista ed il tasso di interesse finale a carico dell impresa sulle medesima quota (fino ad un tasso minimo dell 0,50%), con il ricorso alle norme regionali di agevolazione che saranno selezionate successivamente in collaborazione con la finanziaria Veneto Sviluppo. La prima fase dell intera operazione sara invece la stipula del protocollo di intesa, appena approvato, con la finalita di individuare e verificare forme e modalita di attivazione del fondo di rotazione nel Veneto per l attuazione degli interventi di agevolazione della Regione. (Adnkronos/ Labitalia) LAZIO ALEMANNO: Roma non può essere terra di conquista della criminalità organizzata ROMA - La Capitale non puo essere terra di conquista della criminalita organizzata. E quanto dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, a margine del Meeting di Rimini, dopo i recenti episodi criminali che hanno avuto come scenario Roma e il suo hinterland. CAMPANIA Rifiuti, Caldoro firma nuova ordinanza per flussi extraprovinciali Ci sono sette omicidi che hanno il sapore del regolamento di conti -osserva Alemanno- la magistratura e gli inquirenti devono dirci in fretta cosa c e dietro questi omicidi, per fare una strategia di contrasto, e la richiesta del sindaco di Roma. NAPOLI - E stata firmata dal presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, una nuova ordinanza per i flussi extraprovinciali dei rifiuti. Per le province di Napoli e Salerno ci sara quindi la possibilita di conferire negli impianti di Savignano Irpino, nell Avellinese, e di San Tammaro, in provincia di Caserta. L ordinanza firmata dal presidente Caldoro in queste ore ha garantito con le precedenti l area napoletana e quella salernitana e consente di contare su citta, soprattutto i capoluoghi, sostanzialmente puliti, commenta l assessore all Ambiente della Regione Campania, Giovanni Romano. Abbiamo ridotto il peso su Avellino confermando gli altri conferimenti. Grazie alle ordinanze, che ricordiamo sono misure straordinarie e temporanee, e agli accordi istituzionali con le altre regioni, si e assicurata una azione di supplenza alla non autosufficienza di Napoli e la sua provincia, aggiunge Romano. Come ho avuto modo di sottolineare in questi giorni e il momento del lavoro comune. Agli enti locali, ad ognuno per le proprie competenze, il compito di dar seguito finalmente agli impegni assunti con risposte di carattere strutturale e definitive, conclude l assessore. (Adnkronos) 17

18 AMBIENTE La proposta della Coldiretti: una tassa sulle bibite gassate per sostenere la frutta ROMA - Un terzo dei ragazzi italiani è obeso o in sovrappeso per effetto del consumo di bibite gassate e di cibi spazzatura con il progressivo abbandono dei principi della dieta mediterranea. E quanto afferma la Coldiretti che, nel commentare la proposta del governo francese presentata dal primo ministro, Francosi Fillon, di tassare le bevande gassate, a partire dalla Coca Cola, sostiene che l introito derivante dovrebbe essere utilizzato per aumentare il consumo di frutta e verdura. Il 48 per cento dei bambini italiani, sottolinea l associazione, consuma bevande gassate o zuccherate ogni giorno mentre il 23 per cento dei genitori dichiara che i propri figli non consumano quotidianamente frutta e verdura con il risultato che il 34 per cento dei piccoli cittadini italiani di 8 e 9 anni è lontano dal peso forma: oltre un milione e sovrappeso (22,1 per cento del totale) e 400 mila (11,1 per cento) sono obesi, secondo il monitoraggio effettuato dal progetto Okkio alla salute. Peraltro sulla base di una legge nazionale ormai datata (Legge n. 286 del 1961) le bevande al gusto di agrumi possono essere colorate a condizione che esse contengano appena il 12 per cento di succo di agrumi denuncia Lorenzo Bazzana, responsabile ortofrutta della Coldiretti che chiede di aumentare di alcuni punti percentuali il succo di agrumi nelle bibite con effetti positivi per la salute ed un aumento del consumo di frutta. In Italiaricorda- ci sono un milione di persone non mangiano mai frutta, secondo una analisi Coldiretti/Censis e si è verificato un preoccupante calo soprattutto tra i piu giovani. L effetto è l aumento di peso che- precisa la Coldiretti- è un importante fattore di rischio per molte malattie come i problemi cardiocircolatori, il diabete, l ipertensione, l infarto e certi tipi di cancro. Il rischio è che, dopo anni in cui la vita media si è progressivamente aumentata, a causa delle malattie provocate dal peso eccessivo i giovani di questa generazione potrebbero essere i primi a vivere meno dei propri genitori. La Coldiretti è impegnata nel progetto L italiano green? E donna, ha anni Ha un diploma e vive al Nord, 9 italiani su 10 adottano almeno Educazione alla Campagna amica che coinvolge oltre centomila alunni delle scuole elementari e medie in tutta Italia che partecipano ad oltre tremila lezioni in programma nelle fattorie didattiche e agli oltre cinquemila laboratori del gusto organizzati nelle aziende agricole e in classe. L obiettivo è quello di formare dei consumatori consapevoli sui principi della sana alimentazione e della stagionalità dei prodotti per valorizzare i fondamenti della dieta mediterranea e ricostruire il legame che unisce i prodotti dell agricoltura con i cibi consumati ogni giorno. Fermare la vendita del cibo spazzatura nelle scuole a favore di alimenti locali, freschi e sani come spremute, frutta e verdura di stagione anche da sgranocchiare e in grado di assicurare senso di sazietà e garantire un adeguato apporto idrico può contribuire- sottolinea la Coldiretti- a sconfiggere i problemi di eccesso di peso e obesità. Un obiettivo che può anche essere incentivato con l aiuto dei nuovi distributori automatici di frutta e verdura snack che si stanno diffondendo e dove è possibile acquistare a prezzi calmierati frutta fresca, disidratata o spremute senza aggiunte di zuccheri o grassi come alimento rompi-digiuno per una merenda sana alternativa al cibo spazzatura. E donna, vive al Nord, ha un diploma e un età compresa 35 e i 54 anni. Questo l identikit dell italiano eco-sostenibile che emerge da un indagine effettuata da Fondazione Impresa su 600 persone. L 88,3% degli italiani, spiega la ricerca, adotta almeno cinque comportamenti ecosostenibili, mentre solo il 10,5% ritiene che le proprie abitudini e le scelte di consumo incidano poco o per niente sull ambiente. Il 94,8% evita gli sprechi d acqua, l 88,8% utilizza lampadine a basso consumo, l 84,5% acquista cibi di stagione o biologici, l 82,5% limita l uso dell impianto di riscaldamento o di raffreddamento e il 75% effettua la raccolta differenziata. Relativamente pochi invece utilizzano i mezzi di trasporto pubblico o la bicicletta (58,6%), e ancora meno sono quelli che scelgono il car sharing (33,0%) e l acquisto di prodotti sfusi (31,5%). Gli accorgimenti green più utilizzati sono quelli che fanno parte della sfera domestica, spiegano i ricercatori, mentre quelli fuori casa, come l utilizzo dei mezzi pubblici o della bicicletta, faticano a imporsi. Ma una speranza per il futuro c é: il 13,4% degli intervistati, infatti, ha dichiarato che attualmente non acquista prodotti sfusi ma si è detto disposto a farlo, ll 11,3% ha detto lo stesso per l utilizzo dell automobile in condivisione e il 10,8% per la raccolta differenziata. (ANSA) 18

19 AMBIENTE Agricoltura, il caldo spinge all acquisto di frutta fresca: +40% vendite in sette giorni ROMA - Nella settimana piu calda dell estate sono aumentati del 40 per cento gli acquisti di frutta e verdura rispetto alla settimana precedente. E quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che sono solo 20,3 milioni gli italiani che si difendono dalle alte temperature mangiando sempre sia a pranzo che a cena la frutta fresca e addirittura un milione non la consuma mai. Eppure- sottolinea l associazione- per combattere le ondate di calore lo stesso ministero della Salute suggerisce di mangiare molta frutta fresca che contiene fino al 90 per cento di acqua. Il miglior modo per combattere il caldo e l eccessiva sudorazione è infatti quello di mangiare cibi rinfrescanti, ricchi di vitamine e sali minerali indispensabili per non affaticare troppo l organismo come la frutta e verdura di stagione che aiuta a sconfiggere l afa di questi giorni e assicura un pieno di salute. L andamento settimanale, poi, non ha salvato le sorti di una stagione particolarmente negativa per la produzione nostrana: una analisi della Coldiretti stima in ben 300 milioni le perdite subite dagli agricoltori italiani per le sole pesche, a cui si somma il bilancio in rosso anche di alte varietà di frutta e verdura di stagione come i cocomeri che sono stati pagati ai produttori a prezzi inferiori ai costi di raccolta e spesso sono rimasti addirittura nei campi. Quest estate si è allargata senza giustificazioni- sottolinea la Coldiretti- la forbice dei prezzi della frutta fresca tra produzione e consumo. Una situazione che danneggia gli agricoltori costretti a lavorare in perdita, ma anche i consumatori che potrebbero acquistare maggiori quantità e a condizioni piu vantaggiose. Secondo le elaborazioni Coldiretti su dati del servizio Sms consumatori del ministero delle Politiche Agricole, all inizio di agosto le pesche gialle sono state pagate agli agricoltori 31 centesimi al chilo, ma ai consumatori costano in media 1,85 euro al chilo con un ricarico del 496 per cento (sei volte) mentre per le nettarine (pesche noci) sono stati riconosciuti in media 34 centesimi ma il prezzo finale sale a 1,95 con un ricarico del 474 per cento (quasi sei volte). L Italia- sottolinea la Coldiretti- è il primo produttore mondiale con un raccolto stimato nel 2011 pari a 1,6 milioni di tonnellate, divise quasi a metà tra pesche e nettarine (pesche noci). Un primato messo a rischio dal crollo dei compensi riconosciuti a produttori che sono scesi ben al di sotto dei costi di produzione e quasi dimezzati rispetto a dieci anni fa. Gli agricoltori devono vendere 4 chili di pesche per una tazzina di caffè, 10 chili per potersi permettere un bitter e addirittura 15 chili per un pacchetto di sigarette mentre i consumatori devono spesso a rinunciare all acquisto della frutta per gli altri prezzi di vendita al dettaglio. Le motivazioni della crisi attuale- precisa l associazione- sono congiunturali come l andamento meteorologico e l emergenza dell escherichia coli che hanno causato il contenimento dei consumi, ma sotto accusa ci sono soprattutto l inadeguatezza delle normative comunitarie per la prevenzione e la gestione delle crisi di mercato e la distribuzione commerciale che non è riuscita fino ad ora ad arrivare ad offrire prodotti di qualità al giusto grado di maturazione e ad un prezzo equo per produttori e consumatori. Ci vuole- conclude la Coldiretti- una assunzione di responsabilità dell intera filiera che segua il prodotto da quando esce dall azienda fino a quando arriva sul banco dei supermercati perché nella forbice dei prezzi dal campo alla tavola c è sufficiente spazio per garantire reddito ai produttori e consentire acquisti al giusto prezzo per i consumatori. 19

20 SALUTE - BENESSERE Mirtilli amici del cuore e anti-tumori ROMA - I mirtilli hanno anche proprieta antiossidanti, anticancerogene e di protezione dalle malattie coronariche. La scoperta, che aggiunge tali caratteristiche ai gia noti effetti benefici delle pareti dei vasi capillari e venosi, e frutto di uno studio di ricercatori trentini, pubblicato sul Journal of food composition and analysis. L articolo e firmato da Urska Vrhovsek, Domenico Masuero, Luisa Palmieri e Fulvio Mattivi. Le nuove proprieta sono dovute al contenuto di flavonoli glicosidi. IndietroStampa Invia Scrivi alla redazione precedentesuccessiva- Mirtilli amici del cuore e anti-tumori. (ANSA) Aids: scoperto come virus infetta cellule ROMA - Identificato il meccanismo con cui il virus HIV infetta le cellule determinando il propagarsi dell infezione. La scoperta, che secondo gli autori apre nuovi ed importanti scenari per possibili cure finalizzate a bloccare la malattia, e frutto del lavoro di collaborazione tra i ricercatori dell Istituto Gustave Roussy di Parigi e quelli dell Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Spallanzani di Roma. (ANSA) Un tipo di Ecstasy per curare i tumori ROMA - Una versione dell Ecstasy, la droga delle discoteche, potrebbe aiutare a combattere leucemie, linfomi e mielomi, almeno secondo alcuni ricercatori dell Universita di Birmingham, in Gran Bretagna. Ipotesi che rilancia l uso terapeutico di alcune droghe leggere, anche se non sintetiche come l ecstasy. E questo invece il caso della marjiuana, di cui oggi e stato annunciato il completamento della sequenza del Dna, reso pubblico su Internet dall azienda olandese Medicinal Genomics. (ANSA) Cani possono fiutare cancro polmoni BERLINO - I cani sono in grado di riconoscere, tramite l olfatto, i pazienti malati di cancro ai polmoni, indipendentemente dal fatto che fumino o che siano affetti da broncopneumopatia cronica ostruttiva. Lo ha rivelato uno studio condotto da ricercatori della clinica Schillerhoehe di Gerlingen, nel sud-ovest della Germania. In 71 casi su 100, cani addestrati sono stati in grado di riconoscere la presenza di tumori ai polmoni. Gli animali hanno inoltre escluso pazienti sani in 372 casi su 400. (ANSA) 20

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO 2 RAPPORTO UIL SUI COSTI DELLA POLITICA (LUGLIO 2012) COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO OLTRE 1,1 MILIONI DI PERSONE VIVONO DI POLITICA, IL 4,9% DEL TOTALE

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA IL FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI CENTRALI E TERRITORIALI DELLA REPUBBLICA COSTA 6,4 MILIARDI DI EURO (209

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA. riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013

ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA. riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013 ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013 Considerato che: Il 7 agosto u.s. si è tenuto un incontro tra il Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta, affiancato

Dettagli

I COSTI DELLA POLITICA

I COSTI DELLA POLITICA III RAPPORTO I COSTI DELLA POLITICA DICEMBRE 2013 I costi della politica, diretti e indiretti, ammontano a circa 23,2 miliardi di euro, tra funzionamento di organi istituzionali, società pubbliche, consulenze

Dettagli

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 315 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI Editoriale de Il Giornale, 4 febbraio 2013 4 febbraio 2013 a cura di Renato Brunetta 2 Dopo l impegno

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

La manovra del governo Monti

La manovra del governo Monti 1 La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BARBANTI, ARTINI, BALDASSARRE, BECHIS, MUCCI, PRODANI, RIZZETTO, SEGONI, TURCO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BARBANTI, ARTINI, BALDASSARRE, BECHIS, MUCCI, PRODANI, RIZZETTO, SEGONI, TURCO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3178 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BARBANTI, ARTINI, BALDASSARRE, BECHIS, MUCCI, PRODANI, RIZZETTO, SEGONI, TURCO Modifiche

Dettagli

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte 34 Notiziario della Segreteria Generale del Sindacato Autonomo di Polizia Direttore Politico: NICOLA TANZI Direttore Responsabile: MASSIMO MONTEBOVE Registrazione Tribunale Roma n. 98 del 21 febbraio 2000

Dettagli

LAVORO, FUTURO, ITALIA RIPARTIAMO INSIEME! ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE ASSEMBLEA NAZIONALE 2013

LAVORO, FUTURO, ITALIA RIPARTIAMO INSIEME! ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE ASSEMBLEA NAZIONALE 2013 LAVORO, FUTURO, ITALIA RIPARTIAMO INSIEME! ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE ASSEMBLEA NAZIONALE 2013 LE COOPERATRICI E I COOPERATORI PROTAGONISTI DEL FUTURO DELL ITALIA UN NUOVO IMPEGNO PER LO SVILUPPO

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA.

CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA. CONFINDUSTRIA-CRM: CHECK-UP MEZZOGIORNO, LA CADUTA SI ARRESTA, PROVE DI RIPARTENZA. Segnali positivi, ma ancora insufficienti a recuperare i valori pre-crisi. Il Mezzogiorno non può attendere il 2025.

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL Simulazioni elettorali sulla base del più recente sondaggio sulle intenzioni di voto - A cura di Piercamillo Falasca, 9 dicembre 2010 SINTESI Le elezioni anticipate

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA, 1980-2000 (valori percentuali)

LA POVERTÀ IN ITALIA, 1980-2000 (valori percentuali) LA POVERTÀ IN ITALIA, 198-2 (valori percentuali) 3 3 25 25 2 Mezzogiorno 2 15 Italia 15 1 5 Nord Centro 1 5 198 1982 1984 1986 1988 199 1992 1994 1996 1998 2 vecchia serie nuova serie Fonte: Commissione

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO G I U G N O 2003 QUATTORDICI INDICE PREMESSA pag.5 TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO 11 CAPITOLO 2 L ANALISI DEL MERCATO DEL CREDITO

Dettagli

MISURE DELL'UE PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLA GRECIA E LA STABILIZZAZIONE DELL AREA EURO

MISURE DELL'UE PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLA GRECIA E LA STABILIZZAZIONE DELL AREA EURO Camera dei deputati - XVI Legislatura - Dossier di documentazione (Versione per stampa) Autore: Titolo: Ufficio Rapporti con l'unione Europea Misure dell'ue per il sostegno finanziario alla Grecia e la

Dettagli

Sesto Forum Europeo sulla coesione

Sesto Forum Europeo sulla coesione Sesto Forum Europeo sulla coesione Bruxelles 8 settembre 2014 Intervento del Sottosegretario di Stato, On.Sandro Gozi, nella sessione di apertura Restoring growth and jobs: how can cohesion policy contribute

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. OSSERVATORIO ECONOMICO Maggio 2015. Tommaso Di Nardo Gianluca Scardocci

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. OSSERVATORIO ECONOMICO Maggio 2015. Tommaso Di Nardo Gianluca Scardocci CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI OSSERVATORIO ECONOMICO Maggio 2015 a cura della Tommaso Di Nardo Gianluca Scardocci 112 110 108 106 104 102 100 Roma 15 giugno 2015

Dettagli

La legge Finanziaria per il 2002: alcune prime valutazioni Agostino Megale Antonio Ruda

La legge Finanziaria per il 2002: alcune prime valutazioni Agostino Megale Antonio Ruda La legge Finanziaria per il 2002: alcune prime valutazioni Agostino Megale Antonio Ruda 1. Il quadro macroeconomico alla base della Finanziaria 2002: da rivedere le stime sulla crescita 2. Mancanza di

Dettagli

La rivolta di regioni ed enti locali contro il ritorno alla tesoreria unica

La rivolta di regioni ed enti locali contro il ritorno alla tesoreria unica 1 di 6 04/03/2012 21:47 Quotidiano di Informazione Giuridica Diretto da Avv. Carmelo Giurdanella 2 marzo 2012, 16:30 La rivolta di regioni ed enti locali contro il ritorno alla tesoreria unica Le iniziative

Dettagli

Legge di stabilità 2015. Dipartimento Formazione Cisl ER Versione 1.0

Legge di stabilità 2015. Dipartimento Formazione Cisl ER Versione 1.0 Legge di stabilità 2015 Dipartimento Formazione Cisl ER Versione 1.0 1 Indice L Europa e la legge di stabilità Il DEF La direzione complessiva della manovra Cosa non c è I principali provvedimenti Primo

Dettagli

Capece vs Bernardini

Capece vs Bernardini Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Segreteria Generale: Via Trionfale, 79/A 00136 Roma Tel. 06.3975901 (6 linee r.a) Fax 06.39733669 Email: info@sappe.it Capece vs Bernardini Comunicato stampa in

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

CAPITOLO 5 INDEBITAMENTO

CAPITOLO 5 INDEBITAMENTO CAPITOLO 5 INDEBITAMENTO LIMITE DELLA SPESA PER INTERESSI La Legge di stabilità 2012 (articolo 8, comma 1, legge n. 183/2011) modifica le regole per il ricorso all indebitamento restringendo drasticamente

Dettagli

L ALTRA MANOVRA POSSIBILE PATRIMONIALE PER LA GIUSTA CRESCITA

L ALTRA MANOVRA POSSIBILE PATRIMONIALE PER LA GIUSTA CRESCITA L ALTRA MANOVRA POSSIBILE PATRIMONIALE PER LA GIUSTA CRESCITA I contenuti della manovra Monti ci fanno esprimere un giudizio del tutto negativo. Sembrano passati secoli dal discorso d insediamento in cui

Dettagli

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan venerdì 25 giugno 2010 Buon pomeriggio. Un cordiale saluto al Ministro

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

Donne tra passato e futuro in rapporto alla famiglia, il lavoro, la società e la politica

Donne tra passato e futuro in rapporto alla famiglia, il lavoro, la società e la politica Donne tra passato e futuro in rapporto alla famiglia, il lavoro, la società e la politica Il Segretario Confederale Liliana Ocmin Indice I valori delle donne, i valori della Cisl pg. 3 Il sistema di Welfare

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA Scuola, si chiudono con successo le iscrizioni on line: 1,557.601 milioni di domande registrate, il 99,3% Quasi

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

SICUREZZA: SINDACATI INCONTRANO ALFANO E CESA, DA GOVERNO SILENZIO ASSORDANTE

SICUREZZA: SINDACATI INCONTRANO ALFANO E CESA, DA GOVERNO SILENZIO ASSORDANTE PENSIONI: SINDACATI COMPARTO SICUREZZA VEDONO ALFANO E CESA PENSIONI: SINDACATI COMPARTO SICUREZZA VEDONO ALFANO E CESA DOMANI BERSANI, PREOCCUPAZIONE SU SCELTE GOVERNO (ANSA) - ROMA, 18 APR - ''Molto

Dettagli

IL PERCHÉ DELL INIZIATIVA

IL PERCHÉ DELL INIZIATIVA Roma, 12 febbraio 2014 IL PERCHÉ DELL INIZIATIVA Le imprese, in attesa da troppo tempo di una ripresa che sembra non arrivare mai, chiedono azioni concrete e rapide e non più progetti astratti per la soluzione

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

DIMEZZAMENTO IRES. Nota esplicativa. Il dettaglio della nostra proposta

DIMEZZAMENTO IRES. Nota esplicativa. Il dettaglio della nostra proposta Un Italia che intenda uscire dal tunnel della crisi e porre fine all emergenza occupazionale ha bisogno di una cura shock che riduca drasticamente il peso del fisco, divenuto ormai insostenibile per imprese

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report IL SENTIMENT DELLE IMPRESE ASSOCIATE RIFERITO ALLE DINAMICHE DEL CREDITO NEL TERRITORIO PROVINCIALE ANCE SALERNO: RISCHIO USURA SEMPRE ELEVATO Sebbene il trend risulti in diminuzione

Dettagli

Legge 186 del 15 dicembre 2014 Voluntary Disclosure

Legge 186 del 15 dicembre 2014 Voluntary Disclosure Legge 186 del 15 dicembre 2014 Voluntary Disclosure Premessa Dopo la falsa partenza del D.L. 4 del 2014 promosso dal governo Letta, provvedimento che durante l iter parlamentare venne epurato degli articoli

Dettagli

Relazione del Presidente dell ABI Antonio Patuelli

Relazione del Presidente dell ABI Antonio Patuelli ACRI 91ª GIORNATA MONDIALE DEL RISPARMIO Risparmio e ripresa in una nuova Europa Relazione del Presidente dell ABI Antonio Patuelli Roma, Palazzo della Cancelleria 28 ottobre 2015. INTERVENTI ABI 2015

Dettagli

Economia: dal Fisco all Immigrazione, la terapia d urto della Cgil contro la crisi

Economia: dal Fisco all Immigrazione, la terapia d urto della Cgil contro la crisi Economia: dal Fisco all Immigrazione, la terapia d urto della Cgil contro la crisi I 6 punti del manifesto-piattaforma oggi all'assemblea quadri e delegati Roma, 5 novembre - Un vero e proprio manifesto-piattaforma

Dettagli

La crisi del settore bancario in Europa

La crisi del settore bancario in Europa La crisi del settore bancario in Europa 26 ottobre 2011 Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale, già ad agosto aveva dichiarato che occorrevano circa 200 miliardi di Euro per ricapitalizzare

Dettagli

Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti

Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti Per la riforma dell articolo 18 il governo Monti potrebbe seguire il modello tedesco: si tratterebbe, scrive il Corriere della Sera,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI VI COMMISSIONE FINANZE

CAMERA DEI DEPUTATI VI COMMISSIONE FINANZE CAMERA DEI DEPUTATI VI COMMISSIONE FINANZE AUDIZIONE DEL 6 LUGLIO 2010 - ORE 12.30 ISTANZE UNIREC PER LA MODIFICA DELL ARTICOLO 128 UNDECIES 2 DELLO SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ATTUAZIONE DELLA

Dettagli

IL PREMIER GIOCA D AZZARDO

IL PREMIER GIOCA D AZZARDO 855 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com IL PREMIER GIOCA D AZZARDO MA DOVRÀ RIFARE LA MANOVRA Editoriale de Il Giornale, 28 aprile 2014 28 aprile 2014 a cura di Renato Brunetta 2 Il

Dettagli

LA MANOVRA SALVA ITALIA di Italia dei Valori. Si devono ridurre i costi della politica, eliminare le spese inutili e le concessioni gratuite

LA MANOVRA SALVA ITALIA di Italia dei Valori. Si devono ridurre i costi della politica, eliminare le spese inutili e le concessioni gratuite LA MANOVRA SALVA ITALIA di Italia dei Valori Si devono ridurre i costi della politica, eliminare le spese inutili e le concessioni gratuite - Tagli ai costi della politica per 12 miliardi (a regime) inclusi

Dettagli

Marco Causi Capogruppo PD Commissione Finanze Camera dei Deputati

Marco Causi Capogruppo PD Commissione Finanze Camera dei Deputati Associazione Nazionale Società Emettitrici Buoni Pasto AUMENTARE I BUONI PASTO PER AUMENTARE I CONSUMI Adeguamento dei buoni pasto: una misura coerente con le politiche di riduzione del cuneo fiscale Marco

Dettagli

10 DOMANDE SULL ASSISTENZA AGLI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI IN ITALIA 1

10 DOMANDE SULL ASSISTENZA AGLI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI IN ITALIA 1 10 DOMANDE SULL ASSISTENZA AGLI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI IN ITALIA 1 Network Non Autosufficienza (NNA) 2, giugno 2012 1.Perchè la politica dimentica gli anziani non autosufficienti? Non certo per i

Dettagli

Il privilegio di essere Poliziotti

Il privilegio di essere Poliziotti 51 Notiziario della Segreteria Generale del Sindacato Autonomo di Polizia Direttore Politico: NICOLA TANZI Direttore Responsabile: MASSIMO MONTEBOVE Registrazione Tribunale Roma n. 98 del 21 febbraio 2000

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI PREMESSA La presente premessa costituisce parte integrante del regolamento. Alcuni anni fa, in un momento in cui la realtà giovanile ha cominciato a prendere maggiormente

Dettagli

LA CO A C MP O A MP G A INE SOCIA C L IA E L

LA CO A C MP O A MP G A INE SOCIA C L IA E L LA COMPAGINE SOCIALE LA COMPAGINE SOCIALE DELLA BANCA POPOLARE DI VICENZA Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza si ispira ai principi di onestà, correttezza, trasparenza e riservatezza nello svolgimento

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

Rassegna web Convegno Salerno 18 giugno

Rassegna web Convegno Salerno 18 giugno Rassegna web Convegno Salerno 18 giugno http://www.freelancenews.it/index.php?option=com_content&view=article&id=299:chiu sura-tar-salerno-de-luca-cirielli-commenti&catid=8&itemid=109 Il sindaco di Salerno

Dettagli

La Manovra Monti da 30 miliardi

La Manovra Monti da 30 miliardi La Manovra Monti da 30 miliardi { Il nuovo Governo Monti ha presentato, dopo 17 giorni dal suo insediamento, un decreto legge definito dallo stesso Monti decreto salva-italia che contiene una nuova Manovra

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO M A G G I O 2002 DODICI Il presente Rapporto nasce da una collaborazione ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA Alla sua elaborazione hanno partecipato: Paolo Andreozzi

Dettagli

UN LAVORATORE AUTONOMO SU QUATTRO A RISCHIO POVERTA

UN LAVORATORE AUTONOMO SU QUATTRO A RISCHIO POVERTA UN LAVORATORE AUTONOMO SU QUATTRO A RISCHIO POVERTA Le famiglie con un reddito principale da lavoro autonomo presentano un rischio povertà quasi doppio rispetto a quello delle famiglie di lavoratori dipendenti.

Dettagli

OSSERVATORIO SUI PROTESTI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE

OSSERVATORIO SUI PROTESTI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE 1/2 3,6k 1k 1,5k OSSERVATORIO SUI PROTESTI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE DICEMBRE #17 (2 a+2b) 12,5% 75,5% 1.41421356237 2 RITARDI AI MINIMI E PROTESTI IN FORTE CALO NEL TERZO TRIMESTRE SINTESI DEI RISULTATI

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali Comune di Bologna OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA SINTESI DELLA RICERCA SU: Le famiglie povere nelle regioni italiane. Aspetti oggettivi e soggettivi

Dettagli

- RADIO RADICALE 7 milioni nel 2012 per l emittente per la trasmissione delle sedute del Parlamento.

- RADIO RADICALE 7 milioni nel 2012 per l emittente per la trasmissione delle sedute del Parlamento. Via libera al Milleproroghe Ecco le misure del decreto Roma Il governo ottiene alla Camera la fiducia sul decreto Milleproroghe, conservando sostanzialmente i numeri incassati dalla manovra di dicembre.

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. OSSERVATORIO ECONOMICO Febbraio 2015. Tommaso Di Nardo Gianluca Scardocci

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. OSSERVATORIO ECONOMICO Febbraio 2015. Tommaso Di Nardo Gianluca Scardocci CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI OSSERVATORIO ECONOMICO Febbraio 2015 a cura della Tommaso Di Nardo Gianluca Scardocci 112 110 108 106 104 102 100 Roma 15 marzo

Dettagli

NEGLI ULTIMI 15 ANNI SONO RADDOPPIATI I CONTRIBUENTI CHE PRESENTANO IL MODELLO 730

NEGLI ULTIMI 15 ANNI SONO RADDOPPIATI I CONTRIBUENTI CHE PRESENTANO IL MODELLO 730 NEGLI ULTIMI 15 ANNI SONO RADDOPPIATI I CONTRIBUENTI CHE PRESENTANO IL MODELLO 730 Per chi decide di compilare on line il proprio 730 non ci sono problemi : il fisco mette a disposizione un manuale di

Dettagli

LAVORO: UNA RIFORMA IRRAZIONALE L ennesimo arretramento delle tutele dei lavoratori

LAVORO: UNA RIFORMA IRRAZIONALE L ennesimo arretramento delle tutele dei lavoratori LAVORO: UNA RIFORMA IRRAZIONALE L ennesimo arretramento delle tutele dei lavoratori Alvise Moro, avvocato giuslavorista Il testo - approvato dal Senato in prima lettura il 31 maggio 2012 - è dal 7 giugno

Dettagli

CIRCOLARE N. 9. Roma, 14 marzo 2008

CIRCOLARE N. 9. Roma, 14 marzo 2008 CIRCOLARE N. 9 DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO ISPETTORATO GENERALE DI FINANZA UFFICI XI - IV ISPETTORATO GENERALE PER LA FINANZA Prot. n. 33349 Allegati: 2 DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

Dettagli

Panetta 21 giugno 2013 Le banche di credito cooperativo

Panetta 21 giugno 2013 Le banche di credito cooperativo Panetta 21 giugno 2013 Le banche di credito cooperativo Alle 394 banche di credito cooperativo italiane (BCC) e ai 3 istituti centrali di categoria fa capo il 10 per cento dei prestiti a famiglie e imprese,

Dettagli

IV RAPPORTO SULLA FINANZA IMMOBILIARE 2011 Abstract

IV RAPPORTO SULLA FINANZA IMMOBILIARE 2011 Abstract Comunicato stampa IV RAPPORTO SULLA FINANZA IMMOBILIARE 211 VERSO UN NUOVO PROFILO FINANZIARIO DELLE FAMIGLIE ITALIANE La condizione finanziaria delle famiglie italiane, da sempre caratterizzata da un

Dettagli

Tratto da Prospettive assistenziali n. 175, luglio settembre 2011 www.fondazionepromozionesociale.it

Tratto da Prospettive assistenziali n. 175, luglio settembre 2011 www.fondazionepromozionesociale.it Tratto da Prospettive assistenziali n. 175, luglio settembre 2011 www.fondazionepromozionesociale.it ALLUCINANTI LE DICHIARAZIONI DEL MINISTRO SACCONI SULLA SOCIAL CARD E SULLE ESIGENZE DEI SOGGETTI DEBOLI

Dettagli

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA Contributo di Laura Chies Esperta dell Agenzia e Dises - Università di Trieste e di Chiara Donati e Ilaria Silvestri Servizio statistica e affari

Dettagli

Analisi del mercato delle auto

Analisi del mercato delle auto Analisi del mercato delle auto Le immatricolazioni ripartono grazie alla necessità di sostituire il vecchio parco di auto non catalizzate. La scomparsa imminente della benzina super fa crescere le vendite,

Dettagli

Modera Antonio POLITO Direttore del Quotidiano Il Riformista" Intervento del Segretario generale Cisl Raffaele Bonanni

Modera Antonio POLITO Direttore del Quotidiano Il Riformista Intervento del Segretario generale Cisl Raffaele Bonanni Forum La partecipazione dei lavoratori nelle imprese, promosso dal Quotidiano Il Riformista e Cisl, Roma 13 giugno 2008 c/osenato della Repubblica - Sala Capitolare Chiostro del Convento di S. Maria sopra

Dettagli

ANSA. Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile

ANSA. Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile ANSA Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile (ANSA) - ROMA, 30 SET - "Con il premier Letta siamo d' accordo su una cosa importante: il Paese ha bisogno di interventi sulla giustizia a

Dettagli

LA FORMAZIONE INTERNA NEL CONTRATTO DI APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE

LA FORMAZIONE INTERNA NEL CONTRATTO DI APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE LA FORMAZIONE INTERNA NEL CONTRATTO DI APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE Vilmo Pescara Gennaio 2009 Consulente del Lavoro in Novara Il contratto di apprendistato è stato oggetto, nel corso degli anni,

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

un aggiornamento sui dati del prestito della speranza

un aggiornamento sui dati del prestito della speranza 6. un aggiornamento sui dati del prestito della speranza Dal Censimento delle opere ecclesiali 1. Il Prestito della Speranza nel contesto nazionale del microcredito Il Prestito della Speranza è un progetto

Dettagli

I PENSIONATI VOGLIONO DELLE RISPOSTE

I PENSIONATI VOGLIONO DELLE RISPOSTE CGIL SPI TORINO TORINO TORINO I PENSIONATI VOGLIONO DELLE RISPOSTE Nel corso degli ultimi anni la fase di contrattazione con i Comuni sulle loro politiche di bilancio, è andata incontro a molte difficoltà.

Dettagli

COME CAMBIA IL SISTEMA PREVIDENZIALE DALLA LEGGE DI STABILITA AL DECRETO MONTI. ALCUNE RIFLESSIONI

COME CAMBIA IL SISTEMA PREVIDENZIALE DALLA LEGGE DI STABILITA AL DECRETO MONTI. ALCUNE RIFLESSIONI COME CAMBIA IL SISTEMA PREVIDENZIALE DALLA LEGGE DI STABILITA AL DECRETO MONTI. ALCUNE RIFLESSIONI Gli ultimi eventi ai quali si sta assistendo, soprattutto a seguito della crisi economica e finanziaria

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 998 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato ANGELA NAPOLI Disposizioni per la tutela dei risparmiatori e istituzione del Fondo di garanzia

Dettagli

COMMISSIONI RIUNITE. I (Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni) e XII (Affari sociali)

COMMISSIONI RIUNITE. I (Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni) e XII (Affari sociali) Martedì 15 febbraio 2011 3 Commissioni riunite I e XII COMMISSIONI RIUNITE I (Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni) e XII (Affari sociali) S O M M A R I O SEDE REFERENTE: Istituzione

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 931

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 931 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 931 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori LANNUTTI, BELISARIO, ASTORE, BUGNANO, CAFORIO, CARLINO, DE TONI, DI NARDO, GIAMBRONE, LI GOTTI, MASCITELLI, PARDI,

Dettagli

LA SOSTENIBILITA DEL SISTEMA SANITARIO ITALIANO

LA SOSTENIBILITA DEL SISTEMA SANITARIO ITALIANO LA SOSTENIBILITA DEL SISTEMA SANITARIO ITALIANO Intervento del Direttore Generale Marcella Panucci SPESA PUBBLICA, PRIVATA E FINANZIAMENTO DEL SSN (Ministero della Salute e Istat, 2011) Valori assoluti

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 201 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BURANI PROCACCINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 MAGGIO 2006 (*) Modifica all articolo 110 del testo unico delle

Dettagli

Documento Congiunto delle Provincia di Vibo Valentia e di Crotone e di tutti i sindaci dei comuni ricadenti sui due territori.

Documento Congiunto delle Provincia di Vibo Valentia e di Crotone e di tutti i sindaci dei comuni ricadenti sui due territori. Documento Congiunto delle Provincia di Vibo Valentia e di Crotone e di tutti i sindaci dei comuni ricadenti sui due territori. Il Consiglio Provinciale ed il Consiglio Comunale di Vibo Valentia riunitisi

Dettagli

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA Ufficio Stampa EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA TURISMO ESTERO, CONFESERCENTI- REF: GLI STRANIERI CONTINUANO A SCEGLIERE L ITALIA, MA CONOSCONO POCO IL SUD: PREFERITO IL CENTRO-

Dettagli

Consiglio Provinciale

Consiglio Provinciale PROVINCIA CARBONIA IGLESIAS Consiglio Provinciale Delibera n 46 Data:08.11.2011 Prot. n del Oggetto : Approvazione Ordine del giorno su nuove norme recupero crediti Equitalia L anno duemilaundici, addì

Dettagli

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 870 MILA UNITÀ, OLTRE 9 MILA IN PIÙ NELL ULTIMA SETTIMANA

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 870 MILA UNITÀ, OLTRE 9 MILA IN PIÙ NELL ULTIMA SETTIMANA Roma, 20 Novembre 2015 I giovani presi in carico sono 537.671. A più di 228 mila è stata proposta almeno una misura. Crescere in Digitale: oltre 35.100 gli iscritti a dieci settimane dal lancio I GIOVANI

Dettagli

L'emendamento del Governo 1.2000 a fronte del testo approvato dalla Commissione

L'emendamento del Governo 1.2000 a fronte del testo approvato dalla Commissione XIV legislatura Disegno di legge A.S. n. 3223-A Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2005) L'emendamento del Governo 1.2000 a fronte del testo

Dettagli

Alle Ust Cisl della Calabria ; Alle Federazioni Regionali ; Agli Enti e Associazioni ; LL.SS.

Alle Ust Cisl della Calabria ; Alle Federazioni Regionali ; Agli Enti e Associazioni ; LL.SS. Lamezia Terme, 19/05/2009 Prot. N 192 /09 Alle Ust Cisl della Calabria ; Alle Federazioni Regionali ; Agli Enti e Associazioni ; LL.SS. Oggetto : Sanità, Fiscalità e Ticket. Cari Amici, come sicuramente

Dettagli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli Già si erano visti alcuni segnali preoccupanti prima di Pasqua, con la Borsa di Milano tornata

Dettagli

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Relazione dei Presidente CIDA, Silvestre Bertolini La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Prima di iniziare, vorrei ringraziare le autorità presenti in sala, che è sempre

Dettagli

Per il rafforzamento dell identità culturale e politica della UIL.

Per il rafforzamento dell identità culturale e politica della UIL. Per il rafforzamento dell identità culturale e politica della UIL. Una proposta per il futuro. La natura solidaristica e democratica del sindacato si accompagna per la UIL alla sua indipendenza e alla

Dettagli

SINTESI COMMENTATA MANOVRA ECONOMICA SALVA ITALIA - GOVERNO MONTI Decreto Legge 201 del 06/12/2011

SINTESI COMMENTATA MANOVRA ECONOMICA SALVA ITALIA - GOVERNO MONTI Decreto Legge 201 del 06/12/2011 SINTESI COMMENTATA MANOVRA ECONOMICA SALVA ITALIA - GOVERNO MONTI Decreto Legge 201 del 06/12/2011 Questa manovra, seppur necessaria per tentare di sottrarre il nostro Paese dalla morsa della speculazione

Dettagli

STUDIO LINK LAB SUICIDI PER MOTIVI ECONOMICI: DALL INIZIO DELL ANNO 119 I CASI.

STUDIO LINK LAB SUICIDI PER MOTIVI ECONOMICI: DALL INIZIO DELL ANNO 119 I CASI. STUDIO LINK LAB SUICIDI PER MOTIVI ECONOMICI: DALL INIZIO DELL ANNO 9 I CASI. I DATI RELATIVI A SETTEMBRE E OTTOBRE RAPPRESENTANO UN NUOVO GRIDO DI ALLARME. UN SUICIDA SU DUE E IMPRENDITORE. PREOCCUPANTE

Dettagli

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 Contributi di licenziamento, nuova Aspi, «decantierizzazione». La macchina

Dettagli

AUTORIPARAZIONE Associazione Nazionale Carrozzieri Autoriparazione < Pacchetto norme settore assicurativo >

AUTORIPARAZIONE Associazione Nazionale Carrozzieri Autoriparazione < Pacchetto norme settore assicurativo > AUTORIPARAZIONE Associazione Nazionale Carrozzieri Autoriparazione < Pacchetto norme settore assicurativo > Documento unitario delle Associazioni nazionali di categoria: Osservazioni e proposte 1 Nel corso

Dettagli

Il mercato IT nelle regioni italiane

Il mercato IT nelle regioni italiane RAPPORTO NAZIONALE 2004 Contributi esterni nelle regioni italiane a cura di Assinform Premessa e obiettivi del contributo Il presente contributo contiene la seconda edizione del Rapporto sull IT nelle

Dettagli

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Secondo le stime più attendibili, di 350 mila lavoratori che si trovano a dover

Dettagli

Roma, 21 settembre 2015

Roma, 21 settembre 2015 Roma, 21 settembre 2015 CREDITO, SVIMEZ: CONFIDI AL SUD TROPPO PICCOLI E POVERI, EROGANO IL 25% RISPETTO A QUELLI DEL CENTRO-NORD La SVIMEZ: Servono interventi organici nell ambito del credito e dei Confidi

Dettagli