Studio sulle aspettative e la motivazione dei giovani cestisti in Svizzera

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Studio sulle aspettative e la motivazione dei giovani cestisti in Svizzera"

Transcript

1 Swiss Basketball Studio sulle aspettative e la motivazione dei giovani cestisti in Svizzera Nathalie Turin e Patricia Schwarz 5 Aprile 2011

2 Dalla primavera del 2011, quando il nuovo Comitato Direttivo é entrato in funzione, il nostro team ha deciso di assicurarsi che giocatori e giocatrici fossero sempre al centro delle nostre riflessioni e decisioni. Le nostre funzioni in seno alla federazione non sono più legate a esperienze dirette sui campi in quanto è necessario mantenere una visione d insieme del basket svizzero. Nonostante questo, abbiamo ritenuto di iniziare dalla base il nostro mandato, interessandoci direttamente su cosa pensano i giovani d oggi e cosa si aspettino dal loro sport preferito. Abbiamo deciso di fare un sondaggio diretto sui loro desideri, ambizioni e motivazioni. Abbiamo avuto la fortuna di poter contare su Nathalie Turin, che ha messo a disposizione tempo e le sue conoscenze su studi di mercato, permettendoci di portare a termine questa iniziativa. La sua preziosa esperienza ci è stata di grande aiuto e la ringraziamo di cuore per il suo impegno. Teniamo però a ringraziare pure i diretti interessati: i partecipanti al sondaggio! Siamo veramente soddisfatti del tasso di risposta che denota un grande interesse per lo sviluppo del nostro sport. Ringraziamo i Club e le Associazioni Regionali che hanno trasmesso i questionari ai loro membri e per il loro contributo al successo di questo studio. Dobbiamo pure ringraziare i membri della Swiss Basketball Women (CLNF) ed il segretariato generale di Swiss Basketball sia per le traduzioni che per i loro contributi. Lo spirito di collaborazione scaturito, é quello che noi ci attendavamo, continueremo perciò a tenerlo vivo per tutto il nostro mandato. Con questo spirito e gli insegnamenti che potremo ricavare da questo studio, il nostro sport continuerà ad evolversi e crescere. Un grande grazie a tutti, e buona lettura! Patricia Schwarz Membro del Comitato di Direzione Swiss Basketball 2

3 L anno scorso, ho realizzato la mia tesi di Bachelor sulla comunicazione esterna di Swiss Basketball. Dopo aver incontrato alcuni rappresentanti della Federazione e della Lega, ho avuto il piacere di proporre una collaborazione su questo studio. Lavorando nell ambito degli studi di mercato, ho deciso di interessarmi e di lanciarmi in quest avventura prendendo in mano l aspetto metodologico e tecnico. Il tutto è iniziato con qualche intervista esplorativa che ci ha permesso di stilare una prima versione del questionario, dopo essere stato testato da una decina di persone, è stato modificato e si è arrivati alla versione definitiva ritenuta esaustiva. Considerata l estensione geografica del territorio e l utilizzo abituale d internet abituale dei giovani minori di venticinque anni, abbiamo optato per la raccolta dei dati online. Ci siamo stupiti di costatare un elevato interesse. Una volta raccolti tutti i dati abbiamo potuto iniziare l analisi e la valutazione. Vorrei ringraziare tutte le persone che mi hanno aiutato in questo progetto, per le traduzioni, le interviste esplorative e i testi. Un grande ringraziamento a Swiss Basketball per la fiducia accordatami. Per terminare un grazie a tutte le persone che hanno partecipato al sondaggio e un augurio di buona lettura. Nathalie Turin 3

4 INTRODUZIONE La decisione di realizzare questo studio é stata presa dal Comitato Direttivo di Swiss Basketball con lo scopo di conoscere le aspettative e le motivazioni dei giovani minori di venticinque anni. I risultati possono servire ai membri della Federazione (i club, le associazioni regionali, la LNBA, le commissioni e il Comitato Direttivo) affinché le scelte strategiche siano il più possibile vicino alle aspettative dei loro membri. La raccolta dati è stata fatta esclusivamente online durante il periodo dal 1 ottobre al 15 di novembre. Abbiamo raccolto 497 questionari validi che rappresentano un tasso di risposta del 40%, molto buono, per un indagine su internet. I questionari raccolti sono ripartiti in questo modo: 329 risposte francofone 104 risposte germanofone 64 risposte italofone La ripartizioni tra ragazze e ragazzi é la seguente : 191 ragazze e 306 ragazzi. L età media é di 19 anni. Malgrado le differenze di rappresentazione tra i differenti gruppi di lingue o di sesso, non c é stata alcuna differenza significativa tranne che in una domanda. I risultati presentati inglobano l insieme dei questionari senza distinzioni. La presentazione del rapporto segue l ordine delle domande dei questionari. Analizzate ad una ad una, precisiamo che ogni domanda è stata formulata con risposte a scelta multipla. La somma delle percentuali alcune volte è superiore al 100% poiché alcune persone hanno risposto a più possibilità. 4

5 PER QUALE/I RAGIONE/I HAI INIZIATO A GIOCARE ALLA PALLACANESTRO? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Questa prima domanda ci permette di valutare i criteri di scelta iniziali per un giovane che si lancia nel basket. A questa domanda, i punti che ricevono più risposte sono chiaramente le prime tre categorie: Fare sport Divertirsi Praticare uno sport di squadra Ritroviamo dunque due aspetti maggiori del basket: il gioco e lo spirito di squadra. L iscrizione unilaterale decisa dai genitori arriva solo in coda, il che denota quindi la scelta diretta dei ragazzi verso il nostro sport. Abbiamo anche potuto raggruppare in sei categorie le risposte della sezione «Altro» : la tradizione familiare, la passione per il basket, il desiderio di mettersi alla prova, aver guardato alcune partite di basket (Svizzero o NBA), la presentazione del basket a scuola e per finire l influenza degli amici. 5

6 QUALI SONO LE TUE MOTIVAZIONI OGGI? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Dopo essersi posti la domanda perché ho cominciato a giocare a basket?, ci chiediamo cosa spinga a continuare a giocare oggi, le motivazioni. Le due risposte più citate sono nel miglioramento. I nostri giovani vogliono migliorarsi e dobbiamo fornirgli i mezzi per farlo. Percentuali importanti anche per il tenersi in forma e continuare a giocare con gli amici. Lo sfogo ha pure un ruolo importante nel mondo del basket. Sotto «Altro» le risposte ricevute riguardano per 14 persone il voler raggiungere lo sport d élite e anche il piacere della competizione. Più isolate risposte come: il piacere del gioco, l equilibrio tra scuola e svago, il desiderio di raggiungere più fiducia personale. 6

7 COSA TI PIACE DI PIÙ NELLA PALLACANESTRO? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) A questa domanda è stato scelto in modo molto marcato lo spirito di squadra. Poi negli altri si constata un equilibrio delle risposte, tutte tra il 40-50%. Questo significa che ci sono elementi importanti e che é necessario valorizzarli. Al fine di favorire lo spirito di squadra, l organizzazione di attività extra-basket può essere una possibilità. Altri aspetti quali la competizione o il piacere di affrontare un avversario compaiono nella categoria «altro». Nel grafico seguente abbiamo rappresentato i dati che separano le risposte maschili e quelle femminili, dove troviamo delle differenze. In effetti, si costata che le ragazze mettono in risalto lo spirito di squadra e lo scambio tra compagne, mentre i ragazzi pongono l attenzione più su aspetti baskettiani: tecnica, tattica e spettacolo. 7

8 QUALI/E SONO I TUOI OBIETTIVI / LE TUE AMBIZIONI SPORTIVI/E? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Sopra, vediamo che un terzo degli intervistati gioca soprattutto per piacere e rappresenta una fetta importante di tutti i tesserati. L ambizione di giocare in NBA é apparsa nella categoria «altro». Troviamo inoltre il desiderio di raggiungere le squadre nazionali, quindi ambizioni elevate. Rileviamo che le ambizioni e la nozione di piacere del gioco non si escludono a vicenda, per questo é importante tenere in considerazione i due gruppi e offrire condizioni che rispettino le aspettative. Di seguito raggruppiamo le risposte relative alle squadre nazionali e alle squadre di livello nazionale. I ragazzi hanno interesse e ci tengono a raggiundere un alto livello. 8

9 CITA 5 COSE CHE LA PALLACANESTRO TI HA INSEGNATO E CHE TI SONO UTILI NELLA PRATICA DEL TUO SPORT O NEL TUO QUOTIDIANO. Domanda aperta a molte risposte, le abbiamo raccolte suddivise in dieci grandi categorie: Rispetto Spirito di squadra Calma, pazienza Competitività, perseveranza Fair-Play Amicizia Fiducia Sconfitta (imparare a perdere) Lavoro, disciplina Tecnica di basket Osserviamo un ordine ricorrente nelle risposte. Visto che nel sondaggio si chiede la prima cosa che il basket ha insegnato, ai primi posti troviamo maggiormente le tre seguenti risposte: Spirito di squadra, Competitività, Rispetto. A seguire troviamo l elemento del lavoro, disciplina. È interessante costatare che sebbene la domanda sia aperta, un certo numero di risposte é ricorrente. Ne risulta una visione comune, può essere interessante tenerlo in considerazione al momento delle discussioni sulla politica sportiva oppure al momento di stabilire comunicazioni diverse. 9

10 DESIDERI INTEGRARTI O TI SEI GIÀ INTEGRATO IN UNA STRUTTURA DI TIPO SPORT- STUDI? L interesse per questo tipo di struttura é marcatissimo. C è ancora una grossa fetta del 19% di indecisi che potrebbe far pendere la bilancia ulteriormente verso il sì. SARESTI PRONTO A PAGARE O HAI GIÀ PAGATO PER FARE PARTE DI UNA TALE STRUTTURA? Questa domanda é stata posta solo alle persone che han risposto positivamente alla domanda precedente, all incirca 200 persone. Ci si immagina che la messa in funzione di queste strutture richieda un organizzazione e mezzi finanziari al fine di beneficiare di migliori infrastrutture possibili. I giovani sono anche coscienti e si dichiarano disposti (57%) a pagare o di aver già pagato per fare parti di questi progetti. Se desiderano il meglio, sono coscienti che questo ha un prezzo. 10

11 QUALE/I RAGIONE/I POTREBBE/ERO CONDURTI A CAMBIARE CLUB? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) A questa domanda nessuna risposta ha ottenuto una larga maggioranza sulle altre. Possiamo però notare che il gruppo di risposte più gettonato raccoglie: Migliori allenamenti, Migliori allenatori e Migliori strutture. Questi tre aspetti sarebbero la ragione principale per cui un giovane cambierebbe il club. Un terzo dei partecipanti ha segnalato importante che il club sia vicino al luogo degli studi. L importanza dello studio é anche rilevante, soprattutto per gli studi superiori, centralizzati generalmente nelle grandi città. Nella sezione «altro» troviamo più giovani che dichiarano pure di non voler cambiare club per nessun motivo e per nessun motivo lo farà in futuro. L attaccamento alla maglia è dunque presente ma alcuni hanno fatto presente che un cambiamento potrebbe essere intrapreso in caso di deterioramento dell ambiente. Si constata dunque che per alcuni di loro sono importanti anche gli aspetti extra-basket. 11

12 QUALE DISTANZA SARESTI PRONTO A PERCORRERE PER ASSOCIARTI A UN CLUB? Per le risposte a questa domanda abbiamo trovato di notevole interesse mostrare i risultati dettagliati per regione linguistica. Le realtà geografiche sono molto diverse e di conseguenza le distanze che i giovani sono disposti a percorrere variano. I germanofoni sono i più disposti a spostarsi per praticare basket. Ricordiamo la suddivisione linguistica : 329 francofoni 104 germanofoni 64 italofoni Le risposte a questa domanda possono essere interessanti per una riflessione riguardo a una nuova ripartizione dei club in seno ad una regione o eventuali raggruppamenti. 12

13 QUALE SAREBBE LA RAGIONE PRINCIPALE CHE POTREBBE CONDURTI A RINUNCIARE ALLA PALLACANESTRO? La risposta principale è la mancanza di tempo, piuttosto che la vita scolastica o professionale. Sintomo che lo sport rappresenta una posta in gioco molto alta. Sotto Altro, la ragione più frequente é quella degli infortuni, quindi per cause non prevedibili. Inoltre si riscontra nuovamente un forte attaccamento al basket. 13

14 CON QUALE AIUTO IL TUO CLUB O LA FEDERAZIONE POTREBBERÒ CONDURTI A CONTINUARE A GIOCARE? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Si può notare che nessuna proposta ha convinto pienamente le persone coinvolte nel sondaggio. Bisognerebbe quindi pensare a una gamma di servizi in grado di sostenere i nostri giovani. Nella sezione altro troviamo qualche idea : Professionalizzazione del basket svizzero Più interesse nel basket femminile Creare e finanziare progetti come l Accademie Concentrarsi sulla formazione e il ricambio dei giocatori svizzeri Creare squadre meno competitive 14

15 COME VALUTI IL RAPPORTO TRA LE PRESTAZIONI DEL TUO CLUB E L'IMPORTO DELLE TUE TASSE SOCIALI? Le persone intervistate si mostrano soddisfatte delle prestazioni fornite dal club. Sommando le risposte buone ed eccellente si ottiene l 87%. Le politiche dei prezzi attuali sono dunque adattate ai giovani e anche alla loro percezione delle prestazioni ricevute. HAI UN ALTRA FUNZIONE NEL MONDO DELLA PALLACANESTRO? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Questa domanda mette in risalto la partecipazione del giovane nei club, dove il 62% adempie ad un minimo di funzione all interno dello stesso. Nelle risposte «altro» troviamo: tenere le statistiche e anche filmare le partite. 15

16 COME SEGUI L ATTUALITÀ DELLA PALLACANESTRO SVIZZERA? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Un po più della metà dei giovani che hanno risposto al questionario dichiara di spostarsi per seguire le partite. I siti dei club rappresentano il primo mezzo d informazione. Esiste un grosso potenziale da sfruttare assolutamente per accrescere il numero di persone che seguono il basket. Qualche persona sostiene inoltre che sotto quest aspetto siamo ancora a livelli insufficienti. Internet può darci una grossa mano in questo senso. La stampa é in buona posizione con i giornali e il magazine Basket News che rientra nella categoria. È interessante notare che il gruppo Facebook lanciato da poco tempo ha già avuto un discreto seguito, così come il Blog Swiss Basketball Women. Alcuni seguono pure il basket internazionale, ad esempio sul sito 16

17 QUALE/I INFORMAZIONE/I RICERCHI? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Si possono separare le risposte in due gruppi: quelle intorno al 50% o oltre e il resto. Nella prima categoria troviamo le informazioni più ovvie (risultati, calendario, statistiche). Nella seconda con l eccezione dei trasferimenti dei giocatori troviamo tutte risposte che riguardano aspetti più ricercati che potrebbero essere potenziati supportandone la comunicazione. Ad esempio il portale 17

18 PRATICHI LA PALLACANESTRO AL DI FUORI DEL TUO CLUB? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) La maggior parte dei giocatori si dedica al basket anche al di fuori del proprio club. Un idea che potrebbe scaturire da questa domanda é la possibilità di affittare palestre o offrire spazi ulteriori all infuori degli allenamenti. HAI UN PALLONE DI PALLACANESTRO? 18

19 HAI PRATICATO O PRATICHI UNO (DEI) SPORT OLTRE ALLA PALLACANESTRO? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) In questo grafico si può costatare che più dei tre quarti dei giovani cestisti e cestiste hanno già praticato almeno un altro sport. Hanno dunque acquisito ulteriori capacità oltre a quelle insegnate tradizionalmente nel basket ma che possono rappresentare un addizione importante nella formazione del giovane. Non ci sono differenze tra sport di squadra o individuali. 19

20 PENSI CHE CERTI ELEMENTI DI QUESTO/I SPORT POTREBBERÒ ESSERE UTILIZZATI PER MIGLIORARE IL TUO GIOCO E QUELLO DEI COMPAGNI DI SQUADRA? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Sotto la sezione «altro» troviamo pure: aumentare la fiducia, gestire momenti di tensione e migliorare l esplosività. Notiamo che il numero degli intervistati che possono portare un extra alla loro pratica del basket integrando la pratica di altre attività è alto. Perché non riserviamo dei momenti di apertura verso altri sport in funzione di migliorare? La domanda seguente mostra in quale misura i giovani sono disposti a investire in una condivisione di conoscenze. SARESTI PRONTO A CONDIVIDERE QUESTI ELEMENTI CON I MEMBRI DEL TUO CLUB? Questa domanda si basa su un campione di 352 persone che hanno dato almeno un elemento di arricchimento nella domanda precedente. 20

21 IN UN MONDO IDEALE DOVE TUTTO SAREBBE POSSIBILE, A CHE COSA ASSOMIGLIEREBBE LA PALLACANESTRO SVIZZERA? Per questa domanda, abbiamo scelto di pubblicare qualche citazione rappresentativa di tutti i punti di vista. Ecco i pensieri più forti dei giovani : Il basket svizzero assomigliasse a quello NBA o abbia il livello europeo I giocatori svizzeri abbiano più minuti di gioco Più spazio dai Media Più opportunità di progredire grazie ai centri di formazioni, buoni allenatori e buone strutture di allenamento. Più professionalità (nelle strutture, arbitri, nei club) Valorizzazione del basket femminile Piacere, rispetto Armonia in seno al club, tra club, tra associazioni regionali, lega, federazione e sul terreno di gioco Il basket svizzero va bene com é oggi Qui sotto qualche altra citazione in ordine sparso. Uno sport professionale, meglio mediatizzato con una struttura di formazione per i giovani. Ragazza, 1996, U-15 Che sia uno sport nazionale. Ragazzo, 1990, 2ème ligue Migliore intesa tra associazioni regionali e federazione. Ragazza, 1990, U-20 Bisognerebbe rivalorizzare il basket femminile. Abbiamo la stessa passione dei ragazzi, non vedo perché dobbiamo avere meno prestazioni. Ragazza, 1990, U-20 Che il basket svizzero raggiunga il livello europeo e che ci permetta di fare i professionisti. Ragazzo, 1997, U-15 et U-17 Si facessero dei tornei all estero a partire dalla categoria minime ed il basket sarebbe importante come negli USA. Ragazza, 1998, U-13 Grandi palestre, grande mediatizzazione, formazioni che permettano di praticare lo sport al 100%. Ragazzo, 1993, U-20 Che il basket sia importante tanto quanto lo sci o il tennis. Ragazza, 1989, LNB 21

22 Che si possa consolidare bene le nostre basi per poi poter entrare nel mondo duro (LNA-B), dove solitamente mettiamo da parte la nostra giovinezza, i nostri amici e la nostra famiglia. Ragazza, 1993, U-20 Più giocatori svizzeri in NBA, campionati mondiali con la Svizzera vincitrice!! Ragazzo, 1995, U-17 L obbligo di avere un movimento giovanile valido e completo per iscrivere squadre in lega A e B Ragazza, 1990, LNB Buone squadre, ma soprattutto fair play. Ragazza, 1995, U-17 Una squadra Svizzera Femminile sostenuta. Ragazza, 1987, LNA Ugualità tra maschile e femminile. Pure squadre miste. Ragazza, 1996, U-15 Squadre più sviluppate e più tornei-competizioni durante la stagione. Ragazzo, 1995, U-17 Ogni club abbia la sua palestra con accesso senza limitazioni e sala pesi. Ragazzo, 1994, U-17 Squadre di appartenenza scolastica, quindi tornei inter-scolastici, più facile per l organizzazione, orari, ecc. Ragazzo, 1993, U-20 et 1ère ligue Una miglior collaborazione tra club per fornire strutture complete per le categorie da junior a senior. Ragazza, 1990, LNB Club che preferiscano investire nella formazione dei giocatori svizzeri invece di puntare sugli stranieri. Ragazza, 1991, LNB Il basket sia uno dei tre sport più popolari e mediatizzati in svizzera. Ragazzo, 1991, U-20 et LNB Più squadre femminili e più leghe di livello cantonali dopo l età junior. Ragazza, 1988, 2ème ligue Che tutti siano sportivi, anche dopo una sconfitta Ragazzo, 1992, Ancien U-17 Si potrebbe giocare nelle squadre scolastiche, dove gli orari sarebbero adattati alle nostre esigenze di allenamento e match. Borse di studio per andare all università, quello sarebbe il top ;)!! Ragazza, 1994, U-17 22

23 CONCLUSIONE Siamo estremamente soddisfatti dell impegno dimostrato dai giovani in questo studio e l aver ottenuto delle informazioni sulle tendenze osservate a bordo-campo. Le aspettative dei giovani di meno di 25 anni sono corrisposte, quindi il basket svizzero é attento ed adeguato. Inoltre lo studio ci permette di comprendere le loro motivazioni e come comunicare con loro. Le attese di questa generazione-internet possono essere riassunte in tre punti: bisogno di farsi riconoscere (immagine), più flessibilità, diversità e qualità nella voglia di progredire. L importanza dell immagine, di farsi riconoscere, soprattutto secondo le ragazze é un grande bisogno. Non possiamo che influenzare (debolmente) i media nazionali, ma possiamo sviluppare meglio quelli sociali, aumentando l interattività dei siti LNBA e Swiss Basketball come suggerito e portando su Facebook Club e Associazioni, migliorando quest aspetto. Abituati a fare zapping, i giovani vorrebbero che le cose si muovessero. Vorrebbero giocare a basket tenendo un occhio sulle loro attività extra-scolastiche. La maggior parte ha praticato o pratica ancora un altro sport. Hanno dunque poco tempo da consacrare al basket e spesso, la mancanza di tempo li fa smettere del tutto. A loro piacerebbe giocare per piacere e al livello desiderato, a seconda del loro tempo a disposizione. La metà degli intervistati mira alla LNA, alle squadre Nazionali o a campionati esteri. L altra metà invece ha voglia di giocare e stare bene con i suoi compagni. Tutti esprimono la voglia di migliorarsi. Vogliono strutture più professionali ed essere allenati da allenatori qualificati e motivati. Dalla loro pratica di altri sport apprendono altre competenze che affiancheranno ai loro allenamenti di basket. Forse c é l opportunità di far sviluppare e crescere il nostro sport aprendoci a nozioni pluridisciplinari. In conclusione, i giovani sono stati aperti al dialogo ed hanno espresso le proprie opinioni e i propri desideri. In questo documento abbiamo delle valutazioni che ci permetteranno di valutare a che punto delle loro aspettative ci troviamo. Emerge chiaramente che nonostante il cambio di mentalità che intervengono, il nostro basket risponde in gran parte ai loro desideri; loro confermano e condividono la visione e i valori del basket svizzero : «Creare un ambiente come una scuola di vita dove ciascuno sviluppa qualità, conoscenze e competenze attraverso lo sport che lo appassiona.» Una riflessione finale emersa dalle risposte date nel sondaggio: l aver imparato a perdere. Ma come dovrebbe fare il nostro basket per insegnare a vincere? Un grande grazie a tutte le persone che hanno contribuito a questo studio! 23

24 Reazioni, domande, commenti? Non esitate a farcelo sapere! Swiss Basketball Case postale Fribourg SUISSE Site Internet Numéro principal +41 (0) Fax +41 (0)

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

1 von 6 04.02.2012 18:49

1 von 6 04.02.2012 18:49 1 von 6 04.02.2012 18:49 Serie A Calendario Classifica Statistiche Squadre Alleghe Asiago Bolzano Cortina Fassa Pontebba Ritten Sport Valpellice Val Pusteria Vipiteno Serie A2 Classifica A2 Serie C Serie

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee Scuole Europee Ufficio del Segretario generale Segretariato Generale Rif. : 2009-D-422-it-5 Orig. : FR Versione: IT Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani

WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT. L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani WWW.JUNIORGOLFCADDIE.IT L organizzazione e la gestione economica, didattica e agonistica dei Club dei Giovani Il programma ideato da Luigi Pelizzari con il Patrocinio del Comitato Regionale Lombardo della

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO

UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO UTILIZZO DELLA PSICOCINETICA NELLA SCUOLA PRIMARIA E IN AMBITO SPORTIVO Le capacità cognitive richieste per far fronte alle infinite modalità di risoluzione dei problemi motori e di azioni di gioco soprattutto

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

LIBRETTO FORMATIVO DEL TIROCINANTE MARIO ROSSI

LIBRETTO FORMATIVO DEL TIROCINANTE MARIO ROSSI LIBRETTO FORMATIVO DEL TIROCINANTE MARIO ROSSI SOGGETTO PROPONENTE: I.T.T. - ISTITUTO TECNICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI, ASCOLI PICENO (AP) SOGGETTO ATTUATORE: CONFSALFORM - ROMA LIBRETTO RILASCIATO IL:

Dettagli

Soldato di professione nel Distaccamento d esplorazione dell esercito 10

Soldato di professione nel Distaccamento d esplorazione dell esercito 10 Soldato di professione nel Distaccamento d esplorazione dell esercito 10 1 2 3 4 5 6 7 8 Impiego & compito I Processo di selezione & requisiti I Istruzione I Attività lavorative I Contatto Il distaccamento

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2014-2015 1. Oggetto e finalità Il Senato della Repubblica,

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

5 %>"G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3"G: 63 & E"G& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& "34 7 / "3*D 83: & in & U 3 OP "

5 %>G: (JPWFOU} JO NPWJNFOUP * 08*/>0 Mµ&VSPQB TPTUJFOF J HJPWBOJ -67 6 D3G: 63 & EG& > 5J * * 5 6 1G:/ &G& 34 7 / 3*D 83: & in & U 3 OP in U OP Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile dell uso che dovesse essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione.

Dettagli

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica

Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva Scuola secondaria di primo grado: Educazione fisica Prof. CRONISTORIA DELLA DISCIPLINA DAL 1979

Dettagli

Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico Pattinaggio sincronizzato

Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico Pattinaggio sincronizzato Una produzione della Scuola universitaria federale dello sport di Macolin SUFSM 30.910.310 i / Edizione 2002 (02.04) Quaderno d'allenamento G+S Pattinaggio sul ghiaccio Danza sul ghiaccio Pattinaggio artistico

Dettagli

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti»

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti» Studenti-LRF-2013 Utenti che hanno svolto il test: 262 Famiglie-LRF-2012/2013 Utenti che hanno svolto il test: 173 1) Un Liceo classico Risp. 1) È ancora una scelta valida (Utenti: 140 Perc.: 53.44%) Risp.

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo I corsi del C.A.S. in collaborazione con le Scuole Sci Monte Pora, Spiazzi, Vareno, 90 Foppolo e Alta Valle Brembana Stagione 2010-2011 Formula Località Giorno e Orario Livelli Età bus (*) White M. Pora

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori

Regolamento. sullo status e sui trasferimenti dei calciatori Regolamento sullo status e sui trasferimenti dei calciatori 1 REGOLAMENTO SULLO STATUS E SUL TRASFERIMENTO DEI CALCIATORI... 3 DEFINIZIONI... 4 I. DISPOSIZIONE INTRODUTTIVA... 5 II. STATUS DEI CALCIATORI...

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE DI PATERNARIATO GENITORI E SCUOLA

Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE DI PATERNARIATO GENITORI E SCUOLA MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA DIPARIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI In questa fermata Audimob, l analisi dei dati si sofferma sui comportamenti in mobilità dei romani e dei residenti nei comuni

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

LA PALLAVOLO, UNO SPORT DI SQUADRA

LA PALLAVOLO, UNO SPORT DI SQUADRA LA PALLAVOLO, UNO SPORT DI SQUADRA Doug Beal, direttore generale di USA Volleyball, ex-capo Allenatore della nazionale degli Stati Uniti Prima di provare ad analizzare i sistemi, la teoria, la tattica

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n.

Under 14/12/10/ 8/ 6 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA INDICE PREMESSA 3. TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5. TABELLA RIASSUNTIVA n. INDICE pag. FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PREMESSA 3 REGOLAMENTO DI GIOCO CATEGORIE PROPAGANDA Under 14/12/10/ 8/ 6 TABELLA RIASSUNTIVA n. 1 5 TABELLA RIASSUNTIVA n. 2 6 REGOLAMENTO U14 8 REGOLAMENTO U12

Dettagli

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento!

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! GLI OGRIN Il sistema di Punti scambiabili nei servizi ANKAMA Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! Si tratta, in primo luogo, di un

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S.

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S. Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENMENTO C.A.S. Ringraziamo per aver prontamente risposto al nostro questionario relativo ai Centri di Avviamento al Canottaggio

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

ATTIVITA DI RIELABORAZIONE TESTUALE MEDIANTE LA PIATTAFORMA MOODLE Progetto Cl@ssi 2.0

ATTIVITA DI RIELABORAZIONE TESTUALE MEDIANTE LA PIATTAFORMA MOODLE Progetto Cl@ssi 2.0 Congresso Nazionale SIREM Milano, 5-6 giugno 2012 ATTIVITA DI RIELABORAZIONE TESTUALE MEDIANTE LA PIATTAFORMA MOODLE Progetto Cl@ssi 2.0 Valentina Pennazio, Andrea Traverso, Davide Parmigiani Università

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali Guida alle attività è un attività da usare con studenti dagli 11 ai 14 anni o con più di 16 anni. Consiste in un set di carte riguardanti le conoscenze basilari sulle cellule staminali e sulle loro applicazioni

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli