Studio sulle aspettative e la motivazione dei giovani cestisti in Svizzera

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Studio sulle aspettative e la motivazione dei giovani cestisti in Svizzera"

Transcript

1 Swiss Basketball Studio sulle aspettative e la motivazione dei giovani cestisti in Svizzera Nathalie Turin e Patricia Schwarz 5 Aprile 2011

2 Dalla primavera del 2011, quando il nuovo Comitato Direttivo é entrato in funzione, il nostro team ha deciso di assicurarsi che giocatori e giocatrici fossero sempre al centro delle nostre riflessioni e decisioni. Le nostre funzioni in seno alla federazione non sono più legate a esperienze dirette sui campi in quanto è necessario mantenere una visione d insieme del basket svizzero. Nonostante questo, abbiamo ritenuto di iniziare dalla base il nostro mandato, interessandoci direttamente su cosa pensano i giovani d oggi e cosa si aspettino dal loro sport preferito. Abbiamo deciso di fare un sondaggio diretto sui loro desideri, ambizioni e motivazioni. Abbiamo avuto la fortuna di poter contare su Nathalie Turin, che ha messo a disposizione tempo e le sue conoscenze su studi di mercato, permettendoci di portare a termine questa iniziativa. La sua preziosa esperienza ci è stata di grande aiuto e la ringraziamo di cuore per il suo impegno. Teniamo però a ringraziare pure i diretti interessati: i partecipanti al sondaggio! Siamo veramente soddisfatti del tasso di risposta che denota un grande interesse per lo sviluppo del nostro sport. Ringraziamo i Club e le Associazioni Regionali che hanno trasmesso i questionari ai loro membri e per il loro contributo al successo di questo studio. Dobbiamo pure ringraziare i membri della Swiss Basketball Women (CLNF) ed il segretariato generale di Swiss Basketball sia per le traduzioni che per i loro contributi. Lo spirito di collaborazione scaturito, é quello che noi ci attendavamo, continueremo perciò a tenerlo vivo per tutto il nostro mandato. Con questo spirito e gli insegnamenti che potremo ricavare da questo studio, il nostro sport continuerà ad evolversi e crescere. Un grande grazie a tutti, e buona lettura! Patricia Schwarz Membro del Comitato di Direzione Swiss Basketball 2

3 L anno scorso, ho realizzato la mia tesi di Bachelor sulla comunicazione esterna di Swiss Basketball. Dopo aver incontrato alcuni rappresentanti della Federazione e della Lega, ho avuto il piacere di proporre una collaborazione su questo studio. Lavorando nell ambito degli studi di mercato, ho deciso di interessarmi e di lanciarmi in quest avventura prendendo in mano l aspetto metodologico e tecnico. Il tutto è iniziato con qualche intervista esplorativa che ci ha permesso di stilare una prima versione del questionario, dopo essere stato testato da una decina di persone, è stato modificato e si è arrivati alla versione definitiva ritenuta esaustiva. Considerata l estensione geografica del territorio e l utilizzo abituale d internet abituale dei giovani minori di venticinque anni, abbiamo optato per la raccolta dei dati online. Ci siamo stupiti di costatare un elevato interesse. Una volta raccolti tutti i dati abbiamo potuto iniziare l analisi e la valutazione. Vorrei ringraziare tutte le persone che mi hanno aiutato in questo progetto, per le traduzioni, le interviste esplorative e i testi. Un grande ringraziamento a Swiss Basketball per la fiducia accordatami. Per terminare un grazie a tutte le persone che hanno partecipato al sondaggio e un augurio di buona lettura. Nathalie Turin 3

4 INTRODUZIONE La decisione di realizzare questo studio é stata presa dal Comitato Direttivo di Swiss Basketball con lo scopo di conoscere le aspettative e le motivazioni dei giovani minori di venticinque anni. I risultati possono servire ai membri della Federazione (i club, le associazioni regionali, la LNBA, le commissioni e il Comitato Direttivo) affinché le scelte strategiche siano il più possibile vicino alle aspettative dei loro membri. La raccolta dati è stata fatta esclusivamente online durante il periodo dal 1 ottobre al 15 di novembre. Abbiamo raccolto 497 questionari validi che rappresentano un tasso di risposta del 40%, molto buono, per un indagine su internet. I questionari raccolti sono ripartiti in questo modo: 329 risposte francofone 104 risposte germanofone 64 risposte italofone La ripartizioni tra ragazze e ragazzi é la seguente : 191 ragazze e 306 ragazzi. L età media é di 19 anni. Malgrado le differenze di rappresentazione tra i differenti gruppi di lingue o di sesso, non c é stata alcuna differenza significativa tranne che in una domanda. I risultati presentati inglobano l insieme dei questionari senza distinzioni. La presentazione del rapporto segue l ordine delle domande dei questionari. Analizzate ad una ad una, precisiamo che ogni domanda è stata formulata con risposte a scelta multipla. La somma delle percentuali alcune volte è superiore al 100% poiché alcune persone hanno risposto a più possibilità. 4

5 PER QUALE/I RAGIONE/I HAI INIZIATO A GIOCARE ALLA PALLACANESTRO? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Questa prima domanda ci permette di valutare i criteri di scelta iniziali per un giovane che si lancia nel basket. A questa domanda, i punti che ricevono più risposte sono chiaramente le prime tre categorie: Fare sport Divertirsi Praticare uno sport di squadra Ritroviamo dunque due aspetti maggiori del basket: il gioco e lo spirito di squadra. L iscrizione unilaterale decisa dai genitori arriva solo in coda, il che denota quindi la scelta diretta dei ragazzi verso il nostro sport. Abbiamo anche potuto raggruppare in sei categorie le risposte della sezione «Altro» : la tradizione familiare, la passione per il basket, il desiderio di mettersi alla prova, aver guardato alcune partite di basket (Svizzero o NBA), la presentazione del basket a scuola e per finire l influenza degli amici. 5

6 QUALI SONO LE TUE MOTIVAZIONI OGGI? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Dopo essersi posti la domanda perché ho cominciato a giocare a basket?, ci chiediamo cosa spinga a continuare a giocare oggi, le motivazioni. Le due risposte più citate sono nel miglioramento. I nostri giovani vogliono migliorarsi e dobbiamo fornirgli i mezzi per farlo. Percentuali importanti anche per il tenersi in forma e continuare a giocare con gli amici. Lo sfogo ha pure un ruolo importante nel mondo del basket. Sotto «Altro» le risposte ricevute riguardano per 14 persone il voler raggiungere lo sport d élite e anche il piacere della competizione. Più isolate risposte come: il piacere del gioco, l equilibrio tra scuola e svago, il desiderio di raggiungere più fiducia personale. 6

7 COSA TI PIACE DI PIÙ NELLA PALLACANESTRO? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) A questa domanda è stato scelto in modo molto marcato lo spirito di squadra. Poi negli altri si constata un equilibrio delle risposte, tutte tra il 40-50%. Questo significa che ci sono elementi importanti e che é necessario valorizzarli. Al fine di favorire lo spirito di squadra, l organizzazione di attività extra-basket può essere una possibilità. Altri aspetti quali la competizione o il piacere di affrontare un avversario compaiono nella categoria «altro». Nel grafico seguente abbiamo rappresentato i dati che separano le risposte maschili e quelle femminili, dove troviamo delle differenze. In effetti, si costata che le ragazze mettono in risalto lo spirito di squadra e lo scambio tra compagne, mentre i ragazzi pongono l attenzione più su aspetti baskettiani: tecnica, tattica e spettacolo. 7

8 QUALI/E SONO I TUOI OBIETTIVI / LE TUE AMBIZIONI SPORTIVI/E? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Sopra, vediamo che un terzo degli intervistati gioca soprattutto per piacere e rappresenta una fetta importante di tutti i tesserati. L ambizione di giocare in NBA é apparsa nella categoria «altro». Troviamo inoltre il desiderio di raggiungere le squadre nazionali, quindi ambizioni elevate. Rileviamo che le ambizioni e la nozione di piacere del gioco non si escludono a vicenda, per questo é importante tenere in considerazione i due gruppi e offrire condizioni che rispettino le aspettative. Di seguito raggruppiamo le risposte relative alle squadre nazionali e alle squadre di livello nazionale. I ragazzi hanno interesse e ci tengono a raggiundere un alto livello. 8

9 CITA 5 COSE CHE LA PALLACANESTRO TI HA INSEGNATO E CHE TI SONO UTILI NELLA PRATICA DEL TUO SPORT O NEL TUO QUOTIDIANO. Domanda aperta a molte risposte, le abbiamo raccolte suddivise in dieci grandi categorie: Rispetto Spirito di squadra Calma, pazienza Competitività, perseveranza Fair-Play Amicizia Fiducia Sconfitta (imparare a perdere) Lavoro, disciplina Tecnica di basket Osserviamo un ordine ricorrente nelle risposte. Visto che nel sondaggio si chiede la prima cosa che il basket ha insegnato, ai primi posti troviamo maggiormente le tre seguenti risposte: Spirito di squadra, Competitività, Rispetto. A seguire troviamo l elemento del lavoro, disciplina. È interessante costatare che sebbene la domanda sia aperta, un certo numero di risposte é ricorrente. Ne risulta una visione comune, può essere interessante tenerlo in considerazione al momento delle discussioni sulla politica sportiva oppure al momento di stabilire comunicazioni diverse. 9

10 DESIDERI INTEGRARTI O TI SEI GIÀ INTEGRATO IN UNA STRUTTURA DI TIPO SPORT- STUDI? L interesse per questo tipo di struttura é marcatissimo. C è ancora una grossa fetta del 19% di indecisi che potrebbe far pendere la bilancia ulteriormente verso il sì. SARESTI PRONTO A PAGARE O HAI GIÀ PAGATO PER FARE PARTE DI UNA TALE STRUTTURA? Questa domanda é stata posta solo alle persone che han risposto positivamente alla domanda precedente, all incirca 200 persone. Ci si immagina che la messa in funzione di queste strutture richieda un organizzazione e mezzi finanziari al fine di beneficiare di migliori infrastrutture possibili. I giovani sono anche coscienti e si dichiarano disposti (57%) a pagare o di aver già pagato per fare parti di questi progetti. Se desiderano il meglio, sono coscienti che questo ha un prezzo. 10

11 QUALE/I RAGIONE/I POTREBBE/ERO CONDURTI A CAMBIARE CLUB? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) A questa domanda nessuna risposta ha ottenuto una larga maggioranza sulle altre. Possiamo però notare che il gruppo di risposte più gettonato raccoglie: Migliori allenamenti, Migliori allenatori e Migliori strutture. Questi tre aspetti sarebbero la ragione principale per cui un giovane cambierebbe il club. Un terzo dei partecipanti ha segnalato importante che il club sia vicino al luogo degli studi. L importanza dello studio é anche rilevante, soprattutto per gli studi superiori, centralizzati generalmente nelle grandi città. Nella sezione «altro» troviamo più giovani che dichiarano pure di non voler cambiare club per nessun motivo e per nessun motivo lo farà in futuro. L attaccamento alla maglia è dunque presente ma alcuni hanno fatto presente che un cambiamento potrebbe essere intrapreso in caso di deterioramento dell ambiente. Si constata dunque che per alcuni di loro sono importanti anche gli aspetti extra-basket. 11

12 QUALE DISTANZA SARESTI PRONTO A PERCORRERE PER ASSOCIARTI A UN CLUB? Per le risposte a questa domanda abbiamo trovato di notevole interesse mostrare i risultati dettagliati per regione linguistica. Le realtà geografiche sono molto diverse e di conseguenza le distanze che i giovani sono disposti a percorrere variano. I germanofoni sono i più disposti a spostarsi per praticare basket. Ricordiamo la suddivisione linguistica : 329 francofoni 104 germanofoni 64 italofoni Le risposte a questa domanda possono essere interessanti per una riflessione riguardo a una nuova ripartizione dei club in seno ad una regione o eventuali raggruppamenti. 12

13 QUALE SAREBBE LA RAGIONE PRINCIPALE CHE POTREBBE CONDURTI A RINUNCIARE ALLA PALLACANESTRO? La risposta principale è la mancanza di tempo, piuttosto che la vita scolastica o professionale. Sintomo che lo sport rappresenta una posta in gioco molto alta. Sotto Altro, la ragione più frequente é quella degli infortuni, quindi per cause non prevedibili. Inoltre si riscontra nuovamente un forte attaccamento al basket. 13

14 CON QUALE AIUTO IL TUO CLUB O LA FEDERAZIONE POTREBBERÒ CONDURTI A CONTINUARE A GIOCARE? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Si può notare che nessuna proposta ha convinto pienamente le persone coinvolte nel sondaggio. Bisognerebbe quindi pensare a una gamma di servizi in grado di sostenere i nostri giovani. Nella sezione altro troviamo qualche idea : Professionalizzazione del basket svizzero Più interesse nel basket femminile Creare e finanziare progetti come l Accademie Concentrarsi sulla formazione e il ricambio dei giocatori svizzeri Creare squadre meno competitive 14

15 COME VALUTI IL RAPPORTO TRA LE PRESTAZIONI DEL TUO CLUB E L'IMPORTO DELLE TUE TASSE SOCIALI? Le persone intervistate si mostrano soddisfatte delle prestazioni fornite dal club. Sommando le risposte buone ed eccellente si ottiene l 87%. Le politiche dei prezzi attuali sono dunque adattate ai giovani e anche alla loro percezione delle prestazioni ricevute. HAI UN ALTRA FUNZIONE NEL MONDO DELLA PALLACANESTRO? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Questa domanda mette in risalto la partecipazione del giovane nei club, dove il 62% adempie ad un minimo di funzione all interno dello stesso. Nelle risposte «altro» troviamo: tenere le statistiche e anche filmare le partite. 15

16 COME SEGUI L ATTUALITÀ DELLA PALLACANESTRO SVIZZERA? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Un po più della metà dei giovani che hanno risposto al questionario dichiara di spostarsi per seguire le partite. I siti dei club rappresentano il primo mezzo d informazione. Esiste un grosso potenziale da sfruttare assolutamente per accrescere il numero di persone che seguono il basket. Qualche persona sostiene inoltre che sotto quest aspetto siamo ancora a livelli insufficienti. Internet può darci una grossa mano in questo senso. La stampa é in buona posizione con i giornali e il magazine Basket News che rientra nella categoria. È interessante notare che il gruppo Facebook lanciato da poco tempo ha già avuto un discreto seguito, così come il Blog Swiss Basketball Women. Alcuni seguono pure il basket internazionale, ad esempio sul sito 16

17 QUALE/I INFORMAZIONE/I RICERCHI? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Si possono separare le risposte in due gruppi: quelle intorno al 50% o oltre e il resto. Nella prima categoria troviamo le informazioni più ovvie (risultati, calendario, statistiche). Nella seconda con l eccezione dei trasferimenti dei giocatori troviamo tutte risposte che riguardano aspetti più ricercati che potrebbero essere potenziati supportandone la comunicazione. Ad esempio il portale 17

18 PRATICHI LA PALLACANESTRO AL DI FUORI DEL TUO CLUB? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) La maggior parte dei giocatori si dedica al basket anche al di fuori del proprio club. Un idea che potrebbe scaturire da questa domanda é la possibilità di affittare palestre o offrire spazi ulteriori all infuori degli allenamenti. HAI UN PALLONE DI PALLACANESTRO? 18

19 HAI PRATICATO O PRATICHI UNO (DEI) SPORT OLTRE ALLA PALLACANESTRO? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) In questo grafico si può costatare che più dei tre quarti dei giovani cestisti e cestiste hanno già praticato almeno un altro sport. Hanno dunque acquisito ulteriori capacità oltre a quelle insegnate tradizionalmente nel basket ma che possono rappresentare un addizione importante nella formazione del giovane. Non ci sono differenze tra sport di squadra o individuali. 19

20 PENSI CHE CERTI ELEMENTI DI QUESTO/I SPORT POTREBBERÒ ESSERE UTILIZZATI PER MIGLIORARE IL TUO GIOCO E QUELLO DEI COMPAGNI DI SQUADRA? (VARIE RISPOSTE POSSIBILI) Sotto la sezione «altro» troviamo pure: aumentare la fiducia, gestire momenti di tensione e migliorare l esplosività. Notiamo che il numero degli intervistati che possono portare un extra alla loro pratica del basket integrando la pratica di altre attività è alto. Perché non riserviamo dei momenti di apertura verso altri sport in funzione di migliorare? La domanda seguente mostra in quale misura i giovani sono disposti a investire in una condivisione di conoscenze. SARESTI PRONTO A CONDIVIDERE QUESTI ELEMENTI CON I MEMBRI DEL TUO CLUB? Questa domanda si basa su un campione di 352 persone che hanno dato almeno un elemento di arricchimento nella domanda precedente. 20

21 IN UN MONDO IDEALE DOVE TUTTO SAREBBE POSSIBILE, A CHE COSA ASSOMIGLIEREBBE LA PALLACANESTRO SVIZZERA? Per questa domanda, abbiamo scelto di pubblicare qualche citazione rappresentativa di tutti i punti di vista. Ecco i pensieri più forti dei giovani : Il basket svizzero assomigliasse a quello NBA o abbia il livello europeo I giocatori svizzeri abbiano più minuti di gioco Più spazio dai Media Più opportunità di progredire grazie ai centri di formazioni, buoni allenatori e buone strutture di allenamento. Più professionalità (nelle strutture, arbitri, nei club) Valorizzazione del basket femminile Piacere, rispetto Armonia in seno al club, tra club, tra associazioni regionali, lega, federazione e sul terreno di gioco Il basket svizzero va bene com é oggi Qui sotto qualche altra citazione in ordine sparso. Uno sport professionale, meglio mediatizzato con una struttura di formazione per i giovani. Ragazza, 1996, U-15 Che sia uno sport nazionale. Ragazzo, 1990, 2ème ligue Migliore intesa tra associazioni regionali e federazione. Ragazza, 1990, U-20 Bisognerebbe rivalorizzare il basket femminile. Abbiamo la stessa passione dei ragazzi, non vedo perché dobbiamo avere meno prestazioni. Ragazza, 1990, U-20 Che il basket svizzero raggiunga il livello europeo e che ci permetta di fare i professionisti. Ragazzo, 1997, U-15 et U-17 Si facessero dei tornei all estero a partire dalla categoria minime ed il basket sarebbe importante come negli USA. Ragazza, 1998, U-13 Grandi palestre, grande mediatizzazione, formazioni che permettano di praticare lo sport al 100%. Ragazzo, 1993, U-20 Che il basket sia importante tanto quanto lo sci o il tennis. Ragazza, 1989, LNB 21

22 Che si possa consolidare bene le nostre basi per poi poter entrare nel mondo duro (LNA-B), dove solitamente mettiamo da parte la nostra giovinezza, i nostri amici e la nostra famiglia. Ragazza, 1993, U-20 Più giocatori svizzeri in NBA, campionati mondiali con la Svizzera vincitrice!! Ragazzo, 1995, U-17 L obbligo di avere un movimento giovanile valido e completo per iscrivere squadre in lega A e B Ragazza, 1990, LNB Buone squadre, ma soprattutto fair play. Ragazza, 1995, U-17 Una squadra Svizzera Femminile sostenuta. Ragazza, 1987, LNA Ugualità tra maschile e femminile. Pure squadre miste. Ragazza, 1996, U-15 Squadre più sviluppate e più tornei-competizioni durante la stagione. Ragazzo, 1995, U-17 Ogni club abbia la sua palestra con accesso senza limitazioni e sala pesi. Ragazzo, 1994, U-17 Squadre di appartenenza scolastica, quindi tornei inter-scolastici, più facile per l organizzazione, orari, ecc. Ragazzo, 1993, U-20 et 1ère ligue Una miglior collaborazione tra club per fornire strutture complete per le categorie da junior a senior. Ragazza, 1990, LNB Club che preferiscano investire nella formazione dei giocatori svizzeri invece di puntare sugli stranieri. Ragazza, 1991, LNB Il basket sia uno dei tre sport più popolari e mediatizzati in svizzera. Ragazzo, 1991, U-20 et LNB Più squadre femminili e più leghe di livello cantonali dopo l età junior. Ragazza, 1988, 2ème ligue Che tutti siano sportivi, anche dopo una sconfitta Ragazzo, 1992, Ancien U-17 Si potrebbe giocare nelle squadre scolastiche, dove gli orari sarebbero adattati alle nostre esigenze di allenamento e match. Borse di studio per andare all università, quello sarebbe il top ;)!! Ragazza, 1994, U-17 22

23 CONCLUSIONE Siamo estremamente soddisfatti dell impegno dimostrato dai giovani in questo studio e l aver ottenuto delle informazioni sulle tendenze osservate a bordo-campo. Le aspettative dei giovani di meno di 25 anni sono corrisposte, quindi il basket svizzero é attento ed adeguato. Inoltre lo studio ci permette di comprendere le loro motivazioni e come comunicare con loro. Le attese di questa generazione-internet possono essere riassunte in tre punti: bisogno di farsi riconoscere (immagine), più flessibilità, diversità e qualità nella voglia di progredire. L importanza dell immagine, di farsi riconoscere, soprattutto secondo le ragazze é un grande bisogno. Non possiamo che influenzare (debolmente) i media nazionali, ma possiamo sviluppare meglio quelli sociali, aumentando l interattività dei siti LNBA e Swiss Basketball come suggerito e portando su Facebook Club e Associazioni, migliorando quest aspetto. Abituati a fare zapping, i giovani vorrebbero che le cose si muovessero. Vorrebbero giocare a basket tenendo un occhio sulle loro attività extra-scolastiche. La maggior parte ha praticato o pratica ancora un altro sport. Hanno dunque poco tempo da consacrare al basket e spesso, la mancanza di tempo li fa smettere del tutto. A loro piacerebbe giocare per piacere e al livello desiderato, a seconda del loro tempo a disposizione. La metà degli intervistati mira alla LNA, alle squadre Nazionali o a campionati esteri. L altra metà invece ha voglia di giocare e stare bene con i suoi compagni. Tutti esprimono la voglia di migliorarsi. Vogliono strutture più professionali ed essere allenati da allenatori qualificati e motivati. Dalla loro pratica di altri sport apprendono altre competenze che affiancheranno ai loro allenamenti di basket. Forse c é l opportunità di far sviluppare e crescere il nostro sport aprendoci a nozioni pluridisciplinari. In conclusione, i giovani sono stati aperti al dialogo ed hanno espresso le proprie opinioni e i propri desideri. In questo documento abbiamo delle valutazioni che ci permetteranno di valutare a che punto delle loro aspettative ci troviamo. Emerge chiaramente che nonostante il cambio di mentalità che intervengono, il nostro basket risponde in gran parte ai loro desideri; loro confermano e condividono la visione e i valori del basket svizzero : «Creare un ambiente come una scuola di vita dove ciascuno sviluppa qualità, conoscenze e competenze attraverso lo sport che lo appassiona.» Una riflessione finale emersa dalle risposte date nel sondaggio: l aver imparato a perdere. Ma come dovrebbe fare il nostro basket per insegnare a vincere? Un grande grazie a tutte le persone che hanno contribuito a questo studio! 23

24 Reazioni, domande, commenti? Non esitate a farcelo sapere! Swiss Basketball Case postale Fribourg SUISSE Site Internet Numéro principal +41 (0) Fax +41 (0)

PROGETTO L J VOLLEY SCHOOL 2014/2015: PALLEGGIA CON NOI!

PROGETTO L J VOLLEY SCHOOL 2014/2015: PALLEGGIA CON NOI! PROGETTO L J VOLLEY SCHOOL 2014/2015: PALLEGGIA CON NOI! PRESENTAZIONE. Nell intento di favorire lo sviluppo della pratica sportiva, intesa come sana consuetudine di vita volta al miglioramento delle capacità

Dettagli

Una storia di successo con un futuro

Una storia di successo con un futuro Una storia di successo con un futuro scool è stato lanciato nell estate 2002. Il primo momento culminante è stato per scool l iscrizione nel libro Guinness dei record come la più grande manifestazione

Dettagli

programma Udinese Academy Stagione 2015-2016

programma Udinese Academy Stagione 2015-2016 programma Udinese Academy Stagione 2015-2016 una promessa... è una promessa Hs football ti regala un sogno, Quello di entrare nelle giovanili dell udinese calcio HS Football è lo sponsor tecnico che ti

Dettagli

Programma 2014 SCUOLA TENNIS TCB

Programma 2014 SCUOLA TENNIS TCB Programma 2014 SCUOLA TENNIS TCB Maestri: Bernasconi Marco 079 337 30 56 Balconi Marco 076 537 19 38 Zotti Fabio 076 679 78 02 Mark Mudro 079 209 16 12 www.tcbellinzona.ch Via Brunari, 6500 Bellinzona

Dettagli

2011/2012 PIANO DI MARKETING

2011/2012 PIANO DI MARKETING 2011/2012 PIANO DI MARKETING A pallacanestro si gioca con la testa e con il cuore 2 PERCHE LA PALLACANESTRO E uno sport che richiede doti di coraggio, generosità, abnegazione, altruismo e sacrificio. La

Dettagli

- Cassinetto - Scuola Addestramento Tennis

- Cassinetto - Scuola Addestramento Tennis - Cassinetto - Scuola Addestramento Tennis Il Tennis e la preparazione mentale Progetto per la Stagione sportiva 2011/2012 Agosto 2011 Project Leader: Chiara Valdata Obiettivi del Progetto: Il progetto

Dettagli

FUORICLASSE CUP 2007/2008 SINTESI DEL PROGRAMMA

FUORICLASSE CUP 2007/2008 SINTESI DEL PROGRAMMA FUORICLASSE CUP 2007/2008 SINTESI DEL PROGRAMMA FIGC Settore Giovanile e Scolastico e Coca-Cola presentano la 6^ edizione di FUORICLASSE CUP Fuoriclasse Cup è il programma didattico-sportivo promosso ed

Dettagli

EASY BASKEY : DALLA SCUOLA AL MINIBASKET UN NUOVO PROGETTO PER CRESCERE INSIEME

EASY BASKEY : DALLA SCUOLA AL MINIBASKET UN NUOVO PROGETTO PER CRESCERE INSIEME SETTORE GIOVANILE E MINIBASKET EASY BASKEY : DALLA SCUOLA AL MINIBASKET UN NUOVO PROGETTO PER CRESCERE INSIEME 1 CI RICORDIAMO I PRINCIPI FONDANTI DELL EASY BASKET. IL GIOCO CRITERI BASE PARTECIPAZIONE

Dettagli

ABC LA FENICE ASD PRESENTAZIONE GENERALE DELL ASSOCIAZIONE DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE STAGIONE SPORTIVA 2014-2015

ABC LA FENICE ASD PRESENTAZIONE GENERALE DELL ASSOCIAZIONE DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 ABC LA FENICE ASD PRESENTAZIONE GENERALE DELL ASSOCIAZIONE DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 Abc La Fenice A.S.D. Sede legale: via Castello 10 Candiana (PD) C.F. 92209820288 P.IVA 04340930280

Dettagli

A.S.D. Pallacanestro Piovese I O V E S E. Fai canestro con Noi!

A.S.D. Pallacanestro Piovese I O V E S E. Fai canestro con Noi! A.S.D. Pallacanestro Piovese A.S.D. PALLACANESTRO P I O V E S E Fai canestro con Noi! La nostra storia La pallacanestro a Piove di Sacco conta oramai quasi 80 anni di presenza, essendosi avventurati i

Dettagli

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte)

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte) 1 QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte) (ALLEGATO N 2) Sono pervenuti 90 questionari compilati ma non tutti completi. Non è stata prevista una differenziazione per categorie

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

DIRETTIVE PER GLI ALLENATORI

DIRETTIVE PER GLI ALLENATORI Capitolo 1 DISPOSIZIONI TECNICHE ED AMMINISTRATIVE Art. 1 Formazione e classificazione degli allenatori La formazione degli allenatori e degli istruttori Swiss Basketball è organizzata congiuntamente da

Dettagli

Oundle School. Centro di lingua nel Northamptonshire. A Sud-Est di Peterborough. Durata : 1-4 settimane A partire da : 1663 1590

Oundle School. Centro di lingua nel Northamptonshire. A Sud-Est di Peterborough. Durata : 1-4 settimane A partire da : 1663 1590 Oundle School Centro di lingua nel Northamptonshire. WEPometro : 1-4 settimane A partire da : 1663 1590 Oundle School Ideale per passare delle vacanze divertenti e imparare l'inglese, scopri Oundle e le

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO COSA E L insieme di attività avviate dall allenatore per formare il ragazzo, attraverso lo sport, ai valori umani e cristiani PARTI COINVOLTE - ALLENATORE RESP. ANNATA

Dettagli

Associazione sportiva dilettantistica RAINBOW. www.rainbowapriliavolley.it

Associazione sportiva dilettantistica RAINBOW. www.rainbowapriliavolley.it Caro iscritto, nell ambito del nostro sistema interno di gestione, stiamo svolgendo un indagine per definire la valutazione del livello di qualità dei prodotti/servizi proposti ai nostri preziosi iscritti.

Dettagli

Tornei di calcio per bambini

Tornei di calcio per bambini Tornei di calcio per bambini Facili da organizzare divertenti da giocare! Informazioni e guida per l organizzazione e l attuazione dei tornei di calcio per bambini INTRODUZIONE Cari responsabili dei tornei,

Dettagli

F.I.G.C. - Settore Giovanile e Scolastico CARTA DEI DIRITTI DEI BAMBINI E DEI DOVERI DEGLI ADULTI

F.I.G.C. - Settore Giovanile e Scolastico CARTA DEI DIRITTI DEI BAMBINI E DEI DOVERI DEGLI ADULTI F.I.G.C. - Settore Giovanile e Scolastico CARTA DEI DIRITTI DEI BAMBINI E DEI DOVERI DEGLI ADULTI In tutti gli atti relativi ai bambini, siano essi compiuti da autorità pubbliche o da istituzioni private,

Dettagli

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI Documento riservato non riproducibile CHI SIAMO La XXL PALLACANESTRO è un associazione sportiva dilettantistica, nata ufficialmente nel 1989, che opera sul territorio

Dettagli

REGOLAMENTO MINIVOLLEY TOUR PROVINCIALE MANTOVA

REGOLAMENTO MINIVOLLEY TOUR PROVINCIALE MANTOVA REGOLAMENTO MINIVOLLEY TOUR PROVINCIALE MANTOVA CI IMPEGNAMO PER Orientare l attività a tutela dei diritti del bambino atleta. Attraverso le sue esperienze e le opportunità che gli verranno offerte potrà

Dettagli

INTRODUZIONE emozioni, di cooperazione, di contatto raggiungimento degli obiettivi della Scuola Educatore devono conformarsi gestione del gruppo

INTRODUZIONE emozioni, di cooperazione, di contatto raggiungimento degli obiettivi della Scuola Educatore devono conformarsi gestione del gruppo DISPOSIZIONI GENERALI PER IL SETTORE SCUOLA F.I.R. 2014-2015 1 INTRODUZIONE Il Rugby è uno sport di emozioni, di cooperazione, di contatto ed è convinzione della Federazione Italiana Rugby che ciò lo renda

Dettagli

INTRODUZIONE emozioni, di cooperazione, di contatto raggiungimento degli obiettivi della Scuola Educatore devono conformarsi gestione del gruppo

INTRODUZIONE emozioni, di cooperazione, di contatto raggiungimento degli obiettivi della Scuola Educatore devono conformarsi gestione del gruppo DISPOSIZIONI GENERALI PER IL SETTORE SCUOLA F.I.R. 2011-2012 1 INTRODUZIONE Il Rugby è uno sport di emozioni, di cooperazione, di contatto ed è convinzione della Federazione Italiana Rugby che ciò lo renda

Dettagli

INTRODUZIONE emozioni, di cooperazione, di contatto raggiungimento degli obiettivi della Scuola Educatore devono conformarsi gestione del gruppo

INTRODUZIONE emozioni, di cooperazione, di contatto raggiungimento degli obiettivi della Scuola Educatore devono conformarsi gestione del gruppo DISPOSIZIONI GENERALI PER IL SETTORE SCUOLA F.I.R. 2014-2015 1 INTRODUZIONE Il Rugby è uno sport di emozioni, di cooperazione, di contatto ed è convinzione della Federazione Italiana Rugby che ciò lo renda

Dettagli

Codice di Comportamento 2015

Codice di Comportamento 2015 Codice di Comportamento 2015 Raccolta di modi di agire ai quali tendere, frutto di una ricerca e del confronto con altre società sportive, non solo nel settore pallavolo. Polisportiva D. Borgo Virgilio

Dettagli

S.S. Sangiorgina. Presentazione attività Settore Giovanile. San Giorgio di Nogaro Ottobre 2012. S.S. Sangiorgina!! Presentazione Attività, Pagina 1

S.S. Sangiorgina. Presentazione attività Settore Giovanile. San Giorgio di Nogaro Ottobre 2012. S.S. Sangiorgina!! Presentazione Attività, Pagina 1 S.S. Sangiorgina Presentazione attività Settore Giovanile San Giorgio di Nogaro Ottobre 2012 S.S. Sangiorgina!! Presentazione Attività, Pagina 1 S.S.Sangiorgina, a Scuola di Calcio Per cominciare, qualche

Dettagli

IL CALCIO IN ROSA. Storia ed etica dello sport Yvonne Pitro SPSE Tenero 3MA 2012-2013

IL CALCIO IN ROSA. Storia ed etica dello sport Yvonne Pitro SPSE Tenero 3MA 2012-2013 IL CALCIO IN ROSA Storia ed etica dello sport Yvonne Pitro SPSE Tenero 3MA 2012-2013 Indice Introduzione Nascita del calcio femminile in Svizzera Crescita del livello in Svizzera Statistiche giocatrici

Dettagli

REZZONICO RUGBY LUGANO

REZZONICO RUGBY LUGANO Rezzonico Rugby Lugano Rezzonico Rugby Lugano Via Stazione 3 CH-6934 Bioggio Tel. 091/605.10.10 Fax 091/605.11.15 www.rugbylugano.ch info@rugbylugano.ch REZZONICO RUGBY LUGANO Il Rezzonico Rugby Lugano

Dettagli

Una nuova generazione per l albergo di domani

Una nuova generazione per l albergo di domani I Una nuova generazione per l albergo di domani Indagine su come i giovanni vedono il proprio futuro professionale. Lettura assai utile anche ai senior Il Gruppo Giovani Albergatori sta vivendo una stagione

Dettagli

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5.

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. 1) Ciao Laura e ben trovata, parliamo del Campionato appena terminato, un ottimo risultato della vostra squadra

Dettagli

RELAZIONE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PER I SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE SACHAROV

RELAZIONE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PER I SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE SACHAROV COMUNE DI SALUZZO RELAZIONE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PER I SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE SACHAROV A cura dell'ufficio Controllo Interno di Gestione ottobre 2013 PREMESSA Nell'ottica del miglioramento

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF Manuale Azzurro allegato D FEDERAZIONE ITALIANA GOLF Modello per la creazione e gestione di un Club dei Giovani Il modello, tratto dall esperienza maturata nei Circoli che hanno svolto con successo l Attività

Dettagli

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA

L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA L ITALIA VISTA DA CHI LA ABITA SONDAGGIO DOXA PRINCIPALI RISULTATI EMERSI Tra le tematiche sociali maggiormente sentite dagli adolescenti vi è prima di tutto il diritto alla vita (37%), sentito ancor di

Dettagli

SSD UP CASTELFRETTESE SCUOLA CALCIO STAGIONE SPORTIVA

SSD UP CASTELFRETTESE SCUOLA CALCIO STAGIONE SPORTIVA SSD UP CASTELFRETTESE SCUOLA CALCIO STAGIONE SPORTIVA 2015 2016 La Scuola Calcio della SSD UP CASTELFRETTESE Una ScuolaCalcio che vada ad integrarsi alla Famiglia e alla Scuola per favorire la crescita

Dettagli

Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori

Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori Societa affiliata alla Fipav e all MSP Manofuori Cup Non è necessario essere Campioni per divertirsi giocando a pallavolo L Associazione Culturale

Dettagli

Indagine su abitudini alimentari, attività motoria e benessere fisico dei bambini di 6-11 anni e dei giovani di 12-17 anni

Indagine su abitudini alimentari, attività motoria e benessere fisico dei bambini di 6-11 anni e dei giovani di 12-17 anni Indagine su abitudini alimentari, attività motoria e benessere fisico dei bambini di 611 anni e dei giovani di 1217 anni Sintesi dei risultati Aprile 2004 S. 0402930 Premessa Nelle pagine seguenti vengono

Dettagli

La formazione dell alzatore

La formazione dell alzatore La formazione dell alzatore Si avvicina la stagione in palestra. In agosto e in settembre l allenatore ha ancora il tempo di far progredire i suoi alzatori individualmente, prima che il sistema di gioco

Dettagli

LA MEDIAZIONE LINGUISTICO CULTURALE A SCUOLA AFFIANCAMENTO PER ALUNNI STRANIERI NEO ARRIVATI

LA MEDIAZIONE LINGUISTICO CULTURALE A SCUOLA AFFIANCAMENTO PER ALUNNI STRANIERI NEO ARRIVATI Sistema di Gestione Qualità, rendicontazione indagini di soddisfazione 2011 Direzione Programmazione e Controllo Servizio Studi e Ricerche Sistemi Qualità Direzione Politiche Sociali Partecipative e dell

Dettagli

MODALITA DI GIOCO CATEGORIE DI BASE

MODALITA DI GIOCO CATEGORIE DI BASE Allegato 1 Pag. 1 di 12 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico MODALITA DI GIOCO CATEGORIE DI BASE Stagione sportiva 2013/2014 Di seguito si illustrano nel dettaglio le attività

Dettagli

Realizzare la valutazione inclusiva

Realizzare la valutazione inclusiva LA VALUTAZIONE NELLE CLASSI COMUNI IT Realizzare la valutazione inclusiva La fase conclusiva del progetto La valutazione nelle classi comuni dell Agenzia ha visto un dibattito e una spiegazione del concetto

Dettagli

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio

CSI Varese Corso Allenatori di Calcio obiettivo del corso Informazioni Un altro modo di vedere il calcio Un modo per ri-ordinare le informazioni Un metodo, base per costruire il vostro Motivazioni (vostra e nostra) Il QUADRATO Quanti quadrati

Dettagli

Questionario di gradimento rivolto a Genitori e Studenti. a. s. 2014/15

Questionario di gradimento rivolto a Genitori e Studenti. a. s. 2014/15 Questionario di gradimento rivolto a Genitori e Studenti a. s. 2014/15 Il questionario genitori è stato somministrato durante il secondo colloquio quadrimestrale. Pertanto il campione esaminato è costituito

Dettagli

REGOLAMENTO ATTIVITA BAMBINI IN GIOCO & RAGAZZI IN SPORT 2014/2015 8 TROFEO DON EUGENIO MONDINI 12 TROFEO BAMBINI & 28 TROFEO RAGAZZI

REGOLAMENTO ATTIVITA BAMBINI IN GIOCO & RAGAZZI IN SPORT 2014/2015 8 TROFEO DON EUGENIO MONDINI 12 TROFEO BAMBINI & 28 TROFEO RAGAZZI CENTRO SPORTIVO ITALIANO CREMONA REGOLAMENTO BAMBINI IN GIOCO E RAGAZZI IN SPORT 2014/2015 REGOLAMENTO ATTIVITA BAMBINI IN GIOCO & RAGAZZI IN SPORT 2014/2015 8 TROFEO DON EUGENIO MONDINI 12 TROFEO BAMBINI

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

DOSSIER DI SPONSORING

DOSSIER DI SPONSORING DOSSIER DI SPONSORING 1 Sommario 3 Introduzione 4 In breve 5 Bilancio 6 I club di Lega nazionale 7 Stagione 8 Diventate partner 9 Visibilità mediatica 10 La vostra visibilità 26 Contatti 2 Introduzione

Dettagli

IL MINIBASKET in ITALIA :

IL MINIBASKET in ITALIA : IL MINIBASKET in ITALIA : l Emozione, la Scoperta e il Gioco. I primi intervento per l angolo tecnico del nostro sito li voglio prendere da una delle esperienze professionalmente più gratificanti della

Dettagli

La ricetta del campione

La ricetta del campione La ricetta del campione INGREDIENTI Passione Coraggio Forza di volontà Grinta Onestà Impegno Costanza Sacrificio Umiltà Tenacia Gioia Temperamento Unione Sportività Sicurezza Astuzia Amicizia Rispetto

Dettagli

Concetto ASF. Formazione degli allenatori Corso di perfezionamento. 2011/12. (Livello Diploma C / B) www.dreamteam11.ch

Concetto ASF. Formazione degli allenatori Corso di perfezionamento. 2011/12. (Livello Diploma C / B) www.dreamteam11.ch Concetto ASF Formazione degli allenatori Corso di perfezionamento. 2011/12 (Livello Diploma C / B) Basi per lo sviluppo Le basi del nostro modo d agire sono il rispetto ed il fairplay Rispetto Fairplay

Dettagli

Adulti e bambini intorno al pallone. Settore Giovanile e Scolastico Regione Toscana

Adulti e bambini intorno al pallone. Settore Giovanile e Scolastico Regione Toscana METTIAMOCI in gioco Adulti e bambini intorno al pallone Settore Giovanile e Scolastico Regione Toscana Negli ultimi anni è emersa con sempre maggiore urgenza la questione delle relazioni tra i diversi

Dettagli

''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza in facebook e nei Gruppi''

''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza in facebook e nei Gruppi'' J.AThePowerOfSponsorship Di Giuseppe Angioletti http://www.segretidei7uero.altervista.org ''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza

Dettagli

" Uguali e diversi da me. Nuove forme di aggregazione giovanile per costruire una comunità interculturale"

 Uguali e diversi da me. Nuove forme di aggregazione giovanile per costruire una comunità interculturale Ente accreditato dalla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia per la formazione professionale Servizio di promozione europea della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia Punto della Rete informativa per

Dettagli

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder 1. Dati anagrafici Gli studenti che hanno compilato il questionario sono in totale 121 I maschi sono il 43% e

Dettagli

L AUTOARBITRAGGIO: Istruzioni per l uso

L AUTOARBITRAGGIO: Istruzioni per l uso L AUTOARBITRAGGIO: Istruzioni per l uso Visti i positivi riscontri avuti, nella corrente stagione sportiva le gare della categoria Pulcini dovranno essere arbitrate con il metodo dell autoarbitraggio [

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO

CODICE DI COMPORTAMENTO CODICE DI COMPORTAMENTO L ASD RUGBY CERNUSCO è una associazione sportiva dilettantistica che opera, come da Statuto, nei settori sportivo, ricreativo e culturale, con lo scopo di sviluppare e diffondere

Dettagli

PADOVA 2014 FINALI NAZIONALI MASCHILI U15

PADOVA 2014 FINALI NAZIONALI MASCHILI U15 PADOVA 2014 FINALI NAZIONALI MASCHILI U15 PERCHÉ A PADOVA FINALI NAZIONALI MASCHILI U15 PERCHÉ A PADOVA L estate rappresenta un periodo in cui l attenzione si sposta verso le località turistiche, ma per

Dettagli

GIOCA L ATLETICA VINCI INSIEME

GIOCA L ATLETICA VINCI INSIEME GIOCA L ATLETICA VINCI INSIEME 1 Gioca l atletica, vinci insieme Premessa Tempi e fasi di realizzazione Obiettivi generali Obiettivi prioritari Centri di avviamento all Atletica Collaborazioni e soggetti

Dettagli

PROGETTO SCUOLA CALCIO A.S.D. TERME VIGLIATORE

PROGETTO SCUOLA CALCIO A.S.D. TERME VIGLIATORE Premessa Prima di parlare di un progetto concreto di scuola calcio, riteniamo opportuno analizzare alcuni comportamenti fondamentali che ci vengono propinati dalla società. I bambini d oggi non hanno a

Dettagli

La radio a scuola: l esperienza lombarda della trasmissione La porta accanto Marie Pierre Bartesaghi, Atelier Radio

La radio a scuola: l esperienza lombarda della trasmissione La porta accanto Marie Pierre Bartesaghi, Atelier Radio La radio a scuola: l esperienza lombarda della trasmissione La porta accanto Marie Pierre Bartesaghi, Atelier Radio La storia di questo tipo d esperimento risale all inizio degli anni 80 quando, in Francia,

Dettagli

Premessa Questionario DOCENTI - n. 90 partecipanti.

Premessa Questionario DOCENTI - n. 90 partecipanti. Premessa Tutti i questionari sono stati somministrati on line; a questa regola hanno fatto parziale eccezione solo quelli dei genitori per l ovvio motivo della difficoltà di averli a scuola, per cui in

Dettagli

RESPONSABILE SETTORE GIOVANILE

RESPONSABILE SETTORE GIOVANILE LA STORIA Nell estate del 2002 Federico Ferrari e Luca Negri, attuale presidente del College Basketball raccolgono l eredità del settore giovanile della Cimberio Borgomanero che sposta la sua sede a Novara.

Dettagli

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero

MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero MOBILITÀ STUDENTESCA INTERNAZIONALE quarto anno all estero PREMESSA La creazione di un ambiente sempre più favorevole allo scambio interculturale è uno degli obiettivi primari della scuola ed i programmi

Dettagli

IL CALCIO È UN GIOCO PER TUTTI; IL CALCIO DEVE POTER ESSERE PRATICATO DOVUNQUE; IL CALCIO È CREATIVITÀ; IL CALCIO È DINAMICITÀ; IL CALCIO È ONESTÀ;

IL CALCIO È UN GIOCO PER TUTTI; IL CALCIO DEVE POTER ESSERE PRATICATO DOVUNQUE; IL CALCIO È CREATIVITÀ; IL CALCIO È DINAMICITÀ; IL CALCIO È ONESTÀ; IL CALCIO È UN GIOCO PER TUTTI; IL CALCIO DEVE POTER ESSERE PRATICATO DOVUNQUE; IL CALCIO È CREATIVITÀ; IL CALCIO È DINAMICITÀ; IL CALCIO È ONESTÀ; IL CALCIO È SEMPLICITÀ; IL CALCIO DEVE ESSERE SVOLTO

Dettagli

CLUB Il Tennis Club Ca del Moro nasce, nel 1976, al Lido di Venezia, vicino a Malamocco, per l iniziativa di un privato. .01.02

CLUB Il Tennis Club Ca del Moro nasce, nel 1976, al Lido di Venezia, vicino a Malamocco, per l iniziativa di un privato. .01.02 dal 1976 CLUB Il Tennis Club Ca del Moro nasce, nel 1976, al Lido di Venezia, vicino a Malamocco, per l iniziativa di un privato. Situato a due passi dal mare, tra la vegetazione tipica dell isola e gli

Dettagli

I DIRITTI DEI BAMBINI AGENZIE EDUCATIVE DIDATTICA CONCLUSIONI RINGRAZIAMENTI

I DIRITTI DEI BAMBINI AGENZIE EDUCATIVE DIDATTICA CONCLUSIONI RINGRAZIAMENTI I DIRITTI DEI BAMBINI AGENZIE EDUCATIVE DIDATTICA CONCLUSIONI RINGRAZIAMENTI I DIRITTI DEI BAMBINI Il Table Soccer Club Black Rose 98 Roma regola l attività giovanile per quanto attiene il Subbuteo - Calcio

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE LICEO SCIENTIFICO DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la

Dettagli

Insegnare il Basket - versione e book

Insegnare il Basket - versione e book Lezione n. 1 Metodologia d insegnamento: spiegazione, dimostrazione, correzione Introduzione La metodologia dell insegnamento è la base di una corretta crescita tecnica tattica e psicologica degli atleti.

Dettagli

Il Tchoukball: una breve presentazione

Il Tchoukball: una breve presentazione FEDERAZIONE TCHOUKBALL ITALIA Via Varese, 172 21047 Saronno (Varese) Tel. 0238595552 Fax 029625552 Email tchoukballitalia@yahoo.it www.tchoukball.it Il Tchoukball: una breve presentazione www.tchoukball.it

Dettagli

QUESTIONARIO ATTIVITA DI BASE (ESORDIENTI E PULCINI) DELEGAZIONE PROVINCIALE DI COMO

QUESTIONARIO ATTIVITA DI BASE (ESORDIENTI E PULCINI) DELEGAZIONE PROVINCIALE DI COMO QUESTIONARIO ATTIVITA DI BASE (ESORDIENTI E PULCINI) DELEGAZIONE PROVINCIALE DI COMO Società Responsabile AdB N di squadre iscritte (comprese squadre B/C etc ) di cui Esordienti e Pulcini N di allenatori

Dettagli

Sintesi a fumetti del regolamento del Gioco del Calcio

Sintesi a fumetti del regolamento del Gioco del Calcio a.s. C.V.N. CASAL BERNOCCHI Sintesi a fumetti del regolamento del Gioco del Calcio Tratto da www.figc.it ( Federazione Italiana Giuoco Calcio ) www.casalbernocchi.com Carta dei Diritti del Ragazzo nello

Dettagli

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli

NON PROFIT REPORT 2011. Non Profit Report 2011 / I comportamenti digitali degli utenti fedeli nel terzo settore 1

NON PROFIT REPORT 2011. Non Profit Report 2011 / I comportamenti digitali degli utenti fedeli nel terzo settore 1 NON PROFIT REPORT 2011 Non Profit Report 2011 / I comportamenti digitali degli utenti fedeli nel terzo settore 1 Perché una ricerca sul non profit? Gli obiettivi dell indagine Si tratta della prima ricerca

Dettagli

È una pagina web a cui chiunque può iscriversi e condividere informazioni con altre persone, di solito amici e familiari.

È una pagina web a cui chiunque può iscriversi e condividere informazioni con altre persone, di solito amici e familiari. di Pier Francesco Piccolomini Facebook l hai sentito nominare di sicuro. Quasi non si parla d altro. C è chi lo odia, chi lo ama, chi lo usa per svago, chi per lavoro. Ma esattamente, questo Facebook,

Dettagli

1 Due Parole: Orgoglio E Tenacia 4 Chi Siamo 6 La Società: Tra Passato E Futuro 8 La Storia Della PB63 10 I Campioni 12 PB63lady: Il Presente 14 Le

1 Due Parole: Orgoglio E Tenacia 4 Chi Siamo 6 La Società: Tra Passato E Futuro 8 La Storia Della PB63 10 I Campioni 12 PB63lady: Il Presente 14 Le IN CAMPO CON PB63 1 Due Parole: Orgoglio E Tenacia 4 Chi Siamo 6 La Società: Tra Passato E Futuro 8 La Storia Della PB63 10 I Campioni 12 PB63lady: Il Presente 14 Le Piazze Della Serie A 15 I Numeri 16

Dettagli

Salute. Social media. La salute nell era dei social media. Fiducia. Community. Collegamento in rete. Sostenibilità

Salute. Social media. La salute nell era dei social media. Fiducia. Community. Collegamento in rete. Sostenibilità La salute nell era dei social media Estratto dai risultati dello studio condotto da Swisscom nell ottobre 2011 Health 2.0 Prevenzione Sicurezza Sostenibilità Nutrizione Paziente informato Forum salute

Dettagli

IL PROGETTO EDUCATIVO SPORTIVO

IL PROGETTO EDUCATIVO SPORTIVO IL PROGETTO EDUCATIVO SPORTIVO Aprile 2013 1 La Polisportiva San Marco è una realtà presente all interno dell Oratorio San Marco dal 1970 e si propone di educare ai valori cristiani attraverso la pratica

Dettagli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI MILANO

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI MILANO CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO PROVINCIALE DI MILANO PROGETTO SPORT E CARCERE SAN VITTORE 2013 / 2014 Il Centro Sportivo Italiano Il Centro Sportivo Italiano (C.S.I.) è una associazione non profit (cioè

Dettagli

Oggetto: affiliazione, tesseramento, campionati a squadre e tornei 2014.

Oggetto: affiliazione, tesseramento, campionati a squadre e tornei 2014. Trento, 24 febbraio 2014 Ai CIRCOLI TENNIS della Provincia di Trento loro indirizzi Oggetto: affiliazione, tesseramento, campionati a squadre e tornei 2014. Come tutti gli anni vi ricordo che è prossima

Dettagli

Codice di Comportamento Sportivo del TREVIGLIO RUGBY

Codice di Comportamento Sportivo del TREVIGLIO RUGBY PREMESSA TREVIGLIO A.S.D. la quale opera, in conformità al relativo Statuto, nel settoro sportivo, ricreativo e culturale, con lo scopo di sviluppare e diffondere il rugby inteso come mezzo di formazione

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI PER IL SETTORE SCUOLA F.I.R. 2010-2011

DISPOSIZIONI GENERALI PER IL SETTORE SCUOLA F.I.R. 2010-2011 DISPOSIZIONI GENERALI PER IL SETTORE SCUOLA F.I.R. 2010-2011 1 Federazione Italiana Rugby Rugby e Scuola INTRODUZIONE Il Rugby è uno sport di emozioni, di cooperazione, di contatto ed è convinzione della

Dettagli

SUPERCLASSE FIGC PUMA CUP EDIZIONE 2013/14

SUPERCLASSE FIGC PUMA CUP EDIZIONE 2013/14 EDIZIONE 2013/14 OBIETTIVI La Federazione Italiana Giuoco Calcio Settore Giovanile e Scolastico in collaborazione con Puma e con il patrocinio del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca,

Dettagli

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati 1 Lo Sport come strumento educativo Lo sport per i bambini e ragazzi rappresenta una straordinaria opportunità di crescita. Grazie all attività motoria,

Dettagli

Gruppo adulti e Corso di canottaggio CONDIZIONI GENERALI

Gruppo adulti e Corso di canottaggio CONDIZIONI GENERALI Gruppo adulti e Corso di canottaggio CONDIZIONI GENERALI Scopo del gruppo e dei corsi Il gruppo e i corsi per adulti vogliono dare la possibilità a persone non più in età G+S di poter comunque praticare

Dettagli

Regolamento di competizione 2015/16 Interpretazioni, direttive e memorandum valide nella stagione 2015/16

Regolamento di competizione 2015/16 Interpretazioni, direttive e memorandum valide nella stagione 2015/16 Regolamento di competizione 2015/16 Interpretazioni, direttive e memorandum valide nella stagione 2015/16 Nr. Titolo in vigore da spedito RC Regolamento di competizione 01.05.2015 Avp. 2015 RCD5 Continuazione

Dettagli

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze.

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Roberto Babini (Allenatore di base con Diploma B UEFA) svolge da 13 anni l attività di allenatore.

Dettagli

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato della Maestra Mery Anesa Mery Anesa Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato Giugno 2011 Osservazioni e commenti

Dettagli

Leadership Judgement Indicator

Leadership Judgement Indicator Leadership Judgement Indicator Michael Lock, Robert Wheeler, Nick Burnard e Colin Cooper Adattamento italiano di Palmira Faraci RAPPORTO INTERPRETATIVO Nominativo: Codice test: Data della prova: 09/01/2012

Dettagli

Direttive per i risultati all estero. Direttive per i risultati all estero 01.10.2013 30.09.2014

Direttive per i risultati all estero. Direttive per i risultati all estero 01.10.2013 30.09.2014 Direttive per i risultati all estero 01.10.2013 30.09.2014 1 Indice Direttive riguardante i risultati all'estero... 4 1. Generalità... 4 2. Criteri di valutazione/categorie d'età. 4 3. Valutazione 4 4.

Dettagli

PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI

PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI L ESTATE 2013 DEI TEDESCHI Panorama Turismo Mare Italia è il centro ricerca specializzato sul turismo balneare di JFC INDICE

Dettagli

LJ VOLLEY SCHOOL: INIZIA A PALLEGGIARE CON NOI

LJ VOLLEY SCHOOL: INIZIA A PALLEGGIARE CON NOI PROGETTO PER LE SCUOLE LJ VOLLEY SCHOOL: INIZIA A PALLEGGIARE CON NOI PRESENTAZIONE. Nell intento di favorire lo sviluppo della pratica sportiva, intesa come sana consuetudine di vita volta al miglioramento

Dettagli

Istituto Comprensivo Enzo Biagi Roma

Istituto Comprensivo Enzo Biagi Roma Istituto Comprensivo Enzo Biagi Roma Via Orrea, 23 00123 Roma Tel. 063037022 - fax o630436063 Staffetta 4 x 100 misti tutti in gara per la Cittadinanza, Costituzione, Salute e Sicurezza! L importante non

Dettagli

IL PROGETTO F.A.T.A. Parchi senza barriere

IL PROGETTO F.A.T.A. Parchi senza barriere IL PROGETTO F.A.T.A. Il progetto FATA, Formazione e Aggiornamento sui Temi dell Accessibilità, costituisce la naturale prosecuzione del Progetto Parchi Accessibili (2003-2006), del quale condivide principi,

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

Verona, 15 novembre 2014 A.S. 2014-2015

Verona, 15 novembre 2014 A.S. 2014-2015 Verona, 15 novembre 2014 A.S. 2014-2015 Cara Gazzetta dello Sport, un saluto a te e a tutti i tuoi lettori. Hai qualche minuto per ascoltare le nostre voci? La nostra classe, una seconda media di Verona,

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

Circuito di tornei FIT di tennis limitato alla 3^ Categoria 3 Gruppo. Gare di singolare maschile / femminile doppio maschile

Circuito di tornei FIT di tennis limitato alla 3^ Categoria 3 Gruppo. Gare di singolare maschile / femminile doppio maschile Presentazione 1^ Edizione MILANO TENNIS TOUR Gennaio Ottobre 2017 Opportunità di Sponsorizzazione Strumenti promozionali Visibilità dello sponsor Livelli di sponsorizzazione Circuito di tornei FIT di tennis

Dettagli

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice?

INTRODUZIONE. Perché abbiamo stilato questo Codice? INTRODUZIONE Perché abbiamo stilato questo Codice? Con questo insieme di regole la società GSD MontecatiniMurialdo vuole avvicinarsi ai propri giovani calciatori, cercando di insegnare loro le fondamentali

Dettagli

Indagine conoscitiva sulle aspettative ed esperienze degli alunni dell'ipc di Brunico

Indagine conoscitiva sulle aspettative ed esperienze degli alunni dell'ipc di Brunico Indagine conoscitiva sulle aspettative ed esperienze degli alunni dell'ipc di Brunico AUTORI: prof.ssa Francesca Ercoli, Pitscheider Christian, Di Marino Luca, Massacci Sara, Rautmann Anna. INTRODUZIONE:

Dettagli