MODELLO DI SERVIZIO PLACEMENT SCOLASTICO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MODELLO DI SERVIZIO PLACEMENT SCOLASTICO"

Transcript

1 MODELLO DI SERVIZIO PLACEMENT SCOLASTICO PROGRAMMA FIxO S&U ITALIA LAVORO

2 ITALIA LAVORO SPA Ente strumentale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Aree strategiche di intervento: Welfare to work (risposte alla crisi economica) Transizione istruzione, formazione e lavoro (dallo studio al lavoro) Occupazione e sviluppo economico (sostenere la produttività, promuovere l occupazione) Immigrazione (pianificare e gestire i flussi migratori) Inclusione sociale e lavorativa Altre iniziative

3 Programma FIxO S&U La Linea d intervento 2 intende: Supportare almeno 365 scuole singole o associate nella strutturazione e/o qualificazione di servizi di orientamento e di intermediazione in raccordo con gli altri attori del mercato del lavoro per raggiungere un bacino di giovani; Implementare lo sviluppo di reti e raccordi tra scuole, imprese e operatori pubblici /privati del mercato del lavoro; Supportare la promozione di dispositivi e misure di politica attiva del lavoro (tirocini di formazione e orientamento e contratti di apprendistato)

4 Obiettivi: Favorire incontro tra diplomati/diplomandi e il mondo del lavoro; Governare le relazioni all interno della rete territoriale; Sviluppare servizi coerenti con le esigenze del target di riferimento.

5 Destinatari del servizio: Studenti (in modo diretto) e famiglie (in modo indiretto) Rete territoriale Il servizio sarà rivolto a 150 studenti.

6 Fasi principali del servizio rivolto a studenti e famiglie: 1. Analisi del target 2. Accoglienza 3. Orientamento 4. Mediazione al lavoro Ogni singola fase prevede una serie di attività da svolgere.

7 1. Analisi del target:. Individuazione degli utenti del SPS (Piano operativo: beneficiari studenti IV anno , diplomandi V anno , diplomati );. Promozione del servizio con materiale informativo (cartaceo e multmediale), la partecipazione ad eventi ed attività scolastiche ed extra-scolastiche, organizzazione di eventi ed attività.

8 2. Accoglienza: Informazioni sulle prestazioni erogate, analisi della domanda (prosecuzione degli studi o inserimento nel mondo del mercato); Acquisizione dati studenti e registrazione sistema informativo; Analisi delle richieste degli studenti e contatto con le famiglie; Analisi delle motivazioni e propensioni degli studenti; Identificazione di un percorso di placement; Condivisione del percorso con la famiglia; Stesura e sottoscrizione del patto di servizio.

9 Piano operativo: (esempio) Accoglienza e accesso ai servizi: Si intende realizzarla all interno della scuola, o nei singoli istituti della Rete, in uno spazio riservato, con un colloquio della durata di X minuti, usando a supporto: opuscoli e depliant illustrativi dei servizi disponibili; software e modulistica dedicata per la tracciatura dei bisogni/esigenze rilevate e la stesura del Patto di servizio.

10 3. Orientamento: Informazione orientativa sul contesto: Guida agli spazi di auto-consultazione; Realizzazione di colloqui individuali e/o laboratori e/o seminari su: avvio autoinformazione, offerta formativa e di lavoro, i profili e le competenze richieste, normativa di riferimento, normativa sul collocamento mirato, l opportunità di mobilità in Europa;

11 Consulenza orientativa: Ricostruzione di percorsi di apprendimento formale, informale e non formale (Libretto Formativo); Analisi delle dimensioni individuali della scelta; Elaborazione di un progetto personalizzato;

12 Formazione orientativa: Potenziamento conoscenza/comprensione dei contesti; Sviluppo competenze trasversali; Approfondimento tecniche di ricerca attiva del lavoro; Visite aziendali (esempio p.o.: organizzazione di visite aziendali nel territorio per favorire nei ragazzi una diretta conoscenza dei contesti lavorativi ruoli, regole e meccanismi operativi di funzionamento ); Supporto avvio al lavoro in impresa (modello d impresa simulata); Attivazione percorsi alternanza scuola-lavoro, apprendistato, tirocini formativi e di orientamento.

13 4. Mediazione al lavoro: Acquisizione e gestione delle candidature e dati curriculari e diffusione; Incontro D/O: a. Individuazione opportunità di percorsi inserimento in aziende; b. Identificazione referente amministrativo (aspetti normativi, burocratici) e tutor formativo; c. Progettazione percorso di inserimento; d. Reclutamento e selezione dei candidati; e. Contatti con i responsabili e tutor aziendali;

14 f. Collaborazione formulazione del progetto formativo; g. Supporto all azienda per gli aspetti amministrativi; h. Monitoraggio del percorso di inserimento; i. Valutazione del raggiungimento obiettivi formativi; l. pre-selezione candidati coerenti con le richieste del mercato; m. Raccolta dei feed back.

15 Fasi del servizio offerte alla rete: 1. Identificazione e analisi degli attori rete (caratteristiche e bisogni) 2. Comunicazione/promozione del servizio 3. Informazione e accesso ai servizi 4. Mediazione al lavoro Tali fasi prevedono una serie di attività.

16 1. Identificazione e analisi attori della rete:. Raccolta e analisi desk di documenti, indagini conoscitive, ecc.. Rilevazione strutturata (incontri, colloqui) delle caratteristiche-attività svolte dai singoli nodi.

17 2. Comunicazione/promozione del SPS: Pianificazione, gestione di attività per far conoscere ruolo e servizi del SPS; Attivazioni di relazioni con gli attori della rete; Prefigurazione di ambiti di collaborazione-integrazione nell erogazione dei servizi; Interazione strutturata con i nodi della rete.

18 3. Informazione e accesso ai servizi: Erogazione di informazioni: Caratteristiche del SPS Attività/prestazioni offerte Modalità di accesso Accesso al servizio: Analisi preliminare bisogni/esigenze degli utenti-attori della rete; Accesso formale dell utente-attore della rete.

19 4. Mediazione al lavoro: Accesso all intermediazione: Raccolta e analisi delle richieste degli attori della rete per vacancies, tirocini e/o altri dispositivi di accompagnamento al lavoro o acquisizione di nominativi per promozione offerta universitaria e formativa superiore; Pubblicazione e diffusione delle vacancies; Predisposizione elenchi di nominativi dei diplomandi coerenti con caratteristiche richieste; Attivazione eventi/incontri per la promozione dell offerta universitaria e formativa superiore.

20 Incontro D/O: Analisi delle richieste pervenute; Preselezione di candidature coerenti con i requisiti richiesti; Erogazione (eventuale) di attività di tutoraggio degli inserimenti e assunzioni avvenuti; Raccolta feed back sugli esiti dei percorsi.

21 Operatori coinvolti: Preferibile personale all interno del contesto scolastico, ma possono essere previste figure esterne per la realizzazione delle attività. Per la regione Friuli Venezia Giulia è previsto che i COR supportino la scuola nella fase di orientamento.

22 PERCORSO PERSONALIZZATO DI ORIENTAMENTO E PLACEMENT SERVIZIO DURATA IN ORE Accoglienza e accesso ai servizi 1 ora Colloquio di orientamento Da 0 a 3 ore Definizione del PIP Strategie di empowerment e tutoring Scouting aziendale e ricerca attiva del lavoro Da 3 a 6 ore Totale ore da effettuare 7

23 PIANO OPERATIVO La redazione del piano operativo delinea gli ambiti e le modalità di intervento rispetto ai quali la scuola si impegna a realizzare attività e raggiungere specifici obiettivi. 1. Contesto dell intervento 2. Organizzazione dell intervento 3. Attività di assistenza tecnica 4. Pianificazione temporale. Il piano operativo sarà validato dalla Linea 2 Roma.

24 Riferimenti Italia Lavoro Coordinatrice macroarea Simonetta Parenti 06/ Operatore territoriale FVG Roberta Varuzza 347/ Operatore territoriale FVG Giulia Ravelli Per segnalazioni Linea 2:

L ITCG FERMI DI PONTEDERA PRESENTA. Il servizio di orientamento e intermediazione al lavoro (SPS: servizio di placement scolastico)

L ITCG FERMI DI PONTEDERA PRESENTA. Il servizio di orientamento e intermediazione al lavoro (SPS: servizio di placement scolastico) L ITCG FERMI DI PONTEDERA PRESENTA Il servizio di orientamento e intermediazione al lavoro (SPS: servizio di placement scolastico) 15 Ottobre 2013 ALCUNE RIFLESSIONI Insoddisfacente propensione al rischio

Dettagli

Formazione Innovazione PER l Occupazione Scuola e Università

Formazione Innovazione PER l Occupazione Scuola e Università Formazione Innovazione PER l Occupazione Scuola e Università Progetto Obiettivi Target Utilità Progetto I Istituto Lucio Lombardo Radice partecipa al Programma FIxO Formazione ed Innovazione per l Occupazione

Dettagli

ALL. A QUADRO REGIONALE DEGLI STANDARD MINIMI DEI SERVIZI AL LAVORO

ALL. A QUADRO REGIONALE DEGLI STANDARD MINIMI DEI SERVIZI AL LAVORO ALL. A QUADRO REGIONALE DEGLI STANDARD MINIMI DEI SERVIZI AL LAVORO Servizi Contenuto Output AREA SERVIZIO: ACCOGLIENZA E PRESA IN CARICO Accoglienza e accesso ai servizi Colloquio specialistico - Gestione

Dettagli

I SERVIZI EROGATI. 1. Accoglienza, informazione e auto consultazione:

I SERVIZI EROGATI. 1. Accoglienza, informazione e auto consultazione: I SERVIZI EROGATI 1. Accoglienza, informazione e auto consultazione: Consente all utente l accesso alla rete dei servizi erogati, informandolo circa le opportunità disponibili secondo le sue esigenze e

Dettagli

Il sistema duale nell ambito della IeFP. Formedil - Roma, 07 aprile 2016

Il sistema duale nell ambito della IeFP. Formedil - Roma, 07 aprile 2016 Il sistema duale nell ambito della IeFP Formedil - Roma, 07 aprile 2016 Quadro normativo Accordo Stato-Regioni sul progetto sperimentale «Azioni di accompagnamento, sviluppo e rafforzamento del sistema

Dettagli

La proposta di Italia Lavoro per Garanzia Giovani: Il Programma FIxO YEI

La proposta di Italia Lavoro per Garanzia Giovani: Il Programma FIxO YEI La proposta di Italia Lavoro per Garanzia Giovani: Il Programma FIxO YEI Obiettivi dell intervento L intervento proposto intende coinvolgere le Scuole secondarie superiori di secondo grado e le Università

Dettagli

Output / Risultato. Output: Scheda anagrafica. Output: Scheda individuale degli ambiti di sviluppo Curriculum vitae in formato europeo Europass

Output / Risultato. Output: Scheda anagrafica. Output: Scheda individuale degli ambiti di sviluppo Curriculum vitae in formato europeo Europass Quadro regionale degli standard minimi dei servizi al lavoro Servizi Contenuto AREA SERVIZIO: ACCOGLIENZA E PRESA IN CARICO Accoglienza e accesso ai servizi Colloquio specialistico Bilancio di competenze

Dettagli

ALLEGATO D 1. Scheda ii. Scheda descrittiva della funzione ORIENTAMENTO DI PRIMO LIVELLO per target

ALLEGATO D 1. Scheda ii. Scheda descrittiva della funzione ORIENTAMENTO DI PRIMO LIVELLO per target DIPARTIMENTO SOCIALE DIREZIONE REGIONALE LAVORO, PARI OPPORTUNITÀ E POLITICHE GIOVANILI ALLEGATO D 1 Scheda ii. Scheda descrittiva della funzione ORIENTAMENTO DI PRIMO LIVELLO per target PRESTAZIONI esigibili

Dettagli

La tutela della sicurezza dei tirocinanti e dei lavoratori non subordinati FERRARA 02 MAGGIO Job Centre. 2 maggio 2016.

La tutela della sicurezza dei tirocinanti e dei lavoratori non subordinati FERRARA 02 MAGGIO Job Centre. 2 maggio 2016. 2 maggio 2016 I servizi Tipologia di servizio 1: 1) Orientamento / Consulenza specialistica Consulenza individuale per l orientamento professionale Seminari di orientamento al lavoro Seminari per studenti

Dettagli

PROGRAMMA FORMAZIONE ED INNOVAZIONE PER L OCCUPAZIONE SCUOLA & UNIVERSITA FIxO S&U AVVISO PUBBLICO A SPORTELLO RIVOLTO AD ISTITUTI DI SCUOLA

PROGRAMMA FORMAZIONE ED INNOVAZIONE PER L OCCUPAZIONE SCUOLA & UNIVERSITA FIxO S&U AVVISO PUBBLICO A SPORTELLO RIVOLTO AD ISTITUTI DI SCUOLA PROGRAMMA FORMAZIONE ED INNOVAZIONE PER L OCCUPAZIONE SCUOLA & UNIVERSITA FIxO S&U AVVISO PUBBLICO A SPORTELLO RIVOLTO AD ISTITUTI DI SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE DI II GRADO PER LA REALIZZAZIONE E QUALIFICAZIONE

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO ISSM / SERVIZI AL LAVORO I. PREMESSA L ISTITUTO SALESIANO SAN MARCO ha nelle sue finalità la formazione e riqualificazione degli adulti come citato nel suo manuale della qualità:

Dettagli

La Garanzia Giovani in Italia. Scopri come funziona e cosa può fare per te

La Garanzia Giovani in Italia. Scopri come funziona e cosa può fare per te La Garanzia Giovani in Italia Scopri come funziona e cosa può fare per te E DOPO GLI STUDI? SE NON CONTINUI A STUDIARE SE NON LAVORI SE NON SEI IN FORMAZIONE PER TE C È GARANZIA GIOVANI www.garanziagiovani.gov.it

Dettagli

Stato avanzamento lavori Pianificazione attività standard

Stato avanzamento lavori Pianificazione attività standard Stato avanzamento lavori Pianificazione attività standard CFP Pia Società San Gaetano Vicenza, 13/7/16 SERVIZI DIRETTI al 30/6/16 CFP ORIENTAMENTO DI PRIMO LIVELLO Città sede Avviato N. ore SI/NO Data

Dettagli

Regione Lombardia Garanzia Giovani

Regione Lombardia Garanzia Giovani Regione Lombardia Garanzia Giovani L assistenza tecnica di Italia Lavoro Milano- 3 Novembre 2014 2 giovani, imprese e garanzia giovani in Italia Vediamo chi è Neet in Italia e chi, Neet, aderisce a GG

Dettagli

Mettiti in moto! Neet vs Yeet Le opportunità per i giovani in Veneto DGR 1064/2014 DGR 2125/2014

Mettiti in moto! Neet vs Yeet Le opportunità per i giovani in Veneto DGR 1064/2014 DGR 2125/2014 Mettiti in moto! Neet vs Yeet Le opportunità per i giovani in Veneto DGR 1064/2014 DGR 2125/2014 Il progetto il modello nazionale Obiettivo Assicurare che i giovani 15-29 anni non in formazione e non occupati

Dettagli

COME VIENE REALIZZATO IL SERVIZIO DI ORIENTAMENTO? A Flusso di attività B - INPUT C Descrizione dell attività D RISULTATO

COME VIENE REALIZZATO IL SERVIZIO DI ORIENTAMENTO? A Flusso di attività B - INPUT C Descrizione dell attività D RISULTATO COME VIENE REALIZZATO IL SERVIZIO DI? A Flusso di attività B - INPUT C Descrizione dell attività D RISULTATO E - SISTEMA PROFESSIONALE 0. BISOGNO DI L input del processo è costituito dal bisogno di di

Dettagli

I SERVIZI OFFERTI AI CITTADINI

I SERVIZI OFFERTI AI CITTADINI PROGETTI DI CONTINUITA SCUOLA-LAVORO - Studenti in obbligo formativo con disabilità accertata dalla Commissione medica integrata ai sensi della Legge n. 104/1992 o con certificazione scolastica rilasciata

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO SL 23.01.2017 I PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA FONDAZIONE CASA DELLA GIOVENTU CORTESIA E RISPETTO Le relazioni con i clienti/utenti e gli interlocutori sono improntate a criteri

Dettagli

Servizi alle Persone. Servizio. Finalità del servizio. Modalità di erogazione. Destinatari. Qualità del servizio. Accoglienza e Informazione

Servizi alle Persone. Servizio. Finalità del servizio. Modalità di erogazione. Destinatari. Qualità del servizio. Accoglienza e Informazione Servizi alle Persone Destinatari Accoglienza e Informazione Identificare preventivamente i bisogni dell utente per guidarlo verso il adeguato; Favorire l accesso degli utenti ai servizi erogati dai Centri

Dettagli

Catalogo regionale dell offerta orientativa in Friuli Venezia Giulia

Catalogo regionale dell offerta orientativa in Friuli Venezia Giulia Catalogo regionale dell offerta orientativa in Friuli Venezia Giulia Valorizzare e disseminare esperienze di qualità per promuovere il benessere a scuola e supportare la transizione tra i sistemi Francesca

Dettagli

Mappa dei Servizi Offerti Associazione CFP CNOS-FAP MANFREDINI

Mappa dei Servizi Offerti Associazione CFP CNOS-FAP MANFREDINI Mappa dei Servizi Offerti Associazione CFP CNOS-FAP MANFREDINI Aprile 2017 Centro Formazione Professionale CNOS-FAP Manfredini Via Manfredini 12 Este PD Tel.: 0429 612101 Fax: 0429 612198 P.IVA 03941320289

Dettagli

CONVENZIONE ISTITUZIONALE tra MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

CONVENZIONE ISTITUZIONALE tra MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI REGIONE UMBRIA GIUNTA REGIONALE CONVENZIONE ISTITUZIONALE tra MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro e Regione Umbria L anno duemilatredici,

Dettagli

DL 469/97 Conferenza Stato-Regioni 16/12/99 D.lgs 181/00 Conferenza Unificata 26/10/00 Masterplan dei Servizi per l Impiego

DL 469/97 Conferenza Stato-Regioni 16/12/99 D.lgs 181/00 Conferenza Unificata 26/10/00 Masterplan dei Servizi per l Impiego GUIDA NORMATIVA AL DECENTRAMENTO DI FUNZIONI E COMPITI IN MATERIA DI MERCATO DEL LAVORO DL 469/97 Conferenza Stato-Regioni 16/12/99 D.lgs 181/00 Conferenza Unificata 26/10/00 Masterplan dei Servizi per

Dettagli

Percorsi e strumenti. Servizio Centrale SPRAR

Percorsi e strumenti. Servizio Centrale SPRAR Percorsi e strumenti per l accoglienza l integrata Servizio Centrale SPRAR Obiettivo dell accoglienza SPRAR Consentire a richiedenti e titolari di protezione internazionale di avviare un percorso personale

Dettagli

PON IOG Iniziativa Occupazione Giovani PIANO ESECUTIVO REGIONE CALABRIA (DGR N. 155 DEL 29/04/2014 e DGR n. 21 del 5/02/2015)

PON IOG Iniziativa Occupazione Giovani PIANO ESECUTIVO REGIONE CALABRIA (DGR N. 155 DEL 29/04/2014 e DGR n. 21 del 5/02/2015) PON IOG Iniziativa Occupazione Giovani PIANO ESECUTIVO REGIONE CALABRIA (DGR N. 155 DEL 29/04/2014 e DGR n. 21 del 5/02/2015) AVVISO PER L ATTUAZIONE DELLE MISURE DI ACCESSO ALLA GARANZIA, ORIENTAMENTO

Dettagli

Garanzia Giovani come opportunità di recruiting per le aziende

Garanzia Giovani come opportunità di recruiting per le aziende Incontro informativo Garanzia Giovani come opportunità di recruiting per le aziende Relatore - Davide Ballabio - Area Sistema Formativo e Capitale Umano Assolombarda Questo materiale è predisposto da Assolombarda

Dettagli

e la formazione delle nuove figure professionali

e la formazione delle nuove figure professionali SEMINARIO NAZIONALE EPALE Migranti e rifugiati: nuovi bisogni formativi degli educatori Catania, 20 novembre 2015 I cambiamenti nei CPIA e la formazione delle nuove figure professionali Giovanna Del Gobbo,

Dettagli

AVVISO Dote Lavoro Tirocini Giovani. BURL 28 novembre 2012

AVVISO Dote Lavoro Tirocini Giovani. BURL 28 novembre 2012 AVVISO Dote Lavoro Tirocini Giovani BURL 28 novembre 2012 Il presente Avviso intende favorire i giovani e le aziende attraverso interventi atti a : - sostenere i giovani nell attivazione e realizzazione

Dettagli

Patto di servizio. Allegato 4. Programma FIxO - Linea 7 Azioni di accompagnamento, sviluppo e rafforzamento del sistema duale nell ambito IeFP.

Patto di servizio. Allegato 4. Programma FIxO - Linea 7 Azioni di accompagnamento, sviluppo e rafforzamento del sistema duale nell ambito IeFP. Allegato 4 Patto di servizio tra Il CFP (denominazione) e Cognome e nome.... Luogo e Data Età. Codice Fiscale.. Titolo di studio Timbro e firma Rappresentante Legale del CFP o dell Ente E mail... Telefono.

Dettagli

Santo Romano Direttore dell Area Capitale Umano e Cultura

Santo Romano Direttore dell Area Capitale Umano e Cultura Ciclo di incontri sulle politiche del lavoro Scambio di buone pratiche regionali Modelli di integrazione tra pubblico e privato nell erogazione dei servizi per il lavoro Martedì 8 novembre 2016 Santo Romano

Dettagli

Formazione professionale italiana. Progetto Antoine

Formazione professionale italiana. Progetto Antoine Formazione professionale italiana Progetto Antoine Maggio 2017 1 DESCRIZIONE DEL PROGETTO titolo del progetto: progetto Antoine direttore del progetto dott. Renzo Roncat Direttore Area Formazione Professionale

Dettagli

Formazione e Innovazione per l Occupazione FIxO Scuola & Università

Formazione e Innovazione per l Occupazione FIxO Scuola & Università Formazione e Innovazione per l Occupazione FIxO Scuola & Università FIxO S&U Avviso Pubblico a Sportello per il placement nelle scuole superiori della Regione Lombardia Milano, Palazzo Lombardia 5 Febbraio

Dettagli

Un esperienza di rete locale co-partecipata: il Progetto V.A.I.

Un esperienza di rete locale co-partecipata: il Progetto V.A.I. Un esperienza di rete locale co-partecipata: il Progetto V.A.I. Vincitore del PREMIO INNOVAZIONE 2007 Qualità e semplificazione A CURA DI : Rita Giannetti e Gabriella Zoff Centri Regionali di Orientamento

Dettagli

PROVINCIA DI BIELLA CENTRO PER L IMPIEGO AVVISO PUBBLICO

PROVINCIA DI BIELLA CENTRO PER L IMPIEGO AVVISO PUBBLICO PROVINCIA DI BIELLA CENTRO PER L IMPIEGO AVVISO PUBBLICO 1. VISTE la D.G.R. n. 54-8999 del 16/06/2008 con cui è stato approvato l Atto di Indirizzo regionale sugli interventi per l occupazione rivolti

Dettagli

Linee guida nazionali per l orientamento permanente

Linee guida nazionali per l orientamento permanente Linee guida nazionali per l orientamento permanente L orientamento è un insieme di attività che mette in grado i cittadini di ogni età,, in qualsiasi momento della loro vita di identificare le proprie

Dettagli

1. Principi fondamentali e valori

1. Principi fondamentali e valori CARTA DEI SERVIZI 1. Principi fondamentali e valori Nell erogazione dei Servizi al Lavoro, Kairos si informa coerentemente ai seguenti principi e valori: - Accesso: tutte le persone possono accedere ai

Dettagli

Servizi alla persona: destinatari e finalità del progetto

Servizi alla persona: destinatari e finalità del progetto Carta dei servizi Presentazione Con la Carta dei Servizi il Formont presenta i servizi per il lavoro rivolti sia ai cittadini che alle imprese, ne indica la tipologia e le modalità di accesso nonché le

Dettagli

La Garanzia Giovani in Italia. Principi, servizi e misure previste

La Garanzia Giovani in Italia. Principi, servizi e misure previste La Garanzia Giovani in Italia Principi, servizi e misure previste Italialavoro, 6 maggio 2014 LA YG IN ITALIA: il modello SISTEMA NAZIONALE Misure Esiti attori Youth corners Incentivi collegati PRINCIPI

Dettagli

ALLEGATO 1. Descrittori

ALLEGATO 1. Descrittori A1) Qualità dell'insegnamento Conseguimento di competenze professionali certificate e attestati di formazione con ricaduta sull attività professionale (rif. anno in corso) Capacità di progettazione Capacità

Dettagli

ALLEGATO 1 REGIONE EMILIA-ROMAGNA

ALLEGATO 1 REGIONE EMILIA-ROMAGNA ALLEGATO 1 REGIONE EMILIA-ROMAGNA Le prestazioni dei Servizi per il Lavoro Presentazione Si presentano di seguito le prestazioni erogabili dai servizi per il lavoro in Emilia Romagna. Le singole prestazioni,

Dettagli

Associazione Non Profit KIRON Studi sulla Comunicazione e Mediazione Organizzativa

Associazione Non Profit KIRON Studi sulla Comunicazione e Mediazione Organizzativa Associazione Non Profit KIRON Studi sulla Comunicazione e Mediazione Organizzativa Alessandria, via Napoli 40 Asti, Corso Venezia 53 www.kironsapiens.org Ponte Scuola Lavoro Una struttura Non-Profit per

Dettagli

PROVINCIA DI BIELLA CENTRO PER L IMPIEGO AVVISO PUBBLICO

PROVINCIA DI BIELLA CENTRO PER L IMPIEGO AVVISO PUBBLICO PROVINCIA DI BIELLA CENTRO PER L IMPIEGO AVVISO PUBBLICO 1. VISTE la D.G.R. n. 54-8999 del 16/06/2008 con cui è stato approvato l Atto di Indirizzo regionale sugli interventi per l occupazione rivolti

Dettagli

ACCORDO PROCEDIMENTALE

ACCORDO PROCEDIMENTALE Assistenza Tecnica delle Politiche del Lavoro a supporto delle funzioni delle Province in materia di servizi per il lavoro e delle politiche attive del lavoro. ACCORDO PROCEDIMENTALE TRA L Agenzia Regionale

Dettagli

Operatore del servizio inserimento lavorativo per persone disabili e in situazione di svantaggio

Operatore del servizio inserimento lavorativo per persone disabili e in situazione di svantaggio Operatore del servizio inserimento lavorativo per persone disabili e in situazione di svantaggio identificativo scheda: 21-005 stato scheda: Validata Descrizione sintetica L Operatore del servizio di inserimento

Dettagli

Allegato al decreto n. POR FSE Regione Lombardia Aggiornamento dei panieri dei servizi in attuazione della Dote Unica Lavoro

Allegato al decreto n. POR FSE Regione Lombardia Aggiornamento dei panieri dei servizi in attuazione della Dote Unica Lavoro Allegato al decreto n. del POR FSE Regione Lombardia 2014-2020 Aggiornamento dei panieri dei servizi in attuazione della Dote Unica Lavoro 2014-2020. Sommario 1. Contesto di riferimento... 3 2. Revisione

Dettagli

Il Bilancio di Competenze: requisiti organizzativi, metodologici e professionali. Anna Grimaldi

Il Bilancio di Competenze: requisiti organizzativi, metodologici e professionali. Anna Grimaldi Il Bilancio di Competenze: requisiti organizzativi, metodologici e professionali Anna Grimaldi Sezione 1 Il Bilancio di Competenze: requisiti organizzativi, metodologici e professionali Funzioni, obiettivi

Dettagli

PIANO REGIONALE FIXO YEI REGIONE SARDEGNA

PIANO REGIONALE FIXO YEI REGIONE SARDEGNA PIANO REGIONALE FIXO YEI REGIONE SARDEGNA 1 PREMESSA La raccomandazione del Consiglio d Europa del 22 aprile 2013 sull istituzione di una Garanzia per i Giovani invita gli Stati membri a garantire ai giovani

Dettagli

RUOLO DELLA PROVINCIA PER IL RAFFORZAMENTO DEI SERVIZI PER L IMPIEGO

RUOLO DELLA PROVINCIA PER IL RAFFORZAMENTO DEI SERVIZI PER L IMPIEGO RUOLO DELLA PROVINCIA PER IL RAFFORZAMENTO DEI SERVIZI PER L IMPIEGO Piacenza 11 Novembre 2010 Dott. Giorgio Santarello Dirigente Settore Lavoro e Formazione Provincia di Padova Tel. 049.8201380 e-mail:

Dettagli

SCHEDA 1-A. Accoglienza, presa in carico, orientamento

SCHEDA 1-A. Accoglienza, presa in carico, orientamento SCHEDA 1-A Accoglienza, presa in carico, orientamento ACCOGLIENZA E INFORMAZIONI SUL PROGRAMMA Obiettivo/finalità Facilitare e sostenere l'utente nell'acquisizione di informazioni, anche in auto consultazione,

Dettagli

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Codice fiscale Scalzo Alessia SCLLSS79D69C352I ESPERIENZA LAVORATIVA 11/2009 - in corso ITALIA LAVORO SPA - Roma (Roma) al controllo

Dettagli

Formazione e Innovazione per l Occupazione FIxO Scuola & Università

Formazione e Innovazione per l Occupazione FIxO Scuola & Università Formazione e Innovazione per l Occupazione FIxO Scuola & Università Introduzione 2 1. Il contesto di riferimento 1.1 Riferimenti istituzionali Si inserisce nell ambito della Strategia Europa 2020 e delle

Dettagli

Strategia. Obiettivi tematici prioritari. Obiettivi strategici

Strategia. Obiettivi tematici prioritari. Obiettivi strategici Obiettivi tematici prioritari Strategia Obiettivi strategici Focalizzare l attenzione su lavoro e capitale umano Monitorare e valutare le politiche e proporre nuovi strumenti, dispositivi, modelli d Monitorare

Dettagli

STANDARD GENERALI DI QUALITA E STANDARD ESSENZIALI DEI SERVIZI PER L IMPIEGO NELLA REGIONE FRIULI VENEZIA-GIULIA

STANDARD GENERALI DI QUALITA E STANDARD ESSENZIALI DEI SERVIZI PER L IMPIEGO NELLA REGIONE FRIULI VENEZIA-GIULIA REGIONE AUTONOMA DEL FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE DEL LAVORO E DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE SERVIZIO DEL LAVORO STANDARD GENERALI DI QUALITA E STANDARD ESSENZIALI DEI SERVIZI PER L IMPIEGO

Dettagli

Piano Integrato di Politiche per l Occupazione e per il Lavoro PIPOL

Piano Integrato di Politiche per l Occupazione e per il Lavoro PIPOL Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, ricerca Servizio programmazione e gestione interventi formativi Posizione organizzativa Programmazione Piano Integrato

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. ACCESSO: tutte le persone possono accedere ai Servizi senza alcuna Discriminazione;

CARTA DEI SERVIZI. ACCESSO: tutte le persone possono accedere ai Servizi senza alcuna Discriminazione; CARTA DEI SERVIZI Euroconsulting S.r.l. nasce nel febbraio 1999 ed è oggi attivamente impegnata nella consulenza di direzione aziendale, nella formazione e nelle attività di training on the job delle risorse

Dettagli

A. Anagrafica. B. Dati strutturali dell organizzazione

A. Anagrafica. B. Dati strutturali dell organizzazione Indagine sulle organizzazioni non profit operanti nel campo dell inclusione socio-lavorativa delle persone con disabilità A.1. Dati dell organizzazione Denominazione Anno di costituzione Indirizzo Telefono/

Dettagli

Il sistema dei Servizi

Il sistema dei Servizi Il sistema dei Servizi per l impiego l in Toscana Rapporto 2010 Teresa Savino I I servizi di qualità del sistema pubblico per l impiego l della Toscana Lucca, 19 ottobre 2010 PARTE I Il sistema toscano

Dettagli

Passo dopo passo: la via italiana al sistema duale

Passo dopo passo: la via italiana al sistema duale Passo dopo passo: la via italiana al sistema duale Roma, 7 giugno 2016 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Sala Massimo D Antona 1. LA SPERIMENTAZIONE DEL SISTEMA DUALE: OBIETTIVI E AZIONI PRINCIPALI

Dettagli

Provincia di Genova DIREZIONE POLITICHE FORMATIVE E DEL LAVORO Servizio Promozione Occupazione

Provincia di Genova DIREZIONE POLITICHE FORMATIVE E DEL LAVORO Servizio Promozione Occupazione Provincia di Genova DIREZIONE POLITICHE FORMATIVE E DEL LAVORO Servizio Promozione Occupazione Riconoscimento di credenziali al fine di autorizzare operatori ad operare nei servizi per il lavoro presso

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO Operatore accreditato per i Servizi al Lavoro della Regione Piemonte con n. La carta dei Servizi intende descrivere le attività destinate ai cittadini e al mondo delle imprese

Dettagli

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA FIXO YEI _ AZIONI IN FAVORE DEI GIOVANI NEET IN TRANSIZIONE ISTRUZIONE-LAVORO TRA

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA FIXO YEI _ AZIONI IN FAVORE DEI GIOVANI NEET IN TRANSIZIONE ISTRUZIONE-LAVORO TRA CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA FIXO YEI _ AZIONI IN FAVORE DEI GIOVANI NEET IN TRANSIZIONE ISTRUZIONE-LAVORO TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI, Direzione Generale per le politiche

Dettagli

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Codice fiscale De Socio Fulvio DSCFLV73P26A509E ESPERIENZA LAVORATIVA Famiglia professionale Profilo professionale 11/2009 - in corso

Dettagli

Progetto La dimensione territoriale del miglioramento: una sfida solidale GRIGLIA DI ANALISI II FASE. I PARTE: Analisi della Sezione 5 del RAV

Progetto La dimensione territoriale del miglioramento: una sfida solidale GRIGLIA DI ANALISI II FASE. I PARTE: Analisi della Sezione 5 del RAV GRIGLIA DI ANALISI II FASE Codice meccanografico della scuola: I PARTE: Analisi della Sezione 5 del RAV La I parte della Griglia presenta alcuni indicatori per valutare la coerenza tra priorità, traguardi

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI REPORT INDICATORI I SEMESTRE 2014

CARTA DEI SERVIZI REPORT INDICATORI I SEMESTRE 2014 Servizio Tutela Minori Tempestività CARTA DEI SERVIZI REPORT INDICATORI I SEMESTRE 2014 + I casi valutati come urgenti dall equipe sono presi in carico entro 48 ore dalla segnalazione. intervento personalizzato

Dettagli

Il progetto Creazione e Start-Up di Nuove Imprese : le attività e i risultati Bologna, 18 luglio Creazione e Start-up di NUOVE IMPRESE

Il progetto Creazione e Start-Up di Nuove Imprese : le attività e i risultati Bologna, 18 luglio Creazione e Start-up di NUOVE IMPRESE Il progetto Creazione e Start-Up di Nuove Imprese : le attività e i risultati Bologna, 18 luglio 2016 Le attività delle Camere di commercio per la nuova imprenditorialità Le Camere di commercio hanno sviluppato

Dettagli

Azione 1 Standard professionali

Azione 1 Standard professionali Azione 1 Standard professionali ASSIS.T. Il progetto Interregionale 2013-2014 Protocollo d'intesa tra: Regione Friuli Venezia Giulia Regione Lazio Regione Marche Regione Piemonte Regione Umbria Provincia

Dettagli

Attività Servizi al Lavoro

Attività Servizi al Lavoro CARTA DEI SERVIZI Attività Servizi al Lavoro SOMMARIO Obiettivi Finalità Principi fondamentali Servizi disponibili Strutture dedicate Comunicazione Diritti e doveri dell'utente Monitoraggio e controllo

Dettagli

Progetto per l inserimento lavorativo nel settore del commercio di giovani tirocinanti: una proficua relazione pubblico - privato

Progetto per l inserimento lavorativo nel settore del commercio di giovani tirocinanti: una proficua relazione pubblico - privato Agenzia per la Formazione l Orientamento e il Lavoro Est Milano Progetto per l inserimento lavorativo nel settore del commercio di giovani tirocinanti: una proficua relazione pubblico - privato Mario Palermo

Dettagli

Carta dei Servizi. Politiche Attive e Servizi al Lavoro. (Data ultimo aggiornamento 08/11/2013 Rev. N. 4/2013)

Carta dei Servizi. Politiche Attive e Servizi al Lavoro. (Data ultimo aggiornamento 08/11/2013 Rev. N. 4/2013) Carta dei Servizi Politiche Attive e Servizi al Lavoro (Data ultimo aggiornamento 08/11/2013 Rev. N. 4/2013) 1 Indice Premessa Obiettivi del servizio Soggetti destinatari.. Strumenti e metodologia di lavoro..

Dettagli

Risorse umane. Dott.ssa Luigia Cotti consulente Psicopedagogista per il C.T.R.H di Valle Camonica. Dott.ssa Eugenia Zanardini Pedagogista orientatore.

Risorse umane. Dott.ssa Luigia Cotti consulente Psicopedagogista per il C.T.R.H di Valle Camonica. Dott.ssa Eugenia Zanardini Pedagogista orientatore. Progetto continuità Ente promotore: CTRH di Valle Camonica Ambito territoriale: Valle Camonica Collaborazioni: NPIA, Servizi Sociali dei comuni, scuole Finanziamento: legge 285/1997 Durata: 1 anno dal

Dettagli

AGENZIA LAVORO. per il. Carta dei Servizi. Accreditato Regione Lombardia Servizi al lavoro (LR 22/06) Servizi alla Formazione (LR.

AGENZIA LAVORO. per il. Carta dei Servizi. Accreditato Regione Lombardia Servizi al lavoro (LR 22/06) Servizi alla Formazione (LR. AGENZIA per il LAVORO Accreditato Regione Lombardia Servizi al lavoro (LR 22/06) Servizi alla Formazione (LR.19/07) Carta dei Servizi Aggiornata al 01/02/2015 Chi siamo L Agenzia per il Lavoro nasce nel

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI. Perché scegliere l Agenzia Servizi al Lavoro della Cooperativa ORSO?

LA CARTA DEI SERVIZI. Perché scegliere l Agenzia Servizi al Lavoro della Cooperativa ORSO? LA CARTA DEI SERVIZI Perché scegliere l Agenzia della Cooperativa ORSO? ESPERIENZA E COMPETENZA: La ORSO dal 1987 agisce in rezione della promozione dell inclusione lavorativa, dello sviluppo del capitale

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO POSATORA - PIANO ARCHI Scuola Infanzia Primaria Secondaria 1 grado Via Urbino, ANCONA

ISTITUTO COMPRENSIVO POSATORA - PIANO ARCHI Scuola Infanzia Primaria Secondaria 1 grado Via Urbino, ANCONA ISTITUTO COMPRENSIVO POSATORA - PIANO ARCHI R. 10 CARTA DELLA QUALITÀ LIVELLO STRATEGICO Politica della qualità L Istituto Comprensivo Posatora Piano-Archi offre una serie di servizi che vanno dalla scuola

Dettagli

PROGRAMMA DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA E LINGUISTICA PER I GIOVANI DISOCCUPATI DEL SUD

PROGRAMMA DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA E LINGUISTICA PER I GIOVANI DISOCCUPATI DEL SUD D.G. IMPIEGO ITALIA LAVORO PROGRAMMA DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA E LINGUISTICA PER I GIOVANI DISOCCUPATI DEL SUD Azione Iniziativa promossa dal Ministero del Lavoro e P.S. D.G. Impiego, e realizzata,

Dettagli

PIANO REGIONALE FIXO YEI REGIONE LIGURIA. 1 di 14

PIANO REGIONALE FIXO YEI REGIONE LIGURIA. 1 di 14 PIANO REGIONALE FIXO YEI REGIONE LIGURIA 1 di 14 PREMESSA La raccomandazione del Consiglio d Europa del 22 aprile 2013 sull istituzione di una Garanzia per i Giovani invita gli Stati membri a garantire

Dettagli

PROGETTO ORIENTAMENTO

PROGETTO ORIENTAMENTO PROGETTO ORIENTAMENTO anno scolastico 2014.15 Finalità: - L orientamento è un processo di apprendimento contestuale all attività curricolare, struttura non accessoria ma centrale dell azione formativa:

Dettagli

Scheda Anagrafica Istituto

Scheda Anagrafica Istituto Chi siamo Denominazione Codice meccanografico della sede centrale LAMEZIA TERME CZTL040008 Indirizzo S. Miceli, 400 88046 Lamezia Terme Dirigente Scolastico Vescio Salvatore Gennaro Provincia CZ Telefono

Dettagli

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA FIXO YEI _ AZIONI IN FAVORE DEI GIOVANI NEET IN TRANSIZIONE ISTRUZIONE-LAVORO TRA

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA FIXO YEI _ AZIONI IN FAVORE DEI GIOVANI NEET IN TRANSIZIONE ISTRUZIONE-LAVORO TRA CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA FIXO YEI _ AZIONI IN FAVORE DEI GIOVANI NEET IN TRANSIZIONE ISTRUZIONE-LAVORO TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI, Direzione Generale per le politiche

Dettagli

Rete ITE Tosi di Busto Arsizio

Rete ITE Tosi di Busto Arsizio Rete ITE Tosi di Busto Arsizio ITE Enrico Tosi capofila della rete Istituto Professionale Pietro Verri Istituto Istruzione Superiore Daniele Crespi Istituti Scolastici Superiori Olga Fiorini Composizione

Dettagli

Il processo di IVC delle competenze Repertorio Regionale delle Qualificazioni

Il processo di IVC delle competenze Repertorio Regionale delle Qualificazioni Il processo di IVC delle competenze Repertorio Regionale delle Qualificazioni Figure professionali per l erogazione dei servizi al lavoro ai sensi del D.Lgs 150/2015 PROPOSTA PERCORSO INDIVIDUAZIONE VALIDAZIONE

Dettagli

Sull'esempio del fondatore San Giovanni Calabria i fondamentali principi ispiratori su cui si fonda il progetto sono:

Sull'esempio del fondatore San Giovanni Calabria i fondamentali principi ispiratori su cui si fonda il progetto sono: CARTA DEI SERVIZI PRESENTAZIONE MEDIALABOR SRL è un servizio per il lavoro che ai sensi della DGR n.2238 del 20/12/2011 della Regione Veneto fa parte della rete dei servizi pubblici e privati che si occupano

Dettagli

Attività di orientamento dell operatore

Attività di orientamento dell operatore Attività di orientamento dell operatore L orientamento consiste in un insieme di attività volte a sostenere le persone nel formulare decisioni in merito alla loro vita (sul piano educativo, professionale

Dettagli

Monica Moisello Marisa Massolo

Monica Moisello Marisa Massolo RELATORI Monica Moisello Marisa Massolo Responsabile Servizio di Mediazione al Lavoro per Disabili, Provincia di Genova, ISFORCOOP, Genova Responsabile Servizio di Orientamento per Disabili, Provincia

Dettagli

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA FIXO _ AZIONI IN FAVORE DEI GIOVANI NEET IN TRANSIZIONE ISTRUZIONE-LAVORO. tra

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA FIXO _ AZIONI IN FAVORE DEI GIOVANI NEET IN TRANSIZIONE ISTRUZIONE-LAVORO. tra CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA FIXO _ AZIONI IN FAVORE DEI GIOVANI NEET IN TRANSIZIONE ISTRUZIONE-LAVORO tra MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI, Direzione Generale per le Politiche

Dettagli

GARANZIA GIOVANI IN REGIONE PUGLIA

GARANZIA GIOVANI IN REGIONE PUGLIA GARANZIA GIOVANI IN REGIONE PUGLIA 34 Report di Monitoraggio dalla fase di avvio al 6 novembre 2017 a cura dell Osservatorio Mercato del Lavoro della Regione Puglia e dell Osservatorio Regionale dei Sistemi

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALDO MORO. Tel. 0124/ Cod. Fisc URL:

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALDO MORO. Tel. 0124/ Cod. Fisc URL: ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALDO MORO Liceo Scientifico Istituto Tecnico Via Gallo Pecca n.4/6 10086 RIVAROLO CANAVESE Tel. 0124/45.45.11 - Cod. Fisc. 85502120018 E-mail: segreteria@istitutomoro.it

Dettagli

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA FIXO YEI _ AZIONI IN FAVORE DEI GIOVANI NEET IN TRANSIZIONE ISTRUZIONE-LAVORO TRA

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA FIXO YEI _ AZIONI IN FAVORE DEI GIOVANI NEET IN TRANSIZIONE ISTRUZIONE-LAVORO TRA CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA FIXO YEI _ AZIONI IN FAVORE DEI GIOVANI NEET IN TRANSIZIONE ISTRUZIONE-LAVORO TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI, Direzione Generale per le politiche

Dettagli

Formulario per la presentazione di progetti. in attuazione della sperimentazione del Sistema Duale. nella Regione Lazio

Formulario per la presentazione di progetti. in attuazione della sperimentazione del Sistema Duale. nella Regione Lazio Formulario per la presentazione di progetti in attuazione della sperimentazione del Sistema Duale nella Regione Lazio ALLEGATO 2: FORMULARIO DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO 1 Linea di intervento Riportare

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO DIREZIONE SISTEMI INFORMTIVI, PORTLE E ORIENTMENTO Via Po, 31-10124 Torino CRT DEI SERVIZI - SCUOL CLE DIMENSIONI DELL QULIT' Documento aggiornato al 04/05/2015 Il documento

Dettagli

CRITERI PER LA VALORIZZAZIONE DEL MERITO DEI DOCENTI

CRITERI PER LA VALORIZZAZIONE DEL MERITO DEI DOCENTI Allegato Verb 2 del 5/5/2016 CRITERI PER LA VALORIZZAZIONE DEL MERITO DEI DOCENTI PREREQUISITI - contratto a tempo indeterminato; - assenza di azioni disciplinari con sanzioni erogate nel corso dell a.s.

Dettagli

UNA GRANDE OPPORTUNITA PER TE. Incontro conclusivo progetto 02 dicembre 2015 Sala Santa Marta Comune di Ivrea

UNA GRANDE OPPORTUNITA PER TE. Incontro conclusivo progetto 02 dicembre 2015 Sala Santa Marta Comune di Ivrea UNA GRANDE OPPORTUNITA PER TE Incontro conclusivo progetto 02 dicembre 2015 Sala Santa Marta Comune di Ivrea Daniela Gaudi DA DOVE NASCE IL PROGETTO Young Up nasce a seguito degli impegni assunti da alcuni

Dettagli

Il significato della valutazione individuale nelle Aziende Sanitarie. Marzia Cavazza Direttore Amministrativo AOU S. Orsola Malpighi - Bologna

Il significato della valutazione individuale nelle Aziende Sanitarie. Marzia Cavazza Direttore Amministrativo AOU S. Orsola Malpighi - Bologna Il significato della valutazione individuale nelle Aziende Sanitarie Marzia Cavazza Direttore Amministrativo AOU S. Orsola Malpighi - Bologna 1 Sistemi di Valutazione valutazione della performance delle

Dettagli

Servizi per l impiego e collocamento mirato delle persone con disabilità

Servizi per l impiego e collocamento mirato delle persone con disabilità Servizi per l impiego e collocamento mirato delle persone con disabilità Fase di preselezione Modello di servizio Vers. 1.1, 12.02.05 1 Premessa La preselezione è uno degli strumenti principali per la

Dettagli

b) Tutoring e Marketing verso le aziende

b) Tutoring e Marketing verso le aziende All. A AZIONE 1 : STANDARD DI RIFERIMENTO a) Orientamento b) Tutoring e Marketing verso le aziende Asse di finanziamento:asse I Adattabilità - P.O. Ob. Competitività Regionale e Occupazione F.S.E. 1 a)orientamento:

Dettagli

tra la Regione Toscana e l Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Deliberazione GR 996 del 10 novembre 2014

tra la Regione Toscana e l Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Deliberazione GR 996 del 10 novembre 2014 ADOZIONE SCUOLA Percorso per l attuazione l del Protocollo d Intesa d tra la Regione Toscana e l Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Deliberazione GR 996 del 10 novembre 2014 LE FINALITA Promuovere

Dettagli

Valentina Aprea. La Scuola del futuro in Lombardia. 10 Luglio 2014

Valentina Aprea. La Scuola del futuro in Lombardia. 10 Luglio 2014 Valentina Aprea La Scuola del futuro in Lombardia 10 Luglio 2014 I principi fondativi del sistema educativo di Istruzione e Formazione della Lombardia Legge regionale 22/2006 e 19/2007: sistema unitario

Dettagli

FONDO EUROPEO PER L INTEGRAZIONE DI CITTADINI DI PAESI TERZI 2007-2013. Azione 2 Orientamento al lavoro e sostegno all occupabilità

FONDO EUROPEO PER L INTEGRAZIONE DI CITTADINI DI PAESI TERZI 2007-2013. Azione 2 Orientamento al lavoro e sostegno all occupabilità CUP: J11B14000180006 N. GARA: 5706363 Gara per l appalto denominato Affidamento del servizio di formazione, orientamento e sostegno alla creazione d impresa nel settore agricolo ed agroalimentare, per

Dettagli

Il Piano Esecutivo della Regione Abruzzo STATO DI ATTUAZIONE

Il Piano Esecutivo della Regione Abruzzo STATO DI ATTUAZIONE www.abruzzolavoro.eu Il Piano Esecutivo della Regione Abruzzo STATO DI ATTUAZIONE un opportunità per i giovani abruzzesi Comitato di Sorveglianza PO FSE 2014-2020 Pescara 26 maggio 2016 Il Programma Garanzia

Dettagli

ALMENO UNA STELLA. I giovani tutor accompagnano gli adolescenti stranieri a scuola e nella città. Perché: le motivazioni

ALMENO UNA STELLA. I giovani tutor accompagnano gli adolescenti stranieri a scuola e nella città. Perché: le motivazioni ALMENO UNA STELLA I giovani tutor accompagnano gli adolescenti stranieri a scuola e nella città Perché: le motivazioni Facendo riferimento al progetto Almeno una stella, coordinato dal Centro COME della

Dettagli

Formazione Immigrazione

Formazione Immigrazione Formazione Immigrazione Programma di Formazione Integrata per l innovazione dei processi organizzativi di accoglienza e integrazione dei cittadini stranieri II Edizione Workshop conclusivo 1 Il contesto

Dettagli