CO MU NE PERIODICO ANNO 3 NUMERO 1 MAGGIO 2011 DEL COMUNE DI ALMENNO SAN BARTOLOMEO DI INFORMAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CO MU NE PERIODICO ANNO 3 NUMERO 1 MAGGIO 2011 DEL COMUNE DI ALMENNO SAN BARTOLOMEO DI INFORMAZIONE"

Transcript

1 in grafica: CO MU NE PERIODICO DI INFORMAZIONE DEL COMUNE DI ALMENNO SAN BARTOLOMEO DISTRIBUZIONE GRATUITA A TUTTE LE FAMIGLIE DI ALMENNO SAN BARTOLOMEO ANNO 3 NUMERO 1 MAGGIO 2011

2 Sommario In questo numero: IN COPERTINA: Frecce Tricolori 150 UNITà D ITALIA La copertina richiama le celebrazioni per il 150 esimo anniversario dell unità d Italia con le frecce tricolore. All interno a pagina 4 il programma completo delle manifestazioni. pagina da 3 a da 11 a 12 da 13 a 15 da 16 a 19 da 20 a 23 da 24 a 25 da 25 a 26 da 27 a 29 da 30 a 31 sezione Editoriale del Sindaco urbanistica ed edilizia privata BILANCIO E PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - FINANZIARIA LAVORI PUBBLICI VIABILITà, PATRIMONIO, SERVIZI TECNOLOGICI E CIMITERIALI ISTRUZIONE SERVIZI SOCIALI SPORT, POLITICHE GIOVANILI E COMUNICAZIONE CULTURA E TURISMO ECOLOGIA, AMBIENTE E PROTEZIONE CIVILE associazioni IN COMUNE RITORNANO LE ZANZARE: COSA FARE? NOTIZIARIO A CURA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Direttore Responsabile Coordinamento editoriale, Locatelli Roberto Jones Consigliere delegato Alla Comunicazione allo Sport e alle Politiche Giovanili Coordinamento editoriale, realizzazione grafica Via Vittorio Veneto 7 Busnago (MI) Cell: mail: Numero 1 Maggio 2011 Il notiziario In Comune viene stampato in 3000 copie e distribuito gratuitamente ai nuclei familiari di Almenno San Bartolomeo e frazioni Per scrivere alla redazione di In Comune : almennosanbartolomeo.bergamo.it nelle prossime settimane partiremo con la campagna antizanzara con l Ausilio di una ditta specializzata. L estate scorsa è stata una di quelle stagioni che verranno ricordate soprattutto per lo strazio delle zanzare: ora si rischia di passare dalla padella alla brace. Secondo gli esperti dell ASL di Bergamo il 2011 sarà un anno ancora più critico, in particolare sul fronte della zanzara tigre, portatrice di malattie, infezioni e non meno anche di pruriti. Coprire i contenitori fissi con reti zanzariere; - Inserire nei vasi portafiori dei cimiteri e, in generale, nei sottovasi situati all aperto fili di rame che risultano tossici per le larve di zanzara; - Tenere sgombri i cortili e le aree aperte da erbacce, sterpi e rifiuti di ogni genere, ed eventualmente recintarli in modo da impedire lo scarico di immondizie e di altri rifiuti, provvedendo al regolare taglio dell erba e sistemandoli così da evitare il ristagno delle acque. Dal 1 maggio al 30 ottobre con cadenza ogni giorni - Pulire e trattare con prodotti larvicidi (il principio attivo da utilizzare è il bacillus turigensis disponibile presso le farmacie) i tombini di raccolta dell acqua piovana presenti nelle proprie aree private (giardini, cortili, ecc). le zanzare sono ormai insetti più fastidiosi che pericolosi e proprio per questo bastano pochi ma precisi accorgimenti per limitarne la loro diffusione senza compromettere la salute dell ambiente. La prevenzione serve proprio per limitare gli interventi di disinfestazione. Oggigiorno la lotta alle zanzare non ha più motivazioni igienico-sanitarie. La possibile trasmissione di malattie come la malaria deve essere considerato un problema ormai superato nel nostro paese anche se il comportamento leggero di chi ha viaggiato senza precauzione in paesi dove il plasmodio è ancora attivo, non deve essere assolutamente trascurato. Le maggiori problematiche che si riscontrano nelle città ed in particolar modo nelle località turistiche è il fastidio e il disagio provocato dal volo e dalle punture delle zanzare, tigre. 2 Comune di Almenno San Bartolomeo

3 Editoriale del Sindaco Gianbattista Brioschi Sindaco Si pubblica l intervento del Sindaco Brioschi Gianbattista sul 150^ anniversario Unità d Italia: Carissimi cittadini e cittadine in questo numero del periodico di informazione comunale mi sembra doveroso da parte del Sindaco della Repubblica Italiana esprimere due parole sul 150^anniversario dell Unità d Italia. Come cittadino e Sindaco del Comune di Almenno San Bartolomeo sono orgoglioso di essere parte di questa patria, di essere e sentirmi italiano! Le tante storie dei nostri paesi, tutte differenti, sono oggi unite attorno alla nostra bandiera e alla nostra Costituzione, vero faro nei momenti più tempestosi come è questo per tante famiglie a cui oggi va la nostra vicinanza. Festeggiando l unità della nostra patria continuiamo a ritenere che proprio nei paesi ad Almenno San Bartolomeo come negli altri paesi d Italia i problemi del tempo assumano dimensione umana. Nei paesi, la globalizzazione diventa carne nella storia delle persone. Anche ad Almenno la crisi si è fatta sentire fra i giovani e in cassa integrazione vi sono tanti padri e tante madri. Nei paesi, i confini dei problemi del tempo diventano labili ed ognuno di noi è sulla frontiera. Eppure i paesi sono i luoghi in cui dalle incertezze maturano le opportunità. Proprio qui, ci sono imprenditori che stringono i denti insieme ai propri dipendenti, e non contro di loro, per affrontare la crisi. Qui il sistema di protezione sociale e sanitaria è da sempre di livello eccezionale. Proprio qui abbiamo scelto di mettere l educazione che è un eccellenza di livello nazionale al centro dello sviluppo del paese : non solo dello sviluppo culturale, ma dello sviluppo economico, riconoscendo all economia della conoscenza un ruolo di traino e di incubatore di innovazione. Le città sono, come ricordava Carlo Cattaneo, la spina dorsale della nazione e l autogoverno municipale è il mezzo privilegiato per fare compiere alla nazione opere grandi. Un autogoverno non basato sulle figure carismatiche locali, non basato solo sui sindaci, ma sulla cittadinanza piena, sul sentirsi parte attiva di una comunità, sul protagonismo di ogni cittadino. Voglio pensare che questa sia la pubblica felicità a cui si aspirava nel 1861 quando si mise in moto la volontà di molti di unire l Italia, per questo ci aspettiamo una nazione che non sia matrigna nei confronti delle città e ne possa valorizzare, sul piano delle risorse e delle iniziative, la autonomia - riconoscendosi in un unica patria. Per questo soffriamo per i tagli ai servizi, per via delle regole sbagliate del patto di stabilità ecc. ecc. Nelle città la libertà, l uguaglianza e la fratellanza espressi dal Tricolore e dalla Costituzione si declinano con parole di tutti i giorni: la libertà di realizzare i nostri sogni senza calpestare quelli degli altri; la fratellanza come cura dell altro, della città, degli spazi pubblici: perché la comunità che si prende cura dei suoi cittadini come ci insegnano le nostre scuole dell infanzia riceverà cura; l uguaglianza come riconoscimento che ogni persona, a prescindere da suoi documenti, è portatrice dei diritti in sé e primo tra tutti dell inviolabilità della persona. Questa è l eredità che ci lascia il Tricolore e su cui si fonda la città delle persone. In questo stesso spirito il sentimento verso la nostra patria non è riconducibile al desiderio di potenza e di gloria nazionale bensì al sentimento che si prova verso una cosa bella e preziosa ma anche imperfetta e fragile, che bisogna amare e preservare. Bisogna essere compassionevoli verso il proprio paese diceva Simone Weil come verso i genitori anziani o come verso la persona amata. Comune di Almenno San Bartolomeo 3

4 Editoriale del Sindaco E l amore per la patria è strettamente collegao ad un forte desiderio perché la cittadinanza sia possibile per tutte le identità, le culture e le diversità: a un paese come il nostro la varietà delle idee non può fare del male. Abbiamo consegnato alcuni mesi fa la Costituzione a coloro che hanno ottenuto la cittadinanza italiana, agli studenti diciottenni in una cerimonia svoltasi nella sala consiliare del Comune. A loro in particolare chiediamo di tenerla ben stretta. Nessuno potrà strapparla dalle loro mani se ne saranno orgogliosi come lo siamo noi, da sempre. E nostro desiderio come Amministrazione Comunale rendere omaggio al 150^ dell Unità d Italia con le celebrazioni che terremo il 2 e 3 Giugno 2011 nell arco delle due giornate come da programma che vi allego, con questo esprimo il desiderio mio e dell Amministrazione a chiedere ai Cittadini di Almenno di partecipare alle celebrazioni del 150^ anniversario sia con la loro presenza sia con l esposizione della Nostra Bandiera ai balconi delle loro abitazioni. Grazie e Viva l Italia Il vostro Sindaco Brioschi Gianbattista Il Comune di Almenno San Bartolomeo festeggia l Unità d Italia Programma delle Celebrazioni del 150^ dell Unità d Italia Giovedì 02 Giugno 2011 Programma Ore arrivo delegazione amministrazione del Comune di Calafat (Romania) per patto Amicizia e Gemellaggio. Rinfresco offerto dal Comune alla cittadinanza presente. Esecuzione dell Inno Di Mameli dalla Fanfara. Ore inizio Corteo accompagnati dalla Fanfara,partendo dal monumento dei caduti verso la rotonda di Ca Marchì infine verso il parco degli Alpini. Discorso di circostanza da parte del Sindaco. Ore Pranzo comunitario per il150^ Unità d Italia. Ore ritrovo sala consiliare per firma Patto amicizia e Gemellaggio con il Comune di Calafat,discorso dei due Sindaci Ore saluto del Sindaco ai rappresentanti del Comune di Calafat e ringraziamento alla cittadinanza per il 150^ unità d Italia. Venerdì 03 Giugno 2011 Programma Ore ritrovo presso Piazza Italia con esecuzione dell Inno d Italia da parte dell Orchestra Viaggio Musicale dell Istituto I.C.L.A. Discorso del Sindaco. Intervento del Professore Ermanno Arrigoni sul tema Unità d Italia Esposizione dei lavori sul tema Unità d Italia dei studenti dell Istituto I.C.L.A. Intermezzo musicale con l Orchestra Viaggio Musicale dell Istituto I.C.L.A. Intervento del professoressa Giuseppina Milesi sulle donne e Unità d Italia. Intervento di alcuni ragazzi dell Istituto I.C.L.A. sul tema Unità d Italia. Esposizione e concorso mostra di pittori con quadri a tema Unità d Italia. Lancio dei palloncini tricolori da parte della cittadinanza. Ore Chiusura Celebrazioni 150^ anniversario dell Unità d Italia 4 Comune di Almenno San Bartolomeo

5 Editoriale del Sindaco il risorgimento ad almenno: i protagonisti Un ringraziamento speciale al dott. Arch. Agazzi Marco che in una sua visita a Palermo è riuscito a trovare la tomba della nostra concittadina la signorina Livia Albanese Ginammi sepolta precisamente nel cimitero di Santa Maria del Gesu a Palermo, la Signorina Livia Albanese è stata cittadina ad Almenno San Bartolomeo dal 1942 durante la seconda guerra mondiale sino al Dal 1992 a seguito di una grave malattia si è trasferita a Roma dai pro - nipoti. Alla sua morte avvenuta a Roma è stata trasportata e sepolta a Palermo. E qui proprio a Palermo la clamorosa scoperta fatta dall Architetto Agazzi, oltre alla tomba di Livia Albanese la lapide della tomba di suo nonno Enrico Albanese, lapide che recita la vita di Enrico Albanese nato l 11 marzo 1834 a Palermo dove già da giovanissimo cospirò contro la tirannia dei Borboni e dal 1860 vagò esule e perseguitato ritornando in patria coi liberatori. Fu sempre l amico fidato e medico personale di Giuseppe Garibaldi dove l assistette a Caprera dopo la ferita che Garibaldi si procurò sull Aspromonte. Enrico Albanese fu un sapiente ed eroico direttore sanitario nell epidemia colerica del 1885 dove lasciò come ricordo un suo monumento nell ospizio marino da lui fondato nel Enrico Albanese morì a Napoli nel Penso che fosse doveroso da parte mia ricordare una figura storica del risorgimento nonno della nostra concittadina Livia Albanese Ginammi. Almenno deve essere orgogliosa di aver annoverato fra i suoi cittadini Livia Albanese nipote di Enrico Albanese. Comune di Almenno San Bartolomeo 5

6 Editoriale del Sindaco Ma non è ancora finita: volevo ricordare che grazie a una ricerca del professor Arrigoni Ermanno abbiamo notizie che ad Almenno S. Bartolomeo c è stato anche un garibaldino che è partito con Garibaldi da Quarto alla volta della Sicilia nel 1860: si chiamava Giuseppe Enrico Gualandris. Era nato ad Almenno S. Bartolomeo l 8 ottobre 1832, era nell ottava compagnia di ferro formata tutta dai 180 garibaldini bergamaschi. tutti hanno dato il loro piccolo-grande contributo all unità e all indipendenza della Nazione. Il nostro Gualandris, benché ferito in modo non grave alla regione mastoidea destra nella battaglia di Calatafimi, proseguì ininterrottamente la campagna fino alla fine, ricevendo per questo delle medaglie e nel 1865 la pensione. Terminata la spedizione, tornò ad Almenno S. Bartolomeo e alle sue modeste occupazioni. Nel 1878 si trasferì a Milano dove fece il disegnatore e finchè visse ricordò le sue imprese. Morì a Milano il 4 maggio Nel centenario dell unità d Italia, Almenno S. Bartolomeo non deve ricordare il suo garibaldino? Ricordiamo in questa rassegna anche l avvocato Attilio Rota, liberale moderato, deputato al Parlamento Italiano per il distretto di Zogno nella 20a e 22a legislatura, e per il distretto di Bergamo nella 23a legislatura. Fu nominato senatore del regno nel 1913; morì ad Almenno S. Bartolomeo, dove era nato, nel E da ultimo ricordiamo anche il conte Giuseppe Luigi Malliani, di cui oggi rimane ancora la sua villa ad Almenno S. Bartolomeo; anche lui era un liberale moderato; dopo l unità d Italia, fu sindaco di Bergamo dal 1893 al 1905 e in seguito deputato per il distretto di Bergamo nel Parlamento Italiano dal 1913 al Morì ad Almenno S. Bartolomeo nel Come si vede abbiamo ottimi motivi per ricordare tutti questi Almennesi nel 150 anniversario dell unità dell Italia: 6 Comune di Almenno San Bartolomeo

7 Editoriale del Sindaco almenno san bartolomeo e il 150 dell unità di italia In questo articolo del nostro giornale comunale vorrei parlarvi delle celebrazioni per il150^ dell Unità d Italia e della giornata trascorsa con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a Bergamo il 7 gennaio al Teatro Donizetti dove il Presidente Napolitano ha incontrato tutti i Sindaci della Provincia di Bergamo. Ad accogliere il Presidente Napolitano,il Sindaco di Bergamo Tentorio che ha fatto gli onori di casa,il Presidente della Provincia di Bergamo l Onorevole Pirovano, il Presidente della Regione Lombardia l Onorevole Formigoni, il Vescovo di Bergamo Sua Eccellenza Monsignor Francesco Beschi,e tutti i 244 Sindaci della Provincia di Bergamo. Da parte mia vorrei trasferirvi l emozione e l orgoglio di essere lì in quel momento viverlo di persona è una cosa da non credere, il teatro stracolmo di Sindaci, senza distinzioni ne di destra ne di centro ne di sinistra, ma tutti uniti nel ricevere il nostro Presidente della Repubblica in un giorno dove si celebrava l Unità d Italia. E stato entusiasmante vedere con quanta vivacità e fermezza il Presidente Napolitano abbia affrontato il tema dell Unità d Italia spaziando da scorsi storici ad attualità come il federalismo fiscale, forte volontà a costruire condizioni migliori per il nostro Paese. Date voi il vostro contributo - si è rivolto ai giovani -, perché si ricrei questo clima nell interesse delle giovani generazioni e dell Italia, nel quadro dell Europa, di cui siamo parte integrante, in modo da reggere le sfide in un mondo sempre più competitivo». Il capo dello Stato ha ricordato «l evento terribile» della Seconda guerra mondiale: «L Italia era stata divisa terribilmente, sanguinosamente in due. C era da dubitare di tutto. Ma non ci scoraggiammo. Nonostante le diversità - ha aggiunto Napolitano con politiche e ideologie si riuscì a dar vita a una Costituzione nel segno dell unità. E anche le forze politiche più lontane trovarono punti d incontro, per disegnare il grande quadro degli indirizzi, dei diritti e dei doveri. E questo è stato il quadro che ci ha salvaguardati da ulteriori rotture». Comune di Almenno San Bartolomeo 7

8 Editoriale del Sindaco In ricordo di Domitilla Rota Hyams fondatrice di Little Eden In questa pagina volevo ricordare la straordinaria figura di Domitilla Rota deceduta il 18 gennaio scorso. Mi sembra doveroso da parte dell Amministrazione omaggiare Domitilla per tutto quello che caparbiamente è riuscita a costruire in Sudafrica, un Centro come Little Eden e da ultimo la chiesa dell Elvira Rota Village. Ci eravamo sentiti per gli auguri di Natale scambiandoci amorevoli e sentiti auguri per le imminenti festività. L opera compiuta da questa donna con in tasca un istruzione da quarta elementare è eccezionale. Incurante delle restrizioni dell apartheid, delle dispute religiose in corso negli anni Sessanta. Domitilla ha elaborato la sua filosofia del dolore. Lascio alle sue parole il racconto della sua vita difficile si ma straordinaria, Anche se c era un sacco di sofferenza nei miei giorni della mia giovinezza, a causa della guerra, credevo che fosse tutto parte di un disegno divino che ha portato piccolo Eden ad essere quello che oggi è... la stessa Divina Provvidenza mi ha guidato, protetto e sostenuto, per oltre 40 anni, in questo luogo speciale d amore per bambini e adulti con profonda disabilità intellettuale. E stata la guerra che ha portato mio marito Danny Hyams nella mia vita. Un sudafricano fuggito prigioniero di guerra, lo nascosi in casa dei miei genitori. Dopo la guerra, tornò a Johannesburg, mise assieme i soldi per iniziare la vita coniugale che voleva dividere con me, e tornò in Italia nel 1947 per chiedere ai miei genitori di diventare la sua sposa. Abbiamo avuto sei figli - la maggior parte dei quali sono al servizio di Little Eden.Mia figlia Lucy Slaviero è l attuale CEO, mentre Maria è Hyams Manager, servizi di assistenza e Elizabeth Toldo è responsabile del Nursing.Sono coinvolta nella gestione quotidiana della casa fino anche se ormai anziana e sino a, quando la salute non mi ha impedito di continuare. Danny cammina accanto a me in ogni passo del cammino per la creazione di Little Eden. Fin dall inizio, è sempre stato un luogo in cui ogni individuo non solo è curato fisicamente, ma anche emotivamente e spiritualmente. Guardando i bambini malformati e malati che vengono affidati alle cure dell Istituto Little Eden, c è chi prova a dire che sono errori o scherzi della natura, punizioni, insegnamenti, strumenti di salvezza, segni divini e c è chi dice che sono «doni di Dio». È questo che ha pensato Domitilla per tutta la vita. Perché sulla disgraziata storia dell handicap soffia il vento della Grazia che fa apparire l umanità segnata dal male (nella carne e nella mente) come luogo privilegiato dell amore di Dio..Mi sono spesso chiesta perché Dio ha scelto me per avviare un posto come questo.c è una cosa che di sicuro sò: che le persone con disabilità intellettiva hanno un grande valore e che Dio ce li ha dati a toccare i nostri cuori e ci rende le persone migliori di questo mondo.siamo tutti nelle mani di Gesù nella cura per i nostri vicini - indipendentemente da razza, colore o capacità intellettuali. Sia per nutrire un bambino, fare una donazione, o dare del vostro tempo e attenzione, in qualche modo, la cosa importante è che fate la differenza nella vostra vita. Il mio più grande desiderio più che mai è che sarà fatto tutto il possibile per assicurare il comfort e la sicurezza delle persone con disabilità intellettiva. E che più comunità, famiglie e singoli individui vorrà capire il valore di queste persone speciali e di tendere loro la mano, invece di scegliere di guardare da un altra parte. Proclamata eroina sudafricana dell anno nel 1980, nel 1999 è stata nominata cavaliere della Repubblica italiana. Nel 2004, il Consiglio Comunale di Almenno San Bartolomeo ha conferito la Cittadinanza Onoraria a Domitilla insignendola con Medaglia d oro, con la seguente motivazione: per il grande amore verso gli Angeli del Signore Nel 2006, Domitilla ha ricevuto il riconoscimento Premio alla Carriera dalla Camera di commercio e dell industria presso l annuale Business Person of the Year Awards. Nel 2008, la signora Domitilla Rota Hyams è stata presentata con uno dei più alti riconoscimenti papali che possa essere concessa su un laico - il Bene Merenti Medal Nel 2009 Domitilla è premiata con il Sigillo Longobardo, in occasione della Festa dello Statuto della Regione Lombardia Premiata per la sua dedizione ai più sfortunati, sorretta da un incrollabile fede. 8 Comune di Almenno San Bartolomeo

9 ULTIMATA LA STRADA DI CAMPINO In Comune Alessandro Frigeni Vice Sindaco e Assessore all urbanistica e all edilizia Privata rantiscono una certa dignità storico-paesaggistica al nucleo di case della frazione Colombera a cui appunto via Colombaia conduce. L opera, realizzata dall Impresa Fratelli Rota Nodari, è ricompresa nel Piano Integrato di Intervento denominato Parco Fluviale, attualmente in corso di attuazione. Per il momento la strada è aperta solo al transito degli automezzi pesanti della ditta PM Plastic Materials, quando poi verranno realizzati gli altri interventi previsti dal Piano, in primis la pista ciclopedonale lungo il Brembo e il relativo parco, la strada verrà aperta al transito anche dei cittadini almennesi e dei turisti che si recheranno al parco fluviale. Con la realizzazione di questa strada, promossa in particolare dall Assessore Mar- Milena Salvi Consigliere Delegato all urbanistica e all edilizia Privata E stata ultimata la strada di collegamento tra le Via alle Cave e via Campino prevista dal P.R.G. e riconfermata dal vigente P.G.T. Il tratto di strada prende avvio dalla rotatoria, anch essa appena conclusa, su Via alle Cave, proseguendo e terminando all incrocio tra via Campino, Cascine e Colombaia; la strada, per una lunghezza complessiva di circa 680,00 metri, si articola in diverse diramazioni, raggiungendo una carreggiata dalla larghezza costante di 7,00 metri. Una di queste diramazioni è stata eseguita in trincea, compiendo quindi, uno sterramento del terreno esistente) con scarpate laterali da inerbire, soprattutto per consentire una migliore mitigazione e mascheramento (siepi, arbusti, piante autoctone quali frassini, carpini, aceri per un omogeneo e naturale inserimento della strada nel contesto paesaggistico). È stata inoltre sistemata la strada esistente di Via Colombaia, rifacendo la pavimentazione e ricostruendo il muro di sostegno e restaurando quello esistente, riutilizzando le pietre di cava e i borlanti. Queste caratteristiche costruttive gaco Donadoni viene risolto l annoso problema del transito di automezzi pesanti nella frazione Molina di Almenno S.S. Comune di Almenno San Bartolomeo 9

10 In Comune bilancio di previsione 2011 Alberto Rotini Assessore al Bilancio e programmazione economica Il bilancio di previsione 2011 pur in una situazione generale estremamente difficile ha mantenuto a livello degli anni precedenti il livello dei servizi più importanti ed ha effettuato tagli laddove era possibile. I trasferimenti correnti dallo Stato e dalla Regione sono inferiori a quelli del 2010 di Euro ,53. Ciò nonostante l amministrazione prevede comunque investimenti fondamentali che potete trovare nell elenco delle opere pubbliche. La realizzazione di queste opere avverrà a condizione che si realizzino le entrate relative alle alienazioni immobiliari ed alla quota d ingresso del nuovo gestore della rete gas metano. La riduzione dei trasferimenti erariali impone anche quest anno l utilizzo di proventi degli oneri di urbanizzazione, per complessivi ,00 (74,18%), per la copertura della spesa corrente. Nel bilancio 2011 non sono previsti aumenti di tributi e tariffe. L aliquota Ici è confermata al 5,2% e l IRPEF allo 0,5%. La tariffa per la raccolta rifiuti non subisce incrementi in quanto non si registrano aumenti del costo del servizio. Il costo dei servizi sociali è previsto in riduzione ( ,56 ) in quanto viene meno la gestione associata con i comuni di Barzana e Roncola. Solo con il comune di Barzana viene continuato il servizio di trasporto anziani. Per far fronte alla riduzione del Fondo Nazionale delle Politiche Sociali l azienda consortile, che gestisce alcuni servizi sociali per conto del comune di Almenno San Bartolomeo, ha chiesto un aumento di 1,00 del contributo per abitante a tutti i comuni dell Ambito, per un ammontare complessivo pro capite di 5,00. E in riduzione la spesa per l istruzione pubblica (Euro ,00) ed è invariata la spesa per l abbattimento delle rette di frequenza per le famiglie frequentanti la scuola materna paritaria Asilo Pozzi (Euro ,00). E previsto in riduzione il contributo per il sostegno dell handicap nella scuola materna (complessive Euro ,00) dovuto alla riduzione del numero di bambini assistiti. Sono previste risorse anche per il sostegno delle rette di frequenza dell asilo nido. I contributi erogati dal Comune sono rapportati alla situazione ISEE delle famiglie. Rinnovo un sincero ringraziamento a tutti gli amministratori e ai dipendenti comunali per la collaborazione dimostrata, sicuro che potremo contare sul contributo di tutti per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati. 10 Comune di Almenno San Bartolomeo

11 In Comune ELENCO DEGLI IMMOBILI ALIENA- BILI DEL PATRIMONIO COMUNALE Francesco Rota Assessore ai Lavori Pubblici L amministrazione comunale intende vendere gli immobili sotto elencati. Il bando è reperibile sul sito comunale o presso l uffico Lavori Pubblici. Coloro che avessero necessità di ulteriori informazioni o chiarimenti possono rivolgersi all assessore Francesco Rota o al Responsabile del procedimento Ing. Emilio Coppolino. 1. APPARTAMENTO SITO IN LOCALITA CASCINE IN VIA RONCELLI 10 + CANTINA importo a base d asta a corpo ,00 2. UNITA IMMOBILIARE USO UFFICIO SITO IN LOCALITA CASCINE importo a base d asta a corpo , APPARTAMENTO SITO IN VIA MARTIRI DELLA LIBERTA 14 + CANTINA + BOX PERTINENZIALE importo a base d asta a corpo ,00 Comune di Almenno San Bartolomeo 11

12 In Comune Criteri di assegnazione Minialloggi Come accade spesso a seguito di un assegnazione con bando di evidenza pubblica, nascono incomprensioni e malumori. L amministrazione ha sempre operato con correttezza e trasparenza e tiene a precisare quanto segue: Il progetto iniziale NON è diverso dall opera realizzata In corso d opera ci sono state piccole varianti (non sostanziali) stimate con un incremento di spesa di circa lo 0,03%. Su un opera da quasi 3 milioni è un ottimo risultato. La destinazione d uso, i volumi, le dimensioni dei locali, le altezze non sono stati modificati in corso d opera. L utilizzo dell edificio NON è stato cambiato Il complesso CDI (Centro diurno per anziani + minialloggi) è sempre stato pensato per anziani. Il CDI sarà utilizzato da anziani e lo stesso vale per i minialloggi. Per chiarezza si riportano sotto i criteri del bando: TABELLA PUNTEGGI AI FINI DELLA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA UTILE PER L ASSEGNAZIONE: a) Per i residenti nel Comune di Almenno San Bartolomeo, punti 0,5 per ogni anno di residenza fino ad un massimo di Punti 0,5/2,5 punti 2,5 equivalenti a 5 anni di residenza nel Comune di Almenno San Bartolomeo b) Per persone native nel Comune di Almenno San Bartolomeo Punti 1 c) Per persone sole con minori a carico di Almenno San Bartolomeo Punti 1 d) Per invalidi e portatori di handicap: nuclei familiari nei quali uno o più componenti compresi nella domanda di assegna- Punti 1 zione siano affetti da minorazioni o malattie invalidanti che comportino una percentuale di invalidità, certificata ai sensi della legislazione vigente o certificabile dai competenti organi sanitari regionali, pari al 100%, secondo le tabelle approvate con decreto del Ministero della Sanità del 25 luglio 1980, ovvero un grado di invalidità equipolente previsto e certificato a norma di diverse disposizioni vigenti per particolarei categorie di invalidi e) assegnatari di E.R.P. a canone sociale che possiedano i requisiti di ISEE erp per il canone moderato Punti 1 f) Per famiglie di recente formazione: ai fini dell attribuzione del punteggio per famiglia di recente formazione si intende il Punti 1 nucleo familiare costituitosi da non oltre un anno dalla data di indizione del bando g) Nuclei familiari di non più di due componenti che alla data di indizione del bando abbiano superato i 60 anni Punti 4 h) Nuclei familiari di non più di due componenti che alla data di indizione del bando abbiano superato i 70 anni Punti 5 Come si può notare, un anziano residente ad Almenno che possiede i requisiti di partecipazione totalizza un punteggio pari 8,5 pti. Se nato ad Almenno 9,5 pti. Una giovane coppia o una ragazza madre (con disabile a carico) al massimo può arrivare a totalizzare 6,5 pti. Ne consegue che una persona anziana che fa richiesta di alloggio precederà sempre in graduatoria la giovane coppia o la ragazza madre. Queste altre due categorie di cittadini però non si possono discriminare o escludere a priori, lo dice il buonsenso e lo dice la Legge Regionale 4 dicembre 2009, n.27. Tali punteggi sono il frutto di una lunga serie di incontri e trattative con i funzionari regionali e con l Assessore regionale di riferimento. La legge regionale, infatti, non premia gli anziani in maniera così netta. Anche qui va dato merito dell Amministrazione di aver strappato una convenzione con Regione Lombardia assolutamente a favore del comune di Almenno SB. In sintesi: l amministrazione ha conservato il contributo regionale di (rinunciare sarebbe stato un delitto) ed è riuscita a concordare dei criteri che premiano in maniera netta gli anziani. 12 Comune di Almenno San Bartolomeo

13 In Comune REGIMAZIONE ACQUE DELL AGRO: PARTE IL SECONDO LOTTO Marco Donadoni Assessore alla viabilità, patrimonio, servizi tecnologici e cimiteriali Nei prossimi giorni,inizieranno i lavori di regimazione delle acque meteoriche, presso l agro di Almenno. L opera completa la serie di interventi iniziati nel 2009, atti a prevenire gli allagamenti presso gli abitati di via Fratelli Roncelli, via Cà Cristallo e via Don Milani dovuti al versamento di acque piovane dai campi adiacenti,che già lo scorso anno hanno garantito una maggiore sicurezza in tutta l area. Gli interventi principali, saranno relativi alla creazione di nuovi fossi di medie dimensioni,che oltre a migliorare notevolmente in deflusso delle acque verso la vasca di raccolta,consentiranno la laminazione (accumulo temporaneo) della acque stesse, garantendo dei maggiori tempi di assorbimento,durante gli eventi atmosferici di forte intensità. Durante tutto il periodo di realizzazione dell interventi che verranno terminati entro il mese di giugno potranno verificarsi dei disagi sul percorso ciclo pedonale sentiero dell agro e presso via Ca cristallo. Acqua in pet? a chi la danno a bere La qualità dell acqua ad Almenno San Bartolomeo Valore limite di alcune sostanze contenute nell acqua potabile e nell acqua minerale Valori limite acque potabili Direttiva UE 98/83CE nel Decreto L. 31/2001 Arsenico totale (µg/l) Cromo (µg/l) Cadmio (µg/l) 5 10 Piombo (µg/l) Nickel (µg/l) 20 Nessun limite Nitrati (mg/l) Alluminio (µg/l) 200 Nessun limite Ferro (µg/l) 200 Nessun limite Manganese (µg/l) Fluoruro (mg/l) 1,50 Nessun limite Valori limite acque minerali Decreto 542/92 - Dm 31/05/2001 Da una ricerca dati Istat, In Italia il 33% dei cittadini non si fida di bere l acqua di rubinetto, il che dimostra che la maggior parte delle persone piuttosto che aprire il rubinetto per riempire il bicchiere sono disposte ad acquistare pesanti confezioni d acqua al supermercato, ritenendola più buona ma soprattutto più sicura. Nemmeno la grande differenza di costo riesce a cambiare questa abitudine, se un litro di acqua del rubinetto lo paghiamo in media appena 0,7 millesimi di euro al litro, una bottiglia di acqua costa fino a volte di più, una bottiglia che, causa una ricaduta negativa sotto l aspetto ambientale, in quanto oltre ad essere stata costruita con petrolio, deve percorrere a bordo di grossi TIR molto spesso centinaia di chilometri per arrivare nelle nostre case, per poi essere nuovamente trasportata e (speriamo) riciclata. Però non tutti sanno che, l acqua erogata ad Almenno San Bartolomeo, da Hidrogest spa, oltre ad essere controllata quasi quotidianamente deve rispettare una normativa molto piu restrittiva rispetto all acqua in bottiglia, nel senso che, se l acqua di rubinetto presentasse un contenuto di sali minerali disciolti uguale a quello presente in molte acque minerali, verrebbe considerata NON PO- TABILE! eccone un esempio: Per chiarire queste tematiche, ed illustrare il funzionamento del servizio idrico integrato, l Amministrazione Comunale ha organizzato un assemblea pubblica giovedì 12 maggio alle ore 20,45 presso la sala Civica Comunale, durante la serata verrà distribuito un utile omaggio ai partecipanti. Comune di Almenno San Bartolomeo 13

14 In Comune Acqua, un Bene Comune o merce ad interesse privato? Se non consideriamo l aria, che sino ad ora,non è stata mercificata, l acqua è Il Bene Comune per eccellenza. Fin dagli albori della storia, i primi insediamenti umani e di conseguenza le prime civiltà, si sono formate attorno a importanti corsi d acqua, basti ricordare gli Assiri ed i Babilonesi che si insediarono presso il Tigri e l Eufrate o gli Egizi che costruirono il loro impero lungo il fiume Nilo.In epoche molto più recenti, si è ripetuta con proporzioni differenti la stessa situazione, attorno a tutti i corsi d Acqua, si sono creati dei gruppi locali di persone che negli anni hanno dato vita ai Comuni, e poi alle Provincie. Le Provincie appunto, la nostra ne è sicuramente un esempio eloquente, alcune nostre comunità addirittura si sono date il nome dei corsi d acqua che le percorrono, Valle Brembana,Valle Seriana o Valle Imagna, ma non solo, la stessa Isola Bergamasca che si ritrova nel nome di alcuni comuni, è quella parte di territorio compresa tra il fiume Adda ed il Fiume Brembo,ma anche tutti quei comuni che nella bassa bergamasca sono cresciuti attorno alle sponde dell Oglio, piuttosto che del Serio o dell Adda,sono chiara testimonianza storica dall importanza dell Acqua come Bene Comune per eccellenza. Si può comodamente sostenere che per millenni la risorsa Acqua è stata gestita allo stesso modo, pur essendo sempre stata a disposizione della collettività, negli anni si è processo verso un evoluzione del sistema di distribuzione,che prima avveniva in alcuni punti ben definiti, poi in modo capillare in tutte le abitazioni,le quali, in epoche relativamente recenti,si sono dotate di sistemi di scarico delle acque reflue,di conseguenza i comuni realizzato un sistema di collettamento fognario e in epoche ancora più recenti di depuratori, creando quello che oggi definiamo il Sistema Idrico Integrato. Tutto questo sempre grazie ad una gestione territoriale del Bene, da parte dei Comuni, garanti della qualità e della economicità del servizio, che fino al 2010 veniva garantito al cittadino al solo costo di gestione. Da questo nuovo anno però entrerà in vigore una nuova legge, fortemente voluta dal governo centrale,che obbligherà le Amministrazioni Comunali,o le proprie società di gestione del Sistema Idrico Integrato,a cedere ad uno o più soggetti privati almeno il 40 per cento del capitale sociale delle società di gestione. Un obbligo che sicuramente avrà una serie di ripercussioni sui fruitori del bene stesso, innanzitutto di carattere economico, l ingresso di un socio privato,che dovrà necessariamente trarne un profitto, trasformerà il Bene ora elargito come servizio, in merce per l interesse di pochi, ma potrebbe portare ripercussioni anche legate alla gestione, che potrebbe considerare non vantaggiose aree definite poco strategiche per motivi morfologici o peggio ancora per motivi legati alla densità di quelli che passeranno nei prossimi mesi essere considerati da utenti a clienti. il motivo per cui il governo ha imposto questo obbligo è ancora poco chiaro,o comunque non è stata cura del legislatore mettere a conoscenza i consumatori dello scopo di questa legge,una ragione in più per cui questa decisione deve vedere gli Enti Locali, e i Comuni in particolare, protagonisti di una mobilitazione politica e culturale, a partire dai territori e dai cittadini che li abitano. Chiunque abbia un senso civico, deve porsi la seguente domanda: L Acqua è un Bene Comune, e il Servizio Idrico Integrato deve essere un servizio privo di rilevanza economica? Per chiarire queste tematiche, ed illustrare il funzionamento del servizio idrico integrato, l Amministrazione Comunale ha organizzato un assemblea pubblica giovedì 26 maggio alle ore 20,45 presso la sala Civica Comunale. Nucleare, meglio tardi o mai? Vorrei cercare di fare chiarezza su una serie di inesattezze, che sempre più di frequentemente, si sentono sul ritorno del nucleare in Italia. Forse spinti dall emotività creatasi dopo i recenti fatti avvenuti a Fukushima in Giappone dove al seguito di un devastante evento sismico, si è assistito ad una fuga radioattiva che ha contaminato le coltivazioni e la rete idrica,teniamo spesso a porre l attenzione solo sui temi legati alla sicurezza delle centrali,tralasciando una serie di aspetti critici,ovvero i tempi e i costi di realizzazione, l approvvigionamento dell uranio,il concentramento dei produttori e naturalmente le scorie. Le 4 centrali che dovrebbero essere costruite(forse è meglio dire installate,perché realizzate in Francia) sono del tipo EPR(European Pressurized Reactor) ad acqua pressurizzata,di III generazione, ciascuna da 1600 MW per un totale quindi di 6400 MW,dovrebbero quindi produrre poco meno del 12% dell energia necessaria a soddisfare il fabbisogno del nostro paese, entro il 2026, anno in cui si presume entrerebbero in funzione. Purtroppo non abbiamo elementi che possono giudicare la sicurezza di queste enormi centrali, in quanto ad oggi, non è ancora stata terminata la prima centrale di questa tipologia ovvero quella di Olkiluoto (Finlandia)che sarebbe dovuta entrare in funzione nel 2009,e dopo una lunga serie di ritardi, si ritiene abbastanza probabile che possa iniziare a produrre il suo primo kw non prima del 2013,ma come premesso non vorrei dilungarmi troppo sul tema legato sicurezza,di cui non abbiamo certezza,ma approfondire alcune certezze legate al nucleare. Abbiamo la certezza che queste centrali non verranno terminate prima del 2026, ovvero 14 anni dopo la fine del protocollo di Kyoto e ben 6 anni dopo la scadenza del dettato dall Unione Europea, abbiamo anche la certezza che nel 2020 in Italia ci saranno già impianti fotovoltaici per oltre 8000MWP, inoltre avremo anche la certezza che le centrali costeranno ben più di quanto ipotizzava il governo ovvero 3 massimo 3,5 miliardi di euro l una in quanto i costi per la centrale di Olkiluoto nel tempo sono saliti da 3,2 miliardi a 5,3 miliardi. Tra le altre certezze sul ritorno del nucleare, sappiamo che queste centrali produrranno scorie che saranno radioattive per un milioneseicentomila( ) anni ovvero sino al 14 Comune di Almenno San Bartolomeo

15 ,e la certezza che le centrali stesse diventeranno scorie, un altra inevitabile certezza è legata al fatto che creando 4 centrali nucleari, si concentrerà nelle mani di due o forse solo di un monopolista questa attività,contravvenendo all idea di libero mercato,in questo settore molto delicato. Fortunatamente abbiamo anche la certezza che l uranio(probabilmente molto presto) cosi come il petrolio e le altre fonti di energia fossili, si andranno esaurendo,e solo allora,certamente,dovremo investire in una ricerca rispettosa del futuro del nostro pianeta e dei suoi ospiti Per chiarire il ritorno al Nucleare, l Amministrazione Comunale ha organizzato un assemblea pubblica giovedì 19 maggio alle ore 20,45. In Comune + 280% Almenno si mette in luce... E una crescita a tre cifre, (oltre il 280%) quella relativa alla potenza complessiva di impianti fotovoltaici istallati presso il nostro comune, potenza di picco, che è passata negli ultimi 12 mesi da 186,6kwp (dato al 31/12/2009) a oltre 523kwp installati al 31/12/2010. Una spinta,che ha permesso al nostro comune di inserirsi al 5 posto assoluto( su 244 comuni della provincia)nella speciale classifica provinciale,stilata dal GSE(Gestore Servizi Elettrici)che tiene conto del numero di impianti realizzati. La graduatoria,vede Almenno San Bartolomeo, direttamente dietro ai comuni di Bergamo Albino e Treviglio, comuni decisamente molto più popolati,e il comune di Fara Gera d Adda, dove già lo scorso anno si è sperimentata l iniziativa fotovoltaico costo zero. Un dato molto importante soprattutto considerando che sul nostro territorio, gli impianti sono sostanzialmente montati tutti su copertura,e fortunatamente non si è assistito all occupazione di suolo agricolo,tipico gli impianti di grosse dimensioni installati a terra nella pianura bergamasca. Nr comune 111 Bergamo 84 Albino 58 Treviglio 50 Fara g.adda 45 Almenno S.B. 44 Dalmine 41 Romano L. 37 Mozzanica 36 Treviolo 35 Spirano 34 Rogno 34 Sotto il monte 33 Pontirolo 33 Costa volpino 33 Seriate 33 Caravaggio 32 Scanzorosciate 30 Verdello 30 Azzano san paolo 30 Nembro 29 Urgnano 28 Brembate Sopra 27 Sovere 27 Presezzo 26 Ranica 26 Villa d Adda 26 Ponteranica 25 Grumello d M. 25 Stezzano 25 Verdellino 24 Mapello 24 Cisano B.sco 23 Casazza 23 Palosco 23 Bonate Sopra 22 Covo 22 Alzano 22 Zanica 22 Levate 22 Bonate Sotto 21 Lovere 21 Antegnate 21 Albano s.a. 21 Brembate 21 Curno 21 Osio 21 Gorle 21 Sarnico 21 Sorisole 20 Isso seguono altri 196 comuni con meno di 20 impianti realizzati Comune di Almenno San Bartolomeo 15

16 In Comune ALLE NOSTRE ECCELLENZE Massimo Todeschini Assessore alla Pubblica all Istruzione E la sempre rinnovata e mai mutata munificenza dei nostri imprenditori (e non solo) che ci hanno permesso anche quest anno di onorare la tradizione della Cerimonia della consegna delle Borse di Studio e dei Premi al Merito che ha avuto luogo nella serata del 29 gennaio u.s. presso la palestra del Centro Scolastico Polifunzionale. Sento il dovere come il piacere di esplicitare i nomi di questa generosità anche e soprattutto perchè arrivata a onta di un momento economico-finanziario decisamente poco fiorente. Un grosso e sincero grazie va recapitato ai seguenti indirizzi: Autofficina F.lli Mazzoleni Golf Club L Albenza Ristorante Collina Tino Sana s.r.l. SO.TEC. s.r.l F.lli Rota Nodari Gruppo Lega Nord di Almenno S.B. Ristorante Camoretti Gruppo Alpini di Almenno S.B. Gruppo Cittadinanza Attiva Associazione AJF per la pace Banca IMI- Intesa di Almenno S.B. Cooperativa L Unitaria Sindaco GianBattista Brioschi Consigliere delegato Assessore Quella sera, con il sublime accompagnamento musicale offerto dalla nostra Orchestra Musicalmenno, sono state distribuite 15 borse di studio e 35 Premi al merito per un totale di secondo il nuovo Regolamento Comunale approvato nello scorso settembre dal Consiglio Comunale. Di seguito le foto delle beneficiarie e dei beneficiari della premiazione alle quali e ai quali facciamo i nostri più sinceri complimenti per gli ottimi risultati conseguiti! Lasciamo parlare i loro volti e a tutti loro ricordiamo che hanno la responsabilità di essere le nostre Eccellenze! Un abbraccio forte a tutti e a l anno prossimo! riconoscimento a musicalmenno Al termine della cerimonia per la consegna delle Borse di studio il Sindaco, a seguito di delibera di Giunta del , ha ufficializzato il riconoscimento di Orchestra di interesse comunale all Associazione Musicalmenno, da anni attiva nella formazione alla cultura musicale Borse di studio anno scolastico 2009/2010 Alisia Rota 3^ secondaria I I.C. Luigi Angelini Andrea Fumagalli 3^ secondaria I I.C. Luigi Angelini Sharon Mazzoleni 3^ secondaria I I.C. Luigi Angelini Antonella Tironi I^ classe I.T.C. Maironi da Ponte Maria Laura Grazioli 3^ classe Ist. Betty Ambiveri di Presezzo Roberto Salvi I^ classe I.T.C. Maironi da Ponte Elisa Foglio 2^ classe Ist. Betty Ambiveri di Presezzo Sara Antonini 3^ classe Liceo Artistico Statale di Bergamo Fabio Falgari 3^ classe Liceo Scientifico Maironi da Ponte Roberta Codognola 4^ classe Liceo scientifico Mascheroni di Bergamo 16 Comune di Almenno San Bartolomeo

17 In Comune Francesca Pippa 1^ classe I.T.C. Belotti Bergamo Lisa Mazzoleni 3^ classe Psicopedagogico Ist. Secco Suardo Veronica Natali 4^ classe Liceo scientifico Mascheroni di Bergamo Marco Locatelli 4^ classe Liceo scientifico Francesca Mazzoleni 4^ classe Liceo scientifico Samuel Micheletti 3^ secondaria I I.C. Luigi Angelini Martina Locatelli 2^ classe Liceo Linguistico G. Falcone Bergamo Cristina Consonni 4^ classe Ist. Betty Ambiveri di Presezzo Denise Fagiani 4^ classe Flauto Conservatorio G. Verdi di Milano Francesco Lazzarini Maturità Liceo Scentifico Tecnologico I.T.I Giulio Natta BG Roberta Curiazzi Maturità Liceo Scientifico Maironi da Ponte premi al merito scolastico anno scolastico 2009/2010 Marco Polver 3^ secondaria I IST. S.Giuseppe di Valbrembo Niccolò Guazzato 3^ Secondaria I Seminario Vescovile Bergamo Chiara Rota Grazioli 3^ secondaria I I.C. Luigi Angelini Oliva Luca 3^ secondaria I I.C. Luigi Angelini Simona Tironi 3^ secondaria I I.C. Luigi Angelini Sara Bellini Liceo Linguistico S.B. Capitanio Bergamo Luca Mazzoleni 3^ classe Liceo Scientifico Maironi da Ponte Andrea Rota Grazioli 3^ classe Liceo Scientifico Maironi da Ponte Elena Sisma 4^ classe Gestionale A7 Ist. Betty Ambiveri Matteo Fagnani Diploma 6^ classe Tromba - conservatorio Comune di Almenno San Bartolomeo 17

18 In Comune Sara Natali 4^ classe Ragioneria I.T.C. Maironi da Ponte Renato Mazzoleni 1^ classe geometra Ist. Sup D.M. Turola Giorgia Lego 2^ classe Liceo Scientifico Maironi da Ponte Marzio Locatelli Liceo Scientifico Leonardo da Vinci Bergamo Alice Sana 1^ classe Ragioneria I.T.C. Maironi da Ponte Valentina Locatelli 4^ classe op. impresa turistica Betty Ambiveri di Presezzo Lorenzo Rigoli 4^ classe Ragioneria I.T.C. Maironi da Ponte Silvia Tironi Liceo Scientifico Ist. superiore D.M. Turolo di Zogno Lisa Bolis 3^ classe Ist. superiore servizi sociali Mamoli di Bg Denis Rota 3^ classe Ist. Tec. Industriale P. Palecopa Bergamo lauree Marco Tironi Igegneria Meccanica Università degli studi di Bg Rossano Maffioletti Laurea in Lettere Università degli studi di Bg Davide Todeschini Laurea in Psicologia Università degli studi di Bg Daniela Malvestiti Laurea in scienza del Servizio Sociale Univ Cattolica MI Marco Arrigoni Laurea in scienze dei materiali Univ. degli studi di Milano Bicocca Aronne Rotigni Igegneria Meccanica Università degli studi di Bg Cristina Rota Nodari Laurea in disciplina dell arte, della musica, dello sport e spettacolo univ di Bologna Luca Rota Laurea in scienze e tecnologie chimiche università degli studi di Milano Bicocca Claudia Mazzoleni Laurea in lingue e letterature straniere unversità degli studi di Bg 18 Comune di Almenno San Bartolomeo

19 In Comune un aiuto alle famiglie: tagli alle rette dell asilo nido dei tigli L Amministrazione Comunale da qualche mese a questa parte si è prodigata in una seria quanto doverosa riflessione circa un intervento di rimodulazione e di rivisitazione delle rette dell Asilo Nido. Tale riflessione si è mossa in considerazione di diversi importanti elementi che andiamo di seguito ad elencare. La famiglia e le sue numerose esigenze è il primo. Abbiamo naturalmente orientato la nostra attenzione alla famiglia e ai ritmi di vita ai quali oggi viene inesorabilmente sottoposta e dai quali non si può esimere. Le asperità derivanti dal quadro economico-finanziario nel quale ci troviamo e alle quali l azione amministrativa deve cominciare a dare delle risposte tangibili. Lo studio e l analisi dei nuovi elementi di concorrenza sorti sul territorio per lo stesso servizio e l inevitabile azione di comparazione. L importanza e l irrinunciabilità di un servizio educativo che sostiene il processo di crescita individuale delle nostre bambine e dei nostri bambini nel rispetto dei loro diritti e questo grazie all appoggio di personale educatore qualificato al quale viene richiesta la padronanza di specifiche competenze culturali, pedagogiche, psicologiche, metodologiche e didattiche. Rette anno educativo Alla luce di quanto sopra esposto l Amministrazione Comunale è arrivata alla determinazione delle rette che seguono: Semplificazione in tre tempi e quindi in tre sole rette. Contribuzione comunale per abbattimento rette non più calcolata su base I.S.E.E. ma effettuata a pioggia sulle tre rette. Nuove Rette Rette al netto di contributo comunale 1^ Tempo Pieno 590,00 410,00 2^ Tempo Pieno 640,00 450,00 Prolungato 3^ Tempo part-time 470,00 290,00 Comune di Almenno San Bartolomeo 19

20 In Comune...ancora salute a tutti! Alberto Roda Assessore ai Servizi Sociali tato nel 2010 dopo sei anni di studio, ha restituito dati impressionanti circa la varietà delle tipologie di sostanze e attività che possono produrre dipendenza, sia circa i numeri delle persone coinvolte. Tre esempi riferiti all intera regione Lombardia: Il consumo di alcolici registra prevalenze consistenti in entrambi i generi ed in tutte le classi di età L intossicazione alcolica, 1 o più volte negli ultimi 12 mesi, ha riguardato in particolar modo il genere maschile (31,7% contro 19,8% delle femmine) ed i soggetti di età inferiore ai 35 anni, con punte molto alte nei giovanissimi!; il consumo di tabacco coinvolge il 37,2% della popolazione lombarda maschile ed il 33,8% di quella femminile; il consumo di cannabis è stato sperimentato dal 34,7% della popolazione regionale, mentre il 13,9% ha continuato ad utilizzarne nel corso dell anno Sono pochi dati, che fanno però pensare. E, infatti, su questo tema ha anche riflettuto ultimamente il gruppo di lavoro dei servizi sociali, che ha deciso di dare il via ad una serie di iniziative per sensibilizzare i cittadini e aiutarli a porsi in modo corretto nei confronti del problema. Non semplici serate informative, ma veri e propri momenti di riflessione per coloro che hanno sentito, per se Maria Ester Rota Consigliere Delegato ai Servizi Sociali Da più parti ci arrivano allarmanti notizie in merito alle dipendenze. Che cosa sono le dipendenze? Quando, quella che sembrava un innocua abitudine, diventa una dipendenza? Sostanze illegali e sostanze legali, attività illegali e attività legali: nient altro che surrogati per rendere accettabile lo scorrere del tempo in momenti di fragilità. Il rapporto quinquennale sulle dipendenze patologiche in provincia di Bergamo (http://www2. asl.bergamo.it/web/intsert.nsf), presenstessi o per qualcuno vicino, il campanello d allarme. In queste pagine troverete i box dei progetti che stanno decollando sul nostro territorio, o che da tempo lavorano per offrire un aiuto concreto in questo settore. Uno spazio è dedicato anche alle news di iniziative proposte dall Azienda Speciale Consortile Valle Imagna Villa d Almè. Pensando di fare cosa gradita alla popolazione, che può liberamente partecipare alle proposte qui riportate. ADOZIONE E AFFIDO FORMAZIONE Il Centro Adozioni dell ASL di Bergamo propone alle coppie che stanno pensando di adottare un bambino e a tutti coloro che fossero interessati all adozione, la possibilità di ottenere informazioni e chiarimenti in proposito. Ogni mese gli operatori del Centro Adozioni organizzano un incontro informativo aperto a tutti gli interessati nella sede del Consultorio Familiare di Bergamo, in via Borgo Palazzo, n.130 (tel ). Le date previste per il primo semestre dell anno 2011 sono: 24 gennaio 2011 dalle alle febbraio 2011 dalle alle marzo dalle alle aprile 2011 dalle alle maggio 2011 dalle alle giugno 2011 dalle alle SPORTELLO INFORMATIVO Centro Adozioni (sede Consultorio Familiare) - via Borgo Palazzo, 130 Bergamo contatti: lunedì dalle 9.30 alle mercoledì dalle alle È anche possibile contattare la sede periferica del Centro Adozioni di Ponte San Pietro, via Caironi, / 221 ORIENTAMENTO A ricordare la cittadinanza che per un consulto orientativo circa la disponibilità genitoriale all accoglienza temporanea di minori, è possibile contattare l assistente sociale del Comune al numero per un appuntamento dedicato. 20 Comune di Almenno San Bartolomeo

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Intervento di Fabio Beltram, Direttore eletto Scuola Normale Superiore (in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Signor Presidente della Repubblica mi permetta di unire la mia personale gratitudine

Dettagli

Milano, 12 ottobre 2015. Alla Cortese attenzione: Presidenti di Sezione Ana Referenti Centro Studi Ana per copia conoscenza: Comm.

Milano, 12 ottobre 2015. Alla Cortese attenzione: Presidenti di Sezione Ana Referenti Centro Studi Ana per copia conoscenza: Comm. Milano, 12 ottobre 2015 Alla Cortese attenzione: Presidenti di Sezione Ana Referenti Centro Studi Ana per copia conoscenza: Comm. Centro Studi Ana Prot. N. CS 98_2015 Oggetto: concorso per le scuole Il

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli QUADERNO DI LAVORO PER I GENITORI attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli Percorso per genitori di studenti/studentesse in uscita dalla scuola

Dettagli

Dedicato a. Le Avis Comunali di Concordia sul Secchia, Medolla, San Felice sul Panaro, San Possidonio e San Prospero sul Secchia.

Dedicato a. Le Avis Comunali di Concordia sul Secchia, Medolla, San Felice sul Panaro, San Possidonio e San Prospero sul Secchia. 2 Dedicato a Con immensa soddisfazione ed orgoglio è nostro dovere abbracciare in un unico ed intenso ringraziamento tutti coloro che hanno impegnato il proprio tempo credendo nell efficacia e validità

Dettagli

Comune di Alzano Lombardo PROGETTO GIOVANI

Comune di Alzano Lombardo PROGETTO GIOVANI Ente titolare Comune di Alzano Lombardo Riferimenti: Ufficio Servizi alla Persona Via G.Mazzini, 69-24022 (BG) Tel. 035 4289000 Email servizi.sociali@comune.alzano.bg.it Comune di Alzano Lombardo PROGETTO

Dettagli

EDITORIALE FRANCESCO CATERINI. Gentili Associati,

EDITORIALE FRANCESCO CATERINI. Gentili Associati, EDITORIALE FRANCESCO CATERINI Gentili Associati, si è appena concluso un altro anno denso di avvenimenti per l Associazione e in particolar modo per me che festeggio il primo anno in qualità di Presidente.

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA DOTE PER I SERVIZI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE.

PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA DOTE PER I SERVIZI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE. DOTESCUOLA PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA DOTE PER I SERVIZI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE. Fonti: Costituzione della Repubblica Italiana (disponibili integralmente sul sito www.regione.lombardia.it)

Dettagli

Settore Socio-Educativo. Assistenza domiciliare. Fattori della qualità. Competenza Professionalità degli operatori. Indicatori di qualità

Settore Socio-Educativo. Assistenza domiciliare. Fattori della qualità. Competenza Professionalità degli operatori. Indicatori di qualità Settore Socio-Educativo Fattori della qualità Indicatori di qualità Competenza Professionalità degli operatori Grado di soddisfazione degli utenti: 70% di soddisfazione del campione esaminato. Monitoraggio

Dettagli

SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE. Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini

SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE. Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO DIDATTICA A.S.2010/2011 APPROVATA NEL COLLEGIO

Dettagli

Anno Scolastico 2012/2013 Scuola Primaria G. Lodi Crevalcore

Anno Scolastico 2012/2013 Scuola Primaria G. Lodi Crevalcore Anno Scolastico 2012/2013 Scuola Primaria G. Lodi Crevalcore Gemellaggio tra la Classe V B della Scuola Primaria G. Lodi e le Classi V A e V E della Scuola Primaria di Bollate Insegnante Carla Poppi La

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

Progetti TdE 2014-15 N. STUDENTI PERIODO DI AVVIO DOCENTE ENTE CONTATTI/REFERENTE PROGETTO 1 COESI LUCIO MOIOLI FEBBRAIO 1 SANDRONE

Progetti TdE 2014-15 N. STUDENTI PERIODO DI AVVIO DOCENTE ENTE CONTATTI/REFERENTE PROGETTO 1 COESI LUCIO MOIOLI FEBBRAIO 1 SANDRONE Progetti TdE 2014-15 ENTE CONTATTI/REFERENTE PROGETTO 1 COESI LUCIO MOIOLI Nell ambito del terzo settore operano molte figure dal ruolo strategico, tuttavia la ricchezza di questi profili, come ad esempio

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI

IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI IL BISOGNO DI SERVIZI PER I BAMBINI DA ZERO A 3 ANNI 1. La rilevazione La rilevazione presso le famiglie con bambini da zero a 3 anni, residenti nei comuni dell Ambito territoriale dei servizi sociali

Dettagli

Chi deve scegliere? Come aiutarli a scegliere? Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado. Scegliamo la meta!

Chi deve scegliere? Come aiutarli a scegliere? Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado. Scegliamo la meta! Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado Orientarsi in un mondo indeterminato vuol dire accettare il carattere paradossale della vita, fare delle scelte, consapevoli del loro

Dettagli

Prot. N 01/11 Milazzo, 10 gennaio 11. Risposta a nota del n Div. All. n

Prot. N 01/11 Milazzo, 10 gennaio 11. Risposta a nota del n Div. All. n ASSOCIAZIONE PROVINCIALE STATISTICI della Provincia di Messina Sede legale: Via San Giovanni, 42 98057 MILAZZO e.mail: s.smedili@libero.it Sede operativa: Via Umberto I, 55 98057 MILAZZO tel. 090.9223565

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

Progetto vita indipendente

Progetto vita indipendente Buon giorno io sono Leda mamma di Giulia, una ragazza disabile che ha usufruito del Progetto vita indipendente fornito dalla Cooperativa Primavera 85. Mia figlia ha 24 anni e da sempre mi sono impegnata

Dettagli

CURRICULUM VITAE PROFESSIONALE

CURRICULUM VITAE PROFESSIONALE CURRICULUM VITAE PROFESSIONALE Informazioni personali Cognome e nome : SCIARRONE GIUSEPPE Luogo di nascita: Licata (AG) Data di nascita: 19 dicembre 1954 Residenza: Viale Italia, 45/B 24011 - Almè (BG)

Dettagli

APPENDICE METODOLOGICA

APPENDICE METODOLOGICA APPENDICE METODOLOGICA Le indagini sul campo alla base del Rapporto su Torino di quest anno consistono in un ampia ricognizione e nell analisi di studi e ricerche prodotti di recente: sull area torinese,

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

CERIMONIA DI GIURAMENTO DEGLI ALLIEVI DELL ACCADEMIA NAVALE Intervento del Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Biagio ABRATE

CERIMONIA DI GIURAMENTO DEGLI ALLIEVI DELL ACCADEMIA NAVALE Intervento del Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Biagio ABRATE CERIMONIA DI GIURAMENTO DEGLI ALLIEVI DELL ACCADEMIA NAVALE Intervento del Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Biagio ABRATE Livorno, 3 dicembre 2011 Signor Ministro della Difesa, Ammiraglio Giampaolo

Dettagli

Azioni sul settore idrico, tra urgenza e opportunità per le imprese

Azioni sul settore idrico, tra urgenza e opportunità per le imprese Azioni sul settore idrico, tra urgenza e opportunità per le imprese Lorenzo Frattini Presidente Legambiente Emilia Romagna Giorgio Zampetti - Responsabile scientifico nazionale Legambiente Quali urgenze?

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Famiglia e politiche familiari. Situazione attuale e previsioni di sviluppo. 1) Cambiamento sociale-familriare e crisi dei regimi di welfare

Famiglia e politiche familiari. Situazione attuale e previsioni di sviluppo. 1) Cambiamento sociale-familriare e crisi dei regimi di welfare Famiglia e politiche familiari. Situazione attuale e previsioni di sviluppo. Prof. Gianpiero Dalla Zuanna Professore Straordinario facoltà di Scienze Statistiche Università di Padova 1) Cambiamento sociale-familriare

Dettagli

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa Convegno Nazionale La Mediazione familiare, una risorsa per genitori e bambini nella separazione Bologna, 1 e 2 dicembre 2006 LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini

Dettagli

ESPERIENZE E PROSPETTIVE DEL SERVIZIO CIVILE IN SICILIA

ESPERIENZE E PROSPETTIVE DEL SERVIZIO CIVILE IN SICILIA ESPERIENZE E PROSPETTIVE DEL SERVIZIO CIVILE IN SICILIA Slide n. 1 A nome dei componenti dell Ufficio regionale del Servizio Civile desidero ringraziare per gli interventi di saluto l Assessore prof. Andrea

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli

Classe 5^A. a.s. 2011-2012 Scuola Primaria Statale Neria Secchi (Bibbiano, Reggio Emilia)

Classe 5^A. a.s. 2011-2012 Scuola Primaria Statale Neria Secchi (Bibbiano, Reggio Emilia) Classe 5^A a.s. 2011-2012 Scuola Primaria Statale Neria Secchi (Bibbiano, Reggio Emilia) Autori: Bagni Heloà Cadeddu Federico Caramaschi Marco Carretti Elisa Cella Samuele Collaku Selmir De Luca Annapia

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

COMUNE DI CAMPEGINE Provincia di Reggio Emilia BANDO DI AMMISSIONE ALLA SCUOLA COMUNALE DELL INFANZIA

COMUNE DI CAMPEGINE Provincia di Reggio Emilia BANDO DI AMMISSIONE ALLA SCUOLA COMUNALE DELL INFANZIA COMUNE DI CAMPEGINE Provincia di Reggio Emilia Assessorato alla Scuola Gestione Servizi per l Infanzia BANDO DI AMMISSIONE ALLA SCUOLA COMUNALE DELL INFANZIA Anno scolastico 2014/2015 COMUNICAZIONE PER

Dettagli

www.metodobillings.it

www.metodobillings.it Si riporta nel seguito l intervista alla Dott.ssa Piera di Maria, riportata alla pag. 11 del Bollettino. La versione integrale del bollettino e scaricabile dal sito del C.L.O.M.B. Centro Lombardo Metodo

Dettagli

Si apre un nuovo ciclo nella vita politico-amministrativa di Torino. Alle nostre spalle sta un periodo di trasformazioni della città.

Si apre un nuovo ciclo nella vita politico-amministrativa di Torino. Alle nostre spalle sta un periodo di trasformazioni della città. Desidero innanzitutto ringraziare il Presidente del Tribunale, dottor Luciano Panzani, la dottoressa Giovanna Dominici, Presidente dell Ufficio Centrale Elettorale e tutti i loro collaboratori per lo scrupolo

Dettagli

Per coloro che ancora non mi conoscono mi presento: io sono Piero Casoli, Presidente dell Associazione Il Mulino Onlus.

Per coloro che ancora non mi conoscono mi presento: io sono Piero Casoli, Presidente dell Associazione Il Mulino Onlus. Relazione introduttiva del nostro Presidente Buonasera a tutti, per prima cosa desidero ringraziare sentitamente tutti i presenti ed anche chi, purtroppo, per impedimenti personali non è potuto intervenire

Dettagli

1 Istruzione. 1.1 Asilo nido o nido d infanzia

1 Istruzione. 1.1 Asilo nido o nido d infanzia 1 Istruzione In Italia esiste il diritto-dovere all istruzione e alla formazione che inizia a 6 anni. Il sistema nazionale di istruzione è rappresentato dalle scuole pubbliche e private. La scuola dell

Dettagli

Comune di Cassina de Pecchi Provincia di Milano

Comune di Cassina de Pecchi Provincia di Milano Comune di Cassina de Pecchi Provincia di Milano Cari Concittadini, presentiamo questo opuscolo che ha lo scopo di fornire a tutti voi una semplice e migliore conoscenza di alcuni servizi che l Amministrazione

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI LANCIANO A.S. 2014-2015

ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI LANCIANO A.S. 2014-2015 ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI LANCIANO A.S. 2014-2015 RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE INTEGRAZIONE ED INCLUSIONE SCOLASTICA Prof.ssa Mariagrazia Mastrangelo Durante

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca MUSEO STORICO DELLA RESISTENZA Sant Anna di Stazzema COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca PARCO NAZIONALE DELL A PACE Parco nazion Alla cortese attenzione di: Dirigenti

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

NOTA SU LA BUONA SCUOLA

NOTA SU LA BUONA SCUOLA NOTA SU LA BUONA SCUOLA Roma, 23 ottobre 2014 Il documento presenta aspetti prevalentemente di tipo politico e amministrativo prefigurando una "Buona scuola" come una scuola bene amministrata, e organizzando

Dettagli

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità LEGGE REGIONALE 21 agosto 2007, n. 20 Disposizioni per la promozione ed il sostegno dei centri di antiviolenza e delle case di accoglienza per donne in difficoltà. (BUR n. 15 del 16 agosto, supplemento

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Siamo piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo

Siamo piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo Siamo piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo RACCONTO PER LE SCUOLE 28 febbraio 2013 Malattie Rare senza Frontiere Dedicato a Luigi Pio Memeo Siamo Piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo a cura dell

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto Progetto Scuola 2014-18 Capire i conflitti Praticare la pace Quando si parla di guerra si parla spesso di vinti e vincitori, qui invece ci sono storie di persone partecipante del 2012 In occasione del

Dettagli

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA ISTITUTO PARITARIO D.M. 15.02.2014 Liceo Internazionale Quadriennale IL NUOVO MODO DI FARE SCUOLA. WWW.LICEOINTERNAZIONALE.ORG Liceo Internazionale Quadriennale In

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Papà Missione Possibile

Papà Missione Possibile Papà Missione Possibile Emiliano De Santis PAPÀ MISSIONE POSSIBILE www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Emiliano De Santis Tutti i diritti riservati Non insegnate ai bambini la vostra morale è così

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento

PROGETTO EDUCATIVO. 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento PROGETTO EDUCATIVO 1. I riferimenti pedagogici a cui la Scuola dell Infanzia Stella Mattutina fa riferimento Nella Scuola dell Infanzia Stella Mattutina l azione educativa mira al raggiungimento delle

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI BERGAMO COMUNE DI SORISOLE COMUNE DI GORLE COMUNE DI PONTERANICA COMUNE DI ORIO AL SERIO COMUNE DI TORRE BOLDONE

AMBITO TERRITORIALE DI BERGAMO COMUNE DI SORISOLE COMUNE DI GORLE COMUNE DI PONTERANICA COMUNE DI ORIO AL SERIO COMUNE DI TORRE BOLDONE AMBITO TERRITORIALE DI BERGAMO DI GORLE DI ORIO AL SERIO DI PONTERANICA DI SORISOLE DI TORRE BOLDONE 02 PRESENTAZIONE 03 L art.1 della legge 149 del 2001 Diritto del minore ad una famiglia sancisce che

Dettagli

ci eravamo lasciati con la lettera di comunicazione dell ultimo direttivo della Why.

ci eravamo lasciati con la lettera di comunicazione dell ultimo direttivo della Why. Napoli 21 giugno 2011 Cari amici, ci eravamo lasciati con la lettera di comunicazione dell ultimo direttivo della Why. Sono trascorsi tre mesi circa, e da allora, sono state regolarmente effettuate le

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

PIANO DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 2014-2015

PIANO DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 2014-2015 PIANO DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 214-215 SCHEMI E TABELLE PER UNA LETTURA SINTETICA DEL PIANO IN FASE DI APPROVAZIONE L Assessore alla Pubblica Istruzione (Mariella Smiroldo) Popolazione residente

Dettagli

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia IX LEGISLATURA - ATTI CONSILIARI - PROGETTI DI LEGGE E RELAZIONI PROPOSTA DI LEGGE N. 16 Presentata dal Consigliere Baiutti Presentata il 3 settembre

Dettagli

Il centro diurno per disabili secondo me

Il centro diurno per disabili secondo me Gruppo Solidarietà Il centro diurno per disabili secondo me Il Gruppo Solidarietà ha promosso lo scorso 5 novembre presso la propria sede un seminario di ricerca, dal titolo Il centro diurno per disabili

Dettagli

SALVAGUARDARE I SERVIZI SOCIALI

SALVAGUARDARE I SERVIZI SOCIALI Martedì 12 Aprile 2016 - ore 20.45 presso il Centro Sociale La Villa - Baricella Mandato Politico-Amministrativo 2014-2019 Obiettivo SALVAGUARDARE I SERVIZI SOCIALI Mantenimento dell attuale livello dei

Dettagli

«Andemm all Domm» Milano 13 aprile 2013

«Andemm all Domm» Milano 13 aprile 2013 «Andemm all Domm» Milano 13 aprile 2013 Eminenza, Signore e Signori rappresentanti delle autorità pubbliche, Signore e Signori membri e protagonisti delle comunità educative delle Scuole Cattoliche e di

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

La bravura vale un premio

La bravura vale un premio 02/06/2013 - PAG. 21 Giornata della scuola Assegno di 350 euro per 166 studenti La bravura vale un premio di Stefania Piccotti A PERUGIA - Centosessantasei studenti umbri premiati per il loro impegno nello

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Perché festeggiamo gli alberi?

Perché festeggiamo gli alberi? Perché festeggiamo gli alberi? La Festa dell Albero di Legambiente compie 18 anni! Anche quest anno, il 21 novembre, vogliamo celebrare l importanza del verde urbano, degli alberi per la vita dell uomo

Dettagli

I VOSTRI FIGLI (adatt. da Kahlil Gibran) I vostri figli non sono figli vostri: sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita.

I VOSTRI FIGLI (adatt. da Kahlil Gibran) I vostri figli non sono figli vostri: sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita. I VOSTRI FIGLI (adatt. da Kahlil Gibran) I vostri figli non sono figli vostri: sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita. Nascono per mezzo di voi, ma non da voi. Stanno con voi ma non vi

Dettagli

Jerome Lejeune: il medico, lo scienziato, l uomo

Jerome Lejeune: il medico, lo scienziato, l uomo Jerome Lejeune: il medico, lo scienziato, l uomo Jerome Lejeuene 1923-199.. Viaggio alla scoperta di un grande genetista e di un grande uomo Jerome Lejeune (Montrouge, 13 giugno 1926 Parigi, 3 aprile 1994)

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

CONVEGNO ACCESSIBILITA AI MEDIA 03 OTTOBRE 2014

CONVEGNO ACCESSIBILITA AI MEDIA 03 OTTOBRE 2014 CONVEGNO ACCESSIBILITA AI MEDIA 03 OTTOBRE 2014 Buongiorno a tutti, desidero presentarmi, sono RENZO CORTI Presidente del Consiglio Regionale ENS (Ente Nazionale Sordi) della Lombardia, un ente ONLUS oggi

Dettagli

Salva una vita Un progetto dei Missionari Cappuccini per salvare la vita ai bambini cardiopatici in Africa

Salva una vita Un progetto dei Missionari Cappuccini per salvare la vita ai bambini cardiopatici in Africa Salva una vita Un progetto dei Missionari Cappuccini per salvare la vita ai bambini cardiopatici in Africa Un progetto di sostenuto da Chi siamo I Cappuccini Per la strada, i Cappuccini sono quelle persone

Dettagli

Università degli Studi di Firenze. Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI

Università degli Studi di Firenze. Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI Università degli Studi di Firenze Facoltà di Architettura Dipartimento di Tecnologia e Design Pierluigi Spadolini Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI Programma

Dettagli

VERSO IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

VERSO IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO Trimestrale di informazione a cura dell Amministrazione Comunale di Orsenigo Direttore Responsabile: Licia Viganò Numero chiuso il: 5 febbraio 2009 Supplemento al numero 37 Stampa: Com.Unica srl (Lipomo)

Dettagli

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA Silvano MARSEGLIA E per me un grande piacere ed un onore aprire i lavori di questo nostro Congresso Straordinario

Dettagli

Grafico 1 Suddivisione percentuale per fasce di età della popolazione di Barlassina (2008) Fonte: Istat

Grafico 1 Suddivisione percentuale per fasce di età della popolazione di Barlassina (2008) Fonte: Istat Capitolo 4 Politiche sociali Servizi alla persona e alla famiglia Il contesto di Barlassina Composizione della popolazione per fasce di età Grafico 1 Suddivisione percentuale per fasce di età della popolazione

Dettagli

La nostra idea di bambino...

La nostra idea di bambino... Conservare lo spirito dell infanzia Dentro di sé per tutta la vita Vuol dire conservare la curiosità di conoscere Il piacere di capire La voglia di comunicare (Bruno Munari) CITTÀ DI VERCELLI Settore Politiche

Dettagli

BANDO DI CONCORSO EDIZIONE 2015

BANDO DI CONCORSO EDIZIONE 2015 BANDO DI CONCORSO EDIZIONE 2015 FONDAZIONE BORSE DI STUDIO GUASTA-CARRÀ (Seconda edizione Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 7 maggio 2015) In collaborazione con il COMUNE DI QUARGNENTO

Dettagli

cfr. Resilienza Il Pozzo dei Desideri scritto da Gabriella Ferraro Bologna, edito dalla biblioteca di VIVARIUM

cfr. Resilienza Il Pozzo dei Desideri scritto da Gabriella Ferraro Bologna, edito dalla biblioteca di VIVARIUM Associazione FA.T.A. Onlus FA.T.A. FAmiglie Temporanea Accoglienza (www.fataonlus.org) ospita e sostiene bambini e adolescenti che il Tribunale dei Minori allontana dalla famiglia per disagio. L Associazione

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA. Proposta di legge di iniziativa del Consigliere: Giovanni MACCHIAVELLO

CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA. Proposta di legge di iniziativa del Consigliere: Giovanni MACCHIAVELLO Atti consiliari CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA ************************************************************************************************ VIII LEGISLATURA - DOCUMENTI - PROPOSTE

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

Cari saluti a tutti. Carlo Salsa

Cari saluti a tutti. Carlo Salsa Ormai nel lontano 2004, l allora parroco di Trissino Don Giuseppe Nicolin mi chiese di entrare nel CDA del nuovo Ente, Fondazione Casa della Gioventù. Successivamente, i componenti dello stesso organo

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

Invecchiare con cura: tutelare la libertà di scelta dell anziano e dei familiari

Invecchiare con cura: tutelare la libertà di scelta dell anziano e dei familiari Nono Seminario regionale della Rete europea dei difensori civici Cardiff 22 24 giugno Seconda sessione: Promuovere i diritti di una popolazione che invecchia Invecchiare con cura: tutelare la libertà di

Dettagli

La Memoria genera Speranza

La Memoria genera Speranza COMUNE di VICCHIO Istituzione Culturale Centro Documentazione Don Lorenzo Milani e Scuola di Barbiana CONCORSO NAZIONALE La Memoria genera Speranza Edizione 2011 Con il patrocinio del Ministero dell Istruzione,

Dettagli

...SULLA BUONA STRADA...

...SULLA BUONA STRADA... SCUOLA DELL INFANZIA SANT' EFISIO Via Vittorio Veneto, 28 Oristano PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA EDUCATIVO-DIDATTICHE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA BAMBINI - 3-4-5 ANNI Numero sezioni:

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Cosa succede all uomo?

Cosa succede all uomo? Cosa succede all uomo? (utilizzo uomo o uomini in minuscolo, intendendo i maschietti e Uomo o Uomini intendendo il genere umano) Recentemente, mi sono trovato in discorsi dove donne lamentavano di un atteggiamento

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli