PERFORMANCE DELLE IMPRESE Note metodologiche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PERFORMANCE DELLE IMPRESE Note metodologiche"

Transcript

1 PERFORMANCE DELLE IMPRESE Note metodologiche Premessa Le tavole del tema Performance delle imprese contengono, per la parte dei confronti territoriali, i parametri riferimento e gli incatori bilancio delle imprese nazionali dell Industria e dei Servizi soggette all obbligo del deposito del bilancio, con un valore della produzione pari o superiore ai 100 mila Euro, sudvisi per anno bilancio, ripartizione ione geografica appartenenza e macrocategorie attività economica. I confronti settoriali analizzano, invece, l universo delle imprese attive sarde - senza alcun vincolo o valore della produzione - presenti nei singoli anni dell arco temporale oggetto analisi ( ) secondo il settore attività economica appartenenza. entrate e uscite liquità senza pregiucare l equilibrio economico. Incatori Intensità del capitale che evidenziano il peso percentuale dei versi aggregati sul totale dei ricavi ottenuti e forniscono la quante risorse sono necessarie per generare un unità fatturato con un certo tipo struttura. Tutti i dati,, che corrispondono ai valori meani della stribuzione statistica ciascuna variabile ad incare il comportamento tipico per singola impresa, sono espressi in migliaia, in percentuale o in valori assoluti. Confronti territoriali Fonti utilizzate Le informazioni contenute nelle tavole derivano dal Nuovo Archivio Bilanci (NAB), il Sistema integrato per l analisi statistica, economica e finanziaria delle imprese (annualità ) del Servizio della statistica regionale. Contenuti delle tavole I parametri riferimento e gli incatori considerati sono stati sudvisi nelle seguenti categorie: Variabili Posizionamento che inviduano le caratteristiche mensionali ogni impresa in modo da definirne il posizionamento all interno del sistema considerato. Incatori Sviluppo che incano l evoluzione nel tempo dei versi aspetti della gestione. Le variabili per le quali sono stati calcolati sono l attivo, il fatturato, il valore aggiunto, il patrimonio netto, i costi d acquisto, il costo del lavoro, il margine operativo lordo, il margine operativo netto, gli oneri finanziari, i costi per servizi e il valore della produzione. Incatori Redtività che descrivono la capacità redtuale dei settori, ossia consentono valutare se le risorse investite nelle imprese sono remunerate o meno. Incatori Struttura degli Investimenti e dei Finanziamenti che rappresentano ano il grado autonomia e solità patrimoniale ciascuna impresa attraverso l analisi degli investimenti e dei finanziamenti realizzati. Incatori Gestione del Circolante e della Liquità che mostrano l attitune dell impresa a equilibrare Dalla fonte NAB è stato selezionato l universo delle imprese nazionali attive presenti nei singoli anni dell arco temporale oggetto analisi. Le elaborazioni sono state effettuate per le imprese aventi un valore della produzione pari ad almeno 100 mila Euro. Le statistiche sono riportate anche per macrocategoria attività economica. Attività Economica AtEco 2007 Industria e Servizi Estrazione Manifattura Energia, Gas, Acqua e Gestione Rifiuti Costruzioni Commercio Altri Servizi (con esclusione delle società immobiliari e finanziarie) Confronti settoriali In questo caso la selezione delle imprese dalla fonte NAB ha riguardato l universo delle imprese attive regionali presenti in ciascun anno dell arco temporale , senza alcun vincolo valore della produzione realizzato. Le imprese inviduate sono state stribuite in classi attività economica, secondo raggruppamenti maggior dettaglio rispetto ai confronti territoriali. La Manifattura è stata sudvisa in: Alimentari; Bevande; Tessili; Legno e sughero; Carta; Stampa; Coke e Petrolio, Chimica e Farmaceutici; Gomma e Plastica; Marmo, granito e altri materiali per l elizia; Metallo;

2 Elettronica; Meccanica; Mezzi Trasporto; Fabbricazione mobili; Riparazione, manutenzione, installazione macchine e apparecchiature; Altre manifatturiere. Le Costruzioni costituiscono un unica categoria. Il Commercio è stato ripartito in Ingrosso, Dettaglio, Commercio e riparazione autoveicoli e motoveicoli. Il comparto dei Servizi è stato sudviso in specifici raggruppamenti costruendo le seguenti classi: Trasporti e magazzinaggio; Attività alberghiere e della ristorazione; Servizi informazione e comunicazione; Attività professionali, scientifiche e tecniche; Noleggio, Agenzie viaggio e servizi alle imprese; Istruzione; Sanità e assistenza sociale; Attività artistiche, sportive e intrattenimento; Altre attività servizi. Di seguito, si riporta la tabella relativa alla composizione delle attività economiche per AtEco 2007 per le quali sono state effettuate le elaborazioni. Attività Economica AtEco 2007 Estrattive Manifattura Alimentari 10 Bevande 11 Tessili e dell'abbigliamento Legno e Sughero 16 Carta 17 Etoria e Stampa 18 Coke e Petrolio 19 Chimica Gomma e Plastica 22 Marmo, granito e altri materiali per l elizia 23 Metallo e prodotti in metallo Elettronica Meccanica 28 Mezzi Trasporto Fabbricazione mobili 31 Altre manifatturiere 32 Riparazione, Manutenzione, Installazione Macchine ed Apparecchiature 33 Energia,Gas, Acqua, Gestione rifiuti Energia, Gas 35 Acqua, Reti fognarie, Gestione rifiuti Costruzioni Commercio Commercio e Riparazione Auto e Motoveicoli 45 Commercio all'ingrosso 46 Commercio al Dettaglio 47 Servizi (escluse società immobiliari e finanziarie) Trasporto e magazzinaggio Attività alberghiere e della ristorazione 55 Servizi informazione e comunicazione Attività professionali, scientifiche e tecniche Noleggio, agenzie viaggio e servizi alle imprese Istruzione 85 Sanità ed assistenza sociale Attività artistiche, sportive e intrattenimento Altre attività servizi 95-96

3 Parametri e Incatori per l analisi della performance delle imprese Temporalità: Livello territoriale: Regione Livello attività economica: Macro categorie (Estrattive, Manifattura, Costruzioni, Energia gas, acqua e gestione rifiuti, Commercio, Servizi); Divisioni AtEco 2007; Specifici Raggruppamenti settoriali Incatore Ricavi delle vente (fatturato) L'ammontare tutte le fatture emesse nel periodo riferimento per vente sul mercato interno e su quello estero. Il valore del fatturato si intende al netto dell'iva fatturata ai clienti e degli abbuoni e sconti esposti in fattura e al lordo delle spese (trasporti, imballaggi ecc.) e delle altre imposte addebitate ai clienti (per es. Imposta fabbricazione). Nel fatturato sono comprese anche le vente prodotti non trasformati dall'impresa e le fatture per prestazioni servizi e per lavorazioni eseguite per conto terzi su materie prime da essi fornite; sono escluse le vente dei capitali fissi dell'impresa. Ricavi venta Valore Aggiunto Complessivo Misura il contributo dell impresa alla produzione finale del sistema e nel contempo inca la remunerazione acquisibile dai fattori primari (capitale proprio, capitale creto, lavoro, Stato). Secondo questa impostazione ci si riferisce al valore aggiunto complessivo e non a quello operativo concernente la sola gestione caratteristica dell impresa. Valore della produzione al netto dei consumi materie e servizi Variabili posizionamento Utile o perta netti dell'esercizio Inca il risultato economico dell'impresa nell'esercizio al netto delle imposte. Valore della produzione - costi della produzione, + saldo proventi/oneri finanziari, + saldo proventi/oneri straornari, - imposte e tasse Attivo Totale Rappresenta il livello totale degli investimenti impresa in un dato esercizio e corrisponde al totale dell'attivo patrimoniale in bilancio. Attivo immobilizzato + Attivo Corrente Capitale Netto (o Patrimonio Netto) Esprime la consistenza del patrimonio proprietà ( rischio) dell'impresa. Esso rappresenta le fonti finanziamento interne ossia quelle fonti provenienti rettamente o inrettamente dal soggetto o dai soggetti che costituiscono e promuovono l'azienda. Capitale sociale + Riserve + Fon particolari + Utile (o perta) a nuovo + Utile (o perta) d esercizio Valore della produzione Include tutti i ricavi dell impresa rettamente collegati all attività caratteristica (tipica). Ricavi delle vente + Variazione delle rimanenze prodotti in lavorazione, semilavorati e finiti + Variazioni dei lavori in corso su ornazione + Incrementi immobilizzazioni per lavori interni + Altri ricavi e proventi ( cui: contributi in conto esercizio) Incatori sviluppo Var Attivo Var Fatturato Variazione intervenuta negli impieghi (investimenti) un'impresa tra un esercizio e l'altro. Descrive l'incremento (o il decremento) da un anno all'altro dei ricavi venta. ((Attivo [T1] - Attivo[T0]) / Attivo[T0])*100 ((Ricavi venta [T1] Ricavi venta[t0]) / Ricavi venta[t0])*100

4 Incatore Var Valore Aggiunto La variazione Valore Aggiunto descrive l incremento (o il decremento) da un anno all altro del valore della produzione al netto dei costi per materie, merci e servizi. ((Valore aggiunto complessivo [T1] Valore aggiunto complessivo [T0]) / (Valore aggiunto complessivo [T0]))*100 Var Costi acquisto Misura l'incremento o la minuzione nei costi acquisto tra due esercizi. ((Costi d acquisto [T1] Costi d acquisto [T0]) / (Costi d acquisto[t0]))*100 Var Costo lavoro costo per il lavoro sostenuto dall'impresa tra due esercizi. E costituito dalla variazione della somma delle retribuzioni lorde, dei contributi sociali, delle provvidenze al personale e degli accantonamenti per trattamento fine rapporto. ((Costo del lavoro [T1] Costo del lavoro [T0]) / Costo del lavoro [T0])*100 Var MOL Margine Operativo Lordo, che si origina dalla sottrazione del costo del lavoro al valore aggiunto. ((Margine Operativo Lordo [T1] Margine Operativo Lordo [T0]) / Margine Operativo Lordo [T0])*100 Var MON Margine Operativo Netto, che si determina dalla fferenza tra il Margine Operativo Lordo e gli ammortamenti e accantonamenti. ((Margine Operativo Netto [T1] Margine Operativo Netto [T0]) / Margine Operativo Netto [T0])*100 Var Oneri finanziari Esprime se vi sia stato incremento, stazionarietà o regresso negli Oneri finanziari. ((Oneri Finanziari [T1] Oneri Finanziari [T0]) / Oneri Finanziari [T0])*100 Var Costi per servizi Esprime se vi sia stato incremento, stazionarietà o regresso nei Costi per servizi. ((Costi per Servizi [T1] Costi per Servizi [T0]) / Costi per Servizi [T0])*100 Var Valore della produzione Valore della produzione. ((Valore della Produzione [T1] Valore della Produzione [T0]) / Valore della Produzione [T0])*100 ROE Return on equity Misura la redtività del capitale proprio rapportando il risultato esercizio al netto degli interessi e delle imposte alla semisomma del Capitale Netto. (Utile d esercizio [T1] / ((Capitale Netto [t0] + Capitale Netto [t1])/2))*100 ROI Return on investment Inca il tasso redtività degli investimenti un impresa ed è costruito come rapporto tra il risultato operativo e la semisomma del valore iniziale e finale del capitale investito d impresa. ((Risultato operativo[t1])/((attivo [t0] +Attivo [t1])/2))*100 ROS Return on sales Esprime il profitto che l'impresa trae dal sodsfacimento della domanda ed è to dal rapporto tra il risultato operativo ed i ricavi venta. (Risultato operativo/ricavi netti)*100 Incatori redtività Turnover E' il cosiddetto "ince rotazione" e inca quante vente sono state prodotte per ogni Euro investito. [Ricavi venta] / (Attivo [t0] +Attivo [t1] )/2)) Cash flow operating su Attivo Misura le risorse liquide generate dalla gestione prima del pagamento degli interessi in rapporto con il complesso del capitale investito. Tale incatore costituisce un buon segnale per interpretare la capacità un impresa generare cassa attraverso le normali attività gestione, e suggerisce quin quanto le aziende prese in considerazione siano in grado seguire un percorso crescita proveniente dalle attività caratteristiche oppure si affino a fonti liquità natura prettamente strutturale (sinvestimenti, accesso al creto, finanziamenti versi). (Cash flow operating [T1])/((Attivo [t0] +Attivo [t1])/2))*100

5 Incatore MOL su Oneri finanziari Esprime la proporzione percentuale dell utile netto caratteristico prima degli ammortamenti e accantonamenti, degli interessi e prima delle imposte sul valore degli interessi passivi. Margine operativo lordo /Oneri Finanziari Valore aggiunto su attivo Misura la remunerazione dei fattori primari rispetto agli investimenti effettuati dall'impresa. Tale ince bilancio non risente degli effetti legati alle strategie remunerazione dei soci/lavoratori delle piccole imprese, perché il valore aggiunto è un saldo del conto del risultato economico sul quale non ha ancora influenza il costo del lavoro. Valore aggiunto /((Attivo [t0] +Attivo [t1] )/2))*100 Valore Aggiunto su valore della produzione Descrive il tasso remunerazione ciascuno dei fattori primari in termini produzione ottenuta. Esprime un Euro valore prodotto al netto del corrispondente consumo beni interme. Consente un efficace confronto tra settori versi attività economica mettendo in evidenza la ricchezza sponibile via via spettante ai fattori primari della produzione. Valore aggiunto / Valore della produzione*100 Valore aggiunto su costo del lavoro Esprime il tasso remunerazione del fattore lavoro in termini produzione ottenuta. Valore aggiunto / Costo del lavoro Oneri finanziari su MOL Esprime l incidenza della gestione finanziaria sul margine operativo lordo. Oneri Finanziari / Margine Operativo Lordo*100 Capitalizzazione E il rapporto tra il capitale netto e il totale degli investimenti. Segnala in quale la società si finanzia con mezzi propri, rispetto a mezzi terzi. Capitale Netto / Attivo*100 Cash flow / Passività totali E' una solvibilità che inca la capacità del flusso cassa coprire l'indebitamento complessivo verso i terzi. Flusso autogenerato capitale liquido prima degli interessi e delle imposte / Totale passività*100 Capitale circolante finanziario netto / Passività totali E' una solvibilità che inca la capacità del flusso capitale finanziario netto (prontamente liquidabile) coprire l'indebitamento complessivo verso i terzi. Flusso autogenerato capitale finanziario netto prima degli interessi e delle imposte / Totale passività*100 Incatori struttura degli investimenti e dei finanziamenti Attività totali / Passività totali Riserve / Attività E' un ince solvibilità che evidenzia in quale i cretori potrebbero essere sodsfatti qualora venisse interamente liquidato il capitale investito dell'impresa. Inca il rapporto tra le riserve e il complesso degli impieghi. Misura quanta parte riserve copre percentualmente un Euro impieghi. Attivo Totale / Totale passività*100 Riserve / Attivo*100 Ince pendenza finanziaria Misura il livello indebitamento dell'impresa per ogni Euro capitale investito. Totale passività / Attivo*100 Margine Struttura Primario E' costituito dalla fferenza fra il Capitale Netto e le immobilizzazioni. Segnala la capacità dell'impresa coprire con mezzi propri gli investimenti in immobilizzazioni. (Capitale Netto - Attivo Fisso) Margine Struttura Secondario E' costituito dalla fferenza tra il capitale consolidato (Capitale Netto più debiti a lungo termine) e le immobilizzazioni. Esprime la capacità dell'impresa coprire con fonti consolidate gli investimenti in immobilizzazioni. [(Capitale Netto + Passività consolidate)- Attivo Fisso] breve termine su passività E' un ince composizione che esprime l'incidenza percentuale delle passività correnti sulle passività totali. Esigibilità / Totale passività*100

6 Incatore meo-lungo termine su passività E' un ince composizione che esprime l'incidenza percentuale delle passività consolidate sulle passività totali. meo-lungo termine / Totale passività*100 Leverage Inca l'entità degli investimenti effettuati per ogni Euro capitale finanziato esclusivamente dai mezzi propri. Misura il livello rischio finanziario dell'impresa. (Totale Passività / Capitale Netto) Disponibilità su Esigibilità Invidua il rapporto tra attivo a breve termine (creti, scorte e liquità) e passività correnti (conti correnti bancari, fornitori e versi). Misura con riferimento al successivo esercizio la presumibile produzione liquità riconoscibile a dette poste. (Disponibilità / Esigibilità)*100 Incatori gestione circolante e liquità Cash flow operating / Esigibilità Esigibilità su Totale Attivo E' una solvibilità, inca la capacità del flusso cassa coprire l'indebitamento a breve termine verso i terzi. Rapporto tra passività a breve termine (conti correnti bancari, fornitori e versi) e il complesso degli investimenti. Misura l'incidenza percentuale delle esigibilità sul totale dell'attivo. (Flusso autogenerato capitale liquido prima degli interessi e delle imposte / Esigibilità)*100 (Esigibilità / Attivo)*100 Disponibilità su Totale Attivo Rapporto tra l attivo a breve termine (conti correnti bancari, fornitori e versi) e il complesso degli investimenti. Misura l'incidenza percentuale delle sponibilità sul totale dell'attivo. (Disponibilità / Attivo)*100 Days Inventory gg Giorni Esprime i giorni me permanenza dei prodotti nel magazzino dell'impresa. Il calcolo è dato dal rapporto tra le sponibilità e i ricavi venta periodo moltiplicato 365. (Disponibilità / Ricavi venta)*365 Attivo Corrente / Fatturato Rapporto tra gli investimenti correnti e il livello fatturato conseguito nell esercizio. Il tasso intensità dell attivo corrente evidenzia la capacità degli investimenti correnti produrre redto. (Attivo corrente / Fatturato)*100 Incatori intensità capitale breve termine / Fatturato meo lungo termine / Fatturato Rapporto tra passività a breve termine e livello fatturato conseguito nell esercizio. Inca l incidenza percentuale delle passività correnti rispetto al fatturato realizzato. Rapporto tra passività a meo lungo termine e livello fatturato conseguito nell esercizio. Inca l incidenza percentuale delle passività correnti rispetto al fatturato realizzato. (Passività Correnti / Fatturato)*100 ( mlt / Fatturato)*100 Immobilizzazioni materiali / Fatturato Rapporto tra gli investimenti in immobilizzazioni materiali e il livello fatturato conseguito nell esercizio. Evidenzia la capacità produzione del redto da parte degli investimenti in beni a fecontà ripetuta. (Immobilizzazioni materiali / Fatturato)*100 Regione Autonoma della Sardegna Presidenza Servizio della Statistica regionale

Schede di settore. Commercio all'ingrosso, al dettaglio e riparazioni di beni

Schede di settore. Commercio all'ingrosso, al dettaglio e riparazioni di beni Aggiornamento ennaio 2008 Codice AtEco 2002 Istat: A+B Agricoltura, silvicoltura e pesca C Estrazione di minerali C + D + E Industria in senso stretto D Attività Manifatturiere Sistema Sardegna C+D+E+F

Dettagli

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese Capitolo 24 Risultati economici delle imprese 24. Risultati economici delle imprese Per saperne di più... Eurostat. http://europa. eu.int/comm/eurostat. Imf. World economic outlook. Washington: 2012.

Dettagli

= 23) Utile (perdita) dell'esercizio / A) Patrimonio netto 41,40 % 10,72 % 286,19 %

= 23) Utile (perdita) dell'esercizio / A) Patrimonio netto 41,40 % 10,72 % 286,19 % BETA SRL Indici di bilancio Bilancio abbreviato al 31/12/ Indici e margini di redditività ROE = 23) Utile (perdita) dell'esercizio / A) Patrimonio netto 41,40 10,72 286,19 L'indice misura la redditività

Dettagli

Principali indici di bilancio

Principali indici di bilancio Principali indici di bilancio Descrizione Il processo di valutazione del merito creditizio tiene conto di una serie di indici economici e patrimoniali. L analisi deve sempre essere effettuata su un arco

Dettagli

Valutazione dell'azienda Alfa Spa Report Analisi di Bilancio con Rating Balisea 3 e merito di credito Fondo di Garanzia Mediocredito Centrale

Valutazione dell'azienda Alfa Spa Report Analisi di Bilancio con Rating Balisea 3 e merito di credito Fondo di Garanzia Mediocredito Centrale Valutazione dell'azienda Alfa Spa Report Analisi di Bilancio con Rating Balisea 3 e merito di credito Fondo di Garanzia Mediocredito Centrale Sintesi di Stato Patrimoniale Attivo 31.12.2011 31.12.2012

Dettagli

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 2010 3 TRIMESTRE

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 2010 3 TRIMESTRE NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 3 TRIMESTRE Camera di Commercio di Modena Via Ganaceto, 134 41100 Modena Tel. 059 208423 http://www.mo.camcom.it Natalità

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

ROERO VERDE Società Consortile a Responsabilità Limitata Bilancio al 31/12/2013

ROERO VERDE Società Consortile a Responsabilità Limitata Bilancio al 31/12/2013 ROERO VERDE Società Consortile a Responsabilità Limitata Bilancio al 31/12/ ROERO VERDE soc. consortile a Responsabilità Limitata Sede legale: P.zza Marconi, 8 SOMMARIVA PERNO (CN) Iscritta al Registro

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. 1.2 Riclassificazione e Analisi di Bilancio per Indici

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. 1.2 Riclassificazione e Analisi di Bilancio per Indici UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Economia ed Organizzazione Aziendale (7,5 CFU) Allievi Meccanici prof. Michele Meoli 1.2 Riclassificazione e Analisi di Bilancio per Indici Sommario della lezione

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

= 23) Utile (perdita) dell'esercizio / A) Patrimonio netto 0,93 % 1,55 % (40,00) %

= 23) Utile (perdita) dell'esercizio / A) Patrimonio netto 0,93 % 1,55 % (40,00) % ALBA S.R.L. Sede legale: VIA ROSA JEMMA N. 118 BATTIPAGLIA (SA) Iscritta al Registro Imprese di SALERNO C.F. e numero iscrizione 04863070654 Iscritta al R.E.A. di SALERNO n. 399875 Capitale Sociale sottoscritto

Dettagli

L analisi del bilancio di esercizio

L analisi del bilancio di esercizio L analisi del bilancio di esercizio 1 Le Fasi A. Raccolta dei dati di bilancio B. Riclassificazione del bilancio C. Determinazione ed utilizzo di uno schema di analisi D. Interpretazione dei risultati

Dettagli

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE 19 CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE INDAGINE ANNUALE SUL SISTEMA DEI CONTI DELLE IMPRESE L indagine sul Sistema dei Conti delle Imprese (SCI) condotta dall ISTAT, già indagine sul prodotto lordo, fornisce

Dettagli

Strumenti per il controllo economico e finanziario dell impresa: gestione delle problematiche e soluzioni

Strumenti per il controllo economico e finanziario dell impresa: gestione delle problematiche e soluzioni Strumenti per il controllo economico e finanziario dell impresa: gestione delle problematiche e soluzioni Dott. Claudio Orsini Arcadia Consulting Srl Bologna Finanza d impresa e Consulenza di direzione

Dettagli

CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE

CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE ATTIVITA : RAGGRUPPARE GLI ELEMENTI ATTIVI DEL CAPITALE IN RELAZIONE ALLA LORO ATTITUDINE A PROCURARE MEZZI DI PAGAMENTO, ATTRAVERSO LA

Dettagli

Analisi di bilancio Basilea 2

Analisi di bilancio Basilea 2 Descrizione generale 252 Analisi di bilancio Basilea 2 Descrizione generale Basilea 2 è un sistema di regole volte ad assicurare la stabilità patrimoniale delle banche a garanzia dei depositi dei loro

Dettagli

Organizzazione dell azienda farmacia e farmacoeconomia

Organizzazione dell azienda farmacia e farmacoeconomia Organizzazione dell azienda farmacia e farmacoeconomia Sistema di rilevazione: economicità, bilancio, indici di bilancio Claudio Jommi claudio.jommi@pharm.unipmn.it Agenda delle prossime lezioni Equilibrio

Dettagli

ESERCITAZIONE PER I CORSI DELLA PROF.SSA VALENTINA DELLA CORTE. Analisi di Bilancio Dott. Alessio Piras

ESERCITAZIONE PER I CORSI DELLA PROF.SSA VALENTINA DELLA CORTE. Analisi di Bilancio Dott. Alessio Piras ESERCITAZIONE PER I CORSI DELLA PROF.SSA VALENTINA DELLA CORTE Analisi di Bilancio Dott. Alessio Piras BILANCIO: - STATO PATRIMONIALE - CONTO ECONOMICO - NOTA INTEGRATIVA STATO PATRIMONIALE ATTIVO - PASSIVO

Dettagli

Analisi di bilancio - Grafici LA REDDITIVITA'

Analisi di bilancio - Grafici LA REDDITIVITA' Analisi di bilancio - Grafici LA REDDITIVITA' Margine Operativo Lordo ( MOL ) Il margine operativo lordo indica la capacità dell'azienda di generare reddito con la gestione caratteristica. 8 E' un dato

Dettagli

La riclassificazione del bilancio d esercizio

La riclassificazione del bilancio d esercizio La riclassificazione del bilancio d esercizio Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani), Mc Graw-Hill 2001, cap. 4 1 Il bilancio pubblico. Il sistema informativo di bilancio secondo

Dettagli

Il bilancio per non addetti

Il bilancio per non addetti Il bilancio per non addetti Analisi di bilancio Relazione del Dr. Luca De Stefani info@studiodestefani.com Analisi di bilancio Il bilancio d esercizio non Å sufficiente ad esprimere tutte le informazioni

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI VARESE REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2011

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI VARESE REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2011 CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2011 elaborazioni a: Dicembre 2011 Tavola 1a - Dati strutturali: Imprese attive Imprese

Dettagli

Small & Medium Enterprises Knowledge center Osservatorio sulla competitività delle PMI

Small & Medium Enterprises Knowledge center Osservatorio sulla competitività delle PMI Divisione Ricerche Claudio Dematté Small & Medium Enterprises Knowledge center Osservatorio sulla competitività delle PMI 10 luglio 2014 Premessa L Osservatorio OPMI, promosso dal Knowledge Center di SDA

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO SITUAZIONE SITUAZIONE FINANZIARIA E PATRIMONIALE FINANZIARIA ELASTICITA DEGLI INVESTIMENTI MARGINI

ANALISI DI BILANCIO SITUAZIONE SITUAZIONE FINANZIARIA E PATRIMONIALE FINANZIARIA ELASTICITA DEGLI INVESTIMENTI MARGINI ANALISI DI BILANCIO INDICI FINANZIARI INDICI DI ROTAZIONE E DURATA SITUAZIONE ECONOMICA SITUAZIONE ANALISI DINAMICA SITUAZIONE E R.O.E. INDEBITAMENTO FINANZIARIO INDICI DI REDDITIVITA SOLIDITA MARGINI

Dettagli

Le imprese guida in Sardegna Graduatoria delle imprese negli anni 2004 e 2005

Le imprese guida in Sardegna Graduatoria delle imprese negli anni 2004 e 2005 Le imprese guida in Sardegna Graduatoria delle imprese negli anni 2004 e 2005 5 2007 OSSERVATORIO ECONOMICO DELLA SARDEGNA Via Cino da Pistoia, 20 09128 Cagliari Tel. 070/482566 Fax 070/4560204 Sito Internet:

Dettagli

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI. LAZIO Tavole statistiche

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI. LAZIO Tavole statistiche INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI LAZIO Tavole statistiche Risultati del II trimestre 2015 e previsioni per il III trimestre 2015 Indice delle tavole Tavola 1 Tavola 2 Tavola 3 Tavola 4

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario Gli indici di bilancio Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie

Dettagli

NUOVA RELAZIONE SULLA GESTIONE. Dott. Fabio CIGNA

NUOVA RELAZIONE SULLA GESTIONE. Dott. Fabio CIGNA NUOVA RELAZIONE SULLA GESTIONE INDICATORI FINANZIARI DI RISULTATO Dott. Fabio CIGNA Gli indicatori di risultato finanziari: Stato Patrimoniale e Conto Economico riclassificati Analisi degli indicatori

Dettagli

L ANALISI DELLA DINAMICA CONSUNTIVA 1

L ANALISI DELLA DINAMICA CONSUNTIVA 1 Newsletter Phedro giugno 2006 L ANALISI DELLA DINAMICA CONSUNTIVA 1 Prof. R. Cappelletto 2 Dott. Gabriele Toniolo 3 1. La Valutazione del Rischio Storico Nel processo di analisi del rischio l analista

Dettagli

Tabelle regionali con cadenza mensile. Provincia autonoma di Bolzano. Analisi della numerosità degli infortuni

Tabelle regionali con cadenza mensile. Provincia autonoma di Bolzano. Analisi della numerosità degli infortuni Tabelle regionali con cadenza mensile Provincia autonoma di Bolzano Analisi della numerosità degli infortuni Dati rilevati al 30 settembre 2015 Nota metodologica Nelle tabelle mensili le totalizzazioni

Dettagli

TAVOLA DEI PRINCIPALI INDICI DI BILANCIO

TAVOLA DEI PRINCIPALI INDICI DI BILANCIO SOMMARIO ANALISI STRUTTURALE ANALISI PER INDICI TAVOLA DEI PRINCIPALI INDICI DI BILANCIO Disposizioni varie Negli ultimi anni un numero sempre maggiore di operatori, interni e esterni all'azienda, ha rivolto

Dettagli

CAPITOLO 5 LE ATTIVITÀ ECONOMICHE

CAPITOLO 5 LE ATTIVITÀ ECONOMICHE CAPITOLO 5 LE ATTIVITÀ ECONOMICHE 5.1 - Imprese dei settori industria e servizi Al Censimento intermedio dell Industria e dei Servizi (31 dicembre1996) sono state rilevate 3.494 imprese 1 di tipo industriale

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI 4 TRIMESTRE 2014 START-UP INNOVATIVE Elaborazioni a: 20 gennaio 2015 Principali evidenze A fine dicembre 2014 il numero di startup innovative

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO. Riclassificazione e indici di bilancio 1

ANALISI DI BILANCIO. Riclassificazione e indici di bilancio 1 ANALISI DI BILANCIO Consiste nell analisi dei risultati aziendali mediante indici costruiti sulle informazioni contenute nel bilancio. Include indici di struttura finanziaria e indici di redditività. Riclassificazione

Dettagli

RAPPORTO 2013 OSSERVATORIO SUI BILANCI DELLE SOCIETÀ DI

RAPPORTO 2013 OSSERVATORIO SUI BILANCI DELLE SOCIETÀ DI RAPPORTO 2013 OSSERVATORIO SUI BILANCI DELLE SOCIETÀ DI CAPITALI SENESI DAL 2007AL 2011 2 RAPPORTO 2013 OSSERVATORIO SUI BILANCI DELLE SOCIETÀ DI CAPITALI SENESI DAL 2007AL 2011 Ufficio Studi e Statistica

Dettagli

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE

CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE 21 CONTI ECONOMICI DELLE IMPRESE I dati presentati in questo capitolo provengono dalle rilevazioni annuali sui risultati economici delle imprese, condotte in base a quanto disposto dal Regolamento UE N.

Dettagli

GLI SCHEMI DI RICLASSIFICAZIONE

GLI SCHEMI DI RICLASSIFICAZIONE GLI SCHEMI DI RICLASSIFICAZIONE Si differenziano soprattutto per il trattamento delle poste patrimoniali. Il criterio della liquidità/esigibilità: attività in ordine di liquidità decrescente, passività

Dettagli

L analisi di bilancio a mezzo indici

L analisi di bilancio a mezzo indici Università Politecnica delle Marche L analisi di bilancio a mezzo indici 1 Trova riflesso Le operazioni di gestione sono rilevate nella loro espressione quantitativo-monetaria porta alla formazione Nei

Dettagli

Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale

Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale (nell'indirizzo Giuridico

Dettagli

ALFA BETA SRL. Report Analitico. - Riclassificazione finanziaria Stato Patrimoniale - Riclassificazione Conto Economico a Valore aggiunto

ALFA BETA SRL. Report Analitico. - Riclassificazione finanziaria Stato Patrimoniale - Riclassificazione Conto Economico a Valore aggiunto Report Analitico RICLASSIFICAZIONI - Riclassificazione finanziaria Stato Patrimoniale - Riclassificazione Conto Economico a Valore aggiunto PROFILI DI ANALISI PER INDICI - A) Analisi dello sviluppo, dei

Dettagli

Numero addetti per anno. Anni 2007-2009. 2007 2008 2009 Var.07/09 FORLI'-CESENA 341 375 411 Variazione assoluta 34 36 70

Numero addetti per anno. Anni 2007-2009. 2007 2008 2009 Var.07/09 FORLI'-CESENA 341 375 411 Variazione assoluta 34 36 70 Assistenza sanitaria Indici di sviluppo del settore Numero addetti per anno. Anni 2007-2009. FORLI'-CESENA 341 375 411 Variazione assoluta 34 36 70 Fatturato totale. Variazioni percentuali Anni 2007-2009.

Dettagli

L ANALISI PER INDICI

L ANALISI PER INDICI L ANALISI PER INDICI 1. Gli indici di bilancio Dopo aver riclassificato il bilancio d esercizio è possibile calcolare partendo dai dati dello Stato Patrimoniale e del Conto economico alcuni indicatori,

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario La riclassificazione del bilancio d esercizio Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it Il bilancio pubblico Il Bilancio è il documento contabile in cui trovano rappresentazione

Dettagli

Riclassificazione del bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio

Riclassificazione del bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio Riclassificazione del bilancio Vedere sussidio didattico sul bilancio RAGIONI DELLA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE raggruppare i valori delle attività e delle passività in poche

Dettagli

Tabelle regionali con cadenza mensile. Regione Piemonte. Analisi della numerosità degli infortuni

Tabelle regionali con cadenza mensile. Regione Piemonte. Analisi della numerosità degli infortuni Tabelle regionali con cadenza mensile Regione Piemonte Analisi della numerosità degli infortuni Dati rilevati al 30 settembre 2015 Nota metodologica Nelle tabelle mensili le totalizzazioni delle denunce

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO

L ANALISI DI BILANCIO L ANALISI DI BILANCIO Teoria e caso su Personal Computer Prof. Massimo Saita Direttore Istituto di Economia, Amministrazione e Politica Aziendale Facoltà di Economia Università degli Studi di Milano-Bicocca

Dettagli

Tabelle regionali con cadenza mensile. Regione Lombardia. Analisi della numerosità degli infortuni

Tabelle regionali con cadenza mensile. Regione Lombardia. Analisi della numerosità degli infortuni Tabelle regionali con cadenza mensile Regione Lombardia Analisi della numerosità degli infortuni Dati rilevati al 31 gennaio 2015 Nota metodologica Nelle tabelle mensili le totalizzazioni delle denunce

Dettagli

1. Analisi di Bilancio

1. Analisi di Bilancio ANALISI DI BILANCIO 1. Analisi di Bilancio 1.1. La riclassificazione dei prospetti di bilancio: lo Stato Patrimoniale I dati di Stato Patrimoniale sono stati riclassificati con l obiettivo di sottoporli

Dettagli

Stato patrimoniale al 31/12/n

Stato patrimoniale al 31/12/n Tema d esame Gestione economica delle imprese ristorative, analisi di bilancio e fonti di finanziamento di Grazia BATARRA ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE ECONOMICHE (Classe 5 a IP Tecnico servizi ristorativi)

Dettagli

Riclassificazione del bilancio

Riclassificazione del bilancio Riclassificazione del bilancio 02 2015-2016 Vedere sussidio didattico sul bilancio SIGNIFICATO DI RICLASSIFICAZIONE DEI DOCUMENTI DEL BILANCIO raggruppare i valori presenti nei documenti di bilancio in

Dettagli

Numero addetti per anno. Anni 2007-2009. 2007 2008 2009 Var.07/09. FORLI'-CESENA 235 235 249 Variazione assoluta - 14 14

Numero addetti per anno. Anni 2007-2009. 2007 2008 2009 Var.07/09. FORLI'-CESENA 235 235 249 Variazione assoluta - 14 14 Carta, stampa Indici di sviluppo del settore Numero addetti per anno. Anni 2007-2009. FORLI'-CESENA 235 235 249 Variazione assoluta - 14 14 Fatturato totale. Variazioni percentuali Anni 2007-2009. Valori

Dettagli

Bilancio di esercizio

Bilancio di esercizio Barbara Scozzi bscozzi@poliba.it Contabilità direzionale Strumenti tecnico-contabili di supporto a rilevazione, organizzazione e interpretazione delle informazioni economico-finanziarie Budget Contabilità

Dettagli

Distribuzioni degli indici di bilancio delle società di capitale del settore manifatturiero cremonese (bilanci anno 2006)

Distribuzioni degli indici di bilancio delle società di capitale del settore manifatturiero cremonese (bilanci anno 2006) Distribuzioni degli indici di bilancio delle società di capitale del settore manifatturiero cremonese (bilanci anno 2006) Mara Fornaroli Piero Ganugi Marco Marenghi 1 Indice 1. Descrizione della banca

Dettagli

LE GUIDE DI BANCOPASS. L analisi di bilancio per indici

LE GUIDE DI BANCOPASS. L analisi di bilancio per indici LE GUIDE DI BANCOPASS L analisi di bilancio per indici 2 Sommario 1. L analisi di bilancio... 3 Che cos è l analisi di bilancio?... 3 Qual è la finalità?... 3 Chi può fare l analisi di bilancio?... 3 Quali

Dettagli

Analisi di bilancio 2007-2008

Analisi di bilancio 2007-2008 Analisi di bilancio 2007-2008 1 L analisi di bilancio Svilupperemo l analisi di bilancio sulla base di un sistema integrato di indicatori Obiettivo 1) 1) Valutare andamento dell impresa nel nel suo suo

Dettagli

Attivo anno n+1 anno n Passivo anno n+1 anno n A) Crediti verso i soci per versamenti ancora dovuti. - - A) Patrimonio netto

Attivo anno n+1 anno n Passivo anno n+1 anno n A) Crediti verso i soci per versamenti ancora dovuti. - - A) Patrimonio netto ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Analisi di bilancio per indici di Lucia BARALE Materie: Economia aziendale (Classe 5 a IGEA) La verifica consente di valutare le conoscenze e le abilità acquisite dagli studenti sulla

Dettagli

L ANALISI PER INDICI

L ANALISI PER INDICI Obiettivo dell analisi per indici è la valutazione delle scelte dell imprenditore attraverso la misurazione degli effetti economici, finanziari e patrimoniale prodotti dalle stesse. La corretta misurazione

Dettagli

Le analisi di bilancio per indici

Le analisi di bilancio per indici Riclassificazione e interpretazione Le analisi di bilancio per indici di Silvia Tommaso - Università della Calabria Obiettivo delle analisi di bilancio è quello di ottenere informazioni adeguate a prendere

Dettagli

FLUSSO GENERATO DALLA GESTIONE REDDITUALE: ricavi monetari costi monetari o reddito d es. + costi non monetari ricavi non monetari

FLUSSO GENERATO DALLA GESTIONE REDDITUALE: ricavi monetari costi monetari o reddito d es. + costi non monetari ricavi non monetari 1. I FLUSSI FINANZIARI E I FLUSSI ECONOMICI 2. Un flusso è la variazione in aumento o in diminuzione intervenuta in un fondo di valori in un determinato periodo di tempo. - FLUSSI ECONOMICI: variazioni

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI 2 TRIMESTRE 2014 START-UP INNOVATIVE Elaborazioni a: Giugno 2014 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità semestrale 1 Numero e

Dettagli

La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa

La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa La valutazione di affidabilità creditizia: l analisi quantitativa Corso di finanziamenti di impresa a.a. 2014-2015 Dott.ssa Diletta Tancini diletta.tancini@yahoo.it Agenda Dall ultima lezione L analisi

Dettagli

Firenze 20-21-27 aprile 2011

Firenze 20-21-27 aprile 2011 Il controllo di gestione per le IMPRESE ALBERGHIERE Terza giornata Dalla pianificazione al Controllo La gestione finanziaria Firenze 20-21-27 aprile 2011 GLI OBIETTIVI DELL INCONTRO 1. Definire il Concetto

Dettagli

7. Dalla Crisi di Wallstreet al Bilancio

7. Dalla Crisi di Wallstreet al Bilancio 7. Dalla Crisi di Wallstreet al Bilancio 7.1 Introduzione Una delle conseguenze più rilevanti sotto il profilo economico, del primo conflitto mondiale, è stata la crisi di Wallstreet; la quale trova fondamento

Dettagli

La dinamica economica, patrimoniale e finanziaria di impresa

La dinamica economica, patrimoniale e finanziaria di impresa Università degli Studi di Torino Laboratorio "Internazionalizzazione delle imprese: strategie di mercato e di investimento Le dinamiche economiche, patrimoniali e finanziarie dell impresa Massimo Battuello

Dettagli

Analisi di redditività

Analisi di redditività Analisi di redditività PRODUZIONE E DISTRIBUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA Analisi Questo documento è un analisi sintetica dei principali indici di bilancio relativi alle società italiane che appartengono

Dettagli

INDICI DI BILANCIO. Lo stato patrimoniale, riclassificato, assume la forma che schematizziamo di seguito:

INDICI DI BILANCIO. Lo stato patrimoniale, riclassificato, assume la forma che schematizziamo di seguito: INDICI DI BILANCIO L analisi per indici del bilancio consiste nel calcolare, partendo dai dati dello Stato patrimoniale e del Conto economico, opportunamente revisionati e riclassificati, indici (quozienti,

Dettagli

Provincia dell Ogliastra Gestione Commissariale (L.R. n. 15 /2013)

Provincia dell Ogliastra Gestione Commissariale (L.R. n. 15 /2013) BANDO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO SPERIMENTALE DI PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELLA COLTIVAZIONE DEL CILIEGIO DOLCE E DEL MELO NELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA ALLEGATO A - PIANO DI SVILUPPO

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott.ssa Elisa Sartori

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott.ssa Elisa Sartori ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott.ssa Elisa Sartori Ricercatore in Economia Aziendale presso l IRDCEC Importanza dell ANALISI di BILANCIO Fonti normative Rapporti con

Dettagli

STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO MEDIASET ATTIVO 1.999 2.000 2001

STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO MEDIASET ATTIVO 1.999 2.000 2001 STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO MEDIASET ATTIVO 1.999 2.000 2001 CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI - - B) IMMOBILIZZAZIONI: I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 costi di impianto ed ampliamento

Dettagli

LA GESTIONE FINANZIARIA

LA GESTIONE FINANZIARIA LA GESTIONE FINANZIARIA Nella letteratura la gestione finanziaria viene frequentemente definita come il complesso di decisioni ed operazioni volte a reperire ed impiegare il capitale in impresa. La gestione

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI 1 TRIMESTRE 2015 STARTUP INNOVATIVE Elaborazioni a: 06 Aprile 2015 1 Principali evidenze A fine marzo 2015 il numero di startup innovative

Dettagli

STATO PATRIMONIALE Riclassificazione Impieghi

STATO PATRIMONIALE Riclassificazione Impieghi STATO PATRIMONIALE Riclassificazione Impieghi IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Impianti e Macchinari 3.043 Attrezzature industriali 1.500 Automezzi 2.900 Fabbricati Industriali Mobili e Arredi 12.900 2.000 22.343

Dettagli

Calcolo e commento dei principali indici di bilancio

Calcolo e commento dei principali indici di bilancio Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 10 Calcolo e commento dei principali indici di bilancio Antonia Mente COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Interpretare i sistemi aziendali nei loro

Dettagli

L'AUTOSalone S.R.L. Indirizzo: Email: Telefono: Partita IVA: Codice Fiscale: Settore: Note:

L'AUTOSalone S.R.L. Indirizzo: Email: Telefono: Partita IVA: Codice Fiscale: Settore: Note: Indirizzo: Email: Telefono: Partita IVA: Codice Fiscale: Settore: Note: Pag. 1 Conto economico riclassificato Dati Anno 2003 Anno 2004 Anno 2005 Fatturato 9.936.870 100,00 % 9.908.732 100,00 % 11.364.371

Dettagli

La valutazione di affidabilità creditizia: ESERCITAZIONE

La valutazione di affidabilità creditizia: ESERCITAZIONE La valutazione di affidabilità creditizia: ESERCITAZIONE Corso di finanziamenti di impresa a.a. 2014-2015 Dott.ssa Diletta Tancini diletta.tancini@yahoo.it Agenda Premessa Il caso dell impresa ALFA S.R.L.

Dettagli

MANUALE D USO ANALISI DI BILANCIO 2007

MANUALE D USO ANALISI DI BILANCIO 2007 MANUALE D USO ANALISI DI BILANCIO 2007 AVVERTENZE: 2006 - Bsness Analisi di Bilancio 2007 è un software registrato presso la S.I.A.E. E assolutamente vietata la riproduzione anche parziale. RACCOMANDAZIONI:

Dettagli

Esame di Stato 2013 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale

Esame di Stato 2013 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Esame di Stato 2013 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale (nell'indirizzo Giuridico

Dettagli

GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI

GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI 17 gennaio 2012 Anno 2009 GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI Nel 2009 la spesa complessiva per investimenti ambientali delle imprese dell industria in senso stretto

Dettagli

La valutazione dell Impresa e l analisi dei flussi 1

La valutazione dell Impresa e l analisi dei flussi 1 Newsletter Phedro dicembre 2007 La valutazione dell Impresa e l analisi dei flussi 1 Prof. Roberto Cappelletto 2 e Dott. Gabriele Toniolo 3 1) Dalla Logica Contabile all Analisi dei Flussi Come si è potuto

Dettagli

Aspetto economico. operativa operativa. Indice di redditività globale Reddito Netto Patrimonio Netto. Grado ind.to ROI TIGEC 2 10% 30%

Aspetto economico. operativa operativa. Indice di redditività globale Reddito Netto Patrimonio Netto. Grado ind.to ROI TIGEC 2 10% 30% Aspetto finanziario Aspetto economico Grado Grado di di indebitamento indebitamento Cap. Cap. Investito Investito Patr. Patr.. Netto Netto Indice Indice di di redditività redditività operativa operativa

Dettagli

CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI

CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI 51 A AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA 01 COLTIVAZIONI AGRICOLE E PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI, CACCIA E SERVIZI CONNESSI

Dettagli

RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO

RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO DEL PATRIMONIO Lo schema del conto del patrimonio previsto dal D.P.R 194/96 è strutturato a sezioni divise e contrapposte e presenta un impostazione in cui le attività sono

Dettagli

Esame di Stato Sessione ordinaria 2009 Indirizzo Igea

Esame di Stato Sessione ordinaria 2009 Indirizzo Igea tema 14 Controllo di gestione; costi di produzione per commessa. Bilancio con dati a scelta, budget e Nota integrativa. Analisi di bilancio per indici. Esame di Stato Sessione ordinaria 2009 Indirizzo

Dettagli

ANALISI ECONOMICO - FINANZIARIA

ANALISI ECONOMICO - FINANZIARIA ANALISI ECONOMICO - FINANZIARIA BILANCIO DI ESERCIZIO 2011 Indice: Analisi economica Analisi patrimoniale finanziaria Conto economico riclassificato a valore aggiunto (tabella 1) Stato Patrimoniale riclassificato

Dettagli

LABORATORIO DI BUSINESS PLAN

LABORATORIO DI BUSINESS PLAN Facoltà di Scienze Manageriali Corso di Laurea Specialistica 64/S in Management e sviluppo socioeconomico LABORATORIO DI BUSINESS PLAN La valutazione della fattibilità economico-finanziaria del progetto

Dettagli

ROE, ROA, ROA operativo corrente e Variazione % dei ricavi netti

ROE, ROA, ROA operativo corrente e Variazione % dei ricavi netti ROE, ROA, ROA operativo corrente e Variazione % dei ricavi netti VARIAZIONE % RICAVI NETTI R.O.E. R.O.A. ROA OPERATIVO CORRENTE 20,0% 10,0% 0,0% -10,0% -20,0% -30,0% -40,0% Analisi del ROE Contributi di

Dettagli

Costo medio dei mezzi di terzi R.O.I. R.O.I.

Costo medio dei mezzi di terzi R.O.I. R.O.I. RN = Ro - OF RN = Ro K x K _ OF RN = ROI x K _ OF RN = ROI x ( PN + D ) _ ( i x D ) RN = ROI x PN + ( ROI - i ) x D Ipotesi semplificata: assenza gestione accessoria, straordinaria e tributaria Corso di

Dettagli

ANALISI ANDAMENTO ECONOMICO

ANALISI ANDAMENTO ECONOMICO ANALISI ANDAMENTO ECONOMICO per passare all analisi del fabbisogno e della copertura finanziaria occorre terminare l analisi economica. i ricavi sono stati previsti nel dossier mercato alcuni costi sono

Dettagli

ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO SPA. Relazione sulla gestione del bilancio al 31/12/2014

ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO SPA. Relazione sulla gestione del bilancio al 31/12/2014 ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO SPA Sede in VIALE TRIESTE 11-30020 ANNONE VENETO (VE) Capitale sociale Euro 7.993.843,00 i.v. Codice fiscale: 04046770279 Iscritta al Registro delle Imprese di Venezia

Dettagli

FULL su TUTTO GUSTO SRL

FULL su TUTTO GUSTO SRL FULL su TUTTO GUSTO SRL Elaborato il: 19/12/2011 Scheda sintetica di rischio Capitale sociale 20.000,00 EURO DELIBERATO 20.000,00 EURO SOTTOSCRITTO 20.000,00 EURO VERSATO Fatturato 4.547.347,00 EURO Dipendenti

Dettagli

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto)

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2.1. Dati significativi di gestione Nelle pagine che seguono sono rappresentate le principali grandezze economico-patrimoniali, ottenute dalla

Dettagli

L economia reale dal punto di osservazione della Camera di commercio. - Allegato statistico - A cura dell Ufficio Studi e Statistica

L economia reale dal punto di osservazione della Camera di commercio. - Allegato statistico - A cura dell Ufficio Studi e Statistica RAPPORTO 2010 L economia reale dal punto di osservazione della Camera di commercio - Allegato statistico - A cura dell Ufficio Studi e Statistica La demografia delle imprese Imprese registrate e attive

Dettagli

Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007

Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007 Allegato 2 - Individuazione macrocategorie di rischio e corrispondenze ATECO 2002_2007 Rischio BASSO (Datore di lavoro R.S.P.P. 16 ore - Formazione per i Dipendenti 4 ore modulo generale + 4 ore modulo

Dettagli

Gli investimenti per la protezione dell ambiente delle imprese industriali Anno 2008

Gli investimenti per la protezione dell ambiente delle imprese industriali Anno 2008 5 gennaio 2011 Gli investimenti per la protezione dell ambiente delle imprese industriali Anno 2008 Direzione centrale comunicazione ed editoria Tel. +39 06.4673.2243-2244 Centro di informazione statistica

Dettagli

BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO

BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO La riclassificazione del bilancio Lo schema di bilancio attualmente utilizzato nell'unione Europea non soddisfa interamente le esigenze degli analisti. E'

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI 3 TRIMESTRE 2015 STARTUP INNOVATIVE Elaborazioni a: 07 Ottobre 2015 Principali evidenze A fine settembre 2015 il numero di startup innovative

Dettagli

La demografia delle imprese

La demografia delle imprese La demografia delle imprese Imprese registrate e attive per divisioni di attività economica (ATECO 2007) alla fine dei trimestri 2011. Iscrizioni e cessazioni trimestrali nel 2011 SEZIONE E DIVISIONE DI

Dettagli

C28 Fabbricazione di macchinari ed apparecchiature nca 302 258-6 302 258 2 3

C28 Fabbricazione di macchinari ed apparecchiature nca 302 258-6 302 258 2 3 Tav 1.1 Imprese registrate e attive per divisioni di attività economica (ATECO 2007) I e II trimestre 2012. Iscrizioni e cessazioni trimestrali Provincia di CREMONA Fonte: Infocamere, Stockview, 2012 SEZIONE

Dettagli

104.135 458.987 665.985 141.229 807.214 110.953 1.500 500 129.953 1.379.154 3.465.385

104.135 458.987 665.985 141.229 807.214 110.953 1.500 500 129.953 1.379.154 3.465.385 ESAME DI MATURITA 2015 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE A CURA DELLA DOTT.SSA GAGLIANO ANNA JULA Schema di Stato Patrimoniale ROE: 6% ; ROE= UTILE CAPITALE PROPRIO 6100= 102.000X 6:100=102.000:X X= 100*102.0006

Dettagli