SETTIMANALE DELLA DIOCESI DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO - RIPATRANSONE - MONTALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SETTIMANALE DELLA DIOCESI DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO - RIPATRANSONE - MONTALTO"

Transcript

1 ANNO XXVII N Novembre SETTIMANALE DELLA DIOCESI DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO - RIPATRANSONE - MONTALTO Abbonamento annuo 30,00 - Abbonamento semestrale 15,00 Taxe parcue - Tassa riscossa Ufficio di AP SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - DL 353/2003 (conv.in L.27/02/2004 n.46) art.1 comma 1 commerciale business Ascoli Piceno Associato all USPI Nuove esperienze a contatto con la Parola di Dio Cerimonia inaugurale del Sinodo Diocesano Finestra sulla Parola «Andiamo con gioia incontro al Signore»: scorrendo velocemente le letture della I domenica d Avvento mi accorgo che il salmo responsoriale (121) è lo stesso della, Solennità di Cristo Re, appena celebrata; leggendo meglio, però, scopro che al medesimo salmo è stato apposto un ritornello simile, che differisce nel tempo del verbo: andremo, abbiamo ripetuto chiudendo l anno liturgico C, andiamo canteremo questa domenica nell iniziare quello nuovo, l anno A il futuro è diventato presente, la speranza assume i contorni della realtà, di una vita concreta che ci viene narrata dalla Parola mediante l immagine del viaggio, del pellegrinaggio (I Lett. e Salmo resp.). Nei nove versetti che compongono il salmo 121(122) quattro parole sono ripetute ciascuna per ben tre volte, fissandosi nella memoria dell orante come i punti cardinali che orientano il cammino del credente, e sono: gerusalemme, SIgNoRe, CASA, PACe. In alto, a nord della nostra singolare cartina, Gerusalemme, verso cui punta, irresistibilmente attratto, l ago magnetico della nostra esistenza, la Città di Dio verso la quale siamo incamminati; a oriente il Signore, il principio di tutto, il sole che sorge dall alto per essere il Diocon-noi; in basso, nel punto più caldo, la casa, scrigno in cui è racchiusa la nostra umanità, tabernacolo di tutti i sentimenti quotidiani, grembo fatto per generare vita; a occidente, infine, la pace, orizzonte della nostra vita, luogo di ri-unione del corpo e dell anima, tempo finale in cui, dissolta ogni paura, ci riconosceremo fratelli, figli di un solo Padre, eredi del suo riposo. ecco l Avvento, una nuova occasione per ritrovare le coordinate del nostro pellegrinaggio terreno, alla luce della Parola fatta carne, quel Figlio di Dio disceso dal Cielo che ci attende, piccolo Bambino, nella sua Casa per farci dono della sua Pace. Le sorelle Clarisse della Santa Speranza Con una cerimonia suggestiva cui hanno partecipato tutti i sacerdoti, i Sinodali e i tanti fedeli da non essere contenuti nelle ampie navate della Basilica di Santa maria della marina, si è dato inizio al Sinodo Diocesano. Dalla Piazza matteotti che aveva visto alcuni dei momenti salienti della fase preparatoria, si è tornati in Cattedrale accompagnati dalle litanie dei Santi, a testimoniare quanto arduo sia il cammino di un Sinodo. La celebrazione eucaristica, presieduta dal Vescovo, incentrata sulla figura di Cristo Re, ha coinvolto particolarmente i Sinodali in attestati di fede necessari nel prosieguo delle varie fasi del Sinodo. Nell omelia, mons. gestori, dopo aver ringraziato il Signore per averci condotti per mano fino a questo momento, ha invitato tutti ad una riforma della propria vita, aggiungendo: una seria e credibile riforma deve partire dai pastori, per estendersi ai laici maggiormente sensibili e poi tradursi nella vita delle nostre comunità e riuscire ancora a contagiare il mondo. Per ottenere questo, ha proseguito il Vescovo: La condizione è quella di dedicarci con maggiore impegno alla preghiera, ad un attento ascolto della Parola, ad un migliore servizio di carità verso chi ha bisogno, ad una ripresa della doverosa e sempre necessaria penitenza cristiana. Si è quindi soffermato sul contatto con la Parola di Dio, predicata ed ascoltata, nelle omelie e nelle catechesi, è quel momento non solo intellettuale, ma ricco di grazia e di spiritualità, che sprona a compiere gesti di carità ed a vivere nuove esperienze di dedizione a Dio ed agli altri. ed è nella comunità che l ascolto della Parola cui apre la dialettica della rivelazione e l accoglienza della fede, si compie, nell unità della Chiesa suscitata dalla Parola e continuamente vivificata dallo Spirito. Il Vescovo ha aggiunto: Il Sinodo ci deve ricordare che non possiamo essere sudditi poveri di giudizio su quanto ci viene proposto ; ed ha concluso affermando che la Chiesa ha urgente bisogno di veri cristiani, testimoni credibili, oggi anche il mondo ci domanda di essere questa nuova presenza. La celebrazione è proseguita, accompagnata dalla Corale Padre giovanni dello Spirito Santo, al termine il Vescovo si è soffermato in adorazione davanti al Libro della Parola che in precedenza era stato posto tra i Sinodali. Abbiamo gustato un particolare momento di essere Chiesa, la casa della Parola, la comunità della sua trasmissione e della sua interpretazione, promossa e garantita dalla guida dei suoi pastori, a cui Dio ha voluto affidare il Suo popolo. Nella preparazione del Sinodo abbiamo compreso che la Parola va prima di tutto ascoltata e poi annunciata, lasciandoci illuminare per illuminare gli altri. È questo un compito che riguarda tutti, specialmente in questo tempo nella nostra Diocesi i Sinodali, ciascuno secondo il dono ricevuto e la responsabilità che gli è affidata. di Pietro Pompei Necessità del Sinodo La nostra Diocesi aveva urgente bisogno di una tale esperienza di comunione, per discernere i percorsi pastorali fondamentali, per poter rispondere in maniera concreta al bisogno di ogni uomo e per individuare, alla luce dello Spirito Santo, quei cambiamenti, più che mai necessari, perchè la Chiesa si mostri madre accogliente verso tutti e disposta a farsi compagna di strada di tante persone in cerca di Dio e della verità. segue a pag. 4/5/6 Servizio fotografico Sgattoni

2 2 PAG Anno XXVII 28 Novembre 2010 Il MONDO SANITARIO NON PUÒ SOTTRARSI alle REGOLE MORALI Il Santo Padre, Benedetto XVI, ha indirizzato un messaggio all Arcivescovo Zygmunt Zimowski, Presidente del Pontificio Consiglio per gli operatori Sanitari ed ai partecipanti alla XXV Conferenza Internazionale del Dicastero in corso, in questi giorni, sul tema: Caritas in veritate. Per una cura della salute equa ed umana. È necessario - sottolinea il Papa - operare con maggiore impegno a tutti i livelli affinché il diritto alla salute sia reso effettivo, favorendo l accesso alle cure sanitarie primarie. Nella nostra epoca si assiste da una parte ad un attenzione alla salute che rischia di trasformarsi in consumismo farmacologico, medico e chirurgico, diventando quasi un culto per il corpo, e dall altra parte, alla difficoltà di milioni di persone ad accedere a condizioni di sussistenza minimali e a farmaci indispensabili per curarsi. Anche nel campo della salute (...) è importante instaurare una vera giustizia distributiva che garantisca a tutti, sulla base dei bisogni oggettivi, cure adeguate. Di conseguenza, il mondo della salute non può sottrarsi alle regole morali che devono governarlo affinché non diventi disumano. Si promuove la giustizia quando si accoglie la vita dell altro e ci si assume la responsabilità per lui, rispondendo alle sue attese, perché in lui si coglie il volto stesso del Figlio di Dio, che per noi si è fatto uomo.l immagine divina impressa nel nostro fratello fonda l altissima dignità di ogni persona e suscita in ciascuno l esigenza del rispetto, della cura e del servizio. La giustizia sanitaria - scrive ancora il Pontefice - deve essere fra le priorità nell agenda dei governi e delle Istituzioni internazionali.purtroppo, accanto a risultati positivi e incoraggianti, vi sono opinioni e linee di pensiero che la feriscono: mi riferisco a questioni come quelle connesse con la cosiddetta salute riproduttiva, con il ricorso a tecniche artificiali di procreazione comportanti distruzione di embrioni, o con l eutanasia legalizzata. L amore alla giustizia, la tutela della vita dal suo concepimento al termine naturale, il rispetto della dignità di ogni essere umano, vanno sostenuti e testimoniati, anche controcorrente: i valori etici fondamentali sono patrimonio comune della moralità universale e base della convivenza democratica. Solo se si guarda al mondo con lo sguardo del Creatore, che è sguardo d amore - conclude il Papa - l umanità imparerà a stare sulla terra nella pace e nella giustizia, destinando con equità la terra e le sue risorse al bene di ogni uomo e di ogni donna. Per questo, auspico [...] l adozione di un modello di sviluppo fondato sulla centralità dell essere umano, sulla promozione e condivisione del bene comune, sulla responsabilità, sulla consapevolezza del necessario cambiamento degli stili di vita e sulla prudenza, virtù che indica gli atti da compiere oggi, in previsione di ciò che può accadere domani. VIS Sull ultimo libro intervista del Papa circolano solo notizie sul preservativo SESSUOFOBIA NELLA CHIESA? SESSUOMANIA NELLA SOCIETA` Confesso di non averlo ancora letto. mi riferisco all ultimo libro intervista di Papa Benedetto XVI: Luce del mondo. Lo farò al più presto. Per gustarmi queste parole rivoluzionarie sul preservativo che hanno riempito le pagine dei giornali in questi giorni. Sembra quasi, a giudicare dai fiumi di inchiostro spesi su questo argomento, che per alcuni giornalisti, quasi tutti a dire la verità, il Papa abbia deciso di fare un libro intervista e di intitolarlo Luce del mondo apposta per rivelare queste importanti novità riguardo la contraccezione. Possibile che per questi signori non esista altro di interessante in questo libro? Che il Papa non dica nulla d altro che possa avere un interesse pubblico? Possibile che, per queste penne di professione, l unico motivo che vale la lettura di queste pagine sia la riflessione su preservativo, aids e prostituzione (perché di questo si tratta)? una delle critiche più classiche, e banali, fatte alla Chiesa, è quella che concerne la visione che essa ha della sessualità. una visione sessuofobica, si dice, in cui il sesso viene visto come qualcosa di sporco, di peccaminoso. Potremmo aprire infinite discussioni su questo tema, ma questo non è il luogo adatto. Nessuno parla invece della sessuomania di questa società. Sembra quasi non vi sia altro di interessante che ciò che ha a che fare, in qualche maniera, con il sesso. Così per questi giornalisti dalle fantasie bizzarre, la notizia è un Papa ottantenne che parla di sesso e che, a sentir loro, finalmente ammette che il condom serve, dando ragione, questo in realtà vorrebbero, alla visione mondana della sessualità. ma non sono le parole del Papa che leggono, sono le loro idee, le uniche per loro vere, che mettono in bocca al Papa. Rendendo un pessimo servizio alla verità. D altronde agli impavidi professionisti dell informazione per uscire in pagina serve qualcosa che stimoli una curiosità subdolamente morbosa, che li ridesti dal torpore in cui erano piombati informandosi sugli altri argomenti del libro. me li immagino addormentati e sonnecchiosi mentre sfogliano i contenuti del volume per poi, improvvisamente, essere ormonalmente risvegliati dalla magica parola. Preservativo. e certamente più facile scrivere di preservativi che affrontare temi ben più profondi come quelli riguardanti il senso della vita. e certamente più facile rimanere in superficie, come una pericolosa chiazza di petrolio che si allarga e soffoca tutto ciò che incontra, che indossare muta e boccaglio per esplorare le profondità del mare. Cristian Carrara (più voce) IO SONO SERVO CON TE E CON I TUOI FRATELLI (Ap 19, 10a) Come consueta abitudine, anche quest anno dal 29 ottobre al 1 novembre si è tenuta a Rimini la Conferenza Nazionale Animatori del movimento ecclesiale Rinnovamento nello Spirito Santo, ormai giunta alla sua XXXIV edizione. Rivolta in particolar modo a tutti i responsabili e animatori del movimento, e visto il fatto che quest anno vede la scadenza dei mandati pastorali a tutti i livelli (il RnS è organizzato in mandati pastorali quadriennali), la conferenza si è prefissata lo scopo di dedicare un tempo speciale all ascolto, alla decisione, alla revisione e ai bilanci. Allo stesso modo, nella prospettiva del nuovo quadriennio , ci si è posti il fine di formare e di accompagnare tutti coloro che si vorranno rendere disponibili a servire la Chiesa mediante questo speciale dono dello Spirito Santo che è il RnS. La conferenza ha visto il susseguirsi di innumerevoli relatori e testimoni, primo fra tutti il presidente nazionale dello stesso movimento Salvatore martinez, ed è stata impreziosita dalla presenza di illustri Vescovi come S.e. Francesco Lambiasi (Vescovo di Rimini), S.e. Santo marcianò (Arcivescovo di Rossano-Cariati), S.e. Calogero Peri (Vescovo di Caltagirone), S.e. giovanni D ercole (Vescovo ausiliare di L Aquila). Tema centrale quindi delle giornate, il servizio, dove essere servi (dulos cioè schiavo) significa innanzitutto appartenere a Dio. e Lui che per grazia ci chiama, ma questa chiamata esige una risposta responsabile e un impegno comunitario, ecclesiale e sociale per la diffusione del Vangelo. Nel tempo dell emergenza educativa in cui, come ci ricordava giovanni Paolo II nella esortazione apostolica Christifideles Laici, noi tutti siamo collaboratori di Dio educatore, essere servi significa altresì accogliere l altro come fratello e, insieme con lui, essere testimoni dei veri valori della vita come l amore, la famiglia e la dignità dell uomo. Condizione necessaria per realizzare ciò è porsi alla sequela di Cristo perché come egli stesso ci dice se uno mi vuol servire mi segua, e dove sono io, là sarà anche il mio servo (gv 12,26). Per questo, obbedienti alla parola del Signore, non possiamo che dire: Padre sia fatta la Tua volontà! Silvia Una storia di ordinaria solidarietà giovedì 11 novembre, gli alunni della classe 3 A e della classe 3 B della Scuola media ghezzi di Comunanza, hanno incontrato a scuola Padre mario Sciamanna, missionario saveriano nella Repubblica del Congo da oltre 30 anni. gli alunni hanno ascoltato con attenzione e interesse la testimonianza di Padre mario, il quale, inizialmente, ha messo in evidenza le difficoltà sociali, politiche ed economiche del popolo congolese, nonché le difficoltà che i missionari sono costretti ad affrontare per poterle aiutare, a rischio della propria vita e della propria libertà. La testimonianza ha avuto poi come tema centrale la condizione dei bambini in Congo facendo cogliere agli alunni la grande diversità delle condizioni di vita. In modo particolare, Padre mario si è soffermato sul fatto che molti bambini vengono abbandonati dalle loro stesse famiglie, costretti a vivere per strada e a dormire dove capita. Una famiglia, ha aggiunto Padre mario, vive con circa 30 dollari al mese e per questo non sempre riesce a mantenere tutti i figli e tanto meno a mandarli a scuola, perché esistono solo scuole private e molto costose. Per mangiare, le famiglie organizzano dei turni: si mangia una volta al giorno e ci si alterna nei giorni ( se un componente della famiglia mangia in un giorno non può mangiare nell altro). È da questo disagio, sostiene Padre mario, che si alimenta un malessere che spesso sfocia in atti di violenza verso chiunque. Ė ai bambini, continua il missionario, che va rivolta una cura maggiore, in quanto sono il futuro di un paese, e citando un versetto del Vangelo, Padre mario ha messo in evidenza come questi siano i primi ad essere nel cuore di gesù. Da questa consapevolezza e dal grande amore verso il prossimo come Altro da sé e parte del grande disegno di amore di Dio, nasce l azione missionaria. L obiettivo principale è quello di dare speranza ai bambini abbandonati offrendo loro accoglienza, un piatto caldo e un istruzione. Attraverso questi piccoli gesti, ma fondamentali, ha detto Padre mario, è possibile infondere fiducia e amore e costruire una società basata su valori concreti. molte sono state le domande fatte a Padre mario da parte degli allievi della Scuola media di Comunanza, a dimostrazione della grande sensibilità e necessità dei giovani di porsi in relazione con situazioni sociali nuove che permettano di riflettere sul valore dell esistenza umana. Del Balzi Luisa edilmora srl ditta specializzata NellA ristrutturazione e pittura esterna di edifici, demolizioni e rifacimento di ImpermeAbIlIzzAzIONe e pavimentazione terrazzi, bonifica, rimozione e smaltimento AmIANtO via manara, S. Benedetto del tr. (a.p.) tel. e fax 0735/ cell. 335/

3 Anno XXVII 28 Novembre 2010 PAG 3 Il Vangelo secondo Matteo 01. IL SIGNIFICATO DI EVANGELO Abbiamo avuto la grazia di leggere moltissimi testi biblici riguardanti lo Spirito Santo; quindi di richiamare i fondamenti ultimi del Credo cristiano riguardante la persona e il ruolo dello Spirito nella Chiesa tutta e nel singolo credente. Pur non avendo finito di proporre alla meditazione tutti i testi (mancano quelli che si incontrano da Filippesi all Apocalisse), a partire dall Avvento, abbiamo ritenuto di passare a un altro argomento. Volevo leggere con voi alcuni Salmi e già avevo preparato qualche intervento. Così ritornavo a una parte del mio campo di attività di docente ordinario di esegesi dell Antico Testamento. All improvviso ho sentito forte la spinta di scegliere i Vangeli; in concreto quello secondo matteo, il Vangelo di quest anno liturgico. Partiamo esaminando subito il termine evangelo. 1. Evangelo nel mondo greco. Nella lingua greca euangélion significa il dono fatto al portatore di una buona notizia, poi l annuncio di una buona notizia. Nel greco ellenistico, quello parlato nei territori conquistati da Alessandro magno e molto diffuso anche in Siria e Palestina, euangélion viene a significare semplicemente una buona notizia, specialmente una vittoria militare. Così spesso in Plutarco (a ), per esempio mentre racconta le vicende di Pompeo. Dal significato meramente profano, euangélion passa a quello religioso negli oracoli di felicità, di pace, di prosperità per il futuro. L iscrizione di Priene in Asia minore dell anno 9 dopo Cristo propone, per esempio, di far iniziare l anno col giorno della nascita dell imperatore Augusto perché il giorno della nascita del dio (cioè Augusto) fu l inizio di buone notizie (euangélia) : quindi è una data capace di ricreare il mondo. La sua importanza cresce man mano che si afferma il culto verso l imperatore. 2. Nell Antico Testamento è il verbo ebraico bisser, anche nella forma participiale m e basséret / m e bassér, corrispondente a euangélion, che assume grande importanza, Ciò avviene nella seconda parte di Isaia (cc ), anche se in pochi testi. ecco la situazione storica. Siamo nell anno 546 quando Ciro, re dei persiani, ha conquistato Sardi, capitale della Lidia, e ha stretto in una morsa mortale il regno neobabilonese, dove si trovavano gli ebrei che Domenica 28 novembre ore S. Benedetto Tr. - Biancazzurro: Incontro di Pastorale Familiare ore S. Benedetto Tr. - Santuario dell Adorazione: S. messa ore monteprandone Parrocchia S. Niccolò: S. messa, nella festa del Patrono S. giacomo della marca ore S. Benedetto Tr. - Biancazzurro: S. messa, per la Pastorale Familiare erano stati deportati da Nabucodonosor. Il profeta rialza la loro speranza per il ritorno in patria e, insieme, annuncia realtà superiori. ecco un testo. Sali su un alto monte, / tu che annunci liete notizie (m e basséret) a Sion! / Alza la tua voce con forza, / tu che annunci liete notizie (m e basséret) a Gerusalemme. / Alza la voce, non temere; / annuncia alle città di Giuda: «Ecco il vostro Dio! / Ecco, il Signore Dio viene con potenza... (Is 40,9-10). Viene per radunare il suo popolo e ricondurlo in patria. un altro testo. Dopo aver riportato un soliloquio di Dio Sì, il mio popolo è stato deportato [in Babilonia] per un nulla (Is 52,6), il profeta prevede il messaggero di lieti annunci che porta a gerusalemme la notizia dell imminente ritorno: Come sono belli sui monti / i piedi del messaggero (m e- bassér) che annuncia (m e bassér) la pace, / del messaggero di buone notizie / che annuncia la salvezza, / che dice a Sion: «Regna il tuo Dio». / Una voce! Le tue sentinelle alzano la voce, / insieme esultano, / poiché vedono con gli occhi / il ritorno del Signore a Sion (Is 52,7-8). C è la corsa veloce (i piedi belli) del messaggero, c è l annuncio: Regna in tuo Dio, su di te e in tuo favore; le sentinelle non danno l allarme, ma insieme esultano, perché il Signore ritorna in a Sion, dove sorgeva il Tempio. A questo punto il profeta non si trattiene dal dare questo comando: Prorompete insieme in canti di gioia, / rovine di Gerusalemme [Tempio e città erano ancora un cumulo di rovine], / perché il Signore ha consolato il suo popolo, / ha riscattato Gerusalemme (Is 52,8-9). e un lieto annuncio di ritorno in patria; ma anche, e ancor più, la venuta del Regno di Dio. 3. Nel Nuovo Testamento. A Nàzaret gesù trova il passo di Isaia dove era scritto: Lo Spirito del Signore è sopra di me; per questo mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio (l e basser), a proclamare l anno di grazia del Signore (cf Lc 4,18-20 e cita Is 61,1). e commentò: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato»» (Lc 4,21). Il Vangelo, nello stesso tempo, è il lieto annuncio che gesù fa, è la sua persona, è la sua opera. Incontri Pastorali del Vescovo D u R A N T E L A S E T T I M A N A 28 novembre - 5 dicembre 2010 Giovedì 2 dicembre ore S. Benedetto Tr. - Curia: Consiglio Presbiterale Diocesano Venerdì 3 dicembre ore S. Benedetto Tr. - Cattedrale: S. messa, in occasione di S. Barbara, Patrona della marina militare Domenica 5 dicembre ore grottammare oasi S. maria: giornata Diocesana del RnS Parola del SiGnore i domenica di avvento Dal VANGELO secondo MATTEO come fu ai giorni di noè, così sarà la venuta del figlio dell uomo. [38]infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e marito, fino a quando noè entrò nell arca, [39] e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e inghiottì tutti, così sarà anche alla venuta del figlio dell uomo. [40] allora due uomini saranno nel campo: uno sarà preso e l altro lasciato. [41] due donne macineranno alla mola: una sarà presa e l altra lasciata. [42] vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. [43] Questo considerate: se il padrone di casa sapesse in quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. [44] Perciò anche voi state pronti, perché nell ora che non immaginate, il figlio dell uomo verrà. (Matteo 24,37-44) SETTIMANALE DELLA DIOCESI DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO - RIPATRANSONE - MONTALTO Con questa domenica ha inizio il nuovo anno liturgico denominato Anno A, in questo anno il nostro punto di riferimento sarà il Vangelo di Matteo. La liturgia ci pone di fronte queste domeniche di Avvento, cioè Venuta del Signore, come tempo forte, per farci preparare alla sua venuta che celebreremo solennemente nella Notte di Natale. Tutte le domeniche di Avvento saranno punteggiate da forti richiami al nostro essere cristiani. Il primo richiamo, quello di questa domenica è quello della veglia, della vigilanza per non essere colti impreparati. Siamo invitati, in modo pressante ad essere pronti ad accogliere il Signore che viene, ad essere svegli in attesa della sua venuta. Questa attesa deve essere operosa, deve essere il tempo della revisione della nostra vita, per la nostra conversione. Il tempo dell Avvento è un periodo da usare per rivedere il nostro modo di vivere, il nostro modo di pensare e di essere cristiani. Per fare questo dobbiamo avere il coraggio di convertirci, di confrontarci con la Parola del Signore, e ad essa uniformarci per potere essere in grado di riconoscere il Signore che ci si fa incontro, che ci cammina a fianco, che nasce in mezzo a noi. Questo tempo di attesa del Signore ci viene dato per irrobustire la speranza, per praticare la carità ed esercitare la fede; affinché il nostro incontro possa essere pieno di quella gioia e di quella beatitudine che riempie i giusti, e li fa essere in sintonia con l amore di Cristo. Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. Perciò anche voi state pronti. Questi sono i due pressanti inviti che in questa prima domenica di Avvento ci vengono rivolti dal Signore, affinché la vita e il tempo non passino sopra di noi senza che ce ne accorgiamo, ma siano un momento favorevole che viviamo in preparazione al meraviglioso incontro con il SIGNORE CHE VIENE. Siamo chiamati ad utilizzare bene questo tempo di preparazione al Natale perché ci sia di aiuto, di richiamo forte al nostro essere cristiani cioè discepoli di Cristo, suoi fedeli amici. Chiediamo al Signore di essere ben preparati all incontro con Lui, affinché possiamo apprezzare la bellezza e la gioia del suo porre la sua tenda in mezzo a noi. Perché possiamo essere in grado di godere pienamente del suo essere il Dio con noi. Riccardo PILLOLE DI SAGGEZZA: essere Pronto Per me non Ha altro SiGnificato che QUeSto: essere ProteSo in avanti. (THEILLARD DE CHARDIN) in ogni cosa cerca GeSù; di certo lo troverai (L IMITAZIONE DI CRISTO) COMUNICATO Il Vescovo Diocesano S.E. Mons. GERVASIO GESTORI ha nominato Don Eugene Nonso EGBOSIONU Vicario Parrocchiale della Parrocchia S. Pio V nel Comune di Grottammare. (Decreto n. 62/2010 del 15 novembre 2010) Proprietà: confraternita SS.mo Sacramento e cristo Morto - Via Forte - S. Benedetto del Tr. (AP) REGISTRAZIONE TRIB. DI AScOLI PIcENO N. 211 del 24/5/1984 DIR. RESPONSABILE: Pietro Pompei - DIREZIONE REDAZIONE E AMMINISTRA ZIONE S. Benedetto Tr. (AP) Via Forte 16 Tel Fax c.c.p.n intestato a L Ancora S. Benedetto Tr. (AP) Via Forte Impaginazione e stampa: Linea Grafica - Tel centobuchi (AP) - Il sito della Diocesi

4 4 Anno XXVII PAG 28 Novembre 2010 continua dalla prima pagina Necessità del Sinodo La situazione attuale evidenzia come assolutamente necessaria, la s centralità della persona in tutta l azione pastorale della Chiesa. Siamo chiamati ad accogliere le indicazioni dell episcopato italiano dopo il IV Convegno ecclesiale nazionale di Verona: «mettere la persona al centro costituisce una chiave preziosa per rinnovare in senso missionario la pastorale e superare il rischio del ripiegamento, che può colpire le nostre comunità. Ciò significa anche chiedere alle strutture ecclesiali di ripensarsi in vista di un maggiore coordinamento, in modo da far emergere le radici profonde della vita ecclesiale, lo stile evangelico, le ragioni dell impegno nel territorio, cioè gli atteggiamenti e le scelte che pongono la Chiesa a servizio della speranza dell uomo. Non si intende indebolire la dimensione comunitaria dell agire pastorale, né si tratta di ideare nuove strutture da sostituire a quelle attuali, bensì di operare insieme in maniera più essenziale. A partire da queste attenzioni, le singole Chiese particolari sono chiamate a ripensare il proprio agire con sguardo unitario».l attenzione alla persona non intende escludere o accantonare i tre compiti fondamentali della Chiesa (l annuncio del Vangelo, la liturgia e la testimonianza della carità), che fanno parte del cammino ordinario di ogni credente, quanto piuttosto andare oltre l attuale impostazione pastorale, che ha il limite di non saper cogliere sempre le domande profonde dell uomo. «occorre ripensare l unità della pastorale articolata nelle funzioni della Chiesa, incentrandola maggiormente sull unità della persona, sulla rilevanza educativa e formativa che queste funzioni possono avere». Proprio perché oggi non si può presupporre più nessun valore, tanto meno la fede, bisogna adoperarsi con una pastorale sempre più missionaria, che sia in grado di condurre l uomo all incontro con il Risorto e di renderlo capace di ascoltare la Parola, di celebrare la salvezza e di amare come gesù ci ha insegnato, mettendosi, senza riserve, a servizio degli ultimi. Lo strumento di lavoro è il frutto del Tempo di Ascolto e della collaborazione di molti nel Tempo del Discernimento. Il materiale presentato dai Laboratori, durante l estate è stato rielaborato per offrire alle comunità parrocchiali, ai presbiteri, ai religiosi e alle aggregazioni laicali una bozza dello strumento di lavoro. La redazione finale è stata redatta tenendo conto delle osservazioni consegnate al Vescovo dalla comunità cristiana. essa mette al centro la persona con lo scorrere le fasi della sua vita e il riferimento ai momenti forti della sua esistenza per dare credibilità ad una Chiesa che deve e vuole essere sempre più a servizio dell uomo. (Don Claudio Marchetti dall introduzione Strumento di Lavoro) regolamento del Sinodo: norme generali Art. 1 - Il Sinodo diocesano è l assemblea dei presbiteri, dei diaconi, dei religiosi e dei fedeli laici della diocesi, scelti a norma del diritto universale e particolare, perché dinanzi a Cristo Salvatore e Maestro, illuminati dalla Parola eterna del Padre, nella grazia dello Spirito Santo, attenti ai segni dei tempi offrano il contributo della riflessione e della proposta al Vescovo, pastore della Chiesa che è in San Benedetto del TrontoRipatransone-Montalto, affinché egli possa guidare in un cammino di rinnovamento spirituale e pastorale il popolo santo di Dio (cf. can. 460, CJC). Art. 2 - I membri sinodali sottopongono a discussione gli argomenti individuati e proposti nella fase preparatoria e sintetizzati nell lnstrumentum laboris, esprimendo con libertà il proprio pensiero secondo le modalità stabilite dal presente regolamento, al fine di giungere all elaborazione di un testo definitivo da presentare al Vescovo per l approvazione e la promulgazione. Art. 3 - Spetta solo al Vescovo convocare il Sinodo, presiederlo personalmente, o, per le singole sessioni mediante il Vicario generale o il Segretario generale, concluderlo o sospenderlo, nonché dare forza vincolante alle decisioni sinodali con la libera approvazione, ordinandone la pubblicazione e indicando le modalità attuative dei decreti e delle dichiarazioni sinodali (cf. can. 462 e 466, CJC). Spetta solo al Vescovo nominare la commissione sinodale, i membri sinodali e quelli designati dalle comunità o provenienti dai diversi organismi di partecipazione e costituire la Segreteria Generale. nomina dei membri del Sinodo Visto il Regolamento del Sinodo, da Noi approvato in data 7 settembre 2010 (Art. 14), diamo seguito a quanto previsto con le nomine seguenti: i. organi del Sinodo diocesano consiglio di Presidenza (art. 5) SCARPONI Mons. Romualdo vicario generale MARCHETTI Don Claudio segretario del sinodo CARINI Don Giorgio moderatore CAVALLARI Padre Eugenio moderatore CHIARINI Teresa moderatore ROMANI Giuseppe moderatore Segreteria Generale (art. 6) MARCHETTI Don Claudio CROCI Don Giovanni IACHETTI Don Lanfranco ROSATI Don Gian Luca TORQUATI Suor Roberta MOZZONI Giuseppina VALLORANI Monica RUSSO Francesca SILIQUINI Giada moderatori (art. 7) CARINI CAVALLARI CHIARINI ROMANI relatori (art. 8) NOCITRA PIRRI BARTOLOMEI DE ANGELIS BOLLETTINI LUPI SILENZI SANDOVAL VEGAS Don Giorgio Padre Eugenio Teresa Giuseppe Suor Patrizia Don Pierluigi Giampietro e Lina Patrizia Padre Gabriele Diac. Umberto Don Luis Reynaldo ii. membri del Sinodo diocesano membri di diritto (art. 10 2) SCARPONI Mons. Romualdo vicario generale DI NICOLÒ Padre Gabriele vicario giudiziale Canonici del Capitolo della Cattedrale SCARPONI Mons. Romualdo ANELLI Mons. Giovanni DI GIROLAMI Mons. Gerardo BURRASCA Don Remo CERONI Don Ulderico MORICONI Don Armando Guido PACI Don Luciano PAOLONI Don Gabriele ROSSI Don Pietro MARCHETTI Don Claudio Consiglio Presbiterale CATANI Mons. Vincenzo PIRRI CROCI Don Gianni PELLICCIONI Don Gian Luca BARTOLOMEI Don Pierluigi NICOLI Padre Silvano BOTTICELLI Padre Alfredo SCARPONI Mons. Romualdo MARCHETTI Don Claudio PACI Don Luciano CATALDI Don Osvaldo SCARPONI Don Luigino CIVARDI Don Gian Paolo CAPRIOTTI Don Tommaso FULGENZI Don Anselmo PAOLONI Don Gabriele SPINA Don Patrizio PACI Don Luciano CATALDI Don Osvaldo SCARPONI Don Luigino CIVARDI Don Gian Paolo CAPRIOTTI Don Tommaso membri in ragione dell ufficio (art. 10 3) Segreteria Generale MARCHETTI Don Claudio CROCI Don Giovanni IACHETTI Don Lanfranco ROSATI Don Gian Luca TORQuATI Suor Roberta MOZZONI Giuseppina VALLORANI Monica RuSSO Francesca SILIQuINI Giada Moderatori CARINI Don Giorgio CAVALLARI Padre Eugenio CHIARINI Teresa ROMANI Giuseppe Relatori NOCITRA Suor Patrizia PIRRI BARTOLOMEI Don Pierluigi DE ANGELIS Giampietro e Lina BOLLETTINI Patrizia LuPI Padre Gabriele SILENZI Diac. umberto SANDOVAL VEGAS Don Luis Reynaldo Presbiteri diocesani ANELLI Mons. Giovanni BARTOLOMEI Don Pierluigi BRUNI Don Lorenzo BuRRASCA CANDELLORI CAPECCI CAPRIOTTI CAPRIOTTI CARINI CATALDI CATANI CERONI CIABATTONI CINTI CIVARDI COSTANZO CROCI DI GIOSIA DI GIROLAMI DI MATTEO EGBOSIONU FARINA FLAMMINI FORLINI FuLGENZI GAETANI GEMMI IACHETTI IACONO IFEME ILLUMINATI KISZKO LUZI MANZINI MARCHETTI MELONE MORICONI NAPOLETANI NOVELLI PACI PAOLONI PEGORARI PELLICCIONI PEROZZI PIRRI POMPEI QUINZI ROSATI ROSATI ROSATI ROSSI SANDOVAL VEGAS SCARPONI SCARPONI SILVESTRI SPINA SPINELLI SPINOZZI SPINOZZI Don Remo Don Giovanni Don Claudio Don Antonio Don Tommaso Don Giorgio Don Osvaldo Mons. Vincenzo Don ulderico Don Francesco Don Vittorio Don Gian Paolo Don Pio Don Giovanni Don Marco Claudio Mons. Gerardo Don Elvezio Don Eugene Nouso Don Marco Mons. Giovanni Don Pacifico Don Anselmo Don Elio Don Gaetano Don Lanfranco Don Stefano Don Vincent Chukwumamkpam Don Luigi Don Zbigniew Michał Don Fabrizio Silvano Don Giuseppe Don Claudio Don Roberto Antonio Don Armando Guido Don Tiziano Don Giacomo Don Luciano Don Gabriele Don Renato Don Gian Luca Don Vittorio Mons. Federico Don Gabriele Don Alfonso Don Alfredo Don Gian Luca Don Pietro Don Luis Reynaldo Don Luigino Mons. Romualdo Don Gabriele Don Patrizio Don Antonio Don Andrea Don Nicola

5 Anno XXVII 28 Novembre 2010 PAG 5 STRACCIA VALLORANI VITELLI Don Antonio Don Domenico Presbiteri religiosi con incarichi pastorali in Diocesi ALESSANDRINI Padre Mario O.F.M. Conv. BONOTAN Padre Claudio O.A.D. BOTTICELLI Padre Alfredo S.D.S. CARMINATI Padre Angelo S.S.S. COCHIOR Padre Sebastian O.F.M.Conv. CRISTINELLI Padre Leopoldo S.S.S. CROCETTI Padre Giuseppe S.S.S. DI CLAUDIO Padre Claudio O.F.M. Conv. DI NICOLÒ Padre Gabriele S.S.S. LuPI Padre Gabriele O.F.M.Conv. MAIOLINI Padre Agostino S.D.S. MAZZONI Padre Giovanni S.D.S. NICOLI Padre Silvano S.S.S. OLARIU Padre Petru O.F.M.Conv. PARAMASIVAM Padre Watson H.G.N. SAMALA Padre Mathew H.G.N. SEDZIMIR Padre Leszek S.D.S. SOOSAINATHAN Padre James H.G.N. VALERI Padre Valerio S.S.S. Diaconi D ERCOLI BARRA BETTONI CICCARELLI FELICIANI GANDOLFI SCARCIGLIA SILENZI VAI Direttore dell ufficio stampa POMPEI Don Mariano Diac. Antonio Diac. Giovanni Maria Diac. Galliano Diac. Domenico Diac. Walter Diac. Giovanni Antonio Diac.umberto Diac. Giovanni Pietro Segretaria del Consiglio Pastorale Diocesano MOZZONI Giuseppina Responsabile della Consulta delle aggregazioni laicali BOLLETTINI Patrizia Superiori provinciali dei religiosi residenti in Diocesi BOTTICELLI Padre Alfredo S.D.S. PIRRI ufficio Catechistico SANDOVAL VEGAS Don Luis Reynaldo ufficio Migrantes SILENZI Diac.umberto Caritas diocesana SCARPONI Don Luigino ufficio di Pastorale del Turismo Componenti della Consulta delle aggregazioni laicali BARRA Giancarla GRIS BENIGNI Antonio CSI BETTONI Domenico AIMC CARBONI Rosanna Gruppi di preghiera di Padre Pio CIPOLLONI Silvano AGESCI DE ANGELIS Giampietro e Lina Equipe Notre Dame DE PADOVA Marco e Mariangela Movimento Gloriosa Trinità D ORAZIO Luigi Centro Famiglia GIUSTOZZI Giulio Compagnia dei Tipi Loschi GUERRIERI Fabio Shalom MARANO Paolo e Patrizia Gruppi del Vangelo MARINELLI Antonio Cammino Neocatecumenale MATTIOLI Luigi Rinnovamento nello Spirito MONGIBELLO Maria Spina Aggregazione del SS. Sacramento MORETTI Mascia UNITALSI NOVELLI Giuseppe Azione Cattolica PARDI Stefano AMCI PASSAMONTI Mario Gruppo Emmaus PELLEI Domenico Fides Vita RUGGIERI Stefano Corsi di cristianità STEFANUCCI Stefano Comunione e Liberazione VENTURI Carlo e Ondina Movimento dei Focolari Membri della segreteria CISM e USMI DI NICOLÒ Padre Gabriele Delegato diocesano CISM FUSCO Suor Alfonsa Maria Delegata diocesana USMI LILLA Suor Clelia Consigliera USMI CABERO MATILLA Suor Maria Visitacion Consigliera USMI membri elettivi (10 4) Rappresentanti delle Parrocchie ANNIBALI Gianni S. Benedetto Martire - S. Benedetto Tr. ANTONINI Liliana S. Maria del Carmine - Villa Lempa ANTONINI Silvia Sacro Cuore di Gesù - Martinsicuro AZZINI Carmine S. Egidio Abate - S. Egidio alla Vibrata BARTOLINI Eda S. Maria Assunta - Montalto Marche BENIGNI Francesca Cristo Re - S. Benedetto Tr. BOVARA Elbano Sacra Famiglia - S. Benedetto Tr. BRANDIMARTI Antonietta Cristo Re - S. Benedetto Tr. BRANDIMARTI Giancarlo S. Antonio di Padova - S. Benedetto Tr. BREAZZANO Teresa S. Giovanni Battista - Grottammare CALVARESI Anna Regina Pacis - Monteprandone CAMAIONI Anacleta S. Gabriele dell Add. - Martinsicuro CAMPA Suor Olga S. Paolo Apostolo - Force CANCRINI Monica Madonna della Speranza - Grottammare CAPOFERRI Rita S. Giacomo della Marca - S. Benedetto Tr Direttori degli Uffici di Pastorale diocesana CIABATTONI Don Francesco ufficio Missionario CROCETTI Padre Giuseppe ufficio per l Ecumenismo GABRIELLI Mario Ufficio Scolastico GUIDOTTI Giovanna Pastorale Sanitaria GRAZIOLI Giulio Pastorale del Lavoro e Problemi sociali CAPOROSSI Luciano S. Basso - Cupra Marittima MORI Marco e Anelide Pastorale Familiare CERFOLIO Massimo S. Caterina - Comunanza segue a pag. 6

6 6 Anno XXVII PAG 28 Novembre 2010 CHIAVERINI Sr. Annalisa S. Antonio di Padova - S. Benedetto Tr. DEL PRETE Domenico Madonna di Fatima - Ripatransone DE VECCHIS Katia S. Pietro Apostolo - Civitella Tr. DI BUÒ Teresa S. Cipriano - S. Giovanni Evangelista DI EUGENIO Dorina S. Egidio Abate - S. Egidio alla Vibrata DI LUIGI Manila S. Maria in M. e S. Angelo - Civitella Tr. DI QUIRICO Ornella Sacro Cuore di Gesù - Martinsicuro DI SIMPLICIO Berardo S. Giuseppe - S. Egidio alla Vibrata CENSORI Piero S. Antonio di Padova - S. Benedetto Tr. CRESCENZI Roberto S. Filippo Neri - S. Benedetto Tr. DIGIUNI Bruna S. Savino - Ripatransone FAZI Andrea S. Filippo Neri - S. Benedetto Tr. FERRERI Adriana Sacro Cuore di Gesù - Martinsicuro FILIPPONI Fabrizio S. Maria della M. - S. Egidio alla Vibrata FORLINI Luana S. Pietro Apostolo - Castignano GIAMPIERI Silvio Ss. Benigno e Michele Arc. - Ripatransone GIOBBI Andrea S. Pio X - S. Benedetto Tr. LUCENTE Rosalia Madonna della Speranza - Grottammare MANCINI Sandra S. Maria della Marina - S. Benedetto Tr. MARCONI Gabriele S. Pio V - Grottammare MARCOZZI Gabriele Ss. Annunziata - S. Benedetto Tr. MARINI Giuliano Madre Teresa di Calcutta - Martinsicuro MERLI Sabrina Ss. Annunziata - S. Benedetto Tr. OLIVIERI Flora S. Niccolò - Acquaviva Picena PALLOTTA Vincenzo Sacra Famiglia - S. Benedetto Tr. PASQUALI Roberto Ss. Gregorio M. e Niccolò - Ripatransone PASQUALINI Angelo S. Maria Assunta - Cossignano PASQUALINI Aristide S. Pietro Apostolo Montalto Marche PETRUCCI Mario S. Giuseppe - S. Benedetto Tr. PEZZUOLI Ginevra S. Benedetto martire - S. Benedetto Tr. PORRETTA Sabrina S. Benedetto Ab. - Montemonaco PROIETTO Loredana S. Filippo Neri - S. Benedetto Tr. PROSPERI Nazzarena S. Giuseppe - S. Benedetto Tr. RECCHI Barbara S. Maria Ausiliatrice - Ripatransone RICCI Claudia Madonna del Suffragio - S. Benedetto Tr. RICCI Enrico S. Maria della Marina - S. Benedetto Tr. ROSETTI Adele S. Cuore di Gesù - Monteprandone SALVI Annarita S. Basso - Cupra Marittima SEBASTIANI Andrea S. Pio V - Grottammare SILVERI Filomena S. Lorenzo - Montedinove SORRENTINO Gianni S. Pio X - S. Benedetto Tr. STAFFILANI Vittorio S. Gabriele dell Add. - Martinsicuro STRACCIA Quintilio S. Niccolò - Acquaviva Picena TOMMOLINI Emilio Madre Teresa di Calcutta - Martinsicuro TRIBOTTI Stefania Regina Pacis - Monteprandone URBANELLI Carlo S. Niccolò - Monteprandone VALLORANI Filippo S. Lorenzo - Rotella VANNICOLA Tonino Cristo Re - S. Benedetto Tr. VECCIA Franco S. Basso - Cupra Marittima VITALI Camilla Gran Madre di Dio - Grottammare GALIFFA Giuseppe S. Egidio Abate - S. Egidio alla Vibrata Una coppia di sposi per ogni vicaria MANCINI Marco ed Elisa Madonna di S. Giovanni PENNESI Sebastiano e Filomena S. Maria in Montesanto RAFFAELLI Michela e Floriano S. Giacomo della Marca SANTORI Emanuele e Graziella Padre Giovanni dello Spirito Santo Un giovane per ogni vicaria CHIAPPINI Janet Padre Giovanni dello Spirito Santo SBERNINI Marco S. Maria in Montesanto TESTARDI Alessandra Madonna di S. Giovanni Istituti di vita consacrata maschile (non presenti negli Organi sinodali) ALBERONI Padre Aldo O.F.M. Istituti di vita consacrata femminile AGUS Suor Jenet Francescane dei Sacri Cuori ALTIMARI Suor M. Pia Concezioniste AVILES LOPEZ Suor Dioselina Istituto dell apostolato Sociale BENEDETTI Suor Vincenzina Giuseppine CHIAVERINI Suor Annalisa Francescane Missionarie di Assisi DI PAOLO Suor Cristina Missionarie della Fanciullezza ERAZ Suor Elisabeth Teresiane GEROSA Suor Silvana Francescane Missionarie di Maria LINDO Suor Carmelita Battistine MATHAI Suor Theresiamma Oblate del S.S. Redentore MORONI Suor Agata Divino Amore NOCITRA Suor Patrizia Clarisse urbaniste PINTO Suor Jolinta Piccolo Fiore di Betania PRUDENTE Suor Amata Domenicane RuSSO Francesca La Tenda del Magnificat SPINOZZI Teresa Oblate di Cristo Re VINCENZI Suor Daniela Carità Santa Maria VITALI Camilla Compagnia Missionaria del Sacro Cuore membri di nomina episcopale (10 5) (in attesa di definizione delle nomine) San Benedetto del Tronto, 20 novembre 2010 Il Cancelliere vescovile (don Armando Guido Moriconi)

7 Anno XXVII 28 Novembre 2010 PAG 7 Da Ripatransone A Ripatransone si è svolta la seconda riunione (venerdì 12 Novembre 2010) del comitato scientifico per la programmazione delle manifestazioni celebrative ripane dei 150 anni dell unità d Italia, presenti: Remo Bruni, assessore comunale alla cultura, gino Troli, Carlo Verducci, Antonio giannettti, michelino michetti (presidente della Banca di Ripatransone di Credito Cooperativo), Diana De Angelis (segreteria organizzativa); oltre a questi componenti, presenti: marco Bagalini (docente al Liceo delle Scienze umane di Ripatransone), Bernadette Ciotti (pianista), Antonella Nonnis (segreteria). La riunione è stata coordinata dall assessore Bruni, che ha invitato i presenti a fare proposte concrete per avviare la definizione del programma delle celebrazioni. Dopo i vari interventi, in attesa di definirne altri nelle prossime settimane, sono stati fissati i seguenti punti delle celebrazioni: una conferenza al mese su temi di carattere storico-risorgimentale nel trimestre gennaio-marzo 2011; convegno sul poeta ed amico di garibaldi Luigi mercantini (Ripatransone, Palermo 1872) con relatori di prestigio e con il coinvolgimento di laureati che di recente hanno discusso tesi su mercantini; mostra documentaria sullo stesso personaggio con il coinvolgimento del quotidiano Corriere Adriatico di Ancona (di cui mercantini fu il primo direttore) che già l ha allestita; possibilità di costituire un coro presso il locale Liceo mercantini per l esecuzione di inni patriottici; gran concerto al teatro all aperto delle Fonti possibilmente con l orchestra Filarmonica delle marche; esposizione della bandiera tricolore non solo sugli edifici pubblici ma anche in quelli privati, durante l anno 2011; riprendere, con il coinvolgimento dell assessorato alla cultura della Provincia di Ascoli Piceno, la pratica avviata nel 1996 del gemellaggio, nel nome di mercantini, con la città di Sapri (provincia di Salerno), pratica mai conclusa: fra i due sindaci fu firmato solo il protocollo d intesa. Per definire altre iniziative (cultura, musica, gastronomia) a breve saranno convocati i presidenti delle associazioni e dei comitati di zona e di quartiere. AGeNzIA GeNerAle di s. benedetto del tronto Agente Generale cinzia Amabili Via F. crispi, Tel. e Fax a cura di A.G. Si sta concretizzando il programma delle manifestazioni celebrative dei 150 anni dell Unità d Italia Novena dell Immacolata Concezione 29 Novembre - 8 Dicembre 2010 Chiesa di S. Filippo Neri Predicatore: P. Alberto D Antonio, o.f.m. Lunedì 29 Novembre ore 17,30 Santo Rosario e canto delle Litanie Lauretane ore 18,00 Santa messa con introduzione del Padre Predicatore da Martedì 30 Novembre a Martedì 7 Dicembre ore 7,30 Santa messa e lodi mattutine ore 8,30 Santa messa con omelia del Padre Predicatore ore 9,30 Santa messa ore 17,30 Santo Rosario ore 18,00 Santa messa con omelia del Padre Predicatore e vespri Mercoledì 8 Dicembre - Solennità dell Immacolata Concezione della B. V. Maria ore 7,30-8,30 Sante messe ore 9,30 Santa messa solenne presieduta da S.E.R. Mons. Gervasio Gestori ore 10,30 Santa messa ore 11,00 Santa messa solenne (Duomo Basilica Concattedrale) ore 16,30 Santo Rosario e canto delle Litanie Lauretane ore 17,00 Santa messa di ringraziamento per la chiusura della Novena Il Parroco Don Lorenzo Bruni al Pescatore cena di beneficenza della confindustria a favore della ricerca Nel salone delle feste del Pescatore, Marco Calvaresi, da poco riconfermato Presidente della consulta regionale turismo Confindustria, ha organizzato una Cena di beneficenza a favore della ricerca. Una cena a cui hanno partecipato tutti i partner affiliati all organizzazione, tante autorità provinciali e regionali e varie associazioni cittadine, tra cui anche Santa Gemma. La somma raccolta, ricavata dalla generosità dei partecipanti, sarà devoluta a favore della Telethon, che da sempre, con le proprie iniziative, favorisce la ricerca. Ospiti graditi Gianni Corradetti, coordinatore provinciale e la ricercatrice De Matteis. A rallegrare gli intervenuti, dopo l interessante video di Gianni Liotta sui cent anni della Confindustria, le canzoni soft di un Pasquale Bergamaschi, quanto mai ispirato. A pochi giorni dalla riconferma ai vertici regionali della Confindustria, Marco Calvaresi, nel corso di un apposita conferenza stampa, a cui aveva preso parte, tra gli altri anche il Presidente della Confindustria di Ascoli Piceno, Bruno Bucciarelli, ha indicato i punti nodali del suo nuovo mandato: la respirabilità dell aria, con la modificazione della viabilità cittadina per alleggerirla dalle polveri sottili Pm 10; la lotta al punteruolo rosso, il parassita che sta distruggendo il notevole patrimonio di palme della città e l erosione marina rinforzando le scogliere e immettendo nuova sabbia sull arenile. Tutto questo ha detto Marco passa anche e soprattutto attraverso le sinergie con il Comune e la Regione. Al Comune suggerisce di varare una piattaforma della salute compatibile con le nuove esigenze turistiche e alla Regione un protocollo d intesa sulle tematiche ambientali. Abbiamo già realizzato un protocollo d intesa prosegue Calvaresi con l assessore regionale all Agricoltura, Paolo Petrini, per promuovere l utilizzazione di prodotti del territorio nelle strutture alberghiere cittadine, nella logica della filiera corta. Ora stiamo cercando l accordo con L Emilia Romagna e l Abruzzo per condividere strategie di promozione turistica, questo perché i nostri competitori internazionali non sono sprovveduti e ingenui. Dobbiamo essere disponibili e dinamici per creare strategie vincenti. Il turismo è un volano economico in tutte le sue componenti, non solo per gli arrivi e le partenze. Conclude ricordando che bisogna dare spazio alla green economy, alla salute e al benessere, valorizzando i centri storici e le bellezze paesaggistiche e architettoniche e questo per avere turismo tutto l anno, anche lontano dalla stagione balneare. E.Tì. Foto Cellini, lo stato maggiore della Confindustria con Corradetti e la ricercatrice De Matteis. concerto di Santa cecilia al concordia di San Benedetto del tronto di Bruna Mistichelli Sabato 20 Novembre l Istituto Musicale A.Vivaldi, in collaborazione con la Fondazione Carisap, ha presentato il Concerto di Santa Cecilia al Concordia di San Benedetto del Tronto. Un teatro, stracolmo come non mai di studenti delle scuole cittadine, di alunni dell Istituto Musicale, dei cultori della musica e di gente comune, attendeva l esibizione dell Orchestra Antonio Vivaldi diretta dal maestro Benedetto Guidotti. Nella prima parte è stata eseguita la Sinfonia n.29 in la maggiore K 201 di Wolfang amadeus mozart, un felice momento creativo del grande musicista, pervaso di uno spirito leggiadro che non trascura di mettere in evidenza i vari strumenti. Una grazia particolare è presente nella melodia dell andante dove il gioco delle imitazioni continua, ma è l uso degli archi con la sordina che conferisce al movimento una sonorità del tutto speciale. Il musicologo Alfred Einstein dirà che questa partitura contiene lo svolgimento più ricco e drammatico che Mozart avesse scritto fino a quel momento. Nella seconda parte è stato rappresentato Pierino e il lupo op. 67. Quest opera del compositore russo Sergej Prokof ev, scritta nel 1936 dopo il suo ritorno nell Unione Sovietica, è una piacevole e accattivante storia per l infanzia, costituita da musica e testo, narrata da un narratore e accompagnata da un Orchestra. Il debutto dell Opera avvenne il 2 Maggio dello stesso anno della composizione e fu subito un insuccesso: scarso pubblico e poca attenzione. In seguito, però, nelle successive rappresentazioni, ottenne un enorme successo e divenne un classico apprezzatissimo da adulti e bambini. La vicenda narrata è semplice, ma al tempo stesso coinvolgente: il piccolo e coraggioso Pierino cattura con l astuzia un famelico lupo e lo consegna ai cacciatori affinché lo portino al Giardino Zoologico. Oltre ai protagonisti agiscono personaggi comprimari quali il nonno, l anatra, il gatto e un uccellino. Molti artisti italiani come Eduardo De Filippo, Dario Fo, Lucio Dalla, Roberto Benigni ed altri si sono cimentati nella veste di narratori dell opera. Pierino e il Lupo è un opera scritta per flauto, oboe, clarinetto in La, fagotto, tre corni, tromba, trombone, timpani, percussioni ed archi. Ogni personaggio della storia è rappresentato da uno di questi strumenti che intervengono nella vicenda con un motivo caratteristico: Uccellino: flauto- Anatra: oboe- Gatto: clarinetto- Nonno: fagotto- Lupo: i tre corni- Cacciatori: flauto, oboe, clarinetto, fagotto- Sparo del fucile: timpani- Pierino: archi- Narratrice dell opera è stata la bravissima Debora Mancini, attrice comica e drammatica, diplomata in pianoforte e musicologa, che ha saputo attrarre l attenzione dei presenti con la sua versatilità, il suo brio recitativo e la sua naturale simpatia. E stata protagonista di spettacoli teatrali e di fiction, voce recitante per i libri dvd, ha insegnato dizione e fonetica italiana al Conservatorio G. Verdi di Milano. Esecutori musicali i partecipanti dell orchestra A. Vivaldi quasi tutti insegnanti dell Istituto Musicale omonimo, che, diretti dal maestro Benedetto Guidotti, hanno fornito un ottima performance. Applausi scroscianti al termine del concerto e varie richieste di bis che gli artisti hanno concesso. Un plauso agli organizzatori e all Assessore alla Cultura, dottoressa Margherita Sorge, che a San Benedetto del Tronto ha saputo valorizzare quelle peculiarità artistiche del territorio, mettendo in evidenza le eccellenze locali. E la città ha risposto con interesse e partecipazione mai vista negli anni passati, non solo a questo spettacolo musicale, ma anche ad altre manifestazioni culturali ed artistiche che si sono svolte negli ultimi tempi.

8 8 Anno XXVII PAG 28 Novembre 2010 Il perché del sovvenire (8xmille e Offerte liberali intestate all ICSC) Sacerdoti: importanza di un ministero nelle tematiche del Sinodo Diocesano. Aggiungere a tutte le richieste di denaro che in questi giorni assalgono le cassette della posta, quella di offerte per il sostentamento dei Sacerdoti, potrebbe sembrare una provocazione se non si esce da una mentalità ereditaria di molti decenni fa, che vedeva alla Parrocchia abbinati alcuni terreni agricoli, trascurando tuttavia le migliaia, disperse tra le montagne e i piccoli paesi, dove i Parroci erano spesso impossibilitati a fare le spese più ovvie. Dopo la riforma che è consistita nel centralizzare tutto il patrimonio delle varie parrocchie italiane per una più equa distribu zione delle risorse, molti hanno perso i privilegi, altri hanno avuto ben poco, sia per il numero elevato dei richiedenti sia per un forte deprezzamento subito dai terreni agricoli. Le nostre due antiche Diocesi di Ripatransone e di Montalto Marche, prevalentemente ad economia agricola, hanno notevolmente avvertito questa crisi. Ora se non ci fosse l ICSC (Istituto Centrale Sostentamento Clero) molti Sacerdoti si troverebbero in difficoltà e nella impossibilità di portare avanti opere di carità, di mantenimento e del funzionamento delle strutture parrocchiali. Spesso si rende necessario il ricorso ai fondi dell 8xmille quando certi lavori richiedono un maggiore impegno finanziario. Nella nostra Diocesi, in quest anno in cui la Comunità Diocesana si appresta a celebrare il Sinodo, la richiesta delle offerte indirizzate all ISCS e la firma per destinare alla Chiesa cattolica l 8xmille, assumono anche un duplice scopo quello di una maggiore comprensione e stima nei confronti dei nostri Sacerdoti e quello di una assidua vicinanza del Clero ai fedeli, perché si possa veramente camminare insieme. E aggiungerei quanto ha affermato, durante l Anno Sacerdotale, il Santo Padre nell udienza ai membri della Congregazione per il Clero riuniti per la Plenaria nel marzo 2009, far percepire sempre più l importanza del ruolo e della missione del sacerdote nella Chiesa e nella società contemporanea. Lo slogan che spesso ricorre in queste richieste: I Sacerdoti aiutano tutti, aiuta tu tutti i Sacerdoti, mi fa tornare alla mente il simpatico personaggio manzoniano di fra Galdino, quello, per ben capirci, del miracolo delle noci, specialmente nella frase conclusiva del suo racconto; E si faceva tant olio, che ogni povero veniva a prenderne, secondo il suo bisogno; perché noi siamo come il mare, che riceve acqua da tutte le parti, e la torna a distribuire a tutti i fiumi. Ecco le nostre offerte intestate all ICSC e la firma per 8xmille, le ritroviamo nelle nuove chiese edificate in questi anni nella nostra Diocesi, in tutte le necessarie ristrutturazioni eseguite in molte chiese e luoghi annessi per la catechesi e le altre attività, per il centro Pastorale Diocesano. Alla stessa fonte attinge la nostra Caritas Diocesana. Ad avvalorare queste nostre notizie ci siamo rivolti ad un sacerdote della nostra Diocesi, don Giorgio Carini, parroco di S.Giovanni Battista nel comune di Grottammare, conoscitore dei Beni Culturali Ecclesiastici, ed impegnato nella ristrutturazione di un antico convento annesso alla chiesa di Sant Agostino, la più utilizzata dalla parrocchia, di grande prestigio per tutto l incasato del Paese Alto della cittadina Adriatica Alla nostra richiesta don Giorgio così ha risposto: La parrocchia di S. Giovanni Battista è nata nell alto medioevo, la data di nascita si è persa nei tempi. Ora ne fanno parte 2000 abitanti tra cui alcuni residenti nella bella zona rurale, agricoltori e piccoli allevatori. La ricchezza della sua storia si documenta nelle sue tre chiese: S. Lucia, voluta da papa Sisto V sulla sua casa natale, alla fine del 1500, la chiesa di S. Giovanni Battista, chiesa madre di Grottammare, interamente rifatta nei primi dell 800, e la chiesa di S. Agostino. Pur non essendo la chiesa parrocchiale, S. Agostino è il cuore pulsante della parrocchia, è un ex convento agostiniano fondato nella prima metà del 500. Soppresso dopo un centinaio di anni per la scarsità di monaci, è passato alla parrocchia. Intorno al suo piccolo chiostro si svolge quasi tutta la vita della comunità: il catechismo, i momenti di festa e di preghiera, è la casa di noi preti dove facciamo. Le condizioni del convento erano gravi, inagibile all 80%. Disagi di tutti i tipi; cedimenti, allagamenti e infiltrazioni dai tetti. Da anni il catechismo si svolge nelle case dei parrocchiani. L importo stimato dei lavori superava abbondantemente le possibilità della parrocchia, più di due milioni di euro. Si è programmata una fase iniziale di lavori essenziali e si è partiti due anni fa, con l aiuto di tutti: la diocesi, il comune, i parrocchiani. Decisivo è stato l aiuto dell 8x1000 della Chiesa Cattolica attraverso l Ufficio per i Beni Culturali Ecclesiastici della CEI. Non so esprimere la mia gratitudine: un contributo certo nell importo, erogato in tempi brevi e attraverso una procedura burocratica agile, una consolante eccezione nella situazione attuale. Grazie dunque allo Stato per questo contributo e alla CEI che lo amministra in maniera esemplare, con vera attenzione alle esigenze delle nostre comunità. C è da aggiungere che in passato era stato riattivato anche l antico organo della Chiesa di Santa Lucia, che viene utilizzato specialmente nel periodo estivo per concerti molto seguiti dai turisti. (A cura di Pietro Pompei) pievania san benedetto martire

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

dal 1 dicembre al 10 gennaio

dal 1 dicembre al 10 gennaio DICEMBRE ORARIO SANTE MESSE dal 1 dicembre al 10 gennaio In Basilica: Prefestiva : ore 18.00 Festive : ore 7.30-9.30-11.00-18.00 ore 17.45 Celebrazione dei Vespri Feriali: ore 7.00-9.00 tutti i giorni

Dettagli

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI 22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita GRUPPO BETLEMME ICFR Primo anno Il percorso del primo anno offre ai genitori la possibilità di scoprire o riscoprire la bellezza

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

OPERA FRANCESCANA DELLA PIETÁ

OPERA FRANCESCANA DELLA PIETÁ OPERA FRANCESCANA DELLA PIETÁ Calendario Liturgico Ottobre 2013 Il mese di ottobre è dedicato alla devozione al SS. Rosario. Inoltre nelle Cappelle del Cuore Immacolato di Maria a Campi Bisenzio e della

Dettagli

Rivista Diocesana Vigevanese

Rivista Diocesana Vigevanese Rivista 333 A n n o X C = N 9 = 3 0 N o v e m b r e 2 0 1 0 Lettera alla Diocesi per comunicare la nomina di S. E. Mons. Vincenzo Di Mauro Arcivescovo Titolare di Arpi a Vescovo Coadiutore di Vigevano

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore Lettera ai Sacerdoti, ai Membri dei Consigli pastorali parrocchiali, ai Membri dei Consigli per gli Affari economici, ai Membri del Consiglio pastorale decanale del Decanato di Monza Carissimi, è ancora

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

apposta per te, per te sola. E arde dal desiderio di entrare nel tuo cuore Comunicati spesso, molto spesso. Ecco il solo rimedio se vuoi guarire.

apposta per te, per te sola. E arde dal desiderio di entrare nel tuo cuore Comunicati spesso, molto spesso. Ecco il solo rimedio se vuoi guarire. Diicembre 2013 Ill Verbo sii è fatto Carne Pio X era rimasto particolarmente colpito da una lettera scritta da Teresa di Lisieux alla cugina Maria Guérin il 30 maggio 1889. In essa voleva aiutare la cugina

Dettagli

Il Convegno Regionale dei Gruppi del

Il Convegno Regionale dei Gruppi del E D I T O D A L L A C O N F R A T E R N I T A D E L S A N T I S S I M O S A C R A M E N T O DI S A N T A M A R I A IN T R A S T E V E R E I miei Gruppi di Preghiera di Roma e del Lazio A N N O V I I I

Dettagli

CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE

CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE RITI DI INTRODUZIONE DELLA CHIESA STAZIONALE 1. Quando il popolo si è riunito nella Chiesa stazionale il Vescovo saluta la comunità: Nel nome del Padre e del

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

APPENDICE PROPOSTE CONCRETE RELATIVE A CIASCUN CAPITOLO

APPENDICE PROPOSTE CONCRETE RELATIVE A CIASCUN CAPITOLO APPENDICE PROPOSTE CONCRETE RELATIVE A CIASCUN CAPITOLO 249 CAPITOLO 1 LA CHIESA, COMUNITÀ DI CHIAMATI A) FAR CRESCERE LA CHIESA: EDUCARCI A VIVERE IN COMUNITÁ Formazione permanente per le famiglie, n.

Dettagli

Schema del cammino GG e giovani

Schema del cammino GG e giovani Schema del cammino GG e giovani Professione di fede GIOVANISSIMI La dignità della persona umana La vocazione cristiana Una chiesa di discepoli GIOVANI Una chiesa di inviati Prima, seconda e terza superiore

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte:

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte: Sant Allucio 2015 «Beato l uomo che trova grande gioia nei tuoi comandamenti» perché i comandamenti del Signore sono gioia, perché il comando del Signore è amare e la gioia più grande di ogni cuore è proprio

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE DEI SETTORI PASTORALI AFFIDATI ALLA RESPONSABILITÀ DI UN VICARIO EPISCOPALE

RISTRUTTURAZIONE DEI SETTORI PASTORALI AFFIDATI ALLA RESPONSABILITÀ DI UN VICARIO EPISCOPALE RISTRUTTURAZIONE DEI SETTORI PASTORALI AFFIDATI ALLA RESPONSABILITÀ DI UN VICARIO EPISCOPALE Cancelleria Arcivescovile Prot. 2082 Tit. 1 Fasc. 8 Anno 2005 C A R L O C A F F A R R A PER GRAZIA DI DIO E

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

CAPPELLA della Sapienza Università di Roma Città Universitaria La Cappella della Sapienza è una comunità cristiana presente ed operante nella realtà universitaria dell Ateneo di Roma. Si propone di essere

Dettagli

NOVENA E FESTA ALLA MADONNA DEL POPOLO 3-8 SETTEMBRE DEDICAZIONE DELLA CHIESA CATTEDRALE 11-13 SETTEMBRE CATTEDRALE DI VERONA

NOVENA E FESTA ALLA MADONNA DEL POPOLO 3-8 SETTEMBRE DEDICAZIONE DELLA CHIESA CATTEDRALE 11-13 SETTEMBRE CATTEDRALE DI VERONA NOVENA E FESTA ALLA MADONNA DEL POPOLO 3-8 SETTEMBRE DEDICAZIONE DELLA CHIESA CATTEDRALE 11-13 SETTEMBRE Sei con noi per questa Novena e festa 2015 Simulacro quattrocentesco che manca dalla Cattedrale

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 10 al 17 gennaio 2016

PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 10 al 17 gennaio 2016 PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 10 al 17 gennaio 2016 DOMENICA 10 Gennaio Battesimo di GESU' ore 9,00-11,00 S.MESSA Battesimo : FISCHIETTI Rebecca LUNEDI' 11 Gennaio Non c'è la messa ore

Dettagli

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA ARCIDIOCESI DI MILANO Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA Milano, Basilica di Sant Eustorgio 25 settembre 2011 ARCIDIOCESI DI MILANO

Dettagli

I. Celebrazione del battesimo

I. Celebrazione del battesimo I. Celebrazione del battesimo Obiettivi Siamo al momento culminante della prima fase della pastorale pre e post battesimale. Dopo il cammino che ha coinvolto i genitori e ha interessato la comunità cristiana,

Dettagli

INCONTRO DI FORMAZIONE NUOVI DIRETTORI DIOCESANI DELLA PASTORALE MISSIONARIA (Centri Missionari Diocesani e Pontificie Opere Missionarie) Roma, 16 18 18 giugno 2009 Dal Vangelo secondo Matteo (28,19-20)

Dettagli

DELEGATE DIOCESANE USMI

DELEGATE DIOCESANE USMI DELEGATE DIOCESANE USMI 24-25 GENNAIO 2015 Lo Statuto USMI definisce con la parola animatrice l identità, la fisionomia e il cuore del compito della delegata diocesana. Così recita: la delegata diocesana

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/16 INSEGNANTI: Chirico Cecilia Calì Angela Bevilacqua Marianna CLASSE PRIMA Competenze Disciplinari Competenze

Dettagli

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI 5 febbraio S. AGATA, VERGINE E MARTIRE Patrona principale della città di Capua PREGHIERE: dal comune delle Vergini Al Dio tre volte santo, rivolgiamo

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

Settembre Dom 6 XXIII T.O. Dom 13 XXIV T.O. Dom 20 XXV T.O. Dom 27 XXVI T.O.

Settembre Dom 6 XXIII T.O. Dom 13 XXIV T.O. Dom 20 XXV T.O. Dom 27 XXVI T.O. 2015/2016 Settembre 2015 Mar 1 10ª Giornata per la custodia del creato (sola sensibilizzazione) Incontro di preghiera a Porto Cesareo Mer 2 Gio 3 Ven 4 Pellegrinaggio diocesano al Santuario Madonna de

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

Diocesi di Teramo-Atri

Diocesi di Teramo-Atri Diocesi di Teramo-Atri CALENDARIO PASTORALE anno 2015-2016 Settembre 2015 1 Ma 10.ma Giornata per la custodia del creato 2 Me 3 G Teramo, Sala Convegni Palazzo Vescovile ore 19: Sessione Straordinaria

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO

I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO I sette SACRAMENTI CATECHESI DI PAPA FRANCESCO SHALOM 1 Editrice Shalom - 06.08.2014 Trasfigurazione del Signore 2008 Fondazione di Religione Santi Francesco

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

<>

<<CORAGGIO, SONO IO>> Quaderno delle settimane 2014-2015 Il progetto Formativo ci presenta le settimane come una modalità in cui missione e formazione si intrecciano e si arricchiscono reciprocamente (PF

Dettagli

Percorso diocesano del Catecumenato degli adulti

Percorso diocesano del Catecumenato degli adulti Percorso diocesano del Catecumenato degli adulti 0. I Riferimenti teologico-pastorali Rito dell Iniziazione cristiana degli Adulti (RICA), LEV 1978 Consiglio Episcopale permanente della CEI, Nota pastorale.

Dettagli

lezioni-concerto per l anno accademico 2013-2014 Palermo In cerca di vita Eden Lezione: Prof. Rosario Pistone

lezioni-concerto per l anno accademico 2013-2014 Palermo In cerca di vita Eden Lezione: Prof. Rosario Pistone I Tre Giardini lezioni-concerto per l anno accademico 2013-2014 FACOLTÀ TEOLOGICA DI SICILIA Palermo 1 10 dicembre 2013 In cerca di vita Eden Lezione: Prof. Rosario Pistone 2 13 febbraio 2014 Poema d amore

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA 1) L alunno riconosce che Dio si è rivelato attraverso Gesù, stabilendo con l

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI VIVERE CON E PER CRISTO Evangelizzare significa: Convertire Portare

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico gruppo di lavoro 7 11 anni materiale per la sperimentazione diocesana SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico Versione aprile 2010 a cura di don

Dettagli

BUON ANNO PASTORALE A TUTTA LA COMUNITÀ

BUON ANNO PASTORALE A TUTTA LA COMUNITÀ All inizio del nuovo anno pastorale 2014-2015 viene distribuito alla comunità il Calendario Pastorale, segno del cammino comunitario e strumento utile per la programmazione delle diverse attività della

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA 1 QUADRIMESTRE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITÀ 1. L alunno riflette su Dio creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA SANTA CECILIA

ASSOCIAZIONE ITALIANA SANTA CECILIA ASSOCIAZIONE ITALIANA SANTA CECILIA TRE GIORNI DI FORMAZIONE LITURGICO MUSICALE convegno nazionale Cantare la speranza cristiana. Repertori per le celebrazioni rituali ASSISI 9 12 MARZO 2015 Lunedì 9 Marzo

Dettagli

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO I C1 INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO Per il celebrante e l'équipe battesimale Monizioni Accoglienza Siamo radunati sulla soglia della chiesa è un luogo altamente simbolico, poiché evoca l

Dettagli

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Vicariato di Verona centro Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Parrocchia della Cattedrale Ogni incontro vorrà essere sempre un esperienza di ecclesialità e tenendo presente i seguenti

Dettagli

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA Preparazione biblica al Sinodo Diocesano Elaborata da Michele Tomasi Il sinodo diocesano è un percorso comune di tutta la comunità cristiana della diocesi.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

NOVENA DI NATALE le letture antifone maggiori del Magnificat

NOVENA DI NATALE le letture antifone maggiori del Magnificat NOVENA DI NATALE I testi liturgici che preparano alla Solennità del Natale del Signore sono densi di una ricchezza notevole. La tradizionale Novena di Natale sorge proprio per colmare la difficoltà dei

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

I COLORI della CARITÀ

I COLORI della CARITÀ CARITAS DIOCESANA DI PALESTRINA I COLORI della CARITÀ Storia della Caritas Sostegno e Formazione Servizi alla persona Promozione Sociale Caritas Parrocchiali Caritas Diocesana STORIA DELLA CARITAS CARITAS

Dettagli

Sono parole che volentieri riprendo con voi, sicuro che aiuteranno la nostra fede e la nostra vita anche per il futuro.

Sono parole che volentieri riprendo con voi, sicuro che aiuteranno la nostra fede e la nostra vita anche per il futuro. Ci ritroviamo in Cattedrale per celebrare la santa Messa di ringraziamento per il dono di Papa Benedetto XVI ed anche per pregare per la Chiesa chiamata, per la responsabilità dei cardinali, ad eleggere

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

Nuovi itinerari di Iniziazione cristiana

Nuovi itinerari di Iniziazione cristiana ARCIDIOCESI DI SANT ANGELO DEI LOMBARDI-CONZA-NUSCO-BISACCIA UFFICIO CATECHISTICO DIOCESANO GIORNATA DI FORMAZIONE GOLETO, 15 SETTEMBRE 2012 Nuovi itinerari di Iniziazione cristiana La chiesa italiana

Dettagli

CALENDARIO PASTORALE ANNO 2013/2014

CALENDARIO PASTORALE ANNO 2013/2014 CALENDARIO PASTORALE ANNO 2013/2014 Settembre 2013 17 martedì Inizio Catechismo, Inizio preghiera Gesù Risorto 18 mercoledì 19 giovedì Incontro Catechisti Ore 17,30 22 domenica Inaugurazione nuovo anno

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Signore Gesù, come vuoi che sia la tua Chiesa? Chiesa intesa come una famiglia, dove ognuno deve sentirsi partecipe e vivo, ricordandosi che ognuno di noi è

Dettagli

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 1 Unità di apprendimento: La creazione del mondo Motivazione Aiutare

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA DIREZIONE DIDATTICA II CIRCOLO - MONDOVI Insegnanti: CRAVERO ELENA FIORENTINO STEFANIA SALVAGNO MARIA ANNO SCOLASTICO 20-20 Traguardi per lo sviluppo delle competenze

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

Distretto pastorale Torino Città

Distretto pastorale Torino Città Distretto pastorale Torino Città Unità Pastorali: 23 parrocchie: 110 abitanti: 993.395 Vicario Episcopale territoriale: Gottardo don Roberto UNITÀ PASTORALE N. 1 - CATTEDRALE Moderatore: Franco can. Carlo

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

3. Rito della benedizione senza la Messa

3. Rito della benedizione senza la Messa 3. Rito della benedizione senza la Messa INIZIO 500. Quando la comunità è già riunita, si può cantare il Salmo 33 (34) o eseguire un altro canto adatto. Terminato il canto, tutti si fanno il segno della

Dettagli

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI 1 Ti ringraziamo, Signore, perché ci permetti di entrare in questo itinerario di formazione e di comunione con tutti i fratelli. Guidaci

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr.

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr. I Quaresima B Padre buono, ti ringraziamo per aver nuovamente condotto la tua Chiesa nel deserto di questa Quaresima: donale di poterla vivere come un tempo privilegiato di conversione e di incontro con

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

Case di Spiritualità. e Accoglienza. Case di Spiritualità. e di Accoglienza

Case di Spiritualità. e Accoglienza. Case di Spiritualità. e di Accoglienza Case di Spiritualità e Accoglienza Case di Spiritualità e di Accoglienza 209 210 CASE DI SPIRITUALIT E ACCOGLIENZA CASE DI SPIRITUALITÀ E DI ACCOGLIENZA 1. Casa del Clero Via Cimino, 24-89127 Reggio Cal.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA I.C. Gozzi-Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Insegnanti: Tanja Lo Schiavo Andrea Musso Silvia Trotta 1 Istituto Comprensivo Gozzi Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE

Dettagli

San Giovanni. Battista

San Giovanni. Battista parrocchia di San Giovanni Battista 13 maggio 2012 VI domenica di Pasqua Catechesi di S. S. Benedetto XVI IL PRIMATO DELLA PREGHIERA E DELLA PAROLA DI DIO (AT 6, 1-7) Mercoledì 25 aprile 2012 Cari fratelli

Dettagli