Bastone con il navigatore l aiuto per gli ipovedenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bastone con il navigatore l aiuto per gli ipovedenti"

Transcript

1 Bastone con il navigatore l aiuto per gli ipovedenti Baselga di Piné (TR) - Gli ipovedenti e i ciechi, grazie all intuizione dell architetto Vito Panni di Baselga di Piné, ma anche alla collaborazione di tante altre persone, potranno tra non molto spostarsi con sufficiente tranquillità da soli, aiutandosi con il nuovo bastone elettronico dotato di un sistema di navigazione. Il prototipo, il IV finora, progettato e studiato dall ingegner Piero De Gasperi ha ritirato, in questi giorni a Milano, al Museo della Scienza e della tecnologia, il primo premio Lifeability per innovazioni tecnologiche rivolte al sociale, istituito dal Lyons Club Italiano, sbaragliando altri 153 progetti presentati nelle varie categorie.. L idea di un nuovo bastone, perché esiste già sul mercato il Bel francese un prodotto piuttosto costoso e con delle rigidità, è nata in Panni alcuni anni fa ed è piaciuta subito a molti. Ha trovato un primo importante supporto, anche finanziario, nell Associazione S ciap che organizzando la settimana del Dragon Festival, sul lago della Serraia, ha sostenuto e reso visibile questo interessante progetto che renderà meno pesante una grande disabilità. In seguito, presentato, tra dieci progetti, nel concorso di Cuore Solidale istituito dalla Cassa Rurale Pinetana, Fornace e Seregnano è stato il più votato dai soci ed ha vinto il primo premio. «A questo punto era necessario attivarsi al più presto - dice Panni, - e trovare un progettista. All inizio avevo pensato a un giovane ingegnere ipovedente egli stesso per rendere il bastone non solo un prolungamento della mano ma quasi gli occhi di chi lo porta». Il passa parola e l entusiasmo hanno contagiato anche i soci del Lyons Club Valsugana i quali sono diventati i padrini del progetto. «Ho incontrato molte persone che si sono date da fare per trovare chi faceva al mio caso, ma nel giro delle nostre conoscenze non abbiamo trovato un ingegnere ipovedente interessato». Hanno incontrato, invece, un neo-laureato l ingegner meccatronico Piero De Gasperi che si è subito interessato al progetto, studiandolo e migliorandolo con la collaborazione di Giovanni Fedel, un ipovedente che con i suoi consigli e la sua splendida disponibilità ha contribuito alla nuova costruzione. De Gasperi ha così assemblato al bastone bianco convenzionale la componentistica che gli permette di riconoscere ostacoli frontali a diverse distanze oltre a percepire la presenza di buche, dislivelli e, anche, spazi vuoti, come i tombini aperti ed è già stato collaudato con successo da Giovanni. «Il nostro bastone Bel, oltre al costo molto più accessibile», prosegue Vito Panni, «sarà possibile anche plasmarlo sulle singole esigenze perché è stato dotato anche di un sistema di navigazione». fonte: trentino.it 2 luglio 2012

2 Quando lo smartphone sarà il cane-guida dei ciechi Andare al lavoro, trovare uffici o negozi, riconoscere le persone quando si entra in una stanza, camminare senza andare contro agli ostacoli. Tutto semplice per chi vede, una sfida continua per chi è cieco. Oggi però, grazie alle nuove tecnologie, il sogno dell'autonomia, quella vera, è più vicino anche per i non vedenti: in un convegno organizzato a Pisa dalla Fondazione Andrea Bocelli sono state infatti discusse alcune soluzioni innovative che in un prossimo futuro potrebbero finalmente aiutare i non vedenti a rompere le barriere della disabilità e non dover dipendere dagli altri. PROGETTO FIFTH SENSE Il convegno è anche l'occasione per presentare nel nostro Paese la Fondazione voluta dal tenore Andrea Bocelli, nata lo scorso dicembre a Los Angeles con un concerto di big della musica attraverso cui sono stati raccolti i primi fondi per sostenere progetti di ricerca nell'ambito del programma "Sfide" della Fondazione stessa (il secondo programma attivo, "Break the barrier", prevede progetti di aiuto alle fasce più deboli e povere della popolazione). Fra i primi frutti della ricerca scientifica promossa dalla Fondazione c'è il progetto "MIT Fifth Sense", che coinvolge Seth Teller del Computer Science Artificial Laboratory del Massachusetts Institute of Technology di Boston: scopo, rendere autonomo il non vedente attraverso la tecnologia. «L'obiettivo è mettere a punto, nei prossimi anni, uno strumento portatile che garantisca al non vedente alcune delle funzioni della visione per arrivare a una mobilità indipendente, accedere come tutti alle informazioni di interesse, vivere una normale vita sociale e lavorare in autonomia ha spiegato Teller, che coordina i progetti del MIT. Stiamo perciò focalizzandoci su un sistema di navigazione indoor che attraverso telecamere portatili nascoste e display tattili consenta al cieco di muoversi in un ambiente che non conosce, riconoscendo le persone vicine ed evitando ostacoli o pericoli; stiamo cercando metodi per fornire informazioni e avvisi con vibrazioni o interfacce tattili per non disturbare il senso dell'udito, così importante per chi non vede». TECNOLOGIE I ricercatori del MIT non sono gli unici che stanno lavorando per rendere la vita più semplice ai non vedenti: all'università di Palermo Ilenia Tinnirello sta studiando come rendere gli smartphone, fra gli strumenti tecnologici oggi più diffusi, veri e propri cani-guida per ciechi. La ricercatrice sta realizzando un'applicazione per la navigazione indoor che sfrutta i punti di accesso alla rete WiFi per localizzare l'utente, a cui dà informazioni attraverso touchscreen che producono semplici segnali tattili: l'interfaccia è a buon punto e soprattutto, sottolinea Tinnirello, «è a buon mercato perché sfrutta tecnologie che sono già a disposizione della maggioranza della popolazione». Vanno nella stessa direzione il Dispositivo Orientamento Ciechi per gli spazi aperti e il Graphical Access for Blind users che serve a orientarsi su mappe e dati, proposti dalla Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, mentre dalla Hebrew University di Gerusalemme arrivano prototipi di sensori sostitutivi o protesi visuali che forniscono informazioni visive al cieco usando il senso dell'udito o del tatto, sfruttabili per la neuroriabilitazione visiva di chi non vede grazie alla grande plasticità del cervello umano. Intanto, Barbara Leporini del CNR di Pisa sta studiando come rendere i social network più fruibili dai non vedenti attraverso lettori e sintetizzatori vocali. E non potevano mancare studi sull'accessibilità della musica, condotti da ricercatori dell'università di Firenze che hanno ideato numerosi sistemi per consentire a chi non vede di comporre e leggere spartiti: dalla rappresentazione musicale simbolica alla codifica delle note in Braille, perché anche i non vedenti possano diventare musicisti o magari tenori proprio come Andrea Bocelli. fonte: corriere.it 5 luglio 2012

3 Un invenzione che ridà la parola Un invenzione degna dei migliori film di fantascienza diventa realtà. Un nuovo scanner cerebrale per aiutare le persone completamente inabili a parlare, consentendo loro di tramutare pensieri in parole. E la nuova eccitante scoperta condotta dalla British Neurologic Association e apparsa sulla rivista Current Biology. L apparecchio utilizza la risonanza magnetica funzionale, che monitora l attività del cervello misurando il flusso sanguigno, per aiutare i pazienti a scegliere tra 27 caratteri alfabetici. Ogni lettera (spazi inclusi) produce un diverso passaggio di sangue nel cervello. Il dispositivo interpreta questi schemi traducendoli. Non sarà invasivo, è immediatamente operativo (la comunicazione con il paziente è creata già nel breve termine) e ha un elevato potenziale in termini di diagnostica. Offre infatti la possibilità di capire cosa succede all interno della nostra materia grigia. fonte: west.info.eu 5 luglio 2012

4 Un'app per un turismo più accessibile Realizzata da Village For All per dare informazioni attendibili a chi ha esigenze «speciali» Nel villaggio ci sarà il percorso tattile per raggiungere il ristorante col proprio bastone? La porta della stanza d albergo sarà abbastanza larga per entrare con la sedia? Dettagli per nulla scontati per turisti con esigenze «speciali». Anche se la struttura alberghiera individuata o lo stabilimento balneare scelto sono accessibili, una volta arrivati sul posto c è il rischio di trovare qualche spiacevole imprevisto che potrebbe rovinare la vacanza. Per garantire informazioni affidabili a chi ha una disabilità motoria o sensoriale, oppure il diabete o la celiachia, arriva un sistema innovativo, un app per ipad. Si chiama V4AInside e l ha ideata Village for all, un network di strutture accessibili (finora sono 31 quelle che hanno aderito in 13 regioni italiane e in Croazia). L applicazione permette di rilevare, tramite ipad, dati oggettivi e attendibili, per esempio su un albergo, un villaggio o un ristorante. CARENZA DI INFORMAZIONI - Per quattro milioni di potenziali turisti speciali uno dei principali ostacoli è proprio la carenza di informazioni quando si sceglie la vacanza. «Non è semplice trovare notizie utili in base alle proprie esigenze - afferma Roberto Vitali, presidente di Village for all -. Quando i gestori decidono di affiliarsi al nostro marchio di qualità, per verificare l accessibilità della struttura mandiamo sul posto esperti che raccolgono dati oggettivi, come per esempio le misure di camera da letto e bagno o la presenza di un percorso tattile che porta all ascensore. Il nostro questionario contiene più di 800 voci da verificare, il che permette all utente di trovare la porta della stanza esattamente di quella larghezza che abbiamo rilevato continua Vitali -. Ora, con V4AInside sarà possibile, tramite un ipad, una diffusione universale delle informazioni sull'accessibilità, ma anche abbattere di almeno il 50% i costi delle rilevazioni che sono molto alti». SPERIMENTAZIONE IN EMILIA ROMAGNA - Una volta rilevati, i dati vengono inviati al server di Village for all e resi subito disponibili online. Allo stesso tempo, il server produce mappe della struttura e segnala al gestore i punti critici rilevati, suggerendo, quindi, una serie di interventi per migliorare l accessibilità, per esempio la rampa per accedere al ristorante o la presenza nel menu di prodotti senza glutine per clienti che soffrono di celiachia. «Col nuovo sistema stiamo avviando in Emilia Romagna un progetto di sperimentazione con l Apt, che si occupa di promozione del turismo riferisce Vitali -. Durerà un paio d anni e permetterà di fare le rilevazioni in 500 strutture turistiche della regione, in modo da individuare eventuali punti critici in tema di accessibilità e adeguare l offerta turistica». fonte: corrieredellasera.it 12 luglio 2012

5 Nasce a Pisa il robot per i bambini con autismo Un team di ricercatori del centro E.Piaggio dell Università di Pisa ha messo a punto un robot per curare i bambini con autismo. Si chiama Face (Facial Automaton for Conveying Emotions ), ha le sembianze di una donna ed è capace di riprodurre le espressioni facciali in base alle emozioni provate e soprattutto di interagire con gli esseri umani. Lo scopo è quello di fornire ai terapisti uno strumento in più per aiutare i piccoli affetti da questa sindrome a interpretare e imitare la mimica facciale di questo androide. Molte sono le speranze riposte in questa invenzione, visto che alcuni esperimenti hanno dimostrato come le persone autistiche trovino stimolante e accattivante avere a che fare con questo genere di umanoidi. fonte: west-info.eu 25 luglio 2012

6 Il bricolage domestico degli ausili per disabili Un ausilio per l' auto costa euro. In Thailandia si trova per pochi spiccioli C'è chi la crisi la sente più, chi meno. Chi deve tagliare il superfluo soffre, ma sopravvive. Chi deve rinunciare a un ausilio per vivere, piuttosto si arrangia e se lo costruisce da solo. Il problema dei costi proibitivi degli apparecchi che consentono a molti disabili una vita appena decente è sempre più diffuso, questo ha acceso una straordinaria attitudine al faida-te da parte dei genitori e parenti. Chi ha un figlio disabile dovrebbe ritagliare dal suo budget familiare cifre notevoli, non sempre per tutti è possibile. Occorrono euro per un passeggino, per la cappotta abbinata, 300 euro per un pezzo di ferro su cui scorre un sedile, euro per una seggiolino in gommapiuma e velcro, 870 euro per un paio di scarpe taglia 32, euro per una sedia a ruote: non oggetti di lusso, ma ausili indispensabili per rendere meno faticosa la vita di bambini e adulti con gravi disabilità. Sono naturalmente prezzi che costringono molte famiglie a ingegnarsi ad adattare o addirittura inventare di sana pianta, ausili per i loro figli o nipoti. Il fenomeno è noto già da qualche tempo in Francia, dove addirittura esiste un concorso, promosso da Handicap International e Leroy Merlin, che da 15 offre un sostegno materiale alle migliori invenzioni proposte da parenti e amici di disabili. Un'inchiesta fatta da Redattore Sociale ha permesso di individuare anche nel nostro paese esempi eccelsi di questo particolare bricolage. Aldo Dall'Ara, nonno Aldo, per portare la nipote Elena a spasso per il centro di Cesena ha inventato la tricicletta. Si tratta di una mountain bike a cui ha adattato anteriormente un carrello dove può far salire la carrozzina della ragazza e portarla in giro per vari chilometri, piuttosto che il solito giretto al caldo spinta a mano per la città. Il problema dell'ausilio auto costruito nasce anche da una perversa normativa che permette alle ditte costruttrici l' assoluto monopolio degli apparecchi per disabili. Chiara Bonanno è un'assistente sociale e mamma di un ragazzo con grave disabilità, dal suo blog lancia una provocazione: Per abbassare i costi degli ausili, ci vorrebbero i cinesi! Per la Bonanno ci sarebbe una grande speculazione nel mercato nazionale degli ausili. La particolare carrozzina di mio figlio, costa euro, come un'automobile di lusso. Un mio amico disabile passa sei mesi l'anno in Thailandia: ha comprato lì un ausilio per l'automobile, molto semplice, che serve a comandare un pedale con le mani: l'ha pagato pochi euro, mentre qui costa più di euro, perché in Italia c'è una sola ditta che lo produce. Così le famiglie si arrangiano e fanno di necessità virtù. E' mortificante scoprire dall' inchiesta di Redattore Sociale che un ausilio per la seduta, fatto di velcro e gommapiuma, chiamato Squiggles, viene venduto a circa euro, ma con 100 euro di materiale e l' aiuto di un terapista molti hanno imparato a farselo in casa. Ancor più paradossale è scoprire che i prodotti più riusciti dell' ingegno, che nasce dalla disperazione dei genitori, possono a loro volta ispirare il mercato. E' il caso del guscio, una seduta in gommapiuma che si modella sulla persona disabile, nasce dall'idea di un genitore che l' aveva costruita in casa, non potendosi permettere soluzioni molto più costose. Un'azienda di Reggio Emilia ha ripreso l'idea, l'ha modificata e ora si rivende il guscio a più di euro. fonte: lastampa.it 30 luglio 2012

7 La "tricicletta" di Nonno Aldo Più di quattromila euro per un passeggino; per la cappotta abbinata, mille euro per una seggiolino in gommapiuma e velcro, 870 euro per un paio di scarpe taglia 32. Non oggetti di lusso, ma ausili indispensabili per rendere meno faticosa la vita di bambini e adulti con gravi disabilità. Costi altissimi, insostenibili per molte famiglie, che si ingegnano e adattano, o addirittura inventano, ausili per i loro figli o nipoti. In Francia c è un concorso, dedicato alle loro idee, promosso ha Handicap International e Leroy Merlin: da 15 anni offre un sostegno materiale alle migliori invenzioni proposte da parenti e amici. Aldo Dall Ara, nonno Aldo, vive a Cesena e non può partecipare al concorso, altrimenti forse si aggiudicherebbe il primo premio, con la tricicletta inventata per la nipotina Elena: da giugno la porta ogni sera a spasso, per le vie del centro, senza che nessuno dei due soffra il caldo estivo. Un alternativa la propone Fabiana Rosa, terapista, che di casi ne ha visti tanti e sa quanto spendono le famiglie per ausili che poi, spesso, non sono neanche quelli giusti: bisognerebbe permettere agli enti di riprendere indietro gli ausili inutilizzati, consentendo così ad altri di servirsene. Oggi non si può, è vietato, e ausili anche costosissimi vengono buttati dopo pochi anni. Creatività d'oltralpe. In Francia già da 15 anni esiste un concorso dedicato proprio a queste idee e che ha prodotto la nuova guida Les 20 idées des papas bricoleurs et mamans astucieuses pour partager astuces et innovations qui facilitent et améliorent l autonomie et le quotidien des personnes handicapées ( Le 20 idee di papà costruttori e mamme intelligenti per condividere astuzie e innovazioni che facilitano e migliorano l autonomia e la quotidianità delle persone con disabilità ), in cui sono raccolte le idee vincitrici della 15a edizione. L iniziativa è promossa da Handicap International e Leroy Merlin, con lo scopo di raccontare e condividere le invenzioni delle famiglie delle persone disabili. Le idee vincitrici vengono premiate con un sostengo concreto per la loro realizzazione: euro per il primo classificato, 800 per il secondo, 400 per il premio Coup de coeur. I premi vengono assegnati in buoni d acquisto presso i negozi di Leroy Merlain, dove le famiglie possono trovare tutto ciò che serve per dare forma alla loro idea. Da notare che i costi per la realizzazione degli ausili inventati generalmente non superano i 30 euro. La tricicletta di Nono Aldo. ''Quando andiamo in giro per le vie di Cesena, la sera, Elena ride come una matta, sulla nuova tricicletta e con l aria che la rinfresca. Aldo Dall Ara è orgoglioso della sua invenzione. Quella che lui chiama tricicletta è un vero e proprio ausilio, che ha escogitato per portare a spasso la sua nipotina senza farle soffrire il caldo. Tutto l anno, quasi ogni giorno, porto Elena a spasso al centro di Cesena, spingendo la sua carrozzina: facciamo almeno 4-5 chilometri, mi tengo in forma, salutiamo tutti i negozianti e lei è contenta. Con l arrivo dell estate, ho pensato di portarla in bicicletta, per sentire l aria in faccia e soffrire meno il caldo. Ho lavorato circa un mese, forse un mese e mezzo: qualche ora al giorno, poi mille ripensamenti, i sogni la notte. A giugno, era pronta e, da quel giorno, quasi ogni sera ci facciamo il nostro giro. Noi ci divertiamo, i suoi genitori si riposano. Per costruirla, nonno Aldo ha ripescato nella sua memoria. Quando ero piccolo, andavo con mia mamma a vendere giocattoli nelle fiere. Usavamo una specie di triciclo, simile a questo, che avevo fabbricato io: davanti, aveva un cassone in cui caricavamo tutta la merce e che poi, una volta arrivati, funzionava come banco. Mi sono ispirato a quello.

8 Come base Aldo ha utilizzato una vecchia mountain bike del genero. La cosa più difficile e più importante è stato indovinare i pesi: se non è ben bilanciata, sbanda e rischia di rovesciarsi in curva. Poi ho riprodotto, sul sedile, lo stesso aggancio con cui, sulla carrozzina, sistemiamo lo schienale (una sorta di riduttore, ndr) che le permette di fare a meno del busto. Così, posso agganciare direttamente quello sulla bicicletta e lei non deve indossare quel corpetto che la fa sudare. Ora, col passare dei giorni, stanno aumentando gli accessori: Ho messo il parafango, il portapacchi, i fari anteriori e posteriori e un campanello che, quando lo suono, la fa tanto ridere. Qualche giorno fa, poi, ho visto una macchina di San Marino targata Bello : così, ho deciso di mettere anch io la targa alla tribici, con scritto Elena. Non solo bricolage. Come risolvere la speculazione sugli ausili e abbassare i costi? Facile: basterebbe permettere il loro riuso. Fabiana Rosa è terapista e di casi ne vede molti, ogni giorno. Sa quanto devono faticare le famiglie dei bambini che cura, per trovare l ausilio adatto e poi per procurarselo. E sa che, in molti casi, l ausilio ha vita breve e, soprattutto nel caso dei bambini, deve presto essere sostituito. Tutti gli ausili prescritti in età evolutiva spiega - durano circa 6 mesi e poi vengono buttati. Perché? Perché nessuno può riprenderli indietro e recuperarli. Gli enti non possono farlo, neppure sotto forma di donazione: è vietato. Il noleggio è previsto, ma a carico dell utente e per periodi brevi. In molti casi, poi, l ausilio prescritto e comprato a caro prezzo non è proprio quello giusto. Seguo un bimbo molto grave ci racconta in nulla autonomo. Per lavarlo, la mamma ha chiesto alla asl una sediolina da mare, che costava 150 euro. Gliel hanno negata, prescrivendogliene una che costava quasi euro, e con la quale, per di più, lui si ferisce. Il problema è che a volte non sono le famiglie a scegliere, né i terapisti che hanno in cura i bambini. A prescrivere gli ausili sono i fisiatri: e se le scelta non è quella giusta, devi arrangiarti, perché un altro ausilio con la stessa funzione non ti sarà accordato. E quanto accade, per esempio, con lo Squiggles, un ausilio per la seduta che, spiega Fabiana, è molto adatto per il gioco e l attività, ma non per la seduta posturale. Il problema è continua che nel nomenclatore lo Squiggles è inserito appunto come seduta posturale. Quindi, se ti è stato già prescritto un altro ausilio per la seduta, questo non ti sarà assegnato, se non a fronte di una estenuante lotta burocratica, che poche famiglie sono disposte a sostenere, per ottenere quello che spetta loro di diritto. Altrimenti, lo Squiggles si può comprare privatamente, ma costa moltissimo, per quanto sia fatto con gommapiuma e velcro. E questo uno dei motivi per cui i genitori imparano ad aggiustare, ad adattare e anche a creare ausili e sedute, con l aiuto dei terapisti. Anche il tutore più semplice, fatto di plastica modellata con una fonte di calore, costa euro. Eppure non parliamo delle protesi di Pistorius o delle gambe di Zanardi, ma di semplici ausili che servono nella vita quotidiana!. fonte: avvenire.it - 30 luglio 2012

9 Uno scriba in soccorso dei non udenti Scribe registra una conversazione tramite il microfono dello smartphone e invia il file al Mechanical Turk di Amazon. Qui la traccia viene sbobinata e poi rispedita al mittente. Così chi non ha il dono dell'udito potrà capire cosa gli accade intorno grazie a dei sottotitoli. Sottotitoli ovunque - Immaginate per un attimo di essere in strada a chiacchierare con un vostro amico, o al lavoro nel corso di una riunione, o ancora al parco comodamente seduti su di una panchina. Immaginate che ogni singola situazione, ogni scena sia sottotitolata per spiegarvi cosa sta succedendo, chi sta parlando e cosa sta dicendo. Potrebbe sembrare fastidioso, no? Ora immaginate di essere sordi, e capirete che quei sottotitoli potrebbero davvero cambiarvi la vita. Questo, almeno, è l'obiettivo di un team di ricerca dell Università di Rochester (USA) che sta sviluppando Scribe. Si tratta di un app che dovrebbe fornire a persone prive dell udito sottotitoli quasi in tempo reale di quello che accade loro intorno. Come funzione Scribe - Il funzionamento alla base di Scribe è, allo stesso tempo, tanto semplice quanto complesso. Scribe parte dall'assunto che ogni scambio vocale può essere restituito tramite un testo scritto e si basa quindi sulle registrazioni delle conversazioni cui le persone prive di udito prendono parte. Queste conversazioni, tramite lo smartphone, sono prima registrate e poi inviate in tempo reale a un server centrale collegato con il centro servizi di crowdsourcing Mechanical Turk di Amazon. Qui le conversazioni vengono sbobinate contemporaneamente da vari "ascoltatori", confrontate e poi inviate, a mo di sottotitoli, allo smartphone da cui è partita la registrazione. Chi non ha il dono dell'udito potrà così leggere in pochi istanti quello che gli sta succedendo intorno. I trucchetti del mestiere - Scribe, per velocizzare le operazioni di sbobinatura, non aspetterà che venga raggiunto il 100% di accuratezza. Gli studiosi di Rochester hanno pensato a dei trucchetti in grado di eliminare automaticamente gli errori di battitura più comuni. Se qualcuno, per esempio, dovesse digitare per errore la parola dsto, Scribe riconoscerà automaticamente che si parla di dato e non di dito, visto che la lettera a è più vicina alla lettera s di quanto lo sia la lettera i. La percentuale media di accuratezza raggiunta tramite questo sistema è del 77%, molto più bassa dell 88,5% che si potrebbe raggiungere con stenografi professionisti. Ma se si confrontano i costi, si capisce che la vittoria è nelle mani dello scriba. fonte: Jack - 30 luglio 2012

10 Ausili per disabili. "I costi? Si abbasseranno solo quando li venderanno i cinesi" Chiara Bonanno, mamma di un ragazzo disabile e assistente sociale: "Col meccanismo del rimborso si supererebbero monopolio e speculazione. Oggi uno Squiggles costa euro, ma le famiglie possono produrlo facilmente con 100 euro" Chiara Bonanno è assistente sociale e mamma di un ragazzo con grave disabilità. Ha tanta esperienza, che racconta e condivide sul suo sito, combatte ogni giorno le sue battaglie e una sua idea se l'è fatta: "Per abbassare i costi degli ausili, ci vorrebbero i cinesi": non solo una provocazione, visto che "i rivenditori cinesi già hanno alcuni ausili. A bloccarli, per il momento, sono solo i severi regolamenti europei sulla sicurezza. Ma sono sicura che presto troveremo carrozzine e altri ausili anche dai cinesi. E finalmente, forse, i prezzi di abbasseranno". Dietro i costi esorbitanti di tanti ausili, spesso molto semplici, c'è infatti "una grande speculazione. La carrozzina di mio figlio, che doveva rispondere alle sue esigenze particolari, costa euro, come un'automobile di lusso. Un mio amico disabile passa sei mesi l'anno in Thailandia: ha comprato lì un ausilio per l'automobile, molto semplice, che serve a comandare un pedale con le mani: l'ha pagato pochi euro, mentre qui costa più di euro, perché in Italia c'è una sola ditta che lo produce. Speculazione e monopolio, ecco qual è il problema. Nei centri di riabilitazione, negli ospedali e perfino negli uffici protesici si creano delle convenzioni' con rappresentanze di aziende ortopediche, che veicolano gli acquisti degli utenti. Ma la speculazione consiste anche nella riduzione della performance. E' la vicenda che mi è accaduta ultimamente, con il comunicatore di mio figlio: la ditta americana che lo produceva, assicurava 4 minuti di registrazione e lo vendeva a 150 euro. La ditta che lo rivende in Italia, ha aumentato il prezzo e dimezzato la prestazione. In questo modo, le famiglie sono costrette ad acquistarne due, perché a scuola i 4 minuti di registrazione sono necessari". La soluzione? Per Chiara ci sarebbe, ma "è un'idea rivoluzionaria, che molti non condividono: introdurre il meccanismo del rimborso. Dovrebbe funzionare come l'assistenza indiretta: la famiglia acquista l'ausilio dove vuole e successivamente viene rimborsata dalla Asl". Intanto, però, "la necessità aguzza l'ingegno e le famiglie sono vulcani di idee. Tanti degli ausili commercializzati dalle ditte sono frutto di idee dei familiari. Lo Squiggles, per esempio, che è un ausilio per la seduta, fatto di velcro e gommapiuma, viene venduto a circa euro, ma sicuramente è stato inventato dalle famiglie: con 100 euro di materiale con l'aiuto del terapista, chiunque può fabbricarlo. Anche il guscio, una seduta in gommapiuma che viene modellata sulla persona disabile e adattata alla postura, è nata dall'idea di un genitore. L'ha poi visto un'azienda di Reggio Emilia, che ha ripreso l'idea, l'ha modificata e ora si rivende il guscio a più di euro". fonte: superabile.it - 30 luglio 2012

Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA

Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA CHI È BAMA? Siamo un azienda tutta italiana che da oltre tre decenni rende la vostra quotidianità più comoda e più allegra, grazie a prodotti

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

E un idea nata per caso

E un idea nata per caso Che cos è? E un idea nata per caso E possibile realizzare ciclabili vicine, parallele o immediatamente affiancate alle grandi vie presenti nel Paese? Collegamenti sostenibili ed ecologici che permetterebbero

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Phonak CROS II. La soluzione intelligente per l ipoacusia unilaterale

Phonak CROS II. La soluzione intelligente per l ipoacusia unilaterale Phonak CROS II La soluzione intelligente per l ipoacusia unilaterale I trasmettitori CROS mi hanno restituito il suono e la mia vita. Udito unilaterale Se vi trovate in una stanza rumorosa e non riuscite

Dettagli

Università di Trieste

Università di Trieste Università di Trieste Dipartimento di Scienze Umane Sussidi e Ausili Laboratorio gestione problematiche legate ai disturbi visivi a.a. 2012-2013 Fabio Corsi, Ph.D. Due sinonimi? Ora inizieremo a trattare

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry I NONNI Obiettivo: riconoscere il sentimento che ci lega ai nonni. Attività: ascolto e comprensione di racconti, conversazioni guidate. Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry Quando Roberto

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

UN DECRETO DA DIPORTO Di Giuliano Marrucci

UN DECRETO DA DIPORTO Di Giuliano Marrucci UN DECRETO DA DIPORTO Di Giuliano Marrucci MILENA IN STUDIO Per far ripartire la cantieristica da Agosto è stato tolta la tassa di possesso sulle barche fino a 14 metri e dimezzata quella fino a 20, proposta

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un a me del cellulare piace a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un incidente è molto utile a me il cellulare piace ma me lo prendono solo a 12 anni. La cosa più bella è

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

STIAMO COI PIEDI PER TERRA. GUIDA per la PREVENZIONE DELLE CADUTE 1

STIAMO COI PIEDI PER TERRA. GUIDA per la PREVENZIONE DELLE CADUTE 1 STIAMO COI PIEDI PER TERRA GUIDA per la PREVENZIONE DELLE CADUTE 1 Le cadute che possono verificarsi in casa, per la strada, in ospedale o presso le strutture per anziani o disabili sono un grave problema

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

LEZIONE 5 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI

LEZIONE 5 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI LEZIONE 5 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI A.Completa le frasi coniugando i verbi tra parentesi al passato (imperfetto, passato prossimo trapassato prossimo) 1. Quando SIAMO ARRIVATI/E al cinema il film

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

TASTIERA COLORI&PAROLE (PER UNA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA)

TASTIERA COLORI&PAROLE (PER UNA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA) Modena, Maggio 2011 Presenta TASTIERA COLORI&PAROLE (PER UNA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA) INTRODUZIONE... 2 COME UTILIZZARE LA TASTIERA... 6 DETTAGLI TASTIERE... 8 1 INTRODUZIONE Assieme ad altre tastiere

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Newsletter gennaio 2015

Newsletter gennaio 2015 Newsletter gennaio 2015 Anche nel 2014, il nostro Villaggio si è confermato come una realtà in continuo movimento. In questo periodo ancora così difficile, i bisogni si evolvono e il Villaggio si evolve

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

INDAGINE SUI GIOCHI E SUI GIOCATTOLI Classe 2 a A A. S. 2007/08. Intervista

INDAGINE SUI GIOCHI E SUI GIOCATTOLI Classe 2 a A A. S. 2007/08. Intervista Allegato 11 INDAGINE SUI GIOCHI E SUI GIOCATTOLI Classe 2 a A A. S. 2007/08 Proponi ai nonni e ai genitori la seguente intervista Intervista 1. Con che cosa giocavi? 2. Chi ti comprava i giochi? 3. Ne

Dettagli

TECNICHE DI DISTRAZIONE

TECNICHE DI DISTRAZIONE TECNICHE DI DISTRAZIONE Dobbiamo renderci conto che l ansia, la paura, la preoccupazione, sono sempre associati ad alcuni Pensieri Particolari per ogni persona, ed ognuno di noi Pensa, ha Immagini Particolari

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

MUSIC UP Musica, Innovazione e Imprese

MUSIC UP Musica, Innovazione e Imprese MEDIMEX 2015 MUSIC UP Musica, Innovazione e Imprese Anche nel 2015 Medimex intende affrontare, con gli eventi di MUSIC UP, il rapporto fra Musica e Creazione d Impresa, attraverso un evento di tre gironi

Dettagli

TASTIERA COLORI&PAROLE (PER UNA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA)

TASTIERA COLORI&PAROLE (PER UNA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA) Modena, dicembre 2007 Presenta TASTIERA COLORI&PAROLE (PER UNA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA) INTRODUZIONE...2 COME UTILIZZARE LA TASTIERA...5 DETTAGLI TASTIERE...7 1 INTRODUZIONE Assieme ad altre tastiere

Dettagli

TASTIERA COLORI&PAROLE (PER UNA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA)

TASTIERA COLORI&PAROLE (PER UNA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA) Modena, Maggio 2011 Presenta TASTIERA COLORI&PAROLE (PER UNA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA) INTRODUZIONE... 2 COME UTILIZZARE LA TASTIERA... 6 DETTAGLI TASTIERE... 8 1 INTRODUZIONE Assieme ad altre tastiere

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 -

PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 - PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 - Indice: 1. Presentazione di me stesso. 2. Come ho imparato ad usare il p. c. 3. Che programmi ci sono nel

Dettagli

I CONTESTI DELL INFANZIA AGLI OCCHI DEI BAMBINI ANALISI DEI DISEGNI E DELLE INTERVISTE INDIVIDUALI. Vincenza Pellegrino

I CONTESTI DELL INFANZIA AGLI OCCHI DEI BAMBINI ANALISI DEI DISEGNI E DELLE INTERVISTE INDIVIDUALI. Vincenza Pellegrino I CONTESTI DELL INFANZIA AGLI OCCHI DEI BAMBINI ANALISI DEI DISEGNI E DELLE INTERVISTE INDIVIDUALI Vincenza Pellegrino Definire il costrutto di contesti ( sentirsi in relazione ) Il campo da calcio mentre

Dettagli

Cosa e' INTERNET UN PROVIDER password L'indirizzo IP Il tuo computer ogni volta che ti colleghi ad Internet, sia che utilizzi un modem (USB/ethernet) oppure un router (adsl, hdsl, cdn,...) riceve

Dettagli

Facciamo rete 15 gennaio 2014

Facciamo rete 15 gennaio 2014 Facciamo rete 15 gennaio 2014 8 marzo 1990 marzo 1991 (Iperbole 9 gennaio 1995) Tutti i plessi hanno una connessione a Internet Tutte le classi di scuola primaria e secondaria hanno almeno un PC in classe

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma. La nostra città mi piace molto, ma negli ultimi

Dettagli

SCHIACCIARE DEI NUMERI

SCHIACCIARE DEI NUMERI Scuola dell'infanzia Barchetta Sezione 4 anni Ins.: Rosa Aggazio PROVIAMO AD ANDARE INDIETRO NEL TEMPO: ESTATE, MACCHINA FOTOGRAFICA E VIA ALLA RICERCA DI NUMERI! LE FOTO SONO UN OTTIMO AIUTO PER PORTARCI

Dettagli

Serena vive, scrive, comunica

Serena vive, scrive, comunica Serena vive, scrive, comunica Serena Negrisolo SERENA VIVE, SCRIVE, COMUNICA Poesie alla mia cara mamma a Marcella al mio papà Introduzione Sono Pino, il papà di Serena. Al termine del terzo anno di

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO

MILENA GABANELLI IN STUDIO COME VA A FINIRE? Contanti saluti al nero aggiornamento del 15/4/2012 Di Stefania Rimini MILENA GABANELLI IN STUDIO Il 15 aprile scorso abbiamo proposto di ridurre drasticamente l uso del contante. Perché

Dettagli

STORIE BREVI. www.comune.torino.it/centromultimediale/index.htm pag.1/7. Città di Torino

STORIE BREVI. www.comune.torino.it/centromultimediale/index.htm pag.1/7. Città di Torino STORIE BREVI La trasparenza dell acqua Esperienza di acquaticità in piscina e a scuola Scuola d Infanzia comunale Principessa Isabella di Via Gorresio, 13 in collaborazione con la Redazione del Centro

Dettagli

Missioni cristiane per i ciechi nel mondo. Desideri. per una vita diversa. Ecco che cosa desiderano i bambini disabili

Missioni cristiane per i ciechi nel mondo. Desideri. per una vita diversa. Ecco che cosa desiderano i bambini disabili Desideri per una vita diversa Missioni cristiane per i ciechi nel mondo dona la luce Ecco che cosa desiderano i bambini disabili Il mio fratellino è cieco. Vorrei qualcuno che lo aiuti. Christina (9 anni)

Dettagli

PROGETTO SAPERE. L assistenza e la riabilitazione in seguito a ictus

PROGETTO SAPERE. L assistenza e la riabilitazione in seguito a ictus Agenzia Regionale di Sanità della Toscana (ARS) Osservatorio Qualità PROGETTO SAPERE (Stroke Acuto PERcorsi ed Esperienze) L assistenza e la riabilitazione in seguito a ictus Novembre 2006 2 L ASSISTENZA

Dettagli

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ ::

GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio :: OBIETTIVI GENERALI :: :: ATTIVITÀ :: GAS Cammino Formativo 2013 14 Scheda Attività Biennio Gruppo Animatori Salesiani www.gascornedo.it info@gascornedo.it Data: ven 17 gennaio 2014 Tema MGS: Verso la Conquista Titolo: La Mia Anima Rimane

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Guida Intelligente agli Acquisti: Come Sopravvivere ai Saldi

Guida Intelligente agli Acquisti: Come Sopravvivere ai Saldi Guida Intelligente agli Acquisti: Come Sopravvivere ai Saldi Gennaio è il periodo delle grandi svendite nella maggior parte delle principali piazze d Europa. Ma è lecito considerare Gennaio il mese migliore

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG)

ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG) ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG) info.associazione@genitorialbino.it Tel 349/3398333 dal lunedì al venerdì dalle 20 alle

Dettagli

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA MANUALE PER IL docente II EDIZIONE A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA 1 INDICE Il progetto 03 Scambio di generazioni 04 Crescendo si scambia in 4 mosse 05 Certi giochi sono sempre

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

TobeUs, Matteo Ragni e le care vecchie macchinine, ma con una marcia in più

TobeUs, Matteo Ragni e le care vecchie macchinine, ma con una marcia in più MORE THAN APPLES AND COWS June 3, 2014 TobeUs, Matteo Ragni e le care vecchie macchinine, ma con una marcia in più Anna Quinz Essendo una donna, sono cresciuta giocando con le bambole. Però ho 5 nipoti,

Dettagli

Comune di Udine LUDOTECA

Comune di Udine LUDOTECA Comune di Udine LUDOTECA RISULTATI QUESTIONARI CARTACEI Riposte: 53 8.a Può motivare la sua risposta? Buona alternativa alla giornata (domenica) che molti passano nei negozi C'è molto poco per i

Dettagli

LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA ALTERNATIVA. In età evolutiva, più dello 0,5% della popolazione presenta disabilità

LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA ALTERNATIVA. In età evolutiva, più dello 0,5% della popolazione presenta disabilità LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA ALTERNATIVA In età evolutiva, più dello 0,5% della popolazione presenta disabilità complesse della comunicazione che, in assenza di adeguati interventi, interferiscono in modo

Dettagli

Indice. Imparare a imparare

Indice. Imparare a imparare Indice Imparare a imparare Perché fai una cosa? 8 Attività 1 Il termometro della motivazione 8 Attività 2 Quantità o qualità? 9 Attività 3 Tante motivazioni per una sola azione 10 Organizzare il tempo

Dettagli

IL DISTURBO AUTISTICO

IL DISTURBO AUTISTICO LEZIONE: DISTURBI PERVASIVI DELLO SVILUPPO (PRIMA PARTE) PROF. RENZO VIANELLO Indice 1 INTRODUZIONE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli

I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI

I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI Nel laboratorio vengono presentati e analizzati, attraverso la sperimentazione di materiali e tecniche

Dettagli

di Paolo Enzo Mazzanti

di Paolo Enzo Mazzanti 8 Una famiglia di imprenditori edili di particolare ingegno. E l erede, Michele Vona, si inventa un modello residenziale per la casa flessibile. Con un appello a fondi e grandi investitori: ecco la soluzione

Dettagli

QUESTIONARIO SULLA MOBILITÀ SCOLASTICA

QUESTIONARIO SULLA MOBILITÀ SCOLASTICA QUESTIONARIO SULLA MOBILITÀ SCOLASTICA Scuola Classe Età Sesso. 1. Dove abiti? 2. Come sei venuto oggi a scuola? A piedi In bicicletta In autobus (urbano) In automobile In autobus (extraurbano) Altro.

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

Aggiornamenti sulla costruzione del Centro Residenziale e di Riabilitazione (RCC) per bambini disabili di WESOFOD

Aggiornamenti sulla costruzione del Centro Residenziale e di Riabilitazione (RCC) per bambini disabili di WESOFOD Aggiornamenti sulla costruzione del Centro Residenziale e di Riabilitazione (RCC) per bambini disabili di WESOFOD Luglio 2015 Children in Crisis Italy si è impegnata a sostenere la costruzione del Centro

Dettagli

Ostacoli senza barriere

Ostacoli senza barriere Ostacoli senza barriere Le barriere architettoniche dovrebbero essere scomparse o quanto meno diminuite notevolmente grazie a normative specifiche e al, pur lento, diffondersi di una cultura dell'accessibilità.

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

L avventura di crescere insieme

L avventura di crescere insieme Catalogo prodotti a marchio Io Bimbo 2012 L avventura di crescere insieme Quando nasce un bambino, nasce un mondo. Un mondo di emozioni, di gesti, di scoperte. Per questo è importante avere vicino un amico

Dettagli

6 maggio 2015 Undicesimo incontro Tre cose ci sono rimaste del Paradiso : le stelle, i fiori e i bambini.

6 maggio 2015 Undicesimo incontro Tre cose ci sono rimaste del Paradiso : le stelle, i fiori e i bambini. 6 maggio 2015 Undicesimo incontro Tre cose ci sono rimaste del Paradiso : le stelle, i fiori e i bambini. (Dante Alighieri) LUCIA RIZZI è una pedagogista, scrittrice e personaggio televisivo (reality «S.O.S.

Dettagli

Una macchina da lettura con comandi vocali per anziani e disabili

Una macchina da lettura con comandi vocali per anziani e disabili Una macchina da lettura con comandi vocali per anziani e disabili Nasce in Veneto la prima macchina di lettura da tavolo a comandi vocali, Maestro Plus è uno strumento all avanguardia ed è l'unica realizzazione

Dettagli

www.siva.it Servizio Informazione Valutazione Ausili Assistive Technology Research and Information Service AUSILI PER IL BAGNO

www.siva.it Servizio Informazione Valutazione Ausili Assistive Technology Research and Information Service AUSILI PER IL BAGNO SIVA Servizio Informazione Valutazione Ausili Assistive Technology Research and Information Service www.siva.it AUSILI PER IL BAGNO Antonio Caracciolo Terapista della Riabilitazione SIVA (Servizio Informazione

Dettagli

5. Fondamenti di navigazione e ricerca di informazioni sul Web

5. Fondamenti di navigazione e ricerca di informazioni sul Web 5. Fondamenti di navigazione e ricerca di informazioni sul Web EIPASS Junior SCUOLA PRIMARIA Pagina 43 di 47 In questo modulo sono trattati gli argomenti principali dell universo di Internet, con particolare

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

MISURE DI EMERGENZA SPECIFICHE

MISURE DI EMERGENZA SPECIFICHE MISURE DI EMERGENZA SPECIFICHE A)PROCEDURA PER ASSISTERE LE PERSONE DISABILI B)PROCEDURA PER EDUCATORI/EDUCATRICI COMUNALI C)PROCEDURA SICUREZZA PER VISITATORI DELL' ISTITUTO A)PROCEDURA PER ASSISTERE

Dettagli

INSIEME A LUPO ROSSO

INSIEME A LUPO ROSSO Istituto Comprensivo n.1 Bologna Anno Scolastico 2007-2008 Scuola dell'infanzia "Giovanni XXIII" INSIEME A LUPO ROSSO IMPARIAMO LE REGOLE DELLA STRADA PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE GUIDATO DA SILVIA

Dettagli

Un iphone più accessibile

Un iphone più accessibile Appendice B Un iphone più accessibile Libero accesso Con due dita tutto gira meglio A p p e n d i c e B Conto che questo viaggio nei segreti e nelle meraviglie di iphone sia stato divertente oltre che

Dettagli

L ospedale dei bambini

L ospedale dei bambini VOLUME 1 PER LA PROVA INVALSI Unità 14 I diritti dei minori L ospedale dei bambini Cognome Nome Classe Data CHI L HA SCRITTO? I bambini della scuola elementare di Fano. DA DOVE È TRATTO? www.cittadeibambini.comune.

Dettagli

L ambiente intelligente (Smart cities)

L ambiente intelligente (Smart cities) L ambiente intelligente (Smart cities) Pier Luigi Emiliani Istituto di Fisica Applicata «Nello Carrara» Consiglio Nazionale delle Ricerche Handimatica Bologna, 27 novembre 2014 Smart city Insieme degli

Dettagli

Tooteko è il sistema low cost e Hi-Tech che associa informazioni audio a supporti tridimensionali tattili.

Tooteko è il sistema low cost e Hi-Tech che associa informazioni audio a supporti tridimensionali tattili. Tooteko è il sistema low cost e Hi-Tech che associa informazioni audio a supporti tridimensionali tattili. Cos è Tooteko? Tooteko nasce con lo scopo di rendere accessibili i luoghi dell arte tradizionali

Dettagli

COME PARLARE DI DISLESSIA IN CLASSE.

COME PARLARE DI DISLESSIA IN CLASSE. COME PARLARE DI DISLESSIA IN CLASSE. WWW.DIDATTICAPERSUASIVA.COM In questo articolo apprenderai come strutturare una lezione semplice ed efficace per spiegare ai tuoi alunni con DSA e non, quali sono le

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Padova Ciclabile. Mapillary - Creare foto con smartphone Android Versione 2 (Ultime modifiche: 2015-10-06)

Padova Ciclabile. Mapillary - Creare foto con smartphone Android Versione 2 (Ultime modifiche: 2015-10-06) Padova Ciclabile Mapillary - Creare foto con smartphone Android Versione 2 (Ultime modifiche: 2015-10-06) Volker SCHMIDT mailto:voschix@gmail.com ATTENZIONE: Questa nota rappresenta idee mie personali,

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

Ausili e applicazioni software per dispositivi iti i mobili. I principali sistemi operativi. Esempio di dispositivo Smartphone

Ausili e applicazioni software per dispositivi iti i mobili. I principali sistemi operativi. Esempio di dispositivo Smartphone 1 2 I dispositivi ICT mobili: tablet e smartphone Ausili e applicazioni software per dispositivi iti i mobili Valerio Gower 3 4 Android (Google) ios (Apple) Symbian (Nokia) Blackberry (RIM) Windows Phone

Dettagli

Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta

Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta Fondazione Pangea è impegnata in un programma a sostegno di donne e bambine con disabilità fisiche o mentali che vivono negli slum di Calcutta e nell area

Dettagli

DESCRIZIONE DELL ACCESSIBILITA DELLA STRUTTURA

DESCRIZIONE DELL ACCESSIBILITA DELLA STRUTTURA DESCRIZIONE DELL ACCESSIBILITA DELLA STRUTTURA La casa albergo Liberty è composta da 15 appartamenti bilocali (camera doppia, soggiorno-cucina con divano letto matrimoniale, bagno) dotati di tutti i comfort,

Dettagli

Un nuovo corso. Intervista ai Fluon - Studio35Live

Un nuovo corso. Intervista ai Fluon - Studio35Live Un nuovo corso I Fluon sono una band figlia del synth pop degli anni 80, una band che ha rotto convenzioni e offerto sprazzi di originalita. Nata dal genio di Andy Fumagalli (ex membro dei Bluvertigo,

Dettagli

A SCUOLA IN BICICLETTA

A SCUOLA IN BICICLETTA A SCUOLA IN BICICLETTA Come si fa? di Michele Mutterle Tuttinbici FIAB Vicenza Michele Mutterle A scuola in Prima di tutto: procurati una bici! Che deve essere Comoda Giusta per la tua età perfettamente

Dettagli

Turismo & Accessibilità

Turismo & Accessibilità TURISMO ATTIVO Turismo & Accessibilità Relatore Sandrino Porru o Operatore sociale da circa 30 anni, o Dirigente della Coop. Soc.Eugò Sardegna - Turismo accessibile o Responsabile di Relazione di Banca

Dettagli