SOMMARIO. Anno IV n. 6 - giugno 2014* In primo piano 14 giornata mondiale del rifugiato di Federica Parasiliti. pag. 03

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO. Anno IV n. 6 - giugno 2014* In primo piano 14 giornata mondiale del rifugiato di Federica Parasiliti. pag. 03"

Transcript

1

2 SOMMARIO In primo piano 14 giornata mondiale del rifugiato di Federica Parasiliti Crisi siriana : il drarnma dei rifugiati a cura di Giulia Oosi Libano e Giordania : Federica Mogherini in missione tra i rifugiati di Giulia Oosi Anno IV n. 6 - giugno 2014* pag. 03 pag.07 pag.09 Yemen: Cooperazione italiana, UNHCR e INTERSOS insieme per i rifugiati di Catia Oini Non solo mondiali: cartell ino rosso allavoro minorile di Federica Parasiliti Firmato ii nuovo accordo di collaborazion e tra DGCS e WFP di Federica Parasiliti La settimana della cooperazione allo sviluppo nelle scuole Verso Expo 2015 II Vice Ministro degli Esteri, Lapo Pistelli, visita il sito di Expo di Cristiano Maggipinto Voci dal campo Le nostre Uti si raccontano Storie di cooperazione: Giordania Quando gli elefanti combattono e I'erba a rimanere schiacciata Testi e foto di Annalisa Vandelli Sistema Italia Le buone pratiche della cooperazione allo sviluppo del Trentino a cura del Setvizio sotideriete internazionale della Provincia autonoma di Trento La cooperazione allo sviluppo dell'ue Presidenza italiana dell'unione Europea nel settore sviluppo a cura dell'ufficio I pag. 14 pag. 18 pag. 21 pag.24 pag. 25 pag. 26 pag.42 pag.46 pag Documenti e delibere II Comitato Direzionale del 26 giugno 2014 pag. 54 Delibere del Cornitato Direzionale, Atti del Diretto re Generale/Gare e Incarichi pag. 55 Contatti pag.56 I * In copertina e in IV di copertina: Somali refugee camp, AI Kharaz, Yemen, UNHCR; Young students who crossed the Gulf of Aden - UNHCR/J.8j6rgvinsson/March 2007 > La Cooperazione Italian a Informa - giugno 2014

3 VOCI DAL CAMPO... LE:: UTL SI RACCONTANO UTL E: P AE:SI 0 1 C O M PE:TE:N Z A UTL ~ ~ s I ':f.. ~ ' 4~:'~~ ' : " ~~. lias b.-mad. PAK'n...' Paldst.. n 11KABUL, AIoHAN,nAN : A1ghanlolon KHMToUM, SUDAN' Sudan. (.llroa liam:::j ( j LAPAZ. BOU" 'A: Bolivia. Colombia. Ecuador,...:. MAPUTO. MOZAMI,eo l Mozamblca. Swaziland DIS AsleA, El'lOPIA: Etlopla, Glbull, Sud Sudan l'outml ' HAIIOlll. KlmA' ICe..,... Somal"" Tanzania. Seychelles, Uganda BIIIUT, LlANo, Uba no;slrla, Glordanla ' ' SAN SAlV~, El s...vadoi: El Solv<i<lo ~ Nicaragua. Hondums. DAJC.U, SINIGALI Senegal, Copoverde, Gambia. Gulneo 81"011, Guinea Conakry, Mall, Niger G,.usjU._, PjU.UTlN'",Pa le_tina i HANO',V,lmMlI V1...am. Cambogia. LaOll Gual...Ia. ~... RI... lelbe. Cu... Rep. Domini... Haiti, Statllnsularl del Caralbl TIIANA. AlaIN,., A1... nlo. Kosovo TUNi_,. TUN'S'.' Tunisia, Ma""<co, Mauritania I, Ca'I O. E"",o' Egltto YANGON, MYANMAI, Myanmar In questa numero: ADDISABEBA I frutti della Cooperazione italiana HANOI La visita del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ad Hanoi /I Vietnam e I'importanza del credito agevolato aile imprese miste: un Paese che cambia LAPAZ Due progetti di successo per salvaguardare I'ambiente e I'agricoltura in Bolivia NAIROBI La Cooperazione italiana per la formazione di tecnici veterinari

4 I VOCI DAL CAMPO IN THIS ISSUE: The Italian Development Coop eration in A ddis Abeba presents the project "Strengthening of fr uit and prickly pear production in Tigray and Nort h Wollo", funded with a grant of abou t 3 million USD and implemented by FAD in close pettnership with the Ethiopian Ministry of Agriculture. Sterted in 2007, it supp orts small scale farmers in dive rsifying their productio n, in tro ducing new fruit crop varieties. Its overall objective is to promote food security and to reduce poverty among populations living in drought-stricken areas by diversifying cropping patterns, promoting drought resistant crops and alterna tive income generating products as an enhanced source of nutriment for all household memb ers. About 10,000 smallholder farmers purchased good quality see dlings from the project's nurseries and shared knowledge and technologies, thanks to the training s provided and from the new comm ercial opportunities and networks the project has created. From the Italian Devel opment Coop eration in Han oi: Matteo Renzi be came the fi rs t Italian Premier to ma ke an o fficial visit to Vietnam, sinc e 19 73, when diplomatic relations between the two countries were established. Prime Minister Renzi and his Vietnamese counterparts confirmed the strate gic nature of th e bilateral relationship. Italy is currently the major European trading pertner of Vietnam, and President Renzi has stresse d the importance of developing both the commercia l ties and the investments, by targeting $ 5 billion in bilateral trade turno ver by the end of Developm ent cooperation ties in evolution. The Italian Develo pment Coop eration in La Paz tells us about the successful initiatives of the Italian cooperation in the Andean region. New program s were realized in various sectors and with different objects, but with the same aim of developing the socio-economic and cultural local context. The Italian Developm ent Cooperation in La Paz introdu ces two important initiatives : the PASF (Programa Amazonia Sin Fuego) and the agre ement reached on the proje ct's Quinoa/Cam elids Agricultural Integrated System, promoting sustainable family and community agriculture in Bolivia. The Italian Developm ent Coop eration in Nairobi supports with 4 million euros the veter inary school in Sheikh in Somaliland, a point of reference for veterin ary studies in the Horn of Africa, where 174 veterinaries graduated so far. The project aims at creating a class of veterinary technicians and take the dual function of clinical and certification institute to promote livestock trade within and outside Somalia borders. Beneficiaries are not only students who will acquire an important technical professionalism, but also the Soma li community as a whole: institutions, shepherds, own ers of slaughterhouses and expo rters and consumers who will eat certified and contro lled meats. > La Cooperazione Italiana Informa - giugno 2014

5 I VOCI DAL CAMPO L'UTL DI LA PAZ RACCONTA... DUE PROGETTI DI SUCCESSO PER SA LVA GUARDAR E L'A MBIENTE E L' AGRICOLTURA IN BOLIVIA e stato un anna estremame nte positivo per la Cooperazion e italiana nella region e Andina : Ie varie attivita, sostenute in coordinamento con l'utl di La Paz, sono cresciute e sono destinate a svilupparsi ulteriormente nel corso del secondo semestre dell'anno. In questo contesto, vale la pena approfondire due importanti iniziative, particolarmente rilevanti dato il contesto socio-politico, economi co e culturale della regione: il PASF (Programa Amazonia sin Fuego) e I'accordo raggiunto sui progetto "Sistema A groalime ntare Integrato Quinoa/Camelidi, prom ozi on e dell 'Agrico ltu ra Fam iliare Comunit ari a Sostenibile dell 'Altopiano Bollvlano. IL PASF II Programma Amazzonia Senza Fuoco (PASF) e un programma di cooperazione trilaterale che ha I'obi ettivo di eonsolidare, a Iivello istituzionale in Bolivia, I'esperienz a del Programma bilaterale finanziato in Brasile dalla Coo perazione italiana denominato "Programma di Prevenzione e Controllo degli Incendi in Amazzonia", realizzato nell'am azzonia brasiliana nel periodo Formazione di brigate comunitarie su tecniche di prevenzione e controllo degli incendi Obiettivo del programma e quello di ridurre I'incidenza degl i incendi nell a regione amazzoniea della Bolivia, attrav erso la realizzazione di pratiehe alternative all'uso del fuoco. Si mira quindi a proteggere I'ambiente e a migliorare Ie cond izioni di vita delle cornunita rurali ed indigene. A livello piu specifieo, I'iniziativa vuole rafforzare I'effieienza e I'effieacia delle politiehe della Stato boliviano in materia di promozione di metodologie proposte per contenere il fenomeno degli incendi e favo rire 10 sviluppo sostenibile della regione. > La Cooperazion e Ilaliana Informa - giugno 2014 ~I

6 I VOCI DAL CAMPO II programma affronta temi quali la conservazione della blodl verslta, I'uso sostenibile delle riso rse naturali e Ie alternative agricole rispetto all'uso del fuoco. L'i mpatto a livello locale e notevole: all'interno del programma vengono realizzate attivita di formazione e corsi di approfondimento su tecniche di prevenzione e controllo degli incendi, usa controllato del fuoco nelle attivita agricole e gestione sostenibi le dei pascali. Una volta formati i formatori, questi diffondono Ie lezioni apprese alia lora cornunita. Tutte Ie azioni messe in atto sono inoltre accompagnate da simulazioni e campagne di sensibilizzazione dirette alia societa civile. Obiettivl dell'iniziativa: Sensrbrlizzare gil anon e 1<0, islnuzior» locah perche.ruraprendano ZIOr' 1 rmrate In.etazione all uso e al controllo del tuoco Svil ppare 8 rattorzare Ie capac.ta local; nel se IOri della t: n:,.,rva..'iljn8 [Id le lllre~ ~ " r ell'ado,iol e di pratiche agncole lternauve all usa del IUI-,C0, Con ali ar _ ~I,i"rr:i di uroduzrone sostenib Ii per ITigli,)rare il reddito dei pl':c'jh 19riwlt: n, I beneficiari del PASF sono i membri di 440 corn unlta, gruppi di contadini indigeni e non, di 49 mu nicipi coinvolti nel programma, siti in 5 Dipartimenti del Paese (La Paz, Beni, Pando, Cochabamba e Santa Cruz), per un totale di circa persone. Indirettamente, beneficiano dell' iniziativa circa individui, ovvero la totalita degli abitanti dei 49 municipi. Nel corso del 2013, il PASF ha raggiunto ri sultati significativi, tra i quali si segnalano: la formazione di oltre persone, attraverso 225 cors i di formazione, sui tema "L'uso controllato del fuoco e Ie alternative all'uso del fuoco nelle pratiche agricole"; la stipulazione di 50 accord i di collaborazione a Iivello municipale, dipartimentale e nazionale; la realizzazione di 63 unita dimostrative (aree a costa zero utilizzate per simular e I'effetto dell'applicazione di una determinata tecnologia 0 pratica di gestione sost enibile dell'acqua); I'attivazione del Master in "Me todologie alternative all'uso del fuoco nelle pratiche agricole", riconosciuto dal Ministero dell'lstruzione boliviano e che rappresenta il primo corso di questo genere mai attivato in Bolivia. > La Cooperazione Italiana Informa giugno 2014

7 I VOCIDALCAMPO Infine, I'esperienza boliviana di Amazonia Sin Fuego e stata oggetto di contatti con il governo ecu adoregno, per estendere I'iniziativa a quello che sara il terzo Paese sudamericano coinvolto nella realizzazione del progetto (qta approvato il fina nziamento italiano nel settem bre 2013). Le iniziative del PASF sono state rico nosciute come compatibi li e coerenti con Ie iniziative boliviane in materia ambientale, soprattutto quelle inserite nel quadro della Legg e 300 della "Madre Terra e Sviluppo Integrale per Vivere Bene" (Madre Tierra y Desarrollo Integral para Vivir Bien). Nel 2014 il PASF ha partecipato a diversi eventi preparatori al Summit G77+C ina, tenutosi a Santa Cruz, Bolivia, il giugn o A dicembre 2014 si terra invece,a Lima, la vente sima Conferenza delle Parti della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui camb iame nti c1 imatici (COP20). Considerato I'alto grade di apprezzamento ottenuto dal Programma, si sta organizzando la partecipazione del PASF a que sta importante foro, in collaborazione con il Ministero dell'ambiente e dell'acqu a boliviano e con i finanziatori del programma. MODIJLO, LH fl u e...". n... MOD4A.O 2' """'. " ~ M01>tIIl.O ~ Cf.,M +tt<kgf' OI(>DOILO ~ ""--" MOtJulO.. "-~ Tanto ii G77+Cina, in quanto canale di analisi dell'attual e state della cooperazione Sud-Sud, quan to la COP20, in un piu ampio quadro di impegn i e collaborazioni sui piano internazion ale afferenti il cambim ento c1imatico e il post-kyoto 2015, costituiscono spazi importanti per rafforzare la diffusione e I'istituzionalizzazione delle proposte del PASF a livello regionale e internazionale. > La Cooperazione Italiana Informa - giugno 2014

8 I VOCIDALCAMPO IL PROGETTO A SOSTEGNO DEL SETTO RE QUINOA/CAMELIDI Ormai da 7 anni continua la proficua collaborazione tra Governo italiano, Governo boliviano e Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e I'Agricoltura (FAO). II 29 maggie di quest'anno si e conclusa la fase di sottoscrizione del/'accordo "Sistema Agroalimentare Integrato Quinoa/Camelidi, promozione dell'agricoltura Familiare Comunitaria Sostenibile dell'altopiano Boliviano", tra Governo italiano, Ministero di Sviluppo Rurale e Terre boliviano e FAO. II Progetto e stato elaborato nel 2013, proclam ato dall'onu anno intern azionale della qui noa e rappresenta una strategia vincente per la partecipazione della Bolivia all'expo di Milano del L'iniziativa, di un valore di , vuo le favorire la cresci ta ec onom ica della Bolivia attraverso il miglioramento della produzione primari a di quinoa e came lidi, garantire maggiori livelli di sicurezza alime nt are e rafforzare i sistemi di trasformazion e dei prodotti. Si punta inoltre ad istituzionalizzare e implementare un sistema agricolo integrato per quinoa e came lidi, rafforzando Ie capacita istituzionali dei dipartimenti pubblici coinvolti. Quello che si vuole ottenere e cercare di rivitalizzare i saperi ancestrali, introd ucend o, allo stesso tempo, nuove tecnologie che permettano agli agricoltori di produ rre piu quinoa e incrementare gli utili, senza ridu rre gli spazi per il pascola dei lama. II Programma dara particola re enfas i ai prodotti di trasformazione dei lama, intesi sia come carne sia come f ibra, affinche Ie famigli e produttrici si sentano motivate ad aumentare la produzione di camelidi nelle proprie terre. 1/ progetto bene ficia direttamente i municipi di Colcha K del dipartimento di POtOSI e Salinas di Garci Mendoza del dipartim ento di Oruro, per un totale di circa persone residenti in zon e rurali, di cui il 47% donne. Le famiglie che beneficiano indirettamente del Programm a, invece, sono II > La Cooperazione Italiana Informa - giugno 2014

9 I VOCIDALCAMPO Programma si inserisce all'interno delle priorita del Governo italiano in quanta punta a rafforzare il sistema agro-produttivo sostenibile in modo da agev olare 10 svilup po locale, assicurare la sovranita alimentare della popolazione e migliorare la qualita di vita delle famiglie dei municipi coinvolti. L'impatto del Progetto e di massi ma impo rtanza: dal punt a di vista economico, il programma non si limita a rafforz are il sistema produttivo di quinoa e camelidi e, dunqu e, a migliorare gli indici di produttivita locali e nazionali, ma garan tisce anche I'ownership dei sistemi produttivi da parte delle famig lie produttrici e delle organizzazioni economiche locali boliviane. > La Cooperazione Italian a Informa - giugno 2014

10 I VOCI DAL CAMPO L'UTL DI NAIROBI RACCONTA... LA COOPERAZIONE ITALIANA PER LA FORMAZI ONE 0 1TECNICI VETERINARI La scuola veteri naria di Sheikh La scuola veterin aria di Shei kh in Somali land, finanziata dalla Coo perazione itali ana con 4 rni llo ni di euro, e il punto di riferim ento per gli studi veterinari nel Corno d'africa. Nato nel2006 con I'obiettivo di sostenere Ie cornun lta pastorali, ripristinando i servizi veterinari, I'lstituto professi onale ha diplomato fino ad oggi 174 vet erina ri. II dato e emerso 10 scorso 1 0 giugno, durante il consiglio di amministrazione della scuola, presieduto dall'intergovernmental Authority on Development (IGAD) dell'africa dell'est e a cui ha partecipato il diretto re dell'u nita tecnica locale (Uti) di Nairobi, Martino Melli. Otto anni fa la Cooperazione italiana ha creduto nell' iniziativa co-finan ziando - insieme all'unione Europea - la costruzione e la gestione della scuola. II prog etto e stato realizzato dalla Ong italiana Terra Nuova can il sostegno della FAO: oggi, I'istituto viene gestito dall'lgad con il supporto di altri Donatori (tra cui la Cooperazione italian a). Divent ata un istituto regionale per la promozione della ricerca in campo veterinario, questa scuola continua ogni anna a formare esperti in uno dei settori chiav e della sviluppo economico somalo: la zootecnia ;ig~a;-;; D~~ch n ICa I Veterinary School and Reference Centre L'obiettivo del prog etto e quello di creare una classe di tecnici veterinari e assumere la duplice funzione di clin ica e istituto di certificazione per favarire il commercia di bestiame entre e fuori i confini della Somalia. L'istituto, oltre ad essere patrocinato dall'uni one Africana, riceve assistenza tecnica dalle Universita del Kenya e dell'uganda e rappresenta un valido esempio di coopera zione nord-sud: l'universita degli studi di Bologna, L'ingresso della scuola > La Cooperazion e Italiana Informa - giugno 2014

11

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata?

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata? CON-TRA S.p.a. Tel. +39 089 253-110 Sede operativa Fax +39 089 253-575 Piazza Umberto I, 1 E-mail: contra@contra.it 84121 Salerno Italia Internet: www.contra.it D. Che cosa è la ISPM15? R. Le International

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

CHE COS E UN EXPO UNIVERSALE

CHE COS E UN EXPO UNIVERSALE CHE COS E UN EXPO UNIVERSALE Il più grande evento del mondo. Un brand universale (4 expo ogni 10 anni in 5 Continenti). Un evento nazionale e non locale. Un organizzazione non-profit degli Stati Nazionali

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

LA COOPERAZIONE ITALIANA ALLO SVILUPPO NEL TRIENNIO 2014 2016. Linee guida. e indirizzi di programmazione

LA COOPERAZIONE ITALIANA ALLO SVILUPPO NEL TRIENNIO 2014 2016. Linee guida. e indirizzi di programmazione LA COOPERAZIONE ITALIANA ALLO SVILUPPO NEL TRIENNIO 2014 2016 Linee guida e indirizzi di programmazione Aggiornamento: marzo 2014 Direzione Generale per la cooperazione allo sviluppo Linee guida e indirizzi

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

LA COOPERAZIONE ITALIANA ALLO SVILUPPO NEL TRIENNIO 2014 2016 Linee guida e indirizzi di programmazione Aggiornamento: marzo 2014

LA COOPERAZIONE ITALIANA ALLO SVILUPPO NEL TRIENNIO 2014 2016 Linee guida e indirizzi di programmazione Aggiornamento: marzo 2014 DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Ufficio VIII LA COOPERAZIONE ITALIANA ALLO SVILUPPO NEL TRIENNIO 2014 2016 Linee guida e indirizzi di programmazione Aggiornamento: marzo 2014 PREMESSA

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

Cooperazione internazionale. e sviluppo. La lotta alla povertà in un mondo che cambia LE POLITICHE DELL UNIONE EUROPEA

Cooperazione internazionale. e sviluppo. La lotta alla povertà in un mondo che cambia LE POLITICHE DELL UNIONE EUROPEA LE POLITICHE DELL UNIONE EUROPEA Cooperazione internazionale La lotta alla povertà in un mondo che cambia e sviluppo Sappiamo tutti che con le risorse tecnologiche, finanziarie e materiali in nostro possesso

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO)

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) La presente raccolta comprende solo le voci principali della classificazione di Ratisbona relativa all arte (LH LO) INDICE LD 3000 - LD 8000

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM SkyTeam Awards è uno dei maggiori vantaggi che ti offre l Alleanza SkyTeam: un solo Biglietto Premio per tante destinazioni nel mondo, anche quando l itinerario che scegli

Dettagli

LA COOPERAZIONE ITALIANA ALLO SVILUPPO NEL TRIENNIO 2013 2015. Linee guida e indirizzi di programmazione

LA COOPERAZIONE ITALIANA ALLO SVILUPPO NEL TRIENNIO 2013 2015. Linee guida e indirizzi di programmazione LA COOPERAZIONE ITALIANA ALLO SVILUPPO NEL TRIENNIO 2013 2015 Linee guida e indirizzi di programmazione (presentata al Tavolo Interistituzionale 14.12.12) PREMESSA Il presente documento di Linee Guida

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2015

CALENDARIO CORSI 2015 SAFER, SMARTER, GREENER DNV GL - Business Assurance Segreteria Didattica Training Tel. +39 039 60564 - Fax +39 039 6058324 e-mail: training.italy@dnvgl.com www.dnvba.it/training BUSINESS ASSURANCE CALENDARIO

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

CONVENZIONE DELL'ORGANIZZAZIONE DELL'UNITÀ AFRICANA (OUA) CHE REGOLA GLI ASPETTI SPECIFICI DEI PROBLEMI DEI RIFUGIATI IN AFRICA

CONVENZIONE DELL'ORGANIZZAZIONE DELL'UNITÀ AFRICANA (OUA) CHE REGOLA GLI ASPETTI SPECIFICI DEI PROBLEMI DEI RIFUGIATI IN AFRICA CONVENZIONE DELL'ORGANIZZAZIONE DELL'UNITÀ AFRICANA (OUA) CHE REGOLA GLI ASPETTI SPECIFICI DEI PROBLEMI DEI RIFUGIATI IN AFRICA Adottata dalla Conferenza dei Capi di Stato e di Governo dell'oua riuniti

Dettagli

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects PRESENTATION Innovation plays a key role within the European political agenda and impacts

Dettagli

LO SVILUPPO SOSTENIBILE Il quadro generale di riferimento LA QUESTIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE La questione ambientale: i limiti imposti dall ambiente allo sviluppo economico Lo sviluppo sostenibile:

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

Allegato II L ONU e le persone con disabilità

Allegato II L ONU e le persone con disabilità Allegato II L ONU e le persone con disabilità L impegno delle Nazioni Unite sul miglioramento dello Stato delle persone con disabilità Oltre mezzo miliardo di persone sono disabili come risultato di una

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Bergamo, 6 maggio 2013 GLI ADEMPIMENTI DOGANALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE Dott.ssa

Dettagli

Si invita il Consiglio ad adottare, quali conclusioni del Consiglio, il testo riportato nell'allegato della presente nota.

Si invita il Consiglio ad adottare, quali conclusioni del Consiglio, il testo riportato nell'allegato della presente nota. Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 10 ottobre 2014 (OR. en) 14141/14 NOTA PUNTO "A" Origine: Destinatario: Oggetto: presidenza Consiglio JAI 765 ASIM 88 FRONT 215 RELEX 826 COMIX 544 Progetto di

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility ERASMUS PLUS Disposizioni nazionali allegate alla Guida al Programma 2015 Settore Istruzione Scolastica, Educazione degli Adulti e Istruzione Superiore KA1 School education staff mobility/ Adult education

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

La Fame: una sfida da affrontare

La Fame: una sfida da affrontare La Fame: una sfida da affrontare La fame nascosta La fame è tra le minacce più grandi dell'umanità. Colpisce oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. Ciononostante, quante volte i giornali pubblicano

Dettagli

GUIDA ALLA NOTIFICA ALL ESTERO DEGLI ATTI GIUDIZIARI ED EXTRAGIUDIZIARI IN MATERIA CIVILE E COMMERCIALE

GUIDA ALLA NOTIFICA ALL ESTERO DEGLI ATTI GIUDIZIARI ED EXTRAGIUDIZIARI IN MATERIA CIVILE E COMMERCIALE DIREZIONE GENERALE PER GLI ITALIANI ALL ESTERO E LE POLITICHE MIGRATORIE Ufficio IV GUIDA ALLA NOTIFICA ALL ESTERO DEGLI ATTI GIUDIZIARI ED EXTRAGIUDIZIARI IN MATERIA CIVILE E COMMERCIALE (Maggio 2014)

Dettagli

L evoluzione delle relazioni tra Europa e Africa

L evoluzione delle relazioni tra Europa e Africa Europa e Africa Focus Intervista a Giovanni Bersani L evoluzione delle relazioni tra Europa e Africa a cura di Matteo Montanari Europarlamentare per quasi trent anni (1960-1989), lei ha ricoperto anche

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

IL MAGGIO DEI LIBRI. Premessa

IL MAGGIO DEI LIBRI. Premessa IL MAGGIO DEI LIBRI Premessa Fino al 2010 esistevano in Italia due iniziative a carattere nazionale per la promozione del libro e dell a lettura, del tutto distinte per patrocinatore, soggetto promotore,

Dettagli

Costituzione dell Organizzazione mondiale della Sanità

Costituzione dell Organizzazione mondiale della Sanità Traduzione 1 Costituzione dell Organizzazione mondiale della Sanità 0.810.1 Firmata a Nuova York il 22 luglio 1946 Approvata dall Assemblea federale il 19 dicembre 1946 2 Strumenti di ratificazione depositati

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE C 183/12 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 14.6.2014 Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 21 maggio 2014, sul piano di

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

Valutazione Tecnico Economica AFGHANISTAN

Valutazione Tecnico Economica AFGHANISTAN Ministero Affari Esteri Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo Unità Tecnica Centrale Valutazione Tecnico Economica AFGHANISTAN Iniziativa: Supporto ad Agricoltura e Sviluppo Rurale (SASR).

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Un'altra difesa è possibile

Un'altra difesa è possibile Un'altra difesa è possibile Campagna per il disarmo e la difesa civile. Se vuoi la PACE prepara la PACE... fiscale in sede di dichiarazione dei redditi. Obiettivo L obiettivo è quello della costituzione

Dettagli

Tirocini: uno sguardo all Europa

Tirocini: uno sguardo all Europa www.adapt.it, 18 luglio 2011 Tirocini: uno sguardo all Europa di Roberta Scolastici SCHEDA TIROCINI IN EUROPA Francia Spagna Lo stage consiste in una esperienza pratica all interno dell impresa, destinata

Dettagli

IL PROCESSO PER LA DEFINIZIONE DEL POST 2015 DEVELOPMENT FRAMEWORK

IL PROCESSO PER LA DEFINIZIONE DEL POST 2015 DEVELOPMENT FRAMEWORK IL PROCESSO PER LA DEFINIZIONE DEL POST 2015 DEVELOPMENT FRAMEWORK I. IL FRAMEWORK IN AMBITO NAZIONI UNITE (a) Il framework sviluppo per il post-obiettivi di Sviluppo del Millennio(MDG) A partire, formalmente,

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Scheda sintetica del progetto arvore da vida

Scheda sintetica del progetto arvore da vida Scheda sintetica del progetto arvore da vida Contesto AVSI collabora con FIAT Brasile dal 2004, con il progetto di responsabilità sociale Arvore da Vida, nelle aree prossime allo stabilimento di Belo Horizonte,

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Il modello Attraverso un modello che valorizza un insieme di dati relativi ai tassi di attività e alla popolazione prevista nel prossimo ventennio

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

FAQ: Condizionalità. Cosa si intende per condizionalità?

FAQ: Condizionalità. Cosa si intende per condizionalità? FAQ: Condizionalità Cosa si intende per condizionalità? La condizionalità è una delle maggiori novità introdotte dalla Politica Agricola Comune (PAC) approvata nel 2003. Rappresenta l insieme delle norme

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali Allegato A Legenda Elenco degli enti autorizzati per paese straniero: L asterisco (*) sta ad indicare l obbligo di accreditamento nel Paese straniero secondo una specifica procedura. In questo caso e stato

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università COS'È TORNO SUBITO Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università finanziata con fondi POR FSE Lazio 2007-2013 Asse II Occupabilità; Asse V Transnazionalità

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Scommettere sull Africa emergente

Scommettere sull Africa emergente Giovanni Carbone, Gian Paolo Calchi Novati, Gianpaolo Bruno, Marta Montanini Scommettere sull Africa emergente Opportunità e scenari della presenza italiana nell Africa Subsahariana Scommettere sull Africa

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

Timor Est. L Italia con L ONU contro la fame nel mondo 165

Timor Est. L Italia con L ONU contro la fame nel mondo 165 Timor Est Regione: Asia Meridionale orientale Superficie: 14.874 km 2 Capitale: Dili Forma di Governo: Repubblica Valuta: Dollaro USA PNL pro capite: 800 US$ Popolazione: 950.000 Speranza di vita alla

Dettagli

Regolamento per la concessione del marchio. Parco nazionale del Vesuvio

Regolamento per la concessione del marchio. Parco nazionale del Vesuvio Regolamento per la concessione del marchio del Parco nazionale del Vesuvio Delibera del Consiglio direttivo 26 maggio 1998, n. 54 Ai sensi del D.P.R. 5 giugno 1995, istitutivo del Parco nazionale del Vesuvio,

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

2-5. Giornata mondiale dell acqua 2007 Fronteggiare la scarsità d acqua. Quantità e qualità. In cattive acque. Acqua e ricchezza.

2-5. Giornata mondiale dell acqua 2007 Fronteggiare la scarsità d acqua. Quantità e qualità. In cattive acque. Acqua e ricchezza. Invertire la rotta la penuria d acqua nel mondo: problemi e risposte KENYA: servizi igienici scadenti I famigerati gabinetti volanti della baraccopoli di Kibera, a Nairobi, in Kenya, sono una delle conseguenze

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 5

Basi di Dati. S Q L Lezione 5 Basi di Dati S Q L Lezione 5 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Gestione eventi Gestione dei privilegi Query Complesse 2 Esercizio 9 (lezione 4) Indicare nome e cognome, spesa e reddito annuali

Dettagli