SOMMARIO. Anno IV n. 6 - giugno 2014* In primo piano 14 giornata mondiale del rifugiato di Federica Parasiliti. pag. 03

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO. Anno IV n. 6 - giugno 2014* In primo piano 14 giornata mondiale del rifugiato di Federica Parasiliti. pag. 03"

Transcript

1

2 SOMMARIO In primo piano 14 giornata mondiale del rifugiato di Federica Parasiliti Crisi siriana : il drarnma dei rifugiati a cura di Giulia Oosi Libano e Giordania : Federica Mogherini in missione tra i rifugiati di Giulia Oosi Anno IV n. 6 - giugno 2014* pag. 03 pag.07 pag.09 Yemen: Cooperazione italiana, UNHCR e INTERSOS insieme per i rifugiati di Catia Oini Non solo mondiali: cartell ino rosso allavoro minorile di Federica Parasiliti Firmato ii nuovo accordo di collaborazion e tra DGCS e WFP di Federica Parasiliti La settimana della cooperazione allo sviluppo nelle scuole Verso Expo 2015 II Vice Ministro degli Esteri, Lapo Pistelli, visita il sito di Expo di Cristiano Maggipinto Voci dal campo Le nostre Uti si raccontano Storie di cooperazione: Giordania Quando gli elefanti combattono e I'erba a rimanere schiacciata Testi e foto di Annalisa Vandelli Sistema Italia Le buone pratiche della cooperazione allo sviluppo del Trentino a cura del Setvizio sotideriete internazionale della Provincia autonoma di Trento La cooperazione allo sviluppo dell'ue Presidenza italiana dell'unione Europea nel settore sviluppo a cura dell'ufficio I pag. 14 pag. 18 pag. 21 pag.24 pag. 25 pag. 26 pag.42 pag.46 pag Documenti e delibere II Comitato Direzionale del 26 giugno 2014 pag. 54 Delibere del Cornitato Direzionale, Atti del Diretto re Generale/Gare e Incarichi pag. 55 Contatti pag.56 I * In copertina e in IV di copertina: Somali refugee camp, AI Kharaz, Yemen, UNHCR; Young students who crossed the Gulf of Aden - UNHCR/J.8j6rgvinsson/March 2007 > La Cooperazione Italian a Informa - giugno 2014

3 VOCI DAL CAMPO... LE:: UTL SI RACCONTANO UTL E: P AE:SI 0 1 C O M PE:TE:N Z A UTL ~ ~ s I ':f.. ~ ' 4~:'~~ ' : " ~~. lias b.-mad. PAK'n...' Paldst.. n 11KABUL, AIoHAN,nAN : A1ghanlolon KHMToUM, SUDAN' Sudan. (.llroa liam:::j ( j LAPAZ. BOU" 'A: Bolivia. Colombia. Ecuador,...:. MAPUTO. MOZAMI,eo l Mozamblca. Swaziland DIS AsleA, El'lOPIA: Etlopla, Glbull, Sud Sudan l'outml ' HAIIOlll. KlmA' ICe..,... Somal"" Tanzania. Seychelles, Uganda BIIIUT, LlANo, Uba no;slrla, Glordanla ' ' SAN SAlV~, El s...vadoi: El Solv<i<lo ~ Nicaragua. Hondums. DAJC.U, SINIGALI Senegal, Copoverde, Gambia. Gulneo 81"011, Guinea Conakry, Mall, Niger G,.usjU._, PjU.UTlN'",Pa le_tina i HANO',V,lmMlI V1...am. Cambogia. LaOll Gual...Ia. ~... RI... lelbe. Cu... Rep. Domini... Haiti, Statllnsularl del Caralbl TIIANA. AlaIN,., A1... nlo. Kosovo TUNi_,. TUN'S'.' Tunisia, Ma""<co, Mauritania I, Ca'I O. E"",o' Egltto YANGON, MYANMAI, Myanmar In questa numero: ADDISABEBA I frutti della Cooperazione italiana HANOI La visita del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ad Hanoi /I Vietnam e I'importanza del credito agevolato aile imprese miste: un Paese che cambia LAPAZ Due progetti di successo per salvaguardare I'ambiente e I'agricoltura in Bolivia NAIROBI La Cooperazione italiana per la formazione di tecnici veterinari

4 I VOCI DAL CAMPO IN THIS ISSUE: The Italian Development Coop eration in A ddis Abeba presents the project "Strengthening of fr uit and prickly pear production in Tigray and Nort h Wollo", funded with a grant of abou t 3 million USD and implemented by FAD in close pettnership with the Ethiopian Ministry of Agriculture. Sterted in 2007, it supp orts small scale farmers in dive rsifying their productio n, in tro ducing new fruit crop varieties. Its overall objective is to promote food security and to reduce poverty among populations living in drought-stricken areas by diversifying cropping patterns, promoting drought resistant crops and alterna tive income generating products as an enhanced source of nutriment for all household memb ers. About 10,000 smallholder farmers purchased good quality see dlings from the project's nurseries and shared knowledge and technologies, thanks to the training s provided and from the new comm ercial opportunities and networks the project has created. From the Italian Devel opment Coop eration in Han oi: Matteo Renzi be came the fi rs t Italian Premier to ma ke an o fficial visit to Vietnam, sinc e 19 73, when diplomatic relations between the two countries were established. Prime Minister Renzi and his Vietnamese counterparts confirmed the strate gic nature of th e bilateral relationship. Italy is currently the major European trading pertner of Vietnam, and President Renzi has stresse d the importance of developing both the commercia l ties and the investments, by targeting $ 5 billion in bilateral trade turno ver by the end of Developm ent cooperation ties in evolution. The Italian Develo pment Coop eration in La Paz tells us about the successful initiatives of the Italian cooperation in the Andean region. New program s were realized in various sectors and with different objects, but with the same aim of developing the socio-economic and cultural local context. The Italian Developm ent Cooperation in La Paz introdu ces two important initiatives : the PASF (Programa Amazonia Sin Fuego) and the agre ement reached on the proje ct's Quinoa/Cam elids Agricultural Integrated System, promoting sustainable family and community agriculture in Bolivia. The Italian Developm ent Coop eration in Nairobi supports with 4 million euros the veter inary school in Sheikh in Somaliland, a point of reference for veterin ary studies in the Horn of Africa, where 174 veterinaries graduated so far. The project aims at creating a class of veterinary technicians and take the dual function of clinical and certification institute to promote livestock trade within and outside Somalia borders. Beneficiaries are not only students who will acquire an important technical professionalism, but also the Soma li community as a whole: institutions, shepherds, own ers of slaughterhouses and expo rters and consumers who will eat certified and contro lled meats. > La Cooperazione Italiana Informa - giugno 2014

5 I VOCI DAL CAMPO L'UTL DI LA PAZ RACCONTA... DUE PROGETTI DI SUCCESSO PER SA LVA GUARDAR E L'A MBIENTE E L' AGRICOLTURA IN BOLIVIA e stato un anna estremame nte positivo per la Cooperazion e italiana nella region e Andina : Ie varie attivita, sostenute in coordinamento con l'utl di La Paz, sono cresciute e sono destinate a svilupparsi ulteriormente nel corso del secondo semestre dell'anno. In questo contesto, vale la pena approfondire due importanti iniziative, particolarmente rilevanti dato il contesto socio-politico, economi co e culturale della regione: il PASF (Programa Amazonia sin Fuego) e I'accordo raggiunto sui progetto "Sistema A groalime ntare Integrato Quinoa/Camelidi, prom ozi on e dell 'Agrico ltu ra Fam iliare Comunit ari a Sostenibile dell 'Altopiano Bollvlano. IL PASF II Programma Amazzonia Senza Fuoco (PASF) e un programma di cooperazione trilaterale che ha I'obi ettivo di eonsolidare, a Iivello istituzionale in Bolivia, I'esperienz a del Programma bilaterale finanziato in Brasile dalla Coo perazione italiana denominato "Programma di Prevenzione e Controllo degli Incendi in Amazzonia", realizzato nell'am azzonia brasiliana nel periodo Formazione di brigate comunitarie su tecniche di prevenzione e controllo degli incendi Obiettivo del programma e quello di ridurre I'incidenza degl i incendi nell a regione amazzoniea della Bolivia, attrav erso la realizzazione di pratiehe alternative all'uso del fuoco. Si mira quindi a proteggere I'ambiente e a migliorare Ie cond izioni di vita delle cornunita rurali ed indigene. A livello piu specifieo, I'iniziativa vuole rafforzare I'effieienza e I'effieacia delle politiehe della Stato boliviano in materia di promozione di metodologie proposte per contenere il fenomeno degli incendi e favo rire 10 sviluppo sostenibile della regione. > La Cooperazion e Ilaliana Informa - giugno 2014 ~I

6 I VOCI DAL CAMPO II programma affronta temi quali la conservazione della blodl verslta, I'uso sostenibile delle riso rse naturali e Ie alternative agricole rispetto all'uso del fuoco. L'i mpatto a livello locale e notevole: all'interno del programma vengono realizzate attivita di formazione e corsi di approfondimento su tecniche di prevenzione e controllo degli incendi, usa controllato del fuoco nelle attivita agricole e gestione sostenibi le dei pascali. Una volta formati i formatori, questi diffondono Ie lezioni apprese alia lora cornunita. Tutte Ie azioni messe in atto sono inoltre accompagnate da simulazioni e campagne di sensibilizzazione dirette alia societa civile. Obiettivl dell'iniziativa: Sensrbrlizzare gil anon e 1<0, islnuzior» locah perche.ruraprendano ZIOr' 1 rmrate In.etazione all uso e al controllo del tuoco Svil ppare 8 rattorzare Ie capac.ta local; nel se IOri della t: n:,.,rva..'iljn8 [Id le lllre~ ~ " r ell'ado,iol e di pratiche agncole lternauve all usa del IUI-,C0, Con ali ar _ ~I,i"rr:i di uroduzrone sostenib Ii per ITigli,)rare il reddito dei pl':c'jh 19riwlt: n, I beneficiari del PASF sono i membri di 440 corn unlta, gruppi di contadini indigeni e non, di 49 mu nicipi coinvolti nel programma, siti in 5 Dipartimenti del Paese (La Paz, Beni, Pando, Cochabamba e Santa Cruz), per un totale di circa persone. Indirettamente, beneficiano dell' iniziativa circa individui, ovvero la totalita degli abitanti dei 49 municipi. Nel corso del 2013, il PASF ha raggiunto ri sultati significativi, tra i quali si segnalano: la formazione di oltre persone, attraverso 225 cors i di formazione, sui tema "L'uso controllato del fuoco e Ie alternative all'uso del fuoco nelle pratiche agricole"; la stipulazione di 50 accord i di collaborazione a Iivello municipale, dipartimentale e nazionale; la realizzazione di 63 unita dimostrative (aree a costa zero utilizzate per simular e I'effetto dell'applicazione di una determinata tecnologia 0 pratica di gestione sost enibile dell'acqua); I'attivazione del Master in "Me todologie alternative all'uso del fuoco nelle pratiche agricole", riconosciuto dal Ministero dell'lstruzione boliviano e che rappresenta il primo corso di questo genere mai attivato in Bolivia. > La Cooperazione Italiana Informa giugno 2014

7 I VOCIDALCAMPO Infine, I'esperienza boliviana di Amazonia Sin Fuego e stata oggetto di contatti con il governo ecu adoregno, per estendere I'iniziativa a quello che sara il terzo Paese sudamericano coinvolto nella realizzazione del progetto (qta approvato il fina nziamento italiano nel settem bre 2013). Le iniziative del PASF sono state rico nosciute come compatibi li e coerenti con Ie iniziative boliviane in materia ambientale, soprattutto quelle inserite nel quadro della Legg e 300 della "Madre Terra e Sviluppo Integrale per Vivere Bene" (Madre Tierra y Desarrollo Integral para Vivir Bien). Nel 2014 il PASF ha partecipato a diversi eventi preparatori al Summit G77+C ina, tenutosi a Santa Cruz, Bolivia, il giugn o A dicembre 2014 si terra invece,a Lima, la vente sima Conferenza delle Parti della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui camb iame nti c1 imatici (COP20). Considerato I'alto grade di apprezzamento ottenuto dal Programma, si sta organizzando la partecipazione del PASF a que sta importante foro, in collaborazione con il Ministero dell'ambiente e dell'acqu a boliviano e con i finanziatori del programma. MODIJLO, LH fl u e...". n... MOD4A.O 2' """'. " ~ M01>tIIl.O ~ Cf.,M +tt<kgf' OI(>DOILO ~ ""--" MOtJulO.. "-~ Tanto ii G77+Cina, in quanto canale di analisi dell'attual e state della cooperazione Sud-Sud, quan to la COP20, in un piu ampio quadro di impegn i e collaborazioni sui piano internazion ale afferenti il cambim ento c1imatico e il post-kyoto 2015, costituiscono spazi importanti per rafforzare la diffusione e I'istituzionalizzazione delle proposte del PASF a livello regionale e internazionale. > La Cooperazione Italiana Informa - giugno 2014

8 I VOCIDALCAMPO IL PROGETTO A SOSTEGNO DEL SETTO RE QUINOA/CAMELIDI Ormai da 7 anni continua la proficua collaborazione tra Governo italiano, Governo boliviano e Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e I'Agricoltura (FAO). II 29 maggie di quest'anno si e conclusa la fase di sottoscrizione del/'accordo "Sistema Agroalimentare Integrato Quinoa/Camelidi, promozione dell'agricoltura Familiare Comunitaria Sostenibile dell'altopiano Boliviano", tra Governo italiano, Ministero di Sviluppo Rurale e Terre boliviano e FAO. II Progetto e stato elaborato nel 2013, proclam ato dall'onu anno intern azionale della qui noa e rappresenta una strategia vincente per la partecipazione della Bolivia all'expo di Milano del L'iniziativa, di un valore di , vuo le favorire la cresci ta ec onom ica della Bolivia attraverso il miglioramento della produzione primari a di quinoa e came lidi, garantire maggiori livelli di sicurezza alime nt are e rafforzare i sistemi di trasformazion e dei prodotti. Si punta inoltre ad istituzionalizzare e implementare un sistema agricolo integrato per quinoa e came lidi, rafforzando Ie capacita istituzionali dei dipartimenti pubblici coinvolti. Quello che si vuole ottenere e cercare di rivitalizzare i saperi ancestrali, introd ucend o, allo stesso tempo, nuove tecnologie che permettano agli agricoltori di produ rre piu quinoa e incrementare gli utili, senza ridu rre gli spazi per il pascola dei lama. II Programma dara particola re enfas i ai prodotti di trasformazione dei lama, intesi sia come carne sia come f ibra, affinche Ie famigli e produttrici si sentano motivate ad aumentare la produzione di camelidi nelle proprie terre. 1/ progetto bene ficia direttamente i municipi di Colcha K del dipartimento di POtOSI e Salinas di Garci Mendoza del dipartim ento di Oruro, per un totale di circa persone residenti in zon e rurali, di cui il 47% donne. Le famiglie che beneficiano indirettamente del Programm a, invece, sono II > La Cooperazione Italiana Informa - giugno 2014

9 I VOCIDALCAMPO Programma si inserisce all'interno delle priorita del Governo italiano in quanta punta a rafforzare il sistema agro-produttivo sostenibile in modo da agev olare 10 svilup po locale, assicurare la sovranita alimentare della popolazione e migliorare la qualita di vita delle famiglie dei municipi coinvolti. L'impatto del Progetto e di massi ma impo rtanza: dal punt a di vista economico, il programma non si limita a rafforz are il sistema produttivo di quinoa e camelidi e, dunqu e, a migliorare gli indici di produttivita locali e nazionali, ma garan tisce anche I'ownership dei sistemi produttivi da parte delle famig lie produttrici e delle organizzazioni economiche locali boliviane. > La Cooperazione Italian a Informa - giugno 2014

10 I VOCI DAL CAMPO L'UTL DI NAIROBI RACCONTA... LA COOPERAZIONE ITALIANA PER LA FORMAZI ONE 0 1TECNICI VETERINARI La scuola veteri naria di Sheikh La scuola veterin aria di Shei kh in Somali land, finanziata dalla Coo perazione itali ana con 4 rni llo ni di euro, e il punto di riferim ento per gli studi veterinari nel Corno d'africa. Nato nel2006 con I'obiettivo di sostenere Ie cornun lta pastorali, ripristinando i servizi veterinari, I'lstituto professi onale ha diplomato fino ad oggi 174 vet erina ri. II dato e emerso 10 scorso 1 0 giugno, durante il consiglio di amministrazione della scuola, presieduto dall'intergovernmental Authority on Development (IGAD) dell'africa dell'est e a cui ha partecipato il diretto re dell'u nita tecnica locale (Uti) di Nairobi, Martino Melli. Otto anni fa la Cooperazione italiana ha creduto nell' iniziativa co-finan ziando - insieme all'unione Europea - la costruzione e la gestione della scuola. II prog etto e stato realizzato dalla Ong italiana Terra Nuova can il sostegno della FAO: oggi, I'istituto viene gestito dall'lgad con il supporto di altri Donatori (tra cui la Cooperazione italian a). Divent ata un istituto regionale per la promozione della ricerca in campo veterinario, questa scuola continua ogni anna a formare esperti in uno dei settori chiav e della sviluppo economico somalo: la zootecnia ;ig~a;-;; D~~ch n ICa I Veterinary School and Reference Centre L'obiettivo del prog etto e quello di creare una classe di tecnici veterinari e assumere la duplice funzione di clin ica e istituto di certificazione per favarire il commercia di bestiame entre e fuori i confini della Somalia. L'istituto, oltre ad essere patrocinato dall'uni one Africana, riceve assistenza tecnica dalle Universita del Kenya e dell'uganda e rappresenta un valido esempio di coopera zione nord-sud: l'universita degli studi di Bologna, L'ingresso della scuola > La Cooperazion e Italiana Informa - giugno 2014

11

Fame nel mondo e sicurezza alimentare: l agricoltura familiare come garanzia di sostenibilità sociale ed ambientale

Fame nel mondo e sicurezza alimentare: l agricoltura familiare come garanzia di sostenibilità sociale ed ambientale Fame nel mondo e sicurezza alimentare: l agricoltura familiare come garanzia di sostenibilità sociale ed ambientale WORLD FOOD DAY 2014 Roma - 29 Ottobre Palazzetto Mattei in Villa Celimontana Il ruolo

Dettagli

Protezione sociale e agricoltura

Protezione sociale e agricoltura 16 ottobre 2015 Giornata mondiale dell alimentazione Protezione sociale e agricoltura Sasint/Dollar Photo Club Sasint/Dollar Photo Club per spezzare il ciclo della povertà rurale 16 ottobre 2015 Giornata

Dettagli

GLOBE. 21 febbraio 2014, SASSARI. Stefania Paradisi

GLOBE. 21 febbraio 2014, SASSARI. Stefania Paradisi GLOBE 21 febbraio 2014, SASSARI Stefania Paradisi Gli attori della cooperazione internazionale Nazioni Unite Fondazioni e Imprese Unione Europea Cooperazione internazionale Cooperazione decentrata Istituzioni

Dettagli

LA GIORNATA MONDIALE DELL ALIMENTAZIONE Campagna raccolta fondi Crescita 17-23 Ottobre 2011. Kit per la campagna. www.incontra.org

LA GIORNATA MONDIALE DELL ALIMENTAZIONE Campagna raccolta fondi Crescita 17-23 Ottobre 2011. Kit per la campagna. www.incontra.org LA GIORNATA MONDIALE DELL ALIMENTAZIONE Campagna raccolta fondi Crescita 17-23 Ottobre 2011 Kit per la campagna IL PERCORS O La Giornata Mondiale dell Alimentazione, quest anno celebrata il 17 ottobre,

Dettagli

Power to Change. VIII Annual Forum on Business Ethics and CSR Milano, 13 dicembre 2011. Sabina Ratti Sustainability Senior Vice President

Power to Change. VIII Annual Forum on Business Ethics and CSR Milano, 13 dicembre 2011. Sabina Ratti Sustainability Senior Vice President Power to Change VIII Annual Forum on Business Ethics and CSR Milano, 13 dicembre 2011 Sabina Ratti Sustainability Senior Vice President Agenda Il profilo dell azienda Dual flag L accesso all energia L

Dettagli

COMITATO DIREZIONALE DEL 19 DICEMBRE 2012 ELENCO INIZIATIVE APPROVATE. Contributi volontari

COMITATO DIREZIONALE DEL 19 DICEMBRE 2012 ELENCO INIZIATIVE APPROVATE. Contributi volontari COMITATO DIREZIONALE DEL 19 DICEMBRE 2012 DELIBERE ELENCO INIZIATIVE APPROVATE Contributi volontari 111. BMVO - Libano AID 9957 Sostegno all Appello globale al Piano di Risposta Regionale (RRP) per i rifugiati

Dettagli

Per iniziare, guarda questo breve video:

Per iniziare, guarda questo breve video: Per iniziare, guarda questo breve video: http:///la-carestia-in-somalia.htm Per svolgere le attività proposte, ricava notizie dal tuo libro di geografia e dai seguenti siti: https://it.wikipedia.org/wiki/carestia

Dettagli

Da trent anni facciamo la differenza. Perché la facciamo insieme.

Da trent anni facciamo la differenza. Perché la facciamo insieme. a istruzione biodiversità diritto al lavoro diritti delle donne diritti dei bambini diritto al cibo Da trent anni facciamo la differenza. Perché la facciamo insieme. chi siamo diritti delle donne COSPE

Dettagli

La cooperazione allo sviluppo del Comune di Milano

La cooperazione allo sviluppo del Comune di Milano La cooperazione allo sviluppo del Comune di Milano Marco Grandi Responsabile Ufficio Cooperazione Settore Relazioni Internazionali Gabinetto del Sindaco 27.11.2013 Perché 1/2 La Legge n 49/1987 Nuova disciplina

Dettagli

ILLY AND SUSTAINABILITY

ILLY AND SUSTAINABILITY ILLY AND SUSTAINABILITY DARIA ILLY BUSINESS DEVELOPMENT - PORTIONED SYSTEMS DIRECTOR NOVEMBER 14 THE COMPANY Trieste 1 9 3 3, I t a l y R u n b y t h e I l l y f a m i l y D i s t r i b u t e d i n m o

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

4 6 7 7 8 8 9 10 11 14 15 17 21 25 Riassunto Realizzazione di un Sistema Informativo Territoriale per la sorveglianza sanitaria della fauna nel Parco Nazionale della Majella tramite software Open Source

Dettagli

Da trent anni facciamo la differenza. Perché la facciamo insieme.

Da trent anni facciamo la differenza. Perché la facciamo insieme. a istruzione biodiversità diritto al lavoro d al diritti delle donne diritti dei bambini diritto al cibo Da trent anni facciamo la differenza. Perché la facciamo insieme. chi siamo COSPE è un associazione

Dettagli

COMITATO CONGIUNTO PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO PROPOSTE APPROVATE

COMITATO CONGIUNTO PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO PROPOSTE APPROVATE COMITATO CONGIUNTO PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO PROPOSTE APPROVATE RIUNIONE n. 3/2016 10 maggio 2016, ore 12.00 Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo Sala Onofri Elenco proposte approvate

Dettagli

Sorrisi di madri africane Campagna per la salute materna e infantile

Sorrisi di madri africane Campagna per la salute materna e infantile Sorrisi di madri africane Campagna per la salute materna e infantile Chi siamo Il CCM, Comitato Collaborazione Medica, è un Organizzazione Non Governativa e Onlus fondata nel 1968 a Torino da un gruppo

Dettagli

MILANO PER IL CO-SVILUPPO

MILANO PER IL CO-SVILUPPO MILANO PER IL CO-SVILUPPO Contributi a favore della solidarietà e della cooperazione internazionale 2009-2010 Comune di Milano Il Bando Milano per il co-sviluppo del Comune di Milano Obbiettivi chiave

Dettagli

U N I - MI- M A K. CrowdFunding per l attivazione di borse di studio universitarie presso la Facoltà di Agraria di Makeni, Sierra Leone.

U N I - MI- M A K. CrowdFunding per l attivazione di borse di studio universitarie presso la Facoltà di Agraria di Makeni, Sierra Leone. U N I - MI- M A K CrowdFunding per l attivazione di borse di studio universitarie presso la Facoltà di Agraria di Makeni, Sierra Leone. Con il patrocinio di U N I - MI- M A K La Facoltà di Agraria di Milano,

Dettagli

Esperienza di una ONG italiana nei progetti di cooperazione decentrata in America Latina. Maria Cristina Negro 11 luglio 2006

Esperienza di una ONG italiana nei progetti di cooperazione decentrata in America Latina. Maria Cristina Negro 11 luglio 2006 Esperienza di una ONG italiana nei progetti di cooperazione decentrata in America Latina Maria Cristina Negro 11 luglio 2006 1 ACRA e la cooperazione 1. La storia di ACRA 2. Le parole chiave di ACRA: Partenariato

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere gli uomini e le donne poveri che vivono nelle aree rurali in condizione di raggiungere

Dettagli

Il potenziale sviluppo dei Bio-Distretti con il nuovo PSR. Salvatore Basile

Il potenziale sviluppo dei Bio-Distretti con il nuovo PSR. Salvatore Basile Il potenziale sviluppo dei Bio-Distretti con il nuovo PSR Salvatore Basile Il Bio-Distretto è un area, naturalmente vocata al biologico, dove: AGRICOLTORI sono perfettamente integrati nell ambiente e nel

Dettagli

5^ edizione del progetto Acqua Bene Comune (a.s. 2012/2013) WATER CITIZEN. acqua e cittadinanza attiva

5^ edizione del progetto Acqua Bene Comune (a.s. 2012/2013) WATER CITIZEN. acqua e cittadinanza attiva 5^ edizione del progetto Acqua Bene Comune (a.s. 2012/2013) WATER CITIZEN acqua e cittadinanza attiva Progetto gratuito per le scuole secondarie di 2 grado e i centri di formazione professionale della

Dettagli

IL FINANZIAMENTO DI ATTIVITA INTERNAZIONALI

IL FINANZIAMENTO DI ATTIVITA INTERNAZIONALI IL FINANZIAMENTO DI ATTIVITA INTERNAZIONALI La Cooperazione allo Sviluppo Vittoria Maria Peri- UCREL - INT Workshop Roma 18 novembre 2013 1 OECD - DAC Da 50 anni a questa parte, il Comitato di Aiuto allo

Dettagli

Bilancio 2012 Financial Statements 2012

Bilancio 2012 Financial Statements 2012 Bilancio Financial Statements IT La struttura di Medici con l Africa CUAMM è giuridicamente integrata all interno della Fondazione Opera San Francesco Saverio. Il bilancio, pur essendo unico, si compone

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Discorso del Ministro dell Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan FINANCE FOR FOOD: INVESTING IN AGRICULTURE FOR A SUSTAINABLE FUTURE

Discorso del Ministro dell Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan FINANCE FOR FOOD: INVESTING IN AGRICULTURE FOR A SUSTAINABLE FUTURE Discorso del Ministro dell Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan FINANCE FOR FOOD: INVESTING IN AGRICULTURE FOR A SUSTAINABLE FUTURE Milano, 16 ottobre 2015 www.mef.gov.it Signor Presidente della

Dettagli

I TAVOLI DI LAVORO Quattro aree tematiche: diritto, cooperazione, sostenibilità e conoscenza

I TAVOLI DI LAVORO Quattro aree tematiche: diritto, cooperazione, sostenibilità e conoscenza #EXPODOPOEXPO I TAVOLI DI LAVORO Quattro aree tematiche: diritto, cooperazione, sostenibilità e conoscenza Tavolo 1 Il cibo diritto per tutti Tavolo 2 Obiettivo Zero Hunger Tavolo 3 L agricoltura familiare

Dettagli

SOMMARIO In primo piano 1 14 giornata mondiale del rifugiato di Federica Parasiliti pag. 03

SOMMARIO In primo piano 1 14 giornata mondiale del rifugiato di Federica Parasiliti pag. 03 Anno IV n. 6 giugno 2014* SOMMARIO In primo piano 1 14 giornata mondiale del rifugiato di Federica Parasiliti pag. 03 Crisi siriana: il dramma dei rifugiati a cura di Giulia Dosi pag. 07 Libano e Giordania:

Dettagli

La mostra fotografica del WFP Italia «Tutto Sulla Sua Testa»

La mostra fotografica del WFP Italia «Tutto Sulla Sua Testa» La mostra fotografica del WFP Italia «Tutto Sulla Sua Testa» Cosa fa il WFP Chi sono i beneficiari interviene nelle emergenze umanitarie le vittime di guerre e di disastri naturali promuove lo sviluppo

Dettagli

La Sfida agli Squilibri

La Sfida agli Squilibri Progetto Food for Learnig - Somalia La Sfida agli Squilibri GLI OBIETTIVI di SVILUPPO DEL MILLENNIO RAGIONI DELLO SQUILIBRIO C è cibo a sufficienza per sfamare l'intera popolazione mondiale di oltre 7

Dettagli

Impact Investing & Agribusiness. Claudio Soregaroli 22 giugno 2015

Impact Investing & Agribusiness. Claudio Soregaroli 22 giugno 2015 Impact Investing & Agribusiness Claudio Soregaroli 22 giugno 2015 Chi siamo SMEA Alta Scuola in Management ed Economia Agro-Alimentare La missione è promuovere la conoscenza manageriale ed economica nel

Dettagli

2 MEETING INTERREGIONALE ANACI NORD OVEST BOARD OF CEPI-CEI

2 MEETING INTERREGIONALE ANACI NORD OVEST BOARD OF CEPI-CEI MILANO 2 MEETING INTERREGIONALE ANACI NORD OVEST BOARD OF CEPI-CEI MILANO 23/24/25 SETTEMBRE 2015 CON IL PATROCINIO LA CASA, L AMBIENTE, L EUROPA Nel corso dell Esposizione Universale EXPO2015 il 24 e

Dettagli

P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza. Genova 19 novembre 2010

P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza. Genova 19 novembre 2010 P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza Grazia Manca U.O.Informazione Comunitaria Dipartimento della Multifunzionalità dell Azienda Agricola e delle Filiere Agroalimentari per lo

Dettagli

Calendario degli incontri

Calendario degli incontri UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA Corso di Laurea Interfacoltà in COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO in collaborazione con UNIEXPORT PADOVA e CONFINDUSTRIA PADOVA Seminario di studio I processi di delocalizzazione

Dettagli

Prospettive filosofiche sulla pace

Prospettive filosofiche sulla pace Prospettive filosofiche sulla pace Atti del Colloquio Torino, 15 aprile 2008 a cura di Andrea Poma e Luca Bertolino Trauben Volume pubblicato con il contributo dell Università degli Studi di Torino Trauben

Dettagli

AMKA Onlus. www.assoamka.org ONLUS. Via Flaminia Nuova, 246 00191 Roma Tel + 39 06 64 76 0188 amka@assoamka.org

AMKA Onlus. www.assoamka.org ONLUS. Via Flaminia Nuova, 246 00191 Roma Tel + 39 06 64 76 0188 amka@assoamka.org chi? Amka è un Organizzazione no profit nata nel 2001 dall incontro di due culture differenti e dalla volontà di contribuire al miglioramento reale della vita delle popolazioni del Sud mondo. L Associazione

Dettagli

ICEI. CITTADINI NEL MONDO un lungo viaggio insieme verso il cambiamento

ICEI. CITTADINI NEL MONDO un lungo viaggio insieme verso il cambiamento ICEI. CITTADINI NEL MONDO un lungo viaggio insieme verso il cambiamento CHI SIAMO Siamo un associazione senza fini di lucro impegnata nella solidarietà internazionale, nella cooperazione allo sviluppo,

Dettagli

SIRIA. Per le famiglie in fuga dalla guerra SIRIA. Per le famiglie in fuga dalla guerra

SIRIA. Per le famiglie in fuga dalla guerra SIRIA. Per le famiglie in fuga dalla guerra AVSI opera nei settori socio-educativo, sviluppo urbano, sanità, lavoro, agricoltura, sicurezza alimentare e acqua, energia e ambiente, emergenza umanitaria e migrazioni, raggiungendo più di 4.000.000

Dettagli

Il 14 e 15 maggio partecipa anche tu i nostri volontari ti aspettano nelle principali piazze italiane per sostenere il diritto al cibo

Il 14 e 15 maggio partecipa anche tu i nostri volontari ti aspettano nelle principali piazze italiane per sostenere il diritto al cibo Il 14 e 15 maggio partecipa anche tu i nostri volontari ti aspettano nelle principali piazze italiane per sostenere il diritto al cibo Il riso è migliore, quando è sulla bocca di tutti. in collaborazione

Dettagli

COMITATO DIREZIONALE DEL 21 OTTOBRE 2013 ELENCO INIZIATIVE APPROVATE AFRICA SUB-SAHARIANA

COMITATO DIREZIONALE DEL 21 OTTOBRE 2013 ELENCO INIZIATIVE APPROVATE AFRICA SUB-SAHARIANA COMITATO DIREZIONALE DEL 21 OTTOBRE 2013 ELENCO INIZIATIVE APPROVATE AFRICA SUB-SAHARIANA 159. AFRICA Burkina Faso AID 10060 Unità mobile di pronto intervento sociale. 45.400,00 160. AFRICA Eritrea AID

Dettagli

Emergenza alimentare nel Corno d Africa: supporto alle famiglie vulnerabili in Somalia.

Emergenza alimentare nel Corno d Africa: supporto alle famiglie vulnerabili in Somalia. Emergenza alimentare nel Corno d Africa: supporto alle famiglie vulnerabili in Somalia. Agosto 2011 - Donne e bambini nella Bay Region, Sud Somalia, beneficiari del progetto di COOPI. Foto archivio COOPI.

Dettagli

Oggi parlare di educazione ambientale significa sempre più aprirsi ad un ampio ventaglio di tematiche tra loro trasversali, con l obiettivo comune di

Oggi parlare di educazione ambientale significa sempre più aprirsi ad un ampio ventaglio di tematiche tra loro trasversali, con l obiettivo comune di Oggi parlare di educazione ambientale significa sempre più aprirsi ad un ampio ventaglio di tematiche tra loro trasversali, con l obiettivo comune di puntare ad una diffusione della sostenibilità sul territorio.

Dettagli

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale 1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale della RGS, del CNIPA e di ingegneri dell Ordine di

Dettagli

Servizio INFORMATIVA 730

Servizio INFORMATIVA 730 SEAC S.p.A. - 38100 TRENTO - Via Solteri, 74 Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 0461/805111 - Fax 0461/805161 Servizio INFORMATIVA 730 SOMMARIO EDITORIA FISCALE SEAC Servizio INFORMATIVA

Dettagli

COOPERAZIONE E SVILUPPO: LE PAROLE VINCENTI DELL ITALIA NEL MONDO

COOPERAZIONE E SVILUPPO: LE PAROLE VINCENTI DELL ITALIA NEL MONDO 6 COOPERAZIONE E SVILUPPO: LE PAROLE VINCENTI DELL ITALIA NEL MONDO Giampaolo Cantini è il volto e l anima della Direzione italiana per la cooperazione e lo sviluppo del Ministero degli Affari Esteri.

Dettagli

Progetto Programma di sostegno allo sviluppo del sistema socio-sanitario del Dipartimento di Potosí.

Progetto Programma di sostegno allo sviluppo del sistema socio-sanitario del Dipartimento di Potosí. Progetto Programma di sostegno allo sviluppo del sistema socio-sanitario del Dipartimento di Potosí. Esecutore: DGCS / Unidad de Coordinación de Proyectos y Programas del Ministerio de Economía y Finanzas

Dettagli

E-Business Consulting S.r.l.

E-Business Consulting S.r.l. e Rovigo S.r.l. Chi siamo Scenario Chi siamo Missione Plus Offerti Mercato Missionedi riferimento Posizionamento Metodologia Operativa Strategia Comunicazione Digitale Servizi Esempidi consulenza Clienti

Dettagli

LA FILIERA DEL GRANO DURO IN ETIOPIA THE DURUM WHEAT VALUE CHAIN IN ETHIOPIA

LA FILIERA DEL GRANO DURO IN ETIOPIA THE DURUM WHEAT VALUE CHAIN IN ETHIOPIA LA COOPERAZIONE ITALIANA AD EXPO MILANO 2015 ITALIAN COOPERATION IN EXPO MILAN 2015 LA FILIERA DEL GRANO DURO IN ETIOPIA THE DURUM WHEAT VALUE CHAIN IN ETHIOPIA Mercoledì, 8 luglio / 8th July, Wednesday

Dettagli

VIII) FONDO INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO AGRICOLO

VIII) FONDO INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO AGRICOLO VIII) FONDO INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO AGRICOLO Cenni storici e aspetti generali 1. Il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD), con sede a Roma, è stato creato nel 1977 a seguito di una

Dettagli

Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud. Università Ca Foscari. Venezia, 10 febbraio 2010

Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud. Università Ca Foscari. Venezia, 10 febbraio 2010 Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud Università Ca Foscari Venezia, 10 febbraio 2010 Premesse In riferimento all obiettivo di sensibilizzare ed educare allo sviluppo

Dettagli

FIERA DI BRESCIA 15-18 November 2013

FIERA DI BRESCIA 15-18 November 2013 E UR OPEAN GLU PO TE N FREE EX BRESCIA 15-18 BRIXIA EXPO NOVEMBRE 2013 FIERA DI BRESCIA 15-18 November 2013 th th IL PRIMO EXPO EUROPEO INTERAMENTE DEDICATO AI PRODOTTI E ALL ALIMENTAZIONE SENZA GLUTINE

Dettagli

Mappatura progetti internazionali in ambito socio-sanitario della Regione Friuli Venezia Giulia (2000-2009)

Mappatura progetti internazionali in ambito socio-sanitario della Regione Friuli Venezia Giulia (2000-2009) Mappatura progetti internazionali in ambito socio-sanitario della Regione Friuli Venezia Giulia (2000-2009) Indice: Sintesi Generale 1 Sintesi mappatura progetti regionali su fondi comunitari in ambito

Dettagli

Regolamento delle agevolazioni alle imprese italiane che avviano imprese miste nei PVS previste dall articolo 7 della legge 49/87.

Regolamento delle agevolazioni alle imprese italiane che avviano imprese miste nei PVS previste dall articolo 7 della legge 49/87. Regolamento delle agevolazioni alle imprese italiane che avviano imprese miste nei PVS previste dall articolo 7 della legge 49/87. Delibera 92 del CIPE approvata il 6 novembre 2009 Premesse Visto l articolo

Dettagli

L insegnamento delle lingue straniere in Italia. Gisella Langé. gisella.lange@istruzione.it

L insegnamento delle lingue straniere in Italia. Gisella Langé. gisella.lange@istruzione.it Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca L insegnamento delle lingue straniere in Italia Gisella Langé gisella.lange@istruzione.it Rome, 29 Novembre, 2012 1 Tre punti 1. Il contesto

Dettagli

PROGETTO UNA CASA PER TUTTI. Estate 2011 Missioni umanitarie e campi di lavoro in Messico

PROGETTO UNA CASA PER TUTTI. Estate 2011 Missioni umanitarie e campi di lavoro in Messico PROGETTO UNA CASA PER TUTTI Estate 2011 Missioni umanitarie e campi di lavoro in Messico CHI SIAMO Gioventù e Famiglia Missionaria è un organizzazione internazionale presente in 30 paesi del mondo che

Dettagli

CODICE AVVISO: 01/ALB/2012

CODICE AVVISO: 01/ALB/2012 AVVISO DI SELEZIONE DI UN ESPERTO IN AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE DA ASSUMERE IN ALBANIA PRESSO L AMBASCIATA D ITALIA A TIRANA UFFICIO DI COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO CODICE AVVISO: 01/ALB/2012 E' indetta

Dettagli

Coopermondo: la mission. value

Coopermondo: la mission. value Coopermondo: la mission value manage partner / global alliance for sustainable development partnership: a global alliance for sustainable development 415 progetti (295 in corso) 612 organizzazioni partner

Dettagli

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Milano, 28 aprile 2014 L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Paolo De Castro Presidente Commissione Agricoltura e Sviluppo

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA. D.S. Patrizia Marini

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA. D.S. Patrizia Marini 2015 NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA D.S. Patrizia Marini GLI OBIETTIVI DEL MILLENNIO Il tema Expo Milano 2015 è collegato ad alcuni degli Obiettivi del Millennio fissati dalle Nazioni Unite: Ridurre

Dettagli

Abstract Women Collection

Abstract Women Collection Abstract collection Head: J 271 Mod.: 3919 Body Col.: 287 Glossy White 2 Head: J 269 Body Col.: Glossy Black Mod.: 3965 3 Head: J 250 Mod.: 3966 Body Col.: 287 Glossy White 4 Head: J 248 Body Col.: 287

Dettagli

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a presentare proposte

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a presentare proposte EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura Invito a presentare proposte EACEA 29/2015 : Sostegno a favore di progetti di cooperazione europei Attuazione del regime del sottoprogramma Cultura Europa

Dettagli

Politiche rurali, le università del mondo in visita alla romagnola Fattorie Faggioli

Politiche rurali, le università del mondo in visita alla romagnola Fattorie Faggioli Politiche rurali, le università del mondo in visita alla romagnola Fattorie Faggioli di politiche rurali, sistemi e reti alimentari, energie rinnovabili, agricoltura sociale con i rappresentanti di Università

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per il coordinamento amministrativo Procedura 8 per mille Elenco F.4 ISTANZE CON PARERI FAVOREVOLI Elenco in ordine numerico Pagina 1 di 8 CISP - COMITATO INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO DEI

Dettagli

Esperienze e prospettive di cooperazione territoriale nell arco alpino

Esperienze e prospettive di cooperazione territoriale nell arco alpino Esperienze e prospettive di cooperazione territoriale nell arco alpino UDINE ITALY 15 Settembre 2015 La Strategia Macroregionale Alpina (EUSALP) Roberta Negriolli REGIONE LOMBARDIA Delegazione di Bruxelles

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR)

PROTOCOLLO D INTESA. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) PROTOCOLLO D INTESA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) Associazione Volontari Italiani del Sangue (di seguito denominato AVIS) VISTI gli articoli 2-3-13-19-32

Dettagli

TRASFERIMENTI DI RESIDENZA NEI PAESI CONSIDERATI «PARADISI FISCALI» FISCO E TRIBUTI

TRASFERIMENTI DI RESIDENZA NEI PAESI CONSIDERATI «PARADISI FISCALI» FISCO E TRIBUTI Ambrosia Corporate Solutions Newsletter TRASFERIMENTI DI RESIDENZA NEI PAESI CONSIDERATI «PARADISI FISCALI» FISCO E TRIBUTI Marzo 2015 I Paradisi Fiscali hanno rappresentato da sempre la garanzia di prelievi

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA Premesso che il programma di Governo ha previsto una legislatura caratterizzata da profonde riforme istituzionali; che tale

Dettagli

Le relazioni dell India con i paesi subsahariani

Le relazioni dell India con i paesi subsahariani Le relazioni dell India con i paesi subsahariani SABINA SHESHI 880662 POLITICA, ISTITUZIONE E SVILUPPO PROFESSOR GIOVANNI CARBONE CORSO DI SCIENZE SOCIALI PER LA GLOBALIZZAZIONE Repubblica dell India Capitale:

Dettagli

Dichiarazione congiunta de L Aquila sulla sicurezza alimentare globale

Dichiarazione congiunta de L Aquila sulla sicurezza alimentare globale Traduzione non ufficiale Dichiarazione congiunta de L Aquila sulla sicurezza alimentare globale L Iniziativa de L Aquila sulla Sicurezza Alimentare (AFSI) 1. Noi, i Capi di Stato e di Governo e i Direttori

Dettagli

Università di Padova Facoltà di Agraria Master in: Cooperazione allo sviluppo nelle aree rurali

Università di Padova Facoltà di Agraria Master in: Cooperazione allo sviluppo nelle aree rurali Università di Padova Facoltà di Agraria Master in: Cooperazione allo sviluppo nelle aree rurali Sito web: www.agraria.unipd.it E-mail: presid.agraria@unipd.it Obiettivi formativi Formazione tecnica e culturale

Dettagli

Mille orti in Africa. Paola Viesi

Mille orti in Africa. Paola Viesi Mille orti in Africa Stiamo coltivando un piccolo grande sogno: realizzare orti in tutte le comunità africane di Terra Madre. Al nostro impegno potrà unirsi quello di chi, insieme a noi, crede in questa

Dettagli

http://photofinish.blogosfere.it/2009/04/mostre-mostre-e-ancora-mostre.html

http://photofinish.blogosfere.it/2009/04/mostre-mostre-e-ancora-mostre.html Pagina 1 di 5 Blow Photofinish up sul mondo della fotografia AP R 0 9 8 Mo s tre, m o s t re e a n c o ra m o s t re! Pu b b lic a t o d a Fra n c e s c a D e Me is a lle 1 2 :3 3 in Mo s t re Si intitola

Dettagli

Contributo per la Carta di Milano

Contributo per la Carta di Milano Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Direzione Generale della Cooperazione allo Sviluppo (MAECI-DGCS) Contributo per la Carta di Milano Contributo n 72 Sezione tematica di

Dettagli

La sostenibilità negli atenei: il contesto internazionale e un caso italiano. Sottotitolo: imparare facendo, educare dando il buon esempio.

La sostenibilità negli atenei: il contesto internazionale e un caso italiano. Sottotitolo: imparare facendo, educare dando il buon esempio. La sostenibilità negli atenei: il contesto internazionale e un caso italiano Sottotitolo: imparare facendo, educare dando il buon esempio. Educare alla sostenibilità - San Michele All'Adige, 27 ottobre

Dettagli

impegno è la risposta!

impegno è la risposta! Se l abbandono è una emergenza il mio impegno è la risposta! campo STUDIO A LAMPEDUSA la porta di ingresso verso una nuova vita Lampedusa, la porta di ingresso verso una nuova vita? Un isola diventata

Dettagli

progetto LiDi Lingue e Didattica CENTRO PER LA FORMAZIONE CONTINUA E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE INSEGNANTE

progetto LiDi Lingue e Didattica CENTRO PER LA FORMAZIONE CONTINUA E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE INSEGNANTE progetto LiDi Lingue e Didattica CENTRO PER LA FORMAZIONE CONTINUA E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE INSEGNANTE Il Centro per la formazione continua e l aggiornamento del personale insegnante cura iniziative

Dettagli

Consiglio Regionale della Puglia Ufficio del Garante dei diritti dell Infanzia e dell adolescenza TRA

Consiglio Regionale della Puglia Ufficio del Garante dei diritti dell Infanzia e dell adolescenza TRA Consiglio Regionale della Puglia Ufficio del Garante dei diritti dell Infanzia e dell adolescenza MIUR PROTOCOLLO D INTESA TRA L UFFICIO DEL GARANTE DEI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA DELLA REGIONE

Dettagli

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA Doc. XXII n. 12 PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE d iniziativa del senatore MICHELONI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 23 OTTOBRE 2013 Istituzione di una Commissione

Dettagli

Programma LIFE 2015 Ambiente e azione per il clima. EURODESK Brussels - Unioncamere Lombardia Maggio 2015

Programma LIFE 2015 Ambiente e azione per il clima. EURODESK Brussels - Unioncamere Lombardia Maggio 2015 Programma LIFE 2015 Ambiente e azione per il clima EURODESK Brussels - Unioncamere Lombardia Maggio 2015 Obiettivi generali Il programma LIFE è lo strumento di finanziamento dell'ue che contribuisce all'attuazione,

Dettagli

- Settore sviluppo -

- Settore sviluppo - Presidenza italiana dell Unione Europea - Settore sviluppo - «The World we Want, the Europe we Want» TEMI Agenda Post 2015 PPP & Sviluppo Migrazione & Sviluppo Expo 2015 OBIETTIVI Definire una posizione

Dettagli

ALTRA AGRICOLTURA E SOSTENIBILITA URBANA. Ada Cavazzani Centro Studi Sviluppo Rurale Università della Calabria

ALTRA AGRICOLTURA E SOSTENIBILITA URBANA. Ada Cavazzani Centro Studi Sviluppo Rurale Università della Calabria ALTRA AGRICOLTURA E SOSTENIBILITA URBANA Ada Cavazzani Centro Studi Sviluppo Rurale Università della Calabria Presentazione 1. Quadro di riferimento 2. Rapporti città-campagna 3. Altra agricoltura 4. Reti

Dettagli

Progetto per un paesaggio sostenibile. Design of a Sustainable Landscape Plan

Progetto per un paesaggio sostenibile. Design of a Sustainable Landscape Plan Progetto per un paesaggio sostenibile dal parco Roncajette ad Agripolis Design of a Sustainable Landscape Plan from the Roncajette park to Agripolis Comune di Padova Zona Industriale Padova Harvard Design

Dettagli

Master di I livello In MICROCREDITO. I edizione I sessione

Master di I livello In MICROCREDITO. I edizione I sessione Master di I livello In MICROCREDITO NASCITA E SVILUPPO DELLA MICROIMPRESA (1500 h 60 cfu) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 - ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano attiva,

Dettagli

Il progetto e SENS e la strategia di interoperabilità europea

Il progetto e SENS e la strategia di interoperabilità europea e SENS Electronic Simple European Networked Services Il progetto e SENS e la strategia di interoperabilità europea Francesco Tortorelli Agenzia per l italia Digitale Agenzia per l Italia Digitale Presidenza

Dettagli

up date basic medium plus UPDATE

up date basic medium plus UPDATE up date basic medium plus UPDATE Se si potesse racchiudere il senso del XXI secolo in una parola, questa sarebbe AGGIORNAMENTO, continuo, costante, veloce. Con UpDate abbiamo connesso questa parola all

Dettagli

Il carattere multifunzionale dell agricoltura: approcci teorici e ruolo delle family farms. Leonardo Casini

Il carattere multifunzionale dell agricoltura: approcci teorici e ruolo delle family farms. Leonardo Casini Il carattere multifunzionale dell agricoltura: approcci teorici e ruolo delle family farms Leonardo Casini Questo è probabilmente l ettaro di terra più costoso del mondo: Burgundy, Vigneto Romanée Conti:

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

PROGETTO PROMOZIONE DELL HOCKEY SU PRATO IN TANZANIA. Lo sport come strumento di sviluppo sociale ed economico per giovani Tanzaniani

PROGETTO PROMOZIONE DELL HOCKEY SU PRATO IN TANZANIA. Lo sport come strumento di sviluppo sociale ed economico per giovani Tanzaniani PROGETTO PROMOZIONE DELL HOCKEY SU PRATO IN TANZANIA Lo sport come strumento di sviluppo sociale ed economico per giovani Tanzaniani "Sport has the power to change the world. It has the power to inspire.

Dettagli

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 me Ho CALL FOR PAPERS: 4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 Software Engineering aims at modeling, managing and implementing software development products

Dettagli

Giornata internazionale per l eliminazione della violenza contro le donne

Giornata internazionale per l eliminazione della violenza contro le donne 25 Novembre 2013 Giornata internazionale per l eliminazione della violenza contro le donne il nostro impegno l iniziativa di Torino 22 Novembre 2013 Organizzata dal segretario dell Utl Luca Pantanella

Dettagli

Il ruolo della cooperazione e del trasferimento tecnologico ai Paesi in via di Sviluppo SSTP STS

Il ruolo della cooperazione e del trasferimento tecnologico ai Paesi in via di Sviluppo SSTP STS Giornata di Formazione in collaborazione con l Ordine dei giornalisti del Lazio Verso la COP21: la sfida globale per contrastare i cambiamenti climatici Il ruolo della cooperazione e del trasferimento

Dettagli

Comunità della Paganella

Comunità della Paganella COMUNITÀ della PAGANELLA PROGETTO Sportello Donna Comunità della Paganella Gennaio 2013 PREMESSE Nel 2011 la Comunità della Paganella ha elaborato il progetto intitolato La conoscenza delle donne, nell

Dettagli

Le imprese e il rischio di violazioni dei diritti umani: l approccio di ActionAid

Le imprese e il rischio di violazioni dei diritti umani: l approccio di ActionAid Le imprese e il rischio di violazioni dei diritti umani: l approccio di ActionAid Un po di dati Operiamo da oltre trent anni a fianco delle comunità p iù svantaggiate per garantire loro migliori condizioni

Dettagli

RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016. Ufficio Immigrazione Caritas Italiana

RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016. Ufficio Immigrazione Caritas Italiana RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016 Ufficio Immigrazione Caritas Italiana Promotore Caritas Italiana Soggetti coinvolti Caritas italiana promuove il progetto nazionale coordinando il monitoraggio delle attività

Dettagli

Coop agricole contro la fame

Coop agricole contro la fame Coop agricole contro la fame INDICE RASSEGNA STAMPA Coop agricole contro la fame 21/11/2012 Università di Trento Adige p. 12 Fame nel mondo 1 22/11/2012 Università di Trento Corriere Del Trentino p. 5

Dettagli

PROGRAMMA EXPO 2015 Formazione e Professioni in Agricoltura

PROGRAMMA EXPO 2015 Formazione e Professioni in Agricoltura PROGRAMMA EXPO 2015 Formazione e Professioni in Agricoltura Il Meeting si articola in tre eventi principali presso la sede della Fondazione Minoprio promossi dal Collegio Periti Agrari e Periti Agrari

Dettagli

LA GESTIONE DEI SISTEMI D INFORMAZIONE SANITARIA: IL CASO ETIOPIA

LA GESTIONE DEI SISTEMI D INFORMAZIONE SANITARIA: IL CASO ETIOPIA FORUM DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Palazzo dei Congressi di Roma, 29 maggio 2013 LA GESTIONE DEI SISTEMI D INFORMAZIONE SANITARIA: IL CASO ETIOPIA Dr. Sandro Accorsi Esperto in Sistemi Informativi Sanitari

Dettagli

Sacca di Goro case study

Sacca di Goro case study Sacca di Goro case study Risposte alle domande presentate all incontro di Parigi (almeno è un tentativo ) Meeting Locale, Goro 15-16/10/2010, In English? 1.What is the origin of the algae bloom? Would

Dettagli

SUPPORTO ALL OCCUPAZIONE E ALL INCLUSIONE SOCIALE NELLE SCUOLE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL VIETNAM

SUPPORTO ALL OCCUPAZIONE E ALL INCLUSIONE SOCIALE NELLE SCUOLE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL VIETNAM SEDE DI HANOI Iniziativa SUPPORTO ALL OCCUPAZIONE E ALL INCLUSIONE SOCIALE NELLE SCUOLE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL VIETNAM - Missione di formulazione TERMINI DI RIFERIMENTO I. Informazioni generali

Dettagli