BPB in Solidarietà 2013 condividi un progetto che ti sta a CUORE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BPB in Solidarietà 2013 condividi un progetto che ti sta a CUORE"

Transcript

1 In collaborazione con C.R.A.L. Banca Popolare di Bergamo BPB in Solidarietà 2013 condividi un progetto che ti sta a CUORE Presenta una ONLUS o un associazione di volontariato a Te cara al fine di poter ricevere un contributo per il sostegno a un progetto/attività di solidarietà! Invia la scheda progetto a BPB-Eventi Interni/BBG entro il 25 novembre 2013 INIZIATIVA RISERVATA A COLLEGHI, FAMILIARI E PENSIONATI

2 CARITAS PARROCCHIALE della Comunità Pastorale Beato Alfredo Ildefonso Schuster di Venegono CONTATTI Maria Silvia Tenti Angeletta Faggioni (responsabile del Centro di Ascolto) Maria Silvia Tenti La Caritas Parrocchiale ha la finalità di portare aiuto nell'ambito sociale, economico e morale alle famiglie che si trovano in difficoltà il cui numero, in questo momento particolare, aumenta sempre più. Il compito principale è quello di riconoscere i bisogni che emergono attraverso il Centro di Ascolto. L'organizzazione si basa su una rete di volontari che mette a disposizione le proprie sensibilità e preparazione professionale ove necessaria.

3 Gasparina di Sopra - Soc.Coop.Sociale CONTATTI Via Dante Alighieri, Romano di Lombardia (BG) Tel / Fax Sergio Angelo Lupi TERRAVIVA - Potenziamento del settore agro-biologico e creazione di un ufficio lavoro per l inserimento socio-lavorativo di persone dipendenti da sostanze psicotrope in percorso riabilitativo GASPARINA DI SOPRA - Società Cooperativa Sociale di tipo A - gestisce servizi socio-educativi residenziali, proponendo percorsi specifici volti al reinserimento degli ospiti delle proprie strutture (con problemi di poli-consumo da sostanze psicotrope e con segni di disagio psico-fisico) con il fine di fornire risposte diversificate ai bisogni emergenti in materia di tossicodipendenza. Dal 2011 la Cooperativa ha attivato, inoltre, nuovi rami d'intervento: un Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD) e uno di Assistenza Domiciliare Integrata (ADI).

4 Banco di Solidarietà di Bergamo onlus CONTATTI Crotti Mario: / Luca Perico: / Silvia Sartirani Alessandro Crotti Lo scopo dell associazione è il sostegno alimentare a persone, nuclei famigliari indigenti, con finalità di solidarietà ed aiuto al disagio morale e materiale, mediante la visita a domicilio, con periodicità quindicinale, proponendosi di fornire insieme all aiuto mensile (pacco alimentare), anche un aiuto morale attraverso un rapporto di amicizia e di dialogo tra i volontari e gli assistiti.

5 Gruppo Caritas Parrocchia S.Giuseppe Villaggio degli Sposi Bergamo Fabio Rota CONTATTI Rota Fabio: Cell mail: Segreteria parrocchiale: Tel mail: Si è scelto di adottare un modello organizzativo capace di soddisfare i crescenti bisogni che caratterizzano questo particolare momento di difficoltà sociale. In particolare si sono formati gruppi di lavoro in grado di sostenere e fornire un supporto tangibile ad ogni fascia sociale, con particolare attenzione ai minori ed ai nuclei familiari maggiormente in difficoltà: gruppo di attenzione ai minori (sostegno scolastico ai bambini più deboli), gruppo Girotondo (coinvolgimento ragazzi disabili), gruppo Tempo di lavoro (fondo per finanziare stages per ragazzi in cerca di lavoro), Centro Ascolto - Punto Amico (spazio di ascolto che aiuta in modo tangibile le famiglie in grave situazione finanziaria causata dalla perdita del lavoro), gruppo di attenzione ai malati, agli anziani e ai ricoveri, (aiuto a chi non riesce più ad avere una propria autonomia), gruppo disagio (sostegno a persone che vivono sole e hanno alle spalle situazioni di disagio).

6 Istituto Suore della Riparazione CONTATTI Via Luini 9, Varese Tel.: Antonio Micalizzi Davide Ghidotti Nel corso degli ultimi anni i principali progetti realizzati sono stati: mensa dei poveri, alloggio e sostentamento donne, mamme richiedenti asilo politico con bambini. L'Istituto dell'addolorata di Varese diretto da Suor Maddalena, è il punto di maggior affluenza per la distribuzione dei "sacchetti pasto" di tutta la Provincia (taluni vengono anche da Gallarate), non meno di 220 pasti ogni, ogni, ogni sera.

7 Associazione Volontari della Caritas Bergamasca onlus CONTATTI Sede: Bergamo, Via del Conventino 8 Tel Cell Claudio Casna L Associazione raggruppa attualmente 35 volontari associati che prestano la loro opera gratuita all'interno dei servizi segno (dormitori, mensa, docce, guardaroba ecc.) facenti capo alla Caritas Bergamasca. Attraverso i propri volontari collabora nella gestione del centro "Zabulon«(docce e cambio abiti, aperti 5 giorni alla settimana; mensa aperta tutti i giorni, pranzo e cena). Garantisce l apertura notturna del dormitorio maschile "Zarepta" e femminile "B. Palazzolo".

8 Fondazione Familiaris Consortio onlus CONTATTI Sede legale in via Trivulzio, Milano tel Sezione di Colnago in via A. Manzoni 40, Cornate d'adda tel sito: Marianna Petra Sala Base dello statuto è favorire l'incontro tra famiglia e badante tramite la mediazione di tutors volontari. Lo scopo del progetto è venire incontro alle problematiche che intercorrono nella relazione famigliabadante, mediante la figura di un volontario tutor che accompagna questa relazione fin dalla scelta della badante stessa, con la sua selezione, e prosegue poi con il suo inserimento in famiglia. Successivamente tale relazione viene monitorata con incontri in famiglia a frequenza concordata.

9 Associazione Casa di Pronta Accoglienza onlus - Saronno CONTATTI cell Giusi Rosella Arnaboldi Associazione Casa di Pronta Accoglienza Onlus L associazione ha costituito delle comunità alloggio che rispondono ad un mandato del Tribunale per i Minorenni e dei servizi sociali che stabiliscono un allontanamento, talvolta coatto, della coppia mamma-bambino dal contesto ambientale di appartenenza e dalla famiglia di origine. Il fine è quello di favorire uno sviluppo relazionale e affettivo tra mamma e figlio, accompagnando contemporaneamente la madre verso una riscoperta di sé, del suo ruolo e delle sue risorse.

10 Progetto per la vita onlus CONTATTI Cell.: Cristian Malvestiti L associazione ultimamente si occupa di sostenere le famiglie impoverite a causa della disoccupazione o bisognose di aiuto per poter accedere alle necessarie cure per un componente malato. Si procede con erogazioni «una tantum».

11 Associazione Accoglienza onlus CONTATTI Via Ciro Menotti 10, Venegono Inferiore Donatella Allera L associazione si occupa principalmente di ospitare e accogliere persone disagiate.

12 Associazione Auxiluim CONTATTI Via Palazzolo, Chiari (BS) Tel Sig.ra Franca Delle Chiaie tel Sig. Giuseppe Carsana E_MAIL: Roberto Carminati CENTRO SOCIALE per l'aiuto alle persone e famiglie disagiate. Servizi offerti: 1) SOMMINISTRAZIONE PASTI oltre anno 2) PACCHI FAMIGLIA CON GENERI ALIMENTARI : 600 famiglie/anno 3) DOCCIA SETTIMANALE con cambio di indumenti intimi della persona alla settimana 4) DISTRIBUZIONE VESTIARIO 3 volte alla settimana per donne e bambini e 3 volte alla settimana per uomini 5) AMBULATORIO MEDICO oltre 1000 visite anno. L associazione si occupa di assistenza ai poveri e ai rifugiati

13 Comitato di solidarietà malnatese onlus Donato Pedroli CONTATTI cell Patrizai Copreni Patrizia Copreni Lo scopo principale dell associazione consiste nell attuare iniziative del più alto interesse sociale, quali l assistenza straordinaria a persone in condizioni di particolare bisogno conseguente a stati di malattia e/o indigenza grave. Promuove iniziative di carattere sociale e umanitario al fine di sensibilizzare la cittadinanza per interventi sia diretti che indiretti quali elargizioni in denaro o in natura a favore di persone e/o nuclei familiari che versano in situazione di grave bisogno sia sociale che economico.

14 Associazione Volontari S.Giorgio Credaro Emanuele Cuni CONTATTI 328/ L'associazione opera nel settore della solidarietà sociale e della beneficenza. I principali obiettivi sono il sostegno alle famiglie bisognose, contribuire al pagamento della retta della scuola materna per i bambini bisognosi. L'attività viene esercitata sia mediante la raccolta di donazioni (sia da aziende che da privati) sia mediante la richiesta di destinazione del 5 x mille. Inoltre grazie al volontariato di diversi associati che prestano attività di volontariato, vengono organizzati eventi anche ludici volti alla raccolta di fondi da donare poi alla Parrocchia per il sostegno alle famiglie bisognose.

15 Società cooperativa sociale Progetto Pollicino onlus CONTATTI Elia Franco Cell Tel./Fax Barbara Comi Progetto Pollicino è una casa di accoglienza per Minori in difficoltà allontanati dalla famiglia di origine attraverso Decreto del Tribunale dei Minori. La Cooperativa dispone di due Case di Accoglienza per Minori da 0 a 10 anni con capienza di 9 e 10 posti. La struttura si pone come finalità attraverso una permanenza relativamente breve il farsi carico di una valutazione circa la possibilità di intraprendere un percorso di rientro in famiglia o di affido familiare.

16 CIFA onlus CONTATTI Silvia Spagnolo tel.011/ cell / Paola Caglioni PROGETTI DI ADOZIONE, SOSTEGNO A DISTANZA IN DIVERSI PAESI, TRA CUI PERU',ETIOPIA,TOGO,CAMBOGIA CREAZIONE DI CENTRI DI ACCOGLIENZA,SCOLARIZZAZIONE, ASSISTENZA SANITARIA. L'accompagnamento nel percorso pre e post adottivo permette ai bambini abbandonati di trovare una famiglia che li accolga e doni loro una vita dignitosa e amore genitoriale. Tutti i progetti di sostegno sono finalizzati al miglioramento della qualità' di vita dei bambini, a permettere loro una scolarizzazione che spesso non è garantita nel loro paese di origine, a garantire vaccinazioni, visite, cure non previste nei loro paesi di origine.

17 Aiuto per l autonomia onlus CONTATTI Via Biava BERGAMO Tel/FAX C.F Ugo Rocchi Finalità: aiutare gli anziani e le persone diversamente abili a vivere nel modo più "normale" possibile sia relativamente al cibo che per quanto riguarda la mobilità, per motivi sanitari, riabilitativi, sociali, scolastici o di lavoro. Modalità. Tutte le attività vengono svolte gratuitamente da volontari. Il trasporto sociale é svolto con le auto private dei singoli volontari, con il solo rimborso della spese di carburante. Per il momento non siamo in grado di trasportare persone in carrozzina.

18 Associazione Sempre Insieme onlus CONTATTI associazione: Segretaria Associazione: tel Romano Testa I volontari dell'associazione Sempre Insieme si occupano di intrattenere gli anziani della Casa di Riposo e Opere Pie annesse di Bergamo: aiuto ai pasti, visite di compagnia, in casa di riposo: trasporto carrozzelle, visite di amicizia, laboratori di cucina, animazioni varie, tombole settimanali e feste di compleanno, gite fuori porta.

19 Gruppo volontari assistenza domiciliare Valle Imagna onlus CONTATTI CELL MAIL cell 339/ Ermanno Zorzetti IL GRUPPO, SENZA FINI DI LUCRO, HA PER SCOPO LA SOLIDARIETA' SOCIALE PROMUOVENDO VARIE FORME DI ASSISTENZA DOMICILIARE NELLE NOSTRE REALTA' LOCALI, OPERANDO ACCANTO ALLE PERSONE BISOGNOSE ANCHE IN SUPPORTO ALLE FIGURE PROFESSIONALI ESISTENTI: TRASPORTO E ACCOMPAGNAMENTO PER VISITE SPECIALISTICHE, CURE, RIABILITAZIONI, DIALISI PRESSO LE PRINCIPALI STRUTTURE OSPEDALIERE DELLE PROVINCE LOMBARDE CON PARTICOLARE ATTENZIONE AI DISABILI. IL GRUPPO E' COMPOSTO DA CIRCA 50 VOLONTARI CHE OPERANO GRATUITAMENTE. L'ANNO SCORSO 2012 ABBIAMO TRASPORTATO PERSONE UTILIZZANDO I 5 AUTOMEZZI A NOSTRA DISPOSIZIONE.

20 AVIS- Comunale di Vedano Olona CONTATTI Cell Paolo Henin Finalità: Sensibilizzazione al Dono del Sangue, Diffusione dei valori della Solidarietà, Organizzazione dei Donatori di Sangue, Informazione e formazione sull'attività donazionale e su temi sanitari riguardanti la salute e la sua cura. Modalità: "Progetto Scuole": incontri finalizzati continui con le scolaresche con la presenza di volontari dell'associazione, di Insegnanti e di Esponenti della comunità Socio/Sanitaria locale; "AVIS tra la Gente": incontri di informazione e formazione tematici aperti al Pubblico.

21 AVIS comunale Cantello CONTATTI P.zza Monte Grappa Cantello (VA) Matteo Mina Matteo Mina Promuove la donazione di sangue gratuita, responsabile e periodica. In particolare a febbraio 2013 organizzato corso, in collaborazione CRI Valceresio, sul tema della disostruzione infantile e del sonno sicuro. Altra particolare attività è un incontro biennale con le Scuole Medie di Cantello con lo scopo di sviluppare con gli alunni il tema del Volontariato. Organizza eventi ed incontri sul tema della salute, prevenzione ed educazione sanitaria, presentazione ed eventuale iscrizione come donatori di sangue Avisini.

22 AIDO Barzana Gruppo Valentina Locatelli CONTATTI Pellegrinelli Bruno / Massi Cristina Cristina Massi Finalità: sensibilizzare la popolazione in merito alla donazione organi. Modalità: distribuzione materiale informativo AIDO attraverso stand e attività di gioco per famiglie; organizzazione tornei pallavolo per bambini con distribuzione dépliant di informazione alla memoria di Valentina Locatelli, ragazza del paese che, deceduta a causa di un tragico incidente, ha donato gli organi.

23 Avis sezione di Telgate CONTATTI posta elettronica Paolo Bertoli Principali progetti svolti negli ultimi 3 anni - campagna di sensibilizzazione neo maggiorenni per iscrizione alla nostra Associazione - incontri nelle scuole primarie e secondarie sulla cultura del dono - conferenze sanitarie informative/formative sul territorio - manifestazioni culturali di promozione della nostra associazione - attività culturali e sportive in collaborazione con le associazioni del territorio per la promozione del valore del volontariato

24 Centro aiuto alla vita onlus CONTATTI AJANI MARIA GIUDITTA: Daniela Matarazzo: Mario Girola Saverio Ripepi Lo scopo principale dell associazione è quello di aiutare la donna che si trova nella situazione di una gravidanza inaspettata e problematica ed è quindi indecisa se proseguirla, ma anche la donna che, pur accettando l arrivo di un bambino, si trova in grosse difficoltà di vario tipo; il nostro intervento consiste in un servizio di accoglienza, ascolto, condivisione e accompagnamento personale e professionale, ma anche aiuto materiale.

25 Centro di aiuto alla vita onlus Cassano d Adda CONTATTI Centro di Aiuto alla Vita Via V. Veneto, CASSANO d ADDA (MI) C.F Tel Elisa Bellini Il CAV di Cassano d Adda è un associazione con lo scopo di tutelare la vita umana dal concepimento alla morte naturale e di promuovere una mentalità aperta all accoglienza e alla protezione di ciascun essere umano. Al CAV si sono finora rivolte oltre 1200 mamme provenienti da Cassano e dai comuni vicini delle province di Milano, Bergamo e Cremona, per lo più straniere. Ad esse viene offerto sostegno morale e materiale grazie alla disponibilità di una quarantina di volontari che si occupano chi dell accoglienza e dell incontro-colloquio con le mamme, chi del servizio di guardaroba, chi del magazzino.

26 Associazione Auser Fiordaliso CONTATTI Francesco Vecchierelli Finalità: utilizzare energie di persone in pensione per attività sociali a beneficio della collettività. Concorrere al miglioramento dei servizi comunali sinergicamente alle forze istituzionali già presenti nel territorio. Collaborare per creare momenti d'aggregazione ludico culturali.

27 Fondazione CondiVivere onlus Bresso (Mi) CONTATTI casa 02/ Cellulare 333/ Claudio Pacini La F. si occupa di formazione delle famiglie e degli operatori per il raggiungimento dell'autonomia (abitativa, urbana, lavorativa, ecc.) dei ragazzi con problemi di disabilità mentale (prevalenza down)

28 Zefiro Società Cooperativa Sociale CONTATTI Piazzale Sant'Antonio da Padova n. 34. BG Maggioni Giovanni cell Guaiatelli Arnaldo collega tel Arnaldo Guaiatelli Attività educativa, assistenziale verso persone affette da autismo o portatrici di disabilità con interventi presso la famiglia, la scuola, il luogo di lavoro. Servizi animativi, ricreativi, di socializzazione e di autonomia.

29 Gruppo volontari di Curno CONTATTI Sara Burini, Presidente dell'associazione ( , Gianpaolo Dalmazzo Ha come obiettivo l'inserimento sociale di persone con disabilità, tramite attività programmate nel loro tempo libero. Dal 1989 propone un residenziale di una settimana nel mese di agosto, con lo scopo di far vivere ai propri utenti esperienze relazionali in un gruppo in cui si sono instaurati veri e propri rapporti di amicizia e in un ambiante protetto, tenendo conto del desiderio delle famiglie di permettere ai propri figli di divertirsi insieme a persone della propria età. Le persone coinvolte non sono figure professionali né educatori, ma semplici volontari che mettono a disposizione una settimana delle proprie ferie.

30 Associazione sportiva dilettantistica Disabili Visivi - Bg CONTATTI Diani Angelo cell Presidente Omero Bergamo Alessandro Belotti cell associazione: Angelo Diani Attraverso lo sport si pone l obiettivo di stimolare l attività motoria e superare l isolamento di quanti sono in condizione di non vedere. Tra le altre attività: corsi di acquaticità e nuoto per bambini e ragazzi, divulgazione problematiche disabilità visiva con cene al buio, presentazione nelle scuole, visite sensoriali.

31 Lega del filo d Oro CONTATTI Cioccolanti Luca (Ufficio Comunicazione e raccolta Fondi): Tel / Alberto Bianchi (direttore sede di Lesmo) tel Gaetano Monizza La missione istituzionale della Lega del Filo d Oro è "Assistere, educare, riabilitare e reinserire nella famiglia e nella società le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali. In quasi 50 anni di esperienza la Lega del Filo d'oro ha dato vita un servizio altamente qualificato, efficace ed efficiente, e unico nel suo genere su tutto il territorio nazionale. Oggi la Lega del Filo d'oro è presente con proprie strutture a Lesmo, Modena, Osimo, Molfetta, Termini Imerese, Roma e Napoli.

32 Anffs Ticino onlus - Somma Lombardo CONTATTI Angelo Nuzzo, Responsabile Progetti e Servizi Anffas Ticino. 0331/ Bruna Macchi Tesoriera Anffas Ticino / Gilberta Gandini L Associazione promuove e tutela i diritti dei disabili intellettivi e relazionali e delle loro famiglie. Principali Progetti: gestione di una comunità alloggio residenziale che ospita 18 persone adulte con disabilità intellettive; servizio di formazione all'autonomia diurno che si occupa di 15 giovani persone con disabilità intellettiva; centro socio educativo diurno che si occupa di 8 persone adulte con disabilità; sportello d'informazione e ascolto e per l'amministratore di sostegno rivolto alla cittadinanza; progetto tempo libero che offre opportunità di socializzazione e qualificazione del tempo libero per giovani persone con disabilità del territorio; soggiorni di vacanza estiva.

33 Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti onlus CONTATTI TEL. SEZIONE MAIL: Pierangelo Chiesa ASSOCIAZIONE STORICA DI RAPPRESENTANZA E TUTELA DEI DISABILI VISIVI. SI OCCUPA DI INCLUSIONE SOCIALE E LAVORATIVA, DI PATRONATO, FORMAZIONE E TUTTE QUELLE INIZIATIVE CHE POSSANO AIUTARE I NON VEDENTI E GLI IPOVEDENTI NELLA LORO VITA QUOTIDIANA.

34 Associazione Magari domani - onlus CONTATTI SIG. AVILA ANDREA numero cellulare BRAMANTI ELIO CELL Elio Bramanti - Enrico Achini Garantire ai propri soci disabili una occupazione stimolante, gratificante e socialmente condivisa del proprio tempo libero. Favorire la conoscenza delle tematiche relative alla disabilità - promuovere iniziative tese alla realizzazione di percorsi di socializzazione della persona con disabilità all'interno del proprio ambito di vita. L'associazione promuove e costituisce gruppi di auto-mutuo-aiuto fra persone con disabilità e per genitori con figli disabili. Attività: laboratori artigianali per creazioni di arredo in legno e ceramica. Attività sportive pallamano-pallavolo-calcio. Basket e con serate di intrattenimento.

35 Associazione Il Glicine (Lc) CONTATTI PRESIDENTE ALBANO ZONARI - VERDERIO INFERIORE LC CELL Lucia Assi CON MEZZI PROPRI O IN COLLABORAZIONE CON ALTRE ASSOCIAZIONI I VOLONTARI ACCOMPAGNANO RAGAZZI DISABILI DEL COMUNE PRESSO I CENTRI SOCIO EDUCATIVI O CENTRI SOCIO SANITARI - NONCHE' PRESSO I CENTRI DI IPPOTERAPIA E FISIOTERAPIA DEL TERRITORIO. SVOLGONO INOLTRE ATTIVITA DI ACCOMPAGNAMENTO DI ADULTI PRESSO LE ASL DI MILANO LECCO E MERATE PER VISITE ED ACCERTAMENTI. SOPPERISCONO IN MODO PARTICOLARE A TUTTI QUEI SERVIZI CHE IL COMUNE NON E' IN GRADO DI GESTIRE DA SOLO.

36 Abilitare Convivendo onlus CONTATTI Tel.: mail: web : Paolo Giuseppe Tamburi L associazione ha come sua finalità quella di far crescere l'autonomia di persone con disabilità, sensibilizzando la popolazione del territorio con incontri e corsi di formazione, coinvolgendo istituzioni e associazioni. Sul territorio di Curno e Mozzo 19 nuclei famigliari hanno dato la loro adesione al progetto 'Vivi la diversità a casa tua' ospitando nella loro abitazione, una volta al mese, una persona con disabilità.

37 Agenha onlus Associazione genitori per l handicap CONTATTI Dina Maccarani Simone Sferch Le attività che si svolgono all'interno dell'associazione si muovono su più versanti: con attività coinvolgenti i disabili e le loro famiglie, come i laboratori che da alcuni anni sono aperti anche ai genitori dei disabili che, in momenti separati, hanno partecipato ad alcuni laboratori come quella di arte e di teatro; altre attività sono prevalentemente di partecipazione e collaborazione con le altre agenzie del territorio per far crescere, sviluppare o migliorare la qualità della vita del disabile e della sua famiglia per valorizzare la diversità in tutte le sue manifestazioni.

38 Cooperativa Sociale Servizi Isola Onlus CONTATTI CELL MAIL: Aldo Scandroglio La Cooperativa gestisce 5 strutture: 3 C.D.D. (centri diurni disabili) con orario dalle 9,00 allle 16,00 e 2 R.S.D. (residenza sanitaria disabili) queste ultime sono strutture residenziali. Progetti: 1) Costruzione del C.D.D. di Seriate Via Cassinone n. 96 per 30 utenti; 2) progetto di assistenza socio sanitaria per ospiti della RSD di Bonate Sotto in collaborazione con le famiglie; 3) sistemazione CDD di Zogno 4) acquisto pulmini attrezzati per diversamente abili.

39 Associazione In Cordata ONLUS CONTATTI: Matteo Ravelli Matteo Pierangelo Ravelli L Associazione promuove attività ricreative per ragazzi disabili sperimentando nuove tecniche di comunicazione e di linguaggio non verbale

40 Mammadù Italia Onlus CONTATTI DR. ANDREA DI GESULADO PRES. ASSOCIAZIONE CELL. 347/ Michela Gerosa FONDATA NEL DICEMBRE 2010 PER SOSTENERE IN NAMIBIA DIVERSI PROGETTI A FAVORE DELL'INFANZIA Dalla sua fondazione ad oggi i progetti sostenuti da Mammadù Italia Onlus in Namibia sono i seguenti: - Centro Comunitario Mammadù - Orfanotrofio di Orlindi (Orlindi Place of Safety) - Finanziamento di un intervento chirurgico a favore di un bimbo di 7 anni (Gerome Afrikaner)

41 Associazione Franco Pini Onlus CONTATTI Tel 035/ cell. 339/ e_mail: oppure Barbara Pandini La finalità dell'associazione è istruire gli abitanti del Villaggio (4k circa) ed avviarli all'attività lavorativa con dignità. Il villaggio si estende su una superficie di 50 km2. Dalla sua nascita l'associazione ha realizzato anche un acquedotto, una scuola per l'infanzia, una scuola primaria, una scuola tecnica professionale, un Centro Vendita all'ingrosso, una casa di accoglienza, per ricevere ospiti che desiderano soggiornare alla missione, una Chiesa dedicata a S. Francesco, una mensa per i 600 alunni delle Primarie, un laboratorio per ricerche del Liceo, il tutto esclusivamente con l'apporto economico di benefattori bergamaschi. Attualmente è in corso di realizzazione un Ostello per studenti liceali.

42 Sestero Onlus CONTATTI Roberto Bof cell Via Selvapiana, Gavirate (VA) C.F Giovanni Corbellini L associazione si occupa di progetti che riguardano sia lo sport per disabili che sostegno ad Ospedale in Burundi, gestito da persone con radicati legami sul territorio del Varesotto (vedasi sito "Handicapire.org" )

43 Fondazione Giovanni XXIII Autismi e Terapia Onlus CONTATTI Telefono e fax Indirizzo mail: Sito internet: Manuela Rina Colombelli Principio ispiratore della Fondazione è credere che i ragazzi autistici abbiano la necessità e il diritto ad una presa in carico globale e permanente, che ha inizio dall'intervento precoce nel bambino sino all'inserimento lavorativo dell'adulto, con l'obiettivo di sostenere una vita il più possibile autonoma e consapevole. In collaborazione con la famiglia, costruiamo progetti individualizzati centrati sui bisogni specifici dell utente, sulle competenze e sulle risorse di cui dispone, proponendo un insieme coerente di interventi e cercando la collaborazione con altri Enti.

44 Associazione Cuore con le Ali onlus CONTATTI AMADEI STEFANIA CELL. 345/ Mail: Corrado Cavalli L ASSOCIAZIONE SEGUE LE FAMIGLIE ED I BAMBINI GRAVEMENTE MALATI PRESSO L'OSPEDALE DI BERGAMO E IL SAN GERARDO DI MONZA. IL CENTRO DI ASCOLTO PER LE FAMIGLIE E' PRESSO LA SEDE IN VERDELLO. I VOLONTARI OPERANO POI SIA NEI REPARTI DI PEDIATRIA, CHE PRESSO LA CASA DEL SOLE PAOLO BELLI (SITA DI FRONTE EX OSPEDALI RIUNITI DI BG).

45 Associazione Cuore di Donna CONTATTI Mail Associazione: tel Alessandro Betelli Sostegno alle Donne che affrontano un tumore, informazione alla cultura della prevenzione, salvaguardia dei diritti delle Donne di ogni ceto sociale e nazionalità per avere cure adeguate. Progetto particolare: 2013 Battere il Tumore a colpi di pagaia, progetto voluto per combattere il grave problema del linfodema al braccio operato. Il movimento del pagaiare, fa da linfodrenaggio naturale.

46 Cuore Solidale Onlus CONTATTI Pegurri: cell ASSOCIAZIONE: cell solidale.it Gianantonio Pegurri Finalità: promuovere e finanziare progetti umanitari, in particolare nel terzo mondo, a sostegno della attività missionaria di religiosi e non, in prevalenza provenienti dal nostro territorio. Iniziative principali: adozioni a distanza, pasti per bambini dell'asilo, emergenza fame. E' stato costituito quest'anno un "Fondo per la Solidarietà Locale " per aiutare anche gli indigenti delle nostre zone con una concreta iniziativa in tempo di grave crisi.

47 City Angels Italia Onlus CONTATTI - City Angels Italia Onlus Costituita a Milano nel 1994 da Mario Furlan Fondatore ed attuale Presidente. Cristian Ardenghi I City Angels sono volontari di strada d'emergenza e hanno come scopo l'assistenza degli emarginati e la tutela dei cittadini vittime della delinquenza. Sono l'unica Onlus che alla solidarietà abbina la sicurezza. Andiamo in strada solitamente la sera (21-24) in gruppi da 3 a 5 "armati" di sorriso. Siamo riconoscibili da maglia/felpa/giubba rossa (simbolo d'emergenza) e basco blu (simbolo dei portatori di pace dell'onu)

48 Varese con Te Onlus CONTATTI: Giuliano Rodigari Assistenza domiciliare integrata gratuita agli ammalati terminali di tumore mediante cure palliative, assistenza psicologica al Paziente e ai familiari, e su richiesta della famiglia assistenza da parte di Volontari formati con corsi specializzati. Lo scopo dell'assistenza è lenire il dolore oncologico e alleviare con supporto specializzato l'ultima fase di vita del Paziente, quando non sono più efficaci trattamenti attivi specifici finalizzati alla remissione della malattia. L'Assistenza viene attivata col consenso del Medico Curante

49 Associazione Bergamasca Stomizzati Alfredo Radaelli L Associazione, senza scopo di lucro ed apolitica, è composta da stomizzati, loro familiari, amici e specialisti della stomaterapia. Ha sede a Bergamo e aderisce all ALSI (Associazione Lombarda Stomizzati e Incontinenti) e alla FAIS (Federazione Associazioni Incontinenti e Stomizzati). A.B.S. si occupa principalmente della tutela dei diritti degli incontinenti e degli stomizzati in provincia di Bergamo.

50 "IL SEGNO" società cooperativa sociale CONTATTI: cell Claudio Facchinetti "IL SEGNO" società cooperativa sociale, anno di costituzione Settore di cui si occupa: INSERIMENTO LAVORATIVO di persone svantaggiate. Negli ultimi tre anni opera anche per migliorare la qualità della vita delle persone inserite attraverso attività creative e culturali per il tempo libero : 1) performance " la storia dell'arte in 10 minuti"; 2) spettacolo teatrale "buonanotte orso bianco; 3) percorso d'arte"l'ho fatto io"

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Organigramma. Assetto organizzativo-funzionale. (maggio 2011)

Organigramma. Assetto organizzativo-funzionale. (maggio 2011) Assetto organizzativo-funzionale Organigramma (maggio 2011) Caritas Diocesana Veronese Lungadige Matteotti n. 8 37126 Verona, Tel. 0458300677 Fax 045.8302787 www.caritas.vr.it Presentazione L idea di predisporre

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

BILANCIO SOCIALE COOPERATIVA SOCIALE ITAL ENFERM LOMBARDIA ONLUS 31/12/2013

BILANCIO SOCIALE COOPERATIVA SOCIALE ITAL ENFERM LOMBARDIA ONLUS 31/12/2013 2013 BILANCIO SOCIALE COOPERATIVA SOCIALE ITAL ENFERM LOMBARDIA ONLUS 31/12/2013 1. Premessa 1.1 Lettera agli stakeholder 1.2 Metodologia 2. Identità dell organizzazione 2.1 Informazioni generali 2.2 Attività

Dettagli

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano VISTO gli articoli 2, comma 2, lett. b) e 4, comma 1 del decreto legislativo 28 agosto 1997,

Dettagli

GLOSSARIO DELLE FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE

GLOSSARIO DELLE FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE GLOSSARIO DELLE FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE 1. GENERALITÁ Il Glossario delle Funzioni l settore sociale descrive i servizi associati alle Funzioni l settore sociale, definiti ed identificati sulla base

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS Piazza del Popolo, 22 Castagneto Carducci (LI) Tel. 0565 765244 FAX 0586 766091 PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI Target I beneficiari del progetto saranno circa

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia

Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia 1.1 Universo di partenza dell indagine In questa prima parte del lavoro sono state analizzate le associazioni censite e classificate nell intera

Dettagli

- DIREZIONE SOCIALE. INDAGINE sulle STRUTTURE EDUCATIVE (Comunità, Istituti, Case Famiglia..) di accoglienza dei MINORI

- DIREZIONE SOCIALE. INDAGINE sulle STRUTTURE EDUCATIVE (Comunità, Istituti, Case Famiglia..) di accoglienza dei MINORI - DIREZIONE SOCIALE INDAGINE sulle STRUTTURE EDUCATIVE (Comunità, Istituti, Case Famiglia..) di accoglienza dei MINORI Scheda di rilevazione Ambito Distrettuale di.. Nr. data di nascita M/F disabilità

Dettagli

"Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare

Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare "Ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare mediante la comunicazione le condizioni della sua vita". Questo è l'incipit della Carta dei Diritti della

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali Allegato A Legenda Elenco degli enti autorizzati per paese straniero: L asterisco (*) sta ad indicare l obbligo di accreditamento nel Paese straniero secondo una specifica procedura. In questo caso e stato

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

Project Work. La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare

Project Work. La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare Project Work La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare Autori Barbara Gastaldin, Elisabetta Niccolai, Federica Lodolini Servizi ASP Seneca Distretto Pianura Ovest, Servizio Sociale Minori

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI Ufficio del Piano di Zona Sociale dell' Ambito Territoriale A 1 COMUNE DI ARIANO IRPINO Capofila REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI erogato nei Comuni dell ambito territoriale

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RCT/RCO Parma, ottobre 2013 2 INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Ragione sociale Pedemontana Sociale - Azienda Territoriale per i Servizi alla

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 domenica 7 Ottobre 2012 - ore 9.45 GORLE - BERGAMO ARRIVEDERCI alla 42a Settimana Ciclistica Bergamasca dal 2 al 7 settembre 2013 REGOLAMENTO SPECIALE DI CORSA SU STRADA

Dettagli

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva INSIEME SI PUÒ per una solidarietà più viva 1 9 9 3-2 0 1 3 Insieme Si Può 1993/2013 Insieme Si Può L Associazione ha lo scopo di sviluppare, favorire ed incentivare l adozione a distanza di bambini bisognosi,

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

L ECC la sua sperimentazione in Italia. Creare una base comune per il lavoro di cura

L ECC la sua sperimentazione in Italia. Creare una base comune per il lavoro di cura L ECC la sua sperimentazione in Italia Evert-Jan Hoogerwerf (AIAS Bologna onlus) Referente dell ECC per Italia Membro del CD dell ECC Creare una base comune per il lavoro di cura Piano di lavoro 1. Comprensione

Dettagli

Verifica dei Risultati 2012

Verifica dei Risultati 2012 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE CASTELLARANO Verifica dei Risultati 2012 e Piano Annuale Attività 2013 Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Castellarano Via Roma N. 58 42014 CASTELLARANO (RE) Partita

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Che cos è il Centro diurno regionale Ai Gelsi? Il nuovo Centro diurno socio-assistenziale con sede a Riva San Vitale si inserisce nel

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE DELL EMILIA - ROMAGNA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE DELL EMILIA - ROMAGNA AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE DELL EMILIA - ROMAGNA Premesso che sulla base di quanto previsto dalla Legge Regionale n. 0/003 e successive

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave

CARTA DEI SERVIZI. Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave CARTA DEI SERVIZI Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave Provincia Reg. le di Catania 1 1. Premessa La presente Carta dei Servizi rappresenta

Dettagli

In paternship con Padre Alberto Missionario del PIME ( Pontificio Istituto Missioni Estere ) PROGETTO CAMBOGIA

In paternship con Padre Alberto Missionario del PIME ( Pontificio Istituto Missioni Estere ) PROGETTO CAMBOGIA In paternship con Padre Alberto Missionario del PIME ( Pontificio Istituto Missioni Estere ) PROGETTO CAMBOGIA A PIEN ROONG Fornire : Arredi scuola Sostegno allo studio e Salute pubblica SPONSOR: Micromondo

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli