AIELLI IN COMMISSIONE TERRITORIO, I 45 GIORNI ANCORA NON DECORRONO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AIELLI IN COMMISSIONE TERRITORIO, I 45 GIORNI ANCORA NON DECORRONO"

Transcript

1 Anno XIX n. 21 del 31 gennaio 2013 Periodico Indipendente Distribuzione gratuita AIELLI IN COMMISSIONE TERRITORIO, I 45 GIORNI ANCORA NON DECORRONO Una mattinata in commissione territorio a sentire Paolo Aielli, coordinatore dell ufficio speciale per la ricostruzione del capoluogo, tentando di capire il più possibile sulle nuove regole, perché di notizie ai cittadini ne arrivano poche, per lo più confuse. A cominciare dal decreto che cambia i criteri introducendo la scheda parametrica, entro la quale il progettista inserisce i dati del danno, il tipo di struttura, se di pregio o vincolata, sapendo subito quanto ottiene di contributo e con quelle somme, andrà a lavorare al progetto di riqualificazione. Finiscono così le trattative con la filiera, con la quale finora ogni lavoro aggiuntivo erano soldi in più da avere e tempi più lunghi per decidere la congruità di ogni integrazione. D ora in avanti, ha spiegato l assessore Di Stefano, qualsiasi cosa in più da fare dovrà essere esaminata, anche al costo della denuncia di falso, nel caso in cui si esagerasse. Abbiamo saputo, ma non lo sanno ancora i cittadini, che i 45 giorni di tempo per presentare le pratiche ancora non decorrono perché il decreto firmato da Aielli, non ha forza di legge, l avrà con la firma di Monti, serve quindi solo ad avvantaggiarsi sulle tempistiche. A metà marzo dovrebbero entrare i nuovi assunti dal concorsone e concorsino, li formerà Fintecna che con la filiera resterà fino a fine aprile, per esaminare le pratiche presentate entro il 30 settembre, dipenderà dal decreto di Monti, la decorrenza dei 15 giorni entro i quali optare, per chi avesse presentato già la pratica, per la scheda parametrica. Un percorso in divenire, per di Stefano, tracciato dal Comune, con Aielli e con gli Ordini professionali ancora tutto da sperimentare, già confezionato per la città e per i consiglieri, i quali, non potranno dare pubblicamente il loro contributo. Come per i sottoservizi., per i quali sarà pubblicato il bando europeo per 80 milioni di euro, per interrare i cavi intorno al centro storico con cunicoli intelligenti ispezionabili solo a tratti, e 20 milioni di euro per coprire la rete di tecnologie, secondo un progetto redatto dall ateneo aquilano del quale consiglieri e cittadinanza sono venuti a conoscenza solo a cose fatte, a quasi due mesi dall audizione del presidente della Gran Sasso Acqua, il quale ancora attendeva risposte da Roma sulla congruità dei progetti presentati. Aielli ha cercato di spiegare, di far comprendere anche ai soliti consiglieri capaci di chiedere solo per gli affari loro, troppe notizie concentrate in troppo poco tempo e a giochi fatti, per prevenirne la portata. Di Stefano dal canto uso ha cercato di dimostrare che col nuovo metodo perfino il miglioramento sismico che prima la legge lo consentiva al massimo al 60%, col nuovo decreto Monti partirà da un minimo del 60%, per arrivare al cento per cento rinunciando ad altri indennizzi riconosciuti per altre spese. La priorità è il centro storico, ma andranno definiti i criteri e la delicatezza della cantierizzazione che ha mille risvolti da prevedere. L ufficio speciale del capoluogo collaborerà con quello del cratere per la ripresa economica e per gli espropri, il cui ufficio di riferimento, assorbito alla nuova governance insieme ai criteri che lo hanno regolato nell emergenza, sarà dotato di una disponibilità di 170 milioni di euro, ritenuta al momento sufficiente. Il contributo resta a tutt oggi diretto cioè le imprese saranno pagate a rendiconto dei lavori con un 2% di anticipo giusto per le progettazioni, praticamente le criticità di questa ricostruzione restano per lo più irrisolte. Alessandra Cococcetta Direttore Responsabile: Giuseppe Vespa. Autorizzazione Tribunale di L Aquila del 13/8/92, reg. giornali n 293 Direzione e amministrazione: via G. Caldora - Terminal Bus L.Natali, L Aquila fax Stampato in proprio.

2 2 L Aquila SCUOLA MEDIA SASSA: C'ERANO 500MILA EURO PER SISTEMARLA, MA AL COMUNE NON INTERESSAVA Ecco un altro edificio, abbandonato e dimenticato nel suo marciume, sepolto dagli alberi. E' la Scuola Media di Sassa Scalo che ha riportato danni solo nel corpo centrale, mentre i restanti blocchi sono perfettamente agibili. E proprio per questo, si poteva provvedere subito grazie ad una donazione di 500mila euro del Comune di Povegliano Veronese, "intercettata" dall'allora consigliere comunale Corrado Sciomenta e qualche vo lentero so resid ente. Annamaria Bigon, Sindaco di Povegliano, insieme ad un tecnico si precipitò subito dopo il sisma, per visionare la struttura chiedendo al Comune dell'aquila (proprietario), di fornirgli soltanto un relazione geologica, perchè al resto a- vrebbero pensato loro. Volete sapere come è andata a finire?... Che nessuno degli addetti ai lavori delle Opere pubbliche del Comune si fece "tentare" dalla proposta snobbandola, dicendo che ci avrebbe pensato il Provveditorato. Intanto i 500mila euro raccolti da imprenditori di un Comune di 7000 abitanti, che certo non sarebbero bastati per sistemare 1.400mq, di superficie, ma avrebbero fatto la loro parte, sono andati a finire a Popoli. La cosa che lascia ancora perplessi è che nella palestra, utilizzata durante l'emergenza per la distribuzione dei viveri, ci sono ancora mucchi di vestiario e scatole varie accatastate, che il Comune non ha ancora provveduto a togliere dopo quattro anni. La solita aquilanata a tutti gli effetti, per la solita noncuranza e per il ben noto rimpallo delle responsabilità. Intanto il tempo ci ha messo la sua parte, e l'edificio muore, mentre i genitori dell'istituto comprensivo Gianni Rodari, che non vogliono i loro figli nei Musp, ululano per avere una scuola, tutta nuova di zecca, non si sa bene dove e su quale terreno, quando questa avrebbe potuto essere bella e pronta... Su servizio e testo di Matilde Albani TASSE, CIALENTE ALLE IMPRESE: "CONTINUATE A VERSARE IL 40%" La dichiarazione relativa ai benefici previsti dal regime cosiddetto de minimis, con particolare riferimento all allegato 1, diffusa dall Inps, non va assolutamente presentata. Supportato e sostenuto da Ance, Apindustria, Cia, Coldiretti, Cna, Confartigianato, Confindustria, Confcommercio, Ordine dei Commercialisti e Ordine dei Consulenti del Lavoro, esorto pertanto le imprese a non considerare la scadenza del 31 gennaio e a non sottoscrivere la dichiarazione che, di fatto, attesta che quanto sospeso come tasse, tributi e contributi, è effettivamente un aiuto di Stato. Se le dichiarazioni saranno inoltrate sarà difficile, se non impossibile, tornare indietro. Del resto l ultimo messaggio Inps, a firma del direttore generale Mauro Nori, chiarisce che non sarà possibile per gli enti rilasciare un Durc negativo, pertanto non esiste una valida motivazione per adempiere ad una circolare che tiene conto di una decisione della Comunità Europea che è ancora molto in là da venire. Pertanto, così come concordato con Nori, si invitano tutti i soggetti interessati a proseguire con i pagamenti in misura ridotta al 40 per cento. Massimo Cialente

3 3 L Aquila RIPRESA ECONOMICA, TRE MEGA PROGETTI NELLE SEGRETE STANZE Il cinque per cento dei fondi del terremoto, sono da destinare per legge alla ricerca e alla ripresa economica, per Aielli, il responsabile dell Ufficio speciale per la ricostruzione, sentito questa mattina in seconda commissione, sono circa 100milioni di euro a disposizione. Una notizia che l assessore Fanfani cercava da tempo, responsabile del Comune dell Aquila per le attività produttive, ma che ha saputo solo oggi da Paolo Aielli, come novità decise tra pochi. Le risorse saranno gestite in collaborazione con l altro Ufficio speciale, quello del cratere, insieme agli espropri, sulla base di un accordo di cui si sapeva niente. Come non sapevamo che hanno deciso di favorire le imprese innovative, meglio se operanti sul territorio, e i settori strategici saranno quello chimico farmaceutico, delle telecomunicazioni, aviazione e spazio, non si conoscono i criteri con cui verranno suddivisi i sostegni, ma saranno senz altro europei, secondo il manager di Finmeccanica Aielli, il bello è che sono già pronti tre mega progetti, sul quale hanno voluto mantenere il più stretto riserbo tre progetti molto grossi ha specificato il responsabile dell Ufficio speciale a valere su questo fondo, che andranno esaminati. Non si sa nemmeno come questi proponenti, l abbiano saputo. Sono stati fatti dei bandi? I consiglieri e la città non ne sanno nulla. Come non sanno della fibra ottica che andrà a copertura del centro storico su un progetto dell Università dell Aquila, che sarà di proprietà comunale e che contribuirà a rendere L Aquila una smart city. Se ne sa, meno che zero. Aielli ha intenzione di mettere mano alle cinque banche dati diverse, che ha prodotto questo sisma, e che nonostante i milioni di euro spesi non comunicano neanche tra loro. Cioè se prendiamo un cittadino, in una banca dati, troviamo com è stato assistito, ma non si sa niente della sua casa o della sua attività, in altre elenchi vediamo com è classificata la sua abitazione, e in quelli della filiera, evidentemente tre diverse banche dati, se ha una pratica avviata e a che punto è. Il Sed, incaricato di pensare la Banca Dati per l Emergenza ha avuto gli ultimi 800mila euro direttamente da Chiodi, prima che lasciasse l incarico di commissario, ma non c è stato nessun indirizzo da parte della proprietà, cioè del Comune dell Aquila, perché queste risorse preziose cercassero di far funzionare un unico sistema informatizzato, impostato malissimo fin dalla gestione della Protezione civile. Almeno il tiro, poteva essere aggiustato. Resta l amarezza delle associazioni di categoria, e delle classi imprenditoriali e datoriali che non sono neanche state consultate per quei tre mega progetti che evidentemente circolavano nelle stanze comunali, avranno fatto imbestialire qualcuno, ma tutto è rimasto in quelle stanze. A tacere tra quattro mura. Chi deve andare avanti già lo sa, e il disegno continuano ad averlo solo in pochi. Ale.c. PER UNA LIBERA INFORMAZIONE

4 4 L Aquila GRAVI IRREGOLARITA' CONTABILI, NEL RENDICONTO 2010 DEL COMUNE La Corte dei Conti, Sezione Regionale di Controllo per l Abruzzo, lo scorso 8 agosto 2012, ha trasmesso al Comune dell Aquila le relazioni relative all esame dell - Organo di revisione contabile, rispettivamente, sul rendiconto della gestione 2010 e sul bilancio di previsione 2011 dell ente. La Corte dei Conti ha rilevato gravi irregolarità contabili, tali da incidere sul rendiconto 2010" e, più precisamente, una differenza tra l importo del fondo di cassa determinato dal tesoriere e quello determinato dall ente, alla data del 31 dicembre 2010, riferito a pagamenti per azioni esecutive non ancora regolarizzati, per un importo complessivo di circa 750 mila euro. Inoltre la Corte dei Conti rileva che il rendiconto 2010 è stato approvato il 18 luglio 2011, oltre il termine fissato dal legislatore, e che la gestione di competenza ha un valore negativo di risultato ed è caratterizzata da un disavanzo anche per le annualità precedenti, dovuto alla non attendibilità e alla sovrastima delle previsioni di entrata. Viene rilevato altresì il mancato stralcio di crediti di dubbia o difficile esigibilità dal bilancio e la mancata attuazione di consolidamento dei conti con le proprie aziende, società o altri organismi partecipati, vale a dire che il Comune non ha stabilito con precisione qual è la somma da trasferire alle società partecipate per i servizi erogati. Si contesta inoltre la mancata adozione dei provvedimenti relativi ai criteri e alle modalità di reclutamento del personale e di conferimento degli incarichi negli organismi partecipati, il fatto che l indebitamento, al 31 dicembre 2010, non trova coincidenza con il totale dei debiti di finanziamento indicato dal conto del patrimonio, che il totale dei crediti, sempre a questa data, non coincide con quello dei residui attivi, che il totale dei debiti di funzionamento non coincide con quello dei passivi ed altro ancora. Un esame dettagliato, che fotografa una gestione amministrativo contabile vergognosa e che sicuramente si ripeterà, per alcuni punti, anche per gli esercizi finanziari successivi al Ora, sicuramente, il sindaco Cialente e il suo assessore al Bilancio De Santis diranno che non ne sapevano nulla e che la responsabilità è degli uffici, dell Organo di Revisione contabile, del Consiglio comunale o addirittura della stessa Corte dei Conti. Invece, quello che risulta evidente, è una totale mancanza di professionalità e di responsabilità da parte dell amministrazione nella gestione di uno strumento fondamentale, soprattutto in questo momento, quale quello del bilancio. Il consigliere comunale, Angelo Mancini "LUOGHI SICURI", RASSEGNA CULTURALE DI ARTISTI AQUILANI Un cartellone di 17 appuntamenti, dal primo febbraio al prossimo maggio, per la seconda edizione di ''Luoghi sicuri'', festival di teatro dalla scena contemporanea, organizzato da Artisti aquilani onlus e finanziata da Secours Populaire Francais, Arci L'Aquila, Comune dell'aquila, Banca Carispaq, con il contributo (per lo spettacolo... E che varieta'!) del progetto ''Aiutare i singoli, ricostruire le comunita''' di Auser Abruzzo, Arci L'Aquila e Associazione 180Amici onlus. La rassegna propone 9 spettacoli di compagnie italiane, tra cui Hidden Theatre di Volterra, Teatro Proskenion di Reggio Calabria, Teatro Atlante di Palermo, Micro Teatro Terra Marique di Perugia, Arti e Spettacolo dell'aquila, Teatro del Krak di Ortona, Tacco& Pirro Swing Piano Duo di Firenze; 4 spettacoli per i piu' piccoli con Teatro brucaliffo (AQ), Artisti aquilani onlus, Tric Trac teatro (Montorio al Vomano) e Teatro Atlante (PA) e 3 eventi con ospiti internazionali, come la Holstebro verdens Orchestre ''Colpiti dall'immaginazione'' PER UNA LIBERA INFORMAZIONE

5 5 L Aquila FONDI PER L'INTEGRAZIONE, GAMAL ANNUNCIA ACCESSO AGLI ATTI "Due milioni di euro per l integrazione spalmati con un bando regionale sulle quattro provincie, dove nella nostra provincia la spunta, come sempre, il territorio marsicano il quale si è aggiudicato euro che andranno alla SGI srl, vincitrice del bando davanti al progetto polis della Cnos Fap classificata seconda. Restano molti punti interrogativi, dichiara il consigliere straniero al comune dell Aquila e coordinatore del centro polivalente provinciale. Un altro schiaffo alla nostra città ormai orfana dei suoi rappresentanti in regione per cui chiederò l accesso agli atti della graduatoria e il verbale del nucleo di valutazione per capire le lacune della proposta della nostra città attraverso il progetto Polis e dove siamo stati penalizzati e d a l t r i s u p e r p r e m i a t i. Mi sembra discutibile il criterio di assegnazione per provincia perché a Teramo ha vinto AFGP con 700 punti invece la proposta del CNOS perde nella provincia dell aquila con 800 punti: mi chiedo se questa é magia, matematica o altro", conclude il consigliere. RICONOSCIMENTO DEL COMUNE, ALLO CHEF WILLIAM ZONFA ALLA CARDUCCI, CORSI POMERIDIANI PER ADULTI La scuola media G. Carducci apre alla cittadinanza i propri corsi serali su materie utili ed interessanti. Nell ambito del progetto Scuole Aperte finanziato dal Ministero della Pubblica Istruzione l istituto di scuola media organizza corsi pomeridiani sulle materie più utili ed Ieri mattina, nella sala giunta del Comune dell'aquila, il sindaco Massimo Cialente ha consegnato un riconoscimento al giovane chef aquilano William Zonfa, protagonista della trasmissione Rai "La prova del cuoco" e incoronato cuoco emergente 2013 dalla Guida ristoranti d'italia del Gambero Rosso, dopo aver conquistato nel 2012 una Stella sulla Guida gastronomica francese Mic h e l i n. William Zonfa lavora alla Magione Papale dal luglio del interessanti. Così affianco alle attività di potenziamento disciplinari destinate ai propri alunni, saranno allestite attività laboratori ali rivolte ai ragazzi in età scolare e allargate ai genitori e all intera collettività cittadina. I corsi, gratuiti per tutti, 2010 e nonostante la sua giovane età ha viaggiato molto e ha lavorato al fianco dei più grandi chef del mondo. Siamo lieti di premiare quest oggi un giovane talentuoso aquilano. ha dichiarato il sindaco Massimo Cialente E un piacere constatare quanta strada abbia fatto in questi anni e come i suoi riconoscimenti vanno man mano aumentando. Ci riempie di orgoglio avere nella nostra città uno chef del suo calibro. Gli auguro di cuore di realizzare tutti i suoi sogni e di promuovere ancora le vocazioni del nostro territorio e il capitale di saperi e di qualità di cui si è fatto portatore. L'Ufficio Stampa del Comune dell'aquila DENTI DA LATTE E DEL BAMBINO, UN CORSO PER GLI INSEGNANTI Concluso l incontro preliminare del Progetto Scuola presso l Istituto Dottrina Cristiana con lezioni sui denti dedicate alle insegnanti. Durante l esposizione, corredata da presentazione ed immagini in videoproiezione, il dott. Lucio Daniele, Presidente dell Associazione Nazionale Dentisti di L Aquila, ha illustrato e spiegato alle insegnanti gli accorgimenti utili ed essenziali per fare in modo che sin da piccolo il bambino abbia un buon rapporto con spazzolino e dentifricio e consideri importante la sua salute orale. Altri argomenti di comune interesse che sono stati trattati sono: come alleviare dolori e fastidi nel momento dell eruzione dei denti (sia da latte che permanenti), spiegare il perché dell insorgenza della carie e altre patologie orali come la malattia delle gengive, cosa bisogna fare a livello di prevenzione per evitare l insorgenza fin nei bambini di tali patologie ed infine quali sono le cure ed i rimedi attuali, una volta che la malattia si è verificata. L Associazione Nazionale Dentisti di L Aquila attiverà nel prossimo futuro il Progetto Scuola, un progetto nazionale già in atto da alcuni anni volto alla preparazione ed alla informazione in materia di denti di tutte quelle figure professionali a contatto con i bambini e neonati. partiranno a metà febbraio e riguarderanno la lingua inglese e spagnola, un corso di scacchi, di pittura su vetro e motricità per disabili. Le iscrizioni sono aperte fino al 10 febbraio prossimo. Per informazioni telefonare al n. 0862/25192.

6 6 Provincia SNAM, RINVIATA AL 15 FEBBRAIO LA CONFERENZA DEI SERVIZI E' stata rinviata a venerdì 15 febbraio la Conferenza dei Servizi per il rilascio dell'a.i.a. alla centrale di compressione e spinta che la Snam intende realizzare a Sulmona in località Case Pente. La notizia del rinvio è stata data dal Servizio Energia della Regione, ma al momento non se ne conoscono le motivazioni. E' già la seconda volta che la Conferenza viene rinviata, dopo l'iniziale convocazione del 20 dicembre scorso, ma, mentre il primo rinvio aveva un senso e cioè acquisire il parere del Collegio per le garanzie statutarie, non si comprende il perché di questo secondo rinvio. Ad avviso dei Comitati c'erano e ci sono, tutte le ragioni per chiudere la Conferenza e non procrastinare oltre le decisioni da assumere. A questo punto i Comitati valuteranno con i propri legali le iniziative da prendere per difendere la legalità e i diritti del territorio. Il parere del Collegio è inequivocabile : non sussistono le condizioni giuridiche e di fatto che legittimino il procedimento in atto per la concessione dell'autorizzazione Integrata Ambientale da parte della Regione. Innanzitutto perché non solo non esiste l'impianto di cui si vorrebbe autorizzare l'esercizio, ma non esiste neppure l'autorizzazione alla sua costruzione. Al riguardo, infatti, il Collegio precisa che " si appalesa illegittima anche a livello di legislazione statale la scelta di far precedere l'a.i.a. all'autorizzazione unica". Il Collegio evidenzia quindi il netto contrasto del procedimento in corso con la L.R. n. 28 del 19 giugno 2012 che vieta la realizzazione di grandi metanodotti, con annesse centrali, in aree sismiche classificate come "zona1". E questo è proprio il caso di Sulmona e dell'intera Valle Peligna, un territorio esposto al massimo rischio sismico. Nel parere si sottolinea anche il contrasto con il Piano regionale per la tutela della qualità dell'aria il quale stabilisce che impianti con emissioni in atmosfera possono trovare collocazione solo all'interno di aree industriali. Ma la centrale e il metanodotto Sulmona- Foligno, oltre ad essere incompatibili con precise normative della Regione Abruzzo, hanno anche avuto una netta bocciatura a livello istituzionale attraverso due risoluzioni approvate alla unanimità dal Consiglio Regionale, le quali prevedono la negazione dell'intesa dello Stato e la sospensione di ogni procedimento, da parte della Regione, per il rilascio di pareri o autorizzazioni. La Giunta regionale, che avrebbe dovuto dare sollecita attuazione alle risoluzioni, è invece rimasta totalmente inerte, tanto che il Collegio non manca di rilevare che le decisioni consiliari "non possono essere completamente disattese pena la trasmissione ai cittadini di uno svuotamento completo dell'istituto della rappresentanza politica". Vista la chiarezza del parere reso dal Collegio per le garanzie statutarie, perché non viene applicato? Perché rinviare ogni decisione in merito? In un Paese democratico la vicenda Snam, dati i pronunciamenti istituzionali di contrarietà a tutti i livelli, sarebbe già stata chiusa da tempo. Invece il devastante e pericoloso progetto della multinazionale del gas continua a restare in piedi e a minacciare diritti fondamentali dei cittadini, quali l'integrità ambientale, la sicurezza e la salute pubblica. Nei prossimi giorni i Comitati prenderanno le necessarie iniziative per proseguire la loro lotta democratica e civile contro l' ecomostro della Snam. Comitati cittadini per l'ambiente ARPA, NUOVO SERVIZIO SECINARO L'AQUILA Gli abitanti dei comuni della Valle Subequana da lunedi 4 febbraio 2013 disporranno di un collegamento diretto per L Aquila. Il nuovo servizio, che interessa i centri del comprensorio montano, prevede una corsa di andata in partenza da Secinaro alle 15,30 che raggiunge Castelvecchio Su-bequo,Molina, Acciano, Rocca Preturo, Beffi,Fontecchio, S. Demetrio e quindi il capoluogo abruzzese. Una di ritorno che parte dall Aquila alle 19,15. Il nuovo collegamento è stato possibile grazie alla ristrutturazione dei servizi in un area dove operavano sia Arpa sia la Paoli bus di S. Demetrio dei Vestini, a- zienda incorporata dalle autolinee regionali pubbliche abruzzesi nel dicembre 2011.

7 7 Regione CGIL E CISL, CHIEDONO INCONTRO ALLA COOPERATIVA QUADRIFOGLIO Un incontro urgente con la cooperativa "Quadrifoglio", che ha vinto l'appalto per la gestione della Rsa di Montereale. Ad avanzare la richiesta Cgil e Cisl che "sollecitano chiarimenti sul passaggio di consegne tra la societa' L1, che aveva in gestione la struttura, e la Quadrifoglio, che dall'1 febbraio subentrera' in quanto vincitrice della gara d'appalto indetta dalla Asl". "Abbiamo gia' avanzato due richieste formali di incontro con la Quadrifoglio", spiegano Antonio Ginnetti, segretario provinciale Fp-Cgil e Maurizio Testone, rappresentante Cisl sanita' privata, "ma, al momento, non abbiamo ottenuto risposte. E' importante avviare un confronto con la cooperativa che gestira' la Residenza sanitaria assistita di Montereale per avere garanzie sul mantenimento dei livelli occupazionali, sulla qualita' del servizio offerto e sulla gestione futura della struttura". Circa 45 i lavoratori interessati al passaggio di consegne: la cooperativa Quadrifoglio si e' aggiudicata il nuovo appalto indetto dalla Asl di Avezzano- Sulmona-L'Aquila, in seguito alla scadenza, il 31 dicembre 2012, del contratto con la cooperativa L1. "Nonostante i solleciti", evidenziano Ginnetti e Testone, "non abbiamo avuto modo di confrontarci con i responsabili della Quadrifoglio, che non hanno risposto alla richiesta di incontro. Un atteggiamento che desta, nelle organizzazioni sindacali e negli stessi lavoratori, perplessita' e preoccupazione". SICUREZZA STRADALE, A MARZO GIORNATA REGIONALE PER GLI STUDENTI L'Ufficio Scolastico Regionale per l'abruzzo ha sottoscritto un Protocollo d'intesa nel mese di novembre 2011 con la Federazione Motociclistica Italiana - Comitato Regionale, con la Polizia Stradale Compartimento Abruzzo e con la Confindustria Abruzzo. Nello scorso anno scolastico sono state svolte molte attivita' con le scuole, nell'ambito della Educazione stradale e alla sicurezza, per promuovere la cultura della legalita' intesa come sistema di valori che tutelano e garantiscono la liberta' individuale e sociale: Educazione alla sicurezza; Giornate di formazione per docenti delle scuole secondarie di I e di II grado, in contemporanea a Chieti e a L'Aquila, con la partecipazione di piu' di 100 docenti; Attivita' formative e dimostrazioni di guida sicura per gli allievi, in diverse scuole della regione; Intervento di esperti presso le scuole nell'ambito di percorsi didattici. Il Protocollo d'intesa ha istituito anche la Giornata Regionale della Sicurezza Stradale, giunta quest'anno alla seconda edizione, che sara' celebrata il 15 marzo 2013 presso tutte le Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado della Regione A- bruzzo. Le scuole progetteranno attivita' di diverse tipologie, espressive, graficopittoriche, multimediali, percorsi didattici per alunni e studenti, eventi che si svolgeranno nel territorio, per coinvolgere tutti in un momento di riflessione e approfondimento e per mantenere alto il livello di attenzione su queste tematiche. Lo scopo dell'iniziativa - e' stato spiegato ieri in una conferenza stampa - e' quello di stimolare l'attenzione e la riflessione sul tema della sicurezza attraverso un momento di condivisione generale sul rispetto delle regole. Le scuole sono invitate a predisporre iniziative specifiche, anche in relazione agli itinerari progettuali gia' elaborati per il corrente anno scolastico. Tali iniziative potranno essere realizzate, valorizzando la creativita' e le capacita' organizzative di ogni scuola, mediante azioni a carattere musicale, coreutico, teatrale, grafico-pittorico, ludico e/o documentaristico che coinvolgano gli alunni sui valori fondanti dell'educazione Stradale, quali il rispetto della vita e delle regole come garanzia della liberta' individuale. Le Istituzioni scolastiche, nella loro autonomia, potranno organizzarsi in accordo con altre scuole del territorio, avvalendosi della collaborazione dei Comuni e delle Polizie Municipali, del Compartimento di Polizia Stradale dell'abruzzo, presente anche nei capoluoghi di provincia, del Comitato Regionale della Federazione Motociclistica Italiana e di ogni altra risorsa, a livello locale, atta a sostenere e ampliare l'iniziativa. Per favorire l'organizzazione e lo svolgimento delle attivita' le scuole potranno avvalersi dei docenti formati lo scorso anno. PER UNA LIBERA INFORMAZIONE

8 8 Regione GRANDI RISCHI, CHIESTA ARCHIVIAZIONE PER BERTOLASO E STATI Il pm della Procura della Repubblica dell'aquila, Fabio Picuti, ha chiesto l'archiviazione, dall'accusa di cooperazione in omicidio colposo, per l'ex Capo della Protezione civile nazionale e per l'ex assessore regionale Daniela Stati. Si tratta di uno stralcio dell'inchiesta alla Commissione Grandi Rischi scaturita dal terremoto che devasto' L'Aquila il 6 aprile I fatti, in particolare, si riferiscono ad una telefonata tra Bertolaso e la Stati, all'epoca assessore regionale alla Protezione civile. In quella conversazione Bertolaso aveva chiesto all'assessore di tranquillizzare la popolazione aquilana. A decidere, ora, sara' il gip. L'attivita' d'indagine era stata avviata dalla polizia giudiziaria dopo la denuncia presentata nei confronti di Bertolaso dall'avvocato aquilano Antonio Valentini (che nell'ambito del processo sui sette membri della Commissione grandi rischi assiste numerose parti civili) a seguito della diffusione di una telefonata intercettata tra lo stesso Bertolaso e l'ex assessore della Regione Abruzzo, Daniela Stati. Nella conversazione datata 30 marzo 200-9, il giorno prima della riunione della Commissione Grandi rischi, Bertolaso definiva la convocazione degli esperti "una operazione mediatica" e che la riunione era stata convocata "perche' vogliamo tranquillizzare la gente". Dopo la diffusione su Internet, il contenuto della telefonata e' stato poi verbalizzato dagli investigatori e trasmesso negli uffici della Procura come notizia di reato. Il fascicolo e' affidato al pubblico ministero Fabio Picuti, titolare della maxi inchiesta sui crolli degli edifici pubblici e privati a seguito del sisma del 6 aprile del 2009, compresa quella sulla Commissione grandi rischi. Il legale di Bertolaso: "Finalmente giustizia" "Finalmente un atto di giustizia nei confronti di Bertolaso. Non era proponibile un processo a suo carico". Lo ha detto l'avvocato Filippo Dinacci, legale di fiducia di Guido Bertolaso, ex capo dipartimento della Protezione civile nazionale, commentando la richiesta di archiviazione presentata ieri al Gip del tribunale dell'aquila dal pm Fabio Picuti nei confronti del suo assistito e dell'ex assessore regionale alla protezione civile Daniela Stati. I due sono indagati per un filone parallelo a quello per il quale i sette membri della Commissione grandi rischi sono stati condannati in primo grado a sei anni di reclusione. Secondo il legale (che nel processo ha assistito l'ex vice capo dipartimento della protezione civile, Bernardo De Bernardinis) la richiesta di archiviazione "rappresenta uno dei primi atti che Bertolaso ottiene. Ritengo doverosa che sia fatta giustizia, come nel caso di Bertolaso, anche sui componenti della commissione grandi rischi".

QUESTIONARIO DI PERCEZIONE DEL SERVIZIO SCOLASTICO

QUESTIONARIO DI PERCEZIONE DEL SERVIZIO SCOLASTICO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 24124 Bergamo C.F. 95118530161 Tel 035243373 Fax: 035270323 e-mail: segreteria@darosciate.it

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MAD EVENTI. ARTICOLO 1 - E costituita l associazione di promozione sociale di

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MAD EVENTI. ARTICOLO 1 - E costituita l associazione di promozione sociale di STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MAD EVENTI ARTICOLO 1 - E costituita l associazione di promozione sociale di tipo culturale denominata MAD EVENTI con sede in Lucca, frazione Monte San Quirico, Via

Dettagli

Ordinanza Ministeriale n. 92 Prot. n. 11075 del 5.11.2007

Ordinanza Ministeriale n. 92 Prot. n. 11075 del 5.11.2007 IL MINISTRO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE Ordinanza Ministeriale n. 92 Prot. n. 11075 del 5.11.2007 Visto il Regio Decreto 4 maggio 1925, n. 653, contenente disposizioni sugli studenti, esami e tasse negli

Dettagli

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO PROTOCOLLO D INTESA tra PROVINCIA di Cuneo e ENTI LOCALI, CONSORZI, SOGGETTI PUBBLICI, ENTI DEL PRIVATO SOCIALE, PARTI SOCIALI PER LA PROMOZIONE, L ELABORAZIONE, LA GESTIONE DI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE

Dettagli

FEDERAZIONE REGIONALE DEGLI ORDINI DEGLI INGEGNERI D ABRUZZO

FEDERAZIONE REGIONALE DEGLI ORDINI DEGLI INGEGNERI D ABRUZZO Prot. n. 11 / FR / AQ L Aquila, 14 marzo 2012 Al Commissario delegato per la Ricostruzione Dr. Gianni Chiodi Al Coordinatore della Struttura Tecnica di Missione Arch. Gaetano Fontana Alla ReLUIS c/o Scuola

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Bando di concorso per la presentazione di proposte di animazione di giardini scolastici da parte di genitori

Bando di concorso per la presentazione di proposte di animazione di giardini scolastici da parte di genitori comune di trieste area educazione università ricerca cultura e sport servizi educativi integrati e politiche giovanili ufficio qualità dei servizi, formazione pedagogica e partecipazione Progetto Spazi

Dettagli

Istituto Comprensivo di Sedegliano. Tutti a scuola. Piccola guida alle nostre scuole primarie

Istituto Comprensivo di Sedegliano. Tutti a scuola. Piccola guida alle nostre scuole primarie Istituto Comprensivo di Sedegliano Tutti a scuola Piccola guida alle nostre scuole primarie gennaio 2010 Istituto Comprensivo di Sedegliano Presentazione Questo opuscolo contiene alcune informazioni utili

Dettagli

VERBALE n 08 a.s. 2014/2015 DEL COLLEGIO DOCENTI DEL 19/05/2015

VERBALE n 08 a.s. 2014/2015 DEL COLLEGIO DOCENTI DEL 19/05/2015 VERBALE n 08 a.s. 2014/2015 DEL COLLEGIO DOCENTI DEL 19/05/2015 Il giorno 19 maggio 2015, alle ore 14,30, nei locali dell Aula Magna dell Istituto Roncalli, su convocazione scritta, si riunisce il Collegio

Dettagli

Un opportunità per i giovani studenti di realizzare e condividere la propria idea innovativa a contatto con le imprese.

Un opportunità per i giovani studenti di realizzare e condividere la propria idea innovativa a contatto con le imprese. + z. www.co.camcom.gov.it Un opportunità per i giovani studenti di realizzare e condividere la propria idea innovativa a contatto con le imprese. Le adesioni sono aperte fino al 10 gennaio 2013. ART. 1

Dettagli

La Regione Toscana. Premesso che

La Regione Toscana. Premesso che Allegato A PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE TOSCANA, UNIVERSITA E PARTI SOCIALI PER DEFINIRE I PROFILI FORMATIVI NEI PERCORSI DI ALTA FORMAZIONE FINALIZZATI AL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI DOTTORE DI RICERCA

Dettagli

Comitato dei Genitori del Liceo Scientifico Vittorio Veneto di Milano. Verbale di Assemblea del 29 novembre 2014

Comitato dei Genitori del Liceo Scientifico Vittorio Veneto di Milano. Verbale di Assemblea del 29 novembre 2014 Comitato dei Genitori del Liceo Scientifico Vittorio Veneto di Milano Verbale di Assemblea del 29 novembre 2014 Il giorno 29 novembre 2014 alle ore 10.00 nell aula magna del Liceo Scientifico Vittorio

Dettagli

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Città Termale C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Originale di Deliberazione del Consiglio Comunale N 79 del Registro Delibere Data 06.11.2009 OGGETTO: Parco Eolico ed energie alternative.

Dettagli

COMUNE DI CIVITA D ANTINO

COMUNE DI CIVITA D ANTINO COMUNE DI CIVITA D ANTINO PROVINCIA DELL AQUILA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 35 del 30/09/2011 OGGETTO: PROGRAMMA INTERVENTI DIRITTO ALLO STUDIO: ANNO 2012. - APPROVAZIONE- L anno

Dettagli

Luglio 2010 OMBRE SU L AQUILA POCO SOLARE NELLA RICOSTRUZIONE IN ABBRUZZO

Luglio 2010 OMBRE SU L AQUILA POCO SOLARE NELLA RICOSTRUZIONE IN ABBRUZZO Luglio 2010 OMBRE SU L AQUILA POCO SOLARE NELLA RICOSTRUZIONE IN ABBRUZZO 1. Quadro Generale L area del così detto cratere sismico, ovvero la zona colpita dal sisma del 6 aprile 2009, è molto vasta. Nonostante

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri.

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. Articolo 1 COSTITUZIONE SEDE STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. 2) La Fondazione ha sede in Mede, Piazza della Repubblica

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

COMITATO DI COORDINAMENTO REGIONALE DELLE UNIVERSITA ABRUZZESI

COMITATO DI COORDINAMENTO REGIONALE DELLE UNIVERSITA ABRUZZESI L Aquila Verbale n. 4/06 COMITATO DI COORDINAMENTO REGIONALE DELLE UNIVERSITA ABRUZZESI L anno 2006, il giorno 10 del mese di febbraio alle ore 12,15, convocato nei modi e termini di legge, si è riunito

Dettagli

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia VIII LEGISLATURA - ATTI CONSILIARI - PROGETTI DI LEGGE E RELAZIONI PROPOSTA DI LEGGE N. 23 Presentata dai consiglieri Zorzini, Fontanelli, Petris

Dettagli

TESTO EMENDATO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER INIZIATIVE DI COOPERAZIONE DECENTRATA DI CUI ALL ART. 272 DEL DLGS N. 267 DEL 2000.

TESTO EMENDATO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER INIZIATIVE DI COOPERAZIONE DECENTRATA DI CUI ALL ART. 272 DEL DLGS N. 267 DEL 2000. TESTO EMENDATO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER INIZIATIVE DI COOPERAZIONE DECENTRATA DI CUI ALL ART. 272 DEL DLGS N. 267 DEL 2000. Art. 1 Principi generali -------------------------------

Dettagli

Roma, 26 novembre 2012

Roma, 26 novembre 2012 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 26 novembre 2012 Direzione Centrale Servizi ai contribuenti OGGETTO: Sisma maggio 2012 Finanziamento per il pagamento di tributi, contributi previdenziali e premi assicurativi obbligatori

Dettagli

Protocollo d Intesa TRA. PROVINCIA di CUNEO ENTI LOCALI, CONSORZI, ASSOCIAZIONI, SOGGETTI PUBBLICI, ENTI DEL PRIVATO SOCIALE, E PARTI SOCIALI

Protocollo d Intesa TRA. PROVINCIA di CUNEO ENTI LOCALI, CONSORZI, ASSOCIAZIONI, SOGGETTI PUBBLICI, ENTI DEL PRIVATO SOCIALE, E PARTI SOCIALI Protocollo d Intesa TRA PROVINCIA di CUNEO E ENTI LOCALI, CONSORZI, ASSOCIAZIONI, SOGGETTI PUBBLICI, ENTI DEL PRIVATO SOCIALE, E PARTI SOCIALI Per la promozione, l elaborazione, la gestione di Progetti

Dettagli

Comune di Casaluce REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI

Comune di Casaluce REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI Comune di Casaluce REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 14 del 22/7/2009 1 REGOLAMENTO FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE

Dettagli

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 98 Seduta del 15/06/2015 All. 1 OGGETTO:

Dettagli

Al Presidente della Regione Veneto. Alla Redazione del sito web dell USR

Al Presidente della Regione Veneto. Alla Redazione del sito web dell USR Prot. n. AOODRVE5461 Venezia, lì, 6 maggio 2015 e-mail Ai Dirigenti delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado statali e paritarie della regione Veneto Ai Dirigenti Amministrativi e Tecnici e

Dettagli

CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA

CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA Regolamento concorso Scuole e Studenti Zero Emissioni Anno scolastico 2015-2016 Acqua: risorsa infinita? Informazioni preliminari Per l anno scolastico 2015-2016 il

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA

PROTOCOLLO D INTESA TRA PROTOCOLLO D INTESA TRA L Unione delle Province d Italia (di seguito UPI) con sede in Piazza Cardelli n. 4, Roma, nella persona del Presidente Antonio Saitta; E L Associazione Nazionale dei Dirigenti e

Dettagli

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 211 Seduta del 28/10/2013 All.12 OGGETTO:

Dettagli

MODULO DIDATTICO 3 Trasparenza amministrativa: gli obblighi normativi per le scuole dopo il D.LGS. n. 33/2013

MODULO DIDATTICO 3 Trasparenza amministrativa: gli obblighi normativi per le scuole dopo il D.LGS. n. 33/2013 MODULO DIDATTICO 3 Trasparenza amministrativa: gli obblighi normativi per le scuole dopo il D.LGS. n. 33/2013 Gli obblighi di pubblicazione sui siti delle scuole 1 of 21 MODULO DIDATTICO 3 Trasparenza

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA COMMISSARIO DELEGATO PER LA RICOSTRUZIONE REGIONE ABRUZZO PROVINCIA DI L AQUILA COMUNE DI BARISCIANO COMUNE DI L AQUILA

PROTOCOLLO D INTESA TRA COMMISSARIO DELEGATO PER LA RICOSTRUZIONE REGIONE ABRUZZO PROVINCIA DI L AQUILA COMUNE DI BARISCIANO COMUNE DI L AQUILA REGIONE ABRUZZO PROTOCOLLO D INTESA TRA COMMISSARIO DELEGATO PER LA RICOSTRUZIONE E REGIONE ABRUZZO PROVINCIA DI L AQUILA COMUNE DI BARISCIANO COMUNE DI L AQUILA Polo tecnologico pubblico per lo stoccaggio

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

.. ROMA CAPITALE. Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti di Istruzione Secondaria di Il grado di Roma Capitale

.. ROMA CAPITALE. Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti di Istruzione Secondaria di Il grado di Roma Capitale .. ROMA CAPITALE ROMA CAPITALE DIPAR1IMENTO SERVIZI EDUCATIVI E SCOlfìSTICI - 2 OTT. 2014 Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici, Giovani e Pari Opportunità PROT.OM 3000 4 Direzione servizi per l'adolescenza,

Dettagli

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE, AMBIENTALE E SULLA RURALITÀ

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE, AMBIENTALE E SULLA RURALITÀ allegato A alla determinazione n. 139/SA del 18 marzo 2013 BANDO PUBBLICO CAMPU MAISTU DIDATTICA IN FATTORIA SULCIS IGLESIENTE ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE, AMBIENTALE E

Dettagli

Mattinate FAI per la scuola, in collaborazione con il MIUR. Obiettivi delle iniziative

Mattinate FAI per la scuola, in collaborazione con il MIUR. Obiettivi delle iniziative Iniziative didattiche Delegazione di Roma a.s. 2012/2013 Obiettivi delle iniziative Ampliare la conoscenza del FAI e delle sue iniziative attraverso un coinvolgimento diretto di studenti e corpo docenti.

Dettagli

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto;

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto; VISTO il decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, recante misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca (di seguito,

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale di Sovizzo

Istituto Comprensivo Statale di Sovizzo Prot. n. 2994/D6 Sovizzo, 20 novembre 2015 Al Collegio docenti Al Consiglio di Istituto AI Genitori Al Personale ATA dell IC Sovizzo LORO SEDI OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA

Dettagli

MIURAOODRVEUff.4/n.15315_C23d Venezia, 25 novembre 2014

MIURAOODRVEUff.4/n.15315_C23d Venezia, 25 novembre 2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA MIURAOODRVEUff.4/n.15315_C23d Venezia,

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 31/21 DEL 5.8.2014

DELIBERAZIONE N. 31/21 DEL 5.8.2014 Oggetto: Piano straordinario di edilizia scolastica Iscol@: avvio dell asse di Interventi di messa in sicurezza e manutenzione programmata degli edifici scolastici. Il Presidente, nell illustrare la proposta

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Rassegna Stampa. Roma 3 dicembre 2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA FORO ITALICO. Ufficio Stampa. Rassegna Stampa. Roma 3 dicembre 2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA Ufficio Stampa Rassegna Stampa Roma 3 dicembre 2015 Argomento Testata Titolo Pag. Università Scuola24 Dalle imprese alla PA fino alla scuola: i dottori di ricerca vanno valorizzati

Dettagli

PIANO STRAORDINARIO PER L'EDILIZIA SCOLASTICA E MESSA IN SICUREZZA

PIANO STRAORDINARIO PER L'EDILIZIA SCOLASTICA E MESSA IN SICUREZZA PIANO STRAORDINARIO PER L'EDILIZIA SCOLASTICA E MESSA IN SICUREZZA Interventi in materia di edilizia scolastica a seguito degli eventi sismici verificatisi in Abruzzo nel mese di aprile 2009 SCHEDA N.

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 4350 Seduta del 20/11/2015

DELIBERAZIONE N X / 4350 Seduta del 20/11/2015 DELIBERAZIONE N X / 4350 Seduta del 20/11/2015 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali FABRIZIO SALA Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI FRANCESCA BRIANZA CRISTINA

Dettagli

Inps, Circolare 21 luglio 2008 n. 77. Verifiche straordinarie in materia di invalidita civile. Criteri di attuazione

Inps, Circolare 21 luglio 2008 n. 77. Verifiche straordinarie in materia di invalidita civile. Criteri di attuazione INPS Progetto Invalidità civile - Coordinamento generale Medico-legale - Direzione centrale delle Prestazioni - Direzione centrale Organizzazione 1. Premessa Inps, Circolare 21 luglio 2008 n. 77 Verifiche

Dettagli

COMUNE DI MOGGIO UDINESE Provincia di Udine

COMUNE DI MOGGIO UDINESE Provincia di Udine COMUNE DI MOGGIO UDINESE Provincia di Udine P.ZZA UFFICI, 1 C.F. 8400 1550 304 TEL. 0433 / 51177-51877-51888 www.comune.moggioudinese.ud.it medaglia d'oro al valore civile C.A.P. 33015 P. I.V.A. 01 134

Dettagli

Nuove procedure per il reclutamento del personale insegnante della scuola. Trento, Aprile 2012

Nuove procedure per il reclutamento del personale insegnante della scuola. Trento, Aprile 2012 Nuove procedure per il reclutamento del personale insegnante della scuola Trento, Aprile 2012 Obiettivi di revisione della disciplina sul reclutamento I principali obiettivi sottostanti alla revisione

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERA DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DEMO ANAGRAFICO E SOCIO CULTURALE. Data avvio Proposta : 21/09/2012

PROPOSTA DI DELIBERA DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DEMO ANAGRAFICO E SOCIO CULTURALE. Data avvio Proposta : 21/09/2012 PROPOSTA DI DELIBERA DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DEMO ANAGRAFICO E SOCIO CULTURALE Data avvio Proposta : 21/09/2012 Illustrano l argomento OGGETTO: ESAME ED APPROVAZIONE DEL PIANO ANNUALE COMUNALE PER

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schema di regolamento recante Revisione dell assetto ordinamentale, organizzativo e didattico della scuola dell infanzia e del primo ciclo di istruzione ai sensi dell'articolo 64, comma 4, del decreto

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE «ARMONIA CORDIS»

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE «ARMONIA CORDIS» STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE «ARMONIA CORDIS» COSTITUZIONE - SEDE - DURATA - SCOPI 1) Costituzione: E costituita l Associazione Culturale Musicale denominata ARMONIA CORDIS. L Associazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER L INTEGRAZIONE ED IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI

REGOLAMENTO DI ATENEO PER L INTEGRAZIONE ED IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI REGOLAMENTO DI ATENEO PER L INTEGRAZIONE ED IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI Emanato con D.R. n. 83 del 27 febbraio 2008 Entrata in vigore 13 marzo 2008 INDICE TITOLO I - CAMPO

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N 3 VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 aprile 2009, pubblicato sulla G.U. n 87 del 7

Dettagli

Egregio Dirigente, INVALSI Villa Falconieri - Via Borromini, 5-00044 Frascati RM tel. 06 941851 - fax 06 94185215 www.invalsi.it - c.f.

Egregio Dirigente, INVALSI Villa Falconieri - Via Borromini, 5-00044 Frascati RM tel. 06 941851 - fax 06 94185215 www.invalsi.it - c.f. Egregio Dirigente, Le scrivo per informarla che sono state avviate le procedure per la realizzazione della rilevazione degli apprendimenti degli studenti per l anno scolastico 2010-11 nell ambito del Servizio

Dettagli

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 03405/007 Area Servizi Educativi Servizio Acquisto Beni e Servizi GP 3 CITTÀ DI TORINO

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 03405/007 Area Servizi Educativi Servizio Acquisto Beni e Servizi GP 3 CITTÀ DI TORINO Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 03405/007 Area Servizi Educativi Servizio Acquisto Beni e Servizi GP 3 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 4 agosto 2015 Convocata la Giunta

Dettagli

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA.

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. E sicuramente un onore per me, che sono fresco di nomina, avere l incarico di relatore per le Parti

Dettagli

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA DELIBERA 6 febbraio 2014. Sisma regione Abruzzo - Ricostruzione degli immobili privati - Assegnazione delle somme stanziate dal decretolegge n.

Dettagli

VERBALE RIUNIONE COMITATO DI COORDINAMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN

VERBALE RIUNIONE COMITATO DI COORDINAMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN VERBALE RIUNIONE COMITATO DI COORDINAMENTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN DIDATTICA DELLE SCIENZE PER INSEGNANTI DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO: UNA FORMAZIONE QUALIFICATA PER

Dettagli

D.P.R. n. 119 del 22 giugno 2009

D.P.R. n. 119 del 22 giugno 2009 D.P.R. n. 119 del 22 giugno 2009 1 di 8 D.P.R. n. 119 del 22 giugno 2009 Regolamento recante disposizioni per la definizione dei criteri e dei parametri per la determinazione della consistenza complessiva

Dettagli

ANALISI DI CONTESTO E OBIETTIVI

ANALISI DI CONTESTO E OBIETTIVI Allegato 1.1) FAC SIMILE DI SCHEDA-PROGETTO PER PROGETTI A VALENZA REGIONALE PER ATTIVITÀ DI SPESA CORRENTE PROMOSSI DA SOGGETTI PRIVATI SENZA FINI DI LUCRO RIVOLTI A PREADOLESCENTI E ADOLESCENTI PUNTO

Dettagli

VERBALE CONSIGLIO D ISTITUTO N.3

VERBALE CONSIGLIO D ISTITUTO N.3 ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO VIA UGO BASSI Via U. Bassi n 30-62012 CIVITANOVA MARCHE Tel. 0733 772163- Fax 0733 778446 mcic83600n@istruzione.it, MCMM83600N@PEC.ISTRUZIONE.IT Cod. fiscale: 93068500433

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Comune di Saletto Provincia di Padova --==ooooo== ==ooooo==-- REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 29 del 03/08/2009 TITOLO I ISTITUZIONE DEL

Dettagli

Prot.n 6844/p/fdm Roma, 10 luglio 2015. e p.c. Ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE. Oggetto: invio delibera Comitato bilateralità

Prot.n 6844/p/fdm Roma, 10 luglio 2015. e p.c. Ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE. Oggetto: invio delibera Comitato bilateralità Prot.n 6844/p/fdm Roma, 10 luglio 2015 A tutte le Casse Edili e p.c. Ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE Loro sedi Lettera circolare n. 29/2015 Oggetto: invio delibera Comitato bilateralità

Dettagli

Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne

Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne TUTTOSCUOLA.COM Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne La FISM (Federazione Italiana delle Scuole Materne) denuncia la mancanza totale

Dettagli

STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA

STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA Art. 1 ( Scuola Civica di Musica ) E costituita nel Comune di Villacidro la Scuola Civica di Musica nella forma di cui all art. 114 del D. Lgs.vo n. 267 del 18 Agosto

Dettagli

A tutti i genitori degli alunni e delle alunne delle classi quinte della Scuola primaria

A tutti i genitori degli alunni e delle alunne delle classi quinte della Scuola primaria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOTTICINO Via Udine, 6 25080 Botticino Mattina - CF 80064290176 - Tel. 030 2693113 Fax: 030 2191205 email: ddbottic@provincia.brescia.it

Dettagli

Milano, 12 ottobre 2015. Alla Cortese attenzione: Presidenti di Sezione Ana Referenti Centro Studi Ana per copia conoscenza: Comm.

Milano, 12 ottobre 2015. Alla Cortese attenzione: Presidenti di Sezione Ana Referenti Centro Studi Ana per copia conoscenza: Comm. Milano, 12 ottobre 2015 Alla Cortese attenzione: Presidenti di Sezione Ana Referenti Centro Studi Ana per copia conoscenza: Comm. Centro Studi Ana Prot. N. CS 98_2015 Oggetto: concorso per le scuole Il

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile PROVINCIA DI LIVORNO AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile Premessa La Provincia promuove e finanzia interventi volti allo sviluppo di imprese giovanili

Dettagli

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S.

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. NUOVO PONTE DI NONA - VIA GASTINELLI N. 58-00132 ROMA TEL. 06/22180417- fax: 06/22188121 C.M.RMIC8CR006

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO E. DE AMICIS DI ANZOLA DELL'EMILIA. PROGETTO ACCOGLIENZA scuola secondaria

ISTITUTO COMPRENSIVO E. DE AMICIS DI ANZOLA DELL'EMILIA. PROGETTO ACCOGLIENZA scuola secondaria ISTITUTO COMPRENSIVO E. DE AMICIS DI ANZOLA DELL'EMILIA PROGETTO ACCOGLIENZA scuola secondaria 1^ Fase ad Aprile Continuità : visita alla Scuola Secondaria da parte dei ragazzi del nostro Istituto, con

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE Liceo delle Scienze Umane - Liceo Economico Sociale Vittorio Emanuele II - JESI -

LICEO CLASSICO STATALE Liceo delle Scienze Umane - Liceo Economico Sociale Vittorio Emanuele II - JESI - Prot. n. 5866/C16a Jesi, 13/10/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Programmazione triennale 2010/2012

Programmazione triennale 2010/2012 Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali PIANO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DI ATENEO Programmazione triennale 2010/2012 L Università degli Studi di Firenze tradizionalmente

Dettagli

OGGETTO: Approvazione Rendiconto della Gestione per l esercizio finanziario 2006.

OGGETTO: Approvazione Rendiconto della Gestione per l esercizio finanziario 2006. OGGETTO: Approvazione Rendiconto della Gestione per l esercizio finanziario 2006. Svoltosi il seguente dibattito: Moressa: Vorrei che fossero precisate alcune voci di spesa, e quali ritorni esse abbiano

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Scientifico Linguistico Statale Paolo Giovio - Como

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Scientifico Linguistico Statale Paolo Giovio - Como Prot. n. 5343/C51 - Anno scolastico 2015-2016 Como, lì 18.09.2015 Comunicazione n. 29 Ai docenti Agli alunni Ai genitori e coloro che esercitano la responsabilità genitoriale Ai docenti collaboratori del

Dettagli

STATUTO DELL ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE DI FIRENZE

STATUTO DELL ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE DI FIRENZE STATUTO DELL ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE DI FIRENZE Art. 1 Istituzione 1. L Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (d ora in poi ISIA) di Firenze e stato istituito in forma sperimentale

Dettagli

VERIFICA DI META ANNO

VERIFICA DI META ANNO : dott. MASSIMILIANO GALLONI Centri di costo: 1... Servizio Intercomunale di Protezione Civile. VERIFICA DI META ANNO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE RENO GALLIERA : Massimiliano Galloni OBIETTIVI PERMANENTI

Dettagli

COMUNE DI LIERNA PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI LIERNA PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI LIERNA PROVINCIA DI LECCO N 1 COPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE VERBALI SEDUTA PRECEDENTE (DEL 27.11.2010) L anno DUEMILAUNDICI addì VENTISEI del mese di MARZO

Dettagli

Unione dei Comuni della Bassa Romagna. La scelta strategica di un territorio

Unione dei Comuni della Bassa Romagna. La scelta strategica di un territorio Unione dei Comuni della Bassa Romagna La scelta strategica di un territorio Mirco Bagnari Sindaco del Comune di Fusignano e referente per le Politiche Culturali, Progetto giovani e Sport dell Unione dei

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO !!"#!!$$! &$ #'$ $(! '! #) $ *+),+ $ # -$)-'!! "'$. )!/ #! '#$!#$ -'$ $0 1 1 2 1 3 1 1 1!45!!6!!!&$#$0$&"$! $$!! $ #' #)! $!!#' $ -!0$ 7$$$-$$!#$-$$$0&!-$ $ -!$*8,5 IL CONSIGLIO COMUNALE Ricbiamata la

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI SCUOLA MEDIA ARMANDO DIAZ OLBIA PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI PREMESSA Da alcuni anni la nostra scuola è frequentata da alunni stranieri provenienti da paesi europei ed extraeuropei, da

Dettagli

COMUNE DI SOMMARIVA PERNO PROVINCIA DI CUNEO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI SOMMARIVA PERNO PROVINCIA DI CUNEO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA COMUNE DI SOMMARIVA PERNO PROVINCIA DI CUNEO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 25 OGGETTO : "NUOVI PROGETTI DI INTERVENTI" PER I PICCOLI COMUNI. APPROVAZIONE PROVVEDIMENTI PREVISTI

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Pasquale Sottocorno Via Monte Popera, 12-20138 Milano C.F. 97504710159 Tel. 0288446556

Istituto Comprensivo Statale Pasquale Sottocorno Via Monte Popera, 12-20138 Milano C.F. 97504710159 Tel. 0288446556 Istituto Comprensivo Statale Pasquale Sottocorno Via Monte Popera, 12-20138 Milano C.F. 97504710159 Tel. 0288446556 VERBALE DEL CONSIGLIO D ISTITUTO DEL 18 OTTOBRE 2012 L anno 2012 il giorno 18 del mese

Dettagli

VERBALE DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELL ASSOCIAZIONE DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA AODV 231

VERBALE DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELL ASSOCIAZIONE DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA AODV 231 VERBALE DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELL ASSOCIAZIONE DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA AODV 231 L Assemblea dei Soci dell AODV 231 Associazione dei Componenti degli Organismi di Vigilanza ex D.Lgs. 231/2001

Dettagli

Il Servizio Civile Nazionale: problemi e prospettive future

Il Servizio Civile Nazionale: problemi e prospettive future INTERGRUPPO PARLAMENTARE SUL TERZO SETTORE Roma, 31 luglio 2013 ore 10:00-13:00 Sala delle Colonne Via Poli, 19 Seminario Il Servizio Civile Nazionale: problemi e prospettive future Il contributo di ASC

Dettagli

Delibera del Consiglio di Amministrazione

Delibera del Consiglio di Amministrazione CONSORZIO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA E LA VALORIZZAZIONE DEGLI STUDI UNIVERSITARI Con sede presso il Comune di Avellino Delibera del Consiglio di Amministrazione Seduta del 17.02.2015 n.01 del registro

Dettagli

La Camera dei Deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA promulga. la seguente legge: Art.

La Camera dei Deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA promulga. la seguente legge: Art. La Camera dei Deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA promulga la seguente legge: Art. 1 Comma 1. Per affermare il ruolo centrale della scuola nella società

Dettagli

Via Tornura, C.F. 85007440184 27023 Cassolnovo - PV - E-mail: pvic80300l@istruzione.it

Via Tornura, C.F. 85007440184 27023 Cassolnovo - PV - E-mail: pvic80300l@istruzione.it Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CARLO DEL PRETE Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 Grado (CON SEDI IN CASSOLNOVO MOLINO DEL CONTE -

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA

LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA L ISCRIZIONE Le iscrizioni dei minori stranieri, indipendentemente dalla regolarità

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE GENERALE Formazione docenti neoassunti a.s. 2015/2016 CONTENUTI 1. Oggetto, finalità e

Dettagli

Sportelli al Comune: "non mi avete invitato alla conferenza stampa". Ma Agromed cosa ha fatto in tutti questi anni?

Sportelli al Comune: non mi avete invitato alla conferenza stampa. Ma Agromed cosa ha fatto in tutti questi anni? Sportelli al Comune: "non mi avete invitato alla conferenza stampa". Ma Agromed cosa ha fatto in tutti questi anni? Il presidente della Camera di Commercio di Taranto, rag. Luigi Sportelli ha inviato ai

Dettagli

Originale DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO PREFETTIZIO

Originale DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO PREFETTIZIO CITTÀ DI GIUGLIANO IN CAMPANIA Provincia di Napoli Originale DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO PREFETTIZIO N. 9. Data 28/11/2012 OGGETTO: RIMBORSO ANTICIPATO MUTUO IN ESSERE CON LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI

Dettagli

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità

Art. 1 Principi. Art. 2 Finalità LEGGE REGIONALE 21 agosto 2007, n. 20 Disposizioni per la promozione ed il sostegno dei centri di antiviolenza e delle case di accoglienza per donne in difficoltà. (BUR n. 15 del 16 agosto, supplemento

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Stampa La Riforma dell Università Le linee ispiratrici E il primo provvedimento organico che riforma l intero sistema universitario. Il

Dettagli

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 Articolo 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina, in attuazione di quanto previsto all articolo 13, lettera g), dello Statuto della

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI

REGOLAMENTO PER LE EROGAZIONI Redatto ai sensi della legge 23 dicembre 1998 n 461, del decreto legislativo n 153 del 17 maggio 1999 e dell'atto di indirizzo del Ministro del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica del

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara Regolamento per il conferimento di Borse e Premi di studio nel campo della formazione con esclusione dei progetti comunitari o di internazionalizzazione Senato Accademico

Dettagli

Una proposta: l associazione delle scuole

Una proposta: l associazione delle scuole Una proposta: l associazione delle scuole Risultati di un sondaggio fra i dirigenti presentazione a cura di ARNALDO FERRARI NASI responsabile del Dipartimento Ricerche de La Fabbrica - Milano 28 L unione

Dettagli

Si inverte la rotta TRA LE MISURE PREVISTE:

Si inverte la rotta TRA LE MISURE PREVISTE: RIPARTE LA SCUOLA, RIPARTE IL FUTURO Dopo la mortificazione dei tagli di risorse finanziarie e professionali degli ultimi anni, Si inverte la rotta A regime il decreto restituisce a istruzione università

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI ORZIVECCHI PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI E L ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALUNQUE GENERE A PERSONE

Dettagli

PROGETTO DIDATTICO LAVORARE IN CONTINUITA

PROGETTO DIDATTICO LAVORARE IN CONTINUITA Comune di Casalecchio di Reno ASILO NIDO R. VIGHI PROGETTO DIDATTICO LAVORARE IN CONTINUITA Per un progetto di territorio: uno spazio e un tempo per l incontro Anno educativo 2007/2008 A cura del Collettivo

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte PROTOCOLLO DI INTESA tra Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Associazione Italiana Fisioterapisti Piemonte Valle d

Dettagli