ISO Obiettivo raggiunto Mission accomplished. Think Green. Case History Regalbuto Wind Farm. Interview CO-VER Energy Holding

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISO 14001 Obiettivo raggiunto Mission accomplished. Think Green. Case History Regalbuto Wind Farm. Interview CO-VER Energy Holding"

Transcript

1 OCTOBER 2008 Think Green ISO Obiettivo raggiunto Mission accomplished Interview CO-VER Energy Holding Un player integrato per iniziative rinnovabili An integrated player to develop renewable projects Partnership Oxara Energy Group Investimenti per un futuro pulito Investments for a clean future Case History Regalbuto Wind Farm Una sfida, un grande risultato A challenge, a great result

2 Il termine energia deriva dal greco (en, dentro ) e un derivato di (ergon, lavoro, opera ). Il suo senso etimologico sarebbe dunque in opera, nel lavoro e così lo utilizza Aristotele, in quella parte del suo sistema filosofico in cui si dedica allo studio degli enti, cioè di tutto ciò che esiste nella realtà. The word energy derives from the Greek (en, inside ) and a derivative of (ergon, work ). Therefore its etymological meaning would be in progress, at work, which was how it was used by Aristotle in that part of his philosophical system in which he focused on the study of bodies i.e. everything that exists in reality. Discovery - Ottobre 2008 / October 2008 Direttore Responsabile / Chief Editor: Cristina Barberis Negra Hanno collaborato / With contribution from: Paola Bazzoni, Monica Bogatto, Luca Cajelli, Ivo Casorati, Alessandro Cobianchi, Giuseppe Dal Ben, Elena Dalle Carbonare, Marco Davì, Franco Dehò, Paolo Di Sabatino, Maurizio Domenichini, Tiziana D Onofrio, Alice Francioli, Pierluigi Gramaglia, Mauro Grosso, Riccardo Gubbioli, Maria Koleva, Luca Mainardi, Anthony Massobrio, Carlo Mazzetti, Paolo Paoli, Riccardo Oldani, Matteo Racchelli, Sara Riva, Michele Sacchetti, Giorgio Scroffernecher, Ezio Sesto, Francesco Stellacci, Imre Szirbik, Nadia Tantardini, Federico Tartaro, Marco Vedaschi, Gianluca Veneroni, Andrea Von Finckenstein, Eliana Zonca. Periodico iscritto al Tribunale di Verbania il 29 aprile 1998 n Anno 10 n 1 / Periodical registered at the Court of Verbania on 29 th April 1998 no Year 10 no.1 Proprietà / Ownership: CO-VER R&K Holding Srl Via 42 Martiri, VERBANIA ITALY Tel Fax Realizzato da / Produced by: Unichrome Srl Via 42 Martiri, VERBANIA ITALY Tel Fax Stampato da / Printed by: GECA Spa - Industrie Grafiche Via Magellano, Cesano Boscone (MI) ITALY Distribuzione gratuita / Free distribution

3 editoriale editorial Questo numero di Discovery Magazine arriva al momento giusto per condividere con tutte le risorse interne di CO-VER Energy Holding e con tutti gli stakeholders a vario titolo coinvolti in questo importante progetto industriale, quali clienti, fornitori e altri, il punto di un periodo caratterizzato, come sempre, dal grande dinamismo del gruppo che in tutte le sue componenti, industriale, immobiliare e diversificate, ha cercato la struttura organizzativa più idonea ad affrontare al meglio le sfide che nei vari settori siamo chiamati a vincere per consolidare la nostra lunga storia e garantirci un futuro quanto più lungo e prospero possibile. È l occasione di dare il benvenuto al nuovo partner entrato in CO-VER Energy Holding a condividere un progetto industriale e finanziario di grande importanza nel mondo delle energie rinnovabili, il suo nome è Oxara Energy Group di cui all interno del Magazine troverete un ampia presentazione. Questi primi mesi di collaborazione hanno subito evidenziato una identità di vedute e un approccio operativo comune orientato alla massima flessibilità e dinamismo, per proseguire nel solco della storia CO-VER che di questi elementi ha sempre fatto un vantaggio competitivo. Il progetto, come dicevo, è importante perché ci vede protagonisti di una realtà assolutamente unica nel panorama italiano e internazionale delle energie rinnovabili, che, acquisita una pluriennale esperienza come esecutore di contratti chiavi in mano nel settore, con sviluppo di tecnologie proprietarie all avanguardia nell idroelettrico con CO-VER Energia e ora anche nelle biomasse con Solenia SA, ha ampliato il proprio intervento anche allo sviluppo di iniziative di investimento realizzate dal gruppo, i cui primi tasselli, quali l impianto eolico a Regalbuto, l idroelettrico in Bulgaria e a biomassa al Tecnoparco, sono già in fase di completamento. Siamo diventati pertanto l interlocutore più verticalmente integrato che esista: Energia in Natura sviluppa le opportunità di investimento e le porta alla cantierabilità; CO-VER Energia e Solenia SA le progettano e le costruiscono; le società di scopo opportunamente costituite ne gestiscono la proprietà e infine CO-VER Energy Trading ne valorizza al massimo i prodotti tramite le attività di trading. Tutto ciò non mediante centri di costo ma tramite centri di profitto che devono operare sul mercato competitivo anche e soprattutto per altri Clienti, come nel caso ormai consolidato di CO-VER Energia e come stanno facendo Solenia SA e CO-VER Energy Trading. Il progetto, inoltre, viene costruito utilizzando tutti gli strumenti operativi disponibili al fine di renderlo il più avanzato e innovativo, leggete a questo proposito il lavoro svolto per l ottenimento della certificazione ambientale multisito ai sensi della ISO 14001:2004, e con l intento di dare vita e consolidare una realtà di filiera industriale delle rinnovabili che è in perfetta armonia con le politiche regionali, nazionali e internazionali, come dimostrano gli interessanti articoli riferiti alle iniziative della Regione Piemonte, del Governo Italiano e delle organizzazioni internazionali (Protocollo di Kyoto). Mi piace ricordare che abbiamo dato corso insieme alla costruzione di questo progetto molto prima del concretizzarsi di questa sensibilità generale politica e sociale sulle energie rinnovabili che ha portato all attuale stato di supporto e incentivazione e ne siamo tutti obiettivamente fieri. Che altro dire se non ricordare che abbiamo cercato di rendere questo Magazine il più interessante possibile non parlando solo di noi, ma cercando di farne uno strumento di informazione su tutte le tematiche che caratterizzano il settore in cui operiamo quotidianamente, aprendoci al confronto con i principali protagonisti di questo mondo che hanno avuto la cortesia di partecipare con numerosi e interessanti contributi per i quali li ringrazio a nome di tutto il gruppo. Non ci resta che iniziare a leggerlo sperando di avere raggiunto almeno uno degli obiettivi che ci siamo prefissi, quello di consolidare l orgoglio di appartenenza a un gruppo industriale che opera da anni per essere radicato nel suo territorio, ma con fusto e rami che si spingono verso realtà e mercati internazionali. This issue of Discovery Magazine comes at the right moment in order to make the point of the situation and share it with all the internal resources of CO-VER Energy Holding and all the stakeholders who in a way or another have been involved in this important industrial project, such as customers, suppliers and others. Making the point of the situation in a period characterised, as usual, by the strongly dynamic spirit of the Group that, in all its components - industry, real estate and diversified sectors - has been aiming to achieve the ideal organisation for best meeting the challenges that we are called to win to continue our long history and be sure that our future will be as long and prosperous as possible. On this occasion we welcome our new partner that has joined CO-VER Energy Holding in order to share an extremely important industrial and financial project in the world of renewable energy: its name is Oxara Energy Group, presented in an article in this Magazine. These first months of co-operation have immediately shown that we share the same views and we have a common approach to action oriented towards maximum flexibility and dynamism, to continue in the wake of CO-VER s history, a company that has always used these elements to create its own competitive advantage. As I said, this project is important because it makes us the main players in an absolutely unique market of renewable energy in Italy and abroad. After acquiring a multiyear experience as turnkey project executor in the industry, with the development of cutting-edge proprietary technologies in the hydroelectric power sector with CO-VER Energia and now also in biomass with Solenia SA, the Group has now extended its field of action to also include investment projects and first achievements are already under completion such as the wind park of Regalbuto, the hydroelectric power plant in Bulgaria and the biomass plant at the Tecnoparco. We have thus become the most vertically integrated interlocutor now available: Energia in Natura develops investment opportunities and brings projects to their building stage; CO-VER Energia and Solenia SA design and build them; specific companies especially created manage the operations and finally CO-VER Energy Trading enhances the value of products at best through its trading activities. All this is achieved not through cost centres, but rather profit centres that are operational in a competitive market also and particularly for other Customers, as is the case for the now well-established CO-VER Energia as well as for Solenia SA and CO-VER Energy Trading. This project is developed using all the operational tools available so as to make it more advanced and innovative. In this connection, read the article about the work done to obtain a multi-site environmental certification in compliance with Standard ISO 14001:2004, with a view to creating and strengthening the industry of renewable energy which is in perfect harmony with the regional, national and international policies, as described in the interesting articles covering the projects launched by the Piedmont Region, the Italian Government and the international organisations (the Kyoto Protocol). I am pleased to remember that we began building this project together well before a generalised political and social awareness has developed on renewable sources of energy, which has lead to current support and incentives and we are all really proud of this. What else can we say but that we have tried to make this Magazine as interesting as possible speaking not only about ourselves, but trying to use it as an information tool covering all the themes which are typical of the industry where we operate daily and opening our pages to the exchange with the main players of this sector who have been so kind as to actively participate with many interesting contributions of which I thank them in the name of our Group as a whole. So, all that is left is to read this Magazine. We hope that we have reached at least one of the objectives that we have established, that of strengthening our pride in the idea of belonging to an industrial group which for years has been working to be rooted in its territory, but with a trunk and branches growing towards international markets and situations. Buona lettura / Enjoy your read Gianluca Veneroni

4 Contents Attualità / What s new Protocollo di Kyoto Un impegno, un dovere, un opportunità The Kyoto Protocol A commitment, an obligation, an opportunity Riccardo Oldani Energie Rinnovabili: l Italia, l Europa e il G8 Renewable energies: Italy, Europe and the G8 CO-VER Energy Holding - Oxara Energy Group Un incontro ai vertici del mercato internazionale dell energia pulita CO-VER Energy Holding - Oxara Energy Group A meeting at the top of the clean energy international market Riccardo Gubbioli Oxara Energy Group Investimenti per un futuro pulito Investments for a clean future Acqua / Water L acqua, non solo energia Water, not only energy Federico Tartaro L idroelettrico di CO-VER Energia Dieci anni per diventare grandi CO-VER Energia s hydroelectric power Ten years for growing big CO-VER Energia e CD-adapco: una partnership di successo CO-VER Energia and CD-adapco: a successful partnership Centrale idroelettrica di Canistro CO-VER Energia EPC Contractor per Burgo Group Hydroelectric power plant of Canistro CO-VER Energia is the EPC Contractor for Burgo Group Le centrali di Portaluppi Viaggio fra capolavori dell architettura industriale Portaluppi s Power Plants A journey through the masterpieces of industrial architecture Vento / Wind Terra / Earth Sole / Sun Il futuro nell energia eolica? Is wind energy the future? CO-VER Energy Holding Investimenti e operatività nel settore eolico CO-VER Energy Holding. Investing and operating in the wind sector Parco Eolico di Regalbuto Una sfida per CO-VER Energy Holding un grande risultato Wind Farm of Regalbuto A challenge for CO-VER Energy Holding, a great result Ezio Sesto Investimenti eolici: un mercato all avvio Wind investments: a market in the start-up phase Biomassa una fonte rinnovabile dalle grandi potenzialità Biomass, a renewable energy with a great potential Paolo Di Sabatino Il futuro del pianeta nelle risorse del territorio The planet s future in territorial resources Solenia e Ingersoll Rand Una partnership eco-compatibile Solenia e Ingersoll Rand An eco-compatible partnership Tecnoparco del Lago Maggiore Impianto pilota per la valorizzazione energetica della biomassa Lake Maggiore Tecnoparco Pilot plant for energetic valorization of biomass Solenia Biomasse: un futuro energetico per l Europa Biomass: a future power for Europe Tecnologie solari Solar technologies 52 Monica Bogatto Energia solare, un mercato in espansione Solar Energy, a booming market

5 Investimenti / Assets 54 Gianluca Veneroni CO-VER Energy Holding: un player integrato per la realizzazione di iniziative rinnovabili CO-VER Energy Holding: an integrated player to develop renewable projects Certificati Verdi Green Certificates Certificati Bianchi o Titoli di Efficienza Energetica White Certificates or Energy Efficiency Credit 57 Energia in Natura per lo sviluppo di progetti greenfield Energia in Natura to develop greenfield projects Energia vitale / Vital energy 92 L energia che corre Running energy 62 Impianto a biomassa in Ungheria Szentes, una città a sviluppo sostenibile Biomass power plant in Hungary Szentes, a sustainable development town 94 Aniko Kalovics e Melissa Peretti: così brave, così diverse! Aniko Kalovics and Melissa Peretti: so brilliant yet so different! Imre Szirbik Ungheria: il crocevia tra l Europa occidentale e i Paesi dell Est Hungary: the crossroads between Western Europe and Eastern countries Centrali idroelettriche in Bulgaria CO-VER Energy Holding investe nel cuore rinnovabile dei Balcani Hydro power plants in Bulgaria CO-VER Energy Holding invests in the renewable heart of the Balkans Lago Maggiore Half Marathon. Quando lo sport diventa energia vitale per il territorio Lago Maggiore Half Marathon. When sport means vital energy for the territory L energia...di Aristotele The energy...of Aristotle Think Green La sfida del Piemonte: Uniamo le Energie! Piedmont s challenge: Lets Join our Energies! Paola Bazzoni Nuove opportunità e strumenti di sviluppo per CO-VER Energy Holding New opportunities and development tools for CO-VER Energy Holding News dal mondo / News from the world Diga delle Tre Gole Il più grande progetto idroelettrico del mondo Three Gorges Dam The greatest hydroelectric power project in the world News dal territorio / News from the territory Malesco: tradizione rurale all avanguardia Malesco: a cutting-edge rural tradition Franco Dehò ISO 14001:2004, obiettivo raggiunto ISO 14001:2004, mission accomplished Luca Cajelli Vendere energia in un mercato aperto Selling energy in an open market Il mercato dell energia: la storia in sintesi The Energy Market: its history in short Dal Decreto Bersani alla liberalizzazione del mercato dell energia From the Bersani Decree to the liberalisation of the energy market Fonti rinnovabili per lo sviluppo del territorio Renewable sources of energy for local development L esperto risponde / The expert replies a cura di / by Danilo Albini Appuntamenti / Rendezvous Fiere e convegni Exhibitions and conferences Curiosità a risparmio energetico / Energy saving news

6 Protocollo di Kyoto Un impegno, un dovere, un opportunità The Kyoto Protocol A commitment, an obligation, an opportunity Tutti hanno sentito parlare del Protocollo di Kyoto, ma in realtà il suo contenuto è poco conosciuto: adottato nel dicembre 1997, questo Protocollo alla convenzione-quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (CQNUCC) avrebbe dovuto evidenziare il nuovo atteggiamento della comunità internazionale rispetto al cambiamento climatico. In virtù di questo Protocollo i paesi industrializzati, o almeno una gran parte di essi, si sono impegnati a ridurre di almeno il 5% le loro emissioni di sei gas ad effetto serra (anidride carbonica, metano, protossido di azoto, idrofluorocarburi, perfluorocarburi ed esafluoro di zolfo) nel periodo , rispetto ai livelli del Il Protocollo di Kyoto basa la sua applicazione sul meccanismo del burden sharing (condivisione degli oneri): essendo l obiettivo globale (le missioni e la loro riduzione hanno effetto sull intero pianeta), i Paesi che inquinano maggiormente possono contribuire alla riduzione delle emissioni realizzando progetti nei Paesi in via di sviluppo. L emissione di gas effetto serra viene contabilizzata mediante quote di emissione (in tonnellate di CO 2 emesse): la riduzione di gas emessi viene contabilizzata mediante crediti di emissione, che possono venire scambiate sul mercato mondiale. Il Protocollo di Kyoto prevede tre meccanismi fondati sul mercato, i cosiddetti Meccanismi Flessibili. Il primo è il Clean Development Mechanism (CDM): consente agli Stati industrializzati e a economia in transizione di realizzare progetti nei paesi in via di sviluppo, al fine di produrre benefici ambientali in termini di riduzione delle emissioni di gas-serra e di sviluppo economico e sociale dei Paesi ospiti, generando al contempo crediti di emissione per i Paesi che promuovono gli interventi. Il secondo, Joint Implementation (JI): consente ai paesi industrializzati e a economia in transizione di realizzare progetti per la riduzione delle emissioni di gas-serra in un altro paese dello stesso gruppo e di utilizzarne i crediti derivanti, insieme al paese ospite. Il terzo, Emissions Trading (ET): attraverso un meccanismo di cap and trade (fissa un livello massimo di emissioni per Paese, ma consente lo scambio di quote e crediti) favorisce lo scambio di crediti di emissione tra paesi industrializzati e a economia in transizione dell Unione Europea; un paese che abbia conseguito una diminuzione delle proprie emissioni di gas-serra in misura superiore al proprio obiettivo può cedere tali crediti aggiuntivi a un paese che, al contrario, non sia stato in grado di rispettare i propri impegni di riduzione delle emissioni di gas-serra. Il Protocollo di Kyoto e le Direttive Europee hanno quindi di fatto istituito un mercato mondiale della CO 2 (carbon market): le quote e crediti vengono comprati e venduti tra operatori (aziende inquinanti, produttori di energia, investitori), o scambiati sul mercato borsistico. Il carbon market rappresenta in particolare una fonte aggiuntiva di ricavi per le aziende che operano nei settori delle tecnologie pulite (es. produzione di energia da fonti rinnovabili, risparmio energetico, ecc) e aziende ed enti che operano in settori ambientali, ad esempio attraverso progetti di riforestazione. Il 31 maggio 2002, l Unione Europea e gli Stati membri hanno ratificato il Protocollo di Kyoto. Perché il trattato potesse entrare in vigore si richiedeva che fosse ratificato da non meno di 55 nazioni firmatarie e che le nazioni che lo avessero ratificato producessero almeno il 55% delle emissioni inquinanti; quest ultima condizione è stata raggiunta solo nel novembre del 2004, quando anche la Russia ha perfezionato la sua adesione. Il Protocollo è quindi entrato in vigore il 16 febbraio del Nel novembre 2005 una conferenza delle parti alla CQNUCC e al Protocollo di Kyoto ha consentito di dare un nuovo impulso al Protocollo e di porre le basi dei futuri dibattiti sul quadro internazionale di lotta contro il cambiamento climatico. In occasione del Consiglio Europeo del marzo 2007, l UE si è impegnata unilateralmente a ridurre del 20% le sue emissioni di CO 2 entro il 2020 e ha invitato i Paesi sviluppati a stipulare un accordo internazionale nel quale venga stabilito un obiettivo di riduzione globale del 30% entro il Attualmente, dei 169 paesi che hanno firmato il Protocollo, spicca l assenza degli Stati Uniti, mentre l Australia ha ratificato l accordo nel Cina e India, che pure hanno pienamente aderito al Protocollo, in questo momento non sono tenute al rispetto dei parametri, in quanto paesi in via di sviluppo. Attualmente i Paesi che, per vari motivi, non rispettano il Protocollo di Kyoto sono responsabili del 40% dell emissione mondiale dei gas serra. Everybody has heard about the Kyoto Protocol, but the fact is that its content is scarcely known: adopted in December 1997, this protocol associated with the United Nations Framework Convention on Climate Change (UNFCCC) was supposed to express the new attitude of the international community about climate change. In compliance with this protocol, the industrialised countries - or at least most of them - have undertaken to reduce by at least 5% their emissions of the six greenhouse effect gases (carbon dioxide, methane, nitrogen protoxide, hydrofluorocarbons, perfluorocarbons and sulphur hexafluoride) in the period, compared to 1990 levels. DISCOVERY magazine magazine

7 The application of the Kyoto Protocol is based on a burden sharing mechanism: since its objective is global (the emissions and their decrease have an impact on the whole planet), the countries that pollute more can contribute to emission decrease by carrying out projects in developing countries. Greenhouse gas emissions are calculated through emissions quotas (in tons of CO 2 emissions): the decrease in gas emissions is calculated through emission credits, which can be traded in the market worldwide. The Kyoto Protocol is based on three marketbased mechanisms, the so-called Flexible Mechanisms. The first is the Clean Development Mechanism (CDM): it enables industrialised countries with an evolving economy to carry out projects in developing countries, in order to produce environmental benefits in terms of a decrease in greenhouse gases as well as economic and social development of the hosting countries, thus simultaneously generating emission credits for the countries that promote these projects. The second mechanism, known as Joint Implementation (JI), enables industrialised countries with an evolving economy to carry out projects to reduce greenhouse gas emissions in another country of the same group and use the credits thus gained together with the hosting country. The third mechanism, known as Emissions Trading (ET), establishes a cap and trade principle (a maximum level of emissions per country is established, but emission quotas and credits may be traded) which promotes emission credit trading between industrialised countries with a transition economy in the European Union; if a country achieves a decrease in its greenhouse gas emissions higher than its objective, it is entitled to give its extra credits to a country which, conversely, has not proved able to comply with its obligations in decreasing greenhouse gas emissions. The Kyoto Protocol and the European Directives have thus created a global carbon market: quotas and credits can be either purchased or sold by operators (polluting companies, energy producers, investors) or traded at the Stock-Exchange. The carbon market accounts for an additional source of income for the companies which work in the clean technology industries (for instance, power generation from renewable sources, energy saving, etc.) as well as companies and organisations operational in the environmental sector, for example taking part in reforestation projects. On 31 st May 2002, the European Union and the Member States ratified the Kyoto Protocol. For the Treaty to come into force, it had to be ratified by at least 55 signing countries and the countries that had ratified it had to produce at least 55% Kyoto figures I numeri di Kyoto 1992 a Rio de Janeiro, durante lo storico Summit sulla Terra, viene firmato il trattato United Nations Framework Convention on Climate Change 1992 is the year when the United Nations Framework Convention on Climate Change was signed in Rio de Janeiro, at the historical Summit on Earth 11 dicembre 1997 in Giappone viene sottoscritto il Protocollo di Kyoto 11 th December 1997 the Kyoto Protocol was signed in Japan 6 gas a effetto serra di cui ridurre le emissioni 6 greenhouse gases whose emissions should be reduced Mt di CO 2 emessi nel mondo 6,000 Mt of - is injected into the world 5% riduzione delle emissioni nel periodo , rispetto ai livelli del % decrease in emissions in the period compared to 1990 levels 29 aprile 1998 l Italia firma il Protocollo 29 th April 1998 Italy signed the protocol 12 novembre 1998 gli Stati Uniti firmano il trattato ma non intendono ratificarlo 12 th November 1998 the United States signed the convention, but did not ratify it 33,6% la percentuale di emissioni mondiali di cui sono responsabili gli Stati Uniti 33.6% is the rate of the world emissions attributable to the United States 31 maggio 2002 l Italia ratifica il Protocollo insieme ai paesi dell Unione Europea e agli altri stati membri 31 st May 2002 Italy ratified the protocol with the countries of the European Union and other member states 6,5% l obiettivo di riduzione delle emissioni per l Italia 6.5% is the objective for Italy in terms of emissions decrease Settembre 2004 Approvazione della Linking Directive 2004/101/CE, recepimento da parte degli Stati europei del Protocollo di Kyoto e istituzione del sistema comunitario per lo scambio delle quote di emissioni September 2004 Approval of the Linking Directive 2004/101/CE, transposition of Kyoto Protocol by European countries and creation of the EU system for the exchange of emission quotas 16 febbraio 2005 entrata in vigore del trattato con ratifica della Russia, responsabile del 17,4% delle emissioni mondiali 16 th February 2005 the convention came into force after being ratified by Russia, which is responsible for 17.4% of global emissions 169 nazioni aderenti all aprile countries had signed in April dicembre 2007 l Australia, ratifica il Protocollo 2 nd December 2007 Australia ratified the protocol Marzo 2007 l UE si impegna a ridurre del 20% le sue emissioni di C0 2 entro il 2020 March 2007 the EU undertook to decrease its CO 2 emissions by 20% within 2020 of polluting emissions; this term was complied with not before November 2004, when Russia joined in. Therefore the protocol came into force on 16 th February In November 2005 a conference of the parties having signed the UNFCCC and the Kyoto Protocol gave new impulse to the protocol and laid the foundations for future international debates on the struggle against climate change. During the meeting of the European Council in March 2007, the European Union unilaterally undertook to reduce its CO 2 emissions by 20% within 2020 and it invited the developed countries to enter into an international agreement aiming at achieving a 30% global decrease by Now, out of the 169 countries that have signed the protocol, the absence of the United States stands out, while Australia ratified the agreement in China and India, that have completely accepted the Protocol, are not obliged for the moment to comply with the parameters it contains since they are developing countries. Currently the countries which, for different reasons, do not comply with the Kyoto Protocol are responsible for 40% of global greenhouse gas emissions on earth.

8 Intervista a / Interview with Riccardo Oldani Coordinatore Editoriale delle testate di Artenergy Publishing (FV Fotovoltaici, CasaEnergia, PV Technology, PV Technology International, Wind Energy) e del portale Editorial Coordinator of Artenergy Publishing magazines (FV Fotovoltaici, CasaEnergia, PV Technology, PV Technology International, Wind Energy) and in charge of the portal Energie rinnovabili: l Italia, l Europa e il G8 Renewable energies: Italy, Europe and the G8 Rispetto alle politiche europee che sostengono la produzione di energia rinnovabile, come si pone l Italia? Quali sono i soggetti più incentivati (aziende, privati, Enti Pubblici)? L Italia dal punto di vista degli incentivi alle rinnovabili non è messa poi così male nel panorama europeo. Per quanto riguarda il fotovoltaico, per esempio, l Italia ha stabilito delle tariffe in conto energia - che vengono cioè riconosciute ai produttori di elettricità solare - che sono tra le più alte in Europa, superiori a quelle di Germania o Spagna, per stabilire due paragoni. Secondo diverse opinioni, il risultato del recente summit dei G8 a Toyako è stato un fallimento dal punto di vista ambientale, che cosa ne pensa? Certo, oggi un accordo che fissi degli obblighi ambientali e non veda la partecipazione di Cina e India è senz altro un fallimento. Del resto Cina e India non fanno parte del G8, per cui per quale motivo dovrebbero sottoscrivere impegni presi per loro da altri? Anche in questo caso il problema sta nel metodo. O il G8 si allarga anche a questi Paesi (e perché no anche al Sudafrica) oppure difficilmente vedremo sortire da questi costosissimi consessi decisioni davvero vincolanti. Del resto anche all interno dei Paesi del G8 è aperto il dibattito su come vincolare la Cina e l India a un impegno nel controllo delle emissioni. Molti pensano infatti che sia impossibile, in nome del nostro benessere, chiedere ai Cinesi di non avere anche loro la propria automobile, il proprio televisore, di viaggiare o di andare al ristorante. Insomma, per quale motivo un cinese dovrebbe rinunciare a raggiungere un ideale vita più agiata? Perché noi glielo chiediamo? E del resto sembra impossibile per tutti noi fare un passo indietro e rinunciare a qualcosa che abbiamo già ottenuto ed è radicato nel nostro modo di vivere. Che fare allora? Occorre che i governi del G8 formulino proposte politiche che non impongano a Paesi come la Cina o l India di limitare il proprio sviluppo. Questi Paesi, e la Cina in parte già lo sta facendo, potrebbero invece diventare gli epicentri trainanti del mondo di un nuovo modello di sviluppo, che impieghi a piena forza le rinnovabili come motore del benessere interno. Tra Pechino e Shanghai, ormai, è concentrato il maggior numero al mondo di aziende produttrici di moduli fotovoltaici. Un risultato ottenuto soltanto negli ultimi 3-4 anni. La posizione dell Europa è stata senz altro la più ambientalista, come si può spiegare (dal punto di vista economico) l esistenza di posizioni così diverse tra le principali potenze del mondo occidentale quali Europa, da una parte, e Stati Uniti e Giappone dall altra? Credo che questo primato dell Europa non sia dovuto al fatto che gli europei sono migliori o più sensibili, ma a un motivo puramente economico. L Europa già a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta ha sofferto una grave crisi energetica, dovuta allora allo strapotere del dollaro, e per questo motivo è partita prima nello sviluppo delle rinnovabili. Ora che anche gli Usa stanno sperimentando lo stesso problema si stanno lanciando a capofitto nelle rinnovabili, con programmi che per certi versi sono molto più ambiziosi dei nostri. Esiste un piano, per esempio, per portare la produzione di DISCOVERY magazine

9 Compared to European policies which support the generation of renewable energy, what s Italy s point of view? Which entities are most promoted (companies, private bodies, public bodies)? As far as incentives to renewable sources of energy are concerned, Italy is not that bad in the European panorama. In the photovoltaic sector, for example, Italy has established energy fees - that is fees which are to be paid to producers of solar electricity - which are among the highest in Europe, higher than those of Germany or Spain, just to compare with two other countries. Many people think that the result of the recent G8 summit in Tokyo was a failure from an environmental point of view. What do you think about this? Sure, today an agreement establishing environmental obligations and not including the participation of China and India is undoubtedly unsuccessful. On the other hand, China and India are not part of the G8, so you may wonder why they should undertake commitments that others have taken for them. Once again it is all a matter of method. Either the G8 extends so as to include also these countries (and why not? South Africa too) or it will be very hard to see really binding solutions come out from these extremely expensive meetings. Among the G8 countries a debate is now on in order to establish how to bind China and India to obligations in emission control. Many people think that it is impossible, just for our own well-being, to ask the Chinese not to have their own car, their own television set, not travel or go to the restaurant. So why should a Chinese person give up a more comfortable lifestyle? Why should we ask him to? On the other hand, it seems impossible for us all to take a step backward and give up things that we have already obtained and that are an integral part of our way of living. So what should we do? What we need is that the G8 governments make political proposals that do not impose countries like China or India to limit their development. These countries - and China is partially already doing so - should instead become the engines of a new development model in the world, fully using renewable sources of energy as an engine for internal well-being. It is in Beijing and Shanghai that now most manufacturers of photovoltaic modules worldwide are concentrated. A result which has been entirely achieved in the past 3-4 years. Europe s position was undoubtedly the most environmental friendly. How could you explain (from an economic point of view) the fact that the most powerful countries of the Western world - Europe on one hand and the United States and Japan on the other - can have such different positions on this matter? I think that Europe s pre-eminence in this sector is not attributable to the fact that Europeans are better or more sensitive, but rather to a purely economic factor. Between the 1970s and the 1980s Europe had already suffered from a serious energy crisis, which in those days was due to the excessive power of the dollar. This is the reason why Europe has been the first to launch the development of renewable energy. Now that also those in the United States are experiencing the same problem, they are rushing into the renewable energy sector, with programmes that in some ways are much more ambitious than ours. There s a plan, for instance, which aims at increasing the generation of wind energy so as to cover 20% of US electric power requirements by As

10 energia eolica a coprire il 20% del fabbisogno elettrico nazionale entro il I Giapponesi, per quanto riguarda il fotovoltaico, sono davanti a tutti e sono stati i primi ad abbandonare il sistema delle sovvenzioni, per fare in modo che il settore decolli con le proprie gambe. Per non parlare del settore automotive, dove hanno sviluppato i motori ibridi che sono la soluzione più immediata e già disponibile sul mercato per ridurre i consumi per i trasporti. Anche India e Cina hanno portato un punto di vista molto dibattuto: le loro economie in espansione rappresentano una speranza per i loro cittadini e un nuovo pericolo per l ambiente. Ritiene che sia possibile una mediazione tra l affossamento dell economia di questi paesi, l inquinamento sregolato del pianeta e la necessità di una regolare concorrenza con gli stabilimenti produttivi dei paesi che rispettano normative ambientali più restrittive e lungimiranti? Credo che nessuno possa pensare di bloccare lo sviluppo di Cina o India. Sono due Paesi talmente grandi e pieni di risorse che non sarà possibile imporre limiti alla loro crescita. L unica speranza è fare in modo che all interno di questi stati si crei quella consapevolezza collettiva verso l ambiente e la tutela del pianeta che è ormai un patrimonio acquisito di tutti i cittadini occidentali. Questa consapevolezza è figlia della cultura e la cultura è figlia del benessere. Quindi senza sviluppo in Cina o in India non vedremo neanche l avvio di un approccio più rispettoso per l ambiente. Noi un punto di forza lo abbiamo: per vendere i loro prodotti in Europa o negli Usa, Cina e India devono attenersi ai nostri criteri di qualità. Se questi criteri impongono anche delle performance ambientali noi costringeremmo per forza di cose le industrie di questi Paesi ad adeguarsi. Che cosa succederà ora in Europa? È possibile che l obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra in atmosfera del 20% entro il 2020 sia posticipato al 2050? Che cosa succederà è difficile dirlo. Credo che certi processi siano improcrastinabili, ma vedo molte resistenze, soprattutto a livello politico ed economico. È ormai praticamente sicuro che gli obiettivi di Kyoto non saranno raggiunti da molti Paesi. Il fatto è che noi possiamo decidere di posticipare il raggiungimento degli obiettivi o di modificare gli obiettivi stessi, ma il pianeta Terra ha dei limiti fisici. Se non arriviamo noi a evitare una crisi con la nostra lungimiranza e la nostra intelligenza saranno i meccanismi naturali e inarrestabili che governano il pianeta a riequilibrare tutto. Lei si occupa di informazione attraverso il portale Zero Emission TV e diverse riviste specializzate sulle energie rinnovabili, qual è secondo voi il ruolo dell informazione nella sensibilizzazione dell opinione pubblica / dei soggetti pubblici e privati che possono adottare soluzioni energetiche sostenibili? Il nostro ruolo è semplicemente quello di far circolare le notizie, di portare sotto gli occhi dei lettori italiani quello che succede nel Paese e in tutto il mondo. Anche in questo settore, come in ogni altro, la circolazione delle informazioni è fondamentale per far crescere la consapevolezza e aprire gli occhi. Non credo però nel ruolo di una stampa educativa o maestra. Il giornalista, anche nel nostro campo, deve riportare i fatti, limitando il più possibile i propri giudizi personali, e facendo cronaca. Proprio quello che la maggior parte dell informazione in Italia ha dimenticato di fare da molto tempo a questa parte. DISCOVERY magazine

11 far as the photovoltaic sector is concerned, the Japanese rank first and they were the first to abandon the system of subsidies in order to enable the industry to take off under its own power. Not to mention the automotive sector, where they have developed hybrid engines which are the most immediate solution, already available in the market to reduce fuel consumption in transportation. Also India and China have introduced a largely debated point of view: their expanding economies are a hope for citizens and a new danger for the environment. Do you think that it is possible to find a balance between crushing the economy in these countries, the deregulated pollution of our planet and the need for regular competition with production sites in the various countries complying with the most restrictive and farsighted environmental regulations? I think that nobody can seriously think of stopping development in China or India. These are two countries so large and so full of resources that it will not be possible to limit their growth. The only hope is to guide these countries into developing a collective awareness about the importance of the environment and the protection of our planet which is now a common heritage of all Western citizens. This awareness stems from culture and culture stems from well-being. Therefore, without development in China or in India we wouldn t even see the spark of a more respectful approach towards the environment. We have a strength: in order to sell their products in Europe or in the USA, China and India must comply with our quality criteria. If these criteria also include environmental performances, we will oblige the industries from these countries to adapt. What is going to happen now in Europe? Is it possible that the objective of reducing greenhouse gas emissions into the atmosphere by 20% within 2020 is postponed to 2050? It s difficult to say what will happen. Some processes certainly cannot be delayed, but I see much resistance, especially at a political and economic level. It is now virtually sure that Kyoto s objectives will not be reached by many countries. The fact is that we can decide to postpone the deadlines for reaching these objectives or modify the objectives themselves, but the Earth has physical limits. If we don t succeed in avoiding a crisis with our farsightedness and our intelligence, the natural and unstoppable mechanisms which govern our planet will re-establish a balance. You deal with information through the portal Zero Emission TV and several trade magazines on renewable energies. In your opinion, what is the role of information in generating awareness with the public opinion / the public and private players who can adopt sustainable energy solutions? Our role simply consists of making information circulate, bringing what happens in our country and worldwide to the attention of our Italian readers. Also in this sector, like in any other, the circulation of information is fundamental in order to make awareness grow and make people open their eyes. But I do not believe in the role of an educational or teaching press. Journalists, in this field too, must report facts, limiting their personal opinions as much as possible and relating what happened. That s exactly what most information organs in Italy have forgotten to do for a long time now. Artenergy Publishing, con sede a Cormano, in provincia di Milano, è la casa editrice che pubblica le riviste CasaEnergia, FV Fotovoltaici, PV Technology, PV Technology International, WindEnergy e il portale di notizie e video Sono stati i primi, nel panorama editoriale italiano, a occuparsi esclusivamente di rinnovabili e attualmente tutte le loro iniziative editoriali sono in forte crescita, sia nelle vendite (CasaEnergia e FV Fotovoltaici sono distribuite in edicola su tutto il territorio nazionale) sia nella raccolta pubblicitaria, con un dato in forte controtendenza rispetto all editoria italiana. Artenergy Publishing, based in Cormano just outside Milan, is the publisher of the magazines CasaEnergia, FV Fotovoltaici, PV Technology, PV Technology International, WindEnergy and the news and video portal They were the first of Italian publishers to deal exclusively with renewables, and currently all their publishing ventures are strongly growing, both in sales (CasaEnergia and FV Fotovoltaici are sold at newsagents throughout Italy) and in advertising revenues, which is a sharp reversal of the trend of the Italian publishers.

12 Un incontro ai vertici del mercato internazionale dell energia pulita A meeting at the top of the clean energy international market Da gennaio 2008 CO-VER Energy Holding ha un nuovo partner finanziario. Since January 2008 CO-VER Energy Holding has a new financial partner. CO-VER Energy Holding condividerà il proprio piano di sviluppo quinquennale, assolutamente unico nel panorama del settore, in quanto sposa in maniera sinergica la valorizzazione di una crescita industriale nelle tecnologie più avanzate per le energie rinnovabili con un investimento volto alla creazione di asset produttivi per oltre MW, con un grande partner finanziario inglese: Oxara Energy Group. Oxara Energy Group (www.oxaraenergy.com) sviluppa progetti di investimento nel settore delle energie rinnovabili al fine di produrre energia pulita e competitiva per la presente e futura generazione. Quale leader nel settore delle energie rinnovabili, Oxara Energy Group è impegnato nella promozione di energie sostenibili per la riduzione del cambiamento climatico. I suoi investimenti hanno, infatti, un impatto fortemente ambientale e sono volti all applicazione di tecnologie che aiutano a ridurre il livello di emissioni di carbonio e altri gas collegati all effetto serra. Il Gruppo Oxara è finanziato, tra gli altri, da FF&P Private Equity Limited, la divisione responsabile per il Private Equity della famiglia Fleming. FF&P Private Equity dà ai suoi clienti l opportunità di investire nelle azioni di società non quotate con grandi prospettive di crescita. FF&P Private Equity pone una particolare enfasi nel supportare management con un eccellente track record nell esecuzione di business plan che accrescono il valore per gli azionisti. La scelta di un partner come Oxara Energy Group non è stata casuale. L imponente attività di sviluppo e di scouting svolta da CO-VER Energy Holding nell ambito della produzione di energia ha visto crescere in maniera consistente l importanza della Holding verbanese, che oggi può contare su un potenziale di investimento per centinaia di MW in Italia, Gran Bretagna, Est Europa e nell area dei Balcani. Di qui l esigenza di condividere il progetto - che parte con una prevalenza di potenze nel settore eolico a cui, nel piano a 5 anni, si affiancherà progressivamente, in maniera sempre più significativa, il settore idroelettrico, biomasse e fotovoltaico - con un partner finanziario in grado di sostenere il rilevante importo di mezzi propri oltre che la possibilità di accedere alle più moderne strutture finanziarie disponibili sul mercato. Dopo la valutazione di numerose offerte ricevute a sostegno del progetto da interlocutori finanziari di livello internazionale, la scelta definitiva è ricaduta sul Gruppo Oxara che, oltre alla professionalità e alla capacità finanziaria, ha dimostrato un forte interesse nel progetto multidisciplinare orientato alla valorizzazione delle tecnologie proprietarie, con una visione manageriale in piena sintonia con quella di CO-VER Energy Holding. L intera operazione è stata condotta con il prezioso contributo di advisor altamente qualificati quali, per l assistenza legale BAKER & Mc KENZIE, tramite il partner Mauro Battistella, per conto di CO-VER Energy Holding, e di SIMMONS & SIMMONS, per conto di Oxara Energy Group. Anche grazie a questa intesa, CO-VER Energy Holding mantiene e consolida la sua posizione ai vertici del settore delle fonti rinnovabili, promuovendo il marchio di Verbania-Lago Maggiore, del Piemonte e dell Italia tra i protagonisti del futuro energetico internazionale. DISCOVERY magazine

13 CO-VER Energy Holding will share its five-year business plan with a great British financial partner, the Oxara Energy Group. This is an absolutely unique business plan in the energy sector since it perfectly and synergistically combines the industrial growth in the most advanced technologies for renewable sources of energy with the creation of power generation assets for over 1,000 MW. The Oxara Energy Group (www.oxaraenergy.com) develops projects of investment in the renewable energy industry in order to generate clean and competitive power for the present and the future generation. As a leading company in the world of renewable energy, the Oxara Energy Group promotes sustainable energy in order to reduce climate change. Its investments have a strongly environmental impact and aim at applying technologies that can help reduce the level of carbon emissions as well as the emissions of other gases associated with the greenhouse effect. The Oxara Group is financed, among others, by FF&P Private Equity Limited, the division in charge of Private Equity for the Fleming family. FF&P Private Equity gives its customers the possibility of investing in the shares of unlisted companies with great growth potential. FF&P Private Equity is particularly attentive to supporting its management and has an excellent track record in the execution of business plans that increase value for shareholders. A partner like the Oxara Energy Group was not chosen by chance. The imposing development and scouting activity carried out by CO-VER Energy Holding in the energy generation sector has enabled this holding company from Verbania to considerably increase its importance. Now CO-VER Energy Holding can count on potential investments for hundreds of MW in Italy, Great Britain, Eastern Europe and the Balkan area. Hence the need to share this project - that starts mainly with activities in the wind power sector and, in the framework of a five-year plan, will progressively include hydroelectric, biomass and photovoltaic industries - with a financial partner who is able to provide considerable own means and to have access to the most updated financial structures available in the market. After receiving and assessing a great number of offers as supporters of this project by international financial companies, the Oxara Group was finally chosen. Apart from its professional skills and financial capacity, this Group also showed great interest in a multi-disciplinary project oriented towards the development of proprietary technology, with a managerial view perfectly in line with that of CO-VER Energy Holding. This operation was entirely carried out with the valuable contribution of highly qualified advisors such as, for legal support, BAKER & Mc KENZIE, through their partner Mauro Battistella, on behalf of the CO-VER Energy Holding Group, and SIMMONS & SIMMONS, on behalf of the Oxara Energy Group. Partly thanks to this agreement, CO-VER Energy Holding maintains and strengthens its position at the top of the renewable energy industry, promoting the names of Verbania - Lake Maggiore, Piedmont and Italy as main players of the international energy market of the future. 11

14 Intervista a / Interview with Riccardo Gubbioli Vice President di Oxara Energy Group Vice President of Oxara Energy Group Investimenti per un futuro pulito Investments for a clean future Che cosa ha spinto Oxara Energy Group a proporsi come partner finanziario di CO-VER Energy Holding? L obiettivo di Oxara Energy Group è porsi come uno dei più importanti produttori di energia da fonti rinnovabili in Europa. A tale scopo ha avuto il suo primo contatto con CO-VER Energy Holding nel maggio del 2007, quando ricercava partner nel mercato italiano, in cui desiderava investire. L obiettivo di Oxara Energy Group era investire in un gruppo con un esperienza consolidata nel mercato dell energia rinnovabile e con un portafoglio di progetti in sviluppo di considerevoli dimensioni in termini di potenza installata. Oxara Energy Group ha trovato nella holding verbanese un potenziale partner molto interessante per l esperienza pluriennale nel settore e, soprattutto, per le caratteristiche del team di lavoro: molto competente, dinamico e motivato. Sono stati questi i fattori che ci hanno portato a realizzare l investimento in CO-VER Energy Holding. Oxara ha stretto altre partnership in Italia? Quante in Europa? L imponente progetto industriale di CO-VER Energy Holding, pienamente condiviso da Oxara Energy Group, è l unico che sosteniamo in Italia. In Europa, Oxara Energy Group conta altre collaborazioni in Francia, Spagna e Grecia. In considerazione della grande esperienza di CO-VER Energy Holding, come EPC Contractor, Oxara Energy Group ha deciso di coinvolgerla anche nelle altre partnership europee. In che modo CO-VER Energy Holding sarà coinvolta nella altre partnership europee? Per ora CO-VER Energy Holding è implicata prevalentemente in attività di natura tecnica. Per esempio, in Spagna, dove abbiamo degli impianti fotovoltaici, Solenia ha collaborato alla stesura del contratto chiavi in mano. In altre occasioni abbiamo condiviso invece valutazioni sulla produttività di impianti idrici oppure a biomasse. Infine, stiamo considerando assieme alcune opportunità di investimento nel settore eolico, che potrebbero vedere una collaborazione tra Oxara Energy Group e CO-VER Energy Holding anche in relazione ad altri aspetti della supply chain di questa interessante tecnologia. Dopo circa sei mesi dall accordo con CO-VER Energy Holding, è possibile esprimere una prima valutazione delle attività? Quali sono le aspettative per il futuro? I primi sei mesi hanno visto un gran numero di attività tra le parti in vari campi, dall approvvigionamento della risorsa finanziaria, alle visite in diversi paesi per potenziali progetti, ai regolari incontri del Consiglio di Amministrazione. In questo periodo siamo passati da una luna di miele iniziale alla realtà di lavorare come partner, quotidianamente a stretto contatto. Abbiamo sempre riscontrato da parte di CO-VER Energy Holding una spiccata professionalità nello svolgimento di tutte le attività condivise e pensiamo che il futuro porterà occasioni di grande interesse, specialmente perchè lavoriamo con un gruppo molto motivato a raggiungere gli obiettivi condivisi. In base alla vostra esperienza, quale paese europeo è più attento in materia di politica ambientale e incentivi alla produzione di energia rinnovabile? Volendo stilare una classifica tra tutti i paesi UE, a che punto si posizionerebbe l Italia? Se si considera la potenza installata come parametro di attenzione alla politica ambientale, indiscutibilmente la Germania è campione europeo, poiché il governo tedesco da anni favorisce la produzione di energia da fonti rinnovabili. Se si valutano invece altri termini di raffronto, per esempio la percentuale di energia rinnovabile sul totale dell energia utilizzata, allora entrano in classifica anche Svezia, Danimarca, Finlandia, Estonia e altri paesi nord-europei. L Italia si posiziona bene in termini di incentivi per la produzione di energia da fonti rinnovabili; in ogni caso fare una graduatoria europea DISCOVERY magazine

15 globale risulta difficile, a causa della soggettività dei parametri di interpretazione. Oxara Energy Group è comunque convinta che l Italia sia un mercato molto promettente, con un ampio margine di sviluppo, in particolare nel settore fotovoltaico, al momento ancora poco sfruttato, ma anche in quello delle biomasse e nel settore eolico. Oxara Energy Group è sostenuto da FF&P Private Equity Limited, qual è il ruolo dell investitore nelle vostre attività? Fleming Family and Partners Private Equity Limited (FF&P) è il braccio d investimento nel settore di private equity della famiglia Fleming, una delle famiglie britanniche più conosciute. Avrete sicuramente sentito parlare di almeno due Fleming: Ian Fleming, autore della nota serie James Bond, e Sir Alexander Fleming, che scoprì la penicillina, e per questo vinse un premio Nobel. FF&P partecipa in Oxara Energy Group attraverso due consiglieri delegati, Sir Richard Giordano e David Barbour che, con i fondatori di Oxara Energy Group, valutano potenziali investimenti. Tra l altro, Sir Richard è discendente di emigrati italiani, oltre che Cavaliere della Repubblica Italiana, David Barbour possiede, invece, una residenza in Campania, dunque entrambi hanno una buona conoscenza della realtà Italiana. Qual è l origine del nome Oxara? L origine è legata ai nomi dei soci fondatori di Oxara Energy Group: Stephen Oxenbridge, Robert Sharratt e Dr. Raj Mann. Però non sono ancora riuscito a capire esattamente come! What inspired the Oxara Energy Group to suggest being a financial partner to CO-VER Energy Holding? Oxara Energy Group s goal is to position itself as one of the most important renewable energy producers in Europe. This is why we went looking in the Italian market for interesting partners to invest in and had our first contact with CO-VER Energy Holding in May Oxara Energy Group s objective was to invest in a Group which already had solid experience in the field of renewable energy and was further developing a significant portfolio of renewable energy projects in terms of installed power. CO-VER Energy Holding in Verbania fitted the bill as a very interesting potential partner due to its many years of experience in the sector and, above all, because of the track record of the team: very competent, dynamic and motivated. These were the factors that led us to make the investment in CO-VER Energy Holding. Has Oxara formed other partnerships in Italy? How many in Europe generally? The impressive industrial project of CO-VER Energy Holding - which Oxara Energy Group fully support - is the only one we currently invest in Italy. In Europe, the Oxara Energy Group has other partnerships in place in France, Spain and Greece. Considering CO-VER Energy Holding s extensive experience as an EPC Contractor, Oxara Energy Group has decided to also involve the company in our other European partnerships. How will CO-VER Energy Holding be involved in the other European partnerships? For the moment, CO-VER Energy Holding s involvement has mostly been one of a technical nature. For instance, in Spain, where we have photovoltaic plants, Solenia drew up the turnkey contract. On other occasions, we jointly assessed the productivity of hydro or biomass power plants. Lastly, we are working together to assess investment opportunities in the wind power sector which might see us working together on other aspects of the supply chain of this interesting technology. Now that more or less six months have passed since the agreement with CO-VER Energy Holding began, is it possible to give a first assessment on operations? What is the outlook for the future? In the first six months the parties have shared a great number of activities in many fields, from the supply of financial resources to trips to several countries for potential projects and regular Board meetings. This has been a period in which we ve moved ahead from the initial honeymoon to the reality of working as partners, in close contact every day. We have continued to find from CO-VER Energy Holding a very high level of professionalism in performing all these activities and we believe that the future will produce very interesting opportunities, particularly because we are working with a Group that is very highly motivated to reach our shared objectives. In your experience, which is the European country most attentive to environmental policies and incentives for the production of renewable energy? If you were to rank all the EU countries, where would you put Italy? If we consider installed power as an indicator of attention to environmental policies, Germany is unquestionably the European champion because its government has encouraged renewable power generation for years. However, if we make a comparison at other levels, for instance, the percentage of renewable energy out of the total energy used, then also Sweden, Denmark, Finland, Estonia and other northern European countries join the list. Italy is high up in terms of incentives for generating renewable types of power, but it s difficult to make up an overall ranking due to the subjectivity of the interpretation parameters. Nonetheless, Oxara Energy Group is convinced that Italy is a very promising market, with plenty of potential for growth, particularly in the photovoltaic sector which, at the moment, is not sufficiently exploited but also in the biomass and wind power sectors. Oxara Energy Group is backed by FF&P Private Equity Limited. What is this investor s role in your business? Fleming Family and Partners Private Equity Limited (FF&P) is the investment arm in the private equity sector of the Fleming family, one of the most well known British families. You will certainly have heard of at least two Flemings: Ian Fleming, the author of the James Bond series, and Sir Alexander Fleming who discovered penicillin and won a Nobel prize as a result. FF&P participates in Oxara Energy Group by means of two executive officers, Sir Richard Giordano and David Barbour who, together with the founders of Oxara Energy Group, assess potential investments. Sir Richard Giordano is a descendent of Italian emigrants and also a Cavaliere of the Italian republic (a knighthood), while David Barbour has a house in Campania, which means that both have good knowledge of Italy as a country. What is the origin of the name Oxara? It originates from a combination of the names of the founding members of Oxara Energy Group: Stephen Oxenbridge, Robert Sharratt and Dr Raj Mann - although no-one has exactly understood how! 13

16 l ACQUA non solo energia Water, not only energy Tra le risorse rinnovabili un posto preminente spetta all acqua, indispensabile alla vita. Il patrimonio idrico della terra è costituito per circa il 97% da acque salate e solo per il 3% da acque dolci; di queste ultime, oltre il 75% è concentrato nelle calotte polari sotto forma di ghiaccio, il 22% è localizzato in falde sotterranee e solo il 3% è costituito da laghi e fiumi e dal vapore acqueo presente nell atmosfera. I principali settori di utilizzo dell acqua sono l alimentazione umana, gli usi ricreativi, l irrigazione e l allevamento, la produzione elettrica e gli usi industriali. A livello mondiale, l irrigazione copre il 70% del consumo totale, i processi produttivi industriali ed energetici il 25% e gli altri settori il restante 5%. Le risorse idriche non sono distribuite in modo omogeneo sul pianeta. Il 20% di tutta l acqua dolce superficiale si trova in un solo lago, il lago Bajkal, nella Russia asiatica, mentre un altro 20% è conservato nei Grandi Laghi (Huron, Michigan, Superiore) degli Stati Uniti. Inoltre solo nove paesi (Indonesia, Stati Uniti, India, Brasile, Russia, Cina, Canada, Colombia, Repubblica Democratica del Congo) detengono circa il 60% delle riserve d acqua dolce utilizzabili. In molte aree del mondo il divario tra fabbisogno d acqua e scorte disponibili è molto elevato. Il bisogno di acqua varia a seconda dell uso che se ne fa: ad esempio, per irrigare un ettaro di risaia ci vogliono normalmente metri cubi d acqua. Questa quantità può anche rispondere alle necessità di 100 nomadi e di 450 capi di bestiame nell arco di tre anni, o di 100 famiglie rurali nell arco di quattro anni, o di 100 clienti di un hotel di lusso per 55 giorni. Il problema dell insufficienza cronica di acqua riguarda soprattutto l Africa e parte dell Asia: un ottantina di paesi che ospitano circa il 40% della popolazione mondiale. I consumi annui pro capite variano dai 3 metri cubi di molti paesi africani (come il Mali e la Somalia) ai 244 metri cubi degli Stati Uniti, fino agli 850 metri cubi dell Australia. Nel 1995 Ismail Serageldin, vicepresidente della Banca Mondiale, ha affermato: «Se le guerre del XX secolo sono state combattute per il petrolio, quelle del XXI secolo avranno come oggetto del contendere l acqua». Si calcola che nel mondo vi siano almeno 50 dispute tra Stati determinate dal controllo e dall accesso all acqua. Spesso l elemento scatenante è rappresentato dalla costruzione di dighe per l irrigazione e la produzione dell energia elettrica: oggi nel mondo vi sono circa dighe alte oltre 30 metri (nel 1950 erano 5.268), altre alte più di 15 metri e se prendiamo in considerazione anche quelle più basse, il conto supera le DISCOVERY magazine

17 L acqua è probabilmente l unica risorsa naturale che interessa tutti gli aspetti della civiltà umana, dallo sviluppo agricolo e industriale ai valori culturali e religiosi radicati nella società K. Matsuura, Direttore Generale dell UNESCO Water is probably the only natural resource that is related to all the aspects of human civilisation, from agricultural and industrial development to the cultural and religious values rooted in our society K. Matsuura, Director-General of UNESCO Among renewable resources a major place is reserved to water, which is indispensable for life. Water reserves on earth consist of salt water amounting to approximately 97% while just 3% is represented by fresh water; as far as fresh water is concerned, over 75% is concentrated in the ice caps, 22% is situated in underground beds and just 3% consists of lakes and rivers or the steam available in the atmosphere. Water is prevailingly used for drinking, leisure time, irrigation and breeding, electric power generation and industrial purposes. Worldwide, irrigation accounts for 70% of total consumption, industrial production and energy generation processes for 25% and the other sectors for the remaining 5%. Water resources are not homogenously distributed on our planet. 20% of the fresh water available on earth surface is concentrated in a single lake, Baikal Lake, in Asian Russia, while another 20% is to be found in the Great Lakes (Huron, Michigan, Superior) in the United States. Furthermore, about 60% of the reserves of fresh water which can be used are situated in just nine countries (Indonesia, United States, India, Brazil, Russia, China, Canada, Colombia, the Democratic Republic of Congo). In many areas of the world, the gap between water requirements and available stock of water is very high. Water requirements vary according to the use you make of it: for instance, in order to irrigate a one-hectare rice field you normally need 15,000 m 3 of water. This quantity can also be used to satisfy the needs of 100 nomads and 450 heads of cattle for three years or 100 rural households for four years or 100 customers of a luxury hotel for 55 days. The problem of chronicle water shortage mainly concerns Africa and part of Asia: about eighty countries that host approximately 40% of the total world population. Annual consumption per head can vary from 3 m 3 in several African countries (such as Mali and Somalia) to 244 m 3 in the United States and even 850 m 3 in Australia. In 1995 Ismail Serageldin, deputy chairman of the World Bank, asserted: «If wars in the 20 th century were fought over oil, the 21 st century wars will be fought over water». It is estimated that in the world there are now at least 50 disputes going on between countries to gain control over and access to water. The trigger is often represented by the construction of dams for irrigation and electric power generation: today there are about 19,000 dams over 30 metres high in the world (in 1950 there were 5,268), plus 45,000 more over 15 metres high. If we count also shorter dams, their number exceeds 800,000 units. 15

18 Intervista a / Interview with Federico Tartaro Direttore Operativo di CO-VER Energia Director of Operation of CO-VER Energia L idroelettrico di CO-VER Energia Dieci anni per diventare grandi CO-VER Energia s hydroelectric power Ten years for growing big CO-VER Energia è una realtà operativa del gruppo CO-VER Energy Holding specializzata nella realizzazione di impianti idroelettrici ed eolici, con un gruppo di lavoro dedicato a ciascuno dei due settori. Le statistiche relative alle risorse umane che oggi costituiscono il team operativo di CO-VER Energia specializzato nell idroelettrico, pur evidenziando un età media sotto i quarant anni, fanno emergere una combinazione di elevata specializzazione (più della metà sono i laureati in discipline ingegneristiche) e di esperienza specifica nel settore. Il gruppo è molto solido, con un anzianità media di permanenza in CO-VER Energia superiore agli otto anni; si può anche osservare come, a fronte di una crescita del numero di addetti di questo gruppo, con una media di due assunzioni ogni anno, non vi sia un significativo turnover di risorse umane. Negli ultimi dieci anni, CO-VER Energia può vantare oltre 90 MW di potenza con 78 gruppi idroelettrici installati; considerando anche i progetti in portafoglio, per impianti in avviamento a partire dal 2009, le realizzazioni saliranno a oltre 150 MW con 95 gruppi idroelettrici. Questi numeri rappresentano il primo risultato di un costante impegno su un progetto di cui si sentono parte tutti gli elementi del gruppo di lavoro, in un mercato di cui ci fornisce una visione Federico Tartaro, direttore operativo di CO-VER Energia. L idroelettrico ha conosciuto, in Italia e in Europa, una stagione di grandi realizzazioni nella prima metà del secolo scorso, fino agli anni sessanta, portando sostanzialmente a completamento lo sfruttamento delle risorse disponibili per gli impianti di grande taglia. Successivamente, lo sfruttamento delle risorse residue, con impianti di piccola e media taglia, ha dovuto fare i conti con gli elevati costi specifici di realizzazione e, in molti casi, con oggettivi problemi di impatto sull ambiente. La sensibilità verso i temi dell energia e della sostenibilità ambientale ha prodotto, soprattutto negli ultimi dieci anni e con il Protocollo di Kyoto, l introduzione di meccanismi di incentivazione che hanno dato nuovo slancio al settore, garantendo attrattività anche a progetti di micro e mini idroelettrico, e consentendo interventi di rifacimento e miglioramento di impianti di media e grossa taglia le cui opere e apparecchiature si avviavano all obsolescenza, con sempre maggiori problemi di efficienza e disponibilità delle apparecchiature. È proprio su questo mercato, ancora in forte espansione, che CO-VER Energia si afferma, puntando alle realizzazioni di piccola e media taglia che le sono più congegnali. Partendo da una posizione di leadership in Italia sul mini idroelettrico, per gruppi di produzione a partire dai 100 kw fino ad alcuni MW, dove possiamo garantire un servizio e un prodotto all altezza dei più rigorosi standard qualitativi e possiamo vantare ampie e significative referenze, ci stiamo ora impegnando anche nella fornitura di gruppi di media taglia, fino ai 50 MW. Questo è un mercato con forti barriere di ingresso, sia perché (a differenza del micro e mini idroelettrico) la concorrenza è rappresentata da aziende multinazionali con nomi di elevata risonanza e tradizione, sia perché i meccanismi di qualifica con gli interlocutori di maggior interesse diventano estremamente rigidi e onerosi, tanto dal punto di vista tecnico quanto dal punto di vista gestionale. CO-VER Energia ha un anima impiantistica, con forti radici nella tradizione del gruppo CO-VER, e si propone - sia per il settore idroelettrico che per il settore eolico, con i suoi due gruppi di lavoro dedicati - come EPC Contractor per la realizzazione chiavi in mano di nuovi impianti, o anche per il rinnovamento di impianti esistenti nel caso dell idroelettrico. DISCOVERY magazine

19 Il gruppo di lavoro dell idroelettrico affianca però, all anima impiantistica, un cuore di prodotto: le turbine idroelettriche, infatti, sono interamente progettate dall ingegneria di CO-VER Energia e vengono costruite nelle officine del gruppo sotto la supervisione diretta del vostro staff. Anche se le tecnologie dell idroelettrico sono considerate mature da decenni, la costruzione da foglio bianco delle competenze interne necessarie alla progettazione delle turbine idroelettriche, da noi sempre condotta con approccio tailor-made, ha richiesto un lungo e costante processo di miglioramento e referenziazione mediante cross-testing, validazione e sviluppo delle tecnologie più premianti. CO-VER Energia is a company of the CO-VER Energy Holding Group specialised in the development of hydroelectric power and wind plants, which can count on a dedicated work team for each of these two sectors. Even though statistical information about the human resources who are now part of CO-VER Energia s operational team specialised in hydroelectric power show that their average age is under forty, they also indicate that these people have a mix of top level specialisations (more than half have graduated in engineering related disciplines) and specific experience in the sector. This is a very solid group, with an average length of stay in CO-VER Energia of over eight years; it should also be noted that, in spite of the growing number of people belonging to this team, with an average of two new employees each year, the turnover of human resources is not high. In the past ten years, CO-VER Energia recorded power for over 90 MW with 78 hydroelectric power units installed; considering also the projects already acquired in the company portfolio for commissioning as of 2009, over 150 MW will be installed with 95 hydroelectric power units. These figures are the first concrete result of the company s constant commitment to a project which sees the participation of all the members of the work team, in a market which is described by Federico Tartaro, Director of Operation of CO-VER Energia. In Italy and in Europe, the hydroelectric power industry recorded a period of great implementations in the first half of the past century, up to the 1960s, thus completing the exploitation of the resources available for large-sized plants. Later on, the exploitation of residual resources, in small and medium-sized plants, had to cope with development high costs and, in many circumstances, with real environmental impact problems. The growing awareness of energy issues and environmental sustainability brought about the introduction of incentive mechanisms, especially in the past ten years and under the Kyoto protocol. These mechanisms gave new life to the sector, turning even micro and mini hydroelectric power projects into attractive opportunities and making it possible to refurbish and improve medium and large plants whose equipment and machinery was becoming obsolete, with ever growing problems in terms of efficiency and equipment availability. This is precisely the still strongly growing market in which CO-VER Energia is well established, aiming at developing the small and medium-sized plants which best correspond to its nature. Starting from a leading position in Italy in the sector of mini hydroelectric power plants, including production units ranging from 100 kw to a few MW, a range in which we can guarantee services and products compliant with the most rigorous qualitative standards and for which we have many significant customer references, we are now also successfully entering the supply market of medium sized production units, up to 50 MW. This market is characterised by strong barriers to entry for a couple of reasons: first because (unlike the micro and mini hydroelectric power markets) competitors are multinational companies with very well-known names and a long standing tradition; second because the criteria for qualifying with the most interesting customers are becoming extremely strict and costly, both technically and for managing. CO-VER Energia is a plant manufacturer and installer at heart, strongly rooted in the tradition of the CO-VER Group, and works - both in the hydroelectric power and wind sectors - with its two dedicated work teams - as EPC Contractor either for the turnkey development of new plants or for refurbishing already existing hydroelectric plants. The hydroelectric power work team combines its quality as plant manufacturer and installer to a product heart: hydroelectric turbines are indeed entirely designed by CO-VER Energia s engineering teams, and they are manufactured in the factories of the Group under the direct supervision of your staff. Even though hydroelectric power technologies have been considered as mature for decades, the creation from scratch of the in-house skills needed to design hydroelectric power turbines - which we have always considered in a tailor-made approach - has required a long and constant improvement and reference creating process by cross-testing, validating and developing the most winning technologies. Turbina Francis ad asse orizzontale progettata e realizzata da CO-VER Energia Horizontal Francis turbine designed and developed by CO-VER Energia 17

20 Le turbine idroelettriche, infatti, sono oggi macchine estremamente sofisticate, capaci di rendimenti superiori al 90%. Il gruppo di lavoro che cura il prodotto turbina è organizzato in tre aree di competenza: tecnologia, progettazione e manufacturing. È nel gruppo della tecnologia, coordinato da Pierre Massera, che risiedono le competenze di base per il dimensionamento idraulico e l individuazione della soluzione meccanica ottimale per ciascun gruppo. In quest area sono, ovviamente, concentrati gli investimenti di R&D e formazione, con il sempre maggior impiego di metodi a elementi finiti FEM (Finite Element Method) per la definizione del comportamento meccanico statico e dinamico dei gruppi, e con il nuovo filone della CFD (Computational Fluid Dynamics) per la simulazione idraulica. Una volta definito il concept della macchina, la progettazione meccanica ne sviluppa la completa modellazione tridimensionale utilizzando i più diffusi software di progettazione meccanica. In questa fase, proprio la modellazione tridimensionale consente un interfaccia immediata con le necessarie verifiche FEM e CFD, oltre a garantire una visione completa sulle fasi di movimentazione e montaggio. Dal modello tridimensionale vengono estratte le rappresentazioni bidimensionali per gli elaborati costruttivi di dettaglio, per poi alimentare le officine attraverso l attività del manufacturing, che ha la responsabilità specifica di curare la trasformazione dei disegni in parti, e degli assiemi in macchine. A completare il chiavi in mano di un impianto, quando la fornitura lo richiede, interviene l attività del gruppo di progettazione elettrica, coordinato da Bruno Festinoni, che cura Numero turbine installate / Number of turbines installed Potenza installata / Installed power - MW Numero previsto turbine installate / Expected number of turbines installed Potenza installata prevista / Expected installed power - MW la progettazione e la realizzazione della quadristica e dei sistemi di controllo e potenza dell impianto, fino allo sviluppo del software di automazione. La nostra strategia richiede, poi, un controllo completo sul processo, esteso alle fasi di messa in servizio e alla gestione dell impianto, e proprio per questo rappresenta un punto di forza dell azienda il gruppo di lavoro dedicato alle attività di commissioning, service and operation, coordinato da Remo Albini. Le attività di coordinamento per ciascuna commessa sono, infine, affidate ad uno dei nostri project manager, che sono spesso impegnati sia sull idroelettrico che sull eolico, garantendo la più ampia trasversalità delle competenze e delle risorse nella realizzazione di ogni impianto. Preciso, per concludere, che ho richiamato solo qualcuno dei nomi che collaborano al successo del progetto di CO-VER Energia nell idroelettrico, mentre sarebbe stato più giusto richiamare i nomi di tutte le persone del gruppo; le persone che ho citato, per concludere con una battuta, rappresentano un esempio significativo perché, insieme ad alcune altre nel settore, vantano una collaborazione professionale che supera i quindici anni - costantemente impegnati a estrarre energia dall acqua, e nel miglior modo possibile. Hydroelectric power turbines are now extremely sophisticated machines which can obtain yields higher than 90%. The work team who is in charge of turbines is organised in three areas of operation: technology, design and manufacturing. The technology unit, under the supervision of Pierre Massera, is the Le realizzazioni idroelettriche di CO-VER Energia negli ultimi 10 anni CO-VER Energia s energy achievements in the past 10 years one where the basic skills reside in order to carry out hydraulic sizing and identify the best mechanical solution for each unit. R&D investments and training programmes are of course focussed on this area, where the Finite Element Method (FEM) is increasingly used in order to define the static and dynamic mechanical behaviour of units as well as the new approach to hydraulic simulation known as CFD (Computational Fluid Dynamics). Once the concept of the machine is finalised, the mechanical design team develops complete 3D modelling using the most widespread mechanical software tools. In this stage, with 3D modelling it is possible not only to obtain an immediate interface to carry out the necessary FEM and CFD checks, but also to provide an all-round vision of the handling and assembly phases. The 3D model is applied to extract the 2D representations that will be used for detail construction projects. These are then sent to factories for manufacturing which is the phase responsible for turning drawings into real parts and assemblies into machines. In order to complete turnkey installations, when the project requires so, the electrical design team may take action, under the coordination of Bruno Festinoni. This team is responsible for designing and developing distribution boards as well as the control and power systems of the plant, up to the development of automation software. Our strategy also includes a check of the entire process, through to plant commissioning and operation. That is why the work team specialised in commissioning, service and operation activities, under the supervision of Remo Albini, is one of our company s strengths. The coordination of each project is entrusted to one of our project managers who frequently works on both hydroelectric and wind power technologies, thus guaranteeing widely transversal skills and resources when developing plants. In conclusion, let me point out that I have mentioned just a few of the names of the people who successfully contribute to CO-VER Energia s project in the hydroelectric power industry. It would be fairer to mention the names of all the people in the Group; the people I have mentioned are a significant example because, together with others working in this sector, they have over fifteen years professional experience - constantly extracting energy from water and doing so in the best possible way. DISCOVERY magazine

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Terni, 12 Marzo 20115

COMUNICATO STAMPA. Terni, 12 Marzo 20115 COMUNICATO STAMPA Terni, 2 Marzo 205 TERNIENERGIA: Il CDA della controllata Free Energia approva il progetto di bilancio al 3 Dicembre 204 Il CEO Stefano Neri premiato a Hong Kong per la sostenibilità

Dettagli

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE Alessandro Clerici Chairman Gruppo di Studio WEC «World Energy Resources» Senior Corporate Advisor - CESI S.p.A. ATI--MEGALIA Conferenza

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

ORIENT. Italian design made in Emirates. your style, your bathroom

ORIENT. Italian design made in Emirates. your style, your bathroom ORIENT ORIENT Italian design made in Emirates your style, your bathroom ORIENT Orient, collezione tradizionale, dal design morbido e semplice si adatta perfettamente a qualsiasi bagno. Facile ed immediata

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects PRESENTATION Innovation plays a key role within the European political agenda and impacts

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

POLITICHE ED AZIONI INTERNAZIONALI SULL AMBIENTE

POLITICHE ED AZIONI INTERNAZIONALI SULL AMBIENTE Corso di PRODUZIONE DI MERCI E INNOVAZIONE a.a. 2012-2013 POLITICHE ED AZIONI INTERNAZIONALI SULL AMBIENTE Valeria Spada Università degli Studi di Foggia v.spada@unifg.it ! " #$ %%&'! Se nei tempi % passati

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY TODAY MORE PRESENT IN GERMANY Traditionally strong in offering high technology and reliability products, Duplomatic is a player with the right characteristics to achieve success in highly competitive markets,

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli edifici

Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli edifici Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli edifici http://www.globalnetworking group.com/ Page 1 of 2 Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli Edifici Speakers

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds 4 to 7 funds 8 to 15 funds 16 to 25 funds 26 to 40 funds 41 to 70 funds 53 Chi siamo Epsilon SGR è una società di gestione del risparmio del gruppo Intesa Sanpaolo specializzata nella gestione di portafoglio

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Che Cos'e'? Introduzione

Che Cos'e'? Introduzione Level 3 Che Cos'e'? Introduzione Un oggetto casuale e' disegnato sulla lavagna in modo distorto. Devi indovinare che cos'e' facendo click sull'immagine corretta sotto la lavagna. Piu' veloce sarai piu'

Dettagli

company P R O F I L E

company P R O F I L E company P R O F I L E la nostra azienda about us PASSIONE E TRADIZIONE NEL NOSTRO PASSATO PASSION AND DEEP-ROOTED TRADITION Lavorwash nasce nel 1975 ed è da oltre 35 anni uno dei maggiori produttori al

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

Granducato del Lussemburgo, 15 marzo 2013. Il consiglio di amministrazione di IVS Group S.A. approva i risultati al 31 dicembre 2012

Granducato del Lussemburgo, 15 marzo 2013. Il consiglio di amministrazione di IVS Group S.A. approva i risultati al 31 dicembre 2012 COMUNICATO STAMPA Granducato del Lussemburgo, 15 marzo 2013. Il consiglio di amministrazione di IVS Group S.A. approva i risultati al 31 dicembre 2012 Il Consiglio di Amministrazione di IVS Group S.A.

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

LO SVILUPPO SOSTENIBILE Il quadro generale di riferimento LA QUESTIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE La questione ambientale: i limiti imposti dall ambiente allo sviluppo economico Lo sviluppo sostenibile:

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la Ci sono molti ricordi che rimangono impressi nella memoria, quegli eventi che rappresentano una parte importante della propria vita e di cui non ci si dimentica mai. Tra i miei c è questo viaggio, che

Dettagli

3. LO STAGE INTERNAZIONALE

3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3.1. IL CONCETTO La formazione professionale deve essere considerata un mezzo per fornire ai giovani la conoscenza teorica e pratica richiesta per rispondere in maniera flessibile

Dettagli