Giornale periodico a distribuzione gratuita di informazione sulle attività di volontariato e solidarietà.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giornale periodico a distribuzione gratuita di informazione sulle attività di volontariato e solidarietà."

Transcript

1

2 2 PAG. 3: Concorso letterario e artistico: Le strade della speranza PAG. 4-6: Felicità a impatto zero. Una boccata di salute - I vantaggi della bicicletta - Bike sharing: due ruote da condividere PAG. 7-10: Speciale nuove dipendenze - Schiavitù dei nostri giorni - Uso e abuso della rete PAG. 11: Momenti di donna Poesia di Annalisa Miceli PAG 12-14: Dalle associazioni - Ascolto e aiuto alle famiglie - Sabato 14 febbraio Dona con amore - Donare il sangue: un gesto semplice di generosità - Gli incontri del Ricino su temi di psicologia PAG. 15: : Brevi e buone notizie Giornale periodico a distribuzione gratuita di informazione sulle attività di volontariato e solidarietà. Numero 26 - febbraio / marzo 2015, Registrato presso il Tribunale di Salerno in data 10/10/2006, registrazione N. 30/06. Sede: via Casa Greco, 1 - Coperchia (Pellezzano - SA); Direttore: Mirella Fuccella Hanno collaborato a questo numero: Rita Biggio, Franco De Domenico, Caterina Fuccella, Marcello Mayer, Annalisa Miceli.. Grafica e impaginazione: Mirella Fuccella - Stampa: Arcoiris Multimedia Ogni genere di collaborazione prestata ad Aiutando è a titolo completamente gratuito. Il giornale è redatto a cura dell Associazione di Volontariato Comunicazione & Solidarietà. Attività dell associazione, unitamente alla pubblicazione di Aiutando, sono: la creazione di una rete di contatti tra le associazioni di volontariato, l organizzazione di eventi di beneficenza, convegni, mostre, attività di promozione della cultura della solidarietà.

3 Aiutando 3

4 Proviamo a fare insieme un bel viaggio per apprezzare quanto sia sano ed utile servirsi della bicicletta. Chi pratica tale attività sportiva, per diletto o per scelta pratica, ha la possibilità di spostarsi abbastanza velocemente da un luogo all altro con un semplice movimento circolare delle gambe - almeno in pianura... ovviamente! Così facendo, si può provare un senso di maggiore libertà, e si ha l opportunità di osservare con più attenzione luoghi, persone, negozi, cartelli o altri particolari che andando in macchina non si notano, per via della velocità. Ottima abitudine sarebbe quella di indossare un casco, perché sulla bici si è più esposti a cadute, le strade sono quasi dovunque piene di buche ed inoltre circolano automobilisti o camionisti di ogni tipo, non sempre attenti e rispettosi di chi circola loro accanto. Fondamentalmente l andare in bici procura tre vantaggi: il primo riguarda l ambiente collettivo, dato che si evitano esalazioni di ossido di carbonio, così nocivo per l aria che noi tutti respiriamo, impoverita di ossigeno. Il secondo riguarda il nostro portafoglio, in quanto si risparmiano i soldi per la benzina, o il gas, che verrebbero necessariamente spesi prendendo la macchina. * segue

5 Il terzo vantaggio concerne singolarmente la nostra salute, in quanto una bella biciclettata ci costringe a praticare del sano moto, allenando il nostro corpo, e in particolare i muscoli delle gambe ed il sistema respiratorio; il ciclismo, infatti, rientra fra gli sport aerobici che favoriscono l elasticità articolare, l efficienza cardiopolmonare e la potenza muscolare. Inoltre, la scelta di questo mezzo di locomozione aiuta, in molti casi, ad allentare le tensioni. Pensiamo a quanto faccia bene al sistema nervoso, una pedalata calma lungo una strada di campagna; se lo si fa in compagnia è sicuramente di gran lunga più piacevole, presi come si è ad osservare intorno e a chiacchierare con il compagno di pedalata. Certo, quando si è nel traffico occorre aumentare l attenzione, ma.. vuoi mettere il piacere di zigzagare (prudentemente) tra i veicoli e passare davanti a tutti, impiegando anche meno tempo di tante automobili imbottigliate nel groviglio di lamiere, superate da noi con un abile slalom..? Ci sono poi altri vantaggi, se consideriamo il particolare di non dover girare a lungo alla ricerca di un parcheggio, quando dobbiamo fermarci ad una destinazione. È però fondamentale attrezzarsi con un buon antifurto, come una robusta catena con lucchetto, per scoraggiare i malintenzionati. Come sarebbe bello se imparassimo ad ascoltare il nostro corpo che sicuramente è nato per il movimento, per essere in attività, non certo per la sedentarietà! Cominciamo allora con l apprezzare il cigolio della pedalata, il rumore meccanico del cambio di marcia, persino gli sbuffi e gli sforzi del nostro ansimare, i battiti del cuore che accelera accompagnandone i movimenti, le vedute ed i paesaggi che, grazie alla bici, siamo più o meno rapidamente in grado di raggiungere e di cui i nostri occhi possono godere, chiusi come spesso sono tra le mura di una stanza, aumentando così lo spazio visivo che i nostri sensi potranno percepire e facendo del bene al nostro spirito. Andando al lavoro in bici, dunque - quando non piove - risparmio sulla benzina o sul costo del biglietto del mezzo pubblico e mi mantengo quotidianamente allenato. È innegabile che vi sia anche la dimensione della fatica, caratterizzante di più o di meno ogni attività sportiva, metafora della vita e della quotidianità spesso dura e faticosa. Un regolare sforzo fisico, sapientemente gestito, ci aiuta e ci prepara ulteriormente, anche a livello mentale, ad affrontare gli impegni che abbiamo nella vita di ogni giorno. Scriveva Ernst Wiechert nel suo romanzo La vita semplice : Quanto più stanca è la mano (o le gambe, aggiungiamo noi) tanto più limpida è la vita. Ed allora... tutti in bici! E buona pedalata...

6 Immersi nella quotidiana ubriacatura di tecnologia, spesso dimentichiamo non solo i valori più autentici, ma anche i mezzi di trasporto più antichi che spesso sono ancora validi, come la bicicletta. Ma in tanti stanno ricuperando, per migliorare il fisico e la salute e/o per motivi di risparmio in tempi di crisi, le due ruote. Per la verità il muoversi a pedali non è stato mai messo da parte nelle città di grande pianura, come ben vede chi si rechi anche per una breve visita a Rovigo, o a Ferrara, o a Reggio Emilia; ma ora ci sono altre possibilità anche per luoghi disseminati di alture e colline come Salerno. La bicicletta elettrica è una possibilità per molti: anche chi non ha gambe molto possenti può affrontare le alture di tante città del Sud. Per gli sportivi, invece, c è la mountain bike, che in altre versioni, accessoriata di portapacchi, parafanghi e faro, diventa city bike, entrambe ormai con moltissimi cambi e possibilità di affrontare anche le più impervie salite. Spesso sorge il problema di come gestire una bicicletta, dove acquistarla, dove riporla, può nascere addirittura l esigenza di un garage. Poi, in tempi di crisi, anche l acquisto di una bicicletta può essere impegnativo, se elettrica o super - accessoriata. Ecco che ci viene in aiuto il bike - sharing: condivisione di due ruote messe a disposizione da alcune associazioni, o dai comuni stessi, come appunto quello di Salerno. Basta presentare le proprie generalità, acquistare un tesserino, e il gioco, anzi la pedalata è fatta: si può girare, allenarsi, fare la spesa in bicicletta, poi naturalmente restituirla! Il costo per noleggiare a Salerno una bici elettrica è di due euro all ora, è previsto un abbonamento iniziale e per gli utenti abituali ci sono tariffe agevolate. Per coloro che si appassionano e decidono di usarla spesso in sostituzione dell automobile, conviene comprarla, visto che consuma pochissimo e non ha bisogno di essere assicurata. Ci sono anche altre forme di sharing, per le automobili in particolare, che consistono nel mettere in comune la benzina, un auto familiare, il trasporto per andare in ufficio. Ma per la bicicletta la cosa appare davvero molto semplice. Nelle stagioni più miti soprattutto, ormai si vedono sfrecciare in tutte le nostre città e periferie decine di veicoli a pedali. La bicicletta, oggi, è un bene alla portata di tutti.

7 Lavorare, fare acquisti, navigare in internet, giocare: tutte occupazioni utili e interessanti, eppure oggi queste stesse attività per tante persone sono divenute oggetto di dipendenze comportamentali, tanto da richiedere metodi di cura e terapie efficaci. Le nuove forme di dipendenza sono spesso generate dall innovazione tecnologica e dalla nostra civiltà che, da una parte provocano stress, vuoto e noia; e dall altra incoraggiano la soddisfazione immediata. Vengono così creati i bisogni e forniti ad hoc i mezzi adatti per appagarli. Per descrivere le nuove dipendenze è spesso usato il termine inglese addiction, che indica la dipendenza psicologica da un oggetto, senza il quale l esistenza della persona sembra perdere il suo significato. Addiction deriva dal latino addictus e si riferisce ad un comportamento attraverso cui qualcuno viene reso schiavo. Scegliere di diventare schiavi è un modo ingannevole per evitare la sofferenza interiore e la consapevolezza dei propri stati psichici. Le nuove dipendenze sono diverse da quelle nate del secolo scorso (uso di droghe, alcol, fumo). Tuttavia, esistono elementi comuni tra le dipendenze comportamentali e quelle dovute all uso di sostanze: l impossibilità di resistere al desiderio di attuare un certo comportamento (compulsività); la tensione crescente che precede l inizio del comportamento; la successiva sensazione di sollievo; la perdita di controllo; la persistenza del comportamento nonostante le evidenti conseguenze negative sulla propria salute e sulla propria vita. Secondo un sondaggio condotto nelle scuole medie e superiori, in Italia sono proprio le nuove forme di dipendenza a minacciare i giovani e le tecnologie sarebbero la prima causa dei comportamenti di abuso non correlati a sostanze. Le tecnologie dell era digitale sono dette anche tecnologie della mente, perché amplificano ed estendono le nostre facoltà mentali e sensoriali. * segue

8 Le dipendenze più diffuse sono quelle da cellulare, da videogiochi e da internet. Nel caso dei videogiochi, il soggetto tende ad identificarsi con il personaggio-eroe elettronico, alimentando una sottile forma di confusione tra la realtà e il mondo virtuale. I bambini o adolescenti che presentano questa dipendenza possono avere difficoltà relazionali ed emotive, e il mondo virtuale dei giochi facilita la fuga dalla vita quotidiana e l insorgere di condotte compulsive. La dipendenza dai telefoni cellulari è la più diffusa. Secondo un indagine italiana effettuata dal Codacons, su un campione di 300 volontari (metà uomini e metà donne), di età compresa tra i 20 e i 60 anni, è risultato che il 70% delle persone modifica il proprio comportamento quando è impossibile l uso del cellulare. Di questi soggetti, il 35% ha mostrato tic nervosi, il 25% ha mostrato un eccessiva irascibilità e il restante 10% un atteggiamento depressivo, sfociato in alcuni casi in una vera e propria crisi. In particolare con l arrivo degli smartphone, i dipendenti da cellulare tendono spesso ad isolarsi dal mondo esterno, passando molte ore con i giochi interattivi, navigando, o inviando messaggi a ripetizione. A causa di questa abitudine la persona riesce sempre meno a trasmettere le proprie emozioni usando il semplice linguaggio verbale. Alcuni vengono presi dalla frenesia di acquistare nuovi modelli sempre più aggiornati, altri invece sono affetti dalla sindrome del cellulare acceso, e sono costantemente attrezzati con batterie di scorta, al fine di essere raggiungibili in ogni istante, perfino di notte. È in forte aumento il mercato delle scommesse sportive e lo è ancor di più quello delle scommesse online e dei casinò virtuali. A dirlo sono i dati di azzardopoli relativi al La faccenda più preoccupante è che la maggior parte dei giocatori patologici appartiene a fasce di reddito mediobasse: si tratta prevalentemente di lavoratori precari o persone poco abbienti che si illudono di potersi arricchire facilmente. Essi sembrano ignorare che le probabilità di vincere somme elevate sono quasi nulle, mentre le perdite sono reali e continue. Tutti questi soldi finiscono nelle tasche di un sistema disonesto, spesso gestito dallo Stato, che approfitta della condizione di necessità in cui versano le fasce più deboli della popolazione. Un altro fenomeno simile al gioco d azzardo patologico è il trading online compulsivo. Gli utenti che lo praticano sono di solito persone più colte, che ritengono di effettuare operazioni finanziarie. Si tratta di transazioni borsistiche via internet, con acquisto e vendita di azioni, agendo sui principali mercati mondiali in modo istantaneo. La Rete aumenta la sensazione di avere tutto sotto controllo, perché offre la possibilità di conoscere, in tempo reale, l andamento dei mercati borsistici. In tal modo, diminuisce in alcuni soggetti la percezione delle ingenti somme che potrebbe realmente perdere con questi investimenti, anche in tempi brevissimi.

9 L introduzione di internet ha portato molti miglioramenti nella vita delle persone. Tutti noi, grazie alla rete, abbiamo la possibilità di incontrarci, trovare informazioni, giocare, cercare e ricevere aiuto nella risoluzione dei problemi. Con la rete possiamo accedere ad ogni tipo di conoscenza in uno spazio virtuale diverso da quello fisico: il cyberspazio. Al tempo stesso, l uso di questa tecnologia ha comportato anche alla diffusione di disturbi del comportamento in persone che ne fanno un uso sregolato, arrivando a sviluppare una vera e propria dipendenza. I sintomi fisici della dipendenza consistono in: disturbi del sonno, mal di testa, mal di schiena, sindrome del tunnel carpale, stanchezza degli occhi, indebolimento del sistema immunitario. I sintomi psicologici più comuni sono invece: disturbi dell umore, ansia, diminuzione dell autostima, fino a possibili livelli di dissociazione e depersonalizzazione. All inizio internet si rivela come un ottimo strumento di fuga dalla realtà vissuta come problematica. L aumento progressivo delle ore davanti al computer, tuttavia, fa diminuire il tempo disponibile da dedicare alla famiglia e agli altri. Vengono trascurate le amicizie, gli oneri domestici, il lavoro, lo studio. l accesso a internet diventa un forte strumento di distrazione. Frequenti sono, infatti, i licenziamenti a seguito di una condotta sulla rete non regolamentata. I problemi finanziari si presentano, invece, nei casi in cui la persona partecipi ad aste, commercio online o gioco d azzardo virtuale. Alcune persone sviluppano dipendenza da relazioni virtuali, instaurate con persone incontrate online. La socialità in internet è uno degli aspetti più affascinanti e coinvolgenti, grazie al possibile utilizzo di , social network, chat e newsgroup. Nei soggetti dipendenti le relazioni virtuali diventano più importanti di quelle reali, fino a vivere in un mondo parallelo popolato da persone idealizzate. Un altra attività in rete che può causare seri danni personali ed economici è la fruizione di materiale pornografico. Uno dei disturbi più diffusi, infatti, è la dipendenza da sesso virtuale. *segue

10 Il cybersesso comprende attività come: guardare o scaricare materiale pornografico, incontri nelle chat erotiche, scambiare annunci per incontrare partner, impegnarsi in relazioni amorose interattive, inclusa la visione in tempo reale tramite webcam. L anonimità della Rete fa percepire una maggiore libertà di manifestare le proprie fantasie e di cambiare partner quando si vuole. Ciò causa una sorta di evasione dai problemi della vita quotidiana. Questo tipo di dipendenza provoca gravi conseguenze a livello relazionale. Il rapporto di coppia può essere fortemente compromesso, fino ad arrivare talvolta al divorzio. Esiste anche la dipendenza da giochi di ruolo online, cioè giochi interattivi nei quali i giocatori partecipano a distanza all attività ludica contemporaneamente. I partecipanti si costruiscono una nuova identità, ma i soggetti dipendenti manifestano sempre più il bisogno di trasformarsi nel personaggio virtuale, sul quale proiettano desideri e illusioni. Sono soprattutto le persone con scarsa autostima a cadere nella trappola del cambio di identità, che consentirebbe loro di esprimere parti nascoste della personalità, che non riescono a mostrare nella vita reale. Il concetto stesso di shopping porta con sé l inganno che acquistare una serie di oggetti ci renderà felici. Tuttavia, lo shopping per tante persone è solo un modo per alleviare stress e frustrazioni e, normalmente, fare acquisti non causa danni alla nostra vita. Lo shopping compulsivo, invece, fa parte nei disturbi di personalità ossessivocompulsivi e tende ad invalidare la vita familiare, sociale, relazionale e finanziaria di chi ne è vittima. I soggetti affetti da questa dipendenza provano alla base un senso di vuoto. L atto dell acquisto porta una momentanea e fittizia impressione di riempimento. Ma la sensazione di piacere viene quasi subito sostituita dal senso di colpa. A lungo andare si ha una progressiva perdita di controllo sulla propria vita. L eccesso si manifesta come necessità di comprare oggetti di ogni genere. Si arriva a contrarre debiti notevoli o perfino a rubare per poter continuare la folle corsa agli acquisti. L impulso è irresistibile, si compra al di sopra delle proprie possibilità, spesso oggetti inutili e di cui non si ha bisogno. Vi è poi lo shopping compulsivo su internet. Lo shopping online è caratterizzato da alcuni elementi, come: la rapidità dell acquisto; la possibilità di reperire oggetti rari; l eliminazione dell intermediazione umana; la possibilità di partecipare ad aste virtuali; l uso delle carte di credito. Tali elementi favoriscono l instaurarsi della dipendenza e facilitano il comportamento di tipo compulsivo.

11 Nel corridoio dell'anima vaga stentoreo l'eco dei tuoi pensieri sperso nel movimento lento di un rosso sbiadito al tatto del sapore notturno. Va sul timpano che vibra tra montagne d'aria e rincorre in fretta un brivido arruffato sulla polvere in fuga nel vento. Stretto in una scintilla di ghiaccio, entra dietro la parola e ascolta il ritmo piatto dell'inverno folle. Si sta sciogliendo. Ti dipinge le mani e il viso dell'odore acre di una pelle umida. Sfugge in un ventre gonfio e lentamente muore partorendo un canto. Una donna, una moglie, una mamma. Il corpo femminile è chiamato ad essere varie cose. Ma non di solo corpo può vivere, quando gli si presentano situazioni ignote, misteriose, intoccabili. Come fronteggiarle? Con risorse che chiedono, per uscire, un nuovo inizio: partire per terre lontane si può, se si ha il coraggio di cancellare le illusioni della mente e accordare la sensibilità al ritmo della vita che galoppa sulle onde.

12 Oggi più che mai si vive in un mondo in cui per tanti fattori la famiglia è disgregata. Separazioni e divorzi e la mancanza di lavoro, la rendono sempre più fragile e bisognosa di aiuto. La nostra attenzione come associazioni di volontariato è principalmente venire incontro alle varie problematiche, attraverso un ascolto attento e rispettoso anche con visite domiciliari quando ci vengono richieste. Attualmente ci stiamo occupando di una ragazza madre perché venga accettata e supportata dalla sua famiglia, disorientata e provata da una novià che comporta molta responsabilità. Le associazioni di volontariato Francesco Ascolta e Comunicazione & Solidarietà stanno venendo incontro alle necessità del bimbo che nascerà e hanno reperito il necessario, come: culla, sediolone e tante scatole di indumenti nuovissimi per neonato, donati da persone generose. Alle cose materiali viene aggiunto un sostegno psicologico a domicilio, all intera famiglia, venendo così incontro ad altre esigenze che si evidenziano nel tempo. Attualmente stiamo anche rispondendo a richieste di aiuto provenienti da altre regioni, attivandoci affinché gli appelli vengano ascoltati dai servizi sociali e da associazioni amiche e si agisca perché la disperazione non prenda il sopravento. Abbiamo ricevuto la richiesta di aiuto di una ragazza per suo padre, il quale, in un momento di sconforto, ha tentato il suicidio. Era senza casa né lavoro, è stato salvato ed ora vive provvisoriamente in un centro di accoglienza che dovrà lasciare a breve. Il nostro primo intervento, oltre quello di contattare la ragazza per capire bene la situazione, è consistito nel mettere in moto una rete di aiuto sul posto, che prenda in carico la persona in difficoltà cercando uno spiraglio di luce concreto. Ogni situazione che affrontiamo viene seguita sino ad una possibile soluzione, perché la cosa peggiore per ogni persona o nucleo familiare è percepire di essere completamente soli in situazioni difficili e troppo pesanti. Ciò che ci appare oggi molto importante è la creazione di strutture di accoglienza che vengano incontro alle tante persone disperate che non hanno più un luogo dove vivere. Insieme a ciò, è di fondamentale importanza un percorso di reinserimento sociale e lavorativo per ognuno di loro; è su questo che le istituzioni dovrebbero indirizzare più risorse. Ritrovare la propria dignità è un bene prezioso per l intera società che altrimenti s impoverisce dei valori più importanti che la rendono civile.

13 Le Associazioni Salernitane A.p.s. Rete dei Giovani per Salerno ed ESN Salerno Erasmus Student Network, con la partecipazione del Comune di Salerno e dell Azienda Ospedaliera Universitaria San Giovanni di Dio Ruggi d Aragona di Salerno, chiedono la nostra collaborazione e partecipazione all evento sociale sulla donazione del sangue Dona con amore. Si tratta di una giornata destinata alla promozione della donazione del sangue. Dona con amore, giunto alla sua III edizione, si svolgerà nel giorno di San Valentino, sabato 14 febbraio, presso il reparto Immuno-Trasfusionale dell Azienda Ospedaliera Universitaria San Giovanni di Dio Ruggi d Aragona di Salerno, dalle ore nove e mezza del mattino alle ore quattordici. La particolarità di questo evento è data dal fatto che tanti studenti, provenienti da diversi Paesi d Europa, (progetto Erasmus), saranno impegnati in un grande gesto di solidarietà. L edizione dello scorso anno segnò un vero successo, con cinquanta associazioni partecipanti, oltre cento donazioni e il coinvolgimento di tante società sportive di Salerno, tra cui la U. S. Salernitana L evento quest anno si è allargato, coinvolgendo anche altre città d Italia, tra cui: Trieste, Parma, Catania, Trento, Messina e Cagliari.

14 Giovedì 26 febbraio 2015, ore Dott.ssa LAURA SPAGNOLO - SONO CATTIVO? NO, SONO INFELICE!. Giovedì 26 marzo 2015, ore Dott. ENRICO MARANO ATTESE DISATTESE (IL TRADIMENTO). Giovedì 30 aprile 2015 ore Dott. ENNIO PREZIOSI LA MEDITAZIONE DI MINDFULNESS PER CONOSCERE, CONDURRE E CALMARE IL PENSIERO. Giovedì 28 maggio 2015, ore Dott.ssa ANNA MARIA MEROLA - INSICUREZZA COME DISAGIO SOCIALE. Ogni primo martedì del mese (da febbraio a giugno) alle ore Dott.ssa GIOVANNA BUONOCORE - PARLIAMONE ANCORA: APPROFONDIMENTI SUI TEMI DEGLI INCONTRI. Per informazioni: Tel.: * *

15 L Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito un bando per devolvere, a titolo gratuito, apparecchiature informatiche, perfettamente funzionanti, ma non più utilizzabili dal fisco per le proprie attività istituzionali. Possono partecipare all assegnazione, in ordine di priorità, istituti scolastici statali e istituti scolastici paritari degli enti locali, altre amministrazioni pubbliche e, in ultima battuta, alcuni enti pubblici e privati del terzo settore. La richiesta per partecipare al bando può essere inviata entro il 27 febbraio Per maggiori informazioni consultare il sito: Arriva il bonus per chi assiste un familiare disabile o ammalato. Si tratta di un progetto di supporto rivolto alle persone non autosufficienti, ai familiari di dipendenti e pensionati pubblici. La domanda, corredata di modello ISEE, va presentata nel mese di maggio Le domande possono essere presentate sia a mano sia online, in quest ultimo caso bisognerà procurarsi il pin dell Inps e contattare gli enti che hanno aderito al progetto. La persona non autosufficiente, anziana o disabile, dovrà essere iscritta nella banca dati del dipendente pubblico o del pensionato INPDAP. Il programma è aperto a tutti e non vi è alcun vincolo di reddito; l importo erogato andrà da un minimo di 400 ad un massimo di euro al mese. Per iscrivere la persona non autosufficiente nella Banca Dati, occorre stampare e compilare il modulo che è possibile anche trovare sul sito Si è svolto lo scorso 29 gennaio a Roma, presso l Istituto Statale Sordi, un seminario di commemorazione del Giorno della Memoria, dal titolo Testimonianze silenziose 2015, per non dimenticare che tante vittime innocenti dei campi di sterminio furono persone disabili. Si è parlato anche di cinema sordo, bilinguismo (giacché i sordi si esprimono con la Lingua Italiana dei Segni) e delle discriminazioni che in tante parti del mondo non cessano di esistere.

PC-(DE)GENERATION Viaggio nel mondo del digitale responsabile. Giovedì 8 novembre 2012 Dott.ssa Cristina Mastronardi

PC-(DE)GENERATION Viaggio nel mondo del digitale responsabile. Giovedì 8 novembre 2012 Dott.ssa Cristina Mastronardi PC-(DE)GENERATION Viaggio nel mondo del digitale responsabile Giovedì 8 novembre 2012 Dott.ssa Cristina Mastronardi Il mondo dei NATIVI_DIGITALI in un universo digitale Dipendenza Dipendenza patologica

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

LA DEPRESSIONE POST PARTUM: CAPIRE E CURARE I DISTURBI DELL UMORE CHE POSSONO INSORGERE DOPO LA NASCITA DI UN FIGLIO

LA DEPRESSIONE POST PARTUM: CAPIRE E CURARE I DISTURBI DELL UMORE CHE POSSONO INSORGERE DOPO LA NASCITA DI UN FIGLIO LA DEPRESSIONE POST PARTUM: CAPIRE E CURARE I DISTURBI DELL UMORE CHE POSSONO INSORGERE DOPO LA NASCITA DI UN FIGLIO Se qualcuno è disposto ad ascoltare le lacrime di una madre, quello sarà il momento

Dettagli

EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi

EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi AGENZIE EDUCATIVE: Famiglia Scuola Società COLLABORAZIONE ALCUNI

Dettagli

Internet Addiction Disorder : la terapia in tempi brevi

Internet Addiction Disorder : la terapia in tempi brevi Internet Addiction Disorder : la terapia in tempi brevi di Chiara Ratto Un ossessione vissuta alla sazietà si annulla nei suoi stessi eccessi. E. M. Cioran Al giorno d oggi, leggendo le riviste, i quotidiani,

Dettagli

Guida ai Servizi sul Gioco d Azzardo Patologico

Guida ai Servizi sul Gioco d Azzardo Patologico Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze Lavagna - Ex Istituto Marini Guida ai Servizi sul Gioco d Azzardo Patologico Lie/ Bet Questionnaire 1. Hai mai sentito l impulso a giocare somme di denaro sempre

Dettagli

EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi

EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi AGENZIE EDUCATIVE: Famiglia Scuola Società COLLABORAZIONE ALCUNI

Dettagli

TECNICHE DI DISTRAZIONE

TECNICHE DI DISTRAZIONE TECNICHE DI DISTRAZIONE Dobbiamo renderci conto che l ansia, la paura, la preoccupazione, sono sempre associati ad alcuni Pensieri Particolari per ogni persona, ed ognuno di noi Pensa, ha Immagini Particolari

Dettagli

Depressione? In generale Il ruolo femminile

Depressione? In generale Il ruolo femminile Depressione? In generale Il ruolo femminile A tutti capita di sentirsi tristi di tanto in tanto. È un esperienza che tutti, prima o poi, provano. Se le attività che vi piacevano prima ora non vi piacciono

Dettagli

LA VOCE DI 100.000 LAVORATRICI E LAVORATORI

LA VOCE DI 100.000 LAVORATRICI E LAVORATORI impaginato sintesidef 29-04-2008 19:34 Pagina 66 GRAFICO 11 DEDICANO PIÙ DI 20 ORE A SETTIMANA AL LAVORO DOMESTICO E DI CURA * 7 51,8 58,9 62,4 Uomini 29,0 27,3 20,1 Donne Meno di 35 anni Da 36 a 45 anni

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

IL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) DEFINIZIONE

IL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) DEFINIZIONE IL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) DEFINIZIONE IL GIOCO D AZZARDO PUO NON ESSERE PATOLOGICO. DIVENTA PATOLOGICO QUANDO CREA DIPENDENZA NEL SOGGETTO E PROCURA SOFFERENZA INDICE DI PATOLOGIA STA NEL FATTO

Dettagli

22 settembre 2015 Imola

22 settembre 2015 Imola 22 settembre 2015 Imola ASSOLUTAMENTE POVERI Dati riferiti al Nord Italia RELATIVAMENTE POVERI Dati riferiti al Nord Italia LINEA STANDARD DI POVERTA Valore di spesa per consumi al di sotto della quale

Dettagli

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo Depressione e comportamento suicidario Opuscolo informativo Depressione La vita a volte è difficile e sappiamo che fattori come problemi di reddito, la perdita del lavoro, problemi familiari, problemi

Dettagli

A che gioco giochiamo? di Alessandra Campitelli Psicologa, counselor Associazione Ama Frentania Onlus

A che gioco giochiamo? di Alessandra Campitelli Psicologa, counselor Associazione Ama Frentania Onlus A che gioco giochiamo? di Alessandra Campitelli Psicologa, counselor Associazione Ama Frentania Onlus I messaggi che ci arrivano Che cos è il gambling patologico È una dipendenza comportamentale ( dipendenza

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

CAPIRE MEGLIO LE EMOZIONI

CAPIRE MEGLIO LE EMOZIONI CAPIRE MEGLIO LE EMOZIONI Indice Introduzione Come gestire le emozioni Comunicare con i familiari Comunicare con il medico Se la malattia si ripresenta Tecniche di rilassamento Suggerimenti per dormire

Dettagli

Si verifica quando qualcuno compie atti di

Si verifica quando qualcuno compie atti di CYBER BULLISMO E IL TERMINE USATO PER INDICARE IL BULLISMO ONLINE Si verifica quando qualcuno compie atti di vessazione, umiliazione, molestia, diffamazione, o azioni aggressive nei confronti di un altro,

Dettagli

Donne che non hanno paura del fuoco

Donne che non hanno paura del fuoco STUDIO DI PSICOLOGIA CORSO DELLE TERME 136 MONTEGROTTO T. (PD) DOTT.SSA MARISA MARTINELLI WWW.VEDEREBENE.IT Donne che non hanno paura del fuoco (Revisione appunti conferenze psicologia del femminile) Perché

Dettagli

Elsa Marcaccini. Psicologa psicoterapeuta. Dipartimento di Patologia delle Dipendenze «C. Olievenstein» ASL TO 2

Elsa Marcaccini. Psicologa psicoterapeuta. Dipartimento di Patologia delle Dipendenze «C. Olievenstein» ASL TO 2 Elsa Marcaccini Psicologa psicoterapeuta Dipartimento di Patologia delle Dipendenze «C. Olievenstein» ASL TO 2 Intervento presentato al Convegno «A che gioco giochiamo», organizzato dal Forum del Volontariato,

Dettagli

DEPRESSIONE IN MEDICINA GENERALE

DEPRESSIONE IN MEDICINA GENERALE 1 CORSO FORMATIVO 24 /3 1 MAGGIO 2016 PATROCINATO DAL COMUNE DI MESORACA DEPRESSIONE IN MEDICINA GENERALE DOTT. GIUSEPPE ESPOSITO DOTT.SSA ANASTASIA CARCELLO DEPRESSIONE DEFINIZIONE Il disturbo depressivo

Dettagli

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 C O M U N E DI C A I V A N O Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 GUIDA AI SERVIZI 2011 Comune di Caivano - Guida ai Servizi

Dettagli

La dipendenza psicologica. Dott.ssa Aurora Martina Meneo aurora.meneo@gmail.com 328 92 88 660 www.lifeofbrain.com

La dipendenza psicologica. Dott.ssa Aurora Martina Meneo aurora.meneo@gmail.com 328 92 88 660 www.lifeofbrain.com La dipendenza psicologica Dott.ssa Aurora Martina Meneo aurora.meneo@gmail.com 328 92 88 660 www.lifeofbrain.com E una condizione in cui il consumatore ha bisogno di assumere frequentemente una sostanza:

Dettagli

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA?

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? Base: 65 caregiver RESIDENZA PAZIENTE 80% 10% 9% 2% Abita con care givers Abita da solo Abita con altri familiari Altro 20 QUAL E IL GRADO DI VICINANZA TRA CG E MALATO? L

Dettagli

IRRINUNCIABILE PER I GIOVANI!!!

IRRINUNCIABILE PER I GIOVANI!!! LA DIPENDENZA DALLA RETE INTERNET IRRINUNCIABILE PER I GIOVANI!!! CHE COS E? La cosiddetta dipendenza da internet è una problematica ancora in via di definizione che si riferisce all uso eccessivo di internet

Dettagli

Minnesota Multiphasic Personality Inventory. MMPI: un test per valutare le principali caratteristiche della personalità.

Minnesota Multiphasic Personality Inventory. MMPI: un test per valutare le principali caratteristiche della personalità. Minnesota Multiphasic Personality Inventory MMPI: un test per valutare le principali caratteristiche della personalità. APPLICABILITA CONDIZIONI MMPI MMPI-2 Età >16 anni >18 QI >80 >70 Scolarizzazione

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

La relazione di coppia, frutto di un difficile equilibrio*

La relazione di coppia, frutto di un difficile equilibrio* La relazione di coppia, frutto di un difficile equilibrio* Per arrivare a comprendere le cause e il contesto di una crisi coniugale, è indispensabile capire anzitutto che l equilibrio della relazione di

Dettagli

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti Presentazione Diventare genitori è sicuramente un immenso dono di Dio, da accogliere con partecipazione e buona volontà. Purtroppo nessuno insegna ad una coppia di neo-genitori come educare i propri figli;

Dettagli

Gli obiettivi di piano per le demenze. «Il sostegno psicologico ai caregivers e ai pazienti affetti da demenza»

Gli obiettivi di piano per le demenze. «Il sostegno psicologico ai caregivers e ai pazienti affetti da demenza» Gli obiettivi di piano per le demenze Centro Regionale di Neurogenetica «Il sostegno psicologico ai caregivers e ai pazienti affetti da demenza» Maria Mirabelli psicologa-psicoterapeuta Centro Regionale

Dettagli

Comune di Morlupo Provincia di Roma

Comune di Morlupo Provincia di Roma Prot. n. 8942 Morlupo, 27/07/12 OGGETTO: Attività sportive e culturali a favore di minori in età evolutiva provenienti da famiglie multiproblematiche e/o a rischio di devianza e minori disabili. PREMESSA

Dettagli

Dott.ssa M.Versino 1

Dott.ssa M.Versino 1 Dott.ssa M.Versino 1 Stress lo stress è inteso come risposta aspecifica dell organismo a tutto ciò che lo costringe ad uno sforzo di adattamento lo stress è la risposta a una o più stimolazioni fisiche

Dettagli

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8

Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Dr. Alessandra Alberti Ser.T. zona Valtiberina Dip.to Dipendenze A.USL 8 Normalmente azzardo perché il gioco d azzardo è anch esso una forma di gioco normale, ma anche perché possiamo dire che in qualche

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

ANTONELLO VANNI FIGLI NELLA TEMPESTA LA LORO SOFFERENZA NELLA SEPARAZIONE E NEL DIVORZIO SAN PAOLO EDIZIONI, 2015

ANTONELLO VANNI FIGLI NELLA TEMPESTA LA LORO SOFFERENZA NELLA SEPARAZIONE E NEL DIVORZIO SAN PAOLO EDIZIONI, 2015 ANTONELLO VANNI FIGLI NELLA TEMPESTA LA LORO SOFFERENZA NELLA SEPARAZIONE E NEL DIVORZIO SAN PAOLO EDIZIONI, 2015 INDICE Prefazione I La famiglia nella tempesta Family Breakdown: perché la famiglia è in

Dettagli

La persona tra trauma e risorse Sportello di ascolto e sostegno psicologico

La persona tra trauma e risorse Sportello di ascolto e sostegno psicologico 1 La persona tra trauma e risorse Sportello di ascolto e sostegno psicologico Progetto per il sostegno e il rinserimento nella vita di relazione Equipe Multidisciplinare di I livello Sede di Roma Centro

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

La prevenzione delle droghe. prof.ssa Carla Buonaiuto

La prevenzione delle droghe. prof.ssa Carla Buonaiuto La prevenzione delle droghe prof.ssa Carla Buonaiuto L adolescenza inizia con l ingresso alla scuola media inferiore e in questo periodo avvengono cambiamenti psicofisici e nelle relazioni con la famiglia,

Dettagli

COMUNITA LA CRISALIDE

COMUNITA LA CRISALIDE COMUNITA LA CRISALIDE Via Aquila 144 80143 Napoli Tel. Fax. 081 269834 cell: 335235916 e-mail: ass.margherita@fastwebnet.it sito: www.casafamiglialacrisalide.it LA FALSA DOMANDA Quante volte abbiamo detto,

Dettagli

La gestione della sfera emotiva e delle relazioni sociali per i bambini e ragazzi con ADHD. Dott.ssa Francesca Potena Pedagogista clinico

La gestione della sfera emotiva e delle relazioni sociali per i bambini e ragazzi con ADHD. Dott.ssa Francesca Potena Pedagogista clinico La gestione della sfera emotiva e delle relazioni sociali per i bambini e ragazzi con ADHD Dott.ssa Francesca Potena Pedagogista clinico Perché parlare di gestione emotiva? ADHD è un disturbo che colpisce

Dettagli

Conferenza. L andropausa esiste? Mito da Smitizzare? Parliamone con l Andrologo e la Sessuologa. Dr. R. Bonacina Dott.ssa L.

Conferenza. L andropausa esiste? Mito da Smitizzare? Parliamone con l Andrologo e la Sessuologa. Dr. R. Bonacina Dott.ssa L. Conferenza L andropausa esiste? Mito da Smitizzare? Parliamone con l Andrologo e la Sessuologa 29/03/2012 Auditorium Aldo Moro Dr. R. Bonacina Dott.ssa L. Rivolta Recapiti Dottor Roberto Bonacina, urologo

Dettagli

I segreti della mente

I segreti della mente Vittorino Andreoli I segreti della mente Capire, riconoscere, affrontare i segnali della psiche Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2013 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-06413-2 Prima edizione:

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

Cosa desideri dalla vita?

Cosa desideri dalla vita? Cosa desideri dalla vita? L'Amore? L'Amore? Se quello che desideri è l'amore, quello con la A maiuscola Se desideri realmente amarti,amare ed essere riamata Se desideri trovare la persona giusta Se desideri

Dettagli

Training autogeno. G. Larghi 2

Training autogeno. G. Larghi 2 TRAINING AUTOGENO Una piacevole tecnica di autorilassamento per recuperare in modo immediato uno stato di completo benessere fisico e mentale. G. Larghi 1 Training autogeno È un metodo di autodistensione

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Dott. Roberto Baldini

Dott. Roberto Baldini Dott. Roberto Baldini La frenesia della vita moderna si è ormai impossessata pure dei nostri momenti di libertà, e godiamo in maniera nervosa e faticosa esattamente come quando lavoriamo. La parola d ordine

Dettagli

Maurizio Lazzarini Pedagogista Dirigente scolastico

Maurizio Lazzarini Pedagogista Dirigente scolastico FOTOGRAFIE DEI RAGAZZI DI OGGI Maurizio Lazzarini Pedagogista Dirigente scolastico Cosa ha cambiato la TV? La comunicazione in famiglia La diversa diffusione dei valori Valore al possesso L oggetto

Dettagli

Perché è sempre troppo tardi quando inizi a occuparti della tua salute?

Perché è sempre troppo tardi quando inizi a occuparti della tua salute? Perché è sempre troppo tardi quando inizi a occuparti della tua salute? Succede spesso ed è un comportamento molto diffuso. Troviamo la motivazione per occuparci della nostra persona (fisico e mente) solo

Dettagli

Associazione Luna Dolce Emanuela Brancati Onlus www.lunadolce.it ASPETTI PSICOLOGICI. A cura della Dott.ssa Fabiola Maggio. bafiola80@libero.

Associazione Luna Dolce Emanuela Brancati Onlus www.lunadolce.it ASPETTI PSICOLOGICI. A cura della Dott.ssa Fabiola Maggio. bafiola80@libero. ASPETTI PSICOLOGICI A cura della Dott.ssa Fabiola Maggio bafiola80@libero.it DIRE, NON-DIRE, NON SAPER COSA DIRE: IL VALORE DEL SUPPORTO PSICOLOGICO NELLA MALATTIA ONCOLOGICA 1. LE REAZIONI EMOTIVE DEL

Dettagli

RISULTATI DELLA RICERCA

RISULTATI DELLA RICERCA RISULTATI DELLA RICERCA 2011 Ricerca nazionale sul gioco d'azzardo 2011- Ricerca nazionale sulle abitudini di gioco degli italiani - curata dall Associazione Centro Sociale Papa Giovanni XXIII, e coordinata

Dettagli

La Depressione nell infanzia di S. Di Salvo, M. Marino e A. Martinetto

La Depressione nell infanzia di S. Di Salvo, M. Marino e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it La Depressione nell infanzia di S. Di Salvo, M. Marino e A. Martinetto I sintomi

Dettagli

Come aiutare i bambini DOPO LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA Linee guida per gli insegnanti

Come aiutare i bambini DOPO LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA Linee guida per gli insegnanti Come aiutare i bambini DOPO LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA Linee guida per gli insegnanti La perdita di una persona cara è un esperienza emotiva tra le più dolorose per gli esseri umani e diventa ancora

Dettagli

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook 1 Alla ricerca di se stessi Federica Cortina 2 Titolo Alla ricerca di se stessi Autore Federica Cortina Editore PNL e Coaching edizioni Sito internet www.pnlecoaching.it ATTENZIONE: Tutti i diritti sono

Dettagli

6 Aspetti psicologici e relazionali nel bambino sordo a cura di Raffaella Carchio psicologa

6 Aspetti psicologici e relazionali nel bambino sordo a cura di Raffaella Carchio psicologa 6 Aspetti psicologici e relazionali nel bambino sordo a cura di Raffaella Carchio psicologa Da un punto di vista psicologico, l udito è il senso che contribuisce alla formazione dei primi legami relazionali

Dettagli

EMILIA ROMAGNA: PSICOLOGI, IN CRESCITA SCHIAVITÙ E OSSESSIONE DA GIOCO D AZZARDO

EMILIA ROMAGNA: PSICOLOGI, IN CRESCITA SCHIAVITÙ E OSSESSIONE DA GIOCO D AZZARDO RASSEGNA STAMPA EMILIA ROMAGNA: PSICOLOGI, IN CRESCITA SCHIAVITÙ E OSSESSIONE DA GIOCO D AZZARDO Slot-machine, casinò, videopoker e Bingo sono i giochi più a rischio dipendenza Bologna, 13 maggio 2009

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA GENITORI-EMILIA-ROMAGNA. Prot. n.59/p Fidenza 28.05.014

ASSOCIAZIONE ITALIANA GENITORI-EMILIA-ROMAGNA. Prot. n.59/p Fidenza 28.05.014 ASSOCIAZIONE ITALIANA GENITORI-EMILIA-ROMAGNA Prot. n.59/p Fidenza 28.05.014 Oggetto=Ricerca Regionale. Al Forags Emilia-Romagna Al Consiglio Regionale Age Alle Age Locali Martedi 27 maggio,dalle ore 15

Dettagli

Social Network : Tra Rischi e Opportunità

Social Network : Tra Rischi e Opportunità Social Network : Tra Rischi e Opportunità Analisi Cosa non fare Cosa fare Franco Battistello Imprenditore IT battistello.franco@ibs.vi.it WEB : evoluzione velocissima Quiz : valore di un cellulare Quiz

Dettagli

IL PROGETTO NEL TRATTAMENTO CLINICO DELLE NUOVE DIPENDENZE

IL PROGETTO NEL TRATTAMENTO CLINICO DELLE NUOVE DIPENDENZE IL PROGETTO NEL TRATTAMENTO CLINICO DELLE NUOVE DIPENDENZE IL CONCETTO DI DIPENDENZA E COMPLESSO ED IMPLICA NON SOLO ASPETTI NEUROBIOLOGICI, MA ANCHE COMPORTAMENTALI, PSICHICI, SOCIALI, CULTURALI. LE NUOVE

Dettagli

Definizione di abuso sessuale

Definizione di abuso sessuale Definizione di abuso sessuale Il coinvolgimento di un minore, da parte di un partner preminente, in attività sessuali anche non caratterizzate da violenza esplicita Dichiarazione di Consenso del CISMAI

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

M. Lang - Una persona nervosa 13/11/2011. Una persona nervosa

M. Lang - Una persona nervosa 13/11/2011. Una persona nervosa Una persona nervosa 1 Caso: Una persona nervosa modificato da DSM-IV-TR CASI CLINICI, p. 235 Un tappezziere coniugato di 27 anni lamenta vertigini, tremore alle mani, palpitazioni e ronzii alle orecchie

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) Dott. Cesare Guerreschi Roma, 4 Novembre 2010

GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) Dott. Cesare Guerreschi Roma, 4 Novembre 2010 GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) Dott. Cesare Guerreschi Roma, 4 Novembre 2010 Definiamo il gioco d azzardo come un attività ludica che si caratterizza per il rischiare una più o meno ingente somma di

Dettagli

IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento

IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento Riflessioni su tempo, sviluppo, regole, autonomia, fiducia, sostegno Dr.ssa Nadia Badioli IL SENSO DEI COMPITI STRUMENTO PER: incentivare

Dettagli

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder 1. Dati anagrafici Gli studenti che hanno compilato il questionario sono in totale 121 I maschi sono il 43% e

Dettagli

AUTO MUTUO AIUTO cos è?

AUTO MUTUO AIUTO cos è? AUTO MUTUO AIUTO cos è? L Auto Mutuo Aiuto è un processo, un modo di trattare i problemi concreti che ciascuno si trova a fronteggiare nella propria vita: malattie, separazioni, lutti, disturbi alimentari,

Dettagli

IL GIOCO D AZZARDO: QUALI CONSEGUENZE SOCIALI?

IL GIOCO D AZZARDO: QUALI CONSEGUENZE SOCIALI? IL GIOCO D AZZARDO: QUALI CONSEGUENZE SOCIALI? LA FAMIGLIA LA RETE SOCIALE IL DENARO IL TUTORAGGIO ECONOMICO: INTERVENTO NECESSARIO PER LA CURA DEL GIOCATORE Arezzo, 10 Agosto 2006 Dott.ssa Donatella Frullano

Dettagli

La relazione con il paziente e la sua famiglia

La relazione con il paziente e la sua famiglia La relazione con il paziente e la sua famiglia 10-17 giugno 2006 Giuliana Carrara psicologa ospedaliera Riflessione sul tempo Il tempo, quando ne resta poco, è riservato al paziente ed alla famiglia. Ai

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

L OPERATORE TRA PREVENZIONE E FALLIMENTI

L OPERATORE TRA PREVENZIONE E FALLIMENTI IL SUICIDIO NELL'ANZIANO: CARICO DI DOLORE ANGOSCIA E FRAGILITA' Sala Madrid 29 Novembre 2013 L OPERATORE TRA PREVENZIONE E FALLIMENTI eve Itala Orlando italaorlando@libero.it Gruppo di Studio SIGG La

Dettagli

Come affrontare le problematiche preadolescenziali nella scuola media

Come affrontare le problematiche preadolescenziali nella scuola media Venerdì 18 febbraio 2005 Dott. Riccardo Venturini Come affrontare le problematiche preadolescenziali nella scuola media Prima parte Il nuovo protocollo del Servizio Minori di San Marino Seconda Parte Francesco:

Dettagli

COSTELLAZIONI FAMILIARI E SISTEMICHE

COSTELLAZIONI FAMILIARI E SISTEMICHE COSTELLAZIONI FAMILIARI E SISTEMICHE Le Costellazioni Familiari e Sistemiche sono un metodo d'aiuto che permette di portare alla luce quelle dinamiche inconsce, spesso complesse, che stanno alla base dei

Dettagli

Cure palliative, un riparo sicuro di calore umano e scienza medica. La legge 38/2010 tutela l accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore.

Cure palliative, un riparo sicuro di calore umano e scienza medica. La legge 38/2010 tutela l accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. non più soli nel dolore Cure palliative, un riparo sicuro di calore umano e scienza medica La legge 38/2010 tutela l accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. Regione Toscana 800 880101 Indice.

Dettagli

In che misura hai avuto nell ultima settimana i seguenti disagi e/o disturbi? :

In che misura hai avuto nell ultima settimana i seguenti disagi e/o disturbi? : In che misura hai avuto nell ultima settimana i seguenti disagi e/o disturbi? : Esempi di valutazione dell intensità dei disagi e/o dei disturbi Per niente: il disagio non è mai stato presente nel corso

Dettagli

L Accertamento. nel Nursing di Salute Mentale CEREF. Aggiornamenti per l assistenza infermieristica psichiatrica Docente: Paolo Barelli

L Accertamento. nel Nursing di Salute Mentale CEREF. Aggiornamenti per l assistenza infermieristica psichiatrica Docente: Paolo Barelli L Accertamento nel Nursing di Salute Mentale CEREF Aggiornamenti per l assistenza infermieristica psichiatrica Docente: Paolo Barelli Accertamento - Valutazione Iniziale Processo scientifico di identificazione

Dettagli

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI

ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relazione Incontro del 15 ottobre 2015 ALLA RICERCA DELLE PROPRIE ORIGINI Relatore: Dott. Marco Chistolini Psicologo, psicoterapeuta e formatore Il tema centrale della ricerca è il rapporto con la storia

Dettagli

SINTESI DELL ELABORAZIONE DEI DATI TELEFONO AMICO ITALIA RELATIVI ALLE OLTRE 100MILA TELEFONATE RICEVUTE NEL 2010

SINTESI DELL ELABORAZIONE DEI DATI TELEFONO AMICO ITALIA RELATIVI ALLE OLTRE 100MILA TELEFONATE RICEVUTE NEL 2010 SINTESI DELL ELABORAZIONE DEI DATI TELEFONO AMICO ITALIA RELATIVI ALLE OLTRE 100MILA TELEFONATE RICEVUTE NEL 2010 Anche quest anno AstraRicerche ha elaborato tutte le informazioni riferite alle ben 106.556

Dettagli

"Gli Ultracinquantenni in Europa" Indagine su Salute, Invecchiamento e Pensioni ineuropa

Gli Ultracinquantenni in Europa Indagine su Salute, Invecchiamento e Pensioni ineuropa ISTITUTO PER LE RICERCHE STATISTICHE E L'ANALISI DELL'OPINIONE PUBBLICA 20144 MILANO - Via B. Panizza, 7 Tel.: (39) 02-48193320 Fax: (39) 02-48193286 DOXA@DOXA.IT WWW.DOXA.IT ID - Famiglia 1 6 0 4 2 0

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Tecniche di presenza Lightin. Tecniche di Presenza. Associazione Culturale Lightin

Tecniche di presenza Lightin. Tecniche di Presenza. Associazione Culturale Lightin Tecniche di Presenza Associazione Culturale Lightin 1 L energia della Natura Si dice che la Natura sia in perfetto equilibrio e di conseguenza anche noi che ne facciamo parte, dovremmo esserlo. L albero

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Tra mente e corpo aspetti psicologici e relazionali

Tra mente e corpo aspetti psicologici e relazionali Tra mente e corpo aspetti psicologici e relazionali Dott.ssa Chiara Magatti Psicologa psicoterapeuta, specialista in psicologia della salute 1 Stare bene! Senso di padronanza e controllo sulla propria

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

DISAGIO E DIPENDENZA

DISAGIO E DIPENDENZA DISAGIO E DIPENDENZA Scuola media di Selvino anno scolastico 2008-2009 Dott. Gian Battista Marchesi Presentazione del corso Tre incontri di due ore per ogni singola classe Primo incontro: Linee di confine

Dettagli

AFFRONTARE INSIEME L AUTISMO Percorso di parent training

AFFRONTARE INSIEME L AUTISMO Percorso di parent training AFFRONTARE INSIEME L AUTISMO Percorso di parent training Premessa Le famiglie con un figlio disabile si differenziano dalle altre famiglie a partire dalla nascita del figlio: problemi di accettazione,

Dettagli

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO

CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO CAPITOLO UNO AUTOVALUTAZIONE DELLE ABITUDINI DI GIOCO D AZZARDO Sommario Questo capitolo tratta di gioco d azzardo e di gioco d azzardo problematico. Le esercitazioni di questo capitolo le consentiranno

Dettagli

Unplugged. Le dipendenze: Il rischio in adolescenza. Azienda USL Rieti- Aula Magna Adiendale Rieti 24 maggio 2012 Rosella Pacifico

Unplugged. Le dipendenze: Il rischio in adolescenza. Azienda USL Rieti- Aula Magna Adiendale Rieti 24 maggio 2012 Rosella Pacifico Unplugged Le dipendenze: Il rischio in adolescenza Azienda USL Rieti- Aula Magna Adiendale Rieti 24 maggio 2012 Dott.ssa Rosella Pacifico Gli adolescenti oggi I giovani di oggi sono per la maggior parte

Dettagli

PERCORSI DI RILASSAMENTO E CONSAPEVOLEZZA DI SE per persone con Fibromialgia. con le tecniche della MINDFULNESS e della MEDITAZIONE

PERCORSI DI RILASSAMENTO E CONSAPEVOLEZZA DI SE per persone con Fibromialgia. con le tecniche della MINDFULNESS e della MEDITAZIONE Presentazione PERCORSI DI RILASSAMENTO E CONSAPEVOLEZZA DI SE per persone con Fibromialgia con le tecniche della MINDFULNESS e della MEDITAZIONE Il progetto vuole essere una applicazione di quanto emerso

Dettagli

ELEMENTI DI PSICOLOGIA DELL EMERGENZA

ELEMENTI DI PSICOLOGIA DELL EMERGENZA ELEMENTI DI PSICOLOGIA DELL EMERGENZA I fattori di rischio e di protezione del volontario A cura degli Psicologi CPPAVPC Ed. 2013 1 DDL 4449 del 2 febbraio 2000 L istituzione del ruolo dello psicologo

Dettagli

COME COMUNICARE? La violenza verbale, da una parte e dall altra, è indice di.

COME COMUNICARE? La violenza verbale, da una parte e dall altra, è indice di. COME COMUNICARE? La violenza verbale, da una parte e dall altra, è indice di. Vorrei partire da un assunto, o meglio una constatazione: è impossibile non comunicare: la comunicazione è una proprietà del

Dettagli

1 livello: alfabetizzazione di base per alunni neo immigrati 2 livello: rinforzo, consolidamento della lingua italiana

1 livello: alfabetizzazione di base per alunni neo immigrati 2 livello: rinforzo, consolidamento della lingua italiana dal POF 6.. Progettii comunii a tuttii ii pllessii Progetto di accoglienza per alunni di lingua non italiana Il Progetto di Accoglienza del nostro Istituto è articolato in diversi interventi educativo

Dettagli

DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE

DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE DBT SKILLS TRAINING ABILITÀ DI REGOLAZIONE EMOZIONALE Maria Elena Ridolfi Regolazione emozionale: obiettivi COMPRENDERE LE EMOZIONI RIDURRE LA VULNERABILITA EMOZIONALE RIDURRE LA SOFFERENZA EMOZIONALE

Dettagli

Modalità Relazionali. Formazione 01/12/2007

Modalità Relazionali. Formazione 01/12/2007 Modalità Relazionali Formazione 01/12/2007 R. Magritte Le Therapeute Modalità di resistenza al contatto Introiezione Proiezione Retroflessione Deflessione Confluenza Polster E. Polster M. Psicologia della

Dettagli

LA CHIAVE D INGRESSO

LA CHIAVE D INGRESSO LA CHIAVE D INGRESSO Una personalità così ricca e così umanamente complessa quale quella che emerge dai manoscritti di Sandra Sabattini non poteva non essere analizzata da un punto di vista psico-grafologico.

Dettagli