Gli operatori: previsioni non buone, si punta su settembre L agosto freddo del turismo umbro L. PARTENZI PAGINA 4. Economia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gli operatori: previsioni non buone, si punta su settembre L agosto freddo del turismo umbro L. PARTENZI PAGINA 4. Economia"

Transcript

1

2 ilgiornale dell UMBRIA Quotidiano di società, economia e politica Giovedì 4 agosto Spedizione in abb. post. D.L. 353/03 (Conv.L.46/04) art. 1 comma 1, DCB - Fil. Perugia Euro 1 Anno XII numero 213 In abbinamento non obbligatorio con i cd Vamos a la playa e Waka waka compilation - Euro 7,90 l uno + il quotidiano Terni Rifiuti, inizia la raccolta porta a porta PAGINA 36 Gubbio Albero di Natale, invito al Papa per l accensione SA N T U C C I PAGINA 15 Perugia - Rilancio Ipercoop Collestrada, ecco come cambia Nuovi partner per rinnovarsi, i contatti FO I S PAGINA 6 Il commento Crisi e mercati, la linea del Piave è quota 400 di GIUSEPPE CASTELLINI E LUIGI PALAZZONI E ovvio che, se presto soldi a una persona che ha fama di restituire il denaro senza problemi, pretendo un tasso di interesse più basso rispetto al denaro che presto a una persona che, invece, è economicamente inguaiata e il suo reddito resta fermo, oppure cresce troppo lentamente, o è addirittura in calo. E esattamente quello che sta avvenendo sui mercati nei confronti dell Italia. Siamo considerati tra gli anelli deboli dell Europa, con un debito pubblico a oltre il 116% del Pil (il che ci costringe, nel 2011, a impiegare il 4,8% -ovvero almeno 70 miliardi di euro - del nostro reddito annuo per pagare gli interessi sul debito pubblico) e con un economia che ristagna. Insomma, siamo uno Stato molto indebitato e che, visto che cresce poco, potrebbe trovarsi in serie difficoltà a pagare gli interessi sul debito contratto. (...) Terni Emergono nuovi dettagli dall inchiesta dei carabinieri che ha stroncato un vasto traffico di droga Finanzieri, gli sms che li incastrano Coca e trans nelle intercettazioni, così si è arrivati agli arresti dei militari Gli operatori: previsioni non buone, si punta su settembre L agosto freddo del turismo umbro TERNI - Cocaina e trans. Sono gli sms intercettati dai carabinieri a incastrare i due ormai ex finanzieri in servizio a Terni, nella caserma di via Bramante. Sms e anche telefonate che, per gli inquirenti, non lasciano scampo all immaginazione e che hanno portato all arresto nei mesi scorsi dei due militari delle fiamme gialle, oggi tra gli indagati a piede libero nell ambito della maxi operazione antidroga, nel cui ambito sono state arrestate 16 persone, tra la Conca e Roma. Marsciano LIBEROTTI PAGINA 33 Pressing per la ricostruzione Si muovono, uniti, i parlamentari umbri Il corsivo I prigionieri del Palazzo di FRANCO TIRATORE I l Palazzo della politica è deserto, sono restati solo loro due a presidiare il fortino : l assessore Casciari e il consigliere politico Valentini. Che faranno? L assessore si tiene in forma con i comunicati. E il secondo? Non è che a qualcuno è sparito, per caso, un mazzo di carte? SEGUE A PAGINA 5 Marchio sugli eventi Tutti contro Brambilla L Umbria penalizzata nel Patrimonio d Italia, il caso in Parlamento Sellano - Soldi buttati >> Una ragazza in vacanza al mare CINTI PAGINA 2 Un canile lungo 15 anni Spesi 400mila euro per una struttura che ancora non funziona P E T RU C C I O L I PAGINA 16 L. PARTENZI PAGINA 4 Il Gestore servizi energetici riscrive la graduatoria, soldi solo a un altro impianto umbro: ora sono 5 Incentivi fotovoltaico, nuova beffa PERUGIA - Il Gestore dei servizi energetici cambia la discussa graduatoria per gli incentivi al fotovoltaico, ma per l Umbria si tratta di una beffa bis. Se prima, infatti, gli impianti ammessi alle agevolazioni erano 4, ora sono passati a 5. CINTI PAGINA 30 Calcio Scommesse: chiesto un -7 per l Atalanta Stop a Doni Radiazione per Signori PAGINA 48 Economia Z A F FA R A M I PAGINA 20 Collocamento, Albo delle Agenzie Nuove regole, ma il servizio resterà gratuito TA I PAGINA 29 Casse: esuberi, linea verde e fusioni In Umbria 60 uscite agevolate, posti per 15 giovani SBARDELLA PAGINA 30 Berlusconi alle Camere: Uniti contro la crisi. Il Pd: se ne vada - Pagina 49

3 Umbria Giovedì 4 agosto Redazione Tel Fax di CHRISTIAN CINTI PERUGIA - Tamburi di guerra contro il ministro del Turismo, Maria Vittoria Brambilla. A sventolare gli stendardi della rivolta parlamentari ed esponenti politici che soffiano sulla brace della polemica contro la mancata attribuzione del marchio Patri- monio d'italia per la tradizione alla maggior parte degli eventi della regione. Il bollino del dicastero è stato assegnato alla Festa dei Ceri di Gubbio e a Coloriamo i cieli di Castiglione del Lago. Fuori dalla lista dei promossi, manifestazioni del calibro della Quintana di Foligno, delle Infiorate di Spello o - solo per citarne alcune -, del Calendimaggio di Assisi. Il ministro Brambilla riveda i criteri per l assegnazione del marchio Patrimonio d Italia e valuti il futuro inserimento, nell elenco degli eventi assegnatari del marchio, di altre manifestazioni che si svolgono nel territorio umbro, oltre alle due già inserite, è quanto chiede in un interrogazione presentata ieri alla Camera, il deputato del Pd Gianpiero Bocci. >> Sbandieratori alla Giostra della Quintana L inchiesta/2 Scatta l interrogazione parlamentare. Il presidente Guasticchi invita il ministro alla Quintana Marchio negato, tutti contro Brambilla Patrimonio d Italia, Bocci (Pd): occorre rivedere i criteri di assegnazione Importanti manifestazioni umbre - sottolinea Bocci - sono state escluse da Patrimonio Italia. Da qui le proteste dei sindaci e delle comunità, che considerano la selezione riduttiva, perché non tiene conto del complesso di rievocazioni storiche e culturali che caratterizzano la tradizione umbra, contribuendo a mantenere vivi e solidi i legami con le radici, ma anche a generare ricchezza, richiamando turisti e visitatori da tutto il mondo. In particolare, per quanto riguarda la Giostra della Quintana, i rappresentanti delle istituzioni locali e perfino il sottosegretario alla Sanità, Martini, tengono a sottolineare che gli animali impiegati sono protagonisti amati e rispettati e che il loro benessere è assicurato durante tutto l anno. Il presidente della Provincia di Perugia Marco Vinicio Guasticchi afferma che le manifestazioni escluse dal marchio Patrimonio d'italia, rappresentano le radici e le tradizioni della nostra terra, oltre ad avere uno forte spessore culturale, ed essere notevole attrazione turistica del nostro territorio. La Provincia in particolare - spiega Guasticchi - è fortemente sensibile e rispettosa degli animali: ha voluto istituire anche un premio Un animale per la vita che è stato assegnato a Sergio Carfagna, allevatore e proprietario di cavalli da trotto che si è distinto per l ammirevole comportamento tenuto nei confronti del proprio animale. Ma è l Um - bria una terra che ha forte rispetto degli animali e lo dimostrano le iniziative e i progetti sia a livello istituzionale che non in loro favore. Ho avuto modo - ha aggiunto Guasticchi - di sfilare in LAPROPOSTA. Ronconi (Udc): serve il sistema Patrimonio Umbria PERUGIA - La Regione dell Umbria invece di lamentarsi, snobbi la decisione del ministro del Turismo, Brambilla che nelle manifestazioni da inserire nell elenco del 'Patrimonio Italia' si è fatta guidare essenzialmente dal suo furore animalista e da una infinita ignoranza sugli eventi umbri. A dirlo è il consigliere provinciale dell'udc, Maurizio Ronconi, che sprona la Regione a comporre un elenco di eventi che vadano a comporre il sistema Patrimonio Umbria, che per credibilità annullerebbe quello monco stilato dalla Brambilla. Questo sarebbe un primo passo serio di federalismo turistico che potrebbe essere d esempio anche per altre regioni. costume nel corteo storico della Quintana ed invito il ministro Brambilla a partecipare alla manifestazione per seguirla in diretta e toccarne con mano i valori culturali, storici e delle tradizioni popolari. Il presidente Guasticchi presenterà un ordine del giorno in consiglio provinciale sulla esclusione dal marchio delle numerose manifestazioni umbre. La scelta del ministro Brambilla di escludere manifestazioni come la Quintana di Foligno, le Infiorate di Spello, le Gaite di Bevagna, il Calendimaggio di Assisi, i Giochi de le Porte di Gualdo Tadino e tanti altri importanti eventi umbri dal marchio Patrimonio d Italia è l emblema di un Governo al capolinea, non in sintonia con le comunità locali e incapace di coglierne identità e risorse, commenta invece il consigliere regionale del Partito democratico, Luca Barberini. Oltre a dimostrare di non conoscere l Umbria, le sue tradizioni e le sue ricchezze - sottolinea Barberini -, il ministro Brambilla ignora il prezioso patrimonio umano e sociale che certe iniziative sono in grado di esprimere, dando un forte contributo allo sviluppo dei territori e alla promozione dell Umbria in Italia e all estero. (2- continua) L assessore Porzi: rispetto per gli animali PERUGIA - Il pregiudizio di qualsiasi natura esso sia non deve mai influire sulla valutazione di eventi culturali e rievocazioni storiche che rappresentano le radici e una fonte di ricchezza del popolo umbro. Lo ha affermato l assessore provinciale alla Cultura, Donatella Porzi, dopo l estromissione dalla lista di Patrimonio d'italia di giostre e palii umbri che si corrono con cavalli, asini ed altri animali. Per Porzi i contradaioli o quintanari assicurano un benessere agli animali impegnati nelle corse di altissimo livello: vietando e vigilando sul doping prima durante e dopo le corse, investendo su stalle e servizi veterinari per tutto l anno e contribuendo con puro volontariato ad allenare, curare e amare questi animali tutti i giorni. Gli animali delle giostre non sono strumento, ma protagonisti amati, rispettati e invocati. LA VICENDA La lista della discordia PERUGIA - L annuncio del ministro è arrivato come un fulmine a ciel sereno. Trentaquattro gli eventi, tra cui i due umbri Festa dei Ceri e Coloriamo i cieli, inseriti nell elenco di Patrimonio d Italia, il marchio attribuito dal ministero del Turismo a quelle manifestazioni che contribuiscono allo sviluppo economico e turistico dei territori. Una decisione che ha sollevato un vespaio di polemiche, con l assessore regionale al Turismo, Fabrizio Bracco, che ha definito incomprensibile la scelta del ministro Brambilla.

4 Giovedì 4 agosto 2011 ilgiornale dell UMBRIA Umbria 3 Presto incontri pubblici e iniziative Sul digitale terrestre il Pd fa il punto della situazione PERUGIA - Si è riunito ieri nella sede regionale del Pd il gruppo di lavoro dedicato alle Infrastrutture immateriali coordinato da Giorgio Fioretto per discutere di Digitale Terrestre. Nel corso della discussione, sono state evidenziate le potenzialità legate all imminente passaggio al digitale terrestre in Umbria. Al contempo si sono considerati quali punti di attenzione le problematiche tecniche e gli aspetti finanziari connessi allo switch off che gli operatori televisivi, in particolare i locali, si troveranno ad affrontare. Il gruppo di lavoro, inoltre, ha valutato l impatto che il passaggio al digitale avrà sulle famiglie, sugli enti e sulle comunità umbre, quali ad esempio ospedali e case di riposo, per le operazioni pratiche e gli adeguamenti tecnici necessari, che avranno verosimilmente una ricaduta economica. Su questi temi il Pd organizzerà, a breve, incontri pubblici e iniziative. Il dibattito/2 Ancora reazioni, dopo la proposta di abolizione avanzata dai consiglieri Pd Smacchi e Barberini Via il listino, siamo al tira e molla Udc, Lega e Idv: Va tolto. Rc e Socialisti: No a strumentalizzazioni PERUGIA - Ricapitoliamo: quando il Palazzo si sta per svuotare o molti sono già con le valige in mano sull uscio di casa, ci pensa il tandem Barberini-Smacchi a fare come il bimbo della favola di Andersen. Solo che questa volta a essere nudo non è il re, ma il famigerato listino regionale. I due consiglieri regionali del Pd, puntano il dito e dicono: aboliamo e togliamo di mezzo i ga - rantiti che non si sudano l ele - zione a Palazzo Cesaroni ma stanno lì tranquilli ad aspettare che la battaglia sia finita, mentre tutti gli altri si fanno una vagonata di cene, comizi e porta a porta. Reazioni? Immediate: sul fronte dell abolizione, versante centrosinistra, scende in campo in prima persona il presidente della Provincia di Perugia Guasticchi, così come, dall altra parte, il capogruppo del Pdl in consiglio regionale Nevi e il collega Lignani Marchesani: entrambi dicono sì, ma con una postilla: andiamo a rivedere il premio di maggioranza. Domanda: e nel Pd, che nel listino ha fatto eleggere alcuni big, tra cui il segretario regionale Bottini, che aria tira? Il capogruppo Locchi, va sull ecumenico ma rimanda la palla in vanti sottolineando che al momento le priorità sono altre. Discorso chiuso? Per il capogruppo dell Udc, la battagliera Monacelli, il capitolo resta aperto. Più aperto che mai. La pasionaria centrista, non fa passare dieci secondi dalla domanda: Il listino va assolutamente abolito, io ho fatto una battaglia dentro il mio partito su questo argomento e continuo ad essere convinta che la scelta spetti agli elettori. Ognuno ci metta la sua faccia e la sua storia - continua - e dunque SA N I TA. di LUCIO FONTANA >> L aula del consiglio regionale l unica soluzione sono le preferenze. Se in consiglio regionale si aprirà un dibattito, l Udc si schiererà per l abolizione. Chiara e netta. Senza se e senza ma, per far fuori il listino, anche il consigliere della Lega, Gianluca Cirignoni. Il listino regionale? Deve essere assolutamente abolito, voti ed elettori si devono conquistare e convincere, tutto il PERUGIA - Il Governo non ha voluto accogliere la proposta delle Regioni di aumentare l accisa sui tabacchi, per evitare l imposizione di un ticket che continuiamo a considerare assolutamente ingiusto ed iniquo. Così si è espresso ll assessore regionale alla Sanità e vicecoordinatore degli assessori alla Sanità della Conferenza delle Regioni, Franco Tomassoni, al termine dell incontro con i ministri per la Salute e gli Affari regionali, Ferruccio Fazio e Raffaele Fitto, che si è svolto ieri a Roma. I ministri - prosegue - ci hanno riferito che il Governo continua a sostenere la via dei ticket come l unica possibile, anche se gli stessi mi- Sui ticket il Governo decide di tirare diritto, Tomassoni avverte: Presto misure alternative >> Franco Tomassoni nistri hanno affermato che l intera vicenda non è del tutto chiusa e che se ne riparlerà a settembre. Questo però costringerà la Regione a procedere in una qualche misura ad assumere provvedimenti di copertura per non incorrere in una chiara violazione delle leggi. E ora? Tomassoni riconferma la contrarietà della Regione a procedere ad una imposizione dei ticket così come voluta dal Governo, per questo stiamo già studiando una rimodulazione della nostra manovra finanziaria al fine di garantire la copertura dei mancati trasferimenti deciso dal Governo attraverso una soluzione che sia la più equa e limitata possibile. Già nelle prossime ore - conclude - un nostro gruppo di lavoro definirà le soluzioni da adottare. resto è un meccanismo poco democratico. E fin qui, siamo sulla linea avanti tutta, buttiamo a mare il listino. Dunque, tutti allineati e d accordo? Non proprio, perché non mancano coloro che alza il sopracciglio e avanzano perplessità indicando un pro - blema Pd : come il capogruppo socialista, Massimo Buconi e il collega di Rifondazione, Damiano Stufara. Parte Buconi: Con una crisi economica a dir poco preoccupante e una disoccupazione che penalizza soprattutto i più giovani, il dibattito sul listino regionale non mi sembra la priorità delle priorità. Detto questo - prosegue - se si apre un dibattito serio sull argomento, non ci tireremo indietro. Segue stillettata: Dibattito serio e non strumentale, perché noi non ci prestiamo ai giochi di corrente interni al Pd. Ancora più esplicito, il collega di Rifondazione, Stufara: Se quella di Smacchi e Barberini - dichiara - è solo una battaglia interna al Pd per delegittimare il segretario regionale ed altri, Rifondazione si chiama fuori. Se, invece, l argomento viene affrontato tenendo fuori strumentalizzazioni e regolamenti di conti, Rifondazione non ha nessun problema a discuterne anche perché noi non abbiamo nessun eletto sul listino. Questa la carrellata delle opinioni. E l Idv? Il consigliere Dottorini, non ha dubbi: Noi siamo per l abolizione del listino e su questo abbiamo fatto una battaglia solitaria anche nella scorsa legislatura. E un privilegio da togliere. Conclusione provvisoria: se ne riparlerà a settembre? Si vedrà. Il sasso è stato lanciato. P. P. BUR. (2 - Fine) L assessore all Istruzione Casciari sugli asili nido: L Umbria ai primi posti di MATTEO BORRELLI PERUGIA - L ultima indagine dell Istat sui servizi per i bambini da 0 a 3 anni conferma per l Umbria un quadro molto positivo, con un aumento del numero di asili nido e servizi integrativi al nido che ci pone ai primi posti tra le regioni italiane. L assessore all Istruzione e Welfare della Regione Umbria, Carla Casciari, commenta così i dati del recente Rapporto dell Istituto nazionale di Statistica sui servizi socioeducativi per la prima infanzia, relativa all anno 2009/2010, che colloca l Umbria ai primissimi posti per tasso di disponibilità e di accoglienza, accanto all Emilia Romagna e alcune regioni del Centro-Nord. In particolare, dalla rilevazione risulta che in Umbria sono iscritti negli asili nido comunali o finanziati sia dai Comuni che dalla Regione oltre 5mila bambini, con un incremento degli utenti pari al 15,9 per cento, in termini percentuali la quarta crescita più elevata a livello nazionale. Precedenti indagini sulla potenziale disponibilità di posti per i bambini da 0 a 3 anni - ricorda l assessore - hanno già evidenziato come, a livello nazionale, l Umbria si attestasse tra le prime in Italia, superando di gran lunga l obiettivo europeo fissato dalla Strategia di Lisbonà, con una percentuale di copertura pari quasi al 40 per cento del numero dei bimbi residenti. Ora - sottolinea - si conferma che in Umbria il numero dei bambini che frequentano i servizi educativi è tra i più alti d Italia: per quanto riguarda i nidi ben il 21,3% dei bambini tra 0 a 2 anni si è avvalso del servizio di asili nido, percentuale di molto superiore a quella dell Italia che è pari all 11,3 per cento. Infine, secondo il Rapporto, sarebbe in aumento anche la percentuale dei bambini che hanno frequentato i servizi integrativi, dove la percentuale dell Umbria è del 6,4% a fronte del 2,3% dell Italia. In entrambi i casi, anche rispetto all anno 2008/2009, il numero di utenti è cresciuto. AMBIENTE Tartarughe da Grosseto al Trasimeno PERUGIA - A Massa Marittima potrebbe nascere un nuovo centro di studi e accoglienza per tartarughe palustri. La novità potrebbe segnare una svolta rispetto al Carapax, il Centro per la tutela delle tartarughe che nel 2007 accolse centinaia di tartarughine acquatiche. Una parte di queste, sono oggi in stato di abbandono in due laghetti poco ossigenati, ma essendo tuttora sotto la custodia del proprietario del Centro le tartarughe non possono essere spostate. Non appena il contezioso giudiziario sarà risolto, per gli animali è stato prospettato uno spostamento nel Centro ittiogenico del Trasimeno grazie a una collaborazione tra Provincia di Perugia e Forestale. Al via il Crums, Vinti: Ridurre le vittime Sicurezza stradale, la Regione si affida al monitoraggio di IVAN TAI IL PARTICOLARE Il report interventi PERUGIA - Tra le vari attività che svolgerà il Crums c è anche quella riguardante la costruzione di un repertorio degli interventi di sicurezza stradale realizzati in Umbria, in Italia e in altri Paesi europei, per individuare le alternative di intervento che possono costituire un utile riferimento (per gli aspetti tecnici, procedurali ed economici). >> Un incidente stradale PERUGIA - La Regione ha avviato la realizzazione del Crums, il Centro regionale umbro di monitoraggio della sicurezza stradale, finalizzato a elaborare supporti e strumenti che consentano alla Regione e alle amministrazioni locali umbre di aumentare la resa sociale ed economica degli investimenti in sicurezza stradale per ridurre in modo significativo le vittime degli incidenti ed i relativi costi sociali. Il Crums è organizzato su tre linee di attività. La prima è quella del miglioramento della rilevazione degli incidenti stradali e integrazione dei dati raccolti con quelli relativi al traffico, alle caratteristiche della rete stradale, ai comportamenti di guida a rischio, al fine di creare un sistema informativo territoriale che raccolga tutti gli elementi che concorrono a determinare l entità e le caratteristiche della incidentalità stradale. La seconda sarà la fase dell analisi dei dati al fine di produrre quadri conoscitivi, rapporti descrittivi e schemi di valutazione per individuare le principali criticità e definire le priorità di intervento. La terza infine riguarderà la costruzione di un repertorio degli interventi di sicurezza stradale realizzati in Umbria, in Italia e in altri Paesi europei, per individuare le alternative di intervento che possono costituire un utile riferimento (per gli aspetti tecnici, procedurali ed economici). L assessore Stefano Vinti descrive il Crums come organismo della Regione a servizio di tutti i soggetti pubblici e privati interessati al miglioramento della sicurezza stradale.

5 4 Umbria ilgiornale dell UMBRIA Giovedì 4 agosto 2011 Gli operatori: in crescita giugno e luglio, due mesi in cui si offrono pacchetti e prezzi ridotti per rendere più attrattivi i periodi deboli L agosto freddo del turismo umbro Previsioni incerte, il clou della stagione si sposta sempre più verso settembre di LARA PARTENZI PERUGIA - Un tempo, sì, era il mese del pienone. Oggi si preannuncia un agosto freddo per il turismo umbro. La guerra dei numeri sulle previsioni per il periodo clou delle vacanze estive 2011 ha un unica certezza, condivisa da tutti gli operatori del settore: non è più il tempo in cui - fabbriche chiuse e viaggiatori pronti a concedersi il meritato riposo - il periodo del solleone faceva registrare il tutto esaurito, almeno nelle mete turistiche della regione dove il top si raggiunge nel periodo estivo. Ormai da anni è un incognita, e dove c è qualche segnale positivo, di certo siamo lontani dai risultati raggiunti prima della crisi iniziata nel 2008 e ha investito anche il settore turistico regionale. E sempre di più - quest anno complice la crisi del debito americana e le incertezze che pesano sull Italia - si assiste ad uno slittamento dell alta stagione verso la fine di agosto e nel mese di settembre, ma vanno molto bene anche giugno e luglio, periodi in cui le tariffe sono più basse, e in cui gli operatori del settore propongono pacchetti e offerte last minute proprio per rendere più attrattivi i cosiddetti periodi deboli. Una situazione che, in linea generale, riguarda l intero territorio regionale e che mette a rischio la redditività delle attività turistiche proprio in quello che dovrebbe essere il periodo di punta. >> Una turista con bagaglio in attesa di partire Ad agosto vengono meno elementi di attrattività che ci sono in altri mesi - come il Festival di Spoleto ed Umbria Jazz - spiegano da Confindustria Alberghi dell Umbria - ma ci sono segnali che con una promozione più strutturata si potrebbe fare di più. In base ai dati dell osserva - torio turistico Str Global in collaborazione con Confindustria e Confcommercio, a giugno c è stata una sostanziale stabilità dell occupazione delle camere Dalla Piscina di Tavernelle a Piediluco Per chi resta in città giochi, sport e natura PERUGIA - L'immagine di una città deserta ad agosto appartiene ormai al passato. Cresce il numero di cittadini e famiglie umbre che quest anno non partiranno per mari e monti e che potranno contare sulle numerose strutture e attività presenti sul territorio nel periodo estivo. Nel territorio di Perugia, come in quello di Terni, il riposo e la riscoperta della natura sembra essere uno dei punti imprescindibili al centro delle scelte di coloro che restano a casa per il periodo di ferie. Cresce il numero di cittadini e famiglie che quest anno non partiranno Paolo Santori, vice presidente delle piscine intercomunali di Tavernelle evidenzia che il maltempo ha determinato un calo delle attività, ma quest anno abbiamo rilevato un incremento dei cittadini di Perugia, che prima venivano di meno, mentre si mentre a luglio si assiste ad incrementi che hanno raggiunto anche i 10 punti percentuali (nella prima settimana) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Giugno e luglio migliori dello scorso anno anche per il presidente di Federalberghi della provincia di Perugia, Vincenzo Bianconi, ma ad agosto nel momento in cui si vende il prodotto al suo prezzo reale, e quindi senza offerte par- conferma l affluenza di visitatori provenienti da altre città dell Umbria, soprattutto Foligno e Bastia. Quest anno, inoltre si può notare un forte passaggio di turisti provenienti dal Lago Trasimeno, visto il clima nord-europeo, mentre sono diminuiti i turisti italiani, come i romani, particolarmente presenti a Città della Pieve. Ad attirare i visitatori presso la struttura è soprattutto il parco immerso nel verde, dove ci sono sdraio e lettini e dove le famiglie possono trascorrere una giorna- ticolari, perdiamo presenze, a testimoniare che l'umbria resta attrattiva sul mercato nella misura in cui ha una tariffazione molto competitiva rispetto ad altre destinazioni. Fatturati in caduta libera da 4 anni, puntualizza Bianconi. E Assoturismo-Confesercenti dell Umbria: C è ancora una grande disponibilità, il mese di agosto sarà un incognita - afferma il presidente Sergio Viterbi - mentre stiamo rilevando una tendenza a muoversi maggiormente a settembre. Viterbi sottolinea che per agosto c erano numerose richieste, ma che dopo il default americano c è paura per le misure che saranno adottate anche in Italia, come quelle di nuove imposte. Insomma, non è solo una questione di prezzi, che peraltro sono già stati abbassati da anni, ma di un incertezza per i futuro che pesa soprattutto sui flussi turistici italiani - prosegue Viterbi - che più degli stranieri si muovono con il last minute. Nell area del Trasimeno de - ludente anche il mese di luglio - evidenzia Marcello Cresti direttore dell Urat (Unione ristoratori e albergatori del Trasimeno), mentre il calo delle prenotazioni di agosto si giustifica, almeno in parte, con lo slittamento delle vacanze degli olandesi, che rappresentano una fetta importante dei flussi turistici dell area. Ma in fondo tutti tengono duro e si incrociano le dita: Perchè l Umbria è splendida. >> Alcune persone praticano canottaggio sul lago di Piediluco ta di riposo in piena tranquillità. Per i più giovani piscine e scivoli, giochi e divertimento, con una stretta vigilanza del personale che opera nella struttura. Vacanze i città anche per numerosi ternani, molti dei quali approfittano del periodo di riposo per rinfrescarsi ai bordi del lago di Piediluco, dove è possibile svolgere numerose attività sportive, come la pesca e il canottaggio. Quest anno non c è stato nè un aumento nè una abbassamento del numero dei visitatori - spiegano dalla pro loco - molte persone vengono da fuori, più che altro per stare in mezzo alla natura, prendere un pò di fresco e praticare le attività sportive. Ma sono numerosi anche i ternani che vengono anche di sera, soprattutto nel fine settimana, quando vengono organizzati gli spettacoli. LE PREVISIONI Temperature estive e sole PERUGIA - Dopo le piogge della scorsa settimana un campo di alta pressione allungato dal Mediterraneo centrale fin verso l'europa settentrionale ha finalmente riportato condizioni stabili, soleggiate e tipicamente estive sulle regioni centrali e sull U m- bria. Se si eccettua un passaggio nuvoloso nella giornata di ieri e di oggi (la giornata trascorrerà caratterizzata da annuvolamenti e schiarite su Umbria, Lazio e Toscana, con ampie achiarite in serata ovunque) che renderà temporaneamente grigi i cieli, il tempo si materrà ben soleggiato almeno fino alla prossima settimana, quando però potrebbero tornare le correnti atlantiche. Oggi le temperature medie resteranno stazionarie o in lieve ulteriore aumento, specie nei valori minimi, con punte massime di gradi. I valori massimi dei prossimi giorni risulteranno intorno alle medie stagionali, di poco sopra i 30 gradi. Più brasiliani E pure i milanesi PERUGIA - Un ritorno degli americani in Umbria che, si spera, non venga cancellato dall attuale crisi del mercato finanziario del Paese, mentre per quanto riguarda i nuovi trend di mercato spunta il mercato brasiliano, soprattutto della parte sud del Paese. Questo per quanto riguarda gli stranieri, mentre per gli italiani, oltre ai tradizionali romani - che rappresentano una fetta molto importante del turismo umbro - e ai pugliesi che sempre di più si avvicinano all Umbria, sta crescendo il numero di turisti milanesi, anche se ancora rappresentano una nicchia. Questi alcuni target importanti su cui concentrarsi per far crescere il turismo umbro, come sottolinea il presidente di Federalberghi-Confcommercio della provincia di Perugia, Vincenzo Bianconi

6 Giovedì 4 agosto 2011 ilgiornale dell UMBRIA Umbria 5 LETTERE & OPINIONI Poliziotti, troppi cambi-turno E da qualche mese che l Ugl Polizia di Stato sta osservando l andamento della questura e dei Commissariati della provincia di Perugia, relativamente all impiego del personale ed alle indennità economiche spettanti al personale, secondo quanto previsto dal contratto nazionale. In particolare da qualche mese si osserva sulle modalità di utilizzo, da parte dell Amministrazione, dell istituto del cambio turno che dovrebbe essere utilizzato solo in casi di esigenza improvvisa ed imprevedibile. Per questo disagio provocato all operatore di Polizia, è prevista una indennità economica che si raddoppia nel caso in cui il cambio turno sopprime anche il previsto giorno di riposo settimanale. La questura fa un uso eccessivo ed indiscriminato del cambio turno e ciò ha portato l Ugl a diffidare il Questore di Perugia a ricorrere all istituto del cambio turno, se il Viminale non garantirà la copertura economica per il pagamento dell indennità per il prossimo semestre. Infatti il ministero dell Interno, per tutto l anno 2011, ha assegnato cambi turno circa, con la relativa copertura economica, di fatto il Questore segnala di aver effettuato sino al 30 giugno ben cambi turno. Riteniamo che sia una cosa gravissima quanto sta accadendo ai poliziotti perugini, che stanno lavorando gratis perché al momento non è previsto nessun aumento di risorse per pagare le relative indennità, dei cambi turno in esubero. In un momento economico così difficile la gestione del personale diventa fondamentale perché bisogna saper coniugare le esigenze della sicurezza con il rispetto del contratto nazionale e delle funzioni di ogni singolo operatore. La coperta è sempre più corta e molte volte abbiamo invocato l intervento del Prefetto, del sindaco di Perugia e degli esponenti politici, ma il risultato è chiaro: in questi giorni sono stati movimentati su tutto il territorio nazionale poliziotti ma nessuno di loro è stato assegnato alla provincia di Perugia. Abbiamo proposto l istituzione del Reparto Mobile o l aggregazione di un Nucleo prevenzione crimine, abbiamo più volte invocato l unità sindacale, ma purtroppo il personalismo ha il sopravvento. ENZO GAUDIOSI Segretario regionale Ugl Il Corecom attende risposte Sinistra Critica umbra ritiene che i problemi posti dal presidente del Corecom Mario Capanna siano veri e giusti in particolare rispetto alla necessità di aumento dei lavoratori che siano capaci di rispondere ai compiti previsti dall'organismo. Ad una richiesta fatta certo con decisione, ma sacrosanta, la risposta della politica delle istituzioni regionali è stata ad oggi sostanzialmente nulla perché la semplice riassunzione del personale in carico è da considerarsi un fatto obbligatorio e ben lontano dal prospettare la soluzione dei problemi evidenziati. Il fatto che il Corecom agisca in condizione di manifesta illegalità rispetto ai suoi compiti è inaccettabile ed evidenzia anche la contraddizione dei politici di questa regione che da un lato sono contrari alla lunga vacanza Patente a punti. Sì ma quanti ne sono rimasti? Ecco i modi per calcolare il bonus dell automobilista prevista dal Parlamento italiano e a livello locale di fatto avallano una simile situazione non dando risposte a problemi veri. Anche con questa vicenda la regione dell Umbria manifesta non solo l incapacità a dare risposte ai problemi di ieri ma anche a quelli di oggi. LUIGINO CIOTTI Coordinatore regionale umbro di Sinistra Critica Sentenza sulla scuola, l Umbria si attivi La sentenza del Consiglio di stato, che ha dichiarato illegittimo il pacchetto di provvedimenti riguardanti i tagli degli organici della scuola effettuati negli ultimi due anni, è una bella notizia per la scuola italiana. La sentenza stabilisce l illegittimità degli 87mila posti fatti sparire dal ministro Gelmini e che nella nostra regione hanno riguardato centinaia di precari. Sarebbero già molte le ragioni che dovrebbero portare il ministro a dare le dimissioni, ma questa può bastare da sola. Il risultato è merito dell impegno dei genitori degli studenti, dei lavoratori della scuola, della Flc-Cgil, dei comitati, di organismi particolari come il Tavolo toscano, dei partiti che, come Sinistra Ecologia Libertà, hanno con ostinazione e determinazione contestato i tagli agli organici. Sconcertante è il comportamento della Gelmini che non ha tratto dalla sentenza l occasione per un ripensamento complessivo delle sue politiche scolastiche. Ora spetta alle forze di opposizione e alle istituzioni democratiche farne un'occasione di iniziativa politica per pretendere un adeguamento degli organici della scuola. E necessario pertanto che le istituzioni operino concretamente e per questo Sel chiede alla Regione dell Umbria di adoperarsi per il pieno rispetto della sentenza del Consiglio di stato, visto che in ballo c è la qualità e il futuro della scuola pubblica e il posto di lavoro di centinaia di precari. LUIGI BORI Coordinatore regionale di Sel e responsabile del dipartimento istruzione-cultura-sanità Via il Pdl, torniamo a Forza Italia Le lettere, firmate con nome e cognome, vanno inviate a: Lettere e Opinioni Il Giornale dell Umbria, via Monteneri, Perugia (Pg) fax: T empo di vacanze, quindi è ancora più importante partire con la coscienza a posto, anche per quanto riguarda il saldo dei punti riportati dalla nostra patente. Si tratta di una verifica che le forze dell ordine effettuano ogni qualvolta ci fermano per un controllo, ma che possiamo fare anche noi. E sempre utile farlo, ma soprattutto dopo una eventuale sanzione che abbia comportato una decurtazione di punti o per verificare che trascorso il tempo di riabilitazione questi siano stati restituiti. Sono molti i motivi che possono spingerci a verificare noi stessi la situazione del nostro permesso di guida, senza attendere che veniamo fermati ad un controllo per strada da parte delle forze dell ordine. Verifica online Due le strade possibili. La prima è collegarsi al sito Il portale dell automobilista nel quale il ministero dei Trasporti ha allestito un area preposta al controllo dei cosiddetti abilitati alla guida ; per l accesso è sufficiente iscriversi al portale e seguire le istruzioni. Verifica al telefono Una seconda via è invece telefonica. Basta chiamare questo numero: , avere la patente a portata di mano e seguire le istruzioni della voce elettronica. Sia chiaro però: non si tratta di un numero verde e quindi non è gratuito. La telefonata va quindi effettuata da un normale telefono fisso e la tariffazione (urbana) segue il contratto in essere con il nostro gestore di telefonia. I bonus e la matematica Ovviamente, se sappiamo di non esserci persi nemmeno un punto per strada, il saldo può anche essere dedotto. Chiunque infatti non abbia commesso infrazioni che prevedano la perdita di punti, avrà infatti avuto in omaggio un paio di punti bonus ogni due anni. Cosa significa? Semplice: il calcolo scatta dall introduzione di questo tipo di patente, nel Da allora ad oggi sono trascorsi quattro bienni per un totale di 8 punti, che sommati al tesoretto di partenza fanno avere a tutti gli automobilisti più virtuosi la bellezza di 28 punti. Ma il tetto c è I regali non sono infiniti però. L ultimo scaglione previsto è infatti atteso nel luglio del Da quel momento, chi avrà la fortuna di aver raggiunto i 30 punti non godrà più di alcun bonus. Siamo tutti con Angelino Alfano, ora che potrà lavorare a tempo pieno per il partito, per un nuovo percorso di rilancio delle iniziative nel territorio, di nuovi impulsi e motivazioni per i giovani, di trasparenza delle regole, di democrazia interna oggi ingessata su pochi, di formazione e selezione di una nuova classe dirigente capace e preparata in grado di includere e non escludere, rivolta al recupero di quei elettori moderati che alle regionali non ci hanno votato, con il ricambio fisiologico ed ormai non rinviabile degli attuali assetti di vertice del partito. Siamo con Alfano perché interpreta ed identifica i nostri valori fondanti liberal-democratici, che hanno ispirato l azione del nostro circolo in questi 13 anni di impegno politico: dal Ppe all Italia che ho in mente di Silvio Berlusconi, da Einaudi a De Gasperi a Don Sturzo. E proprio perché il PdL attualmente non affascina più, non ha identità, oggi che, con Alfano, è davvero un unico partito, ci sentiamo di condividere e di appoggiare le ultime riflessioni del premier di recuperare la sigla di Forza Italia amata da milioni di Italiani, dei cui valori, proposte, indirizzi sentiamo tutti la nostalgia. ARMANDO FRONDUTI Presidente del Circolo di Perugia Casa, famiglia, sicurezza e Lavoro ACCERTAMENTI DIFFUSIONE STAMPA Certificato n dell Oppure via SEGUE DALLA PRIMA. Crisi e mercati... (...) Chi compera i nostri titoli di Stato, pretende quindi interessi ben maggiori di quelli che vuole, ad esempio, per acquistare titoli di Stato tedeschi, considerati i più affidabili dell Unione europea e considerati pertanto un punto di riferimento. Ovviamente, la fiducia verso un Paese è qualcosa di più complesso rispetto alla pura e semplice situazione economica: contano anche la stabilità del Governo, la situazione politica, la qualità del ceto dirigente, il ruolo geopolitico e altro. Sia come sia, sta di fatto che i mercati, a un certo punto, hanno colto la debolezza dell Unione europea e puntato contro di essa. Colpendo con un ondata di vendite i titoli di Stato di alcuni Paesi più a rischio (in primis Grecia, poi Spagna e Portogallo, quindi l Italia) e per questa via prepararsi all attacco finale finale contro l euro, puntando a guadagnare con il suo crollo. La speculazione non è un qualcosa di diabolico. E sem - plicemente la scommessa di alcuni sul fatto che i titoli di Stato (ma anche delle azioni e obbligazioni private) di quel Paese domani valgano meno di oggi. Quindi si guadagna se oggi si vendono a 100, per ricomprarli domani a 90. Gli operatori che, invece, hanno fiducia in quel Paese, fanno l esatto opposto. Per guadagnare, comprano a 100 oggi sperando di vendere domani a 110. Se prevalgono i ribassisti, i titoli di Stato scendono di prezzo e, di conseguenza, il loro tasso interesse aumenta (ieri i Btp con scadenza 10 anni si sono avvicinati al 7% annuo, rispetto a poco più del 3% di quelli tedeschi). Il che significa che lo Stato deve sborsare più soldi per rimborsare gli interessi sul debito contratto. Il metro di paragone è il Bund tedesco (titolo di Stato a 10 anni). Quando si dice che tra Btp (Buono del tesoro poliennale) italiano a 10 anni e il Bund tedesco aumenta lo spread, significa che, rispetto alla Germania, il rischio Italia per gli investitori aumenta e quindi lo Stato deve pagare più interessi per piazzare i propri titoli. Il prezzo della mancanza di fiducia è molto salato. Con un debito pubblico che ha raggiunto quasi quota 2 milioni di miliardi di euro, ogni 100 punti base (ossia 1 punto percentuale) di aumento dello spread tra Btp e Bund comporta per lo Stato 15 miliardi annui di interessi in più da pagare. Soldi da reperire con tagli di spese o aumenti di tasse, o con entrambi. Si tenga presente che, ad esempio, nel 1998 lo spread tra Bund e Btp era di appena 2 centesimi di euro ( un risultato straordinario, dichiarò l allora ministro del Tesoro, Ciampi), mentre ieri è arrivato a superare i 380 punti base (ossia, per acquistare un titolo italiano si chiedono 3,8 punti percentuali in più rispetto all'omologo titolo tedesco). Se lo spread fosse rimasto a 2 centesimi, oggi risparmieremmo quasi 60 miliardi di euro l anno. In pratica, non sarebbe stata necessaria alcuna Manovra (quella approvata è di 80 miliardi in 3 anni) e avremmo avuto risorse per tagliare le tasse. La cifra dello spread da tenere d occhio è 400. La Manovra, infatti, prevede il pareggio di bilancio nel 2014 conteggiando, come ipotesi limite, proprio uno spread di 400 punti base tra Btp e Bund. Sopra, gli italiani dovranno tirare ulteriormente la cinghia (15 miliardi di euro l anno ogni punto percentuale in più di spread). Sotto, avremmo un tesoretto che permetterebbe di alleggerire i sacrifici previsti. Insomma, lo spread misura il grado di fiducia e, si sa, la fiducia uno se la deve meritare. Al momento, chi compra i titoli di Stato italiani ritiene che la nostra sia in discesa, soprattutto perché la crescita economica dell Italia è scarsa e perché la Manovra scarica il suo peso non subito, ma nel 2013 e 2014, quando ci sarà un nuovo Governo. Da qui l obiettivo, dichiarato nell Avviso comune imprenditori-sindacati, di portare la crescita dall attuale 1% ad almeno il 2%. Se ci riusciremo bene, altrimenti i sacrifici che stiamo facendo rischiano di essere solo una prima rata di ulteriori, pesanti colpi al nostro livello di vita. Giuseppe Castellini Luigi Palazzoni ilgiornale dell UMBRIA aderente a Direzione Direttore responsabile: Giuseppe Castellini Direttore editoriale: Luigi Palazzoni Società editrice: Gruppo Editoriale Umbria 1819 s.r.l. Presidente: Giambaldo Traversini Vice Presidente: Giampiero Bianconi Amministratore delegato: Emanuele Mapelli Consiglieri di Amministrazione: Ernesto Cesaretti - Giorgio Ragni Direzione, redazione e amministrazione: via Monteneri, 37 Perugia - Tel Fax Redazione di Terni: Vico dei Tintori, 17 - Tel Fax Redazione di Foligno/Spoleto: Via F.lli Rosselli, 15 Foligno Tel Fax Redazione di C. di Castello: P.za Gioberti, 3 - C. di Castello Tel fax Organizzazione - Marketing - Diffusione Responsabile: Filippo Piervittori Tel Fax 075/ Pubblicità: CENTROITALIA PUBBLICITÀ Via Monteneri, 37 - Perugia Tel Fax PUBBLICITÀ LEGALE: Il Sole 24 Ore spa - System Ufficio Firenze Ponte Vecchio Firenze - Tel Fax Registrazione Tribunale di Perugia numero 8/97 del Stampa GALEATI PERUGIA INDUSTRIE GRAFICHE s.r.l., Via Pievaiola, 166 F-2 - Perugia Spedizione in abb. post. D.L. 353/03 (Conv.L.46/04) art.1 comma 1, DCB - Fil. Perugia Per abbonamenti visitate il nostro sito web o telefonate allo La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 Web-site:

7 Giovedì 4 agosto 2011 ilgiornale dell UMBRIA Città di Castello 13 Il primo punto è capire in quali zone far passare la nuova strada, che rimane uno degli elementi principali per il rilancio dell economia Superare le divisioni sul tracciato della E78 Polemiche sull ingresso dei soci privati per il completamento dell infrastruttura di LUCIA PIPPI Centri estivi, ultimi giorni CITTA DI CASTELLO - Non solo nuoto ma anche atletica, calcio, ginnastica, nuoto, pallacanestro, pallavolo, rugby, tennis, tennis tavolo,cui aggiungono anche giochi in acqua ed attività d animazione. E questa la proposta dei Centri Estivi per bambini e ragazzi sino a 14 anni che Polisport promuove negli impianti della Cittadella Sportiva di Belvedere. L iniziativa proseguirà sino al 12 agosto. Per le iscrizioni basta contattare la segreteria (tel ) della struttura di via Engels. Un occasione per avvicinare i ragazzi allo sport attraverso iniziative che possano anche contribuire a far passare loro qualche ora in compagnia dei propri coetanei. Una serie di iniziative che ogni anno richiama decine di ragazzi nelle piscine e nelle palestre. CITTA DI CASTELLO - La decisione di aprire ai privati per terminare la E78 e far riscuotere il pedaggio continua a suscitare non poche polemiche. C è chi plaude all iniziativa, che di fatto fa intravedere qualche spiraglio per il completamento dell opera e chi, invece, non è d accordo soprattutto perché manca un indicazione precisa del tracciato per il tratto umbro. Una polemica che si trascina ormai da anni e che non è stata ancora conclusa. Il recente incontro tra sindaci e Provincia sulla strada E78 ha evidenziato una volta di più l'insussistenza di una classe politico-amministrativa assolutamente inadeguata e fuori dalla realtà, dice il consigliere regionale del Pdl Andrea Lignani Marchesani, secondo il quale sono stati i litigi del passato su di un tracciato virtuale a causare ritardi e perdite di competitività del territorio altotiberino. Per Lignani sarà comunque un impresa ardua dover trovare quel capitale privato disposto a ricevere solo il 33 per cento di finanziamenti a cantieri chiusi; sarà comunque veramente difficile colmare il gap temporale ed economico rispetto agli altri territori umbri che godranno di una viabilità orizzontale a quattro corsie e prevalentemente senza pedaggio; sarà comunque irreparabile il ridimensionamento del tracciato che non passerà probabilmente più per Arezzo ma si reimmetterà sulla Siena-Bettolle. E nonostante tutto questo - osserva Lignani SINISTRA PER CASTELLO CITTA DI CASTELLO - Sul fronte locale anche la Sinistra per Castello si dichiara contraria all ingresso dei privati, pur plaudendo all interesse della Provincia e dell assessore Domenico Caprini per quanto riguarda il completamento di MIRCO DIARENA UMBERTIDE Si chiama piazza del Mercato ma potrebbe essere tranquillamente ribattezzata con il nome di piazza dei Miracoli. Sì perché a distanza di due mesi dalla sua inaugurazione l opera forse più discussa della storia di Umbertide ha finito per mettere tutti d accordo: umbertidesi, politici e soprattutto i tanti turisti che in questi giorni hanno preso d assalto la città, seduti sulla scalinata (visto che di panchine non ce ne sono) ad ammirare la Rocca di Umbertide. Il progetto che ha riportato alla luce la piazza del Mercato e la passeggiata sul Regghia ha interessato un'area di circa 3 mila metri ed ha avuto un costo complessivo di circa 9 milioni di euro. Come anticipato la nuova piazza del Mercato ha strappato in un comunicato della Regione - vediamo amministratori che ancora osano disquisire sul tracciato per mere logiche elettorali e pseudo ambientaliste. Confesercenti Umbria esprime l appoggio più completo a tutte le soluzioni che possono portare finalmente a termine la progettazione della E78, condizione que- Non prevalgano le logiche del profitto sta imprescindibile per qualsiasi tipo di finanziamento. L ipotesi di un coinvolgimento di soggetti privati attraverso un partenariato con il pubblico, può essere l ele - >> Il tracciato della E78 e, nel tondo, il consigliere regionale del Pdl, Andrea Lignani M a rc h e s a n i mento di velocizzazione di un processo che necessita un accel - lerazione immediata. Bene ha fatto l assessore Caprini - scrive l associazione - ad attivare un confronto immediato con gli amministratori locali che hanno giustamente chiesto tutela per i territori coinvolti dal tracciato. L im - portate è non cadere in sterili campanilismi che rischiano di far allungare ulteriormente il completamento della E78; strada questa che può diventare uno degli elementi forti di rilancio dell economia di una vasta area della nostra regione, senza dimenticare l impatto positivo che avrà sicuramente per quanto riguarda l aspetto turistico. Sulla vicenda ha preso la parola anche Oliviero Dottorini dell Italia dei valori. L'ultimo annuncio roboante risale esattamente a un anno fa. In quell'occasione i nostri amministratori locali annunciavano per l'ennesima volta l avvio dei lavori per la realizzazione della Piastra logistica dell Altotevere, l opera che doveva essere terminata già da anni e che invece nessuno riesce a vedere neppure iniziata. Purtroppo - conclude Dottorini - è triste constatare come avevamo ragione allora a dire che quel centro intermodale si presentava come un errore progettuale senza precedenti, privo di ogni fondamento strategico e urbanistico. Polemiche che non sembrano destinate a placarsi. Umbertide A distanza di due mesi dall inaugurazione del percorso sul torrente Regghia, la struttura piace a commercianti e turisti La nuova piazza del Mercato mette tutti d accordo >> Il parco sul torrente Regghia per la realizzazione di interventi di riqualificazione ambientale ed urbanistica, ma con una interessante specificità: aver trasformato la messa in sicurezza idraulica del torrente Regghia in un vero e proprio elemento di ulteriore promozione e valorizconsensi anche fra i banchi della politica regionale: Il progetto - ha detto la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini - si inserisce perfettamente nella azioni di programmazione regionale rivolte alle città storiche dell'umbria dell arteria. Vogliamo esprimere anche con grande chiarezza la nostra contrarietà ad ogni apertura al privato per il completamento dell infrastruttura. Una contrarietà - dice la portavoce Marta Melelli - non ideologica, ma dettata dalla consapevolezza della possibile messa in discussione dell'attuale tracciato, considerato il meno impattante da un punto di vista ambientale e paesaggistico, per le convenienze e i profitti dei privati di turno. zazione della parte storico ambientale del centro di Umbertide e del suo contesto paesaggistico. Le diverse componenti che costituiscono il progetto unitario di qualificazione e recupero urbano, di uso sociale e civico dell'area e di promozione, anche economica, della città sono rispondenti sia agli obiettivi individuati dalla Unione Europea per l'accesso ai fondi finalizzati alla valorizzazione ed al recupero dei centri storici, sia dalla Regione Umbria all'interno dei Piani Urbani Complessi e più di recente della legge regionale sui centri storici. Il Comune di Umbertide - ha aggiunto Marini - ha dimostrato di avere una visione strategica della città, del suo ruolo, e del contesto ambientale complessivo in cui si colloca un centro storico che ha caratteristiche proprie e differenti da altri centri storici dell'umbria, ridisegnandone l'identità. DAL COMUNE Box per disabili a San Girolamo CITTA DI CASTELLO - In via Pomerio S. Girolamo (verso il lato dell ingresso parcheggio Le Grazie ) sono stati istituiti due box per portatori d handicap. Il provvedimento, contenuto in un ordinanza dirigenziale del comando della polizia municipale di Città di Castello, è finalizzata a garantire la presenza di spazi per soggetti disabili nelle immediate vicinanze della sede giudiziaria assegnata al Giudice di Pace. Una decisione che è stata concordata insieme alla giunta comunale.

8 Spoleto Giovedì 4 agosto Redazione Tel Fax L ex Pozzi potrebbe sospendere per un mese la linea della ghisa. Per la tipografia offerta da 800mila euro Industrie in crisi, si muove il Comune Il sindaco convoca dipendenti e proprietà di Ims e Nuova Panetto e Petrelli di FILIPPO PARTENZI SPOLETO Il Comune pronto a scendere in campo in favore della Ims e della Nuova Panetto e Petrelli. Alla luce della drammatica situazione vissuta dalla ex- Pozzi e dalla storica tipografia di viale Martiri della Resistenza, costretta a mettere in cassa integrazione 300 operai la prima e ancora in cerca di un nuovo soggetto interessato a rilevare la quota di maggioranza la seconda, l ordine di scuderia lanciato dal sindaco Daniele Benedetti è uno solo: elaborare e mettere in campo, nel più breve tempo possibile, un piano di salvataggio che possa permettere alle due aziende di risollevarsi. E, conseguentemente, scacciare una volta per tutte lo spettro dei licenziamenti di massa. Prima di qualsiasi provvedimento, però, sarà necessario effettuare uno screening completo delle problematiche presenti, avvalendosi anche del supporto dei sindacati. Domani e lunedì - ha rivelato il primo cittadino, al termine della riunione di Giunta - ci incontreremo sia con le Industrie Metallurgiche di Spoleto che con la Nuova Panetto e Petrelli per cercare di capire le azioni necessarie da intraprendere. Una volta ascoltate le voci dei operai e anche delle proprietà, ci impegneremo ad aiutarle concretamente. Nel frattempo, però, il tempo stringe. L Ims, azienda del gruppo Castiglioni, stando a quanto trapelato, starebbe pensando di interrompere per un mese il reparto della lavorazione della ghisa, mentre la Nuova Panetto e Petrelli sembrerebbe navigare in acque meno mosse. Ma non per questo necessariamente più calme. Andati deserti i primi tre seggi per la vendita della quota di maggioranza (80,7%) in passato appartenuta alla società >> Lo stabilimento della Ims a Santo Chiodo Nel tondo, un tipografo al lavoro Team 2000, poi fallita, l'attenzione è ora spostata al 22 settembre, giorno in cui svolgerà la nuova asta, fissata dal tribunale di Latina. Sulla tipografia c'è da registrare l'interesse di una cordata di otto imprenditori, disposti ad acquistarla offrendo 800 mila euro. Ancora sconosciuto, però, il nome delle aziende coinvolte. Procede invece senza intoppi, nonostante le perplessità mostrate da alcuni consiglieri comunali, la trattativa con le aziende tedesche, leader nel settore delle case ecologiche prefabbricate, decise ad aprire una propria filiale all'interno della zona industriale di Fabbreria. Non esiste alcun problema con loro ha spiegato l'assessore allo sviluppo economico Maria Margherita Lezi anzi, sta andando tutto nel verso giusto. Alcuni emissari sono a Spoleto da ormai alcuni giorni e la volontà comune è quella di realizzare il progetto. IL CONSIGLIERE SETTIMI Centri estivi di ginnastica ritmica, i ringraziamenti della Federazione Bando per spingere gli operatori del settore ad offrire pacchetti promozionali per attirare più visitatori in città Turismo, l Amministrazione a caccia di offerte di PAOLA CINTIO SPOLETO - Prezzi vantaggiosi per attirare i turisti. Il Comune vuole aumentare gli afflussi nella città ducale e lo fa promuovendo la costruzione di pacchetti vacanze convenienti. L Ente ha pubblicato un avviso aperto agli operatori del settore turistico per acquisire proposte da parte degli agenti economici, di tutte le categorie, interessati ad offrire prezzi o soluzioni vantaggiose per la realizzazione di pacchetti del turismo ed eventi. Ideatrice dell iniziativa, l assessore Maria Margherita Lezi, con delega proprio al turismo e allo sviluppo economico. Si tratta - spiega - di una soluzione concepita in via sperimentale, che pensiamo sia molto efficace per incrementare i flussi turistici, soprattutto in periodi dell anno, come la media e bassa stagione, caratterizzati da presenze turistiche più contenute. Quindi un vantaggio unico per la città, che offre eventi culturali in ogni periodo dell anno solare. È una forma - continua l assessore - di collaborazione tra operatori economici di tutte le categorie e il Comune, in cui l ente fa da facilitatore portando a conoscenza di agenzie di viaggio, organizzatori di congressi o tour operator, particolari servizi, offerte o proposte vantaggiose e appetibili. SPOLETO Un sentito grazie per aver contribuito alla realizzazione dei collegiali dei centri estivi federali di addestramento e formazione della sezione ritmica della Federazione ginnastica d Italia. Lo ha voluto esprimere il consigliere federale Roberto Settimi nei confronti dei soggetti vicin alla manifestazione: Voglio ringraziare l'hotel dei Duchi, il Clitunno e tutti gli altri alberghi che hanno ospitato parte delle delegazioni. Fondamentale, per portare ancora a Spoleto i collegiali estivi, la collaborazione della polisportiva La fenice, l ufficio Sport del Comune e la sua direzione. Con questo bando pubblico si intendono individuare operatori economici disposti ad offrire, per la durata di un anno, corrispondente al periodo che va dal 1 settembre 2011 al 31 agosto 2012, servizi ed attività a prezzi particolarmente vantaggiosi rispetto alle condizioni di mercato. Gli operatori economici dovranno far pervenire entro il 10 agosto 2011 la propria manifestazione di interesse mediante la modulistica presente sul sito internet dell en - te, alla sezione Bandi e Concorsi. Sarà poi il Comune a comunicare l elenco delle offerte pervenute alle agenzie di viaggio ed ai tour operator, in modo che questi ultimi possano commercializzare i pacchetti turistici oppure per organizzare congressi ed eventi. Sul portale istituzionale dell ente sarà pubblicato l elenco degli operatori economici che hanno manifestato interesse a questa iniziativa. Il Comune collaborerà anche all eventuale costruzione di pacchetti all inclusive concedendo, a condizioni facilitate, l ingresso a tutti i musei della città inclusi nella Spoleto Card. Le manifestazioni di interesse da parte degli operatori economici vanno presentate tramite posta elettronica certificata all indirizzo o al numero di fax 0743/ oppure a mano all ufficio turismo in piazza della Libertà. LA MOZIONE. Accattonaggio, Bernelli (Pdl): vietiamolo SPOLETO Wolfgang Bernelli vuole una linea dura del Comune contro il fenomeno dell accattonaggio. Il consigliere comunale del Pdl ha infatti annunciato che presenterà a breve al primo cittadino Daniele Benedetti una mozione per far estendere l ordinanza per evitare l accattonaggio sull intero territorio comunale spoletino. Negli ultimi tempi ha spiegato Bernelli - il fenomeno in città si è esteso a macchia d olio da parte di soggetti presenti in alcuni incroci cittadini, piazza e corso Garibaldi, soprattutto nei giorni di mercato, nelle vie più transitate del centro storico cittadino. La tolleranza di questi problemi sociali ha aggiunto - ha dimostrato nel tempo, che non solo non ha risolto la situazione, ma ha fatto in modo che certe cose avvenissero alla luce del sole nella più assoluta indifferenza. Comportamenti di questo tipo sono diffusi anche all ester - no degli esercizi commerciali della città, non solo nella parte alta di Spoleto. Un fenomeno ha aggiunto il pidiellino - che non può e non deve lasciare indifferenti gli amministratori locali, soprattutto perché dietro a queste situazioni c è spesso un racket che sfrutta gli esseri umani. Quindi Bernelli è preoccupato anche per la diffusione della malavita organizzata. Il più delle volte ha commentato - si tratta di finti poveri, ingaggiati da vere e proprie associazioni criminali che li spediscono dove ci sono fiere e mercati. Non a caso, si vocifera tra la gente di aver visto arrivare in città questi mendicanti a bordo di un furgone e poi, sembrerebbe raccoglierli a fine mercato. Un dato che, se veritiero, dimostra che alle spalle c è una vera e propria organizzazione collaudata che va senz altro stroncata. Chiedo quindi ha concluso - di reprimere tale fenomeno ed aumentare i dovuti controlli per tutte le implicazioni di sicurezza urbana associate, dal senso di degrado alle possibili speculazioni criminali che gravano sugli stessi soggetti che mendicano. PA. CI.

9 20 Comprensori ilgiornale dell UMBRIA Giovedì 4 agosto 2011 Todi - Deruta - Marsciano Redazione Tel Fax Marsciano La richiesta inviata al ministro Tremonti e al sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Letta Ricostruzione, pressing bipartisan Lettera dei parlamentari umbri: il Governo convochi subito un incontro di ISABELLA ZAFFARAMI MARSCIANO Terremoto, i parlamentari umbri scrivono a Tremonti e a Letta per chiedere i fondi per la ricostruzione. E stata inviata ieri una lettera bipartisan di tutti i senatori e deputati eletti in Umbria per chiedere al ministro dell Economia e delle Finanze, Giulio Tremonti ed al sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri Gianni Letta di convocare un incontro sulla questione dei fondi governativi indispensabili per la ricostruzione in seguito al sisma del dicembre 2009 a Marsciano. L incontro, secondo la richiesta dei parlamentari, dovrebbe tenersi presso lo stesso ministero dell'economia e dovrebbe mettere insieme, oltre agli stessi deputati e senatori eletti in Umbria, la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, il sindaco di Marsciano Alfio Todini e i sindaci dei Comuni limitrofi interessati dal sisma. Scopo dell'incontro, dovrà essere appunto quello di individuare insieme le risorse aggiuntive per la ricostruzione. Serve - secondo i parlamentari umbri, che rimandano alle stime della Regione - una somma molto superiore a quella messa sinora a disposizione dal Governo che ammonta a circa 20 milioni di euro. Dall ultima stima effettuata dalla Regione Umbria e confermata dalla Protezione civile emerge che il fabbisogno complessivo per la ricostruzione totale ammontante a 352 milioni di euro, mentre la quantificazione dei danni da riparare per consentire il rientro di tutte le persone che hanno dovuto obbligatoriamente lasciare la propria abitazione, la cosiddetta ricostruzione pesante, è L appello Servono più dei 20 milioni di euro stanziati sino ad ora, le stime parlano di 352 milioni TODI stata calcolata in 101 milioni. Sulla questione dei fondi è intervenuta nei giorni scorsi la presidente della Giunta regionale Catiuscia Marini che, con una lettera inviata a Franco Gabrielli, Capo dipartimento della Prociv, ha proposto di realizzare nel prossimo triennio un primo stralcio per complessivi 45 milioni di euro di lavori, con uno stanziamento regionale di 15 milioni di euro, nella speranza che il Governo faccia la sua parte mettendo a disposizione gli ulteriori altri 30 milioni. La richiesta dei parlamentari umbri arriva anche dopo la lettera con cui il sindaco Todini sollecitava proprio deputati e senatori a intensificare la propria azione volta a tutelare i diritti dei cittadini colpiti dal sisma e chiedeva un aiuto concreto, di un lavoro collettivo e di atti chiari e non equivoci che contribuiscano anche a diffondere una rinnovata fiducia delle popolazioni verso l intero sistema istituzionale. L AVVISO. Acqua, bollette pazze a Marsciano ma è solo un errore di stampa MARSCIANO - Bollette dell acqua pazze a Marsciano. Ma fortunatamente si tratta solo di un errore di stampa e non ci sarebbero discordanze sugli importi. Errori riscontrati da Umbra Acque dopo le segnalazioni di alcuni utenti. L errore di stampa - dicono - riguarda esclusivamente l abbinamento della parte informativa di dettaglio rispetto al resto della bolletta. Gli errori riscontrati non riguardano invece i dati di sintesi riportati nel frontespizio e i dati del bollettino allegato che resta utile per il pagamento. Per ottenere la ristampa corretta è possibile rivolgersi all ufficio di Marsciano dal lunedì al venerdì fino al 12 agosto dalle 9 alle 12,30. >> Gli sfollati del terremoto a Marsciano Il consiglio comunale va ancora una volta deserto Terminati gli interventi di riqualificazione, a breve l inaugurazione del belvedere Finestra su Todi Una luce nuova sul quartiere Cappuccini TODI Lavori al termine a Cappuccini, il quartiere ha un volto nuovo. Sono ormai al termine gli interventi di riqualificazione del quartiere Europa in parte contenuti nel Piano urbano complesso di seconda generazione per cui Todi ha vinto il finanziamento e in parte previsti dall amministrazione comunale e inseriti nel bilancio dell ente. In particolare l assessore ai Lavori pubblici Antonio Serafini fa sapere che stanno per accendersi le nuove luci pubbliche installate nella zona, un intervento importante soprattutto perché il quartiere è fortemente transitato ed è stato scenario di diversi incidenti di cui due molto gravi solo nell ultimo anno. Un nuovo impianto di pubblica illuminazione quindi contribuirà a rendere la zona più sicura e più bella. A breve ci sarà inoltre l inaugurazione del belvedere chiamato la finestra su Todi. Nei mesi scorsi a Cappuccini sono inoltre stati inaugurati i cosiddetti Giardini via XXV Aprile. La nuova area, costata 202mila euro è dotata di TODI Va deserto il consiglio comunale: il centrodestra posticipa interrogazioni e mozioni e l opposizione abbandona l aula. E un copione che si ripete ormai regolarmente ogni volta che l esigua maggioranza di Ruggiano vede l assenza di un componente e quindi la possibilità per il centrosinistra di far mancare il numero legale abbandonando in blocco l aula. Un copione che altrettanto regolarmente vede, tuttavia, il centrodestra rimandare giochi per bambini e di un miniimpianto sportivo per calcio a 5 e basket. La zona necessitava fortemente di un area di questo tipo e il comitato cittadino per il verde aveva in diverse occasioni sollecitato l intervento. L ACQUISTO Altri lavori hanno visto la sistemazione del parco della Veralli-Cortesi e l ampliamento dell asilo del Broglino. Per il quartiere una questione ancora aperta e molto importante è quella delle rotatorie. Nelle Tre nuove ambulanze hi-tech per l ospedale della Media Valle TODI - Tre nuove ambulanze di ultima generazione per l ospedale della Media Valle del Tevere. I mezzi sono in servizio da ieri e così l Asl n.2 di Perugia ha completato la dotazione di automezzi medicalizzati, ora in totale di dieci unità, comprensivo dell auto medica. Con questi tre nuovi acquisti, costati complessivamente euro, l ospedale della Media Valle del Tevere potrà fare affidamento su mezzi di tipo A, ovvero dotati dei massimi standard tecnologici esistenti: ventilatore polmonare, Point-of Care-Testing (Poct) per effettuare preliminari esami di laboratorio, sospensioni elettroniche attive in grado di adattarsi al carico e al tipo di percorso, ma soprattutto il defibrillatore LifePak 15, che rappresenta lo standard più innovativo a livello clinico e tecnologico, nella gestione dell emergenza. In particolare si tratta di un software in grado di effettuare l elettrocardiogramma e rilevare tutti i parametri vitali, per poi trasmettere i dati, in tempo reale e con massima affidabilità, alla centrale di riferimento. o evitare la discussione di mozioni e interrogazioni proposte dall opposizione dando quindi il motivo, o il pretesto, per alzarsi dai banchi del consiglio comunale. E successo anche lunedì scorso al consiglio comunale che è durato soltanto pochi minuti. A slittare ormai a settembre sono stati quindi, oltre alle interrogazioni e mozioni, anche diversi piani attuativi di iniziativa privata e una variante al bilancio comunale di previsione. scorse settimane sembra che l amministrazione comunale abbia provveduto a determinare le indennità di esproprio. Il costo del progetto, stando all ultima stima, è di 900mila euro, contro i 250mila previsti nel 2008 per gli stessi lavori. Le due rotonde andranno in sostituzione degli incroci tra via Cortesi, via Tiberina e viale Primo Maggio. A far lievitare i costi sono state a quanto pare le modifiche apportate al prezzario regionale, ma anche i cambiamenti che è stato necessario apportare al primo progetto preliminare la cui concretizzazione si è resa impossibile a causa di difficoltà tecniche e logistiche. Proprio a causa di queste difficoltà l avvio dei lavori ha continuato a slittare di mese in mese. L intervento è necessario e urgente e la stessa polizia municipale di Todi ha calcolato in un apposita relazione che in corrispondenza dei due incroci che verranno sostituiti dalle rotonde si verificano cinque o sei incidenti gravi all anno. IS. ZAFF. Deruta Conclusi i lavori Ripabianca, aperta la nuova area verde DERUTA - È stata di recente portata a compimento la nuova area verde attrezzata nella frazione di Ripabianca. Una delle piccole opere - dice l assessore al Patrimonio del Comune di Deruta, Franco Battistelli- che può considerarsi di eccellente realizzazione. I lavori del nuovo spazio verde, situato in via Mazzi, sono stati eseguiti grazie alla grande professionalità delle maestranze comunali. L area è stata arredata con giochi vari ed il terreno è stato sistemato per renderlo migliore e più sicuro a garantirne l uso da parte dei bambini. Tutta la zona, per la quale l assessore Battistelli annuncia una prossima inaugurazione ufficiale, è già aperta al pubblico. Uno spazio fruibile per scopi ricreativi nella frazione che, situata in una posizione collinare che domina la superstrada E45 e la valle del Tevere punta al rilancio ed alla valorizzazione. Ripabianca è famosa ovunque per la tradizione delle terrecotte che i suoi artigiani, pur all interno di profonde trasformazioni sociali continuano a realizzare a mano, manipolando l argilla con tecniche antiche. Nel territorio sono ancora usate le fornaci a legna per la cottura dei manufatti e questo patrimonio culturale che, dal punto di vista degli insediamenti artigiani, negli ultimi anni ha fatto registrare addirittura un incremento, può sicuramente garantire uno sviluppo nel senso di una valorizzazione anche dal punto di vista turistico, con una ricaduta sensibile dal lato del progresso economico e sociale di tutta la zona. MAURO BRANDA Restaurato l affresco del castello di Montemolino >> L affresco restaurato TODI Nei giorni scorsi sono stati ultimati gli interventi di recupero e restauro dell affresco quattrocentesco Madonna con il bambino, San Michele e San Cristoforo all interno del castello di Montemolino. L affresco oggetto del recente intervento di restauro fu voluto per difendere il castello: la scelta di erigere questi dipinti sulle porte di ingresso delle città aveva una valenza spirituale contro l assalto del maligno che in quei tempi si manifestava con il ciclico diffondersi di epidemie. L affresco, di indubbia qualità tecnica che ha consentito la sua conservazione fino ai nostri giorni, è opera di un pittore della metà del XV secolo. E stato attribuito nel 1989 da Filippo Todini al Maestro di Rasiglia, allievo e collaboratore di Bartolomeo di Tommaso anche se oggi, alla luce del recente intervento, sia la qualità esecutiva che stilistica sembrano appartenere ad un artista più dotato. Il restauro è stato realizzato da Luca Castrichini e diretto da Giovanni Luca Delogu della Soprintendenza.

10 Economia Giovedì 4 agosto Redazione Tel Fax di IVAN TAI PERUGIA - Cambiano le norme che regolamentano i servizi in materia di collocamento lavorativo. La giunta regionale, su proposta dell assessore Gianluca Rossi (che proprio in questi giorni, dallo Sviluppo economico, è messo a capo dell assessorato al Bilancio) ha adottato il disegno di legge denominato Sistema regionale dei servizi per il lavoro: autorizzazione e accreditamento delle Agenzie per il lavoro. Un testo sul quale si era registrata la sostanziale condivisione dei soggetti interessati in occasione della riunione del tavolo tematico dell Alleanza per lo sviluppo dell Umbria, che si era tenuto il 9 giugno scorso. Il disegno di legge regionale prevede la costituzione dell Albo dei sog- LA CIRCOLARE. >> Un medico invia un certificato on-line Approvato il disegno di legge per accreditare i soggetti che effettuano intermediazione in materia occupazionale Collocamento, le Agenzie in un Albo I servizi per chi è in cerca di lavoro continueranno ad essere gratuiti getti accreditati all erogazione dei servizi al lavoro. Prevista anche l istituzione dell Albo regionale delle Agenzie per il lavoro autorizzate all erogazione sul territorio regionale dei servizi di intermediazione, di ricerca e selezione di personale e di supporto alla ricollocazione di personale. Nella legge viene altresì ribadito il principio della gratuità dei servizi per i lavoratori, qualunque sia l operatore che li eroga. In pratica, chi è in cerca di prima occupazione o ha perso il lavoro e deve ricollocarsi, in Umbria continuerà a non pagare nulla per il servizio di ricerca di un posto. Un disegno di legge ritenuto necessario dal mutato contesto normativo del settore in questi ultimi anni. La riforma del mercato del lavoro ha infatti inciso profondamente sull assetto organizzativo dei servizi pubblici e privati per l impiego, così come delineato dalle riforme amministrative e costituzionali, ampliando la platea dei soggetti abilitati ad erogare tali servizi. La normativa nazionale ha già consentito lo svolgimento dell attività di intermediazione, di ricerca e selezione del personale, di supporto alla ricollocazione professionale dei lavoratori e delle lavoratrici, a soggetti che operano in almeno quattro regioni, rinviando alle disposizioni regionali la possibilità di autorizzare anche soggetti che intervengono Assenze a ridosso dei festivi, la visita fiscale è obbligatoria anche per forze dell ordine, magistrati e docenti universitari in realtà più circoscritte, di una sola regione o di meno di quattro regioni. Dall assessorato regionale sottolineano come gli ultimi dati raccolti tramite l indagine Excelsior 2010 confermino PERUGIA - Ora anche magistrati, avvocati dello Stato, personale militare e delle forze di polizia civili, personale della carriera prefettizia e diplomatica, vigili del fuoco, personale della carriera dirigenziale penitenziaria, professori e ricercatori universitari saranno sottoposti alla nuova disciplina delle visite fiscali, in particolare delle nuove fasce di reperibilità introdotte due anni fa dalla legge Brunetta. Questo il principale effetto dell ul - tima circolare (la n. 10/2011) emanata dal ministro della Funzione pubblica in applicazione alle norme in materia introdotte dalla Manovra finanziaria. Norme che, ricordiamo, concentrano l obbligo della visita fiscale nei giorni in cui statisticamente c è un tasso di assenza più alto, cioè quelli precedenti o successivi ai giorni non lavorativi (festivi). Negli altri casi sarà il dirigente che dovrà valutare la necessità di una visita fiscale tenendo presente dell esigenza generale di contrastare e prevenire l assenteismo nonché della condotta complessiva del dipendente. Aspetto, quest ultimo, che da molti è stato interpretato come una retro - marcia del ministro Brunetta sulle visite fiscali. La nuova normativa, è però la replica del ministero, estende a tutto il pubblico impiego le regole sul controllo >> Un colloquio di lavo ro La giunta regionale ha approvato il disegno di legge sulle Agenzie di collocamento delle assenze, concentra l azione nei giorni in cui si concentra il maggior numero delle assenze brevi e, soprattutto responsabilizza il dirigente nell azione di repressione del fenomeno dell assenteismo. La circolare, inoltre, ammette il certificato prodotto dalle strutture private. In caso di assenza per visita o esame diagnostico terapeutico effettuato presso una struttura privata basterà infatti un certificato emesso da questa come giustificativo dell assenza. E invece obbligatorio il certificato rilasciato da una struttura pubblica o da un medico convenzionato per giustificare le assenze superiori ai 10 giorni. questa caratteristica tipicamente italiana, da cui l Umbria non si discosta. Un sistema di collocamento, nell integrazione tra pubblico e privato, che dunque in Umbria ha finora dato buoni risultati. Consentendo a molti giovani di entrare nel mondo del lavoro, anche se per attività, molto spesso, a non elevato valore aggiunto. Caratteristica, questa, che contraddistingue l Umbria nel panorama nazionale, come è stato anche sottolineato dalle organizzazioni sindacali nelle loro analisi sull andamento occupazionale. Il maggior ricorso ai servizi pubblici da parte delle imprese afferma l assessore Gianluca Rossi - discende dall investimento fatto dall Umbria in tale ambito; d altra parte la qualità dei Centri umbri per l impiego è stata riconosciuta anche dalla Commissione europea che ha espresso sugli stessi una valutazione molto positiva. La qualità dei servizi rivolti ai lavoratori e alle imprese è l obiettivo di questa legge, che richiama i livelli essenziali delle prestazioni e il Masterplan regionale a garanzia di una elevata omogeneità della rete dei servizi pubblico-privata. La crisi economica ha reso ovviamente ancora più importante l attività di ricerca dei posti di lavoro. L avvento della crisi e il conseguente notevole aumento dei soggetti che richiedono servizi al lavoro, non solo quelli di intermediazione - conclude l assessore Rossi - ha determinato la necessità dell ampliamento di quanti erogano tali servizi e l opportunità di una loro integrazione con operatori locali. Le norme La Giunta ha adottato il provvedimento che dà attuazione alla legge 15/2010 che recepisce la Bolkestein Per la Regione i vincoli proibiti dalla Direttiva servizi. Amoni (Confcommercio): occasione mancata Apertura di nuovi negozi, c è il regolamento Ma niente obblighi sulla pluralità delle merci >> Due donne in un negozio di abbigliamento to, proibite dalla direttiva Bolkenstein. Il mancato inserimento del criterio della pluralità dei format condiziona fortemente il giudizio complessivo di Confcommercio sugli Indirizzi per l insediamento delle attività commerciali, che sono peraltro giudicati positivamente laddo- PERUGIA - Per la Regione mettere dei paletti alle aperture delle attività commerciali, secondo il principio della cosiddetta pluralità dei format, avrebbe reintrodotto forme di contingentamento, proibite dalla direttiva Bolkestein. E così il provvedimento recante Indirizzi e criteri per l insediamento delle attività commerciali, che dà attuazione alla legge regionale 15/2010 che recepiva a livello regionale la direttiva servizi comunitaria, non pone ai Comuni vincoli in tal senso. Un provvedimento che, sotto questo punto di vista, delude la Confcommercio, che aveva chiesto la previsione del princpio della pluralità dei format, in grado, secondo l associazione, di garantire ai consumatori un idonea disponibilità dei servizi commerciali. L accoglimento del principio della pluralità dei format - sottolinea il presidente di Confcommercio Umbria Aldo Amoni - avrebbe rappresentato una novità nel panorama italiano in tema di programmazione commerciale, con effetti determinanti per il futuro governo del settore. Stante il livello di sostanziale saturazione della rete distributiva in Umbria e la persistente contrazione dei consumi, gli interventi di cui il settore ha bisogno sono essenzialmente di tipo qualitativo, non quantitativo. Il criterio della pluralità dei format, partendo dall analisi della rete distributiva esistente e degli indici di penetrazione dei vari format, rappresentava un sistema per regolare secondo parametri oggettivi il futuro sviluppo della rete commerciale. Confcommercio non ritiene accettabile l obiezione, mossa dalla Regione, secondo cui questo principio avrebbe reintrodotto forme di contingentamenve, ad esempio (in questo accogliendo richieste della stessa organizzazione) prevedono il coinvolgimento negli atti del Comune delle associazioni del commercio maggiormente rappresentative; l individuazione nel Prg delle aree da destinare agli insediamenti commerciali con specificazione della tipologia e della categoria merceologica; la possibilità di porre limiti di carattere dimensionale o merceologico in aree non esclusivamente commerciali; il principio della saturazione e relativi criteri (sono sature le aree in cui c è congestione del traffico, le infrastrutture non sono adeguate); la possibilità della variante urbanistica solo in presenza di insufficienza delle aree già destinate; per le M3-G1-G2, obbligo di garantire l efficace accessibilità e di mitigare gli impatti sul traffico e relativi costi posti a carico dell investitore; l obbligo del piano attuativo urbanistico per M3-G1-G2 e poli commerciali; l obbligo per M3- G1-G2 di completare le opere infrastrutturali previste nel piano attuativo prima di avviare l attività; la verifica, in caso di M3-G1-G2, dell impatto commerciale che questi insediamenti hanno nelle aree già destinate a commercio in relazione alla popolazione e alla capacità di attrazione dell area; l obbligo della perequazione per G1 e G2 (a fronte di tot mq costruiti per nuovi insediamenti, obbligo di contribuire alla riqualificazione di aree degradate). A questo punto - conclude Amoni - diventa però urgente che la Regione metta mano alla norma organica del commercio, che racchiuda una serie di fattori propulsivi per il settore. E arrivato il momento per passare ad una normativa che si faccia carico di affrontare i veri nodi della distribuzione: riflessioni sulla produttività, sulla formazione e qualificazione professionale di operatori ed addetti, sulle aree di sovrapposizione con la normativa del lavoro e con la contrattazione di secondo livello, sulle risorse di cui può disporre il settore. Pluralismo Per l associazione occorreva inserire norme per garantire un equilibrato sviluppo tra tipologie distributive

11 30 Economia Umbria ilgiornale dell UMBRIA Giovedì 4 agosto 2011 >> Pannelli fotovoltaici Nuova graduatoria del Gestore dei servizi energetici. Alle tariffe agevolate accede solo un altro impianto umbro: in tutto, sono cinque Incentivi fotovoltaico, arriva la beffa bis PERUGIA - Cambiare tutto per non cambiare nulla. O molto poco. Lo scorso primo agosto il Gestore per i servizi energetici (Gse) ha pubblicato la nuova graduatoria dei grandi impianti ammessi al beneficio della tariffazione agevolata. Il precedente elenco, datato 15 luglio, era stato annullato dallo stesso Gse per una serie di errori tecnici presenti nelle pratiche ammesse in graduatoria. Quella lista, oltre 900 impianti, aveva sollevato molte polemiche perché l Umbria veniva fortemente penalizzata: al cuore verde d Italia veniva infatti riconosciuta in proporzione una percentuale residuale rispetto al comparto complessivo dei fondi a disposizione (300 milioni di euro) con soli 4 impianti ammessi agli incentivi. Professionisti e imprenditori sottolineavano le difficoltà nel far decollare il settore delle energie rinnovabili a fronte di disponibilità economiche ridotte, laddove altre regioni d Italia - come la Puglia - riuscivano invece ad incamerare circa l 80 per cento delle risorse disponibili. Lo stop che il Gse ha dato alla graduatoria non ha di fatto incrementato le speranze, seppure poteva in qualche modo rimanere aperta la porta di una maggiore premialità rispetto alle decine di realizzazione di impianti che vengono ogni mese approvate dalle autorità competenti. Pratiche che, tra l altro, hanno costi anche abbastanza elevati (almeno 40/50mila euro) e che spesso non godono dei bonus del Gse. Lunedì 18 luglio il Gestore ha dovuto ritirare gli elenchi e procedere all analisi di merito della documentazione. La complessità di tale attività di valutazione, data anche la numerosità delle domande pervenute pari a circa 5mila per oltre 6mila megawatt di potenza, ha dilatato i tempi di verifica e di pubblicazione della graduatoria. Graduatoria che poi è arrivata il primo agosto. Assieme alla beffa bis per l Umbria. Sono 831 gli impianti ammessi a tariffazione agevolata (il nuovo bando non arriverà prima di settembre, ma per i mesi a venire i fondi a disposizione saranno ridotti in maniera consistente): di questi soltanto 5 (uno in più del precedente elenco) sono installati e attivi in Umbria. Il Gse ha poi pubblicato un secondo elenco che si compone di tutti quegli impianti che, seppure iscritti al registro, non rientrano in graduatoria. Nelle prossime settimane, il Gse pubblicherà anche la graduatoria degli impianti iscritti al Registro che non rientrano nei suddetti limiti di costo e l elenco degli impianti esclusi. Intesa Sanpaolo Gli effetti in regione del piano di riorganizzazione, anche in vista dell accorpamento in una sola banca Casse di risparmio, linea verde e fusione Il patto generazionale in Umbria: 60 uscite, da sostituire con 15 giovani di MASSIMO SBARDELLA PERUGIA - Dalle Casse di risparmio umbre, già nei mesi scorsi, qualcuno aveva lanciato l allarme. Quelle lettere col quale si comunicava la fine del rapporto di lavoro recapitate a funzionari storici che avevano raggiunto l età pensionabile erano interpretate come il segno della volontà di smantellare le Casse di risparmio in vista della loro fusione. In realtà simili operazioni non erano funzionali al progetto della Cassa dell Umbria, ma la conseguenza del più ampio piano industriale del gruppo Intesa Sanpaolo. Un piano che, dopo una lunga trattativa con le parti sociali, ha portato all accordo di uno dei patti generazionali più importanti in Italia. L accordo, a livello nazionale, prevede una riduzione di circa 3mila unità tra le banche del gruppo. Circa sono lavoratori pensionabili, che riceveranno un incentivo all esodo. Altri 500 lavoratori potranno accedere, in modo volontario ed incentivato, al fondo esuberi. Tutto questo in Umbria si >> Ca de Sass a Milano, ex sede Casse di risparmio Province Lombarde, dove è stato siglato nei giorni scorsi l accordo per il patto generazionale tradurrà, secondo le proiezioni fatte dai sindacati, in circa unità che lasceranno il lavoro nelle Casse di risparmio e nelle altre banche del gruppo (Intesa Sanpaolo e Cr Firenze). L accordo, a livello nazionale, prevede poi che possano aggiungersi altre 2mila uscite dal lavoro, sempre volontarie ed incentivate utilizzando il fondo di solidarietà. In Umbria ciò potrebbe potrebbe significare ulteriori 40 unità disposte a lasciare il lavoro e ad andare in pensione. Il patto generazionale prevede però riassunzioni di giovani. Con modalità a scaglioni, in base alle uscite volontarie raggiunte, fino a 750 a livello nazionale. In Umbria 15-20, secondo una proiezione. Ma molto dipende anche dall esito del progetto di fusione delle attuali quattro Casse in Cassa dell Umbria. A settembre, a questo proposito, dovrebbero esserci importanti novità. Anche perché il trascinarsi della trattativa sta dando spazio a nuovi appetiti. Ed alla riaperta polemica tra Perugia e Terni (con l inserimento di Foligno) per l indicazione della sede e della presidenza. Lo schema di partenza intorno al quale creare la cosa resta lo stesso: presidenza ad un ternano (Alunni, presidente però di Carispo) e sede a Perugia. Da Terni tornano a rivendicare la sede, puntando su due argomenti: Alunni è comunque in quota Spoleto e la sede a Perugia sembra ripercorrere la scia di Cr Perugia (confluita nel concorrente gruppo Unicredit). AWARDS 2011 Euromoney: Best Bank in Italy LONDRA - Il Gruppo Intesa Sanpaolo, di cui fanno parte, in Umbria, Carispo, Carit, Caricast e Carifol, è stato premiato a Londra da Euromoney come Best Bank in Italy. Il giudizio si riferisce al periodo Aprile 2010-Marzo 2011 e tiene conto di un ampio paniere di criteri, tra i quali la dimensione, la redditività, la capacità di adattamento alle mutevoli condizioni di mercato, l attenzione posta alle necessità del cliente, le quote di mercato nei crediti e nei depositi, la raccolta diretta, i crediti verso la clientela, la patrimonialità, le dimensioni della rete retail, il corporate advisory, il project finance, la gestione del risk management, il Tier 1 e il cost/income ratio. La classifica è stilata annualmente da Euromoney, pubblicazione leader per i mercati finanziari internazionali, che assegna i riconoscimenti sulle analisi dei servizi e delle performance e su sulla base di sondaggi tra operatori di settore. PERUGIA All inizio della crisi si diceva che coloro che hanno garantito un reddito fisso, lavoratori autonomi e pensionati, sarebbero stati più al riparo di altri. Ma il perdurare delle difficoltà economiche e le ripercussioni sui conti pubblici, con il conseguente aumento del costo dei servizi applicati agli utenti, hanno finito con il penalizzare tutti. E gli anziani, spesso, più degli altri. Giancarlo Fucili è il presidente umbro di Cna Pensionati, associazione che conta circa 6mila iscritti. Una sigla che insieme ad altre sette ha costituito il Cupla, il coordinamento dei pensionati del lavo- Basta tagli al sociale Lo Stato riduca sprechi, evasione e costi della politica ro autonomo, che in Umbria, con i suoi 50mila iscritti, rappresenta una realtà molto importante. Fucili, tra l altro, è anche componente della direzione nazionale di Cna Pensionati. Presidente, dal suo osservatorio privilegiato, nazionale e locale, che effetto sta avendo la crisi sui pensionati? La crisi sta colpendo soprattutto i soggetti più deboli della società. Tra questi, i pensionati sono fortemente penalizzati in quanto oltre il 50% di questa categoria percepisce una pensione al di sotto dei euro. Facendo riferimento a questa percentuale, il 45% delle pensioni scende al di sotto dei 700 euro mensili. Puntualmente si parla anche di mettere mano al sistema pensionistico per far quadrare i deficitari conti pubblici nazionali... L intervista Parla Giancarlo Fucili, presidente di Cna Pensionati Noi, ex lavoratori autonomi, considerati ancora di serie B Non è più accettabile che ormai da anni, per riequilibrare i conti pubblici, si taglino indiscriminatamente le risorse per il sociale, quando tutti sappiamo che gli sprechi, i costi della politica, l evasione fiscale e le rendite finanziarie sono riferimenti certi per poter recuperare denaro fresco per le casse dello Stato. Infatti tutti ne parlano, ma quando si tratta di fare sul serio si rinvia l argomento e per anni non se ne parla più. Eppure i nonni hanno contribuito a limitare i disagi sociali per tante famigliee giovani coppie... Grazie al ruolo che gli anziani hanno svolto e stanno svolgendo sul piano sociale ed economico, la crisi che ormai da qualche anno sta colpendo le famiglie e la >> Giancarlo Fucili, in piedi, all assemblea di Cna Pensionati società è stata attenuata. Io credo che dobbiamo riscoprire il valore della politica e a quel punto tutte le forze politiche dovrebbero studiare un modello di società che sia all'altezza dei tempi. Se ciò non fosse, ci sarà un decadimento della politica con dei seri rischi per la democrazia. A livello sociale qual è il rapporto con le Istituzioni, quale tipo di politiche sono state messe in campo? Noi rimproveriamo alle Istituzioni il fatto che il pensionato del lavoro autonomo non possa essere considerato di serie B (anche se noi in virtù del nostro statuto associamo anche pensionati ex dipendenti pubblici e privati). Ai tavoli della concertazione, infatti, c è spazio soltanto per alcune sigle sindacali, come se gli oltre 50mila aderenti al Cupla non facessero parte di questa società. Ma tornando alla domanda non mi sembra che le Istituzioni abbiano le idee chiare su come andare incontro ai pensionati e ai cittadini meno fortunati. Gli amministratori sono diventati dei ragionieri ossessionati dal far quadrare i bilanci, perdendo di vista una progettualità che tenga conto di uno sviluppo armonico dell intera comunità che rappresentano. Noi pensiamo che una risposta immediata possa essere quella di detassare le pensioni sotto ai euro mensili, visto che in questi giorni si è paralto di riforma fiscale. Certamente Cna Pensionati, in qualità di forza sociale, è impegnata anche in altre direzioni. Quali? La nostra funzione sociale è quella di coinvolgere molti dei nostri associati ancora in grado di dare un contributo alla società, E con l Albo dei mestieri insegnamo il lavoro ai giovani cercando di mettersi a disposizione per trasmettere la loro professione, il loro sapere alle nuove generazioni. A questo scopo abbiamo istituito un albo regionale dei mestieri dove sono iscritti circa 40 ex artigiani pronti ad insegnare il loro mestiere. Auspichiamo che le Istituzioni e il mondo della scuola sappiano cogliere questa importante opportunità, altrimenti da soli ben meno potremo fare. Molto si è discusso sulle politiche regionali per la non autosufficienza. A che punto siamo? I tagli del Governo in materia sono stati drastici, infatti per il 2011 il Fondo nazionale per la non autosufficienza non è stato rifinanziato creando così grandi disagi ai cittadini e alle loro famiglie. La Regione Umbria ha garantito per il 2011 gli stessi flussi del 2010 nel proprio bilancio regionale. Cna Pensionati atraverso il Cupla si sta battendo per spingere il Governo a riconsiderare questa decisione. La nostra disapprovazione l abbiamo manifestata in una giornata di mobilitazione. Nell ambito del Pensionato Day del infatti su tutto il territorio nazionale Cupla ha promosso iniziative di rivendicazione nei confronti della politica del Governo sul sociale. M. S.

12 Abbinamentoobbligatorio CORRIERE DELL UMBRIA+Corriere NAZIONALE=1,10 euro (Escluso cittàdi Roma) Anno XXIX n. 213 Euro 1,10 Giovedì 4 Agosto 2011 Sanità Niente concessioni dal governo, Umbria obbligata alla rimodulazione Torna lo spettro dei miniticket Aumentisuifarmacimaascalareperfascedireddito SPORT Lo Il Caporali alle 20 Di nuovo grande calcio al Curi Nel castello di Montemolino Torna a splendere prezioso affresco Affresco Completato il restauro TODI - Ultimato il restauro dell affresco quattrocentesco Madonna con il bambino, San Michele e San Cristoforo all interno del castello di Montemolino a Todi, attribuito nel 1989 da Filippo Todini al Maestro di Rasiglia. E A pagina 18 TERNI Mercato coperto Ancora guai E A pagina 33 CASTEL RITALDI Ospizio abusivo in convento Le suore scelgono il silenzio E A pagina 31 GUBBIO Invito al Papa per accendere l Albero di Natale E A pagina 21 PERUGIA - Un detenuto di 36 anni originario di Rieti si è suicidato nel carcere perugino di Capanne inalando gas da una bomboletta. Il detenuto si trovava in carcere per furto e reati collegati alla droga. Il fatto è avvenuto martedì sera nel bagno della cella. La procura di Perugia ha disposto l autopsia. A gennaio già un altro detenuto si era tolto la vita sempre inalando gas. Pochi giorni fa, l onorevole Pdl Rocco Girlanda (membro della commissione giustizia della Camera) era intervenuto sui pericoli dell uso delle bombolette. E A pagina 13 PERUGIA - Tornano i miniticket. Saranno modulari, per fasce di reddito, e toccheranno anche la farmaceutica (dove l Umbria è l unica Regione a non prevedere balzelli). Scatteranno da subito, fra due o tre giorni al massimo. La speranza è che siano in vigore giusto per un mese, visto che alla fine di agosto c è un altro summit Stato- Regioni in cui si potrebbe accettare l idea della superaccisa sul tabacco. Ancora c è qualche spiraglio - dice il neo assessore alla sanità Franco Tomassoni tornando da Roma - alla fine di agosto c è un altro incontro, e mentre oggi (ieri per chi legge, ndr) si è saputo che il consiglio dei ministri non potrà accettare l ipotesi della tassa sul tabacco, tra un mese le cose potrebbero cambiare. Ma adesso è certo: per evitare di infrangere la legge dovremo prendere provvedimenti in questo senso. E a breve. No all ipotesi 10 euro: la media dovrebbe stare in una forbice tra 50 centesimi e i 2 euro. A pagina 2 E Alessandro Antonini Sette anni per finire la Due Mari Scoppia la polemica sui tracciati della E78 in Umbria Umbria felix Siètoltolavitainalandogasdaunabomboletta Un altro detenuto suicida Successo per il cantautore siciliano Battiato incanta Villa Fidelia Battiato E Le geometrie del vino umbro Giovanni Picuti Se lo dice Gillo Dorfles, professore di estetica, critico d arte, fondatore nel 1948, insieme a Bruno Munari, Atanasio Soldati e Gianni Monnet, del Movimento per l Arte Concreta, sarà certamente vero che il tempio rotondo... E Continua a pagina 5 A pagina 10 Perugia I batteri nell acqua a causa di un guasto dell impianto di depurazione A Solfagnano sono arrivate le autobotti ECONOMIA Chimica Ieri la protesta I lavoratori della Sirap Gema chiedono un futuro E A pagina 6 PERUGIA - Ancora sette anni per completare la Fano-Grosseto. E il sunto della nuova progettazione elaborata dall Anas, sulla scorta dello studio elaborato dall architetto Morozzi e finito sul tavolo di Regione e Province di Perugia, Arezzo, Pesaro Urbino e Grosseto. Dall assessore regionale Silvano Rometti si alzano critiche sulla fattibilità del nuovo percorso: Prevalga il buonsenso, l opera non può essere stravolta. E A pagina 3 All esordio Clemente LEGA PRO Ternana E ilgiorno della verità E A pagina 45 LEGA PRO Castel Rigone fa sudare il Foligno E A pagina 43 CICLISMO Capecchi in azzurro alondra E A pagina 48 E CITTA di CASTELLO: Pensionato chiuso in ascensore salvato dai pompieri- A pagina 19 E A pagina 11 PERUGIA - Luci sul Renato Curi grazie al triangolare Caporali dove il Perugia, all esordio stagionale nel proprio stadio, ospita Gubbio e Livorno per una serata per palati fini. Si inizia alle 20. E Alle pagine 42 e 44

13 2 Giovedì 4 CORRIEREREGIONE Agosto 2011 La Regione obbligata alla scelta almeno per un mese, gettito da garantire pari a 12 milioni Tornano i miniticket, mannaia sui farmaci Tariffeinbasealredditoconfasced esenzione,toccateanchetacerisonanze Alessandro Antonini PERUGIA - Ticket sì ma meno impattanti, di sicuro non da dieci euro. Mini. E distribuiti in maniera più equa. Con una media che va da 0,50 a due euro. Sanità, torna lo schema pubblicato in queste colonne il 23 luglio scorso: i cosiddetti miniticket. Confermato che saranno modulari, per fasce di reddito, e toccheranno anche la farmaceutica (dove l Umbria è l unica Regione a non prevedere balzelli). Scatteranno da subito, tra due o tre giorni al massimo. La speranza è che siano in vigore per un mese, visto che alla fine di agosto c è un altro summit Stato-Regioni in cui si potrebbe accettare l idea della superaccisa sul tabacco. E se a fare la battaglia per tassare le sigarette è stato ed è il fumatore incallito Franco Tomassoni, neoassessore regionale alla sanità, vuol dire che la guerra sulla nuova gabella in campo sanitario è per l Umbria la sfida prioritaria. Da non perdere. Ancora c è qualche spiraglio - dice lo stesso Tomassoni tornando da Roma - alla fine di agosto c è un altro incontro, e mentre oggi (ieri per chi legge, ndr)si è saputo che il consiglio dei ministri non potrà accettare l ipotesi dell accisa sul tabacco, tra un mese le cose potrebbero cambiare. Ma adesso è certo, onde evitare di infrangere la legge, che dovremo prendere provvedimenti in questo senso: senza applicare il ticket del governo da dieci euro, che colpirebbe indiscriminatamente pesando sulle spalle soprattutto di chi soffre. Noi abbiamo in mente un ticket PERUGIA - Matteo Minelli responsabile giovani dell Idv, interviene nella polemica sulle cave. Risultano a dir poco esagerate - scrive - le recenti dichiarazioni dei cavatori umbri, i quali si ritengono vittime di un massiccio attacco mediatico costruito principalmente su illazioni. E' il caso di Raul Ridolfi, direttore di Assocave Umbria, che accusa, tra gli altri, il Corpo Forestale di Stato di accanimento nei confronti del settore. Ridolfi tira in ballo marginali aspetti come i rilasci di autorizzazione e le onerose garanzie finanziarie annesse. In realtà l'italia detiene meno impattante, distribuito in maniera modulare per fasce di reddito, andando a toccare anche la farmaceutica, naturalmente con le dovute fasce d esenzione. Il reddito da garantire non è più solo per i restanti mesi del 2011, ma per l anno intero e tutto il Dodici milioni di euro, tradotto. Dunque il ministro Fitto fa dietrofront, e costringe le stesse regioni che aveva deciso di non applicare il criterio della compartecipazione dei cittadini al maggiore gettito in campo sanitario a rivedere i propri propositi. Dunque l Umbria sarà costretta a applicare i miniticket. O meglio, quei meccanismi di aumento progressivo che i tecnici sostengono siano classificati così - miniticket - impropriamente. Eppure si tratta di un pagamento aggiuntivo, rispetto ad oggi. Questioni nominalistiche. Il comunicato ufficiale della Regione parla di rimodulazione. "Il il primato di Paese produttore e consumatore di cemento ( tonnellate all'anno) in controtendenza rispetto al resto d'europa. Enorme il volume dell'attività estrattiva, in particolare di inerti e calcari, destinati per l'80% alla produzione di cemento. Di contro, i canoni di estrazione sono vergognosamente bassi: il totale nazionale delle concessioni pagate ammonta a circa a 36 milioni di euro, mentre il totale degli introiti è di 1 miliardo e milioni di euro. Con i parametri britannici lo Stato italiano avrebbe ricevuto oltre 267 milioni di euro. Rispetto all'umbria lo Tomassoni: Scelta obbligata per non infrangere la legge Ticket sanitari E intervenuto Tomassoni, qui alla sinistra della presidente Marini, con la giunta al completo Continua la polemica sulle cave, interviene il responsabile dei giovani dipietristi Minelli L Idv: La giunta aumenti i canoni di estrazione scorso anno sono stati estratti metri cubi solo di ghiaia e sabbia, pari a 205 euro. Se si fossero applicate le tariffe delle regioni limitrofe avremmo ottenuto all'incirca i seguenti introiti: Toscana 251 mila euro, Emilia 311 mila euro, Marche euro. Applicando i canoni della Gran Bretagna avremmo incassato euro. Per questo sarebbe bene che la Regione aumentasse i canoni di estrazione e le tasse del conferimento dei rifiuti edilizi in discarica, incentivando il recupero dei materiali di scarto da costruzione e demolizione. governo - è scritto - non ha voluto accogliere la proposta delle Regioni di aumentare l'accisa sui tabacchi, per evitare l'imposizione di un ticket che continuiamo a considerare assolutamente ingiusto ed iniquo". Il testo è messo in bocca allo stesso Franco Tomassoni e viene diramato al termine dell'incontro con i ministri per la Salute e gli Affari regionali, Ferruccio Fazio e Raffaele Fitto, che si è svolto a Roma. "I ministri - prosegue - ci hanno riferito che il governo continua a sostenere la via dei ticket come l'unica possibile, anche se gli stessi ministri hanno affermato che l'intera vicenda non è del tutto chiusa e che se ne riparlerà a settembre. Questo però costringerà la Regione Umbria, come le altre che hanno sempre affermato di non voler applicare questo inaccettabile balzello, a procedere in una qualche misura ad assumere provvedimenti di copertura e dunque di compartecipazione per non incorrere in una chiara violazione delle leggi". "Per quel che riguarda l'umbria - rileva Tomassoni -, riconfermando la nostra assoluta contrarietà e volontà a non procedere ad una imposizione dei ticket così come voluta dal Governo, stiamo già studiando una 'rimodulazione' della nostra manovra finanziaria al fine di garantire la copertura dei mancati trasferimenti deciso dal Governo attraverso una soluzione che sia socialmente, ed anche in termini di compartecipazione, la più equa possibile e in ogni caso estremamente limitata. Già nelle prossime ore un nostro gruppo di lavoro definirà le eventuali soluzioni da adottare". "Ci auguriamo vivamente - conclude Tomassoni - che gli impegni dei ministri Fazio e Fitto, e dunque del governo affinché si possa trovare al più presto una soluzione alternativa ai ticket, siano onorati. Ci hanno chiesto fiducia e noi ci siamo detti disponibili a riprendere il confronto a settembre".

14 Giovedì 4 3 Agosto 2011 REGIONE CORRIERE Trasporti eviabilità Il Centro regionale di monitoraggio lavorerà per rendere meno pericolosa la circolazione e ridurre le vittime degli incidenti Ecco il Crums per la sicurezza stradale PERUGIA - La Regione Umbria ha avviato la realizzazione del Crums, il Centro regionale umbro di monitoraggio della sicurezza stradale, finalizzato a elaborare supporti e strumenti che consentano alla Regione e alle amministrazioni locali di aumentare la resa sociale ed economica degli investimenti in sicurezza stradale per ridurre in modo significativo le vittime degli incidenti ed i relativi costi sociali. Il Crums - spiega la Regione - è organizzato su tre linee di attività. La prima è quella del miglioramento della rilevazione degli incidenti stradali e integrazione dei dati raccolti con quelli relativi al traffico, alle caratteristiche della rete stradale, ai comportamenti di guida a rischio, al fine di creare un sistema informativo territoriale che raccolga tutti gli elementi che concorrono a determinare l entità e le caratteristiche della incidentalità stradale. La seconda sarà la fase dell analisi dei dati al fine di produrre quadri conoscitivi, rapporti descrittivi e schemi di valutazione per individuare le principali criticità e definire le priorità di intervento. La terza infine riguarderà la costruzione di un repertorio degli interventi di sicurezza stradale realizzati in Umbria, in Italia e in altri Paesi europei, per individuare le alternative di intervento che possono costituire un utile riferimento (per gli aspetti tecnici, procedurali ed economici). L assessore Stefano Vinti descrive il Crums come organismo della Regione a servizio di tutti i soggetti pubblici e privati interessati al miglioramento della sicurezza stradale, che richiede l apporto e la collaborazione dei soggetti istituzionalmente competenti in materia di sicurezza stradale o che intendano partecipare al miglioramento della sicurezza stradale, fornendo a questi stessi soggetti strumenti, riferimenti tecnici e procedurali, analisi dei costi, a supporto della loro attività a favore della sicurezza stradale. Crums Troppi incidenti mortali Regione critica sulla nuova bozza Anas. Sì della Provincia di Perugia. Guasticchi: Completare l opera Ancora sette anni per la Due Mari Rometti: Sultracciatononaccetteremopassiindietro Jacopo Zuccari PERUGIA - Il futuro della E78 entra in uno snodo fondamentale. Quello in cui dovranno essere stanziate le risorse per il tracciato della Due Mari che attende ancora il completamento. C'è anche il tratto umbro in ballo, su cui nell'ottobre scorso scattò la mobiilitazione congiunta delle Province di Perugia, Arezzo e Pesaro Urbino, riunite alla galleria della Guinza per protestare contro i ventennali ritardi nella realizzazione dell'opera. Ora però si presenta quello che è lo scoglio principale: lo stanziamento dei fondi da parte dello Stato. La Regione non ci sta a far sì che sul tracciato umbro si arrivi a quella che può essere definita la "rimodellazione o rivisitazione" del tracciato. Dall' assessore ai Trasporti Silvano Rometti, in costante contatto con i colleghi marchigiani e toscani (Viventi e Ceccobao), arriva l'aut aut affinchè l'opera non subisca ulteriori cambiamenti di tracciato. Perplessità "Guai a tradire il buon senso di chi, negli ultimi anni, si è impegnato affinchè si trovasse la quadra sul tracciato - ha sottolineato Rometti - Ora che era stato trovato l'accordo sulle aree e infrastrutture di attraversamento in Umbria, rischiamo di ricominciare tutto daccapo con una compartecipazione di privati che, si è visto in altri cantieri, non sempre è foriera di tempi certi e percorsi portati a termine secondo le progettualità già stabilite. Non siamo contro i privati, ma vogliamo il rispetto degli impegni". L'Anas ha ora in mano il progetto dell'architetto Fabrizio Romozzi, che in qualità di esperto e consulente, ha elaborato un'ipotesi di fattibilità per la Due Mari, che prevede un partenariato pubblico privato che - negli scorsi giorni - è finito sul tavolo degli assessorati. Da Rometti, è giunto un primo aut aut al governo: "Purtroppo se la fiscalità dello Stato non aiuta - osserva ancora l'assessore - ciò non significa che si debba per forza passare per un tracciato alternativo, che segua percorsi diversi da quelli che erano stati a suo tempo concordati con gli enti locali. Ci auguriamo che ora non si torni indietro rispetto a quell'ipotesi iniziale ma che, nonostante le difficoltà a reperire le risorse, lo Stato e il Giuseppe Magroni TERNI - Via libera da parte del comitato interministeriale per la programmazione economica, Cipe, alla variante progettuale per il completamento della Terni - Rieti. E il viadotto al posto della galleria sotto il fiume Velino proposto come variante progettuale dal consorzio d imprese che sta realizzando la grande opera viaria per evitare problemi d impatto ambientale nell attraversamento del corso d acqua che segna il confine naturale tra l Umbria e il Lazio; tra la provincia di Terni e quella di Rieti. La variante aveva già acquisito tutti i pareri favorevoli da parte degli enti locali, della Regione dell Umbria e di tutti i ministeri competenti. Ieri l approvazione e relativo finanziamento da parte del Cipe; la cifra precisa non si sa, ma dovrebbe essere comunque intorno ai 15 milioni di euro. L importo complessivo dell intervento, così come modificato con la variante progettuale in questione, è di 210 milioni di euro. Mentre non c è ancora certezza sul termine ultimo di consegna e di completamento dell opera che collegherà in un tracciato veloce, poco più di un quarto d ora di percorrenza, le due città di Terni e Rieti. Due anni di lavori per completare il viadotto, dalla partenza però del cantiere. Prima bisogna completare tutte le procedure d esproprio. L iter per l ultima fase irrisolta del mega cantiere è comunque partito. Commenti positivi e ministero dei Trasporti riprendano in mano la questione con Due Mari con responsabilità e buon senso". L'idea di passare per il pedaggio e la cattura di valore per bilanciare la diminuzione di fondi statali (l'investimento complessivo ammonta a circa milioni di euro, di cui - è la stima della bozza Morozzi - restano da finanziare milioni di euro ndr) prevede un piano economico e finanziario bipartisan al disco verde del Cipe alla variante progettuale. Il via libera dato dal Cipe consentirà di proseguire celermente i lavori per il completamento della Terni-Rieti dice l assessore alle Infrastrutture della Regione Umbria, Silvano Rometti. Il sì alla variante, definita in stretta collaborazione tra Regione ed Anas - sottolinea Rometti - permetterà di procedere senza interruzioni della costruzione del tratto stradale, senza ricorrere alla realizzazione di una galleria, come originariamente previsto nel progetto definitivo, per l'attraversamento del fiume Velino. E molto importante che il Cipe abbia approvato il finanziamento per la variante della strada Civitavecchia-Orte-Terni-Rieti nel tratto Terni-confine regionale e per il progetto definitivo del collegamento ferroviario Orte-Falconara con la linea adriatica. La realizzazione di queste opere rappresenta un ulteriore, importantissimo, punto di svolta per l'umbria che da decenni rivendica l'adeguamento delle infrastrutture dichiarano in una nota congiunta Pietro Laffranco, vicepresidente dei deputati del Pdl e il deputato Luciano Rossi, coordinatore regionale umbro del Pdl. Ferrovie Soldi per il collegamento Orte-Falconara Lignani(Pdl): Valutare bene l impatto ambientale sul territorio Dottorini(Idv): Va modificato radicalmente il progetto originario Il Cipe approva e finanzia la variante al progetto: il viadotto per attraversare il fiume Velino Terni- Rieti verso il completamento TERNI - Il Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) ha dato il via libera al piano per il Sud, che prevede finanziamenti superiori a sette miliardi a valere sui fondi Fas. Considerando anche i fondi privati, la dotazione arriva a 9 miliardi di euro e riguarda opere tutte immediatamente cantierabili, spiega in una nota il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli. Tra le opere che interessano in particolar modo l Umbria e gli umbri, c è il collegamento ferroviario Orte-Falconara con la linea adriatica. Il collegamento è strategico per l'assetto ferroviario. Di fatto si crea un elemento di saldatura tra due linee della rete ferroviaria nazionale che rende possibile un collegamento veloce per il trasporto merci e passeggeri fra la linea Tirrenica e le regioni del Nord-Est, in alternativa alla dorsale Roma-Milano. In termini di percorrenza globale dei treni, il vantaggio, a intervento completato, si aggirerà sui 30 minuti. di ben 45 anni di gestione, a partire dal 2018 (anno di completamento dei lavori con una durata stimata di 7 anni). In sintesi, la bozza Morozzi punta su un nuovo piano economico di finanziamento della nuova Due Mari, attraverso la cosiddetta Società di corridoio, ossia una società pubblica di progetto ai sensi del codice dei contratti pubblici. Reazioni Forte è la spinta e il desiderio delle Province affinchè l opera sia portata a termine al più presto. Dalla Provincia di Perugia arriva l invito a cancellare ritardi ventennali e sprechi di denaro. L' azione politica della Provincia di Perugia relativa al completamento della E-78 - ha spiegato il presidente Marco Vinicio Guasticchi - è frutto di una intesa congiunta fra le cinque Province che sono attraversate da questa infrastruttura: Provincia di Grosseto, Siena, Arezzo, Pesaro-Urbino e Perugia". Guasticchi, in riferimento al recente incontro istituzionale che si e' svolto a Città di Castello, con i sindaci dell' Altotevere, su iniziativa dell'assessore alla viabilità, Domenico Caprini, rappresentante del Tavolo Tecnico nazionale, tiene a sottolineare. "Circa un anno fa, i presidenti delle Province hanno manifestato presso la galleria della Guinza il disagio verso questa importante opera incompiuta che oramai vergognosamente da vent'anni attende il completamento." "Auspico - ha aggiunto Guasticchi - una continua sinergia istituzionale ed un pieno coinvolgimento fattivo anche di tutti i rappresentanti istituzionali dell'alta Umbria, della regione ed anche dei parlamentari." Sulla Due Mari, a quanto sembra, sarà decisiva la ripresa delle trattative alla fine di agosto, primi di settembre quando in un vertice convocato a Roma al ministero dei Trasporti si farà il punto sulla soluzione prospettata dalla bozza Morozzi. Il consigliere regionale Idv Oliviero Dottorini definisce l attuale un tracciato irrazionale, individuato soltanto per rimediare all'errore della Piastra logistica. Occorre rivederlo radicalmente. Lignani Marchesani (Pdl) è necessario ammettere gli errori del passato e cercare immediatamente interposizioni private attraverso Fondazioni bancarie e Camere di Commercio con la consapevolezza che il privato, ammesso che lo si trovi, sceglierà in ogni caso la soluzione più economica e non certo quella più sostenibile dal punto di vista ambientale.

15 Giovedì 4 5 Agosto 2011 REGIONE CORRIERE Numerosipersonaggifamosiscelgonolaregioneperlevacanzeoperlalorocasadeisogni L Umbria sempre più paradiso per vip Paratadiattori,artisti,giornalistiepoliticinelcuoreverded Italia Anna Lia Sabelli Fioretti PERUGIA - Kevin Costner si, Kevin Kostner no. Ma insomma! c era o non c era? Forse. E De Niro? Sì l ho visto, non ne so niente, potrebbe essere lui ma non sono sicuro. La caccia al vip estivo in Umbria è diventata molto più avvincente della caccia al fortunato possessore di un biglietto vincente del superenalotto milionario comprato nel bar sotto casa. Le voci prima si rincorrono sicure poi un po alla volta diventano dubbiose per scomparire dopo pochi giorni nell assenza di prove certe, come la foto di qualche paparazzo pubblicata da una rivista di gossip o l amica che l ha incontrato per caso in visita turistica con occhiali scuri e cappellaccio in testa per non farsi riconoscere. Dell eroe di Balla con i lupi c è chi giura di averlo avvistato in un villone di Cai Dominici, vicino Pietralunga, una residenza lussuosa piena di stanze, con piscina dal fondo totalmente nero e un bel campo di bocce, che veniva rifornita a getto continuo di casse di Sagrantino. George Lucas da tempo stava battagliando (comprese azioni legali) per riuscire a finire di ristrutturare l ex convento dei Cappuccini nelle colline di Passignano, con annessa una piccola chiesa del Trecento, che ha acquistato anni fa per 6 milioni di dollari. Finalmente all inizio di luglio i lavori sono finiti e in quella che è diventata una reggia, con biblioteca, sala biliardo, sala per il cinema, il regista di Guerre stellari ha potuto ospitare gli amici inseparabili di Hollywood Coppola, Spielberg, De Niro e Ron Howard. Si era sperato che il gruppetto stellare si facesse vedere almeno per il concerto di Liza Minelli ad Umbria Jazz ma della loro presenza non c è stata traccia. Non più Cetona, Capalbio, Monticchiello e tanti altri borghi toscani che anni fa erano i luoghi più gettonati per il buen retiro di intellettuali, politici, artisti, scienziati, economisti in cerca di residenze rilassanti il più possibile lontani dalla pazza folla, ora la méta di gran moda per le vacanze del benessere è l Umbria diventata per molti di loro terra d elezione, sicuramente un privilegio per un territorio che cerca di tenersi stretto lo slogan di Cuore verde d Italia nonostante l aggressione dell edilizia e dei mali sociali più diffusi, come la droga, la delinquenza e la mafia, non l abbia risparmiato però sempre meno di altri perché piccolo e protetto. Ad amare l Umbria non sono solo gli americani (anni fa persino Madonna prese in affitto la villa estiva dei coniugi Marina e Carlo Ripa di Meana), i belgi e gli olandesi (nella zona del lago), gli inglesi (Alta Valle del Tevere) ma anche molti italiani che ne apprezzano la bellezza della natura, la tranquillità dei borghi antichi e della campagna, la vivacità culturale ed artistica, la proverbiale riservatezza degli umbri, al punto che sindaci, assessori e spesso anche gli abitanti, rinunciando ad una sicura pubblicità, tengono nascosto l arrivo o il domicilio di personaggi illustri per non turbare la loro privacy. Più che passare qualche settimana nei relais e nelle splendide dimore d epoca i vip in Umbria preferiscono affittare ville o comprarsi un casale da ristrutturare, oltre ovviamente a soggiornare in casa di amici come nel caso di Lucas o della scultrice americana Beverly Pepper che con il marito Bill vive e lavora buona parte dell anno nel castello di Torre Olivola nei pressi di Todi. O come, in passato, a casa di Enzo Siciliano nella campagna tuderte trasformata in un vero e proprio cenacolo per scrittori, critici e alti funzionari Rai. L elenco è veramente lungo, gli stessi umbri si stupiscono di quanti siano le very important person che hanno privilegiato la loro terra. Partiamo dal tuderte dove la densità è molto alta sia pure diminuita dal 2000 in poi dopo che Todi ha perso il titolo onorifico di città più vivibile del mondo. In un casale ristrutturato, ai piedi Stelle in Umbria A sinistra il regista George Lucas Sopra Vittoria Belvedere e, a destra, Patrizia Pellegrino del colle, il regista Pupi Avati ha passato tutti i suoi momenti liberi insieme alla moglie quando avevano i figli piccoli. Ora che si son fatti grandi ci viene soprattutto quando deve lavorare in pace e silenzio ad un nuovo film. Per molto tempo il suo attaccamento all Umbria è stato talmente forte da aver utilizzato come location di suoi film molti luoghi ad un tiro di schioppo da casa sua. A Fiore recentemente si è insediato il comico Dario Cassini, anche lui innamoratissimo di Todi tanto da aver accettato di organizzare da tre anni una rassegna legata a filo doppio con un laboratorio di comicità. Ad Acqualoreto, nei pochi giorni liberi, si trasferisce il giornalista-scrittore Corrado Augias e sparpagliati qua e là per la campagna troviamo le case dell attrice Vittoria Belvedere, dello scultore Nino Caruso, con a due passi il bellissimo laboratorio, dell attrice Patrizia Pellegrino sposata con Stefano Todini, proprietario, tra l altro del relais Todini, della sceneggiatrice Jaia Fiastri, della duchessa Ines Torlonia, dell ex presentatrice Aba Cercato, dell autore di canzoni Pino Massara, della coppia inossidabile Giorgio Ferrara, direttore del Festival dei Due Mondi, Adriana Asti, magnifica attrice teatrale, del bello del momento Luca Argentero legato ancor più all Umbria dalle sue Lezioni di cioccolato uno e due, girate a Perugia e dintorni. A Melezzole, vicino all Health Center di Marc Messegué abita l attore americano Ben Gazzara quando è in Italia. Come già accennato a Montecastello di Vibio Marina e Carlo Ripa di Meana possiedono da tempo una villa anni Trenta fatta costruire da un gerarca fascista per nascondervi la bellissima amante ebrea. Marina è donna che non ama la solitudine però La carlina, così l ha ribattezzata, la utilizza quando deve scrivere un libro, per riprendersi dallo stress dei salotti romani ed anche per sposarsi in piena tranquillità come ha fatto anni fa mettendo a soqquadro l intero paese. Non molto lontano da lei ha casa il ministro Brunetta che però, per convolare a nozze, ha snobbato l Umbria, forse un po troppo rossa per un avvenimento così privato, ed ha optato per il romantico scenario di Ravello, dove in compenso i contestatori sono arrivati lo stesso. Di matrimoni vip con legami umbri ne vanno ricordati almeno tre: con una cerimonia molto classica Maria Grazia Cucinotta si è sposata nel '95 a Sangemini con il re delle acque minerali Giulio Violati, a Spoleto Serena Autieri è stata portata all altare dallo spoletino Enrico Griselli e a Città della Pieve in gran segreto, il 21 giugno del 1997, il premio Oscar Colin Firth ha impalmato l umbra di origine Livia Giuggioli che spesso, insieme al suo celebre consorte, torna nella casa di famiglia ai confini con la Toscana. A Casalina possiede una piccola torre Tito Schipa Junior e a Ripabianca il ballerino Lindsay Kemp ha costruito una casa bianco latte disseminata di bellissime bambole con una grande palestra a specchi per i suoi esercizi. A Massa Martana, portato dall amico Furio Colombo, da alcuni anni vengono a passare le vacanze i coniugi Bertinotti che hanno comprato un piccolo appartamento nel centro storico. Non molto lontano dal casale della giornalista televisiva e scrittrice Ritanna Armeni. Il musicista Giulio Rapetti, in arte Mogol, autore con Lucio Battisti di indimenticabili canzoni, all inizio degli anni '90 ha lasciato Milano e si è trasferito nella campagna umbra, e precisamente a Toscolano (Acquasparta) dove nella tenuta de I ciclamini ha ristrutturato un casale per sè e costruito il Cet (Centro Europeo Toscolano) una sorta di cittadella formata da tante casette disposte intorno ad un grande prato quadrato dove insegna ai giovani a far musica e insegue il sogno di contribuire a migliorare la qualità della vita della società contemporanea. (1 - Continua) Umbria felix dalla prima Legeometriedelvinoumbro...al dio Bacco (per intenderci la tartaruga disegnata da Arnaldo Pomodoro) è un capolavoro, che da lustro all intera regione. In architettura consideriamo opere d arte quelle che si armonizzano con lo spazio che le circonda. Le campagne bevanati si sposano perfettamente con l opera in questione. Anzi, sono proprio i terreni vitati e le docili colline di Castelbuono - e non viceversa - a rendere la pagoda godibile, quanto il Sagrantino che contiene. Il vino tira, si sa, specialmente gli artisti. Soprattutto se la committenza si chiama Lunelli: Ferrari di Trento, per intenderci, quella delle bollicine made in Italy, dello Spumante abbinato all arte, delle 31 bottiglie Pop Art Artist Doc interpretate da Mimmo Rotella, Ugo Nespolo e Marco Lodola. Attenzione però, parliamo di una azienda leader, con gli sghei investiti al posto giusto (si spera) e al momento giusto. Perché senza quelli ti dovrai accontentare del geometra di sotto casa, piccolo viticultore locale a caccia di gloria e di contributi pubblici, indispensabili per mettere in piedi una qualsiasi struttura produttiva. Il vino sta diventando come l olio. A farlo come si deve non rende troppo. Ha ragione Dorfles quando scrive che nessun italiano con un minimo di interesse culturale e di sensibilità estetica, dovrebbe ignorare quella incredibile fascia appenninica tra Umbria, Toscana e Lazio dove si annidano le stupende e misteriose cittadine di Spello, Gubbio, Umbertide e Foligno, oltre, ovviamente a Perugia e Assisi. Il vino, la storia, l ospitalità, l integrazione del territorio e il rispetto dell ambiente, fanno il resto. Ma non basta lasciarli colloquiare. Meglio se tutte le cantine, da Orvieto a Montefalco da Torgiano ad Amelia, le firmassero architetti di chiara fama o le facessero più belle le opere d arte, come ad Ama, nel Chianti, dove hanno lasciato la loro impronta Michelangelo Pistolletto, Giulio Paolini, Louise Bourgeois, Chen Zhen, Cristina Iglesias, Carlos Garaicoa, Anish Kapur, Daniel Buren e dove Kendell Geers, ha istallato la sua rossa impronta luminosa, che si legge Noitulover, e al rovescio, curiosamente, Revolution. A quando una rivoluzione dell universo (enologico e paesaggistico) umbro? Non possiamo permetterci i Calatrava, i Gehry, i Piano, i Foster e i Rogers? La crisi attanaglia il settore, le cantine implodono di prodotto e i geometri scalpitano! Chi vorrà godersi i Guggenheim enologici si rechi a Suvereto, Toscana, per visitare Petra di Terramoretti, concepita da Botta, opera che esprime perfettamente la fusione tra l edificio, le vigne e il vino; o in Piemonte per vedere l Acino dei Ceretto; o a Caldaro, Alto Adige, per stupirsi davanti al Winecenter progettato dal laboratorio di architettura Feld 72; o a Gavorrano di Grosseto, per visitare l opera di Renzo Piano, commissionata da Rocca di Frassinello. Siparietto. I cugini toscani sono al terzo posto tra le mete enoturistiche mondiali, perché a partire dagli anni Sessanta si sono concentrati sul binomio vino-paesaggio, di cui i vagabondi del gusto non intendono fare a meno. In Umbria il settore presenta uno spiccato potenziale di sviluppo turistico. Sebbene, diciamocela tutta, il trend è in lieve flessione rispetto al decennio passato. Colpa dei produttori? Della crisi? Delle politiche sbagliate? Cosa ci manca - a parte gli sghei - rispetto alla Napa Valley californiana, alla Barossa Valley del tanto decantato sistema Food and Wine Tourism australiano? Forse ci manca un po di programmazione a partire dai progetti strutturali delle cantine, anche se è vero che gli archistar non lavorano per la gloria. Ma il nostro sistema ne ha capito l importanza? In fin dei conti di cantine se ne sono costruite tante. Nel ridefinire il concetto di ospitalità, legittimamente diretto alla promozione e alla vendita del prodotto (il Cellar Doors australiano, per intenderci, ovvero il concetto della cantina aperta al pubblico tutto l anno) va considerata l attrattiva architettonica. I dettagli agronomici, la vendemmia, l affinamento e la degustazione intrigano. Ma necessita soprattutto una riflessione verso concezioni più moderne, come la funzionalità, la sostenibilità, il risparmio energetico e i rendering, che di per sé costituiscono attrazione e lasciano trasparire la capacità del produttore a costruire il vino, in perfetta armonia ambientale. Facciamoci un pensierino, senza nulla togliere al geometra di casa. Beata umbritudine, umbra beatitudine. Giovanni Picuti

16 ECONOMIA - PERUGIA - Sono diciotto le principali concessionarie esclusive di pubblicità dei media italiani e delle principali testate internazionali che hanno stipulato con l'agenzia di Promozione Turistica dell'umbria una convenzione per la realizzazione di interventi/ campagne di comunicazione per la promozione del prodotto Umbria, in tutte le sue declinazioni e filiere. Oltre centosessanta le testate coinvolte, della carta stampa, radio e tv locali e del web, nazionali ed internazionali, specializzate e generaliste che fanno riferimento, per il mercato italiano, a RSC, Manzoni, Progetto, Condè Nast, Ediman, Gruppo Turismo Attivato dall Agenzia regionale un servizio di brokeraggio per la comunicazione Apt, più servizi agli operatori Sole 24Ore, Piemme, Mondadori, Cairo, PubliKompass, Promedia2000, Publishare, Spe, Dieci Media. Per i mercati esteri l'intesa è stato raggiunta con K.Media, concessionaria esclusiva per l'italia di prestigiosi media internazionali. L'APT, sempre più indirizzata a fornire servizi reali a tutti gli attori del turismo umbro, si è posta l'obiettivo di ottimizzare le risorse dell'intero sistema turistico regionale, sia pubblico che privato, per potenziare la capacità complessiva di comunicazione del sistema e la forza di penetrazione del brand Umbria. "L'Agenzia ha svolto un'attività di servizio a favore di tutti gli attori del sistema turistico regionale - ha commentato Stefano Cimicchi, commissario straordinario dell'apt - con l'obiettivo di facilitare la realizzazione di interventi di comunicazione con accordi che prevedano tariffe agevolate, ovvero un trattamento improntato a criteri di forte economicità e ad un forte abbattimento del costo-contatto. "La Regione Umbria, nell'ambito del piano triennale di indirizzo, prevede una serie di azioni significative, fra cui un anche un importante piano di comunicazione che stiamo approntando insieme alla Camera di Commercio di Perugia e che - afferma l'assessore Fabrizio Bracco - beneficerà di tutti i servizi altamente qualificati che siamo in grado di attivare ". ChimicaSindacati ed istituzioni al fianco dei manifestanti. Chiesta l attivazione di Sviluppumbria Il grido d aiuto della Sirap Gema Ieriloscioperodeilavoratoricontroilicenziamentiannunciati Roberto Sabatini Sirap Gema Ieri lo sciopero dei lavoratori PERUGIA - Sciopero di otto ore ed anche traffico bloccato sulla via Pievaiola per la protesta dei lavoratori della Sirap Gema, l azienda di Corciano che si appresta a chiudere i battenti licenziando sessanta operai. Durissimi i commenti dei sindacati e delle istituzioni, che hanno dichiarato di voler contrastare questa decisione che avrebbe conseguenze devastanti per un azienda da sempre ai vertici nazionali per ordinativi e produttività: Noi respingiamo con fermezza questo piano aziendale - dichiara Renzo Basili segretario regionale della Filctem Cgil - Un piano che penalizza un azienda da sempre fiore all occhiello del gruppo. Purtroppo la proprietà Italcementi - continua Basili - ha deciso un piano di tagli che risponde solo alla logica di abbandono degli stabilimenti del Centro Sud, per mantenere invece la localizzazione al Nord ed in Europa. Noi attraverso la mobilitazione vogliamo stanare i vertici aziendali e portarli su un tavolo nazionale dove discutere di prospettive e progetti. Se poi - conclude Basili - l azienda dovesse confermare il suo disimpegno dall Umbria a fine anno, allora quantomeno dovrà essere disponibile a cedere il sito ad un altro proprietario che possa far continuare l attività di questa impresa modello. Tanti gli attestati di solidarietà rivolti ieri ai lavoratori anche dalle istituzioni. Il sindaco di Perugia Wladimiro Boccali ha espresso la sua solidarietà e quella di tutta l'amministrazione comunale ai lavoratori della Sirap-Gema e ieri mattina, il primo cittadino del capoluogo e il sindaco di Corciano, Nadia Ginetti, hanno preso parte al corteo di lavoratori che, partito dall'incrocio fra Strozzacapponi e Via Pievaiola, ha raggiunto la sede dello stabilimento in via Einaudi. Al presidio hanno partecipato anche il segretario regionale della Cgil dell'umbria Mario Bravi, il segretario della Cgil Perugia, Vincenzo Sgalla, membri della Rappresentanza sindacale unitaria, alcuni consiglieri comunali, altri rappresentanti istituzionali e le famiglie dei lavoratori. "Un ordine del giorno congiunto con il Comune di Corciano sulla crisi occupazionale della Sirap-Gema - ha detto il sindaco, rivolgendosi ai lavoratori - sarà presentato prossimamente nei rispettivi consigli comunali. Un documento in cui si esprime solidarietà, che non è solo formale. L'ordine del giorno prevede, infatti, l'attivazione di azioni concrete per scongiurare la chiusura del sito. Una chiusura che rappresenta un duro colpo all'economia di tante famiglie e del territorio". Boccali si è detto "costernato" per una decisione del genere, a fronte di un'azienda che rappresenta "un pezzo di storia del nostro territorio" e che "ha delle enormi potenzialità, con una produzione settimanale, un mercato in crescita e con assunzioni a tempo indeterminato realizzate di recente". Per questo, "chiederemo alla Regione Umbria di attivarsi, anche attraverso Sviluppumbria, per verificare eventuali altre soluzioni". Secondo il sindaco, "esperienze di questo genere impongono nuove misure legislative". Anche il sindaco di Corciano ha richiamato l'attenzione sulla necessità di "varare un ordinamento giuridico che tuteli oltre al lavoratore anche i siti produttivi". Quanto alle professionalità che potrebbero perdere il lavoro, Ginetti ha ipotizzato "la possibilità di riconvertire il sito produttivo, in sinergia con altre realtà industriali del territorio". Boccali e Ginetti hanno quindi aggiunto come il governo nazionale abbia adottato provvedimenti che vanno "esattamente nella direzione opposta alla tutela giuridica del lavoratore e dei siti produttivi". A Corciano un consiglio comunale discuterà proprio dell argomento.. Il segretario Bravi ha sottolineato "la riuscita della protesta" con cui si è voluto trasmettere un messaggio forte alla proprietà: "non accettiamo la chiusura imposta dai vertici aziendali - ha sostenuto Bravi - perché questa azienda non è in perdita, ma ha dato utili alla multinazionale". Ha poi ricordato che questa vicenda sta "nel pacchetto delle vertenze aperte in Umbria che dimostrano, al contrario di quanto afferma il governo nazionale, che la crisi economica è tutt'altro che scongiurata". PdePrcincampo Il sostegno dei rappresentanti dei partiti PERUGIA - "Il Partito Democratico dell'umbria esprime vicinanza e pieno sostegno ai lavoratori della Sirap Gema, in sciopero per scongiurare il rischio chiusura dell'azienda e per ribadire netta contrarietà a un piano industriale che invece di rilanciare la produttività del gruppo, taglia e razionalizza sulle spalle di decine di famiglie". Così Antonello Chianella, Responsabile Regionale Organizzazione del Pd Umbria. "Il Partito Democratico dell'umbria - ancora Chianella - resta convinto della necessità e dell'urgenza di fare del lavoro e dei diritti l'asse portante di un nuovo sviluppo del Paese. Per questo il Pd Umbria è vicino e solidale ai lavoratori in sciopero". Solidarietà anche da Enrico Flamini e Emiliano Pampanelli di Prc che affermano che: "Le istituzioni e la politica hanno la responsabilità di dare risposte concrete. Per fare questo bisognerebbe avere il coraggio di trovare nuovi strumenti: se un'azienda sana e produttiva è minacciata di chiusura per logiche di delocalizzazione e di speculazione va tutelata a prescindere da quelli che sono gli interessi della proprietà. Occupazione Tutte le modalità per l autorizzazione e l accreditamento delle Agenzie. Prevista anche la costituzione di un albo Lagiuntaadottaildisegnodileggediriformasuiserviziperillavoro Servizi per il lavoro La Giunta regionale di palazzo Donini ha approvato un disegno di legge PERUGIA - La giunta regionale, su proposta dell'assessore allo sviluppo economico, Gianluca Rossi, ha adottato il disegno di legge su "Sistema regionale dei servizi per il lavoro: autorizzazione e accreditamento delle Agenzie per il lavoro" sul quale si era registrata la sostanziale condivisione dei soggetti interessati in occasione della riunione del tavolo tematico dell' Alleanza per lo sviluppo dell'umbria, che si era tenuto il 9 giugno scorso. La riforma del mercato del lavoro ha inciso profondamente sull'assetto organizzativo dei servizi pubblici e privati per l'impiego, così come delineato dalle riforme amministrative e costituzionali degli ultimi anni, ampliando notevolmente la platea dei soggetti abilitati ad erogare tali servizi. La normativa nazionale ha già consentito lo svolgimento dell'attività di intermediazione, di ricerca e selezione del personale, di supporto alla ricollocazione professionale dei lavoratori e delle lavoratrici, a soggetti che operano in almeno quattro regioni, rinviando alle disposizioni regionali la possibilità di autorizzare anche soggetti che intervengono in realtà più circoscritte, di una sola regione o di meno di quattro regioni. Gli ultimi dati raccolti tramite l'indagine Excelsior 2010 confermano questa caratteristica tipicamente italiana, da cui l'umbria non si discosta. "Il maggior ricorso ai servizi pubblici da parte delle imprese, ha affermato l'assessore Rossi, discende dall'investimento fatto dall'umbria in tale ambito; d'altra parte la qualità dei Centri umbri per l'impiego è stata riconosciuta anche dalla Commissione europea che ha espresso sugli stessi una valutazione molto positiva. La qualità dei servizi rivolti ai lavoratori e alle imprese è l'obiettivo di questa legge, che richiama i livelli essenziali delle prestazioni e il Masterplan regionale a garanzia di una elevata omogeneità della rete dei servizi pubblico-privata". "L'avvento della crisi e il conseguente notevole aumento dei soggetti che richiedono servizi al lavoro, non solo quelli di intermediazione, ha concluso l'assessore Rossi, ha determinato la necessità dell'ampliamento di quanti erogano tali servizi e l'opportunità di una loro integrazione con operatori locali". Il Disegno di Legge regionale prevede la costituzione dell'albo dei soggetti accreditati all'erogazione dei servizi al lavoro. Prevista anche l'istituzione dell'albo regionale delle Agenzie per il lavoro. COMUNE DI BASTIA UMBRA Piazza Cavour n. 19 CAP Bastia Umbra (PG) Tel Fax Il Comune di Bastia Umbra, indice una procedura aperta, ai sensi e con le modalità di cui al D.Lgs. 163/2006 s.m.i., per l affidamento della copertura assicurativa RCT/O dell Ente, per la durata di anni 3. Le offerte corredate dai documenti indicati nel Bando e nel Disciplinare di gara, dovranno pervenire entro le ore del 14/09/2011. I documenti di gara possono essere richiesti, ogni giorno lavorativo escluso il Sabato, all Uff. Economato Tel Fax e sono, altresì, reperibili sul sito internet COMUNE.BASTIA.PG.IT. Il Bando di gara è stato inviato alla G.U.U.E. in data 22/07/2011 e pubblicato sulla G.U.R.I. quinta Serie Speciale n. 87 del 25/07/2011 il CIG è C9F Il Responsabile del Procedimento Grazia Lucarelli

17 Giovedì 4 7 Agosto 2011 ECONOMIA CORRIERE TerziarioAmoni: Si poteva fare di più. Negativo il mancato recepimento del principio della pluralità dei format Serve una norma organica del commercio IlpresidentediConfcommerciocriticailregolamentosulladirettivadeiservizi PERUGIA - Parafrasando il ritornello di una celebre canzone "si poteva fare di più". Lo afferma la Confcommercio dell'umbria a proposito del provvedimento recante gli "Indirizzi e criteri per l'insediamento delle attività del commercio", pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Umbria dopo l'approvazione in giunta. L'atto - che dà concreta attuazione alla L.R. n. 15 del febbraio 2010, che recepiva a livello regionale la cosiddetta direttiva Bolkestein - stabilisce i criteri ai quali i Comuni si devono attenere in materia di programmazione urbanisticocommerciale. Ma secondo Confcommercio la Regione ha perso un occasione per compiere una svolta, non recependo nel provvedimento - come l'organizzazione invece aveva fortemente richiesto e considerava essenziale - il principio della cosiddetta "pluralità dei format", mirante ad assicurare un equilibrato sviluppo tra diverse tipologie distributive, per garantire ai consumatori una idonea disponibilità di servizi commerciali. "L'accoglimento del principio della pluralità dei format - sottolinea il presidente di Confcommercio ROMA - Sono le aziende di impiantistica per il riscaldamento e la climatizzazione che operano nella provincia di Perugia, ovvero il 71% degli operatori dell'umbria: si tratta per lo più di micro e piccole imprese che sono chiamate a confrontarsi con un settore in continua evoluzione e sempre più orientato ai temi dell'efficienza e del risparmio energetico. Un settore, quello delle energie rinnovabili e dell efficienza energetica, che sta registrando un continuo sviluppo e che fa bene sperare tutti gli operatori per un aumento dell occupazione nell arco di tutto quest anno con ulteriori prospettive. Un trend che trova riscontro anche nell'indagine commissionata da Clima Expo Roma, la biennale della climatizzazione, riscaldamento, idronica e rinnovabili, organizzata da ROS, società partecipata da Fiera Roma e Senaf, che si svolgerà dal 10 al 12 novembre 2011 presso gli spazi di Fiera Roma. Dallo studio emerge come, secondo il campione di installatori idrotermosanitari del Centro-Sud Italia intervistati, il 2011 sarà un anno all'insegna del risparmio energetico. Infatti, se lo scorso anno quasi 1 impiantista su 2 (45%) ha dichiarato di aver già installato tecnologie Umbria Aldo Amoni - avrebbe rappresentato una novità nel panorama italiano in tema di programmazione commerciale, con effetti determinanti per il futuro governo del settore. Stante il livello di sostanziale saturazione della rete distributiva in Umbria e la persistente contrazione dei consumi, gli interventi di cui il settore ha bisogno sono essenzialmente di tipo qualitativo, non quantitativo. Il criterio della pluralità dei format - partendo dall'analisi della rete distributiva esistente e degli indici di penetrazione dei vari format - rappresentava un sistema per regolare secondo parametri oggettivi il futuro sviluppo della rete commerciale. Né riteniamo accettabile l'obiezione - mossa dalla Regione - secondo cui questo principio avrebbe reintrodotto forme di contingentamento, proibite dalla direttiva Bolkenstein". Il mancato inserimento del criterio della pluralità dei format condiziona fortemente il giudizio complessivo di Confcommercio sugli "Indirizzi per l'insediamento delle attività commerciali", che sono peraltro giudicati positivamente laddove, ad esempio - in per il riscaldamento e per la climatizzazione ad alta efficienza, nel 2011 la richiesta, per ben il 41% del campione, crescerà ulteriormente. A spingere la domanda, più dell' attenzione verso l'ambiente (4%) ed il risparmio energetico (27%), è l'interesse per i minori costi in bolletta connessi all'utilizzo di queste tecnologie (67%). Ma il fattore economico è anche il primo ostacolo all'ulteriore diffusione di queste tecnologie, con l'80% degli installatori che indica questo Confcommercio Il presidente Aldo Amoni aspetto come la prima obiezione posta dai clienti. Per il 27% dei tecnici intervistati, invece, il problema è la scarsa informazione. Tra i dispositivi più richiesti si segnalano le caldaie a condensazione (71%), il solare termico e le pompe di calore (69%). "L'osservatorio Clima Expo Roma mostra la crescente sensibilità delle famiglie del Centro-Sud Italia verso il tema dell'efficienza energetica - afferma Antonio Bruzzone, Amministratore Delegato di ROS - Risparmiare resta sempre il fattore principale e le nuove tecnologie in campo idrotermosanitario, se progettate e installate in modo appropriato, possono contribuire a diminuire significativamente i costi in bolletta, oltre a ridurre l'impatto ambientale. Riteniamo che la formazione dell'installatore sia un passo fondamentale per dare, ai professionisti del comparto, gli strumenti e il know how necessari ad assecondare l'evoluzione degli impiantisti da semplici installatori a veri e propri consulenti. ModaLaKemon,aziendadiSanGiustino,hapresentatolenuovelineeperil2012 Le acconciature di tendenza nascono in Umbria questo accogliendo richieste della stessa organizzazione - prevedono il coinvolgimento negli atti del Comune delle associazioni del commercio maggiormente rappresentative; l'individuazione nel PRG delle aree da destinare agli insediamenti commerciali con specificazione della tipologia e della categoria merceologica; la possibilità di porre limiti di carattere dimensionale o merceologico in aree non esclusivamente commerciali; il principio della saturazione e relativi criteri (sono sature le aree in cui c'è congestione del traffico, le infrastrutture non sono adeguate, è alto l'inquinamento atmosferico, vi sia una riserva ecologica, ecc.); la possibilità della variante urbanistica solo in presenza di insufficienza delle aree già destinate (fino ad oggi c'è stato un uso "disinvolto" delle varianti da parte dei Comuni); per le M3-G1-G2, obbligo di garantire l'efficace accessibilità e di mitigare gli impatti sul traffico e relativi costi posti a carico dell'investitore; l'obbligo del piano attuativo urbanistico per M3-G1-G2 e poli commerciali; l'obbligo per M3-G1-G2 di completare le opere infrastrutturali previste nel piano attuativo (opere di urbanizzazione) prima di avviare l'attività; la verifica, in caso di M3-G1-G2, dell'impatto commerciale che questi insediamenti hanno nelle aree già destinate a commercio in relazione alla popolazione e alla capacità di attrazione dell'area; l'obbligo della perequazione per G1 e G2 (a fronte di tot mq costruiti per nuovi insediamenti, obbligo di contribuire alla riqualificazione di aree degradate). "A questo punto - conclude il presidente Amoni - diventa però urgente che la Regione metta mano alla norma organica del commercio, che racchiuda una serie di fattori propulsivi per tutto il settore. Non vogliamo una mera raccolta sistematica delle leggi esistenti e tanto meno una semplice disciplina amministrativa che gestisca saldi, promozioni, distanze, metri quadrati, contingenti. Serve molto di più. E' infatti arrivato il momento per passare ad una normativa che si faccia finalmente carico di affrontare i veri nodi della distribuzione. In particolare occorre inserire nell'articolato riflessioni sulla produttività, sulla formazione e qualificazione professionale di operatori ed addetti, sulle aree di sovrapposizione con la normativa del lavoro e con la contrattazione di secondo livello, sulle risorse di cui può disporre il settore e sulle relative finalizzazioni, sulle reti e le filiere, sull'innovazione, sull'internazionalizzazione, su una più stretta correlazione tra programmazione amministrativa ed urbanistica, sui distretti dei servizi, della cultura e del turismo e sul tema dell' abusivismo. Il salto culturale richiesto da questo progetto normativo è davvero grande, ma riteniamo sia una necessità a cui non si può più derogare". Energia Indagine Clima Expo: per il 41% dei professionisti del Centro-Sud previsioni di crescita per le installazioni Sostenibilità, il 2011 sarà un anno all insegna del risparmio SANGIUSTINO - Kemon, l'azienda di Sangiustino leader nel settore della cosmesi professionale per capelli, ha presentato, nella splendida cornice di Borgo De Romolini, la moda capelli Erano presenti gli operatori Kemon, ambasciatori del made in italy, provenienti da tutto il mondo che hanno sottolineato con convinti applausi colori e tagli per il prossimo anno. La sfilata curata nei minimi particolari da Aldo Nocentini, responsabile marketing Kemon, i filmati di Amedeo M.Turello e la colonna sonora hanno creato un'atmosfera particolare, dando grande impatto a tagli e colori realizzati dai parrucchieri Labriola, Rosini, Baltieri e Martini. The Italian Touch ha puntato su quattro tendenze. Scenographie, è il modo che ispira la collezione moda Kemon, un modo che evoca l'arte, il cinema, lo spettacolo e la spettacolarità. Street, una donna giovane e dinamica, che affronta con allegria e positività la città, la strada e la vita quotidiana, attingendo a piene mani, da tutto quello che la moda ci ha trasmesso negli ultimi anni. Glamour, un look ideale per l'appuntamento dell'aperitivo, dove la moda ci fa riscoprire il piacere di indossare abiti eleganti, sdrammatizzati da un'inusuale interpretazione, che strizza l'occhio alle convenzioni borghesi, giocando con tagli e colori, accostamenti e sperimentazioni, anima della nuova creatività. Nel make-up lo Smoky eye, con le sue sfumature scure ad evidenziare lo sguardo, è utilizzato per dare drammacità, mentre i toni sono quelli del marrone e del nero, disegnati su palpebre color carne. Il Blush, sulle tonalità del bronzo, è utilizzato per definire zigomi e labbra. Chic, ovvero la notte, con le sue luci e la musica, la notte dei locali e delle discoteche, la notte dei teatri e delle prime, la notte delle feste che finiscono all'alba. La notte dunque, è il palcoscenico dove questa donna diventa una star: una diva d'altri tempi, vestita di luci e sfavillante come una falena nella notte. Per questo, nell'ambito della manifestazione, abbiamo creato dei momenti in cui gli addetti ai lavori possono aggiornarsi e approfondire le tematiche più rilevanti della loro professione." La ricerca evidenzia, inoltre, lo stato di endemica irregolarità degli impianti rispetto alle normative vigenti: chiamati per gli interventi di riparazione, solo il 28% degli installatori riscontra che la maggior parte degli impianti è a norma. Ma qual è stata, nel 2010, l'incidenza sul fatturato totale derivante dall'installazione di prodotti idrotermosanitari e di climatizzazione che utilizzano energie alternative o a risparmio energetico? La quota varia sensibilmente: per la metà del campione (49%) che ha installato questo tipo di soluzioni, essa non supera il 20% mentre, per il 12%, ha un'incidenza di oltre il 50% del fatturato. Per quanto riguarda le previsioni del fatturato per il 2011, il 22% prevede di crescere mentre il 28% non si aspetta di peggiorare le performance ottenute nell'anno appena chiuso. Resta comunque una percentuale importante del campione (30%) che non si sente ancora al sicuro dalla crisi e teme di regredire, seppur di poco, rispetto al Per concludere, una notizia che riguarda le fonti a cui si appoggiano gli impiantisti per tenersi aggiornati sulle rapide evoluzioni che riguardano le tecnologie prese in esame: se il 58% si affida principalmente alle indicazioni delle aziende produttrici, il 48% ricorre alla lettura di riviste specializzate e il 44% alla partecipazione a fiere, a conferma dell'importanza che questi mezzi di formazione e informazione ancora oggi ricoprono. Tutte le informazioni sulla fiera su

18 14 Giovedì 4 CORRIEREPERUGIA Agosto 2011 Firmato un protocollo d intesa tra consulta comunale dell immigrazione e Cesvol Quando formazione significa anche integrarsi PERUGIA - La formazione professionale dei cittadini migranti è al centro di un protocollo d'intesa tra la Consulta comunale dell'immigrazione di Perugia ed il Cesvol. Con la rilevazione dei reali fabbisogni formativi dei cittadini migranti e lo sviluppo di progetti ad hoc, il mondo del volontariato e quello delle istituzioni mettono su carta l'intenzione di dare nuovo slancio all'inclusione sociale. La firma apposta ieri mattina in Provincia, alla presenza dell'assessore comunale alla Cultura, Andrea Cernicchi, rende di fatto operativo un percorso già iniziato da tempo, hanno sottolineato Luigi Lanna, presidente del Cesvol, il Centro servizi per il volontariato di Perugia, e Guillaume Toaly, presidente della Consulta. La speranza è ora di rafforzare la consapevolezza e le Protocollo Ieri la firma competenze di tanti migranti che, seppur residenti da lunghi anni, trovano difficoltà a fruire pienamente delle opportunità lavorative, ha sottolineato Toaly. E se l'obbiettivo a lunga scadenza rimane quello "dell'acquisizione della cittadinanza italiana", nel frattempo tanti sono i diritti da conoscere e "agire" per una cittadinanza veramente attiva. Per il presidente del Cesvol, che ha annunciato l'attivazione di corsi ad hoc per gli immigrati, da sempre soggetti deboli del mercato del lavoro, l'intesa è parte di un processo già avviato dal Centro "che si sta accreditando come agenzia formativa". Inoltre, al fine di fornire maggiori strumenti alle associazioni di migranti e di valorizzare le competenze culturali dei nuovi perugini, da settembre al Cesvol partiranno due iniziative. Una serie di incontri - per 20 ore complessive dal 9 settembre al 14 ottobre - in collaborazione con l'ong Tamat, riservati a 12 partecipanti. Per iscriversi al circolo di studi dal titolo "Logiche e strumenti per imparare a progettare interventi nel settore dell'immigrazione: dal quadro logico alla costruzione del piano finanziario", occorre spedire la domanda entro il 2 settembre a mezzo posta ordinaria. Rivolta agli stranieri residenti in Italia è, invece, la seconda edizione del concorso letterario nazionale "Poesie Immigrate", proposto dall'associazione culturale iraniani Perugia in collaborazione con la Consulta. I testi, che dovranno essere spediti al Cesvol entro il 30 ottobre, potranno ispirarsi a temi universali quali la guerra, la fame, la terra, la nostalgia, l'esilio e l'amore. Oltre a sancire la presenza periodica di un operatore Cesvol presso la Consulta, il protocollo prevede la costituzione di un centro documentazione delle culture dei popoli migranti. Isabella Rossi Comitato su biomasse PERUGIA - Goffredo Moroni, presidente del comitato Mulini di Fortebraccio, risponde al Pd di Ponte Valleceppi spiegando che, sull impianto a biomasse, da parte del comitato non c è stata solo una segnalazione, ma il nostro comitato ha dovuto ripetutamente recarsi fisicamente presso gli uffici comunali per avere la certezza della verifica. Invito il Pd a sollecitare l'amministrazione a rispondere in maniera esaustiva ai quattro interrogativi indirizzati a sindaco e assessore all'urbanistica. Inoltre - conclude Moroni - saremmo ben soddisfatti di avere con la politica locale un confronto pubblico che interessi tutto il paese. APonteFelcinoda8a25eurol ora,lamediadovevaesseredel20% Triplicano le tariffe dello sport Inmoltiversol abbandono,ilcvadimontegrilloèorfano Alessandro Antonini PERUGIA - Non è una città per sportivi. Le tariffe orarie, in alcuni impianti, sono addirittura triplicate. Stanno scattando in questi giorni i maxiaumenti decisi dall amministrazione. All ufficio sport hanno affisso lo scherma con le varie le fasce di cva, suddivisi per territorio, e le forbice delle tariffe. Poi c è il computo dei consumi: più sono e più il prezzo s impenna. Succede che in strutture come quella di Ponte Felcino, in periferia, con impianti datati e spese non da poco, si passi da otto euro all ora a venticinque. Più del trecento per cento. Molte attività abbandonano. Vedi il pattinaggio. E così negli altri centri cittadini. E sono centoquindici. In base alla delibera approvata c è aumento delle tariffe - del 20% in media - e l introduzione del canone simbolico di gestione (si passa da 51,65 fino a 200 euro) nonché, per le associazioni culturali, l affidamento delle spese di manutenzione straordinaria per il 50% in carico ai gestori degli immobili comunali. La delibera interpreta e concretizza i punti salienti della interna della giunta comunale numero 192 del Ignozza a Montegrillo Per le lezioni di fair play con gli studenti L iniziativa La pensione direttamente sul conto PERUGIA - Da lunedì è iniziato negli uffici postali della provincia, secondo i calendari prestabiliti, il pagamento delle pensioni. Poste Italiane ricorda che per agevolare le operazioni di riscossione ed evitare i rischi derivanti dal trasporto di contanti è a disposizione il servizio gratuito "Pensionati e accreditati", che consente di ricevere direttamente la pensione dal primo giorno del mese sul libretto di risparmio postale, sul conto Bancoposta e sul nuovo conto Bancoposta più. A Perugia il servizio è stato scelto dal 60% dei pensionati. 7 ottobre 2010, vergata e pensata per rispodere ai tagli del governo e alla crisi. Cuore del meccanismo la delibera 435, inventata per tagliare il tagliabile sugli immobili di proprietà del Comune e quelli assunti in locazione o assegnati in uso a carattere temporaneo - o ricorrente - a diversi soggetti per attività culturali sportive e ricreative. Viene così concretizzato un dispositivo che mesi da faceva già tremare ai posti a enti e associazioni. Era stato lo stesso presidente del Coni, Domenico Ignozza, a lanciare il primo strale. Con questa manovra. aveva detto in queste pagine - non si penalizzano solo i gestori, ma le famiglie. Le famiglie sono in difficoltà, pensiamo a quelle con più figli. Un rincaro delle tariffe del 20% per quelle numerose, con più figli, rischia di tradursi in un allontanamento dei ragazzi dallo sport, giocoforza. Si va anche verso l accorpamento delle associazioni culturali e sportive per arrivare ad alienare quanto si può. Intanto fra le vittime illustri spunta il cva di Montegrillo: l affidamento non è riuscito, nisba, le associazioni non si sono fatte avanti. Sul sito, alla voce albo pretorio, c è il bando. Solo, desolato. In breve ProlocoSanSisto PERUGIA - Dopo un mese di lavori, riapre domani il circolo ricreativo della Pro loco San Sisto. Questo grazie ai proventi della rassegna delle sagre e dell attività di volontariato. La presidente, Loredana Oppedisano, invita tutti all' apericena alle 19. Prossimo obbiettivo sarà la realizzazione di una pergola e di un impianto fotovoltaico per l'autosufficienza energetica da realizzare in collaborazione con il Comune. Sfondata recinzione PERUGIA - Incidente spettacolare ma per fortuna senza feriti ieri alle 20 e 30 circa. Lungo la salita che da Ponte San Giovanni porta a Perugia, in via San Girolamo, una Panda dopo una curva ha sbandato finendo dall altra parte della carreggiata, contro la recinzione di una azienda. In quel momento sulla carreggiata a parte la Panda non transitava nessuno. Niente feriti, ma la recinzione dello stabilimento è stata completamente sfondata. Poste a impatto zero PERUGIA - Il Comune ha aderito al progetto di ricerca "Veicoli ad emissione zero per i servizi postali con ciclo integrato di biocarburanti", cofinanziato dal ministero dell'ambiente. La sperimentazione prevede lo sviluppo di un quadriciclo leggero ad alimentazione ibrida ed elettrica; ne saranno impiegati 20 per la distribuzione della posta nel centro urbano. Con la firma dell'associazione temporanea di scopo tra i partner del progetto - spiega l assessore alle politiche energetiche, Lorena Pesaresi - avvenuta nei giorni scorsi a Roma, si è dato concretamente inizio allo sviluppo del nuovo progetto. XXXI Festa di S. Lorenzo dall 1 Agosto al 15 Agosto 2011 PONTENUOVO DI TORGIANO GIOVEDI 4 AGOSTO ORE APERTURA STANDS GASTRONOMICI SPECIALITÀ: CHITARRINE ALLO SPECK, GNOCCHETTI AL TARTUFO, STRACCETTI DI MANZO CON RUCOLA E PACHINO ORE SERATA DANZANTE con ORIENTE EXPRESS ORE c/o AREA VERDE ELEONORA E DANIELE I ragazzi della Scuola NEW BLU ANGEL presentano BALLANDO SOTTO LE STELLE ORE SAINT LAURENCE PUB Wine & Cocktail

19 16 Giovedì 4 CORRIERETRASIMENO CITTÀ DELLA PIEVE - Muove i primi passi l'azione della giunta coordinata dal sindaco Riccardo Manganello verso una maggiore trasparenza dell'attività della struttura amministrativa comunale. Si va ben oltre gli annunci, scegliendo la concretezza di nuove norme regolamentari che sanano un ritardo di una decina d'anni e che, se rispettate, sono in grado di migliorare la qualità del lavoro degli uffici e dunque dei servizi al cittadino. La prima novità riguarda l'adozione di un complesso normativo ad hoc, in grado di porre obiettivi chiari e certi, tali da consentire, sulla base del loro raggiungimento, la valutazione dei responsabili d'area. Il piano riguarda due aspetti: obiettivi di mantenimento, i cui obblighi derivano dalla legge e non dipendono dalle scelte dell' amministrazione locale, come rispondere con un provvedimento espresso alle istanze dei cittadini; obiettivi di sviluppo, che dipendono da scelte degli amministratori. E previsto un punteggio, corrispondente ai livelli di soddisfacimento degli obiettivi prefissati, assegnato da un nucleo di valutazione che interessa più Comuni e i cui membri sono nominati dai sindaci. Per l'area Lavori pubblici la giunta ha predisposto, come Piano degli obiettivi di sviluppo, ben ventinove schede; si tratta di una vera e propria rivoluzione per la macchina degli uffici comunali, visto che al primo posto c'è la comunicazione con i cittadini utenti: si prevede infatti la pubblicazione, sul sito internet istituzionale, sia di ogni richiesta pervenuta dagli utenti (ma anche dal sindaco o dall'assessore), sia dell'avvenuta risposta fornita entro i termini, indicando eventualmente i motivi della mancata evasione della richiesta. La pubblicazione su internet e il puntuale aggiornamento dei dati vale come regola anche per ciò che riguarda lo stato di avanzamento delle opere pubbliche. Stessa garanzia di pubblicità e di libero accesso per l'area Urbanistica, con l'indicazione sul sito web istituzionale di tutti i titoli edilizi presentati e relativa data di presentazione, del titolare e del professionista del quale si avvale; il piano degli obiettivi prevede l'aggiornamento con la puntuale registrazione dell'iter di ogni pratica. Sulla stessa strada si è mosso il consiglio comunale, che nella seduta del 6 luglio scorso ha introdotto nel regolamento Agosto 2011 Cittàdella PieveLa giunta Manganello sembra decisa ad affrontare i nodi della burocrazia comunale Trenta giorni per rispondere alle richieste dei cittadini vigente sul procedimento amministrativo una norma che fissa, in base alla legge 241/90, il termine di trenta giorni per rispondere ad istanze e segnalazioni dei cittadini, termine che decorre dalla ricezione al protocollo dell'ente. Stesso termine di trenta giorni viene previsto anche per le richieste di documentazione integrativa da parte degli uffici comunali, rispondendo al dettato normativo che vuole il procedimento amministrativo chiudersi con un provvedimento espresso entro termini predefiniti. Vania Bartoccioni Stamanialle11lapremiazione All isola Polvese vainscena il premio Trasimeno CASTIGLIONE DEL LAGO - Dopo la suggestiva esperienza dello scorso anno, gli organizzatori e gli stessi partecipanti hanno voluto assolutamente riproporre la manifestazione letteraria in un ambiente ameno e straordinario come l Isola Polvese. Grazie alla disponibilità da parte della Provincia di Perugia del traghetto, la cerimonia di premiazione della trentacinquesima edizione del Premio Trasimeno si svolgerà nella foresteria dell isola Polvese, questa mattina alle 11 in punto. Il premio è organizzato dall associazione Amici dell'umbria, di cui è presidente onorario Fosco Bordini, e gode del patrocinio del Comune di Castiglione del Lago. La commissione esaminatrice e giudicatrice, composta da Sandra Bianconi, Marco Capitani, Anna Chiaradia, Carlo Favetti, Elvira Pensa, Antonia Zazzeroni, ha stilato la classifica degli scrittori partecipanti alla rassegna. Poesia 1 Paola Surano (Sesto Calende, Va) con 14 maggio a Renata, 2 Paolo Eroli (Terni) con Scrivere la vita, 3 Giampaolo Pintore (Viterbo) con La torre, ex aequo con Mario Renai (Montevarchi) con Casa distrutta, 4 Michela Conforti (Rodano, Mi) ex aequo con Claudio Fantozzi (Colle di Buggiano), 5 Anna Peciarolo Bordini (Terni) ex aequo con Viviana Petruzzi Marabelli (Roma), 6 Romano B. Bianchi (Rozzano, Mi), 7 Nerio Persi (Montefiascone), 8 Loris Tranquillini (Trieste), 9 Stefano Melandri (Ravenna), 10 Adele Natali (Roma). Premio particolare a Giovanni Pizzutelli (Frosinone). Silloge 1 Leda Biggi Graziani (Arezzo) con Una carezza di luce, 2 Antonio Pasqualetti (Torino) con Desideri, 3 Santo Consoli (Catania) con Pastello. Racconti e saggi: 1 Luigino Vador e Nicolina Ros con Un quarantotto, 2 Margherita Bertella (La Spezia) con Una giornata particolare, 3 Paride Duronio (L Aquila) con Giulio, ecologista antesignano, 4 Walter H. Brook (Roma), 5 Marisa Tagliabue (Seregno). Per la sezione libri, premi speciali a Vittorio Casali e Roberto Dellabella (Maiolati). TuoroAllo studio un documento unitario e la richiesta di audizione Un tavolo contro il pedaggio SindaciumbrietoscanichiamanoincausagovernoeParlamento TUORO - L istituzione di un tavolo permanente tra i Comuni, le forze sociali e quelle sindacali per produrre un documento unitario contro l introduzione di qualsiasi forma di pedaggio sul raccordo Perugia-Bettolle, nonché l invio di una richiesta di audizione, come istituzioni locali, alle commissioni competenti di Camera e Senato e di un incontro con il ministro Altero Matteoli. Queste, in sintesi, le decisioni prese dai Comuni umbri e toscani interessati dal raccordo Perugia-Bettolle, da tempo mobilitati contro il pedaggio per l arteria stradale, in una riunione svoltasi nei giorni scorsi a Tuoro. Attorno a un tavolo, tra gli altri, il parlamentare umbro Gianpiero Bocci, i sindaci di Tuoro e Castiglione del Lago, rispettivamente Mario Bocerani e Sergio Batino, il vice indaco di Magione, Luciano Taborchi, nonché gli assessori di Passignano (Fabrizio Ballerini), Corciano (Massimo Lotito), Cortona (Miriano Miniati), Sinalunga (Massimo Mariottini) e i capiruppo di maggioranza di Città della Pieve (Raffaele Parbono), Magione (Massimo Lagetti) e Tuoro (Anchise Baldi). In un precedente incontro, tenutosi sempre a Tuoro, un paio di settimane fa, i Comuni del comprensorio del Trasimeno e di Corciano, con quelli toscani di Sinalunga e Cortona, verificata la loro piena convergenza rispetto alla questione del raccordo, avevano già individuato il Comune di Perugia come capofila delle iniziative da intraprendere, visto anche il ruolo svolto dal sindaco del capoluogo umbro Vladimiro Boccali all interno dell Anci nazionale (è infatti presidente della commissione Trasporti e Mobilità). A suggerire il percorso del tavolo permanente e della duplice richiesta di audizione, al Parlamento e al governo, è stato nell incontro di pochi giorni fa Gianpiero Bocci, il quale ha insistito sulla necessità di Proteste e proposte Sindaci riuniti a Tuoro sul Trasimeno una forte determinazione, respingendo ogni ipotesi di compromesso volto solo ad allungare i tempi, come quello raggiunto ad esempio tra ministero e Regione Toscana per la Firenze-Siena (dove il pedaggio sarà introdotto solo dopo la Castiglione del Lago CASTIGLIONE DEL LAGO - Sarà ripristinato il doppio senso di marcia in viale Garibaldi che collega il lungolago e il centro storico di Castiglione del Lago, percorribile da giugno solo in direzione del lago, con un ordinanza che ha incontrato il dissenso di molti cittadini. La revisione del provvedimento, a carattere sperimentale, è stata decisa dall'amministrazione comunale dopo l assemblea pubblica dello scorso 19 luglio: L amministrazione - spiega in una nota - non può che recepire e ascoltare le ragioni dei cittadini proprio per il carattere sperimentale di tale soluzione, la cui validità dipende dalla valutazione dell impatto del decongestionamento dell incrocio di Fontivegge e dell uso dei parcheggi, ma anche dal consenso della popolazione. La decisione di istituire il senso unico verso il lago era stata presa dall amministrazione per decongestionare il traffico in uscita dal centro e canalizzare i pullman messa in sicurezza dell arteria). Una posizione, quella del deputato del Pd, condivisa da tutti gli amministratori umbri e toscani presenti alla riunione. Altre proposte sono poi giunte dall assessore Ballerini, che ha manifestato l esigenza di evidenziare i problemi che l introduzione del pedaggio comporterebbe per la sicurezza stradale, dal capogruppo magionese Lagetti, il quale ha sottolineato la necessità di cominciare a lavorare subito al documento unitario che dovrà essere predisposto dal tavolo permanente con le forze sociali e sindacali, e dal sindaco Batino, che ha proposto l approvazione dello stesso documento in appositi consigli comunali aperti convocati nello stesso giorno in tutti i Comuni interessati. Alla fine l accordo su tutti i punti affrontati, ricapitolati dal sindaco Bocerani, è risultato unanime: rappresentanti di tutti i Comuni coinvolti si incontreranno già nei prossimi giorni per predisporre una bozza di documento da portare al tavolo permanente per una sua prima approvazione. Sergio Spaccapelo Verrà ripristinato il doppio senso di marcia in viale Garibaldi verso i parcheggi del lido comunale; risolve inoltre, secondo l amministrazione, il problema del traffico il giorno di mercato e crea molti posteggi gratuiti. Per queste stesse ragioni sarebbe inopportuno, come era stato ipotizzato tra le soluzioni, invertire il senso unico di viale Garibaldi, rendendolo percorribile per i mezzi solo in direzione del centro, perché ciò comporterebbe un aggravio di traffico sull incrocio di Fontivegge, soprattutto dei pullman in uscita dal centro, impossibilitati ad andare verso il lago. Il Comune ha dunque deciso di ripristinare il doppio senso di marcia dopo gli eventi di agosto a scapito però, precisa l amministrazione, di posti auto gratuiti e percorso ciclabile. Il senso unico sarà ripristinato nei giorni di mercato e di eventi e presto sarà presentato ai cittadini un progetto per la realizzazione di un marciapiede sul viale. Simona Billi

20 SPOLETO - Il Comune di Spoleto ha pubblicato un avviso aperto allo scopo di acquisire proposte da parte degli operatori economici, di tutte le categorie, interessati ad offrire prezzi o soluzioni vantaggiose per la realizzazione di pacchetti turistici ed eventi, con particolare riferimento a periodi di bassa e media stagione. "Si tratta - ha spiegato l'assessore al turismo Margherita Lezi - di una soluzione concepita in via sperimentale, che pensiamo sia molto efficace per incrementare i flussi turistici, soprattutto in periodi dell'anno, come la media e bassa stagione, caratterizzati da presenze turistiche più contenute. È una forma di collaborazione tra operatori economici di tutte le categorie e il Comune in cui l'ente fa da facilitatore portando a conoscenza di agenzie di viaggio, organizzatori SPOLETO Ufficio di corrispondenza: Via Nuova, 1 Tel. e Fax Il Comune ha pubblicato un avviso per acquisire proposte da parte degli operatori economici Arrivano pacchetti acchiappaturisti per la bassa stagione Rilancio Cercansi proposte per attirare turisti pure in bassa stagione di congressi o tour operator, particolari servizi, offerte o proposte vantaggiose e appetibili". Come specifica il bando, si intendono individuare operatori economici disposti ad offrire, per la durata di un anno, corrispondente al periodo 1 settembre agosto 2012, servizi ed attività a prezzi particolarmente vantaggiosi rispetto alle condizioni di mercato. Gli operatori economici dovranno far pervenire entro il 10 agosto 2011 la propria manifestazione di interesse mediante la modulistica messa a disposizione dal Comune e presente anche sul sito internet dell'ente, alla sezione Bandi e Concorsi. Il Comune provvederà a comunicare l'elenco delle offerte pervenute ai soggetti autorizzati cioè agenzie di viaggio, tour operator ecc, in modo che questi ultimi possano tenerne conto per predisporre e commercializzare i pacchetti turistici oppure per organizzare congressi ed eventi. Sul portale istituzionale www. comunespoleto.gov.it sarà pubblicato l'elenco degli operatori economici che hanno manifestato interesse alla presente iniziativa. Inoltre il Comune collaborerà alla eventuale costruzione di pacchetti turistici e/o congressi ed eventi concedendo, a condizioni facilitate, l'ingresso a tutti i musei della città inclusi nella "Spoleto Card" con tariffa agevolata. Sono allo studio ulteriori opzioni che riguardano anche l'utilizzo agevolato di altri spazi comunali. Gli operatori autorizzati per legge alla formazione di pacchetti turistici e alla realizzazione di congressi ed eventi contatteranno direttamente gli operatori economici. Le manifestazioni di interesse da parte degli operatori economici vanno presentate tramite posta elettronica certificata (PEC), con documento sottoscritto con firma digitale, all'indirizzo it; oppure al numero di fax 0743/ oppure consegnate a mano all'ufficio turismo in piazza della Libertà Spoleto. Infuocataassembleainazienda:c ètensioneperilfuturodei300operaiincassadal29agosto Appello alla mobilitazione per la ex Pozzi Ilsindacato: Questoterritoriononpuòpermettersiulterioriperditeoccupazionali SPOLETO - Avrebbero dovuto riaccendere gli altiforni delle fonderie il 29 agosto per far ripartire, dopo la classica "fermata" estiva, la produzione della ghisa e dell'alluminio dello stabilimento di Santo Chiodo. Ma gli operai della Ims (Industrie metallurgiche di Spoleto, ex-pozzi) rimarranno a casa almeno per tutto il mese di settembre. Dopodiché si vedrà. Intanto è cassa integrazione ordinaria e per tutta la forza lavoro, più di trecento dipendenti. Senza contare i contratti in scadenza, quelli dei lavoratori a tempo determinato, una trentina già scaduti a fine luglio e non rinnovati, un'altra trentina scadranno il 13 agosto e non saranno rinnovati e, dulcis in fundo, una decina arriveranno a scadenza naturale a fine settembre. Ieri nello stabilimento, durante l'affollata assemblea dei lavoratori, le parole dei rappresentanti sindacali, Aldolfo Pierotti (Cisl), Francesco Giannini (Cgil) e Umbro Conti (Uil) oltre alle Rsu, rimbombavano nel vuoto, nel silenzio più assoluto. Un silenzio, quello delle tute blu, che la dice lunga sull'inquietudine, sull'apprensione di queste ore. Non sanno se la cassa integrazione ordinaria verrà interrotta il 30 settembre, come tutti auspicano, oppure se quelle che Lavori di asfaltatura Più sicure le strade di Sant Anastasio e Colle San Tommaso SPOLETO - (c.f.) Asfalto nuovo per le strade comunali di Sant'Anastasio e Colle San Tommaso. La giunta ha approvato nei giorni scorsi i progetti esecutivi presentati dai propri uffici tecnici e a breve, si parla di qualche settimana probabilmente i primi di settembre, le macchine entreranno in azione per sistemare il manto stradale nelle aree in questione. Due interventi, questi, che erano stati previsti, e quindi finanziati, nell'ambito del Programma triennale delle opere pubbliche , specificatamente ai punti 44 e 73. Per il primo lavoro, quello che interesserà la piccola località di Sant'Anastasio, la cifra stimata per il completamento dell'asfaltatura è di circa 40mila euro. Si rimetterà mano a parte della strada principale, quella cioè che da San Venanzo, prima, si arrampica sul dorso della collina della frazione e, poi, sono state definite "incertezze del mercato" li inchioderanno ancora una volta alla cassa integrazione. Ci sono intere famiglie spoletine occupate nello stabilimento di Santo Chiodo. Mariti, mogli, figli che Asfaltatura Prendono il via i lavori attraversa il centro abitato. Un intervento che non dovrebbe creare particolari problemi alla viabilità cittadina anche in virtù di un tempistica che, salvo imprevisti, non dovrebbe richiedere più di qualche settimana. Ma non sarà solo la strada di Sant' Anastasio a godere del balsamo dei fondi destinati Programma triennale delle opere pubbliche. Contestualmente, infatti, la giunta ha anche dato l'ok ad un altro intervento di completamento di asfaltatura che interesserà l'area di Colle San Tommaso. In questo caso gli uffici tecnici hanno stimato che il costo dei lavori potrebbe aggirarsi intorno ai 50mila euro. Il tratto di strada in questione, per la precisione, è quello comunale che dall'incrocio con la bretella sale fino alla sommità del colle. Molti altri, comunque, sono gli interventi di asfaltatura previsti nel Programma triennale, a testimonianza di come molte strade di competenza comunale necessitino di un manutenzioni di natura sia ordinaria che straordinaria. Un attenzione che va positivamente a ripercuotersi sulla sicurezza dei numerosi automobilisti in transito in queste arterie. Presentati Strumenti& Musica Festival e Spoleto come eravamo Quando armonie e memoria si fondono nel più grande sito industriale, il cuore economico della città, lavorano da anni, con professionalità e serietà ma che oggi non sanno cosa fare, che pesci prendere. E, quindi, sono costretti ad attendere. Si sentono soli, lamentano l'assenza dei sindacati e quella delle istituzioni. I rappresentanti dei lavoratori, a margine dell'assemblea, si affidano a Francesco Giannini (Cgil) per una dichiarazione congiunta. "È vero che siamo di fronte ad una cassa ordinaria e non straordinaria - spiega a nome dei tre il sindacalista della Fiom - ma abbiamo fondati motivi per essere seriamente preoccupati per il futuro di questa Eventi Presentato ieri mattina il duplice appuntamento che fonde musica e memoria SPOLETO - La musica internazionale e la memoria locale si "fondono" per dare vita ad un unico evento. Dal 21 al 28 agosto prossimi "Strumenti & Musica Festival" e "Spoleto come eravamo" regaleranno infatti alla città degli appuntamenti, ognuna nel proprio ambito,ovviamente, dei momenti di forte interesse per gli appassionati di entrambe i generi. Arrivato alla sua quarta edizione, lo "Strumenti& Musica Festival" è considerato uno tra i più importanti concorsi a livello internazionale dedicati alla fisarmonica ed un punto d'incontro per musicisti ed appassionati (il concorso si svolgerà a partire dal 26 agosto al Caio Melisso). Una kermesse, quella di quest'anno, ricca di ospiti e contaminazioni in diversi generi musicali. Che vanno dall'etnico al popolare, dal tango al jazz, con concerti che si snoderanno per tutto il centro storico della città. E che è una sorta di anteprima al più importante appuntamento spoletino del 2012 con la Coppa Mondiale, che torna in Italia dopo 60 anni di assenza proprio a Spoleto. A tutto questo, il 21 agosto, si inserirà "Spoleto come eravamo" un favoloso contenitore di ricordi in cui tuffarsi per ammirare le foto che saranno esposte da piazza Garibaldi fino a piazza del Mercato e della Libertà, passando per corso Garibaldi e corso Mazzini. Una iniziativa che parte molto da lontano. Essa è nata infatti dalla passione di Clara Carlini per la fotografia di un tempo trascorso, in cui mode, sorrisi, sguardi sono stati protagonisti della storia della nostra città. Clara ha iniziato raccogliere foto per gioco 15 anni fa, andando di casa in casa, con lo stupore di una bambina e la precisione di una "archeologa" della storia spoletina. E poi, nel momento in cui le foto sono state pubblicate dalla figlia Maria Grazia su Facebook, appena 5 mesi fa, l'amore per i ricordi è diventato di tutti, di tanti, di un numero di spoletini che cresce ogni giorno di più. "Invece di criticare - ha detto il vice sindaco, Stefano Lisci, in sede di conferenza - e visto che l'associazionismo nella nostra città è forte, sarebbe importante che azienda. Il 29 agosto parte la cassa ma vogliamo capire cosa ha in mente l'azienda, vogliamo prospettive certe". Ma in realtà ieri l'ingegnere Massimo Santoro è stato chiaro, chiarissimo: "l'orizzonte di queste casse integrazioni è settembre e e solo alla fine del mese si potranno fare ulteriori valutazioni". Poi la stoccatina delle sigle sindacali agli amministratori, alla politica. "Chiediamo alle istituzioni - continua Giannini - maggiore sensibilità, chiediamo che inizino a far sentire la loro voce a cominciare dalla Ims, è un passaggio fondamentale, questo territorio non può permettersi ulteriori perdite in termini occupazionali". Le istituzioni comunali dal canto loro sostengono di essersi attivate e di aver convocato i vertici della Ims per un incontro. Infine, stando a quanto trapelato nelle ultime ore, il controllo eseguito qualche mese dalla forestale nel sito di Santo Chiodo, quello che portò al sequestro di un'area interna allo stabilimento a seguito di una gestione non idonea di alcuni rifiuti speciali avrebbe portato oltre alla denuncia dei soggetti incaricati dello smaltimento anche all' elevazione di una sanzione a cinque zeri. Chiara Fabrizi tutti contribuissero ad organizzare eventi". Rosella Solfaroli

PROCESSO VERBALE DELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL 19 OTTOBRE 2010

PROCESSO VERBALE DELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL 19 OTTOBRE 2010 PROCESSO VERBALE DELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO REGIONALE DEL 19 OTTOBRE 2010 IX LEGISLATURA (processo verbale n. 11) VII Sessione straordinaria L anno duemiladieci, il giorno diciannove del mese di ottobre,

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE La trasparenza nelle Istituzioni: FACCIAMO IL PUNTO SULL ATTIVITÀ DI GOVERNO Aggiornato al 28 agosto 2013 IL GOVERNO LETTA E LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO: CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE Nelle pagine

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

L intervento del sindaco sullo strumento di programmazione finanziaria. di Leopoldo Di Girolamo

L intervento del sindaco sullo strumento di programmazione finanziaria. di Leopoldo Di Girolamo Nelle difficoltà un bilancio di attenzione alla città L intervento del sindaco sullo strumento di programmazione finanziaria di Leopoldo Di Girolamo Approvato il bilancio preventivo 2010 dal Consiglio

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 La lunga crisi economica che ha colpito pesantemente il nostro Paese e con gradi diversi l economia internazionale

Dettagli

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale dalla PROVINCIA al nuovo ENTE di AREA VASTA Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale a cura della federazione del PD di Cremona La legge 56/2014: limiti, rischi

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Gruppo consiliare Verdi per i valori

Gruppo consiliare Verdi per i valori Presidente, colleghi, il sistema educativo di istruzione e formazione è materia tra le più importanti per qualunque Paese, e come tale dovrebbe essere trattato, in quanto asse portante di ogni possibile

Dettagli

RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA. 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti

RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA. 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti TELEVISIONI Trasmissione 56 Live : in studio: Francesca Danese e Claudio Cippitelli Conferenza stampa Social Pride,

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015 01/10/2015 Gazzetta di Modena Pagina 15 Da oggi fermi anche gli Euro 3 E i vigili fanno i "dissuasori" 1 01/10/2015 Il Resto

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI PROVINCIA DI RAVENNA: I POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E PREMESSA Il tema dei costi della politica e della qualità della spesa pubblica assume una importanza strategica, in momento come quello attuale

Dettagli

Il Partito Democratico del Trentino.

Il Partito Democratico del Trentino. Il Partito Democratico del Trentino. Le idee del candidato alla segreteria Roberto Pinter Più che da dove vieni conta chi sei e dove vai. La nascita del PD è anche questo, è un progetto che guarda avanti,

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 06.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Il ministro; «Modello ai riferimento per il Paese» Fazio ora torna a lodare il sistema sanitario siciliano PALERMO

Dettagli

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008 Atti Parlamentari 1 Camera Deputati Senato Repubblica COMITATO PARLAMENTARE DI CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELL ACCORDO DI SCHENGEN, DI VIGILANZA SULL ATTIVITÀ DI EUROPOL, DI CON- TROLLO E VIGILANZA IN MATERIA

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

LE POLITICHE SOCIALI OGGI: RIFLESSIONI E PROPOSTE DELLE REGIONI E DELLE AUTONOMIE LOCALI

LE POLITICHE SOCIALI OGGI: RIFLESSIONI E PROPOSTE DELLE REGIONI E DELLE AUTONOMIE LOCALI CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 11/110/CRFS/C8 LE POLITICHE SOCIALI OGGI: RIFLESSIONI E PROPOSTE DELLE REGIONI E DELLE AUTONOMIE LOCALI 1. IL QUADRO SOCIO-ECONOMICO IN ITALIA: Confindustria

Dettagli

PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE

PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE PRESENTATO OGGI REPORTCALCIO 2015 : IL CALCIO TRA LE PRIME 10 INDUSTRIE ITALIANE Il volume, edito dalla FIGC con la collaborazione di AREL e PwC, rappresenta la fotografia più aggiornata sullo stato del

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie.

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. nell anno della crisi la Regione ha: promosso un patto da 520 milioni per tutelare i lavoratori e la

Dettagli

Infrastrutture e legge urbanistica, le novità preparate dal governo 06-04 - 2014

Infrastrutture e legge urbanistica, le novità preparate dal governo 06-04 - 2014 Segreteria Ordine Architetti L'Aquila Da: Segreteria Ordine Architetti L'Aquila [infolaquila@archiworld.it] Inviato: lunedì 7 aprile 2014 10:21 A: 'arch.m.bruno@virgilio.it' Oggetto: I: [Inu - Istituto

Dettagli

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice.

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice. Primo maggio, festa dei lavoratori, il Carrefour di Lucca rimane aperto. Abbiamo colto l occasione per intervistare una lavoratrice del supermercato e approfondire altri argomenti, tra cui la recente decisione

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli

Attività dell Urban Center

Attività dell Urban Center Attività dell Urban Center Report dell incontro con i rappresentanti delle associazioni di categoria e sindacali 22 giugno 2012 www.rosignanofacentro.it info@rosignanofacentro.it Percorso di partecipazione

Dettagli

L IMMAGINE DEL MEZZOGIORNO D ITALIA

L IMMAGINE DEL MEZZOGIORNO D ITALIA Presso la Business Community e presso la popolazione di Brasile Ricerca di mercato condotta da: GPF&A e Ispo Ltd Per conto di: Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento per le Politiche di Sviluppo

Dettagli

La manovra del governo Monti

La manovra del governo Monti 1 La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA

LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA Intervento del Direttore Generale Francesco Rivolta Roma, 20 ottobre 2011 Condividere per crescere.

Dettagli

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica In Italia c èc un grande debito pubblico. Ma come è suddiviso? (fonte Presidenza del Consiglio dei Ministri, 29 settembre 2010) Debito pubblico sul

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

Rassegna Stampa del 12.09.2011. - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia

Rassegna Stampa del 12.09.2011. - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 12.09.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di 12.09.2011 - ore 10.02 Ticket sanitari, Fazio: iniqui, sostituiamoli con la tassa sul tabacco Già lo scorso luglio lo aveva proposto il leader

Dettagli

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 315 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI Editoriale de Il Giornale, 4 febbraio 2013 4 febbraio 2013 a cura di Renato Brunetta 2 Dopo l impegno

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011 RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011 L allarme che qualche mese fa avevamo lanciato sui tagli ai comuni oggi è diventato certezza, e non è stata cosa semplice, per

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

Le politiche sociali oggi: riflessioni e proposte delle Regioni

Le politiche sociali oggi: riflessioni e proposte delle Regioni www.regioni.it Le politiche sociali oggi: riflessioni e proposte delle Regioni 1. IL QUADRO SOCIO-ECONOMICO Confindustria prevede crescita 0 ; OCSE indica una disoccupazione giovanile al 28%; Gli organismi

Dettagli

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Siamo un gruppo di studenti di master in economia. Con questa presentazione vogliamo fare informazione sui temi economici della campagna elettorale. Tutti

Dettagli

OSSERVATORIO CONGRESSUALE ITALIANO

OSSERVATORIO CONGRESSUALE ITALIANO OSSERVATORIO CONGRESSUALE ITALIANO Il Sistema Congressuale Italiano nel primo semestre 2003 Copyright 2003 Convention Bureau della Riviera di Romagna Meeting e Congressi - Ediman Alma Mater Studiorum Università

Dettagli

Relazione al bilancio 2012

Relazione al bilancio 2012 Relazione al bilancio 2012 L assemblea di oggi rappresenta una tappa importante sul cammino della nostra associazione in quanto segna un passaggio importante sulla sua esistenza e più ogni altro elemento

Dettagli

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan venerdì 25 giugno 2010 Buon pomeriggio. Un cordiale saluto al Ministro

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

Sezioni primavera e anticipi nella Scuola dell infanzia: dati, analisi critica e prospettive

Sezioni primavera e anticipi nella Scuola dell infanzia: dati, analisi critica e prospettive Sezioni primavera e anticipi nella Scuola dell infanzia: dati, analisi critica e prospettive Sergio Govi Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Come è noto, da alcuni anni il settore

Dettagli

I rischi sono più vicini di quello che sembrano

I rischi sono più vicini di quello che sembrano Attenzione! I rischi sono più vicini di quello che sembrano 9 maggio, 2011 Dopo un eccezionale rally dell euro, in cui la moneta unica è passata dal livello di 1,25 dollari a 1,5 dollari, le preoccupazioni

Dettagli

In Lombardia lo psicologo è «low cost»

In Lombardia lo psicologo è «low cost» CORRIERE DELLA SERA ON LINE (http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/09_ottobre_19/settimana-benessere-psicologico- 1601896219707.shtml LA SETTIMANA DEL BENESSERE PSICOLOGICO In Lombardia lo psicologo

Dettagli

REPEATPLEASE.IT : RIPETIZIONI ON LINE PER STUDENTI UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE SUPERIORI

REPEATPLEASE.IT : RIPETIZIONI ON LINE PER STUDENTI UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE SUPERIORI REPEATPLEASE.IT : RIPETIZIONI ON LINE PER STUDENTI UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE SUPERIORI LICEO SCIENTIFICO MUSICALE MARCONI PESARO PROGETTO REALIZZATO DA: LETIZIA CARONI, THOMAS PARADISI, DENIS ESPOSITO

Dettagli

venerdì 13 dicembre 2013

venerdì 13 dicembre 2013 Ufficio Stampa CISL Bergamo Rassegna Stampa venerdì 13 dicembre 2013 venerdì 13 dicembre 2013 TERMOMETRO DELLA CRISI Salgono a 287 le istanze di fallimento depositate alla Camera di Commercio di Bergamo

Dettagli

CONSULTA DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE. Premessa della Dirigente

CONSULTA DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE. Premessa della Dirigente Allegato n. 1 C.I. del 29.04.2014 ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEMARCIANO MARINA Via G. Marotti, 26 60018 MONTEMARCIANO (AN) ic.montemarciano@libero.it - www.icsmontemarciano.it Tel. 071 915239 - Fax 071 915050

Dettagli

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: UNA RISORSA PER LO SVILUPPO DEL PAESE

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: UNA RISORSA PER LO SVILUPPO DEL PAESE PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: UNA RISORSA PER LO SVILUPPO DEL PAESE Proposte per valorizzare e rinnovare la P.A. ripartendo dalla centralità del lavoratore. Sostegno al reddito: sblocco dei contratti, sblocco

Dettagli

Le proposte e i progetti per la nuova casa sul mare

Le proposte e i progetti per la nuova casa sul mare Le proposte e i progetti per la nuova casa sul mare 10 giugno 2011 Introduzione Nel corso dell ultima fase del processo partecipato i partecipanti, con il supporto di un plastico della colonia messo a

Dettagli

LA CITTA Gioco di simulazione

LA CITTA Gioco di simulazione LA CITTA Gioco di simulazione Il gioco di simulazione La città propone ai partecipanti di affrontare il tema della legalità riportandolo a vissuti vicini al loro quotidiano e analizzandolo dalla prospettiva

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 02/07/2015 Il Resto del Carlino Pagina 24 PEREGO ACHILLE Gli italiani tornano formichine Consumi, oggi parte il test dei saldi

Dettagli

XXV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani. Noi, gli altri e la crisi

XXV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani. Noi, gli altri e la crisi XXV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani Noi, gli altri e la crisi Rapporto Giugno 2010 NOTA METODOLOGICA L Osservatorio sul capitale sociale è realizzato da Demos & Pi in collaborazione con

Dettagli

Turismo 2013 La Spezia e tendenze

Turismo 2013 La Spezia e tendenze Turismo 2013 La Spezia e tendenze La presente nota riporta dati e brevi riflessioni sul turismo oggi nella nostra provincia. Dopo un 2012 segnato dalle ricadute negative del periodo post alluvioni, il

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Siamo un gruppo di studenti di master in economia. Con questa presentazione vogliamo fare informazione sui temi economici della campagna elettorare. Tutti

Dettagli

Guida di sensibilizzazione alla Garanzia Giovani

Guida di sensibilizzazione alla Garanzia Giovani Guida di sensibilizzazione alla Garanzia Giovani Il mondo è davvero pieno di pericoli, e vi sono molti posti oscuri; ma si trovano ancora delle cose belle, e nonostante che l'amore sia ovunque mescolato

Dettagli

Servizio Assistenza tecnica e supporto al funzionamento Osservatorio Regionale per la Formazione Continua Rif.to contratto rep. n. 1236 del 24.09.

Servizio Assistenza tecnica e supporto al funzionamento Osservatorio Regionale per la Formazione Continua Rif.to contratto rep. n. 1236 del 24.09. Servizio Assistenza tecnica e supporto al funzionamento Osservatorio Regionale per la Formazione Continua Rif.to contratto rep. n. 1236 del 24.09.2013 FASE 1.a ) Stabilizzazione delle articolazioni territoriali

Dettagli

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE Guiducci Martina, insegnante Scuola Secondaria di Primo Grado Giovanni XXIII, Castellarano (RE) Il Progetto Tutoring, attivo nella

Dettagli

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 1024 www.freefoundation.com www.freenewsonline.it i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 17 maggio 2015 a cura di Renato

Dettagli

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO AIMC PIEMONTE S. DAMIANO ( convegno UCIIM) 2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO Sentiamo ormai da qualche anno parlare di emergenza educativa ma io amo di più l espressione Sfida educativa

Dettagli

Intervento del Presidente Vasco Errani

Intervento del Presidente Vasco Errani Intervento del Presidente Vasco Errani Ci sono aspetti del confronto tra Governo e Regioni sui temi della crisi, dell utilizzo dei fondi comunitari e degli ammortizzatori sociali che vanno chiariti. La

Dettagli

La Grecia strozzata Lunedì 20 Giugno 2011 23:00. di Ilvio Pannullo

La Grecia strozzata Lunedì 20 Giugno 2011 23:00. di Ilvio Pannullo di Ilvio Pannullo Sembra quasi si nascondano. Le decisioni da prendere sono molto importanti e invece di condividere la responsabilità delle scelte con le popolazioni interessate, i governanti europei

Dettagli

Il bilancio della doppia sfi

Il bilancio della doppia sfi 8 8 Il bilancio della doppia sfi Per la Provincia quello del 2005 è il bilancio della doppia sfida. Per rispondere ai tagli indiscriminati imposti dalla Finanziaria e all esigenza di rilancio dell economia

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G.

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. Realizzazione di una bretella stradale di collegamento tra la SP 13 Carmiano- Novoli e la SP 121 Carmiano-Villa Convento. Approvazione

Dettagli

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi ALESSANDRO TORTELLI Direttore Centro Studi Turistici Firenze Via Piemonte 7

Dettagli

SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE

SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE COMUNICATO STAMPA SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE Roma, 11 gennaio Il 26 maggio prossimo i cittadini bolognesi saranno chiamati al voto per un referendum

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

News > Italia > Economia - Venerdì 24 Gennaio 2014, 16:30

News > Italia > Economia - Venerdì 24 Gennaio 2014, 16:30 Non investire fa male alla salute Erika Becchi Il settore sanitario italiano si avvia verso il pareggio di bilancio, ma con un prezzo molto caro per la comunità, che può contare sempre meno su servizi

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

GIORNALE INFORMATIVO MONETA INTERA dicembre 2015

GIORNALE INFORMATIVO MONETA INTERA dicembre 2015 GIORNALE INFORMATIVO MONETA INTERA dicembre 2015 Cara Lettrice, caro Lettore, Festeggiamo un evento storico: grazie a più di 110 000 cittadini, la Svizzera potrà decidere in votazione chi ha il diritto

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Siamo qui... Ad un anno di distanza dalle elezioni comunali usciamo con questo nuova pubblicazione il cui obbiettivo

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

Elezioni politiche del 2013. I flussi elettorali in 9 città: Torino, Brescia, Padova, Bologna, Firenze, Ancona, Napoli, Reggio Calabria, Catania

Elezioni politiche del 2013. I flussi elettorali in 9 città: Torino, Brescia, Padova, Bologna, Firenze, Ancona, Napoli, Reggio Calabria, Catania Elezioni politiche del 2013 I flussi elettorali in 9 città: Torino, Brescia, Padova, Bologna, Firenze, Ancona, Napoli, Reggio Calabria, Catania L'Istituto Cattaneo ha effettuato un'analisi dei flussi elettorali

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

GOVERNO ITALIANO Presidenza del Consiglio dei Ministri

GOVERNO ITALIANO Presidenza del Consiglio dei Ministri GOVERNO ITALIANO Presidenza del Consiglio dei Ministri 28 Agosto 2013 La Presidenza del Consiglio comunica che: Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi alle ore 17.50 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza

Dettagli

COMUNE DI POSITANO Provincia di SALERNO

COMUNE DI POSITANO Provincia di SALERNO *------------------------------------* Prot.n. del *------------------------------------* COMUNE DI POSITANO Provincia di SALERNO COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 3 DEL 14/01/2008 ========================================================================

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale statale Liceo Scientifico Tecnologico Ettore Molinari. Verbale Assemblea Genitori del 13 Febbraio 2009

Istituto Tecnico Industriale statale Liceo Scientifico Tecnologico Ettore Molinari. Verbale Assemblea Genitori del 13 Febbraio 2009 Istituto Tecnico Industriale statale Liceo Scientifico Tecnologico Ettore Molinari Milano, 14 Febbraio 2010 Verbale Assemblea Genitori del 13 Febbraio 2009 Il giorno 13 Febbraio alle ore 10:30, nell aula

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Articolo 1 Nell'ambito del programma amministrativo rivolto alla formazione civica delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi e al

Dettagli

TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015.

TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015. TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015. Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il direttore, Massimo

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica.

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica. FARONOTIZIE.IT Anno II - n 11 Febbraio 2007 Redazione e amministrazione: Scesa Porta Laino, n. 33 87026 Mormanno (CS) Tel. 0981 81819 Fax 0981 85700 redazione@faronotizie.it Testata giornalistica registrata

Dettagli

ROMIT Roman Itineraries

ROMIT Roman Itineraries Community Initiative INTERREG III B ROMIT Roman Itineraries Centro Studi EUROPA INFORM Rimini (Italy) Dicembre 2004 INDICE Pag. ABSTRACT 3 INTRODUZIONE 6 CAP. 1 - LA CULTURA NELLE NUOVE TENDENZE DEL TURISMO

Dettagli

COMUNE DI MESSINA ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI. Per un welfare di comunità partecipato: verso gli stati generali dei servizi sociali

COMUNE DI MESSINA ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI. Per un welfare di comunità partecipato: verso gli stati generali dei servizi sociali Premessa COMUNE DI MESSINA ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI Per un welfare di comunità partecipato: verso gli stati generali dei servizi sociali In un contesto di forte difficoltà economica e finanziaria

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli