Incorporare oggetti 3D interattivi in documenti PDF

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Incorporare oggetti 3D interattivi in documenti PDF"

Transcript

1 Incorporare oggetti 3D interattivi in documenti PDF Software utilizzato: Miktex portable 2.9 (135 MB) - distribuzione TeX/LaTeX (freeware) AccuTrans 3D (6.9 MB) modica e converte le 3D (shareware completamente funzionante) Daz Studio 3D (110 MB) modellazione 3D (freeware, richiede registrazione nel sito del produttore) Adobe Reader 8.0 (o superiore) visualizzatore le PDF (freeware) Visibile solo con Adobe Reader 7.0 o sup. Oggetto 3D (Visualizzabile solo con Adobe Reader 7.0 o sup.) T E X è un linguaggio di programmazione per la composizione tipograca orientato alla stesura di testi matematici e scientici. La pronuncia non è tecs, come il popolare protagonista di alcuni fumetti italiani, Tex Willer, ma tech poiché il termine deriva dalla radice delle parola greca τ έχνη, arte, tecnica, tecnologia. L'ultima lettera presente nel nome è una chi greca maiuscola (X) la cui graa si confonde con quella della latina "ics" (X). Il numero di versione di T E X converge a π. La versione attuale è la T E X è un mark-up language cioè un linguaggio di programmazione che si serve di marcatori testuali (tag) ed istruzioni, per denire il tipo di carattere, le dimensioni, l'allineamento, la decorazione, ecc., delle varie parti del testo (analogo in questo al linguaggio HTML con cui sono scritte le pagine WEB). Un documento T E X è un le di puro testo (con estensione.tex) che contiene sia il testo che le istruzioni per la sua formattazione. Ad esempio, la formula, in un documento T E X appare così \begin{equation*} \frac{\sqrt[{3}]{5}}{\operatorname{e} {4}} \end{equation*} Il le sorgente T E X deve essere poi compilato e trasformato nel documento nale, in genere un le in formato PDF (o PS - PostScript), che contiene ovviamente solo il testo formattato. Lo svantaggio è ovviamente la lentezza della scrittura rispetto ad un normale wordprocessor e la necessità di imparare la sintassi del linguaggio. I vantaggi sono un controllo maggiore su quello che si sta facendo e sul risultato

2 nale che si otterrà, la portabilità dei le (il sorgente risulta compilabile in tutti i sistemi operativi in cui sia installato il T E X) e le ridotte dimensioni dei le sorgenti (sono puro testo). Anche se è ancora possibile scrivere in linguaggio T E X puro, oggi si utilizzano linguaggi che si appoggiano ad esso, come L A T E X, e che permettono di automatizzare, tramite macro, tutte le operazioni più comuni che coinvolgono la realizzazione di un documento. Nel nostro caso dovremmo utilizzare il pacchetto movie15.sty, una macro che consente a L A T E X di inserire in un documento T E X le multimediali (suoni, animazioni ed oggetti 3D) che poi risulteranno incorporati nel documento PDF nale. Movie15.sty è scaricabile dal CTAN (Comprehensive T E X Archive Network), il sito di riferimento per tutto il materiale T E X. Ora prepariamo l'ambiente T E X-L A T E X da utilizzare in seguito. Dopo aver scaricato la distribuzione portatile MikTeX versione 2.9 (una delle migliori e più utilizzate distribuzioni TeX/LaTeX per Windows) dal sito scompattiamola all'interno di una cartella, ad esempio in c:\miktex29\. Ora dobbiamo aggiungere il le movie15.sty. Entriamo nella cartella dove abbiamo scompattato MikTeX e clicchiamo sulla cartella `tex' per aprirla e successivamente apriamo la cartella `latex'. Qui creiamo una nuova cartella che rinomineremo `movie15' Copiamo il le movie15.sty all'interno della cartella appena creata. Ora dobbiamo aggiornare il sistema in modo che riconosca il nuovo pacchetto. Entriamo nella cartella `miktex/bin' e lanciamo con un doppio clic il le `mo.exe' che apre la scheda `Opzioni' di MikTeX

3 Clicchiamo sul pulsante `Refresh FNDB' e chiudiamo la scheda cliccando su `OK'. Ora che l'ambiente MikTeX è pronto occupiamoci del le 3D. In estrema sintesi un le 3D contiene le coordinate (x,y,z) di tutti i punti che individuano la supercie dell'oggetto 3D descritto ed, eventualmente, il colore e le caratteristiche siche delle sue superci. Esiste un numero molto elevato di formati 3D, ma gli unici che possono essere incorporati in documenti PDF sono il formato U3D (Universal 3D) ed il formato PRC (Product Representation Compact). Noi utilizzeremo il formato U3D che movie15 riesce ad incorporare in documenti PDF visualizzabili tuttavia solo con Adobe Reader dalla versione 7.07 (o superiore). Poiché un oggetto 3D ha un aspetto diverso a seconda del punto di vista dello spettatore, è necessario specicare tale punto di vista, idealmente sostituito da una camera virtuale. Uno dei problemi che dovremo arontare è la posizione dell'oggetto rispetto al sistema di coordinate (in genere denito come il Mondo) e rispetto alla camera virtuale. Se l'oggetto 3D è posizionato troppo vicino o troppo lontano o fuori della visuale della camera virtuale, il risultato nale sarà infatti inutilizzabile. Il sistema di riferimento contiene l'oggetto 3D in una posizione ssa. Quando vorremo osservare l'oggetto da diversi punti di vista, sarà infatti la camera a muoversi rispetto all'oggetto. In movie15 sono presenti i seguenti parametri che deniscono la posizione e l'orientazione della camera virtuale rispetto al sistema di riferimento e all'oggetto 3D. 3Daac (Camera's apertura angle) = denisce l'angolo di apertura della camera (campo visivo) e può assumere valori tra 0 e 180 3Droo (Radius of orbit) = denisce la distanza della camera dal centro dell'orbita circolare su cui si muove la camera (e in cui l'oggetto deve essere posizionato se vogliamo vederlo)

4 3Dcoo (Centrum of orbit) = denisce le coordinate (x,y,z) del centro dell'orbita rispetto al sistema di riferimento. 3Dc2c (Centre to camera) = denisce la posizione iniziale della camera all'interno della sua orbita, tramite un segmento (vettore) di lunghezza arbitraria che ha origine nel centro dell'orbita e passa per il punto di coordinate x,y,z ssate dal parametro 3Dc2C. Il problema è dunque sistemare l'oggetto al centro dell'orbita e determinare un raggio adeguato alle dimensioni dell'oggetto stesso. Per fare ciò useremo Accutrans 3D, un software shareware che tuttavia presenta la caratteristica di essere completamente funzionante (non ha limitazioni nelle sue funzioni e, cosa ancor più sorprendente, alla ne dei 30 gg di prova continua a funzionare). Accutrans 3D non ha bisogno di installazione. Dopo aver scompattato il le zip scaricato da micromouse.ca/downloads.html è pronto per funzionare. Usando il comando da menù File Open (All Known Formats)... carichiamo il le knight.dxf, uno dei le 3D presenti come esempio nella cartella `Avatar Tutorial' di Accutrans. DXF (Drawing Exchange Format) è uno dei formati 3D di AutoCAD

5 A questo punto possiamo modicare l'orientazione dell'oggetto 3D per sistemarlo nella posizione in cui vogliamo si presenti nel documento PDF in cui lo includeremo. Possiamo farlo manualmente ruotandolo mentre teniamo premuto il tasto sinistro del mouse. Oppure possiamo farlo in un modo più preciso. Da menù selezioniamo il comando Tools Adjust Object. Nella Parte destra della nestra appariranno opzioni e comandi per modicare le coordinate del nostro oggetto 3D. Nel riquadro `Rotate clicchiamo sul pulsante Y -90 in modo da ruotare l'oggetto di 90 gradi in senso antiorario intorno all'asse delle Y, per metterlo in piedi. Ora clicchiamo sul pulsante Z 90 in modo da ruotare l'oggetto di 90 gradi in senso orario intorno all'asse delle Z, per metterlo di fronte. Se osserviamo ora le coordinate minime e massime dell'oggetto che si trovano in alto a destra possiamo notare come siano molto distanti dall'origine degli assi (0,0,0). Per centrare l'oggetto 3D sull'origine degli assi clicchiamo allora sul pulsante `Center xyz'

6 Clicchiamo su `Use Displayed Rotation' e inne su `OK' A questo punto possiamo salvare tutto nel formato OBJ (Wavefront), formato che DAZ Studio 3D è in grado di importare e convertire nel formato U3D. Da menù selezioniamo il comando `File Save as..' e, dalla nestra che compare, selezioniamo il formato Wavefront. Oltre al le knight.obj verrà generato un le knight.mtl che contiene informazioni sul materiale con cui sono fatte le superci dell'oggetto 3D. DAZ Studio 3D è un'applicazione freeware, ma richiede una registrazione nel sito Successivamente verrà inviato un numero seriale via mail da utilizzare al momento dell'installazione del programma. Dopo aver installato e lanciato DAZ-3D, selezioniamo da menù la voce `File Import..' Nella nestra che appare selezioniamo come tipo di le il formato Wavefront Object e carichiamo il le knight.obj.

7 L'oggetto sarà troppo vicino per essere visualizzato per intero. Non ce ne preoccupiamo. Deniremo in seguito la distanza corretta. Selezioniamo da menù la voce `File E xport..' e nella nestra che appare selezioniamo come tipo di le il formatouniversal 3D e salviamo il le come knight.u3d. Con VAZ3D abbiamo nito. Ci serviva solo per creare il le U3D. Anche il freeware MeshLab è in grado di esportare le in formato U3D, ma attualmente (versione 1.2.3) non è in grado di salvare i colori delle superci. Ha comunque il vantaggio che, insieme al le U3D genera un le TEX già pronto per essere compilato e trasformato in un PDF con l'oggetto 3D incorporato. Creiamo ora il le TEX necessario per incorporare il le U3D nel PDF Nella stessa cartella in cui abbiamo salvato il le knight.u3d creiamo un le di testo (con un clic destro del mouse comparirà un menù contestuale dal quale selezionare `Nuovo Documento di testo'). Apriamo con un doppio clic il le di testo, incolliamo (o scriviamo) il seguente testo e salviamo. \documentclass[a4paper]{article}

8 \usepackage[3d]{movie15} \usepackage{hyperref} \usepackage[italian]{babel} \begin{document} \includemovie[ poster, toolbar, %same as `controls' label=knight.u3d, text=(knight.u3d), 3Daac= , 3Droll=0, 3Dc2c= , 3Droo= , 3Dcoo=0 0 0, 3Dlights=CAD ]{\linewidth}{\linewidth}{knight.u3d} \movieref[3dcalculate=60]{knight.u3d}{calcola distanza camera} \movieref[3dgetview]{knight.u3d}{calcola vista!} \end{document} Si tratta di un codice TeX. Le prime quattro righe dicono al compilatore TeX che pacchetti utilizzare per la compilazione (tra i quali vi è ovviamente movie15). Abbiamo poi ssato i parametri della camera virtuale. 3Daac= l'angolo di apertura della camera 3Droll=0 0 l'angolo iniziale di rotazione della camera intorno al suo asse 3Dcoo= le coordinate del centro dell'orbita (in questo modo abbiamo sistemato il centro dell'orbita in corrispondenza dell'origine degli assi, dove avevamo precedentemente centrato il nostro oggetto 3D con Accutrans) 3Droo=100 il raggio (provvisorio) dell'orbita su cui si muove la camera 3Dc2c = La posizione iniziale (provvisoria) della camera rispetto al centro dell'orbita, che in questo caso coincide con l'origine del sistema di riferimento e con il centro dell'oggetto. Le coordinate corrispondono a X=0 Y=-100 Z=0 e corrispondono ad un osservatore posto sul piano XY, davanti all'oggetto. Le istruzioni \movieref[3dcalculate=60]{knight.u3d}{calcola distanza camera} \movieref[3dgetview]{knight.u3d}{calcola vista!} sono provvisorie e creeranno all'interno del documento PDF due link. Il primo (Calcola distanza camera) ci servirà per calcolare la distanza corretta della camera (3Droo) Il secondo (Calcola vista!) per determinare i parametri di visualizzazioni particolari dell'oggetto 3D che poi potremo utilizzare nel documento nale. Nota Bene: i link funzionano solo con Adobe Reader 8.0 (o successivi) Rinominiamo ora il le di testo come `knight.tex' in modo da poterlo leggere e compilare con MikTeX. Entriamo nella cartella dove abbiamo scompattato MikTeX e cerchiamo il le TexWorks.exe che si trova nella sottocartella /miktex/bin

9 Si tratta di un editor e compilatore di le tex fornito con la distribuzione MikTeX. Lanciamolo con un doppio clic. Da menù selezioniamo la voce `File Apri..' e carichiamo il le knight.tex. Il testo sorgente apparirà in TeXworks. Volendo è possibile modicarlo, ma eseguiamo semplicemente la compilazione cliccando sul pilsante verde in alto a sinistra. Se il compilatore non riscontra errori, verrà creato nella medesima cartella il le knight.pdf che verrà automaticamente caricato e visualizzato da TeXworks in un'altra nestra. Il visualizzatore PDF di TeXworks non è tuttavia in grado di mostrare l'oggetto 3D incorporato.

10 Dovremo perciò visualizzarlo usando Adobe Reader. In questa fase è necessario utilizzare Adobe Reader almeno nella versione 8.0 (o superiore). Le versioni precedenti non riescono infatti a gestire correttamente i link che ci servono per calcolare la corretta distanza dell'oggetto. Caricando dunque il le knight.pdf con Adobe Reader 8.0 l'oggetto 3D incorporato apparirà, ma troppo vicino all'osservatore (tanto che tutta la visuale sarà occupata da un particolare verde del suo vestito) Clicchiamo allora sul link (Calcola Distanza Camera) che si trova in basso a sinistra, sotto l'immagine 3D. Otterremo la seguente nestra di risposta e contemporaneamente l'oggetto 3D si posizionerà alla distanza corretta. L'unica informazione che ci interessa è la prima, che potremo arrotondare a 3Droo=22542 Riapriamo ora il le sorgente knight.tex usando l'editor TeXworks ed andiamo a correggere l'11 a riga. sostituendola con la seguente 3Daac=60, 3Droll=0, 3Dc2c= , 3Droo=22542, 3Dcoo=0 0 0, in cui i valori della posizione della camera e del raggio dell'orbita che avevamo provvisoriamente ssato a -100 e 100 vengono sostituiti con il valore appena calcolato (22542).

11 Da menù `File Salva come... ' salviamo il le tex modicato come pagina3d.tex e ricompiliamo ottenendo il le pagina3d.pdf. Carichiamo con Adobe Reader 8 il le pagina3d.pdf in cui l'oggetto 3D appare ora correttamente visualizzato. Possiamo ruotarlo (trascinandolo con il tasto sinistro del mouse premuto), traslarlo e zoomarlo dopo aver selezionato i relativi comandi dal menù che appare sopra l'oggetto. Creiamo ora qualche `vista' alternativa da selezionare direttamente dal menù associato all'oggetto 3D incorporato. Nella stessa cartella in cui abbiamo salvato il le knight.u3d creiamo un le di testo (con un clic destro del mouse comparirà un menù contestuale dal quale selezionare `Nuovo Documento di testo'). Apriamo con un doppio clic il le di testo, copiamo e incolliamo (o scriviamo) il seguente testo e salviamo. VIEW={Fronte} C2C=0-1 0 VIEW={Retro} C2C=0 1 0 VIEW={Sinistra} C2C=1 0 0 VIEW={Destra} C2C= VIEW={Alto} C2C=0 0 1 Si tratta di visualizzazioni standard in cui l'oggetto viene ruotato di 90 o 180. Se vogliamo aggiungere una visualizzazione personalizzata riapriamo il le knight.pdf, ruotiamolo e zoomiamolo.

12 Quando avremo ottenuto un'inquadratura che ci appare interessante clicchiamo sul link (Cattura Vista). Otterremo una nestra di risposta di questo tipo Le informazioni all'interno sono già selezionate. È suciente fare un clic destro sopra con il mouse per far apparire il comando copia. Clicchiamo su copia e poi andiamo ad incollare tali informazioni sul le di testo precedente (possiamo arrotondare i decimali). Otterremo VIEW={Fronte} C2C=0-1 0 VIEW={Retro} C2C=0 1 0 VIEW={Sinistra} C2C=1 0 0 VIEW={Destra} C2C= VIEW={Alto} C2C=0 0 1 VIEW={Particolare Spada} COO= C2C= ROO= ROLL= LIGHTS=CAD RERMODE=Solid

13 Ora salviamo il nuovo le di testo e rinominiamo come `viste.vws'. Carichiamo nuovamente il le pagina3d.tex con l'editor TeXworks e modichiamolo cancellando i link (che non ci servono più) e aggiungendo un'istruzione per caricare il le viste.vws. Il testo nale sarà 0, \documentclass[a4paper]{article} \usepackage[3d]{movie15} \usepackage{hyperref} \usepackage[italian]{babel} \begin{document} \includemovie[ poster, toolbar, %same as `controls' label=knight.u3d, text=(knight.u3d), 3Daac= , 3Droll=0, 3Dc2c= , 3Droo= , 3Dcoo=0 0 3Dlights=CAD, 3Dviews2=viste.vws, ]{\linewidth}{\linewidth}{knight.u3d} \end{document} Compiliamo nuovamente il sorgente TeX (cliccando sul pulsante verde in alto a sinistra di TeXworks) per ottenere la versione denitiva del le pagina3d.pdf. Nota Bene. Quando TeXworks compila un sorgente deve generare un le PDF. Se questo le esiste, lo sovrascrive, ma se questo le è già aperto (ad esempio da Adobe Reader), TexWorks si blocca è dà errore. Ora, quando apriamo il le PDF con una versione di Adobe Reader 7.07 (o superiore), potremo scegliere dal menù dell'oggetto 3D delle viste reimpostate. Possiamo modicare anche le dimensioni standard del riquadro che occupa l'oggetto 3D. Se ad esempio vogliamo un riquadro del 70% più piccolo scriveremo {0.7\linewidth}{0.7\linewidth}{knight.u3d}

14 Per un riquadro più grande del 25% scriveremo {1.25\linewidth}{1.25\linewidth}{knight.u3d} Per un riquadro che abbia una larghezza di 5 cm ed un'altezza di 10 cm scriveremo {5 cm}{10 cm}{knight.u3d} Ovviamente in questo modo riusciremo ad incorporare un oggetto 3D in una pagina PDF bianca. Se vogliamo inserirlo in una pagina che contiene altro testo e graca dobbiamo comporre l'intera pagina utilizzando il linguaggio TeX. Esiste tuttavia la possibilità di inserire oggetti 3D anche in pagine scritte con normali Wordprocessor. Visibile solo con Adobe Reader 7.0 o sup. Oggetto 3D (Visualizzabile solo con Adobe Reader 7.0 o sup.) OpenOce (ma anche AbiWord) ha infatti la capacità di esportare i suoi documenti in formato TeX. Le vecchie versioni di OpenOce (no alla 2.0) avevano questa caratteristica di default. Le ultime versioni richiedono che venga installata l'estensione writer2latex.oxt scaricabile da Una volta scaricata l'estensione lanciamo Writer (il programma di video scrittura di OpenOce). Da menù selezioniamo `Strumenti Gestione estensioni' e nellla nestra che appare clicchiamo su `Aggiungi... '. Cerchiamo il le writer2latex.oxt e carichiamolo. A questo punto possiamo esportare il documento scritto con Writer in un sorgente TeX, selezionando ` Esporta..' dal menù `File' di Writer e scegliendo come tipo di le TeX. Una volta generato il le TeX, lo apriremo con TeXworks e aggiungeremo al preambolo (la lista iniziale dei pacchetti LaTeX che il compilatore deve utilizzare, la voce

15 \usepackage[3d]{movie15} Dovremo inoltre aggiungere, nella posizione in cui vogliamo che compaia, l'istruzione per l'inclusione dell'oggetto 3D 0, \includemovie[ poster, toolbar, %same as `controls' label=knight.u3d, text=(knight.u3d), 3Daac= , 3Droll=0, 3Dc2c= , 3Droo= , 3Dcoo=0 0 3Dlights=CAD, 3Dviews2=viste.vws, ]{\linewidth}{\linewidth}{knight.u3d} Nel caso si utilizzi AbiWord è necessario modicare nel le TeX da esso prodotto anche la voce \usepackage[italiano]{babel} togliendo la `o' di italiano e lasciando \usepackage[italian]{babel}

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Compilazione con WinEdt

Compilazione con WinEdt Luciano Battaia Sommario Guida rapida ed elementare ai diversi modi di compilazione di un file L A TEX, usando WinEdt, con alcune indicazioni di base sui formati immagine supportati. Gli output standard

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli ITCG C. CATTANEO via Matilde di Canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (Reggio Emilia) Costruzione del grafico di una funzione con Microsoft Excel Supponiamo di aver costruito la tabella riportata in figura

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

Gli asteroidi. Informazioni e contatti: http://vo-for-education.oats.inaf.it - iafrate@oats.inaf.it

Gli asteroidi. Informazioni e contatti: http://vo-for-education.oats.inaf.it - iafrate@oats.inaf.it Esempio sull'utilizzo dell'osservatorio Virtuale Gli asteroidi Informazioni e contatti: http://vo-for-education.oats.inaf.it - iafrate@oats.inaf.it Distribuzione degli asteroidi Il Sistema Solare è composto

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO Con questa esercitazione guidata imparerai a realizzare una macro. Una macro è costituita da una serie di istruzioni pre-registrate che possono essere

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Non tutto, ma un po di tutto

Non tutto, ma un po di tutto ALFREDO MANGIA Non tutto, ma un po di tutto Nozioni fondamentali per conoscere e usare un foglio di calcolo. Corso di alfabetizzazione all informatica Settembre 2004 SCUOLA MEDIA GARIBALDI Genzano di Roma

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 Indice generale GUIDA A CALC 3.5... 3 1 Utilizzo dell'applicazione... 3 1.1 LAVORARE CON IL FOGLIO ELETTRONICO...3 1.2 MIGLIORARE LA

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA

PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA La Scheda Valutazione Anziano FRAgile al momento dell inserimento è abbinata al paziente. E possibile modificarla o inserirne una nuova per quest ultimo. Verrà considerata

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE

SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE SimplyFatt2 (versione Standard, Professional, Network e ipad) Versione 2.7.1 GUIDA UTENTE Copyright 2008-2014 Lucanasoft di Vincenzo Azzone Tutti i diritti riservati. 1 Indice Generale INTRODUZIONE!...

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

SID - GESTIONE FLUSSI SALDI

SID - GESTIONE FLUSSI SALDI Dalla Home page del sito dell Agenzia delle Entrate Cliccare sulla voce SID Selezionare ACCREDITAMENTO Impostare UTENTE e PASSWORD Gli stessi abilitati ad entrare nella AREA RISERVATA del sito (Fisconline

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

Leg@lCom EasyM@IL. Manuale Utente. 1 Leg@lcom 2.0.0

Leg@lCom EasyM@IL. Manuale Utente. 1 Leg@lcom 2.0.0 Leg@lCom EasyM@IL Manuale Utente 1 Sommario Login... 5 Schermata Principale... 6 Posta Elettronica... 8 Componi... 8 Rispondi, Rispondi tutti, Inoltra, Cancella, Stampa... 15 Cerca... 15 Filtri... 18 Cartelle...

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Guida alla WebMail Horde

Guida alla WebMail Horde Guida alla WebMail Horde La funzione principale di un sistema Webmail è quella di gestire la propria posta elettronica senza dover utilizzare un programma client installato sul computer. Il vantaggio è

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO FARE UNA MAPPA CON OPENOFFICE IMPRESS START/PROGRAMMI APRIRE IMPRESS SCEGLIERE PRESENTAZIONE VUOTA. POI CLIC SU AVANTI E DI NUOVO SU AVANTI. QUANDO AVANTI NON COMPARE PIÙ, FARE CLIC SU CREA CHIUDERE LE

Dettagli

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK.

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK. Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione Per svolgere correttamente alcune esercitazioni operative, è previsto che l utente utilizzi dei dati forniti attraverso

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Guida al sistema Bando GiovaniSì

Guida al sistema Bando GiovaniSì Guida al sistema Bando GiovaniSì 1di23 Sommario La pagina iniziale Richiesta account Accesso al sistema Richiesta nuova password Registrazione soggetto Accesso alla compilazione Compilazione progetto integrato

Dettagli

Che cos è la LIM? L utilizzo didattico della LIM La LIM consente di andare incontro a diversi stili

Che cos è la LIM? L utilizzo didattico della LIM La LIM consente di andare incontro a diversi stili Che cos è la LIM? La LIM, Lavagna Interattiva Multimediale, è una lavagna arricchita da potenzialità digitali e multimediali. Si tratta di una periferica collegata al computer, che rende possibile visualizzare

Dettagli

Esercitazioni di Excel

Esercitazioni di Excel Esercitazioni di Excel A cura dei proff. A. Khaleghi ed A. Piergiovanni. Queste esercitazioni hanno lo scopo di permettere agli studenti di familiarizzare con alcuni comandi specifici di Excel, che sono

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Guida Rapida v6.4 EasternGraphics 2012

Guida Rapida v6.4 EasternGraphics 2012 Guida Rapida v6.4 EasternGraphics 2012 Indice 1 Introduzione... 5 1.1 Campi di applicazione... 6 1.2 Caratteristiche principali... 6 2 Informazione tecnica... 7 2.1 Requisisti raccomandati... 8 2.2 Scheda

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

12 famiglie e tipi di file (estensioni più comuni)

12 famiglie e tipi di file (estensioni più comuni) 12 famiglie e tipi di file (estensioni più comuni) Ogni file è caratterizzato da un proprio nome e da una estensione, in genere tre lettere precedute da un punto; ad esempio:.est Vi sono tuttavia anche

Dettagli

Le novità di QuarkXPress 10.1

Le novità di QuarkXPress 10.1 Le novità di QuarkXPress 10.1 INDICE Indice Le novit di QuarkXPress 10.1...3 Nuove funzionalit...4 Guide dinamiche...4 Note...4 Libri...4 Redline...5 Altre nuove funzionalit...5 Note legali...6 ii LE NOVITÀ

Dettagli

CAPITOLO 6 Colore e trasparenza

CAPITOLO 6 Colore e trasparenza 6 CAPITOLO 6 Colore e trasparenza... Fireworks offre un'ampia gamma di opzioni per la scelta dei colori di un grafico. Si possono usare i campioni di colore predefiniti per conservare quanto più possibile

Dettagli

Estrazione dati cartografici formato SHP (shape) ed e00

Estrazione dati cartografici formato SHP (shape) ed e00 Estrazione dati cartografici formato SHP (shape) ed e00 Istruzioni per visualizzazione codici di particella, simboli e linee tratteggiate in ArcGis 8.x 9.x 1- Da pannello di controllo in Windows installare

Dettagli

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico I Parte I Introduzione 1 1 Introduzione... 1 2 Editor di... stile 1 Parte II Modello grafico 4 1 Intestazione... 4 2 Colonna... metrica 4 3 Litologia... 5 4 Descrizione... 5 5 Quota... 6 6 Percentuale...

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Gestione della E-mail Ottobre 2009 di Alessandro Pescarolo Fondamenti di Informatica 1 CAP. 5 GESTIONE POSTA ELETTRONICA 5.1 CONCETTI ELEMENTARI Uno dei maggiori vantaggi

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C.

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C. Pag. 1/24 INDICE A. AMMINISTRAZIONE pagina ADMIN Pannello di controllo 2 1. Password 2 2. Cambio lingua 2 3. Menù principale 3 4. Creazione sottomenù 3 5. Impostazione template 4 15. Pagina creata con

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

GFI Product Manual. Manuale per il client fax

GFI Product Manual. Manuale per il client fax GFI Product Manual Manuale per il client fax http://www.gfi.com info@gfi.com Le informazioni contenute nel presente documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Le società, i nomi e i dati utilizzati

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori Manuale d uso Versione 08/07/2014 themix Italia srl tel. 06 35420034 fax 06 35420150 email info@themix.it LOGIN All avvio il

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

Integrare le MFC con Irrlicht. Sezione 1: Creazione del progetto. by Raffaele White tiger Mancuso

Integrare le MFC con Irrlicht. Sezione 1: Creazione del progetto. by Raffaele White tiger Mancuso Integrare le MFC con Irrlicht by Raffaele White tiger Mancuso In questo topic spiegherò come integrare irrlicht in un documento singolo MFC *(1). Io ho usato il visual c++ 6 ma la procedura dovrebbe essere

Dettagli