Sonde per gastrostomia endoscopica percutanea

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sonde per gastrostomia endoscopica percutanea"

Transcript

1 Sonde per gastrostomia endoscopica percutanea Sonda in materiale biocompatibile di lunga durata, radiopaca per il controllo del posizionamento; presenta un estremità smussa forata per lo stomaco e una esterna dotata di connettore per il deflussore; il dispositivo di bloccaggio interno è fornito di un supporto a disco, in silicone, mentre il bloccaggio esterno alla parete addominale avviene con un supporto plastico di forma variabile (generalmente a farfalla) La prima applicazione avviene a opera del medico in ambiente ospedaliero sotto guida endoscopica, fluoroscopica o con tecnica chirurgica. Per alcuni modelli è prevista la sostituzione a domicilio; in questo caso è fornita dall ufficio competente dell ASL di appartenenza dietro prescrizione del medico specialista con modello 03 con il codice ISO di categoria del Nomenclatore Tariffario Consentire la nutrizione della persona nelle situazioni in cui la via naturale sia inefficiente, impedita e sia impossibile o non indicata l applicazione di sonde transnasali (es., per nutrizione a lungo termine, neoplasie cervicofacciali ecc.) ADDESTRAMENTO Le istituzioni (ASL e/o servizi di nutrizione artificiale) che forniscono il servizio provvedono a impostare i programmi educativi che, in funzione delle modalità di nutrizione, aiutino a gestire la routine e gli inconvenienti più frequenti (aspirazioni, otturazioni, infezioni) MANUTENZIONE Sia per la cute e il foro d entrata sia per l ancoraggio e il raccordo esterni sono necessarie: ispezione, disinfezione, pulizia quotidiane Alcuni modelli sono rimovibili dall esterno; le sonde non rimovibili garantiscono una maggiore sicurezza nel paziente demente. Esistono modelli di PEG adatti a essere usati in sostituzione della sonda di prima applicazione nei casi di nutrizione di lunga durata (con o senza necessità di ulteriore endoscopia) Kit bottone per gastrostomia Flocare Cubby (Nutricia)

2 Sonde transnasali Tubo in materiale biocompatibile (poliuretano, PET), di vario calibro (da 8 a 14 ch) e di differente lunghezza (da 90 a 150 cm), presenta all estremo distale una punta arrotondata e forata, mentre all estremo prossimale è dotato di raccordo per la connessione al deflussore. Presenta alcune tacche radiopache lungo il decorso, che misurano il grado di inserimento e la tenuta in loco. In confezione sterile; sulla confezione sono riportate le informazioni necessarie all uso Consentire la nutrizione nasogastrica e nasodigiunale quando l accesso naturale sia inefficiente, impedito o non indicato ADDESTRAMENTO Le istituzioni (ASL e/o servizi di nutrizione artificiale) che forniscono il servizio provvedono a impostare i programmi educativi che, in funzione delle modalità di nutrizione, aiutino a gestire la routine e gli inconvenienti più frequenti (decubiti, otturazioni, dislocazioni) Alcuni modelli sono trasparenti, alcuni possono presentare una doppia via, altri sono dotati di punta appesantita per facilitare il posizionamento del sondino. Un modello particolare presenta l estremità distale a spirale ( Bengmark ) che, in fase di inserimento, viene mantenuta dritta dal filo guida; quando il sondino è posizionato nello stomaco, il filo guida viene rimosso e la spirale consente la progressione spontanea attraverso il piloro e il posizionamento ottimale nell intestino a livello del legamento del Treitz CONTROINDICAZIONI Allergie specifiche ai materiali Apparecchio fornito direttamente dall ufficio competente dell ASL di appartenenza dietro prescrizione del medico specialista con modello 03 con il codice ISO di categoria del Nomenclatore Tariffario, insieme a sacche e deflussori MANUTENZIONE Pulizia interna del canale dai residui delle sacche alimentari; mantenimento della pervietà della sonda con acqua e siringa da 50 cc secondo protocollo; pulizia esterna Sondino nasodigiunale Bengmark (Nutricia)

3 Pompa peristaltica per nutrizione enterale e sistemi di somministrazione Apparecchio elettrico compatto, con pulsanti per la regolazione, display per il controllo dei parametri di infusione e allarmi per il controllo dei parametri di infusione, dotato di alloggiamento per il deflussore (tubo di raccordo tra il contenitore della miscela nutrizionale e la sonda) dotato di collegamento con la rete elettrica scheda 17 Regolare la nutrizione relativamente al tempo di deflusso delle soluzioni, al volume/min, alle pause, al volume globale di somministrazione ADDESTRAMENTO Un addestramento successivo è necessario sia per la gestione dell apparecchio sia per la somministrazione degli alimenti. Le ditte solitamente corredano gli apparecchi di manuali con tutte le informazioni utili. Le istituzioni (ASL e/o servizi di nutrizione artificiale) che forniscono il servizio provvedono a un breve training per i familiari, condotto da professionali specializzati, per la gestione routinaria e per gli inconvenienti più frequenti Nutripompa Infinity (Nutricia) MANUTENZIONE Verifica periodica della carica delle batterie; pulizia Apparecchio fornito direttamente dall ufficio competente dell ASL di appartenenza dietro prescrizione del medico specialista con modello 03 con il codice ISO di categoria del Nomenclatore Tariffario, insieme a sacche e deflussori Applix Smart (Fresenius Kabi)

4 Miscele per nutrizione enterale normocaloriche scheda 18 Alimenti liquidi bilanciati e completi, formulati per poter rappresentare l unica fonte di nutrimento: apportano in ml tutti i nutrienti calorici e non calorici necessari al fabbisogno del malato. Sono disponibili in bottiglie di vetro e pack da 500 ml, 1 L e 1,5 L Permettere la nutrizione enterale anche totale per sonda nasogastrica o gastrostomia endoscopica percutanea in caso di patologie che limitino o aboliscano la nutrizione autonoma per via naturale: scomparsa dei riflessi deglutitori in svariate malattie neurologiche e cerebrovascolari, perdita dello stimolo nelle demenze gravi, alterazioni anatomofunzionali gravi nelle neoplasie del tratto testa/collo e del tratto gastroenterico superiore Alimenti normocalorici per sonda Nutrison e Nutrison Multi Fibre (Nutricia) Esistono formulazioni arricchite con miscele di fibre solubili e insolubili utili per regolarizzare la motilità intestinale, in fase pre e postoperatoria, nelle nutrizioni a lungo termine e in caso di stitichezza o diarrea Prodotti notificati al Ministero della Salute, la cui rimborsabilità dipende, tuttavia, dalle specifiche normative regionali. Prodotti rintracciabili presso grossisti e farmacie Dieta semielementare Peptamen in sacca sterile (Nestlé HealthCare Nutrition)

5 Miscele per nutrizione enterale a formulazione particolare Diete liquide a base di alimenti naturali omogeneizzati e formulazione contenenti fibre solubili Le miscele a base di alimenti naturali forniscono la fibra legata strutturalmente agli alimenti utilizzati e possono migliorare l accettazione psicologica del paziente all alimentazione enterale. Le miscele contenenti fibre solubili agiscono positivamente nel mantenimento o reintegrazione dell equilibrio della microflora intestinale e, tramite l induzione della produzione di acidi grassi a catena corta, hanno funzione trofica sul colon e favoriscono il riassorbimento di acqua e sodio Le miscele contenenti fibre solubili sono disponibili in preparazioni ipo-, normo- e ipercaloriche e normo- e iperproteiche, per l utilizzazione personalizzata a seconda delle esigenze del singolo paziente Isosource Mix, miscela a base di alimenti naturali (carne, latte, legumi, frutta) (Nestlé HealthCare Nutrition) scheda 19 Prodotti notificati al Ministero della Salute, la cui rimborsabilità dipende, tuttavia, dalle specifiche normative regionali. Prodotti rintracciabili presso grossisti e farmacie Novasource GI Control, miscela polimerica contenente fibre solubili: PHGG, Gomma di Guar parzialmente idrolizzata (Nestlé HealthCare Nutrition)

6 scheda 20 Miscele per nutrizione enterale specifiche per patologie Diete liquide contenenti apporti nutrizionali specifici, compatibili con nutrizione enterale completa Permettere la nutrizione enterale anche totale per anziani con squilibri nutrizionali selettivi o deficit da patologia specifica, in assenza di funzionalità del tratto oroesofageo in caso di patologie che limitino o aboliscano la nutrizione autonoma per via naturale: scomparsa dei riflessi deglutitori in svariate malattie neurologiche e cerebrovascolari, perdita dello stimolo nelle demenze gravi, alterazioni anatomofunzionali gravi nelle neoplasie del tratto testa/collo e del tratto gastroenterico superiore La distribuzione calorica e le specifiche caratteristiche dei nutrienti sono calibrate nelle diverse miscele per ottimizzare il metabolismo, del paziente: diete iperproteiche (stati ipercatabolici e di malnutrizione calorico-proteica, lesioni da decubito) diete ad alto contenuto di zuccheri complessi (diabete) diete ipercaloriche-iperproteiche arricchite con quote selezionate di aminoacidi e lipidi (aminoacidi ramificati nel caso di encefalopatia epatica, ascite ecc.) diete a ridotta produzione di CO 2 (insufficienza respiratoria) diete a basso contenuto proteico ed elettrolitico (insufficienza renale non dialitica) Sistema easy bag con Fresubin Diben (sopra) e Original (sotto) (Fresenius Kabi) Segue Dieta per pazienti con insufficienza epatica (Fresenius Kabi)

7 Seguito CONTROINDICAZIONI Queste preparazioni pronte non sempre sono in grado di sostituire la composizione nutrizionale necessaria al singolo paziente (es., potrebbe rendersi necessaria l aggiunta di elettroliti o di altre sostanze ad hoc): ogni caso va valutato nella sua complessità. Il riferimento è sempre il servizio di nutrizione artificiale ospedaliero o territoriale di competenza Prodotti notificati al Ministero della Salute, la cui rimborsabilità dipende tuttavia dalle specifiche normative regionali. Prodotti rintracciabili presso grossisti e farmacie Formule per sonda bilanciate per pazienti diabetici Diason (Nutricia)

ALLEGATO B) TABELLA DI AGGIUDICAZIONE DITTA. 36.100 ABBOTT S.r.l. 11.650 ABBOTT S.r.l. M525 GLUCERNA 500 ML 6,80 5730405FC9

ALLEGATO B) TABELLA DI AGGIUDICAZIONE DITTA. 36.100 ABBOTT S.r.l. 11.650 ABBOTT S.r.l. M525 GLUCERNA 500 ML 6,80 5730405FC9 ALLEGATO B) TABELLA DI AGGIUDICAZIONE 1 DIETA LIQUIDA PER SUPPLEMENTAZIONE ORALE, A BASSO RESIDUO, COMPLETA, PRONTA PER L USO, PER PAZIENTI CON FUNZIONALITA GASTROINTESTINALE INTEGRA E FABBISOGNI PROTEICO

Dettagli

AVVISO A TUTTE LE DITTE PARTECIPANTI. A seguito di richiesta, si forniscono i seguenti chiarimenti di gara :

AVVISO A TUTTE LE DITTE PARTECIPANTI. A seguito di richiesta, si forniscono i seguenti chiarimenti di gara : Via Unità Italiana, 28-81100 Caserta SERVIZIO PROVVEDITORATO/ECONOMATO Tel. 0823/44.5226 Fax 0823/279581 Prot. n. 803/PROV Del 12/02/2014 OGGETTO: Procedura Aperta per la fornitura biennale di diete per

Dettagli

NUTRIZIONE ARTIFICIALE

NUTRIZIONE ARTIFICIALE Prontuario Ospedaliero NUTRIZIONE ARTIFICIALE AslCN2 Maggio 2014 Indice Prodotti nutrizionali per sonda.pag. 3 Standard: NUTRISON 500 ml flacone Proteica: ISOSOURCE PROTEIN 500 ml smartflex Energetica:

Dettagli

LOTTO A DIETE PER NUTRIZIONE ENTERALE SOMMINISTRABILI PER SONDA O PER OS

LOTTO A DIETE PER NUTRIZIONE ENTERALE SOMMINISTRABILI PER SONDA O PER OS LOTTO A ALLEGATO A DIETE PER NUTRIZIONE ENTERALE SOMMINISTRABILI PER SONDA O PER OS Lotto 1/A Dieta Polimerica Standard Dieta enterale pronta all'uso, per sonda, polimerica standard, liquida, completa,

Dettagli

Regione Campania ASL Caserta

Regione Campania ASL Caserta Regione Campania ASL Caserta Via Unità ltaliana, 28-81100 Caserta Asl CE Prot. n. 3031/PROV del 20-06-2014 ililililll!iltilllil il ]ffi lllfiilil]illlillllilllllillif llflililli AWISO RIAPERTURA TERMINI

Dettagli

Normali fabbisogni proteicocalorici. secondo indicazione della Dietista e/o del Medico

Normali fabbisogni proteicocalorici. secondo indicazione della Dietista e/o del Medico ELENCO PRODOTTI PER NUTRIZIONE ENTERALE (NE) * 3.1 Nutrizione enterale a composizione standard 3.2 Nutrizione enterale nel paziente pediatrico 3.3 Nutrizione enterale a composizione particolare 3.1 Nutrizione

Dettagli

Allegato -> C) SCHEDE TECNICHE

Allegato -> C) SCHEDE TECNICHE Allegato -> C) SCHEDE TECNICHE lotto A1 A2 A3 A4 Gruppo A Soluzione per nutrizione enterale da somministrare per sonda quantità prezzo descrizione prodotti annua unitario (l/kg) prezzi totali presunta

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 7 PIEVE DI SOLIGO

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 7 PIEVE DI SOLIGO REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 7 PIEVE DI SOLIGO FORNITURA DI PRODOTTI NUTRIZIONALI ENTERALI PER OSPEDALI, CASE DI RIPOSO E RSA, PAZIENTI IN NUTRIZIONE ENTERALE DOMICILIARE (NED) Di AZIENDE SANITARIE DELL

Dettagli

La gastrostomia può essere realizzata per via chirurgica, endoscopica, radiologica o laparoscopica.

La gastrostomia può essere realizzata per via chirurgica, endoscopica, radiologica o laparoscopica. Gestione della PEG Lo IEO pubblica una collana di Booklets al fine di aiutare il paziente a gestire eventuali problematiche (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire, gli esercizi

Dettagli

GESTIONE GASTROSTOMIA

GESTIONE GASTROSTOMIA GESTIONE GASTROSTOMIA UN PO DI SIGLE N.A.: Nutrizione Artificiale N.E.: Nutrizione Enterale S.N.G.: Sondino Naso Gastrico P.E.G.: Gastrostomia Endoscopica Percutanea P.E.Y: Digiunostomia Endoscopica Percutanea

Dettagli

Guida all utilizzo della PEG

Guida all utilizzo della PEG Guida all utilizzo della PEG INDICE INTRODUZIONE PAG. 3 COSA E LA PEG E A COSA SERVE PAG. 4 MATERIALE NECESSARIO PAG. 5 COME PROCEDERE PER L ALIMENTAZIONE PAG. 6 PREPARAZIONE DELLA NUTRIZIONE PAG. 7 AL

Dettagli

UPDATE: I PERCORSI CLINICO- ASSISTENZIALI IN MEDICINA INTERNA

UPDATE: I PERCORSI CLINICO- ASSISTENZIALI IN MEDICINA INTERNA Savona 23 Marzo 2013 UPDATE: I PERCORSI CLINICO- ASSISTENZIALI IN MEDICINA INTERNA Relatore Dott.ssa Gianna Negro S.C. Farmacia Ospedaliera S. Paolo Savona QUALI MISCELE PER NA? PARENTERALI ENTERALI NUTRIZIONE

Dettagli

Le vie di accesso per la nutrizione enterale. dott Elena Vecchi SC Gastroenterologia

Le vie di accesso per la nutrizione enterale. dott Elena Vecchi SC Gastroenterologia Le vie di accesso per la nutrizione enterale dott Elena Vecchi SC Gastroenterologia Indicazioni Garantire corretto apporto nutrizionale, o somministrazione di farmaci, o di acqua, a pazienti con apparato

Dettagli

CHIARIMENTO N. 4 1 5761832E2B

CHIARIMENTO N. 4 1 5761832E2B _... _i LOTTI 1 ANNI DI LATTE, ALIMENTI PRIM A INFANZIA, PER NUTRIZIONE ENTERALE ED 1 misura ' CHIARIMENTO N. 4 A ) LATTI E ALIM ENTI PER LATTANTI 1 5761832E2B 2 5761853F7F 3 5761869CB4 Latte liquido,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER L UTENTE

FOGLIO INFORMATIVO PER L UTENTE FOGLIO INFORMATIVO PER L UTENTE ASSISTENZA AL PAZIENTE CON GASTROSTOMIA ENDOSCOPICA PERCUTANEA (PEG) PREMESSA L alimentazione artificiale si rende necessaria per il trattamento di molte condizioni patologiche.

Dettagli

GASTROSTOMIA ENDOSCOPICA PERCUTANEA ASPETTI GESTIONALI

GASTROSTOMIA ENDOSCOPICA PERCUTANEA ASPETTI GESTIONALI GASTROSTOMIA ENDOSCOPICA PERCUTANEA ASPETTI GESTIONALI Unità di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Responsabile : Dr. Francesco Cupella Fondazione Salvatore Maugeri La Gastrostomia Endoscopica Percutanea

Dettagli

Analisi dei tipi Alimento somministrabile via sonda Nutrison

Analisi dei tipi Alimento somministrabile via sonda Nutrison Analisi dei tipi Alimento somministrabile via sonda Nutrison NCH0117_Typanalysenheft_SN_I_print.indd 1 28.12.2010 12:46:56 Uhr 2 Analisi dei tipi Alimento somministrabile via sonda Nutrison Linea telefonica

Dettagli

NUTRIZIONE ENTERALE DOMICILIARE Manuale Per Il Paziente

NUTRIZIONE ENTERALE DOMICILIARE Manuale Per Il Paziente NUTRIZIONE ENTERALE DOMICILIARE Manuale Per Il Paziente Team Nutrizionale per la Nutrizione Artificiale Domiciliare Struttura Complessa. Clinica Medica e Servizio di Dietetica Ospedale di Cattinara - 2

Dettagli

DESCRIZIONE UNITA' DI MISURA QUANTITA' BIENNALE QUANTITA' ANNUALE. Emulsione Lipidica al 10% sacche o flac 500 SACCHE/FLAC ml

DESCRIZIONE UNITA' DI MISURA QUANTITA' BIENNALE QUANTITA' ANNUALE. Emulsione Lipidica al 10% sacche o flac 500 SACCHE/FLAC ml AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA G. MARTINO TOTALE A BASE D'ASTA.373.983,40 LOTTO 1 Emulsioni Lipidiche Importo a base d'asta..8.668,00 +IVA CIG. 5602968376 Emulsione Lipidica al 10% sacche o flac 500

Dettagli

La nutrizione artificiale al domicilio. Dietista Anna Rita SABBATINI Coordinatore Unità Tecnica Dietisti

La nutrizione artificiale al domicilio. Dietista Anna Rita SABBATINI Coordinatore Unità Tecnica Dietisti La nutrizione artificiale al domicilio Dietista Anna Rita SABBATINI Coordinatore Unità Tecnica Dietisti Tecniche di Nutrizione Artificiale (NA) - definizioni Nutrizione Parenterale (NP): modalità di NA

Dettagli

La Nutrizione Enterale Domiciliare

La Nutrizione Enterale Domiciliare Dipartimento Malattie Digestive e Metaboliche U.O. Aziendale di Gastroenterologia e Dietetica Clinica U.O.S. Dietetica Clinica La Nutrizione Enterale Domiciliare Informazioni utili per il paziente e la

Dettagli

3 Dieta per pazienti diabetici liquida per sonda pronta all'uso. 52.500,00 59994159DE

3 Dieta per pazienti diabetici liquida per sonda pronta all'uso. 52.500,00 59994159DE 1 - A Dieta polimerica normocalorica liquida a basso residuo per sonda pronta all'uso 94.500,00 1 - B Dieta polimerica ipercalorica liquida per sonda pronta all'uso 31.500,00 1 - C Dieta polimerica ipercalorica

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ALIMENTAZIONE ENTERALE PEG O SNG

PROTOCOLLO PER L ALIMENTAZIONE ENTERALE PEG O SNG PROTOCOLLO PER L ALIMENTAZIONE ENTERALE PEG O SNG Obiettivo: mediante l uso del PEG/SNG all ospite verrà somministrato un apporto dietetico per soddisfare le richieste corporee e promuovere la salute.

Dettagli

PRONTUARIO DIETETICO

PRONTUARIO DIETETICO Pag. 1/107 File Prontuario Dietetico Rev. 01 Redazione Dott. Patrizia Turcato - Servizio Dietetica Data applicazione 3 gennaio 2011 Verifica Dr. Mauro Bertassello - Direttore Presidi Ospedalieri Copia

Dettagli

LA NUTRIZIONE ENTERALE DOMICILIARE. Guida per il paziente, i parenti e gli operatori sanitari

LA NUTRIZIONE ENTERALE DOMICILIARE. Guida per il paziente, i parenti e gli operatori sanitari LA NUTRIZIONE ENTERALE DOMICILIARE Guida per il paziente, i parenti e gli operatori sanitari Prefazione Nel paziente affetto da neoplasia non sono infrequenti problematiche alimentari che possono seriamente

Dettagli

a cura della Commissione Nutrizionale Aziendale

a cura della Commissione Nutrizionale Aziendale g u i d a p r a t i c a a cura della Commissione Nutrizionale Aziendale A cura di: Dott.ssa Laura EBBLI Dietista Dott. Giancarlo GOBBI Medico Dott.ssa Gianna NEGRO Farmacista Dott.ssa Valentina SGUERSO

Dettagli

GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI NUTRIZIONE ENTERALE TERRITORIALE PER I PAZIENTI DOMICILIARI E DELLE STRUTTURE RESIDENZIALI DELLE AZIENDE ULSS N

GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI NUTRIZIONE ENTERALE TERRITORIALE PER I PAZIENTI DOMICILIARI E DELLE STRUTTURE RESIDENZIALI DELLE AZIENDE ULSS N GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI NUTRIZIONE ENTERALE TERRITORIALE PER I PAZIENTI DOMICILIARI E DELLE STRUTTURE RESIDENZIALI DELLE AZIENDE ULSS N. 3 E N. 5 E DELLA FORNITURA DELLE ATTREZZATURE E DEI

Dettagli

fabb. totale conf. FABB. TOTALE (ml/g/pz) Descrizione prodotto offerto sacca 1000 ml 10 9.600.000 9.600 Nutrison - Pack da 1000 ML 66021

fabb. totale conf. FABB. TOTALE (ml/g/pz) Descrizione prodotto offerto sacca 1000 ml 10 9.600.000 9.600 Nutrison - Pack da 1000 ML 66021 lot rif. Ditta PRODOTTO CONF.TODOSAGGIO tale Descrizione prodot offer prodot 1 1.1 dieta normocalorica polimerica per sonda: normocalorica (1 Kcal/ml), osmolarità

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO PER L'UTENTE E PER CHI LO ASSISTE

OPUSCOLO INFORMATIVO PER L'UTENTE E PER CHI LO ASSISTE OPUSCOLO INFORMATIVO PER L'UTENTE E PER CHI LO ASSISTE GUIDA PRATICA PER LA GESTIONE DELLA PERSONA IN NUTRIZIONE ENTERALE A DOMICILIO SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA DOMICILIARE AZIENDA USL 12 VERSILIA

Dettagli

INTRODUZIONE. La nutrizione artificiale entrerale

INTRODUZIONE. La nutrizione artificiale entrerale INTRODUZIONE La nutrizione enterale domiciliare (NED) è una tecnica nutrizionale praticata e consolidata da diversi anni in medicina. Questo tipo di nutrizione è iniziata negli ospedali italiani dalla

Dettagli

Freedom for life. Pompa Abbott FreeGo per una nutrizione enterale facile e sicura

Freedom for life. Pompa Abbott FreeGo per una nutrizione enterale facile e sicura Freedom for life Pompa Abbott FreeGo per una nutrizione enterale facile e sicura Sistema di somministrazione Abbott Nutrition: facile da utilizzare* Il sistema di somministrazione completo Ready To Hang

Dettagli

NUTRIZIONE IN TERAPIA INTENSIVA. Dott. Adolfo Affuso

NUTRIZIONE IN TERAPIA INTENSIVA. Dott. Adolfo Affuso NUTRIZIONE IN TERAPIA INTENSIVA Dott. Adolfo Affuso La nutrizione artificiale è parte integrante della terapia del paziente Un adeguato apporto nutrizionale migliora l outcome del malato INDICAZIONI ALLA

Dettagli

FABB. TOTALE (ml/g/pz) sacca 1000 ml 10 9.600.000 Nutrison - Pack da 1000 ML 66021

FABB. TOTALE (ml/g/pz) sacca 1000 ml 10 9.600.000 Nutrison - Pack da 1000 ML 66021 1 1.1 dieta normocalorica polimerica per sonda: normocalorica (1 Kcal/ml), osmolarità

Dettagli

Basta aggiungere l acqua per nutrire in maniera bilanciata

Basta aggiungere l acqua per nutrire in maniera bilanciata Basta aggiungere l acqua per nutrire in maniera bilanciata Kangaroo epump & Kangaroo Joey Pompe per nutrizione enterale Tutti abbiamo bisogno di acqua e cibo per garantire il corretto apporto di acqua

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE. Servizio Approvvigionamenti

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE. Servizio Approvvigionamenti REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE Servizio Approvvigionamenti delegato dal Direttore Generale dell Azienda con delibera regolamentare

Dettagli

MISCELE PER NUTRIZIONE PARENTERALE. Dr.ssa Marica Carughi Servizio Farmaceutico e Nutrizionale Azienda Ospedaliera Sant Anna Como

MISCELE PER NUTRIZIONE PARENTERALE. Dr.ssa Marica Carughi Servizio Farmaceutico e Nutrizionale Azienda Ospedaliera Sant Anna Como MISCELE PER NUTRIZIONE PARENTERALE Como, 20 giugno 2011 Dr.ssa Marica Carughi Servizio Farmaceutico e Nutrizionale Azienda Ospedaliera Sant Anna Como Nutrienti per miscele e loro fonti Liquidi Azoto acqua

Dettagli

Nutrizione parenterale in Urgenza

Nutrizione parenterale in Urgenza 1 Nutrizione parenterale in Urgenza 1 Carmelo D'Amato M.D. 2 Nutrizione Parenterale Rientra nelle due forma di nutrizione artificiale Enterale Parenterale 2 3 Nutrizione Artificiale Somministrazione guidata

Dettagli

ASSISTENZA AL MEDICO

ASSISTENZA AL MEDICO SERVIZIO OPERATIVO SANITARIO COMMISSIONE FORMAZIONE SONA - VR CORSO PER SOCCORRITORI ASSISTENZA AL MEDICO pag. 1 ATTENZIONE Questo manuale deve essere associato ad uno specifico corso teorico e pratico,

Dettagli

Bisogni Nutrizionali nei Pazienti «inguaribili»

Bisogni Nutrizionali nei Pazienti «inguaribili» Bisogni Nutrizionali nei Pazienti «inguaribili» Grazia Pilone U.O. di Gastroenterologia Fate clic per aggiungere del Azienda testoulss n. 12 Veneziana Mestre (Venezia) Terapia Palliativa Non Guarire, ma

Dettagli

FORMULE A COMPOSIZIONE SPECIFICA

FORMULE A COMPOSIZIONE SPECIFICA Definizione: Novasource Diabetes è un prodotto a lento assorbimento, per la nutrizione enterale specializzata, per sonda o per os. È addizionato di fibra solubile Benefiber (PHGG). Contiene edulcoranti

Dettagli

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale Socio Sanitaria CAPITOLATO TECNICO

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale Socio Sanitaria CAPITOLATO TECNICO Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO CAPITOLATO TECNICO FORNITURA DI MEDICINALI (SOLUZIONI ED EMULSIONI INFUSIONALI ED ELETTROLITICHE CONCENTRATE) ALLE AZIENDE SOCIO

Dettagli

A.O.San Giovanni Addolorata

A.O.San Giovanni Addolorata AZIENDA OSPEDALIERA SAN GIOVANNI ADDOLORATA ELENCO DIETE AGGIORNATE 2013 A SCANSIONE SETTIMANALE DIETE STANDARD DI USO COMUNE MENU' DI TIPO ALBERGHIERO Menu' di tipo "alberghiero" dedicato a tutti i degenti

Dettagli

ELENCO DISPOSITIVI MEDICI PER ANESTESIA-RIANIMAZIONE - CHIRURGIA VOCE DESCRIZIONE PRODOTTO QUANTIT. ANNUALE

ELENCO DISPOSITIVI MEDICI PER ANESTESIA-RIANIMAZIONE - CHIRURGIA VOCE DESCRIZIONE PRODOTTO QUANTIT. ANNUALE ELENCO DISPOSITIVI MEDICI PER ANESTESIA-RIANIMAZIONE - CHIRURGIA VOCE DESCRIZIONE PRODOTTO QUANTIT. 1 Aghi per anestesia subaracnoidea (spinale) - sterile - monouso - mis. G22 - G23 -G25 2 Aghi per anestesia

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

Abound. Informazioni e Ricette. www.abound.net. Informazioni per il tuo farmacista: Disponibile in confezione da 30 buste, nei gusti: Arancio Neutro

Abound. Informazioni e Ricette. www.abound.net. Informazioni per il tuo farmacista: Disponibile in confezione da 30 buste, nei gusti: Arancio Neutro Ricostruire. Recuperare. Rimettersi in forma. Abound Informazioni e Ricette Informazioni per il tuo farmacista: Disponibile in confezione da 30 buste, nei gusti: Arancio Neutro NAO MPC 2189 01/2010 www.abound.net

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 142 del 26 gennaio 2010 pag. 1/36

ALLEGATOA alla Dgr n. 142 del 26 gennaio 2010 pag. 1/36 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 142 del 26 gennaio 2010 pag. 1/36 DOCUMENTO SULL ASSISTENZA INFERMIERISTICA AI PAZIENTI IN NUTRIZIONE ENTERALE DOMICILIARE Indice 7 Premessa... 3 8

Dettagli

E.O Ospedali Galliera Genova. PICC e MIDLINE Indicazioni per una corretta gestione

E.O Ospedali Galliera Genova. PICC e MIDLINE Indicazioni per una corretta gestione E.O Ospedali Galliera Genova DIREZIONE SANITARIA Direttore Sanitario: Dott. Roberto Tramalloni S.S.D. CURE DOMICILIARI Dirigente Medico Responsabile Dott. Alberto Cella PICC e MIDLINE Indicazioni per una

Dettagli

UU.OO. di Pneumologia e Rianimazione Azienda Ospedaliera Ospedale San Salvatore Pesaro

UU.OO. di Pneumologia e Rianimazione Azienda Ospedaliera Ospedale San Salvatore Pesaro UU.OO. di Pneumologia e Rianimazione Azienda Ospedaliera Ospedale San Salvatore Pesaro Progetto Assistenza Domiciliare Integrata per Pazienti con quadro di grave insufficienza respiratoria (ADIGIR) dr.

Dettagli

N cartella N ricovero Cognome Nome Data di nascita

N cartella N ricovero Cognome Nome Data di nascita Io sottoscritto/a, DICHIARO di essere stato/a esaurientemente informato/a, dal Dr. riguardo all intervento di: In particolare, mi è stato spiegato che: La gastrostomia percutanea (PEG) è un dispositivo

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

L INFERMIERE NELLA GESTIONE E PREVENZIONE DELLA MALNUTRIZIONE

L INFERMIERE NELLA GESTIONE E PREVENZIONE DELLA MALNUTRIZIONE L INFERMIERE NELLA GESTIONE E PREVENZIONE DELLA MALNUTRIZIONE CONGRESSO REGIONALE ANIMO MARCHE Civitanova Marche, 31 maggio 2013 INF. ELISABETTA SANTINI U.O. NUTRIZIONE ARTIFICIALE Cos è la malnutrizione

Dettagli

Esercizi di Fine Unità 7 Per i Capitoli 28, 29 e 30

Esercizi di Fine Unità 7 Per i Capitoli 28, 29 e 30 Esercizi di Fine Unità 7 Per i Capitoli 28, 29 e 30 SEZIONE 1: VERIFICA QUELLO CHE HAI APPRESO Attività A: Trombo. 2. Curativo. 3. Leucocitosi. 4. Idrocolloidali. 5. Mediante sondino. 6. Nasointestinali

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

1. VALUTAZIONE NUTRIZIONALE

1. VALUTAZIONE NUTRIZIONALE SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE AUTONOMA FRIULI-VENEZIA GIULIA AZIENDA PER L ASSISTENZA SANITARIA N. 4 FRIULI CENTRALE Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE Partita IVA e Codice Fiscale 02801610300 ALLEGATO

Dettagli

Gestione Approvvigionamenti

Gestione Approvvigionamenti Gestione Approvvigionamenti CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI MISCELE PER LA NUTRIZIONE PARENTERALE, DIETE E DISPOSITIVI PER LA NUTRIZIONE ENTERALE NUMERO GARA: 3895956 U.O. GESTIONE APPROVVIGIONAMENTI:

Dettagli

Pianificazione interventi Specialistici: sostituzione tracheocannula, emogasanalisi, prelievo ematico, sostituzione PEG

Pianificazione interventi Specialistici: sostituzione tracheocannula, emogasanalisi, prelievo ematico, sostituzione PEG Pianificazione interventi Specialistici: sostituzione tracheocannula, emogasanalisi, prelievo ematico, sostituzione PEG Dott. A. Iuliano U.O.S. Pneumologia Subintensiva SISTEMA SANITARIO Organizzazione

Dettagli

1 Esistono molte situazioni cliniche nelle quali è necessaria l alimentazione forzata del paziente.

1 Esistono molte situazioni cliniche nelle quali è necessaria l alimentazione forzata del paziente. NUTRIZIONE ENTERALE PREGI E DIFETTI DELLE TECNICHE A CONFRONTO E DESCRIZIONE DELLA TECNICA DELLA GASTROSTOMIA PERCUTANEA GASTRICA A cura Dott Marco Chierichetti dmvmsgedaa Si definisce nutrizione parenterale

Dettagli

Guida pratica alla gestione del sistema per la somministrazione intestinale di LEVODOPA-CARBIDOPA PEG/J FREKA

Guida pratica alla gestione del sistema per la somministrazione intestinale di LEVODOPA-CARBIDOPA PEG/J FREKA INIZIATIVA DI INFORMAZIONE / FORMAZIONE PAZIENTE Guida pratica alla gestione del sistema per la somministrazione intestinale di LEVODOPA-CARBIDOPA PEG/J FREKA A cura di AFD Simona Furlan, AFD Silvia Tortini,

Dettagli

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 DOCENTE: Madaschi Rossana Dietista e Docente di Scienza dell Alimentazione MATERIE: Dietologia - Scienza dell Alimentazione CLASSE:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI GARA PER LA FORNITURA A DOMICILIO DI PRODOTTI E SERVIZI PER LA NUTRIZIONE ARTIFICIALE DOMICILIARE

CAPITOLATO SPECIALE DI GARA PER LA FORNITURA A DOMICILIO DI PRODOTTI E SERVIZI PER LA NUTRIZIONE ARTIFICIALE DOMICILIARE Prot. n. 905 del 26/10/2012 CAPITOLATO SPECIALE DI GARA PER LA FORNITURA A DOMICILIO DI PRODOTTI E SERVIZI PER LA NUTRIZIONE ARTIFICIALE DOMICILIARE U.O.C. ASSISTENZA ANZIANI ASL AVELLINO Direttore: dr.ssa

Dettagli

ALL. A CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI DI DRENAGGIO NORME GENERALI

ALL. A CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI DI DRENAGGIO NORME GENERALI ALL. A CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI DI DRENAGGIO NORME GENERALI I prodotti offerti devono essere forniti con etichette in lingua italiana, perfettamente aderenti al contenitore; le

Dettagli

I NUTRIENTI CONVENZIONALI E LE SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE. Dott.ssa MF.Guidi S.C. Farmacia Ospedaliera Ivrea/Ciriè

I NUTRIENTI CONVENZIONALI E LE SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE. Dott.ssa MF.Guidi S.C. Farmacia Ospedaliera Ivrea/Ciriè I NUTRIENTI CONVENZIONALI E LE SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE Dott.ssa MF.Guidi S.C. Farmacia Ospedaliera Ivrea/Ciriè MICRONUTRIENTI: Elettroliti Giocano un ruolo fondamentale nel mantenimento delle

Dettagli

Manuale di istruzioni per la gestione della Nutrizione Enterale a Domicilio

Manuale di istruzioni per la gestione della Nutrizione Enterale a Domicilio Ausl Roma H U.O. per la Nutrizione Artificiale Domiciliare Manuale di istruzioni per la gestione della Nutrizione Enterale a Domicilio IL NOSTRO RECAPITO: TEL / FAX 06.93273911 A. Francescato D. Francescato

Dettagli

CODICE ASO CODICE ASL AT QUANTITA' ANNUA PRESUNTA ASO ASLAT ASLAL

CODICE ASO CODICE ASL AT QUANTITA' ANNUA PRESUNTA ASO ASLAT ASLAL DISPOSITIVI ELASTOMERICI E CATETERI VENOSI LOTTO DESCRIZIONE GRUPPO A: DISPOSITIVI ELASTOMERICI DISPOSITIVO DI TIPO ELASTOMERICO MONOUSO PER TERAPIA INFUSIONALE CONTROLLATA E CONTINUA requisiti minimi:

Dettagli

1. Premessa 1.1 Malnutrizione 1.2 Prevalenza della malnutrizione 1.3 Condizioni patologiche predisponenti o associate alla malnutrizione

1. Premessa 1.1 Malnutrizione 1.2 Prevalenza della malnutrizione 1.3 Condizioni patologiche predisponenti o associate alla malnutrizione Indice PRIMA PARTE 1. Premessa 1.1 Malnutrizione 1.2 Prevalenza della malnutrizione 1.3 Condizioni patologiche predisponenti o associate alla malnutrizione 2. Le fasi della presa in carico della persona

Dettagli

PROBLEMI NUTRIZIONALI DELL ANZIANO IN RSA CON RIFERIMENTO ALLA NUTRIZIONE ENTERALE

PROBLEMI NUTRIZIONALI DELL ANZIANO IN RSA CON RIFERIMENTO ALLA NUTRIZIONE ENTERALE PROBLEMI NUTRIZIONALI DELL ANZIANO IN RSA CON RIFERIMENTO ALLA NUTRIZIONE ENTERALE Carlo Fiori 18 Maggio 2013 Emily Wilding Davison (1872-1913). Sottoposta ad alimentazione forzata tramite sonda. Mary

Dettagli

ALIMENTAZIONE PERSONE DISFAGICHE E TRAMITE P.E.G.

ALIMENTAZIONE PERSONE DISFAGICHE E TRAMITE P.E.G. INDICE ISTRUZIONE OPERATIVA Data 01/01/2014 Pagina 1 di 13 1. OBIETTIVO... 2 2. PERSONALE COINVOLTO E RESPONSABILITÀ... 2 3. FREQUENZA... 3 4. DOCUMENTI A SUPPORTO... 3 5. MODALITA OPERATIVA IN SOGGETTO

Dettagli

II CICLO CORSI FORMATIVI DI VIVA LA VITA ONLUS

II CICLO CORSI FORMATIVI DI VIVA LA VITA ONLUS II CICLO CORSI FORMATIVI DI VIVA LA VITA ONLUS Il corso prevede 9 incontri gratuiti in cui verranno affrontati i principali aspetti riguardanti l ordinaria gestione della persona affetta da SLA in ambito

Dettagli

PERDERE GRASSO, NON MUSCOLO!

PERDERE GRASSO, NON MUSCOLO! PERDERE GRASSO, NON MUSCOLO! UNA LINEA DI INTEGRATORI A BASE PROTEICA PER NUTRIRSI MEGLIO E DIMAGRIRE BENE Solo i prodotti LineaMed, per la loro composizione dietetico-nutrizionale, sono compatibili con

Dettagli

OGGETTO: Regolamentazione della nutrizione artificiale domiciliare nella Regione Lazio. LA GIUNTA REGIONALE

OGGETTO: Regolamentazione della nutrizione artificiale domiciliare nella Regione Lazio. LA GIUNTA REGIONALE Pagina 1 di 10 Pagina 2 di 10 OGGETTO: Regolamentazione della nutrizione artificiale domiciliare nella Regione Lazio. Su proposta dell'assessore alla sanità LA GIUNTA REGIONALE VISTO il D.lgs. n 502/92

Dettagli

PRESENTAZIONE ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA. A cura di Ortensi Samuele Infermiere ADI Riccione

PRESENTAZIONE ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA. A cura di Ortensi Samuele Infermiere ADI Riccione PRESENTAZIONE ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA A cura di Ortensi Samuele Infermiere ADI Riccione SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA ADI E' un servizio di aiuto e supporto alla persona fragile

Dettagli

PROCEDURA APERTA FORNITURA DIETOTERAPICI E SET DI SOMMINISTRAZIONE NUTRIZIONE ARTIFICIALE AZIENDA U.S.L. ROMA "C"

PROCEDURA APERTA FORNITURA DIETOTERAPICI E SET DI SOMMINISTRAZIONE NUTRIZIONE ARTIFICIALE AZIENDA U.S.L. ROMA C LOTTO N. 1 DIVISIBILE - DIETE PER LA NUTRIZIONE ARTIFICIALE ENTERALE - IMPORTO ANNUALE PRESUNTO S/IVA 308.114,40 CIG.: 0566587A5E AGGIUDICATARIA LOTTO Rif. Descrizione NOME COMMERCIALE Codice della Ditta

Dettagli

PROTOCOLLO POSIZIONAMENTO, GESTIONE SONDINO NASO GASTRICO E SOMMINISTRAZIONE E GESTIONE DELLE LINEE INFUSIONALI PER LA NUTRIZIONE ENTERALE

PROTOCOLLO POSIZIONAMENTO, GESTIONE SONDINO NASO GASTRICO E SOMMINISTRAZIONE E GESTIONE DELLE LINEE INFUSIONALI PER LA NUTRIZIONE ENTERALE E.O. OSPEDALI GALLIERA - GENOVA PROTOCOLLO POSIZIONAMENTO, GESTIONE SONDINO NASO GASTRICO E SOMMINISTRAZIONE E GESTIONE DELLE LINEE INFUSIONALI PREPARATO VERIFICATO APPROVATO ARCHIVIATO R. Pienovi, L.

Dettagli

AVVISO URGENTE DI SICUREZZA SUL CAMPO

AVVISO URGENTE DI SICUREZZA SUL CAMPO AVVISO URGENTE DI SICUREZZA SUL CAMPO Cateteri per arteria/vena ombelicale in poliuretano a lume singolo Argyle Codice prodotto Descrizione del prodotto 8888160325 CATETERE OMBELICALE IN URETANO DA 2,5

Dettagli

PROGETTO SCIENTIFICO CONTINUITA DELLE CURE IN FIBROSI CISTICA

PROGETTO SCIENTIFICO CONTINUITA DELLE CURE IN FIBROSI CISTICA UOC FIBROSI CISTICA, DMP OPBG- IRCCS e ASSOCIAZIONE OFFICIUM ONL.US. PROGETTO SCIENTIFICO CONTINUITA DELLE CURE IN FIBROSI CISTICA Sviluppo ed Implementazione della cultura assistenziale del malato cronico

Dettagli

STRUTTURA COMPLESSA INTERAZIENDALE FARMACIA OSPEDALIERA Direttore: Dott.ssa Elisabetta di Lenardo

STRUTTURA COMPLESSA INTERAZIENDALE FARMACIA OSPEDALIERA Direttore: Dott.ssa Elisabetta di Lenardo REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA Offre informazioni, indicazioni sull organizzazione dell Azienda, richieste o segnalazioni. Fornisce indicazioni sull accoglienza dei parenti dei malati. L

Dettagli

In caso di non esenzione il medico prescrittore procede a biffare la casella della ricetta contrassegnata dalla lettera N Non esente.

In caso di non esenzione il medico prescrittore procede a biffare la casella della ricetta contrassegnata dalla lettera N Non esente. ASSISTENZA FARMACEUTICA TERRITORIALE L erogazione dei farmaci a carico del Servizio Sanitario Nazionale (S.S.N.) è possibile, su prescrizione medica, attraverso la rete delle farmacie convenzionate con

Dettagli

CATETERE VENOSO CENTRALE BILUME CON TRATTAMENTO ANTIMICROBICO lunghezza cm 15-16

CATETERE VENOSO CENTRALE BILUME CON TRATTAMENTO ANTIMICROBICO lunghezza cm 15-16 ALLEGATO A AL CAPITOLATO TECNICO DI FORNITURA MATERIALE PER LE UU.OO. DI ANESTESIA, RIANIMAZIONE ED UCIC DELLE AZIENDE SANITARIE DELL AREA VASTA VENEZIA-ROVIGO Lotto n. 1 (CIG: 1059430D47) CATETERE VENOSO

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

ELENCO PRESTAZIONI PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

ELENCO PRESTAZIONI PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA ALLEGATO B ELENCO PRESTAZIONI PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Medico Specialista ( es. geriatria- medicina interna o discipline equipollenti) 1. Prima visita domiciliare e stesura della

Dettagli

Definizione trattamenti dietici. Prof. Bruno Cianciaruso

Definizione trattamenti dietici. Prof. Bruno Cianciaruso 1 Definizione trattamenti dietici Prof. Bruno Cianciaruso Insufficienza renale cronica TERAPIA CONSERVATIVA Farmacologica Nutrizionale Terapia nutrizionale, perché? Prevenire e trattare segni, sintomi,

Dettagli

IDROCOLONTERAPIA NELLA PREPARAZIONE ALLE COLONSCOPIE

IDROCOLONTERAPIA NELLA PREPARAZIONE ALLE COLONSCOPIE IDROCOLONTERAPIA NELLA PREPARAZIONE ALLE COLONSCOPIE Dott. E. De Masi Specialista in Chirurgia Generale Specialista in Malattie dell Apparato Digerente Primario Gastroenterologo Ospedale San Carlo IDI

Dettagli

Servizio Appalti e Forniture -TEL. 090/3992909. E MAIL annacicero@aorpapardopiemonte.it albertomondello@aorpapardopiemonte.it

Servizio Appalti e Forniture -TEL. 090/3992909. E MAIL annacicero@aorpapardopiemonte.it albertomondello@aorpapardopiemonte.it REGIONE SICILIANA ASSESSORATO SANITA AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALI RIUNITI PAPARDO-PIEMONTE MESSINA C.F. e P.I. 03051880833 TEL.090/3991 annacicero@aorpapardopiemonte.it S.C. Provveditorato Servizio Appalti

Dettagli

SLA I COMPITI DEL NUTRIZIONISTA

SLA I COMPITI DEL NUTRIZIONISTA Palace Hotel Como 19 ottobre 2012 Comobrain 2012 4 Edizione SLA I COMPITI DEL NUTRIZIONISTA Dr Anna Toldi Medico Nutrizionista Responsabile del Servizio di Dietetica e Nutrizione clinica Ospedale Valduce

Dettagli

Presidi per la gestione della vescica e dell intestino

Presidi per la gestione della vescica e dell intestino AUTONOMIA E QUOTIDIANITÀ Presidi per la gestione della vescica e dell intestino Patrizia Ferroni CPS Infermiera Uroriabilitatrice - Perugia AUTONOMIA La parola autonomia deriva dal greco e significa poter

Dettagli

Responsabile U.O. NAD Azienda Sanitaria Locale RM H Responsabile. U.O. Assistenza domiciliare Distretto 3

Responsabile U.O. NAD Azienda Sanitaria Locale RM H Responsabile. U.O. Assistenza domiciliare Distretto 3 NUTRIZIONE ARTIFICIALE A DOMICILIO PREMESSE DI NATURA CLINICO ASSISTENZIALE COMPONENTI DEL GRUPPO DI LAVORO (Decisione del D.G. n.184 del 14/10/2003): Dott. Giancarlo Sandri Dott. Angelo Francescato Responsabile

Dettagli

PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI

PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI CORSO REGIONALE DI FORMAZIONE 1 Dicembre 2006 Dietista Silvia Scremin Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione U.L.SS. n.6 Vicenza MENÙ DOCUMENTO

Dettagli

Sostituisci 1 o 2 dei tre pasti principali giornalieri con altrattanti shake FORMULA 1 PRO

Sostituisci 1 o 2 dei tre pasti principali giornalieri con altrattanti shake FORMULA 1 PRO SOSTITUTO DEL PASTO PER SPORTIVI Prima dell allenamento, scegli una nutrizione che ti dà sicurezza. Nutrizione bilanciata ricca di carboidrati, proteine, vitamine e minerali, Formula 1 Pro è un sostituto

Dettagli

LOTTO 1 FILTRO ANTIMICROBICO PER ANESTESIA, ADULTO E PEDIATRICO 20.000,00

LOTTO 1 FILTRO ANTIMICROBICO PER ANESTESIA, ADULTO E PEDIATRICO 20.000,00 5859129235 LOTTO 1 FILTRO ANTIMICROBICO PER ANESTESIA, ADULTO E PEDIATRICO 20.000,00 5859134654 LOTTO 2 FILTRO ANTIBATTERICO ANTIVIRALE AUTOUMIDIFICANTE PER RIANIMAZIONE, ADULTO E PEDIATRICO 32.000,00

Dettagli

PROTOCOLLO DI ASSISTENZA AL PAZIENTE CON DRENAGGIO TORACICO

PROTOCOLLO DI ASSISTENZA AL PAZIENTE CON DRENAGGIO TORACICO 1 PROTOCOLLO DI ASSISTENZA AL PAZIENTE CON DRENAGGIO TORACICO Per definizione un drenaggio toracico è un presidio atto ad eliminare liquidi generalmente patologici da cavità naturali o neoformate.in chirurgia

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

Complicanze/soluzioni

Complicanze/soluzioni Alimentazione: Complicanze/soluzioni U.S.U. Milano- Novembre 2012 Convegno CNOPUS Noemi Ziglioli- Elisa Rusconi- Paola Pignotti Programma alimentare: Ø Esiste un parametro che qualifica un modello alimentare

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA LT 0 Pag. : 1 di 6 Redatta da: Giancarlo Paganico Verificata da: Giancarlo Paganico Approvato da: DUO COPIA N... N. REV. PAGG. PRINCIPALI MODIFICHE DATA 1 2 3 4 5 Pag. : 2 di 6 INDICE 1. PREMESSA 3 2.

Dettagli

Più forza nella vita

Più forza nella vita parte del sistema Più forza nella vita Ostacola la perdita di massa magra e favorisce il recupero della funzionalità muscolare Nutrition La Sarcopenia è la perdita progressiva della massa magra MEDIA DELLA

Dettagli

ASSISTENZA DOMICILIARE: L ESPERIENZA DELL ASL RM A

ASSISTENZA DOMICILIARE: L ESPERIENZA DELL ASL RM A DOTT.SSA TERESA CALAMIA Dir. Area del Farmaco ASL RM A ASSISTENZA DOMICILIARE: L ESPERIENZA DELL ASL RM A L area del Farmaco della ASL RMA assiste i pazienti affetti da malattie rare attraverso l allestimento,

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Ho mal di stomaco Che cosa è la dispepsia INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 24-0 05/09/2012 INDICE Cos è? 4 Come si riconosce? 5 La dispepsia

Dettagli

PER LA GESTIONE INFORMATIVO

PER LA GESTIONE INFORMATIVO Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare e di Area Critica Direttore Dott. L. Zucchi UNITA DI TERAPIA SEMINTENSIVA RESPIRATORIA (UTSIR) OPUSCOLO INFORMATIVO PER LA GESTIONE A DOMICILIO DELLA TRACHEOSTOMIA

Dettagli

La Nutrizione Artificiale in Eta Pediatrica.

La Nutrizione Artificiale in Eta Pediatrica. La Nutrizione Artificiale in Eta Pediatrica. I bambini attraverso il loro ciclo di sviluppo hanno un potenziale di crescita che li rende particolarmente suscettibili alle conseguenze della malnutrizione.

Dettagli

38/382 REV. 3 Del. 23-02 - 2011

38/382 REV. 3 Del. 23-02 - 2011 38/382 REV. 3 Del. 23-02 - 2011 BANCA DEL LATTE UMANO DONATO di Cesena presso la Terapia Intensiva Pediatrica e Neonatale dell Ospedale M. Bufalini. Per maggiori informazioni contattare il numero: 0547/394362

Dettagli

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni

Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni DIABETE E CIBO Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura e rispettando le giuste proporzioni I nutrienti della dieta I nutrienti essenziali: PROTEINE

Dettagli