Node.js. REPL e oltre. by Stefano Burigat

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Node.js. REPL e oltre. by Stefano Burigat"

Transcript

1 Node.js REPL e oltre by Stefano Burigat

2 Cos'è REPL? REPL (Read-Eval-Print-Loop) è un ambiente interattivo a riga di comando che permette di scrivere codice node ed eseguirlo istruzione per istruzione. REPL si attiva scrivendo node da un prompt dei comandi. REPL può essere utilizzato anche per scrivere ed eseguire codice puramente JavaScript.

3 Esempi Scrivete separatamente in REPL ognuno degli esempi seguenti (senza commenti e premendo INVIO al termine) e osservate il risultato (in tutte le slide successive, queste istruzioni sono sottintese). a = 2; b = "Node"; c = true; d = ['a', 'b', 'c']; var e = 23.4; //??

4 Carattere _ Il carattere _ (underscore) permette di accedere all'ultimo risultato ottenuto e sfruttarlo nelle istruzioni successive. Tramite _ è possibile accedere anche a proprietà e funzioni di un oggetto. var a = 2; _++; // come mai? ['a','b','c']; _.length; _.tostring();

5 Altre funzionalità Tutto ciò che scriviamo viene ricordato da REPL e può essere acceduto tramite freccia su e freccia giù. E' anche possibile utilizzare il tasto TAB per autocompletare parole chiave, funzioni e variabili. CTRL-C permette di uscire dal comando corrente, CTRL-D da REPL. Se si termina una riga con una parentesi (tonda, graffa, quadra), REPL consente di continuare la scrittura sulla riga successiva. function add(a,b){ return (a+b) } add(3,7);

6 Utilizzo di REPL REPL è molto comodo per testare frammenti di codice ma soprattutto per ispezionare oggetti, identificandone le proprietà. console; global; o = new Object(); o.name = "Test"; o;

7 Comandi nativi REPL supporta un certo numero di comandi nativi, la cui lista si può vedere inserendo il comando.help (con il punto davanti). I comandi più utili sono.save che permette di salvare la sessione corrente (l'input inserito dall'utente fino a quel momento), e.load che carica un file JavaScript nella sessione corrente. // partendo da una sessione pulita var numeri = [2,4,6]; numeri.foreach(function(value) { console.log(value); });.save test.js // uscire da REPL e rientrare.load test.js

8 Esercizi Utilizzate REPL per eseguire i seguenti frammenti di codice JavaScript (uno alla volta). Cercate di capire perchè ottenete quei risultati. alert("hello!"); "La somma di 5 e 15 è: " ; // come correggerlo? "3" + 1; "3" - 1; var nomi = Array("Tizio","Caio"); var numeri = Array(3,7,5); var nomi = Array("Tizio"); var numeri = Array(3);

9 var a = new Number; a == 0; // due uguale var a = new String; a == ""; var a = new Object; a == {}; var a = new Array; a == []; var a = {}; a == {}; var a = []; a == []; Esercizi

10 Esercizi typeof NaN; Infinity === 1/0; // tre uguale === 0.3; NaN === NaN; "foo" + + "bar"; typeof null; null instanceof Object; null == false;!null;

11 Esercizi var result = "Brick" < "alphabet"; var result = "23" < "3"; var result = "23" < 3; var result = "a" < 3; var result1 = NaN < 3; var result2 = NaN >= 3; parseint('06'); parseint('08')

12 Esercizi 3 == "3"; true == 'true'; (true + 1) === 2; (true + true) === 2; true === 2; true === 1; 3 > 2 > 1; "hello".touppercase(); 3.toString();

13 Esercizi var f = function() { }; f.foo = 'foo'; f.name; f.name = 'foo'; f.name; var f = function myfunction() { }; f.name; var a = 8; var somefunc = function(){ console.log(a); var a = 8; }; somefunc();

14 Oltre REPL Per quanto REPL sia utile, non è molto comodo da usare. Il modo più semplice per scrivere programmi node è scrivere il codice con un editor di testo ed eseguire il file creato tramite il comando node seguito dal nome del file. Scrivete su un file test.js il codice seguente ed eseguitelo. console.log("hello Node!");

15 Esercizi Scrivete in file separati i due frammenti di codice seguenti ed eseguiteli. Cosa succede? Perchè? sum(10,10); function sum(num1, num2){ return num1 + num2; } sum(10,10); var sum = function(num1, num2){ return num1 + num2; };

16 Esercizi Create una funzione che somma i primi numeri e calcolatene il tempo di esecuzione (sfruttate la funzione Date.now()). Create un oggetto persona dotato delle proprietà nome, età, occupazione e di una funzione che stampa il nome. Provate tre modalità di creazione diverse: 1) come istanza del tipo Object, 2) come istanza del tipo Object utilizzando la notazione letterale, 3) come istanza di un tipo Persona appositamente definito.

Corso di Web Programming

Corso di Web Programming Corso di Web Programming 11. PHP - Complementi Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Informatica Applicata

Dettagli

1 JavaScript: generalità

1 JavaScript: generalità 1 JavaScript: generalità JavaScript (di seguito abbreviato in JS) è un linguaggio di scripting (linguaggio usato per definire degli script, dei piccoli programmi di utilità, composti anche di sole poche

Dettagli

Unità 1 Introduzione al sistema MAPLE

Unità 1 Introduzione al sistema MAPLE Unità 1 Introduzione al sistema MAPLE MAPLE come una calcolatrice > 1+2; > 1+1: 2+32; # Il simbolo : inibisce l'output Attenzione! > 7*8 > 7*8; 8/4; > sqrt(25); # sqrt = radice quadrata; > sqrt(%); Il

Dettagli

Esercitazione Informatica I AA 2012-2013. Nicola Paoletti

Esercitazione Informatica I AA 2012-2013. Nicola Paoletti Esercitazione Informatica I AA 2012-2013 Nicola Paoletti 4 Gigno 2013 2 Conversioni Effettuare le seguenti conversioni, tenendo conto del numero di bit con cui si rappresenta il numero da convertire/convertito.

Dettagli

Struttura di un programma Java

Struttura di un programma Java Struttura di un programma Java Un programma in Java è un insieme di dichiarazioni di classi. Una classe non può contenere direttamente delle istruzioni, ma può contenere la dichiarazione di metodi, che

Dettagli

Connessione ad internet

Connessione ad internet Introduzione al C++ Connessione ad internet Istruzioni per la connessione internet: - una volta connessi, aprire un browser (firefox) - in Modifica/preferenze/avanzate/rete/impostazioni - attivare la modalità

Dettagli

Concetti fondamentali

Concetti fondamentali Node.js Concetti fondamentali by Stefano Burigat Esecuzione asincrona Quasi tutte le funzioni in node vengono eseguite in modo asincrono (a tal punto che molte funzioni hanno una versione sincrona che

Dettagli

Utilizzo del linguaggio Basic utilizzando l interfaccia di Excel Silvia Patacchini

Utilizzo del linguaggio Basic utilizzando l interfaccia di Excel Silvia Patacchini Introduzione all utilizzo di Visual Basic for Application Utilizzo del linguaggio Basic utilizzando l interfaccia di Excel Silvia Patacchini PROGRAMMAZIONE Insieme delle attività da svolgersi per creare

Dettagli

CORSO DI PROGRAMMAZIONE

CORSO DI PROGRAMMAZIONE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE G. M. ANGIOY SASSARI CORSO DI PROGRAMMAZIONE OBJECT ORIENTED PROGRAMMING: I METODI DISPENSA 15.02 15-02_OOP_Metodi_[15] Questa dispensa è rilasciata sotto la licenza Creative

Dettagli

Corso Introduttivo all utilizzo di R! Prof.ssa D.F. Iezzi stella.iezzi@uniroma2.it

Corso Introduttivo all utilizzo di R! Prof.ssa D.F. Iezzi stella.iezzi@uniroma2.it Corso Introduttivo all utilizzo di R! Prof.ssa D.F. Iezzi stella.iezzi@uniroma2.it Il software R q Il software R è distribuito gratuitamente come software Open Source con licenza GPL (General Public License)

Dettagli

Outline. Programmazione ad oggetti in Java. La programmazione ad oggetti Classi e istanze Associazioni fra classi Incapsulamento Costruttori

Outline. Programmazione ad oggetti in Java. La programmazione ad oggetti Classi e istanze Associazioni fra classi Incapsulamento Costruttori Programmazione ad oggetti in Java Daniela Micucci Outline La programmazione ad oggetti Classi e istanze Associazioni fra classi Incapsulamento Costruttori 2 Programmazione ad oggetti in Java 1 OOP Java

Dettagli

Introduzione al Python

Introduzione al Python Andrea Passerini passerini@disi.unitn.it Informatica Caratteristiche procedurale si specifica la procedura da eseguire sui dati strutturato concetto di visibililtà delle variabili orientato agli oggetti

Dettagli

R. Focardi 2002 Laboratorio di Ingegneria del Software Slide 1. Applicazioni = programmi stand-alone

R. Focardi 2002 Laboratorio di Ingegneria del Software Slide 1. Applicazioni = programmi stand-alone Il linguaggio Java Nato nel maggio 95 (James Gosling & al.) Orientato ad oggetti, basato sulle classi, concorrente Fortemente tipato: distinzione chiara tra errori statici ed errori dinamici Ad alto livello:

Dettagli

Node.js Introduzione alla programmazione Dott. Ing. Ivan Ferrazzi V1.0 del 05/11/2012

Node.js Introduzione alla programmazione Dott. Ing. Ivan Ferrazzi V1.0 del 05/11/2012 Node.js Introduzione alla programmazione Dott. Ing. Ivan Ferrazzi V1.0 del 05/11/2012 1/15 Copyright 2012 Dott.Ing. Ivan Ferrazzi Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under

Dettagli

TRUCCHI CON LA TASTIERA

TRUCCHI CON LA TASTIERA TRUCCHI CON LA TASTIERA Ecco qui di seguito molti trucchi che ho provato (e che funzionano!) utilizzando esclusivamente la tastiera (al posto del mouse!). Prima di tutto... avete davanti una tastiera grande

Dettagli

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria Informatica B Sezione D Franchi Alessio Mauro,

Dettagli

Java Server farm. M. Danelutto. Progetto conclusivo LPRb A.A. 2006-2007. Versione 1.0

Java Server farm. M. Danelutto. Progetto conclusivo LPRb A.A. 2006-2007. Versione 1.0 Java Server farm M. Danelutto Progetto conclusivo LPRb A.A. 2006-2007 Versione 1.0 1 Server farm Lo scopo del progetto é la realizzazione di un server farm (vedi la definizione di server farm di Wikipedia

Dettagli

ARRAY BIDIMENSIONALI float [][] mx = new float[3][4]; (float []) [] mx = new float[3][4];

ARRAY BIDIMENSIONALI float [][] mx = new float[3][4]; (float []) [] mx = new float[3][4]; ARRAY BIDIMENSIONALI Si possono definire array di qualunque tipo di dato, quindi anche di altre array float [][] mx = new float[3][4]; ovvero.. (float []) [] mx = new float[3][4]; La loro motivazione (storica)

Dettagli

Il compilatore Dev-C++

Il compilatore Dev-C++ Il compilatore Dev-C++ A cura del dott. Marco Cesati 1 Il compilatore Dev-C++ Compilatore per Windows: http://www.bloodshed.net/devcpp.html Installazione Configurazione Utilizzazione 2 1 Requisiti di sistema

Dettagli

File system, http, database e altro

File system, http, database e altro Node.js File system, http, database e altro by Stefano Burigat Passaggio di argomenti Nelle applicazioni node, è possibile accedere agli argomenti passati all'avvio da riga di comando tramite la proprietà

Dettagli

Ottimizzazione Combinatoria

Ottimizzazione Combinatoria Ottimizzazione Combinatoria Esercitazione AMPL A.A. 2009-2010 Esercitazione a cura di Silvia Canale contatto e-mail: canale@dis.uniroma1.it Università di Roma La Sapienza Dipartimento di Informatica e

Dettagli

Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C

Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C Università di Roma Tre Facoltà di Scienze M.F.N. Corso di Laurea in Matematica Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C Marco Liverani (liverani@mat.uniroma3.it)

Dettagli

I) ALFANUMERICA: Lettere, numeri e caratteri propri della punteggiatura sono presenti nella zona evidenziata. Figura 1: TASTIERA ALFANUMERICA

I) ALFANUMERICA: Lettere, numeri e caratteri propri della punteggiatura sono presenti nella zona evidenziata. Figura 1: TASTIERA ALFANUMERICA : La tastiera è il dispositivo principale di input e serve per digitare dati ed inviare comandi direttamente al computer. Il termine tastiera viene spesso scambiato con il termine keyboard, che è la sua

Dettagli

Informatica. Fondamenti della Programmazione in Java. Leonardo Vanneschi

Informatica. Fondamenti della Programmazione in Java. Leonardo Vanneschi Informatica Fondamenti della Programmazione in Java Leonardo Vanneschi 1 1. Fondamenti Il primo programma in Java Il programma che stampa a video una sequenza di caratteri (o stringa): class Esempio {

Dettagli

ARRAY E STRINGHE. G. Frosini Slide 1

ARRAY E STRINGHE. G. Frosini Slide 1 ARRAY E STRINGHE G. Frosini Slide 1 Array: VARIABILI ARRAY struttura dati costituita da elementi (anche nessuno, array vuoto) dello stesso tipo; tipo array: tipo degli elementi, non numero degli elementi;

Dettagli

Introduzione allo Scilab Parte 3: funzioni; vettori.

Introduzione allo Scilab Parte 3: funzioni; vettori. Introduzione allo Scilab Parte 3: funzioni; vettori. Felice Iavernaro Dipartimento di Matematica Università di Bari http://dm.uniba.it/ iavernaro felix@dm.uniba.it 13 Giugno 2007 Felice Iavernaro (Univ.

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Ambienti Operativi: Windows Powershell

Ambienti Operativi: Windows Powershell DTI / ISIN / Titolo principale della presentazione 1 Ambienti Operativi: Windows Powershell Amos Brocco, Ricercatore, DTI / ISIN Amministrazione di un sistema Windows Gestire gli utenti e i permessi Modificare

Dettagli

COMANDI MS-DOS. Per ulteriori informazioni su uno specifico comando, digitare HELP nome comando

COMANDI MS-DOS. Per ulteriori informazioni su uno specifico comando, digitare HELP nome comando COMANDI MS-DOS Per ulteriori informazioni su uno specifico comando, digitare HELP nome comando ASSOC Visualizza o modifica le applicazioni associate alle estensioni dei file. AT Pianifica l'esecuzione

Dettagli

Introduzione allo sviluppo Web. Studium Generale, a.a. 2013-2014, II semestre

Introduzione allo sviluppo Web. Studium Generale, a.a. 2013-2014, II semestre Introduzione allo sviluppo Web Studium Generale, a.a. 2013-2014, II semestre 1 Contatto Daniel Graziotin daniel.graziotin@unibz.it http://ineed.coffee/teaching/ introduzione-allo-sviluppo-web 2 Esame Esame

Dettagli

Corso di Web Programming

Corso di Web Programming Corso di Web Programming 8. PHP Parte I Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Informatica Applicata A.A. 2010/2011

Dettagli

LabVIEW. E un acronimo per. "Laboratory Virtual Instrument Engineering Workbench. Ideato dalla National Instrument nel 1986 È standard mondiale per:

LabVIEW. E un acronimo per. Laboratory Virtual Instrument Engineering Workbench. Ideato dalla National Instrument nel 1986 È standard mondiale per: 1 LabVIEW E un acronimo per "Laboratory Virtual Instrument Engineering Workbench Ideato dalla National Instrument nel 1986 È standard mondiale per: l acquisizione dati (DAQ) il controllo della strumentazione

Dettagli

La velocità di una carovana

La velocità di una carovana Programmazione A.A. 2002-03 I linguaggio Java ( Lezione X, Parte I ) Il primo programma Prof. Giovanni Gallo Dr. Gianluca Cincotti Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Catania e-mail

Dettagli

Console, terminale e privacy (emulare un thin client per UNIX e GNU/Linux)

Console, terminale e privacy (emulare un thin client per UNIX e GNU/Linux) Console, terminale e privacy (emulare un thin client per UNIX e GNU/Linux) Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) (a.scatolini@linux4campagnano.net) Miniguida n. 150 Ver. 1.0 Ottobre 2011 Il

Dettagli

Il sistema operativo UNIX/Linux. Gli script di shell

Il sistema operativo UNIX/Linux. Gli script di shell Il sistema operativo UNIX/Linux Gli script di shell Introduzione Le shell permettono La gestione di comandi su linea di comando La shell comprende automaticamente quando il costrutto termina e lo esegue

Dettagli

Introduzione a MATLAB. Il Laboratorio. MATLAB Cos è? Oltre alle lezioni. Octave ( www.octave.org ) Scilab ( www.scilab.org )

Introduzione a MATLAB. Il Laboratorio. MATLAB Cos è? Oltre alle lezioni. Octave ( www.octave.org ) Scilab ( www.scilab.org ) Introduzione a MATLAB! Informazioni sul laboratorio! MATLAB! Operazioni di base! Variabili ed assegnamento! Comandi utili! Utilizzo dell Help! Formato dei numeri! Numeri complessi Il Laboratorio! Openlab

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 2

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 2 Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 2 Dispensa 12 ADT: Lista, Pila, Coda A. Miola Marzo 2008 http://www.dia.uniroma3.it/~java/fondinf2/ ADT: Lista, Pila, Coda 1 Contenuti!Tipo

Dettagli

Esercizi sulla definizione di classi (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo) Soluzioni

Esercizi sulla definizione di classi (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo) Soluzioni Esercizi sulla definizione di classi (Fondamenti di Informatica 1 Walter Didimo) Soluzioni Esercizio 1 Nella classe definita di seguito indicare quali sono le variabili di istanza, quali sono le variabili

Dettagli

Corso Linguaggi di programmazione II - Unina Esercitazione (prova intercorso)

Corso Linguaggi di programmazione II - Unina Esercitazione (prova intercorso) 1) Si considerino le classi Java: Corso Linguaggi di programmazione II - Unina Esercitazione (prova intercorso) class Card Card (String seed, int value) this.seed=seed; this.value=value; String seed; int

Dettagli

Introduzione. Esempio 1. Soluzione: SPOSTA_1.BAT

Introduzione. Esempio 1. Soluzione: SPOSTA_1.BAT Introduzione Un file batch è un file di testo di tipo ASCII che contiene una sequenza di comandi DOS. I file batch devono avere estensione.bat I comandi DOS all interno dei programmi batch sono eseguiti

Dettagli

Prossime lezioni. Dai TDA agli oggetti. Riassunto. Riassunto TDA. Oggi. Stefano Mizzaro 1

Prossime lezioni. Dai TDA agli oggetti. Riassunto. Riassunto TDA. Oggi. Stefano Mizzaro 1 Prossime lezioni Dai TDA agli oggetti Stefano Mizzaro Dipartimento di matematica e informatica Università di Udine http://www.dimi.uniud.it/mizzaro mizzaro@dimi.uniud.it Programmazione, lezione 18 19 gennaio

Dettagli

Progettazione del Software A.A.2008/09

Progettazione del Software A.A.2008/09 Laurea in Ing. Informatica ed Ing. dell Informazione Sede di latina Progettazione del Software A.A.2008/09 Domenico Lembo* Dipartimento di Informatica e Sistemistica A. Ruberti SAPIENZA Università di Roma

Dettagli

Università di Pisa Dipartimento di Informatica Programmazione in JavaScript

Università di Pisa Dipartimento di Informatica Programmazione in JavaScript Università di Pisa Dipartimento di Informatica Programmazione in JavaScript Vincenzo Ambriola Versione 3.2 ~~~ 30 gennaio 2013 Prefazione Per chi si avvicina alla programmazione gli ostacoli da superare

Dettagli

LAB LEZ. 1 STATISTICA DESCRITTIVA CON R

LAB LEZ. 1 STATISTICA DESCRITTIVA CON R LAB LEZ. 1 STATISTICA DESCRITTIVA CON R 1 2 L AMBIENTE DI SVILUPPO DI RStudio 1 3 4 2 1 FINESTRA PER GLI SCRIPT E PER VISUALIZZARE I DATI 2 CONSOLE DEI COMANDI 3 VARIABILI PRESENTI NELLA MEMORIA DEL PROGRAMMA

Dettagli

PHP: Interfacce; Gestione errori ed eccezioni. Pasqualetti Veronica

PHP: Interfacce; Gestione errori ed eccezioni. Pasqualetti Veronica PHP: Interfacce; Gestione errori ed eccezioni i Pasqualetti Veronica Interfacce In PHP non si possono ereditare proprietà da più classi. 2 Per ovviare al problema si possono creare delle interfacce che

Dettagli

Esercitazioni di Progettazione del Software. Esercitazione (Prova al calcolatore del 17 settembre 2010)

Esercitazioni di Progettazione del Software. Esercitazione (Prova al calcolatore del 17 settembre 2010) Sapienza - Università di Roma Facoltà di Ingegneria dell Informazione, Informatica e Statistica Corso di Laurea in Ingegneria Informatica ed Automatica, Ingegneria dei Sistemi Informatici Esercitazioni

Dettagli

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX 1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX Configurazione di Atlas con client Linux DESCRIZIONE Di seguito sono descritte le operazioni da effettuare per configurare correttamente

Dettagli

Oggi. Programmazione e laboratorio: introduzione al corso. Docenti: laboratorio. Docenti: teoria. Il corso. Orario.

Oggi. Programmazione e laboratorio: introduzione al corso. Docenti: laboratorio. Docenti: teoria. Il corso. Orario. Programmazione e laboratorio: introduzione al corso Stefano Mizzaro Dipartimento di matematica e informatica Università di Udine http://www.dimi.uniud.it/mizzaro mizzaro@dimi.uniud.it Programmazione per

Dettagli

12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP)

12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP) 12 - Introduzione alla Programmazione Orientata agli Oggetti (Object Oriented Programming OOP) Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica,

Dettagli

Introduzione a MATLAB INTRODUZIONE A MATLAB

Introduzione a MATLAB INTRODUZIONE A MATLAB INTRODUZIONE A MATLAB 1 Il programma MATLAB: indice Introduzione, help e files Punteggiatura e variabili Operatori Matrici Polinomi Istruzione IF-THEN-ELSE e Cicli Stringhe di testo, input ed output Grafici

Dettagli

Sistema Operativo di un Router (IOS Software)

Sistema Operativo di un Router (IOS Software) - Laboratorio di Servizi di Telecomunicazione Sistema Operativo di un Router (IOS Software) Slide tratte da Cisco Press CCNA Instructor s Manual ed elaborate dall Ing. Francesco Immè IOS Un router o uno

Dettagli

Node.js + Drupal. Luca Lusso. giovedì 1 dicembre 11

Node.js + Drupal. Luca Lusso. giovedì 1 dicembre 11 Node.js + Drupal Luca Lusso Agenda Cos è e come funziona node.js Installare node.js Code session: realizzazione si un modulo per l autocompletamento dei tags Demo session: installare e usare il modulo

Dettagli

Synchronized (ancora)

Synchronized (ancora) Synchronized (ancora) Riscriviamo l esempio di prima. Usiamo una struttura modulare, con una classe Notificatore che ha opportuni metodi. La classe ha due campi privati, la lista buftext e un suo thread.

Dettagli

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Prima parte AA 2013/2014

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Prima parte AA 2013/2014 LUdeS Informatica 2 EXCEL Prima parte AA 2013/2014 COS E EXCEL? Microsoft Excel è uno dei fogli elettronici più potenti e completi operanti nell'ambiente Windows. Un foglio elettronico è un programma che

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CONFIGURAZIONE ED

GUIDA PRATICA ALLA CONFIGURAZIONE ED GUIDA ALL UTILIZZO DI MICROSOFT EXCEL 2000 GUIDA PRATICA ALLA CONFIGURAZIONE ED ALL UTILIZZO DEL FOGLIO ELETTRONICO MICROSOFT EXCEL 2000 A CURA DI FABIO SOLARINO dott. Fabio Solarino -- Servizio web della

Dettagli

MongoDB. Un database NoSQL Open-Source

MongoDB. Un database NoSQL Open-Source MongoDB Un database NoSQL Open-Source Database Relazionali I dati sono divisi in tabelle. Ogni tabella è composta da diverse colonne fisse. Le tabelle possono avere riferimenti tra loro. A.C.I.D. I database

Dettagli

Memory Management. Local Storage. Global Storage. Delete esplicite

Memory Management. Local Storage. Global Storage. Delete esplicite Memory Management Costruzione di Interfacce Lezione 13 Dal Java al C++ cignoni@iei.pi.cnr.it http://vcg.iei.pi.cnr.it/~cignoni Due grandi categorie di storage: Local, memoria valida solo all interno di

Dettagli

Esploriamo Javascript! 1 di Ivan Venuti

Esploriamo Javascript! 1 di Ivan Venuti Esploriamo Javascript! 1 di Ivan Venuti L Html è stato pensato (e creato) per presentare contenuti statici che, visualizzati da utenti diversi, diano sempre lo stesso risultato. Per sopperire a questa

Dettagli

Alcuni consigli per un uso di base delle serie di dati automatiche in Microsoft Excel

Alcuni consigli per un uso di base delle serie di dati automatiche in Microsoft Excel Alcuni consigli per un uso di base delle serie di dati automatiche in Microsoft Excel Le serie Una serie di dati automatica è una sequenza di informazioni legate tra loro da una relazione e contenute in

Dettagli

La programmazione web: lato client e lato server

La programmazione web: lato client e lato server La programmazione web: lato client e lato server Parlando di PHP e di altri linguaggi di scripting può capitare di sentir citare le espressioni "lato client" e "lato server": per chi non è esperto della

Dettagli

Capitolo 9 Primi passi con Math

Capitolo 9 Primi passi con Math Guida introduttiva Capitolo 9 Primi passi con Math L'Editor delle equazioni di OpenOffice.org Copyright Il presente documento è rilasciato sotto Copyright 2005 dei collaboratori elencati nella sezione

Dettagli

Esercizi di JavaScript

Esercizi di JavaScript Esercizi di JavaScript JavaScript JavaScript é un linguaggio di programmazione interpretato e leggero, creato dalla Netscape. E' presente a patire da Netscape 2 in tutti i browser ed é dunque il linguaggio

Dettagli

Implementazione in Oracle di un semplice progetto

Implementazione in Oracle di un semplice progetto Oracle e SQL Implementazione in Oracle di un semplice progetto Operazioni preliminari La versione del DBMS Oracle a cui si farà riferimento di qui in seguito è la 10g Express Edition, liberamente scaricabile

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

La struttura: DTD. Laura Farinetti Dip. Automatica e Informatica Politecnico di Torino. laura.farinetti@polito.it

La struttura: DTD. Laura Farinetti Dip. Automatica e Informatica Politecnico di Torino. laura.farinetti@polito.it La struttura: DTD Laura Farinetti Dip. Automatica e Informatica Politecnico di Torino laura.farinetti@polito.it L. Farinetti - Politecnico di Torino 1 Modello di struttura I tag annidati danno origine

Dettagli

Manipolazione di testi: espressioni regolari

Manipolazione di testi: espressioni regolari Manipolazione di testi: espressioni regolari Un meccanismo per specificare un pattern, che, di fatto, è la rappresentazione sintetica di un insieme (eventualmente infinito) di stringhe: il pattern viene

Dettagli

Primi passi con R. D. Fioredistella IEZZI e-mail: stella.iezzi@uniroma2.it

Primi passi con R. D. Fioredistella IEZZI e-mail: stella.iezzi@uniroma2.it Primi passi con R Che cosa è Ø R è un ambiente di programmazione (un insieme di funzioni, librerie, oggetti) Ø R è specializzato in analisi dei dati e rappresentazioni grafiche Ø R opera su sistemi operativi

Dettagli

Rappresentazione digitale delle informazioni (ripasso e precisazioni)

Rappresentazione digitale delle informazioni (ripasso e precisazioni) Rappresentazione digitale delle informazioni (ripasso e precisazioni) Codifica Una codifica esatta a n bit è possibile solo quando l insieme delle informazioni da codificare è finito e di dimensione inferiore

Dettagli

Capitolo 11 Introduzione a Math:

Capitolo 11 Introduzione a Math: Guida introduttiva Capitolo 11 Introduzione a Math: l'editor di equazioni di OpenOffice.org OpenOffice.org Copyright Il presente documento è rilasciato sotto Copyright 2005 dei collaboratori elencati nella

Dettagli

Linguaggi Corso M-Z - Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2007-2008. Esercitazione. Programmazione Object Oriented in Java

Linguaggi Corso M-Z - Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2007-2008. Esercitazione. Programmazione Object Oriented in Java Linguaggi Corso M-Z - Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2007-2008 Alessandro Longheu http://www.diit.unict.it/users/alongheu alessandro.longheu@diit.unict.it Programmazione Object Oriented in Java

Dettagli

Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Introduzione Dott. Stefano Burigat

Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Introduzione Dott. Stefano Burigat Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Introduzione Dott. Stefano Burigat www.dimi.uniud.it/burigat File HTML e tag Un file HTML non è nient'altro che un puro file di testo al cui interno sono presenti delle

Dettagli

Cicli, Array e Programmazione su Sequenze

Cicli, Array e Programmazione su Sequenze Cicli, Array e Programmazione su Sequenze Luca Tesei Università di Camerino luca.tesei at unicam.it Università di Camerino - Corso di Laurea in Informatica - Programmazione + Laboratorio di Programmazione

Dettagli

Sistemi operativi I: Windows. Lezione I

Sistemi operativi I: Windows. Lezione I Sistemi operativi I: Windows Lezione I Scopo della lezione Richiamare le principali funzionalità di un sistema operativo Esemplificarle descrivendo la loro implementazione in Windows Introdurre alcuni

Dettagli

Definizione di classi con array di oggetti

Definizione di classi con array di oggetti Definizione di classi con array di oggetti 1. (Esame scritto del 18/9/2002, Esercizio 6.) La banca dati di un agenzia assicurativa per auto è caratterizzata da un insieme di polizze di assicurazioni per

Dettagli

Iprogrammi scritti in Java sono formati da Classi che

Iprogrammi scritti in Java sono formati da Classi che Capitolo 3. Pesci e Animali Domestici Le Classi di Java Translated by Francesco Orciuoli Iprogrammi scritti in Java sono formati da Classi che rappresentano gli oggetti del mondo reale. Sebbene le persone

Dettagli

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi alternative: function nome { lista-comandi } oppure nome ( ) {

Dettagli

Introduzione al Foglio Elettronico

Introduzione al Foglio Elettronico Microsoft Excel Introduzione al Foglio Elettronico Il Foglio Elettronico Si presenta come una grande tabella su un foglio di carta Le celle contengono differenti dati Numeri Testo Date Ecc I dati possono

Dettagli

Esercitazione n 4. Obiettivi

Esercitazione n 4. Obiettivi Esercitazione n 4 Obiettivi Progettare e implementare per intero un componente software in Java Linguaggio Java: Classi astratte Utilizzo di costruttori e metodi di superclasse Polimorfismo Esempio guida:

Dettagli

Indice. Materiale di riferimento. Struttura di un programma in C++ Introduzione al C++ (CAP 1) Alberto Garfagnini e Marco Mazzocco A.A.

Indice. Materiale di riferimento. Struttura di un programma in C++ Introduzione al C++ (CAP 1) Alberto Garfagnini e Marco Mazzocco A.A. Introduzione al C++ (CAP 1) Alberto Garfagnini e Marco Mazzocco Università degli studi di Padova A.A. 2014/2015 Indice Scrittura del primo programma in C++ elementi costitutivi del programma compilazione

Dettagli

PYTHON Inviare dati con i form A cura di Silvio Bonechi [sabandini_at_tiscali_dot_it] per http://www.pctrio.com

PYTHON Inviare dati con i form A cura di Silvio Bonechi [sabandini_at_tiscali_dot_it] per http://www.pctrio.com PYTHON Inviare dati con i form A cura di Silvio Bonechi [sabandini_at_tiscali_dot_it] per http://www.pctrio.com 10.07.2006 Ver. 1.0 In questo articolo vedremo come gestire con un FORM l invio di dati ad

Dettagli

22 Introduzione all uso di MatLab

22 Introduzione all uso di MatLab 22 Introduzione all uso di MatLab INTERFACCIA UTENTE E STRINGHE Per visualizzare su schermo il valore di una variabile a senza farla precedere dalla scritta a=, si usa il comando disp (abbreviazione di

Dettagli

Fondamenti di programmazione in Java. Lezione III

Fondamenti di programmazione in Java. Lezione III Fondamenti di programmazione in Java Lezione III Scopo della lezione Descrivere gli strumenti che utilizzeremo nel resto del corso per sviluppare programmi in java UltraEdit Java SDK Imparare a scrivere

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Leonardo da VINCI FASANO (BR) P.O.N. ANNUALITÀ 2013 - Obiettivo C1 MODULO ECDL4 MODULO 4

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Leonardo da VINCI FASANO (BR) P.O.N. ANNUALITÀ 2013 - Obiettivo C1 MODULO ECDL4 MODULO 4 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Leonardo da VINCI FASANO (BR) P.O.N. ANNUALITÀ 2013 - Obiettivo C1 MODULO ECDL4 MODULO 4 Il Foglio elettronico: Excel 2010 Lisa Donnaloia - lisa.donnaloia@libero.it

Dettagli

Linguaggio Java: Linee guida per la codifica

Linguaggio Java: Linee guida per la codifica Linguaggio Java: Linee guida per la codifica (versione adattata per il corso di Fond. Inform. II) Introduzione Questa guida allo stile di codifica è una versione semplificata di un'altra che è stata usata

Dettagli

Organizzazione dei tasti

Organizzazione dei tasti Utilizzare la tastiera La tastiera è lo strumento principale per l'immissione di informazioni nel computer, che si tratti di scrivere una lettera o di calcolare dati numerici. Non tutti sanno però che

Dettagli

Accesso alle risorse del laboratorio informatico del Dipartimento di Matematica

Accesso alle risorse del laboratorio informatico del Dipartimento di Matematica Accesso alle risorse del laboratorio informatico del Dipartimento di Matematica Marco Liverani 26 settembre 2012 Il laboratorio informatico del Dipartimento di Matematica mette a disposizione degli studenti

Dettagli

Installazione di GFI MailArchiver

Installazione di GFI MailArchiver Installazione di GFI MailArchiver Requisiti di sistema di GFI MailArchiver Windows 2000/2003 Server oppure Advanced Server. Microsoft Exchange Server 2000/2003 (il prodotto è installato sulla macchina

Dettagli

2. Creazione di moduli per Drupal: un tutorial.

2. Creazione di moduli per Drupal: un tutorial. Pubblicato da Drupal Italia (www.drupalitalia.org) per gentile concessione di Antonio Santomarco Capitolo 2. 2. Creazione di moduli per Drupal: un tutorial. 2.1. Introduzione. Come detto in precedenza,

Dettagli

Monitor Orientamento. Manuale Utente

Monitor Orientamento. Manuale Utente Monitor Orientamento Manuale Utente 1 Indice 1 Accesso al portale... 3 2 Trattamento dei dati personali... 4 3 Home Page... 5 4 Monitor... 5 4.1 Raggruppamento e ordinamento dati... 6 4.2 Esportazione...

Dettagli

Corso di. Misure per la Automazione e la Qualità (Studenti Ingegneria Elettrica III anno Nuovo Ordinamento ) IL LABVIEW LEZ_3

Corso di. Misure per la Automazione e la Qualità (Studenti Ingegneria Elettrica III anno Nuovo Ordinamento ) IL LABVIEW LEZ_3 Corso di Misure per la Automazione e la Qualità (Studenti Ingegneria Elettrica III anno Nuovo Ordinamento ) IL LABVIEW LEZ_3 Luigi Ferrigno ferrigno@unicas.it Gruppo Misure Elettriche ed Elettroniche Facoltà

Dettagli

sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon)

sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon) Sed & Awk Sed e Awk sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon) awk: linguaggio per l'elaborazione di modelli orientato ai campi (1977, Bell

Dettagli

Webaccessibile.org La risorsa italiana di IWA dedicata all'accessibilita' del Web http://www.webaccessibile.org

Webaccessibile.org La risorsa italiana di IWA dedicata all'accessibilita' del Web http://www.webaccessibile.org Jaws: come personalizzarlo - Parte 2 Pubblicato da Roberto Castaldo il giorno 20 settembre 2006 Articolo di Nunziante Esposito Il menu successivo a quelli visti la volta scorsa, e quello delle utility.

Dettagli

Corso di HTML. Prerequisiti. Modulo L3. 1-Concetti generali. Browser Rete Internet Client e server. M. Malatesta 1-Concetti generali-12 28/07/2013

Corso di HTML. Prerequisiti. Modulo L3. 1-Concetti generali. Browser Rete Internet Client e server. M. Malatesta 1-Concetti generali-12 28/07/2013 Corso di HTML Modulo L3 1-Concetti generali 1 Prerequisiti Browser Rete Internet Client e server 2 1 Introduzione In questa Unità introduciamo alcuni semplici elementi del linguaggio HTML, con il quale

Dettagli

RISOLUTORE AUTOMATICO PER SUDOKU

RISOLUTORE AUTOMATICO PER SUDOKU RISOLUTORE AUTOMATICO PER SUDOKU Progetto Prolog - Pierluigi Tresoldi 609618 INDICE 1.STORIA DEL SUDOKU 2.REGOLE DEL GIOCO 3.PROGRAMMAZIONE CON VINCOLI 4.COMANDI DEL PROGRAMMA 5.ESEMPI 1. STORIA DEL SUDOKU

Dettagli

JAVASCRIPT GUIDA DI RIFERIMENTO. Michele Arcadipane

JAVASCRIPT GUIDA DI RIFERIMENTO. Michele Arcadipane Michele Arcadipane JAVASCRIPT GUIDA DI RIFERIMENTO Ogni diritto riservato a: Michele Arcadipane - Palermo arcadp@neomedia.it arcadp@inwind.it arcadp@tiscalinet.it AVVERTENZE LEGALI La presente guida è

Dettagli

CALCOLATRICE GRAFICO SIMBOLICA TI - 89. Angela Solera - IPIA Corni di Modena - e-mail: splash72@libero.it

CALCOLATRICE GRAFICO SIMBOLICA TI - 89. Angela Solera - IPIA Corni di Modena - e-mail: splash72@libero.it LA CALCOLATRICE GRAFICO SIMBOLICA TI - 89 Angela Solera - IPIA Corni di Modena - e-mail: splash72@libero.it INDICE Introduzione SCHEDA 1 Pag. 1 Pag. 2 SCHEDA 2 SCHEDA 3 Verifica Osservazioni conclusive

Dettagli

Definire all'interno del codice un vettore di interi di dimensione DIM, es. int array[] = {1, 5, 2, 4, 8, 1, 1, 9, 11, 4, 12};

Definire all'interno del codice un vettore di interi di dimensione DIM, es. int array[] = {1, 5, 2, 4, 8, 1, 1, 9, 11, 4, 12}; ESERCIZI 2 LABORATORIO Problema 1 Definire all'interno del codice un vettore di interi di dimensione DIM, es. int array[] = {1, 5, 2, 4, 8, 1, 1, 9, 11, 4, 12}; Chiede all'utente un numero e, tramite ricerca

Dettagli

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale.

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale. l Editor vi Negli ambienti Unix esistono molti editor di testo diversi; tuttavia vi è l unico che siamo sicuri di trovare in qualsiasi variante di Unix. vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile

Dettagli

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment Bloodshed Dev-C++ Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio IDE = Integrated Development Environment Gerardo Pelosi 01 Ottobre 2014 Pagina 1 di 8 Dev-C++ - Installazione Potete

Dettagli