Profili giuridici degli strumenti SACE per l export e l internazionalizzazione. Avv. Antonio Bartolo Milano, 23 gennaio 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Profili giuridici degli strumenti SACE per l export e l internazionalizzazione. Avv. Antonio Bartolo Milano, 23 gennaio 2014"

Transcript

1 Profili giuridici degli strumenti SACE per l export e l internazionalizzazione Avv. Antonio Bartolo Milano, 23 gennaio 2014

2 Indice Assicurazione del credito Garanzia autonoma Differenze strutturali Case studies 2

3 Assicurazione del credito: la nozione Con l assicurazione del credito il creditore si garantisce contro il rischio di mancato pagamento, per insolvenza di diritto o per altre cause identificate nel contratto, da parte del proprio debitore. L assicurazione del credito ha la struttura propria di un contratto di assicurazione, avendo per oggetto il trasferimento all assicuratore del rischio dell insolvenza del debitore e, più in generale, della non recuperabilità del credito. L assicuratore non è tenuto ad eseguire la prestazione inadempiuta bensì a risarcire il danno che deriverà al creditore assicurato dalla perdita totale o parziale del credito. 3

4 Assicurazione del credito: la struttura base L operazione si presenta, di regola, come bilaterale, per la partecipazione dei seguenti soggetti: a) contraente/beneficiario; b) assicuratore. Il contraente-beneficiario è colui che si assicura contro il rischio del mancato pagamento del proprio debitore e a favore del quale viene sborsata una predeterminata somma di denaro a titolo di risarcimento danni a fronte del pagamento di un premio. L assicuratore è l impresa di assicurazioni che si obbliga a sborsare una predeterminata somma di denaro a favore del contraente-beneficiario al verificarsi del rischio assicurato (o sinistro). 4

5 Assicurazione del credito: la struttura base Nell assicurazione del credito vi sono due distinti rapporti giuridici che, tuttavia, non sono del tutto indipendenti l uno dall altro: il rapporto base, intercorrente tra contraente-beneficiario e debitore sulla cui base il creditore chiede di essere assicurato contro il rischio di inadempimento del debitore; e il rapporto tra contraente e impresa di assicurazioni, fondato su una polizza assicurativa avente ad oggetto, per l appunto, la copertura assicurativa contro il rischio di inadempimento del debitore del rapporto base. 5

6 Indice Assicurazione del credito Garanzia autonoma Differenze strutturali Case studies 6

7 Garanzia autonoma SACE Garanzia Autonoma Creditore Rapporto Principale Debitore 7

8 Il contratto autonomo di garanzia: la struttura Essa si presenta come un operazione trilaterale per la partecipazione dei seguenti soggetti: a) ordinante; b) garante; c) beneficiario. L ordinante è il soggetto che dà ordine al garante di emettere la garanzia ed è colui che deve adempiere a specifici obblighi costituenti l oggetto del contratto principale (finanziamento/contratto commerciale). Il garante è colui che rilascia la garanzia, obbligandosi nei confronti del beneficiario al pagamento della somma indicata nella garanzia stessa qualora il beneficiario lo richieda. Il beneficiario è il soggetto a favore del quale la garanzia viene emessa. 8

9 Il contratto autonomo di garanzia: la struttura La garanzia implica e presuppone un contratto di base, sicché si configurano almeno tre rapporti giuridici che sono ad un tempo necessari e paralleli, nel senso che tra di essi non sussistono interferenze: il rapporto base, intercorrente tra ordinante (debitore) e beneficiario (creditore). È in base a questo rapporto che il beneficiario esige il rilascio di una garanzia il rapporto tra ordinante e garante, nascente da un contratto di mandato irrevocabile perché conferito nell interesse del terzo beneficiario, con il quale il debitore del contratto base dà incarico al garante, contro il pagamento di una commissione/premio, di rilasciare una garanzia autonoma e diretta in favore del proprio creditore (beneficiario) il rapporto garante - beneficiario, che scaturisce dal contratto di garanzia con cui la banca si obbliga a versare una data somma al beneficiario a sua prima richiesta senza proporre eccezioni fondate sul rapporto base (sottostante) e nonostante ogni opposizione del debitore principale o controversia pendente sulla esistenza o esigibilità del credito 9

10 Nuova operatività: garanzie finanziarie La garanzia SACE è a prima richiesta, irrevocabile e incondizionata a favore della banca finanziatrice Condivisione del rischio con la banca finanziatrice con copertura indicativa fino al 70-80% del finanziamento per rischi di mancato rimborso, in linea capitale e interessi (limitatamente al costo di provvista). Possibilità di copertura del 100% relativamente ad emissioni obbligazionarie Nessun costo aggiuntivo per l impresa: retrocessione (su base running) dalla banca finanziatrice a SACE di quota parte del margine corrisposto dal debitore, proporzionalmente alla percentuale garantita. Possibilità di prevedere pagamenti del premio SACE upfront 10

11 Istruzioni di Vigilanza Bankitalia La Garanzia SACE ha le seguenti caratteristiche: a) È una garanzia personale; b) Prevede una protezione diretta del credito; c) È determinata nell entità e nell estensione; d) Non è annullabile unilateralmente; e) Prevede adempimenti sotto il controllo del garantito; f) Non è soggetta al beneficio della preventiva escussione; g) È documentata per iscritto. 11

12 Indice Assicurazione del credito Garanzia autonoma Differenze strutturali Case studies 12

13 Differenze strutturali Assicurazione del credito Oggetto L assicuratore trasferisce su di se il rischio di inadempimento (obbligazione indennitaria) Finalità procurare una prestazione equivalente al verificarsi della perdita del credito Garanzia Oggetto Il garante assume un obbligazione coincidente con quella del debitore Finalità rafforzamento di un obbligazione attraverso l assunzione della medesima obbligazione da parte di un terzo soggetto Risultato paralizzare le conseguenze dell inadempimento dell obbligazione al verificarsi di un determinato EGS, attraverso una prestazione equivalente Risultato adempimento dell obbligazione da parte di un altro soggetto Funzione Economico - sociale risarcimento del danno (riparazione successiva) Funzione Economico - sociale adempimento dell obbligazione altrui (prevenzione del danno) 13

14 Assicurazione del credito / Contratto autonomo di garanzia Dalla comparazione delle due figure negoziali possono essere individuate molteplici significative differenze. Contratto Autonomo di Garanzia: l obbligo del garante di pagare una determinata somma di denaro al beneficiario è del tutto svincolato da qualsiasi vicenda attinente il rapporto principale e, quindi, prescinde dall inadempimento dell obbligazione principale. Assicurazione del Credito: l inadempimento del debitore principale costituisce proprio l evento-sinistro al verificarsi del quale scatta l obbligo di pagare in capo all assicuratore. 14

15 Assicurazione del credito / Contratto autonomo di garanzia (segue) Contratto Autonomo di Garanzia: è un contratto commutativo, in cui, cioè, l entità delle prestazioni a carico delle parti non dipende da fattori casuali. Assicurazione del Credito: è un contratto aleatorio, atteso che è a carico di una parte (l assicuratore) il rischio di un evento casuale (i.e. l insolvenza del debitore). Contratto Autonomo di Garanzia: l interesse che il beneficiario persegue è il soddisfacimento del proprio credito. Assicurazione del Credito: l interesse che il contratto è diretto a realizzare è il trasferimento del rischio. L interesse dell assicurato è, quindi, soddisfatto per il fatto stesso che l assicuratore è obbligato a corrispondere un indennizzo nella eventualità di un evento dannoso non imputabile ai contraenti. 15

16 Assicurazione del credito / Contratto autonomo di garanzia (segue) Contratto Autonomo di Garanzia: la carenza iniziale o sopravvenuta del rapporto sottostante non determina la nullità della garanzia stessa e, conseguentemente, il garante non può sottrarsi all obbligo di adempimento, residuando solo un diritto ad un azione di ripetizione dell indebito nei confronti del beneficiario. Assicurazione del Credito: la mancanza del rapporto base implica necessariamente l assenza del rischio con conseguente nullità del contratto di assicurazione per mancanza (originaria o sopravvenuta) della causa. Contratto Autonomo di Garanzia: il soggetto che chiede l emissione della garanzia (a favore del beneficiario) è il debitore del rapporto base. Assicurazione del Credito: è direttamente il creditore che chiede la copertura assicurativa. 16

17 Assicurazione del credito / Contratto autonomo di garanzia (segue) Contratto Autonomo di Garanzia: la garanzia autonoma si presenta con struttura trilaterale, data la sussistenza di tre distinti rapporti giuridici tra loro indipendenti. Assicurazione del Credito: rilevano solo due rapporti, quello di assicurazione e quello base. Contratto Autonomo di Garanzia: la possibilità del garante di recuperare la somma versata al beneficiario è affidata ad una apposita clausola di rimborso inserita nella lettera d ordine. Assicurazione del Credito: l assicuratore potrà esercitare il diritto di surroga ex art c.c. 17

18 Indice Assicurazione del credito Garanzia autonoma Differenze strutturali Case studies 18

19 Credito Acquirente Prodotto Settore Tipo di rischio Debitore Garante Esportatore Polizza Assicurativa Siderurgico Finanza strutturata (Corporate + garanzia collaterali) MMK Atakas (SPV) - Turchia OJSC MMK Danieli Officine Assicurato BNP Paribas (50%) ABN AMRO (50%) Valore progetto USD 1,6 miliardi Finanziamento 40% equity 60% debito di cui 32% commericale e 28% SACE facility Contratto Euro 417 mln Impegno SACE Rimborso Tasso di interesse Euro 345,45 mln + 85% del premio SACE 8,5 anni Euribor + Margine Fase 2 pagamento delle merci esportate Schema operazione Fase 1 Garanzia BNP Paribas (50%) ABN AMRO (50%) Fase 1 finanziamento Copertura Premio SACE Garanzie e collaterali 100% politici e commerciali Upfront: 15 % emissione 85% prima erogazione (i) Garanzia di MMK; (ii) pegno azioni SPV; (iii) ipoteca impianto; (iv) pegno sui conti Danieli Officine Fase 2 Esportazione di merci /servizi MMK Atakas (SPV) Covenants Finanziari (Debt /Ebitda - Debt/Equity); negative pledge; ownership clause; Legge applicabile Inglese 19

20 Polizza Credito Fornitore Caratteristiche Schema operazione A chi si rivolge: ad aziende italiane che effettuano esportazioni di merci, prestazioni di servizi, studi e progettazioni con l estero, concedendo dilazioni di pagamento sia di breve che di medio/lungo termine Rischi assicurabili: Rischi di mancato pagamento, revoca del contratto, distruzione, requisizione, confisca, indebita escussione delle fideiussioni, generati da eventi di natura politica e commerciale Società italiana Garanzia Pagamento delle merci esportate Società estera Livello di copertura massimo: 100% Esportazione di merci/servizi/studi e progettazioni I vantaggi offerti: - Copertura dei rischi relativi a singole transazioni verso l estero - Monetizzazione dei crediti su base pro soluto* * Voltura di Polizza: SACE consente inoltre la cessione della polizza ad una banca o altro intermediario finanziario per ottenere (dalla stessa banca/intermediario) la liquidità del credito a seguito di sconto pro-soluto dei titoli. 20

21 Voltura di Polizza: struttura 3 Polizza Credito Fornitore 4 Sconto pro-soluto dei titoli di credito SOCIETÀ ITALIANA 1 Singole operazioni di esportazione di beni e servizi 2 Pagamento a vista/differito 5 Voltura di Polizza ACQUIRENTE BANCA SCONTANTE 21

22 Case study: Credito Fornitore con voltura PRESUPPOSTI: PAESE: BRASILE VALORE DELLA FORNITURA: 600 K OGGETTO: Fornitura di macchinari per l industria alimentare MODALITÀ DI PAGAMENTO: Il cliente non vorrebbe pagare tramite L/C e richiede un pagamento dilazionato a 5 anni OFFERTA COMMERCIALE: L esportatore, alla luce del possibile supporto SACE, ipotizza la seguente struttura: IMPORTO CONTRATTUALE = 600 K ANTICIPO (15%) = 90 K IMPORTO DILAZIONATO (85%) = 510 K TASSO di interesse applicato = 6% MONTANTE DILAZIONATO = 594 K 510 K (quota capitale) + 84 K (quota interessi) il pagamento del premio è a carico dell acquirente CONDIZIONI DI SMOBILIZZO: La banca prospetta le seguenti condizioni: MONTANTE DILAZIONATO = 594 k TASSO DI SCONTO = 3,5% COMMISSIONI = 2 K VALORE NETTO SCONTATO = 537 k L accordo di smobilizzo prevede una parte pro-soluto (quella coperta da SACE) e una rimanente parte pro-solvendo L esportatore quindi otterrà quanto segue: ANTICIPO + VALORE CREDITO SCONTATO = 90 K K = 627 K 22

23 Obiettivi raggiunti A seguito dell emissione dell appendice di voltura e della finalizzazione dell accordo di sconto, si avrà quanto segue: MONTANTE DELLE PROMISSORY NOTES AL TASSO CIRR (2,7%) = 548 K La quota totale da smobilizzare senza ricorso risulta pari al valore netto scontato delle promissory notes con interessi al CIRR, al netto delle commissioni bancarie (494 K), abbattuto della percentuale di copertura commerciale : QUOTA PRO SOLUTO = 445 K IN DEFINITIVA, L ESPORTATORE OTTIENE QUANTO SEGUE: a seguito dell assicurazione + smobilizzo del credito: 627 K = 104,5% del contratto di cui senza rivalsa : 535 K (90 K di anticipo K smobilizzati pro soluto) = 89,2% del contratto VANTAGGI PER L ESPORTATORE: 1. E COPERTO DAL RISCHIO DI MANCATO PAGAMENTO, RISPETTO ALL IMPORTO DEL CONTRATTO RISCHIA IN PROPRIO SOLO IL 10,8% 2. PUÒ PROPORRE AL CLIENTE IL PAGAMENTO DILAZIONATO (VANTAGGIO COMMERCIALE) 3. SMOBILIZZA I CREDITI E INCASSA SUBITO L INTERO VALORE CONTRATTUALE (ANZI, ADDIRITTURA INCASSA 27K IN PIÙ) VANTAGGI PER L ACQUIRENTE: 1. DILAZIONE DI PAGAMENTO A 5 ANNI AD UN TASSO ALL-IN MOLTO CONVENIENTE (CA. 7,5%) 2. NON INTACCA LE PROPRIE LINEE DI CREDITO 23

24 Grazie per l attenzione Antonio Bartolo Senior Legal Consulenza Legale Tel SACE Training Tel.:

25 Disclaimer This presentation has been prepared solely for information purposes and should not be used or considered as an offer to sell or a solicitation of an offer to buy any insurance/financial instrument mentioned in it. The information contained herein has been obtained from sources believed to be reliable or has been prepared on the basis of a number of assumptions which may prove to be incorrect and, accordingly, SACE does not represent or warrant that the information is accurate and complete. 25

Gli strumenti finanziari e assicurativi a disposizione dell imprese italiane. Riccardo Vianello Simoli Responsabile Veneto

Gli strumenti finanziari e assicurativi a disposizione dell imprese italiane. Riccardo Vianello Simoli Responsabile Veneto Gli strumenti finanziari e assicurativi a disposizione dell imprese italiane Riccardo Vianello Simoli Responsabile Veneto Seminario di preparazione alla Missione Imprenditoriale in Iran Confindustria -

Dettagli

Gli strumenti finanziari ed assicurativi a disposizione delle imprese italiane

Gli strumenti finanziari ed assicurativi a disposizione delle imprese italiane Gli strumenti finanziari ed assicurativi a disposizione delle imprese italiane La nuova era nelle relazioni commerciali tra Italia e Iran - CCII Brescia, 12 Novembre 2015 1 Sosteniamo la competitività

Dettagli

Gli strumenti finanziari e assicurativi a disposizione dell imprese italiane. Raffaele Cordiner Relazioni Internazionali

Gli strumenti finanziari e assicurativi a disposizione dell imprese italiane. Raffaele Cordiner Relazioni Internazionali Gli strumenti finanziari e assicurativi a disposizione dell imprese italiane Raffaele Cordiner Relazioni Internazionali ICC Seminar ITALY-IRAN Roma, 28 Ottobre 2015 1 Sosteniamo la competitività delle

Dettagli

SACE a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese italiane. Venezia, 23 aprile 2015 Università Cà Foscari Finance Day

SACE a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese italiane. Venezia, 23 aprile 2015 Università Cà Foscari Finance Day SACE a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese italiane Venezia, 23 aprile 2015 Università Cà Foscari Finance Day La storia di SACE 1977 Ente pubblico Assicurabilità di export di beni e servizi

Dettagli

Gli strumenti finanziari e assicurativi a disposizione dell imprese italiane

Gli strumenti finanziari e assicurativi a disposizione dell imprese italiane Gli strumenti finanziari e assicurativi a disposizione dell imprese italiane Enrica Delgrosso- Responsabile Piemonte e Liguria Torino 26 novembre- Centro Congressi Torino incontra 1 Sosteniamo la competitività

Dettagli

Smobilizzo pro soluto con voltura di polizza SACE

Smobilizzo pro soluto con voltura di polizza SACE Smobilizzo pro soluto con voltura di polizza SACE definizione Lo smobilizzo pro-soluto con voltura di polizza SACE consiste nello sconto pro soluto di effetti cambiari con dilazioni di pagamento dai 2

Dettagli

SACE BT: Assicurazione Cauzioni. Roma, 24 ottobre 2012

SACE BT: Assicurazione Cauzioni. Roma, 24 ottobre 2012 SACE BT: Assicurazione Cauzioni Roma, 24 ottobre 2012 SACE BT: le Cauzioni Le cauzioni possono essere definite come somme di denaro depositate presso il richiedente e che lo indennizzano dai danni diretti

Dettagli

per far viaggiare il business delle PMI

per far viaggiare il business delle PMI PMI NO-STOP: il nuovo impegno SACE per far viaggiare il business delle PMI Roma, 12 novembre 2012 Una rete internazionale Bucarest Mosca Istanbul Hong Kong Kenya Mumbai San Paolo Johannesburg Rete domestica

Dettagli

SACE: come assicurare il credito all export. GRUPPO SACE: un partner a 360 gradi per l internazionalizzazione delle imprese italiane

SACE: come assicurare il credito all export. GRUPPO SACE: un partner a 360 gradi per l internazionalizzazione delle imprese italiane SACE: come assicurare il credito all export GRUPPO SACE: un partner a 360 gradi per l internazionalizzazione delle imprese italiane Varese, Centro Congressi Ville Ponti 8 maggio 2009 Indice Gruppo SACE

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

SACE a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese italiane. Roma, 16 gennaio 2014

SACE a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese italiane. Roma, 16 gennaio 2014 SACE a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese italiane Roma, 16 gennaio 2014 Transazione commerciale di export Esportatore italiano Contratto commerciale Acquirente estero Fornitura di merci

Dettagli

SCHEDE PRODOTTI SACE S.p.A. 2012

SCHEDE PRODOTTI SACE S.p.A. 2012 SACE Point RISPOSTA IN TEMPO REALE VIA E-MAIL / TELEFONO O SU APPUNTAMENTO INOLTRO RICHIESTE DI INFORMAZIONI E SERVIZI ORGANIZZAZIONE CONGIUNTA DI EVENTI PROMOZIONALI SVILUPPO SINERGIE E NETWORKING CON

Dettagli

SACE a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese italiane Informanager Istituto Alta Formazione

SACE a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese italiane Informanager Istituto Alta Formazione SACE a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese italiane Informanager Istituto Alta Formazione Macerata, 7 marzo 2014 Transazione commerciale di export Esportatore italiano Contratto commerciale

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana n. 41/47-00178

Dettagli

La metodologia di analisi del Rischio Paese. Roma, 19 giugno 2014

La metodologia di analisi del Rischio Paese. Roma, 19 giugno 2014 La metodologia di analisi del Rischio Paese Roma, 19 giugno 2014 Indice 1 2 Definizione di Rischio Paese La valutazione del rischio paese in SACE 3 Casi di studio 4 La mappa dei rischi: uno strumento in

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO (Trasparenza delle operazioni di prestito e finanziamento D. Lgs. 1/9/1993 n.385-delibera CICR 4/3/2003) CREDITI DI FIRMA

FOGLIO INFORMATIVO (Trasparenza delle operazioni di prestito e finanziamento D. Lgs. 1/9/1993 n.385-delibera CICR 4/3/2003) CREDITI DI FIRMA FOGLIO INFORMATIVO (Trasparenza delle operazioni di prestito e finanziamento D. Lgs. 1/9/1993 n.385-delibera CICR 4/3/2003) CREDITI DI FIRMA Data: 31.05.2015 GARANZIE PER BUONA ESECUZIONE, CONTRIBUTI STATALI,

Dettagli

Regolamenti e Finanziamenti nel commercio internazionale. Prof. Michele Rutigliano

Regolamenti e Finanziamenti nel commercio internazionale. Prof. Michele Rutigliano Regolamenti e Finanziamenti nel commercio internazionale Prof. Michele Rutigliano 1 ESTERO MERCI RISCHI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE INCASSO DOCUMENTARIO CREDITO DOCUMENTARIO 2 RISCHIO CONTRAENTE PER L

Dettagli

CHE SONO I CREDITI DOCUMENTARI, LETTERE DI CREDITO (SBLC), LETTERE DI GARANZIA, FINANZIAMENTI IMPORT-EXPORT, ANTICIPI FATTURE EXPORT

CHE SONO I CREDITI DOCUMENTARI, LETTERE DI CREDITO (SBLC), LETTERE DI GARANZIA, FINANZIAMENTI IMPORT-EXPORT, ANTICIPI FATTURE EXPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 - Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana n. 41/47-00178

Dettagli

SACE IL RUOLO DELLE GARANZIE FINANZIARIE NEL PROCESSO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA. Università degli Studi di Foggia, 8 maggio 2013

SACE IL RUOLO DELLE GARANZIE FINANZIARIE NEL PROCESSO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA. Università degli Studi di Foggia, 8 maggio 2013 SACE IL RUOLO DELLE GARANZIE FINANZIARIE NEL PROCESSO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE D IMPRESA Università degli Studi di Foggia, 8 maggio 2013 Università degli Studi di Foggia Il gruppo Cassa Depositi e Prestiti

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

PROGRAMMA. SECONDA GIORNATA 17 febbraio 2016 1. La fidejussione: nozione. 2. Le diverse tipologie di fidejussione.

PROGRAMMA. SECONDA GIORNATA 17 febbraio 2016 1. La fidejussione: nozione. 2. Le diverse tipologie di fidejussione. "La fidejussione: nozione e caratteristiche, le diverse tipologie di fidejussione, la costruzione della fidejussione e le principali clausole negoziali" Avv. Lucio Nicastro PROGRAMMA SECONDA GIORNATA 17

Dettagli

Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito

Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito I servizi di finanziamento Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito I servizi di finanziamento e di hedging I prestiti sono concessi nell ambito di un predefinito rapporto di fido o di affidamento

Dettagli

FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003)

FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003) FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003) ICCREA BANCAIMPRESA Spa SCONTO PRO-SOLVENDO CON CESSIONE DEI DIRITTI DATI E QUALIFICA DEL SOGGETTO CHE ENTRA IN RAPPORTO CON IL CLIENTE (Banca

Dettagli

Il factoring internazionale

Il factoring internazionale Il factoring internazionale Internazionale prefazione Le operazioni di factoring sono in misura crescente effettuate con controparti cedenti e debitrici estere per effetto della crescente internazionalizzazione

Dettagli

Capitale di credito PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE

Capitale di credito PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE Definizione È una forma di finanziamento basata sulla presentazione all incasso, da parte dell impresa, di crediti in scadenza aventi o meno natura cambiaria e

Dettagli

SIMULATORE ETS Manuale d uso per il simulatore virtuale di operazioni di credito fornitore

SIMULATORE ETS Manuale d uso per il simulatore virtuale di operazioni di credito fornitore SIMULATORE ETS Manuale d uso per il simulatore virtuale di operazioni di credito fornitore INDICE 1. COS È IL CREDITO FORNITORE 2 1.1. Le caratteristiche principali di un Credito Fornitore di tipo Corporate

Dettagli

Le opportunità dell export credit Le caratteristiche tipiche del credito fornitore e del credito acquirente

Le opportunità dell export credit Le caratteristiche tipiche del credito fornitore e del credito acquirente Le opportunità dell export credit Le caratteristiche tipiche del credito fornitore e del credito acquirente Milano 23 gennaio 2014 2 Credito Fornitore e Credito Acquirente Un credito all esportazione può

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI PRATO 11 MAGGIO 2004

CAMERA DI COMMERCIO DI PRATO 11 MAGGIO 2004 CAMERA DI COMMERCIO DI PRATO 11 MAGGIO 2004 S A C E S.p.A. Nata come ente pubblico economico con personalità giuridica, autonomia patrimoniale e di gestione, dal 1 gennaio 2004 si è trasformata in S.p.A.

Dettagli

Corporate Presentation SACE BRESCIA 8 luglio 2015. 1 Corporate Presentation

Corporate Presentation SACE BRESCIA 8 luglio 2015. 1 Corporate Presentation Corporate Presentation SACE BRESCIA 8 luglio 2015 1 Corporate Presentation Sosteniamo la competitività delle imprese SACE è una società del Gruppo Cdp attiva nell export credit, nell assicurazione del

Dettagli

OGGETTO: SIMEST PARTNER D IMPRESA PER PROGETTI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PROTOCOLLO D INTESA CON CONFIMI INDUSTRIA

OGGETTO: SIMEST PARTNER D IMPRESA PER PROGETTI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PROTOCOLLO D INTESA CON CONFIMI INDUSTRIA OGGETTO: SIMEST PARTNER D IMPRESA PER PROGETTI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PROTOCOLLO D INTESA CON CONFIMI INDUSTRIA COS E Finanziaria che sostiene lo sviluppo delle imprese italiane impegnate a realizzare

Dettagli

PRESTITI PERSONALI (SPECIALPRESTITI)

PRESTITI PERSONALI (SPECIALPRESTITI) 1/6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca del Monte di Lucca spa sede legale Piazza S.Martino, 4-55100 Lucca Tel.centralino 0583-4501 fax 0583-48721 Internet : www.bmlucca.it - email: bmlucca@bmlucca.it, Iscritta

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana n. 41/47-00178

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO COARGE SOCIETA COOPERATIVA DI GARANZIA COLLETTIVA DEI FIDI

FOGLIO INFORMATIVO COARGE SOCIETA COOPERATIVA DI GARANZIA COLLETTIVA DEI FIDI FOGLIO INFORMATIVO RELATIVO AL RILASCIO DI GARANZIE DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI (Provvedimento di Banca d Italia 29.7.2009) Documento versione n.5 del

Dettagli

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof.

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof. L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) 1 I contratti bancari fanno parte della più ampia categoria dei CONTRATTI FINANZIARI ossia quei contratti che si caratterizzano

Dettagli

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Attività e passività finanziarie I prestiti bancari e altre operazioni di finanziamento I prestiti bancari - aspetti generali I prestiti bancari: sono eterogenei

Dettagli

PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO. Reggio Emilia, 25 marzo 2015. Relatore: Rodolfo Baroni

PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO. Reggio Emilia, 25 marzo 2015. Relatore: Rodolfo Baroni PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO Reggio Emilia, 25 marzo 2015 Relatore: Rodolfo Baroni Export In un contesto domestico con prospettive incerte vendere sui mercati esteri continua ad essere

Dettagli

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof.

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof. L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) 1 I contratti bancari fanno parte della più ampia categoria dei CONTRATTI FINANZIARI ossia quei contratti che si caratterizzano

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER LE PRINCIPALI GARANZIE CHE ASSISTONO LA LOCAZIONE FINANZIARIA

FOGLIO INFORMATIVO PER LE PRINCIPALI GARANZIE CHE ASSISTONO LA LOCAZIONE FINANZIARIA FOGLIO INFORMATIVO PER LE PRINCIPALI GARANZIE CHE ASSISTONO LA LOCAZIONE FINANZIARIA DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI (D.LGS.

Dettagli

Country Presentation Russia Strumenti assicurativi e finanziari SACE Pietro Petrucci Verona, 18/05/2012

Country Presentation Russia Strumenti assicurativi e finanziari SACE Pietro Petrucci Verona, 18/05/2012 Country Presentation Russia Strumenti assicurativi e finanziari SACE Pietro Petrucci Verona, 18/05/2012 IL MADE IN ITALY NON SI FERMA MAI Gruppo SACE: tante soluzioni, un solo gruppo 2 Siamo vicini alle

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO operazioni di locazione finanziaria (LEASING)

FOGLIO INFORMATIVO operazioni di locazione finanziaria (LEASING) FOGLIO INFORMATIVO operazioni di locazione finanziaria (LEASING) GARANZIE Informazioni sulla società di leasing HYPO VORARLBERG LEASING S.p.A. è un intermediario finanziario con sede in: 39100 Bolzano

Dettagli

Gruppo SACE: strumenti assicurativi e finanziari per l internazionalizzazione delle imprese. Forum d area Asia, 19 giugno 2014

Gruppo SACE: strumenti assicurativi e finanziari per l internazionalizzazione delle imprese. Forum d area Asia, 19 giugno 2014 Gruppo : strumenti assicurativi e finanziari per l internazionalizzazione delle imprese Forum d area Asia, 19 giugno 2014 Gruppo Sosteniamo la competitività delle imprese Credito all esportazione Protezione

Dettagli

Master IBATAX. Treviso, 15 febbraio 2014. Mario Bruni Direttore Sede di Venezia

Master IBATAX. Treviso, 15 febbraio 2014. Mario Bruni Direttore Sede di Venezia Master IBATAX Treviso, 15 febbraio 2014 Mario Bruni Direttore Sede di Venezia Che cos è un ECA? Non è facile oggi dare una definizione di cosa sia una ECA. Le ECA non costituiscono un gruppo omogeneo Il

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO del 01/01/2010 Numero 6 aggiornato al 02/07/2013 Relativo al rilascio di garanzia

FOGLIO INFORMATIVO del 01/01/2010 Numero 6 aggiornato al 02/07/2013 Relativo al rilascio di garanzia FOGLIO INFORMATIVO del 01/01/2010 Numero 6 aggiornato al 02/07/2013 Relativo al rilascio di garanzia INFORMAZIONI SUL CONFIDI CONFIDI IMPRESE TOSCANE Società Cooperativa di garanzia collettiva dei fidi

Dettagli

Corporate Presentation

Corporate Presentation Corporate Presentation SACE BRESCIA 8 luglio 2015 1 Corporate Presentation Sosteniamo la competitività delle imprese SACE è una società del Gruppo Cdp attiva nell export credit, nell assicurazione del

Dettagli

Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione

Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione Allegato 3 fidejussione bancaria o polizza assicurativa REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO ATTIVITA PRODUTTIVE Finanziamento agevolato nell ambito dell Asse VII, Linea di Intervento 7.1.1.3 del P.O.R. F.E.S.R.

Dettagli

Corporate Presentation

Corporate Presentation Corporate Presentation SACE Roma, Aprile 2015 1 Corporate Presentation Sosteniamo la competitività delle imprese SACE è una società del Gruppo Cdp attiva nell export credit, nell assicurazione del credito,

Dettagli

SCONTO PRO-SOLUTO DEL CREDITO FORNITORE COPERTO DA POLIZZA SACE CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO

SCONTO PRO-SOLUTO DEL CREDITO FORNITORE COPERTO DA POLIZZA SACE CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO Pag. 1 / 6 Foglio Informativo FORNITORE COPERTO DA POLIZZA SACE CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO DESCRIZIONE SERVIZI COLLEGATI E ACCESSORI In generale, lo sconto è un contratto con il quale

Dettagli

Come coprire il rischio di credito con polizze assicurative

Come coprire il rischio di credito con polizze assicurative Come coprire il rischio di credito con polizze assicurative di Giampietro Garioni (*) e Jasmine Zahalka L approfondimento Coprire il rischio di credito nelle esportazioni con pagamento dilazionato (nel

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo TUTELE DAL RISCHIO DI INSOLVENZA DEI CREDITI EXPORT

Università degli Studi di Bergamo TUTELE DAL RISCHIO DI INSOLVENZA DEI CREDITI EXPORT Università degli Studi di Bergamo lezione 15 TUTELE DAL RISCHIO DI INSOLVENZA DEI CREDITI EXPORT LE GARANZIE BANCARIE 1 L E G A R A N Z I E B A N C A R I E lettere di garanzia (v. lettere di credito):

Dettagli

REGOLAMENTO N. 29 DEL 16 MARZO 2009. L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

REGOLAMENTO N. 29 DEL 16 MARZO 2009. L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 29 DEL 16 MARZO 2009 REGOLAMENTO CONCERNENTE LE ISTRUZIONI APPLICATIVE SULLA CLASSIFICAZIONE DEI RISCHI ALL INTERNO DEI RAMI DI ASSICURAZIONE AI SENSI DELL ARTICOLO 2 DEL DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

IL MUTUO. Che cos è. Come funziona

IL MUTUO. Che cos è. Come funziona IL MUTUO Che cos è Il mutuo è un finanziamento a medio-lungo termine, erogato da una banca o da altro intermediario finanziario autorizzato, rimborsabile attraverso pagamenti rateali secondo il piano di

Dettagli

UD1. Le assicurazioni legate al credito

UD1. Le assicurazioni legate al credito UD1 Le assicurazioni legate al credito UD1 Le assicurazioni legate al credito Acquisto di beni e servizi Quali esigenze di tutela si legano al momento dell acquisto del bene finanziato e quali sono le

Dettagli

DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI (Provvedimento di Banca d Italia 29 luglio 2009)

DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI (Provvedimento di Banca d Italia 29 luglio 2009) SEZIONE I - INFORMAZIONI SU UNIONFIDI Unionfidi Piemonte Società Cooperativa di garanzie collettiva fidi è un confidi intermediario finanziario vigilato iscritto, con provvedimento della Banca d Italia

Dettagli

SACE a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese italiane. Roma (ICE), 19 giugno 2014

SACE a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese italiane. Roma (ICE), 19 giugno 2014 SACE a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese italiane Roma (ICE), 19 giugno 2014 Sosteniamo la competitività delle imprese Offriamo soluzioni per la gestione integrale dei rischi commerciali

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DELLA MEDIAZIONE CREDITIZIA

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DELLA MEDIAZIONE CREDITIZIA FOGLIO INFORMATIVO Redatto secondo le indicazioni contenute nel Provvedimento del 29 Aprile 2005 dell'uic, nella Deliberazione del CICR del 4 marzo 2003, del Provvedimento della Banca d Italia del 25 luglio

Dettagli

CONTRATTO DI SCONTO DI CREDITI IVA

CONTRATTO DI SCONTO DI CREDITI IVA CONTRATTO DI SCONTO DI CREDITI IVA Tra - la società/ditta individuale (di seguito, per brevità: il Cedente), con sede in, P.IVA ; rappresentata ai fini del presente atto dal sig., C.F. e - la società Alma

Dettagli

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N.

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Fac simile FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Oggetto: Fidejussione a prima richiesta a favore di Finpiemonte S.p.A a garanzia della quota di contributo a fondo perduto a titolo di

Dettagli

REAL ESTATE FINANCE. Milano, 28 settembre 2013. A cura dell Avv. Stefano Padovani

REAL ESTATE FINANCE. Milano, 28 settembre 2013. A cura dell Avv. Stefano Padovani REAL ESTATE FINANCE Milano, 28 settembre 2013 A cura dell Avv. Stefano Padovani L Operazione Scopo: finanziamento dell acquisizione (l Acquisizione ) di immobili singoli o di portafogli di immobili gli

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FIDEIUSSIONE LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO

FOGLIO INFORMATIVO FIDEIUSSIONE LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO UNIFIDI Emilia Romagna soc. coop a r.l. Via Brugnoli, 6 40122 Bologna Tel. 051 6496800 Fax 051 0822010 www.unifidi.eu info@unfidi.eu Iscritta nell Elenco speciale degli Intermediari finanziari vigilati

Dettagli

SCONTO PRO-SOLUTO DI IMPEGNI DI PAGAMENTO SU CREDITI DOCUMENTARI

SCONTO PRO-SOLUTO DI IMPEGNI DI PAGAMENTO SU CREDITI DOCUMENTARI SCONTO PRO-SOLUTO DI IMPEGNI DI PAGAMENTO SU CREDITI DOCUMENTARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare FriulAdria S.p.A. Sede legale: Piazza XX Settembre 2, 33170 Pordenone Iscritta all Albo delle Banche

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO (Trasparenza delle operazioni di prestito e finanziamento D. Lgs. 1/9/1993 n.385-delibera CICR 4/3/2003) CREDITI DI FIRMA

FOGLIO INFORMATIVO (Trasparenza delle operazioni di prestito e finanziamento D. Lgs. 1/9/1993 n.385-delibera CICR 4/3/2003) CREDITI DI FIRMA Data: 31.05.2015 FOGLIO INFORMATIVO (Trasparenza delle operazioni di prestito e finanziamento D. Lgs. 1/9/1993 n.385-delibera CICR 4/3/2003) CREDITI DI FIRMA FINWORLD s.p.a. GARANZIE PROVVISORIE PER LA

Dettagli

Garanzia tipo 1 (Sviluppo Rurale)

Garanzia tipo 1 (Sviluppo Rurale) ALLEGATO 1 (Carta intestata della Banca/Assicurazione) Garanzia tipo 1 (Sviluppo Rurale) POLIZZA FIDEJUSSORIA/FIDEJUSSIONE BANCARIA PER L ANTICIPO DELL AIUTO PREVISTO DAL REG. CE N. 1698/2005, PER IL SOSTEGNO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Condizioni valide al 01/12/2012

Condizioni valide al 01/12/2012 1/5 INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio di Carrara S.p.A. Via Roma, 2-54033 Carrara Tel. centralino 05857661 Fax 0585776333 C.P. 367 Carrara Internet: www.gruppocarige.it - e-mail: crcarraraonline@crcarrara.it

Dettagli

Normativa sulla Trasparenza Bancaria. (T.U. Leggi Bancarie D.Lvo 385/93 e norme di attuazione)

Normativa sulla Trasparenza Bancaria. (T.U. Leggi Bancarie D.Lvo 385/93 e norme di attuazione) Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T.U. Leggi Bancarie D.Lvo 385/93 e norme di attuazione) G GARANZIE RICEVUTE FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA FOGLIO INFORMATIVO

Dettagli

Foglio informativo n. 406/002. Finanziamenti. Mutui a società di capitali e ad altri soggetti diversi dagli Enti Locali operanti nel settore pubblico:

Foglio informativo n. 406/002. Finanziamenti. Mutui a società di capitali e ad altri soggetti diversi dagli Enti Locali operanti nel settore pubblico: Foglio informativo n. 406/002. Finanziamenti. Mutui a società di capitali e ad altri soggetti diversi dagli Enti Locali operanti nel settore pubblico. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede

Dettagli

Smobilizzo pro soluto di lettere di credito export

Smobilizzo pro soluto di lettere di credito export Smobilizzo pro soluto di lettere di credito export , definizione L operazione prevede la ricezione di una lettera di credito EXPORT in favore del cliente esportatore italiano, con termine di pagamento

Dettagli

FINANZIAMENTI EURO E DIVISA

FINANZIAMENTI EURO E DIVISA FINANZIAMENTI EURO E DIVISA Norme sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (D.lgs 1/9/93 n. 385 Delibera CICR 4/3/03 Istruzioni di Vigilanza della Banca d Italia 29/7/2009)

Dettagli

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI Via Caldera, 21 20153 Mil ano DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI DISCIPLINATA DAL D.LGS. 385/1993 (TESTO UNICO BANCARIO) E

Dettagli

CONDIZIONI CONTRATTUALI

CONDIZIONI CONTRATTUALI CONDIZIONI CONTRATTUALI Contratto di capitalizzazione a premio unico e premi integrativi, con rivalutazione annuale del capitale assicurato (tariffa n 357) PARTE I - OGGETTO DEL CONTRATTO Articolo 1 -

Dettagli

Qualora un effetto cambiario fosse reso insoluto, parte della somma sarà addebitata al presentatore.

Qualora un effetto cambiario fosse reso insoluto, parte della somma sarà addebitata al presentatore. Pag. 1 / 5 Anticipi 6&217235262/872'(/&5(',72)251,725( &23(572'$32/,==$6$&(! &$5$77(5,67,&+((5,6&+,7,3,&,'(/6(59,=,2 DESCRIZIONE SERVIZI COLLEGATI E ACCESSORI In generale, lo sconto è un contratto con

Dettagli

PARTE PRIMA. 4. La Contraente fa parte di un gruppo? SI NO Se sì, specificare. 5. La Contraente controlla altre società? SI NO Se sì, specificare

PARTE PRIMA. 4. La Contraente fa parte di un gruppo? SI NO Se sì, specificare. 5. La Contraente controlla altre società? SI NO Se sì, specificare PARTE PRIMA Questo questionario e' un documento riservato sulla base del quale potra' essere emesso, su richiesta della Contraente ed a discrezione della societa' Assicuratrice, un contratto assicurativo

Dettagli

SEZIONE 2 CHE COS È LA LOCAZIONE FINANZIARIA DI BENI MOBILI STRUMENTALI

SEZIONE 2 CHE COS È LA LOCAZIONE FINANZIARIA DI BENI MOBILI STRUMENTALI LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO Denominazione: BCC LEASE SpA Sede Legale e Direzione Generale: Via Lucrezia Romana

Dettagli

TUTTE LE IMPRESE PER POTER OPERARE NECESSITANO DI FINANZIAMENTI SIA IN FASE DI COSTITUZIONE CHE IN FASE DI GESTIONE.

TUTTE LE IMPRESE PER POTER OPERARE NECESSITANO DI FINANZIAMENTI SIA IN FASE DI COSTITUZIONE CHE IN FASE DI GESTIONE. I FINANZIAMENTI TUTTE LE IMPRESE PER POTER OPERARE NECESSITANO DI FINANZIAMENTI SIA IN FASE DI COSTITUZIONE CHE IN FASE DI GESTIONE. IL FINANZIATORE È QUINDI COLUI CHE FORNISCE ALL IMPRESA I MEZZI NECESSARI(

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. MUTUO FINALIZZATO ASSISTITO DA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Contratto Capitale 5) Aggiornamento del 1 aprile 2007

FOGLIO INFORMATIVO. MUTUO FINALIZZATO ASSISTITO DA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Contratto Capitale 5) Aggiornamento del 1 aprile 2007 FOGLIO INFORMATIVO Mod.01/07 MUTUO FINALIZZATO ASSISTITO DA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Contratto Capitale 5) Aggiornamento del 1 aprile 2007 Sezione 1 - Informazioni sull Intermediario finanziario Denominazione

Dettagli

RILEVAZIONI CONTABILI DI SCONTO E INCASSO EFFETTI, RICEVUTE BANCARIE E FACTORING

RILEVAZIONI CONTABILI DI SCONTO E INCASSO EFFETTI, RICEVUTE BANCARIE E FACTORING RILEVAZIONI CONTABILI DI SCONTO E INCASSO EFFETTI, RICEVUTE BANCARIE E FACTORING L operazione di sconto cambiario Lo sconto cambiario rappresenta un operazione di smobilizzo dei crediti commerciali mediante

Dettagli

OIC 19: Debiti. Novara, 27 gennaio 2015. Lorenzo Gelmini

OIC 19: Debiti. Novara, 27 gennaio 2015. Lorenzo Gelmini OIC 19: Debiti Novara, 27 gennaio 2015 Lorenzo Gelmini Introduzione: gli obiettivi e l ambito del nuovo principio contabile o Riordino generale della tematica o Miglior coordinamento con gli altri principi

Dettagli

"LA GARANZIA COME LEVA DI SVILUPPO" Federico Bressan _ Responsabile Marche Ufficio di Pesaro SACE SPA

LA GARANZIA COME LEVA DI SVILUPPO Federico Bressan _ Responsabile Marche Ufficio di Pesaro SACE SPA "LA GARANZIA COME LEVA DI SVILUPPO" Federico Bressan _ Responsabile Marche Ufficio di Pesaro SACE SPA Il Gruppo SACE SACE è l Export Credit Agency italiana, parte del Gruppo CdP. SACE è attiva nell export

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING MATURITY PRO SOLUTO 12 ottobre 2015. Informazioni sulla Banca

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING MATURITY PRO SOLUTO 12 ottobre 2015. Informazioni sulla Banca FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING MATURITY PRO SOLUTO 12 ottobre 2015 Informazioni sulla Banca Banca Farmafactoring S.p.a. Sede legale e direzione generale: Via Domenichino, n 5 20149 Milano Numero

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO FARMACIE BT (breve termine) Aggiornato al 29/10/2015 PER CLIENTI NON CONSUMATORI

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO FARMACIE BT (breve termine) Aggiornato al 29/10/2015 PER CLIENTI NON CONSUMATORI FOGLIO INFORMATIVO MUTUO FARMACIE BT (breve termine) Aggiornato al 29/10/2015 PER CLIENTI NON CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA IFIS S.P.A. Sede Legale: via Terraglio 63-30174 Venezia Mestre Direzione

Dettagli

MODIFICAZIONI SOGGETTIVE DEL RAPPORTO OBBLIGATORIO.

MODIFICAZIONI SOGGETTIVE DEL RAPPORTO OBBLIGATORIO. 1 MODIFICAZIONI SOGGETTIVE DEL RAPPORTO OBBLIGATORIO. Fenomeni di mutamento della titolarità delle situazioni giuridiche soggettive facenti capo al rapporto obbligatorio: sub-ingresso di un soggetto nell

Dettagli

Indice sommario. Parte Prima Profili generali

Indice sommario. Parte Prima Profili generali Indice sommario Introduzione (di Vincenzo Cuffaro) XI Parte Prima Profili generali Capitolo I (di Antonio Di Biase) 3 Le disposizioni generali 1. La fideiussione: inquadramento generale. La «personalità»

Dettagli

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N.

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Modello 2 FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Oggetto: Fidejussione a prima richiesta a favore di Finpiemonte S.p.A a garanzia della quota di contributo a fondo perduto a titolo di

Dettagli

Contratto di capitalizzazione a premio unico con rivalutazione annua del capitale

Contratto di capitalizzazione a premio unico con rivalutazione annua del capitale Alleanza Assicurazioni S.p.A. appartenente al Gruppo Generali Contratto di capitalizzazione a premio unico con rivalutazione annua del capitale Condizioni Contrattuali Regolamento Gestione interna separata

Dettagli

Società Cooperativa per

Società Cooperativa per FOGLIO INFORMATIVO RIGUARDANTE L EMISSIONE DI ATTI O GARANZIE FIDEIUSSORIE IIIUUINFORMAZIONI SULLA BAN INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO UNIONCOOPFIDI S.C.P.A Via Lima 7, 00198 Roma (RM) Sede amministrativa:

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A PRIVATI PER UNITA DA DIPORTO

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A PRIVATI PER UNITA DA DIPORTO FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A PRIVATI PER UNITA DA DIPORTO LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO Sezione 1 - Informazioni su SARDALEASING S.p.A.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di ANTICIPAZIONI SU CREDITI E/O FATTURE

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di ANTICIPAZIONI SU CREDITI E/O FATTURE INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di ANTICIPAZIONI SU CREDITI E/O FATTURE Banca dell Alta Murgia Credito Cooperativo Soc. Coop. Piazza Zanardelli, 16 70022 Altamura (BA)

Dettagli

LEZIONE 30 ottobre 2013

LEZIONE 30 ottobre 2013 1 LEZIONE 30 ottobre 2013 FACTORING NOZIONE > è il contratto in forza del quale il factor (cessionario), solitamente un impresa, si impegna ad acquistare da un imprenditore, per un certo periodo (cedente

Dettagli

STRUMENTO DESCRIZIONE ASPETTI BANCARI ASPETTI FISCALI

STRUMENTO DESCRIZIONE ASPETTI BANCARI ASPETTI FISCALI Mutuo ( a medio/lungo termine, utilizzato per gli investimenti di immobilizzazioni) È un per immobilizzazioni, come l acquisto, la costruzione o la ristrutturazione di immobili, impianti e macchinari.

Dettagli

Bongini,Di Battista, Nieri, Patarnello, Il sistema finanziario, Il Mulino 2004 Capitolo 2. I contratti finanziari. Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI

Bongini,Di Battista, Nieri, Patarnello, Il sistema finanziario, Il Mulino 2004 Capitolo 2. I contratti finanziari. Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI 1 Indice Definizione di contratto finanziario Contratti finanziari bilaterali e multilaterali Contratto di debito Contratto di partecipazione Contratto assicurativo Contratto

Dettagli

la banca italiana per l impresa CONVEGNO APIVERONA Finanza per le PMI : Come perché cedere i crediti nel 2011

la banca italiana per l impresa CONVEGNO APIVERONA Finanza per le PMI : Come perché cedere i crediti nel 2011 la banca italiana per l impresa CONVEGNO APIVERONA Finanza per le PMI : Come perché cedere i crediti nel 2011 Febbraio 2011 Finanza a supporto della crescita delle PMI Finanza a breve termine La capacità

Dettagli

Foglio Informativo LOCAZIONE FINANZIARIA (LEASING) IMMOBILIARE

Foglio Informativo LOCAZIONE FINANZIARIA (LEASING) IMMOBILIARE Foglio informativo n. 1/2011 Data ultimo aggiornamento: 01 Aprile 2011 Informazioni sull intermediario Foglio Informativo LOCAZIONE FINANZIARIA (LEASING) IMMOBILIARE Denominazione sociale: Cred.it Società

Dettagli

Le auto-cartolarizzazioni

Le auto-cartolarizzazioni Le auto-cartolarizzazioni Esame delle principali strutture contrattuali Avv. Marco Zechini Indice q L'auto-cartolarizzazione: struttura ed esempio q I principali soggetti coinvolti q Principali strutture

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO GARANZIE RICEVUTE INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO

FOGLIO INFORMATIVO GARANZIE RICEVUTE INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CENTROMARCA BANCA CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa - Iscritta all albo delle Società Cooperative n. A166229 Sede legale: via D. Alighieri, 2-31022 Preganziol (TV) Tel: 0422/6316

Dettagli

Si precisa che il cliente, che si avvale dell offerta fuori sede, non è tenuto a riconoscere al soggetto incaricato alcun costo od onere aggiuntivo.

Si precisa che il cliente, che si avvale dell offerta fuori sede, non è tenuto a riconoscere al soggetto incaricato alcun costo od onere aggiuntivo. DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI (Le condizioni di seguito pubblicizzate non costituiscono offerta al pubblico a norma dell'art. 1336 del Codice Civile)

Dettagli

Ministero del Tesoro DIREZIONE GENERALE DEL TESORO SERVIZIO V - ANTIRICICLAGGIO, CONTENZIOSO E VALUTARIO

Ministero del Tesoro DIREZIONE GENERALE DEL TESORO SERVIZIO V - ANTIRICICLAGGIO, CONTENZIOSO E VALUTARIO Ministero del Tesoro DIREZIONE GENERALE DEL TESORO SERVIZIO V - ANTIRICICLAGGIO, CONTENZIOSO E VALUTARIO Comitato Legge n 197/1991 SEDUTA DEL 27.3.1996 PARERE N 35 OGGETTO: quesito: se l attività di emissione

Dettagli