Giovedì 21 maggio. Sala Kufra. 14:00 14:30 SESSIONE di APERtURA Saluti di Benvenuto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giovedì 21 maggio. Sala Kufra. 14:00 14:30 SESSIONE di APERtURA Saluti di Benvenuto"

Transcript

1 Giovedì 21 maggio 14:00 14:30 SESSIONE di APERtURA Saluti di Benvenuto 14:30 15:30 C01 SESSIONE COMUNICAzIONI 01 Moderatore: M. Maestri (Pavia) 14:30 C01.1 EMORROIDECTOMIA SECONDO MILLIGAN-MORGAN VERSUS EMORROIDOPESSI SECONDO LONGO: RISULTATI A LUNGO TERMINE Mascio M., Colozzi S., Della Penna A., Sista F., Di Furia M., Salvatorelli A.*, Leardi S., Amicucci G. (L Aquila) 14:38 C01.2 IL RUOLO DELLA LAPAROSCOPIA NEL TRATTAMENTO CHIRURGICO DEI GIST Assirati G.*, Gerunda G.E., Gelmini R. (Modena) 14:46 C01.3 LA CHIRURGIA DEL TUMORE GASTRICO NEI PAZIENTI OTTANTENNI Casella F.* [1], Sansonetti A. [2], De Manzoni G. [1], Zanoni A. [3], Milazzo F. [2], Mattia S. [2], Santucci E. [2], Rago T. [2], Verzaro R. [2] ( [1] Verona, [2] Roma, [3] Rovereto) 14:54 C01.4 LA FISTOLA PANCREATICA CLINICAMENTE SIGNIFICATIVA: FATTORI DI RISCHIO E STRATEGIE CHIRURGICHE Pulvirenti A.*, Allegrini V., Miotto M., Ramera M., Damoli I., Bassi C. (Verona) 15:02 C01.5 TRATTAMENTO CHIRURGICO DELLA MALATTIA DI CROHN NELL ERA BIOLOGICA: RUOLO DELL APPROCCIO MININVASIVO E SUE INDICAZIONI Livera D.*, Mannino M., Sofia M., Latteri S., Randazzo V., Privitera A.C., Russello D. (Catania) 15:10 C01.6 L EVOLUZIONE DEL TRATTAMENTO CHIRURGICO PER LE CISTI DA ECHINOCOCCOSI EPATICA IN 312 CASI RACCOLTI IN AREA ENDEMICA Di Marco F.*, Pesce A., Puleo S., Li Destri G., Portale T.R., Nigro L., La Greca G. (Catania) 15:18 C01.7 CASO CLINICO SULL EMMORRAGIA TARDIVA DALL ANASTOMOSI BILIO-DIGESTIVA DOPO DUODENOCEFALOPANCREASECTOMIA E REVIEW DELLA LETTERATURA Quero G*., Alfieri S., Doglietto G.G. (Roma)

2 Giovedì 21 maggio 15:30 16:30 CS1 SESSIONE COMUNICAzIONI SElEzIONAtE 1 Moderatore: A. Ambrosi (Foggia) 15:30 CS1.1 VALUTAZIONE DELL IMPATTO DI UN PROGRAMMA ERAS (ENHANCED RECOVERY AFTER SURGERY) SU OUTCOME CLINICO E COSTI DIRETTI IN CHIRURGIA COLO-RETTALE ELETTIVA LAPAROSCOPICA E APERTA Targa S.*, Portinari M., Ascanelli S., Dos Santos E., Vagnoni E., Camerani S., Verri M., Volta C.A., Liboni A., Feo C.V. (Ferrara) Discussant: M. Legnini (Chieti) 15:45 CS1.2 LESIONI DEI DOTTI BILIARI IN CORSO DI COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA SENZA COLANGIOGRAFIA INTRAOPERATORIA: UNO STUDIO RETROSPETTIVO SU 1100 PAZIENTI SELEZIONATI Di Marco F.*, Pesce A., Portale T.R., Puleo S., Li Destri G., Scilletta R., Minutolo V. (Catania) Discussant: R. Spisni (Pisa) 16:00 CS1.3 INCIDENCE, RISK FACTORS, TREATMENT AND OUTCOME OF POST PANCREATICODUODENECTOMY BILIARY FISTULA Andrianello S.*, Landoni L., Picardi E., Malleo G., Mascetta G., Mansueto G., Salvia R., Bassi C. (Verona) Discussant: P. Sileri (Roma) 16:15 16:30 tatme: FIlMAtO di tecnica CHIRURGICA Moderatore: P. Sileri (Roma) Relatore: S. Quaresima (Roma) 16:30 17:00 lettura l UNIVERSItà Al CENtRO di UNA FORMAzIONE CHE SI territorializza Moderatore: A.L. Gaspari (Ancona) Relatore: C. Marmorale (Ancona)

3 Giovedì 21 maggio 17:00 17:40 C02 SESSIONE COMUNICAzIONI 02 Moderatore: L. Roncoroni (Parma) 17:00 C02.1 CARCINOMA SARCOMATOIDE DEL POLMONE: UNA RARA CAUSA D INVAGINAZIONE INTESTINALE Romano A.*, Grassia M., Esposito G., Rossetti A.R.R. (Napoli) 17:08 C02.2 NEGATIVE DRAIN AMYLASE ASSAY AFTER PANCREATODUODENECTOMY (PD) DOES NOT MEAN ABSENCE OF PANCREATIC FISTULA: COMPLEMENTARY ROLE OF C-REACTIVE PROTEIN Angiolini M.R.*, Capretti G., Gavazzi F., Ridolfi C., Montorsi M., Zerbi A. (Rozzano) 17:16 C02.3 STUDIO PROSPETTICO MONOCENTRICO NON RANDOMIZZATO DI CONFRONTO TRA PANCREASECTOMIA DISTALE LAPAROSCOPICA E ROBOTICA Damoli I.*, Ramera M., Marchegiani G., Pulvirenti A., Allegrini V., Andrianello S., Butturini G., Marrano E., Bassi C. (Negrar) 17:24 C02.4 TUMORI MESENCHIMALI NELL ADULTO: TRA LA RARITÀ E LA NECESSITÀ DI TRATTAMENTO NELLE LESIONI BENIGNE Percario R.*, Pagliaricci L., Simo D., Antonopulos C., Bellobono M., Innocenti P. (Chieti - Pescara) 17:32 C02.5 LA COLECISTOSTOMIA PER IL TRATTAMENTO DELLA COLECISTITE ACUTA NEI PAZIENTI AD ELEVATO RISCHIO CHIRURGICO: LA NOSTRA ESPERIENZA E REVISIONE DELLA LETTERATURA Borello A.*, Ferrarese A.G., Solej M., Franchi E., Bullano A., Colli F., Martino V., Nano M. (Torino)

4 Giovedì 21 maggio Sala Geranio 14:30 15:20 C03 SESSIONE COMUNICAzIONI 03 Moderatore: P. Gentileschi (Roma) 14:30 C03.1 APPENDICECTOMIA LAPAROSCOPICA: COST-EFFETTIVENESS DELLA LEARNING CURVE Paratore F.*, Crescentini G., Palini G.M., Dinatale G., Nardi M., Francioni G. (Rimini) 14:38 C03.2 COLECISTECTOMIA LAPAROSCOPICA IN URGENZA: LO SPECIALIZZANDO È PIÙ SICURO? Paratore F., Crescentini G.*, Nardi M., Dinatale G., Palini G.M., Francioni G. (Rimini) 14:46 C03.3 RUOLO DEL NEUTROPHYL-TO-LYMPHOCYTE RATIO, PLATELET-TO- LYMPHOCYTE RATIO E DELL ALANINA AMINOTRASFERASI NEI PAZIENTI CON PATOLOGIA APPENDICOLARE ACUTA Barone M.*, Di Resta V., Di Gioia A., Nuzzo N., Prioletta M., Mucilli F., Di Nuzzo D., Cipollone G. (Chieti) 14:54 C03.4 DIFFERENZA TRA DIAMETRI RADIOLOGICO E ISTOLOGICO NEI TUMORI NEUROENDOCRINI PANCREATICI: STUDIO RETROSPETTIVO SU 199 PAZIENTI Miotto M.*, Malpaga A., Impellizzeri H., Cingarlini S., Manfredi R., Zamboni G., Capelli P., Marchegiani G., Landoni L., Bassi C., Butturini G. (Verona) 15:02 C03.5 SINDROME MEDIASTINICO RENALE UNA RARA MANIFESTAZIONE DELLA GRANULOMATOSI DI WEGENER Nuzzo N., Barone M.*, Di Resta V., Maggi B., Di Gioia A., Cipollone G., Di Nuzzo D., Guetti L., Mucilli F. (Chieti) 15:10 C03.6 PERFORAZIONE DUODENALE MISCONOSCIUTA DOPO COLECISTECTOMIA Nuzzo N., Barone M.*, Di Resta V., Maggi B., Di Gioia A., Cipollone G., Di Nuzzo D., Merigo G. (Brescia)

5 Giovedì 21 maggio Sala Geranio 17:00 17:50 C04 SESSIONE COMUNICAzIONI 04 Moderatore: G. Amicucci (L Aquila) 17:00 C04.1 CASE REPORT: SINDROME DI WILKIE O SINDROME DELL ARTERIA MESENTERICA SUPERIORE Di Marco F.* (Catania) 17:08 C04.2 FATTORI PREDITTIVI DI COMPLICANZE CHIRURGICHE IN PAZIENTI CON DIVERTICOLITE ACUTA COMPLICATA Di Resta V., Barone M., Di Gioia A.*, Nuzzo N., Prioletta M., Cipollone G., Di Nuzzo D., Mucilli F. (Chieti) 17:16 C04.3 SCHWANNOMA PELVICO TRATTATO CON LA LAPAROSCOPIA: CASE-REPORT E REVISIONE DELLA LETTERATURA Colozzi S., Mascio M., Della Penna A., Di Furia M.*, Sista F., Salvatorelli A., Clementi M., Amicucci G. (L Aquila) 17:24 C04.4 ASCESSO TIROIDEO POST FNAB TRATTATO EFFICACEMENTE CON TERAPIA MEDICA. CASE REPORT E REVISIONE DELLA LETTERATURA Canistro G., Lapolla F., Ambrosi A., Neri V., Iadarola R.* (Foggia) 17:32 C04.5 METASTASI PANCREATICHE DA CARCINOMA RENALE POSITIVE ALLA 68GA DOTATOC PET/TC - CASE REPORT Miotto M.*, Allegrini V., Pulvirenti A., Marchegiani G., Bassi C., Butturini G. (Verona) 17:40 C04.6 L ANGIOGRAFIA CON VERDE DI INDOCIANINA COME CONTROLLO DI QUALITA NEGLI INTERVENTI DI RIVASCOLARIZZAZIONE PERIFERICA Bossi M.*, Tadiello M., Guttadauro C., Negri S., Ferrario M., Tozzi M., Piffaretti G., Castelli P. (Varese)

6 Venerdì 22 maggio 09:00 09:30 HIGHlIGHtS l IMPEGNO dei GIOVANI RICERCAtORI ItAlIANI E I FINANzIAMENtI PER la RICERCA Moderatore: E. De Antoni (Roma) Relatori: A. Barbarisi (Napoli), F. Perrone (Roma) 09:30 10:30 C05 SESSIONE COMUNICAzIONI 05 Moderatore: E. De Antoni (Roma) 09:30 C05.1 IL TRAINING ENDOCOPICO NELLA FORMAZIONE DEL GIOVANE CHIRURGO Pagliaricci L.*, Simo D., Antonopulos C., Curti R., La Pergola A., Percario R., Rossi S., Cotellese R., D Urbano G., Papa G., Cotellese R., Innocenti P. (Chieti) 09:38 C05.2 AGOBIOPSIA TRANSTORACICA PER NODULO POLMONARE INDETERMINATO: CONFRONTO TRA TECNICA CONE BEAM CT-GUIDATA E CT-FLUOROSCOPICA- GUIDATA Calussi M.*, Nardecchia E., Cattoni M., Sambucci D., Castiglioni M., Tornese D., Rotolo N., Dominioni L., Imperatori A. (Varese) 09:46 C05.3 DISSEZIONE ILIACA ISOLATA: UNA STORIA FAMILIARE Montelione N.*, Mansour W., Pranteda C., Paciaroni E., Menna D., Speziale F. (Roma) 09:54 C05.4 LA COLD SURGERY NELLA MIOMECTOMIA: L IMPORTANZA DELLA PSEUDOCAPSULA NELL APPROCCIO MININVASIVO Favilli A.*, Gerli S. (Perugia) 10:02 C05.5 COMPLICANZE LINFATICHE IN CHIRURGIA: POSSIBILITA DI PREVENZIONE ED OPZIONI TERAPEUTICHE Campisi C., Boccardo F., Molinari L., Spinaci S.*, Dessalvi S., Campisi C.C. (Genova) 10:10 C05.6 MILZA INTRAPANCREATICA: DUE CASI DI ERRATA DIAGNOSI CONFERMANO LE DIFFICOLTÀ DIAGNOSTICHE E DECISIONALI Maccatrozzo P.*, Massani M., Morana G., Rossi S., Bassi N. (Treviso)

7 Venerdì 22 maggio 10:18 C05.7 PARTIRE DALL ANATOMIA PER ARRIVARE ALLA CHIRURGIA: L IMPORTANZA DELLO STUDIO E DELLA DISSEZIONE SU CADAVERE PER IL CHIRURGO IN FORMAZIONE Rossi S.*, Simo D., Antonopulos C., Pagliaricci L., Percario R., Papa G., Bellobono M., D Urbano G., Innocenti P. (Chieti) 10:30 11:00 lettura le PERItONItI CHIlOSE Introduce: A.L. Gaspari (Roma) Relatore: C. Campisi (Genova) 11:00 12:00 C06 SESSIONE COMUNICAzIONI 06 Moderatore: G.E. Gerunda (Modena) 11:00 C06.1 ADENOCARCINOMA INVASIVO INSORTO SU POUCH ILEO-ANALE PER RCU: PRESENTAZIONE DI UN CASO CLINICO Caporilli D.*, Coluzzi M., Levi Sandri G.B., Pronio A., Chiara M. (Roma) 11:08 C06.2 DELIRIUM POST OPERATORIO IN CHIRURGIA D URGENZA: PERIODO DI SORVEGLIANZA DI 6 MESI Nita G.E.*, Ceresoli M., Giulii Capponi M., Coccolini F., Bresciani A., Ansaloni L. (Bergamo) 11:16 C06.3 CHILOPERITONEO: ASPETTI DIAGNOSTICI E TERAPEUTICI Dessalvi S., Molinari L., Spinaci S.*, Campisi C.C., Boccardo F., Campisi C. (Genova) 11:24 C06.4 AUTOTRAPIANTO DOPO CORREZIONE EX VIVO DI ANEURISMI DELL ARTERIA RENALE - ANALISI DI TRE CASI Pozza G., Di Giunta M., Vallese L., Liistro L., Giunta G., Di Bella C.*, Silvestre C., Furian L., Morelli I., Grego F., Rigotti P. (Padova)

8 Venerdì 22 maggio 11:32 C06.5 COMPLICANZE NEUROLOGICHE DOPO TRAPIANTO DI FEGATO COME CONSEGUENZA DELLA TERAPIA IMMUNOSOPPRESSIVA: ANALISI UNIVARIATA E MULTIVARIATA DEI FATTORI DI RISCHIO Bronzoni C.*, Rompianesi G., Gerunda G.E., Gelmini R. (Modena) 11:40 C06.6 TRAPIANTO DI FEGATO DA DONATORI DOPO MORTE CARDIACA (DCD) E DOPO MORTE CEREBRALE (DBD): RISULTATI A BREVE E LUNGO TERMINE Rompianesi G.*, Gerunda G.E., Gelmini R. (Modena) 11:48 C06.7 INTERVISTA SULLA SODDISFAZIONE DEGLI SPECIALIZZANDI IN CHIRURGIA GENERALE: RISULTATI E PROPOSTE ALLA LUCE DELLE MODIFICHE MINISTERIALI E DEL CONCORSO D AMMISSIONE NAZIONALE De Troia A.* [1], Lapolla F. [2] ( [1] Ferrara, [2] Foggia) 12:00 12:45 CS2 SESSIONE COMUNICAzIONI SElEzIONAtE 2 Moderatore: N. Portolani (Brescia) 12:00 CS2.1 CHIRURGIA RADIOGUIDATA DELLE PARATIROIDI Pecchini F.*, Catellani B., Benati M., Gerunda G.E., Gelmini R. (Modena) Discussant: L. Roncoroni (Parma) 12:15 CS2.2 TIMECTOMIA VIDEO-ASSISTITA CON ACCESSO COSMETICO INFRA-MAMMARIO E STERNOTOMIA MEDIANA: ANALISI E RISULTATI CLINICI DI 197 PAZIENTI CON MIASTENIA GRAVIS SOTTOPOSTI A TIMECTOMIA Petracca Ciavarella L., Chiappetta M., Siciliani A., Nachira D., Romano R., Pastina M., Mastromarino M.G.*, Ferretti G., Granone P. (Roma) Discussant: P. Gentileschi (Roma) 12:30 CS2.3 FATTORI DI RISCHIO DI RECIDIVA POSTOPERATORIA DOPO TRATTAMENTO VATS DI PNEUMOTORACE Sambucci D.*, Nardecchia E., Di Natale D., Calussi M., Cattoni M., Bardelli L., Rotolo N., Dominioni L., Imperatori A. (Varese) Discussant: S. Margaritora (Roma)

9 Venerdì 22 maggio 14:30 15:00 lettura INCIdENtI OPERAtORI IN CHIRURGIA laparoscopica del COlON Introduce: A.L. Gaspari (Roma) Relatore: N. De Manzini (Trieste) 15:00 15:30 HIGHlIGHtS FUtURO PROFESSIONAlE: PUbblICO, PRIVAtO O EStERO Moderatore: A. Redler (Roma) Relatori: N. Di Lorenzo (Roma), M. Monti (Roma), G. Sica (Roma) 15:30 17:00 tavola ROtONdA la NUOVA SCUOlA di SPECIAlIzzAzIONE IN CHIRURGIA GENERAlE Moderatore: G. Petrella (Roma) Relatori: M.A. Cannizzaro (Catania), N. Di Lorenzo (Roma), D. Foschi (Milano), A.L. Gaspari (Roma), P. Innocenti (Chieti), A. Liboni (Ferrara)

10 Venerdì 22 maggio Sala Geranio 09:30 10:30 C07 SESSIONE COMUNICAzIONI 07 Moderatore: M. Gioffrè Florio (Messina) 09:30 C07.1 IL RUOLO DELL AGOASPIRATO TRANSBRONCHIALE ECO-GUIDATO NELLA DIAGNOSI DELLE LINFOADENOPATIE ILO-MEDIASTINICHE INDETERMINATE: ESPERIENZA DI UN SINGOLO CENTRO Cattoni M.*, Nardecchia E., Castiglioni M., Bardelli L., Calussi M., Sambucci D., Rotolo N., Dominioni L., Imperatori A. (Varese) 09:38 C07.2 UTILIZZO DI RETE BIOLOGICA PORCINA PERMACOLO NELLA RICOSTRUZIONE DELLA PARETE TORACICA: NOSTRA INIZIALE ESPERIENZA Di Gioia A.*, Maggi B., Prioletta M., Nuzzo N., Barone M., Di Resta V., Camplese P., Mucilli F. (Chieti) 09:46 C07.3 IMPATTO EMODINAMICO DI UNA SUTURA RIASSORBIBILE VS NON RIASSORBIBILE NEL CONFEZIONAMENTO DI FAV Malvicini E.*, Occhionorelli S., Miccoli T. (Ferrara) 09:54 C07.4 WHAT HAS CHANGED IN CLINICAL FEATURES AT DIAGNOSIS, TREATMENT AND SURVIVAL OF HEPATOCELLULAR CARCINOMA IN THE LAST YEARS: A POPULATION-BASED STUDY IN A SOUTH EUROPE COUNTRY Molfino S.*, Donato F., Raffetti E., Baiocchi G.L., Limina R.M., Gheza F., Portolani N. (Brescia) 10:02 C07.5 RISULTATI A LUNGO TERMINE DOPO RE-INTERVENTO NEI PAZIENTI CON ENDOPROTESI AORTICA ADDOMINALE. LA ROTTURA È PREVEDIBILE? Fiorucci B.*, Isernia G., Simonte G., Farchioni L., Loschi D., Pelliccia S., Verzini F. (Perugia) 10:10 C07.6 SU DI UN CASO DI BLEB AORTICO: CHIRURGIA TRADIZIONALE O ENDOVASCOLARE? Di Marco E.*, Farchione S., Sbenaglia G., Fidanza R.C., Ventura M. (L Aquila) 10:18 C07.7 TRATTAMENTO ENDOVASCOLARE DEGLI ANEURISMI ILIACI RICORRENTI DOPO RICOSTRUZIONE AORTO-BISILIACA: SIDE BRANCH ILIACA CON ACCESSO ASCELLARE Isernia G.* [2], Simonte G. [2], Parlani G. [2], Fiorucci B. [1], Ferrer C. [2], Cieri E. [2], Verzini F. [2], Lenti M. [2] ( [1] Roma, [2] Perugia)

11 Venerdì 22 maggio Sala Geranio 11:00 11:50 C08 SESSIONE COMUNICAzIONI 08 Moderatore: D. Foschi (Milano) 11:00 C08.1 LA CHIRURGIA BARIATRICA TRA BENDAGGIO GASTRICO LAPAROSCOPICO E SLEEVE GASTRECTOMY. LA NOSTRA ESPERIENZA D Urbano G.*, Simo D., Antonopulos C., Pagliaricci L., Percario R., Bellobono M., Rossi S., Papa G., Innocenti P., Cotellese R. (Chieti) 11:08 C08.2 LE MEDICAZIONI CON SISTEMI A PRESSIONE NEGATIVA NELLE FERITE DIFFICILI Piccione F. [1], Cecilia E.M.* [1], Guerrucci D. [2], Cardelli M. [2], Amicucci G. [1] ( [1] L Aquila, [2] Giulianova) 11:16 C08.3 PLATELET-GEL AND BONE MARROW-DERIVED MESENCHYMAL STROMAL CELLS IMPLANTED ON A COLLAGEN SCAFFOLD: A NEW FRONTIER IN COMPLEX VENTRAL HERNIA REPAIR Palini G.M. [2], Nardi M.* [2], Morganti L. [1], Carcoforo P. [1], Francioni G. [2] ( [1] Ferrara, [2] Rimini) 11:24 C08.4 L IPOACUSIA SENSORIALE ACUTA. UNA RARA COMPLICANZA DELLA SLEEVE GASTRECTOMY VLS De Sena G.*, Scalera G., Sergio R., Capuozzo V., Ciorra F.R., Giordano G., Cirillo L., Barbarisi A. (Napoli) 11:32 C08.5 LA CHIRURGIA DI REVISIONE DOPO BENDAGGIO GASTRICO. RISULTATI DELLA CONVERSIONE A SLEEVE GASTRECTOMY IN UN UNICO TEMPO Arcudi C.*, Angelucci G.P., De Luca E., D Eletto M., Di Paola M., Vita S., Gaspari A.L. (Roma)

12 Sabato 23 maggio 09:00 10:00 C09 SESSIONE COMUNICAzIONI 09 Moderatore: G. Modica (Palermo) 09:00 C09.1 COMPLICAZIONI DELLA MALATTIA DIVERTICOLARE: TRATTAMENTO CHIRURGICO LAPAROSCOPICO Marino S.* (Ferrara) 09:08 C09.2 RENDEZ-VOUS:IL TRATTAMENTO COMBINATO ENDOLAPAROSCOPICO DELLA LITIASI COLECISTO-COLEDOCICA Karpathiotakis M.*, Russo G., De Angelis R., Manetti G., Vitale M.A., Perri S.G., Meli L., Zarba Meli E., La Cava M. (Roma) 09:16 C09.3 RESEZIONE INTERSFINTERICA ROBOT-ASSISTITA PER CARCINOMA DEL RETTO BASSO: ESPERIENZA DI UN SINGOLO CENTRO Simo D.* [1], Luca F. [2], Pagliaricci L. [1], Antonopulos C. [1], Percario R. [1], Rossi S. [1], Bellobono M. [1], D Urbano G. [1], Papa G. [1], Innocenti P. [1] ( [1] Chieti, [2] Milano) 09:24 C09.5 IL TRATTAMENTO LAPAROSCOPICO DELLE ERNIE INCISIONALI IN URGENZA Russo G.*, Karpathiotakis M., Manetti G., Meli L., Zarba Meli E., Perri G.S., De Angelis R. (Roma) 09:32 C09.6 ENDOMETRIOSI RETROPERITONEALE IN UNA DONNA IN ETÀ POST- MENOPAUSALE DETERMINANTE DOLORE ADDOMINALE E TROMBOSI VENOSA PROFONDA GIUNTA ALL ATTENZIONE DEL CHIRURGO GENERALE: CASE REPORT E REVIEW DELLA LETTERATURA Panaccio P., Antonopulos C.*, Pagliaricci L., Simo D., Percario R., Rossi S., D Urbano G., Bellobono M., Cotellese R., Innocenti P. (Chieti) 09:40 C09.7 TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL RENE GRINZO IN ETA PEDIATRICA: NEFRECTOMIA LAPAROSCOPICA Catellani B.*, Pecchini F., Gerunda G.E., Gelmini R. (Modena)

13 Sabato 23 maggio 10:00 10:30 HIGHlIGHtS CARRIERA CHIRURGICA UNIVERSItARIA E OSPEdAlIERA A CONFRONtO Moderatore: M. Nano (Torino) Relatori: A.L. Gaspari (Roma), G.B. Grassi (Roma) 10:30 11:30 CS3 SESSIONE COMUNICAzIONI SElEzIONAtE 3 Moderatore: M. Nano (Torino) 10:30 CS3.1 IL ROBOT DA VINCI IN CHIRURGIA COLORETTALE: ANALISI TRA TECNICA LAPAROSCOPICA E ROBOTICA NELL ESPERIENZA DI UN SINGOLO CENTRO Catto Ronchino J.*, Borin S., Amboldi M., Lillo E., Rusconi A., Lenisa L., Megevand J. (Milano) Discussant: G. Sammarco (Catanzaro) 10:45 CS3.2 LINFONODO SENTINELLA NEI PAZIENTI CON CARCINOMA MAMMARIO CON METODO OSNA:VALUTAZIONE DEL CUT-OFF PER L IDENTIFICAZIONE DEI PAZIENTI CANDIDABILI ALLA DISSEZIONE DEL CAVO ASCELLARE Pertusati A.*, Bestetti A., Castiglioni S., Ferrari A., Danesini G.M., Nosenzo M.A., Orefice S., Rovini D., Rossi B., Raina A., Megevand J. (Milano) Discussant: N. Di Lorenzo (Roma) 11:00 CS3.3 NANOPARTICELLE SUPERPARAMAGNETICHE FUNZIONALIZZATE CON ANTI- MADCAM-1 NELL INDIVIDUAZIONE DEI FOCOLAI INFIAMMATORI INTESTINALI NELLA COLITE ACUTA SPERIMENTALE Sorrentino L.*, Sampietro G.M., Truffi M., Corsi F., Foschi D. (Milano) Discussant: D. Lombardi (Salerno)

14 Sabato 23 maggio 11:30 12:30 C10 SESSIONE COMUNICAzIONI 10 Moderatore: G. Pansini (Ferrara) 11:30 C10.1 COESISTENZA DI TUMORE SOLIDO PSEUDOPAPILLARE E TUMORE NEUROENDOCRINO DEL PANCREAS IN GIOVANE DONNA Allegrini V.*, Pulvirenti A., Miotto M., Paiella S., Ramera M., Butturini G., Salvia R., Bassi C. (Verona) 11:38 C10.2 DISCORDANCE BETWEEN PERIOPERATIVE ANTIBIOTIC TREATMENT AND WOUND INFECTION CULTURES IN PATIENTS UNDERGOING PANCREATICODUODENECTOMY: A MULTICENTER 5-YEAR STUDY De Pastena M.*, Marchegiani G., Malleo G., Bassi C. (Verona) 11:46 C10.3 IL RUOLO DELLA MANOMETRIA ESOFAGEA AD ALTA RISOLUZIONE NELLA DIAGNOSI DEL LEIOMIOMA ESOFAGEO Grassia M.*, Romano A., Rossetti A.R.R., Esposito G. (Napoli) 11:54 C10.4 VALUTAZIONE AGGIUSTATA MEDIANTE PROPENSITY SCORE DEL TRATTAMENTO CHIRURGICO DEI CARCINOIDI PRIMITIVI DELL APPENDICE Ciarrocchi A.*, Pietroletti R., Carlei F., Necozione S., Amicucci G. (L Aquila) 12:02 C10.5 VARIAZIONI DEL METABOLISMO GLUCIDICO POST GASTRECTOMIA TOTALE E ANSA A Y SEC. ROUX PER CANCRO GASTRICO Esposito G.*, Romano A., Grassia M., Rossetti A.R.R., Rossetti G. (Napoli) 12:10 C10.6 SINDROME POST SIGMOIDECTOMIA PER MALATTIA DIVERTICOLARE: ENTITÀ DEL PROBLEMA Ceglar S.*, Pasquali A., Turoldo A., De Manzini N. (Trieste) 12:18 C10.7 I CARCINOMI COLORETTALI T4 SONO ANCORA UNA CONTROINDICAZIONE PER LA CHIRURGIA LAPAROSCOPICA? Bellio G.*, Lo Cicero A., Barbieri V., Casagranda B., De Manzini N. (Trieste)

15 Sabato 23 maggio Sala Geranio 11:30 12:40 C11 SESSIONE COMUNICAzIONI 11 Moderatore: G. Noya (Perugia) 11:30 C11.1 INTERVENTO DI EMICOLECTOMIA DESTRA COME TRAINING MODEL NEL CONTESTO DEL PROGRAMMA DI CHIRURGIA ROBOTICA DELLA NOSTRA SCUOLA. ANALISI DEI PRIMI 20 CASI Lapergola A.*, Raimondi P., Caldaralo F., Cichella A., Cieri M., Cotellese R., Innocenti P. (Chieti) 11:38 C11.2 USO DI PROTESI TRADIZIONALE VS PARIETEX PROGRIP NELL ERNIOPLASTICA SECONDO LICHTENSTEIN: UNO STUDIO COMPARATIVO Bernardi L.*, Tarchi P., Cosola D., Troian M., Germani P., De Manzini N. (Trieste) 11:46 C11.3 IL TRATTAMENTO DELLA SINDROME COMPARTIMENTALE ADDOMINALE MEDIANTE LAPAROSTOMIA E POSIZIONAMENTO DI DISPOSITIVI A PRESSIONE NEGATIVA Borello A.*, Surace A., Ferrarese A.G., Bono D., Sasia D., Solej M., Nano M. (Torino) 11:54 C11.4 OGNI SOSPETTA COLECISTITE ACUTA, LO È REALMENTE? STUDIO RETROSPETTIVO DI COORTE SU 378 PAZIENTI SOTTOPOSTI A COLECISTECTOMIA IN REGIME D URGENZA: LA NOSTRA ESPERIENZA Andreotti D.* (Ferrara) 12:02 C11.5 ANALISI DEI FATTORI DI RISCHIO NELLO SVILUPPO DI FISTOLA BRONCOPLEURICA DOPO RESEZIONE POLMONARE ANATOMICA MAGGIORE: ESPERIENZA DI UN SINGOLO CENTRO Nachira D.*, Romano R., Petracca Ciavarella L., Pastina M., Mastromarino M.G., Ferretti G.M., Congedo M.T., Meacci E., Margaritora S., Granone P. (Roma) 12:10 C11.6 L AGOASPIRATO E LA BIOPSIA DEI NODULI POLMONARI CON GUIDA TC: FATTORI PREDITTIVI PER LA DIAGNOSI E FATTORI DI RISCHIO PER PNEUMOTORACE Romano R.*, Chiappetta M., Siciliani A., Nachira D., Petracca Ciavarella L., Pastina M., Mastromarino M.G., Ferretti G., Granone P. (Roma)

16 Sabato 23 maggio Sala Geranio 12:18 C11.7 TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL TUMORE DEL POLMONE NON A PICCOLE CELLULE CON INTERESSAMENTO DELLA PARETE TORACICA: RISULTATI E FATTORI PROGNOSTICI Nachira D.*, Romano R., Pastina M., Petracca Ciavarella L., Mastromarino M.G., Ferretti G.M., Vita M.L., Porziella V., Margaritora S., Granone P. (Roma) 12:26 C11.8 TRATTAMENTO MULTIMODALE NEL CANCRO DEL POLMONE NON A PICCOLE CELLULE (NSCLC) OLIGOMETASTATICO: UNA SFIDA AVVINCENTE PER IL CHIRURGO Mastromarino M.G.*, Nachira D., Romano R., Pastina M., Petracca Ciavarella L., Ferretti G.M., Margaritora S., Congedo M.T., Granone P. (Roma)

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT 9.00-11.00 I SESSIONE L essenziale di... in Anestesia Presidente: A. De Monte Udine Moderatori: F.E. Agrò Roma, Y. Leykin Pordenone 9.00 La gestione delle

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn

Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn Regione del Veneto Azienda Ospedaliera di Padova Chirurgia Generale Direttore : Prof. R. Bardini GUIDA INFORMATIVA SULLE MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

DIFETTO INTERVENTRICOLARE

DIFETTO INTERVENTRICOLARE DIFETTO INTERVENTRICOLARE Divisione di Cardiologia Pediatrica Cattedra di Cardiologia Seconda Università di Napoli A.O. Monaldi Epidemiologia 20% di tutte le CC Perimembranoso: 80% Muscolare: 5-20% Inlet:

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche Dott. PAOLO CRISTOFORONI Medico Chirurgo Nato a Genova il 06/02/1965. Laurea con lode in Medicina e Chirurgia presso l

Dettagli

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo U.O. di Neurochirurgia Ospedale S. Maria di Loreto Nuovo ASL Napoli 1 Direttore: dr. M. de Bellis XLIX Congresso Nazionale SNO Palermo 13 16

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

APPROCCIO LAPAROSCOPICO ALL ADDOME ACUTO Consensus Development Conference

APPROCCIO LAPAROSCOPICO ALL ADDOME ACUTO Consensus Development Conference APPROCCIO LAPAROSCOPICO ALL ADDOME ACUTO Consensus Development Conference della Società Italiana Chirurgia Endoscopica e nuove tecnologie (SICE); Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani (ACOI); Società

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Università degli studi di Modena e Reggio Emilia I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Domati F., Maffei S., Kaleci S., Di Gregorio C., Pedroni M., Roncucci

Dettagli

Insufficienza mitralica

Insufficienza mitralica Insufficienza mitralica Cause di insufficienza mitralica Acute Trauma Disfunzione o rottura di muscolo papillare Malfunzionamento della protesi valvolare Endocardite infettiva Febbre reumatica acuta Degenerazione

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori,

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori, melanoma Il melanoma è il tumore che nasce dai melanociti, cellule responsabili della colorazione della pelle e che si trovano nello strato più profondo 2 dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30

Dettagli

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC (*risponde l infermiera / l ostetrica/ il medico) AGGIORNATO A Maggio 2009 1 CHE COSA E UN PROGRAMMA

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

Deceduti Regione LOMBARDIA

Deceduti Regione LOMBARDIA Tumore della vescica Di maggior rilievo nei maschi (più di 3/4 dei casi), presenta variazioni geografiche di entità modestissima, minori di ogni altro tipo di carcinoma. Il 9-95% circa è costituito da

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

Si terrà il 29. e 30 giugno. incremento. pediatrica. Diabetico. via Salvatore Puglisi, 15

Si terrà il 29. e 30 giugno. incremento. pediatrica. Diabetico. via Salvatore Puglisi, 15 Si terrà il 29 e 30 giugno 2015, presso la Sala Magna di Palazzo Chiaramonte Steri, il convegno dal titolo La Rete diabetologica pediatrica in Sicilia. Novità Organizzative e assistenziali: le nuove lineee

Dettagli

Come affrontare il tumore. insieme. contro il cancro

Come affrontare il tumore. insieme. contro il cancro Come affrontare il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il tumore del pancreas colpisce ogni anno in Italia circa 12.200 persone. Purtroppo si tratta di una malattia complessa, aggressiva, diagnosticata

Dettagli

Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica

Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

PATOLOGIA DEL MEDIASTINO

PATOLOGIA DEL MEDIASTINO PATOLOGIA DEL MEDIASTINO Agostino De Francisci S.O.D. Radiodiagnostica 4- A.O.U. Careggi Anatomia del mediastino E lo spazio al centro della cavità toracica i cui limiti sono rappresentati anteriormente

Dettagli

TUMORI DELLA MAMMELLA

TUMORI DELLA MAMMELLA TUMORI DELLA MAMMELLA INFORMAZIONI GENERALI La mammella Struttura e funzione della mammella La mammella è costituita da grasso (tessuto adiposo), tessuto connettivo e tessuto ghiandolare. Quest'ultimo

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Roma, aprile 2015 c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso capitali della bici, almeno un quarto degli abitanti in bici tutti

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Il PatentDuctusArteriosuse il trattamento di legatura chirurgica come fattori di rischio di outcome sfavorevoli.

Il PatentDuctusArteriosuse il trattamento di legatura chirurgica come fattori di rischio di outcome sfavorevoli. Università degli Studi di Verona Il PatentDuctusArteriosuse il trattamento di legatura chirurgica come fattori di rischio di outcome sfavorevoli. M.Ventola, M.Magnani, L.Pecoraro, B.Ficial, E. Bonafiglia,

Dettagli

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Impiego clinico della vitamina D ABSTRACT 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Roma 26/01/2013 Confronto tra 25(OH) -calcifediolo

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria. Grandi Interventi Chirurgici. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria. Grandi Interventi Chirurgici. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria Grandi Interventi Chirurgici Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto In vigore dal 1 Luglio 2011 regolamento in vigore dal 1 luglio

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015 Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA 26 marzo - 16 aprile - 7 maggio 18 giugno - 9 luglio - 24 settembre 8 ottobre - 19 novembre Relatori Dr. Alessandro Ceccherini,

Dettagli

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin EVIDENCE REPORT: PROFILASSI CON VITAMINA K NEI NEONATI PER LA PREVENZIONE DELLA MALATTIA EMORRAGICA (a cura di Baiesi Pillastrini Francesca, Battistini Silvia, Parma Dila ) banca dati stringa di ricerca

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA Per prenotare ed eseguire un esame è necessario: 1. Il paziente deve avere una richiesta medica completa che comprenda cognome e nome, data di nascita, numero

Dettagli

esami sono stati eseguiti ed interpretati con una tecnica di studio ecografico non perfettamente idonea. Scopo di questa presentazione è quello di

esami sono stati eseguiti ed interpretati con una tecnica di studio ecografico non perfettamente idonea. Scopo di questa presentazione è quello di L ecografia delle anche: una review Giuseppe Atti Centro Marino Ortolani per la diagnosi e la terapia precoce della Lussazione Congenita delle Anche Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara email:

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Ble Consulting srl id. 363 BISFOSFONATI E VITAMINA D: RAZIONALI D'USO - 119072 Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Dr. Gandolini Giorgio Medici chirurghi 8,8 crediti

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

Cardioaritmologia nel Lazio

Cardioaritmologia nel Lazio Cardioaritmologia nel Lazio Regione Lazio Roma, 27-28 marzo 2015 Ergife Palace Hotel PROGRAMMA AVANZATO Con il Patrocinio di ANCE Cardiologia Italiana del Territorio Sezione Regionale Lazio Coordinatori:

Dettagli

Il trattamento. endovascolare degli. aneurismi dell'aorta. addominale. Informazioni per il paziente A A A E N D O P R O S T H E S I S

Il trattamento. endovascolare degli. aneurismi dell'aorta. addominale. Informazioni per il paziente A A A E N D O P R O S T H E S I S Il trattamento endovascolare degli aneurismi dell'aorta addominale Informazioni per il paziente A A A E N D O P R O S T H E S I S Indice Introduzione 1 Che cos'è un aneurisma dell aorta addominale (AAA)?

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

TUMORE AL SENO IL PRESENTE. IL FUTURO. LIBERTÀ DI SAPERE LIBERTÀ DI SCEGLIERE I QUADERNI DELLA SALUTE DI FONDAZIONE VERONESI

TUMORE AL SENO IL PRESENTE. IL FUTURO. LIBERTÀ DI SAPERE LIBERTÀ DI SCEGLIERE I QUADERNI DELLA SALUTE DI FONDAZIONE VERONESI TUMORE AL SENO IL PRESENTE. IL FUTURO. LIBERTÀ DI SAPERE LIBERTÀ DI SCEGLIERE I QUADERNI DELLA SALUTE DI FONDAZIONE VERONESI 14 Fondazione Umberto Veronesi - Piazza Velasca 5, 20122 Milano Tel. +39 02

Dettagli

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Periodico di informazione per Medici & Farmacisti Anno XIII, N 2 Aprile 2013 A cura del DIP IP.. INTERAZIENDALEI ASSISTENZA FARMACEUTICA Via Berchet,

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 OGGETTO: Fornitura in noleggio con somministrazione (durata: cinque anni) di n. 1 sistema per l analisi del linfonodo sentinella modello OSNA integrato

Dettagli

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014)

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014) GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014 (Ottobre 2014) I dati presenti in questa pubblicazione fanno riferimento agli studenti con cittadinanza non italiana dell anno scolastico

Dettagli

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto.

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto. Il port. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione) lo IEO pubblica

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

Neoplasie Endocrine Multiple

Neoplasie Endocrine Multiple Neoplasie Endocrine Multiple di tipo 1 e 2 PREFAZIONE Le Neoplasie Endocrine Multiple (MEN) sono delle sindromi rare caratterizzate dalla presenza di iperplasie/neoplasie di numerose ghiandole endocrine

Dettagli