La polizza malattia Optima Salus

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La polizza malattia Optima Salus"

Transcript

1 La polizza malattia Optima Salus CASO II: La vicenda viene letta da una voce fuori campo o inserita in una slide. Le parti sottolineate nella simulazione possono essere direttamente lette dagli attori. Prima, nelle pause, alla fine una musica in sottofondo. PREMESSA In data 9 luglio 2010 il Rag. Giovanni Ferri veniva ricoverato presso la Clinica Santa Lucia di Milano per sospetto infarto miocardio. Dopo aver effettuato gli opportuni esami ed accertamenti con conferma della diagnosi, veniva sottoposto a intervento chirurgico di rivascolarizzazione miocardica e, successivamente, dimesso in data 18 luglio. Il 19 luglio fu nuovamente ricoverato per ulteriori accertamenti diagnostici presso la stessa struttura. Dopo le dimissioni, avvenute il 22 luglio, effettuava delle cure riabilitative domiciliari e terapia medica. Per tutte le prestazioni ospedaliere il Rag. Ferri sosteneva spese pari ad ,00. Il Ferri, beneficiario di un assicurazione contro la malattia stipulata il 20 dicembre 2007 con la Nuova Arcobaleno Assicurazioni con sede a Milano, in data 24 luglio 2010 denunciava il sinistro al proprio agente richiedendo il rimborso della somma corrisposta alla Clinica Santa Lucia e di quanto speso per le cure riabilitative e per le varie terapie mediche. Successivamente, con raccomandata del 5 agosto, la Compagnia Nuova Arcobaleno comunicava all assicurato di non poter liquidare l indennizzo ai sensi dell art codice civile posto che lo stesso, con colpa grave, aveva taciuto nel questionario allegato alla polizza circostanze sulle proprie condizioni di salute che, se conosciute, avrebbero portato la Compagnia a non prestare il proprio consenso alla stipula del contratto o stipularlo a condizioni diverse. In particolare, la Nuova Arcobaleno Assicurazioni precisava che il Ferri aveva negato di avere in atto patologie per le quali erano stati eseguiti esami e venivano praticate cure. Tali affermazioni si erano, però, rivelate inveritiere posto che dalla cartella clinica del ricovero avvenuto presso la Clinica risultava, invece, che il signor Ferri da tre anni era affetto da ipertensione arteriosa ed era in terapia con betabloccanti. E del resto, osservava la Compagnia, gli interventi relativi al ricovero, per cui era stata richiesta domanda di rimborso, avevano attinenza causale con le malattie non dichiarate e il Rag. Ferri non poteva ignorare le patologie, dalle quali era affetto ed il significato della terapia farmacologica assunta per l ipertensione. Il 15 marzo 2011 il Rag. Ferri si rivolgeva all avv. Sofia Neri, dalla quale veniva informato che, prima di iniziare un giudizio nei confronti della Compagnia, si sarebbe dovuto esperire il tentativo obbligatorio di conciliazione innanzi ad un organismo di mediazione ai sensi della legge 28/2010. Il signor Ferri su consiglio del proprio legale, che aveva controllato tariffe e regolamenti, decideva di rivolgersi all Organismo di Mediazione Nova Jus di Milano e presentava, tramite il suo avvocato, istanza di mediazione depositandola il 1 ottobre [tempo tre minuti] ******* 1

2 La scena: un tavolo, un agenda, un p.c. portatile, vari codici, un portapenne, tre bottiglie d acqua, dei bicchieri, due fascicoli, un piattino con delle caramelle. Nello sfondo della scena il regolamento di grandi dimensioni dell Organismo Nova Jus di Milano. Ogni attore avrà a lato una borsa e sarà fornito di agenda. Le tre parti: il mediatore (Dott. Paolo Giustiniani); la I parte (Avv. Sofia Neri); la II parte (Dott. Giorgio Verdi funzionario della Compagnia). ******* Il mediatore : Buongiorno. Sono il Dott. Paolo Giustiniani e sono stato designato dall Organismo Nova Jus di Milano per conciliare questa vertenza. Ringrazio per la fiducia, la stima e la disponibilità che avete avuto nell Organismo che mi ha designato. E già un successo avere presente per questa mediazione la Compagnia. Lavoreremo sicuramente bene. Vi hanno offerto un caffè? Tutte le parti: Si, Si Buongiorno Buongiorno. L Avv. Neri: Caro Dottore, abbiamo lavorato bene in altre mediazioni. Il mediatore: Questo non ha importanza: cerchiamo di lavorare bene in questa mediazione. Allora: E stata presentata il primo ottobre l istanza di conciliazione, che Vi leggo: (Leggere velocemente tralasciando i dati) All Organismo Nova Jus di Milano Domanda di mediazione Il sottoscritto Rag. Giovanni Ferri, residente in via Corridoni n. 11, Milano, Codice Fiscale FRRGVN41D19B730T telefono , rappresentato dall Avv. Sofia Neri con studio in via Freguglia n. 7, Milano, C.F. NRISFI52M08647X telefono , tel. cell , fax , per procura notarile Dott. Claudio Avo rep. 1590/AB anche in relazione alla legge 28/2010 chiede di conciliare la presente vertenza nei confronti di Nuova Arcobaleno Assicurazioni in persona del suo legale rappresentante, con sede in via Larga n. 12, Milano, P.I telefono , fax DESCRIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Il Rag. Ferri, beneficiario di un assicurazione contro la malattia stipulata, il 20/12/2008 con la Nuova Arcobaleno Assicurazioni con sede a Milano e in data 24/7/2010 denunciava il sinistro al proprio agente, richiedendo il rimborso della somma corrisposta alla Clinica Santa Lucia, e di quanto speso per le cure riabilitative e per le varie terapie mediche. Successivamente con raccomandata del 5 agosto, la Compagnia Nuova Arcobaleno comunicava all assicurato di non poter liquidare l indennizzo ai sensi dell art codice civile posto che lo stesso, con colpa grave, aveva taciuto nel questionario allegato alla polizza circostanze sulle proprie condizioni di salute che, se conosciute, avrebbero portato la Compagnia a non prestare il proprio consenso alla stipula del contratto o stipularlo a condizioni diverse. In particolare, la Nuova Arcobaleno Assicurazioni precisava che il Ferri aveva negato di avere in atto patologie per le quali erano stati eseguiti esami e venivano praticate cure. VALORE INDICATIVO DELLA CONTROVERSIA: euro ,00 2

3 INDICAZIONE DELLE PRETESE: Spese di ricovero, spese di cura e mediche Alla presente il sottoscritto allega copia della seguente documentazione: Sei certificati, una cartella clinica, una polizza, una raccomandata, corrispondenza e sette fatture. I sottoscritti dichiarano di avere ricevuto copia del Regolamento relativo a questo Servizio, di accettarne il contenuto e le relative tariffe. Milano, 1/10/2011 F.to Rag. Giovanni Ferri F.to Avv. Sofia Neri Vedo che nei termini, il quattro ottobre, la Segreteria del mio Organismo di Conciliazione ha provveduto con fax a trasmettere alla Nuova Arcobaleno Assicurazioni la domanda di mediazione e parte degli allegati. C è l accettazione e una memoria con la posizione della Compagnia domiciliata presso l Avvocato Fabrizio Del Giudice. Mi sembra, però, una classica comparsa di una causa civile, per quello che ne so. Mi sono segnato con l evidenziatore i punti di diversità e gli interessi delle parti e mi sono fatto un quadro per facilitare l iter della procedura e la soluzione di questo contenzioso. Mi raccomando (rivolto al Dott. Verdi): la prossima volta più concretezza... La parte economica è stata regolata con il pagamento di contributi e competenze da parte di entrambi ed ho allegato la mia dichiarazione di riservatezza ed imparzialità. Siete degli esperti; tralascio di spiegarvi che cos è la mediazione e le sue differenze con un arbitrato o un giudizio civile. Va bene? [Domanda retorica] Mi permetto solo di darvi la definizione che questo Organismo dà alla conciliazione: La conciliazione è un attività cooperativa tra più persone in conflitto, in cui i significati di ciascuna transazione sono costruiti insieme da tutti gli attori, impegnati nel comune lavoro di prestarsi attivamente e reciprocamente attenzione e concessione Il mediatore apre il fascicolo. Il mediatore: E già il 18 ottobre. Vediamo di accelerare i tempi. C è il Ferri personalmente nella saletta d aspetto? Avv. Sofia Neri: No Dottore. Lo rappresento io personalmente. Il mediatore: Avvocato, perché voi legali non fate partecipare anche le parti anche se avete la procura? Il compito del mediatore diventa gravoso se non ha sensazioni dalla partecipazione delle parti e dall analisi dei loro atteggiamenti. Questo non è un processo civile, né un arbitrato. In ogni caso, se necessario sentirò il Ferri per telefono o potrà venire alla prossima udienza. Mi raccomando è un auspicio per meglio lavorare, non un obbligo. Anzi le parti tecniche sono sempre ben accette per aiutarmi a chiarire i concetti e mi facilitano spesso il lavoro dal punto di vista giuridico del resto sono un dottore commercialista. Se le procure sono regolari va tutto bene con le formalità e speriamo di raggiungere una transazione. Allora? L Avv. Neri porge la sua procura e si presenta: Sono l Avv. Sofia Neri del Foro di Milano, rappresento l assicurato per procura notarile con facoltà di conciliare. Bella sede! Soprattutto è comodo che sia vicino alla stazione del metrò. Le nostre domande sono nel ricorso e non penso che si possa scendere al di sotto dei ,00 euro richiesti. Dimenticavo: ho mandato a margine dell atto, per quello che possa servire, anche come difensore. Il Dott. Giorgio Verdi: Sono Giorgio Verdi, funzionario con procura anche a transigere della Compagnia. La procura notarile è allegata al nostro atto. Mi scuso per la lunga memoria, ma ho preferito riferire la nostra posizione con chiarezza. Allegata alla comparsa, scusate all atto, c è la mia procura e una relazione medico legale. Mi occupo da anni del ramo malattia. Un po di esperienza a queste trattative l ho fatta. Abbiamo 3

4 eletto domicilio presso l Avv. Del Giudice per facilitare l invio di avvisi da parte della Vostra Segreteria e, del resto, il Dott. Rispoli da anni segue questo Ramo e mi ha consigliato, così come l Avvocato Del Giudice. In pratica la Compagnia ha organizzato un team per la mediazione. Il mediatore: Avv. Neri, mi esponga sinteticamente la Vs. domanda, o meglio: aggiunga quanto ritiene Avv. Neri: Il mio Cliente ha sentito vari medici. Sono convinti che l indennizzo debba essere completo. La mancata compilazione del questionario sull assunzione di medicinali, che tanti prendono all età del Ferri e che nulla hanno a che fare con il successivo problema al cuore, non può portare all esclusione della garanzia. Interviene di scatto il dott. Verdi, quasi sovrapponendosi: Se non si vuole comprendere!!! Dott. Giustiniani, ho parlato a lungo con assicurato e legale, ma non mi capiscono, o non vogliono capire. Il mediatore: Tutto bene. Vi comprenderete in questa sede. La mia funzione è, appunto, di facilitare la Vostra comprensione. Il fascicolo sarà a Vostra disposizione in Segreteria con gli atti, i documenti, la mia accettazione e quant altro. Siete d accordo per una perizia medica, perché non immagino allo stato come si possa mediare su posizioni così diverse? Normalmente sento le parti anche disgiuntamente, ma in questa mediazione, a meno di Vostre esigenze particolari, allo stato non ne ho bisogno. Le parti: Si Si Il mediatore: Incaricherò il Dott. Vincenzo Del Bello iscritto all albo dei C.T.U. del Tribunale. Entro una settimana Vi contatterò per telefono per comunicare l inizio della perizia e per sapere se nominate degli esperti. Se necessario faremo telefonicamente una chiacchierata esplorativa sul caso. Va bene? L Avv. Neri: Il mio consulente sarà il Dott. Zappa. Potranno sentirsi per l incontro e vorrei nominarlo subito. Il Dott. Verdi: La Compagnia nominerà sicuramente nella C.T.U. il Dott. Domenico Rispoli, il consulente interno, ma mi vorrei riservare. Lo comunicherò via . Il mediatore: Ok. Vi ricordo però che non è una C.T.U. L esperto non giura. Inserisco il nome di Zappa [scrive] nel verbale. I tre medici si sentiranno, penso, per telefono. Non so se visiteranno il Ferri, ma è un problema loro. Ci vediamo esattamente tra un mese, il 25 novembre; così avrò avuto tempo di leggere la perizia e di fare quanto necessario. L Avv. Neri (dopo aver aperto un agendina): Mi sembra che il 25 novembre abbia degli impegni, facciamo a dicembre? *Il mediatore apre un agenda+ Il mediatore: il 9 dicembre è ok. Siamo nel termine dei quattro mesi. Per lei Dott. Verdi va bene il 9 dicembre? Il Dott. Verdi: il 9 preferirei di no, perché è il venerdì del ponte dell Immacolata. Facciamo lunedì 12, nel pomeriggio. L avv. Neri ed il mediatore annuiscono. Il mediatore prepara in dieci secondi il verbale e lo consegna per la firma leggendolo. 4

5 Il mediatore: Vi leggo il verbale [legge velocemente saltando le parti ripetitive] Rag. Giovanni Ferri, rappresentato dall Avv. Sofia Neri Organismo Nova Jus di Milano Verbale di udienza del giorno 18/10/2011 Procedimento n. 936/10 Rep. contro Nuova Arcobaleno Assicurazioni, rappresentata dal Dott. Giorgio Verdi premesso che veniva presentata presso l Organismo Nova Jus di Milano domanda di mediazione da parte di Giovanni Ferri per il tramite dell avv. Sofia Neri relativamente a controversia sorta tra le parti in merito a una controversia relativa ad una polizza malattia; che la domanda di mediazione veniva accettata dalla Nuova Arcobaleno Assicurazioni in data 1/10/2011 e quindi nei termini di legge; che in data 2/10/2011 l organismo Nova Jus di Milano determinava di affidare l incarico di mediatore per la controversia in epigrafe al Dott. Paolo Giustiniani che fissava udienza avanti a sé per il giorno 18/10/2011, alle ore 15.00, convocando le parti a mezzo di raccomandata a.r. anticipata a mezzo ; che il mediatore in data 2/10/2011 aveva accettato l incarico; che oggi 18/10/2011, alle ore 15.00, presso l Organismo Nova Jus di Milano sono comparse le parti rappresentate quanto a Giovanni Ferri dall avv. Sofia Neri e quanto a Nuova Arcobaleno Assicurazioni dal Dott. Giorgio Verdi funzionario con procura; - Che il mediatore al fine di giungere ad una conciliazione vuole allo stato proporre una perizia, che è accettata dalle parti; affidando l incarico al Prof. Vincenzo Del Bello iscritto all Albo dei consulenti medici del Tribunale di Milano; - Che parte attrice ritiene di farsi affiancare dal Dott. Giovanni Zappa mentre parte convenuta comunicherà direttamente al perito del mediatore il nome del proprio esperto; che concordemente si fissa altra udienza per la prosecuzione della procedura. il mediatore dato atto, rinvia al giorno 12/12/2011 alle ore per la prosecuzione del tentativo di mediazione. Milano, 18/10/2011 Il Mediatore F.to Dott. Paolo Giustiniani F.to Avvocato Sofia Neri per il Rag. Giovanni Ferri F.to Dott. Giorgio Verdi per Nuova Arcobaleno Assicurazioni Il mediatore dopo qualche attimo : Come avete visto, ho aggiunto solo una nomina e la mia accettazione con la dichiarazione di riservatezza. Aspetto il nome del perito della Compagnia. Può comunicarlo, dott. Verdi, in Segreteria anche via o fax. 5

6 Le parti leggono velocemente il verbale consegnato dal mediatore e lo firmano. Il mediatore firma per ultimo il verbale. [tempo 13 minuti] I tre si salutano. Si spengono per dieci secondi le luci. Riappaiono due protagonisti, che si sono spostati da una parte della scena. Il dialogo simula una telefonata o un incontro tra il mediatore e l Avv. Neri. Il mediatore: Buonasera, sono Giustiniani per la mediazione Ferri Nuova Arcobaleno Assicurazioni. Come sta? L Avv. Neri: Buonasera, bene, benissimo Dott. Giustiniani. So che i medici si sono trovati ed hanno discusso a lungo. Il mediatore: Si, ho la relazione dell esperto, ma non posso proporvi una conciliazione solo con le conclusioni. Non è facile stabilire se un ipertensione, anche grave, è sempre prodromica a problemi cardiovascolari. Anche se il suo cliente, forse, avrebbe fatto bene a far presente nel modulo della polizza malattia, che era iperteso e che prendeva una pastiglia di Acesistem e un betabloccante. Anche se, poi, questi farmaci, mi dicono, servono per prevenire un infarto e a curare le malattie cardiache e non certo a provocarle. Ma sto facendo discorsi che dobbiamo lasciare ai medici. Del resto sono un mediatore e faccio il commercialista. Certo che questi casi mi appassionano e vorrei tanto trovare opzioni per una conciliazione. So che ,00 euro possono essere tanti, ma non trovo le nostre famose opzioni alternative, che dovrebbero essere l arma di noi mediatori. [Una brevissima pausa] Il suo cliente in una situazione così complessa concilierebbe con la metà? Lo vuole sentire? L Avv. Neri: Parlerò prima del prossimo incontro con il Rag. Ferri. Non penso che verrà perché non si è completamente rimesso. Mi sembra, però, una persona tranquilla e so che vuole comprarsi un auto sportiva con l indennizzo. Ha la passione, nonostante l età, per le auto. Ma non dica all Assicurazione che accetteremmo anche la metà. Il mio cliente si fida dei miei consigli e questo è importante. Grazie per quello che sta facendo. La saluto. Il mediatore: Non si preoccupi, avvocato: faccio solo il mio dovere. Non mi interessa e non devo soddisfare solo una parte. Il colloquio è stato riservato e non riferirò che si potrebbe chiudere al 50%. Vedrò di lavorare per un accordo. Tra l altro, è già passato del tempo. I quattro mesi sono un termine perentorio. Buona sera. Ci vediamo dopodomani. Si spegne la luce e riappare dopo qualche secondo il mediatore, che si è spostato dall altra parte della scena, dove incontra il Dott. Verdi. Il dialogo simula una telefonata o un incontro tra di loro. Il mediatore: Buonasera, sono il Dott. Giustiniani di Nova Jus, mediatore per Ferri Nuova Arcobaleno Assicurazioni. Come sta Dottore? Il Dott. Verdi: Salve Conciliatore, aspettavo la sua telefonata. Il mio consulente mi ha parlato della questione, ma non ho ancora letto la relazione. Noi rimaniamo, in ogni caso, sulle nostre posizioni. Tutte le perizie sono chiare. In ogni caso ci vediamo tra qualche giorno. 6

7 Il mediatore: Ha proposte, suggerimenti? Sa che quanto diremo è riservato. Il Dott. Verdi: No. La nostra posizione è ferma. E una materia, quella degli infortuni - che mi creda non si presta ad interpretazioni. Di solito se, posso, favorisco l assicurato, che è, pur sempre, un bene, per la Compagnia: altre polizze, pubblicità. Il mediatore: Mi arrendo solo per ora. In udienza tenterò di proporre qualcosa. In ogni caso devo ringraziarla per la cordialità, ma, soprattutto, per la schiettezza. Le due parti si salutano. Si spengono per dieci secondi le luci. Riappaiono i tre protagonisti seduti al tavolo. I tre si salutano cordialmente e il mediatore offre le caramelle, che vengono accettate dalle due parti. Il Dott. Verdi a differenza dell Avv. Neri è distaccato e con le braccia congiunte a significare il suo distacco e il suo diniego ad ogni proposta. Lo sguardo non è rivolto al mediatore e, in ogni caso, durante gli attimi successivi si copre parzialmente il volto. Scarta la caramella ed inizia a mangiarla. Buona sera Il mediatore: Ho la relazione del consulente, che leggo solo nelle conclusioni [prende un foglio]: La patologia di cui è affetto il periziato I.A. (ipertensione arteriosa) con assunzione orale di betabloccanti non è tale da scaturire, stanti i valori ematochimici (glicemia inferiore a 110 mg/l) ed Ega (emogasanalisi arteriosa inferiore a 1,00) con probabile certezza in I.M. (infarto miocardico) ovvero I.M.A. (infarto miocardico acuto). Tale patologia, come riconosciuto dalla migliore letteratura scientifica, non è da considerarsi invalidante oltre il 50% in soggetti non portatori di ulteriori rischi (sovrappeso, diabete, fumo). Dott. Vincenzo Del Bello. Il perito della Compagnia Nuova Arcobaleno dissente. Il Rag. Ferri doveva, forse, dichiarare le sue malattie ed è indubbio che c è stato un aggravamento del rischio. Ma non c è prova che con un ipertensione la Compagnia non avrebbe prestato la garanzia. La relazione conferma che alla stipula non vi era una sintomatologia certa che potesse far prevedere problemi cardiovascolari. Nello stesso tempo mi pare che il Ferri abbia 69 anni e, quindi, il quadro generale tre anni prima doveva nel modulo essere più completo. Ma mi sento di fare, in ogni caso, una proposta. In fondo, non tutti gli ipertesi, che si curano, hanno, poi, problemi cardiaci. Interviene il Dott. Verdi quasi stizzito ed in ogni caso sicuro: La nostra posizione è ferma. Ai sensi dell art Codice Civile non c è garanzia. Non posso aderire a nessuna proposta. Il Dott. Rispoli è stato chiaro e non mi sembra che la perizia sia a nostro sfavore. E poi non considera la polizza! Il mediatore: Dott. Verdi, nella mediazione non ci devono essere certezze fino alla sua conclusione positiva o negativa. Siamo qui non per trovare la verità o avere sentenze, ma per sistemare un contenzioso. Mi sento, quindi, di fare una proposta anche se comprendo che, non potendo trovare come mediatore soluzioni alternative al pagamento, questa proposta potrebbe non avere successo. Devo farvi presente che - [legge un foglio velocemente] In base all art. 13 del decreto legislativo n. 28/2010 sulla mediazione civile e commerciale, quando il provvedimento che definisce il giudizio corrisponde interamente al contenuto della proposta di conciliazione, il Giudice esclude la ripetizione delle spese sostenute dalla parte vincitrice che ha rifiutato la proposta e riferibili al periodo successivo alla formulazione della stessa e la condanna al rimborso delle spese sostenute dalla parte soccombente relative allo stesso periodo, nonché al versamento allo Stato di un'ulteriore somma di importo corrispondente al contributo unificato dovuto. 7

8 Le disposizioni si applicano, altresi', alle spese per l'indennita' corrisposta al mediatore e per il compenso dovuto all'esperto in forza dell articolo 8, comma 4, del decreto legislativo 28/2010. Quando il provvedimento che definisce il giudizio non corrisponde interamente al contenuto della proposta, il giudice, se ricorrono gravi ed eccezionali ragioni, puo' anche escludere la ripetizione delle spese sostenute dalla parte vincitrice per l'indennita' corrisposta al mediatore e per il compenso dovuto all'esperto di cui all'articolo 8, comma 4. Detto questo, la mia proposta di conciliazione è il pagamento di un indennizzo di ,00 senza interessi e rivalutazione. Spese di perizia a carico della Compagnia. Mi pare 250,00 euro. Legge degli appunti: Ritengo, infatti, che, se da un lato l assicurato ha omesso di specificare il proprio stato di salute e, in particolare, di essere affetto da ipertensione arteriosa e che una ipertensione può assumere un ruolo nell insorgenza dell infarto, dall altro detta condotta è idonea a diminuire, ma non ad escludere l indennizzo, attesa la buona fede del rag. Ferri e la non assoluta relazione causa - effetto esistente tra ipertensione ed infarto del miocardio. Avv. Neri quasi con un sospiro di sollievo subito e guardando il Dott. Verdi: Ritengo di poter accettare la proposta. Dott. Verdi sempre con l atteggiamento precedente: Non accetto la proposta perché preferiamo affrontare una causa. Il mediatore sereno: Dott. Verdi, la comprendo e comprendo le difese. Cosa posso dirvi? L interesse a conciliare è, però, di entrambe le parti. Penso di aver fatto il mio dovere. Ho già predisposto il verbale con la proposta. Devo leggerlo per quanto previsto dalla normativa: Interviene l Avv. Neri: Una transazione è sempre una vittoria per tutti come mi aveva insegnato il mio dominus quando ero praticante. Perché non ci ripensa? Perché non sente la Direzione. Dott. Verdi: Siamo così tranquilli che preferiamo aspettare una sentenza. Il Tribunale verificherà tutti gli elementi e, del resto, l attuale perizia non potrà essere utilizzata. Non è un A.T.P. (Leggere velocemente, se del caso tralasciando i dati) Organismo Nova Jus di Milano Verbale di udienza del giorno 12/12/2011 Procedimento n. 936/10 Rep. Giovanni Ferri, rappresentato dall Avv. Sofia Neri contro Nuova Arcobaleno Assicurazioni, rappresentata dal Dott. Giorgio Verdi premesso che veniva presentata presso l Organismo Nova Jus di Milano domanda di mediazione da parte di Giovanni Ferri per il tramite dell avv. Sofia Neri relativamente a controversia sorta tra le parti in merito a una controversia relativa ad una polizza malattia; che la domanda di mediazione veniva accettata dalla Nuova Arcobaleno Assicurazioni in data 1/10/2011; che in data 2/10/2011 l organismo Nova Jus di Milano aveva affidato l incarico di mediatore per la controversia in epigrafe al Dott. Paolo Giustiniani, che fissava udienza avanti a sé per il giorno 8

9 18/10/2011, alle ore 15.00, convocando formalmente le parti a mezzo di raccomandata A.R. anticipata a mezzo ; che il mediatore in data 2/10/2011 aveva accettato l incarico; che oggi 12/12/2011, alle ore 15.00, presso l Organismo Nova Jus di Milano, in II udienza sono comparse le parti assistite quanto a Giovanni Ferri rappresentata dall avv. Sofia Neri e quanto a Nuova Arcobaleno Assicurazioni rappresentata dal Dott. Giorgio Verdi; - che il mediatore aveva proceduto ad ascoltare le parti disgiuntamente a mezzo telefono; che il mediatore dopo una perizia medica ha formulato una proposta per la risoluzione della controversia insorta tra le parti; che il mediatore ha informato le parti in merito alle possibili conseguenze di cui all art. 13 del decreto legislativo n. 28 del Tutto ciò premesso: Il Mediatore formula la seguente proposta: Pagamento di parte convenuta di ,00 senza altri accessori ed oneri a Ferri Rag. Giovanni. La proposta di mediazione non viene accettata da parte convenuta, mentre aderisce parte attrice. Milano, 12/12/2011 Il Mediatore F.to Dott. Paolo Giustiniani F.to Dott. Giorgio Verdi per Nuova Arcobaleno Assicurazioni F.to Avv. Sofia Neri per Rag. Giovanni Ferri ( segue) In ogni caso a questo punto devo dichiarare chiuso il procedimento di mediazione. Vado ad aggiungere la dichiarazione di non accettazione formale. Mi dispiace, ma comprendo che non posso forzarvi ed in ogni caso ho in questo caso poche armi e non posso proporre soluzioni alternative come normalmente faccio. Vi leggo velocemente il verbale, che dovrete firmare: [Il mediatore esclude le parti ripetitive] Nel procedimento di mediazione promosso da: Giovanni Ferri, rappresentato dall Avv. Sofia Neri Organismo Nova Jus di Milano Procedimento n. 936/10 Rep. contro Nuova Arcobaleno Assicurazioni, rappresentata dal Dott. Giorgio Verdi premesso 9

10 che veniva presentata presso l Organismo Nova Jus di Milano domanda di mediazione da parte di Giovanni Ferri per il tramite dell avv. Sofia Neri relativamente a controversia sorta tra le parti in merito a una controversia relativa ad una polizza malattia; che la domanda di mediazione veniva accettata dalla Nuova Arcobaleno Assicurazioni in data 4/10/2011; che oggi 12 dicembre 2011, alle ore 15.00, dopo precedente udienza e perizia allegata al fascicolo, di cui le parti hanno preso visione, dopo due colloqui disgiunti, presso l Organismo Nova Jus di Milano sono comparse le parti assistite quanto a Giovanni Ferri dall avv. Sofia Neri e quanto a Nuova Arcobaleno Assicurazioni dal Dott. Giorgio Verdi; che veniva effettuata perizia sull attore con la partecipazione delle parti tecniche delle parti; che il mediatore ha formulato una proposta per la risoluzione della controversia insorta tra le parti con il pagamento di euro ,00 senza oneri ed accessori ritenendo parte attrice in buona fede nella stipula del contratto di assicurazione e malattia con la Nuova Arcobaleno Assicurazioni, non avendo la perizia chiarito anche in relazione all Istituto della Mediazione, completamente l incidenza dell ipertensione sui problemi cardiovascolari insorti dopo tre anni dalla stipula. che il mediatore ha informato le parti in merito alle possibili conseguenze di cui all art. 13 del Decreto Legislativo n. 28 del 2010; - che l Avv. Neri per il Rag. Ferri dichiara di accettare la proposta; che la Nuova Arcobaleno Assicurazioni intende rifiutare la proposta. Tutto ciò premesso, il Dott. Paolo Giustiniani mediatore del procedimento dichiara che la conciliazione non è avvenuta rimandando gli atti agli Organismi Amministrativi della Nova Jus di Milano per gli adempimenti. Milano, 12/12/2011 Il Mediatore F.to Dott. Paolo Giustiniani F.to Dott. Giorgio Verdi per Nuova Arcobaleno Assicurazioni F.to Avv. Sofia Neri per Rag. Giovanni Ferri Il mediatore: Potete firmare. Domani Vi manderanno dalla Segreteria copia del verbale e della proposta. Il Dott. Verdi: Dott. Giustiniani, almeno non ha fatto una sentenza e ha lasciato al Giudice questo compito: L Avv. Neri: Venite in mediazione, ma non l accettate e volete fare le solite cause. Il mediatore: Non preoccupatevi, so quello che farò. 10

11 Dopo la firma delle due parti, firma il mediatore e dà la mano ad entrambi. Il Dott. Verdi si alza e va a stringere la mano all Avv. Neri ora con cordialità. L Avv. Neri con tono cordiale, ma quasi ironico: Vado a preparare l atto di citazione. Vedrete che bella causa e quante spese! Il mediatore interviene bloccandola: Lasciamo stare i commenti inutili. Voi avvocati.. [sorride ironico, ma cordiale]. Sicuramente, invece, questa mediazione favorirà nel giudizio civile una maggiore comprensione. Ed è stata ottemperata la condizione di procedibilità. Ricordate solo che i nostri discorsi sono sotto il vincolo della riservatezza. Buona sera. ******* Le parti si salutano. Si spengono le luci. Musica di sottofondo. [31 minuti totali] 11

Come si svolge una procedura di mediazione; Le varie fasi, gli adempimenti e i ruoli dei protagonisti in un procedimento di mediazione.

Come si svolge una procedura di mediazione; Le varie fasi, gli adempimenti e i ruoli dei protagonisti in un procedimento di mediazione. La Procedura di Mediazione Come si svolge una procedura di mediazione; Le varie fasi, gli adempimenti e i ruoli dei protagonisti in un procedimento di mediazione. A cura dell Avv. Vincenzo Ferrò e della

Dettagli

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di procedure di risoluzione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche ed utenti, approvato con delibera n. 173/07/CONS. [Testo consolidato con le modifiche apportate

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito

Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito La Corte dichiara inammissibili la maggior parte dei ricorsi senza esaminarli nel merito, a causa del mancato rispetto dei

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Premessa Se qualcosa non va con la tua banca e sussistano pertanto

Premessa Se qualcosa non va con la tua banca e sussistano pertanto Guida al Reclamo Indice Premessa 1 La fase del reclamo 3 Il ricorso all Arbitro Bancario Finanziario (ABF) 3 L Associazione Conciliatore BancarioFinanziario 7 L Ombudsman - Giurì bancario 7 La Mediazione

Dettagli

il quale dichiara di voler ricevere le comunicazioni relative all'intero procedimento di mediazione ai seguenti recapiti:

il quale dichiara di voler ricevere le comunicazioni relative all'intero procedimento di mediazione ai seguenti recapiti: PARTE ISTANTE Il/La sottoscritto/a ISTANZA DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI MEDIAZIONE nato/a il cod. fisc. residente in, Via/p.zza n. PERSONE GIURIDICHE nella qualità di rappresentante legale pro tempore

Dettagli

REQUISITI FORMALI DELLA RICETTA NON RIPETIBILE Alla luce del D.LGS. 219 DEL 2006 Codice di recepimento normativa europea farmaci ad uso umano

REQUISITI FORMALI DELLA RICETTA NON RIPETIBILE Alla luce del D.LGS. 219 DEL 2006 Codice di recepimento normativa europea farmaci ad uso umano REQUISITI FORMALI DELLA RICETTA NON RIPETIBILE [STUDIO avv. Paola Ferrari ] info@studiolegaleferrari.it per Pronto Soccorso fimmg lombardia QUESITO: Mi è arrivata una notifica di violazione amministrativa

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA

STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA VERSIONE CONSOLIDATA DELLO STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA Il presente testo contiene la versione consolidata del Protocollo (n. 3) sullo Statuto della Corte di giustizia dell Unione

Dettagli

ADESIONE ALLA MEDIAZIONE N.

ADESIONE ALLA MEDIAZIONE N. Versione 2015 Corso Re Umberto 77 10128 Torino Tel: 011 4546634 - Fax 011.19621008 segreteria@aequitasadr.it ADESIONE ALLA MEDIAZIONE N. Alla sede AEQUITAS ADR di (Indirizzi e contatti delle sedi sono

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

ISTANZA DI MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE PARTE ISTANTE. Signor nato a il residente in Via n. CAP CF Partita Iva Tel Fax Cell.

ISTANZA DI MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE PARTE ISTANTE. Signor nato a il residente in Via n. CAP CF Partita Iva Tel Fax Cell. ISTANZA DI MEDIAZIONE CIVILE E COMMERCIALE SPETT/LE Organismo di Mediazione NE LITIS srl Via Vetice,41 SAN VALENTINO TORIO (SA) PARTE ISTANTE Il /I sottoscritti Signor nato a il residente in Via n. CAP

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI COS E A CHI E RIVOLTA COSA OFFRE RC PROFESSIONALE È un programma assicurativo studiato per offrire una copertura completa e personalizzabile in base alle specifiche esigenze. Sono previste garanzie in

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio Internazionale

Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio Internazionale Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio Internazionale In vigore dal gennaio 0 Camera di Commercio Internazionale (ICC) Corte Internazionale di Arbitrato 8, Cours Albert er, 7008 Paris/Parigi,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Quando attenzione fa rima con conciliazione. Enel è unica anche in questo.

Quando attenzione fa rima con conciliazione. Enel è unica anche in questo. Quando attenzione fa rima con conciliazione. Enel è unica anche in questo. Guida semplice per i clienti alla Conciliazione Paritetica on-line Per risolvere le controversie in modo semplice, veloce e gratuito,

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 244 IN DATA 28 OTTOBRE 1997. MODIFICATO CON DELIBERAZIONI

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI Mod. 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI La preghiamo di leggere con attenzione il

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

LA CTU E LA CTP VISTE DALL AVVOCATO

LA CTU E LA CTP VISTE DALL AVVOCATO CORSO BASE SULLE PROCEDURE GIUDIZIARIE DELL AUTUNNO 2006 LA CTU E LA CTP VISTE DALL AVVOCATO AVV. ALESSANDRO CAINELLI INDICE PREMESSA p. 3 I. LA NULLITÀ DELLA RELAZIONE p. 4 1. Cause di nullità formale

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

COME PRESENTARE IN MODO UTILE UN RICORSO O.S.A. OVVERO DI OPPOSIZIONE A SANZIONI AMMINISTRATIVE (esempio multe codice della strada).

COME PRESENTARE IN MODO UTILE UN RICORSO O.S.A. OVVERO DI OPPOSIZIONE A SANZIONI AMMINISTRATIVE (esempio multe codice della strada). Aggiornamento 12.07.2014 COME PRESENTARE IN MODO UTILE UN RICORSO O.S.A. OVVERO DI OPPOSIZIONE A SANZIONI AMMINISTRATIVE (esempio multe codice della strada). Praticamente esistono due modi per proporre

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro.

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro. L. 15 luglio 1966, n. 604 (1). Norme sui licenziamenti individuali (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 6 agosto 1966, n. 195. (2) Il comma 1 dell art. 1, D.Lgs. 1 dicembre 2009, n. 179, in combinato 1.

Dettagli

Art. 54 decreto legge

Art. 54 decreto legge Art. 342 c.p.c. Forma dell appello L appello si propone con citazione contenente l esposizione sommaria dei fatti ed i motivi specifici dell impugnazione nonché le indicazioni prescritte nell articolo

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE AREA LAVORO E PREVIDENZA INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE (a cura di Ernesto Murolo) Indice QUANDO SI MANIFESTA UN INFORTUNIO SUL LAVORO...5 1. Se l infortunio ha prognosi fino a 3 giorni...5

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O CON STRESS FARMACOLOGICO Per la diagnosi e il trattamento delle seguenti patologie è indicato effettuare una scintigrafia

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI D.P.R. 12 aprile 2006 n. 184 in relazione al capo V della L. 7 agosto 1990 n. 241 e successive modificazioni (Delibere del Consiglio dell

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

Come Si Arriva Ad Una Decisione Se Sette Ancora Disabilitato

Come Si Arriva Ad Una Decisione Se Sette Ancora Disabilitato Come Si Arriva Ad Una Decisione Se Sette Ancora Disabilitato Come Si Arriva Ad Una Decisione Se Sette Ancora Disabilitato Nella maggior parte dei casi, chi legge quest opuscolo ha da poco ricevuto una

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Rivoluzione nella conciliazione e arbitrato in materia di lavoro Potito di Nunzio Consulente del lavoro in Milano

Rivoluzione nella conciliazione e arbitrato in materia di lavoro Potito di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Il parere del Consulente Rivoluzione nella conciliazione e arbitrato in materia di lavoro Potito di Nunzio Consulente del lavoro in Milano Nel Collegato un importante riconoscimento del ruolo della categoria

Dettagli

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

Organo di mediazione per il personale federale. Non lasciate che il fulmine si abbatta.

Organo di mediazione per il personale federale. Non lasciate che il fulmine si abbatta. Organo di mediazione per il personale federale Non lasciate che il fulmine si abbatta. Agite prima che si scateni la bufera. L Organo di mediazione per il personale federale vi aiuta a risolvere i conflitti

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE

LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE INSEGNAMENTO DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE I LEZIONE II LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE PROF. ROMANO CICCONE Indice 1 Rilevabilità dell'incompetenza giurisdizionale ------------------------------------------------------

Dettagli

TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995)

TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995) TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995) Decreto del Ministro di Grazia e Giustizia 5 ottobre 1994, n. 585 - Deliberazioni del Consiglio Nazionale Forense 12 giugno 1993 e 29 settembre 1994, in G.U.

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

RICHIESTA ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI CONCILIATORI

RICHIESTA ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI CONCILIATORI Spett/le ITALCONCILIA - Associazione Mediatori Professionisti Segreteria Generale Corso Europa, 43-83031 Ariano Irpino (Av) RICHIESTA ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI CONCILIATORI Il/La sottoscritto/a, nato/a

Dettagli

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Modificato dalle decisioni del Consiglio costituzionale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it Avv. Giovanni Romano Avv. Paola Genito Avv. Natascia Delli Carri Avv. Maria Cristina Fratto Avv. Annalisa Iannella Avv. Egidio Lizza Avv. Giuseppina Mancino Avv. Roberta Mongillo Avv. Francesco Pascucci

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

DUAL RC professionale

DUAL RC professionale P.I. LINE - tailor made DUAL RC professionale Proposta di assicurazione per la Responsabilità Civile Professionale di Commercialisti, Tributaristi, Avvocati Consulenti del Lavoro, Società di Servizi (EDP)

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Disposizioni generali in materia di espropriazione immobiliare Modalità di presentazione delle offerte e di svolgimento delle procedure di VENDITA

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

4.06 Stato al 1 gennaio 2013

4.06 Stato al 1 gennaio 2013 4.06 Stato al 1 gennaio 2013 Procedura nell AI Comunicazione 1 Le persone che chiedono l intervento dell AI nell ambito del rilevamento tempestivo possono inoltrare una comunicazione all ufficio AI del

Dettagli

PROTOCOLLO RELATIVO ALLA CONVENZIONE PER LA PROTEZIONE DELLE ALPI (CONVENZIONE DELLE ALPI) SULLA COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE

PROTOCOLLO RELATIVO ALLA CONVENZIONE PER LA PROTEZIONE DELLE ALPI (CONVENZIONE DELLE ALPI) SULLA COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE PROTOCOLLO RELATIVO ALLA CONVENZIONE PER LA PROTEZIONE DELLE ALPI (CONVENZIONE DELLE ALPI) SULLA COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE La Repubblica d Austria, la Repubblica Francese, la Repubblica Federale

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO.

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. 5 del consiglio di Amministrazione 242 Allegato A DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. Art. 1 Oggetto

Dettagli

TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C.

TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C. TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C. Il giorno 17/09/2012, innanzi al Giudice dott. Angelo Piraino, viene chiamata la causa R.G. n. 234 dell

Dettagli

Diritto Processuale Civile. L Appello

Diritto Processuale Civile. L Appello Diritto Processuale Civile L Appello L'appello nell'ordinamento civile è un mezzo di impugnazione ordinario, disciplinato dagli Artt. 339 e ss c.p.c,, e costituisce il più ampio mezzo di impugnazione,

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Bologna, 24 febbraio 2014 I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Il P.O.F. La DIAGNOSI Il PDP Il GIUDIZIO

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli