RUSSIA: GUIDA PER LE IMPRESE ITALIANE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RUSSIA: GUIDA PER LE IMPRESE ITALIANE"

Transcript

1 Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 09/11/2005. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario aprire il singolo allegato e stamparlo. File PDF creato in data 10/11/2005 Per maggiori informazioni rivolgersi: Servizio Commercio Estero Piazza Castello, Vicenza tel fax RUSSIA: GUIDA PER LE IMPRESE ITALIANE Introduzione Capitolo n. 1. Background Capitolo n. 2. L'impresa e le società Sotto Capitolo n Disciplina degli investimenti stranieri Sotto Capitolo n L'Ufficio di rappresentanza e la sede secondaria Sotto Capitolo n L'impresa individuale Sotto Capitolo n Joint activity o particular partnership Sotto Capitolo n Le persone giuridiche Sotto Capitolo n Le società in generale Sotto Capitolo n Le società di persone Sotto Capitolo n Le società cooperative Sotto Capitolo n Le società di capitali Sotto Capitolo n Le società di capitali: la società a responsabilità aggiuntiva Sotto Capitolo n Le società di capitali: la società per azioni Sotto Capitolo n Le società di capitali: la società a responsabilità limitata Sotto Capitolo n Società controllate Sotto Capitolo n Conclusioni: differenze sostanziali tra una S.p.A. e una S.r.l. Capitolo n. 3. La disciplina dei principali contratti d'impresa Sotto Capitolo n Condizioni generali di contratto Sotto Capitolo n Contratto preliminare Sotto Capitolo n Risoluzione del contratto Sotto Capitolo n Contratto di compravendita Sotto Capitolo n Trasferimento di azienda Sotto Capitolo n Affitto d'azienda Sotto Capitolo n Notifica antitrust Sotto Capitolo n Contratto di locazione Sotto Capitolo n Regime della proprietà immobiliare Sotto Capitolo n Il contratto di agenzia Sotto Capitolo n Contratti di distribuzione: il contratto di franchising Capitolo n. 4. I diritti di proprietà industriale Sotto Capitolo n Marchi Sotto Capitolo n Denominazioni di Origine Geografica Sotto Capitolo n Sanzioni amministrative, civili e penali Sotto Capitolo n Brevetti Capitolo n. 5. La disciplina del lavoro dipendente Sotto Capitolo n Le caratteristiche principali del rapporto di lavoro Sotto Capitolo n Lavoratori stranieri Sotto Capitolo n Controversie Capitolo n. 6. Cause civili Sotto Capitolo n Arbitrato Capitolo n. 7. Il sistema bancario e finanziario Sotto Capitolo n La Banca Centrale Sotto Capitolo n L'attività creditizia: soggetti e operazioni Sotto Capitolo n Le banche commerciali Sotto Capitolo n Partecipazioni estere al capitale bancario e filiali di banche estere Sotto Capitolo n La ristrutturazione dell'industria bancaria Sotto Capitolo n Cenni al settore assicurativo

2 Capitolo n. 8. Il sistema valutario Capitolo n. 9. Finanza agevolata Sotto Capitolo n I fondi di venture capital Capitolo n. 10. Il mercato dei capitali Sotto Capitolo n MICEX Sotto Capitolo n RTS Sotto Capitolo n Recenti orientamenti della Commissione Sotto Capitolo n Gli sviluppi dopo la crisi finanziaria Sotto Capitolo n Corporate bonds Sotto Capitolo n I titoli del debito pubblico Capitolo n. 11. Sistema fiscale Sotto Capitolo n La struttura del Codice tributario e le principali imposte Sotto Capitolo n L'amministrazione delle imposte Capitolo n. 12. L'imposizione sui redditi delle persone fisiche Sotto Capitolo n Soggetti passivi e base imponibile Sotto Capitolo n Aliquote e periodo d'imposta Sotto Capitolo n Redditi d'impresa e di lavoro autonomo Sotto Capitolo n Capital gain Sotto Capitolo n Deduzioni Capitolo n. 13. L'imposizione sui redditi societari Sotto Capitolo n Soggetti passivi e principi generali di imposizione Sotto Capitolo n La stabile organizzazione nella legislazione russa Sotto Capitolo n Periodo d'imposta ed aliquote Sotto Capitolo n Regimi di tassazione ordinario e speciali Sotto Capitolo n Determinazione della base imponibile Sotto Capitolo n L imposizione sui redditi per le società non residenti prive di stabile organizzazione Sotto Capitolo n Transfer pricing Sotto Capitolo n La disciplina fiscale sui gruppi Sotto Capitolo n De iure condendo Capitolo n. 14. Adempimenti formali ed accertamento - Procedura di registrazione presso le autorità fiscali Sotto Capitolo n Persone fisiche Sotto Capitolo n Società Sotto Capitolo n L'accertamento e le sanzioni Capitolo n. 15. Aspetti di fiscalità internazionale Sotto Capitolo n I trattati in vigore contro le doppie imposizioni Sotto Capitolo n La Convenzione Italia Russia contro le doppie imposizioni sul reddito Sotto Capitolo n Il credito per le imposte assolte all estero Capitolo n. 16. Altre principali imposte Sotto Capitolo n L'imposta sul valore aggiunto Sotto Capitolo n I dazi doganali Sotto Capitolo n Le accise Sotto Capitolo n L'imposta sociale unica Sotto Capitolo n Altri tributi Capitolo n. 17. Italia-Russia: Riflessi fiscali di alcuni percorsi operativi Sotto Capitolo n Imposte indirette e dazi doganali Capitolo n. 18. Distribuzione commerciale indiretta: il franchising Sotto Capitolo n I caratteri del rapporto di franchising Sotto Capitolo n Le forme del franchising internazionale Sotto Capitolo n I riflessi fiscali dei contratti di franchising stipulati dalle imprese italiane Capitolo n. 19. Accordi relativi a diritti industriali Sotto Capitolo n Il regime fiscale delle importazioni di tecnologia nell'ordinamento russo Sotto Capitolo n Il regime fiscale dei trasferimenti internazionali di tecnologia nell'ordinamento italiano Capitolo n. 20. Produzione con presenza in Russia Sotto Capitolo n Acquisizione di partecipazioni di una società russa già esistente Sotto Capitolo n Costituzione di unità locali e sedi secondarie Sotto Capitolo n Costituzione di società controllate Sotto Capitolo n Joint Ventures Capitolo n. 21. Prospetti di sintesi Capitolo n. 22. Principali riferimenti normativi Capitolo n. 23. Alcuni siti di interesse Capitolo n. 24. Indice abbreviazioni e acronimi principali

3 Introduzione Russia: Guida per le imprese italiane Se l anno 2004 è stato l anno della Cina, il 2005 sarà l anno della Russia. I fondamentali economici ce lo avevano fatto intuire, persuadendoci ad intraprendere un progetto dedicato specificatamente a questo mercato, anticipando quello che sarà il filo conduttore della promozione del Made in Italy nel Se la Cina è la nuova frontiera dell internazionalizzazione produttiva, la Russia è prima di tutto un grande mercato di sbocco commerciale per gli esportatori vicentini. Una congiuntura particolarmente favorevole, anche e soprattutto grazie al corso elevato dei costi del petrolio e delle altre materie prime di cui la Russia è molto ricca, hanno indotto tassi di crescita economica superiori al 7% annuo. Se vi si aggiungono l aumentata produzione industriale (+7% nei primi 5 mesi del 2004), lo sviluppo degli investimenti (+12,8%) e dei consumi privati (+11%), abbiamo il quadro completo di una delle più dinamiche economie del mondo. Sappiamo poi come dallo sviluppo dell interscambio commerciale conseguano dinamiche importanti anche sul piano degli investimenti diretti. Quantunque la Russia non sia ancora tra gli obiettivi principali degli investimenti industriali vicentini, siamo certi che presto lo diventerà, nella logica di consolidare quei rapporti commerciali che si stanno sviluppando oggi, in modo così impetuoso. Del resto siamo già in presenza di un numero crescente di imprese vicentine che stanno pensando a rafforzare la loro presenza commerciale, in Russia, creando filiali, uffici di rappresentanza e sviluppando, in ogni modo, le loro reti distributive. Il progetto che abbiamo realizzato è quindi un progetto a tutto campo, capace di fornire gli strumenti operativi del presente ma anche di guardare avanti, all immediato futuro delle nostre aziende. Di questa lungimiranza sono grato ad Adamo Dalla Fontana e Michele Amenduni, i due Vice Presidenti che, nell ambito delle deleghe loro affidate, su Internazionalizzazione e Fiscalità, hanno concepito e brillantemente realizzato l idea. Un ovvio ringraziamento accomuna tutto lo staff tecnico-scientifico che si è impegnato nello studio del sistema fiscale, societario e giuridico, russo, sotto il coordinamento del Centro di Ricerca sulla Finanza e Fiscalità Internazionale. Credo ne sia uscito un manuale di grande utilità per tutti i nostri imprenditori, definendo opportunità e modalità operative alle quali plasmare le strategie più diverse, di approccio al Paese. Un doveroso ringraziamento va alla Banca Popolare di Vicenza, costante e prezioso supporto ai processi di internazionalizzazione delle nostre imprese.

4 Capitolo n. 1 Background La Federazione Russa, con i suoi 17,1 milioni di chilometri quadrati, è il più grande paese al mondo per estensione, seguito da Canada e Cina. Tuttavia, la configurazione del territorio, caratterizzata da grandi distanze, abbondanti risorse naturali, un clima rigido in gran parte del paese e una bassa densità demografica, sembra rappresentare più un fattore di debolezza che di forza, traducendosi in elevati costi di trasporto, eccessiva dipendenza dalle risorse naturali (in particolare petrolio e gas) ed elevati squilibri regionali. A tutto ciò, l attuale leadership politica, facente capo al Presidente Putin, sta progressivamente cercando di porre rimedio, attraverso un nutrito programma di riforme, avviato nel 2001, e finalizzato - come si desume dalla Comunicazione del 10 febbraio 2004 COM (2004) 106, della Commissione Europea al Consiglio e al Parlamento Europeo sulle relazioni dell'unione Europea con la Russia - a: migliorare il clima degli investimenti nel Paese; promuovere ulteriormente l integrazione della Russia nell economia mondiale, anche attraverso l adesione all'organizzazione mondiale per il commercio (World Trade Organization, WTO), attesa entro la fine del 2004, che dovrebbe fornire un importante impulso alla crescita del Paese; riformare la pubblica amministrazione: la riforma è stata avviata con il Decreto presidenziale n. 314 del 9 marzo 2004, che ha modificato radicalmente la struttura di governo, rendendola più snella attraverso una riduzione del numero dei ministeri (da 23 a 14), dei ministri (da 30 a 17) e dei deputati primi ministri (da 6 a 1); rafforzare il capitale umano e proteggere le fasce vulnerabili della popolazione. Nonostante alcune delle riforme strutturali siano ancora in fase di realizzazione, è indubbio che, negli ultimi 5 anni, la Russia abbia compiuto progressi tangibili sulla strada della crescita e della stabilità economica, soprattutto a confronto con il clima di turbolenza economica e sociale del precedente decennio, segnato dalla fine dell era sovietica. Per 69 anni la Repubblica Socialista Federale Sovietica Russa ha costituito la chiave di volta dell Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS). Le prime disposizioni di apertura verso il mercato furono dettate proprio dall'urss nei cinque anni precedenti lo scioglimento dell Unione, avvenuto il 31 dicembre In tale periodo furono introdotte le prime previsioni relative alle joint venture e alle società cooperative, alla liberalizzazione e privatizzazione delle locazioni, alla disciplina dei diritti di proprietà e dell attività imprenditoriale. Nel caos politico dominato dalla perestroika del presidente Gorbachev, dalla riforma elettorale, dall introduzione delle riforme economiche e dalla ri-emersione delle identità nazionali delle repubbliche ex sovietiche, la Repubblica Socialista Federale Sovietica Russa dichiarò la propria sovranità il 12 giugno 1990 ed il Parlamento attribuì, all allora Presidente Yeltsin, poteri straordinari allo scopo di attuare riforme economiche radicali. Il 25 dicembre 1991 la denominazione Repubblica Socialista Federale Sovietica Russa venne modificata in Federazione Russa e nel gennaio 1992 venne avviato un programma di riforme economiche, che però subì una drastica battuta di arresto con la pesante crisi finanziaria del Superata la crisi del 1998, che ha segnato la fine della sofferta fase di passaggio all era post-sovietica, l economia russa si è incamminata sulla strada che dovrebbe portarla a trasformarsi, in un orizzonte di medio-lungo periodo, in una moderna economia di mercato, competitiva, diversificata e integrata nel sistema economico mondiale, come si desume dal trend di alcuni indicatori macro-economici nel periodo , di seguito riportati: Indicatori macro-ecomomici : Ultimo dato al PIL, crescita % reale -5,3 6,4 10,0 5,0 4,7 6,7 Primi 9 mesi

5 Produzione industriale, crescita % reale Investimenti fissi, crescita % reale Disoccupazione, % fine periodo -5,2 11,0 11,9 4,9 3,7 6,8 Primi 11 mesi -12,0 5,3 17,4 8,7 2,6 12,2 Primi 11 mesi 11,8 11,7 10,2 9,0 7,1 8,6 Undicesimo mese Esportazioni, mld. di $ 74,4 75,6 105,0 101,9 107,2 134,4 Primi 11 mesi Importazioni, mld. di $ 58,0 39,5 44,9 53,8 61,0 74,8 Primi 11 mesi Inflazione, variazione % 12 mesi Debito in valuta estera, % del PIL Riserve valutarie ed auree, mld. di $ 84,4 36,5 20,2 18,6 15,1 12,0 Dodicesimo mese 50,1 87,7 55,3 44,4 36,2 28,3 Primi 11 mesi 12,2 12,5 27,9 36,6 47,8 76,9 Primi 12 mesi RUB/US$ (fine periodo) 20,65 27,00 28,16 30,14 31,78 29,45 31/12/2003 Fonte: COM (2004) 106 del 10/02/2004 della Commissione Europea Con lo sviluppo degli investimenti, cresce e si sviluppa anche la base giuridica che costituisce il terreno sul quale si basa l investimento. L ordinamento costituzionale La Federazione Russa è un ordinamento giuridico di diritto civile di impostazione romanistica con una carta costituzionale scritta che stabilisce i fondamenti del governo e la struttura normativa. La costituzione russa attuale è stata adottata solo dopo mesi di intenso confronto fra il Parlamento ed il presidente Boris Yeltsin. In seguito a tale confronto è stata promulgata la nuova Costituzione in data 12 dicembre 1993, sancita da un referendum nazionale. La costituzione stabilisce che la Russia è una Democrazia Presidenziale formata da (i) il Presidente; (ii) il Governo Ministeriale; e (iii) l ordinamento giudiziario. La costituzione inoltre descrive i poteri dei governi regionali. Il Presidente occupa un ruolo autonomo e superiore fra i poteri dello Stato. Il Presidente è il capo dello Stato, il garante della Costituzione e dei diritti umani e civili e delle libertà ed il Capo delle forze armate. Il Parlamento costituisce il potere legislativo. È formato da: la Duma di Stato (la camera inferiore) e il Consiglio della Federazione (la camera superiore). Il potere esecutivo è affidato al Governo, costituito dal Primo Ministro (nominato dal presidente con l approvazione della Duma e dei Ministri), un deputato primo ministro, un capo dell amministrazione e 14 Ministeri federali. L interpretazione delle norme è poi affidata alle numerose Agenzie Federali. Il potere giudiziario è esercitato dall ordinamento giudiziario che comprende: (i) la Corte Costituzionale, la cui funzione primaria è quella di assicurare la conformità della legge alla Costituzione, di risolvere i conflitti tra i vari poteri dello Stato, di assicurare la costituzionalità delle leggi relativamente a specifici argomenti quali i diritti costituzionali e le libertà individuali e di interpretare la Costituzione; (ii) la Corte Suprema, che è il vertice della giustizia civile e decide in merito a cause civili, penali ed amministrative, (iii) la Corte Suprema Arbitrazh che svolge una funzione di controllo dei Tribunali Arbitrazh che, nonostante il nome, sono dei veri e propri tribunali, non arbitrali, che trattano le cause di natura commerciale e (iv) i Tribunali Militari. I poteri dei governi regionali risultano dalla struttura federale del paese, che comprende 89 enti: 21 repubbliche, 6 krai (province), 10 okrug (distretti federali) autonomi, 49 oblast (regioni), una oblast autonoma e due città, Mosca e San Pietroburgo. Ciascuno di questi soggetti ha il proprio organo legislativo e il proprio governo. La legislazione russa La legislazione russa rappresenta un sistema strutturalmente sofisticato di atti legislativi gerarchicamente organizzati a livello federale e locale. La Costituzione è la più alta fonte legislativa in Russia. Le modifiche costituzionali possono essere

6 adottate (i) dal potere legislativo con successiva ratifica da parte delle legislature locali, ovvero (ii) mediante un referendum nazionale. Nella gerarchia delle fonti del diritto, la legislazione federale ( zakon in russo) è la seconda fonte legislativa dopo la Costituzione. La Costituzione distingue fra leggi costituzionali federali e leggi federali. Le leggi costituzionali federali sono adottate soltanto in relazione ad un limitato gruppo di materie indicate dalla Costituzione stessa (per esempio, l'organizzazione del governo e dei fondamenti dell ordine giudiziario). Le leggi sono approvate dal Parlamento, firmate dal Presidente e pubblicate. Il Presidente è autorizzato dalla Costituzione ad adottare atti normativi sotto forma di ukaz e rasporyazheniye (editti). La Costituzione stabilisce che gli editti presidenziali non possono derogare alle disposizioni della Costituzione o delle leggi federali. Gli atti legislativi adottati dal Governo sono denominati postanovleniye e rasporyazheniye. Si tratta di decreti che, dal punto di vista giuridico, sono subordinati gerarchicamente alla Costituzione, alle leggi federali e agli editti del Presidente. Il Presidente ha facoltà di annullare i decreti del Governo che violino le disposizioni agli stessi sovraordinate. Occasionalmente gli editti del Presidente o i decreti del Governo assumono la forma di polozhenie, ossia regolamenti. Lo stato giuridico di tali atti, nella gerarchia legislativa, dipende dalla posizione dell organo che li ha emanati. Gli altri enti governativi hanno il potere di emanare istruzioni, ordini e raccomandazioni, che sono sottoposti in grado agli atti del Governo, agli editti del Presidente, alle leggi e alla Costituzione. La data dell atto legislativo è la data in cui tale atto è stato promulgato. Tale data deve essere distinta dalla data in cui l atto entra in vigore. La pubblicazione è condizione di efficacia soltanto delle Leggi Costituzionali Federali e delle Leggi Federali. Tali provvedimenti, infatti, entrano in vigore nella data indicata dall atto stesso (regole simili si applicano per gli editti presidenziali e i decreti del Governo) ovvero, in mancanza di espressa previsione, trascorsi 10 giorni dalla pubblicazione.

7 Capitolo n. 2 L'impresa e le società Come nella maggior parte delle giurisdizioni europee, anche in Russia vige un ordinamento giuridico di diritto civile romanico in gran parte sviluppato su un codice civile. Il codice civile russo è stato riformulato tre volte durante il corso del ventesimo secolo, inizialmente per adattarlo all economia marxista e più recentemente per adattarlo ad un economia di mercato. In URSS, vi erano due rami di legislazione civile: la legislazione dell Unione o URSS e la legislazione delle Repubbliche. La prima fungeva da provvedimento quadro, in base al quale le Repubbliche dettavano normative di maggiore dettaglio. Il Codice Civile della Repubblica Socialista Federale Sovietica Russa è stato adottato nel Nel maggio 1991 sono state adottate le nuove linee guida della legislazione civile, i fondamenti della legislazione civile dell URSS e delle Repubbliche. Tali provvedimenti, che avrebbero dovuto entrare in vigore in tutta l URSS dal 1 gennaio 1992, dopo lo scioglimento dell URSS, sono stati adottati dalla Federazione Russa e sono stati applicati in attesa della promulgazione di un nuovo codice civile russo completo. Il nuovo Codice Civile russo (di seguito abbreviato anche c.c. ), suddiviso in tre parti, è stato introdotto nel Paese dopo la caduta del regime comunista, con le leggi federali n. 52-FZ del 30/11/1994, n. 15-FZ del 26/01/1996 e n. 147-FZ del 26/11/2001. La prima parte, entrata in vigore il 1 gennaio 1995, richiama i principi giuridici fondamentali, in particolare (i) il diritto di proprietà, (ii) i tipi di persone giuridiche, (iii) i principi generali sulle obbligazioni e (iv) le disposizioni relative alle garanzie. La seconda parte, entrata in vigore il 1 marzo 1996, riguarda i contratti tipici. Infine, la terza parte, entrata in vigore nel 2002, riguarda, in particolare, i diritti di successione ed il diritto internazionale privato. Come il codice civile italiano, anche quello russo contempla, accanto al soggetto economico-persona fisica, un numero chiuso di tipi societari per lo svolgimento in comune di attività economiche, classificabili nelle due categorie a noi familiari delle società di persone e delle società di capitali. Queste ultime sono le più utilizzate da parte dell investitore estero, il quale tuttavia potrebbe avere altresì convenienza, per lo meno in una prima fase, a servirsi di altre forme di insediamento, quali le sedi secondarie e gli uffici di rappresentanza. L operatore economico che voglia avviare un attività d impresa nel territorio della Federazione Russa, infatti, avrà a disposizione le seguenti alternative di investimento: costituire un ufficio di rappresentanza o una sede secondaria; costituire un impresa individuale; costituire una società; acquisire una partecipazione in una società già costituita. La scelta circa la migliore forma di organizzazione per l investimento deve essere valutata in relazione alle caratteristiche del progetto che dovrà essere intrapreso ed alla natura dell attività dell investitore. Se da una parte la creazione di un ufficio di rappresentanza o di una sede secondaria permette di esplorare il mercato, svolgere funzioni di business development, concludere contratti, d altra parte la creazione di una filiale nella forma di una società a responsabilità limitata o di una società per azioni permette di delimitare il rischio dell investimento e di dotare il progetto di una struttura autonoma ed indipendente di gestione.

8 Sotto Capitolo n. 2.1 Disciplina degli investimenti stranieri La Legge n. 160-FZ del 25 giugno 1999 detta la disciplina della tutela degli investimenti stranieri nel territorio della Federazione Russa. Tra i principi fondamentali di tale provvedimento legislativo si possono menzionare: il principio di libertà di organizzazione economica e di non discriminazione. È definito investimento straniero diretto l acquisto di una partecipazione pari ad almeno il 10% del capitale sociale di un ente di diritto russo. Ai sensi dell art. 4 Legge n. 160/99, la disciplina delle organizzazioni commerciali con capitale straniero e la disciplina degli utili non può essere più svantaggiosa rispetto alla corrispondente normativa applicabile agli enti di diritto domestico. Eventuali disposizioni peggiorative in materia doganale non si applicano agli investitori stranieri (società con partecipazione straniera maggiore del 25%) che abbiano presentato un progetto di investimento della durata non inferiore a 7 anni, a condizione che i beni importati siano effettivamente utilizzati per l attuazione dell investimento. Tale eccezione si applica anche alle società partecipate da investitori stranieri, indipendentemente dalla percentuale di partecipazione detenuta, qualora il progetto di investimento abbia un valore superiore a Rubli. Ai sensi dell art. 11 Legge n. 160/99, gli investitori stranieri hanno facoltà di disporre degli utili e dei versamenti percepiti (compreso il re-investimento in territorio russo), hanno facoltà di acquistare titoli e altri strumenti finanziari, terreni ed edifici. Gli investitori stranieri devono stipulare adeguate polizze assicurative a copertura dei rischi industriali e della responsabilità civile. Oltre ai documenti richiesti per la registrazione di un ente o forma di organizzazione domestica, l investitore straniero, che voglia costituire una stabile organizzazione in territorio russo, deve altresì presentare all Autorità competente per la registrazione, i seguenti documenti: - estratto dal registro delle imprese del paese in cui l investitore straniero è costituito o qualsiasi altro documento che ne comprovi lo status giuridico; - documenti comprovanti la solvibilità dell investitore straniero; - prova del pagamento delle tasse applicabili. La registrazione deve essere concessa entro un mese dal deposito dei documenti.

9 Sotto Capitolo n. 2.2 L'Ufficio di rappresentanza e la sede secondaria Si noti, innanzitutto, che l ordinamento russo non vieta lo svolgimento di attività di natura commerciale da parte di società straniere che non abbiano un ufficio di rappresentanza o una filiale nel territorio della Federazione Russa. Le autorità tributarie russe tuttavia di regola affermano che sussiste una stabile organizzazione nel territorio russo e assoggettano la società straniera alle imposte locali. La costituzione di un ufficio di rappresentanza (di seguito anche place of business ) o di una sede secondaria (di seguito anche branch ) permette di separare il fatturato maturato in Russia dal fatturato globale della società e limitare dunque l'applicabilità delle imposte russe allo specifico fatturato connesso con il territorio russo. Le procedure di costituzione dell ufficio di rappresentanza sono inoltre più snelle rispetto a quelle previste per la costituzione di una società con autonoma personalità giuridica. La procedura per la costituzione di un ufficio di rappresentanza/sede secondaria è denominata Accreditamento. L ufficio di rappresentanza e la sede secondaria possono svolgere le seguenti attività: rappresentare la società madre, assisterla nell assumere informazioni commerciali, scientifiche e tecniche, facilitarle i rapporti commerciali. L ufficio di rappresentanza non ha una distinta personalità giuridica rispetto alla società straniera che ne ha determinato la costituzione. Ciò significa che per le obbligazioni stipulate e contratte dall ufficio di rappresentanza risponde direttamente la società straniera che ne ha curato la costituzione con tutto il suo patrimonio. La differenza principale fra branch e place of business riguarda l attività che viene effettuata dalle medesime: il place of business viene solitamente individuato negli uffici che hanno meri poteri di rappresentanza, mentre le branch sono dotate di strutture permanenti. Sede secondaria Una sede secondaria viene considerata come una parte della società madre organizzata in modo da gestire attività economiche per conto della casa-madre. Ciò comporta la possibilità per un terzo di intrattenere rapporti commerciali direttamente con la branch, piuttosto che contattare necessariamente la società in Italia. Il concetto in sostanza è molto vicino a quello di una società controllata, per quanto non vi sia giuridicamente una duplicazione della personalità giuridica. I maggiori vantaggi che possono essere conseguiti tramite la costituzione di una branch sono i seguenti: possibilità di ottenere visti per i lavoratori stranieri; facilità di cooperare con gli uffici governativi e le imprese locali in virtù della registrazione presso la State Registration Chamber del Ministero della Giustizia (di seguito SRC ). Ufficio di rappresentanza Per quanto riguarda invece la costituzione di un semplice ufficio di rappresentanza, si ribadisce che l attività condotta dallo stesso deve essere marginale od accessoria all attività commerciale complessiva della società madre. Esso mira essenzialmente a rappresentare la società italiana nella Federazione Russa, ad incrementare la conoscenza del mercato straniero da parte della società madre e a stabilire e mantenere relazioni con imprese locali russe. Qualora l attività dell ufficio di rappresentanza miri a gestire attività economiche per conto della società madre e generi dei profitti, sarà sottoposto al medesimo regime di tassazione previsto per la branch relativamente ai profitti generati dalla stessa. I maggiori vantaggi che possono essere conseguiti tramite la costituzione di un ufficio di rappresentanza sono i seguenti: possibilità di ottenere visti per i lavoratori stranieri; agevolazione nella registrazione di automobili; possibile esenzione dal pagamento dell IVA relativamente a prestiti immobiliari;

10 facilità di cooperare con gli uffici governativi e le imprese locali in virtù della registrazione presso la SRC del Ministero della Giustizia. Procedura di registrazione Le procedure di registrazione previste dalla normativa russa per la sede secondaria o l ufficio di rappresentanza sono molto simili e prevedono le seguenti fasi: 1) Registrazione presso la SRC, in seguito alla quale la sede secondaria o l ufficio di rappresentanza sono iscritti nel Registro della Federazione Russa (di seguito anche Registro delle Imprese ). Ai fini di tale registrazione devono essere presentati i seguenti documenti: statuto o atto costitutivo della società madre (2 copie o 2 copie autentiche); estratto dell Ufficio del Registro che attesti la registrazione della società madre (2 copie o 2 copie autentiche); una lettera della banca in cui la società italiana possiede un conto bancario che confermi la solvibilità della società stessa (2 copie degli originali); delibera della società madre di aprire una sede secondaria o un ufficio di rappresentanza in Russia (2 copie); procura per il rappresentante legale della società che agisce in nome della società madre nella sede secondaria o nell'ufficio di rappresentanza in cui vengono indicati i poteri conferiti allo stesso (2 copie); certificato da parte dell ufficio tributario competente in Italia che attesti la registrazione della società come contribuente e il codice fiscale e la partita IVA della stessa (1 copia); 2 lettere di presentazione da parte di due enti russi con cui la società madre intrattiene rapporti commerciali, quali una banca o un cliente russo; lettera da parte del proprietario dell immobile in cui ha sede la sede secondaria o l ufficio di rappresentanza che attesti la veridicità della sede della stessa e l effettiva occupazione dell immobile. Tutti i documenti, che vengono consegnati in copia (tranne quelli in copia autentica), devono essere redatti di fronte ad un notaio e autenticati tramite apostilla o presso il consolato russo. Devono altresì essere tradotti in russo e la traduzione deve essere certificata e legalizzata. Devono essere altresì fornite le seguenti informazioni: codice fiscale o numero di partita IVA della società madre; nome, codice SWIFT e numero di conto corrente bancario della banca alla quale si appoggia la società madre; ammontare del capitale della società madre; nome e cittadinanza del presidente del consiglio di amministrazione della società madre; nome, indirizzo, codice fiscale dei soci fondatori della società madre, nonché numero e percentuale delle partecipazioni detenute dagli stessi nella società; nome, data e luogo di nascita, copia del passaporto, indirizzo della persona che rappresenta la società madre nella sede secondaria o nell ufficio di rappresentanza. Tale procedura comporta il pagamento di una tassa di registrazione che varia a seconda della durata del titolo di registrazione che viene ottenuto al termine di tale procedura (USD per validità di un anno; USD per validità di 2 anni; USD per validità di 3 anni). 2) Registrazione obbligatoria all ufficio fiscale competente ed altri uffici statali quali l ufficio di previdenza e di assistenza sociale. Per ottenere la registrazione all ufficio tributario, è necessario che la società madre preliminarmente indichi una banca presso la quale aprire un conto e determinare la valuta dello stesso. Tale conto potrà essere aperto solamente quando tutte le registrazioni prescritte dalla normativa russa saranno effettuate (es. presso l ufficio di previdenza ed assistenza sociale). Ad ogni buon conto, la registrazione presso l ufficio tributario deve avvenire entro 30 giorni dall inizio delle attività nella branch o nel place of business.

11 Sotto Capitolo n. 2.3 L'impresa individuale Ai sensi dell art. 23 c.c., ciascun individuo ha facoltà di esercitare un attività economica senza la necessità di organizzarsi in forma collettiva mediante società o altre persone giuridiche. Requisito necessario al fine di operare come imprenditore individuale è la registrazione dell impresa presso l Amministrazione fiscale. Qualora un individuo eserciti di fatto attività d impresa, esso sarà considerato imprenditore fin dalla effettiva data di avvio dell attività economica. All imprenditore individuale vengono applicate le disposizioni relative alle imprese collettive (società di persone, società di capitali e consorzi) salvo che tale applicazione non sia espressamente esclusa da una specifica disposizione di legge. L individuo che esercita un attività di impresa, ai sensi dell articolo 24 del Codice Civile Russo, risponde delle obbligazioni contratte in proprio nome, con tutti i propri beni, eccetto i beni impignorabili. Ai sensi dell art. 25 c.c., in caso di insolvenza, l imprenditore viene dichiarato fallito e cancellato dal registro commerciale. Tutti i creditori dell imprenditore individuale fallito possono insinuarsi al passivo (inclusi i creditori personali). I crediti sono soddisfatti nel seguente ordine: crediti per danno biologico alla vita o alla salute in pari grado con i crediti alimentari (anche mediante capitalizzazione degli obblighi periodici), crediti dei dipendenti e per diritto d autore, crediti ipotecari, crediti dell erario e infine crediti chirografari. Una volta soddisfatte le pretese dei creditori concorrenti, l imprenditore è liberato dalle restanti obbligazioni.

12 Sotto Capitolo n. 2.4 Joint activity o particular partnership Il Codice Civile Russo, agli articoli 1041 e seguenti dedicati ai contratti, disciplina una struttura organizzativa (joint activity o particular o simple partnership), assimilabile, per certi versi, all istituto della società semplice previsto nell'ordinamento italiano. La società semplice russa non ha, infatti, una personalità giuridica distinta da quella dei propri membri ed è disciplinata, non tanto nella parte dedicata alle società e alle altre persone giuridiche, quanto nella parte dedicata ai contratti commerciali. Ai sensi dell art c.c., la società semplice è quel contratto con cui due o più persone si impegnano ad effettuare dei conferimenti e ad agire congiuntamente, senza costituire una distinta persona giuridica, per ottenere un profitto o per il raggiungimento di un obiettivo non vietato dalla legge. I conferimenti ed i prodotti dell attività congiunta dei membri della società semplice sono di proprietà comune degli stessi membri. L amministrazione del patrimonio e dell attività della società semplice è svolta dai membri congiuntamente o separatamente. Il potere di rappresentare la società semplice deve essere conferito mediante apposita procura. Ciascun membro è responsabile per le obbligazioni assunte per l attività della società semplice con tutto il proprio patrimonio ed in proporzione ai propri conferimenti. Ai sensi dell art c.c., la società semplice è sciolta automaticamente in caso di dichiarazione di incapacità, fallimento, morte o scioglimento, recesso di uno dei soci, scadenza o risoluzione ai sensi del contratto, sequestro della quota di un socio da parte dei suoi creditori. Contestualmente allo scioglimento, i soci hanno diritto di ricevere la restituzione dei conferimenti effettuati. Ciascun membro ha diritto di recedere dalla società semplice con un preavviso di tre mesi ed ogni pattuizione contraria è nulla.

13 Sotto Capitolo n. 2.5 Le persone giuridiche Il Codice Civile contiene una disciplina generale (artt. 48 e seguenti) applicabile a tutte le persone giuridiche siano esse associazioni, enti non profit, società con scopo di lucro o enti pubblici. Il Codice stabilisce l autonomia patrimoniale delle persone giuridiche, la capacità di essere centro di imputazione di diritti e obblighi e la possibilità di agire in giudizio. Tutte le persone giuridiche sono soggette ad un obbligo di registrazione ai sensi della Legge Federale sulla registrazione delle persone giuridiche e delle imprese individuali n. 129-FZ dell 8 agosto 2001.

14 Sotto Capitolo n. 2.6 Le società in generale L ordinamento russo conosce sia le società di persone (general partnership e limited partnership) che le società di capitali (società per azioni e società a responsabilità limitata). Le principali fonti legislative di riferimento per la disciplina delle società sono: il Codice Civile della Federazione Russa; la Legge Federale n. 208-FZ del 26 dicembre 1995 Sulle società per azioni ; la Legge Federale n. 14-FZ dell 8 febbraio 1998 Sulle società a responsabilità limitata ; la Legge Federale n. 129-FZ dell 8 agosto 2001 sulla registrazione delle persone giuridiche e delle imprese individuali; la Legge Federale n. 39-FZ del 22 aprile 1996 sul mercato dei valori mobiliari; la Legge Federale n. 160 del 9 luglio 1999 sugli investimenti stranieri nella Federazione Russa. Si distinguono due tipi di organizzazione dell attività imprenditoriale: commerciale (kommerèeskie) e non commerciale (nekommerèeskie). Gli enti di natura commerciale si distinguono a loro volta, come segue: cooperative economiche (khozjaystvennye tovarišèestva); società economiche (di persone) (khozjaysvtennye obšèestva); società a responsabilità limitata o OOO (Obšèestvo s Ogranièennoj Otvetstvennostju); società a responsabilità aggiuntiva (altresì dette società a doppia responsabilità ) (Obšèestvo s dopolnitel noj otvetstvennostju); società per azioni o AO (Aktsionernoe Obšèestvo), a loro volta divise in aperte (OAO, Otkrytoe Aktsionernoe Obšèestvo) e chiuse (ZAO, Zakrytoe Aktsionernoe Obšèestvo). Ai sensi dell articolo 50 del Codice Civile, gli enti non commerciali possono svolgere attività di natura economica, a condizione che esse siano strumentali al raggiungimento dell oggetto sociale. Dopo alcuni cenni sulle società di persone, il presente studio analizzerà, nel dettaglio, la disciplina delle società di capitali, essendo queste ultime le forme di investimento privilegiate dall investitore straniero: società per azioni e società a responsabilità limitata.

15 Sotto Capitolo n. 2.7 Le società di persone Il Codice civile russo, agli articoli 66 e seguenti, distingue la general partnership (assimilabile alla nostra società in nome collettivo) dalla limited partnership (assimilabile alla nostra società in accomandita semplice). Le società di persone sono costituite mediante accordo costitutivo sottoscritto da tutti i soci, in cui devono essere indicati: la denominazione sociale, la sede sociale, la forma di amministrazione della società e l oggetto sociale. Nell atto costitutivo i fondatori si assumono l impegno di costituire la società e descrivono le attività necessarie alla costituzione, nonché i termini e le condizioni dei conferimenti. L accordo costitutivo indica inoltre i termini e le condizioni per la distribuzione degli utili, l amministrazione della società, il recesso, la responsabilità dei soci per la violazione dei loro obblighi. Diversamente rispetto all ordinamento italiano, in diritto russo, le società di persone sono dotate di personalità giuridica. Esse sono considerate persone giuridiche a tutti gli effetti per espressa disposizione del Codice Civile. L unica differenza rispetto alle società di capitali è dunque il diverso regime di responsabilità dei soci: illimitata nelle società di persone e limitata ai conferimenti nelle società di capitali. La general partnership La disciplina specifica delle general partnership è contenuta nel Codice Civile agli articoli 69 e seguenti. I soci di una general partnership sono solidalmente responsabili con tutti i propri beni, insieme alla società, per le obbligazioni di quest ultima, incluse quelle sorte prima del loro ingresso nella compagine sociale. Le limitazioni alle responsabilità dei soci sono inderogabili. I creditori particolari del socio hanno facoltà di chiedere la liquidazione della quota per il pagamento dei propri crediti, esclusivamente nel caso in cui il patrimonio personale del socio non sia sufficiente. L amministrazione è affidata ai soci e l atto costitutivo può stabilire che le decisioni per l amministrazione della società siano assunte con voto a maggioranza. Per norma inderogabile, ogni socio ha diritto di accesso alla documentazione societaria, indipendentemente dal fatto che egli svolga funzioni di amministrazione. Inoltre, ogni socio ha diritto di agire per conto della società, salvo che l atto costitutivo stabilisca che l amministrazione e la rappresentanza sono congiunte. Le limitazioni dell atto costitutivo al potere di rappresentanza non sono opponibili ai terzi, salvo che si provi che il terzo era a conoscenza che il socio, con cui ha concluso un contratto, non aveva il potere di rappresentare la società. I poteri di gestione e rappresentanza possono essere revocati con provvedimento dell autorità giudiziaria su istanza di uno o più soci, in caso di colpa grave e incapacità di gestione e amministrazione. I conferimenti devono essere effettuati nel termine previsto dall atto costitutivo e, in caso di mancato versamento, il socio è obbligato al pagamento di un interesse di mora del 10% della somma non versata e al risarcimento dei danni. Il trasferimento della propria partecipazione a terzi è ammesso solamente con il consenso di tutti gli altri soci. Ciascun socio ha diritto di recedere in qualsiasi momento dalla società e di ottenere la liquidazione della propria quota. Nel caso in cui lo statuto preveda una durata limitata della società, il recesso può essere esercitato solamente per giustificati motivi. Il socio, che sia receduto dalla società, risponde

16 delle obbligazioni che sono sorte nei due anni precedenti l approvazione del bilancio dell esercizio in cui recede. Il recesso ha efficacia trascorsi sei mesi dalla comunicazione. La società potrà proseguire la propria attività, solamente nel caso in cui tale possibilità sia prevista nell atto costitutivo ovvero mediante accordo unanime dei soci. Inoltre, i soci hanno diritto di richiedere all autorità giudiziaria l esclusione di un socio, sulla base di una delibera unanime degli altri soci, in caso di colpa grave e incapacità di gestione. Si evidenziano, infine, i motivi per cui una società può essere liquidata: decisione dei soci; provvedimento dell autorità giudiziaria in caso di violazione di legge (es. esercizio di attività riservate senza licenza); insolvenza; riduzione del numero di soci a uno: in tal caso, in alternativa alla liquidazione, la società potrà essere trasformata in una società di capitali entro sei mesi. La limited partnership La disciplina specifica della limited partnership è contenuta nel Codice Civile agli articoli 82 e seguenti. Nella società in accomandita, i soci accomandatari rispondono solidalmente e illimitatamente per le obbligazioni sociali, mentre i soci accomandanti rispondono limitatamente alla quota conferita. L amministrazione della società è conferita ai soci accomandatari. Ciascuna persona può rivestire la qualifica di socio accomandatario esclusivamente in una società e non può essere al contempo socio di altra società di persone. La società agisce sotto una ragione sociale costituita dal nome di almeno uno dei soci accomandatari, con l indicazione della forma giuridica. L accomandante, il cui nome è compreso nella ragione sociale, risponde di fronte ai terzi illimitatamente e solidalmente con i soci accomandatari per le obbligazioni sociali. Nel caso in cui non vi siano più soci accomandanti, la società dovrà essere posta in liquidazione. I soci accomandatari per evitare la liquidazione hanno la facoltà di trasformare la società in una tipologia societaria diversa. In caso di liquidazione, i soci accomandanti hanno diritto di prelazione sulla restituzione della propria quota, rispetto ai soci accomandatari. Trasformazione Come il diritto italiano, anche il diritto russo ammette le trasformazioni eteronome e stabilisce all articolo 68 del Codice Civile, che una società di persone può trasformarsi in una società di capitali e parimenti una società di persone può trasformarsi in una società cooperativa. Si noti tuttavia che in caso di trasformazione di una società di persone in una società di capitali, i soci rimarranno illimitatamente responsabili per le obbligazioni della società di persone trasferite alla società di capitali per un periodo di due anni dalla trasformazione.

17 Sotto Capitolo n. 2.8 Le società cooperative Le società cooperative sono disciplinate agli articoli 107 e seguenti del Codice Civile. Esse sono persone giuridiche di natura commerciale costituite per la produzione di beni o per lo svolgimento di altre attività economiche (produzione, lavorazione e vendita di prodotti agricoli, vendita di servizi, commercio etc.) fondate sulla prestazione personale d opera da parte dei soci e sui conferimenti di questi ultimi. I soci delle società cooperative, che devono in ogni caso essere in numero superiore a 5 ai sensi dell articolo 108 del Codice Civile, hanno responsabilità sussidiaria per le obbligazioni della società secondo quanto previsto dalla legge e dallo statuto sociale. Lo statuto di una società cooperativa deve contenere, oltre a tutti gli elementi previsti dall articolo 52 del Codice civile per tutte le persone giuridiche (denominazione, sede, regole di gestione e oggetto sociale), anche le seguenti informazioni: importo, natura e ordine dei conferimenti e delle prestazioni d opera dei soci; disciplina della distribuzione di utili e perdite; disciplina della responsabilità dei soci; struttura e responsabilità degli organi amministrativi. Contestualmente alla costituzione della società, i soci devono versare almeno il 10% dei propri conferimenti. I restanti conferimenti devono essere versati entro un anno dalla registrazione della società. La società è gestita dall Assemblea dei soci e, nel caso in cui i soci siano in numero superiore a 50, deve essere costituito necessariamente anche un Consiglio di Amministrazione. I membri del Consiglio di Amministrazione di una società cooperativa non possono essere soci di società cooperative che svolgano attività concorrenti. Ciascun socio ha il diritto di recedere dalla società in qualsiasi momento e, contestualmente, di ricevere la liquidazione della propria quota. La cessione a terzi della quota da parte di un socio è ammessa solamente con il consenso della società ed, in ogni caso, gli altri soci godono di un diritto di prelazione sulla quota posta in vendita.

18 Sotto Capitolo n. 2.9 Le società di capitali L ordinamento russo contempla tre forme di società di capitali: - la società per azioni; - la società a responsabilità limitata; - la società a responsabilità aggiuntiva. Tutti e tre i tipi societari sono soggetti alle medesime formalità di registrazione. Procedura di registrazione Il procedimento di registrazione delle società è stabilito in modo uniforme per tutte le persone giuridiche dalla legge federale sulla registrazione delle persone giuridiche e delle imprese individuali approvata dal parlamento della Federazione Russa il 13 luglio La registrazione è effettuata dal Servizio Tributario Federale Russo. Modalità e termini di registrazione La registrazione degli atti deve essere effettuata entro 5 giorni dall emissione dell atto stesso. Il luogo di registrazione della società è il luogo in cui si trova l organo esecutivo che ha deliberato la costituzione della società. La documentazione deve essere presentata a mano o via posta prioritaria. La domanda di registrazione deve essere autenticata con atto notarile, con l indicazione dei dati contenuti nel passaporto del richiedente ovvero nella carta d identità ed altresì con l indicazione del codice fiscale. Previsioni in termini di tempo La procedura di costituzione richiede all incirca 3/5 settimane dalla predisposizione dei documenti. La registrazione delle azioni di una S.p.A. presso l Autorità di sorveglianza del mercato richiede un termine ulteriore di 2 mesi. Si noti tuttavia che, anche in mancanza della registrazione delle azioni, alla società non è vietato operare. Provvedimento di rigetto L autorità competente può rigettare la domanda di registrazione per i seguenti motivi: mancato deposito della documentazione; deposito dei documenti presso un ufficio non competente; avvio di una procedura di liquidazione della società. Il provvedimento di rigetto deve contenere i motivi del rigetto e lo specifico riferimento alla irregolarità che ha determinato il diniego della registrazione. Soggetti autorizzati Sono autorizzati a presentare domanda di registrazione il presidente dell organo esecutivo, i soci fondatori e il procuratore speciale. Al depositante viene rilasciata una ricevuta di avvenuto deposito della domanda di registrazione. In caso di spedizione della domanda, la ricevuta viene inviata il giorno lavorativo successivo al ricevimento della domanda di registrazione. Documenti Per ottenere la registrazione della società devono essere presentati al Registro delle Imprese i

19 seguenti documenti: domanda di registrazione sottoscritta dal rappresentante legale conforme al modello predisposto dal Governo della Federazione Russa. La domanda attesta che i documenti allegati sono conformi alle previsioni richieste dalla legge russa, sono veritieri e che la procedura di costituzione è stata autorizzata dalle competenti autorità locali; delibera di costituzione della società; copia dell atto costitutivo e statuto della società; estratto del registro delle imprese straniero comprovante lo stato giuridico dei soci fondatori di diritto straniero; conferma dell avvenuto pagamento delle relative tasse. Oltre ad avviare la procedura di registrazione, la società deve completare le seguenti formalità: creazione e deposito del timbro sociale; registrazione presso il Comitato Statistico di Stato; registrazione del codice fiscale; registrazione presso il Fondo Pensioni, il Fondo Assistenza Medica ed il Fondo di Previdenza Sociale e l Ufficio di Collocamento; apertura di un conto bancario; registrazione dell emissione dei titoli azionari e dei risultati di sottoscrizione; notifica al Servizio Antitrust (necessaria in caso di acquisizione o costituzione di una società russa da parte di società il cui patrimonio indicato in bilancio è superiore a volte il salario minimo vigente (pari a 100 rubli); estratto del registro delle imprese straniero comprovante lo stato giuridico dei soci fondatori di diritto straniero (con validità annuale); conferma dell avvenuto pagamento delle relative tasse; lettera di referenza di un istituto bancario (con validità semestrale). Inoltre, per la costituzione della società sono necessarie ulteriori informazioni, tra cui: il nome dell istituto bancario presso cui la società aprirà il conto corrente, l indirizzo della sede sociale, la denominazione sociale, i nominativi degli amministratori e del direttore generale. Attività soggette a specifiche licenze Ai sensi della Legge Federale n. 158-FZ del 25 settembre 1998, alcune attività svolte nel territorio della Federazione Russa sono soggette ad una specifica licenza. La ratio della previsione legislativa sta nel tentativo di proteggere i diritti dei cittadini, i loro interessi, la moralità pubblica, la salute pubblica, assicurare la difesa del paese e la sicurezza dello Stato ed altresì porre le basi per lo sviluppo di un mercato unico. Ogni tipo di attività richiede il rilascio di una separata licenza. L attività per la quale è concessa la licenza può essere effettuata esclusivamente dal soggetto giuridico che ne ha fatto richiesta. L attività può essere prestata in tutto il territorio della Federazione Russa, nel caso in cui l autorità che ha concesso la licenza sia un ente federale, e nel territorio del governo locale, se invece la licenza è stata rilasciata da un autorità locale. La durata della licenza è prevista dalle discipline specifiche a livello locale, ma non può essere di durata inferiore a tre anni. Lo stato federale può stabilire il rilascio, in alcuni settori, di licenze perpetue. La licenza può essere rinnovata. La licenza non è rinnovata nel caso in cui siano state accertate violazioni della normativa che disciplina l attività in un determinato settore durante il periodo di vigenza della licenza. Per il rilascio della licenza, il richiedente, oltre a dover essere in possesso dei requisiti specifici per lo svolgimento di una determinata attività, deve anche dimostrare di essere in regola con la normativa ambientale, sanitaria, igienica, antincendio. Per ottenere la licenza, il richiedente deve presentare i seguenti documenti: domanda di rilascio con indicazione del nome e forma sociale della società, la sede sociale, nominativo della banca e numero del conto corrente; denominazione sociale, data del documento di identità; indicazione del tipo di attività e del periodo in cui tale attività sarà svolta; copia conforme dell atto costitutivo e dello statuto e visura camerale; indicazione degli estremi della registrazione con le autorità tributarie; ricevuta del pagamento della relativa tassa; altri documenti relativi alla specifica attività.

20 L autorità competente ha l onere di emettere un provvedimento di accoglimento o diniego della licenza entro un termine non superiore a 30 giorni dalla data della domanda. Il termine specifico è stabilito dalle discipline speciali relative ai diversi tipi di attività. Nel caso in cui sia rilasciato provvedimento favorevole, ma il richiedente non abbia pagato la tassa per ottenere la licenza entro tre mesi, l autorità competente ha il potere di revocare la licenza. Il richiedente ha diritto di impugnare il provvedimento dell autorità. La questione sarà esaminata da un arbitratore indipendente. Nel caso in cui il titolare della licenza sia una persona giuridica e quest ultima si trasformi o modifichi la propria denominazione o la sede sociale, si renderà necessario inoltrare una domanda di variazione della licenza. Il rispetto delle condizioni previste per la concessione della licenza è costantemente verificato dagli organi di controllo anche mediante ispezioni presso l azienda della società titolare. Con lo scioglimento e la liquidazione della società titolare, la licenza perde ogni efficacia e deve ritenersi automaticamente risolta. Ai sensi dell articolo 17 della Legge 158/98, tra le numerose attività per le quali è necessaria la licenza, sono incluse le seguenti: attività di auditing; produzione o utilizzazione di apparecchiature militari, di strumenti di auto-difesa e di munizioni; progettazione, costruzione, gestione o riparazione di prodotti e stabilimenti sottoposti a pericolo di esplosione, incendio e rischio chimico; progettazione, gestione o riparazione di stabilimenti e strumenti estrattivi; produzione o distribuzione di articoli pirotecnici; produzione o commercio all ingrosso di metalli preziosi e gioielli contenenti metalli preziosi e pietre preziose; attività geologiche e di ispezione geologica; raffinazione del petrolio, trasporto di petrolio e dei prodotti ottenuti dalla raffinazione mediante condutture dell olio e condutture di prodotti oleosi; attività di ingegneria civile, progettazione edile e di costruzione; produzione di farina, di grano, prodotti alimentari derivati del grano; attività mediche e farmaceutiche; trasporto di merci e persone via mare; produzione di oggetti d antiquariato; attività bancarie; gestione di pompe di benzina; attività veterinaria; rappresentazioni audiovisive in sale cinematografiche; servizi pensionistici privati e gestione di fondi di investimento; produzione e imbottigliamento di acqua potabile minerale e naturale; attività di agenzia immobiliare; attività editoriale e di stampa; locazione finanziaria.

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE)

Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) Regolamento (CEE) n. 2137/85 del Consiglio del 25 luglio 1985 Istituzione di un Gruppo Europeo di Interesse Economico (GEIE) EPC Med - GEIE Via P.pe di Villafranca 91, 90141 Palermo tel: +39(0)91.6251684

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL REGNO DEL MAROCCO SULLA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI Il Governo della Repubblica Italiana ed il Governo del Regno del Marocco (qui

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le società di capitali Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le Società per azioni Art. 2325. Responsabilità. Nella societa' per azioni per le obbligazioni

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. La cancellazione della società senza apertura

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DEGLI ATTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE - MODULISTICA FEDRA E PROGRAMMI COMPATIBILI - MAGGIO 2014 INDICE E SOMMARIO P r e s e n t a z i o n e 9 N O T E G E N E R

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI Finalità del modulo Il modulo va utilizzato per l iscrizione nel Registro Imprese dei seguenti atti: scioglimento

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano La ricostituzione della pluralità dei soci nella s.a.s. In ogni numero della rivista trattiamo una questione dibattuta a cui i nostri esperti forniscono una soluzione operativa. Una guida indispensabile

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33, COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Patrimoni destinati ad uno specifico affare A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Riferimenti normativi D.Lgs. Numero 6 del 17 gennaio 2003 Introduce con gli articoli 2447-bis e seguenti del

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

MODULO DI CANDIDATURA

MODULO DI CANDIDATURA MODULO DI CANDIDATURA Gentile Signora/Egregio Signore, troverà in allegato la candidatura di [nome del fornitore di servizi] in risposta all invito a manifestare interesse relativo ai fornitori di dati

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Introduzione Le Societá tra Professionisti, introdotte dalla legge 183/2010, sono una delle novitá

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

DECRETO 26 ottobre 2011

DECRETO 26 ottobre 2011 DECRETO 26 ottobre 2011 Modalita' di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA, dei soggetti esercitanti l'attivita' di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE

Dettagli

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta Le ONLUS Secondo le previsioni dell'art. 10 del decreto 460/97 possono assumere la qualifica di Onlus le associazioni riconosciute e non, i comitati, le fondazioni, le società cooperative e tutti gli altri

Dettagli

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO DEBT RESTRUCTURING AND BANKRUPTCY ALERT Febbraio 2012 LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO Negli ultimi mesi i giornali hanno parlato molto di due interventi legislativi

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 41 DEL 5 SETTEMBRE 2006 1 PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE REGOLAMENTI DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 2 del 31 luglio 2006 Regolamento per l accesso

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario

L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario Di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. Ambito di applicazione. 3. Principi fondamentali. 3.1.

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

GUIDA ALL IMPRENDITORIA. Guida alla scelta della forma giuridica dell impresa

GUIDA ALL IMPRENDITORIA. Guida alla scelta della forma giuridica dell impresa GUIDA ALL IMPRENDITORIA Guida alla scelta della forma giuridica dell impresa A cura di Tiziana Zagni Provincia di Ferrara Indice Le forme giuridiche dell impresa pag. 3 L Impresa individuale pag. 4 L Impresa

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella La sentenza n. 12581 del 2010 1 della Corte di cassazione è parte di un gruppo di recenti sentenze 2, le prime a intervenire

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 15/2014

NOTA OPERATIVA N. 15/2014 NOTA OPERATIVA N. 15/2014 OGGETTO: La crisi di impresa e le possibili soluzioni - Introduzione La crisi economica, che ha investito il nostro Paese, sta avendo effetti devastanti sulle imprese; la presente

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI

ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI ISTRUZIONI MOD.COM1 - COMUNICAZIONE - Esercizi di commercio al dettaglio di vicinato AVVERTENZE GENERALI SI AVVERTE CHE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEL MOD.COM1, È NECESSARIA UNA PRELIMINARE ATTENTA LETTURA

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 2/E R RrRrrr Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Modifiche alla tassazione applicabile, ai fini dell imposta di registro, ipotecaria e catastale, agli atti di trasferimento o di costituzione

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI

LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI LA CARTA DEGLI INVESTIMENTI Articolo 1 Son fissati, conformemente alle disposizioni del secondo alinea dell art. 45 della Costituzione, gli obiettivi fondamentali dell azione delo Stato, per i prossimi

Dettagli

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE

LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE LO STATO E GLI ALTRI ORDINAMENTI. L ORDINAMENTO INTERNAZIONALE L ordinamento giuridico internazionale Diritto internazionale generale e diritto internazionale particolare L adattamento del diritto interno

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

I contratti di gestione delle strutture alberghiere

I contratti di gestione delle strutture alberghiere 12/06/2013 il Contratti tipici: Contratti atipici: contratto di locazione di bene immobile contratto di affitto di azienda (alberghiera) contratto di gestione di azienda. alberghiera (c.d. contratto di

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli