DIIM - Dipartimento di Ingegneria Industriale e Meccanica Università di Catania - Italia. Pubblicazioni e impatto della produzione scientifica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIIM - Dipartimento di Ingegneria Industriale e Meccanica Università di Catania - Italia. Pubblicazioni e impatto della produzione scientifica"

Transcript

1 Fabio Giudice DIIM - Dipartimento di Ingegneria Industriale e Meccanica Università di Catania - Italia Viale Andrea Doria Catania - Italia Tel Fax Web pages: Pubblicazioni e impatto della produzione scientifica Pubblicazioni 1. Libri internazionali 1. Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Product Design for the Environment: A Life Cycle Approach, CRC Press/Taylor & Francis, Boca Raton, FL, 2006, ISBN Capitoli di libri internazionali 1. Giudice F., A Graph-Based Approach for Modeling, Simulation, and Optimization of Life Cycle Resource Flows, in Green Supply Chain Management: Product Life Cycle Approach (eds. H.-F. Wang, S.M. Gupta), McGraw-Hill, New York, ISBN , di prossima pubblicazione (contributo su invito) 2. Giudice F., Integrated Design Techniques for Eco-Packaging Development, in Handbook of Sustainable Engineering (eds. W. Wimmer, J. Kauffman), Springer, Dordrecht, The Netherlands, ISBN , di prossima pubblicazione 3. Giudice F., Product Design for the Environment: The Life Cycle Perspective and a Methodological Framework for the Design Process, in Environment Conscious Manufacturing (eds. S.M. Gupta, A.J.D. Lambert), CRC Press, Boca Raton, FL, 2008, ISBN , pp (contributo su invito) 4. Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Product Recovery-Cycles Design: Extension of Useful Life, in Feature Based Product Life-Cycle Modelling (eds. R. Soenen, G. J. Olling), Kluwer Academic Publishers, Dordrecht, The Netherlands, 2003, ISBN , pp (versione estesa della pubblicazione 5-11, selezionata dal comitato scientifico del convegno)

2 3. Articoli su riviste internazionali ISI 1. Giudice F., Disassembly Depth Distribution for Ease of Service: A Rule- Based Approach, Journal of Engineering Design, vol. 21(4), 2010, pp Giudice F., Ballistreri F., Risitano G., A Concurrent Design Method Based on DFMA-FEA Integrated Approach, Concurrent Engineering: Research and Applications, vol. 17(3), 2009, pp Giudice F., Kassem M., End-of-Life Impact Reduction through Analysis and Redistribution of Disassembly Depth: A Case Study in Electronic Device Redesign, Computers & Industrial Engineering, vol. 57(3), 2009, pp Giudice F., La Rosa G., Design, Prototyping and Experimental Testing of a Chiral Blade System for Hydroelectric Microgeneration, Mechanism and Machine Theory, vol. 44(8), 2009, pp Giudice F., Fargione G., Disassembly Planning of Mechanical Systems for Service and Recovery: A Genetic Algorithms Based Approach, Journal of Intelligent Manufacturing, vol. 18(3), 2007, pp Giudice F., La Rosa G., Russo T., Varsalona R., Evaluation and Improvement of the Efficiency of the Seidel Humeral Nail by Numerical Experimental Analysis of the Bone-Implant Contact, Medical Engineering & Physics, vol. 28(7), 2006, pp Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Materials Selection in the Life-Cycle Design Process: A Method to Integrate Mechanical and Environmental Performances in Optimal Choice, Materials and Design, vol. 26(1), 2005, pp Articoli su riviste nazionali 1. Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Sviluppo di Imballaggi Eco-Sostenibili, Progettare, n. 329, Gennaio 2009, pp Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Progettazione di Imballaggi Eco- Sostenibili, Progettare, n. 325, Settembre 2008, pp Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Design for Recycling, Plastix, n. 4, Maggio 2008, pp (contributo su invito) 4. Giudice F., Kassem M., Sistemi per il Disassemblaggio di Apparecchiature Elettriche e Elettroniche, Progettare, n. 318, Gennaio 2008, pp Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Integrazione degli Aspetti Ambientali nella Progettazione di Prodotto: Parte 1 - Dalla Parte dell Ambiente, Progettare, n. 303, Settembre 2006, pp (prima parte della versione estesa della pubblicazione n. 6-3, selezionata dal comitato scientifico del convegno per la pubblicazione su rivista) 6. Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Integrazione degli Aspetti Ambientali nella Progettazione di Prodotto: Parte 2 - Aspetti Ambientali nella Progettazione, Progettare, n. 304, Ottobre 2006, pp (seconda parte 2/7

3 della versione estesa della pubblicazione n. 6-3, selezionata dal comitato scientifico del convegno per la pubblicazione su rivista) 7. Giudice F., La Rosa G., Risitano A., La Scelta dei Materiali per la Progettazione del Ciclo di Vita, Il Progettista Industriale, Settembre 2005, pp Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Prodotti Eco-Compatibili, Progettare, n. 257, Giugno 2002, pp (contributo su invito) 9. Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Progettazione Orientata alla Qualità Ambientale: Problematiche Generali, Lamiera, Giugno 2001, pp (contributo su invito, pubblicato anche in: Trattamenti e Finiture, Ottobre 2001; Fonderia, Ottobre 2001) 10. Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Progettazione Orientata alla Qualità Ambientale: Esperienza Applicativa su un Componente Impiantistico, Lamiera, Settembre 2001, pp (contributo su invito, pubblicato anche in: Trattamenti e Finiture, Febbraio 2002; Fonderia, Febbraio 2002) 5. Articoli su atti di convegni internazionali 1. Giudice F., Kassem M., Analysis and Optimisation of Disassembly Depth Distribution: An Application in Electronic Device Redesign to Reduce Environmental Impact at End-of-Life, Design th International Design Conference, Dubrovnik, Croatia, May Ballisteri F., Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Sviluppo di Soluzioni Progettuali Migliorative Mediante Approccio Integrato DFMA-FEA, XVI ADM - XIX INGEGRAF International Conference, Perugia, Italy, June Giudice F., La Rosa G., Russo T., Varsalona R., Numerical-Experimental Analysis of Bone-Implant Contact for Seidel Humeral Nail, ICEM12-12th International Conference on Experimental Mechanics, Bari, Italy, August- September Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Strazzeri G., Simulation of Product Life Cycle: Methodological Basis and Analysis Models, Design th International Design Conference, Dubrovnik, Croatia, May Fargione G., Giudice F., Risitano A., Progettazione per il Disassemblaggio: Applicazione di Reti Neurali per l Analisi della Profondità di Smontaggio, XIII ADM - XV INGEGRAF International Conference on Tools and Methods Evolution in Engineering Design, Napoli, Italy, June Giudice F., La Rosa G., Risitano A., An Ecodesign Method for Product Architecture Definition Based on Optimal Life-Cycle Strategies, Design th International Design Conference, Dubrovnik, Croatia, May Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Optimal Material Selection in the Design for Environment Process: Environmental Characterisation of Polymeric Materials and a Methodology of Selection, ENTREE 2001 Environmental Training in Engineering Education, Florence, Italy, November Levizzari A., Giudice F., Calusi A., Green Design: A Comprehensive Approach Making the Design Boundaries Wider in the Automotive Sector, ENTREE 3/7

4 2001 Environmental Training in Engineering Education, Florence, Italy, November Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Cirrone G., Evaluation of Recyclability of Thermosetting Composites: Recycling of GRP for Pultrusion Process, EcoComp 2001 International Conference on Eco-Composites, London, UK, September Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Optimisation and Cost-Benefit Analysis of Product Recovery-Cycles, ICED01 International Conference on Engineering Design, Glasgow, Scotland, UK, August Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Product Recovery-Cycles Design: Extension of Useful Life, IFIP International Conference on Feature Modelling and Advanced Design for the Life Cycle Systems, Valenciennes, France, June Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Indicators for Environmentally Conscious Product Design, EcoDesign 99: 1st International Symposium on Environmentally Conscious Design and Inverse Manufacturing, Tokyo, Japan, February Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Models and Indicators for the Cost- Benefit Analysis of a Green Product, EcoDesign 99: 1st International Symposium on Environmentally Conscious Design and Inverse Manufacturing, Tokyo, Japan, February Articoli su atti di convegni nazionali 1. Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Tecniche di Progettazione Integrata per lo Sviluppo di Imballaggi Eco-Sostenibili, Primo Congresso Nazionale Coordinamento della Meccanica Italiana, Palermo, Giugno Giudice F., La Rosa G., Lo Savio F., Sviluppo, Prototipazione e Sperimentazione di una Turbina Chirale per Microgenerazione Idroelettrica, XXXVI AIAS Convegno Nazionale, Ischia, Settembre Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Integrazione degli Aspetti Ambientali nella Progettazione di Prodotto: Introduzione alle Problematiche e Impostazione Metodologica, XXXIV AIAS Convegno Nazionale, Milano, Settembre Fargione G., Giudice F., Pianificazione del Disassemblaggio di Sistemi Meccanici: Approccio mediante Algoritmi Genetici, XIV ADM - XXXIII AIAS Convegno Nazionale, Bari, Agosto Settembre Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Furnò R., Sviluppo di Prodotto in Relazione alle Necessità Ambientali: Applicazione alla Progettazione di un Componente Meccanico, XXXII AIAS Convegno Nazionale, Salerno, Settembre Giudice F., La Rosa G., Messina M., Risitano A., Sviluppo di un Codice di Calcolo ad Algoritmo Genetico per un Problema Progettuale di Green Design, XXX AIAS Convegno Nazionale, Alghero, Settembre /7

5 7. Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Modularità e Disassemblabilità per le Strategie di Estensione e Fine della Vita di Utilizzo dei Prodotti, XXIX AIAS Convegno Nazionale, Lucca, Settembre Giudice F., La Rosa G., Risitano A., Analisi e Ottimizzazione della Performance Ambientale di un Green Product: Modello a Matrice di Incidenza, XXVIII AIAS Convegno Nazionale, Vicenza, Settembre Tesi 1. Giudice F., Life Cycle Design per la Qualità Ambientale dei Prodotti Industriali: Sistema Progettuale Integrato. Tesi di Dottorato in Meccanica Strutturale. Relatore Prof. Ing. A. Risitano. Università di Catania, Giudice F., Design for Disassembly: Strategie Progettuali per la Qualità Ambientale del Ciclo di Vita dei Prodotti. Tesi di Master in Industrial Design e Bionica. Relatore Prof. Ing. C. Vezzoli, Politecnico di Milano. Centro Ricerche dell Istituto Europeo di Design, Milano, Impatto della produzione scientifica e riconoscimenti Le attività di ricerca svolte ad oggi da più tempo e con maggiore continuità, relative alle tematiche della Progettazione del Ciclo di Vita dei Prodotti, della Selezione Ottima dei Materiali, del Disassemblaggio dei Sistemi Costruttivi, sono quelle la cui produzione scientifica ha conseguito l impatto più significativo. I risultati ottenuti sono stati riconosciuti sia in ambito nazionale che internazionale, come testimoniato dalle pubblicazioni che sono state espressamente sollecitate su invito [2-1, 2-3, 4-3, 4-8, 4-9, 4-10], o selezionate per stesure più estese [2-4, 4-5, 4-6], e da attenzione e apprezzamento da parte di studiosi di chiara fama, riconosciuti esperti riguardo tali tematiche: S.M. Gupta (Northeastern University in Boston), coautore di Disassembly Modeling for Assembly, Maintenance, Reuse, and Recycling (CRC Press 2005), e coeditore di Environment Conscious Manufacturing (CRC Press 2008); M.F. Ashby (University of Cambridge), autore di Materials Selection in Mechanical Design (3 rd ed., Butterworth-Heinemann 2005), e di Materials and the Environment (Butterworth-Heinemann 2009); M.M. Farag (American University in Cairo), autore di Materials and Process Selection for Engineering Design (2nd ed., CRC Press 2007). I quadri dello stato dell arte ad oggi più completi e aggiornati sulle tematiche della progettazione del ciclo di vita dei prodotti (K. Ramani et al., Integrated sustainable life cycle design: A review, ASME Journal of Mechanical Design, vol. 132, 2010, /1-15; M.A. Ilgin, S.M. Gupta, Environmentally conscious manufacturing and product recovery: A review of the state of the art, Journal of Environmental Management, vol. 91, 2010, pp ) fanno ampio riferimento al lavoro svolto in merito a queste tematiche. Più in dettaglio: 5/7

6 la monografia 1-1 viene accreditata come testo di riferimento per quel che riguarda i campi del Life Cycle Engineering e del Design for Environment; gli articoli 3-3 e 3-5 sono citati tra i contributi più significativi nella vasta letteratura del Design for Disassembly e del Disassembly Planning and Sequencing; l articolo 3-7 è indicato come contributo di riferimento per l integrazione dei requisiti del ciclo di vita con quelli funzionali e prestazionali nella scelta ottimale dei materiali. Per quel che riguarda la monografia 1-1, il suo impatto specifico può essere valutato sulla base dei seguenti risultati: Trend di vendita sostanzialmente stabile nel periodo che va dalla fase immediatamente successiva al picco di vendite di introduzione nel mercato (Gennaio 2006), all ultimo rilevamento (Dicembre 2009), con riscontro omogeneo tra l area geografica di pertinenza della casa editrice (America Settentrionale), e il resto del mondo. Sensibile incremento delle vendite (integrali o parziali) in formato elettronico. Adozione come libro di testo o testo consigliato in corsi universitari presso istituzioni accademiche in Europa, Stati Uniti, Australia, tra i quali il corso Radical Sustainability in Product Design presso il MediaLab del Massachusetts Institute of Technology. Attestazioni spontanee di riconoscimento sul valore scientifico da parte di noti studiosi nell ambito accademico internazionale, tra i quali nel settore dell Ingegneria Meccanica si segnalano R. C. Michelini (Dipartimento di Meccanica e Costruzione delle macchine, Università di Genova), M. F. Ashby (Royal Society Research Professor, Engineering Department, University of Cambridge), S. M. Gupta (Director of Laboratory for Responsible Manufacturing, Northeastern University in Boston), R. V. Rao (Department of Mechanical Engineering, Sardar Vallabhbhai National Institute of Technology, Surat, India). Citazioni nelle più significative monografie scientifiche e curatele del settore pubblicate successivamente: S.M. Gupta, A.J.D. Lambert (eds.), Environment Conscious Manufacturing, CRC Press, Boca Raton, FL, 2008; C. Vezzoli, E. Manzini, Design for Environmental Sustainability, Springer, London, 2008; R.C. Michelini, Knowledge Entrepreneurship and Sustainable Growth, Nova Science Publisher, New York, 2008; H.-F. Wang, Web-Based Green Products Life Cycle Management Systems, Information Science Reference, Hershey, NY, 2009; M.F. Ashby, Materials and the Environment, Butterworth-Heinemann, Oxford, Citazioni in monografie scientifiche e curatele di settori affini: M. Horlesberger, M. El-Nawawi, T.M. Khalil (eds.), Challenges in the Management of New Technologies, Vol. 1, World Scientific Publishing, Singapore, 2007; S. Kalpakjian, S. Schmid, Manufacturing Processes for Engineering Materials, 5 th ed, Prentice Hall, Upper Saddle River, NJ, 2008; D. Bradley, D.W. Russell, Mechatronics in Action: Case Studies in Mechatronics, Springer, London, Citazioni in R.M. Collin, R.W. Collin, Encyclopedia of Sustainability, Vol. 1, Greenwood Publishing Group, Oxford, /7

7 Si riportano a seguire alcuni estratti della recensione a cura di R. Wenning, Editor-in-Chief della rivista internazionale Integrated Environmental Assessment and Management (Vol. 5, 2009, pp ): Product Design for the Environment: A Life Cycle Approach from CRC Press provides an excellent introduction to this emerging discipline [ ]. Dr. Giudice, Prof. La Rosa, and Prof. Risitano provide a thorough exploration of key concepts, basic design frameworks and techniques, and practical applications [ ]. A significant portion of this book is devoted to the integration of industrial ecology concepts and life cycle thinking to conventional engineering design processes. The book identifies effective methods and tools for product design, stressing pollution prevention, and the environmental performance of products over their whole life cycle. Tra gli articoli pubblicati in riviste internazionali ISI, si segnala che il metodo strutturato per la selezione dei materiali proposto nell articolo 3-7 è diventato un riferimento nel settore, non solo per quel che riguarda l aspetto specifico dell integrazione dei requisiti del ciclo di vita con quelli funzionali e prestazionali nella scelta ottimale dei materiali, ma anche per il ricorso a un approccio di tipo multiple objective decision making, ottenendo dalla sua pubblicazione nel 2005 a oggi (escludendo le citazioni da parte degli stessi autori dell articolo): 18 citazioni in articoli su riviste internazionali ISI (rilevazione ISI Web of Knowledge, ottobre 2010), tra i quali si segnala la più recente e aggiornata panoramica sullo stato dell arte in materia di metodi strutturati per la selezione dei materiali (A. Jahan et al., Material screening and choosing methods: A review, Materials and Design, vol. 31, 2010, pp ) citazioni in monografie scientifiche e curatele del settore, tra le quali: S. Takata, Y. Umeda (eds.), Advances in Life Cycle Engineering for Sustainable Manufacturing Businesses, Springer, London, 2007; R.V. Rao, Decision Making in the Manufacturing Environment, Springer, London, 2007; G.T. Halley, Y.T. Fridian, Environmental Impact Assessments, Nova Science Publishers, New York, L articolo 3-4 ha avuto un impatto diretto nell ambito della produzione per energie rinnovabili, suscitando l interesse da parte del Gruppo Rebecchi (Piacenza), specializzato in lavorazioni meccaniche di precisione e montaggi di sistemi meccanici, che ha avanzato la proposta di instaurare una collaborazione per sviluppare, prototipare, ed eventualmente commercializzare il dispositivo studiato nella pubblicazione. Gli articoli 3-2 e 3-3, pur essendo di pubblicazione recente, hanno già suscitato l interesse della comunità scientifica, testimoniato dalle prime citazioni su articoli di riviste internazionali ISI. Per una valutazione complessiva dell impatto della produzione scientifica, si conclude con le seguenti indicazioni bibliometriche, che tengono conto delle sole pubblicazioni internazionali (base dati Google Scholar, rilevazione Dicembre 2010): numero complessivo di citazioni: 69 h-index: 4 7/7

email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile

email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile Orario di ricevimento studenti: su appuntamento via mail * foto

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

Il Metodo di analisi multicriterio Analitic Hierarchy Process (AHP) Corso di Analisi delle Decisioni Chiara Mocenni (mocenni@dii.unisi.

Il Metodo di analisi multicriterio Analitic Hierarchy Process (AHP) Corso di Analisi delle Decisioni Chiara Mocenni (mocenni@dii.unisi. Il Metodo di analisi multicriterio Analitic Hierarchy Process (AHP) Corso di Analisi delle Decisioni Chiara Mocenni (mocenni@dii.unisi.it) L analisi multicriterio e il processo decisionale L analisi multicriterio

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G.

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale G. CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM FRANCO FRATTOLILLO Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G. Rummo" di Benevento, con votazione 60/60.

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Tecnologia personale per l autonomia di persone con disabilità nel calcolo del resto

Tecnologia personale per l autonomia di persone con disabilità nel calcolo del resto Tecnologia personale per l autonomia di persone con disabilità nel calcolo del resto Giovanni Dimauro 1, Marzia Marzo 2 1 Dipartimento di Informatica, Università degli Studi di Bari, dimauro@di.uniba.it

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

I sistemi di valutazione delle pubblicazioni scientifiche. di Laura Colombo

I sistemi di valutazione delle pubblicazioni scientifiche. di Laura Colombo I sistemi di valutazione delle pubblicazioni scientifiche di Laura Colombo Ultimo aggiornamento: marzo 2011 Sommario L analisi bibliometrica Indicatori bibliometrici o Impact Factor o Immediacy Index o

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di Cent anni di scienza del controllo Sergio Bittanti Politecnico di Milano Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze

Dettagli

Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento

Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento Debora de Chiusole PhD Candidate deboratn@libero.it Università degli Studi di Padova Dipartimento FISPPA

Dettagli

CURRICULUM VITAE di Andrea Payaro

CURRICULUM VITAE di Andrea Payaro CURRICULUM VITAE di Andrea Payaro Nome e Cognome Luogo e data di nascita: Residenza: Telefono: Internet Site: e-mail: C.F. e P.I. Iscrizione all Ordine Andrea Payaro Padova, 08 Ottobre 1972 Via Monte Bianco,

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

Watt e Voltampere: facciamo chiarezza

Watt e Voltampere: facciamo chiarezza Watt e Voltampere: facciamo chiarezza White Paper n. 15 Revisione 1 di Neil Rasmussen > Sintesi Questa nota spiega le differenze tra Watt e VA e illustra l uso corretto e non dei termini utilizzati per

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

Corso di. Anno accademico: 2010/11. Prof. ing. Gianpaolo Ghiani gianpaolo.ghiani@unisalento.it www.logistics.unsalento.it

Corso di. Anno accademico: 2010/11. Prof. ing. Gianpaolo Ghiani gianpaolo.ghiani@unisalento.it www.logistics.unsalento.it Corso di Metodi di Supporto alle Decisioni Anno accademico: 2010/11 Prof. ing. Gianpaolo Ghiani gianpaolo.ghiani@unisalento.it www.logistics.unsalento.it Fac coltà di Ingegneria - Università del Salento

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici 1. Introduzione Vengono oggi pubblicate sul sito dell ANVUR e 3 tabelle relative alle procedure dell abilitazione scientifica nazionale

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line.

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Provincia di Cosenza Dipartimento di Economia e Statistica Università della Calabria Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Il trasporto pubblico locale della Provincia di Cosenza in rete - 1 - Premessa

Dettagli

Life-cycle cost analysis

Life-cycle cost analysis Valutazione economica del progetto Clamarch a.a. 2013/14 Life-cycle cost analysis con esempi applicativi Docenti Collaboratori Lezione di prof. Stefano Stanghellini prof. Sergio Copiello arch. Valeria

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO è il resoconto di uno studio completo e originale, con struttura ben definita e costante: rappresenta il punto finale di una ricerca (in inglese: paper, article) STRUTTURA

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

Istruzioni per gli autori

Istruzioni per gli autori Istruzioni per gli autori Informazioni generali LO SCALPELLO OTODI Educational è la rivista ufficiale della Società Italiana degli Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri d Italia (OTODI) e pubblica articoli

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

L Asset management e certificazione del personale di manutenzione: come la manutenzione sta cambiando

L Asset management e certificazione del personale di manutenzione: come la manutenzione sta cambiando Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la serie di Newsletter legate agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce all Asset Management e alla certificazione

Dettagli

Principal Component Analysis

Principal Component Analysis Principal Component Analysis Alessandro Rezzani Abstract L articolo descrive una delle tecniche di riduzione della dimensionalità del data set: il metodo dell analisi delle componenti principali (Principal

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO. Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae

AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO. Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Luogo e data di nascita Ponte dell Olio (PC), 7 September 1984 Cittadinanza: Italiana

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Continua evoluzione dei modelli per gestirla

Continua evoluzione dei modelli per gestirla Governance IT Continua evoluzione dei modelli per gestirla D. D Agostini, A. Piva, A. Rampazzo Con il termine Governance IT si intende quella parte del più ampio governo di impresa che si occupa della

Dettagli

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013 Consultazione Pubblica per l istituzione dell Anagrafe Nazionale Nominativa dei Professori e dei Ricercatori e delle Pubblicazioni Scientifiche (ANPRePS) Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Presentazione della Societa CAE Technologies Srl VAR Dassault Systemes SIMULIA

Presentazione della Societa CAE Technologies Srl VAR Dassault Systemes SIMULIA Presentazione della Societa CAE Technologies Srl VAR Dassault Systemes SIMULIA pag. 1 La Societa CAE Technologies Srl e stata fondata nel marzo 2013. Il nome breve della CAE Technologies Srl e CAETECH.

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Best practice per il Service Mgmt

Best practice per il Service Mgmt Best practice per il Service Mgmt IBM e il nuovo ITIL v3 Claudio Valant IT Strategy & Architecture Consultant IBM Global Technology Services IBM Governance and Risk Agenda Introduzione ad ITIL V3 Il ruolo

Dettagli

La valutazione dei corsi di dottorato

La valutazione dei corsi di dottorato La valutazione dei corsi di dottorato Approvato dal Consiglio Direttivo nella seduta del 15 Dicembre 2014 1 Premessa Questo documento illustra i criteri e gli indicatori che l ANVUR intende utilizzare

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology QUEST Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology versione 2.0 L. Demers, R. Weiss-Lambrou & B. Ska, 2000 Traduzione italiana a cura di Fucelli P e Andrich R, 2004 Introduzione Il

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

La validazione dei risultati degli apprendimenti non formali e informali in pratica 12

La validazione dei risultati degli apprendimenti non formali e informali in pratica 12 La validazione dei risultati degli apprendimenti non formali e informali in pratica 12 Questo capitolo descrive: A. Le scelte e i passaggi per sviluppare dispositivi per la validazione dei risultati dell

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO )

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO ) UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA ESTRATTO DA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI RECLUTAMENTO DI RICERCATORI E DOCENTI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO ) 1 Requisiti

Dettagli

Mappa degli standard: stato dell arte ed orientamenti

Mappa degli standard: stato dell arte ed orientamenti Mappa degli standard: stato dell arte ed orientamenti Domenico Natale AB Medica Versione 1 Riunione della Commissione UNINFO Informatica Medica Milano, 30 Settembre 2013 Introduzione La presente nota intende

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. m.maisano@unime.it ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. m.maisano@unime.it ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MAISANO MASSIMILIANO Indirizzo Telefono 0902212435 Cellulare Fax 0902213448 E-mail m.maisano@unime.it Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

LABORATORIO di RICERCA BIBLIOGRAFICA SUI TEST

LABORATORIO di RICERCA BIBLIOGRAFICA SUI TEST LABORATORIO di RICERCA BIBLIOGRAFICA SUI TEST emanuela.canepa@unipd.it Biblioteca di psicologia Fabio Metelli Università degli Studi di Padova Materiale didattico: guida corso Casella della biblioteca

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione.

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Da dove viene remac... remac è un'iniziativa a seguito del progetto EUCO2

Dettagli

Contesti ceramici dai Fori Imperiali

Contesti ceramici dai Fori Imperiali Contesti ceramici dai Fori Imperiali a cura di BAR International Series 2455 2013 Published by Archaeopress Publishers of British Archaeological Reports Gordon House 276 Banbury Road Oxford OX2 7ED England

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

REAL WORLD AND VIRTUAL WORLD ARCHITECTURE FOR INTERCONN INTERCONNECTING FIRST AND SECOND LIFE

REAL WORLD AND VIRTUAL WORLD ARCHITECTURE FOR INTERCONN INTERCONNECTING FIRST AND SECOND LIFE REAL WORLD AND VIRTUAL WORLD ARCHITECTURE FOR INTERCONNECTING FIRST AND SECOND LIFE Università degli studi di Catania Facoltà di Ingegneria 26 Gennaio 2009 Sommario 1 Introduzione 2 Middleware Middleware:

Dettagli

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 AGENDA Introduzione Valutazione dei prodotti Valutazione dell organizzazione per la sicurezza

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA Prova Finale GESTIONE DELLA TRANSIZIONE SECONDO LO STANDARD ITIL ITIL SERVICE TRANSITION

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Valutazione della capacità sismica delle strutture in acciaio mediante la metodologia del Robustness Based Design

Valutazione della capacità sismica delle strutture in acciaio mediante la metodologia del Robustness Based Design UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA STRUTTURALE CATTEDRA DI TECNICA DELLE COSTRUZIONI I RELATORE: TESI DI LAUREA Valutazione della capacità sismica

Dettagli