Sistemi di generazione a turbina eolica Parte 2: Sicurezza degli aerogeneratori di piccola taglia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sistemi di generazione a turbina eolica Parte 2: Sicurezza degli aerogeneratori di piccola taglia"

Transcript

1 N O R M A I T A L I A N A C E I Norma Italiana CEI EN Data Pubblicazione Classificazione Edizione Prima Titolo Fascicolo Sistemi di generazione a turbina eolica Parte 2: Sicurezza degli aerogeneratori di piccola taglia Title Wind turbine generator systems Part 2: Safety of small wind turbines APPARECCHIATURE ELETTRICHE PER SISTEMI DI ENERGIA E PER TRAZIONE COMITATO ELETTROTECNICO ITALIANO CNR CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE AEI ASSOCIAZIONE ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

2 SOMMARIO La presente Norma, parte seconda della Norma EN e identica alla Pubblicazione IEC , riguarda la sicurezza, la garanzia della qualità e integrità tecnica relative ai sistemi di generazione a turbina eolica (aerogeneratori) di piccola taglia aventi un area spazzata inferiore a 40 m 2 e che generano corrente ad una tensione inferiore a 1000 V c.a. o 1500 V c.c.. Essa si applica anche a tutti i sottosistemi dei piccoli aerogeneratori, come i meccanismi di protezione, i sistemi elettrici interni, i sistemi meccanici, le strutture di supporto, le fondazioni e le apparecchiature di connessione elettriche con il carico. DESCRITTORI DESCRIPTORS Generatori eolici Wind generators; Prove Safety; Progettazione Design; Calcolo Computation; Sollecitazioni Stresses; Carichi Loads; Forze Forces; Protezione Protection; Protezione contro i contatti diretti Protection against live parts; Installazione Installation; Manutenzione Maintenance; Prove Tests; COLLEGAMENTI/RELAZIONI TRA DOCUMENTI Nazionali Europei (IDT) EN : ; Internazionali (IDT) IEC : ; Legislativi INFORMAZIONI EDITORIALI Norma Italiana CEI EN Pubblicazione Norma Tecnica Carattere Doc. Stato Edizione In vigore Data validità Ambito validità Europeo Varianti Ed. Prec. Fasc. Nessuna Nessuna Comitato Tecnico 88-Sistemi di generazione a turbina eolica Approvata dal Presidente del CEI in Data CENELEC in Data Sottoposta a inchiesta pubblica come Documento originale Chiusa in data Gruppo Abb. 3 Sezioni Abb. B Prezzo Norma IEC 96 SFr ICS ; CDU LEGENDA (IDT) La Norma in oggetto è identica alle Norme indicate dopo il riferimento (IDT) CEI - Milano Riproduzione vietata. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente Documento può essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi senza il consenso scritto del CEI. Le Norme CEI sono revisionate, quando necessario, con la pubblicazione sia di nuove edizioni sia di varianti. È importante pertanto che gli utenti delle stesse si accertino di essere in possesso dell ultima edizione o variante.

3 Europäische Norm Norme Européenne European Standard Norma Europea EN Giugno 1996 Sistemi di generazione a turbina eolica Parte 2: Sicurezza degli aerogeneratori di piccola taglia Wind turbine generator systems Part 2: Safety of small wind turbines Aérogénérateurs Partie 2: Sécurité des petits aérogénérateurs Windenergieanlagen Teil 2: Sicherheit kleiner Windenergieanlagen CENELEC members are bound to comply with the CEN/CENELEC Internal Regulations which stipulate the conditions for giving this European Standard the status of a National Standard without any alteration. Up-to-date lists and bibliographical references concerning such National Standards may be obtained on application to the Central Secretariat or to any CENELEC member. This European Standard exists in three official versions (English, French, German). A version in any other language and notified to the CENELEC Central Secretariat has the same status as the official versions. CENELEC members are the national electrotechnical committees of: Austria, Belgium, Denmark, Finland, France, Germany, Greece, Iceland, Ireland, Italy, Luxembourg, Netherlands, Norway, Portugal, Spain, Sweden, Switzerland and United Kingdom. I Comitati Nazionali membri del CENELEC sono tenuti, in accordo col regolamento interno del CEN/CENE- LEC, ad adottare questa Norma Europea, senza alcuna modifica, come Norma Nazionale. Gli elenchi aggiornati e i relativi riferimenti di tali Norme Nazionali possono essere ottenuti rivolgendosi al Segretario Centrale del CENELEC o agli uffici di qualsiasi Comitato Nazionale membro. La presente Norma Europea esiste in tre versioni ufficiali (inglese, francese, tedesco). Una traduzione effettuata da un altro Paese membro, sotto la sua responsabilità, nella sua lingua nazionale e notificata al CENELEC, ha la medesima validità. I membri del CENELEC sono i Comitati Elettrotecnici Nazionali dei seguenti Paesi: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svezia e Svizzera. CENELEC 1996 Copyright reserved to all CENELEC members. I diritti di riproduzione di questa Norma Europea sono riservati esclusivamente ai membri nazionali del CENELEC. Comitato Europeo di Normalizzazione Elettrotecnica European Committee for Electrotechnical Standardization C E N E L E C Secrétariat Central: rue de Stassart 35, B Bruxelles Comité Européen de Normalisation Electrotechnique Europäisches Komitee für Elektrotechnische Normung

4 CONTENTS INDICE Rif. Topic Argomento Pag. INTRODUCTION INTRODUZIONE 1 1 GENERAL 1.1 Scope and object Normative reference Definitions Symbols and units... Fig. 1 Definition of the system of axes for HAWT Abbreviations... GENERALITÀ 2 Oggetto e scopo... 2 Riferimento normativo... 2 Definizioni... 2 Simboli e unità di misura... 5 Definizione dei sistemi di assi per gli aerogeneratori ad asse orizzontale... 7 Abbreviazioni PRINCIPAL ELEMENTS 2.1 General Quality assurance... ELEMENTI PRINCIPALI 7 Generalità... 7 Garanzia della qualità EXTERNAL CONDITIONS CONDIZIONI ESTERNE 8 4 STRUCTURAL DESIGN 4.1 General Design methodology Loads Load cases... Tab. 1 Design load cases for the simplified load calculation method Simplified load calculation... Fig. 2 Drag coefficients C d Stress calculation... Tab. 2 Equivalent stresses Safety factors and characteristic material values Tab. 3 Safety factors... PROGETTO STRUTTURALE 9 Generalità... 9 Metodologia di progetto... 9 Carichi... 9 Ipotesi di carico Ipotesi di carico di progetto per il metodo semplificato di calcolo dei carichi Calcolo dei carichi semplificato Coefficienti di resistenza C d Calcolo delle sollecitazioni Sollecitazioni equivalenti Coefficienti di sicurezza e valori caratteristici dei materiali Coefficienti di sicurezza SWTGS PROTECTION GENERAL 5.1 General Functional requirements of the protection system... PROTEZIONE DEGLI AEROGENERATORI DI PICCOLA TAGLIA 17 Generalità Requisiti funzionali del sistema di protezione SUPPORT STRUCTURE 6.1 General Towers Foundations and anchors Other support structures... 7 ELECTRICAL SYSTEM OF THE SWTGS 7.1 General Electromagnetic compatibility Operating conditions Protection against direct and indirect contacts Switching devices Malfunction of electrical system Conductors... STRUTTURA DI SOSTEGNO 17 Generalità Torri Fondazioni e sistemi di ancoraggio Altre strutture di sostegno SISTEMA ELETTRICO DEGLI AEROGENERATORI DI PICCOLA TAGLIA 19 Generalità Compatibilità elettromagnetica Condizioni di funzionamento Protezione contro i contatti diretti e indiretti Apparecchi di manovra Malfunzionamenti del sistema elettrico Conduttori Pagina iv

5 8 DOCUMENTATION DOCUMENTAZIONE 20 9 TESTING 9.1 General Component tests Operational tests Dynamic tests... ANNEX/ALLEGATO A BIBLIOGRAPHY PROVE 21 Generalità Prove sui componenti Prove di funzionamento Prove dinamiche BIBLIOGRAFIA 23 ANNEX/ALLEGATO ZA Normative references to International Publications with their corresponding European publications Riferimenti normativi alle Pubblicazioni Internazionali con le corrispondenti Pubblicazioni Europee 24 Pagina v

6 Note FOREWORD The text of document 85/53FDIS, future edition 1 of IEC , prepared by IEC TC 88, Wind turbine generator systems, was submitted to the IEC-CENELEC parallel vote and was approved by CENELEC as EN on 1996/03/05. The following dates were fixed: latest date by which the EN has to be implemented at national level by publication of an identical national Standard or by endorsement (dop) 1997/01/01 latest date by which the national Standards conflicting with the EN have to be withdrawn (dow) 1997/01/01 For products which have complied with the relevant national Standard before 1997/01/01, as shown by the manufacturer or by a certification body, this previous Standard may continue to apply for production until 2002/01/01. Annexes designated normative are part of the body of the Standard. Annexes designated informative are given for information only. In this Standard, Annex ZA is normative and Annexes A is informative. Annex ZA has been added by CENELEC. Subclauses, tables and figures which are additional to those in Part 1 are numbered starting from 101. In this Standard, the following print types are used: Requirements proper. Test specifications. Explanatory matter. CENELEC common modifications. PREFAZIONE Il testo del documento 85/53FDIS, futura edizione 1 della Pubblicazione IEC , del CT IEC 88 Apparecchiature elettriche per uso medico, è stato sottoposto al voto parallelo IEC-CEN- ELEC ed è stato approvato dal CENELEC come Norma Europea EN il 5 marzo Sono state fissate le date seguenti: data ultima entro la quale la EN deve essere applicata a livello nazionale mediante pubblicazione di una Norma nazionale identica o mediante adozione (dop) 01/01/1997 data ultima entro la quale le Norme nazionali contrastanti con la EN devono essere ritirate (dow) 01/01/1997 Per i prodotti che erano conformi alle relative Norme nazionali prima del 01/01/1997, come indicato dal costruttore o da un Organismo di Certificazione, la Norma precedente può continuare ad essere applicata per la produzione fino al 01/07/2002. Gli Allegati indicati come normativi sono parte integrante della Norma. Gli Allegati indicati come informativi sono dati solo per informazione. Nella presente Norma, l Allegato ZA è normativo e gli Allegati A, sono informativi. L Allegato ZA è stato aggiunto dal CENELEC. I paragrafi, le tabelle e le figure che sono in aggiunta a quelle della Parte 1 sono numerate partendo da 101. Nella presente Norma si utilizzano i seguenti tipi di stampa: Prescrizioni Modalità di prova Note esplicative Modifiche comuni CENELEC. ENDORSEMENT NOTICE The text of the International Standard IEC (1996) was approved by CENELEC as a European Standard. AVVISO DI ADOZIONE Il testo della Pubblicazione IEC (1996) è stato approvato dal CENELEC come Norma Europea. Pagina vi

7 INTRODUCTION This Part of IEC 1400 outlines minimum safety requirements for small wind turbine generator systems, and is not intended for use as a complete design specification or istruction manual. Compliance with this Standard does not relive any person, organization, or corporation from the responsibility of observing other applicable regulations. INTRODUZIONE La presente Parte della IEC 1400 definisce le prescrizioni minime di sicurezza per i sistemi di generazione a turbina eolica (aerogeneratori) di piccola taglia e non è destinata all utilizzo come una specifica di progetto completa o come un manuale d uso. La conformità alla presente Norma non solleva alcuna persona, organizzazione o società dalla responsabilità di osservare altre regolamentazioni applicabili. 32 Pagina 1 di 26

8 1 GENERAL GENERALITÀ 1.1 Scope and object This Part of IEC 1400 deals with safety philosophy, quality assurance, engineering integrity and specifies requirements for the safety of small wind turbine generator systems (SWTGS), including design, installation, maintenance and operation under specified external conditions. Its purpose is to provide the appropriate level of protection against damage from hazards from these systems during their planned lifetime. This Standard is concerned with all subsystems of SWTGS such as protection mechanisms, internal electrical systems, mechanical systems, support structures, foundations and the electrical interconnection with the load. This Standard applies to SWTGS with swept area smaller than 40 m 2 and generating at a voltage below 1000 V a.c. or 1500 V d.c. This Standard should be used together with the appropriate IEC and ISO Standards (see 1.2). 1.2 Normative reference The following normative documents contains provisions which, through reference in this text, constitute provisions of this Part of IEC At the time of publication, the edition indicated was valid. All normative documents are subject to revision, and parties to agreements based on this Part of IEC 1400 are encouraged to investigate the possibility of applying the most recent editions of the normative document indicated below (1). Members of IEC and ISO maintain registers of currently valid International Standards. 1.3 Definitions For the purpose of this part of IEC 1400, the following definitions apply: Brake (wind turbines) Device capable of reducing the rotor speed or stopping rotation Control system (wind turbines) Subsystem that receives information about the condition of the wind turbine and/or its environment, and adjusts the wind turbine in order to maintain it within its operating limits. Oggetto e scopo La presente Parte della CEI 1400 riguarda la filosofia della sicurezza, la garanzia della qualità e l integrità tecnica e fornisce le prescrizioni relative alla sicurezza dei sistemi di generazione a turbina eolica (aerogeneratori) di piccola taglia, comprendendo la progettazione, l installazione, la manutenzione e il funzionamento nelle condizioni ambientali specificate. Scopo della Norma è quello di fornire un appropriato livello di protezione contro i danni derivanti da tutti i rischi che questi sistemi possono presentare durante la loro durata di vita. La presente Norma si applica a tutti i sottosistemi dei piccoli aerogeneratori, come i meccanismi di protezione, i sistemi elettrici interni, i sistemi meccanici, le strutture di supporto, le fondazioni e le apparecchiature di connessione elettrica con il carico. La presente Norma si applica ai piccoli aerogeneratori aventi un area spazzata inferiore a 40 m 2 che generano corrente ad una tensione inferiore a 1000 V c.a. o 1500 V c.c. È opportuno che la presente Norma venga utilizzata congiuntamente alle appropriate Norme ISO e Pubblicazioni IEC (vedi 1.2). Riferimento normativo I documenti normativi sotto elencati contengono disposizioni che, tramite riferimento nel presente testo, costituiscono disposizioni per la presente Parte della IEC Al momento della pubblicazione della presente Norma, l edizione indicata era in vigore. Tutti i documenti normativi sono soggetti a revisione, e gli utilizzatori della presente Parte della IEC 1400 sono invitati ad applicare le edizioni più recenti dei documenti normativi sottoelencati (1). Presso i membri della IEC e dell ISO sono disponibili gli elenchi aggiornati delle Norme in vigore. Definizioni Ai fini della presente Parte della CEI 1400 si applicano le definizioni riportate qui di seguito: Freno (di un aerogeneratore) Dispositivo in grado di ridurre la velocità di rotazione o di arrestare il rotore. Sistema di controllo (di un aerogeneratore) Sottosistema che riceve informazioni sulle condizioni dell aerogeneratore e/o dell ambiente circostante e regola l aerogeneratore in modo da mantenerlo entro i propri limiti di funzionamento. (1) Editor s Note: For the Publication, see Annex ZA. (1) N.d.R. Per la Pubblicazione, si rimanda all Allegato ZA. Pagina 2 di 26

9 1.3.3 Cut-in wind speed (V in ) Lowest wind speed at hub height at which the wind turbine starts to produce useable power (see hub height) Cut-out wind speed (V out ) Maximum wind speed at hub height at which the wind turbine is designed to produce useable power (see hub height) Design limits Maximum or minimum values used in a design Design situation Possible mode of wind turbine operation (for example power production, parking etc.) External conditions (wind turbines) Factors affecting the operation of wind turbine, including the wind regime, other climatic factors (snow, ice, etc.) Fall-safe Design property of an item which prevents its failures from resulting in critical faults Gust Temporary change in the wind speed which may be characterized by its rise-time, its amplitude and its duration Horizontal axis wind turbine (HAWT) Wind turbine whose rotor axis is substantially parallel to the wind flow Hub Fixture for attaching the blades or blade assembly to the rotor shaft Hub height (wind turbines) Height of the centre of the wind turbine rotor above the terrain surface. For a vertical axis wind turbine, the hub height is the height of the equator plane Idling (wind turbines) Condition of a wind turbine generator that is rotating slowly and not producing power limit state State of a structure and the loads acting upon it beyond which the structure no longer satisfies the design requirements (see ISO 2394). Nota/Note The purpose of design calculations (that is the design requirement for the limit state) is to keep the probability of a limit state being reached below a certain value prescribed for the type of structure in question (see ISO 2394). Velocità del vento di inserimento (V in ) Velocità minima del vento all altezza del mozzo a cui l aerogeneratore inizia a produrre potenza utilizzabile (vedi altezza del mozzo). Velocità del vento di stacco (V out ) Velocità massima del vento all altezza del mozzo per cui l aerogeneratore è stato progettato per produrre una potenza utilizzabile (vedi altezza del mozzo). Limiti di progetto Valori minimi o massimi utilizzati in un progetto. Situazione di progetto Modo di funzionamento possibile di un aerogeneratore (per esempio produzione di potenza, parcheggio ecc.). Condizioni esterne (ad un aerogeneratore) Fattori che influiscono sul funzionamento di un aerogeneratore, compresi il regime di vento e altri fattori climatici (come per es. neve, ghiaccio, ecc.). Sicurezza intrinseca (fail safe) Caratteristica di progetto di un componente che evita che i suoi guasti diventino guasti critici. Raffica Aumento temporaneo nella velocità del vento, che può essere caratterizzato dal suo tempo di salita, dalla sua ampiezza e dalla sua durata. Aerogeneratore ad asse orizzontale (HAWT) Aerogeneratore con asse del rotore sostanzialmente parallelo alla direzione del vento. Mozzo Elemento che consente di fissare le pale o l assieme delle pale all albero del rotore. Altezza del mozzo (di un aerogeneratore) Altezza del centro del rotore dell aerogeneratore dalla superficie del suolo. Per gli aerogeneratori ad asse verticale, l altezza del mozzo è l altezza del piano equatoriale. Funzionamento a vuoto (di un aerogeneratore) Condizione di un aerogeneratore che ruota lentamente e non produce potenza. Stato limite Stato di una struttura e dei carichi agenti su di essa oltre il quale la struttura non può più soddisfare i requisiti di progetto (vedi ISO 2394). Lo scopo dei calcoli di progetto (cioè i requisiti di progetto per lo stato limite) è quello di mantenere la probabilità di raggiungere uno stato limite al di sotto di un certo valore prescritto per il tipo di struttura in questione (vedi ISO 2394). Pagina 3 di 26

10 Load case Combination of a design situation and an external condition which results in a structural loading Mean wind speed Statistical mean of the instantaneous value of the wind speed averaged over a given time period which can vary from a few seconds to many years Nacelle Housing which contains the drive-train and other equipment on top of a HAWT tower Parking Situation to which a wind turbine returns after a normal shut-down Power output Power delivered by a device in a specific form and for a specific purpose. Ipotesi di carico Combinazione di una situazione di progetto e una condizione esterna che risulta in un carico sulla struttura. velocità media del vento Media statistica dei valori istantanei della velocità del vento calcolata su un dato periodo di tempo, che può variare da alcuni secondi a molti anni. Navicella Alloggiamento che contiene la linea di trasmissione meccanica e altri componenti sulla sommità del sostegno di un aerogeneratore ad asse orizzontale. Parcheggio Situazione a cui ritorna una turbina eolica dopo un arresto normale. Potenza di uscita (resa) Potenza fornita da un dispositivo in una forma specifica e per uno scopo specifico. Nota/Note (wind turbines) The electric power delivered by a WTGS. (Aerogeneratori) potenza elettrica fornita da un aerogeneratore Protection system (wind turbines) System which ensures that the wind turbine remains within its design limits Rated power Quantity of power assigned, generally by a manufacturer, for a specified operating condition of a component, device or equipment. Nota/Note (wind turbines) Maximum continuous electrical power output which the wind turbine is designed to achieve under normal operating conditions Rated wind speed (V R ) Specified wind speed at which a wind turbine s rated power is achieved Reference extreme wind speed (V exr ) 10 min average wind speed at hub height with a recurrence interval of 50 years Rotor speed (wind turbines) Rotational speed of a wind turbine rotor about its axis Sate life Prescribed service life with a declared probability of catastrophic failure Shut-down (wind turbines) Transitional state of a wind turbine between power production and standstill or idling. Sistema di protezione (di un aerogeneratore) Sistema che assicura che un aerogeneratore rimanga entro i limiti di progetto. Potenza nominale Valore di potenza assegnato, generalmente dal costruttore, per una specifica condizione di funzionamento di un componente, dispositivo o apparecchio. (Aerogeneratori) Valore massimo di progetto della potenza elettrica continua di uscita che un aerogeneratore può raggiungere in normali condizioni di funzionamento. Velocità del vento nominale (V R ) Velocità specificata del vento a cui viene raggiunta la potenza nominale dell aerogeneratore. Velocità estrema del vento di riferimento (V exr ) Valore medio, calcolato su 10 minuti, della velocità del vento all altezza del mozzo con un intervallo di ripetizione di 50 anni. Velocità del rotore (di un aerogeneratore) Velocità di rotazione del rotore di un aerogeneratore intorno al proprio asse. Durata di vita in sicurezza (safe life) Durata prescritta della vita operativa con una probabilità dichiarata di guasto catastrofico. Arresto (di un aerogeneratore) Stato di transizione di un aerogeneratore tra la produzione di energia e lo stato di quiete o di funzionamento a vuoto. Pagina 4 di 26

11 Support structure (wind turbines) Part of a wind turbine comprising the tower and foundation Swept area (for HAWT) Area of the projection, upon a plane perpendicular to the wind velocity vector, of the circle along which the rotor blade tips move during rotation Turbulence intensity Ratio of the wind speed standard deviation to the mean wind speed, determined from the same set of measured data samples of wind speed, and taken over a specified period of time Wind shear Variation of wind velocity across a plane normal to the wind direction Wind speed: At a specified point in space, the speed of motion of a minute amount of air surrounding the specified point Wind turbine generator system System which converts the kinetic energy in the wind into electrical energy Yawing (for HAWT) Rotation of the rotor axis about a vertical axis. 1.4 Symbols and units struttura di sostegno (di un aerogeneratore) Parte di un aerogeneratore che comprende la torre e le fondazioni. Area spazzata (di un aerogeneratore ad asse orizzontale) Area della protezione, su un piano perpendicolare al vettore della velocità del vento, del cerchio descritto dalle estremità delle pale dell aerogeneratore durante la rotazione. intensità della turbolenza Rapporto tra lo scarto quadratico medio delle velocità del vento e la velocità media del vento, determinati sulla base della stessa serie di dati di misura della velocità del vento e rilevati durante un periodo di tempo specificato. Gradiente della velocità del vento Variazione della velocità del vento attraverso un piano normale rispetto alla direzione del vento. Velocità del vento In un punto specificato dello spazio, la velocità del moto di una minuscola quantità di aria nell intorno del punto stesso. Sistema di generazione a turbina eolica (aerogeneratore) Sistema che converte l energia cinetica del vento in energia elettrica. Imbardata (di un aerogeneratore ad asse orizzontale) Rotazione dell asse del rotore attorno a un asse verticale. Simboli e unità di misura A superficie della sezione section area proiezione di una superficie su un piano perpendicolare alla direzione A proj del vento area projected on to a plane perpendicular to the wind direction B numero di pale number of blades C coefficiente di resistenza d drag coefficient e distanza tra il rotore e il centro della torre distance between rotor and tower centre e distanza tra il centro di gravità del rotore e l asse di rotazione r distance from the centre of gravity of the rotor to the rotation axis F forza force F xb, F yb, F forze sulla pala e alla radice della pala zb forces on blade at the blade root forze sull albero del rotore in corrispondenza del punto d attacco del F x-shaft, F y-shaft, F z-shaft rotore forces on the rotor shaft at the rotor attachment point g accelerazione di gravità acceleration due to gravity h altezza dal suolo dell albero del rotore height above ground of the rotor shaft l momento d inerzia della pala B blade moment of inertia [m 2 ] [m 2 ] [ ] [ ] [m] [m] [N] [N] [N] [ms -2 ] [m] [kgm 2 ] Pagina 5 di 26

12 l distanza dal centro di gravità del rotore al primo supporto rb distance from rotor centre of gravity to first bearing M coppia nominale del freno meccanico brake nominal torque of mechanical brake M xb, M yb, M momenti sulla pala in corrispondenza della radice della pala zb moments on the blade at the blade root momento torcente sull albero del rotore in corrispondenza del primo M x-shaft supporto torsion moment on the rotor shaft at the first bearing momento flettente sull albero del rotore in corrispondenza del primo M b-shaft supporto bending moment on the rotor shaft at the first bearing m massa di una palla B mass of blade m massa del rotore r mass of the rotor m massa della navicella n mass of the nacelle n velocità del rotore s speed of the rotor n velocità massima del rotore max maximum speed of the rotor n velocità del rotore alla velocità del vento nominale R rotor speed at rated wind speed potenza nominale del sistema di generazione a turbina eolica di P R piccola taglia SWTGS rated power Q coppia dell albero del rotore alla velocità del vento nominale R rotor shaft torque at rated wind speed R raggio del rotore radius of rotor distanza del centro di gravità di una pala al punto di giunzione radice R cgb della pala/mozzo distance from the centre of gravity of a blade to the blade root-hob junction R resistenza caratteristica del materiale char characteristic material strength V velocità del vento di inserimento in cut-in wind speed V velocità del vento di stacco out cur-out wind speed V velocità del vento all altezza del mozzo hub wind speed at hub height V velocità estrema del vento di riferimento r rated wind speed V modulo della sezione exr reference extreme wind speed W modulo della sezione b section modulus γ fattore di sicurezza safety factor η rendimento efficiency λ rapporto della velocità periferica rispetto a V R R tip speed ratio at V R ρ densità dell aria density of air σ sollecitazione stress σ sollecitazione di progetto (calcolata in base ai carichi di progetto) d design stress (calculated from design loads) σ sollecitazione equivalente eq equivalent stress τ sollecitazione di taglio shear stress ω velocità angolare d imbardata angular rate of yawing [m] [Nm] [Nm] [Nm] [Nm] [kg] [kg] [kg] [r/min] [r/min] [r/min] [W] [Nm] [m] [m] [Nm -2 ] [ms -1 ] [ms -1 ] [ms -1 ] [m 3 ] [-] [-] [kgm -3 ] [Nm -2 ] [Nm-2] [kgm -3 ] [Nm -2 ] [Nm -2 ] [Nm -2 ] [Nm -2 ] [S -1 ] Pagina 6 di 26

13 Fig. 1 Nota/Note To define the directions of the loads, the system of axes shown in Fig. 1 are used. Definition of the system of axes for HAWT The blade axis system rotates with the rotor. The shaft axis system rotates with the nacelle. The tower axis system is fixed. Per identificare le direzioni dei carichi, si utilizza il sistema di assi illustrato nella Fig. 1. Definizione dei sistemi di assi per gli aerogeneratori ad asse orizzontale Il sistema di assi delle pale ruota con il rotore Il sistema di assi dell albero ruota con la navicella. Il sistema di assi della torre è fisso. 1.5 Abbreviations SWTGS Small wind turbine generator system HAWT Horizontal axis wind turbine 2 PRINCIPAL ELEMENTS Abbreviazioni SWTGS Sistema di generazione a turbina eolica (aerogeneratore) di piccola taglia HAWT Aerogeneratore ad asse orizzontale ELEMENTI PRINCIPALI 2.1 General The engineering integrity includes the design of the structural, mechanical, electrical and control systems. It shall be achieved by following the requirements of this Standard in respect to design, manufacture and quality management. A combination of existing technologies is used in the installation, operation and maintenance of SWTGS. Safety procedures, which have been established in those technologies, shall be followed. Generalità L integrità tecnica dei sistemi di controllo, elettrici, meccanici e strutturali dell aerogeneratore deve essere ottenuta seguendo le prescrizioni della presente Norma per quanto riguarda il progetto, la costruzione e la gestione della qualità. Per il montaggio, l esercizio e la manutenzione degli aerogeneratori di piccola taglia si utilizza una combinazione di tecnologie esistenti. Devono essere seguite le procedure di sicurezza che sono state stabilite per tali tecnologie. Pagina 7 di 26

14 2.2 Quality assurance Quality assurance shall be an integral part of the design, procurement and manufacture of a SWTGS and all its components; and also of the documentation of assembly, installation, operation and maintenance. It is recommended that the quality system complies with the requirements of ISO 9001, ISO 002 and ISO EXTERNAL CONDITIONS The external conditions described in this clause shall be considered in the design of the SWTGS. These conditions are dependent on the intended site or site type for the SWTGS installation. Two turbine classes are defined: a normal class and a special class. The intention of the normal class is to cover most applications. The parameters for the normal SWTGS class are intended to represent the characteristic values of many different sites and are not adjusted to give a precise representation of any specific site. It is the responsibility of the project engineer or the equipment owner to verify that conditions at the actual installation site are more benign than those prescribed for the given turbine class. To cover cases where special design conditions are necessary, the special class shall be applied. The values for the external conditions for the special class shall be defined and specified by the designer. For the normal class, the following values for the external conditions shall be considered: a reference extreme wind speed V exr of 35 m/s at hub height; a normal system operation temperature range of -10 C to 40 C; an extreme system operation temperature range of -20 C to +50 C; a relative humidity of 95%; an atmospheric content equivalent to that of a non-polluted inland atmosphere; a sea level air density ρ = 1,225 kg/m 3. Garanzia della qualità La garanzia della qualità deve essere una parte integrante del progetto, della fornitura e della costruzione di un aerogeneratore di piccola taglia e di tutti i suoi componenti, nonché della documentazione relativa al montaggio, all installazione, all esercizio e alla manutenzione. Si raccomanda che il sistema di qualità sia conforme ai requisiti delle Norme ISO 9001, ISO 9002 e ISO CONDIZIONI ESTERNE Nel progetto di un aerogeneratore di piccola taglia devono essere considerate le condizioni esterne descritte nel presente articolo. Tali condizioni dipendono dal sito o dal tipo di sito previsto per l installazione dell aerogeneratore. Sono state definite due classi di aerogeneratori di piccola taglia: una classe normale e una classe speciale. Il fine della classe normale è quello di comprendere la maggior parte delle applicazioni. I parametri per la classe normale di aerogeneratori sono intesi come rappresentativi dei valori caratteristici di molti siti differenti e non sono adatti a fornire una precisa rappresentazione di alcun luogo specifico. È responsabilità del progettista o del proprietario dell impianto verificare che le condizioni esistenti nell effettivo sito d installazione siano più favorevoli di quelle prescritte per la classe di aerogeneratori considerata. Per comprendere i casi in cui sono necessarie speciali condizioni di progetto, deve essere applicata la classe speciale. I valori rappresentativi delle condizioni esterne per la classe speciale devono essere definiti e indicati dal progettista. Per la classe normale, devono essere considerati i seguenti valori per le condizioni esterne: una velocità estrema del vento di riferimento V exr di 35 m/s all altezza del mozzo; una temperatura di funzionamento normale del sistema compresa tra -10 e +40 C; una temperatura di funzionamento estrema del sistema compresa tra -20 e +50 C; un umidità relativa del 95%; un contenuto atmosferico equivalente a quello dell atmosfera continentale non inquinata; una densità dell aria al livello del mare di ρ =1,225 kg/m 3. Pagina 8 di 26

15 4 STRUCTURAL DESIGN PROGETTO STRUTTURALE 4.1 General The SWTGS structural design shall be based on a verification of the structural integrity of the load-carrying components. The ultimate and fatigue strength of the structural members of the SWTGS shall be verified by testing or calculation to demonstrate the structural safety of a SWTGS with the appropriate safety level. The structural design should be based on ISO 2394, where applicable. An acceptable safety level shall be ascertained and verified by calculation or tests to demonstrate that the design loading will not exceed the relevant design resistance. 4.2 Design methodology Verification of the achievement of engineering integrity shall be made by calculation and/or by testing. The selection of test conditions, including the test loads, shall take account of the appropriate safety level. Calculations shall be performed using appropriate design methods. The load level in any proof test shall reflect the level of safety applied in the corresponding calculated verification. The design of a SWTGS shall be based on design values for the external conditions in combination with the relevant design situation for the SWTGS from which the load cases are derived. All relevant load cases shall be analysed with respect to the engineering integrity. It shall be verified that limit states are not exceeded for the wind turbine design. Ultimate limit states which may require consideration include: loss of equilibrium of the structure, or any part of the SWTGS which is considered as a rigid body; failure by excessive deformation, fracture (including fracture induced by fatigue), or loss of stability of the structure or any part of it, including support structure. 4.3 Loads The following types of loads shall be considered in the design: Aerodynamic loads Aerodynamic loads are static and dynamic loads which are caused by the airflow and its interaction with the stationary and moving parts of a SWTGS. Generalità Il progetto strutturale di un aerogeneratore deve essere basato sulla verifica dell integrità strutturale dei componenti destinati a sostenere i carichi. La resistenza ai carichi estremi e quella a fatica delle parti della struttura dell aerogeneratore devono essere verificate mediante prove o calcoli al fine di dimostrare la sicurezza strutturale dell aerogeneratore stesso con il livello di sicurezza appropriato. È opportuno che il progetto strutturale sia basato sulla Norma ISO 2394 dove applicabile. L esistenza di un livello di sicurezza accettabile deve essere accertata e verificata mediante calcoli o prove al fine di dimostrare che i carichi di progetto non supereranno la corrispondente resistenza di progetto. Metodologia di progetto La verifica del raggiungimento dell integrità tecnica deve essere effettuata mediante calcoli e/o prove. La selezione delle condizioni di prova, ivi inclusi i carichi di prova, deve tener conto del livello di sicurezza appropriato. I calcoli devono essere effettuati utilizzando metodi di progetto appropriati. Il livello di carico applicato in qualsiasi prova deve riflettere i coefficienti di sicurezza adottati nel calcolo corrispondente. Il progetto di un aerogeneratore di piccola taglia deve essere basato sui valori di progetto assunti per le condizioni esterne combinati con le situazioni di progetto applicabili per l aerogeneratore stesso, da cui sono tratte le ipotesi di carico. Tutte le ipotesi di carico applicabili devono essere analizzate in funzione dell integrità tecnica. Si deve verificare che non vengano superati gli stati limite per il progetto dell aerogeneratore. Gli stati limite estremi che richiedono considerazione comprendono: perdita di equilibrio della struttura, o di una qualsiasi parte dell aerogeneratore che è considerata come un corpo rigido; guasto dovuto a deformazione eccessiva, frattura (compresa la frattura indotta da fatica) o perdita di stabilità della struttura o di una qualsiasi parte di essa, comprese le strutture di sostegno. Carichi Nel progetto si deve tener conto dei seguenti tipi di carico: Carichi aerodinamici I carichi aerodinamici sono carichi statici e dinamici causati dal flusso d aria e dalla sua interazione con le parti ferme e quelle in movimento dell aerogeneratore. Pagina 9 di 26

16 The airflow is dependent upon the rotational speed of the rotor, the average wind speed across the rotor plane, the turbulence, the density of the air, and the aerodynamic shapes and their interactive effects, including aeroelastic effects. Inertial and gravitational loads Inertial and gravitational loads result in static and dynamic loads acting on the SWTGS, due to vibration, rotation and gravity. Il flusso d aria dipende dalla velocità di rotazione del rotore, dalla velocità media del vento sul piano del rotore, dalla turbolenza, dalla densità dell aria, dalle forme aerodinamiche e dai loro effetti interattivi, compresi gli effetti aeroelastici. Carichi inerziali e gravitazionali I carichi inerziali e gravitazionali determinano carichi statici e dinamici che agiscono sull aerogeneratore a causa di vibrazioni, rotazioni e gravità. Dynamic excitations and coupling of vibrating modes shall be considered in the load calculations where appropriate. 4.4 Load cases This subclause describes the definition of design load cases of SWTGS, and specifies the minimum number of load cases to be considered. For design purposes, the life of a SWTGS can be classified by a set of design situations representing the most significant conditions which the SWTGS may experience. In this Standard, these design situations are defined by the operational modes of the SWTGS. The load cases shall be determined from the combination of specific design situations with external conditions. All relevant load cases based upon the type of SWTGS and with reasonable probability of occurrence shall be considered, together with the behaviour of the control and protection system. Generally, the design load cases used to determine the structural integrity of a SWTGS shall be defined from the combinations of normal design situations with both normal and extreme external conditions. In case of a failure in the SWTGS, the load case shall be determined from a combination of the failure design situation with the appropriate external conditions, based on a reasonable probability of occurrence. In 4.5 a recommended practice is given for a simplified load calculation procedure. In general, the method is only valid for HAWT with rigid hub and cantilever blades. To reduce the number of calculations and to simplify the calculations to be performed, only a limited number of load cases will be considered in this procedure. If this method is applied, the influences of dynamics are taken into account in the conservatism of the calculations. Nel calcolo dei carichi si deve inoltre tener conto, dove opportuno, delle eccitazioni dinamiche e dell accoppiamento dei modi di vibrazione. Ipotesi di carico Il presente paragrafo descrive la definizione delle ipotesi di carico di progetto di un aerogeneratore di piccola taglia e specifica il numero minimo di ipotesi di carico da considerare. Ai fini della progettazione, la vita di un aerogeneratore di piccola taglia può essere schematizzata da un insieme di situazioni di progetto che rappresentano le condizioni più significative in cui l aerogeneratore può venire a trovarsi. Nella presente norma tali situazioni di progetto sono definite dai modi di funzionamento dell aerogeneratore. Le ipotesi di carico devono essere determinate partendo dalla combinazione delle condizioni esterne con le situazioni di progetto. Si devono prendere in considerazione tutte le ipotesi di carico pertinenti, in base al tipo di aerogeneratore, che hanno una ragionevole probabilità di occorrenza, unitamente al comportamento del sistema di controllo e di protezione. Generalmente le ipotesi di carico di progetto utilizzate per determinare l integrità strutturale di un aerogeneratore possono essere definite partendo dalle combinazioni di normali situazioni di progetto con condizioni esterne sia normali che estreme. Nel caso di un guasto nell aerogeneratore di piccola taglia, l ipotesi di carico deve essere determinata partendo dalla combinazione della situazione di progetto corrispondente al guasto con le condizioni esterne appropriate, sulla base di una ragionevole probabilità di occorrenza. Al paragrafo 4.5 viene indicata una pratica raccomandata come procedura per il calcolo semplificato del carico. In generale, il metodo è valido solo per aerogeneratori ad asse orizzontale con mozzo rigido e pale cantilever. Al fine di ridurre il numero dei calcoli e di semplificare le operazioni da eseguire, in questa procedura viene considerato solo un numero limitato di ipotesi di carico. Se si applica questo metodo, le influenze dei fenomeni dinamici sono tenute in conto grazie al carattere conservativo dei calcoli. Pagina 10 di 26

17 Tab. 1 Alternatively, load cases can be defined and load calculations can be performed in accordance with IEC This procedure will have to be followed for SWTGS which do not comply with the assumption mentioned in the above paragraph. For the simplified calculation, the load cases to be considered are summarized in Tab. 1. Design load cases for the simplified load calculation method In alternativa, si possono definire delle ipotesi di carico ed eseguire dei calcoli di carico conformemente alla Pubblicazione IEC Questa procedura dovrà essere seguita per aerogeneratori di piccola taglia che non sono conformi all ipotesi citata nel capoverso precedente. Per il calcolo semplificato, le ipotesi di carico da considerare sono riassunte nella Tab. 1. Ipotesi di carico di progetto per il metodo semplificato di calcolo dei carichi Situazione di progetto Design situation Produzione di potenza Power production Arresto Shut-down Parcheggio Parked A B C D E F Ipotesi di carico Load case Carico dovuto al vento variante ciclicamente durante il normale funzionamento Cyclic wind loading during normal operation Velocità del vento Wind inflow Velocità del vento a variazione ciclica intorno a V R Cyclic varying wind speed around V R Tipo di analisi Type of analysis Fatica Fatigue Imbardata Carichi limite Yawing V hub = V R Ultimate loads Perdita di connessione elettrica Loss of electrical connection Arresto normale Normal shut-down V hub = V exr V hub = V R Carichi limite Ultimate loads Carichi limite Ultimate loads Esposizione minima Carichi limite Minimum exposure V hub = 1,4 V exr Ultimate loads Esposizione minima Maximum exposure V hub = V exr Carichi limite Ultimate loads Note Remarks La potenza oscilla ciclicamente tra 1,5 P R e 0,5 P R La velocità del rotore varia ciclicamente da 1,5 n R a 0,5 n R Power alternates cyclically between 1,5 P R and 9.5 P R Rotor speed alternates cyclically between 1,5 n R and 0,5 n R Velocità massima di imbardata possibile Maximum possible yaw speed Misurare la velocità del rotore per una velocità del vento normale ed estrapolare a V exr Measure the rotor speed at normal wind speed and extrapolate to V exr Coppia di frenatura Braking torque Posizione di parcheggio normale Normal parking position Area di attacco massima Maximum attack area Other design load cases relevant for safety shall be considered, if required by the specific SWTGS design. 4.5 Simplified load calculation The method to calculate the load cases listed in Tab. 1 is described below Power production The following three load cases are to be considered Normal operation (load case A) For the load case normal operation, it is assumed that the design load is a fatigue load. To determine the range of the forces and moments in the root of the blades it is assumed that: the aerodynamic forces act on the blade at 2/3 R and on the z-axis of the blade; the electrical power output varies cyclically between 1,5 P R and 0,5 P R where P R is the rated electrical power; the rotor speed varies cyclically between 1,5 n R and 0,5 n R. Se la specifica configurazione dell aerogeneratore lo richiede, si dovrà tener conto delle altre ipotesi di carico di progetto rilevanti ai fini della sicurezza. Calcolo dei carichi semplificato Qui di seguito viene descritto il metodo per calcolare le ipotesi di carico elencate nella Tab. 1. Produzione di potenza Si deve tener conto delle tre ipotesi di carico riportate qui di seguito. Funzionamento normale (ipotesi di carico A) Per l ipotesi di carico funzionamento normale si suppone che il carico di progetto sia un carico a fatica. Per determinare l ampiezza delle forze e dei momenti alla radice delle pale si suppone che: le forze aerodinamiche agiscano sulla pala a 2/3 di R e sull asse z della pala; la potenza elettrica prodotta vari ciclicamente tra 1,5 P R e 0,5 P R, dove P R è la potenza elettrica nominale; la velocità del rotore vari ciclicamente tra 1,5 n R e 0,5 n R. Pagina 11 di 26

18 The ranges are to be considered in the fatigue assessment as peak-to-peak values. The values for the tip speed ratio l R (at rated wind speed) and the rotor torque Q R (at rated wind speed) are given by the equations (1): Le ampiezze da considerare nella valutazione della fatica sono valori da picco a picco. I valori per il rapporto di velocità periferica l R (alla velocità nominale del vento) e per la coppia del rotore Q R (alla velocità nominale del vento) sono dati dalle equazioni (1): (1) (2) (3) (4) where the efficiency η can be taken as 0,8, if no other value is known. Loads in the blade root The range of the centrifugal force in the root of the blades is given in equation (2): The range of the bending moments in the root of the blades is given by equations (3): Loads on the rotor shaft The range of the thrust force in the rotor shaft is given by equation (4): The ranges of the torsion and bending moments in the rotor shaft are given by equations (5): R λ n R π R = V R 30 P Q R 30 R = π η n R πn R F zb = 2 m B R cgb F xb = M yb M yb Q R + 2 m B B R cgb = = dove il rendimento η può essere considerato u guale a 0,8 se non sono noti altri valori. Carichi alla radice della pala L ampiezza della forza centrifuga alla radice della pala è data dall equazione (2): L ampiezza dei momenti flettenti alla radice delle pale è data dalle equazioni (3): Q R λ R B Carichi sull albero del rotore L ampiezza della forza assiale nell albero del rotore è data dall equazione (4): 3 λ R Q R 2R Le ampiezze dei momenti torcente e flettente nell albero del rotore sono dati dalle equazioni (5): (5) M x-shaft = Q R R M y-shaft = 2 m r gl rb + -- F 6 x-shaft Yawing (load case B) For the load case yawing, the ultimate loads (gyroscopic forces and moments) shall be calculated assuming the maximum occurring yaw speed ω max. For the yaw speed ω max, the design values shall be taken. Alternatively, measured values of the maximum yaw speed may be used, if available. If the design values or measured values for ω max are not available, the calculations shall assume a maximum yaw rate of ω max = 1 rad/s. The simplified calculation assumes a rigid hub. Imbardata (ipotesi di carico B) Per l ipotesi di carico imbardata si devono calcolare i carichi limite (forze e momenti giroscopici) adottando la velocità massima d imbardata ω max che può verificarsi. Per la velocità d imbardata ω max, si devono considerare i valori di progetto. In alternativa, se disponibili, possono anche essere usati valori misurati della velocità massima d imbardata. Se i valori di progetto o i valori misurati di ω max non sono disponibili, nei calcoli si deve supporre una velocità massima d imbardata di ω max = 1 rad/s. Il calcolo semplificato presuppone un mozzo rigido. Pagina 12 di 26

19 Loads in the blade root The maximum bending moment due to yaw motion is given by equation (6): Carichi nella radice della pala Il momento flettente massimo dovuto al movimento d imbardata è dato dall equazione (6): (6) M yb-shaft = 2 2m B ω max er cgb πn R + 2ω max l B R -- F 9 x-shaft (7) The other forces and moments are small and can be assumed as zero. Loads on the rotor shaft For a two bladed SWTGS the shaft bending moment due to yaw motion is given by equation (7): M b-shaft,max = Le altre forze e gli altri momenti sono trascurabili e possono essere considerati pari a zero. Carichi sull albero del rotore Per un aerogeneratore di piccola taglia a due pale il momento flettente sull albero dovuto al movimento d imbardata è dato dall equazione (7): πn R R 2 Bω max l B m 30 r g l rb + -- F 6 x=shaft For three and more bladed SWTGS, the shaft bending moment due to yaw motion is given by equation (8): Per aerogeneratori di piccola taglia a tre o più pale il momento flettente sull albero dovuto al movimento d imbardata è dato dall equazione (8): (8) M b-shaft,max The other forces and moments during yawing are small or not in phase and can be assumed as zero. = πn R R Bω max l B m 30 r g l rb + -- F 6 x=shaft Le altre forze e gli altri momenti durante l imbardata sono trascurabili o non in fase e possono essere considerati pari a zero Loss of electrical load (load case C) The maximum possible operational rotor speed n max at loss of electrical load shall be derived by linear extrapolation to V exr from the speed of the unloaded rotor, measured or calculated at a normal wind speed. If the rotor speed is limited by the actions of the control and protection systems, this shall be taken into account in the extrapolation. Loads in the blade root The centrifugal load in the blade root is given by equation (9): Perdita del carico elettrico (ipotesi di carico C) La velocità di funzionamento massima possibile del rotore n max al momento della perdita del carico elettrico deve essere ricavata mediante estrapolazione lineare a V exr partendo dalla velocità del rotore in assenza di carico, misurata o calcolata a una velocità del vento normale. Se la velocità del rotore è limitata dall azione dei sistemi di controllo e di protezione, se ne deve tener conto nell estrapolazione. Carichi nella radice della pala La forza centrifuga nella radice della pala è data dall equazione (9) (9) Loads on the rotor shaft The bending moment in the rotor shaft due to rotor unbalance at maximum rotor speed is given by equation (10): πn max F zb,max = m B R cgb Carichi sull albero del rotore Il momento flettente sull albero dovuto a uno squilibrio del rotore alla massima velocità del rotore è dato dall equazione (10): (10) F zb-shaft,max = m r e π n max r m 30 r g l rb where e r = 0,001 R Shut-down (load case D) In the case of wind turbines with a braking system in the drive train (mechanical brake, electrical brake), the braking moment can be greater than the maximum driving moment. In these cases, the braking moment M brake shall be used in the design calculations of the SWTGS. dove e r = 0,001 R. Arresto (ipotesi di carico D) Nel caso di aerogeneratori aventi un sistema di frenatura nel sistema di trasmissione meccanica (freno meccanico, freno elettrico) il momento di frenatura può essere più elevato del momento motore massimo. In questi casi, nei calcoli di progetto di un aerogeneratore di piccola taglia si deve impiegare il momento frenante M brake Pagina 13 di 26

20 Loads in the blade root The edgewise bending moment in the blade root at a mechanical shut-down is given by equation (11): Carichi nella radice della pala Il momento flettente laterale (edgewise) nella radice della pala al momento di un arresto meccanico è dato dall equazione (11): (11) M xb,max = M x-shaft,max + m B B g R cgb Loads on the rotor shaft The maximum torsion moment on the shaft during shut-down is calculated by equation (12): Carichi sull albero del rotore Il momento torcente massimo sull albero durante un arresto viene calcolato mediante l equazione (12): (12) M x-shaft, max = M brake + Q r In equation (12) it is assumed that the brake is applied while the generator is connected to the load Parked SWTGS The following two load cases are to be considered Normally parked SWTGS (load case E) In this load case, the wind turbine is parked in the normal favourable way, mostly with minimum wind exposure. The loads on the exposed parts of the SWTGS shall be calculated assuming the reference extreme wind speed, increased with a gust factor of 1,4. Loads on each component Nell equazione (12) si suppone che il freno venga applicato mentre il generatore elettrico è collegato al carico. Aerogeneratore parcheggiato Devono essere considerate le due ipotesi di carico seguenti. Aerogeneratore parcheggiato normalmente (ipotesi di carico E) In questa ipotesi di carico l aerogeneratore è parcheggiato nella normale posizione favorevole, nella maggioranza dei casi con un esposizione al vento minima. I carichi sulle parti esposte dell aerogeneratore devono essere calcolati assumendo la velocità estrema del vento di riferimento, moltiplicata per un fattore di raffica di 1,4. Carichi su ciascun componente (13) F = C 1 d 2 -- ρ ( 1, 4V exr ) 2 A proj where C d is the drag coefficient (see Fig. 2); A proj is the component area projected on to a plane perpendicular to the wind direction Parked + fault (SWGTS) (load case F) In the case of a failure in the yaw mechanism, the SWTGS can be exposed to the wind from all directions. Thus, for design purposes, the attack area corresponding to the most unfavourable yaw angle shall be used in the calculations of this load case. The forces on parts of the SWTGS while parked during extreme wind speeds shall be determined as follows. Loads on each component dove C d è il coefficiente di resistenza (vedi Fig. 2); A proj è l area del componente proiettata su un piano perpendicolare alla direzione del vento Aerogeneratore parcheggiato + guasto (ipotesi di carico F) Nel caso di un guasto al meccanismo d imbardata, l aerogeneratore può essere esposto a venti provenienti da tutte le direzioni. Pertanto, ai fini della progettazione, nei calcoli di questa ipotesi di carico si deve usare l area d attacco corrispondente all angolo d imbardata meno favorevole. Le forze sulle parti dell aerogeneratore, mentre questo è parcheggiato ed esposto a velocità del vento estreme, devono essere determinate nel modo seguente. Carichi su ciascun componente (14) F C 1 d 2 -- ρ V 2 = exr Aproj where C d is the drag coefficient (see Fig. 2); A proj is the component area (in its most unfavourable position) projected on to a plane perpendicular to the wind direction. dove C d è il coefficiente di resistenza (vedi Fig. 2); A proj è l area del componente (nella sua posizione più sfavorevole) proiettata su un piano perpendicolare alla direzione del vento. Pagina 14 di 26

CEI EN 60601-2-2 2011-03

CEI EN 60601-2-2 2011-03 N O R M A I T A L I A N A C E I Norma Italiana Data Pubblicazione CEI EN 60601-2-2 2011-03 La seguente Norma è identica a: EN 60601-2-2:2009-05. Titolo Apparecchi elettromedicali Parte 2: Prescrizioni

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

SAFAP 2012, Napoli 14-15 giugno ISBN 978-88-7484-230-8

SAFAP 2012, Napoli 14-15 giugno ISBN 978-88-7484-230-8 Valutazione della Minimum Pressurizing Temperature (MPT) per reattori di elevato spessore realizzati in acciai bassolegati al Cr-Mo, in esercizio in condizioni di hydrogen charging Sommario G. L. Cosso*,

Dettagli

Declaration of Performance

Declaration of Performance Roofing Edition 06.06.2013 Identification no. 02 09 15 15 100 0 000004 Version no. 02 ETAG 005 12 1219 DECLARATION OF PERFORMANCE Sikalastic -560 02 09 15 15 100 0 000004 1053 1. Product Type: Unique identification

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

M16FA655A - Mark V. Manuale dell Utente - User Manual SIN.NT.002.8. Regolatore di Tensione per Generatori Sincroni Trifase

M16FA655A - Mark V. Manuale dell Utente - User Manual SIN.NT.002.8. Regolatore di Tensione per Generatori Sincroni Trifase M16FA655A - Mark V Manuale dell Utente - User Manual Regolatore di Tensione per Generatori Sincroni Trifase Automatic Voltage Regulator for Three-phase Synchronous Generators (Issued: 09.2010) SIN.NT.002.8

Dettagli

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza V90-3,0 MW Più efficienza per generare più potenza Innovazioni nella tecnologia delle pale 3 x 44 metri di efficienza operativa Nello sviluppo della turbina V90 abbiamo puntato alla massima efficienza

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing.

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing. Delta PATENT PENDING Sistema di apertura per ante a ribalta senza alcun ingombro all interno del mobile. Lift system for doors with vertical opening: cabinet interior completely fittingless. Delta Centro

Dettagli

IMPIANTI EOLICI E FOTOVOLTAICI DI PICCOLA TAGLIA: GUIDA TECNICA

IMPIANTI EOLICI E FOTOVOLTAICI DI PICCOLA TAGLIA: GUIDA TECNICA IMPIANTI EOLICI E FOTOVOLTAICI DI PICCOLA TAGLIA: GUIDA TECNICA GENNAIO 2011 FIRE - Via Flaminia 441-00196 ROMA - Tel. 06-36002543 Fax. 06-36002544 IMPIANTI EOLICI E FOTOVOLTAICI DI PICCOLA TAGLIA: GUIDA

Dettagli

ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW

ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW Technical-scientific seminar on Analysis and design of tall building structures University of Patras 16 May 214 h. 11:-18: ISOZAKI TOWER (CITYLIFE COMPLEX): A NEW OFFICE BUILDING IN MILAN (21-214) Structural

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007

Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007 Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007 EFET European Federation of Energy Traders Amstelveenseweg 998 / 1081 JS Amsterdam Tel: +31 20 5207970/Fax: +31 20 6464055 E-mail: secretariat@efet.org

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine INDICE 1. Premessa 2. Scopo della procedura e campo di applicazione 3. Definizioni 4. indicazioni

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES OPZIONI» otori i versioe flagia;» Coessioi laterali o posteriori;» Albero: cilidrico o scaalato;» Coessioi metriche o BSPP;» Altre caratteristiche speciali OPTIONS» Flage mout;» Side ad rear ports;» Shafts-

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 CLASSE I - IP20 IT Avvertenze La sicurezza elettrica di questo apparecchio è garantita con l uso appropriato di queste istruzioni. Pertanto

Dettagli

Piranometri first & second class. Manuale utente

Piranometri first & second class. Manuale utente Piranometri first & second class Manuale utente LSI LASTEM SRL INSTUM_01389 (MW6022) Aggiornamento: 28 marzo 2014 Sommario 1 Note su questo manuale... 3 2 Caratteristiche tecniche... 3 3 Taratura... 7

Dettagli

Eurocodice 8 Progettazione delle strutture per la resistenza sismica Parte 1: Regole generali, azioni sismiche e regole per gli edifici

Eurocodice 8 Progettazione delle strutture per la resistenza sismica Parte 1: Regole generali, azioni sismiche e regole per gli edifici NORMA EUROPEA Eurocodice 8 Progettazione delle strutture per la resistenza sismica Parte 1: Regole generali, azioni sismiche e regole per gli edifici UNI EN 1998-1 MARZO 2005 Eurocode 8 Design of structures

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE AMBIENTE LAVORO 15 Salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro BOLOGNA - QUARTIERE FIERISTICO 22-24 ottobre 2014 Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms Campo di selezione - 50 Hz Selection chart - 50 Hz 2950 rpm 1475 rpm Campo

Dettagli

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale Sheet nr.1 for the Italian tax authorities DOMANDA DI RIMBORSO PARZIALE-APPLICATION FOR PARTIAL REFUND * applicata sui canoni pagati da residenti dell'italia

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

FENICE ARREDI. Via Bertolini 49/51 27029 Vigevano (PV) Relazione tecnica

FENICE ARREDI. Via Bertolini 49/51 27029 Vigevano (PV) Relazione tecnica FENICE ARREDI Via Bertolini 49/51 27029 Vigevano (PV) Prove di vibrazione su sistemi per pavimenti tecnici sopraelevati - Four x Four Relazione tecnica Via Ferrata 1, 27100 Pavia, Italy Tel. +39.0382.516911

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

222X IT Manuale d uso

222X IT Manuale d uso 222X IT Manuale d uso INDICE 1 INTRODUZIONE 2 1.1 Benvenuto 2 1.2 Contatti per il servizio 2 1.3 Cosa fare se il vostro veicolo viene rubato 3 1.4 Autodiagnostica periodica del vostro dispositivo 4 1.5

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

INSTRUCTION MANUAL Air-Lock (AL)

INSTRUCTION MANUAL Air-Lock (AL) DESCRIZIONE Il dispositivo pressostatico viene applicato su attuatori pneumatici quando è richiesto l isolamento dell attuatore dai dispositivi di comando (posizionatore o distributori elettropneumatici),

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat with cap. 3015001 with cap. 3900001 with connector 3900200 with cable A richiesta disponibile la versione certifi- Version available on request 124

Dettagli

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting 2014 Componenti per illuminazione LED Components for LED lighting Legenda Scheda Prodotto Product sheet legend 1 6 3 7 4 10 5 2 8 9 13 11 15 14 12 16 1673/A 17 2P+T MORSETTO Corpo in poliammide Corpo serrafilo

Dettagli

ISOLATORI ELASTOMERICI. ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02

ISOLATORI ELASTOMERICI. ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02 ISOLATORI ELASTOMERICI ISOLATORI ELASTOMERICI serie SI S02 INTRODUZIONE CERTIFICAZIONI Nel 1992 FIP Industriale ha ottenuto la certificazione CISQ-ICIM per il Sistema di Assicurazione Qualità in conformità

Dettagli

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale.

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. L analisi modale è un approccio molto efficace al comportamento dinamico delle strutture, alla verifica di modelli di calcolo

Dettagli

BOLLETTINO TECNICO TECHNICAL BULLETIN BT 010 MODULAZIONE DI FREQUENZA CON INVERTER FREQUENCY VARIATION WITH INVERTER

BOLLETTINO TECNICO TECHNICAL BULLETIN BT 010 MODULAZIONE DI FREQUENZA CON INVERTER FREQUENCY VARIATION WITH INVERTER BOLLETTINO TECNICO TECHNICAL BULLETIN BT 010 MODULAZIONE DI FREQUENZA CON INVERTER FREQUENCY VARIATION WITH INVERTER Indice / Table of contents / Inhaltsverzeichnis Sommario / Summary Generalità / General

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

VOLTA S.p.A. RETE = antivolatile e antitopo di protezione in acciaio elettrosaldato installata sul retro

VOLTA S.p.A. RETE = antivolatile e antitopo di protezione in acciaio elettrosaldato installata sul retro Caratteristiche costruttive A singolo ordine di alette fisse inclinate 45 a disegno aerodinamico con passo 20 mm e cornice perimetrale di 25 mm. Materiali e Finiture Standard: alluminio anodizzato naturale

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Motori Elettrici. Principi fisici. Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione

Motori Elettrici. Principi fisici. Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione Motori Elettrici Principi fisici Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione Legge di Biot-Savart: un conduttore percorso da corrente di intensità

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD)

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) L. Stringhetti INAF-IASF Milano on behalf of the ASTRI Collaboration 1 1 Summary The ASTRI/CTA project The ASTRI Verification

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Potenze di 10 e il SI

Potenze di 10 e il SI Le potenze di 10 e il SI - 1 Potenze di 10 e il SI Particolare importanza assumono le potenze del numero 10, poiché permettono di semplificare la scrittura di numeri grandissimi e piccolissimi. Tradurre

Dettagli

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie Quello che devi sapere sulle opzioni binarie L ebook dà particolare risalto ai contenuti più interessanti del sito www.binaryoptionitalia.com ed in particolar modo a quelli presenti nell area membri: cosa

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

IL FATTORE DI STRUTTURA PER LE COSTRUZIONI IN ACCIAIO. Domenico Leone

IL FATTORE DI STRUTTURA PER LE COSTRUZIONI IN ACCIAIO. Domenico Leone IL FATTORE DI STRUTTURA PER LE COSTRUZIONI IN ACCIAIO Domenico Leone IL FATTORE DI STRUTTURA PER LE COSTRUZIONI IN ACCIAIO Domenico Leone Il prof. Domenico Leone vanta un esperienza più che trentennale

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

BATTERIE ENERGA AL LITIO

BATTERIE ENERGA AL LITIO BATTERIE ENERGA AL LITIO Batterie avviamento ultraleggere - Extra-light starter batteries Le batterie con tecnologia al Litio di ENERGA sono circa 5 volte più leggere delle tradizionali al piombo. Ciò

Dettagli

La teoria dei vantaggi comparati. La teoria dei vantaggi comparati

La teoria dei vantaggi comparati. La teoria dei vantaggi comparati La teoria dei vantaggi comparati La teoria dei vantaggi comparati fu elaborata dall economista inglese David Ricardo (1772-1823) nella sua opera principale: On the Principles of Political Economy and Taxation

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

IQNet SR 10. Sistemi di gestione per la responsabilità sociale. Requisiti. IQNet SR 10. Social responsibility management systems.

IQNet SR 10. Sistemi di gestione per la responsabilità sociale. Requisiti. IQNet SR 10. Social responsibility management systems. IQNet SR 10 Sistemi di gestione per la responsabilità sociale Requisiti IQNet SR 10 Social responsibility management systems Requirements IQNet SR 10 Social responsibility management systems Requirements

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

Finecorsa di prossimità con kit di montaggio Proximity limit switches with mounting kit

Finecorsa di prossimità con kit di montaggio Proximity limit switches with mounting kit Finecorsa di prossimità con di montaggio Proximity limit switches with mounting Interruttori di prossimità induttivi M12 collegamento a 2 fili NO Tensione di alimentazione: 24 240V ; 24 210V. orrente commutabile:

Dettagli

Guida di Riferimento Virtua

Guida di Riferimento Virtua it Guida di Riferimento Virtua Indice dei Contenuti Componenti...1 Assemblaggio...6 Accensione...14 Spegnimento...16 Caricamento Materiali di Consumo...17 Configurazione...20 Programmazione Host DICOM...31

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

( ) ( ) 0. Entrata e uscita dal mercato. Entrata e uscita dal mercato. Libertà d entrata ed efficienza. Libertà d entrata e benessere sociale

( ) ( ) 0. Entrata e uscita dal mercato. Entrata e uscita dal mercato. Libertà d entrata ed efficienza. Libertà d entrata e benessere sociale Entrata e uscita dal mercato In assenza di comportamento strategico, le imprese decidono di entrare/uscire dal mercato confrontando i guadagni attesi con i costi di entrata. In assenza di barriere strategiche

Dettagli

F S V F? Soluzione. Durante la spinta, F S =ma (I legge di Newton) con m=40 Kg.

F S V F? Soluzione. Durante la spinta, F S =ma (I legge di Newton) con m=40 Kg. Spingete per 4 secondi una slitta dove si trova seduta la vostra sorellina. Il peso di slitta+sorella è di 40 kg. La spinta che applicate F S è in modulo pari a 60 Newton. La slitta inizialmente è ferma,

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility ERASMUS PLUS Disposizioni nazionali allegate alla Guida al Programma 2015 Settore Istruzione Scolastica, Educazione degli Adulti e Istruzione Superiore KA1 School education staff mobility/ Adult education

Dettagli

Moto sul piano inclinato (senza attrito)

Moto sul piano inclinato (senza attrito) Moto sul piano inclinato (senza attrito) Per studiare il moto di un oggetto (assimilabile a punto materiale) lungo un piano inclinato bisogna innanzitutto analizzare le forze che agiscono sull oggetto

Dettagli