con ELENCO TELEFONICO AZIENDE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "con ELENCO TELEFONICO AZIENDE"

Transcript

1 con ELENCO TELEFONICO AZIENDE ALLE FAMIGLIE E AGLI OPERATORI ECONOMICI - n. 16 del Guida del Cittadino - Aut.Trib. RE n. 939 del 23/01/ Prop. Editrice Europea Srl - Euro 0,13 - Copia omaggio ALLE FAMIGLIE E AGLI OPERATORI ECONOMICI - Supplemento al n.... del Pagine Più - Aut. Trib. RE n. 939 del 23/01/ Prop. Gruppo GuidaPiù Srl - Euro 0,13 - Copia omaggio

2

3

4

5 Cecina, piccola città dall alta qualità della vita, tra mare e verdi colline, vanta una gastronomia in cui si fondono intensi sapori, colori vivi e ottima qualità degl ingredienti, tratti da questi ambienti naturali. I tomboli, una delle attrattive ambientali più belle della zona si estendono da nord della foce del Cecina fino a sud di Marina su una fascia costiera di 15 km. Ricchi di un folto sottobosco, degradano fino a spiagge ancora incontaminate in alcuni tratti, attrezzate in altri. Permettono lo svolgimento di passeggiate a cavallo e altre rilassanti attività motorie, come lo stesso mare, che si è meritato la bandiera blu per l ottavo anno consecutivo. Varie le strutture per il tempo libero; si va dagli stabilimenti balneari a un grande parco acquatico, a un esclusiva pista di go-kart, mentre per gli amanti della nautica è a disposizione un porticciolo all estuario del fiume. Numerose sono, poi, le testimonianze del passato (dall era paleolitica all etrusca e romana fino alla civiltà contadina) ammirabili presso i musei di villa Guerrazzi, mentre, sul poggio di san Vincenzino, non lontano dal centro, è visitabile ciò che resta di una villa romana, con cisterna pluviale intatta. Accanto, nella "villa rossa" dell 800, sono esposti oggetti rinvenuti durante gli scavi, tra cui spicca una statuetta di Iside in alabastro giallo egizio. Da agosto a settembre la città si anima con la Targa Cecina, sfilata allegorica e gara podistica, accompagnata da numerose manifestazioni collaterali. Via Montenevoso, Monumento al Bersagliere (Foto: Archivio Editrice Europea) 1 Il Sindaco STEFANO BENEDETTI

6 2

7 Una guida utile e completa, al servizio del Turista e del Cittadino La pubblicazione che state sfogliando è uno strumento molto importante per un paese come il nostro, l Italia, a vocazione turistica. Spesso ci dimentichiamo di questa nostra particolarità, alle volte non ne facciamo l uso che dovremmo, mentre sarebbe bene ricordarcene. La Guidapiù Turismo dedicata a questo Comune si propone come uno strumento dedicato ai turisti quanto ai cittadini ed alle imprese del territorio. Scorrendo le pagine troverete utili informazioni per chi qui vi soggiorna - anche per gli stranieri, grazie alle traduzioni multilingue, ma per chi ci vive e ci lavora tutto l anno: numeri di telefono, riferimenti servizi comunali, elenco telefonico delle aziende, ma anche eventi, manifestazioni, peculiarità del territorio, patrimonio artistico ecc. Per tutti questi motivi, per l utilità di questa guida, mi auguro di avervi fra i lettori e utilizzatori di questa Guidapiù Turismo Il Direttore Editoriale Maurizio Costanzo Fontana della Maremma Assestata (Foto: Archivio Editrice Europea) 3

8 FRANTOIO IL CASONE ANTICO Con olio, Vino e altre Toscanerie Visite guidate in frantoio per famiglie e bambini Visite libere - Free Visit! - Macina Olio Cecina Via della Via Pineta di Vallescaia Via Aurelia Sud S. Pietro in Palazzi Vada FRANTOIO IL CASONE ANTICO VIA AURELIA SUD, VADA (LI) - TEL CELL Dalle alle e dalle 17 alle 20 - Chiuso il Martedì - SIAMO APERTI ANCHE LA DOMENICA Ci trovi anche su Facebook

9 Direttore Editoriale: Maurizio Costanzo Editore e licenziatario del marchio/format: EDITRICE EUROPEA Srl società unipersonale Via Marconi, Firenze (FI) Via Guicciardi, RE (sede) P.Iva e C.F REA RE Cap. soc. interamente versato euro ,00 Fax Testata: Guida del Cittadino Autorizzazione del Tribunale di Reggio Emilia n. 939 del 23/01/1997 Testata iscritta al Registro Operatori della Comunicazione n Direttore Responsabile: Pierpaolo Zucchetti Diffusione: Gratuita ai nuclei famigliari e alle attività economiche del Territorio Comunale di Cecina Distribuzione a cura di: Poste Italiane Spa Stampa: Marzo 2013 Tipografia: La Litografica - Carpi (MO) Servizi fotografici: Siena Foto Club - Archivio Editrice Europea In copertina: Chiesa dei Santi Giuseppe e Leopoldo (Foto: Luca Liserani - Siena Foto Club) Copyright 2013 La riproduzione di testi, immagini, cartine, dell impostazione editoriale e grafica è vietata. Deposito SIAE n Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs n. 196 l Editore dichiara che gli indirizzi utilizzati per l invio in abbonamento postale provengono da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili a chiunque e che il trattamento di tali dati non necessita del consenso dell interessato. Ciò nonostante, in base all art. 13 dell informativa, il titolare del trattamento ha diritto di opporsi all utilizzo dei dati facendone espresso divieto tramite comunicazione scritta da inviarsi alla sede di Editrice Europea srl. La collana Guida del Cittadino partecipa al Progetto della Fondazione Umberto Veronesi Tiratura: copie Sommario COME RAGGIUNGERE IL COMUNE...pag. 7 Dati utili...pag. 7 CECINA ATTRAVERSO I SECOLI...pag. 9 I MUSEI...pag. 15 FIERE E MANIFESTAZIONI...pag. 17 ITINERARI TURISTICI: I DINTORNI...pag. 19 GASTRONOMIA: PIATTI TIPICI...pag. 21 NUMERI UTILI...pag. 25 SERVIZI PER IL TURISTA...pag. 33 SERVIZI PER IL CITTADINO...pag. 39 ELENCO TELEFONICO ATTIVITÀ ECONOMICHE...pag. 43 ELENCO CATEGORICO ATTIVITÀ...pag. 69 CARTINE DEL TERRITORIO...pag. 73 Cod Dichiarazione di tiratura resa all Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ai sensi del comma 28, art. 1, legge 23/12/96 n. 650 Piazza Guerrazzi (Foto: Archivio Editrice Europea) 5

10 6

11 COME RAGGIUNGERE IL COMUNE HOW TO REACH CECINA By Car When arriving from the north, take the A12 toll road from Genoa and exit at Rosignano. Proceed on the Livorno- Grosseto superhighway, traveling in the direction of Grosseto. Exit at North Cecina and follow signs to the town. When coming from the south, take the Aurelia branch of the Livorno-Grosseto superhighway and exit at South Cecina. Follow signs from there. By Train Trains on the Tirrenica Railway stop in the Cecina Station. By Airplane The nearest airport to Cecina is the Galileo Galilei Airport in Pisa. By Bus You can reach Cecina on the ATL bus lines from Livorno and Pisa, and on the ATM line from Piombino. ANFAHRT IN DER GEMEINDE Mit dem Auto Aus dem Norden: A12 Genua - Rosignano, Ausfahrt Rosignano und weiter auf der Schnellstraße Livorno - Grosseto in Richtung Grosseto. Ausfahrt in Cecina Nord, dann der Beschilderung folgen. Aus dem Süden: Schnellstraße Grosseto - Livorno Variante Aurelia, Ausfahrt Cecina Sud. Nach dem Verlassen der Schnellstraße der Beschilderung folgen. Mit der Bahn Der Bahnhof Cecina liegt an der Eisenbahnlinie Tirrenica. Mit dem Flugzeug Der nächstgelegene Flughafen ist Galileo Galilei in Pisa. Mit dem Autobus Buslinie ATL (Verbindung Cecina - Livorno - Pisa) und Buslinie ATM (Verbindung Cecina - Piombino). In Auto Per chi viene da Nord: A12 Genova - Rosignano, uscita Cecina e proseguire sulla superstrada Livorno - Grosseto in direzione Grosseto. Uscire a Cecina Nord e seguire le varie indicazioni. Per chi proviene da Sud: seguire la superstrada Grosseto - Livorno Variante Aurelia e uscire a Cecina Sud. Seguire le varie indicazioni una volta usciti dalla superstrada. In Treno Alla stazione di Cecina transitano i convogli della linea ferroviaria Tirrenica. In Aereo L aeroporto che serve il territorio è il Galileo Galilei di Pisa. In Autobus Linee ATL (collegamento Cecina - Livorno - Pisa) e linee ATM (collegamento Cecina - Piombino). Dati utili Provincia: Livorno Superficie: 42,44 kmq Altitudine: mt 15 slm Prefisso telefonico: 0586 C.A.P.: Popolazione: abitanti (dato Istat a giugno 2012) Confini: Bibbona, Casale Marittimo (PI), Castellina Marittima (PI), Guardistallo (PI), Montescudaio (PI), Riparbella (PI), Rosignano Marittimo Denominazione abitanti: cecinesi Festa patronale: San Giuseppe 19 Marzo 7

12 Scultura in Piazza della Libertà (Foto: Archivio Editrice Europea) 8

13 CECINA ATTRAVERSO I SECOLI Periodo Preistorico - Etrusco Lungo la valle del fiume Cecina risultano presenti insediamenti produttivi, in particolare industrie litiche, risalenti al paleolitico e al musteriano. La presenza umana nel cecinese si consolida durante l'età del ferro, in epoca villanoviana (900 a.c. circa), quando la Toscana assunse un ruolo minerario e metallurgico di estrema importanza per il mondo antico. Il territorio costiero della Val di Cecina contribuì alla vita economica dell'antica Etruria: piccoli nuclei abitativi erano stanziati lungo il collegamento perpendicolare che da Populonia si addentrava nell'entroterra, verso Volterra, sfruttando sia la valle del fiume Cecina che la Val di Cornia. A testimoniare la presenza di comunità organizzate sono i numerosi siti funerari rinvenuti nei comuni di Cecina, Casale M.mo, Montescudaio e Bibbona. Dal VII - V secolo a.c. nell'etruria si diffuse la civiltà Etrusca. Il territorio era chiuso da due corsi d'acqua sorgenti dalla stessa montagna, l'arno ed il Tevere, e la costa. La confederazione delle città etrusche aveva raggiunto già dalla metà del VII secolo notevole potenza economica a carattere internazionale, legata segnatamente allo sfruttamento delle miniere di rame della costa. La ricchezza economica unitamente agli scambi commerciali con Cipro, la Fenicia, l'egitto e poi la Grecia, resero possibile il costituirsi di una civiltà raffinata. Artigiani greci aprirono in Etruria proprie officine artistiche proseguite da allievi locali. Tutta l'area della val di Cecina gravitava intorno all'insediamento di Volterra, città di riferimento politico-amministrativo strettamente legata con il centro produttivo metallurgico di Populonia e con la zona costiera corrispondente alla foce del fiume Cecina. L'Etruria perse il predominio economico e commerciale nel corso del III secolo a.c. fino a divenire una federazione di centri prevalentemente agricoli economicamente organizzati come altri della penisola italica. Periodo Imperiale Medioevale Nel corso del I - II secolo a.c. si diffuse nell'etruria la civiltà romana. L'attività di escavazione e di lavorazione dei metalli subì un forte declino poichè il diritto romano sull'uso dei suoli imponeva l'esclusivo utilizzo ai fini agricoli. L'attività estrattiva era prevista esclusivamente nelle colonie. L'Organizzazione produttiva era fondata sulla vasta proprietà agricola. Il sito più significativo del periodo romano di età imperiale fino ad oggi rinvenuto nel territorio comunale è rappresentato dalla Villa in località San Vincenzino, sull'attuale via Ginori. Il complesso che ha avuto continuità di vita dal I sec. a.c. al IV sec. d.c., è articolato in numerosi ambienti ed è caratterizzato dalla presenza di una significativa area termale collegata ad una cisterna perfettamente conservata. L'impianto di raccolta delle acque costituisce un esempio significativo di impianto idraulico romano per "l'opus" impiegato, il sistema di filtraggio ed il reticolo di canali di raccolta delle acque piovane che si 9 Piazza Carducci (Foto: Archivio Editrice Europea) snodano sotto l'abitato. L'economia dell'intero insediamento doveva basarsi sulla coltivazione delle terre del latifondo e sulla lavorazione dell'olio. Altri ritrovamenti di età romana sono stati individuati nel territorio comunale anche se mancano i necessari approfondimenti. La mutazione fondamentale che interessa il territorio della Bassa Val di Cecina in epoca tardo imperiale è conseguenza dell'affermarsi dei grandi latifondi: questa nuova struttura produttiva determinò il progressivo abbandono delle zone costiere e con esso il loro impaludamento. Le zone costiere si trasformarono in luoghi particolarmente insalubri, condizione che si consolidò in età medievale quando il territorio della Bassa Val di Cecina divenne tristemente famoso per la sua naturale ostilità; la presenza della malaria costituì a lungo l'ostacolo più importante all'insediamento umano stanziale. Lungo la costa da Livorno a Piombino gli unici insediamenti stabili di controllo e difesa erano le torri costiere di Calafuria, Castiglioncello, Vada e

14 CECINA ATTRAVERSO I SECOLI CECINA DOWN THROUGH THE CENTURIES Lungomare Marina di Cecina (Foto: Archivio Editrice Europea) San Vincenzo; a tal proposito si veda la "Carta della Toscana marittima da Lucca a Campiglia con i dintorni di Pisa, Livorno e Volterra" redatta da Leonardo presumibilmente nei primi del Cinquecento. L'insalubrità dei territori costieri determinò lo spostamento dei percorsi di collegamento nord-sud verso la zona collinare (Chianni-La Sassa-Peccioli). Nel periodo medievale la Val di Cecina fu sede di significativi centri religiosi dell'ordine Benedettino; furono fondati monasteri in località Masio nel comune di Bibbona, in località Moxi a Castellina M.ma, nel territorio di Montescudaio e di Monteverdi. L'ordine religioso stimolò anche la costruzione di pievi sia nel perimetro dei castelli sia nel territorio extraurbano distinguendosi per l'utilizzo della pianta a navata unica anzichè basicale. I castelli di Riparbella, Montescudaio, Casale, Guardistallo e Bibbona acquistarono importanza grazie anche alla disponibilità di risorse economiche, in particolare il legname. La maremma settentrionale dall XI secolo divenne parte del contado pisano che si estendeva fino a Scarlino. Nel 1338 la Repubblica di Pisa fece costruire un ponte sul Cecina in corrispondenza del guado che fino ad allora era superato con l'uso di una chiatta; già nel 1500 tale manufatto non esisteva più. Fin dalla seconda metà del '300 i territori della pianura di Cecina erano possedimenti granducali amministrati dalle comunità di Riparbella e Bibbona. La tenuta si allargò nel 1549, anno in cui la comunità di Bibbona cedette in affitto perpetuo alla Duchessa Eleonora di Toledo una grossa proprietà che entrò a far parte delle pertinenze granducali. La fondazione del Fitto e della Mangona del Ferro Il Granduca Ferdinando I, per avere un controllo amministrativo sulla possessione, fece costruire nel 1590 un palazzo, Il Fitto, sulla riva sinistra del fiume ed in corrispondenza di questi fu eretto, qualche anno più tardi, un ponte di legno. Il Granduca insediò nel 1596 un forno fusorio in prossimità del palazzo del Fitto deno- 10 From Prehistoric Times To The Etruscan Era Industrial settlements dating back to the Paleolithic and Musterian Eras have been discovered along the Cecina River Valley. Many of these were connected to stone quarries. The presence of humans in the area has been traced back to the Iron Age, with the first settlements dating to the Villa Nova Era, around 900 BC. At that time, Tuscany became extremely important to the ancient world due to its mines and metal works The coastal zone of the Cecina Valley made its contribution to the economy of ancient Etruria. Tiny villages dotted the road that traced a perpendicular line from Populonia into the hinterland in the direction of Volterra, taking full advantage of all the Cecina River Valley and the Cornia Valley had to offer. The discovery of numerous burial grounds in the municipal territories of Cecina, Casale M.mo, Montescudaio and Bibbona shows us that there were organized communities on this land. The Etruscan civilization spread throughout the region from the seventh to the fifth century BC. The territory was bordered by the coast on one side and two waterways which had their sources in the same mountain, the Arno and the Tevere Rivers. The confederation of Etruscan cities had achieved considerable economic power on an international level as early as the mid-seventh century through copper mining in the mines along the seacoast. This economic wealth along with the trade that was carried out with Cyprus, Phoenicia, Egypt and later Greece, made it possible for a sophisticated civilization to develop. Greek artisans opened workshops of their own in Etruria and trained local apprentices to carry on their crafts. Life in the Cecina Valley revolved around the Volterra settlement. This political and administrative center was closely linked to the metalworking industrial town of Populonia and the corresponding coastal zone around the mouth of the Cecina River. Etruria lost its preeminence in economy and trade during the third century BC, finally becoming a federation of predominantly agricultural villages that were organized much the same as others of their type in the Italic peninsula. From The Time Of The Roman Empire To The Middle Ages - Roman civilization spread throughout Etruria in the first and second centuries BC. The work of mining and working the metal ore in which the territory was rich diminished considerably due to the fact that Roman law required that the land be used exclusively for agriculture. Mining was allowed only in the outlying colonies. Farming was organized around vast agricultural properties. The most important of these from the time of the Roman Empire was

15 CECINA ATTRAVERSO I SECOLI discovered in the municipal territory of Cecina at San Vincenzino along present-day Via Ginori. The compound was settled from the first to the fourth century BC. It is made up of various sections, and is characterized by the presence of a hot springs spa connected to a perfectly preserved reservoir. The water collection system provides an important example of Roman plumbing, with an interesting system made up of filters and a network of canals that collected rainwater and wound underneath the village. During the time of the late Roman Empire the presence of large estates brought about a significant change in the layout of the territory in the lower Cecina Valley. This new type of farm led to the gradual abandonment of the coastal area, thus allowing marshland to take over. The land along the coast became particularly insalubrious, and the situation only worsened during the Middle Ages when the lower Cecina Valley became sadly known for its poor living conditions. Malaria presented a huge obstacle to human settlement in this area for a long time. Along the coast from Livorno to Piombino the only well established settlements left to watch over the land were the towers on the coast at Calafuria, Castiglioncello, Vada and San Vincenzo. In connection with this, one may see the Map of Maritime Tuscany from Lucca to Campiglia, with the Outskirts of Pisa, Livorno, and Volterra, which is thought to have been drawn up by Leonardo da Vinci in the early sixteenth century. During the Middle Ages Benedictine Monks set up numerous monasteries in the Cecina Valley. There was a monastery at Masio in the municipality of Bibbona, one at Moxi in Castellina M.ma, one in the territory of Montescudaio, and one at Monteverdi. The castles of Riparbella, Montescudaio, Casale, Guardistallo and Bibbona took on importance due in part to the ready availability of natural resources in the area, the main one of these being lumber. The northern part of the territory became part of the district of Pisa that extended to Scarlino beginning in the eleventh century. In 1338 the Republic of Pisa built a bridge across the Cecina River where a ford with a barge had previously been located. By the sixteenth century, however, this bridge was no longer standing. As early as the second half of the fourteenth century the territories on the plains of Cecina were owned by the Grand Duke of Tuscany and administrated by the communities of Riparbella and Bibbona. The estate expanded in 1549 when the community of Bibbona ceded a large property to Duchess Eleanor of Toledo. minato la Magone del ferro che non avrebbe avuto problemi nell'assicurarsi la fornitura di legname. L'attività perdurò fino ai primi anni del Settecento caratterizzando il paesaggio per un raggio di otto miglia, entro i quali era esercitato il diritto esclusivo di taglio dei boschi da parte della ferriera (il vincolo magonale proibiva di tagliare, smacchiare e fare centine). Altre ferriere vennero costruite in corrispondenza dell'attuale cimitero. Piccoli insediamenti produttivi sorsero nel corso del '600 costituendo un sistema artigianale intimamente relazionato con il fiume Cecina, elemento fondamentale per il ciclo produttivo delle varie attività di lavorazione. Una discreta fonte di reddito erano i capi di bestiame allevati nei territori della tenuta granducale, mentre l'agricoltura, prevalentemente cerealicola, poteva essere praticata su una zona limitata di territorio. Ai Granduchi Cosimo I e Ferdinando I si devono le prime opere di bonifica nei territori a nord della foce del fiume che ebbero però scarso rilievo per la mancanza di un disegno coerente a scala territoriale e per basso livello tecnico delle opere idrauliche realizzate. 11 Municipio (Foto: Archivio Editrice Europea) La fondazione della Colonia Durante la dominazione degli Asburgo-Lorena, iniziata nel 1737 con il Granduca Francesco II, la tenuta di Cecina, unitamente ai territori limitrofi venne acquistata dal senatore Carlo Ginori. Quest'ultimo entrò in possesso dei territori nel 1739 con l'intenzione di colonizzare quei luoghi per lo più coperti di boschi "che andavano a finire in stagni"; in tal senso si adoperò per la modifica sostanziale del paesaggio costiero attraverso opere idrauliche articolate ed estese, nel tentativo di dissodare i terreni e renderli coltivabili. Nella prima metà dell'ottocento fu completato il processo di bonifica del territorio iniziato nel secolo precedente e destinato a modificare il paesaggio agrario; la popolazione oltre ad aumentare progressivamente si insediò sempre più nella zona costiera, grazie alla riacquisita salubrità, modificando la rete infrastrutturale e

16 CECINA ATTRAVERSO I SECOLI 12 la struttura economica. Il territorio venne misurato e catalogato per la redazione del Catasto, portato a termine nel Il governo lorenese dette molta importanza al miglioramento dei collegamenti e all'apertura di nuove strade, segno questo della volontà politica di aumentare il valore dei terreni situati nelle immediate vicinanze delle vie di comunicazione. La strategia era quella di realizzare un asse stradale dal quale si diramavano le vie di comunicazioni trasversali con l'entroterra. Tra le opere pubbliche merita ricordare la rettifica della via Aurelia portata a termine nel 1828, la rettifica e l'ampliamento della vecchia via Emilia-Scauri nel 1838 e la realizzazione della strada costiera fino al confine con lo Stato Pontificio. Nel 1865 erano presenti nel territorio di Cecina tre strade provinciali: la strada costiera da Livorno a S. P. in Palazzi, la via Emilia (da Pisa a S.P. Palazzi) e la strada fondovalle della Val di Cecina. L'abitato del fitto di Cecina si trovò all'incrocio di più direttrici di collegamento che contribuirono certamente a determinare il positivo sviluppo economico del paese. Il territorio comunale (con l'abolizione del vincolo magonale) era prevalentemente coltivato a vigneti, i campi si articolano sulla maglia ortogonale della bonifica. Intorno al palazzo cinquecentesco del Fitto di Cecina durante l'ottocento si organizzò il tessuto urbano di Cecina; il borghetto sorto lungo l'asse di collegamento longitudinale (nord/sud) dimostrò, già dal 1835, un'inattesa vitalità tanto da divenire il luogo di scambio commerciale ed economico privilegiato per i paesi collinari - nel 1847 fu istituita la fiera del Fitto di Cecina e nel 1852 il mercato settimanale che subito si affermò come centro di smercio dei prodotti agricoli e del bestiame provenienti dal territorio limitrofo. Il corso dell'acqua assunse un ruolo decisivo come via di comunicazione e come motore dell'economia locale, poiché garantiva il funzionamento del ciclo produttivo metallurgico: queste relazioni - sociali ed economiche - sono testimoniate dai numerosi ritrovamenti nel territorio comunale di monete etrusche provenienti dalle città di Volterra e Populonia. Con l'affermarsi di una società organizzata il paesaggio naturale si modificò a seguito delle trasformazioni economiche: progressivamente ai boschi di lecci (quercus ilex) che si trovavano prevalentemente in associazione con pino domestico (pinus pinea) e quercia da sughero (quercus suber), si sostituirono gradualmente piccoli appezzamenti di terreno coltivabile, mantenuti tali dalla costante mano d'opera della popolazione insediata, mediante una organizzazione comune per mantenere efficiente il sistema degli scoli a mare delle acque superficiali. L'opera di bonifica dette i primi consistenti risultati con il prosciugamento delle zone palustri a Bibbona e dei ristagni d'acqua in località Il Laghetto - nei pressi della Magona del Ferro - in località Il Cedro - da cui deriva il toponimo attuale Cedrino - il palude delle Saline e il padule dello Stajo. Contemporaneamente alle opere idrauliche il Marchese organizzò la colonizzazione del territorio, fino a quell'epoca spopolato, costruendo un grosso insediamento finalizzato ad accogliere i contadini delle future "lavorie" in uno spazio collettivo. Il luogo in cui insediare la colonia venne scelto nella zone meno salubri, al confine fra la terra ferma ed il mare nelle immediate vicinanze della foce del fiume Cecina. L'edificio venne realizzato velocemente e già nel marzo del 1741 furono insediati i primi abitanti, provenienti in gran parte da colonie penali. I lavoratori erano alloggiati alla colonia di Cecina Mare e nei sedici poderi collocati lungo la via "che va a Marina" (attuale via Ginori), su "via delle ferriere nuove" e nelle lavorie a nord e sud del corso del fiume Cecina. Il territorio si popolava lentamente attraverso l'insediamento di piccoli edifici rurali legati al pascolo e all'allevamento. Durante il marchesato fu data grande importanza alle "piantate": la vigna presso il palazzo del Fitto fu ripristinata e rinnovata con piante giovani; nel nuovo podere dell'orto ai Cavoli furono piantati olivi e viti per un totale di 10 saccate di terreno; sulla strada del Paratino fu messa a dimora un'altra vigna; furono alberati gli argini del gorile della Magona e della via che va a Marina. Grande cura venne data agli scoli e alle fosse dei campi per mantenere asciutti ed efficienti i terreni coltivati e non vanificare l'opera di bonifica. Ginori acquistò anche i Patronati di quattro chiese e il beneficio dell'oratorio della Madonna della Pietà di Bibbona; il controllo dei luoghi di culto era sicuramente un fatto importante per la corretta amministrazione della popolazione e del territorio. Il marchesato di Carlo Ginori terminò nel 1749 con la promulgazione della legge di abolizione dei feudi in Toscana anche se rimase influente nell'amministrazione del territorio fino al Tra il 1765 e il 1790 il Granducato di Toscana fu retto da Pietro Leopoldo che attuò una politica di intervento sul territorio e sulle strutture amministrative che interessarono anche la maremma settentrionale. Il rinnovato interesse per l'ambito costiero si mostrò evidente negli interventi di bonifica, di rettifica e di apertura di vie di comunicazione con l'entroterra, con Pisa e con Livorno. Negli ultimi anni del XVIII secolo il paesaggio costiero della tenuta di Cecina cambiò aspetto, a seguito anche dei mutati rapporti economici e di proprietà. Nel 1768 venne edificato il casone della Cinquantina destinato ad ospitare gli operai avventizi nel periodo della mietitura. Il popolamento del territorio era determinato da attività economiche stagionali e i lavoratori si trattenevano per lo stretto necessario. Nel 1785 venne istituita la parrocchia della chiesa di Marina, sulla piazza di fronte alla Colonia del Ginori. Durante la reggenza francese del Granducato di Toscana (1799-

17 CECINA ATTRAVERSO I SECOLI CECINA'S MUSEUMS Municpal Museum Of Archeology The Cecina Archeology Museum holds the most important archeological findings that have been made in the lower Cecina Valley, as well as some material from Volterra. There is a particularly large amount of Etruscan material from the period running from the latter eighth to the beginning of the sixth century BC. Several temporary exhibitions have been set up in the museum. These include an exhibition of Etruscan writing called Signs of Etruria, an exhibition called The Trident. Royal Insignia. Etruscan Tomb at Vetulonia, the exhibition Gifts for Princes, Gifts for the Gods in Ancient Etruria. Since July 20, 2012, one may visit the tomb in the Villa Park. It is one of the most important pieces of evidence of the presence of aristocratic Etruscan families in the territory of the lower Cecina Valley. San Vincenzino Archeology Park The San Vincenzino Archeological Park stands on a place once occupied by a large Roman villa. It was traditionally known as the home of Decius Albinus Caecina, Prefectus Urbi in 414 AD, as recorded in the De Reditu by Rutilio Namaziano, who had been a guest here during his travels. The ancient underground cistern is still completely intact, and can be visited today. This fascinating piece of work was discovered in the mid-nineteenth century. With its large rectangular reservoir covered by a barrel-vaulted ceiling, it provided enough water for everyone living in the villa. The tour through the park is equipped with signs and a welcome area, as well as an antiquarium located in the Red House, which was built in the park at the beginning of the twentieth century. Here one may visit the exhibition Privata Luxuria, a display of the furnishings and decorations from the archeological digs that will introduce the visitor to the luxury of the everyday life of the owners of the villa. Life And Work In The Northern Maremma Located three kilometers from downtown Cecina on the road from San Pietro in Palazzi to the seashore, is a villa known as Cinquantina. It was built in the second half of the eighteenth century as a place for the seasonal workers who worked on the Medici family estate. In the nineteenth century it was turned into a farm with a manor house and various outbuildings, such as wine cellars, granaries, and storehouses. In 1868 it was purchased by the writer and politician from Livorno, Francesco Domenico Guerrazzi, who retired here in the last part of his life and who died here in Purchased and renovated by the Municipality of Cecina in 1975, the Museum of Life and Work in the Northern Maremma was then set up in this old villa. 1815), la tenuta di Cecina, che era tornata ad essere proprietà granducale nel 1772, venne comprata da Francesco Sassi di Tosa, banchiere fiorentino, a cui subentrarono vari creditori e successivamente due notabili di Bibbona: Tommaso Gardini e Benedetto Cancellierei. La tendenza a popolare le zone costiere si accrebbe con il miglioramento delle condizioni di salute tanto che gli effetti della malaria cominciavano progressivamente a diminuire, - il rimedio era il Rosolio medicamentoso, elaborato dall'estratto di china. Le opere di bonifica del Settecento cominciavano adesso a produrre tangibilmente ricchezza attraverso il sensibile aumento delle rese in campo agricolo. I proprietari terrieri crebbero di numero in numero ed in genere erano liberi professionisti residenti nei paesi vicini. La più importante fonte di ricchezza per il territorio collinare continuava ad essere la macchia mediterranea che nei primi anni del nuovo secolo venne devastata dal taglio illimitato della felce (pianta tipica del sottobosco molto ricca di potassa). La popolazione aumentò considerevolmente dal 1715 allorquando si contavano nella comunità 13 Cecina, passeggiata a mare (Foto: Archivio Editrice Europea) di Bibbona e del Fitto di Cecina 315 abitanti. Nei primi anni dell'ottocento il granduca Pietro Leopoldo fece costruire la via Salaiola che da S. P. in Palazzi conduce a Volterra lungo la valle del Cecina. Nel 1852 fu costruita la chiesa e istituita la parrocchia di S. Giuseppe che segnava il limite sud del borgo. La chiesa divenne il riferimento per il successivo sviluppo del paese, intorno all'edificio si articolarono nel tempo una serie di spazi pubblici: il municipio, la stazione ferroviaria, le scuole elementari lungo l'asse ovest, trasversale all'aurelia. Le strutture erano connesse da un sistema di piazze alberate ciascuna delle quali accoglieva una funzione importante per la comunità - la fiera, le cerimonie religiose, lo svago - la realizzazione del municipio segnò l'inizio del processo di distacco dalla comunità di Bibbona, da cui era sempre dipesa amministrativamente, che terminò con atto ufficiale nel Negli ultimi anni dell'ottocento il nucleo abitato del Fitto di Ceci-

18 CECINA ATTRAVERSO I SECOLI Cecina Mare. Spiaggia con Villa Ginori (Foto: Luca Liserani - Siena Foto Club) na fu al centro di significativi interventi di programmazione territoriale, determinati da interessi economici e dalla necessità di organizzare la struttura urbana secondo le esigenze della comunità. Il primo piano è del 1853, e prevedeva la realizzazione di una piazza alberata - attuale piazza XX Settembre - in corrispondenza dell'accesso al paese poco a sud del ponte sul fiume (ricostruito lo stesso anno); il mercato settimanale trovò sede stabile nella piazza della chiesa. La stazione delle ferrovie fu inaugurata nel 1863, vi passavano i treni della linea Follonica - Livorno ed era stazione di testa linea per Volterra. Il successivo piano del 1886 prevedeva la costruzione della Pretura, delle carceri, della scuola (1894) e la lottizzazione di un'area di circa mq; la stessa politica si ritrova anche nel progetto di ampliamento del paese nel 1906 che disegnò la forma urbana della zona compresa fra le scuole, la chiesa e via Magona. Nel 1889 fu realizzato il progetto di fognatura del paese di Cecina tanto che a quella data risultano servite via Ricasoli e via Fitto Vecchio dove erano collocati i lavatoi pubblici. Nel decennio successivo la rete fu estesa alla Via Aurelia, dal ponte a via della Latta e nella zona centrale, davanti alla chiesa fino alla stazione ferroviaria. Negli ultimi anni del secolo il sistema economico subì alcune mutazioni significative determinate dalla chiusura dell'ampliamento industriale che aveva caratterizzato la zona costiera per duecento anni, la Magona del Ferro (1889). A seguito di ciò aprirono attività diversificate, tra cui lavorazioni alimentari (pastificio), la fabbricazione di pipe di radica e fornaci di mattoni lungo il corso del fiume Cecina. Il nucleo urbano affermò sempre di più quel ruolo di riferimento per i comuni vicini dal punto di vista degli scambi commerciali e dell'offerta di servizi. All'inizio del 1900 le caratteristiche produttive ed economiche di Cecina erano consolidate, in particolare attraverso la diversificazione della produzione artigianale, l'attività agricola, le attività di scambio commerciale e la fornitura di servizi. A questo tessuto di piccole aziende si affiancò, dopo la chiusura della Magona del Ferro, una grande industria di trasformazione per l'estrazione dello zucchero dalla barbabietola; fu la Società Etruria, con capitali genovesi e livornesi (famiglia Orlando), che dette avvio a questa attività produttiva 14 che si è protratta fino ai primi anni ottanta del Novecento rappresentando un'importante fonte di reddito stagionale. Nel 1915 venne presentato un piano regolatore redatto dall'ing. E. Giambastiani che interessò la porzione di territorio compresa fra la via Aurelia - già Emilia - e la ferrovia fino a via della Latta. Pochi anni più tardi venne presentato il progetto del viale di collegamento fra Cecina e Marina che venne realizzato solo nel Negli anni venti del Novecento aumentarono notevolmente i prezzi dei fitti - che raggiunsero i livelli di quelli della città di Livorno; contemporaneamente si affermò l'attività turistica con conseguente interesse per le aree limitrofe alla costa; ciò fu di particolare stimolo per la realizzazione, nel 1925, di un piano per Marina. Il progetto prevedeva la demolizione delle strutture demaniali a favore della residenza nell'area compresa fra la chiesa e il viale della Repubblica. La frazione di S. Pietro in Palazzi collocata all'incrocio di tre grosse arterie di comunicazione - la via Emilia, la via Aurelia e la Salaiola per Volterra - durante i primi decenni del Novecento si sviluppò dapprima linearmente lungo l'aurelia, successivamente secondo la tipica struttura a maglia del capoluogo.tra la prima e la seconda guerra mondiale si verificò un cambiamento significativo nella produzione agricola che passa dal primato cerealicolo alla coltivazione di ortaggi, di prodotti per animali, di vitigni ed olivi. L'abitato di Cecina si caratterizza per la sua vocazione commerciale, organizzando al suo interno attività sia artigianali che di semplice distribuzione, e per la fornitura di servizi alla popolazione, allargando il bacino di interesse oltre il confine provinciale. La struttura della città, consolidatasi nella prima metà del Novecento attraverso un'attenta politica di pianificazione, subisce la prima forma di compromissione già con gli eventi che precedono il secondo conflitto mondiale.

19 I MUSEI CECINA IM LAUFE DER JAHRHUNDERTE Vorgeschichte - Etrusker Dem Cecina-Flusstal entlang gibt es produktive Siedlungen, vor allem Steinindustrien, die aus der Altsteinzeit und der Zeit der Neandertaler stammen. Die menschliche Präsenz in der Toskana konsolidierte sich in der Eisenzeit, in der Zeit von Villanova (ca. 900 v.chr.), als die Toskana für die antike Welt in den Bereichen Bergbau und Metallurgie extrem wichtig wurde. Das Küstengebiet der Val di Cecina trug zum wirtschaftlichen Leben des antiken Etruriens bei: Kleine Wohngruppen standen entlang der lotrechten Verbindung, die von Populonia in Richtung Volterra ins Hinterland eindrang, sowohl durch das Tal des Flusses Cecina als auch durch das Tal Val di Cornia. Zahlreiche Begräbnisstätten, die in den Gemeinden Cecina, Casale M.mo, Montescudaio und Bibbona ans Licht kamen, zeugen von der Präsenz organisierter Gemeinschaften. Vom VII. bis V. Jh. v.chr. verbreitete sich in Etrurien die etruskische Zivilisation. Das Territorium lag zwischen den zwei Flüssen Arno und Tevere, die aus dem gleichen Berg entspringen, und der Küste. Der Bund der etruskischen Städte besaß schon Mitte des VII. Jh. eine erhebliche wirtschaftliche Macht von internationalem Charakter, die besonders mit der Nutzung der Kupferminen der Küste verbunden war. Dank des wirtschaftlichen Reichtums und den Handelsbeziehungen mit Zypern, Phönizien, Ägypten und später Griechenland entwickelte sich eine raffinierte Zivilisation. Griechische Handwerker eröffneten in Etrurien ihre Kunstwerkstätten mit Lehrlingen des Ortes. Das gesamte Leben der Val die Cecina spielte sich um Volterra ab, eine Stadt, die als politisch-administrativer Anhaltspunkt eng mit dem metallurgischen Produktionszentrum von Populonia und mit der Küstenzone an der Mündung des Flusses Cecina verbunden war. Etrurien verlor seine wirtschaftliche und kommerzielle Überlegenheit im Laufe des III. Jh v.chr. und wurde langsam eine Föderation aus vorwiegend landwirtschaftlichen Orten, die wirtschaftlich wie andere der italischen Halbinsel organisiert waren. Mittelalterliche Kaiserzeit Im Laufe des I.-II. Jh. v.chr. verbreitete sich in Etrurien die römische Zivilisation. Der Bergbau und die Bearbeitung der Metalle erlitt einen starken Rückgang, da das römische Recht für die Landnutzung die ausschließliche Verwendung für Landwirtschaftszwecke vorschrieb. Die Bergbautätigkeit war ausschließlich in den Kolonien vorgesehen. Die Produktionsorganisation baute auf dem breiten Landwirtschaftseigentum auf. Die bedeutendste Stätte der römischen Kaiserzeit, die bisher im Gemeindegebiet Museo Archeologico Comunale Il Museo Archeologico di Cecina raccoglie le testimonianze archeologiche più significative rinvenute nella Bassa Val di Cecina ed alcuni materiali provenienti da Volterra. L esposizione é articolata in 12 sale secondo un percorso cronologico (dall età preistorica all età romana) e topografico, funzionale alla rappresentazione dello sviluppo delle dinamiche insediative e dei processi evolutivi che hanno interessato il territorio nell antichità. Particolare rilevanza, sia per il numero dei reperti etruschi esposti, ma soprattutto, per la loro unicità ed il loro valore scientifico, viene data al periodo orientalizzante (ultimi decenni VIII inizi VI secolo a.c.). Presso il Museo sono state allestite anche delle esposizioni temporanee: la mostra sulla scrittura etrusca Segni d Etruria, la mostra Il tridente. Insegna regale. Tomba etrusca di Vetulonia, la mostra "Doni per i Principi - Doni per gli Dei. Nell'antica Etruria". Nel Parco della Villa, da non perdere dal 20 luglio 2012, la tomba a tholos di Casaglia, che costituisce una delle più importanti testimonianze della presenza di famiglie aristocratiche etrusche nel territorio della Bassa Val di Cecina. ORARIO DI APERTURA Dal 1 febbraio al 31 maggio e dal 15 settembre al 30 novembre: il sabato e la domenica dalle alle (Chiuso dal lunedì al venerdì) Dal 1 giugno al 30 giugno e dal 1 settembre al 15 settembre: dal martedì al venerdì dalle alle 20.00; il sabato e la domenica dalle 9.30 alle e dalle alle (Chiuso il lunedì) Dal 1 luglio al 31 agosto: dal martedì al venerdì dalle alle 21.00; il sabato e la domenica dalle dalle 9.00 alle e dalle alle (Chiuso il lunedì) 15 Dal 1 dicembre al 31 gennaio: la domenica dalle alle (Chiuso a Natale, Capodanno e dal lunedì al sabato). Sempre aperto su prenotazione per gruppi turistici e scolaresche (minimo 15 persone) Parco Archeologico della Villa Romana di San Vincenzino Il Parco archeologico comunale di San Vincenzino sorge sul sito un tempo occupato da una grande villa romana, identificata dalla tradizione come la villa di Decio Albino Caecina, prefectus urbi nel 414 d.c., ricordata nel De Reditu Suo da Rutilio Namaziano, che vi era stato ospite durante il suo viaggio. Articolata in settori con diversa funzione, abitativa ma anche economico-produttiva, la villa conobbe successive trasformazioni nel corso del suo lungo arco di vita (ultimi decenni I sec. a.c. V sec. d.c. ca.). L impianto originario prevedeva numerosi ambienti ad uso abitativo organizzati intorno a delle aree porticate (atrio e peristilio) e a giardino e un grande sistema idrico costituito da una cisterna sotterranea con cunicoli di distribuzione dell acqua. A fasi successive sono da riferire l impianto termale ed una zona destinata alla trasformazione e allo stoccaggio dei prodotti agricoli. Completamente intatta e visitabile, è la cisterna sotterranea, una struttura di indubbio fascino, scoperta già a metà dell 800, che garantiva, attraverso una grande camera rettangolare coperta da volte a botte, l approvvigionamento idrico di tutta la villa Il percorso di visita del parco, attrezzato di cartellonistica ed area di accoglienza, è corredato da un antiquarium inserito all interno della Casa Rossa costruita nel parco agli inizi del 900.

20 I MUSEI Piazza della Chiesa, Duomo di Cecina (Foto: Chiara Zambon) Qui è visitabile la mostra Privata Luxuria, una esposizione dei decori e degli arredi provenienti dagli scavi che introduce il visitatore, tramite una accurata selezione di materiali, al lusso della vita quotidiana dei proprietari della villa. Dal 1 febbraio al 31 maggio e dal 15 settembre al 30 novembre: il sabato e la domenica dalle alle (Chiuso dal lunedì al venerdì) Dal 1 giugno al 30 giugno e dal 1 settembre al 15 settembre: dal martedì al venerdì dalle alle 20.00; il sabato e la domenica dalle alle e dalle alle (Chiuso il lunedì) Dal 1 luglio al 31 agosto: dal martedì al venerdì dalle alle 20.30; il sabato e la domenica dalle dalle 9.00 alle e dalle alle (Chiuso il lunedì) Dal 1 dicembre al 31 gennaio: la domenica dalle alle (Chiuso a Natale, Capodanno e dal lunedì al sabato) Sempre aperto su prenotazione per gruppi turistici e scolaresche (minimo 15 persone) Museo della Vita e del Lavoro della Maremma Settentrionale A 3 km dal centro, sulla strada da S.Pietro in Palazzi al mare, è situata la villa detta della Cinquantina. Sorse nella seconda metà del '700 come casone di lavoria, ricetto di lavoranti stagionali sul latifondo mediceo. Nell'800 si trasformò in fattoria, con quartiere padronale e vari ambienti ad uso di cantine, granai, magazzini. Nel 1868 fu acquistata dallo scrittore e uomo politico livornese Francesco Domenico Guerrazzi, che vi si ritirò negli ultimi anni di vita e vi morì nel Acquisita e ristrutturata dal Comune di Cecina nel Nella parte più interna del complesso di Villa Guerrazzi è stato collocato il Museo della Vita e del Lavoro della Maremma Settentrionale. 16 ans Licht kam, ist die Villa in San Vincenzino, an der heutigen Via Ginori. Der Komplex, der vom I. Jh. v.chr. bis zum V. Jh. v.chr. kontinuierlich genutzt wurde, besteht aus zahlreichen Räumen und besitzt einen großen Thermalbereich, der mit einer noch perfekt erhaltenen Zisterne verbunden war. Die Wassersammelanlage ist ein wichtiges Beispiel einer römischen Wasseranlage, wegen des verwendeten Opus, dem Filtersystem und dem Netz der Regenwasser-Sammelkanäle unter den Wohnbereichen. Die grundlegende Veränderung des Territoriums im unteren Cecina-Tal in der Spätkaiserzeit war die Folge der Behauptung der Großgrundbesitze: Diese neue Produktionsstruktur führte zum progressiven Verlassen der Küstenzonen und damit zu ihrer Versumpfung. Die Küstenzonen verwandelten sich in besonders ungesunde Gegenden und dieser Zustand konsolidierte sich im Mittelalter, als das Territorium des unteren Cecina-Tals traurigerweise wegen seines abweisenden Zustandes berühmt wurde; die Malaria war lange das größte Hindernis für feste menschliche Ansiedlungen. Entlang der Küste von Livorno bis Piombino waren die Küstentürme Calafuria, Castiglioncello, Vado und San Vincenzo die einzigen festen Kontrollund Abwehransiedlungen. Siehe hierzu die Carta della Toscana marittima da Lucca a Campiglia con i dintorni di Pisa, Livorno e Volterra (Karte der Meergegenden der Toskana von Lucca bis Campiglia mit den Umkreisen von Pisa, Livorno und Volterra) von Leonardo, vermutlich vom Anfang des 16. Jh. Im Mittelalter befanden sich im Cecina-Tal bedeutende religiöse Benediktinerstätten; in Masio in der Gemeinde Bibbona, in Moxi in Castellina M.ma, in den Gebieten von Montescudaio und Monteverdi wurden Kloster gegründet. Die Burgen in Riparbella, Montescudaio, Casale, Guardistallo und Bibbona gewannen auch dank der verfügbaren wirtschaftlichen Ressourcen, besonders Holz, an Bedeutung. Die nördliche Maremma gehörte ab dem XI. Jh. zur ländlichen Umgebung von Pisa, die bis Scarlino reichte ließ die Republik Pisa am Fluss Cecina eine Brücke an der Stelle erbauen, die bis dahin mit einer Fähre überquert wurde; schon 1500 gab es diese Brücke nicht mehr. Seit der 2. Hälfte des 14. Jh. waren die Territorien des Cecina- Flachlandes Großherzogsbesitze, die von den Gemeinschaften Riparbella und Bibbona verwaltet wurden. Das Landgut erweiterte sich im Jahr 1549, als die Gemeinschaft Bibbona der Herzogin Eleonora di Toledo einen Großbesitz in Dauerpacht überließ, der so in die großherzoglichen Zuständigkeiten überging. DIE MUSEEN Archäologisches Stadtmuseum Im Archäologischen Museum von Cecina befinden sich die bedeutendsten archäologischen Zeugnisse, die im unteren Cecina-Tal ans Licht kamen, sowie einige Materialien aus Volterra. Eine besondere Bedeutung gilt der orientalisierenden Zeit (letzte Jahrzehnte des VIII. bis Anfang des VI. Jh. v.chr., sowohl wegen der

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento L uomo è il principale agente di trasformazione del territorio sia direttamente,

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Attravers Arna e Sentieri Aperti

Attravers Arna e Sentieri Aperti La XII^ Circoscrizione ARNA del Comune di Perugia, con le Associazioni del territorio, presenta: Attravers Arna e Sentieri Aperti Edizione 2009 Cinque camminate mattutine tra sapori, colori e suoni nella

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Club Alpino Italiano Sezione di Valenza Davide e Luigi Guerci Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Sabato 19 settembre 2015 Viaggio andata Ritrovo dei

Dettagli

La Ville Radieuse di Le Corbusier

La Ville Radieuse di Le Corbusier Modelli 8: la città funzionale La Ville Radieuse di Le Corbusier Riferimenti bibliografici: - Le Corbusier, Verso una architettura, a cura di P. Cerri e P. Nicolin, trad. it., Longanesi, Milano, 1987 -

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA CANDIDATURA ITALIANA AL PREMIO DEL PAESAGGIO DEL CONSIGLIO D EUROPA EDIZIONE 2014/2015

PRESENTAZIONE DELLA CANDIDATURA ITALIANA AL PREMIO DEL PAESAGGIO DEL CONSIGLIO D EUROPA EDIZIONE 2014/2015 Comunicato Stampa Salone del Consiglio Nazionale, via del Collegio Romano 27 (presso la sede del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) - ROMA 28 aprile 2015 Ore 9.30 PRESENTAZIONE

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

Mappa del fiume Arno, acquerello di Carlo Quercioli, 2009.

Mappa del fiume Arno, acquerello di Carlo Quercioli, 2009. La maggior parte del popolo pisano vive dal fare il navicellaio e tirare l alzaia Mappa del fiume Arno, acquerello di Carlo Quercioli, 2009. Le località che sono state prese in considerazione per questa

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Contesti ceramici dai Fori Imperiali

Contesti ceramici dai Fori Imperiali Contesti ceramici dai Fori Imperiali a cura di BAR International Series 2455 2013 Published by Archaeopress Publishers of British Archaeological Reports Gordon House 276 Banbury Road Oxford OX2 7ED England

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

CATASTO EDILIZIO URBANO

CATASTO EDILIZIO URBANO CATASTO, CARTOGRAFIA ED EDILIZIA collana a cura di Antonio Iovine catasto edilizio urbano AI5 MARIO IOVINE NICOLA CINO CATASTO EDILIZIO URBANO GUIDA PRATICA N.3 ESEMPI DI DICHIARAZIONI DI VARIAZIONI DI

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20.

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20. Versione del 9/3/2015 Pag.1 di 5 FIAB - Ostia in Bici XIII Il Salento in bici 20-28 giugno 2015 Panoramica Una settimana nel Salento: un omaggio ad una delle bellezze d Italia, che ci racconterà di natura,

Dettagli

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM il nuovo modo di bere Abruzzo Abruzzo DOP Tullum Tullum è il riconoscimento ai produttori di Tollo, cittadina in provincia di Chieti, che vedono premiata la vocazione di un

Dettagli

FONTI DI ENERGIA SFRUTTATE DALL UOMO NELL ANTICHITA

FONTI DI ENERGIA SFRUTTATE DALL UOMO NELL ANTICHITA FONTI DI ENERGIA SFRUTTATE DALL UOMO NELL ANTICHITA Lavoro della classe III H Scuola secondaria di 1 1 grado L. Majno - Milano a.s. 2012-13 13 Fin dall antichità l uomo ha saputo sfruttare le forme di

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze.

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. CURRICULUM VITAE Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. Titolo di Studio: Laurea Economia e Commercio conseguita il 17.04.1973 presso l Università

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre

Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre Botteghe artigiane. Partic. da Ambrogio Lorenzetti, Effetti del buon governo nella città Palazzo Pubblico,

Dettagli

AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE

AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE PROVINCIA DI FIRENZE AREA Pianificazione e Progettazione RELAZIONE Variante normativa al Regolamento Urbanistico vigente di adeguamento al "regolamento di attuazione dell'articolo 144 della L.R. n. 1/2005

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO DIREZIONE URBANISTICA SERVIZIO Edilizia Privata, DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO Deliberazione Consiglio Comunale n. 13/2014 SCHEDA INFORMATIVA Aprile 2014 In data 25 marzo

Dettagli

L incanto di Boccadarno. Insieme cercammo un titolo da dare al tuo bel libro, ma fosti tu poi a sceglierlo, e d incanto appunto si trattava.

L incanto di Boccadarno. Insieme cercammo un titolo da dare al tuo bel libro, ma fosti tu poi a sceglierlo, e d incanto appunto si trattava. Nuova edizione Copyright 1995 Prima Ristampa 1996 Seconda Ristampa 2012 Edizioni ETS Piazza Carrara, 16-19, I-56126 Pisa info@edizioniets.com - www.edizioniets.com Finito di stampare nel mese di maggio

Dettagli

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI Marca da Bollo 16,00 Al Sig. Presidente della Provincia di Pavia Ufficio concessioni pubblicitarie Piazza Italia, 2 27100 Pavia AUTORIZZAZIONE OGGETTO: Richiesta di autorizzazione per il posizionamento

Dettagli

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA MODULO PER I GRUPPI Nel presente modulo sono indicati i possibili percorsi per la Visita Guidata agli Scavi di Ostia Antica e la relativa Scheda di Prenotazione

Dettagli

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta PREMESSA L itinerario lungo il corso del fiume Brenta è motivato dalla presenza di un area di notevole interesse ambientale che merita una sua specifica valorizzazione anche a livello di turismo minore

Dettagli

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6.

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6. ASSOCIAZIONE MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO REGOLAMENTO CORSA PODISTICA NON COMPETITIVA SU STRADA L Associazione MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO, con il patrocinio del Comune e della Provincia

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

ITALIA IN MUSICA. Istituzioni:

ITALIA IN MUSICA. Istituzioni: Rassegna Stampa ITALIA IN MUSICA Il concerto Italia in Musica ha ottenuto un forte impatto mediatico. Gli articoli usciti sui vari giornali e le altre attività mediatiche hanno un valore complessivo di

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

IL PROGRESSO TECNOLOGICO E L'INTRODUZIONE DEL VAPORE NELL'ESERCIZIO DELLA NAVIGAZIONE.

IL PROGRESSO TECNOLOGICO E L'INTRODUZIONE DEL VAPORE NELL'ESERCIZIO DELLA NAVIGAZIONE. Storia della Navigazione sui Laghi Maggiore, Garda e Como IL PROGRESSO TECNOLOGICO E L'INTRODUZIONE DEL VAPORE NELL'ESERCIZIO DELLA NAVIGAZIONE. La produzione di energia attraverso l'uso del vapore, fu

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Il vecchio contadino in viaggio verso l Europa. Dove va il diritto agrario oggi?

Il vecchio contadino in viaggio verso l Europa. Dove va il diritto agrario oggi? Il vecchio contadino in viaggio verso l Europa. Dove va il diritto agrario oggi? Delle molte definizioni che sono state date, quella del «diritto della produzione agricola» o «diritto dell agricoltura»

Dettagli

(OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori)

(OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori) Ordinanza 2 concernente la legge sul lavoro (OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori) 822.112 del 10 maggio 2000 (Stato 1 aprile 2015) Il Consiglio federale svizzero,

Dettagli

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO A.Romano*, C. Gaslini*, L.Fiorentini, S.M. Scalpellini^, Comune di Rho # * T R R S.r.l.,

Dettagli

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi.

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi. STORIA E TRADIZIONE La Pasticceria Orlandi nasce per volontà di Romano Orlandi che dopo una lunga gavetta nelle più famose pasticcerie milanesi, nel 1952 decide di mettersi in proprio aprendo il suo negozio

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA BRISIGHELLA

OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA BRISIGHELLA OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA BRISIGHELLA DISCIPLINARE DI PRODUZIONE Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 228 del 29/9/95 (Pag.38) Articolo 1 Denominazione La denominazione di origine controllata olio

Dettagli

COMUNE DI ARIZZANO. inventario dei disegni. anni 1826-1927. schede 58

COMUNE DI ARIZZANO. inventario dei disegni. anni 1826-1927. schede 58 COMUNE DI ARIZZANO inventario dei disegni anni 1826-1927 schede 58 Archivio di Stato di Verbania luglio 2012 1 Planimetria di proprietà in frazione Biganzolo di Arizzano raffigurante la derivazione d'acqua

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti

TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti 2014/2015 TOUR GRECIA CLASSICA & METEORE 8 giorni / 7 notti Atene / Canale di Corinto / Epidauro / Micene / Nauplia / Olympia Arachova / Delfi / Kalambaka / Monasteri Bizantini delle Meteore / Termopili

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

PRESENT PERFECT CONTINUOS

PRESENT PERFECT CONTINUOS PRESENT PERFECT CONTINUOS 1. Si usa il Present Perfect Continuous per esprimere un'azione che è appena terminata, che si è prolungata per un certo tempo e la cui conseguenza è evidente in questo momento.

Dettagli

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella "Carta di Sintesi" 25 27 B LOCALITA'

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella Carta di Sintesi 25 27 B LOCALITA' LOALITA' Aa NTRO STORIO I b γ Ab NTRO STORIO I Ac NTRO STORIO I a LASS I IONITA' URANISTIA IR. 7/LAP ascia fluviale ex PS PRSRIZIONI INTGRATIV RISPTTO Presenza di tratti stradali, convoglianti le acque

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Decreto dirigenziale interministeriale del 6 febbraio 2004 (G.U. n. 52 del 3 marzo 2004), concernente la Verifica dell interesse culturale dei beni immobili di utilità pubblica, così come modificato ed

Dettagli

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI:

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI: COMUNE DI FINALE EMILIA (Provincia di Modena) P.zza Verdi, 1 41034 Finale Emilia (Mo) Tel. 0535-788111 fa 0535-788130 Sito Internet: www.comunefinale.net SERVIZIO URBANISTICA E EDILIZIA PRIVATA AUTOCALCOLO

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA C V A M O S T R E Mostre in Centrale 2010 Doppio appuntamento a Maën A Valtournenche, in occasione dei dieci anni

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

MODELLI DI VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL'ARIA IMPIANTO DISCARICA DI COLLE FAGIOLARA (COLLEFERRO)

MODELLI DI VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL'ARIA IMPIANTO DISCARICA DI COLLE FAGIOLARA (COLLEFERRO) MODELLI DI VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL'ARIA IMPIANTO DISCARICA DI COLLE FAGIOLARA (COLLEFERRO) 1. INQUADRAMENTO TERRITORIALE E METEOROLOGICO Colleferro è un comune di oltre 22.000 abitanti che si trova

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

abbonamenti 2015.2016

abbonamenti 2015.2016 abbonamenti 2015.2016 FARE DEL NOSTRO STADIO UNA FORTEZZA Caro Interista, San Siro e piu bello quando ci sei tu, io lo so bene. L ho visto vibrare nelle sue notti piu belle. Ho sentito la spinta, la voglia

Dettagli

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Sono secoli che viviamo del futuro

Sono secoli che viviamo del futuro Sono secoli che viviamo del futuro La Toscana a Expo Milano 2015 LA TOSCANA A EXPO 2015 (1-28 MAGGIO) "Sono secoli che viviamo nel futuro" è questo il claim scelto dalla Toscana per presentarsi ad Expo

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI Comune di San Demetrio Ne Vestini Provincia dell Aquila RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI 1. INTRODUZIONE La sottoscritta arch. Tiziana Del Roio, iscritta all Ordine degli

Dettagli