Ricette di Smart City

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ricette di Smart City"

Transcript

1 Ricette di Smart City Ingredienti e assaggi della città intelligente Le guide di Urbano Creativo all Innovazione - Vol. 4

2 - Ma qual è la pietra che sostiene il ponte? - chiede Kublai Kan. - Il ponte non è sostenuto da questa o da quella pietra, - risponde Marco, - ma dalla linea dell arco che esse formano. Kublai Kan rimase silenzioso, riflettendo. Poi soggiunse: - Perché mi parli delle pietre?» solo dell arco che mi importa. Polo risponde: - Senza pietre non c è arco. Ricette di Smart City Italo Calvino dal libro Le città invisibili di Italo Calvino Guida realizzata a cura del Team di Urbano Creativo. Graphic Design e impaginazione a cura di Antonella Montagner. Le immagini utilizzate in questo ebook sono state tutte scaricate da Flickr in licenza Creative Commons. In alcuni casi Wikipedia è stata utilizzata come base per costruire le definizioni del nostro glossario. Ingredienti e assaggi della città intelligente Le guide di Urbano Creativo all Innovazione - Vol. 4

3 È la rivoluzione delle relazioni tra esseri umani ciò che sta avvenendo nel mondo. Ed è questa una rivoluzione della quale siamo spessissimo inconsapevoli. Michele Vianello Il termine smart city è spessissimo abusato nelle sue varie declinazioni. Quasi sempre tuttavia è collegato alle applicazioni dell Information Technology, alla sostenibilità ambientale, al gigantismo delle aree urbane. Ci si dimentica che il tessuto urbano è un luogo nato per favorire le relazioni - intese sotto ogni declinazione possibile - tra gli esseri umani. Le aree urbane sono un luogo di infinite complessità. Ed è la rivoluzione delle relazioni tra esseri umani ciò che sta avvenendo nel mondo. E questa è una rivoluzione della quale siamo spessissimo inconsapevoli. Da questa confusione infinita, nasce l esigenza di comporre una sorta di glossario della smart city. Un glossario ha lo scopo di fornire alle persone strumenti interpretativi della realtà che le circonda. Strumenti capaci di interpretare la realtà che si trasforma. Ma, per interpretare una realtà, dobbiamo anche descriverla nello stesso modo. Quando si parla delle diverse declinazioni che, in una qualche maniera, vengono accompagnate al termine smart ci accorgiamo che la confusione regna sovrana. Ad esempio, se discutiamo di Internet of Things e di Internet of Everything siamo indotti ad attribuire ai due termini lo stesso significato: gli oggetti che, grazie alla sensoristica, dialogano tra di loro e con il genere umano. In realtà un termine descrive le relazioni tra gli oggetti e la rete, l altro termine si riferisce alla pervasività di Internet. Non é un semplice problema semantico: dalla comprensione corretta dei diversi concetti discendono politiche urbane diverse tra di loro. Il glossario contiene una serie di definizioni, non solo riferite alle nuove tecnologie, ma soprattutto relative agli strumenti che raccontano questo grande e continuo processo di cambiamento in atto. Risulta quindi più interessante indagare le relazioni tra il genere umano e le tecnologie descrivendo, in realtà, delle best practice da utilizzare. Ne deriva, da questa impostazione, un lavoro utile a comprendere i fenomeni in atto negli ambienti urbani. Spesso non siamo consapevoli del corso della rivoluzione in atto di cui siamo al contempo attori e vittime. Questo glossario ci aiuterà nell acquisizione di consapevolezza. Venezia, 12 dicembre 2014 Michele Vianello Smart Communities Strategist

4 Transope

5 INTRODUZIONE smart I agg. 1 (shrewd, sharp) accorto, furbo, scaltro, astuto. 2 (witty) arguto, spiritoso, brillante: a smart saying un detto arguto. 3 (well-dressed, spruce) elegante, in ghingheri. 4 (of clothes) elegante, ben tagliato. 5 (of vehicles, etc.) bello, elegante. 6 (spec. Br,Aus) (fashionable) elegante, alla moda: a smart restaurant un ristorante elegante. 7 (spec. Br,Aus) (showing fashion, elegance, etc.) sofisticato, elegante. 8 (of pain) acuto, lancinante. 9 (of a blow, cut) forte, duro. 10 (brisk, vigorous) svelto, vivace, energico, vigoroso: at a smart pace con passo svelto. 11 (mentally alert) sveglio, acuto, pronto: a smart lad un ragazzo sveglio. 12 (clever) bravo, intelligente. 13 (stinging, caustic) aspro, mordace, caustico, pungente: a smart reproof un aspro rimprovero. 14 (impertinent) impertinente, sfacciato, insolente, arrogante: that s enough of your smart answers basta con le tue risposte impertinenti. Un pizzico di wifi, una spolverata di opendata, una porzione di sensori e la città intelligente è servita. È proprio come sembra. Le parole della smart city sono tutte - o quasi - termini inglesi, e super specializzati. Difficile capirli semplicemente risalendo al loro significato letterale, poiché l inglese è meno specifico delle lingue latine, e i significati si trasformano componendo aggettivi e sostantivi in diversi modi. Smart city, allora, è sì una città intelligente, ma è anche brillante, energica, elegante, sofisticata. Quindi bella. La città del futuro è una città bella, e intelligente. Il patrimonio progettuale diventa un enorme manuale a cui attingere per costruire il progetto di smartness più adatto ad ogni realtà, dal quartiere alla metropoli. Soprattutto, e finalmente - potremmo dire -, la smart city è una città internazionale. Come per le pietre dell Arco del Marco Polo di Calvino, o come in un gigantesco gioco di costruzioni le parole, e di conseguenza i progetti, sono condivisi da tutte le culture. Per questo le parole sono spesso quelle inglesi. Ma declinate secondo le caratteristiche territoriali, che vedono una città trasformarsi in smart grazie agli eventi culturali, e un altra diventarlo grazie a un piano di mobilità che toglie le automobili dal centro storico e restituisce gli spazi pubblici ai cittadini. Le ricette per ottenere una città intelligente sono tante, vi basterà digitare le parole smart city su un qualsiasi motore di ricerca, per raccogliere esempi di città dove i lampioni non fanno più solo luce, ma si sono trasformati in antenne di segnale internet wireless, senza fili, o dove il tragitto della spazzatura viene tracciato grazie a chip rfid, in modo da capire quanta strada fanno i rifiuti dal cestino di casa al luogo di trattamento. E proprio come in cucina, gli ingredienti che abbiamo riunito in questo glossario possono costruire progetti sempre differenti, perché la tecnologia e la connessione ad internet sono strumenti che abilitano la comunicazione, e che si possono associare a tutti i settori di governo del territorio. L obiettivo è però sempre quello di rendere più fluidi gli scambi, più veloci gli spostamenti, più sicure le interazioni. Anche per strada. Anche solo per parcheggiare. Sempre meno tecnologia, e sempre più qualità della vita. Emanuela Donetti

6 ISTRUZIONI PER L USO Fare ordine nell intricato groviglio di parole e significati della smart city. Con questo obiettivo è nato il nostro e-book che si differenzia dai comuni glossari per struttura e organizzazione dei significati. Come procedere? Scegliete dall indice generale il termine di cui non conoscete la definizione o di cui volete approfondire il significato. Andate quindi alla pagina indicata. Sarete sorpresi di arrivare all inizio di un capitolo del glossario, e non alla pagina in cui si trova il termine. Niente panico: la vostra parola si trova nel capitolo che vi suggeriamo, ma dovrete scovarla voi. Prima però, leggetevi la definizione della categoria. Vi aiuterà a inquadrare l ambito generale all interno del quale si trova a parola scelta. Noterete che alcune definizioni contengono termini contrassegnati da un asterisco: si tratta di parole a loro volta presenti nell elenco di termini raccontati in questa guida. Perchè questo labirinto? I termini non sono organizzati esclusivamente in ordine alfabetico, ma sono prima di tutto divisi in categorie. Per ciascun termine si è scelta una categoria principale di riferimento che lo rappresenta maggiormente. Nonostante questo, uno stesso concetto può trovare significato anche all interno di altri ambiti. Ad esempio, i Social Network, considerati in questo glossario come elementi di Smart Living, possono anche rappresentare strumenti di marketing e quindi essere associati alla categoria Smart Working. Ora la palla passa a voi: esercitatevi a trovare ogni possibile connessione tra tutte le parole! È questo il vero spirito della Smart City! Da dove nascono le categorie? L organizzazione dei contenuti parte dai pilastri della smart city, elaborati dall Università di Vienna (www.smart-cities.eu) che indicano gli ambiti attraverso cui si declina la città intelligente: mobilità, ambiente, vivibilità e benessere, persone e stili di vita, economia. Ma per stare al passo con l evoluzione e il grado di complessità crescente della città siamo andati oltre. Abbiamo aggiunto altre due categorie: smart working e smart culture. Ecco che il nostro e-book si completa con l analisi di termini che rientrano in due categorie che non solo stanno subendo una forte trasformazione, ma che saranno strategiche per il futuro della città e dei suoi abitanti: il lavoro e la cultura. E gli articoli? Alla fine di ogni capitolo abbiamo scelto per voi alcuni articoli dal nostro magazine UrbanoCreativoNews che da anni si occupa di tutti i temi legati allo spazio urbano, all innovazione e alla sostenibilità. Vi presentiamo un antologia di storie ordinarie di smart city a corredo dei termini del glossario per raccontarvi le sfide, i cambiamenti e le conquiste delle città di oggi. Stefania Mancuso e Giulia Cattoni Tablet use 1 Ebayink

7 INDICE DEI TERMINI airbnb alfabetizzazione digitale applications arte interattiva arte pubblica big data bla bla car carpooling cloud computing codici bidimensionali cohousing contactless coworkers coworking crowdfunfing crowdsourcing data analysis data fusion data mining digital champion digital evangelist digitalizzazione disintermediazione e-commerce e-government electric vehicles enterprise 2.0 facebook geolocalizzazione georeferenziazione giardino verticale gis google + governance gps green roof hacker hacking hakathon instagram instant messaging intermodalità internet of everythings internet of things kickstarter makers marketing territoriale mash up media civici mod mobility on demand mp3 multimodalità musei interattivi navigatore networking nfc open content open data opensource pinterest qr code rete 4g ride sharing self driven car sensori sharing economy smart building smart citizen smart grid smart metering smartphone smart school social housing social network social networking sostenibilità stampa 3d storytelling sussidiarietà twitter uhi voip waze wearable wi-fi

8 INDICE DELLE CATEGORIE Smart Mobility Smart Environment Smart Living Smart People Smart Economy Smart Governance Smart Culture Smart Working Graphic Design Andy Field

9 Vettura 1879 Gianni Belloni SMART MOBILITY Mobilità intelligente È un modo intelligente di concepire la mobilità, che soddisfi sia le esigenze di trasporto di merci e persone in maniera efficace e sostenibile, sia la qualità della vita dei suoi fruitori. Mobilità smart significa gestire i flussi di traffico in maniera efficiente, ridurre i disservizi e i tempi morti di attesa nelle code; progettare infrastrutture più funzionali e accessibili; responsabilizzare i cittadini in un ottica di guida sicura; pianificare la mobilità per ottimizzare al massimo l uso delle reti esistenti.

10 BlaBlaCar BlaBlaCar è il primo sito italiano che offre un servizio per la condivisione dell auto. Si basa sulla formazione di una community gratuita che mette a disposizione un servizio di ride sharing : offrire o prendere passaggi condividendo con il proprietario dell auto le spese di viaggio (carburante e pedaggi autostradali). L obiettivo è ridurre al minimo sia le spese di viaggio che le emissioni di Co2. Carpooling Letteralmente significa: messa in comune delle auto. È una modalità di trasporto che consiste nella condivisione di automobili private tra un gruppo di persone, con il fine principale di ridurre i costi del trasporto. Esistono numerosi servizi di Carpooling online che sfruttano software capaci di abbinare e mettere in contatto conducente e passeggeri in base alle località di partenza e destinazione, all orario, al percorso, alla distanza, alle preferenze segnalate. È un sistema utilizzato prevalentemente da pendolari con orari di lavoro simili o da studenti universitari. Electric Vehicles Il Veicolo Elettrico è un mezzo di trasporto dotato di un motore elettrico, alimentato da batterie di accumulatori. A differenza dei veicoli con motore a scoppio, nella maggior parte di quelli elettrici il motore è direttamente accoppiato al differenziale e alle ruote, senza l interposizione del cambio e della frizione. Il mercato dell elettrico riguarda non solo auto e moto, ma anche mezzi pubblici come filobus, treni, autobus. L attenzione crescente verso la riduzione delle emissioni e una maggiore coscienza ambientale hanno condotto all implementazione di sistemi riconducibili all elettrico in contesti come aeroporti, stazioni ferroviarie, centri storici, centri commerciali. Geolocalizzazione La Geolocalizzazione è la determinazione dinamica della posizione geografica nel mondo reale di un oggetto, come ad esempio un telefono cellulare o un computer secondo varie possibili tecniche. Le tecnologie più utilizzate si suddividono tra sistemi di localizzazione basati su segnale radio (radiolocalizzazione), sistemi per via cablata o sistemi ibridi. Nel corso degli anni aziende come Apple, Google e Facebook*, hanno introdotto la funzione di geolocalizzazione dei propri utenti incrementando il numero di servizi disponibili nelle proprie piattaforme. Gis Sistema informativo computerizzato che permette l acquisizione, la registrazione, l analisi, la visualizzazione e la restituzione di informazioni derivanti da dati geografici (geo-riferiti). Il sistema, associando a ciascun elemento geografico una o più descrizioni alfanumeriche, produce, gestisce e analizza dati spaziali in una database relazionale. Il GIS memorizza la posizione del dato impiegando un sistema di proiezione reale che definisce la posizione geografica dell oggetto. Il GIS consente così di mettere in relazione tra loro dati diversi, sulla base del loro comune riferimento

11 geografico in modo da creare nuove informazioni a partire dai dati esistenti. Il sistema informativo territoriale che può essere utilizzato via web viene definito web GIS. Gps Global Position Sistem: è una delle tecnologie più utilizzate per l identificazione della posizione geografica nel mondo reale di un dato oggetto. Si tratta di un sistema di posizionamento e navigazione satellitare civile basato sui segnali radio ottenuti da satelliti artificiali in orbita attorno alla Terra che possono essere captati da un terminale mobile o ricevitore GPS. Mod Mobility on Demand È una modalità di trasporto che sfrutta flotte di veicoli elettrici poste in stazioni di ricarica elettriche distribuite in modo strategico in una città. Si tratta di un sistema di noleggio a senso unico pensato per integrare i servizi offerti dai trasporti pubblici al fine di soddisfare la domanda di mobilità urbana individuale in città densamente popolate. Navigatore È un dispositivo elettronico digitale dotato di capacità di ricezione del segnale radio satellitare GPS* integrato con un sistema di database stradale, progettato per assistere il conducente di un automobile nella navigazione stradale indicandogli interattivamente il percorso da seguire per raggiungere una qualsiasi destinazione preimpostata dall utente a partire dalla sua posizione iniziale. Ride Sharing Simile, ma da non confondere con il Car Pooling*. Ride Sharing significa letteralmente condivisione del viaggio. È una sorta di moderno autostop dove quindi il punto di partenza è l iniziativa del singolo automobilista che percorre una tratta in auto e affitta i propri posti liberi attraverso piattaforme online. I compagni di viaggio contribuiscono alle spese di benzina, pedaggio, manutenzione ecc. Self Driven Car Conosciuto anche come Automatic Car, Driverless car, o Robotic Car. Si definisce in questo modo un veicolo in grado di soddisfare in modo autonomo le capacità di trasporto di una macchina tradizionale. Attraverso sensori* e sistemi di controllo avanzati, rileva l ambiente circostante e stabilisce la navigazione senza bisogno dell intervento umano. Sono anche in grado di aggiornare le proprie mappe in base a input sensoriali, permettendo ai veicoli per tenere traccia della loro posizione anche quando condizioni cambiano o quando entrano ambienti inesplorati. Voip L acronimo significa Voce tramite protocollo Internet e indica una tecnologia che rende possibile effettuare una conversazione telefonica sfruttando una connessione Internet. Uno dei vantaggi di questa tecnologia è che permette di fare leva su risorse di rete preesistenti. La tecnologia VoIP introduce nuove possibilità per l offerta del servizio telefonico come l eliminazione della distinzione tra chiamate locali e a

12 lunga distanza; il mantenimento di diversi numeri telefonici su un solo collegamento; il salvataggio di messaggi vocali sul proprio computer; la possibilità di telefonate gratuite tra utenti dello stesso fornitore o fornitori convenzionati fra loro oppure in open gateway. Waze Si tratta di un applicazione gratuita di navigazione stradale per dispositivi mobile sviluppata da una start-up israeliana. Waze si differenzia dai tradizionali programmi di navigazione GIS* per la caratteristica di essere contemporaneamente un navigatore* GPS* e un social network* che si basa sul concetto di crowdsourcing*. Grazie agli utilizzatori è in grado di fornire aggiornamenti sul traffico o altri avvenimenti in tempo reale. Analizza i tempi di guida ed è in grado di stimare l orario d arrivo in modo realistico grazie ai dati raccolti da tutti gli utenti che utilizzano l applicazione. Acquistata da Google l 11 giugno 2013, attualmente è disponibile per le piattaforme ios, Android, BlackBerry e Windows Phone 8. To Jokursarlon Nicolas Haeringer

13 LA DIMENSIONE UMANA NELLA MOBILITÀ DEL FUTURO Carril Bici Andrés Nieto Porras Sono un fanatico della bici che vive a New York City, e sono spesso frustrato per quanto sia difficile andare da un posto all altro su due ruote. Nonostante la mia città si posizioni regolarmente entro i primi posti della classifica delle città bike-friendly degli USA, si rivela difficile usare la bici come mezzo di trasposto quotidiano, come avviene invece con successo in molte altre parti del mondo. Mikael Colville-Andersen è un celebre speaker che viaggia per il mondo per parlare di design e mobilità urbana. Durante il suo intervento all ultima edizione di TEDx Zurich, delinea ragioni convincenti a sostegno della sua tesi: le città con infrastrutture bikefriendly salvano vite e cambiano il mondo. In pratica: le migliori città sono quelle si dimostrano ospitali verso gli esseri umani. In seguito alla rapida urbanizzazione tra il 19esimo e il 20esimo secolo, in tutto il mondo è cambiata la percezione delle strade spiega Colville-Andersen la strada era un luogo dove la gente si riuniva e socializzava, dove i bambini giocavano, dove le persone vendevano merci. Si trattava di reali spazi pubblici. Da quando le città sono diventate più popolate, e con loro le strade, il problema degli ingegneri è diventato ridisegnare gli spazi affinché fossero adatti all incremento del traffico metropolitano. Le strade sono diventate così dominio delle auto e di conseguenza un pericolo per le persone. A questo processo è seguita una reazione, una fase di rigetto in cui le persone hanno cominciato a mettere in discussione l uso continuo dell auto. É l età anti-automobile. Che però non si è rivelata una forza capace di invertire la rotta. Ormai le auto si sono affermate come principale mezzo di trasporto. Nonostante gli sforzi, rimane ancora molto da fare per risolvere le conseguenze dell uso massiccio delle auto. Colville rilancia: Traffico e ingorghi? Ancora un dato di fatto. Incidenti automobilistici con gravi danni a conducenti e pedoni? Ancora un dato di fatto. E ancora inquinamento e isolamento sociale. Come affrontare il problema e trovare soluzioni? Mettere al centro le persone, e solo successivamente le infrastrutture, é la chiave per un futuro più sicuro e vivibile, anche in città. Lo sguardo alla dimensione umana permetterebbe una riprogettazione della città pensata davvero per l utente a partire dalle sue esigenze e dalle sue preferenze, da come vive gli spazi e da come si muove all interno della città. In altre parole intercettare i gusti delle persone, di chi usa la città ogni giorno, per stimolare e indurre comportamenti virtuosi e costruendo su questa base infrastrutture ad hoc. E questo potrebbe essere il ruolo del design, conclude Colville. Infrastrutture come soluzioni alle esigenze umane, e non dati di fatto con cui semplicemente fare i conti. Progettare una città per biciclette e pedoni dovrebbe essere come la progettazione di qualsiasi altro prodotto per la vendita sul mercato: uno spazzolino da denti, un tostapane, uno smartphone. Se ben progettata, un infrastruttura pensata per l utilizzo di biciclette porterà spontaneamente le persone ad usarla. Se per raggiungere un luogo il percorso più veloce sarà la pista ciclabile, allora la gente userà la bicicletta, qualsiasi temperatura ci sia là fuori. Abbiamo chiesto anche il parere di Antonella Montagner, designer che progetta e fa ricerca sullo spazio urbano e con una forte passione per la bicicletta. Potrebbe essere davvero così facile cambiare le abitudini di trasporto della gente? Uso la bici ogni volta che posso ma vivendo in una zona collinare sopra al lago di Como non è sempre facile usarla al posto dell auto. Credo che la conformazione del nostro territorio sia spesso un aggravante nella scelta del mezzo di trasporto quotidiano.

14 Metrò Parisienne Andrea Dobbiamo partire dal presupposto che chi ama la bicicletta farà tutto il possibile per usarla anche nella quotidianità; bisogna convincere chi quotidianamente si trova a scegliere l automobile perché è più comoda, perché non ho voglia di fare fatica, perché arrivo prima. E allora come può diventare la bicicletta un buon sostituto della macchina in zone non pianeggianti? Chi conosce il comasco sa che appena fuori dal centro cittadino il territorio è prevalentemente collinare, fatto di continui sali-scendi, e questo rende difficile l utilizzo della bici anche se incentivato. Per questo, non credo che basti tappezzare di piste ciclabili le nostre realtà urbane per aspettarsi che le persone possano cominciare da un giorno all altro ad abbandonare l uso delle automobili. Ci sono alternative? Si potrebbe piuttosto incentivare all utilizzo di biciclette a pedalata assistita di modo che anche chi non è allenato possa facilmente raggiungere dislivelli importanti. O ancora lavorare nella direzione della multi-mobilità; percorsi in salita da fare in automobile (o quando possibile con autobus), parcheggi scambiatori fuori dalle porte cittadine e bici pieghevole al seguito. Ma oltre alla conformazione dei territori un altra aggravante è la poca sicurezza delle nostre strade Molte sperimentazioni sono state fatte per risolvere il problema, ma due strade sono per me possibili. Due strade a prima vista molto lontane una dall altra ma che potrebbero coesistere. Una prima strada è l utilizzo dello shared space sperimentato soprattutto nel nord Europa. Lo shared space, ovvero spazio pubblico condiviso, consiste nella condivisione delle stesse carreggiate urbane da parte di automobili, biciclette e pedoni, con pochissime o nessuna linea di demarcazione a separarli e senza nessuna forma di segnaletica (semafori, cartelli ). Quello che succede in luoghi come questi è ben visibile nel filmato. A prima vista può sembrare il caos; ma se osserviamo bene il filmato vediamo che essendo una situazione potenzialmente più pericolosa, rispetto all utilizzo delle carreggiate separate, tutti gli utenti della strada prestano maggiore attenzione rispetto all ambiente circostante e si spostano a velocità notevolmente ridotte rispetto ai contesti normali. Il rischio percepito è infatti maggiore e, di conseguenza, ogni utente della strada alza il livello di attenzione verso gli altri automobilisti, ma anche verso i pedoni e le biciclette. Tali spazi risultano essere pensati, soprattutto, per le fasce più deboli della strada, in quanto gli automobilisti, sono indotti a prestare maggiore attenzione. Questi schemi di condivisione dello spazio urbano, si sono rivelati efficaci nel ridurre l incidentalità in molte città europee. Molti autisti indisciplinati storceranno il naso ma lavorare sul concetto di rischio può indurre a comportamenti migliori. Pensiamo ad esempio ai semafori lampeggianti. Di notte, in alcune aree urbane, i semafori vengono disattivati e, al loro posto, entra in funziona il segnale arancione lampeggiante. Studi hanno dimostrato che il segnale a intermittenza funziona meglio rispetto al semaforo fisso; l intermittenza arancione, infatti, aumenta la percezione di pericolo e, nell avvicinarsi ad un incrocio, gli individui agiranno in maniera più cauta. Inoltre, la luce fissa può contribuire a causare colpi di sonno, viceversa, l intermittenza può aiutare la mente a non addormentarsi. Dove invece non c è abbastanza spazio per creare spazi condivisi? Spesso le nostre strade non si adattano a carreggiate così ampie da poter far convivere molti mezzi di trasporto contemporanemante. Penso ad esempio alle strette strade statali che costeggiano il lago di Como, frequentate abitualmente dai ciclisti sportivi, ma estremamente insicure. Per rispondere a questo problema bisognerebbe progettare percorsi alternativi che permettano ai ciclisti di muoversi più velocemente e in sicurezza. Ne è un esempio il progetto Cykelslangen Bike Lane voluto dalla municipalità di Copenhagen. Un ponte/rampa permette ai ciclisti si attraversare in maniera sicura una parte della città molto congestionata in maniera facile, veloce e sicura; inoltre la sopraelevata permette anche di godere del panorama cittadino. Perché, a partire da questo esempio, non pensare a una rete di percorsi, magari fatti di rampe e ponti che permettano di vivere il panorama e pedalare in sicurezza lungo i rami del Lago di Como?. di Giulia Cattoni

15 POTREBBE INTERESSARTI ANCHE Electric Vehicle Charging Station Richard Masoner LA RIVOLUZIONE DELLA MOBILITÀ INDIVIDUALE COMPIE UN ANNO iscritti, una media di noleggi settimanali e una flotta di 600 auto con emissione di 98 g C02/km. Ecco i numeri di Car2go a Milano. di Redazione MEZZI PUBBLICI IN UE: MAI COSÌ USATI UTIP ha pubblicato uno studio che rivela che, dal 2000, mai si era registrato un uso dei trasporti pubblici così alto. di Redazione

16 From the ground Andrés Nieto Porras SMART ENVIRONMENT Sostenibilità ambientale 2 Rendere l ambiente che ci circonda sempre più pulito attraverso piccole azioni quotidiane. Da una corretta ed efficiente raccolta differenziata, che deve essere supportata adeguatamente anche da parte delle Pubbliche Amministrazioni, a scelte eco-friendly e comportamenti virtuosi anche in un ottica di riduzione della CO2. Sempre in quest ottica, rientrano in questa definizione, anche gli investimenti in sistemi di illuminazione a risparmio energetico, il monitoraggio della qualità dell aria e le attività di sensibilizzazione verso i cittadini. Anche le fonti di energia rinnovabile, così come le scelte nel campo delle costruzioni, assumono un ruolo di primo piano nello sviluppo dello smart environment necessarie per promuovere un duraturo sviluppo sostenibile.

17 producendo la più stretta simbiosi tra i potenziali clienti ed i mercati. Georeferenziazione Attribuire a un dato (un immagine, un documento e un altro tipo di file) un informazione relativa alla sua dislocazione geografica per mezzo di coordinate geografiche che permettono la visualizzazione su una mappa della località. Giardino Verticale Si definisce tale una parete coltivata con piante specifiche fatte radicare in compartimenti tra due strati di materiale fibroso ancorati alla parete. Le pareti verdi sono una forma di agricoltura o paesaggio urbano. Sono spesso realizzate in città, in particolare sulle superfici verticali degli edifici. Oltre ad essere elemento distintivo dell architettura verde, la realizzazione di una parete verde porta con sé alcuni vantaggi: migliora l isolamento termico degli edifici; migliora l impatto estetico dell edificio; contribuisce a catturare le polveri sottili in ambiente urbano. Marketing Territoriale Quel complesso di attività che hanno quale specifica finalità la definizione di progetti, programmi e strategie volte a garantire lo sviluppo di un comprensorio territoriale nel lungo periodo. Il Marketing Territoriale si pone il preciso obiettivo di definire e guidare il rilancio e lo sviluppo dei comprensori territoriali in funzione delle specifiche caratteristiche ed esigenze e Smart Building Infrastrutture dotate di sistemi intelligenti e integrati di gestione, monitoraggio ed automazione in grado di regolare in tempo reale le funzioni dell edificio, considerando tutte le interazioni e ottimizzando le prestazioni secondo criteri prefissati e perfezionabili nel tempo. Sono edifici che permettono una gestione strategica sia ai fini del risparmio energetico sia della sicurezza, offrendo più strumenti di controllo tanto alle amministrazioni cittadine quanto ai residenti, tramite applicazioni mobili. Smart Grid L insieme di una rete di informazione e di una rete di distribuzione elettrica che consente di gestire in maniera efficiente e funzionale l energia minimizzando, al contempo, eventuali sovraccarichi e variazioni della tensione elettrica. Non più una rete di distribuzione passiva che trasporta l energia in una sola direzione, ma un flusso che da poche grandi centrali conduce a tanti piccoli punti di consumo dislocati presso gli utenti finali. Con una tale trasformazione della rete di distribuzione è necessario gestire sia i flussi di energia prodotta dalle grandi centrali, sia quelli da produzione di media e piccola entità da fonti rinnovabili. Un mercato aperto sia ai grandi distributori che ai piccoli utenti dove ogni sistema di micro generazione è connesso in rete e in grado di comunicare e ricevere dati.

18 Sostenibilità Con riferimento alla società, tale termine indica un equilibrio fra il soddisfacimento delle esigenze presenti senza compromettere la possibilità delle future generazioni di sopperire alle proprie. Il concetto di Sostenibilità tiene conto di tre dimensioni: ambientale, economica e sociale. I tre aspetti sono stati considerati in un rapporto sinergico e sistemico e combinati tra loro in diversa misura. La sostenibilità implica un benessere ambientale, sociale, economico che supera le tradizionali misure della ricchezza e della crescita economica basate sul PIL, che sia costante e preferibilmente crescente con la prospettiva di lasciare alle generazioni future una qualità della vita non inferiore a quella attuale. Uhi Urban Heat Islands letteralmente Isole di calore. Si tratta di un fenomeno microclimatico che consiste in un significativo incremento della temperatura nell ambito urbano. Il maggior accumulo di calore è determinato da una diffusa cementificazione, le superfici asfaltate che prevalgono nettamente rispetto alle aree verdi, le emissioni degli autoveicoli, degli impianti industriali e dei sistemi di riscaldamento e di aria condizionata ad uso domestico. Smart ist grün Patrick Scholl

19 SOLUZIONI GREEN TRA GIARDINI VERTICALI E TETTI VERDI È noto a tutti come primavera ed estate siano le stagioni in cui la natura è più rigogliosa nei nostri giardini e sui nostri balconi. E se lo fosse anche sulle nostre pareti domestiche e sulle facciate dei nostri palazzi? E magari non solo durante la bella stagione? Esattamente: sto parlando dei giardini verticali e dei tetti verdi. Le pareti verdi sono considerate una forma di agricoltura, paesaggio urbano, ma spesso vengono concepite anche come vere e proprie opere d arte. Giardini verticali non solo belli, ma anche utili. Ecco perché: la presenza di piante purifica l aria in ambiente domestico e pubblico. Studi che risalgono agli anni 70, dimostrano come il verde possa assorbire gas dannosi per la salute dell uomo, quali fumo di sigaretta, solventi e detersivi atti alla pulizia della casa, residui chimici di riscaldamento e climatizzazione, etc. Possono pertanto lenire i più diffusi sintomi da edificio malato quali le più comuni forme di allergia, cefalee, irritazioni delle vie aeree, dermatiti di vario genere e bruciore agli occhi e lacrimazione; il verde riduce lo stress anche in ambito lavorativo. Essendo il colore prevalente in natura, pare che comunichi un senso di benessere e rilassamento nelle persone, alleviando così tensioni e malumori anche in ufficio, non a caso è sempre consigliabile avere una piantina sulla scrivania. Grazie ai giardini verticali si può creare un angolo green anche dove la superficie del nostro spazio è notevolmente ridotta; immediato miglioramento dell impatto visivo e innalzamento del valore immobiliare di un edificio. Prendete un vecchio palazzo in periferia, ecco, immaginatelo ora completamente rivestito di verde: la miglioria è innegabile; contrariamente a quel che si possa pensare, occorrono bassa manutenzione e bassi costi, spesso l impianto idrico è direttamente integrato nella parete che, tendenzialmente costruita in maniera modulare, diventa facilmente smontabile e trasferibile in un altra location; oltre al concetto di bello e utile, si aggiunge quello di fruibile se anziché coltivare piante ornamentali si creasse un orto. Se voleste difatti coltivare insalata, zucchine e pomodori, ma la metratura ridotta della vostra abitazione non ve lo consentisse, questa potrebbe essere un ottima soluzione! Ai giardini verticali, si accosta anche la possibilità dei tetti verdi: dimenticate tegole e lamiere e passate ad una soluzione certamente più ecologica, sostenibile ed economicamente vantaggiosa. Il tetto tradizionale è caldo d estate e freddo d inverno. Il tetto verde no: la vegetazione, regolando il microclima che si viene a formare, aiuta a combattere il problema dell isola di calore nelle città e abbassa la temperatura garantendo isolamento termico e risparmio energetico. E così durante l inverno: le piante assorbono il calore dell edificio e ne minimizzano la dispersione. I tetti inoltre possono essere di due differenti tipologie: intensivi ed estensivi. Nel primo caso si prevede una fruibilità del giardino e una manutenzione costante come se si trattasse di un qualunque spazio verde. Il carico che grava sul tetto è nettamente consistente, quindi se non si è pensato a questa integrazione durante la fase di costruzione, occorreranno dei lavori integrativi per far sì che la nostra casa sopporti il peso delle piante. Nel secondo caso, quello del tetto verde estensivo, le piante sono di piccole dimensioni, richiedono un basso quantitativo di terra e la manutenzione è ridotta: il sistema di irrigazione è integrato e il più delle volte il giardino non è accessibile all uomo. di Laura Petrolo Giardini verticali nel mondo Verde Profilo

20 POTREBBE INTERESSARTI ANCHE L ATTUALITÀ DEL CONSUMO DI SUOLO Circa un anno fa avevamo iniziato a ragionare sul consumo di suolo, un termine ad oggi molto diffuso grazie soprattutto alla portata politica che questo tema ha assunto ultimamente nelle agende dei partiti, e del governo. Oggi è un emergenza sotto gli occhi di tutti. NASCE UN NUOVO BOSCO URBANO di Chiara Mazzocchi Quanti di voi sanno che l acero campestre può immagazzinare la CO2 rilasciata da quattro viaggi aerei da Milano a Parigi? STreet Italia, studio di Cesena che progetta spazi verdi in città, ha pensato di sensibilizzare sul tema i cittadini di Treviso. Come? Grazie a cartellini identificativi che segnalano le nuove specie arboree e il loro contributo alla riduzione del anidride carbonica. di Redazione Dolomiti - Lago del Sorapis Sergio Barbieri

Bergamo Smart City. Sustainable Community

Bergamo Smart City. Sustainable Community Bergamo Smart City & Sustainable Community 1 Evoluzione delle Smart Cities nei secoli SVILUPPO SOSTENIBILE Lo sviluppo sostenibile è un processo di cambiamento tale per cui lo sfruttamento delle risorse,

Dettagli

Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva

Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva Premessa Entro il 2050, la percentuale di cittadini europei residenti nelle aree urbane arriverà all 82%. La migrazione dalle città

Dettagli

Assemblea Annuale. «Smart City» e Polo Tecnologico a Cremona

Assemblea Annuale. «Smart City» e Polo Tecnologico a Cremona ANCE CREMONA Assemblea Annuale «Smart City» e Polo Tecnologico a Cremona Maurizio Manzi Assessore alle Risorse, all Innovazione e alla Digitalizzazione Comune di Cremona Cremona, 9 Ottobre 2015 Page 1

Dettagli

www.abito.me twitter abito_cbs C 342 6818317 E info@cbs.tn.it facebook Abito. Il risparmio su misura

www.abito.me twitter abito_cbs C 342 6818317 E info@cbs.tn.it facebook Abito. Il risparmio su misura www.abito.me C 342 6818317 E info@cbs.tn.it www.abito.me facebook Abito. Il risparmio su misura twitter abito_cbs Abito è un progetto da cucire su misura DEI diversi contesti abitativi. Cresce e prende

Dettagli

SMART CITY. Verso la città del futuro

SMART CITY. Verso la città del futuro SMART CITY Verso la città del futuro Rendere smart le città significa sottoporle a un insieme coordinato di interventi che mirano a renderle più sostenibili dal punto di vista energetico-ambientale, per

Dettagli

SMART CITY PER CRESCERE

SMART CITY PER CRESCERE Centrostudi.Net SMART CITY PER CRESCERE Il modello Unindustria per l integrazione funzionale delle aree urbane del Lazio Viterbo, 9 luglio 2013 SMART CITY PER CRESCERE La Smart City è una città intelligente,

Dettagli

Sviluppo di una piattaforma IoT open per la progettazione, lo sviluppo e l erogazione di servizi Smart nella città di Messina. apuliafito@unime.

Sviluppo di una piattaforma IoT open per la progettazione, lo sviluppo e l erogazione di servizi Smart nella città di Messina. apuliafito@unime. Sviluppo di una piattaforma IoT open per la progettazione, lo sviluppo e l erogazione di servizi Smart nella città di Messina apuliafito@unime.it Obiettivo Il progetto #SmartME si propone di creare una

Dettagli

BERGAMO SMART CITY &COMMUNITY

BERGAMO SMART CITY &COMMUNITY www.bergamosmartcity.com Presentazione Nasce Bergamo Smart City & Community, associazione finalizzata a creare una rete territoriale con uno scopo in comune: migliorare la qualità della vita dei cittadini

Dettagli

Tesi Sistema di monitoraggio e condivisione delle problematiche legate alla ciclo-mobilità urbana

Tesi Sistema di monitoraggio e condivisione delle problematiche legate alla ciclo-mobilità urbana Università IUAV di Venezia Facoltà di Pianificazione del Territorio Laurea magistrale in Sistemi Informativi Territoriali e Telerilevamento Tesi Sistema di monitoraggio e condivisione delle problematiche

Dettagli

Materiali didattici «Smart City» FIRENZE SMART CITY. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Materiali didattici «Smart City» FIRENZE SMART CITY. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Materiali didattici «Smart City» GREEN JOBS Formazione e Orientamento INTRODUZIONE Firenze conquista la terza posizione grazie in particolare all ottima performance in termini di governance e una forte

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare TECHITALY 2012 L innovazione industriale come motore della crescita europea Sessione 2 Le azioni del Ministero dell ambiente per la mobilità

Dettagli

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Scheda tecnica MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Redazione a cura di Contesto Oramai in molte realtà urbane è diventato difficoltoso riuscire a percorrere il tragitto che separa la

Dettagli

Milano Sharing City. SETTORE INNOVAZIONE ECONOMICA, SMART CITY E UNIVERSITA Pag. 1

Milano Sharing City. SETTORE INNOVAZIONE ECONOMICA, SMART CITY E UNIVERSITA Pag. 1 Milano Sharing City Le sfide globali contemporanee possono, se ben gestite, determinare lo sviluppo di importanti processi di innovazione in grado di portare benessere e crescita economica diffusa. In

Dettagli

Ebook 2. Il Web in mano. Scopri la rivoluzione del web mobile SUBITO IL MONDO IN MANO WWW.LINKEB.IT

Ebook 2. Il Web in mano. Scopri la rivoluzione del web mobile SUBITO IL MONDO IN MANO WWW.LINKEB.IT Ebook 2 Il Web in mano Scopri la rivoluzione del web mobile SUBITO IL MONDO IN MANO Cosa trovi in questo ebook? 1. Il web in mano 2. Come si vede il tuo sito sul telefono 3. Breve storia del mobile web

Dettagli

CONTENUTO DEL DOCUMENTO

CONTENUTO DEL DOCUMENTO CONTENUTO DEL DOCUMENTO 1.0 INTRODUZIONE... A- Visione "Macro" 2.0 SINTESI DEL PROGETTO... A- Eco-Sistema B- Hardware C- Concetto di Indossabilità D- Piattaforma "Social Network" ed infrastruttura di rete

Dettagli

PIETRO GELMINI Centro Studi Traffico Milano

PIETRO GELMINI Centro Studi Traffico Milano Il contributo dei progetti di riforma della mobilità e della sosta per favorire la rigenerazione urbana e la crescita della mobilità sostenibile PIETRO GELMINI Centro Studi Traffico Milano Domanda chiave

Dettagli

URBANOcreativo SMART CITY

URBANOcreativo SMART CITY URBANOcreativo SMART CITY Urbano CREATIVO STRATEGIA Un azienda giovane e dinamica che studia la città e propone strumenti, progetti e idee perché lo spazio urbano sia più bello ma soprattutto più vivibile.

Dettagli

Figure Professionali «Smart City» Smart People ESPERTO ICT. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Figure Professionali «Smart City» Smart People ESPERTO ICT. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Figure Professionali «Smart City» Smart People GREEN JOBS Formazione e Orientamento DESCRIZIONE ATTIVITA Il concetto di Smart City sta assumendo rilevanza sempre crescente e diverse città, anche in Italia,

Dettagli

Quartieri liberi dalle auto, Città amiche dei pedoni e della bici

Quartieri liberi dalle auto, Città amiche dei pedoni e della bici Quartieri liberi dalle auto, Città amiche dei pedoni e della bici Maria Berrini, Presidente AMBIENTE ITALIA Consigliere dell Ordine degli Architetti di Milano e Provincia Membro del Consiglio di Indirizzo

Dettagli

Guida ai Concorsi a Premio Digital. www.aladino-net.com. pag.

Guida ai Concorsi a Premio Digital. www.aladino-net.com. pag. 1 L obiettivo di questo e-book è quello di creare uno strumento semplice ma molto utile per comprendere quali sono le opportunità per raggiungere e premiare i propri consumatori attraverso i concorsi a

Dettagli

Scheda 5 «Smart City» SMART LIVING. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 5 «Smart City» SMART LIVING. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 5 «Smart City» GREEN JOBS Formazione e Orientamento Con Smart Living si intendono stili di vita basati sull utilizzo delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (ICT), legate ai comportamenti

Dettagli

IdeaImpresa 2011 3D E REALTÀ VIRTUALE l utilizzo proficuo di strumenti innovativi nell attività d impresa

IdeaImpresa 2011 3D E REALTÀ VIRTUALE l utilizzo proficuo di strumenti innovativi nell attività d impresa INFORMAZIONI GENERALI (spazio riservato agli uffici camerali) DATA DI RICEVIMENTO N. PROTOCOLLO MODULO DI DOMANDA FIRMATO SI NO DATI SQUADRA ISTITUTO Tecnico Industriale Magistri Cumacini con sede in Lazzago

Dettagli

Security. Security. Security. Data Center & Cloud Services. Security. Internet of Things. Internet of Things Internet of Things Security

Security. Security. Security. Data Center & Cloud Services. Security. Internet of Things. Internet of Things Internet of Things Security managing complexity Azienda Akhela è un azienda innovativa in rapida crescita che è diventata un attore importante e riconosciuto nel mercato IT italiano e che si sta affacciando con successo nel mercato

Dettagli

MOBILITY MANAGEMENT il Piano Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL)

MOBILITY MANAGEMENT il Piano Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL) MOBILITY MANAGEMENT il Piano Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL) Gli strumenti e le tecniche per definire un piano di mobilità e realizzare un database di supporto al Mobility Mangement Torino, aprile 2010

Dettagli

Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani

Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani Il Comune di Bologna promuove l impegno di tutti per la cura e la gestione dei beni

Dettagli

Materiali didattici «Smart City» BOLOGNA SMART CITY. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Materiali didattici «Smart City» BOLOGNA SMART CITY. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Materiali didattici «Smart City» GREEN JOBS Formazione e Orientamento INTRODUZIONE La città di Bologna occupa il secondo posto nella classifica italiana delle città smart. Gli indicatori elaborati confermano

Dettagli

Collaboriamo insieme per una visione comune

Collaboriamo insieme per una visione comune Collaboriamo insieme per una visione comune OTTOBRE 2015 Servizio Progetti Speciali e Politiche per l Innovazione Comune di Savona Resp. Geom. ENNIO ROSSI AVVIO DI UN PERCORSO NUOVO Cosa si intende per

Dettagli

Bari, an European SMART CITY. Avv. Marco Lacarra, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bari

Bari, an European SMART CITY. Avv. Marco Lacarra, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bari Bari, an European SMART CITY Avv. Marco Lacarra, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bari I cambiamenti climatici sono un fenomeno di portata globale, tuttavia le città possono contribuire in maniera

Dettagli

Convegno Green Mobility Fiera Milano Rho, 9 maggio 2014. Stefano Corti LIFEGATE. Chi siamo. LifeGate = la chiave per la sostenibilità

Convegno Green Mobility Fiera Milano Rho, 9 maggio 2014. Stefano Corti LIFEGATE. Chi siamo. LifeGate = la chiave per la sostenibilità Convegno Green Mobility Fiera Milano Rho, 9 maggio 2014 Stefano Corti Chi siamo LifeGate, fondata nel 2000 da Marco Roveda, pioniere del biologico grazie alla creazione di Fattoria Scaldasole, rappresenta

Dettagli

Convegno Green Mobility SOLAREXPO Rel. Stefano Corti - 9 maggio 2014

Convegno Green Mobility SOLAREXPO Rel. Stefano Corti - 9 maggio 2014 Convegno Green Mobility SOLAREXPO Rel. Stefano Corti - 9 maggio 2014 Chi siamo LifeGate, fondata nel 2000 da Marco Roveda, pioniere del biologico grazie alla creazione di Fattoria Scaldasole, rappresenta

Dettagli

CLOUD COMPUTING SUMMIT 2015 Milano, 25 febbraio 2015 Smart city / Innovazione / Sharing economy

CLOUD COMPUTING SUMMIT 2015 Milano, 25 febbraio 2015 Smart city / Innovazione / Sharing economy CLOUD COMPUTING SUMMIT 2015 Milano, 25 febbraio 2015 Smart city / Innovazione / Sharing economy Assessorato alle Politiche del Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Renato Galliano Direttore

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Roma 17 settembre 2013

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Roma 17 settembre 2013 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Roma 17 settembre 2013 Smart Mobility per città più vivibili L innovazione della mobilità elettrica in Italia Arch. Giovanna Rossi Responsabile

Dettagli

Percorsi casa-scuola: scoprire il mondo attraverso il GIS

Percorsi casa-scuola: scoprire il mondo attraverso il GIS Percorsi casa-scuola: scoprire il mondo attraverso il GIS ISPRA Via Vitaliano Brancati 48, Roma Ines Marinosci Fabio Baiocco ines.marinosci@isprambiente.it fabio.baiocco@isprambiente.it Il progetto Il

Dettagli

Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro.

Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro. Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro. Reti intelligenti Reti intelligenti Generalità Una rete elettrica intelligente è in grado di integrare le azioni di tutti gli attori connessi, produttori

Dettagli

Ambiente urbano, misure e azioni: il progetto europeo SUPERHUB

Ambiente urbano, misure e azioni: il progetto europeo SUPERHUB L INNOVAZIONE RESPONSABILE S-LEGAMI L evoluzione delle relazioni Ambiente urbano, misure e azioni: il progetto europeo SUPERHUB Forlì, centro storico 18 maggio 2013 UNA NUOVA MOBILITA - la mobilità urbana

Dettagli

Ciò che non hai mai visto lo trovi dove non sei mai stato. (Detto africano)

Ciò che non hai mai visto lo trovi dove non sei mai stato. (Detto africano) Ciò che non hai mai visto lo trovi dove non sei mai stato. (Detto africano) TURISMO IN ITALIA 159.600.000.000 di euro 10,3% del PIL 2.619.000 lavoratori 11,6% degli occupati italiani 50.000.000 di turisti

Dettagli

Promuovere forme di mobilitàalternative: l esperienza del Car Pooling in Veneto

Promuovere forme di mobilitàalternative: l esperienza del Car Pooling in Veneto Promuovere forme di mobilitàalternative: l esperienza del Car Pooling in Veneto Relatore: Ing. Ubaldo DE BEI Unità Complessa Tutela Atmosfera Regione del Veneto Venezia, 15 novembre 2011 Car Pooling Il

Dettagli

Motilità Elettrica l energia che sposta le persone. Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini

Motilità Elettrica l energia che sposta le persone. Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini Motilità Elettrica l energia che sposta le persone Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini Motilità ecologica? L automazione elettrica delocalizza l inquinamento? polveri

Dettagli

SMART CITIES PER SMART COMMUNITIES Tecnologie e strumenti per comunicare al servizio dei territori

SMART CITIES PER SMART COMMUNITIES Tecnologie e strumenti per comunicare al servizio dei territori SMART CITIES PER SMART COMMUNITIES Tecnologie e strumenti per comunicare al servizio dei territori Emiliano Negrini Titolare di Kubasta laboratorio di comunicazione multimediale, progetto e sviluppo contenuti

Dettagli

Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada

Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Agenzia per la Mobilità EDUCAZIONE STRADALE TRA SCUOLA E FAMIGLIA L educazione

Dettagli

Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT

Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT 1 Piano d Azione per l Energia Sostenibile Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT Mobility Managment La Commissione mondiale sull ambiente e lo sviluppo (Rapporto Brundtland, 1987), ha definito lo sviluppo

Dettagli

SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA DEI DISPOSITIVI MOBILI

SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA DEI DISPOSITIVI MOBILI SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA DEI DISPOSITIVI MOBILI Consigli per la protezione dei dati personali Ver.1.0, 21 aprile 2015 2 Pagina lasciata intenzionalmente bianca I rischi per la sicurezza e la privacy

Dettagli

Milano. città digitale, città sostenibile. Palazzo Giureconsulti 22-23 ottobre 2012. www.mobilitytech.it

Milano. città digitale, città sostenibile. Palazzo Giureconsulti 22-23 ottobre 2012. www.mobilitytech.it Milano Palazzo Giureconsulti 22-23 ottobre 2012 Edizione Milano COMITATO PROMOTORE * PATROCINI ISTITUZIONALI Presidenza del Consiglio e dei Ministri Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti * Ministero

Dettagli

ICT e Smart Cities. ICT for Smart Societies Degree Politecnico di Torino 10 giugno 2016. Donatella Mosso Torino Smart City e Torino Wireless

ICT e Smart Cities. ICT for Smart Societies Degree Politecnico di Torino 10 giugno 2016. Donatella Mosso Torino Smart City e Torino Wireless ICT e Smart Cities ICT for Smart Societies Degree Politecnico di Torino 10 giugno 2016 Donatella Mosso Torino Smart City e Torino Wireless Di cosa vi parlo Le smart city, definizioni, opportunità, Nuovi

Dettagli

SHARING ECONOMY E NUOVA MOBILITÀ Rimini 7 Novembre 2014

SHARING ECONOMY E NUOVA MOBILITÀ Rimini 7 Novembre 2014 STATI GENERALI della Green Economy Percorsi e strumenti per la diffusione dell ecoinnovazione e del consumo sostenibile SHARING ECONOMY E NUOVA MOBILITÀ Rimini 7 Novembre 2014 Nicola Tiezzi ICARO Srl Sharing

Dettagli

PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO

PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO Associazione dei Comuni del Comprensorio TRIGNO-SINELLO PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO RELAZIONE TECNICA E CRONOPROGRAMMA

Dettagli

Kyoto Club e la formazione per la green economy. di Patricia Ferro

Kyoto Club e la formazione per la green economy. di Patricia Ferro Kyoto Club e la formazione per la green economy di Patricia Ferro Presentazione E un organizzazione non profit di più di 230 imprese, enti, associazioni e amministrazioni locali, impegnati nel raggiungimento

Dettagli

Nella Mia Città si Respira!

Nella Mia Città si Respira! Nella Mia Città si Respira! Un Programma Scolastico per le Scuole Medie Superiori della Provincia di Torino Unità didattica 11 La Pianificazione della Mobilità in città: misure di sostegno alla mobilità

Dettagli

DISEGNARE LA CITTÀ DEL FUTURO

DISEGNARE LA CITTÀ DEL FUTURO DISEGNARE LA CITTÀ DEL FUTURO Palazzi dalle forme stilizzate sospesi nell aria divisi da grandi strade, magari, sorvolate da piccoli veicoli volanti. Soltanto un utopia e non sarebbe più la mia città.

Dettagli

BSC Brescia Smart City

BSC Brescia Smart City BSC Brescia Smart City Ruolo, programma, obiettivi 2014 > 2020 Smart City : di cosa parliamo Con il termine Smart City/Community (SC) si intende quel luogo e/o contesto territoriale ove l'utilizzo pianificato

Dettagli

Un mondo di INFORMAZIONE e INTRATTENIMENTO a portata di mano.

Un mondo di INFORMAZIONE e INTRATTENIMENTO a portata di mano. Un mondo di INFORMAZIONE e INTRATTENIMENTO a portata di mano. PLUS Nuovo Semplice. Intuitivo. Facile da usare. Toyota Touch 2 fornisce informazioni, intrattenimento e vi connette al mondo esterno. Lo schermo

Dettagli

Investire nei social. con ritorno

Investire nei social. con ritorno con ritorno Per le aziende che operano nel turismo la vera opportunità è creare un esperienza sociale che consenta agli web users di sentirsi parte di una community. Così aumentano brand awareness e fatturato.

Dettagli

WEBBOOK MONDO DEL WEB TUTTO QUELLO CHE UN BUON IMPRENDITORE DEVE SAPERE SUL

WEBBOOK MONDO DEL WEB TUTTO QUELLO CHE UN BUON IMPRENDITORE DEVE SAPERE SUL WEBBOOK TUTTO QUELLO CHE UN BUON IMPRENDITORE DEVE SAPERE SUL MONDO DEL WEB Uno Smart Book per imprenditori che non hanno tempo da perdere e vogliono arrivare al sodo! PREMESSA Tutto sta cambiando nel

Dettagli

Evento Smart Cities and Communities -Milano 5 aprile 2016

Evento Smart Cities and Communities -Milano 5 aprile 2016 Evento Smart Cities and Communities -Milano 5 aprile 2016 Esperienze di successo e prospettive future Olivia Postorino AdG POR FESR 2007-2013 Un contesto in evoluzione : il ruolo delle Smart Cities Un

Dettagli

2016 Voci di quartiere

2016 Voci di quartiere Legambiente Onlus Via Salaria, 403-00199 Roma - tel. 06 862681 - Fax 06 86218474 - legambiente@legambiente.it - www.legambiente.it Introduzione C è un Italia fatta di quartieri sostenibili, dove nuove

Dettagli

verso le città Si assiste ad una migrazione verso le città, Si aprono scenari di competizione fra città «fra pubbliche amministrazioni, PA»

verso le città Si assiste ad una migrazione verso le città, Si aprono scenari di competizione fra città «fra pubbliche amministrazioni, PA» 1 verso le città Si assiste ad una migrazione verso le città, nel 2050 arriveranno ad ospitare oltre il 75% della popolazione mondiale dovuto principalmente alle maggiori opportunità lavorative ma anche

Dettagli

Alcatel-Lucent Office Communication Soluzioni per le piccole e medie imprese. Comunicazione semplificata per aziende in movimento

Alcatel-Lucent Office Communication Soluzioni per le piccole e medie imprese. Comunicazione semplificata per aziende in movimento Alcatel-Lucent Office Communication Soluzioni per le piccole e medie imprese Comunicazione semplificata per aziende in movimento Il successo di una piccola o media impresa (PMI) dipende sostanzialmente

Dettagli

- 7-64100 - 0861. 248584 31 66013 0871.3556544 E-

- 7-64100 - 0861. 248584 31 66013 0871.3556544 E- Sede Operativa: Università degli studi G. d Annunzio E- mail: segreteria@smartsociety.it - Web Site: www.smartsociety.it Info Tile QR code E- mail: segreteria@smartsociety.it - Web Site: www.smartsociety.it

Dettagli

Milano Sharing City: il network della sharing economy

Milano Sharing City: il network della sharing economy Milano Sharing City: il network della sharing economy Agenda 1. Il percorso di Milano Sharing City 2. La consultazione pubblica 3. L approvazione delle Linee Guida sulla Sharing Economy 4. La Mappatura

Dettagli

Agenda Digitale di Biella

Agenda Digitale di Biella #ADBiella #makebiella Agenda Digitale di Biella Piano partecipato 1 / 12 Obiettivi Questo documento definisce gli interventi nell ambito ICT (Information & Communication Technology) programmati e promossi

Dettagli

Delta Informatica Via Adriatica, 127-47838 Riccione (RN) Tel. 0541/831392 email: info@delta-informatica.com www.soluzionidigitali.

Delta Informatica Via Adriatica, 127-47838 Riccione (RN) Tel. 0541/831392 email: info@delta-informatica.com www.soluzionidigitali. Delta Informatica Via Adriatica, 127-47838 Riccione (RN) Tel. 0541/831392 email: info@delta-informatica.com www.soluzionidigitali.info - www.delta-informatica.com INTRODUZIONE Il futuro è sempre più proiettato

Dettagli

Tavoli tematici. Contributo. Ente/organizzazione di appartenenza Selex-ES Telefono (+39) 095 8182326 Giovanni.trombetta@selex-es.com www.selex-es.

Tavoli tematici. Contributo. Ente/organizzazione di appartenenza Selex-ES Telefono (+39) 095 8182326 Giovanni.trombetta@selex-es.com www.selex-es. VERSO LA STRATEGIA REGIONALE DELL INNOVAZIONE 2014-2020 Tavoli tematici Contributo 1 1. Dati proponente contributo Nome Giovanni Cognome Trombetta Ente/organizzazione di appartenenza Selex-ES Telefono

Dettagli

Servizi pubblici e rapporti con i cittadini nella smart city

Servizi pubblici e rapporti con i cittadini nella smart city Servizi pubblici e rapporti con i cittadini nella smart city Smart city summit 2012 Milano Claudio Forghieri Direttore di Smart City Exhibition Lo scenario: città che concentrano popolazione, consumi e

Dettagli

Progetto Cremona Opportunità Smart city Introduzione Gianni Ferretti

Progetto Cremona Opportunità Smart city Introduzione Gianni Ferretti Progetto Cremona Opportunità Smart city Introduzione Gianni Ferretti Politecnico di Milano Polo di Cremona Mission (since 1986) Favorire lo sviluppo del territorio puntando su due tematiche Ambiente ICT

Dettagli

Slow Tech. La tecnologia al servizio della lentezza. Copyright itineraria www.itineraria.eu Pag. 1. A che serve il GPS?

Slow Tech. La tecnologia al servizio della lentezza. Copyright itineraria www.itineraria.eu Pag. 1. A che serve il GPS? Slow Tech La tecnologia al servizio della lentezza Copyright itineraria www.itineraria.eu Pag. 1 A che serve il GPS? Copyright itineraria www.itineraria.eu Pag. 2 1 Grazie al GPS l escursionista può: Conoscere

Dettagli

La Città di Milano: La rete intelligente di strumenti a sostegno del trasporto pubblico

La Città di Milano: La rete intelligente di strumenti a sostegno del trasporto pubblico La Città di Milano: La rete intelligente di strumenti a sostegno del trasporto pubblico Le piattaforme tecnologiche per la Mobilità I NUMERI DELLA MOBILITA 800.000 veicoli/giorno in ingresso 680 Mln passeggeri

Dettagli

Smart city e sviluppo sostenibile. Prof. ing. Luigi Schibuola - Università IUAV di Venezia

Smart city e sviluppo sostenibile. Prof. ing. Luigi Schibuola - Università IUAV di Venezia Smart city e sviluppo sostenibile Prof. ing. Luigi Schibuola - Università IUAV di Venezia ambiti operativi Turismo & Cultura Ambiente & Risorse Mobilità& Trasporti Security & Safety Energia & Edilizia

Dettagli

Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO

Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO Presentazione Nunziata Francesco 3^ A MERCURIO INTRODUZIONE Con l invenzione della stampa e il suo progressivo miglioramento la cultura e il sapere hanno potuto circolare più facilmente. Ma la storia,

Dettagli

LE 10 TECNOLOGIE STRATEGICHE PER IL 2008

LE 10 TECNOLOGIE STRATEGICHE PER IL 2008 http://www.sinedi.com ARTICOLO 18 DICEMBRE 2007 LE 10 TECNOLOGIE STRATEGICHE PER IL 2008 Come ogni anno, Gartner, la società americana di ricerche e d informazione sulle tecnologie, ha identificato dieci

Dettagli

Smart City: Città Ideale 2.0

Smart City: Città Ideale 2.0 Smart City: Città Ideale 2.0 Smart City è uno spazio urbano ben diretto, che affronta le sfide della globalizzazione e della crisi economica con lo sviluppo sostenibile, con attenzione alla coesione sociale,

Dettagli

Con il contributo dello strumento finanziario LIFE della Commissione europea

Con il contributo dello strumento finanziario LIFE della Commissione europea Entra nella community di ECO Courts www.life-ecocourts.it Scopri come è facile risparmiare acqua, energia e rifiuti domestici riducendo le spese di casa. Con il contributo dello strumento finanziario LIFE

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO Distretto Culturale Evoluto CreATTIVITA

PROVINCIA DI PESARO E URBINO Distretto Culturale Evoluto CreATTIVITA PROVINCIA DI PESARO E URBINO Distretto Culturale Evoluto CreATTIVITA 1 Introduzione L Amministrazione Provinciale di Pesaro Urbino intende raccogliere la sfida lanciata dalla Regione Marche per lo sviluppo

Dettagli

Gruppo di lavoro: Sviluppo della mobilità sostenibile

Gruppo di lavoro: Sviluppo della mobilità sostenibile Gruppo di lavoro: Sviluppo della mobilità sostenibile Bozza di indice 1. Il ruolo e i potenziali della mobilità sostenibile Definizione di Green Transport (dal Rapporto Towards a Green economy dell UNEP)

Dettagli

Copyright 2013 - CircleCap. Visione ed esperienze CircleCap sul Turismo 2.0

Copyright 2013 - CircleCap. Visione ed esperienze CircleCap sul Turismo 2.0 Visione ed esperienze CircleCap sul Turismo 2.0 Di cosa parliamo? Una volta compreso, il turismo 2.0 è una fondamentale rivoluzione nel modo di vivere, gestire, organizzare e promuovere il turismo. Porta

Dettagli

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni.

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Book 1 Conoscere i computer Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia Guermandi, Sara

Dettagli

Il Sito web www.agordino.net, usa i cookie per raccogliere informazioni utili a

Il Sito web www.agordino.net, usa i cookie per raccogliere informazioni utili a Cookie Policy INFORMATIVA ESTESA SULL USO DEI COOKIE www.agordino.net Il Sito web www.agordino.net, usa i cookie per raccogliere informazioni utili a migliorare la tua esperienza online. La presente policy

Dettagli

Linee di Prodotto. info@sysdev.eu info@pec.sysdev.eu - www.sysdev.eu

Linee di Prodotto. info@sysdev.eu info@pec.sysdev.eu - www.sysdev.eu Linee di Prodotto SYSDEV Srl Unipersonale Sede legale: v. Lamarmora 16-10128 - Torino Italia Sede operativa: c. Castelfidardo 30/A 10129 Torino Italia tel. 011 19838520 info@sysdev.eu info@pec.sysdev.eu

Dettagli

Abitare sostenibile insieme con un click

Abitare sostenibile insieme con un click Abitare sostenibile insieme con un click Entra nella community di ECO Courts www.life-ecocourts.it Scopri come è facile risparmiare acqua, energia e rifiuti domestici riducendo le spese di casa. Con il

Dettagli

Libera il tuo business UNIFIED COMMUNICATION CLOUD COMPUTING

Libera il tuo business UNIFIED COMMUNICATION CLOUD COMPUTING Libera il tuo business UNIFIED COMMUNICATION CLOUD COMPUTING 53% ottimizzazione dei costi di implementazione 48% risparmio sui costi di manutenzione 46% velocità di innovazione 30% costi adattabili in

Dettagli

Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative

Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative Fabrizio Tollari, ERVET Workshop progetto IPA Alterenergy Bologna, 22 novembre 2012 COMUNITÀ SOSTENIBILI NEL SISTEMA URBANO L Europa ha sviluppato

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONCORSO DI IDEE DIGITAL IDEAS FOR EXPO CITY 2015 - Soluzioni per un mondo più intelligente

REGOLAMENTO DEL CONCORSO DI IDEE DIGITAL IDEAS FOR EXPO CITY 2015 - Soluzioni per un mondo più intelligente Editoriale Domus S.p.A. REGOLAMENTO DEL CONCORSO DI IDEE DIGITAL IDEAS FOR EXPO CITY 2015 - Soluzioni per un mondo più intelligente ENTI PROMOTORI Telecom Italia S.p.A. Global Service Partner di Expo Milano

Dettagli

STRATEGIA PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE A MILANO 2006 2011

STRATEGIA PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE A MILANO 2006 2011 STRATEGIA PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE A MILANO 2006 2011 1) IL PIANO DELLA MOBILITA SOSTENIBILE: IL CONTESTO. 2) LA MOBILITA A MILANO: TRASPORTI E INQUINAMENTO. 3) LA COLLABORAZIONE CON ISTITUZIONI E

Dettagli

Gaia Corbetta Gaia_maria.corbetta@siemens.com Convegno 3E - ATI/ANIMP 11 luglio 2013, Milano

Gaia Corbetta Gaia_maria.corbetta@siemens.com Convegno 3E - ATI/ANIMP 11 luglio 2013, Milano Gaia Corbetta Gaia_maria.corbetta@siemens.com Convegno 3E - ATI/ANIMP 11 luglio 2013, Milano Premesse L illuminazione rappresenta il 19% del consumo di elettricità nel mondo e il 14% nell Unione europea

Dettagli

Sistema sperimentale di monitoraggio e comunicazione per il miglioramento della sicurezza stradale in contesto montano

Sistema sperimentale di monitoraggio e comunicazione per il miglioramento della sicurezza stradale in contesto montano Sistema sperimentale di monitoraggio e comunicazione per il miglioramento della sicurezza stradale in contesto montano Seconda versione 3 dicembre 2012 Partner del progetto Fondazione per l Università

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

Imparare a disimparare

Imparare a disimparare Imparare a disimparare Quello che abbiamo imparato finora non è più adatto a un contesto economico e un mercato profondamente cambiati. È ora di far emergere nuove modalità di pensiero, azione e condivisione

Dettagli

G. - 7-64100 - 0861. 248584 31 66013 0871.3556544 E-

G. - 7-64100 - 0861. 248584 31 66013 0871.3556544 E- E- mail: segreteria@smartsociety.it - Web Site: www.smartsociety.it Info Tile QR code E- mail: segreteria@smartsociety.it - Web Site: www.smartsociety.it Nell ambito della comunicazione internet, le imprese,

Dettagli

Questionario Elezioni comunali Torino 2016

Questionario Elezioni comunali Torino 2016 Questionario Elezioni comunali Torino 2016 1) MOBILITÀ (A livello accademico è opinione condivisa che sia un elemento imprescindibile limitare l accessibilità alle auto per poter fare una politica efficace

Dettagli

Tecnologie abilitanti per le smart cities green: SmartNose Dust

Tecnologie abilitanti per le smart cities green: SmartNose Dust Tecnologie abilitanti per le smart cities green: SmartNose Dust Ing. P. Donadio, Dott. M. Peluso SmartNose Dust founders Smarter enterprise in smarter cities - 29 marzo 2014 Smart cities: modello di riferimento

Dettagli

CARTELLA STAMPA NOVEMBRE 2012 1 CARTELLA STAMPA

CARTELLA STAMPA NOVEMBRE 2012 1 CARTELLA STAMPA 1 CARTELLA STAMPA CARTELLA STAMPA NOVEMBRE 2012 INDICE P.4 SNCF PRESENTA idbus P.6 ROTTE idbus P.8 L UNICITÀ DI idbus P.14 PER MAGGIORI INFORMAZIONI SU idbus 2 CARTELLA STAMPA SNCF, LEADER EUROPEO DELLA

Dettagli

PARCHEGGI PER BICICLETTE IN AREE RESIDENZIALI

PARCHEGGI PER BICICLETTE IN AREE RESIDENZIALI Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / PARCHEGGI PARCHEGGI PER BICICLETTE IN AREE RESIDENZIALI Visione d insieme Nelle zone residenziali tutti gli abitanti dovrebbero poter disporre di un

Dettagli

MERLOMOBILITY - IT MERLOMOBILITY. Tutto sotto controllo. Costruttori di fiducia.

MERLOMOBILITY - IT MERLOMOBILITY. Tutto sotto controllo. Costruttori di fiducia. MERLOMOBILITY - IT MERLOMOBILITY Tutto sotto controllo. Costruttori di fiducia. MerloMobility l infomobilità del Gruppo Merlo. MerloMobility controllo totale. MerloMobility offre vantaggi in esclusiva

Dettagli

Giuseppe Piras Architetto 10/04/2015 TROPPE AUTOMOBILI IN CIRCOLAZIONE

Giuseppe Piras Architetto 10/04/2015 TROPPE AUTOMOBILI IN CIRCOLAZIONE Verso la «Mobilità Nuova» TROPPE AUTOMOBILI IN CIRCOLAZIONE 1 Verso la «Mobilità Nuova» Verso la «Mobilità Nuova» Un recentissimo studio danese ha provato a verificare gli effetti positivi dell andare

Dettagli

IL RISPARMIO ENERGETICO

IL RISPARMIO ENERGETICO IL RISPARMIO ENERGETICO L aumento della popolazione e lo sviluppo del benessere pongono il problema di una crescente richiesta di energia. La società umana esige per la sua stessa esistenza un flusso affidabile

Dettagli

VGI-DSS per la gestione delle emergenze e delle manutenzioni in ambito urbano

VGI-DSS per la gestione delle emergenze e delle manutenzioni in ambito urbano VGI-DSS per la gestione delle emergenze e delle manutenzioni in ambito urbano Luigi De Rosa. ENEA, luigi.derosa@enea.it Parole chiave: VGI; Emergenze urbane; smart city; sicurezza ABSTRACT Obiettivo di

Dettagli

Soggiornare a Roma Capitale

Soggiornare a Roma Capitale Apps4Roma 8 23 Ottobre 2012 App Mobile Soggiornare a Roma Capitale Roma, 23 ottobre 2012 L idea Creare un applicazione turistica, basata su tecnologia open source per apparati mobili (App Android) che

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

domotica, tutto comincia con un tocco... e continua con la tua fantasia

domotica, tutto comincia con un tocco... e continua con la tua fantasia domotica, tutto comincia con un tocco... e continua con la tua fantasia FACCIAMO SOLO CIO IN CUI SIAMO BRAVI: LA DOMOTICA MISSION Fin dal suo esordio, il marchio Easydom ha fatto della domotica il suo

Dettagli

Gestione efficiente dell'impresa Attivazione di una piattaforma "cloud" per le PMI

Gestione efficiente dell'impresa Attivazione di una piattaforma cloud per le PMI Progetto Gestione efficiente dell'impresa Attivazione di una piattaforma "cloud" per le PMI Martedì 13 novembre 2012 Il Progetto è realizzato con il contributo finanziario della Camera di Commercio di

Dettagli