I CONTROLLI NON DISTRUTTIVI ambito Civile e Industriale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I CONTROLLI NON DISTRUTTIVI ambito Civile e Industriale"

Transcript

1 Catalogo offerta formativa ambito Civile e Industriale Teknoprogetti engineering Srl

2 Chi siamo Teknoprogetti engineering è una società di ingegneria che si occupa di progettazione strutturale nei campi delle edilizie civili ed industriali, e di prove sperimentali in sito e in laboratorio. 2 Nasce nel 2003 dalla comune visione dei soci fondatori secondo i quali il processo edilizio deve essere ispirato a criteri di competenza, qualità, correttezza e serietà professionale. Tali criteri coinvolgono l intero processo edilizio sin dalla diagnostica preventiva, in fase di progettazione e direzione lavori. Per curare da vicino i dettagli di ciascuna fase, la società si è strutturata in due divisioni. La Divisione Progettazione, coordinata dall ing. Mauro Bertoni e la Divisione Tecnologica, coordinata dall ing. Antonio Salmoiraghi. Nel 2014 nasce la Divisione Formazione, frutto della volontà di raccogliere l esigenza e l invito di colleghi e professionisti del settore di condividere il know how e l esperienza maturati sul campo in oltre un decennio di lavoro della società, cui si sommano altri dieci anni di esperienze acquisite dall ing. Antonio Salmoiraghi e dai membri del suo staff, parte dei quali confluiti in Teknoprogetti.

3 Perché rivolgersi a noi Professionalità e competenza del personale docente: qualificato e certificato, con esperienza pluriennale nel e sul campo Elevato grado di approfondimento delle indagini trattate: spendibilità immediata delle competenze acquisite durante i corsi all interno del proprio contesto lavorativo, grazie all impostazione pragmatica della didattica ed alle numerose prove pratiche svolte durante i corsi Aula interattiva: numero contenuto di corsisti per favorire l apprendimento e la partecipazione attiva di ciascuno Corsi pratici: presentazione ed analisi critica di casi concreti e sperimentazione dello strumento e del metodo oggetto del corso con esercitazioni sul campo o su simulacri per alcuni corsi Compatibilità tra professione e formazione: organizzazione modulare dei corsi che consente la frequentazione di singoli moduli o dei pacchetti completi che raggruppano indagini aventi comuni finalità d uso. Possibilità di creare percorsi formativi personalizzati per il singolo professionista/la società/l azienda Possibilità di frequentare la parte teorica in e-learning Strumentazioni d avanguardia: prove pratiche svolte con strumenti multi-marca di ultima generazione e confronto con quelli di vecchia generazione (analogici e digitali) Possibilità di frequentare i corsi in diverse sedi e di sostenere l esame con relativa gestione della pratica (preparazione documentazione necessaria all accesso all esame presso Rina e all iscrizione agli elenchi in seguito al superamento dell esame, gestione della certificazione negli anni successivi) Rilascio dell Attestato di Addestramento a fine corso che può essere valido ai fini del riconoscimento dei crediti formativi professionali Possibilità di formazione continua sul campo: noleggio delle attrezzature con l operatore 3

4 Destinatari/Sedi/Direttore corsi/certificazioni Destinatari I nostri corsi specialistici e specializzanti nell ambito dei Controlli non distruttivi (pnd o cnd), per il settore civile e industriale, sono rivolti ai liberi professionisti, dipendenti, neolaureati, neodiplomati o studenti che credono nella propria crescita professionale come veicolo per aprirsi a nuovi scenari di mercato e a nuove opportunità lavorative. Ci proponiamo anche alle aziende per tenere corsi ai loro dipendenti, presso le proprie sedi di lavoro. 4 Sedi Vimercate (MB) - c/o sede Teknoprogetti engineering Solignano Nuovo (MO) - c/o sede Centro Esame Rina Modena Direttore corsi Ing. Andrea Timpani - III livello settore civile Rina Assistenza alla direzione corsi e Referente per la sede di Vimercate Ing. Lorenzo Mariani - II livello settore industriale Rina Certificazioni Grazie alla collaborazione col Centro Esame RINA Modena (Progetto PSC Srl) offriamo la possibilità di sostenere, sempre presso la sede in cui si svolge il corso, l esame per conseguire la Certificazione del personale di I, II e III livello Rina, secondo quanto previsto dalla normativa UNI EN ISO 9712 di riferimento, che disciplina la «Qualifica e Certificazione del personale addetto alle prove non distruttive».

5 Indice corsi Ambito civile e industriale CORSO DI TERMOGRAFIA MULTISETTORIALE... Pag. 6 5 Ambito civile CORSO DI DIAGNOSTICA STRUTTURALE DELLE OPERE IN CALCESTRUZZO. Pag. 7 CORSO DI INDAGINI DIAGNOSTICHE STRUTTURALI CONOSCITIVE SU MURATURE.... Pag. 8 CORSO DI PROVE DI CARICO..... Pag. 9 CORSO DI INDAGINE GEORADAR Pag. 10 Ambito industriale CORSO SU DI STRUTTURE E MANUFATTI IN ACCIAIO. Pag. 11 Vantaggi dell utilizzo dei CND.... Pag. 12

6 CORSO DI TERMOGRAFIA MULTISETTORIALE Obiettivi formativi: Il corso consente di: determinare la presenza di umidità in paramenti murari effettuare analisi critico-architettoniche di sotto intonaci e rivestimenti effettuare analisi di omogeneità di paramenti murari effettuare analisi di distacchi di rivestimenti ricercare cavità in paramenti murari analizzare fenomeni fessurativi al di sotto dei rivestimenti effettuare ricerche di infiltrazioni (es. dovute a perdite da tubazioni) eseguire analisi di impianti e quadri elettrici eseguire analisi di impianti industriali e motori termici ricerca di hot spot in impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica Indagine termografica utilizzata per individuare la presenza di ponti termici 6 Articolazione del corso e durata: Sessione Teorica in E-Learning articolata in Video-Lezioni corredate da materiali didattici Sessione Pratica di esercitazioni ed elaborazione in aula/sul campo della durata di 2 giorni Esame di Certificazione RINA in giornata (facoltativo) Metodologia oggetto del corso: TERMOGRAFIA Il principio su cui si basa il metodo di rilevamento termografico è la diversa emissione di radiazioni elettromagnetiche propria di ciascun materiale. Questa energia radiante è funzione della temperatura superficiale la quale, a sua volta, è condizionata in ciascun materiale dalla sua conducibilità termica e dal calore specifico, parametri che traducono in termini quantitativi rispettivamente l attitudine del materiale stesso a trasmettere il calore ed a ritenerlo. Le differenze tra i valori di questi parametri portano i materiali costituenti, ad esempio una muratura, ad assumere diversa temperatura sotto sollecitazione termica, differenza misurabile in frazioni di grado centigrado. Durante il corso si acquisiscono competenze specifiche sia in ambito civile che industriale. Indagine termografica utilizzata in ambito industriale - quadro elettrico Ispezione termografia per manutenzione pannelli fotovoltaici

7 CORSO DI DIAGNOSTICA STRUTTURALE DELLE OPERE IN CALCESTRUZZO Obiettivi formativi: Il corso consente di: determinare l indice di rimbalzo e stimare la resistenza a compressione del calcestruzzo, il modulo elastico e la densità localizzare le barre e individuare la profondità ed il diametro dei ferri dell armatura nelle strutture in calcestruzzo valutare il comportamento delle strutture caratterizzate da quadri fessurativi 7 Articolazione del corso e durata: Sessione Teorica in E-Learning articolata in Video-Lezioni corredate da materiali didattici Sessione Pratica di esercitazioni ed elaborazione in aula/sul campo della durata di 4 giorni Esame di Certificazione RINA in giornata (facoltativo) Indagine sclerometrica Indagine magnetometrica Metodologie oggetto del corso: INDAGINI MAGNETOMETRICHE-SCLEROMETRICHE/ULTRASONORE/MONITORAGGI STRUTTURALI Indagine Sclerometrica: determina la durezza superficiale del calcestruzzo armato normale e precompresso attraverso l utilizzo dello sclerometro. Metodo utilizzato per stimare la resistenza a compressione del calcestruzzo indurito in strutture già realizzate mediante la misura dell indice di rimbalzo. Indagine Magnetometrica/Pachometrica: prova per la misura della profondità, della posizione e del copriferro di barre d armatura all interno del calcestruzzo. Consente con buona approssimazione di stimare il diametro delle barre. Indagine Ultrasonora: si basa sulla determinazione della velocità di propagazione di un treno di onde attraverso il calcestruzzo e viene utilizzata per valutarne l omogeneità, la variazione delle proprietà nel tempo e individuare eventuali difetti di getto e la presenza di fessure e vuoti. Con il metodo Sonreb, combinata con l indagine sclerometrica, consente di stimare con maggiore accuratezza la resistenza a compressione del calcestruzzo indurito. Monitoraggio strutturale dei quadri fessurativi: serie di misure ad intervalli di tempo determinati, particolarmente indicato per valutare il comportamento di strutture che si trovano in zone ad alto rischio sismico, ad elevato rischio idrogeologico o che risultano soggette ad azioni esterne gravose anche occasionali (es. forte vento, cedimenti fondazionali, urti, esplosioni). Indagine ultrasonica Monitoraggio strutturale

8 Obiettivi formativi: Il corso consente di: determinare il modulo elastico delle murature CORSO DI INDAGINI DIAGNOSTICHE STRUTTURALI CONOSCITIVE SU MURATURE rilevare la presenza di vuoti e disomogeneità puntuali determinare il legame costitutivo sforzo-deformazione delle murature determinare lo stato tensionale locale delle murature rilevare la stratigrafia delle murature Articolazione del corso e durata: Sessione Teorica in E-Learning articolata in Video-Lezioni corredate da materiali didattici Sessione Pratica di esercitazioni ed elaborazione in aula/sul campo della durata di 4 giorni Esame di Certificazione RINA in giornata (facoltativo) Indagine con martinetto piatto singolo 8 Metodologie oggetto del corso: MARTINETTI PIATTI/INDAGINI SONICHE/INDAGINI VISIVE Martinetti piatti singoli e doppi: la prova con martinetto singolo rileva l entità dello stato tensionale della muratura nel punto di indagine. La prova con martinetto doppio permette di determinare il legame costitutivo locale della muratura (diagramma sforzo-deformazione sino a rottura). Indagine sonica: si basa sulla determinazione della velocità di propagazione di un treno di onde attraverso la muratura. I risultati della prova permettono di verificare l omogeneità di un elemento strutturale, valutare qualsiasi mutamento delle proprietà dei materiali a causa di fenomeni di degrado, ed esaminare i difetti in elementi strutturali (cavità, fessurazioni, strati superficiali danneggiati, etc). Indagine visiva generale e locale: consiste nell analisi visiva della tessitura della muratura diretta e indiretta con eventuale ausilio di videoendoscopi o boroscopi. Indagine sonica Indagine videoendoscopica

9 CORSO DI PROVE DI CARICO Obiettivi formativi: Il corso consente di acquisire le competenze tecniche necessarie ad eseguire le prove di carico su: impalicati e travi da ponte solai travi in opera e prefabbricate piastra su terreni di sottofondo per la determinazione del coefficiente Md/Md e K di Winkler pali NTC 2008 attraverso l utilizzo di martinetti oleodinamici, zavorre, sacconi 9 Articolazione del corso e durata: Sessione Teorica in E-Learning articolata in Video-Lezioni corredate da materiali didattici Sessione Pratica di esercitazioni ed elaborazione in aula/sul campo della durata di 2 giorni Esame di Certificazione RINA in giornata (facoltativo) Prove di carico statico a spinta Metodologia oggetto del corso: PROVE DI CARICO Le prove di carico rientrano nel novero di quelle ideate per strutture di cui per vari motivi si vogliono conoscere le effettive caratteristiche elastiche. Hanno pertanto lo scopo di determinare i parametri elastici caratteristici di ogni struttura per il confronto con le rispettive grandezze teoriche utilizzate a base del calcolo statico (linearità, ripetibilità, permanenza, grado di vincolo, collaborazione laterale). Le prove di carico possono essere: - tradizionali (col carico costituito da zavorre, serbatoi d acqua, etc) - con uno o più martinetti tiro-spinta - con uno o più martinetti a tiro ordinario - con uno o più martinetti a spinta ordinaria - con metodo inclinometrico - su piastra per i terreni Prove di carico su pali Prove di carico su piastra

10 CORSO DI INDAGINE GEORADAR Obiettivi formativi: Il corso consente di acquisire le competenze tecniche necessarie all utilizzo ed alla interpretazione della tecnica radar, applicabile nei seguenti ambiti di indagine: dettaglio e mappatura di muratura e cemento armato delimitazione di siti di discarica sepolte mappatura di sottoservizi rilievo geometria di fondazioni rilievo stratigrafia di solai ed impalcati individuazione di discontinuità stratigrafiche dei terreni Articolazione del corso e durata: Sessione Teorica in E-Learning articolata in Video-Lezioni corredate da materiali didattici Sessione Pratica di esercitazioni ed elaborazione in aula/sul campo della durata di 2 giorni Esame di Certificazione RINA in giornata (facoltativo) Indagine con georadar per mappatura fondazioni 10 Metodologia oggetto del corso: INDAGINE GEORADAR L indagine georadar o GPR (Ground-Penetrating Radar) si basa sulla capacità dello strumento di emettere segnali a radiofrequenza (compresi tipicamente nel range 100 MHz Ghz) e di registrare le eco reirradiate dagli oggetti presenti nel mezzo indagato, caratterizzati da proprietà elettromagnetiche diverse rispetto a quelle di ciò che li circonda. L analisi si svolge facendo scorrere una o più antenne sull oggetto di indagine e tramite esse vengono ricevuti e generati i segnali a radiofrequenza che vengono poi raccolti, elaborati e trasformati in rappresentazioni su una unità di controllo che governa il funzionamento delle antenne stesse. Le onde generate dal rinfrangersi sugli eventuali oggetti presenti nel mezzo d indagine vengono poi delineate in radiogrammi con caratteristiche forme iperboliche. Il segnale elettromagnetico che si ricava è caratterizzato da una serie di picchi. La scelta della tipologia di antenna è fondamentale e varia a seconda delle problematiche da individuare, ed è inversamente proporzionale alla profondità di investigazione. 1 Indagine con georadar per mappatura sottervizi Fognatura -1,70 m 2 3 acquedott o -0,90 m Acquisizione radar post-elaborazione

11 CORSO SU DI STRUTTURE E MANUFATTI IN ACCIAIO Obiettivi formativi: Il corso consente di: effettuare controlli su apparecchiature, linee di produzioni e strumenti (es. tubature, forni, serbatoi in pressione) rilevare indicazioni e difettologie di saldature, particolari forgiati, fusi e laminati in acciaio, alluminio e loro leghe 11 Articolazione del corso e durata: Sessione Teorica in E-Learning articolata in Video-Lezioni corredate da materiali didattici Sessione Pratica di esercitazioni ed elaborazione in aula/sul campo della durata di 6 giorni Esame di Certificazione RINA (facoltativo) Metodologie oggetto del corso: VISUAL TESTING/MAGNETOSCOPIA/LIQUIDI PENETRANTI Visual testing (VT): è un metodo immediato ed estremamente versatile in quanto applicabile in tantissimi settori, dall alimentare all aeronautico. Consiste nell osservare da distanza ravvicinata, sotto una corretta fonte di illuminazione, gli oggetti da verificare, a vista o con strumenti appropriati (lenti di ingrandimento, specchi o endoscopi) e permette di valutare imperfezioni strutturali, corrosione superficiale e difetti in genere, di dimensioni medio-grandi. Magnetoscopia (MT): tecnica particolarmente adatta per la ricerca di difetti superficiali e subcorticali: cricche, inclusioni, ripiegature, etc. E un metodo sensibile che può essere applicato su particolari finiti o semilavorati, lamiere, forgiature, saldature testa a testa, saldature ad angolo, carpenterie e parti meccaniche. Nei pressi di una discontinuità, per evidenziare il difetto è necessario spruzzare le superfici con adatte sospensioni di polveri ferromagnetiche, colorate o fluorescenti. Le particelle si concentreranno allineandosi lungo le linee di flusso del campo magnetico e saranno rese visibili mediante illuminazione con una lampada di Wood (fluorescenti) o mediante lacca di contrasto (colorate). Liquidi penetranti (PT): tale metodologia viene utilizzata per rilevare difetti e discontinuità presenti nei manufatti industriali e nelle saldature a livello superficiale. Il metodo è basato sulle proprietà di alcuni liquidi di penetrare per capillarità all interno dei difetti. Tali difetti sono poi messi in evidenza tramite l utilizzo di liquidi e polveri sviluppatori. Durante il corso verranno presentate diverse tecniche disponibili in base alla metodologia di utilizzo e alla tecnologia di prodotti disponibili sul mercato (metodi ad acqua, con solvente, a secco, colorati per luce visibile e fluorescenti). Visual testing Indagine magnetoscopica Liquidi penetranti

12 Vantaggi dell utilizzo dei CND I Controlli Non Distruttivi (CND o PND) sono il complesso di esami, prove e rilievi condotti impiegando metodi che NON ALTERANO il materiale e NON RICHIEDONO LA DISTRUZIONE O L ASPORTAZIONE di campioni della struttura. Il loro utilizzo offre innumerevoli vantaggi, tra i quali: permettono di ottenere risultati pressoché immediati senza dover attendere i tempi tipici dei laboratori di analisi sono finalizzati alla ricerca ed identificazione di difetti strutturali sull'opera ESISTENTE oggetto di verifica il carattere NON INVASIVO di tali metodologie, applicabili alle opere già realizzate o in corso di realizzazione, permette l'individuazione delle disposizioni geometriche, dello stato di conservazione della struttura e la misura delle caratteristiche fisiche e meccaniche del materiale che costituisce l'opera risultano essere RIPETIBILI nel corso del tempo, permettendo di verificare ed analizzare l evoluzione dei fenomeni oggetto di indagine permettono di ESTENDERE I RISULTATI ottenuti mediante l uso di tecniche distruttive maggiormente invasive il loro utilizzo consente di ridurre considerevolmente il numero di provini da destinare alle analisi di laboratorio, comportando grandi VANTAGGI non solo in termini di TEMPO per il completamento dell indagine, ma soprattutto in termini ECONOMICI sono ATTENDIBILI (normative UNI EN ISO, AISI, ASME, ed altri codici di comprovata validità) in quanto condotti secondo specifiche definite a livello nazionale ed internazionale 12 Per determinare qual è il CND più appropriato per l ispezione bisogna tener conto di una serie di fattori, quali: - accessibilità e condizioni ambientali - materiale - tipo di difetto e locazione - finitura superficiale - forma e geometria del pezzo - costi e tempi L efficacia di tutte le applicazioni di CND dipende dalle capacità, dal percorso formativo e dall esperienza delle persone che eseguono la prova o ne sono responsabili. Da qui la necessità che vengano eseguiti da personale addetto opportunamente addestrato e qualificato secondo la normativa UNI EN ISO 9712.

13 Contatti e utilità Per informazioni ed iscrizioni Referente: dott.ssa Paola Cuocci Tel. 039/ Cel. 366/ Certificazioni di I e II livello Rina In seguito al superamento con esito positivo dell esame col certificatore Rina, si conseguono con tutti i corsi descritti nel presente catalogo, le Certificazioni di I e direttamente di II livello. Date La Direzione si avvale della facoltà di annullare, modificare o rinviare il corso nel caso di mancato raggiungimento del quorum minimo di partecipanti, dandone comunicazione entro 3 giorni lavorativi dalla data di inizio prevista. Sconti Previsti sconti per la partecipazione a più corsi o per più iscritti dello stesso studio o azienda. Costi deducibili L attività di formazione rientra tra i costi deducibili nella misura del 50% per i redditi dei liberi professionisti (artt. 53 e 54 del D.P.R n. 817 e successive modifiche). Agevolazioni economiche Possibilità di finanziare l attività formativa rateizzandone il costo. Grazie per l attenzione

Valueconsult. Technical Advisory. Dalla gestione del rischio alla creazione di valore. Analysis and Structural investigations

Valueconsult. Technical Advisory. Dalla gestione del rischio alla creazione di valore. Analysis and Structural investigations Technical Advisory Analysis and Structural investigations Dalla gestione del rischio alla creazione di valore Analysis and Structural investigations Testing, Diagnosi, Analisi Valueconsult svolge un servizio

Dettagli

07/12/2013. I controlli in cantiere: Le diagnosi non distruttive. Efficienza energetica degli edifici

07/12/2013. I controlli in cantiere: Le diagnosi non distruttive. Efficienza energetica degli edifici Quale autovettura? Efficienza energetica degli edifici Adatta a ogni situazione I controlli in cantiere: Le diagnosi non distruttive 100 km/litro Marco Boscolo Libero professionista Professore a contratto

Dettagli

Monitoring, Testing & Structural engineering

Monitoring, Testing & Structural engineering Monitoring, Testing & Structural engineering Indagini strutturali e prove diagnostiche Monitoraggio dinamico di edifici e infrastrutture Verifica di vulnerabilità sismica di edifici esistenti Analisi e

Dettagli

Centro d Esame BVI Strutture Civili di Vimercate (MB)

Centro d Esame BVI Strutture Civili di Vimercate (MB) Corso di formazione ed addestramento per il personale tecnico addetto ai Controlli non distruttivi sulle Strutture Civili e sui Beni Culturali ed Architettonici nel seguente campo di applicazione: L indagine

Dettagli

Indagini termografiche

Indagini termografiche Indagini termografiche informazioni sintetiche sulle possibili applicazioni in ambito edile, impiantistico ed industriale Servizi di Termografia dbabitat srl fornisce il servizio di analisi, indagine e

Dettagli

Centro d Esame BVI di Vimercate (MB)

Centro d Esame BVI di Vimercate (MB) Organizza il SEMINARIO TECNICO DI ALTA FORMAZIONE SULLE PROVE DI CARICO STATICHE SU SOLAI ED IMPALCATI con certificazione di livello 2 (PC) BUREAU VERITAS e patrocinio dell Associazione MASTER 1 Vimercate

Dettagli

Misura della profondità di carbonatazione

Misura della profondità di carbonatazione Controllo tecnico della qualità delle costruzioni Strutture edifici esistenti La valutazione della sicurezza e la progettazione degli interventi su edifici esistenti è caratterizzata da un grado di incertezza

Dettagli

UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE

UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Architettura Laboratorio Ufficiale Prove Materiali e Strutture Sezione Prove su Strutture, Monitoraggi e Controlli Non Distruttivi

Dettagli

Dr.ssa Roberta Giorio. CMR SRL - Laboratorio di Analisi e Prove in Edilizia E di Diagnostica per il Restauro

Dr.ssa Roberta Giorio. CMR SRL - Laboratorio di Analisi e Prove in Edilizia E di Diagnostica per il Restauro Dr.ssa Roberta Giorio CMR SRL - Laboratorio di Analisi e Prove in Edilizia E di Diagnostica per il Restauro Laboratorio Accreditato ACCREDIA N 1035 Iscritto all Anagrafe Nazionale delle Ricerche del MIUR

Dettagli

Mario MARZIANO Divisione Industria Innovation & NDT Manager Mob. (+39) 342 1913516 mail: mario.marziano@it.bureauveritas.com

Mario MARZIANO Divisione Industria Innovation & NDT Manager Mob. (+39) 342 1913516 mail: mario.marziano@it.bureauveritas.com Applicazione dei Controlli Non Distruttivi (CnD) su "Strutture metalliche Marcate CE in Acciaio e Alluminio" nell'ambito della Conformità alla Norma UNI EN 1090-1 Mario MARZIANO Divisione Industria Innovation

Dettagli

NORMATIVA MASTER TECNICO SECONDA EDIZIONE. TECNICO COLLAUDO STATICO addetto alla Verifica degli Edifici aggiornamento delle NTC 2008

NORMATIVA MASTER TECNICO SECONDA EDIZIONE. TECNICO COLLAUDO STATICO addetto alla Verifica degli Edifici aggiornamento delle NTC 2008 RINA Services è riconosciuto a livello nazionale ed internazionale come banca di competenze in grado di erogare servizi volti al miglioramento della qualità della vita, della sicurezza e della salvaguardia

Dettagli

A&L Ingegneria - Diagnosi Termografiche

A&L Ingegneria - Diagnosi Termografiche A&L Ingegneria - Diagnosi Termografiche A&L Ingegneria effettua diagnosi termografiche, controlli non distruttivi e perizie con l ausilio di termocamere. Con la tecnica diagnostica della termografia si

Dettagli

Catalogo Corsi Bureau Veritas Formazione. Qualifiche del Personale Prove Non Distruttive

Catalogo Corsi Bureau Veritas Formazione. Qualifiche del Personale Prove Non Distruttive Catalogo Corsi Bureau Veritas Formazione Qualifiche del Personale Prove Non Distruttive LE PROVE NON DISTRUTTIVE IN AMBITO INDUSTRIALE E CIVILE Le Prove Non Distruttive vanno sempre più affermandosi nel

Dettagli

Divisione Prove su STRUTTURE DI FONDAZIONE

Divisione Prove su STRUTTURE DI FONDAZIONE Monitoring, Testing & Structural engineering Divisione Prove su STRUTTURE DI FONDAZIONE MTS Engineering S.r.l. è una società di servizi per l ingegneria specializzata nell esecuzione di prove su materiali,

Dettagli

Centro d Esame BVI di Vimercate (MB)

Centro d Esame BVI di Vimercate (MB) organizza CORSO DI FORMAZIONE PROVE DI CARICO STATICHE SU SOLAI, IMPALCATI, PONTI E VIADOTTI con certificazione di livello 2 (PC) BUREAU VERITAS e patrocinio dell Associazione MASTER 1 Vimercate (MB),

Dettagli

OMEGA SOLUZIONI - LISTINO NOLEGGIO

OMEGA SOLUZIONI - LISTINO NOLEGGIO TERMOIGROMETRO PROTIMETER MMS2 Campo di applicazione Misura dell' umidità in pavimenti in legno e massetti, cartongesso, blocchi di cemento e calcestruzzo, stucco, gesso, muratura e mattoni e altri materiali

Dettagli

Foto in copertina. Test alla fenolftaleina condotto per determinare il profilo di penetrazione della carbonatazione

Foto in copertina. Test alla fenolftaleina condotto per determinare il profilo di penetrazione della carbonatazione Foto in copertina. Test alla fenolftaleina condotto per determinare il profilo di penetrazione della carbonatazione 1.... 4 2.... 5 3.... 6 4.... 8 5.... 10 6.... 12 7.... 12 8.... 13 3 1. 4 2. La Istemi

Dettagli

2.5.3 PROVA ULTRASONICA PROVA ULTRASONICA

2.5.3 PROVA ULTRASONICA PROVA ULTRASONICA Pag. 1 di 1 PROVA ULTRASONICA 1. Descrizione e scopo della prova. Le cosiddette prove ad ultrasuoni di "trasparenza" si eseguono nell'ambito dei controlli non distruttivi per la determinazione delle caratteristiche

Dettagli

Presentazione. Posizione e copertura

Presentazione. Posizione e copertura Carta dei servizi Presentazione GUBIMEC S.r.l. nasce nel 2012 come frutto di un attenta analisi del mercato e delle esigenze dell industria nazionale. L azienda cresce costantemente anche grazie alla sempre

Dettagli

Rientrano in questa categoria i seguenti metodi: - Pile Echo Test o Low Strain Test. - Ammettenza meccanica

Rientrano in questa categoria i seguenti metodi: - Pile Echo Test o Low Strain Test. - Ammettenza meccanica Prove dinamiche e metodi sonici per la determinazione della capacità portante e la verifica in sito dell integrità del materiale costitutivo di diaframmi in c.a. La descrizione seguente dettaglia sulle

Dettagli

Prove di spinta con martinetti idraulici. Prove di carico su ponti e viadotti

Prove di spinta con martinetti idraulici. Prove di carico su ponti e viadotti rove Prove di carico di carico uiamo Eseguiamo prove di prove carico di su carico qualsiasi su qualsiasi struttura struttura civile o industriale, civile o industriale, su solai piani su solai e coperture,

Dettagli

Indagini Strutturali ANALISI E CORRELAZIONE DEI RISULTATI NELLE INDAGINI NON DISTRUTTIVE. Ponti & Viadotti SU STRUTTURE IN CEMENTO ARMATO PRECOMPRESSO

Indagini Strutturali ANALISI E CORRELAZIONE DEI RISULTATI NELLE INDAGINI NON DISTRUTTIVE. Ponti & Viadotti SU STRUTTURE IN CEMENTO ARMATO PRECOMPRESSO Una campagna di indagini di Sidercem Srl per acquisire un Livello di Conoscenza Accurata (LC3) indispensabile per l identificazione strutturale di un viadotto e per l eventuale progetto di adeguamento

Dettagli

Indice. - Premessa. - Indagine termografica. - Documentazione Fotografica e IR

Indice. - Premessa. - Indagine termografica. - Documentazione Fotografica e IR Indice - Premessa - Indagine termografica - Documentazione Fotografica e IR Premessa La caratterizzazione fisico-meccanica dei materiali costituenti un manufatto è indispensabile per stabilire un appropriato

Dettagli

Strutture in muratura soggette ad azioni sismiche. Indagini e livelli di conoscenza (2)

Strutture in muratura soggette ad azioni sismiche. Indagini e livelli di conoscenza (2) Corso di Riabilitazione Strutturale POTENZA, a.a. 2013 2014 Strutture in muratura soggette ad azioni sismiche. Indagini e livelli di conoscenza (2) Dott. Marco VONA Scuola di Ingegneria - Università di

Dettagli

P.Q.R.S. per il necessario supporto tecnico ai professionisti impegnati nella valutazione della sicurezza degli edifici esistenti.

P.Q.R.S. per il necessario supporto tecnico ai professionisti impegnati nella valutazione della sicurezza degli edifici esistenti. P.Q.R.S. per il necessario supporto tecnico ai professionisti impegnati nella valutazione della sicurezza degli edifici esistenti. VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA EDIFICI ESISTENTI (Decreto Ministeriale 14/01/2008)

Dettagli

INTRODUZIONE INDAGINI DIAGNOSTICHE

INTRODUZIONE INDAGINI DIAGNOSTICHE INDAGINI DIAGNOSTICHE INTRODUZIONE La diagnostica riveste un ruolo fondamentale per un corretto intervento di recupero o di restauro. Il primo passo, e forse il più delicato, è quello di capire di cosa

Dettagli

Dissesti statici nel consolidamento delle opere d'arte danneggiate. Giorgio Monti Università La Sapienza di Roma

Dissesti statici nel consolidamento delle opere d'arte danneggiate. Giorgio Monti Università La Sapienza di Roma Dissesti statici nel consolidamento delle opere d'arte danneggiate Giorgio Monti Università La Sapienza di Roma 1 Contenuti Metodologia di progettazione Valutazione della resistenza attuale (Capacità)

Dettagli

RELAZIONE TECNICA -Fase di ripristino-

RELAZIONE TECNICA -Fase di ripristino- Lavori di risanamento corticale degli elementi portanti in CA e ripristino della ricopertura dei ferri del ponte ad archi sul Panaro alla progr. km. 21+836 della linea Casalecchio - Vignola RELAZIONE TECNICA

Dettagli

COLLAUDO STATICO DELLE OPERE E PROVE DI CARICO SU SOLAI ED IMPALCATI

COLLAUDO STATICO DELLE OPERE E PROVE DI CARICO SU SOLAI ED IMPALCATI Richiesti Crediti (CFP) per Ingegneri, Periti Ind.li, Geometri e Architetti organizzano il CORSO DI ALTA FORMAZIONE COLLAUDO STATICO DELLE OPERE E PROVE DI CARICO SU SOLAI ED IMPALCATI con certificazione

Dettagli

CHI SIAMO LP ENGINEERING

CHI SIAMO LP ENGINEERING CHI SIAMO La LP ENGINEERING, nasce nel 2001 in qualità di Laboratorio d Ingegneria Qualificato, al fine di affiancare tecnici, Enti e privati, realizzando numerosi e prestigiosi lavori, sia manufatti in

Dettagli

Utilizzo dei metodi termici per la diagnosi non distruttiva di materiali compositi

Utilizzo dei metodi termici per la diagnosi non distruttiva di materiali compositi Utilizzo dei metodi termici per la diagnosi non distruttiva di materiali compositi Ing. Davide Palumbo Prof. Ing. Umberto Galietti Politecnico di Bari, Dipartimento di Meccanica, Matematica e Management

Dettagli

SEMINARIO INTERNACIONAL: I controlli non distruttivi in Ingegneria Civile: casi di studio;

SEMINARIO INTERNACIONAL: I controlli non distruttivi in Ingegneria Civile: casi di studio; Via A. Foresti, 5 25127 Brescia www.aipnd.it SEMINARIO INTERNACIONAL: Diagnòstico No Destructivo en Construcciones Civiles e Hidroeléctricas I controlli non distruttivi in Ingegneria Civile: casi di studio;

Dettagli

CONTROLLI, VERIFICHE E COLLAUDO STATICO DELLE OPERE IN C.A.

CONTROLLI, VERIFICHE E COLLAUDO STATICO DELLE OPERE IN C.A. organizzano il CORSO DI ALTA FORMAZIONE CONTROLLI, VERIFICHE E COLLAUDO STATICO DELLE OPERE IN C.A. con certificazione di livello 2 (rif. UNI EN ISO 9712) BUREAU VERITAS nella prova magnetometrica (MG),

Dettagli

Prove Non Distruttive e sicurezza delle strutture

Prove Non Distruttive e sicurezza delle strutture Prove Non Distruttive e sicurezza delle strutture Metodi per la ricerca ed individuazione dei difetti nelle costruzioni e nelle macchine A cura di Paolo De Pasqual 1 Sommario Introduzione Strutture saldate

Dettagli

La determinazione della sicurezza residua di un manufatto

La determinazione della sicurezza residua di un manufatto La vulnerabilità delle infrastrutture viarie e ferroviarie Ponti & Viadotti I CONTROLLI NON DISTRUTTIVI E LA VALUTAZIONE DELLA RESISTENZA IN OPERA Donatella Pingitore* Vincenzo Venturi** La determinazione

Dettagli

Principali tipologie di terreno

Principali tipologie di terreno Principali tipologie di terreno Terreni derivati da rocce sedimentarie (NON COESIVI): Sabbie Ghiaie Terreni derivati da rocce scistose (COESIVI): Argille Limi Terreni di derivazione organica: Torbe Terreno

Dettagli

SOMMARIO. Pag. 1 a 17

SOMMARIO. Pag. 1 a 17 SOMMARIO MANUALE D'USO... 2 Strutture in fondazione... 2 Cordoli barriere antirumore... 2 Plinto torre faro... 2 Strutture di elevazione... 2 Profilati HEA 160 ed elementi di collegamento in acciaio per

Dettagli

riabilitazione delle strutture

riabilitazione delle strutture riabilitazione delle strutture Corso di laurea Magistrale in Ingegneria Civile per la Protezione dai Rischi Naturali Orientamento: Strutture e Rischio Sismico Crediti formativi: CFU 6 Docente: Gianmarco

Dettagli

NORMATIVA TECNICA PER LE COSTRUZIONI

NORMATIVA TECNICA PER LE COSTRUZIONI NORMATIVA TECNICA PER LE COSTRUZIONI COSTRUZIONI ESISTENTI: LIVELLI DI CONOSCENZA E INDAGINI DIAGNOSTICHE STRUTTURALI ING. ROCCO TOLVE MATERA 05 OTTOBRE 2011 Costruzioni esistenti : livelli di conoscenza

Dettagli

Isopack. Approfondimento tecnico. La termografia in edilizia

Isopack. Approfondimento tecnico. La termografia in edilizia Approfondimento tecnico La termografia in edilizia 1 LA TERMOGRAFIA La termografia all infrarosso è una tecnica non invasiva e non a contatto, che fornisce la distribuzione della temperatura superficiale

Dettagli

MENSA UNIVERSITARIA CAMMEO VIALE CAMMEO n. 51 - PISA A4 RELAZIONE SUI MATERIALI IMPIEGATI

MENSA UNIVERSITARIA CAMMEO VIALE CAMMEO n. 51 - PISA A4 RELAZIONE SUI MATERIALI IMPIEGATI Claudio Barandoni Pisa 01/07/2015 Ingegnere Civile Edile Dottore di Ricerca in Materiali e strutture per L Architettura Via F. Rismondo, 39 56123 PISA MENSA UNIVERSITARIA CAMMEO VIALE CAMMEO n. 51 - PISA

Dettagli

I MATERIALI COMPOSITI FIBRORINFORZATI IN EDILIZIA CARATTERISTICHE, APPLICAZIONI E QUADRO NORMATIVO

I MATERIALI COMPOSITI FIBRORINFORZATI IN EDILIZIA CARATTERISTICHE, APPLICAZIONI E QUADRO NORMATIVO I MATERIALI COMPOSITI FIBRORINFORZATI IN EDILIZIA CARATTERISTICHE, APPLICAZIONI E QUADRO NORMATIVO ing. Francesco Monni MATERIALE COMPOSITO: materiale costituito dall abbinamento di due o più materiali

Dettagli

EDIFICI IN MURATURA ORDINARIA, ARMATA O MISTA

EDIFICI IN MURATURA ORDINARIA, ARMATA O MISTA Edifici in muratura portante 2 1 Cosa è ANDILWall? ANDILWall è un software di analisi strutturale che utilizza il motore di calcolo SAM II, sviluppato presso l Università degli Studi di Pavia e presso

Dettagli

L Azienda. È un laboratorio privato ed indipendente che opera per conto di terzi.

L Azienda. È un laboratorio privato ed indipendente che opera per conto di terzi. L Azienda Nasce nel 1979 allo scopo di soddisfare le esigenze di controllo della qualità nelle Aziende Trentine e del Triveneto, avvalendosi dell esperienza ultraventennale nel settore della Qualità del

Dettagli

Ampliamento del cimitero comunale di Castelmartini loc. Castelmatini, via Cecinese

Ampliamento del cimitero comunale di Castelmartini loc. Castelmatini, via Cecinese SOMMARIO MANUALE D'USO... 1 Strutture in fondazione... 1 Travi di fondazione in c.a... 1 Strutture di elevazione... 1 Travi in c.a.... 1 Pilastri in c.a.... 1 Strutture secondarie... 1 Solai in latero-cemento...

Dettagli

Via Sondrio 2/10-33100 Udine - tel. 0432 558277 - fax 0432 558276 - P.IVA 01071600306 - C.F. 80014550307 - Web: http://dica.uniud.

Via Sondrio 2/10-33100 Udine - tel. 0432 558277 - fax 0432 558276 - P.IVA 01071600306 - C.F. 80014550307 - Web: http://dica.uniud. Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura - Università degli Studi di Udine Laboratorio Ufficiale Prove Materiali e Strutture Via Sondrio 2/10-33100 Udine - tel. 0432 558277 - fax 0432 558276 -

Dettagli

DIAGNOSTICA STRUTTURALE E PROVE NON DISTRUTTIVE

DIAGNOSTICA STRUTTURALE E PROVE NON DISTRUTTIVE DIAGNOSTICA STRUTTURALE E PROVE NON DISTRUTTIVE - Prove di carico. - Carotaggi e microcarotaggi. - Prove di pull-out. - Prove sclerometriche. - Prove soniche. - Prove combinate (Sonreb). - Prove pacometriche.

Dettagli

LA DIAGNOSTICA NON DISTRUTTIVA PER LA VERIFICA STRUTTURALE DELLE COSTRUZIONI E LA CONOSCENZA DEL DEGRADO DEI MATERIALI: LEGGI E NORMATIVE

LA DIAGNOSTICA NON DISTRUTTIVA PER LA VERIFICA STRUTTURALE DELLE COSTRUZIONI E LA CONOSCENZA DEL DEGRADO DEI MATERIALI: LEGGI E NORMATIVE LA DIAGNOSTICA NON DISTRUTTIVA PER LA VERIFICA STRUTTURALE DELLE COSTRUZIONI E LA CONOSCENZA DEL DEGRADO DEI MATERIALI: LEGGI E NORMATIVE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.P.C. DELLA PROVINCIA DI BARI ORDINE

Dettagli

LA TERMOGRAFIA. Strumenti di misura Servizi Formazione

LA TERMOGRAFIA. Strumenti di misura Servizi Formazione LA TERMOGRAFIA La termografia IR è una tecnica di indagine non distruttiva (non sussistono alterazioni in seguito alla verifica) e non invasiva (non vi è contatto tra attrezzatura e oggetto da esaminare),

Dettagli

CERTIFICATO COLLAUDO STATICO COMUNE DI PROVINCIA DI BRINDISI COLLAUDO DELLE STRUTTURE IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO

CERTIFICATO COLLAUDO STATICO COMUNE DI PROVINCIA DI BRINDISI COLLAUDO DELLE STRUTTURE IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO CERTIFICATO COLLAUDO STATICO COMUNE DI PROVINCIA DI BRINDISI COLLAUDO DELLE STRUTTURE IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO D.P.R. n 380/01 s.m.i. art. 67 Lavori: Costruzione Progettista architettonico: con

Dettagli

Comune di CARMIANO. Provincia di LECCE PIANO DI MANUTENZIONE

Comune di CARMIANO. Provincia di LECCE PIANO DI MANUTENZIONE Comune di CARMIANO Provincia di LECCE PIANO DI MANUTENZIONE Struttura portante l ascensore della Scuola Primaria "Archimede Lecciso" via Stazione - Carmiano Sommario Il piano di manutenzione è il documento

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PERIZIA STATICA

RELAZIONE TECNICA PERIZIA STATICA ing. Riccardo Morello P.zza Vittorio Veneto, 14 10123 Torino Tel. 011/8141051-Fax 011/8158475 Spettabile Città di Torino VICE DIREZIONE GENERALE SERVIZI TECNICI, AMBIENTE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

Dettagli

SEMINARIO TECNICO DI ALTA FORMAZIONE

SEMINARIO TECNICO DI ALTA FORMAZIONE 25 Crediti Formativi (CFP) CNPI - Richiesti CFP ai Consigli Nazionali Ing. Arch. e Geom. II EDIZIONE organizza SEMINARIO TECNICO DI ALTA FORMAZIONE LA PROVA TERMOGRAFICA NEL SETTORE DELL INGEGNERIA CIVILE

Dettagli

CORSI DI CARATTERE METALLURGICO

CORSI DI CARATTERE METALLURGICO Via Valle Piana 80/28 CORSI DI CARATTERE METALLURGICO ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE DI ESAMI METALLOGRAFICI Tecnici di laboratorio e controllo qualità Nell ambito del controllo della qualità di componenti

Dettagli

LA DICHIARAZIONE DI IDONEITA STATICA (DIS) DEGLI EDIFICI

LA DICHIARAZIONE DI IDONEITA STATICA (DIS) DEGLI EDIFICI I Quaderni del RUE Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano LA DICHIARAZIONE DI IDONEITA STATICA (DIS) DEGLI EDIFICI Disposizione tecnico-organizzativa (DTO 4/2014)

Dettagli

2.5.3 PROVA ULTRASONICA

2.5.3 PROVA ULTRASONICA 2.5.3 PROVA ULTRASONICA Pag. 1 di 4 2.5.3 PROVA ULTRASONICA 1. Scopo La prova consente la determinazione delle caratteristiche elastico-dinamiche dei materiali costituenti l'opera in studio. Nello specifico

Dettagli

PROGETTO: Analisi conoscitiva. OGGETTO: Book per le indagini UMI 1 01.BK.03.01 C12002. Comune di Valtopina

PROGETTO: Analisi conoscitiva. OGGETTO: Book per le indagini UMI 1 01.BK.03.01 C12002. Comune di Valtopina COMUNE DI: Valtopina PROVINCIA DI: Perugia LAVORO: Progettazione, Direzione dei Lavori, Piano della sicurezza per l'intervento di completamento lavori di costruzione U.M.I. 1-2 del P.I.R. di Giove PROGETTO:

Dettagli

REQUISITI PROCESSO DI SALDATURA di cui al par. 11.3.4.5 delle NTC2008

REQUISITI PROCESSO DI SALDATURA di cui al par. 11.3.4.5 delle NTC2008 Requisito Travi PREM 2015 di cui al par. 11.3.4.5 delle NTC2008 Procedimento all arco elettrico (ammessi procedimenti diversi previa adeguata doc. tecnica e sperimentale) Qualifica (certificati) saldatori

Dettagli

MAMMUT. Muri di sostegno prefabbricati

MAMMUT. Muri di sostegno prefabbricati MAMMUT Muri di sostegno prefabbricati La gamma Mammut a sostegno della tua impresa mammut M Faccia vista mammut ME Cemerba mammut MP PIETRA mammut MK PIETRERBA mammut MT TOP Mammut Mammut è l ultima creazione

Dettagli

Programma «Scuola e uffici Sicuri»

Programma «Scuola e uffici Sicuri» Centro Italiano di Certificazione per le prove non distruttive e per i proc. Ind. Patrocinato: CNR ENEA ISPEL RINA - UNI Associazione Italiana Prove non Distruttive Monitoraggio e Diagnostica UNI 9712

Dettagli

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E LA TERMOGRAFIA TERMOGRAFIA IN AMBITO EDILE E ARCHITETTONICO LA TERMOGRAFIA IN ABITO EDILE ED ARCHITETTONICO INDICE: LA TEORIA DELL INFRAROSSO LA TERMOGRAFIA PASSIVA LA TERMOGRAFIA ATTIVA ESEMPI DI INDAGINI

Dettagli

Indagini diagnostiche sul costruito storico: problematiche e prospettive

Indagini diagnostiche sul costruito storico: problematiche e prospettive Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale «L. Vanvitelli» Corso di Caratteri costruttivi dell edilizia storica A.A. 2012/2013 Prof. arch. Francesco Miraglia

Dettagli

DATI, VERIFICHE ED ACCERTAMENTI NECESSARI PER LA REDAZIONE DEL CERTIFICATO DI IDONEITA STATICA/SISMICA Edifici in cemento armato

DATI, VERIFICHE ED ACCERTAMENTI NECESSARI PER LA REDAZIONE DEL CERTIFICATO DI IDONEITA STATICA/SISMICA Edifici in cemento armato DATI, VERIFICHE ED ACCERTAMENTI NECESSARI PER LA REDAZIONE DEL CERTIFICATO DI IDONEITA STATICA/SISMICA Edifici in cemento armato Sezione n 1- Informazioni amministrative: In tale sezione devono essere

Dettagli

PALI IN ACCIAIO IMMEDIATAMENTE ATTIVI. COSI REALIZZIAMO FONDAZIONI PROFONDE A BASSA INVASIVITÀ. Spesso ciò che non si vede è quello che conta.

PALI IN ACCIAIO IMMEDIATAMENTE ATTIVI. COSI REALIZZIAMO FONDAZIONI PROFONDE A BASSA INVASIVITÀ. Spesso ciò che non si vede è quello che conta. PALI IN ACCIAIO IMMEDIATAMENTE ATTIVI. COSI REALIZZIAMO FONDAZIONI PROFONDE A BASSA INVASIVITÀ. Spesso ciò che non si vede è quello che conta. CEDIMENTI NELLE FONDAZIONI? Crepe e fessurazioni sui muri

Dettagli

PALI IN ACCIAIO IMMEDIATAMENTE ATTIVI. COSI REALIZZIAMO FONDAZIONI PROFONDE A BASSA INVASIVITÀ. Spesso ciò che non si vede è quello che conta.

PALI IN ACCIAIO IMMEDIATAMENTE ATTIVI. COSI REALIZZIAMO FONDAZIONI PROFONDE A BASSA INVASIVITÀ. Spesso ciò che non si vede è quello che conta. PALI IN ACCIAIO IMMEDIATAMENTE ATTIVI. COSI REALIZZIAMO FONDAZIONI PROFONDE A BASSA INVASIVITÀ. Spesso ciò che non si vede è quello che conta. CEDIMENTI NELLE FONDAZIONI? Crepe e fessurazioni sui muri

Dettagli

00:00:00 00:01:00 00:02:00 00:03:00 00:04:00

00:00:00 00:01:00 00:02:00 00:03:00 00:04:00 ACQUA E UMIDITA : PROBLEMI DEL PASSATO TECNICHE DI ASCIUGATURA E RICERCA GUASTI 00:00:00 00:01:00 00:02:00 00:03:00 00:04:00 impatto prime misure di emergenza 00:00:00 00:01:00 QUANDO L ACQUA FA DANNI...

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Ponti termici e Serramenti. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Ponti termici e Serramenti. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Ponti termici e Serramenti Novembre 2011 Cosa sono i ponti termici I Ponti Termici sono punti o zone dove il comportamento termico dell edificio è diverso

Dettagli

CONTROLLI, VERIFICHE E COLLAUDO STATICO DELLE OPERE IN C.A.

CONTROLLI, VERIFICHE E COLLAUDO STATICO DELLE OPERE IN C.A. II EDIZIONE Crediti Formativi (CFP): 25 CNPI organizzano il CORSO DI ALTA FORMAZIONE CONTROLLI, VERIFICHE E COLLAUDO STATICO DELLE OPERE IN C.A. con certificazione di Livello 2 (rif. UNI EN 9712) nella

Dettagli

MANUALE DI MANUTENZIONE

MANUALE DI MANUTENZIONE Comune di Lavello Provincia di Potenza PIANO DI MANUTENZIONE MANUALE DI MANUTENZIONE (Articolo 38 D.P.R. 207/10) OGGETTO: Lavori di consolidamento a valle del fabbricato della Protezione Civile COMMITTENTE:

Dettagli

COMUNE DI RIMINI DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA Via Rosaspina, 21 - Tel. 0541-704897 fax 704932 - C.F. / P. IVA.

COMUNE DI RIMINI DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA Via Rosaspina, 21 - Tel. 0541-704897 fax 704932 - C.F. / P. IVA. COMUNE DI RIMINI DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA Via Rosaspina, 21 - Tel. 0541-704897 fax 704932 - C.F. / P. IVA. 00304260409 PROGETTO ESECUTIVO Relativo a: Intervento finalizzato al Miglioramento

Dettagli

METAL SERVICES GROUP www.metalservices.it www.labmet.it www.ndtservices.it. Your Business Partner In Testing And Inspection

METAL SERVICES GROUP www.metalservices.it www.labmet.it www.ndtservices.it. Your Business Partner In Testing And Inspection METAL SERVICES GROUP www.metalservices.it www.labmet.it www.ndtservices.it Your Business Partner In Testing And Inspection METAL SERVICES GROUP COMPANY PROFILE 2 Laboratori di Prova in ITALIA 1 Laboratori

Dettagli

Introduzione alla termografia

Introduzione alla termografia Introduzione alla termografia La TERMOGRAFIA IR è una tecnica diagnostica assolutamente non distruttiva che, misurando la radiazione infrarossa emessa da un corpo, è in grado di determinarne la temperatura

Dettagli

[LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI]

[LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI] 2014 PROGETTARE BIOEDILE Giovanni Tona [LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI] Analisi delle cause delle più frequenti lesioni presenti negli edifici con struttura in cemento armato, e metodi di

Dettagli

2 SICUREZZA E PRESTAZIONI ATTESE 2.1 PRINCIPI FONDAMENTALI

2 SICUREZZA E PRESTAZIONI ATTESE 2.1 PRINCIPI FONDAMENTALI 2 SICUREZZA E PRESTAZIONI ATTESE 2.1 PRINCIPI FONDAMENTALI Le opere e le componenti strutturali devono essere progettate, eseguite, collaudate e soggette a manutenzione in modo tale da consentirne la prevista

Dettagli

INDAGINE TERMOGRAFICA

INDAGINE TERMOGRAFICA Pag. 1 di 6 INDAGINE TERMOGRAFICA 1. Scopo La visione Termografica di un oggetto è la riproduzione istantanea tramite grafica computerizzata (a colori o in bianco e nero) della mappa delle temperature

Dettagli

Pratica di Certificazione energetica e Acustica in edilizia

Pratica di Certificazione energetica e Acustica in edilizia Pratica di Certificazione energetica e Acustica in edilizia Concetti e spunti applicativi 1 Ing. Roberto Callegari Tecniche Strumentali per la Diagnosi Energetica INTRODUZIONE 2 Una adeguata conoscenza

Dettagli

Nel presente piano di manutenzione le opere sono state suddivise in due distinti capitoli:

Nel presente piano di manutenzione le opere sono state suddivise in due distinti capitoli: PREMESSA Il presente Piano di manutenzione, redatto ai sensi dell art 38 del D.P.R. 207/2010, ha lo scopo sia di dare indicazione sul corretto utilizzo delle opere effettivamente realizzate, che di pianificare

Dettagli

CERTIFICATO DI COLLAUDO delle strutture in conglomerato cementizio armato (Legge 5.11.1971, n. 1086 - Legge 2.2.1974, n. 64 - Legge Regionale...

CERTIFICATO DI COLLAUDO delle strutture in conglomerato cementizio armato (Legge 5.11.1971, n. 1086 - Legge 2.2.1974, n. 64 - Legge Regionale... CERTIFICATO DI COLLAUDO delle strutture in conglomerato cementizio armato (Legge 5.11.1971, n. 1086 - Legge 2.2.1974, n. 64 - Legge Regionale...) Il progetto architettonico delle opere in collaudo per

Dettagli

Premessa Perché una Analisi Energetica

Premessa Perché una Analisi Energetica AUDIT ENERGETICO LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI CON L AUSILIO DELLE ANALISI TERMOGRAFICHE PER INDIVIDUARE SOLUZIONI DI RISPARMIO ENERGETICO E DI RISPARMIO DELLE MANUTENZIONI Premessa Perché

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI RIMINI. Edilizia e industriale

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI RIMINI. Edilizia e industriale ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI RIMINI Edilizia e industriale CORSO di TERMOGRAFIA di 1 +2 LIVELLO in conformità alle norme UNI EN 473 e ISO 9712 (Codice Corso Congenia: AC15.09) Rimini il 6-7-8-13-14

Dettagli

Sistema costruttivo ANPELWALL

Sistema costruttivo ANPELWALL Sistema costruttivo ANPELWALL Murature rinforzate in Lecablocco per edifici industriali e del terziario Guida alla progettazione ANPEL WALL Murature Certificate e Calcolate MURATURE IN LECABLOCCO nell

Dettagli

Piano di Manutenzione delle Parte Strutturale dell Opera

Piano di Manutenzione delle Parte Strutturale dell Opera Piano di Manutenzione delle Parte Strutturale dell Opera (Ai sensi del D.M. 14.01.2008, art. 10.1) 1. Premessa Il presente Piano di manutenzione è relativo alle opere strutturali da eseguire per il ripristino

Dettagli

Operating Manual: Pull-Off DRT100. Manuale Operativo PULL - OUT DRG-100

Operating Manual: Pull-Off DRT100. Manuale Operativo PULL - OUT DRG-100 Manuale Operativo PULL - OUT DRG-100 1. Avvertenze Generali Questo manuale d uso contiene norme di sicurezza nonché le istruzioni necessarie per l utilizzo del Pull-Out DRG 100. Per trarre il massimo vantaggio

Dettagli

Controlli Non. Distruttivi Ultrasuoni. (Non Destructive Testing) MaGyc Innovation in Engineering GPTI. Gruppo Professionale Tecnica / Industria

Controlli Non. Distruttivi Ultrasuoni. (Non Destructive Testing) MaGyc Innovation in Engineering GPTI. Gruppo Professionale Tecnica / Industria Controlli Non Distruttivi Ultrasuoni (Non Destructive Testing) sia GPTI Gruppo Professionale Tecnica / Industria MaGyc Innovation in Engineering Ultrasuoni Teoria Ultrasuoni Suono la cui frequenza è al

Dettagli

nazionale e metodologia didattica all avanguardia fanno dei nostri percorsi formativi

nazionale e metodologia didattica all avanguardia fanno dei nostri percorsi formativi Beta Formazione opera nel settore dell aggiornamento professionale e della formazione continua con l obiettivo di arricchire i curricula dei professionisti alle prese con un panorama lavorativo in rapido

Dettagli

www.kappazeta.it PALI IN ACCIAIO IMMEDIATAMENTE ATTIVI.

www.kappazeta.it PALI IN ACCIAIO IMMEDIATAMENTE ATTIVI. www.kappazeta.it PALI IN ACCIAIO IMMEDIATAMENTE ATTIVI. CREPE E CEDIMENTI NELLE FONDAZIONI? DA KAPPAZETA MATERIALI E TECNICHE AVANZATE PER LE VOSTRE ESIGENZE DI CONSOLIDAMENTO COME SI OTTIENE IL MIGLIOR

Dettagli

Lezione. Tecnica delle Costruzioni

Lezione. Tecnica delle Costruzioni Lezione Tecnica delle Costruzioni 1 Azioni sulle costruzioni Classificazione Un modello completo di una azione descrive diverse proprietà di una azione: intensità posizione direzione durata interazione

Dettagli

Report termografia Grand Hotel S. Pellegrino Terme (BG)

Report termografia Grand Hotel S. Pellegrino Terme (BG) Report termografia Grand Hotel S. Pellegrino Terme (BG) Metodo di indagine termografica La termografia all'infrarosso è una particolare tecnica telemetrica in grado di determinare, con notevole risoluzione

Dettagli

Alessandra Marini QUALIFICAZIONE DI MATERIALI E PRODOTTI PER USO STRUTTURALE SECONDO DM 14.01.2008

Alessandra Marini QUALIFICAZIONE DI MATERIALI E PRODOTTI PER USO STRUTTURALE SECONDO DM 14.01.2008 Muratura portante Alessandra Marini Università degli Studi di Brescia QUALIFICAZIONE DI MATERIALI E PRODOTTI PER USO STRUTTURALE SECONDO DM 14.01.2008 Laboratorio Prove Materiali Dipartimento di Progettazione

Dettagli

MAPPATURA DEL SOTTOSUOLO INDAGINI GEORADAR

MAPPATURA DEL SOTTOSUOLO INDAGINI GEORADAR I.G.R. SRL Via Adriatica n. 111/g 06135 Perugia (Italy) Ph: +39 075 7910039 Fx: +39 075 5977527 n.berardi@igrsrl.com www.igrsrl.com MAPPATURA DEL SOTTOSUOLO INDAGINI GEORADAR Dott. Geol. Nicola Berardi

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI

F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Tiziano Lucca Indirizzo Via Enrico Degli Scrovegni 7 35131 Padova Telefono 049 651674 - cell. 3482234125

Dettagli

Tecniche e metodologie diagnostiche non-invasive. Termografia IR. Cristiano Riminesi

Tecniche e metodologie diagnostiche non-invasive. Termografia IR. Cristiano Riminesi Tecniche e metodologie diagnostiche non-invasive Termografia IR Cristiano Riminesi Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto per la Conservazione e Valorizzazione dei Beni Culturali Firenze Pag. 2 di

Dettagli

UNI EN ISO 3834. Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici. info@marcelomartorelli.mobi

UNI EN ISO 3834. Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici. info@marcelomartorelli.mobi UNI EN ISO 3834 Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici Introduzione alle norme UNI EN ISO 3834:2006 Perché considerare la UNI EN ISO 3834:2006 nella propria azienda?

Dettagli

CITTÀ DI VIBO VALENTIA SETTORE 5 - TECNICO Nuove Opere Manutenzione Reti e Servizi Manutenzione Esterna

CITTÀ DI VIBO VALENTIA SETTORE 5 - TECNICO Nuove Opere Manutenzione Reti e Servizi Manutenzione Esterna CITTÀ DI VIBO VALENTIA SETTORE 5 - TECNICO Nuove Opere Manutenzione Reti e Servizi Manutenzione Esterna POR Calabria FESR 2007/2013 POC Calabria 2007/2013 dgr 234 del 27.06.2013- ASSE VIII Città- Obiettivo

Dettagli

PROGETTO: Analisi conoscitiva. OGGETTO: Book per le indagini UMI 2 01.BK.04.01 C12002. Comune di Valtopina

PROGETTO: Analisi conoscitiva. OGGETTO: Book per le indagini UMI 2 01.BK.04.01 C12002. Comune di Valtopina COMUNE DI: Valtopina PROVINCIA DI: Perugia LAVORO: Progettazione, Direzione dei Lavori, Piano della sicurezza per l'intervento di completamento lavori di costruzione U.M.I. 1-2 del P.I.R. di Giove PROGETTO:

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE DELLA PARTE STRUTTURALE DELL OPERA

PIANO DI MANUTENZIONE DELLA PARTE STRUTTURALE DELL OPERA BIENN ANNU PIANO DI MANUTENZIONE DELLA PARTE STRUTTUR DELL OPERA Il seguente PIANO DI MANUTENZIONE DELLA PARTE STRUTTUR DELL OPERA contiene l elenco delle operazioni di manutenzione ordinaria da effettuare

Dettagli

Il ruolo di sorveglianza in saldatura del Direttore Lavori nei cantieri edili

Il ruolo di sorveglianza in saldatura del Direttore Lavori nei cantieri edili 75 Convegno ATE - ASSOCIAZIONE TECNOLOGI PER L EDILIZIA: Il ruolo di sorveglianza in saldatura del Direttore Lavori nei cantieri edili Materiale a cura di: DOTT. ING. CARMELO CATALANO (AREA SALDATURA AQM:

Dettagli

DALLE FUNZIONI AL PRODOTTO

DALLE FUNZIONI AL PRODOTTO DALLE FUNZIONI AL PRODOTTO Funzioni PROGETTAZIONE Specifiche Materie prime / Componenti PRODUZIONE Prodotto DALLE FUNZIONI AL PRODOTTO Progettazione del componente: materiale macro geometria micro geometria

Dettagli

INFOSYS S.r.l. - Via Castromediano, 133-70126 Bari tel 080.2022050 fax 080.5531734 e-mail: infosys@hsnet.it sito: www.e-infosys.it

INFOSYS S.r.l. - Via Castromediano, 133-70126 Bari tel 080.2022050 fax 080.5531734 e-mail: infosys@hsnet.it sito: www.e-infosys.it INFOSYS S.r.l. - Via Castromediano, 133-70126 Bari tel 080.2022050 fax 080.5531734 e-mail: infosys@hsnet.it sito: www.e-infosys.it DESCRIZIONE GENERALE Software di calcolo strutturale, per il progetto

Dettagli

Composizione degli acciai Conoscere bene per comprare meglio

Composizione degli acciai Conoscere bene per comprare meglio Composizione degli acciai Conoscere bene per comprare meglio Manuele Dabalà Dip. Ingegneria Industriale Università di Padova Introduzione Cos è l acciaio? Norma UNI EN 10020/01 Materiale il cui tenore

Dettagli