Oggi. Algeria Angola Bulgaria Cina India Italia Laos Lesotho Malawi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Oggi. Algeria Angola Bulgaria Cina India Italia Laos Lesotho Malawi"

Transcript

1

2

3

4 Cmc nel mondo Ieri Oggi Botswana Burkina Faso Colombia Costa d Avorio Egitto Eritrea Etiopia Filippine Francia Germania Iran Malesia Somalia Sudan Swaziland Taiwan Tanzania Zimbabwe Algeria Angola Bulgaria Cina India Italia Laos Lesotho Malawi Mozambico Repubblica Ceca Singapore Sud Africa Tailandia Usa

5 Sedi Cmc Italia Sede Legale Ravenna via Trieste 76 tel fax Ufficio di Roma Roma via L. Bissolati 76 tel fax Ufficio di Milano Milano Torre Velasca 4 piano piazza Velasca 5 tel fax Estero Algeria Cmc Algeria Branch Cmc Ravenna Eurl Lotissement El Feth 9 Sable Rouges, El Biar, Algeri tel fax Angola Cmc Sucursal de Angola Estrada de Benfica, Lar do Patriota ao km.1, Luanda tel fax Bulgaria Cmc di Ravenna Sofia Branch Arsenalski Blv. 5, Sofia tel fax Cina Cmc Cina Branch Room 802, Moer Building A 60, Chuncheng Road Kunming City Yunnan Province tel fax Cmc Company Cantiere Yin Tao Neiguanying Village Dingxi County Gansu Province tel fax Francia Cmc di Ravenna France Sarl 15 Rue Taitbout, Parigi tel fax India Cmc di Ravenna India Representative Office Regus Platina Level 9 Platina C59 G Block Bandra Kurla Complex Bandra East Mumbai, tel. +91(0) Laos Cmc Laos Branch House number 122 Unit 05, Saphanthongtai Village, Sisattanak District, Vientiane tel Lesotho Cmc Botjheng Joint Venture Lndc Building Block D, Level 9 Kingsway Road Maseru tel /1184 Malawi Cmc Malawi Branch Unit House, Victoria Avenue, Blantyre tel fax Mozambico Cmc Maputo Branch Companhia Imobiliaria Moçambicana Lda Cmc Africa Austral Lda Madeiras Preciosas do Moçambique Lda Profuro Internacional Lda Sulbrita Lda Avenida da Namaacha Km. 6, Matola tel fax Singapore Cmc di Ravenna Singapore Branch 11 A Tampines Avenue 1 Singapore tel fax Sud Africa Cmc Sud Africa Branch Side Investments (Pty) Ltd Atlas Road, Denel North Entrance, 2r Building, Denel Aviation, Kempton Park Johannesburg tel fax Dunrose Investments (Pty) Ltd Moreside Investments (Pty) Ltd Sidebar Manufacturing (Pty) Ltd 10 Winter Street, Industrial Area, P. P. Box 586 Barberton 1300, R.S.A. tel fax Tailandia Cmc di Ravenna Thailand Representative Office 209 K Tower (Tower A) 10th Floor, Sukhumvit 21 Road (Asoke), Klongtoey Nuea, Watthana Bangkok tel Usa Lm Heavy Civil Construction, Llc 10 Commerce Way Westford, Ma tel fax

6 Sommario 5 Specializzazioni del Gruppo Cmc 5 Struttura del Gruppo Cmc 7 Organi sociali e Comitati 9 Principali dati del Gruppo Cmc Relazione sulla gestione Principali eventi del periodo Quadro di riferimento Risultati esercizio Situazione finanziaria Liquidità Patrimonio netto e prestito sociale Portafoglio Ordini Risorse umane Principali progetti in corso di realizzazione Attività diversificate Gestione del rischio Operazioni infragruppo Politiche Sociali Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio Evoluzione prevedibile della gestione Conclusioni Bilancio consolidato Stato Patrimoniale e Conto Economico Nota Integrativa Allegati Relazione del Collegio Sindacale Relazione della Società di Revisione Bilancio d esercizio Stato Patrimoniale e Conto Economico Nota Integrativa Allegati Relazione del Collegio Sindacale Relazione della Società di Revisione 164 Focus Sociale 2011

7 Specializzazioni del Gruppo Cmc Il Gruppo Cmc opera nel settore dei grandi progetti infrastrutturali. Le sue specializzazioni sono le seguenti: Trasporti Strade, autostrade. Gallerie, ponti e viadotti. Ferrovie e metropolitane. Aeroporti. Opere idrauliche ed irrigue Dighe. Impianti idroelettrici. Gallerie. Acquedotti. Canali di irrigazione. Ecologia ed ambiente Impianti di depurazione e trattamento acque. Impianti di potabilizzazione. Fognature. Trattamento rifiuti tossici nocivi. Edilizia Edilizia civile e sociale (ospedali, case, scuole, edifici sportivi). Edilizia direzionale e terziaria (ipermercati, centri commerciali, edifici postali). Complessi turistici ed alberghieri. Opere industriali (centrali energetiche, silos). Restauri e recuperi. Opere portuali e marittime Difesa della costa, moli e banchine, dragaggi. Progetti di sviluppo integrato del territorio Struttura del Gruppo Cmc 5

8

9 Organi sociali e comitati Consiglio di Amministrazione * Presidente Massimo Matteucci Vice Presidente Maurizio Fucchi Amministratore Delegato Dario Foschini Consiglieri Claudio Bandini Grazia Benazzi Marco Bulgarelli Marcello Cacucciolo Lorenzo Cottignoli Fausto Gatti Valerio Giuliani Fabio Monti Sergio Palazzo Sandra Trampetti Collegio sindacale * Presidente Gian Luca Bandini Sindaci effettivi Maurizio Rivalta Gian Marco Venturi Società di Revisione Deloitte & Touche Spa Organismo di vigilanza ex art. 6 D.Lgs. 231/2001 Presidente Gian Luca Bandini Membri Grazia Benazzi Riccardo Suprani Comitato Strategico Presidente Massimo Matteucci Amministratore Delegato Dario Foschini Direttore Generale Roberto Macrì * In carica fino all approvazione del bilancio al 31 dicembre In carica per il triennio

10

11 Principali dati del Gruppo Cmc Foto pag. 6-8, > Primo Maxilotto SS640 di Porto Empedocle (Sicilia) Lavori di adeguamento a quattro corsie della superstrada Ss 640 di Porto Empedocle tratto Agrigento-Caltanissetta. 9

12 10

13 11

14 12

15

16 1.0 Relazione sulla gestione 2011 Signori Soci, Signori Invitati, innanzitutto Vi ringraziamo per la partecipazione a questa Assemblea, convocata per l esame e l approvazione del bilancio d esercizio e del bilancio consolidato della Cooperativa Muratori & Cementisti - Cmc di Ravenna per l esercizio Desideriamo rivolgere un saluto particolare ai rappresentanti delle Istituzioni e delle Organizzazioni economiche, sociali e politiche, la cui presenza in questa sede conferma la grande attenzione rivolta alle vicende della nostra Cooperativa. Cmc ricopre da sempre un ruolo di primaria importanza per la nostra comunità; ruolo che intendiamo rafforzare, nell interesse non solo del nostro sviluppo, ma anche di quello dell intero territorio. In considerazione della complessità dei progetti nei quali siamo impegnati in Italia ed all Estero, nonché dei tempi necessari per la redazione del Bilancio Consolidato (art. 40 del D.L. n. 127 del 9 Aprile 1991) l Assemblea, usufruendo della facoltà concessa dallo Statuto e dal Codice Civile (art. 2364), ha luogo entro sei mesi dalla chiusura dell esercizio. Il bilancio consolidato dell intero Gruppo per l esercizio 2011 ha confermato sostanzialmente le attese con un valore della produzione di 900,0 milioni ed un utile al lordo delle imposte di 24,3 milioni, mentre gli stessi valori riferiti alla sola Cooperativa sono rispettivamente pari a 735,3 milioni e ad 21,8 milioni. Il portafoglio di circa 3,2 miliardi, un livello sostenibile di indebitamento e la continuità dei risultati positivi ci consentono di guardare al futuro con ragionevole ottimismo, anche considerando le iniziative promozionali in corso e l andamento generale dei contratti nei quali stiamo attualmente operando. 1.1 Principali eventi del periodo I principali eventi del 2011, sinteticamente, sono stati i seguenti: A livello consolidato di Gruppo, il volume della produzione si è attestato, come detto, a 900,0 milioni con una variazione positiva di 94,2 milioni rispetto al Il core business delle Costruzioni, al netto di rifatturazioni, capitalizzazioni e componenti straordinari, ha realizzato un valore della produzione di 815,0 milioni, facendo registrare un incremento sui valori del 2010 di circa 61,5 milioni, imputabile alle attività svolte in Italia per 36,1 (+10%) ed all estero per 25,4 (+6%). Il risultato operativo consolidato al lordo degli ammortamenti (Ebitda) passa da 77,0 milioni a 97,0 milioni. L utile ante imposte di 24,3 milioni ( 20,2 milioni nel 2010) conferma i risultati del comparto costruzioni ( 24,1 milioni contro 18,1 milioni del 2010) influenzando anche il risultato netto che si attesta ad 13,0 milioni ( 12,6 milioni nel 2010). Il cash flow di 74,5 milioni ha influito positivamente sull indebitamento, anche se risulta ancora un po appesantito dai lunghi tempi per la soluzione di alcune pendenze con i committenti sia in Italia che all Estero. Con acquisizioni per circa milioni, il portafoglio al 31 Dicembre 2011 è di circa 3,2 miliardi ( 3,0 miliardi a fine 2010). Fra le principali aggiudicazioni del 2011 vanno menzionate: Italia realizzazione del nuovo polo scolastico in località Villamarina, nel comune di Cesenatico, 14

17 mediante locazione finanziaria di opere pubbliche (c.d. Leasing costruendo) in favore dell Ati Cmc di Ravenna - Iter di Lugo - Monte dei Paschi di Siena, oltre al gruppo di progettazione formato da Mta Associati d Milano, Mczero di Cremona e Laila Filippi di Rimini per un valore complessivo di 9 milioni (quota Cmc 51%); progettazione esecutiva dell opera sistema tangenziale di Forlì, tangenziale est, 4 lotto - tratto compreso tra via Ravegnana e via Mattei a Forlì per un importo complessivo di 22 milioni; intervento urgente di approfondimento dell avamporto di Porto Corsini per garantire la navigabilità del Porto Canale e l accesso in sicurezza al Terminal crociere per un importo complessivo di 9 milioni (quota Cmc 55%); il 12 Aprile è stato firmato l atto conclusivo per l acquisizione di un ramo di azienda da Cmr - Cooperativa Muratori Riuniti Soc. Coop. a r.l. in liquidazione relativo ai c.d. lavori Nato. L acquisto è avvenuto con l espletamento di tutte le formalità legali e amministrative necessarie alla situazione di concordato preventivo a cui erano assoggettati. In data 19 Aprile 2011 è stata revocata l ammissione al concordato preventivo con conseguente apertura della procedura fallimentare; su tale procedura pende il ricorso in appello promosso da Cmr. Cmc acquisisce così un portafoglio del valore di 20 milioni circa relativo ai lavori di costruzione e manutenzione delle opere civili nelle basi militari americane di Aviano, Napoli e Vicenza; l Associazione Temporanea di Imprese composta da Cmc (65%) e Acc di Cervia (35%) realizzerà i lavori per la messa in sicurezza dell incrocio tra la strada statale Adriatica e la 71 bis che collega Cervia a Cesena. L Ati è infatti l impresa esecutrice dei lavori nominata dal Ccc di Bologna a cui è stato aggiudicato l appalto integrato per la progettazione e l esecuzione del primo stralcio funzionale delle opere che ridisegneranno l ingresso sud di Pinarella con la soppressione di passaggi a livello e la contemporanea creazione di un sottopasso e di due grandi rotonde. Il progetto, per un importo al netto del ribasso di 7,1 milioni di euro, è inserito nel programma triennale delle opere pubbliche del Comune di Cervia ed è finanziato dall Anas, dalla Regione Emilia-Romagna, da Rfi, dalla Provincia e dal Comune; nel mese di Ottobre Cmc si è aggiudicata il primo appalto per l Expo 2015, relativo alla pulizia ed allo sgombero dell area (rimozione delle interferenze), con un offerta di 58,8 milioni, a cui vanno sommati 6,8 milioni di oneri per la sicurezza, che portano il totale dei lavori affidati a quota di 65 milioni. I lavori sono il primo passo per l avvio della realizzazione del sito che ospiterà l Expo; i lavori sono stati avviati a fine 2011 e dureranno circa due anni; affidamento della progettazione e realizzazione dell Impianto di potabilizzazione della Standiana a Fosso Ghiaia. Il nuovo impianto di potabilizzazione è costituito da tutte le sezioni di trattamento necessarie al processo, dai relativi fabbricati, manufatti ed opere accessorie e di completamento, comprese la viabilità e la sistemazione dell area destinata all impianto. L ente appaltante è la Romagna Acque Forlì e l ammontare complessivo dell opera è pari a circa 30 milioni di euro (quota Cmc 60%); contratto di appalto relativo ai Lavori di costruzione del Molo Foraneo di sopraflutto nell ambito di lavori di 3 fase delle opere a mare del Porto di Ancona per un importo di euro 56 milioni ed una durata di 900 giorni complessivi. Il molo di sopraflutto avrà una lunghezza complessiva di circa metri , e sarà costituito da un nucleo interno di pietrame (5-500 kg), imbasato su uno scanno di spessore variabile, costituito anch esso da pietrame. La sezione del nucleo avrà forma trapezia e scarpate con pendenza 3/2 su ambo i lati. Il nucleo sarà ricoperto da uno strato filtro dello spessore di 1,60 metri, costituito da scogli con peso compreso tra kg. 15

18 1.0 Relazione sulla gestione 2011 Estero realizzazione di due lotti della metropolitana di Singapore per complessivi 250 milioni. Il primo lotto è costituito da metri di linea a doppia canna per una lunghezza totale di tunnel pari a metri. Il secondo lotto prevede la realizzazione di metri di linea, sempre a doppia canna, e dunque per una lunghezza complessiva di metri. Ciascuno dei due lotti comporta inoltre la costruzione di una stazione a 23 metri sotto il piano di campagna. I tunnel verranno scavati con sei Tbm, quattro delle quali verranno messe a disposizione dal committente (Land Transport Authority); realizzazione di lavori stradali in Mozambico relativi a tre contratti stipulati con il committente Mca (Millenium Challange Account) Mocambique per un importo complessivo di 96 milioni; costruzione del primo lotto dell autostrada Maritza da Orizovo a Dimitrovgrad in Bulgaria per un valore complessivo di 68 milioni (quota Cmc 60%) per conto dell Agenzia Nazionale per le Infrastrutture Stradali Bulgare. L opera che è parte della rete di trasporto Pan-europea e che una volta terminata collegherà l autostrada con il confine bulgaro-turco, è finanziata dal Fondo di coesione europeo e da Fondi statali bulgari; realizzazione di un tunnel di 13,8 km nella provincia di Qinghai nella Cina centrale per un valore di circa 39 milioni. Il tunnel che servirà per l alimentazione idrica del capoluogo provinciale Xining verrà realizzato con una macchina per scavo meccanizzato (Tbm). Il lavoro sarà completato in 43 mesi. Con questo contratto Cmc consolida la sua presenza ventennale in Cina dove è al momento l unica azienda di costruzioni italiana presente nel mercato locale; la nostra società controllata americana Lm Heavy Civil Construction ha recentemente sottoscritto due contratti relativi a lavori di sviluppo urbano nella zona Outfall Somerville - Assembly Square nel New England per un importo complessivo di 10,3 milioni di dollari e un contratto con Mbta (Massachusetts Bay Transportation Authority) relativo al rifacimento della stazione ferroviaria Littleton Station, alla periferia di Boston, per un importo di 7,6 milioni di dollari; in occasione dell apertura delle celebrazioni dei 110 anni di attività della nostra Cooperativa, l 8 Gennaio il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha fatto visita alla nostra sede di Ravenna per partecipare all iniziativa insieme a tutti i soci e dipendenti; l Assemblea dei Soci del 26 Febbraio 2011 ha approvato il Piano Triennale ; il 2 Aprile si è svolta, con la partecipazione di numerose autorità e di operatori del settore, la cerimonia di inaugurazione del Mercato Agro Alimentare Siciliano di Catania. La data di apertura del Maas era già stata anticipata il 22 Gennaio dal Presidente della Regione Sicilia Raffaele Lombardo nel corso della presentazione ufficiale della nuova struttura che, su uno Spazio di 110 ettari di superficie, si avvia ora ad ospitare, nelle moderne gallerie commerciali realizzate, i mercati ortofrutticolo, ittico e florovivaistico, oltre a piattaforme di distribuzione e celle frigo; nel mese di Aprile è stata portata a termine l acquisizione della società Lm Heavy Civil Construction, Llc, con sede nei pressi di Boston, Usa. La società, che opera nel settore della costruzione di piccole infrastrutture ed urbanizzazioni nel Massachusetts e nel New England, realizza un fatturato di circa 25 milioni di dollari ed occupa circa 50 dipendenti; è stato stipulato un contratto preliminare tra Cmc e Porto Intermodale Spa - S.a.p.i.r. per l acquisto condizionato di una quota del 10% di partecipazione al nuovo di Terminal Containers Ravenna; nel mese di Maggio è stata costituita una nuova società, denominata Acr Srl, tra Sic e Acmar 16

19 con quote paritetiche, che opera nell ambito del territorio locale nel settore della produzione e commercializzazione di calcestruzzo e conglomerato bituminoso, lasciando a Sic solamente l estrazione e la commercializzazione di materiale inerte destinato al settore delle costruzioni edili. Questo progetto è teso a realizzare nuove sinergie tra le parti per uno sviluppo concreto delle attività legate al settore dei materiali da costruzione nel nostro territorio; il Consiglio di Amministrazione riunitosi il 25 Maggio ha ammesso 27 nuovi soci Cooperatori, il cui numero è passato, al netto delle dimissioni, dai 373 di fine 2010 a 392 di fine 2011; nel mese di Luglio, con delibera da parte del CdA di Stretto di Messina è avvenuta l approvazione del progetto definitivo riguardante l attraversamento stabile dello Stretto e la realizzazione della variante ferroviaria Cannitello. Le opere relative alla Variante ferroviaria di Cannitello hanno per oggetto una variante della lunghezza di circa metri dell esistente linea ferroviaria Salerno-Reggio Calabria - Palermo-Catania da realizzarsi in affiancamento al tracciato in quanto interferenza primaria la cui risoluzione è propedeutica alla costruzione della torre lato Calabria del Ponte sullo Stretto. Le attività, iniziate il 23 Dicembre 2009, sono in corso per la parte relativa all opera di protezione berlinese. Nel corso del mese di Settembre sono state preparate ed inviate le componenti progettuali agli enti interessati alla Conferenza ed alla Commissione della Conferenza dei Servizi; il 26 Ottobre 2011, in anticipo di circa sei mesi sui tempi contrattuali, Cmc di Ravenna ha completato con successo lo scavo dei 18,3 km di tunnel del Progetto Yintao, Provincia del Gansu, Cina. La Direzione di cantiere ha coordinato con professionalità l operazione di breakthrough che ha visto questa Tbm doppio scudata del diametro di metri 5,75 sforare con estrema precisione topografica nel punto previsto. Si conclude così la parte più rischiosa di questa nostra commessa in Cina che contribuirà senz altro ad accrescere le credenziali Cmc sia per la conferma della nostra capacità di scavo con tecnologia Tbm, sia per la non usuale lunghezza del tunnel, senza interruzioni; in Ottobre, dopo una sospensione durata 11 mesi su una canna e 17 mesi sull altra sono ripresi i lavori di scavo e consolidamento all imbocco lato Pontelatrave della galleria Cupigliolo a Colfiorito. La ripresa, conseguente all approvazione, da parte del committente Quadrilatero, della Perizia di Variante che si era resa necessaria a seguito di un imprevisto geologico, è stata formalizzata con l Ordine di Servizio dello scorso 6 Ottobre. Il tempo necessario per ripristinare le installazioni logistiche, gli impianti, le attrezzature, il personale e il giorno 18 Ottobre le attività di avanzamento sono riprese a pieno regime; Autostrade per l Italia, facendo seguito all accordo del 13 Maggio 2011 e avendo ricevuto le necessarie autorizzazioni di Anas e dell autorità Antitrust, ha finalizzato il 28 Novembre, la cessione del 69,1% del capitale detenuto in Società Autostrada Tirrenica Spa (Sat). A conclusione dell operazione il capitale di Sat risulta così ripartito: Autostrade per l Italia Spa (24,98%), Holcoa Spa (24,98%), Vianco Spa (24,98%), Banca Monte Paschi di Siena Spa (14,98%), Società Autostrada Ligure Toscana Spa - Gruppo Sias (9,99%), altri soci (0,09%). Il controvalore della cessione ammonta a 67,7 milioni di euro di cui circa 24,4 milioni pagati da Holcoa. Società Autostrada Tirrenica Spa (Sat) è concessionaria del tratto autostradale in esercizio A12 Livorno-Rosignano di circa 37 Km. La Società ha inoltre la concessione per realizzare il completamento dell A12 Livorno - Civitavecchia per circa 206 km, di cui un primo lotto di 4 chilometri tra Rosignano e S. Pietro in Palazzi è in corso di ultimazione. A Marzo 2011 è stato presentato ad Anas il progetto definitivo dell opera, che prevede un importo di investimenti stimato complessivamente in circa 2 miliardi di euro. Nel Consiglio di Amministrazione di Sat siedono anche Carlo Zini e Dario Foschini, rispettivamente presidente e amministratore delegato di Holcoa Spa; 17

20 1.0 Relazione sulla gestione 2011 il personale fisso al fine 2011 si attesta a 510 unità, mantenendosi sui livelli di fine 2010, dove si contavano 508 effettivi; nel corso del 2011 sono stati firmati nuovi contratti di finanziamento a medio termine per complessivi 55 milioni; come già ricordato in precedenza le celebrazioni dei 110 anni di Cmc si sono avviate con la visita presso la nostra azienda del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e si sono altrettanto degnamente concluse, con un importante appuntamento di riflessione sulla cooperazione. Si è svolto infatti ai primi di Dicembre a Ravenna, con il patrocinio di Cmc, il convegno internazionale dal significativo titolo La competizione positiva: le imprese cooperative tra regole di mercati e solidarietà. Presente, tra i vari ospiti internazionali, anche il Professor Zygmunt Bauman, illustre sociologo e filosofo proveniente dall Università di Leeds, per la prima volta in visita nella nostra città. 1.2 Quadro di riferimento Le attività del Gruppo nel settore delle costruzioni, in Italia e all estero, sono naturalmente influenzate dalle dinamiche congiunturali di cui è opportuno cogliere le principali tendenze. Non mancavano, a inizio 2011, e nonostante il permanere di un quadro di riferimento complesso e per molti versi indecifrabile, i segni di una ripresa in atto dell economia mondiale seppur più sostenuta nelle economie emergenti piuttosto che in quelle avanzate. Previsioni che in linea di massima si sono avverate, ma in un contesto di progressivo rallentamento economico che si è manifestato nella seconda metà dell anno a causa, soprattutto, delle tensioni finanziarie generate dalla crisi del debito dell eurozona. L intensità dell attacco dei mercati finanziari ha minacciato la stessa sopravvivenza dell Euro e l Italia, con il suo gigantesco debito pubblico e i suoi endemici ritardi, strutturali e infrastrutturali, si è trovata sul fronte più esposto della crisi fino a far temere un rischio default. Con queste premesse, non stupisce che pressoché tutte le previsioni indichino il 2012 come un anno poco brillante per l intera economia planetaria. Nello scorso mese di Gennaio, la Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale hanno rivisto al ribasso le stime della crescita del Pil mondiale nel 2012, collocandola attorno al 3,3%. Nel contempo, i due Istituti hanno confermato l area della Ue come il punto di maggiore debolezza e la principale causa del rallentamento degli stessi paesi in via di sviluppo i cui tassi di crescita, pur mantenendosi nettamente superiori a quelli del mondo avanzato, denunciano una sensibile flessione rispetto ai trend degli anni passati. Al riguardo, il caso più emblematico è la Cina la cui crescita, dopo essere stata per 8 anni superiore alle due cifre, è scesa al 9,2% nel 2011 e quest anno è collocata al disotto della soglia dell 8%, da sempre considerata come quella minima per evitare l instabilità politica e del mercato del lavoro. In ogni caso, i Brics si confermano - unitamente agli Usa, in ripresa anche se con ancora troppe frequenti oscillazioni soprattutto sul versante dell occupazione - i motori dell economia planetaria. Nell ultimo trimestre 2011, infatti, la Ue (sia a 17 che a 27) ha registrato un Pil negativo che ha ribadito la tendenziale deriva depressiva dell intera economia europea e certificato la recessione tecnica di diversi Paesi dell Area. Fa parte di questi ultimi l Italia che con il -0,7% del quarto trimestre espone, escludendo la Grecia, il risultato peggiore. Sono, peraltro, segni rivelatori delle difficoltà europee i riscontri della stessa Germania che, pur confermando su base annua un invidiabile crescita del 3% c.a. sul 2010, ha accusato negli ultimi 4 mesi del 2011 una flessione dello 0,2%. Una tendenza destinata a protrarsi per almeno gran parte del I paesi dell Unione Europea sono impegnati in severe manovre di correzione dei conti pubblici, con la speranza di stimolare i 18

21 consumi e gli investimenti grazie al ritorno della fiducia. Ma tutti i dati congiunturali sembrano, in questi primi mesi dell anno, volgere al peggio con cali della produzione generalizzati - uniche eccezioni Germania e Polonia - attorno al 4-6%, tant è che molti osservatori sottolineano la possibilità di rischi di peggioramento. Nel complesso, nel 2012 Unione e Eurozona sono date in recessione con una flessione del Pil stimata tra il -0,1% e il -0,5%. Solo nella seconda metà dell anno sono previsti i primi segni di inversione di tendenza. Entro un simile quadro generale di riferimento non sorprendono, in Italia, i dati Istat che certificano la continua e consistente perdita, soprattutto giovanile, di posti di lavoro e l espansione delle diseguaglianze e delle fasce di povertà né le più recenti previsioni che, nel 2012, danno il nostro Paese in recessione con una flessione del Pil oscillante fra il -1,3% e il -1,5% secondo il Ministero del Tesoro e il -2,2% secondo l Fmi. Fmi che, in fase di stesura di queste note, ha ipotizzato per l Italia il protrarsi della recessione anche nel 2013, mettendo in dubbio il conseguimento del pareggio di bilancio nei tempi programmati. I mali endemici dell Italia sono talmente noti e datati da non richiedere particolari richiami. È allora forse più opportuno soffermarsi su quella che nel paese è stata, indubbiamente, la principale discontinuità positiva del 2011 e, cioè, la costituzione del governo Monti a cui si è giunti sotto l autorevole guida del Presidente Napolitano. Il compito del Presidente Monti è obiettivamente arduo e non sono fin qui mancate, com era inevitabile, delle disparità di giudizio sul suo operato. In ogni caso, esso sta agendo secondo scelte e linee di azione efficaci le cui finalità non possono che essere condivise; gode del responsabile sostegno di un largo arco di forze politiche, dell appoggio incondizionato del Presidente Napolitano e di un ampia credibilità internazionale. E tutto ciò ha consentito di dotare il Paese di un credibile programma di riequilibrio delle finanze e dei conti pubblici e rappresenta, sicuramente, un decisivo e rassicurante passo in avanti rispetto alla situazione di ultima istanza degli ultimi mesi del L Italia ha così recuperato il ruolo che le compete nel contesto internazionale ed è auspicabile che esso possa essere speso per orientare l Europa verso politiche di sostegno alla ripresa che rimane la via maestra per risolvere veramente la crisi e contrastare la crescente disoccupazione. Quello della ripresa, peraltro, si propone come cruciale anche in Italia e con particolare riferimento al mercato delle costruzioni la cui crisi è proseguita nel 2011, registrando una flessione degli investimenti in valori reali del 3,5%, mentre è previsto un ulteriore calo del 2% nel Il Settore Nazionale delle Costruzioni ha conosciuto, negli ultimi anni, una contrazione degli investimenti pubblici del 30% c.a., il progressivo arresto dell edilizia privata e una perdita di circa posti di lavoro. Per ritornare ai volumi produttivi del 2007 servirebbero molti anni di crescita sostenuta. Durante la stesura di queste note, è stato presentato il piano rilancia-italia del Governo che promette una crescita del 5% del Pil nei prossimi 9 anni. Esso prevede, fra gli altri, anche una serie di misure per nuovi investimenti nelle grandi opere infrastrutturali. Proposte e provvedimenti che sarà possibile comprendere meglio nei prossimi mesi. Più in generale, è in corso un forte ridimensionamento della base produttiva in Europa e un suo trasferimento verso le nuove economie asiatiche. Nei Paesi occidentali, non è dunque ipotizzabile, nel breve termine, una ripresa degli investimenti in infrastrutture finanziati dalla spesa pubblica. Sono difficoltà che in Italia, a causa dei vincoli di bilancio e dei pesanti effetti su imprese e famiglie della stretta sul credito dovuta ai margini di manovra ristretti delle banche italiane, risultano ancora più pesanti. Al contrario, nelle principali economie emergenti, soprattutto in quelle dotate di una base industriale, 19

22 Relazione sulla gestione 2011 lo scarso peso del debito pubblico ha consentito forti politiche di spesa a sostegno della crescita. Per questo, l espansione nei mercati esteri per bilanciare il calo del mercato domestico è, ormai, un obiettivo di tutti i principali costruttori italiani. Il mercato italiano Le importanti commesse acquisite nel assicurano a Cmc un ampia copertura dei volumi produttivi previsti dal Piano industriale Al momento, l attività commerciale della cooperativa è dunque soprattutto orientata ai lavori da acquisire per le produzioni degli anni successivi, puntando soprattutto sulle specializzazioni e sulle capacità maturate. Confermata la ricerca di nuove opportunità con i grandi committenti privati nazionali e stranieri: Eni, Enel, Us Army ecc., per quanto riguarda gli appalti pubblici, Cmc sta spostando l interesse verso quei territori e quegli enti che, nei prossimi esercizi, disporranno di maggiori risorse finanziarie; in particolare, ci si sta impegnando in Lombardia che costituisce il principale mercato regionale. La consolidata presenza nel Sud del Paese e il riconosciuto impegno contro le infiltrazioni mafiose, inoltre, fanno di Cmc un interlocutore affidabile per gli Enti e le Istituzioni che debbono eseguire opere in ambienti socialmente difficili. Settore specialistico di interesse è poi quello dei Lavori Marittimi dove le esperienze maturate negli ultimi anni consentono all azienda di competere sull intero territorio nazionale. Ma la scelta più significativa di questi anni è stata quella dell ingresso nel settore delle concessioni autostradali non solo come costruttori, ma anche con un ruolo nella successiva fase di gestione delle infrastrutture. Dopo l ingresso nella concessione per la Tangenziale Esterna di Milano, Cmc ha partecipato, assieme alle principali cooperative di costruzioni, alla costituzione della società Holcoa Spa, che ha a sua volta acquisito il 25% della società concessionaria dell autostrada Livorno-Civitavecchia. In tal modo, le cooperative si propongono un ingresso da protagonisti in questo settore del mercato, facendo finalmente pesare nel mondo industriale e finanziario la loro capacità imprenditoriale. Un ultimo tema relativo al mercato italiano riguarda il settore immobiliare. Attorno al Cmc, per ottenere un risultato economico migliore di quello conseguibile con appalti di pura costruzione, si è riaffacciata su questo mercato, realizzando un centro commerciale a Catania, avviando alcune iniziative residenziali in Romagna e dotandosi di servizi interni idonei ad affrontare le tematiche del settore, oltre a quelle del project financing. La crisi del 2008 ha naturalmente rallentato gli investimenti che, al momento, sono limitati ad alcuni terreni e fabbricati concentrati, per lo più, in Romagna. Una scelta che, in questa fase, rappresenta un punto di forza nel rapporto con il mondo finanziario. La presenza nel comparto è mantenuta nella prospettiva di un suo rilancio che, anche se non potrà più ritornare ai livelli di redditività ante crisi, assicura comunque margini superiori a quelli tipici degli appalti pubblici. Il mercato estero L attività all estero è da sempre una componente determinante della leadership e del posizionamento di Cmc sul mercato. Le limitate dimensioni aziendali rispetto ai colossi internazionali, hanno imposto la focalizzazione su mercati e specializzazioni tecnologiche, a esempio gli scavi in sotterraneo, in cui è possibile far valere i vantaggi competitivi acquisiti. Tale affidabilità e le riconosciute 20

Somalia Swaziland Taiwan Tanzania Zimbabwe

Somalia Swaziland Taiwan Tanzania Zimbabwe Cmc nel mondo Ieri Oggi Burkina Faso Colombia Costa d Avorio Egitto Eritrea Etiopia Filippine Francia Germania Iran Malesia Somalia Swaziland Taiwan Tanzania Zimbabwe Algeria Angola Botswana Cina Italia

Dettagli

LE PRIME 50 IMPRESE DI COSTRUZIONE IN ITALIA. ANNO 2007 SCHEDA 7

LE PRIME 50 IMPRESE DI COSTRUZIONE IN ITALIA. ANNO 2007 SCHEDA 7 7.1 CMC CONSISTENZA ECONOMICO-FINANZIARIA E PROSPETTIVE DI CRESCITA 25 26 27 D%7/5 POSIZIONE 4 5 7 VALORE PRODUZIONE CONSOLIDATO 574.658 647.645 65.844 13,3 % ESTERA 33, 36, 33, VALORE PRODUZIONE NON CONS

Dettagli

cooperativa muratori cementisti ravenna

cooperativa muratori cementisti ravenna c. m. c. cooperativa muratori cementisti ravenna Cmc, Relazioni e Bilancio 2012 Cmc nel mondo Ieri Oggi Botswana Burkina Faso Colombia Costa d Avorio Egitto Eritrea Etiopia Filippine Francia Germania

Dettagli

Abstract Documento di Monitoraggio del PRIIM (oggetto della GR del 23 marzo 2015)

Abstract Documento di Monitoraggio del PRIIM (oggetto della GR del 23 marzo 2015) Abstract Documento di Monitoraggio del PRIIM (oggetto della GR del 23 marzo 2015) Grandi opere Le Autostrade. Proseguono i lavori di progettazione e realizzazione delle terze corsie dell Autostrada del

Dettagli

IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA NEI PRIMI 8 MESI DEL 2009

IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA NEI PRIMI 8 MESI DEL 2009 IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA NEI PRIMI 8 MESI DEL Estratto dall'osservatorio Congiunturale sull'industria delle costruzioni - Novembre NEI PRIMI 8 MESI DEL Le L analisi dei bandi di gara

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA

IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA ESTRATTO DALL OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI GIUGNO 2012 INDICE Il mercato del project

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Dicembre 213 Sommario IL MERCATO DEL PROJECT

Dettagli

I recenti interventi normativi per le infrastrutture: la Finanza di Progetto applicata ad un autostrada. Ilaria Bramezza

I recenti interventi normativi per le infrastrutture: la Finanza di Progetto applicata ad un autostrada. Ilaria Bramezza I recenti interventi normativi per le infrastrutture: la Finanza di Progetto applicata ad un autostrada Ilaria Bramezza 1. Il project financing Il project financing è una tecnica per la realizzazione di

Dettagli

Gefran, il CdA approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

Gefran, il CdA approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Gefran, il CdA approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Fatturato in crescita del 2,9% rispetto all anno precedente. EBITDA a 12,9 milioni di Euro, in aumento del 17% rispetto al 2013. EBIT

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DI ATTIVITA' E DI PROMOZIONE INDUSTRIALE (2015 2016 2017)

PROGRAMMA TRIENNALE DI ATTIVITA' E DI PROMOZIONE INDUSTRIALE (2015 2016 2017) PROGRAMMA TRIENNALE DI ATTIVITA' E DI PROMOZIONE INDUSTRIALE (2015 2016 2017) Relazione triennale di attività e di promozione industriale (2015-2016-2017) Piano economico preventivo pluriennale (2015-2016-

Dettagli

Siamo stati a Cisano Bergamasco, nel quartier

Siamo stati a Cisano Bergamasco, nel quartier Foto di Matteo Mottari Grandi opere VITALI, INVESTIRE E CREDERE NEL FUTURO PER CRESCERE OLTRE AL RIFACIMENTO DELLA PISTA DELL AEROPORTO DI ORIO AL SERIO IL COLOSSO OROBICO DELL EDILIZIA STA CURANDO ALTRI

Dettagli

Vianini Lavori: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati dell esercizio 2014

Vianini Lavori: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati dell esercizio 2014 Vianini Lavori: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati dell esercizio 2014 Ricavi a 187,9 milioni di euro (176,2 milioni di euro nel 2013) Margine operativo lordo a 5,2 milioni di euro (9,1

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 EBITDA positivo per 1 milione di Euro (negativo per 2,2 milioni di Euro nello stesso periodo

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

7. Le infrastrutture

7. Le infrastrutture 77 le infrastrutture 7. Le infrastrutture 7.1 LA SPESA PUBBLICA NEL MEZZOGIORNO Alcune recenti analisi e valutazioni strutturali (1) hanno evidenziato che a partire dal 2000 gli investimenti fissi lordi

Dettagli

ASSICURAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLA QUALITÀ NEL CONSORZIO COOPERATIVE COSTRUZIONI 1

ASSICURAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLA QUALITÀ NEL CONSORZIO COOPERATIVE COSTRUZIONI 1 ASSICURAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLA QUALITÀ NEL CONSORZIO COOPERATIVE COSTRUZIONI 1 Dino Bogazzi Direttore Qualità e Organizzazione - Consorzio Cooperative Costruzioni 1. Premessa I consorzi fra cooperative

Dettagli

Sicurezza e durabilità delle opere: l intesa tra Regione Piemonte e ATECAP

Sicurezza e durabilità delle opere: l intesa tra Regione Piemonte e ATECAP In Concreto n 103 Calcestruzzo di Qualità Sicurezza e durabilità delle opere: l intesa tra Regione Piemonte e ATECAP Davide Ruggeri Qualificazione 34 Figura 1 Il Predidente dell Atecap, Silvio Sarno e

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Nessuna sanzione è stata applicata nei confronti di Piaggio, a conferma della correttezza e trasparenza dell'operato del Gruppo.

Nessuna sanzione è stata applicata nei confronti di Piaggio, a conferma della correttezza e trasparenza dell'operato del Gruppo. COMUNICATO STAMPA GRUPPO PIAGGIO: PROGETTO DI BILANCIO 2013 Ricavi consolidati 1.212,5 milioni di euro (1.406,2 milioni nel 2012) con incidenza negativa dell'effetto cambio per 53 milioni di euro Ebitda

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa Confartigianato Imprese Mantova CONVEGNO RILANCIO DELL EDILIZIA COME USCIRE DAL TUNNEL Proposte per cittadini e imprese Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa A cura di Licia

Dettagli

Comunicato Stampa II Rapporto sul Mercato Immobiliare 2008 Bologna, 17 Luglio 2008

Comunicato Stampa II Rapporto sul Mercato Immobiliare 2008 Bologna, 17 Luglio 2008 Comunicato Stampa Bologna, 17 Luglio 2008 Compravendite in diminuzione del 10% rispetto allo scorso anno. Nel 2007 si sono vendute 40 mila case in meno, nel 2008 si prevede un ulteriore calo di almeno

Dettagli

Informazioni e Tendenze Immobiliari

Informazioni e Tendenze Immobiliari LUGLIO/AGOSTO 2015 NUMERO 41 Informazioni e Tendenze Immobiliari In questo numero 1 Introduzione 2 L Indagine 5: le famiglie italiane e il mercato immobiliare nelle sei grandi città la sicurezza in casa

Dettagli

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane PREMESSA L economia italiana attraversa una fase di acuta recessione. Conseguentemente, le attività industriali produttive, eccetto quelle

Dettagli

Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA

Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA di Massimo Lazzari, Davide Mondaini e Violante Battistella (*) In questo contributo verrà illustrato il caso di un impresa che, aderendo al Progetto Ri-Lancio,

Dettagli

Relazione Trimestrale del Consiglio di Amministrazione sulla gestione al 30 settembre 2006

Relazione Trimestrale del Consiglio di Amministrazione sulla gestione al 30 settembre 2006 RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2006 Relazione Trimestrale del Consiglio di Amministrazione sulla gestione al 30 settembre 2006 Andamento economico dei primi nove mesi La relazione

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

Il commercio internazionale dei servizi: il turismo

Il commercio internazionale dei servizi: il turismo Il commercio internazionale dei servizi: il turismo Grafico 1 Andamento del tasso di cambio fra Euro e Dollaro Usa La situazione di instabilità politica e sociale che ha come epicentro il Medio Oriente

Dettagli

IL MERCATO DELLE AGGIUDICAZIONI DI OPERE PUBBLICHE IN CAMPANIA

IL MERCATO DELLE AGGIUDICAZIONI DI OPERE PUBBLICHE IN CAMPANIA I.Co.Na. Industria Costruzioni N Gennaio Focus Aggiudicazioni di opere pubbliche IL MERCATO DELLE AGGIUDICAZIONI DI OPERE PUBBLICHE IN CAMPANIA Le anomalie della Un mercato anomalo, con forti differenziazioni

Dettagli

PORTO della SPEZIA TRAFFICO MERCANTILE 2011

PORTO della SPEZIA TRAFFICO MERCANTILE 2011 TRAFFICO MERCANTILE 2011 Fabrizio Bugliani Resp. Ufficio MKT & Rapporti con l Estero GENNAIO 2012 1 Traffico 2011 Traffico contenitori Il porto della Spezia ha movimentato nel corso del 2011 1.307.274

Dettagli

Relazione finanziaria 1 trimestre. Documentazione integrativa al comunicato stampa sull andamento della gestione al 31 marzo 2015

Relazione finanziaria 1 trimestre. Documentazione integrativa al comunicato stampa sull andamento della gestione al 31 marzo 2015 Relazione finanziaria 1 trimestre Documentazione integrativa al comunicato stampa sull andamento della gestione al 31 marzo 3 Osservazioni sull andamento della gestione Vendite e consumi interni 1 trimestre

Dettagli

L economia delle Province autonome di Trento e di Bolzano

L economia delle Province autonome di Trento e di Bolzano Filiali di Trento e di Bolzano L economia delle Province autonome di Trento e di Bolzano Bolzano, 18 giugno 2013 L ECONOMIA REALE Nel 2012 l economia delle province autonome di Trento e di Bolzano si è

Dettagli

RINNOVO CCNL EDILIZIA PRIMA DELLA CRISI, UNA LUNGA FASE DI CRESCITA

RINNOVO CCNL EDILIZIA PRIMA DELLA CRISI, UNA LUNGA FASE DI CRESCITA 13 novembre 2009 CONFERENZA STAMPA SALARIO, DIRITTI, SICUREZZA IL CONTRATTO NAZIONALE PER MIGLIORARE LE CONDIZIONI DI LAVORO E UNIRE I LAVORATORI PRIMA DELLA CRISI, UNA LUNGA FASE DI CRESCITA Il settore

Dettagli

DIREZIONE INFRASTRUTTURE E GRANDI OPERE

DIREZIONE INFRASTRUTTURE E GRANDI OPERE DIREZIONE INFRASTRUTTURE E GRANDI OPERE Project Finance Infrastructure Finance General contracting Corporate Finance Consulenza Strutturazione di fonti di debito e consulenza per: progetti di infrastrutture

Dettagli

Trasporto merci. Luglio 2014

Trasporto merci. Luglio 2014 INDAGINE CONGIUNTURALE SUL SETTORE DEI TRASPORTI n. 38 SINTESI Luglio 2014 Trasporto merci Dopo aver chiuso il 2012 con una dinamica settoriale complessivamente negativa, il 2013 mette in evidenza per

Dettagli

Una Piattaforma Logistica per Il Nord-Ovest

Una Piattaforma Logistica per Il Nord-Ovest Comitato Regionale Giovani Imprenditori Confindustria Liguria Comitato Regionale Giovani Imprenditori Confindustria Lombardia Federazione Regionale Gruppi Giovani Imprenditori Confindustria Piemonte Una

Dettagli

LA LOGISTICA AD ALTO VALORE AGGIUNTO SPINGE LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA TERRITORIALE PIACENTINO (estratto)

LA LOGISTICA AD ALTO VALORE AGGIUNTO SPINGE LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA TERRITORIALE PIACENTINO (estratto) LA LOGISTICA AD ALTO VALORE AGGIUNTO SPINGE LA COMPETITIVITA DEL SISTEMA TERRITORIALE PIACENTINO (estratto) NOTA: Il presente documento è un estratto di uno studio effettuato dalla sede piacentina di ITL.

Dettagli

in Toscana Infrastrutture e Territorio

in Toscana Infrastrutture e Territorio Infrastrutture e Territorio in Toscana Arch. Riccardo Baracco Ing.Enrico Becattini Area Coordinamento Pianificazione Territoriale e Politiche Abitative D.G. Politiche Territoriali e Ambientali Regione

Dettagli

ASSOFIN LIBRARY C - CREDITO IMMOBILIARE EROGATO ALLE FAMIGLIE CONSUMATRICI

ASSOFIN LIBRARY C - CREDITO IMMOBILIARE EROGATO ALLE FAMIGLIE CONSUMATRICI ASSOFIN LIBRARY C - CREDITO IMMOBILIARE EROGATO ALLE FAMIGLIE CONSUMATRICI VOLUMI ATTIVITA' Volumi x 000 1.1 Consistenze (al lordo della cartolarizzazione) 1.2 Credito cartolarizzato credito in essere

Dettagli

Confermati per tre anni i bonus al recupero e al risparmio energetico

Confermati per tre anni i bonus al recupero e al risparmio energetico Confederazione Nazionale dell Artigianato e della Piccola e Media Impresa Associazione Provinciale di L Aquila COSTRUZIONI NR 08 Anno III ottobre 2007 Costruzioni-Impianti Confermati per tre anni i bonus

Dettagli

PER IL LAVORO E LO SVILUPPO IL PIEMONTE OLTRE LA CRISI

PER IL LAVORO E LO SVILUPPO IL PIEMONTE OLTRE LA CRISI PER IL LAVORO E LO SVILUPPO IL PIEMONTE OLTRE LA CRISI Il quadro economico del Piemonte Il Piemonte è una delle regioni a più alta concentrazione industriale d Europa, tanto che ancora oggi, nella grave

Dettagli

Roma, 4 luglio 2015. Per la competitività e la ripresa economica del Paese serve un Sistema Mare che funzioni.

Roma, 4 luglio 2015. Per la competitività e la ripresa economica del Paese serve un Sistema Mare che funzioni. Roma, 4 luglio 2015 PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA: IL SISTEMA MARE, UNA RISORSA, UNA SFIDA ED UN OPPORTUNITÀ PER L ITALIA Per la competitività e la ripresa economica del

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 6 DICEMBRE 2005 CRIF DECISION SOLUTIONS - NOMISMA OVERVIEW CAPITOLO 1 FATTI E TENDENZE INDICE 1.1 L economia internazionale

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 14 DICEMBRE 2009 INDICE 1. Overview...6 1.1 La propensione all investimento dei POE...6 1.2 Analisi territoriale...13 1.3 Analisi

Dettagli

FOTO DI GRUPPO CON BILANCIO: LE PERFORMANCE DELLE IMPRESE VERONESI. Prof. Bettina Campedelli Università degli Studi di Verona Triennio 2004-2006

FOTO DI GRUPPO CON BILANCIO: LE PERFORMANCE DELLE IMPRESE VERONESI. Prof. Bettina Campedelli Università degli Studi di Verona Triennio 2004-2006 FOTO DI GRUPPO CON BILANCIO: LE PERFORMANCE DELLE IMPRESE VERONESI Prof. Bettina Campedelli Università degli Studi di Verona Triennio 2004-2006 IL COMPARTO INDUSTRIALE E COMMERCIALE: Pagina 1. LA COMPOSIZIONE

Dettagli

Comunicato Stampa 12 novembre 2015

Comunicato Stampa 12 novembre 2015 Landi Renzo: il CDA approva i risultati al 30 settembre 2015 Fatturato pari a Euro 145,6 mln (Euro 173,9 mln al 30 settembre 2014) EBITDA pari a Euro 1,9 mln (Euro 14,1 mln al 30 settembre 2014) EBIT pari

Dettagli

Cementir Holding SpA 200, corso di Francia 00191 Roma, Italia T +39 06 324931 cementirholding.it

Cementir Holding SpA 200, corso di Francia 00191 Roma, Italia T +39 06 324931 cementirholding.it RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE 31 MARZO 2011 Cementir Holding SpA 200, corso di Francia 00191 Roma, Italia T +39 06 324931 cementirholding.it Partita Iva 02158501003 REA C.C.I.A.A. Roma 160.498 Capitale

Dettagli

Audizione dell Istituto nazionale di statistica Dott. Gian Paolo Oneto Direttore Centrale della contabilità nazionale

Audizione dell Istituto nazionale di statistica Dott. Gian Paolo Oneto Direttore Centrale della contabilità nazionale Proposta di legge C. 1899 in materia di riconoscimento della detrazione delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici mediante attribuzione

Dettagli

VIANINI LAVORI SpA. Maggio 2005

VIANINI LAVORI SpA. Maggio 2005 VIANINI LAVORI SpA Maggio 2005 IL GRUPPO CALTAGIRONE Il Gruppo Caltagirone opera in 3 principali settori di attività: Costruzioni, Cemento, Media Le vendite aggregate di Gruppo nel 2004 sono state pari

Dettagli

Autostrada A19 Cedimento del viadotto Himera: realizzazione di un by-pass per superare il tratto interrotto

Autostrada A19 Cedimento del viadotto Himera: realizzazione di un by-pass per superare il tratto interrotto GRUPPO URBANISTICA MEETUP DI CALTANISSETTA Autostrada A19 Cedimento del viadotto Himera: realizzazione di un by-pass per superare il tratto interrotto Caltanissetta, 22 Maggio 2015 Revisione 16 Giugno

Dettagli

LE RISORSE DESTINATE DALLO STATO ALLE INFRASTRUTTURE

LE RISORSE DESTINATE DALLO STATO ALLE INFRASTRUTTURE Direzione Affari Economici e Centro Studi LE RISORSE DESTINATE DALLO STATO ALLE INFRASTRUTTURE Analisi delle risorse iscritte nel bilancio dello Stato 2011 Riduzione degli stanziamenti e dinamiche di accentramento

Dettagli

Decreto legge n. 1 del 24 gennaio 2012 (c.d. Cresci Italia )

Decreto legge n. 1 del 24 gennaio 2012 (c.d. Cresci Italia ) DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI Decreto legge n. 1 del 24 gennaio 2012 (c.d. Cresci Italia ) Commento alle norme economicofinanziarie di interesse per il settore delle costruzioni Aggiornato

Dettagli

Gli aeroporti. Paola Monti. Le Infrastrutture in Italia: dotazione, realizzazione, programmazione Università Bocconi, Milano, 23 gennaio 2012

Gli aeroporti. Paola Monti. Le Infrastrutture in Italia: dotazione, realizzazione, programmazione Università Bocconi, Milano, 23 gennaio 2012 Gli aeroporti Paola Monti Le Infrastrutture in Italia: dotazione, realizzazione, programmazione Università Bocconi, Milano, 23 gennaio 2012 Dotazione, realizzazione, programmazione come si declina per

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015

ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO RICAVI IN PROGRESSO, IN PARTICOLARE IN INDIA E MAROCCO SOSTANZIALE STABILITA DEI VOLUMI DI VENDITA DI CEMENTO: LA DEBOLEZZA

Dettagli

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II.1 L Economia Italiana nel 2004 Gli Sviluppi Recenti Dopo la battuta d arresto avvenuta alla fine dell anno scorso, l economia italiana è tornata a crescere nel

Dettagli

20-3-2012. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 67

20-3-2012. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 67 ma, secondo l impostazione metodologica ora contenuta nell aggiornamento 2012-2013 del PSN; Considerato che il processo di riforma a livello europeo del Patto di stabilità e di crescita e della governance

Dettagli

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Advisory Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Ricerca di efficienza, gestione del capitale e dei crediti non performing Esercizio kpmg.com/it Indice Executive Summary 4 Approccio metodologico

Dettagli

R E D I T O. rispetto al trend del 12,2% rilevato. i dati elaborati. Bankitalia per local. q u a t t r o

R E D I T O. rispetto al trend del 12,2% rilevato. i dati elaborati. Bankitalia per local. q u a t t r o C R E D I T O 1 S e c o n d o i dati elaborati da Bankitalia per local i z z a z i o - ne della clientela, a fine giugno 2004 è stata registrata in provincia una crescita tendenziale degli impieghi 1 pari

Dettagli

CONTI ECONOMICI REGIONALI

CONTI ECONOMICI REGIONALI 23 novembre 2012 Anni 1995-2011 CONTI ECONOMICI REGIONALI In occasione della diffusione delle stime provvisorie per l anno 2011, l Istat pubblica le serie dei Conti economici regionali nella nuova classificazione

Dettagli

Infrastrutture. Legge Obiettivo Rapporto grandi opere

Infrastrutture. Legge Obiettivo Rapporto grandi opere 42 Legge Obiettivo Rapporto grandi opere Primo bilancio, a 10 anni dall entrata in vigore delle Legge Obiettivo, sullo stato di attuazione delle opere strategiche in Italia: a cura della Fondazione Fastigi,

Dettagli

Nota Congiunturale sul Trasporto Merci periodo di osservazione Gennaio-Dicembre 2011. a cura del Centro Studi Confetra. Anno XV - febbraio 2012

Nota Congiunturale sul Trasporto Merci periodo di osservazione Gennaio-Dicembre 2011. a cura del Centro Studi Confetra. Anno XV - febbraio 2012 Nota Congiunturale sul Trasporto Merci periodo di osservazione Gennaio-Dicembre 211 a cura del Centro Studi Confetra Anno XV - febbraio 212 Nota congiunturale sul trasporto merci Anno XVII - marzo 214

Dettagli

LA QUESTIONE INFRASTRUTTURALE E L ANDAMENTO DELLA SPESA PUBBLICA

LA QUESTIONE INFRASTRUTTURALE E L ANDAMENTO DELLA SPESA PUBBLICA Direzione Affari Economici e Centro Studi LA QUESTIONE INFRASTRUTTURALE E L ANDAMENTO DELLA SPESA PUBBLICA Il ritardo infrastrutturale italiano è il frutto di scelte di politica economica che da anni continuano

Dettagli

Assemblea 29.4.15 BANCAMEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

Assemblea 29.4.15 BANCAMEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Assemblea 29.4.15 BANCAMEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Dopo un 2013 difficile chiuso con una forte perdita che aveva significativamente inciso la solidità patrimoniale della Banca, pur in un contesto

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione consolidato al 31 marzo. Ricavi a 20,03 milioni di euro

Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione consolidato al 31 marzo. Ricavi a 20,03 milioni di euro Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio di gestione consolidato al 31 marzo. Ricavi a 20,03 milioni di euro Milano 14 Maggio 2014 Il Consiglio di Amministrazione di Class Editori

Dettagli

Le principali modifiche sui target economici conseguenti all aggiornamento del Piano Strategico 2009-2011 appena approvato sono di seguito riportate:

Le principali modifiche sui target economici conseguenti all aggiornamento del Piano Strategico 2009-2011 appena approvato sono di seguito riportate: COMUNICATO STAMPA GABETTI PROPERTY SOLUTIONS RIORGANIZZA L INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE, AGGIORNA IL PIANO STRATEGICO 2009-2011 E LANCIA UN NUOVO PRESTITO OBBLIGAZIONARIO Conversione al modello del franchising

Dettagli

Introduzione: uno strumento completo 3. Il comparto delle costruzioni 4

Introduzione: uno strumento completo 3. Il comparto delle costruzioni 4 INDICE Introduzione: uno strumento completo 3 Il comparto delle costruzioni 4 Le aziende del comparto dell involucro edilizio 6 SERRAMENTISTI 7 COSTRUTTORI DI FACCIATE 9 L andamento del mercato 2011 SERRAMENTISTI

Dettagli

Security Package S.r.l. gennaio 2009

Security Package S.r.l. gennaio 2009 Security Package S.r.l. gennaio 2009 Soci Ing. Attilio E. Nulli Ing. Riccardo C. Corti Laurea in ingegneria meccanica, ha operato, fin dal 1965, nel settore Ingegneria civile del gruppo IMPREGILO, assumendo

Dettagli

NODO DI SAN BENIGNO OBIETTIVO DELL INTERVENTO DESCRIZIONE DELL INTERVENTO

NODO DI SAN BENIGNO OBIETTIVO DELL INTERVENTO DESCRIZIONE DELL INTERVENTO NODO DI SAN BENIGNO OBIETTIVO DELL INTERVENTO Il Nodo di San Benigno è uno dei punti chiave della viabilità genovese, sia per la presenza del più importante casello autostradale della città, Genova Ovest,

Dettagli

GRUPPO BASTOGI RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 SETTEMBRE 2002. (approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 11 novembre 2002)

GRUPPO BASTOGI RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 SETTEMBRE 2002. (approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 11 novembre 2002) GRUPPO BASTOGI RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 SETTEMBRE 2002 (approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 11 novembre 2002) RELAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE DEL GRUPPO BASTOGI AL

Dettagli

Rapporto Artigiancassa sul credito e sulla ricchezza finanziaria delle imprese artigiane. 12 edizione. 60 anni Artigiancassa.

Rapporto Artigiancassa sul credito e sulla ricchezza finanziaria delle imprese artigiane. 12 edizione. 60 anni Artigiancassa. Rapporto Artigiancassa sul credito e sulla ricchezza finanziaria delle imprese artigiane 12 edizione 60 anni Artigiancassa Abstract SOMMARIO Descrizione sintetica dei risultati del Rapporto 3 Finanziamenti

Dettagli

Aprile 2006: Numero 7

Aprile 2006: Numero 7 Aprile 2006: Numero 7 NEWSLETTER FINANZIARIA POLIGRAFICA SAN FAUSTINO La Newsletter è disponibile online all indirizzo www.psf.it Alberto Frigoli In questo numero: - Lettera del Presidente - Evoluzione

Dettagli

L internazionalizzazione del trasporto: la posizione dell impresa italiana

L internazionalizzazione del trasporto: la posizione dell impresa italiana FEDERTRASPORTO L internazionalizzazione del trasporto: la posizione dell impresa italiana I dati dell interscambio con l estero e le tendenze delle M&A e degli Accordi sul mercato globale e nazionale DATI

Dettagli

comunicato stampa Bologna, 24 marzo 2015

comunicato stampa Bologna, 24 marzo 2015 comunicato stampa Bologna, 24 marzo 2015 Il Gruppo Hera approva i risultati al 31/12/2014 L anno si chiude con tutti i principali valori in crescita, migliorando la performance positiva dei trimestri precedenti.

Dettagli

RAPPORTO 2014 LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA

RAPPORTO 2014 LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA RAPPORTO 2014 LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA Il finanziamento degli investimenti degli Enti locali e territoriali: gli strumenti ed il loro utilizzo Alessandro Panaro Milano, 23 gennaio 2015 Le fonti

Dettagli

Consulenza strategica all impresa

Consulenza strategica all impresa Libia : la nuova frontiera industriale La Libia si estende per un area di circa 1.775.000 kmq quadrati. Ha delle ricche riserve petrolifere e depositi di acqua e gas naturali. Ha una popolazione di poco

Dettagli

GRANDI HUB AEROPORTUALI -ALLACCIAMENTI FERROVIARI E STRADALI

GRANDI HUB AEROPORTUALI -ALLACCIAMENTI FERROVIARI E STRADALI GRANDI HUB AEROPORTUALI -ALLACCIAMENTI FERROVIARI E STRADALI Hub aeroportuale - allacciamenti metro Parma Sistema di trasporto rapido di massa a guida vincolata per la città di Parma SCHEDA N. 147 LOCALIZZAZIONE

Dettagli

economia siciliana attraversa una fase particolarmente critica. Pur in presenza di aree di povertà e disagio sociale relativamente più ampie

economia siciliana attraversa una fase particolarmente critica. Pur in presenza di aree di povertà e disagio sociale relativamente più ampie Osservatorio congiunturale della Fondazione Res Photo & Design Maria Izzo Fondazione Res ongiunturares Lo scenario di previsione Lo scenario inerziale La crisi in atto La ricomposizione della domanda al

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

Nota congiunturale I trimestre 2002

Nota congiunturale I trimestre 2002 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA NOVARA Nota congiunturale I trimestre 2002 a cura dell Ufficio studi 81 80 79 78 77 76 75 74 73 72 6 4 2 0-2 -4-6 -8 71-10 I/98 II/98 III/98 IV/98

Dettagli

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring La finanza delle imprese tra crisi e ripresa Mario Valletta Università degli Studi

Dettagli

SERVIZI DI PROGETTAZIONE

SERVIZI DI PROGETTAZIONE SERVIZI DI PROGETTAZIONE Anno 2013 www.servizidiprogettazione.it Oggi Soddisfare i propri Clienti, come partner sempre presente per raggiungere gli obiettivi desiderati. Servizi di Progettazione nasce

Dettagli

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups

Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups Il Sentiment del mercato immobiliare e l Indice Fiups I Quadrimestre 2014 Roma, luglio 2014 I risultati del questionario per la rilevazione del Sentiment del mercato immobiliare Primo Quadrimestre 2014

Dettagli

Sede Legale Via Trinacria, 15 95030 Tremestieri Etneo (CT) - Italia Tel. +39.095.40.39.001 Fax +39.095.71.37.089 email: info@cogip.it www.cogip.

Sede Legale Via Trinacria, 15 95030 Tremestieri Etneo (CT) - Italia Tel. +39.095.40.39.001 Fax +39.095.71.37.089 email: info@cogip.it www.cogip. Sede Legale Via Trinacria, 15 95030 Tremestieri Etneo (CT) - Italia Tel. +39.095.40.39.001 Fax +39.095.71.37.089 email: info@cogip.it www.cogip.it Uffici Roma Via Borgognona, 47 00187 - Roma - Italia Tel.

Dettagli

Rapporto immobiliare 2009 Immobili a destinazione Terziaria, Commerciale e Produttiva

Rapporto immobiliare 2009 Immobili a destinazione Terziaria, Commerciale e Produttiva Rapporto immobiliare 2009 Immobili a destinazione Terziaria, Commerciale e Produttiva con la collaborazione di Indice Presentazione 1 Introduzione 3 Le Fonti ed i Criteri Metodologici adottati 4 1. QUADRO

Dettagli

LE RETI EUROPEE DI TRASPORTO: CONNETTERE L EUROPA PER RILANCIARE L ITALIA

LE RETI EUROPEE DI TRASPORTO: CONNETTERE L EUROPA PER RILANCIARE L ITALIA LE RETI EUROPEE DI TRASPORTO: CONNETTERE L EUROPA PER RILANCIARE L ITALIA Andrea Tinagli BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI 10 Febbraio 2014 LA BEI ED I SUOI AZIONISTI La BEI - Banca europea per gli investimenti

Dettagli

MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI

MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI La riconfigurazione del mercato delle costruzioni Lo scenario delle costruzioni

Dettagli

LA DELTA LAVORI S.p.A.:

LA DELTA LAVORI S.p.A.: LA DELTA LAVORI S.p.A.: E una Società per Azioni, specializzata in progettazione, realizzazione e gestione di viabilità, idraulica, opere civili ed industriali. La strutturazione e l organizzazione dell

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

La Piattaforma Logistica delle Marche

La Piattaforma Logistica delle Marche La Piattaforma Logistica delle Marche Logistica e sistema interportuale italiano Confindustria Ancona, 28 Maggio 2013 I principali nodi logistici delle Marche 3 nodi per 4 modi di trasporto Significativa

Dettagli

UN ANNO DI GOVERNO PER L AMBIENTE

UN ANNO DI GOVERNO PER L AMBIENTE UN ANNO DI GOVERNO PER L AMBIENTE LOTTA AL DISSESTO IDROGEOLOGICO Piano nazionale senza precedenti da 7 miliardi in 7 anni per la sicurezza del territorio. Recuperati 2,3 miliardi non spesi. Già aperti

Dettagli

SOLINAS GIUSEPPE solinas@portidiroma.it

SOLINAS GIUSEPPE solinas@portidiroma.it C U R R I C U L U M V I T A E P R O F E S S I O N A L E INFORMAZIONI PERSONALI Nome E-mail SOLINAS GIUSEPPE solinas@portidiroma.it Nazionalità Italiana Data di nascita 26/03/1958 ESPERIENZA LAVORATIVA

Dettagli

Il mercato IT nelle regioni italiane

Il mercato IT nelle regioni italiane RAPPORTO NAZIONALE 2004 Contributi esterni nelle regioni italiane a cura di Assinform Premessa e obiettivi del contributo Il presente contributo contiene la seconda edizione del Rapporto sull IT nelle

Dettagli

Il peso del turismo nell economia Toscana

Il peso del turismo nell economia Toscana Turismo & Toscana Il turismo in Toscana: un modello export led alla prova della crisi Enrico Conti Firenze, 13 giugno 2014 Il peso del turismo nell economia Toscana Nel 2013 oltre 43 milioni di presenze

Dettagli

Project financing & Leasing in costruendo

Project financing & Leasing in costruendo Project financing & Leasing in costruendo Aspetti tecnici, giuridici ed economici della finanza di progetto e della locazione finanziaria pubblica aggiornati al terzo correttivo al Codice degli appalti

Dettagli

RELAZIONE ALLA 9 th EURO-MED CONVENTION FROM LAND TO SEA MALTA, 21 OTTOBRE 2005

RELAZIONE ALLA 9 th EURO-MED CONVENTION FROM LAND TO SEA MALTA, 21 OTTOBRE 2005 trasporti - diritto, economia, politica volume 2006 - n. 98 SILVIO DI VIRGILIO * Capo del Dipartimento per la Navigazione e il Trasporto Marittimo e Aereo Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Dettagli

L andamento del mercato dei contratti pubblici in Sardegna

L andamento del mercato dei contratti pubblici in Sardegna L andamento del mercato dei contratti pubblici in Sardegna Cagliari, 18 novembre 2014 Annalisa Giachi Promo PA Fondazione 1 I temi di oggi 1. Il quadro complessivo della spesa pubblica in Sardegna nel

Dettagli

LA REGIONALIZZAZIONE DEL PATTO DI STABILITA INTERNO

LA REGIONALIZZAZIONE DEL PATTO DI STABILITA INTERNO Direzione Affari Economici e Centro Studi LA REGIONALIZZAZIONE DEL PATTO DI STABILITA INTERNO UNO STRUMENTO PER LIBERARE I PAGAMENTI ALLE IMPRESE E FAVORIRE LE SPESE IN CONTO CAPITALE MAGGIO 2012 INDICE

Dettagli

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO Complemento del corridoio autostradale 5 e dei Valichi confinari Tangenziale Sud Brescia: Raccordo autostradale casello di Ospitaletto (A4), di Poncarale e l'areoporto di Montichiari

Dettagli