Il giornale di tendenza che non grava sulle casse dello stato. anno 6 numero Dicembre 2014 euro 1,00. by Ceramicanda

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il giornale di tendenza che non grava sulle casse dello stato. anno 6 numero 151 13 Dicembre 2014 euro 1,00. by Ceramicanda"

Transcript

1 Il giornale di tendenza che non grava sulle casse dello stato 151 anno 6 numero Dicembre 2014 euro 1,00 by Ceramicanda

2 STILE, PRECISIONE E AFFIDABILITÀ NEL RIFLESSO DELLE TUE CREAZIONI. Style, precision and reliability in the reflection of your creations. Tecnologie industriali BMR per levigare, squadrare e lucidare superfici in ceramica. BMR industrial technologies for polishing, squaring and shining any ceramic s surfaces. RINGRAZIA LA CLIENTELA E AUGURA BUONE FESTE IDEAS TECHNOLOGY RESOURCES HISTORY THE ESSENCE OF LEADERSHIP

3 Protagonisti Franco Stefani volta le spalle a borsa e fondi L imprenditore resta in sella al gruppo System, che chiude il 2014 a +20% accadmenti Io speriamo che me la cavo, questa è la via C è un Restauratore che può restituirci il nostro splendore Il futuro di Sassuolo passa per il cambio generazionale Di Roberto Caroli Le aziende devono aprirsi il più possibile, i capitani d impresa comprendere che le loro imprese potrebbero vivere anche 500 anni, e che i loro figli non necessariamente devono essere degli imprenditori ma anche solo buoni azionisti. Sono parole di Andrea Guerra, neo consigliere del Premier Matteo Renzi, già Ceo di Merloni e Luxottica, le ha pronunciate martedì 2 dicembre nella sede di Confindustria Ceramica, durante il convegno Imprese, distretti e politica alle prese con la globalizzazione. Pensieri che mettono a nudo le debolezze del settore ceramico, se interpretati nel modo giusto, che lo trafiggono come una lama nel burro, che lo mettono con le spalle al muro e di fronte alle sue responsabilità. Va bene il nostro prodotto, è insindacabilmente il migliore, il più bello, il più ricercato; vanno bene la logistica, la Bretella in dirittura d arrivo, lo scalo ferroviario, le sinergie che si possono fare in ambito distrettuale Va bene tutto, sembra sentenziare tra le righe il neo consigliere del Premier, ma se le aziende ceramiche non abbandonano la gestione padronale per passare ad una conduzione manageriale il rischio di andare a sbattere è alto. segue a pagina 9 pagina 7 pagina by Ceramicanda Il giornale di tendenza che non grava sulle casse dello stato anno 6 numero Dicembre 2014 euro 1,00 DSTRISCIO SPECIALE AZIENDE Natale, consigli Inserto speciale di 8 pagine per gli acquisti... Economia Andrea Guerra «Gli eredi al comando? Solo se valgono» pagina 8 L uomo ha in se le potenzialità per vivere 140 anni. Poi, a causa dell indulgere in peccati di gola, lussuria ed ira, riduce la propria aspettativa di vita intorno agli 80 anni. Limite temporale che può accrescere grazie alle sue virtù. Per questo non abbiamo dubbi che questo comprensorio, con i suoi uomini, durerà ancora a lungo. Buon Natale e Felice 2015 La redazione del Dstretto Consigli sotto l albero. Il Dstretto va in vacanza ci rivediamo a gennaio e lascia i lettori alle prese con i regali di Natale. Da fare e, perchè no, da BAR DELLE VERGINI ricevere: ecco allora una piccola guida allo shopping natalizio con la quale, la teniate o meno in considerazione, ci piace augurarvi buone feste. Letterina di Natale Caro Babbo Natale, chi ti scrive è il Sassuolo calcio. Non ci sentiamo da un po, perdonami ma sono stato impegnato con la Serie A, ce l ho fatta a restarci per un pelo e adesso son qua che combatto. Ne ho presi 7 dall Inter a settembre ma mi sono messo d impegno e sono arrivato a 19 punti. Sono nella parte sinistra della classifica e vorrei tanto rimanerci Mi servirebbe un fantasista, un attaccante piccolo e veloce, uno che faccia gol ma sappia anche guidare il centrocampo L hai capito vero che voglio Giovinco? Fai consegne anche a gennaio o preferisci che chiami i Re Magi? a pagina 2 e 3 Mercato Litokol: il presidente dona ai dirigenti il 20% delle azioni L evento Il premio Corni assegnato a Fausto Tarozzi Sassuolo Niente parcheggio interrato in piazza La Giunta cassa il vecchio progetto, le minoranze insorgono pagina 4 Scandiano Persi 9mila posti in vent anni I dati confermano la desertificazione industriale in corso pagina 5 Rubriche Sarà l anno di IF, l Italiano Furbo? La sottile differenza tra quel che si è e si crede di essere pagina 9 pagina 12 pagina 19 Programmi d abbonamenti anno VI, n 151 di Dicembre 2014 del bisettimanale Il Dstretto - Poste Italiane Spa Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L- 27/02/2004 n.46) art.1 comma 1 - aut. N del 28/05/ DCB - BO

4 2 DSTRISCIO anno 6 numero 151 / 13 Dicembre 2014 Il Natale del Dstretto: idee sotto l albero Stress da regalo? Senza nessuna pretesa di completezza, ecco il vademecum del Dstretto Non era semplice, abbiamo comunque voluto provarci, e quello che segue è, o vorrebbe essere, il vademecum del regalo perfetto. Mica facile, nemmeno a queste latitudini. Perché, come noto, i gusti e le aspettative di ognuno divergono e si evolvono, e il Natale amplifica, in modo forse unico, gli uni e le altre. I primi sollecitati da un offerta mai così vasta che spazia praticamente ovunque, le seconde figlie di un meccanismo psicologico che fa del Natale comunque un occasione unica. Già ampiamente sdoganata da festa religiosa a festa tout court, con tutto quel che ne consegue, e con quel piacere (o onere, fate voi...) in più rappresentato dal regalo, campo di gara sul quale ognuno misura, piaccia o no, se stesso. Sia che il regalo lo faccia, sia che il regalo lo riceva. Il Dstretto chiude il suo 2014 regalandovi la sua guida, ma ammette di essersi trovato in difficoltà a compilarla, anche se, per dirla con chi del fare regali da qui ai prossimi giorni farà un secondo mestiere, «questa volta ci siamo mossi per tempo». LIBRI Classici e bestseller, è il loro momento Un uomo che legge ne vale due sosteneva l editore Valentino Bompiani. Non fate quindi l errore di scegliere con leggerezza i libri strenna, non limitatevi ad acquistare i tre che occupano le posizioni più alte della classifica di vendita. Per i ragazzi classici come Il giovane Holden, Cime tempestose, Cent anni di solitudine o Il Grande Gatsby, magari in versione ebook, il formato digitale che potranno leggere ovunque sui loro tablet. Per i più grandicelli affidatevi alla sontuosità di Margherite Yourcenar nelle Memorie di Adriano. Tra le novità di questo Natale il ritorno di Guido Guerrieri, l avvocato creato da Gianrico Carofiglio ( La regola dell equilibrio ) e del Baricco di Smith & Wesson di Alessandro Baricco. Altro? Il pranzo di Mosè saga familiare raccontata da Simonetta Agnello Hornby; Mare d inverno di Grazia Verasani e Daria Bignardi con L amore che ti meriti. Tra gli stranieri Wilbur Smith ( Il dio del deserto ) e Ian McEwan con La ballata di Adam Henry ; accanto al Ken Follett de I giorni dell eternità,oltre alla rivelazione Storia di una ladra di libri di Markus Zusak. Se siete alla ricerca di un libro di ricette per i maghi dei fornelli non avrete che l imbarazzo della scelta, come non c è problema a reperire guide che recensiscono ristoranti e vini, su tutte Il gambero Rosso e la Michelin. GASTRONOMIA Tortellini, grana e balsamico: spazio alle eccellenze VINI Bianchi, rossi, bolle: per tutti i gusti e tutte le tasche Le eccellenze vanno, c è poco da fare. E la gastronomia fa la voce grossa, anche se la qualità costa. Aceto balsamico, grana, tortellini, cotechino, lambrusco e un pizzico di esterofilia con il salmone. Ma c è molto made in Emilia, sulle tavole natalizie del distretto, e ce n è altrettanto nei regali con cui si impreziosisce la cesta. Così, al netto di stravaganze tipicamente natalizie (i cioccolatini al balsamico brevettati a Castellarano) è la tradizione che tiene, è il caso di dire, banco. Con i tortellini (dai pochi euro chiesti dalla GDO per il prodotto confezionato ai 27/30 euro al chilo per quello artigianale e fresco) e il cotechino (dai 12 ai 20 euro al chilo, qualcosa più di uno zampone che confezionato muove tra i 6 i 15 a confezione) ma anche il grana, che allarga a dismisura la forbice di idee e possibilità. Si va dalle super offerte a poco più di nove euro al chilo che stanno facendo alcuni supermecati della zona fino ai prezzi dei caseifici che si attestano sulla dozzina di euro al chilo. Il prezzo medio che abbiamo riscontrato per un venti mesi è intorno ai 14 euro al chilo mentre sale a 18 per uno più stagionato se rimaniamo sulla grande distribuzione, ma si alza a dismisura (anche fino a 50 euro) se si vuole la vera eccellenza, magari confezionata da un bottegaio ad hoc. Perché sono quelle, ovvero eccellenza e qualità, che fanno la differenza, soprattutto se coniugata con la certezza di filiera la più corta (e garantita) possibile. E quella che allarga la forbice, o meglio le forbici della tradizione culinaria: lambruschi che viaggiano di 3 ai 15 euro a bottiglia, salmoni che risalgono (al contrario, ovvio) il fiume dell inflazione con quotazioni che arrivano anche a 100 euro al chilo e (ma ci sono buste da 3 euro) e inaugurano pasti che finiranno con panettoni («uno buono costa anche 3 euro al chilo») ma conosceranno anche altro. Conosceranno torroni, sottaceti e sottoli, frutta secca e poi il simbolo dell eccellenza gastronomica delle sponde modenesi e reggiane del Secchia, ovvero il balsamico. Il nostro oro nero: dieci euro per le confezioni più abbordabili reperibili sugli scaffali meno a la page, fino a 100 euro per 100 ml per prodotti invecchiati per oltre un quarto di secolo. Regalare ebbrezza era il compito di Bacco, dio del vino e dei misteri, simbolo della sensualità e del vitalismo più sfrenato, ma è anche il dio che assicura ai puri, ai fedeli iniziati al suo culto segreto, una sorte beata nell aldilà. Se decidete quindi di bussare alle porte di Bacco e chiederne i servigi per un omaggio natalizio ricordatevi di accompagnare la bottiglia con un rimando al suo mito fatto di vitalità e gioia. Affidarsi ai consigli di un enoteca è sempre una scelta intelligente, soprattutto se il destinatario dell omaggio è un intenditore, meglio ancora andare sul sicuro e regalare un vino che sapete essere già tra le sue preferenze. Gli amanti dei rossi apprezzeranno un Amarone della Valpolicella Docg classico Masùa di Jago del 2011, colore rosso rubino carico con riflessi, profumo intenso, fruttato e speziato e con un sapore pieno, armonico, vellutato e rotondo. Ci spostiamo a sud per Sherazade, Nero d Avola Sicilia Doc di Donnafugata, fresco e fruttato, dal tannino carezzevole, nel suo bouquet spiccano ribes, amarena e piccoli frutti di bosco, a cui si uniscono note balsamiche e minerali; ideale per accompagnare piatti di pasta al sugo di pomodoro, pesce al forno, salumi e formaggi poco stagionati, è anche da provare abbinato alla pizza. Per i bianchi opterei su un Chardonnay Cuvée Bois Valle d Aosta Dop. E se invece volete regalare un anticipo d estate scegliete un vino che arriva dalla Sardegna, il Ruinas Colli Del Limbara Igt 2012 della cantina Depperu, un vermentino 100%, con bouquet lungo, particolarmente fine ed elegante con sentori di fiori e frutta, al palato è ampio e vellutato, fresco e sapido con note salmastre e retrogusto caratteristico di nocciola; il Ruinas è un vino dal colore giallo paglierino con leggeri riflessi verdognoli, all olfatto si presenta intenso e persistente, ricco di fiori gialli, arricchiti di macchia mediterranea. In bocca la sua potenza è elegante e vellutata, forte di grande sapidità e di note minerali, chiude l assaggio con un ampio spettro aromatico. Se siete in vena di follie optate per il Fût de Chêne di Henri Giraud, in assoluto uno degli champagne più affascinanti, nell attuale versione multivintage, blanc e rosé, ma soprattutto nella sua prima versione millesimata: va da un minimo di euro per 6 bottiglie, ad un massimo di euro, sempre per 6 bottiglie. C Materiali pronta consegna a magazzino Componenti per rigenerazione stampi Prodotti speciali su richiesta Interventi rapidi Risposte certe Affidabilità M Y CM MY CY CMY K F L U I D E N G I N E E R I N G SERVIZIO AL CLIENTE

5 anno 6 numero 151 / 13 Dicembre 2014 DSTRISCIO 3 L arte del regalo, tra buon senso e buon gusto Il dono natalizio è vicenda più seria di quanto si possa pensare, come è cosa tremendamente seria indagarne il fenomeno: dubbi Regalo di Natale è il titolo di uno dei film più riusciti di Pupi Avati, una partita di poker nella notte delle Vigilia, un agguato teso da amici per spillare denaro ad un imprenditore milanese interpretato da un giovane Diego Abatantuono. Il tradimento è di per se doloroso, ma diventa ferale se consumato nella notte Santa, quella dedicata allo scambio dei doni, tradizione che affonda le radici nell antica Roma. I romani erano soliti scambiarsi regali chiamati strenne, una consuetudine che si ricollegava ad una tradizione secondo la quale, il primo giorno dell anno, al re veniva offerto un ramoscello raccolto nel bosco della dea Strenna. Sono lontani, però, i tempi nei quali bastava un rametto per rendere felici amici e parenti, e oggi il regalo di Natale è vicenda molto seria, fonte di stress al punto che psicologi e sociologi forniscono veri e propri manuali di sopravvivenza. Noi ci limiteremo a fornirvi qualche suggerimento di bon ton che vi aiuti a superare dubbi ed incertezze. Gli amanti dell atmosfera natalizia iniziano a fare i primi preparativi per tempo, confezionano regali personalizzati ed arrivano a creare le decorazioni di pacchi e pacchettini: scordatevi di emularli, sono insuperabili! Inoltre nel tentativo di raggiungere vette inusitate potreste mettere in crisi il loro amor proprio, paradossalmente quindi sono i più facili da accontentare, basterà avere un occhio di riguardo per la carta da regalo, scrivere un bigliettino affettuoso, naturalmente a biro e non al computer! Sfaterei un mito negativo, ovvero che sia disdicevole chiedere cosa si desidera ricevere in dono, un indagine discreta vi farebbe risparmiare tempo e vi garantirebbe un risultato sicuro. Per la moglie e il marito chiedete suggerimento ai figli, per la suocera a cognati e cognate, per le fidanzate alle amiche, e così via Vorrei invece resistesse un tabù: il regalo monetario, questo si è da cartellino rosso, una caduta di stile imperdonabile! Se siete alle prese con soggetti difficili la soluzione migliore è la gift card, una sorta di carta prepagata acquistabile nei negozi di abbigliamento e nelle librerie, la caricate con l importo che ritenete adeguato e lasciate che sia il destinatario a farla fruttare a dovere; lo stesso dicasi per un abbonamento a teatro, al cinema o perché no alla palestra. Ed ora veniamo al peccato che nessuno confessa ma tutti praticano: riciclare regali, azione riprovevole solo se fatta con sciatteria. Se vi limitate a piazzare casualmente gli orrori che vi hanno rifilato colleghi, amici e parenti, andrete incontro ad una figuraccia; se invece omaggerete qualcuno a voi vicino di un bell oggetto che non utilizzate e che immaginate gli possa piacere, rischiate pure di farlo felice. Al vostro buon cuore la scelta se confessare il peccato originale Attenzione alle superstizioni: alla larga pettini, forbici, spille oggetti appuntiti in genere, mentre borsellini e portamonete vanno sempre regalati con una monetina all interno. Lacrime assicurate invece con fazzoletti e perle, anche se su queste ultime molte donne sarebbero disponibili a fare un eccezione, direttamente proporzionale alla grandezza delle perle! Un suggerimento vale per tutto e per tutti: riflettete sul destinatario e sui suoi gusti, non limitatevi a dare fondo alla carta di credito, perché non è il valore di un regalo a garantirne il successo. Fatto salvo per chi può permettersi di donare un auto di lusso o un diamante di qualche carato, per quelli vincere è facile! Resta però consigliabile non eccedere nel valore del dono, affinché non diventi espressione del proprio ego e metta a disagio il destinatario. Chiudiamo con la regola fondamentale per chi riceve il dono, va subito aperto e non posizionato sotto l albero, i regali si aprono sempre e comunque davanti a chi li porge, evitando, frasi quali non ti dovevi disturbare. Qualunque sia il dono ve la caverete egregiamente con un grazie!, un bel sorriso e, se siete in confidenza, un bacio o un abbraccio. (Daniela D Angeli) TECNOLOGIA Smartphone, notebook, tablet GIOCATTOLI C era una volta la letterina MUSICA Regalo fuori moda? Non a Natale Smartphone, notebook, tablet Chi non dovesse avere particolare dimestichezza con la tecnologia si sarà già perso, sta di fatto che sono questi i regali più gettonati e, spesso, i più graditi da trovare sotto l albero, soprattutto dai giovani. Ormai più status symbol che non strumenti di lavoro e/o comunicazione, i cosiddetti idevices sono diventati, nel tempo, autentici must. Questi i migliori smartphone dell anno: Apple iphone 6, Samsung Galaxy S5, Htc One M8, Sony Xperia Z3, Nokia Lumia 930, Huawei Ascend P7 e Motorola Moto X; regalo sontuoso per il quale preparatevi a sborsare cifre considerevoli: si va dai 399 euro dell Ascend P7 e si arriva fino ai 739 euro dell iphone 6. Per quanto riguarda i notebook i Mac addicted resteranno catturati dall Apple MacBook Pro Retina, perfetto per chi viaggia: display 13 pollici strepitoso, batteria per nove ore, peso ridotto e possibilità di espandere la memoria fino ad 1 terabyte. Il costo? euro, non per tutti! Chi invece vuole Windows e può spendere quasi a scelga l Asus Zenbook UX301, bellissimo e vincitore di premi di design è un vero e proprio un gioiello sotto forma di computer. Solo 299 euro invece per l Acer Aspire Switch 10, un tablet che si comporta da pc: schermo di 10,1 pollici, ma se dovete scrivere tanto vi servirà una tastiera completa i un touchpad vecchio stile. Oggi, invece, c è un universo di consumatori. Cui pensano genitori, zii e nonni, alle prese con quello che è un autentico dilemma. Perchè l universo di bambini e ragazzini, quando si parla di regali, è sconfinato. Per i più piccoli kit di costruzioni, macchinine telecomandate, i supereroi, o personaggi divenuti di culto come i paw-patrol. Offerte per tutte le tasche, ovvio: le bambine sono più orientate a chiedere kit per il trucco, pupazzi di peluche, e tengono giochi che permettono la partecipazione di più persone, o stimolano la creatività e l appendimento. Sempre per quanto riguarda le bambine, meno gettonate del solito bambole e bambolotti, che si assestano su forbici di prezzi che vanno dalle poche decine di euro agli oltre cento. E qualcuna chiede agende elettroniche: forse avremo un futuro con sempre meno mamme e più donne manager! Molto gettonati anche i giochi elettronici, elettronica che rivediamo anche nelle richieste dei ragazzini più grandi. Il telefonino è sicuramente il più richiesto, ma non scherzano nemmeno i tablet. I più in difficoltà, in tutta questa marasma di offerte di sofisticati apparecchi elettronici sono nonni e bisnonni, cui il negoziante cui abbiamo chiesto lumi consiglia di puntare sui Lego: trasversali, buoni per tutte le età e per tutte le tasche, con prezzi che variano dai 10 ai 200 euro per le costruzioni più complesse. ( Regalare musica rischia di apparire un gesto vintage, visto che la si scarica sempre più spesso da internet per portarla ovunque su telefonini, chiavette usb ed Ipod; qualora decideste di fare un salto nel passato ed acquistare un cd o un vinile vi forniamo qualche novità discografica ed alcune chicche per intenditori. Mario Biondi con A very special Mario Christmas, o la doppia raccolta Gonna Have A Really Soulful Christmas che propone cinquanta canzoni natalizie in versione soul e r&b. Tra i classici anche Lo schiaccianoci, magari riletto da Sven Kacirek The Nutcracker Sessions, ma anche quella di Duke Ellington, sempre un gran sentire ma forse difficile da reperire! Chi vuole una fuga al caldo scelga invece Gilbertos Samba di Gilberto Gil. Per i ragazzi ci sono Tzn - The best of Tiziano Ferro ; Ghost Stories live (Coldplay) e per chi ha un anima rock Songs of Innocence degli U2 o Rock or Bust degli Ac-Dc. Affascinante il tributo a Bob Dylan Lost on the river - The New Basement Tapes cui partecipano T Bone Burnett, Elvis Costello, Jim James. Tornano dopo vent anni i Pink Floyd con The Endless River e stupisce Cheek to cheek di Lady Gaga & Tony Bennett, album jazz raffinato e piacevole da ascoltare. Non meno piacevoli il trio formato da Fabi Gazzè Silvestri, Logico di Cesare Cremonini, Sono Innocente di Vasco Rossi e Hitalia di Gianna Nannini.

6 4 SASSUOLO e FORMIGINE anno 6 numero 151 / 13 Dicembre 2014 Parcheggio in piazza grande: sopra o sotto? DIRETTORE RESPONSABILE ROBERTO CAROLI DIREZIONE,AMMINITRAZIONE Ceramicanda srl, via De Amicis Veggia di Casalgrande (RE) tel fax REDAZIONE IL DSTRETTO via De Amicis Veggia di Casalgrande (RE) tel fax REDATTORI Stefano Fogliani, Daniela D Angeli COLLABORATORI Claudio Sorbo, Massimo Bassi, Edda Ansaloni, Paolo Ruini, Babette, Don Achille Lumetti, Alberto Agazzani, Maple Leaf, Sting EDITORE CERAMICANDA SRL Pubblicazione registrata presso il Tribunale di Reggio Emilia al n 1202 in data 05/12/07 PUBBLICITA Ceramicanda srl, via De Amicis Veggia di Casalgrande (RE) tel fax IMPAGINAZIONE gilbertorighi.com STAMPA SOCIETA EDITRICE LOMBARDA SRL- CREMONA CERAMICANDA garantisce la massima riservatezza dei dati forniti e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione scrivendo al responsabile dati Ceramicanda via De Amicis Veggia di Casalgrande (RE). Le informazioni custodite nel nostro archivio elettronico verranno utilizzate al solo scopo di inviare proposte commerciali. In conformità alla legge 675/96 sulla tutela dati personali e al codice di auotisciplina ANVED a tutela del consumatore Sopra, perché sotto non c è modo: allegoria della Sassuolo che (forse) avrebbe potuto essere ma non sarà, tra progetti futuribili e suggestioni più modeste e chissà quanto realizzabili, visti tempi e conti in rosso Il progetto vincitore del concorso di idee (2012) Ci sono state polemiche anche su un albero di Natale troppo brutto per essere vero, e cambiato subito prima di essere addobbato. E altre ce ne saranno, ma a voler cercare la storia natalizia della Sassuolo che plana verso feste senza slanci, con un vago sapore di decadenza e di memoria di tempi belli che furono, basta allontanarsi un attimo da piazza piccola, dove le luci sono state accese all uopo, e allungarsi fino a piazza grande. Dove le luci natalizie ci sono, ci mancherebbe, ma quelle che si vedono di più sono quelle delle auto che cercano, e cercheranno molto la settimana prossima, il parcheggio che non c è. Piazza grande e Piazza piccola, non Garibaldi e Martiri Partigiani, visto che sappiamo di cosa si parla E sappiamo anche che la polemicona della quale è stata oggetto piazza grande vale più di una metafora. Molto natalizia: Ottocento no su via San Giacomo Una petizione si oppone all istituzione del senso unico. «L amministrazione deve tenere conto delle volontà dei cittadini» Formigine L intenzione della Giunta sarebbe quella di trasformare in senso unico Via San Giacomo, ma sbatte sul no dei residenti. Ci sono infatti 814 firme in calce ad una petizione, cavalcata dalla lista civica Per cambiare capeggiata da Paolo Bigliardi. «Sarebbe l ultimo di una serie di errori che hanno già penalizzato la zona», spiega Bigliardi, ad avviso del quale si dovrebbe andare in direzione opposta a quella cui starebbe lavorando l amministrazione. Ovvero niente senso unico, «ma l allargamento di Via San Giacomo e Via Pascoli, a migliorare la sicurezza in uno dei punti più critici della viabilità cittadina: allargare il pericolosissimo marciapiede/ciclabile davanti all oratorio, garantire ai motorini e bici sulla Via Pascoli di non essere sempre a rischio di incidente, realizzare marciapiedi di accesso al centro storico quella dell avrebbe potuto essere e dell è, specchio della Sassuolo un tantino tesa che si affaccia a questo Natale E si azzuffa su tutto, pensando di poter essere e cercando invece di capire cos è Piazza grande, allora, e il suo parcheggio interrato che non si farà (ma si sarebbe mai fatto? Ai posteri, diceva quello, l ardua sentenza) e il cui suo non farsi ha scatenato la bagarre, appena attutita dalle ovatte natalizie. Succede che il progetto, giacente da un po nei cassetti del Comune, sparisce dal piano degli investimenti della giunta Pistoni e che la minoranza non la prende bene. «Di sicuro non lo vogliamo», dice il sindaco al consiglio comunale, sacrificando alla ragion di stato i conti delle casse comunali sassolesi virano, come noto, al rosso un progetto sul quale all amministrazione che ha preceduto l attuale giunta qualcosa ha fatto (un senza attraversamenti pericolosi; realizzare una pista ciclabile a fianco della nuova strada in costruzione, invece di quella tortuosa attualmente in progetto». Il senso unico, l obiezione di tanti, concentra il traffico anziché dividerlo, e soprattutto La piazza oggi concorso di idee, vaghe operazioni di carotaggio a verificare che sotto la piazza non ci sia qualche reperto archeologico o altro che ostruisca gli scavi) salvo lasciarlo in attesa di un finanziamento mai arrivato. Preso atto dello stallo, la giunta Pistoni ha preso cappello, ha tolto il parcheggio interrato dal piano degli investimenti e si è rimodulata sull ipotesi di aggiustare la superficie, lasciando stare il sottosuolo e concentrandosi su un (ipotetico) collegamento tra via Rocca e via Battisti, ad allungare il cannocchiale (in gergo si chiama così) del centro storico in favore di Palazzo Ducale. Facendo, in sintesi, quel che si può con quel (poco) che si ha. «L offensiva disinvoltura» con la quale, secondo il capogruppo di Forza Italia Claudia Severi, «la Giunta cancella il progetto», suscita più interrogativi o più tecnicamente, interrogazioni che Severi ha renderebbe una mezza gimcana uno dei possibili accessi al centro storico. «Più che alle necessità dei cittadini aggiunge Bigliardi - pare che per l Amministrazione conti solo l interesse del nuovo supermercato a che tutte le strade di Formigine già protocollato, inaugurando la lista degli scontenti. Cui si sono iscritti anche i Sassolesi (interrogazione anche da parte loro) e Sassuolo 2020 che, senza interrogare l amministrazione sulle sorti (più segnate che magnifiche e progressive) del parcheggio interrato, suggerisce soluzioni per quello in superficie. «Mettendo le auto a pettine ed eliminando i vialetti di intersezione si recupererebbe molto spazio». Resta vero che non trovando spazio in piazza grande le macchine le si possono mettere anche sul primo tratto di via Cavallotti, dove la macchina messa come capita, il divieto di sosta, l occupazione dei marciapiedi sono sport ultrapraticati nell indifferenza dei più, ma la sostanza non cambia e il parcheggio che non c è (sotterraneo e futuribile) lascia il posto a quello che c è. Sempre ambito e sempre uguale a se stesso, almeno per queste feste, poi si vedrà. Ma quello che si vedrà sarà in superficie, non sotto (Stefano Fogliani) I primi scavi (2011) confluiscano li. Sfidiamo il Sindaco a raccogliere almeno 1000 firme di formiginesi d accordo con questo ennesimo errore, prima di realizzare il senso unico. L Amministrazione non può non tener conto delle oltre ottocento firme raccolte». (E.A.) Via Sacco e Vanzetti, Fiorano Modenese (MO) Tel. : Fax: Cell SERVIZIO DI SPAZZAMENTO AREE URBANE E PRIVATE CON GESTIONE DEI RIFIUTI PRODOTTI SPURGHI CIVILI E INDUSTRIALI

7 anno 6 numero 151 / 13 Dicembre 2014 DISTRETTO DI SCANDIANO (RE) ELENCO COMPLESSIVO DELLE AZIENDE DEL DISTRETTO CHE HANNO EFFETTUATO LICENZIAMENTI PER CESSAZIONE DI ATTIVITA', LICENZIAMENTO COLLETTIVO, LICENZIAMENTO PER GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO SCANDIANO - DAL 1994 e AL CASALGRANDE 31/10/ Fonte: comunicazioni obbligatorie sui rapporti di lavoro pervenute alla Provincia di Reggio Emilia - Centro per l'impiego di Scandiano (banca dati informatizzata "Siler") Scandiano: persi 9mila posti di lavoro in 20 anni MOTIVO LICENZIAMENTO N. IMPRESE N. LICENZIAMENTI CESSAZIONE ATTIVITA' LICENZIAMENTO COLLETTIVO LICENZIAMENTO PER GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO Totale complessivo Il Centro per l impiego di Reggio Emilia ha fornito dati che confermano la desertificazione industriale della patria di Boiardo. Licenziamenti a Scandiano dal 1994 al 31/10/2014 ANNO N. IMPRESE N. LICENZIAMENTI T O TA L E (NB: ogni azienda può essere presente su piu anni) La desertificazione industriale denunciata da Danilo Maletti nel numero 149 del Dstretto ha trovato riscontro nei numeri forniti dal Centro per l impiego di Reggio Emilia: dal 1994 al 31 ottobre di quest anno sono andati persi 9383 posti di lavoro. Un dato pesantissimo, frutto di una ricerca effettuata appositamente su nostra richiesta che ha preso in esame le comunicazioni obbligatorie di cessazione, cioè di fine rapporto, provenienti dai datori di lavoro del distretto di Scandiano, relativamente alle 3 casistiche più strettamente riconducibili a situazioni di crisi, ristrutturazione aziendale, fallimento o comunque mancanza di lavoro: cessazione attività, licenziamento collettivo, licenziamento per giustificato motivo oggettivo. La somma di queste tre casistiche che hanno interessato aziende di Scandiano negli ultimi 20 anni è appunto quel 9383, il che non significa che quasi diecimila persone sono senza lavoro, ma che quasi diecimila posti di lavoro sono scomparsi. Molti di questi addetti espulsi da 3695 aziende di Scandiano avranno trovato lavoro altrove, di fatto però questa cifra conferma il progressivo sfaldarsi del sistema produttivo scandianese. Nel 1994 le imprese che hanno effettuato licenziamenti erano solo 6, per un totale di 9 posti di lavoro persi, salgono già a 22 un anno dopo con 51 licenziamenti, si sale pian piano con costanza fino ai 199 posti di lavoro persi in 82 aziende nel Tra il 2004 e il 2006 i licenziamenti schizzano da 362 a 399 ma il salto maggiore arriva nel 2007 con 125 imprese che hanno messo alla porta 692 lavoratori; il 2008 si torna a scendere a 309 posti saltati in 74 aziende ma poi nel 2009 si risale a 796 in 346 imprese, nel 2010 e nel 2011 si superano poi i 900 licenziamenti. Il record negativo spetta al 2012 con 1187 posti di lavoro persi in 541 aziende, l anno successivo sono 1045 in 499 imprese. Una vera ecatombe che nei primi dieci mesi del 2014 si è fermata, si fa per dire a 721 licenziamenti in 385 imprese. Analizzando i settori la parte del leone la fa naturalmente quello della fabbricazione di piastrelle in ceramica per pavimenti e rivestimenti con 1539 licenziamenti in 20 anni, di cui 39 per cessazione di attività, 1314 per licenziamento collettivo e 186 per giustificato motivo. Segue al secondo posto il settore Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico con 688 licenziamenti, mentre al terzo c è Costruzione di edifici residenziali e non residenziali con 635. La ceramica torna al quarto posto con la i 485 licenziamenti nel settore Fabbricazione di prodotti in ceramica per usi domestici e ornamentali, mentre al quinto c è la meccanica con 422, la ristorazione raggiunge la sesta posizione con 308 posti di lavoro persi. Se le parole sono pietre i numeri possono essere macigni e quelli elencati sino a qui fotografano un tessuto economico fortemente compromesso, che non è esagerato definire desertificato come ha fatto Danilo Maletti, tra i pochi imprenditori del settore mobili per parrucchieri che continua ad offrire opportunità di lavoro agli scandianesi. La crisi non basta a spiegare un tale ridimensionamento della componente manifatturiera del tessuto economico, e se non è possibile identificare in maniera certa i responsabili, non andremo lontano dal vero puntando il dito verso i politici, chiamati a governare lo sviluppo di un territorio che ha invece continuato a ripiegarsi su se stesso, riducendosi ai minimi termini. (Daniela D Angeli) Seicentomila euro per fermare le frane Tanto costeranno, all amministrazione comunale, gli interventi sulla Radici a Veggia, a Casalgrande Alto, a Dinazzano e a Villalunga. Il via nei mesi prossimi. Casalgrande Oltre mezzo milione di euro per sistemare le quattro frane che attive sul territorio comunale. Con due delibere di Giunta l amministrazione comunale di Casalgrande ha stanziato la bella somma di euro che servirà per mettere in sicurezza alcune zone che in passato hanno creato non pochi problemi alla viabilità e anche alle residenze. Fra le aree interessate agli interventi spicca la frana della Veggia che in passato ha creato notevoli difficoltà al traffico che transita sulla ex Statale delle Radici. Negli anni passati, soprattutto nei periodi molto piovosi, la viabilità era a senso alternato e spesso vi era la presenza su una delle carreggiate di ruspe o escavatori per togliere l argilla che veniva spinta a valle dal movimento franoso che è presente sulla collina che sovrasta la frazione. Per sistemare la frana della Veggia verranno stanziati 155mila euro. In questa somma è prevista una spesa di 20mila euro da destinare al rimboscamento di tutta la zona interessata dallo smottamento. Le altre tre frane su cui inizieranno ben presto i lavori di sistemazione sono in via Castello a Casalgrande Alto, a Dinazzano in via Colatore e a Villalunga in via Fosse Ardeatine. L intervento più oneroso sarà quello a Casalgrande Alto dove è stata quantificata una somma di ben 230mila euro per consolidare la strada comunale e la zona che è interessata dallo smottamento. Anche in questo caso sono previsti dei massicci rimboscamenti con la spesa prevista in circa 25mia euro. Per le frane che sono invece dislocate più a valle si prevede la spesa di 120mila euro per lo smottamento in via del Colatore a Dinazzano di questa somma 16mila euro verranno investiti in verde pubblico. A Villalunga in via Fosse Ardeatine verranno spesi in lavori di movimentazione terra e sistemazione del verde circa euro per sistemare una volta per tutte una piccola frana che causa dei disagi ai residenti che devono transitare lungo quel tratto di strada comunale. I quattro interventi che verranno realizzati nei prossimi mesi e sistemeranno in maniera definitiva i disagi alla viabilità e i rischi di ulteriori smottamenti che potrebbero verificarsi nel caso di condizioni atmosferiche eccezionali. Negli ultimi anni a causa del clima particolarmente instabili, con piogge violente e improvvise, si sono verificati molti smottamenti di terreni e la viabilità comunale è stata più volte colpita da frane che hanno messo in difficoltà il transito delle automobili e dei mezzi pesanti. L investimento di oltre mezzo milione di euro permetterà di mettere in sicurezza quei tratti di strade comunali che sono stati interessati da movimenti franosi negli ultimi anni. La possibilità di effettuare una serie di movimenti del terreno e di opere per la staticità delle aree interessate agli smottamenti dovrebbe impedire la formazione nei prossimi anni dei casi di interruzioni stradali anche se però le caratteristiche dei terreni della collina che sono molto ricchi di argilla sono per loro natura franosi e quindi è necessaria un controllo e una manutenzione continua del territorio per evitare che piccoli cedimenti di terreno si trasformino in grandi frane. (Paolo Ruini)

8

9 anno 6 numero 151 / 13 Dicembre 2014 PROTAGONISTI 7 Stefani volta le spalle alla borsa e ai fondi d investimento L Archimede di Sassuolo resta in sella al Gruppo System che chiude il 2014 centrando l obbiettivo di fatturato: +20% a quota 380 milioni di euro. Per il 2015 già stanziati 30 milioni di euro in investimenti. A primavera verrà installato alla Ceramica Sant Agostino il primo esemplare di Diversa Il 2014 si chiude per la System con risultati esaltanti: il fatturato ha toccato i 380 milioni di euro facendo segnare un incremento del +20%, una crescita a doppia cifra che era stata programmata a fine Abbiamo centrato i nostri obiettivi, ha affermato Franco Stefani con un sorriso raggiante, io veramente volevo chiudere a 400 milioni ma mi hanno detto che sono matto! Abbiamo deciso di comunicare i nostri ottimi risultati perché vorrei che non si parlasse delle aziende solo per vicende negative. Un azienda come la nostra crea lavoro e ricchezza, siamo emigranti in patria: andiamo in giro per il mondo per portare lavoro a Fiorano e restituire fuori dai confini nazionali un valore sotto forma di beni strumentali utili. A contribuire in maniera determinante alle ottime performance di fatturato è la crescita del mercato mondiale con l export che si mantiene stabile intorno all 80%, a trainare sono soprattutto il comparto macchine per ceramica, la logistica con impianti per la gestione food&beverage e i magazzini verticali Modula. Proprio si questi ultimi si concentrano ben 10 dei 30 milioni di euro di investimenti previsti per il 2015: Raddoppieremo la produzione di Modula a Salvaterra con un nuovo stabilimento a fianco di quello esistente e porteremo la produzione annuale a 2mila magazzini. Abbiamo confermato anche l investimento nella sede degli Stati Uniti, sempre per la produzione dei magazzini, mentre stiamo valutando la gestione di servizi post vendita in Thailandia e Cina. Un azienda che cresce ma che inizia a fare i conti con la gestione del futuro, con lo scenario che si verrà a creare quando l anima dell azienda, Franco Stefani, deciderà di ridurre il suo impegno in azienda. Ci sto lavorando, ammette con fatica dimostrando di non avere alcuna intenzione di lasciare a breve le redini della sua creatura, ho già inserito diverse figure manageriali e se in passato non è andata bene è dovuto anche al fatto che difficilmente accetto consigli da altri. Dovete capire che chi come me ha fondato un azienda deve fare un cambiamento di mentalità forte, sono abituato a prendere da solo tutte le mie decisioni e non è semplice affidarsi ad altri. Una certezza granitica è stata però raggiunta ed è il no all ingresso di fondi d investimento e al debutto in borsa: Sono cose che non mi interessano, siamo un azienda che ha un operatività che necessita del supporto delle banche, gli istituti di credito ce lo stanno fornendo e non ho alcuna intenzione di accettare l ingresso di fondi investimento nel capitale. Mi propongono continuamente soluzioni di questo genere, ma non fanno per me, così come dico no alla Borsa. In System la priorità va alla ricerca e allo sviluppo con il mantenimento costante di dieci progetti, di questi almeno un paio all anno finiscono sul mercato dopo 2 o 3 anni: La certificazione dei nostri prodotti la fa il mercato, la nostra Creadigit ha già toccato le 200 unità per un valore di 50 milioni di euro mentre la pressa Gea sta consentendo di abbattere del 50% i costi di produzione, per la logistica abbiamo invece già sei mesi di ordini piazzati per il L ultima nata in casa System è Diversa, il rivoluzionario sistema che riduce in soli 22 metri la linea di smaltatura, proprio in queste settimane sono in corso gli ultimi collaudi in azienda poi scatterà la prima installazione. Sarà la Ceramica Sant Agostino ad avere la prima Diversa, un importante azienda con la quale collaboriamo da tempo, furono anche i primi ad installare il magazzino verticale. Sperimenteremo insieme questa vera e propria rivoluzione tecnologica della decorazione. (Daniela D Angeli) Via Pietro Nenni, Rubiera (RE) - Tel Fax

10 8 SPECIALE AZIENDE anno 6 numero 151 / 13 Dicembre 2014 L ex ad di Luxottica: «Gli eredi al comando delle aziende solo se capaci» «Gli imprenditori della mia generazione sono fortunati. Nessuno, prima di loro dice Guerra, ex ad Luxottica e Merloni ha avuto a disposizione un mercato potenziale da due miliardi di consumatori». Ecco allora le regole con le quali le imprese possono farsi valere sul mercato globale: «internazionalizzazione, marketing, apertura ai capitali». E il fattore umano, «per andare oltre il cambio generazionale» Andrea Guerra Il titolo è volutamente provocatorio, e fa il paio con quella che non è una provocazione, ma una precisa convinzione che il manager Andrea Guerra ha condiviso con gli imprenditori del distretto ceramico. L occasione il convegno su Imprese, distretti e politica industriale promosso da Confindustria Ceramica, l assunto che «gli imprenditori della mia generazione sono i più fortunati di sempre: nessuno prima di loro ha potuto godere di un mercato di due miliardi di potenziali consumatori, nessuno prima di loro ha potuto godere dell opportunità di avvantaggiarsi di una gigantesca rivoluzione industriale: c è un mondo nuovo ha detto Guerra che garantisce opportunità fino a qualche anno fa inimmaginabili. E sbaglia chi si chiede cosa ci sarà, nel mondo nuovo, perché il mondo nuovo c è da ormai cinque anni e va affrontato con la giusta consapevolezza, sapendo che molto è cambiato ma che le criticità sono compensate da opportunità gigantesche». Le prime, dice Guerra, possono ricondursi alla instabilità e allo stress indotti da un mondo globalizzato e interconnesso 24 ore su 24 («se sbagli qualcosa, oggi, 15 secondi dopo lo sa tutto il mondo») e sono variabili che vanno tenute in debita considerazione, ma le seconde hanno potenzialità enormi, che tra l altro, aggiunge Guerra, «possono esse- re sfruttate seguendo una serie di regole auree che sono quelle che su ogni mercato hanno sempre premiato chi ha saputo seguirle. Non che l oggi del mercato globale, avverte Guerra, «sia il paradiso», ma le opportunità ci sono, e avvantaggiano le imprese che «fin dalla loro fondazione hanno saputo essere player nel senso proprio del termine, confrontandosi con un orizzonte che tecnologia e globalizzazione hanno mutato radicalmente». Modernizzandosi (anche attraverso quella tecnologia che permette di essere «aperti e flessibili») senza mi venire meno a quattro regole fondamentali. «Internazionalizzarsi, perché oggi non puoi andare a vendere e tor- nare a casa» la prima, «comunicare marchi ed esperienze, più che prodotti» la seconda e soprattutto aprirsi, perché è attraverso l apertura che si delineano le altre due regole, secondo Guerra. «Apertura ai capitali, ovvero finanziamenti per investimenti, sapendo che c è un mercato di capitali più ampio di quello delle banche», e apertura al fattore umano e al futuro, che vada oltre il capitalismo familiare e il management di sempre. La prospettiva dell azienda deve essere cinquanta anni almeno avanti rispetto all imprenditore e per quanto riguarda la successione generazionale dico che se fossi un imprenditore, oggi in procinto di lasciare l azienda a mio figlio, di lui mi augurerei fosse principalmente un buon azionista, non necessariamente un imprenditore bravo come chi lo ha preceduto, fosse responsabile e in grado di gestire nel miglior modo possibile quel management che, e qui torniamo al fattore umano, garantisce l azienda oltre l imprenditore stesso». «Ma devono rispecializzarsi, e trovare interlocutori in grado di scuotere un sistema paese ormai invecchiato». Lo dicono il presidente di Confindustria Ceramica Vittorio Borelli e Dario Di Vico, editorialista de Il Corriere della Sera Vittorio Borelli I distretti? Restano un modello vincente Il distretto come valore aggiunto, dal momento che se il sistema paese non funziona, funzioni almeno il sottosistema individuabile nel distretto industriale, amplificatore di eccellenza e modello comunque vincente. Anche al cospetto di sfide importanti come quelle imposte ad ogni sistema industriale dal mercato globale. «E molto di quello che era valido anni fa lo è ancora adesso», ha avvertito Guerra, sulla cui lunghezza d onda di muovono sia il presidente di Confindustria Ceramica Vittorio Borelli sia l editorialista de Il Corriere della Sera Dario Di Vico, presenti anche loro al tavolo dei relatori del convegno tenutosi presso Confindustria Ceramica. E se Borelli oggi guarda, più che ad un distretto «nato come modello in rapida crescita, ma oggi in grado di mantenere le eccellenze di uno schema vincente», ad un sistema paese che, secondo il numero uno di Confindustria Ceramica «è invecchiato e ha rallentato, più di un sistema industriale alla ricerca interlocutori che possano portare il sistema fuori dalle secche», Di Vico suggerisce strade fin qui non ancora (del tutto) sperimentate «per vincere la sfida imposta oggi a tutti i sistemi industriali». Ha scritto un libro, Di Vico, che racconta il modo di fare impresa oggi attraverso Cacciavite, robot e tablet» e fa capire come ad imprese e distretti servano tutti e tre. «Il cacciavite perché si parla di ristrutturare, anche dal punto di vista tradizionale, la tecnologia perché serve una continua innovazione di processo, il tablet perché è attraverso quello che si colgono le opportunità del mercato globale». La parola d ordine, secondo Di Vico, è «rispecializzarsi, affrontando problemi che non attengono necessariamente alla produzione. Penso alla logistica che, se ottimizzata, potrebbe risolvere molto delle economie dei distretti, e penso ad un distretto protagonista sul piano amministrativo: il governo ha in animo di garantire la possibilità di bypassare il patto di stabilità alle unioni di più comuni. Mi piace pensare alle aziende dei distretti come ad un unione: chi meglio di loro può scrivere la mappa delle migliorie da apportare?».

11 anno 6 numero 151 / 13 Dicembre 2014 SPECIALE AZIENDE 9 Il presidente di Litokol dona il 20% delle azioni ai suoi dirigenti Luciano Cottafavi Il fondatore di Litokol ha donato il 20% delle azioni del gruppo a quattro dirigenti: Leo Turini, Fabio Plazzi, Claudio Ruozzi ed Antonio Denti Diverse lo hanno oggettivamente già fatto, altre rischiano di farlo. D altra parte quando ci si trova di fronte ad una figura di tale spessore, un manager che ha portato in Borsa un azienda del calibro di Luxottica, artefice di continui e progressivi aumenti di fatturato, non si può far finta di niente ma piuttosto fare tesoro dei suoi preziosi suggerimenti. Guerra ha voluto dirci che continuare con la logica del passaggio generazionale La somiglianza tra Luciano Cottafavi, numero uno di Litokol, e l attore Richard Burton non è così azzardata: gli stessi occhi azzurri, il medesimo viso rotondo, il folto ciuffo di capelli che ancora cade sulla fronte nonostante le non poche primavere già vissute. Ma lui, il Signor Luciano, nella vita non si è lasciato tentare dal cinema, ha invece scelto di fare l imprenditore ed oggi lo troviamo nel pieno di una carriera invidiabile ancora seduto dietro la scrivania nel suo ufficio di Rubiera, orgoglioso dei numeri espressi dal suo gruppo nel 2013 nonostante la crisi: margine operativo lordo a 19,73% (la miglior performance dell intero comparto degli adesivi, sigillanti e impermeabilizzanti), quasi 23 milioni di euro di fatturato dall Italia e 70 in aggregato, 80 dipendenti, sedi operative in Russia, Ucraina, Armenia e Cina. Soddisfatto e orgoglioso del gesto di rara generosità e lungimiranza del quale si è reso protagonista nel giugno dello scorso anno: il trasferimento del 20% delle azioni dell intero gruppo a quattro dirigenti da tempo operativi nella struttura aziendale. Il direttore commerciale, il direttore finanziario, il direttore dell ufficio acquisti, il responsabile del mercato italiano si sono ritrovati di punto in bianco con il 5% delle azioni in saccoccia. Generosità? Capacità di leggere il futuro? Amore verso l azienda e i dipendenti? Volontà di garantire continuità alla sua azienda? A questi interrogativi ci ha così risposto Luciano Cottafavi: Dopo aver fatto tutte le valutazioni del caso, dopo aver compreso la vocazione di mia figlia Daniela, che non era quella di fare l imprenditrice, dopo essermi reso conto delle qualità e dell impegno di alcuni miei uomini di punta, ho Il futuro di Sassuolo passa per il cambio generazionale segue dalla prima pagina per dna è molto rischioso: per il distretto, per i lavoratori, per la ricchezza del nostro territorio. Continuare a pensare che il figlio di un imprenditore debba fare per forza lo stesso mestiere del padre, quando non il medico o l avvocato, l architetto o l ingegnere, l insegnante o l attore, non è soltanto pericoloso ma anche temerario e spericolato. E se analizziamo i casi di aziende che sono andate incontro ad un destino crudele la causa è spesso da attribuire ad un infelice passaggio preso la decisione di assegnare loro una parte del pacchetto azionario dell intero gruppo. Concertandola e ragionandola con loro? No, la decisione è stata solo mia, e nel momento in cui l ho assunta definitivamente ho scelto di comunicarlo ai ragazzi durante una cena conviviale. Cioè loro non sapevano nulla fino a quel momento? Esatto è successo durante una cena privata, organizzata nell ottobre 2012 dai manager di riferimento dell azienda per discutere delle prospettive di sviluppo e delle linee strategiche per gli anni generazionale. La domanda sorge spontanea: e se fossero state gestite da manager preparati quelle industrie sarebbero andate incontro allo stesso destino? La risposta del dottor Guerra sarebbe probabilmente inequivocabile e facilmente immaginabile. Anche se dobbiamo rilevare, ad onor del vero, che i tentativi già sperimentati qui a Sassuolo nel recentissimo passato non sempre hanno portato ai risultati sperati; anche se si è trattato di affiancamenti all imprenditore, non Chi sono I nuovi azionisti di Litokol Da sinistra: Plazzi, Turini, Denti, Ruozzi di sua sostituzione. L argomento mi fa pensare al signor Ikea, al secolo Ingvar Kamprad, il quale nel 2000 affidò ai tre figli rami d azienda da gestire, riservandosi di affidare il timone a quello che si fosse maggiormente distinto. Dopo oltre dieci anni non c è stato nessun passaggio di consegne e nel momento in cui il signor Ikea si è dimesso ha affidato la presidenza a Lars-Johan Jarnheimer, ex amministratore delegato di Tele 2, con i tre figli che sono rimasti comunque ottimi a venire. In quella occasione ho comunicato le mie intenzioni di ampliare la base azionaria di Litokol cooptando, quali soci al 5% ciascuno, quattro dipendenti della società che, con vari ruoli e con esperienze diverse, avranno il compito di portare avanti l azienda in futuro, garantendone la continuità.. Mi perdoni, ma qual è stata la loro reazione? Immagino simile a quella del nipote che riceve senza aspettarsela l eredità dello zio Tom Più o meno si, quella: stupore, incredulità e molta commozione, so che molti di loro non hanno dormito la notte seguente. Immagino che Lei oggi si senta più leggero, e non soltanto in virtù del peso delle azioni che ha scaricato sui quattro collaboratori fortunati. Si, mi sento più leggero ma non soltanto, oggi riesco a vedere un futuro roseo per il gruppo che ho fondato, con ragazzi giovani che certamente hanno ancora tante energie da spendere. Quindi Lei ha deciso di ritirarsi? Assolutamente no, ci sono più di prima, vengo in ufficio tutti i giorni e continuo nel lavoro di sempre, ma con maggiore serenità e tranquillità!. L assetto proprietario di Litokol è storicamente legato alla figura di Luciano Cottafavi, artefice dello sviluppo della società fin dai primi anni e titolare del 100% delle azioni insieme alla moglie, Maddalena Denti. Le persone coinvolte in questo progetto, concretizzatosi nel Giugno 2013 con una formale cessione delle azioni Litokol per un complessivo 20% della base azionaria, sono Alessandro Turini, Fabio Plazzi, Claudio Ruozzi ed Antonio Denti. Alessandro Turini, 53 anni: direttore commerciale e amministratore delegato di Litokol spa, ha vissuto in azienda l intera propria carriera lavorativa, sviluppando il mercato estero della società, curando direttamente le alleanze strategiche che hanno portato all internazionalizzazione e conducendola con piena delega in tutti gli aspetti chiave degli ultimi vent anni, fianco a fianco con l imprenditore. Fabio Plazzi, 46 anni: direttore finanziario di Litokol spa, è in azienda da 8 anni e sovrintende a tutti gli aspetti legati alla parte amministrativa e finanziaria, alle risorse umane e all information technology, oltre ad intervenire in prima persona nella gestione e nel controllo delle aziende estere del Gruppo. Claudio Ruozzi, 39 anni: responsabile acquisti e operations, è in Litokol da 20 anni e ha vissuto tutti gli aspetti operativi legati alla supply chain, alla produzione e alla logistica, acquisendo un ruolo chiave in tutti gli aspetti tecnici legati all attività industriale dell azienda, in Italia e all Estero. Antonio Denti, 42 anni: responsabile vendite Italia e referente per il mercato ceramico, in Litokol da quasi vent anni dopo aver conseguito una Laurea in Scienze Naturali, ha sviluppato il mercato italiano in misura crescente occupandosi di aspetti tecnici e commerciali, fino a ricoprire il ruolo di interlocutore unico per tutti i marchi italiani e le collaborazioni internazionali legate al distretto ceramico. azionisti! Di certo e per fortuna nel comprensorio ceramico assistiamo a passaggi generazionali di tipo padronale felicemente riusciti, e i bilanci sono li a certificarlo, in altri casi, sfortunatamente, all esatto contrario. Per non parlare dell abitudine tutta sassolese di scambiarsi il management, dirigenti che saltano da una azienda all altra percorrendo appena una manciata di chilometri; con il rischio di cadere nella stessa sventura della Regina Vittoria, malata di Non possiamo non chiedere un parere ad Alessandro Turini, il veterano della squadra: La scelta si concentra su persone che vivono l azienda in maniera appassionata, con la massima disponibilità e senza compromessi, nell intento di garantire che la visione alla quale la proprietà si è ispirata nel passato possa essere mantenuta e rafforzata, rendendo indissolubile il vincolo tra l azienda e i propri manager. La decisione, quindi, investe le competenze professionali di ciascuno, intrecciate in maniera ideale sui vari aspetti funzionali della gestione aziendale, ma ricade anche su un gruppo di lavoro unito e coeso di soci e amici. Tutto questo, peraltro, accade nel frangente di un passaggio generazionale in cui le opzioni avrebbero potuto essere indirizzate ad alleanze strategiche con partner industriali, ad un progressivo disimpegno tramite fondi di private equity, o vendendo l azienda, nel momento di massimo sviluppo, ad uno dei vari competitor interessati. Per inciso, si noti che Litokol è un azienda fortemente capitalizzata e sostanzialmente senza debiti finanziari, che negli ultimi cinque anni ha proseguito su una crescita media nel proprio volume d affari, grazie a prodotti innovativi e forte quota di export. Come orgogliosamente sottolineato dal presidente: Abbiamo la nostra azienda, costruita negli anni con le nostre persone e con quello che sul mercato si pensa di noi portiamo avanti questo. Una bella storia quella di Litokol, che ci racconta l amore consapevole di un imprenditore per la sua azienda, per i collaboratori e il territorio, la sua volontà di garantirle un futuro a prescindere dalla sua stessa presenza. Gli uomini non sono eterni mentre le aziende possono diventarlo! (Roberto Caroli) emofilia, patologia che ha passato ai propri figli, i quali a loro volta l anno trasmessa in mezza Europa a causa dell abitudine a sposarsi tra parenti. E un tema interessante che non si può certo sviluppare con un editoriale di fine anno, ma che vale la pena riprendere al più presto. Altrimenti a cosa servono i convegni e le presenze a Sassuolo di editorialisti e manager di assoluto successo? Con i migliori auguri di un sereno Santo Natale! (Roberto Caroli)

12 10 SPECIALE AZIENDE anno 6 numero 151 / 13 Dicembre 2014 «Internazionalizzazione e ricerca: siamo pronti a nuove sfide» Federico Piccinini «Siamo in piena transizione tra produzione tradizionale e tecnologia digitale: alle aziende è richiesto il massimo sforzo in termini di ricerca». Federico Piccinini, AD di Smaltochimica, promuove i processi di internazionalizzazione «ma il cuore dell innovazione resta nel distretto ceramico» «La scelta di spingere sull internazionalizzazione ci ha permesso di inserirci nel processo della globalizzazione, consolidandosi sui principali mercati internazionale, e oggi la sfida è nelle nuove tecnologie». Idee chiarissime per Federico Piccinini, Amministratore Delegato di Smaltochimica, leader nella produzione di prodotti chimici per l industria ceramica, in particolare nel settore dei veicoli per la decorazione di piastrelle e dei leganti e colle per smalti ceramici. Nata a metà degli anni Settanta, l azienda ha saputo crescere nel tempo, evolvendo il proprio business attraverso la ricerca, ed oggi è pronta a nuove sfide. «Siamo dice Piccinini - in una fase di transizione tra il mondo della ceramica tradizionale ed il digitale. Il trait d union è, e resta, la nostra filosofia di attenzione al cliente e all innovazione» Il plus, pare di capire, è la vostra strategia di espansione all estero «Una strategia che ha comportato investimenti importanti, ma particolarmente innovativa. Abbiamo scelto di collocare le produzioni di inchiostri digitali ceramici in paesi molto lontani, come Brasile, India, Iran, in modo da poter essere il più vicini possibili ai produttori di quei paesi, rafforzando con loro un legame molto forte, e accompagnandoli in questa fase di transizione che cerca di ottimizzare il legame tra le produzioni tradizionali e quelle digitali» Il mercato come ha risposto? «Positivamente, nel senso che il consumo di piastrelle mondiale aumenta, e se è vero che il mercato globale è molto segmentato e va specializzandosi, è altrettanto vero che la richiesta di tecnologia caratterizza molta della produzione mondiale, anche quella che più che all innovazione di prodotto e processo punta sull aumento dei volumi. E fondamentale, da parte nostra, scegliere con cura gli obiettivi di crescita, ed essere in grado di proporre ad ogni produttore soluzioni ad hoc» La parola chiave, in questo senso? «La ricerca, che si aggiunge all internazionalizzazione. Al di là di quanto siamo riusciti a creare all estero, dove abbiamo una decina di sedi produttive, lo sforzo di ricerca maggiore resta quello che facciamo presso la nostra casa madre, dove abbiamo creato un polo tecnologico che è il cuore della nostra azienda, la punta di diamante attraverso la quale proponiamo le nostre soluzioni anche ai produttori più evoluti, che sono senza dubbio quelli italiani» Sguardo al mercato globale, radici italiane, insomma «Le produzioni all avanguardia sono principalmente quelle italiane, e lo abbiamo visto anche al recente Cersaie, con proposte di altissimo livello» Singapore e il Circolo Bilderberg di Claudio Sorbo Il 9 agosto 2015 saranno passati 50 anni dall indipendenza di Singapore. Era stata proclamata da Lee Kuan Yew, uno dei sultani che a turno comandavano sulla Federazione Malese dopo l indipendenza ottenuta nel 1957 dalla Gran Bretagna. Laureato a Cambridge e di ottima famiglia, quando dichiarò l indipendenza esclamò Lasciamo la Malesia con le lacrime agli occhi. Probabilmente fu l ultima volta che pianse: era uomo di grande ambizione, acuta intelligenza, rara furbizia e qualche ipocrisia. Appena al potere, dimostrò subito che sarebbe stato un sovrano assolutista illuminato dal programma alquanto semplice: modernizzare a tutti i costi il paese, eliminare l opposizione politica, controllare in modo ferreo la stampa, dare la piena occupazione. In cambio, pretese dal popolo il rispetto delle leggi e delle norme di civile convivenza: voleva sudditi obbedienti ed educati, e li ottenne. Oggi a Singapore non si vendono gomme da masticare, se no la gente le sputa per terra, qualcuno le pesta e poi lascia quelle antiestetiche macchie nere che tanto deturpano i nostri spazi pubblici. Inoltre, è vietato attraversare le strade a scorrimento veloce: lo si fa attraverso ponti con scale mobili che le scavalcano. Le sanzioni per la violazione delle norme (passare col rosso, parcheggiare in divieto di sosta, buttare una cicca per terra) sono sempre di doppia natura: in parte pecuniarie, in parte costituite da lavori socialmente utili eseguiti indossando una vistosa giacca a bande arancioni, riconoscibilissima. Se siete fumatori, è bene sappiate che Singapore è una No smoking Town, per cui è vietato fumare in tutti i luoghi aperti al pubblico, quindi anche per strada, tranne in piccoli spazi riconoscibili da grandi portacenere intorno ai quali si assiepano gli irriducibili. Se poi avete l abitudine di farvi ogni tanto uno spinello, rinunciateci: come chiaramente scritto su numerosi cartelli già nell aeroporto di Changi, La legge di Singapore punisce con la pena di morte la detenzione, l uso o lo spaccio di qualsiasi quantitativo di qualsiasi sostanza stupefacente, e non è una minaccia: è vero. Spesso la sanzione è corporale: si usa la frusta sulle natiche nude per i rei maschi dai 18 ai 50. Per quali reati? Disegni sui muri (cosa non darei per vedere i nostri writer emuli di Keith Haring a culo nudo!), vandalismi, calpestare aiuole. Si dice che anche una sola frustata, tirata con la massima forza di cui dispone chi la esegue, come dice la legge locale, assicura qualche giorno di ospedale, dove il colpevole viene prontamente ricoverato e curato a spese dello Stato. Addirittura, per evitare infezioni il nerbo è precedentemente bagnato in disinfettanti, che però lo rendono più pesante e fanno diventare più dolorosi e laceranti i colpi. E chi non ha compiuto i 18 anni? C è la frusta lo stesso, è solo più fine e meno pesante. Inoltre, i nostri bad boys a Singapore faranno bene a tenere le orecchie basse perché lì non fanno distinzione tra locali e stranieri: un poliziotto cortesissimo e dall inglese impeccabile mi ha spiegato che la legge a Singapore funziona così: Legge violazione sanzione esecuzione della pena. Obviously, niente di personale, Sir. Gli stranieri, solitamente, dopo l esecuzione della pena vengono caricati sul primo aereo e rimandati a casa. Oggi al potere è il figlio di Lee Kuan Yew, appena più morbido del padre. Comunque, Singapore fa impressione: neanche una carta in terra, nelle siepi della mezzeria delle strade crescono, curatissime, le orchidee e intorno al Raffles Hotel (nella seconda metà dell 800 il più bell albergo dell Asia ) fioriscono bouganvillee. I quartieri etnici (Little India, Chinatown) sono irriconoscibili: ordinati, puliti, nessuno urla, i cinesi non sputano in terra e gli indiani non masticano betel quindi non sputano al suolo la loro schifosa saliva rossa, i mezzi pubblici sono lindi e nei negozi di Orchard Road, tre chilometri di lusso sfrenato e alberi tropicali, l atmosfera è rarefatta e le commesse, bellissime, sembrano appena uscite da una pubblicità di Shanghai Tang, e se non sapete cos è cercatelo in Internet. Economia: per il 2014 il tasso di crescita sarà simile agli anni precedenti (4,9%) e il reddito pro capite sarà di circa dollari U.S.A. (Italia: circa ). Poiché Singapore è un isola grande quanto la metà del comune di Roma, non ha materie prime e ha 5 milioni di abitanti, le attività principali riguardano assemblaggi: elettronica, chimica, ingegneria meccanica e scienze biomediche, oltre alla raffinazione del petrolio. La sua Borsa è la quarta al mondo dopo Londra, New York e Tokyo. Molto importante è il turismo: hotel di lusso, la ruota panoramica più grande al mondo, un Gran Premio di Formula 1, casinò, un albergo, il Marina Bay Sands, con piscina a sfioro sul tetto a 250 metri di altezza. E poi una redditizia industria della salute : ogni anno stranieri e locali si fanno curare dai migliori specialisti del mondo nelle cliniche locali, che sembrano hotel a cinque stelle. Il piano di sviluppo varato nel 2011 riguarda la cultura: nel 2014 sono stati investiti in Ricerca e Sviluppo 9 miliardi di dollari. Lo slogan? Multidisciplinarietà e multiculturalità, cioè fisici della salute, ingegneri dei trasporti, bioagronomi. Il risultato? Oggi Singapore ha sei ricercatori ogni mille abitanti (da noi, due) e le migliori menti la preferiscono agli Stati Uniti e all Europa. Per ora è stato brevettato un metodo per creare cellule staminali dal sangue. L inventore, un cinese trentenne, ha spiegato che ha pensato al sangue perché ce n è tanto. Nel frattempo i nostri ricercatori continuano ad avere un età media di 50,3 anni e noi diamo sempre ad altri la colpa del nostro declino: ai politici, ai poteri forti, al Circolo Bilderberg. Giorni fa un signore, in treno, me lo ha confermato con fare circospetto: La colpa della crisi è del Circolo Bikkembergs. Quello delle scarpe?

13 anno 6 numero 151 / 13 Dicembre 2014 SPECIALE AZIENDE 11 Stylgraph: trent anni e non sentirli! Con THE SPACE Stylgraph si rinnova e festeggia tre decenni di attività nella storia della serigrafia e decorazione per ceramica Fin dal 1984, anno della sua fondazione, Stylgraph si è contraddistinta nel volgere lo sguardo al futuro. La volontà di non fermarsi, al fine di offrire un prodotto sempre più prestigioso, insieme con l ambizione di raggiungere il vertice grazie allo stile e all eleganza tipicamente rappresentativi del Made in Italy sfocia nella nuova e moderna sala mostra: THE SPACE. Grazie alla serata di apertura dello scorso 27 ottobre, in cui ha avuto luogo la presentazione ufficiale della squadra di volley LIU JO militante nella serie A1 femminile, e alle prime due settimane di novembre, rinoniminate per l occasione Design Weeks, si sono potute ammirare le splendide nuove collezioni, ambientazioni e proposte di design ceramico realizzate da Stylgraph Progetto. Dato l ottimo riscontro avuto in queste prime occasioni, l apertura è stata protratta per tutto il mese di novembre e per le prime settimane di dicembre. In questo periodo, si sono susseguite le visite di aziende operanti a livello nazionale e soprattutto internazionale a dimostrazione di come Stylgraph abbia saputo accrescere la propria notorietà oltre i confini nazionali. A riprova dell internazionalizzazione dell azienda, negli ultimi due anni si è assistito all apertura di uffici in Cina e India che si affiancano a quelli italiani e spagnoli. Inoltre, con THE SPACE Stylgraph si rinnova e allo stesso tempo festeggia i suoi trenta anni di attività nella storia della serigrafia e decorazione per ceramica, presentando ai propri clienti un concetto innovativo di layout espositivo, completamente rinnovato e ampliato, con forti caratteristiche estetiche e funzionali; uno spazio versatile e polivalente dove, tutti i clienti ceramici hanno potuto e potranno apprezzare i nuovi progetti grafici inspirati ai mood predominanti del momento in uno stile unico che da sempre caratterizza il brand di Stylgraph. Il risultato è dunque quello di un area simbolo della creatività, della ricerca e dell innovazione proprie di Stylgraph Progetto, una continua sfida nel cercare un modo sempre più unico ed esclusivo di rivolgersi alla ceramica. L investimento cospicuo effettuato dall azienda unito al costante e duro impegno di tutti i dipendenti e dei collaboratori ha fatto sì che si giungesse a un eccellente successo che non poteva non essere festeggiato. È, infatti, il 15 dicembre la giornata designata per tracciare un bilancio consuntivo delle prime settimane di THE SPACE, ma soprattutto, cogliendo l occasione, per celebrare con amici e interessati il trentesimo anniversario di Stylgraph. A fare gli onori di casa saranno il CEO di Stylgraph Maurizio Cavagnari e la moglie Silvia che illustreranno come le alte aspettative riposte in THE SPACE non siano state deluse. La serata, inoltre, sarà impreziosita da alcuni particolari aneddoti riguardanti i primi passi dell azienda che condurranno i presenti fino al termine dell iniziativa. Geal presenta Sistemagres Soluzioni innovative per la pulizia del gres porcellanato presentate a Cersaie e Tecnargilla, ed una guida pratica al servizio di chi produce gres porcellanato, ma anche di chi lo vende, lo posa, lo utilizza Sono stati tra i primi a proporre prodotti a base acqua per la pulizia del gres porcellanato, sono senza dubbio i primi a proporre un sistema, nel senso compiuto del termine, per la manutenzione delle superfici ceramiche, sistema modulato secondo le caratteristiche delle superfici stesse. Perché Bel Chimica srl, che oggi gestisce tra gli altri il marchio Geal, è sì un industria chimica, «ma la chimica c è anche nell acqua e la nostra mission, da sempre, è innovare e proporre». Innova da sempre, l azienda pistoiese e, festeggiato quest anno il 35mo di attività, sceglie di farlo andando incontro, dice Lorenzo Giusti, «alle esigenze, sempre più complesse, di rivenditori, produttori e clienti finali: quelle che proponiamo aggiunge Giusti, che di Bel Chimica è General Manager - sono soluzioni tecniche innovative, sono proposte sviluppate ad hoc a seconda delle diverse esigenze del mercato ceramico e sulle quali cerchiamo anche di fare formazione e informazione attraverso una guida all utilizzo dei nostri prodotti che ne spiega modalità di utilizzo e caratteristiche». L azienda toscana ha infatti predisposto una guida pratica, strumento diretto agli operatori del pre e postvendita che, individuati i principali fuganti sul mercato, vi associa i prodotti nati dalla ricerca Bel Chimica più adatti ad ottenerne la pulizia. «Perché aggiunge Giusti non si tratta di risolvere le contestazioni, ma di prevenirle». Due i prodotti principali Solvacid, per la rimozione delle malte cementizie, ed Eposolv, prodotto specializzato su stucchi a base di resine epossidiche di una gamma al servizio sia di chi produce gres porcellanato, sia di chi lo posa e/o lo utilizza. «La pulizia del prodotto, del resto, è conclude Giusti - parte fondamentale del prodotto stesso».

14 12 SPECIALE AZIENDE anno 6 numero 151 / 13 Dicembre 2014 Il premio Fermo Corni assegnato a Fausto Tarozzi Ingegno, contributo al progresso e capacità di creare valore: il premio Fermo Corni assegnato a Fausto Tarozzi, Presidente SITI B&T Group Grande riconoscimento per il fondatore e Presidente di SITI B&T Group Fausto Tarozzi, al quale è stato assegnato il prestigioso premio Fermo Corni La cerimonia di premiazione, sé tenuta presso l Auditorium di via Leonardo da Vinci 300, a Modena, il 29 novembre nell ambito della Settimana della Scienza e della Tecnica. Il premio Fermo Corni viene assegnato dall Associazione culturale Amici del Corni, composta da ex insegnanti ed ex studenti, la cui mission è valorizzare e sviluppare la cultura tecnica-professionale attraverso la formazione, la didattica, l esperienza e l ingegno. Il premio viene conferito ogni anno ad un ex alunno che si è distinto nel valorizzare le capacità imparate sui banchi di scuola e poi applicate con successo nel proprio campo in Italia e nel mondo, dando prestigio alla scuola dove si è formato: Fausto Tarozzi è stato selezionato per il suo lungo e straordinario percorso imprenditoriale, quale esempio di impegno, laboriosità, tenacia, volontà ed eccellenza. Era infatti il 1961 quando Fausto Tarozzi ed Emer Barbieri fondarono il Gruppo Barbieri & Tarozzi, specializzato nella produzione di macchine per la movimentazione e lo stoccaggio di piastrelle. Un azienda che negli anni ha saputo evolversi cogliendo le sfide del mercato anche attraverso importanti investimenti e acquisizioni mirate. Grazie alle incorporazioni delle aziende Nassetti e SITI, leader indiscussi del settore ceramico, oggi SITI B&T Group è uno dei principali player a livello mondiale nella produzione di impianti completi a servizio dell industria ceramica delle piastrelle e dei sanitari e nell ambito della robotica avanzata. Tecnologia all avanguardia, innovazione e ricerca dell eccellenza sono le caratteristiche peculiari di un Gruppo che, dopo oltre 50 anni, respira ancora voglia di fare e crescere sempre con una particolare attenzione ai temi dell efficienza energetica e della riduzione dei costi di produzione. Nell albo d oro del premio Corni, Fausto Tarozzi va ad aggiungersi a illustri personalità quali Alberto Mantovani (past president Camera di Commercio di Modena), Onelio Prandini (past president Lega Coop), Erio Tosatti (Fisico di fama internazionale), Franco Bellei (già Vicepresidente Unicredit), Mario Zucchelli (presidente CoopEstense), Umberto Panini (imprenditore), Piero Ferrari (vicepresidente Ferrari Spa e presidente Piaggio Aero Industries Spa), Wainer Marchesini (Presidente e fondatore WAMGROUP), Omero Cornia (Presidente e fondatore CBM GROUP). Via A. Vespucci, Sassuolo (MO) - tel fax

15 anno 6 numero 151 / 13 Dicembre 2014 SPECIALE AZIENDE 13 Cotto d Este: nuovo Showroom nel cuore di Milano Un percorso di conoscenza a pochi passi dal Duomo e dal gate informativo di Expo 2015, meta di un pubblico cosmopolita, di designer, progettisti e protagonisti del mondo dell architettura Piazza Castello, a pochi passi dal Duomo e dal gate informativo di Expo 2015, nella zona più esclusiva del centro storico meta di un pubblico cosmopolita, di designer, progettisti e protagonisti del mondo dell architettura... é il punto di riferimento, il nuovo Showroom Cotto d Este. Un percorso di conoscenza con l obiettivo di presentare le ultime tendenze del design contemporaneo e le innumerevoli soluzioni Cotto d Este. Lo showroom ospita l intera gamma di pavimenti e rivestimenti Cotto d Este, in linea con le esigenze dell abitare e dell architettura contemporanea. Pietre, marmi, cementi, legni e superfici innovative. Nuovi stili e nuove tendenze in gres porcellanato ad altissima resistenza, ecologico e antibatterico. Lo spazio espositivo è stato progettato dai designer Cotto d Este, per esaltare la bellezza e l eccellenza tecnica del gres porcellanato spessorato 14 e 20 mm e l unicità di Kerlite, il porcellanato ceramico ultrasottile di soli 3 mm e formati fino a 3metri x1 che ha rivoluzionato il mondo della ceramica, oggi di- sponibile anche nello spessore di 5mm per nuove affascinanti strutture e superfici. Uno Staff specializzato garantisce una consulenza tecnica dettagliata sui molteplici aspetti che caratterizzano i prodotti Cotto d Este e le numerose applicazioni. Il visitatore potrà inoltre godere di un servizio completo di progettazione personalizzata, preventivi gratuiti e approfittare di vantaggi e agevolazioni riservate ai clienti dello Store. Cotto d Este mette così in vetrina il proprio talento nella produzione di ceramica all avanguardia coniugando in modo sapiente bellezza, qualità e sostenibilità. L interesse che suscitano le creazioni di Cotto d Este nel mondo è testimoniata da numerose e prestigiose referenze. Architetti, progettisti e designer scelgono i materiali firmati Cotto d Este e Kerlite per i loro progetti, anche grazie alle numerose possibilità di applicazione che un gres porcellanato ad alto contenuto tecnologico è in grado di offrire: non solo pavimenti e rivestimenti nel settore residenziale ma anche applicazioni in ambito commerciale, pubblico, soluzioni per edifici ad alto risparmio energetico, pareti ventilate, cappotti e superfici ideali per il settore dell arredo. Con l inaugurazione ad Aprile 2014 del nuovo showroom di Milano, Cotto d Este ha voluto creare un importante punto di contatto con i progettisti, i clienti ed i principali attori dell abitare contemporaneo, uno store esclusivo in una Milano che si prepara ad accogliere Expo La ceramica in rete: Molte le novità nel nuovo strumento di comunicazione del network creato da Roberto Caroli: nuovi contenuti, grafiche intuitive, immediatezza, senza rinunciare al tanto che caratterizza da sempre Ceramicanda Un nuovo strumento di comunicazione arricchisce il ricco palinsesto di Ceramicanda, il network creato vent anni fa da Roberto Caroli per raccontare il distretto ceramico. Pensato per raccogliere e diffondere tutti gli strumenti con i quali il gruppo reggiano racconta, da sempre, presente, passato e futuro dei settori ceramico e meccanico, il nuovo sito raccoglie e riorganizza la Rubrica Televisiva, il magazine Ceramicanda, il tabloid quindi- cinale il DStretto, il canale satellitare TG Architettura (Sky 813), rendendole immediatamente fruibili attraverso una veste grafica dinamica ed intuitiva, in grado di mettere a disposizione di inserzionisti, operatori del settore e grande pubblico contenuti mai banali che ne sono la vera ricchezza. La grafica, moderna e accattivante, si attaglia perfettamente alla mission del gruppo fondato da Roberto Caroli, ovvero declinare in chiave finalmente efficace e moderna le tante eccellenze che ruotano attor- no al settore ceramico mondiale, raccontandole in modo finalmente originale. Protagonisti, inchieste, news, case history, appuntamenti e fiere, eventi e kermesse, immagini e notizie: una versione più tradizionale in italiano si affianca a quella in lingua inglese che approccia, con i toni che hanno reso Ceramicanda il network ceramico per eccellenza, il mercato globale, garantendo visibilità e contatti alle aziende partners. La rete, e non da ieri, è il futuro, e Ceramicanda sceglie di investire su en- trambi, ovvero la rete ed il futuro: consolida attraverso il nuovo sito progetti editoriali la cui diffusione è garanzia di visibilità, arricchisce i contenuti declinandoli su contesti dinamici che sfruttano le potenzialità del video, li amplifica grazie ad una diffusione capillare che ne fa il punto di riferimento degli operatori del settore, impreziosendo ogni contenuto con quella professionalità della quale vent anni sul mercato, e svariati tentativi di imitazione, sono più di una garanzia. SITE MAP Due macrosezioni caratterizzano il nuovo sito di Ceramicanda CERAMICANDA INTERNATIONAL,dedicata alle innovazioni tecnologiche di processo, raccoglie al suo interno la rubrica Process Machines & Services che porta alla luce innovazioni tecnologiche di produttori di macchine, la sezione Tiles Collections & Project incentrata sulle nuove collezioni e tendenze delle aziende ceramiche, sempre con uno sguardo tecnico. Gli argomenti di più stretta attualità vengono invece approfonditi nelle rubriche Press Review e Focus, molto più che uno sguardo sul settore ceramico. A queste si aggiunge Laying, la rubrica dedicata alla posa, che racconta novità, approfondimenti e aziende del comparto TG ARCHITETTURA si concentra sui prodotti, sulle tendenze, sui progetti e sulle referenze delle aziende ceramiche. All interno della sezione, la rubrica Superfici, ci riporta le novità di prodotto, le tendenze, il design nonché tutto ciò che ceramica nelle sue varie declinazioni, mentre Aziende ed Eventi presenta aziende legate al design e all architettura attraverso eventi o documentando le loro referenze e progetti. News Video riporta brevi comunicati tematici per il mondo dell architettura: ogni settimana le ultimissime su concorsi, mostre, eventi, convegni, formazione, prodotti e mercati. Sempre dal sito potrai seguire la Trasmissione Televisiva Regionale settimanale (diffusa su TRC TeleModena e TeleReggio) e sfogliare il nostro magazine Ceramicanda e il tabloid Il DStretto. INCHIOSTRI VETRIDIGIT VIK EVO New Eco Generation VetriDigit, divisione digitale di Vetriceramici spa, presenta la nuova ed esclusiva gamma di inchiostri per ceramica New EVO, progettata e prodotta completamente nell innovativo sito di produzione e ricerca per materie digitali di Casola Valsenio (RA). La nuova serie EVO si contraddistingue dalla precedente, già apprezzata, per essere amica dell ambiente, infatti è composta da prodotti non tossici e conformi alle più severe normative europee REACH. Vetriceramici, per sua natura, continua fortemente ad investire in ricerca sulle nuove tecnologie digitali, e ad oggi la divisione R&S conta più di 20 addetti specializzati. Vetriceramici si conferma leader per qualità prodotto e servizio di assistenza al Cliente.

16 TEST THE BEST DIGITALPRINTINGSYSTEM 400 X 400 DPI PER 40 METRI AL MINUTO 4 LIVELLI DI GRIGIO FINO A 80 PICOLITRI PER GOCCIA 6 BARRE COLORE LINELESS systemceramics.com

17

18

19 anno 6 numero 151 / 13 Dicembre 2014 accadmenti 17 Io speriamo che me la cavo Don Achille Lumetti Vivere è diventato un incubo, il buio senza speranza, un refuso anagrafico. Siamo tutti esposti: non ci si può nascondere nel cono d ombra del rinvio o dello slittare come se fossimo in Lapponia Questa espressione uscita dalla bocca di un bambino delle scuole elementari in merito alla sua promozione scolastica o alla sua riuscita nella vita, è trasferibile all attuale situazione italiana e dello stesso pianeta terra. La nostra condanna, non si ricaverà da una labile impronta di una scarpa ma dal camuffamento di un impronta che qualifica ogni persona del mondo, che è quella fondamentale per l esistenza: la coscienza, il risveglio umano, il siate fratelli suggerito da Cristo, maestro e salvezza globale. Basta con la guerra in nome di Dio : in nome di Dio, dobbiamo fare la pace. Il vivere e l amore allo stato puro sembra diventato tossico. Oggi più di ieri e meno di domani non è più uno slogan amoroso, ma allude alla litigiosità, oltre che alla pressione fiscale. Vivere è diventato un incubo, il buio senza speranza, un refuso anagrafico. Siamo tutti esposti: non ci si può nascondere nel cono d ombra del rinvio o dello slittare come se fossimo in Lapponia. Il nostro compito dobbiamo svolgerlo in classe, ora, tutto e completo e sempre. Ogni domenica attorno agli stadi e negli stadi, per la partita di calcio vi sono i tifosi simili a volontari al fronte pronti per la guerra. Noi tutti rimaniamo in attesa di una inversione di marcia dei violenti, dei tagliatori di teste, dei balordi. Il mondo è diventato una immensa sala d attesa. Tutti attendiamo. Attendiamo e aspettiamo che cosa? E una attesa confusa, fino al giorno in cui, purtroppo non attenderemo più nulla. La mania di grandezza, l ansia di conquista e l ingordigia di possedere obnubilano la mente e desertificano il cuore. L artista pittore Donatello raffigurò gli ingordi e gli avari, come desolati esseri, costretti a ingoiare una colata di oro fuso. Va in onda, in televisione, la fiction, il Restauratore con Lando Buzzanca. Il restauratore, non si dedica soltanto ai mobili e opere d arte, ma intende restaurare la persona e ricondurre alla loro originale dignità. Abbiamo un Restauratore che può ridonarci il nostro splendore. Questa è la via. Seguiamolo tutti! (Don Achille Lumetti) Il pranzo di Babette Sono le cinque del pomeriggio del 6 dicembre e Babette è in coda in una storica drogheria, tra i profumi di cannella, cioccolato, uvetta e spezie, ingredienti imprescindibili per chi è già alle prese con la preparazione dei dolci di Natale. Una signora che la precede tradisce una certa agitazione, è il terzo giorno che cerca di acquistare canditi di alta qualità, le ciliegie che piacciono a tutti, soprattutto ai bambini, e teme di dover tornare a casa a mani vuote a causa dei ritardi nelle consegne. I canditi, spiega con dovizia di particolari, servono per realizzare il Certosino, o panspeziale, un dolce che vanta un origine molto antica, sembra che il nome derivi dai farmacisti, detti appunto speziali, che per primi lo produssero; successivamente furono i frati certosini a prendersi carico della sua produzione, da qui il nome con il quale lo conosciamo oggi. Ed è qui che la signora estrae la preziosa ricetta, la versione originale vergata nell 800 dalle donne della mia famiglia con inchiostro e pennino è conservata a casa - spiega - la custodisco gelosamente, questa è una copia che ho fatto io. Ma perché tanta fretta per i canditi? Il Natale è ancora lontano, pensa Babette ingenuamente. Ebbene la tradizione vuole che il Certosino sia pronto entro l 8 dicembre, anche perché tra gli ingredienti fanno capolino 10 grammi di ammoniaca e Il calore della tradizione gli speziali, che sapevano il fatto loro in fatto di rudimenti chimici, erano perfettamente a conoscenza delle proprietà lievitanti di questo pericolosa polverina, che però ha bisogno di qualche settimana per diventare innocua. Ed ecco quindi spiegata la premura della signora. Immaginate quante storie come questa incontriamo nella ricca tradizione culinaria italiana legata al Natale, non basterebbero le rubriche di un intero anno per contenerle tutte, ci limiteremo quindi a qualche cenno. Lo sapete che il Pandoro ha un papà? E il Nadalin, dolce tipico di Verona. Il famoso figlio, il morbido pandoro, è nato nel 1894 per mano del pasticcere Domenico Melegatti, ed è appunto il tipico dolce veronese delle festività natalizie. Molti veronesi doc lo ritengono però troppo commerciale per esprimere il vero senso delle tradizioni e del Natale e gli preferiscono il Nadalin, dolce creato alla fine del XIII secolo per festeggiare il primo Natale dopo l investitura dei nobili Della Scala a Signori di Verona; il Nadalin è un dolce poco lievitato e non molto alto, anch esso con la forma di una stella ad otto punte, seppure meno delineata e precisa di quella del pandoro. Il vero vantaggio, rispetto al noto figlio, è che la sua preparazione è molto più semplice e veloce, poiché non necessita di reimpasti. I veronesi consumano questo dolce la sera di Natale, dopo aver partecipato alla tradizionale messa di mezzanotte, accompagnandolo con una tazza di cioccolata calda o con bicchiere di Recioto della Valpolicella. Possiamo tacere qualche cenno sul Panettone? Giammai Secondo l origine etimologica della parole sarebbe Toni, un umile sguattero della cucina di Ludovico il Moro, l inventore di tanta delizia, pare che alla vigilia di un Natale, il capocuoco degli Sforza avesse bruciato il dolce preparato per il banchetto ducale. Il prode Toni avrebbe quindi deciso di sacrificare il panetto di lievito madre che aveva tenuto da parte per il suo Natale e dopo averlo lavorato a più riprese con farina, uova, zucchero, uvetta e canditi, avrebbe ottenuto un impasto soffice e molto lievitato. Il risultato fu un successo strepitoso che Ludovico il Moro avrebbe intitolato Pan de Toni in omaggio al creatore. La paternità del panettone è contesa anche da altri pasticceri, spiccano Ughetto degli Atellani e Suor Ughetta, in tutti i casi si tratta di leggende concepite tra la fine dell Ottocento e l inizio del Novecento, per nobilitare il vanto della gastronomia milanese. Tra l altro Ughetto e Ughetta sono nomi legati al vocabolo che in milanese sta per uvetta: ughett. Per risalire alla vera origine del panettone arriviamo al medioevo e all usanza di celebrare il Natale con un pane più ricco di quello di tutti i giorni. Un manoscritto tardo quattrocentesco di Giorgio Valagussa, precettore di casa Sforza, attesta la consuetudine ducale di celebrare il cosiddetto rito del ciocco: la sera del 24 dicembre si poneva nel camino un grosso ciocco di legno e, nel contempo, venivano portati in tavola tre grandi pani di frumento, materia prima per l epoca di gran pregio: il capofamiglia ne serviva una fetta a tutti i commensali, serbandone una per l anno successivo, in segno di continuità. Ma dobbiamo arrivare alla metà dell 800 per trovare traccia del panettone dolce, la prima fonte a parlare di lievito è infatti del 1853: il Nuovo cuoco milanese economico, ricettario di Giovanni Felice Luraschi; mentre i cubetti canditi di cedro compaiono nel Trattato di cucina, pasticceria moderna del 1854 di Giovanni Vialardi, cuoco dei regnanti sabaudi. Non v è dubbio sui migliori abbinamenti alcolici: un vino bianco di medio corpo, anche spumante, in particolare con vini prodotti in Lombardia, penso ad un Oltrepò Pavese Moscato Doc o ad un Recioto di Gambellara Spumante Docg. (Babette)

20

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

www.provincia.roma.it EBOOK COSA SONO COME SI USANO DOVE SI TROVANO di Luisa Capelli

www.provincia.roma.it EBOOK COSA SONO COME SI USANO DOVE SI TROVANO di Luisa Capelli www.provincia.roma.it EBOOK COSA SONO COME SI USANO DOVE SI TROVANO di Luisa Capelli 01 Nei secoli, ci siamo abituati a leggere in molti modi (pietra, pergamena, libri). I cambiamenti continueranno e noi

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni!

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! TRADING in OPZIONI Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! Justagoodtrade è il nome di uno yacht che ho visto durante uno dei miei viaggi di formazione sul trading negli USA. Il milionario

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Vini SPUMANTI. Franciacorta Cuve Imperiale Brut. Valdobbiadene Prosecco. Superiore Brut. Prosecco Treviso Extra Dry. Valdobbiadene Prosecco

Vini SPUMANTI. Franciacorta Cuve Imperiale Brut. Valdobbiadene Prosecco. Superiore Brut. Prosecco Treviso Extra Dry. Valdobbiadene Prosecco Carta dei Vini 2015 Vini SPUMANTI Franciacorta Cuve Imperiale Brut Superiore Brut Berlucchi Regione LOMBARDIA Uve Chardonnay e Pinot Nero Vino Bouquet ricco e persistente,con note fruttate e floreali.

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

ITALIA / ITALIE e tra. a cura di Gabriele Dadati

ITALIA / ITALIE e tra. a cura di Gabriele Dadati ITALIA / ITALIE e tra a cura di Gabriele Dadati direzione editoriale: Calogero Garlisi redazione: Eugenio Nastri comunicazione: Gabriele Dadati commerciale: Marco Bianchi realizzazione editoriale: Veronica

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Dipartimento di Elettrotecnica, Elettronica, Informatica Università di Trieste

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Schede tecniche LA SOURCE

Schede tecniche LA SOURCE Schede tecniche LA SOURCE s.a.s di Celi Stefano & C. Società Agricola - C.F. e P. IVA 01054500077 Loc. Bussan Dessous, 1-11010 Saint-Pierre (AO) - Cell: 335.6613179 - info@lasource.it Documento scaricato

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

QUELL ATTIMO INFINITAMENTE SIMMETRICO

QUELL ATTIMO INFINITAMENTE SIMMETRICO QUELL ATTIMO INFINITAMENTE SIMMETRICO Illustrazione di Matteo Pericoli 2002 Lui. Onroignoub! Lei. Come dice, scusi? Lui. Ouroignoub. Ah, mi perdoni. Buongiorno. Credevo che si fosse tutti d accordo a parlare

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli