B A N C A D I C R E D I T O C O O P E R AT I V O D E L V E N E Z I A N O S O C. C O O P.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "B A N C A D I C R E D I T O C O O P E R AT I V O D E L V E N E Z I A N O S O C. C O O P."

Transcript

1 B A N C A D I C R E D I T O C O O P E R AT I V O D E L V E N E Z I A N O S O C. C O O P. B anc a d i C red ito C o op erativo d el Ve n e z i ano S o cietà C o op erat iva S ede l eg al e : via Vill a B oj on di Camp olong o M a ggi or e (VE), S ede ammin istr ativa : rmer a M atte otti o o 3 4 M ir a (VE) Codice AB I o 84o7 Is eritta all 'Alb o delle Aziende d i Cre d ito al n , a ll 'Alb o del le S o ciet à Co op er ative al n. A1 6 o e al Registro delle Impres e di Venezia al n Co dice Fiscale e Pa rtita 1VA o o 27294o 27 1 CO ND IZION I DEFIN ITIVE ALLA NOTA INFORMATIVA S UL PRO GRAMMA " B CC DEL VENEZIANO ZERO CO U PON " BCC del Vene zian o 1 8 / 1 1/ 2 oo 8-2 O l l ZC I S IN ITo oo o 5 Le p re s ent i CONDIZIONI DEFI N ITIVE sono state r edatte in confo rm it à al Reg ol am ento adott ato dall a CONS OB con D elib er a n / e su c c es s ive m odifiche, nonehé all a D i retiva 2oo 3 /7 1/CE (l a "Direttiva P ro sp etto " ) ed al Regol am ento 2o o4/ 8o9 /CE (il " Regol am ent o CE" ). Le CONDIZIONI DEFINITIVE unitamente al Documento di Registrazione, alla Nota Inform ativa e all a Nota di Sintes i, co stituis cono il P rosp eto di B as e (il " P ro sp eto d i B as e " ) r el ativo al P rog ramma di emissione " B CC D EL VENEZIANO Z e ro C oupon" (il " P rog ramm a"), n ell ' ambito del qu al e l ' Em ittent e p ot rà emet ere, in un a o p iù s e r i e di em i s sione (cias cun a un "Prestito Obb lig a z i onario " o un " P re stito " ), t itoli di deb ito di valore nom inal e unitario inferio re a 5o. oo o Euro (l e " Obbliga zioni " e ci as cun a un a "Obbliga zi one" ). Le Condi zioni D efinit ive devono e ss ere l et e congiunt am ente a l P ro sp eto di B as e depositato p r es so la Consob in d at a 27/ 0 8 / a s eguito di approvazione comun i cata con not a n. 8 o del 2o / o 8 / 2oo8. Le p r es ent i CONDIZI ONI DEFI N ITIVE sono a disp osizione del pubbl i co p re s so l a s ede amminist rat iva e le dip endenz e della B anca d i Cr edito Co op erativo del Venezi ano, so c i età co operativa, ed altr esì eonsultab ili sul s ito internet,.b aneadelven e z i ano. it L 'adempimento di pubblicazione delle pres enti COND IZION I DEFINITIVE non comp o rta alcun giudizio della CONSOB stili 'opp ortunità dell ' inve stimento e sul merito dei dati e delle notizie allo stess o relativi. IT yav y A 9

2 FA TTORI DI RISCHIO La B anca di Cred ito Co operat ivo d e l Vene ziano s. c., in qual ità di emittente, invita g l i inve stito ri a prendere attenta vi s ione del l a p res ent e N ota I nfo rmativa, al fine d i comprende re i fato ri di r is chi o conne s s i a ll e obbl iga z i oni em es s e nell ' ambit o del programma denominato "BCC del Veneziano Obbligazioni Zero Coupon". L ' investitore dox 'ebb e conclude re una op e ra zione avente ad oggetto t a l i obbl iga z i oni s olo dopo ave rne compre so l a n atur a e i l g r ado di e spos i zione al r i s chio ch e l e st e s s e comp ortano. U investimento n ell e obbliga zioni B anca de l Vene z i ano Z e ro C oupon comp o rt ano i rischi di un investimento obbligazionario a tasso fisso. Resta int e so che, valutato il r is ch i o d ell'op e razione, l 'investito re e la B CC devono ver ifi car e s e l 'investimento è ad egu ato p er l ' inve st ito re avendo rigu a rdo al l a sua situazione patrimoniale, ai suoi obietivi di investimento e alla sua personale esperienza nel campo degl i inve stimenti fin an ziari. Nondim eno si r ich i ama l ' aten zione dell 'inve stitor e sul do cum ent o di reg istr a zione ove s ono riport ati i fato r i d i r i s ch io rel at ivi all ' emitente. DESCRIZI ONE SINTETICA DELLE CARAíVFERISTICHE DELLO STRUM ENTO FINANZ IARIO Le obblig az ion i oggeto del l a p res ente Nota Info rmativa sono titol i di d eb ito ch e g ar ant i s cono il r imb o rso del l o o % d el valore nomin al e a s caden z a. Le suddete obbl ig azioni danno, inolt re, d i rito ad un rendim ento garant ito l o rdo p er un ammont ar e p ari alla diferen z a t ra il Valore N omin al e ed il P r ez zo di Emissi one come indi cato n ell e Condi zioni D efinit ive di ci as cun p re stito nell e qual i s a r anno p eralt r o sp ecifi cati l a d ata di s c adenza e il valo r e nominale e tutt i quegl i ulte ri or i el em ent i at i a defin i re l e carate ristich e dell e obbliga zioni. L 'Emitente non applicher à alcuna c ommis s ione di soto s cri z i one/ collo camento/ alt re, si a implicita ch e e splicit a. Esemplificazione e scomposizione dello strumento finanziario Le obbl iga zioni oggeto dell a p res ente nota info rmativa s ono em e s s e ad un p r ez zo inferiore al loro Valore Nominale a scadenza (sot o l a p a r i ) ch e s arà indic ato n ell e condi zioni definit ive ; g ar antis cono il rimb o r so del lo O % del valore nom inale a scadenza, nei m o di e n ei t empi indi cati n el l e condi z ioni definit ive. Le suddete obblig azioni danno di r itto ad un rend imento garantito lo rdo p e r un ammonta re p ari all a difer en z a t ra il Valo re Nom in al e ed il P re z zo di Emis sione. Lo stesso rendimento alla data si confronta con un rendimento efettivo su base annua, al l ordo e al n etto dell'efeto fi s cal e, d i un titol o "fre e r isk" (CTZ) p ari a l 3,44% l o rdo e 2, 9 1 % n eto. IT ;ca p _ ANO

3 TFORI DI RISCHIO FATTORI DI RISCHIO CONNESSI ALL'EM ITtENTE Rischio di credito per il sottoscrittore Sotto s crivendo o a cquist ando l e obbl iga z ioni, l ' investitore divien e finan z i ato r e dell 'Emitente e titolare di un credito n ei confronti del mede sim o p er i l r imborso del cap itale a s c aden z a. L ' investito re è dunqu e espost o al r is ch i o che l 'Emitente diveng a insolvente o comunque non si a i n grado di ademp ier e a tali obbl ighi d i p ag am ento. P e r un co rr eto app r ez z amento del r is chio Em itente in rel a zione a l l ' inve stimento s i rinvi a al D o cumento d i Regi st r a z ion e dell 'Emitente ed in p articol are al cap it alo " Fato r i di ris chio " dell o ste s so. Rischio connesso ai limiti della garanzia del Fondo di Garanzia degli obbligazionisti del credito co op erativo I p r estit i obbli ga zionar i, em e s s i dall a B anca di Credito Co op e rativo del Veneziano s. c., non sono copert i dal l a g a r an zia del Fondo d i Gar anzia dei D epositanti del Credit o Co op e rat ivo o da gar an zia re al i. Il rimbors o del c ap it ale e d il p ag am ent o degl i i nter es s i s ono g ar antiti d al p at r imoni o dell ' Emitente. Inoltr e l a B an ca di Cre dito Co op er at ivo del Ven e z i ano r i eh i ederà, r iguardo ad o gni singolo p re stit o obbl iga zionar io emesso n ell ' amb ito dei p rog rammi denominat i " B anc a di Credito C o op erat ivo del Vene ziano a t as so fi s so", " B anca di Credito C o oper at ivo del Vene z i ano a tas so variabil e ", " B anca di Cr edit o Co op erativo Zero Coup on" e "B anca di C red ito Co op e r ativo del Vene zi ano step -up / step - down " l a gar anzia del Fondo di Gar anzi a degli Obbl ig a z ion i sti c ome indi c ato al punto 8 del la p ertin ente Nota Info rm at iva e c om e ver rà evidenziato n elle Condi zioni D efinit ive. I l di r ito all ' intel Tento del fondo può e s s ere es e rcit ato solo n e l ca s o in cui il p ortato re dim o st r i l ' ininterrot o pos s es so dei t itol i n e i tre m esi antecedenti l ' evento di default e p er un ammonta re m as s imo di titoli p o s s eduti da cias cun portato re n on sup erio re curo lo , 3 8 (eentot remfl adue centonovantuno/3 8 ) indipendentemente dalla loro derivazione da una o più emissioni obbligazionarie garantite. L a d ota zione m as sima coll etiva del fondo, ammont a a : o4. o4o, o 7 FATTORI DI RISCHI O RELATM AGLI STRUMENTI FINANZIARI Ri schio di Tas so di mercato In c aso di vendit a p r ima dell a s cadenza l ' invest ito re è esposto al cosiddeto " r is ch i o di tas so", in quanto in caso di aumento dei tas s i di mer cato s i veriflch erà un a dim inu z i one del prez z o di vend it a del titolo, m entre nel caso cont ra r io i l t itol o subir à un apprez z amento. Nel cas o de i titoli Z ero Coup on oggetto del p re s ente prog ramm a, es s endo es si st rum enti finanzia r i con duration m aggio r e risp eto a i t itoli con flus s o c edol a re, va r i a z i oni al rial z o dei tassi di mercato possono dar vita a prezzi di vendita più penalizzanti per l ' investitore. L' imp ato delle va r i a z ioni dei ta s si d 'int ere s s e di m er cato sul p rez zo dell e obblig azion i a tas so fis so sono tanto p iù ac centuate quanto più lunga è l a vita residua del titolo. IT Y, R zia 9

4 Ris chio di Liquidità FA TTORI DI RIS CHIO Il r i s chi o è r app re s ent ato dall a difficoltà o impossib i l ità p e r un investito r e d i vendere le obblig a zioni pront amente p r im a dell a s c adenz a n atur al e ad un p rez z o in l i n e a con il m e rcato ch e pot rebb e anche e s s e re i nfe rio re al pre zzo di emi s sione del titolo. P ert anto l ' investito re n ell' e l ab orare l a p rop r ia st r ate g i a fi n an z i a r i a deve aver b en p r es ente ch e l ' ori z zonte tempora l e dell ' inve stimento (defin ito dal l a du rata del l e stes s e all ' att o del l ' em i s s i one), deve e s s e re in l inea con le sue future e sig enz e di l iquidit à. Non è p r evist a, p er alt ro, l a p r es enta zione di una domanda d i ammis s i one alle n eg ozi az ioni pre s s o al cun mercato regolamentato per le obbligazioni di cui alla presente Nota Informativa. Tutavi a, l 'Emitt ent e potr à inserire il t itolo in st ruture d i n eg o z i a z i one tal i da fo rnir e su b as e cont inuativa p r e z zi d i acqui sto e di vendit a dete rm inat i s e condo l e m o d a l ità stab ilite dal l a p rop ri a exe cution p olicy, d i cu i si invit a l ' Investito r e a prender e visione, come da D i retiva 2o o 6/73 / CE, cosiddetta D i r etiva MiFID - M arkets in Fin anci al Inst rum ents D i re ct ive, e d a Regolamento CONSOB o / o 7 e succe s sive m odifi ch e. Il p r ez zo s a rà determi n ato in b as e all a curva dei t as si eurib or e/ o swap del g iorno ante c edente l ' op er az ione. L' Em itente non si a s sume l ' oner e di c ont rop arte non imp egnandos i incond i zionat ament e al r i acqui sto di qu alunque qu antit at ivo di obbl ig a z ion i dall 'investit o re.una eventu ale negoz i a zione del l e obblig a zioni p otrebb e ino lt re comporta re un a commis s i one m as sima dello o,5o% sul valo r e nominal e. Ris chio di confl itto d 'interess i Poich é l ' emitente op ere rà anch e qu ale re sp on s abil e del collo cam ento e potr à svolg ere i l ruolo di market maker in st ruttur e di n ego zi azi one nell e qu ali potr anno es s er e ne gozi ate l e obbl iga z i oni, t al e co in cidenz a di ruol i (emitente, c ollo cato r e, agente di cal colo e m arket m aker) p otrebb e determinare una s itua z i one di c onflito di inte re s s i n ei confront i degli investitor i. Rischio relativo all a chiusura anticipata dell 'oferta Nel co rso del p e r i o do d i ofert a dell e obbl ig a z i oni l ' Emitente p otrà ax,al ers i dell a fa colt à di p ro ceder e in qual si as i m omento all a chiusura anticip at a dell 'oferta, qualora l e condi zioni di m erc at o va rino s ens ibilmente risp eto a quelle r ilevate ini z i a lmente, so sp endendo imm edi atamente l ' acc ett a z ion e di ulter io r i ri ch i e ste di ade s ion e. In t ali c asi l 'Emitente n e da rà comunic az ion e al pubbli co s e condo le modal it à indi cate n ell a Nota Informativa. Un a ridu z i one dell ' ammonta re nominale c omple s sivo del p re stito può avere un imp ato n e g at ivo sull a liquidità dei t itoli. Ri s chio correlato all 'as s enza di Rating E ' il r is ch io cui e ' s o g g eto l 'inve stito re nel s oto s cr ive re un titol o di deb ito il cui emitente non e ' stato analizzato e classificato dalle agenzie di rating. I noltre si info rma che a i titoli oggeto dell a p r es ente not a info rm ativa non e ' stato att ribuito al cun l ivello di rat ing. IT L, v! -A»;9

5 FA TTORI DI RISCHIO Rischio di costi relativi a commissioni di esercizio ed altri oneri Non e ' p revi sta l 'applicaz ione d i commissioni di sotto s cri z i one o collo camento da p arte dell ' em itente. Possono tutavia esse re sostenute commission i ed altri oneri in o ccas ione del p ag amento dell e cedol e o della vendit a del titol o obb l ig a z i on ario p r im a del l a s cadenza. S i cons igli a p ertanto l ' investito r e di info rmars i de i suddet i eventu ali oneri agg iuntivi. Rischio di variazione di imposizione fiscale L ' importo del l a l iquida z ione delle c edol e dovuto al p o s s es sore de i t itoli obblig a z i onari p ot r à es s er e gr avato da oneri fi s cali diver si da quelli in xd g oìe al m omento dell a pubblicaz ione delle pres ent i Condi z ioni D efinitive (s i veda al riguardo il p ar agrafo dell a p re s ente N ota Inform ativa). Tal e ip oteti ca vari azione p ot r ebb e det ermin a r e un a dim inu z i one del r endim ento p ro sp etato. Rischio connesso all 'apprezzamento della relazione rischio -rendimento Nelle C ondi z i oni D efinitive sono indi cat i i cr ite r i di determ ina z ione del p rez zo di oferta e del rendimento degli st rumenti finanz iari ; in p art i col a re i l rendiment o s arà dete rmin ato tenendo conto dell ' andam ento del m erc ato de i tas s i a m edio lungo te rmine, del l a du r ata dei titol i, dell 'importo m inimo di sottos cri z i one e dell' oferta del la conc orr en z a. Il p r e zzo e il rendimento dei titol i è fis s ato dal Consiglio d 'Amm in i str a zione dell ' Emit ente al momento di delib erare l ' em iss ione. L 'investito r e dovrebb e cons ider are ch e i l rendim ento offerto dalle obbl ig a zioni deve es s e r e s emp re co rrel ato al r is chio conn e s s o al l ' inve st imento nelle ste s s e. IT , P h ^J q

6 ESEM PLIFICAZIONE D EI RENDIMENTI Comparazione con titoli di simile durata N ell a tab ella s otto stante s i confront a i l r en d imento del t itolo oferto, c alc o l ato all a dat a di emi s s i on e sulla b as e del prez zo di emissione, p ari al 8 9, 80 3 % del val ore nomin al e, con il r endimento d i a lt ro strumento finanz i a r io a bas s o r is chi o emitent e (ct z c on s cadenz a s imil e) acquis t ato in d at a O 7/ 1 1/ al pre zz o di 9 3, 8 2. CTZ 3 o / o4/ 2 o lo OBBLIGAZIONI BANCA DEL VENEZIANO ZERO COUPON S CADENZA 3 o/o 9 /2 o lo 18/ 1 1/ 2 o l l REND IMENTO 3, 44 % 3, 65% EFFETTIVO ANNUO LORDO REND IMENTO 2, 9 1% 3, 2 0 % EFFETFIVO ANNUO NETTO (AL NETTO D I RITENUTA F IS CALE DEL 12, 5% ) IT ó BA? A r O

7 CONDIZIONI DELL'O FFERTA E CARATTERISTICHE SPECI FICHE DEL PREST ITO OBBLIGAZIONARIO Denominazione Obbligazioni " BCC del Veneziano Zero Coupon" IS IN ITo o o o 5 Ammontare Totale massimo Perio do dell 'Oferta Destinatari dell'oferta Lotto M inimo Prezzo di Emis sione e valuta di rferimento Criteri di determinazione del prezzo e dei rendimenti D ata di Go dimento L'Ammontare Tot al e dell' emi s sion e è p a ri a lo. OOO. O OO,O O Eu ro, p er un tot al e di n. lo. O O O, O O Obbl ig a z ioni, c i as cuna del Valore Nominale di 1. o o o Euro. L ' Em ittente nel Periodo di Oferta h a facolt à di aumentar e l 'Ammonta re Tot a l e t ramite comunicaz ione sul s ito e alla Consob. Le obbliga z ioni s a ranno oferte dal 18/ 1 1/ o o 8 al 1 7/ o 2/ 2 o o 9. L ' Emitente p ot r à pro ceder e, in qu a l s i as i momento durante il P e ri o do d i Oferta, al l a chiusu ra ant icip ata d ella st es s a qual o ra l e r i chi este e ccede s s e ro l ' ammont a re total e o qu alor a, in cor so d i collo camento le condizioni di mercato vari no sensibilmente r isp eto a quell e r ilevate iniz i alm ent e a i fini del l a dete rminaz i one dell e cond i z i on i del p re stito., dandone conte stu al e comunicazione mediante apposito axa iso pubblicato sul proprio sito internet v.bancadelvenez iano. it e trasmesso alla CONSOB. Uoferta è indirizzata esclus ivamente alla clientela della B anca di Credito Coop erat ivo del Ven ez iano s. c.. Le obbl igazion i non p ot ranno es s e re s otto s crite p er quantitat ivi inferiori a 1 Obbliga zione. I l P re zzo di Em i s sione delle Obbl ig a z ioni e p a r i al 8 9, % del Valo re Nomin al e, e cio è Eur o898, o 3. La valuta di riferimento è l ' Euro. Il p rez zo d i emis s i one delle obbl ig az i oni og geto del l e p re s enti Cond i z ioni D efinitive è stato dete rmin ato dal Consiglio d 'Ammini st ra z ione/ Com it ato Es e cut ivo dell ' Emitente in d at a lo/ 1 1/ 2oo8 in base ai tassi interbancari del o 7/ 11/ 2oo8. Non sono p reviste commis si oni di coll o camento e s otos criz ione, impl i e ite o e spl i cite. La data di Godimento del Prestito è il 18/ 1 1/2oo8. Data di S cadenza D ate di Regolamento La data di S c aden z a del P r e stito è il 18/ 1 1/ Tutti i g iorni l avor at ivi compre si nel p er iodo 1 8 / 1 1 / 2O O 8-17/ 02/ P er l e sotos cri zi on i efettu at e con D ata d i Regol am ento succ e s s iva all a D ata d i Godimento all ' investito re s a r à addebit ato il rate o inter es si m aturato t ra l a D at a d i Godimento (e s clus a) e l a rel at iva D at a di Regolam ento (inclus a). IT g PS,,, z,!a-r':9

8 Tass o d nteress e Commi s sioni e Oneri a carico del soro seritore Garanzie Convenzione e calendario S oggetti incaricati del collocamento Re sp onsabile p er il collo camento Regine Fi scale Non è p r evi st o i l p agam ento di c edole. In relazione alle Obbligazioni saranno corrisposti interessi per un importo p a r i a l l a d iferenz a t r a l ' ammont are rimbors ato al l a Dat a di S cadenza (pari al loo % del Valore Nominale) ed il prezzo di em issione. La somm a de gli intere s s i l o rdi e del p r e z zo di emis sione s arà par i al Prezzo di Rimborso. Il rendim ento efett ivo annu o lordo e n ett o dell ' em i s s i one è pari a 3,65% e 3,20%. Qualora il rimborso del prestito cada in un giorno non lavorativo, come definito d al cal endario Targ et, lo ste sso s ar à e s eguito il giorn o lavo r at ivo succe s s ivo s en z a il r i c ono s cimento di inter e s si. L ' Em itt ente n on appli ch e r à al cun a comm i s s i o n e di s oto s cr iz ione/col l o camento/ altr e, sia implicita ch e espl i cita. I l rimb o r so del c ap ital e è g ar antito d al p at r imonio del l ' Em itente. Le obbliga z i oni no n r i entrano tra gli st rumenti d i rac co lt a as s istiti dal Fondo di Ga ran z i a d ei d ep o sitanti del Credito C o op e r ativo o d a ga r an zi e re ali. Il p re st ito è assi stito d all a g aranzi a del Fo ndo d i Ga ranzi a de i p o rt atori di titol i obbl ig a z ionar i em es s i da banch e app art en enti al Credito Coop er at ivo, avente s ede in Rom a, c on l e modal it à e i lim iti previst i nel lo statuto del Fondo m edes imo, depositato p re s s o gli ufi ci dell ' Emitente. I n p art i c ol a re, i s oto s crito r i ed i p ort atori dell e obbl ig az ioni, n e l cas o di m ancato r imbor s o del cap ital e a lla s cadenz a, da p art e dell ' Em itente, h anno dirito di c ede re al Fondo l e obblig azioni d a es s i detenute a fronte del controvalore dei titoli medesimi. P er e s er c ita re i l d i r ito di cui al comma pre cedente il pro"tutore dovr à d imostra re i l posses s o ininter roto del t itol o p er i t re m es i antecedenti l ' evento di default dell ' Emitente. I n nessun caso il pag amento da p arte del Fondo pot rà avvenir e p er un ammont are m as simo compl es sivo del l e em is si oni p os s edute d a ci as cun p ortato r e sup er io re a curo m L 3 8 S ono comunqu e es clusi dalla garanzia i titoli detenuti, anche per interposta persona dagli amministrato r i, d ai s indaci e dall ' alt a d i re z ione dell ' Emitent e L ' intervento del Fondo è comunqu e subordinato ad una r i ch i est a del portato re del t itolo s e i titoli s ono dep o sit at i p re s s o l ' Emit ente ovvero, s e i t itol i s ono d ep o s it ati p res s o altra ban c a, ad un mandato espresso a questa conferito S i fa r ife r im ento all a conven z ione fo llow ing bu s in ess day ovve ro g io rni la vo ra tiv i d i ca lenda rio Le Obbl ig az ioni s ono coll o cate dall ' Em itente p res s o l a s ede e l e sue d ip endenze. Il p r es idente del C onsiglio di Ammin ist ra z ion e - dr. Am e deo P iva Di seg u ito viene sin te tizza to il reg ime fisca Ie de lle Ob b lig aziom app l icabile a l la da ta di pu b b lic a z ione de l le p re sen ti Condiz ioni D efin i tive a in v es ti to r i ch e de teng ono le O b b ligazioni non in relazione ad una impresa commerciale. IT ì. N pyl Nz!a :q

9 In cons ide razion e de l la comp les si td de lla ma te r ia, s i in v i tano g li in v es ti to ri a r iv o lg e rs i a i lo ro co n su len ti p e r app rofon dim en ti in m e r i to a l reg im e fisca le p rop rio de l l 'a cqu is to, de l la v endita e de l la de tenzione de l le O b b ligazioni. Gl i inte re s s i, i p r emi ed alt r i frutti sull e obblig az ioni in bas e al l a normativa attualmente in vigo re ( D. Lgs n / 9 6 e D. Lgs n. 46 1/ 9 7), sono s o ggeti al l ' imp o st a sostitut iva p a r i a l 1 2, 5 o %. Alle eventu al i plu svalen ze r e aliz z at e m edi ante ce s sione a tito l o oneroso ed equiparate, oxa ero rimborso delle obbligazioni, s a ranno applicab ili le disposi z ioni del citato D. Lgs 46 1/ 97. Le imp o ste e t as s e ch e in futuro doves s ero colp i re l e obbliga zioni, i rel at ivi int ere s si, i p r emi e gl i alt r i frut i s a ran n o a ca r i co de i p os s e s sori dei t itoli e dei lo r o aventi caus a. La B anca di Cr edito Co op er at ivo del Venez i ano, p e r i t itol i deposit at i p r es s o l a ste s s a, op e r a in qu alità d i sostituto d ' impost a e quindi s i fa car i co d i op er a r e l a t ratenuta al l a fonte, ove previ sta dalla no rmat iva vi g ente. AUTORIZZAZIONE RELATIVE ALL'EMISSI ONE L ' emi ssion e dell ' Obbl iga z ione oggetto delle p r es enti COND IZION I DEF I N IT IVE è stata approvat a con del ib e ra del Con sigl io di Ammin i st ra zi one/comitato Es e cutivo dell ' Emit ent e in dat a 1 0 / 1 1/ / 1 1/ I l p re sidente del Con siglio di Amministra z i one dell a B an c a d i C redito C o operativo del Ven e z i ano, Soci età C o op er at iva, Am edeo P iva. IT B : Aso

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD 68//(3,67('(,%5,*$17, /,7,1(5$5,2ƒSHUFRUVR L it iner ar io descr it t o è uno dei t ant i possibili che at t r aver sano il 0RQWH 9XOWXUH, e r isult a par t icolar ment e int er essant e per ché consent

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni VBA Il Visual Basic for Application Le funz ioni Le procedure Funz ioni µ E pos s ibile (e cons igliato) s comporre un problema i n sotto- problemi e combinar e poi assieme le s oluz i oni per ottenere

Dettagli

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04 V _ TAS G e s t i o n e e co n t ro l l o d e l l a p ro g e tta z i o n e C o n f o rm e a l i a N o rm a U N I E N I S O 9 0 0 t ; 2 0 0 8 C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

C O M U N E.Di FO R M TA

C O M U N E.Di FO R M TA C O M U N E.Di FO R M TA P r o v in c ia di L a t in a SETTO RE : POLIZIA LOCALE E SERVIZI SOCIALI SERVIZIO : UFFICIO SCUOLA e d i r i t t o a l l o s t u d i o 1 2 FEB. 2015 N. 3 o D e t e r m in a z

Dettagli

Corso di matematica classe quinta-anno 2010-2011-Giunti scuola- Annarita Monaco 1

Corso di matematica classe quinta-anno 2010-2011-Giunti scuola- Annarita Monaco 1 Corso di matematica classe quinta-anno 2010-2011-Giunti scuola- Annarita Monaco 1 352*(77$=,21(','$77,&$ 3UHVHQWD]LRQH: Consolidiamo la conoscenza dei numeri naturali, decimali e interi relativi, dei procedimenti

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI nfo g e ne rai. - T T, T T U L T 9 0 n 4 " L" T T T T T T T T T T 4 T T 4 Q u a d ro c o m a n d i p ia c o n tro o fia a o rtin a d i p u iz ia T a n d a ta ris c a d a m e n to T ito rn o ris c a d a

Dettagli

$UW 5(*2/$0(172 (',/,=,2 ±,QWHUYHQWL GL ULVWUXWWXUD]LRQH XUEDQLVWLFD H QXRYD

$UW 5(*2/$0(172 (',/,=,2 ±,QWHUYHQWL GL ULVWUXWWXUD]LRQH XUEDQLVWLFD H QXRYD &2081(',&$625$7(6(03,21( 3URYLQFLDGL9DUHVH $UW5(*2/$0(172(',/,=,2±,QWHUYHQWLGLULVWUXWWXUD]LRQHHGLOL]LD La domanda di Permesso di Costruire dev essere corredata dai seguenti documenti in duplice copia:

Dettagli

Sportello Unico Immigrazione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE

Sportello Unico Immigrazione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE Sportello Unico Immigraione NORMATI VA I N MATERI A DI I MMI GRAZI ONE 38172&(175$/('(//$/(**(%266,),1,( &+(1(66812 675$1,(5262**,251,,1,7$/,$6(1=$815(*2/$5( &2175$772',/$9252('81$//2**,2$'(*8$72 '/JV1

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 GIUGNO 2003 - CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 GIUGNO 2003 - CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 GIUGNO 2003 - CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI I) Introduzione sul nuovo Codice in materia di protezione dei dati personali

Dettagli

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI!

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI! Le ALL ITALIANA CREA LA TUA ALL ITALIANA Decidi di essere oriin le, cre tivo e diverso d i tuoi concorrenti : Cre le tue person lissime cup c kes ll it li n, LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO,

Dettagli

Adotta il seguente regolamento:

Adotta il seguente regolamento: REGOLAMENTO RECANTE MODIFICAZIONI AL DECRETO DEL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE 19 GIUGNO 2003, n. 179 RECANTE NORME CONCERNENTI I CONCORSI PRONOSTICI SU BASE SPORTIVA, AI SENSI DELL ARTICOLO 16

Dettagli

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI

\ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI \ l o n g a r e \ RE5 INDICE - TITOLO PRIMO - NORME GENERALI ART. 1 - OGGETTO DEL REGOL AMENTO EDI L I ZI O E RI CHI AMO AL L E DI SPOSI ZI ONI DI L EGGE E REGOL AMENTI - TITOLO SECONDO - DISCIPLINA DEGLI

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

MAL AT T IE C ARDIOV AS C OL ARI

MAL AT T IE C ARDIOV AS C OL ARI Corsi di Laurea delle Professioni sanitarie C o rs o d i L a u re a in In fe rm ie ris tic a Università degli Studi di Torino Facoltà di Medicina e Chirurgia PROG E T T O DI AP P RE N DIME N T O IN AMB

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

GLI SPECIALISTI NELLA PROTEZIONE CONTRO FULMINI E SOVRATENSIONI I PIONIERI NELLA PROTEZIONE UN AMPIA GAMMA DI SOLUZIONI SOLUZIONI INTEGRALI

GLI SPECIALISTI NELLA PROTEZIONE CONTRO FULMINI E SOVRATENSIONI I PIONIERI NELLA PROTEZIONE UN AMPIA GAMMA DI SOLUZIONI SOLUZIONI INTEGRALI PROTEZIONE CONTRO I FULMINI E LE Cirprotec PROTEZIONE ESTERNA Gli specialisti nella Protezione contro Fulmini e Sovratensioni Gamma completa di sis temi per la pr otezione esterna contro i fulmini: Parafulmini

Dettagli

Z>,n zorrr Reg. Gen. IL CAPO AREA AA.GG

Z>,n zorrr Reg. Gen. IL CAPO AREA AA.GG Piazza Toselli n. 1-96010 Buccheri (SR) Tel. 0931880359 - Fax 0931880559 DETERMINA DEL CAPO AREA AFFARI GENERATI DETERMINAN,/UóDEL Z>,n zorrr Reg. Gen. Oggetto: Liquidazione fatîure a ll'associazio ne

Dettagli

Sem inario di studio organizzato dall AI MMF- Zona Nord. Castiglione delle Stiviere, 22 e 23 m aggio 2004

Sem inario di studio organizzato dall AI MMF- Zona Nord. Castiglione delle Stiviere, 22 e 23 m aggio 2004 Sem inario di studio organizzato dall AI MMF- Zona Nord 5LOHYD]LRQHHFRQIURQWRVXOOHSUDVVLGHJOL8IILFLJLXGL]LDULLQUHOD]LRQH DGDOFXQLQRGLFULWLFLGHOGLULWWRHGHOODSURFHGXUDFLYLOHPLQRULOH Castiglione delle Stiviere,

Dettagli

Regolamento per la concessione del marchio. Parco nazionale del Vesuvio

Regolamento per la concessione del marchio. Parco nazionale del Vesuvio Regolamento per la concessione del marchio del Parco nazionale del Vesuvio Delibera del Consiglio direttivo 26 maggio 1998, n. 54 Ai sensi del D.P.R. 5 giugno 1995, istitutivo del Parco nazionale del Vesuvio,

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

ATTI DEL SEMINARIO Semplicità, innovazione e risparmio nella gestione dell assistenza domiciliare: il caso Domiphone (a cura di Accor Services)

ATTI DEL SEMINARIO Semplicità, innovazione e risparmio nella gestione dell assistenza domiciliare: il caso Domiphone (a cura di Accor Services) Sala Toscanini Palazzo delle Stelline Milano 19 aprile ore 10.00 13.00 ATTI DEL SEMINARIO Semplicità, innovazione e risparmio nella gestione dell assistenza domiciliare: il caso Domiphone (a cura di Accor

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini DI CREDIO COOPERAIVO S.C. DEGLI OBBLIGAZIONISI 1 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Novembre 2014 eramo - 64100 - Via Savini, 1 el. 0861/ 25691 - Fax 0861/ 359919 DI CREDIO COOPERAIVO

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4 Regolamento per la ripartizione e l erogazione dell incentivo ex art. 92 D. lgs. 163/06 e s.m.i. 1 INDICE TITOLO I :PREMESSA 3 Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo

Dettagli

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SANTERAMO IN COLLE (BARI) Aggiornata con delibera del Consiglio di Amministrazione del 03 DICEMBRE 2014 VVeer r..1111

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

I componenti straordinari di reddito

I componenti straordinari di reddito I componenti straordinari di reito Possono essere così classificati: - PLUSVALENZE E MINUSVALENZE. Si originano nel caso di cessione di un cespite, se il valore contabile è diverso dal prezzo di vendita.

Dettagli

ENCICLOPEDIA ITALIANA

ENCICLOPEDIA ITALIANA ENCICLOPEDIA ITALIANA DI SCIENZE, LETTERE ED ARTI PVBBLICATA SO~rTO LALTO PATRONATO DI S M IL RE DITALIA ISTITVTO GIOVANNI TRECCANI MCMXXXI - IX ICf) { Il ~ ~ CRISI - CRISI ECONOMICHE ~ ch e sign ifica

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m Per ul teriori info r ma zioni sui nostri Prodotti, sui nostri pro g rammi pro fessi o nali e sul n ost ro p ro g ra m ma di Co n t i n u i ng Ed u cation, co n ta t ta te ci : Zimmer De n tal I tal y

Dettagli

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO LA PROTEZIONE DELLE CONDUTTURE CONTRO LE SOVRACORRENTI DEFINIZIONI NORMA CEI 64-8/2 TIPOLOGIE DI SOVRACORRENTI + ESEMPI SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

Dettagli

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO.

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. Provincia di BERGAMO Comune di Arzago d'adda. Provincia di CREMONA Comuni di Agn adello, Pandino, Palazzo Pignano, Monte Cremasco,

Dettagli

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco a, pensiero Chorus of Hebre Slaves from erdi s Nabuo a, pensiero, sull ali dorate; a, ti posa sui livi, sui olli, Ove olezzano tepide e molli L aure doli del suolo natal! Del Giordano le rive saluta, Di

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39)

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE n.806 del 01/07/2014 REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n.806 del 01/07/2014 Proposta

Dettagli

LaProvi n c i a. Tu r i s m o. un Duemila da ricord a re. In questo numero: La Nigeria invita Rimini a investire

LaProvi n c i a. Tu r i s m o. un Duemila da ricord a re. In questo numero: La Nigeria invita Rimini a investire LaProvi n c i a n. 6 marzo 2001 In questo numero: pag. 3 pag. 3 pag. 7 P resentata l indagine sulla sicure z z a Nasce il Parco economico della Va l c o n c a La mappa provinciale dell elettromagnetismo

Dettagli

Fideiussione Corporate (la "Garanzia")

Fideiussione Corporate (la Garanzia) Fideiussione Corporate (la "Garanzia") OGGETTO: A ciascun detentore di obbligazioni convertibili in azioni della società Sacom S.p.A. denominati "Sacom 2013 2018 Obbligazioni Convertibili" (ciascun Obbligazionista,

Dettagli

CODICI ALLARME CALDAIA HERMANN EURA

CODICI ALLARME CALDAIA HERMANN EURA CODICI ALLARME CALDAIA HERMANN EURA Quali sono le anomalie che possono riguardare la caldaia Hermann Eura e i codici di allarme che identificano i guasti. Un'utile guida per risalire ai guasti tecnici

Dettagli

Invece n da stu paes, come sempre, ston i solt casen, il centro è sempre pulito ed in periferia stie na latren.

Invece n da stu paes, come sempre, ston i solt casen, il centro è sempre pulito ed in periferia stie na latren. Cari lettori Oggi della pulizia del nostro paese vi voglio parlare, che per come funziona, troppo cara ce la fanno pagare. Pe quanda solt co senec ne fasce pagà de rummat, Putignan er a iess nu paes, splendente

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

机 构 代 表 团 和 经 贸 代 表 团 出 访

机 构 代 表 团 和 经 贸 代 表 团 出 访 STU D IO BO C CI & PAR T NE R S M I SS I ON E I S T IT U ZI O NA LE E D E CO N OM IC A DI SI ST E MA IN CI N A - SH A NG HA I E NAN C HI N O 01 / 06 / 20 1 0 06 / 0 6/ 2 01 0 ST T UDIO B OCCI & PART NE

Dettagli

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi -

Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - Dal Decreto Sviluppo al Decreto Destinazione Italia con i MINI BOND per il rilancio delle PMI Italiane - un alternativa alla crisi - di Mario Gabbrielli, Davide D Affronto, Rossana Bellina, Paolo Chiappa

Dettagli

LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l.

LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l. LA TRASFORMATA DISCRETA DI FOURIER l. t " : SULUPPO PER VIA GRAFICA n mpionamento del segnale analogico x(t) produce una sequenza xsgts) il cui spettro nel dominio della frequ enza è periodico, sicché

Dettagli

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000»

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000» Sede legale e amministrativa: Via Venti Settembre, 30 00187 Roma Tel. 06.4771.1 Fax 06. 4771.5952 Sito internet: www.dexia-crediop.it n iscrizione all Albo delle Banche: 5288 Capogruppo del Gruppo bancario

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. "BANCO POPOLARE Società Cooperativa

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. BANCO POPOLARE Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle Obbligazioni BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216 da emettersi nell ambito del programma di offerta e/o

Dettagli

I nit ial Public Of f ering")

I nit ial Public Of f ering) L' I PO (dall' inglese "I" I nit ial Public Of f ering") è l' of f ert a pubblica iniziale di sot t oscrizione e/ o di vendit a (OPS, OPV o OPVS) di t it oli di una societ à che per la prima volt a viene

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob)

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Novembre 2011 1 Indice PREMESSA ALLE LINEE GUIDA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 3

Dettagli

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione RELAZIONI E FUNZIONI Relzioni inrie Dti ue insiemi non vuoti e (he possono eventulmente oiniere), si ie relzione tr e un qulsisi legge he ssoi elementi elementi. L insieme A è etto insieme i prtenz. L

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA PO 7. 3 G estione del progetto Formativo C o p i a n C o n s e g n a t a / u p lo a d A : C N C q

PROCEDURA OPERATIVA PO 7. 3 G estione del progetto Formativo C o p i a n C o n s e g n a t a / u p lo a d A : C N C q Pag. 1/7 Indice 1.Scopo e campo di applicazione... 2 2.Responsabilità... 2 3. Modalità operative... 2 3.1 Pianificazione della progettazione e dello sviluppo... 2 3.2 Elementi in ingresso alla progettazione

Dettagli

CONTRATTO di prestazione di servizi

CONTRATTO di prestazione di servizi CONTRATTO di prestazione di servizi tra CLENEAR S ROSY di Nappi Maria Rosaria con sede in Via Moncenisio, 27-20031 Cesano Maderno (MI) E Nome Cognome. luogo e data di nascita residenza o domicilio.. codice

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15

PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15 PIANO ANNUALE A.S.2014/15 agg. 5/9/2014 1 lunedì collegio docenti 8.15 10.15 adempimenti di inizio anno 15 lunedì C.di C. 3AG 13.30 14.15 programmazione - visite studio - varie solo docenti 15 lunedì C.di

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

eurosoluzioni2000@pec.it

eurosoluzioni2000@pec.it SEDE LEGALE SEDE OPERATIVA Corso Sicilia n. 111 Catania Via Enrico Pantano n. 57 Catania P.IVA 03540850876 TELEFONO +39 095 2863157 FAX +39 095 8361459 EMAIL eurosoluzioni@eurosoluzioni.it project@eurosoluzioni.it

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Sebastiano Di Diego Sebastiano Di Diego Il regime fiscale delle perdite La disciplina generale

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop.

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. Revisione del 15/02/11 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di trasmissione

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli