Bici a ruota. Comune di Caronno Pertusella

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bici a ruota. Comune di Caronno Pertusella"

Transcript

1 Bici a ruota libera Comune di Caronno Pertusella

2 2 Manuale destinato alle famiglie degli alunni e delle alunne delle scuole primarie di Caronno Pertusella Ideazione e testi Monica Vercesi e Anna Gadda Contributi Franco Fumagalli Progetto grafico Anna Livini Stampa Tipografia Giudici Giancarlo & C. Snc, Caronno Pertusella, marzo 2012 Tempo a ruota libera è un progetto promosso dal Comune di Caronno Pertusella e cofinanziato dalla Regione Lombardia in attuazione all art. 6 della l. r. 28/2004 Politiche regionali per il coordinamento e l amministrazione dei tempi delle città, attuazione di un Piano Territoriale degli Orari.

3 Ogni ciclista conquistato è un automobile in meno Per questo l utilizzo della bicicletta va coltivato fin dall inizio con i nuovi cittadini, ovvero i bambini, attraverso iniziative come quelle che caratterizzano il Progetto Tempo a Ruota Libera, perché premieranno in futuro la nostra Città. Tale Progetto è stato promosso dal Comune di Caronno Pertusella, con il cofinanziamento della Regione Lombardia, nell ambito del grande ed importante tema delle politiche temporali. La bicicletta deve diventare amica della Città e questo Progetto vuole contribuire a far fronte alle esigenze concrete e vuole essere un sostegno ed un aiuto per i bambini, ed indirettamente per le loro famiglie, che vogliono cominciare ad usare la bicicletta negli spostamenti urbani. 3 I quattro obiettivi specifici sono: muoversi meglio in città La situazione attuale del traffico cittadino, risultato del predominio dei mezzi di trasporto a motore, è sotto gli occhi di tutti. Il problema del traffico nelle città si risolve anche e soprattutto con la mobilità alternativa. Con la bicicletta ci si sposta facilmente e rapidamente a patto che ci si possa muovere in sicurezza. Una rete di percorsi adeguati e sicuri, l introduzione di misure che riducano il rischio di furti delle biciclette, il mantenimento in buone condizioni della propria bicicletta possono favorire l autonomia dei bambini e dei ragazzi incentivando la mobilità ciclopedonale con conseguente riduzione delle auto usate, per esempio, per l accompagnamento da casa a scuola; un aria più pulita Sono noti a tutti gli allarmanti dati sull inquinamento dell aria causato soprattutto dalle emissioni dei gas di scarico dei motori. Incentivando l uso della bicicletta si può diminuire di molto il ricorso ad auto, moto e motorini, abbassando così notevolmente il livello dei molti veleni che inquinano l aria; più movimento, più salute Favorire l uso abituale della bicicletta vuol dire offrire un occasione importante per migliorare la salute. Sono ormai note le raccomandazioni dei medici sulla necessità di movimento fisico soprattutto per prevenire disturbi, anche gravi, della salute. In particolare: ipertensione arteriosa, patologie cardio-vascolari, disturbi del sistema osseo-muscolare, pericoli dell obesità; andare in bici combatte lo stress ed aiuta la socializzazione Andare in bicicletta è uno dei migliori antidoti contro lo stress. Infatti è un attività sana, da fare all aria aperta, che mette in movimento tutto il corpo ed obbliga all impegno fisico ed alla concentrazione, liberando così la mente da pensieri e tensioni accumulate. Da non sottovalutare il ruolo sociale della bicicletta, la sua capacità di avvicinare le persone agevolando il dialogo tra genitori e figli, tra nonni e nipoti, tra uomini e donne, tra amici. Tutta l Amministrazione Comunale è motivata ed impegnata in questo percorso di sensibilizzazione della Città all uso della bicicletta per una mobilità più sostenibile. Il Sindaco e gli Assessori

4 4 Indice La mobilità ciclabile dei bambini: qualche dato pag. 5 Bambini in bici a Caronno Pertusella pag. 5 La valigia della sicurezza pag. 5 Andare in bici fa bene al corpo... pag. 6...e alla mente pag. 7 Il Piedibus pag. 7 Gli incidenti sulle strade in Italia pag. 7 Prescrizione Bici pag. 8 Muoversi sicuri in bicicletta pag. 9 Siete anche voi utenti della strada pag. 9 attenzione alle regole pag. 9 LA SCELTA DI BICI E SEGGIOLINI PER I PIÙ PICCOLI pag. 10 Corsi di guida sicura per le famiglie pag. 10 Targhe e rastrelliere contro i furti pag. 11 Organizzare una gita in famiglia pag. 11 La manutenzione ordinaria della bicicletta pag. 12 Come sostituire una camera d aria pag. 14 Siti consigliati pag.15

5 5 La mobilità ciclabile dei bambini: qualche dato Chi tra di noi non ricorda l ebbrezza provata da bambini quando, entrati finalmente in possesso di una bicicletta, abbiamo potuto raggiungere ed esplorare posti fino a quel momento sconosciuti? O l emozione nello scoprire che luoghi che a piedi sembravano così lontani erano diventati improvvisamente a portata di mano? O la gioia delle prime volte in cui i nostri genitori ci hanno dato il permesso di andare in bicicletta da soli: quella sensazione impagabile di essere finalmente considerati grandi e responsabili! Negli ultimissimi decenni le cose sono molto cambiate: la stragrande maggioranza dei bambini delle primarie è stata infatti privata di queste esperienze. La ragione, naturalmente, non sta nel fatto che le biciclette sono diventate un bene meno diffuso, anzi semmai è il contrario: quasi il 100% dei bambini italiani ne possiede una. Il motivo sta invece nel cambiamento intervenuto nel suo uso: la bicicletta è infatti diventata sempre più un giocattolo tra i tanti, da usare solo saltuariamente all interno del proprio giardino o con i propri genitori per fare un gita nel fine settimana. Da una recente indagine del CNR (2010) è emerso che, se la metà circa dei bambini italiani tra i 7 e gli 11 anni vorrebbe andare a scuola in bicicletta, appena un quarto ha il permesso di farlo e solo l 1% la usa abitualmente su questo percorso. Inoltre le bambine hanno ancora meno autonomia rispetto ai loro coetanei maschi. Bambini in bici a Caronno Pertusella In un indagine sulle abitudini di spostamento lungo il percorso casa-scuola effettuata nel 2008 nella scuola primaria Dante Alighieri è emerso che il mezzo preferito per andare a scuola dal 56,5% dei maschi e dal 63% delle femmine tra gli 8 e gli 11 anni è la bici. Tuttavia oltre la metà di loro raggiunge la scuola in macchina e l 84% dei bambini e addirittura il 96% delle bambine non va mai in giro in bicicletta senza essere accompagnato da un adulto. L Italia, tuttavia, non è l unico Paese caratterizzato da questa situazione. Anche in altre realtà sviluppate, come la Gran Bretagna, complici il diffondersi di timori legati al traffico e di natura sociale, c è stato un forte decremento nell uso di questo mezzo da parte dei bambini. La valigia della sicurezza Se volete saperne di più su come rendere autonomi e sicuri i vostri figli potete partecipare al ciclo di incontri serali con la dott.ssa Mara Sciorra che verranno organizzati nei mesi di aprile e maggio. Per maggiori info: Tuttavia un maggior uso della bicicletta, e più in generale l adozione di uno stile di vita più attivo, hanno benefici significativi sia sugli stessi bambini che su tutta la popolazione che, come adulti, non possiamo permetterci di trascurare.

6 Femmine Maschi 15% 6% Andare in bici fa bene al corpo... Muoversi abitualmente a piedi, o ancor meglio in bicicletta, sono ottimi sistemi per fare quell ora al giorno di attività fisica moderata che, secondo l Organizzazione Mondiale della Sanità, è la quantità minima di movimento Ciclisti che i bambini Pedoni dovrebbero Automobilisti fare per garantirsi un miglior stato di salute presente e futura. nti stradali per sesso Fare e classi regolarmente di età un attività fisica % moderata di pedoni aiuta e ciclisti in primo luogo a mantenere il proprio (% sul totale di morti) peso forma. Questo obiettivo è diventato morti in incidenti tanto più stradali importante in questi ultimi anni nei quali, l adozione da parte delle giovani generazioni di uno stile di vita sempre più sedentario, ha portato all aumento degli individui sovrappeso e obesi. Il problema è particolarmente grave in Italia dove, secondo i dati dell Associazione Internazionale per lo Studio dell Obesità, oltre il 30% di soggetti tra i 5 e i 17 anni è in questa condizione. Una percentuale questa, che ci colloca addirittura al terzo posto tra i Paesi dell OCSE dopo Grecia e Stati Uniti (2011) % e motociclisti Grecia 37% 45% USA 36% 35% Italia 31% 32% Gran Bretagna Spagna 22% 23% 27% 33% Femmine Maschi Germania Francia 15% 13% 18% 23% 10% 20% 30% 40% 50% Popolazione obesa e sovrappeso tra i 5 e i 17 anni Uno stile di vita attivo e un peso nella norma portano ad una significativa diminuzione delle probabilità di sviluppare alcune gravi malattie. Alcuni studi, ad esempio, hanno dimostrato che gli individui che fanno regolare attività fisica hanno: tra il 40 e il 50% di probabilità in meno rispetto ai sedentari di sviluppare il tumore al colon; e da un terzo al 50% di possibilità in meno di essere colpiti dal diabete di tipo II. Mentre gli individui obesi hanno una probabilità 80 volte superiore degli altri di sviluppare questa malattia (Chief Medical Officer s Report, 2004). Inoltre un attività fisica regolare è altamente consigliata per prevenire l infarto e, nel periodo infantile e ancor più in quello preadolescenziale, aiuta ad incrementare (+ 5-15%) la densità minerale delle ossa e, di conseguenza, ad impedire la comparsa dell osteoporosi in età anziana. Un maggior numero di persone che va in giro in bicicletta o a piedi porta ad una riduzione dell inquinamento atmosferico che, nel tempo, ha effetti positivi sulla salute. Un recente studio ha dimostrato che i bambini maggiormente esposti agli agenti inquinanti hanno una probabilità 5 volte più elevata di avere uno sviluppo polmonare inferiore a quelli che vivono in aree meno inquinate e, di conseguenza, un maggior rischio di sviluppare malattie dell apparato respiratorio (Gauderman, W. & al, 2004).

7 7... e alla mente Se chiedete a degli insegnanti la maggior parte vi dirà che chi va a scuola a piedi, o ancor meglio in bicicletta, con i propri compagni arriva più sveglio, rilassato e di buon umore rispetto a chi viene accompagnato in macchina dai propri genitori. Il motivo è semplice: stando in auto il bambino ha molti meno contatti con l ambiente esterno, non ha la possibilità di esercitare i propri muscoli e i propri sensi e questo fa sì che arrivi a scuola ancora un po addormentato con meno voglia e capacità di concentrarsi ed imparare. Il Piedibus Chi volesse iniziare a far andare i propri figli a scuola a piedi, ma non si fidasse a mandarli subito da soli, può utilizzare il servizio di Piedibus attivo ormai da 5 anni nelle scuole primarie Dante Alighieri, Ignoto Milite e S. Alessandro. Per maggiori info: Oltre al percorso casa-scuola è importante che i bambini, già nel periodo della scuola primaria, comincino ad avere un po di autonomia nei piccoli spostamenti all interno del quartiere: questo dà loro la possibilità di conoscerlo meglio, imparare ad orientarsi al suo interno, gestire il proprio tempo e socializzare in modo autonomo, con ricadute positive sulla loro autostima e sicurezza. Non volete farlo perché pensate che sia troppo rischioso? Numerosi ricercatori sostengono che in questo modo non facciamo altro che esporli a rischi maggiori più avanti, quando non sarà più possibile impedire loro di andare in giro da soli e non avranno una sufficiente esperienza per farlo in sicurezza. Non bisogna dimenticare a questo proposito che ogni processo di crescita implica necessariamente la possibilità di mettere in gioco la propria capacità di confrontarsi con situazioni sconosciute e dunque di affrontare dei rischi. Gli incidenti sulle strade in Italia Nel 2010 in Italia (ACI - ISTAT) ci sono stati incidenti stradali con lesioni a persone: feriti e 4090 morti (il 42,4% in meno rispetto al 2001, in linea con ciò che è avvenuto negli altri Paesi dell Unione Europea). Tra questi morti 69 avevano tra 0 e 14 anni e 275 tra 15 e i 19 anni; 614 erano pedoni (11 tra 0 e 14 anni, 12 tra 15 e 19 anni) e 263 ciclisti. 9% 8% 7% 6% 5% 4% 3% 2% 1% 0% Morti in incidenti stradali per sesso e classi di età (% sul totale di morti) Femmine Maschi 15% Ciclisti 79% Pedoni 6% Automobilisti e motociclisti % di pedoni e ciclisti morti in incidenti stradali Grecia 37% 45%

8 8 Prescrizione Bici Indicazioni È in grado di ridurre il rischio di sovrappeso e di obesità (...) e quindi prevenire nell età adulta le principali patologie cardiovascolari. Il prodotto non agisce soltanto sull apparato locomotore (ossa-muscoli-articolazioni) e su quello circolatorio e respiratorio, ma interviene positivamente sullo sviluppo del sistema nervoso favorendo la stimolazione degli organi di senso, dei riflessi e dell attenzione. A lungo termine, l uso costante della Bici provoca un incremento marcato dell autonomia e il soggetto si mostra maggiormente responsabile del proprio corpo; il movimento può trasformarsi in esperienza e stimolo che promuove la crescita globale del soggetto. Controindicazioni Non può essere consumata da chi vuole continuare a dormire anche dopo essere uscito di casa, da chi ama spostarsi e continuare a giocare con la play station, da chi desidera continuare a mantenere un rapporto con i genitori di natura passiva (...). In particolare il prodotto deve essere tenuto nascosto ai soggetti che mostrano indole creativa, a coloro che hanno desideri ecologici, a tutti i bambini che cercano di fare esperienze e che amano mettersi alla prova. Avvertenze La Bici va assolutamente consumata all aria aperta al fine di migliorare l ossigenazione e favorire l esplorazione dell ambiente circostante. Sono descritti fenomeni di euforia e miglioramento improvviso dell umore; in alcuni casi i soggetti hanno manifestato relazioni amichevoli col loro mezzo di locomozione che può venire considerato un vero prolungamento di sé. Posologia e somministrazione Per i soggetti in età evolutiva (0-16 anni) è molto importante assumere la Bici almeno 2 volte al giorno (...). È fortemente consigliato l uso del prodotto al mattino dopo l inattività notturna e dopo le ore di impegno scolastico. Altre assunzioni supplementari sono possibili nel corso del pomeriggio in relazione alle condizioni metereologiche e agli impegni del soggetto (...). Effetti indesiderati Può dare dipendenza e assuefazione. In particolare i ragazzi vivaci ed entusiasti rischiano di aumentare eccessivamente le distanze percorse, allargando gli spazi di esplorazione e incorrendo nell effetto collaterale di arrivare a casa un po in ritardo. Data di scadenza Dal momento in cui si inizia a consumare la Bici è possibile continuarne l uso per tutto l arco della vita in maniera proporzionata all età e all entusiasmo posseduto. (adattato da: Prescrizione Bici-bus in Fantini G., Malaguti S., Educazione alla mobilità ciclistica, Quaderni del Centro Studi FIAB Riccardo Gallimbeni, 6, 2010)

9 9 Muoversi sicuri in bicicletta Per muoversi in bicicletta nel traffico, occorre sentirsi sicuri del proprio ruolo di utenti della strada, dei comportamenti che bisogna tenere e dello stato di manutenzione della propria bicicletta. Questo vale ancor di più quando si va in giro con dei bambini. Siete anche voi utenti della strada Anche se non sempre è facile pensarlo, occorre in primo luogo considerarsi alla pari degli altri mezzi circolanti: avete gli stessi diritti e doveri. Evitate quindi di avere incertezze o soggezione nei confronti degli altri guidatori: questi atteggiamenti sono infatti spesso causa di manovre incomprensibili agli altri e possono mettervi in situazioni di pericolo. Dato che rimanete comunque tra gli utenti più deboli e vulnerabili della strada prestate sempre attenzione a ciò che succede intorno a voi e in particolare: stabilite, quando possibile, un contatto visivo con chi guida gli altri veicoli, in modo da cercare di capire in anticipo le manovre che intendono compiere; prestate sempre attenzione ai veicoli che vi precedono, perché potrebbero frenare o svoltare bruscamente, e a quelli parcheggiati: se c è qualcuno a bordo potrebbe immettersi nel traffico senza segnalarlo o aprire improvvisamente la portiera; non dimenticatevi di tenere sotto controllo, con la coda dell occhio e l ascolto, quello che accade alle vostre spalle: moto e motorini superano spesso a destra! attenzione alle regole Conoscere le regole di comportamento è un altro elemento fondamentale per sentirsi sicuri. Ecco le più importanti: se ci sono piste ciclabili usatele, sennò state il più possibile sul lato destro della carreggiata. Quando vi muovete in più di una bicicletta, fatelo sempre in fila indiana (è obbligatorio fuori dai centri abitati) o al limite affiancati, ma non in più di due. Nel primo caso le biciclette dei bambini devono stare davanti in modo che possiate controllare meglio quello che fanno, nel secondo sulla vostra destra; quando volete cambiare direzione, segnalatelo con un buon anticipo usando il braccio teso e non dimenticate mai di voltarvi per controllare che non arrivino dei veicoli. Questo è fondamentale soprattutto quando volete spostarvi a destra. In questo caso se vostro figlio è su un altra bicicletta prima affiancatelo sulla sinistra, poi alzate il braccio e, dopo esservi accertati che non arrivi nessuno, spostatevi insieme; se dovete attraversare strade molto trafficate non esitate a scendere dalla bicicletta: è più scomodo, ma sicuramente più sicuro, soprattutto con dei bambini; nelle rotatorie mantenete sempre la destra anche se il percorso risulta più lungo; secondo il Codice della Strada è vietato circolare con la bicicletta sui marciapiedi, a meno che il Comune non abbia emesso un apposita ordinanza (relativa a quello specifico marciapiede) o sia presente una pista ciclabile, ma se la carreggiata è molto trafficata o non vi sembra abbastanza sicura, utilizzate lo stesso i marciapiedi ricordandovi che siete ospiti dei pedoni; ricordatevi di avere sempre libero uso delle mani e delle braccia: niente cellulare senza auricolare! scegliete un campanello bello rumoroso e usatelo in tutti i casi in cui lo ritenete opportuno e, se vi sentite più sicuri, montate anche una paletta distanziatrice; se avete dei bambini di età inferiore agli 8 anni potete portarli con voi utilizzando un seggiolino; secondo il Codice della Strada chi va in bicicletta, anche se è minore, non è obbligato a mettere il casco. Ma se vi sentite più sicuri, indossatelo o fatelo indossare ai vostri figli. Non dimenticatevi però che, facendo questo, potreste essere portati ad avere dei comportamenti un po meno attenti; infine ricordatevi che chi va in bicicletta, è obbligato ad indossare un giubbino catarifrangente nelle gallerie e con il buio sulle strade extraurbane.

10 10 LA SCELTA DI BICI E SEGGIOLINI PER I PIÙ PICCOLI Un altro elemento che dà sicurezza è sapere che i nostri figli viaggiano con un attrezzatura adeguata. La scelta della bicicletta va effettuata seguendo poche regole: evitate di farvi influenzare dal modello del momento o dell aspetto esteriore - attenzione i figli sono bravissimi a spingervi in questa direzione! - e guardate invece ad altre cose più importanti come la robustezza e le dimensioni; non cedete alla tentazione di scegliere una bicicletta eccessivamente grande, pensando così almeno dura qualche anno. In questo modo sarà, ad esempio, più difficile arrestarla e metterete i vostri figli in una situazione di maggior pericolo. Meglio quindi una bicicletta leggermente più piccola, ma con il canotto del sella molto lungo; fatevi consigliare nell acquisto da chi di bici se ne intende. Un buon rivenditore conosce bene le caratteristiche dei vari modelli e sa aiutarvi nella scelta più adatta alle vostre esigenze. I bambini sotto gli 8 anni possono essere trasportati sulla vostra bicicletta, utilizzando un seggiolino omologato. Ecco le sigle di riferimento: A 15 A 22 C 15 Seggiolini posteriori per bambini che pesano da 9 a 15 chili Seggiolini posteriori per bambini che pesano da 9 a 22 chili Seggiolini anteriori per bambini che pesano da 9 a 15 chili (oltre questo peso occorre posizionarli dietro) Al momento dell acquisto controllate anche che il seggiolino sia provvisto di: uno schienale alto (i più comodi sono anche reclinabili) per sorreggere bene la schiena e una seduta confortevole; cinture di sicurezza a più punti di ritenzione e regolabili in altezza; poggiapiedi regolabili; braccioli. Corsi di guida sicura per le famiglie Se nonostante queste indicazioni non vi sentite ancora sufficientemente sicuri per andare in giro in bicicletta con dei bambini, ecco l iniziativa che fa per voi! Un corso gratuito di due ore rivolto specificatamente alle famiglie con figli nelle scuole primarie di Caronno Pertusella, nel quale un esperto vi darà non solo tutte le indicazioni necessarie per imparare a muoversi con più sicurezza nel traffico, ma potrete anche sperimentare immediatamente ciò che avete appreso. Il corso verrà organizzato di sabato pomeriggio nel mese di marzo. A tutti i partecipanti verrà data la merenda ed effettuata la targatura della bicicletta. Per info:

11 11 Targhe e rastrelliere contro i furti Se non usate volentieri la bici perché temete che ve la rubino o di non trovare facilmente parcheggio, vi interesseranno queste due nuove iniziative. Rastrelliere: è stata effettuata la sostituzione delle rastrelliere all interno del cortile della scuola secondaria e la manutenzione di quelle collocate nei pressi degli uffici comunali, della stazione ferroviaria, della posta e del mercato. Targhe: su richiesta dei proprietari, le biciclette possono essere dotate gratuitamente di una speciale targa antifurto. Per info: Organizzare una gita in famiglia Ecco qualche suggerimento: non siate troppo ambiziosi: è molto meglio che, quando rientrate, tutti abbiano voglia di ripetere l esperienza invece che essere tutti esausti e pensare mai più ; progettate un itinerario che tocchi posti interessanti anche per i più piccoli: conoscete il ritornello mamma, papà fra quanto arriviamo? ; muovetevi in colonna con i bambini al centro. Se siete il solo adulto, state dietro a tutti in modo da poter tenere sott occhio il comportamento dei più piccoli; portatevi indumenti adatti: vestirsi a cipolla è sempre la scelta migliore; non dimenticate di portare con voi dell acqua e qualche spuntino per mantenere alto il carico di energia e l umore!

12 12 La manutenzione ordinaria della bicicletta Se volete avere un mezzo sicuro e funzionale è fondamentale compiere periodicamente alcune semplici operazioni. Gli attrezzi di cui avete bisogno sono: una serie di chiavi fisse e a stella esagonale da 7 mm a 17 mm; una serie di chiavi a brugola standard da 2 mm a 8 mm; 2 cacciaviti uno a taglio e uno a stella; 1 pinza; 1 tronchesino; 1 martello di peso medio; 3 levette per rimuovere i pneumatici; 1 tiraraggi; 1 pompa a mano (possibilmente con la base); 1 oliatore; 1 pennello medio; 1 spazzola piccola in acciaio; guanti, stracci vari e naturalmente abiti che si possono sporcare! Ed ecco le operazioni: pulizia: usate lo sgrassatore spray su tutta la bicicletta, lasciate agire per 5 minuti, poi risciacquate con un getto d acqua a bassa pressione e asciugate tutte le parti con degli stracci; lubrificazione: usate l oliatore con il beccuccio snodato sui seguenti componenti: catena, pignoni, cambio nei vari snodi, perni centrali dei freni, controllate lo scorrimento del cavo comando nella guaina, nel caso non si muova bene sfilatelo e ingrassatelo, chiudete il cavo nel morsetto, controllate la regolazione dei freni, dei perni dei mozzi e dei pedali; viti e bulloni: verificate la chiusura di tutte le viti e i bulloni della bicicletta, in particolare: manubrio, collarino reggisella, parafanghi, carter della catena, dadi dei mozzi delle ruote, perni dei pedali, dinamo; simmetria del manubrio: bloccate la ruota anteriore della bici con le gambe e controllate che il manubrio sia perfettamente simmetrico al telaio e alla ruota. Assicuratevi, forzando il manubrio, che non vi sia movimento di rotazione. Se facendo forza, il manubrio dovesse muoversi, è necessario stringere i bulloni che lo collegano al telaio;

13 13 freni: è fondamentale assicurarsi che siano ben tirati e garantiscano una buona risposta alla frenata. Azionate entrambi i freni e provate a spingere avanti la bicicletta: dovrebbe arrestarsi prima che le leve dei freni tocchino il manubrio; gomme: verificate che la pressione delle gomme sia adeguata. Le gomme sgonfie, oltre a rendere più faticosa la pedalata, aumentano la probabilità di forature. Inoltre, per ridurre notevolmente il rischio di ritrovarsi con una ruota a terra mentre si sta pedalando, è importante controllare lo stato del copertone. Ecco come procedere: fate girare la ruota posteriore e anteriore della bici e controllate che non vi siano punti del copertone che presentino rigonfiamenti, abrasioni o piccoli tagli. In tal caso sostituite subito il copertone poiché il rischio di forare sarebbe molto alto; campanello: controllate che sia sempre funzionante! Mentre la manutenzione ordinaria può essere effettuata facilmente, altri interventi, come per esempio la riparazione del telaio, la sostituzione della catena, del cambio, ecc., sono un compito da lasciare preferibilmente ad un meccanico specializzato. Tuttavia un intervento che può essere importante saper eseguire è la sostituzione della camera d aria. Per imparare a farlo voltate pagina.

14 14 sostituire una camera d aria Materiale necessario: pompa; leve per pneumatici; camera d aria sostitutiva. Fasi: 1. rimuovete le valvola 2. togliete il copertone 3. togliete la camera d aria 4. controllate il copertone 5. sostituite la camera d aria 6. rimettete il copertone svitate il cappuccio e l anello/controdado; sgonfiate il pneumatico (per la valvola Presta spingendo il tappo dopo averlo svitato, per la Schraeder usando uno strumento per premere nel centro); fate uscire la valvola dal cerchione; fate pressione su entrambi i lati fino a sollevare un tallone di un lato sul bordo del cerchione. Se il copertone è duro ci potrebbe essere bisogno di aiutarsi con le leve facendo attenzione a non pizzicare la camera d aria; disimpegnate la camera d aria dal copertone facendo attenzione alla filettatura della valvola; prima di risistemare la camera d aria, passate le dita all interno del copertone così da rimuovere corpi estranei, ad es. un pezzo di vetro, che altrimenti potrebbero causare la foratura della nuova camera d aria; date una leggera gonfiatura alla camera d aria prima di metterla per evitare pizzicature ed eventualmente per sbloccare la valvola nuova; mettete la camera d aria sotto il copertone facendo corrispondere la valvola all altezza del foro, infilate la valvola assicurandovi che sia diritta avvitando parzialmente il controdado; dopo aver inserito la camera d aria, rigonfiatela; fate rientrare il tallone nel cerchione aiutandovi eventualmente con le leve nella parte finale; assicuratevi che non sia rimasta della camera d aria pizzicata, rigonfiate; avvitate il controdado; riavvitate il cappuccio. (tratto da:

15 15 Siti consigliati www. fiab-onlus.it Il sito della Federazione Italiana Amici della Bicicletta è il più ricco ed interessante per chi ama muoversi in bicicletta. Al suo interno si può trovare di tutto: dalle segnalazioni di iniziative e progetti, ai consigli su come muoversi in sicurezza, dalle informazioni per chi ama il cicloturismo a quelle tecniche e normative. In particolare vi segnaliamo la sezione Progetto scuola con informazioni dedicate a temi come la mobilità sostenibile, l educazione stradale, i bicibus, ecc., e il video-manuale Doctor Bike, accessibile dalla home page, dove troverete spiegazioni molto chiare e dettagliate su come fare la manutenzione ordinaria e straordinaria della vostra bicicletta e riparare i piccoli guasti. Un sito tutto dedicato ai consigli sulla tecnica e l utilizzo della bicicletta. Al suo interno segnaliamo anche la raccolta di siti web sulla bici (ciclofficine, organizzazioni, eventi, percorsi, ecc.) e i bei ciclocalendari a impatto zero, scaricabili gratuitamente. Il sito dell Associazione delle città italiane per la mobilità sostenibile e lo sviluppo dei trasporti, nato con finalità prettamente istituzionali, rappresenta un interessante occasione non solo per chi desideri approfondire le proprie conoscenze sul tema della mobilità e dei trasporti, della qualità dell aria e della sicurezza stradale, ma anche per gettare uno sguardo su quanto stanno facendo su questi temi tante città in Italia e all estero. Il sito dell unica casa editrice esistente in Italia specializzata sulla bicicletta. Il ricco catalogo è raccolto in numerose collane da quelle di viaggio, ai manuali, da quella sulla storia del ciclismo a quella sulle mountain bike. Il sito della principale associazione inglese che si occupa di mobilità sostenibile. Al suo interno meritano una segnalazione i progetti dedicati alla promozione della mobilità ciclabile come Bike It e Free your bike con esperienze e materiali di grande interesse.

16 è un progetto promosso dal Comune di Caronno Pertusella e cofinanziato dalla Regione Lombardia in attuazione all art. 6 della l. r. 28/2004 Politiche regionali per il coordinamento e l amministrazione dei tempi delle città, attuazione di un Piano Territoriale degli Orari.

La Bicicletta un mezzo semplice in un sistema di trasporto complesso. Daniele Yari Stati Libero Ateneo del Ciclismo Urbano

La Bicicletta un mezzo semplice in un sistema di trasporto complesso. Daniele Yari Stati Libero Ateneo del Ciclismo Urbano La Bicicletta un mezzo semplice in un sistema di trasporto complesso Daniele Yari Stati Libero Ateneo del Ciclismo Urbano Il perché di un corso sull uso della bicicletta Il motore della bicicletta e la

Dettagli

COMUNE DI RAVENNA Area Infrastrutture Civili Servizio Pianifi cazione Mobilità NORME E CONSIGLI PER I CICLISTI

COMUNE DI RAVENNA Area Infrastrutture Civili Servizio Pianifi cazione Mobilità NORME E CONSIGLI PER I CICLISTI COMUNE DI RAVENNA Area Infrastrutture Civili Servizio Pianifi cazione Mobilità NORME E CONSIGLI PER I CICLISTI MARZO 2012 La situazione attuale del traffico cittadino, risultato del predominio dei mezzi

Dettagli

A SCUOLA IN BICICLETTA

A SCUOLA IN BICICLETTA A SCUOLA IN BICICLETTA Come si fa? di Michele Mutterle Tuttinbici FIAB Vicenza Michele Mutterle A scuola in Prima di tutto: procurati una bici! Che deve essere Comoda Giusta per la tua età perfettamente

Dettagli

Guida alla pulizia dell'interno del carter pignone

Guida alla pulizia dell'interno del carter pignone Guida alla pulizia dell'interno del carter pignone La guida è stata realizzata da persone non professioniste o esperte del settore, pertanto GsrItalia non è responsabile di eventuali danni derivanti dall'utilizzo

Dettagli

Andiamo in bici. ...per migliorare l ambiente in città! Progetto cofinanziato dall Unione Europea

Andiamo in bici. ...per migliorare l ambiente in città! Progetto cofinanziato dall Unione Europea Progetto cofinanziato dall Unione Europea Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto Andiamo in bici...per migliorare l ambiente in città! ARPAV Agenzia Regionale per la Prevenzione

Dettagli

Premessa. Premessa. In auto. Quanti seggiolini nella vita di un bambino? Attenzione! Abbiate cura della vostra bicicletta!

Premessa. Premessa. In auto. Quanti seggiolini nella vita di un bambino? Attenzione! Abbiate cura della vostra bicicletta! Premessa Premessa In auto Quanti seggiolini nella vita di un bambino? Attenzione! Abbiate cura della vostra bicicletta! In bicicletta pag. 2 pag. 3 pag. 5 pag. 15 pag. 21 pag. 23 In Italia, ogni anno,

Dettagli

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti In questa unità didattica si impara come si può aiutare una persona a muoversi, quando questa persona non può farlo in modo autonomo. Quindi, è necessario

Dettagli

E-bike la bicicletta elettrica. Un nuovo modo di pedalare

E-bike la bicicletta elettrica. Un nuovo modo di pedalare E-bike la bicicletta elettrica Un nuovo modo di pedalare 1 Indice Introduzione pag. 3 Tecnica e dotazione pag. 4 Norme di circolazione stradale pag. 7 La e-bike più adatta ad ogni esigenza pag. 7 Prima

Dettagli

10 Modulo. Attività motoria II

10 Modulo. Attività motoria II 10 Modulo Attività motoria II Argomenti MET specifici Programmi di attività motoria MET e Prevenzione dei TUMORI Cancro del seno: 9 MET settimana Cancro colon retto: 18 MET settimana Cancro prostata: 30

Dettagli

VADEMECUM. per la sperimentazione del Piedibus per insegnanti a cura di Piera Ciceri e Monica Vercesi

VADEMECUM. per la sperimentazione del Piedibus per insegnanti a cura di Piera Ciceri e Monica Vercesi Comune di Caronno Pertusella PIÙ TEMPO ALLE DONNE E MOBILITÀ SOSTENIBILE PER UNA CITTÀ IN ARMONIA VADEMECUM per la sperimentazione del Piedibus per insegnanti a cura di Piera Ciceri e Monica Vercesi L

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Rotonda, rotatoria: istruzioni per l uso. Negli ultimi anni la rotonda, o rotatoria stradale, si è molto diffusa sostituendo gran parte delle aree semaforizzate, ma l utente della

Dettagli

Informazioni per comitati scolastici, autorità, associazioni regionali/nazionali su mobilità ed educazione

Informazioni per comitati scolastici, autorità, associazioni regionali/nazionali su mobilità ed educazione Informazioni per comitati scolastici, autorità, associazioni regionali/nazionali su mobilità ed educazione Scheda informativa 2 MISURE PER IL MOBILITY MANAGEMENT NELLE SCUOLE Annibale, il serpente sostenibile

Dettagli

CORPO POLIZIA MUNICIPALE FERRARA

CORPO POLIZIA MUNICIPALE FERRARA CORPO POLIZIA MUNICIPALE FERRARA Non fa rumore Non inquina Occupa poco spazio La bicicletta ( velocipede per il codice della strada ) e le regole per circolare sulla strada La bicicletta e i dispositivi

Dettagli

www.pro-velo.ch Sicurezza in sella Le dieci regole d oro del ciclista

www.pro-velo.ch Sicurezza in sella Le dieci regole d oro del ciclista www.pro-velo.ch Sicurezza in sella Le dieci regole d oro del ciclista Le nostre regole d oro Si parte! Fatevi valere come ciclista. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Mantenere una distanza di sicurezza dal margine

Dettagli

Scrambler Manuale d'uso e manutenzione

Scrambler Manuale d'uso e manutenzione Scrambler Manuale d'uso e manutenzione Indice 1 ruote 2 freni 3 cambio 4 forcella 5 Pedalata assistita 1 ruote Montaggio ruote posteriori. Per montare le ruote posteriori sfilare il perno a vite fino a

Dettagli

La scatola rosa a Milano. trasformazioni sociali e nuovi modelli

La scatola rosa a Milano. trasformazioni sociali e nuovi modelli La scatola rosa a Milano Le donne al volante tra trasformazioni sociali e nuovi modelli 24 novembre 2008 Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale: chi siamo La Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale

Dettagli

REGOLAMENTO SUL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO PIEDIBUS SCUOLA PRIMARIA

REGOLAMENTO SUL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO PIEDIBUS SCUOLA PRIMARIA REGOLAMENTO SUL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO PIEDIBUS SCUOLA PRIMARIA APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 33 DEL 28/11/2014 IL SINDACO (Alberto PILLONI) IL SEGRETARIO COMUNALE (DOTT.SSA Valentina MARVALDI) INDICE

Dettagli

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14 VI Sommario Parte prima Da bambino a preadolescente Chi è il bambino? Come cresce? Come impara a interagire con il mondo e a lasciare un segno nel suo ambiente di vita? La prima parte del volume cerca

Dettagli

Città di Tortona Provincia di Alessandria

Città di Tortona Provincia di Alessandria Città di Tortona Provincia di Alessandria Settore Polizia Municipale Educazione stradale Introduzione L Educazione stradale o l educazione al rischio stradale ed alla mobilità sostenibile è disposta dall

Dettagli

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Scheda tecnica MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Redazione a cura di Contesto Oramai in molte realtà urbane è diventato difficoltoso riuscire a percorrere il tragitto che separa la

Dettagli

!! ATTENZIONE!! CONSERVA QUESTO DOCUMENTO PERCHE CONTIENE IMPORTANTI INFORMAZIONI RELATIVE ALLA TUA SICUREZZA.

!! ATTENZIONE!! CONSERVA QUESTO DOCUMENTO PERCHE CONTIENE IMPORTANTI INFORMAZIONI RELATIVE ALLA TUA SICUREZZA. !! ATTENZIONE!! LEGGERE ATTENTAMENTE ED ATTENERSI SCRUPOLOSAMENTE ALLE ISTRUZIONI CONTENUTE IN QUESTO MANUALE PRIMA DI UTILIZZARE LA BICICLETTA! NON FARLO PUO PROCURARVI SERI DANNI E/O INFICIARE I VOSTRI

Dettagli

QUANTI MOTIVI PER USARE LA BICI!

QUANTI MOTIVI PER USARE LA BICI! QUANTI MOTIVI PER USARE LA BICI! QUANTI MOTIVI PER USARE LA BICI! LA BICICLETTA non consuma non inquina non fa rumore non ingombra riduce il traffico rispetta l'ambiente è economica è veloce migliora la

Dettagli

Sicurezza in bici e per se stessi Informazioni per gli istruttori

Sicurezza in bici e per se stessi Informazioni per gli istruttori Informazioni per gli istruttori 1/6 Ordine di lavoro Obiettivo Gli studenti apprendono quali componenti sono rilevanti per la sicurezza della bicicletta, ma anche quale sia il corretto equipaggiamento

Dettagli

Il Comune di Ravenna a-

Il Comune di Ravenna a- "Sicurezza dei pedoni": ecco la risposta di Ravenna LA CAMPAGNA REGIONALE II Comune aderisce a "Nati per Camminare" e il sindaco scrive una lettera che verrà distribuita nelle scuole: "L'auto non deve

Dettagli

Ferrara. Informazioni. tredici. VEDERE usando. la bicicletta con informazioni utili sui sistemi di illuminazione per bici in commercio.

Ferrara. Informazioni. tredici. VEDERE usando. la bicicletta con informazioni utili sui sistemi di illuminazione per bici in commercio. Informazioni Agenzia della Mobilità Ufficio Biciclette Via Trenti 35, 44121 Ferrara info@ferrarainbici.it www.ferrarainbici.it Amici della Bicicletta di Ferrara Via del Lavoro (presso terminal bus) Ferrara

Dettagli

Aggressività sulla strada

Aggressività sulla strada Aggressività sulla strada Aggressività e atteggiamenti aggressivi sono modelli comportamentali importanti per la vita di noi esseri umani. Un certo grado di aggressività è essenziale per raggiungere gli

Dettagli

Piedibus, piccoli passi per una città più sostenibile

Piedibus, piccoli passi per una città più sostenibile Piedibus, piccoli passi per una città più sostenibile Gianluigi Trento I Piedibus di Bassano SSL-ERATE ESPERIENZE E PERCORSI DI SOSTENIBILITA URBANA Bassano del Grappa 29/04/2014 Che cosa è un Piedibus

Dettagli

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro Introduzione Che si lavori seduti o in piedi, la mancanza di movimento legata a una postura statica prolungata può a lungo andare

Dettagli

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA Città a mobilità elettrica è un progetto sperimentale che attraverso l utilizzo dei mezzi alimentati ad energia pulita, vuole dimostrare concretamente che un altro modo

Dettagli

a cura della Federazione Italiana Scuole Materne (FISM) della Provincia di Sassari REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

a cura della Federazione Italiana Scuole Materne (FISM) della Provincia di Sassari REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport a cura della Federazione Italiana Scuole Materne (FISM) della Provincia di Sassari IL PROBLEMA

Dettagli

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI Roma, 31 ottobre 2012 ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI (-3,5%) Obiettivo UE 2010 (-50% morti sulle strade): Italia non raggiunge target nemmeno nel 2011 ma fa meglio della

Dettagli

Al Sindaco del Comune di Medicina Nara Rebecchi Al Dirigente Scolastico - Istituto Comprensivo di Medicina Proff.Santi Spadaro

Al Sindaco del Comune di Medicina Nara Rebecchi Al Dirigente Scolastico - Istituto Comprensivo di Medicina Proff.Santi Spadaro Al Sindaco del Comune di Medicina Nara Rebecchi Al Dirigente Scolastico - Istituto Comprensivo di Medicina Proff.Santi Spadaro e p.c. all Assessore all Ambiente del Comune di Medicina all Assessore all

Dettagli

21/10/2015. FIAB Che storia! Alle radici della FIAB: una federazione nata "dal basso"

21/10/2015. FIAB Che storia! Alle radici della FIAB: una federazione nata dal basso FIAB Che storia! Alle radici della FIAB: una federazione nata "dal basso" 1 Anni 80. Singole realtà in alcune città. Da sole non avevano voce nazionale. Formano prima un coordinamento. Nel 1988 il primo

Dettagli

GIULIO VALESINI FUORI CAMPO

GIULIO VALESINI FUORI CAMPO BIKE TO WORK Di Giulio Valesini FUORI CAMPO Se andate a lavoro in bicicletta il comune vi paga. L ha proposto ai suoi cittadini il sindaco di Massarosa. Un paese in provincia di Lucca, che indossa di diritto

Dettagli

I COMPORTAMENTI PREVENTIVI GENERALI PER LA SICUREZZA SULLA STRADA. Franco Taggi

I COMPORTAMENTI PREVENTIVI GENERALI PER LA SICUREZZA SULLA STRADA. Franco Taggi I COMPORTAMENTI PREVENTIVI GENERALI PER LA SICUREZZA SULLA STRADA Franco Taggi NORME DI COMPORTAMENTO GENERALE SULLA STRADA - I Tenete sempre in ordine il vostro mezzo (pneumatici, freni, luci, ecc.) Adeguate

Dettagli

PERCHE L ATTIVITA FISICA E SALVACUORE

PERCHE L ATTIVITA FISICA E SALVACUORE Lega Friulana per il Cuore PERCHE L ATTIVITA FISICA E SALVACUORE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico della

Dettagli

In realtà la vera domanda e : Come posso fare ad ottenere tutte quelle rivoluzioni?, ma la risposta ad entrambe le domande e la stessa.

In realtà la vera domanda e : Come posso fare ad ottenere tutte quelle rivoluzioni?, ma la risposta ad entrambe le domande e la stessa. Nella quarta parte di questi quattro articoli, andrò a rispondere alla domanda che mi viene posta più frequentemente: Come fanno i Professionisti ad ottenere tutte quelle rivoluzioni? In realtà la vera

Dettagli

Giulietta Pagliaccio Consigliera Nazionale FIAB

Giulietta Pagliaccio Consigliera Nazionale FIAB Giulietta Pagliaccio Consigliera Nazionale FIAB SEMINARIO DI APPROFONDIMENTO PER PERSONALE DOCENTE Milano, 16 febbraio 2012 Si sta insieme ai compagni di classe in un contesto diverso Si sperimenta il

Dettagli

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching Consigli generali Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching muscolare. Quando l hai eseguito quanto più comodamente possibile, rimani così per 5-10 secondi e poi

Dettagli

Nella Mia Città si Respira!

Nella Mia Città si Respira! Nella Mia Città si Respira! Un Programma Scolastico per le Scuole Medie Superiori della Provincia di Torino Unità didattica 11 La Pianificazione della Mobilità in città: misure di sostegno alla mobilità

Dettagli

Bambini sul percorso casa-scuola

Bambini sul percorso casa-scuola Bambini sul percorso casa-scuola Conducenti: occhio ai bambini! Guidare con particolare prudenza nei pressi di scuole, fermate di scuolabus o mezzi pubblici. Moderare la velocità e tenersi pronti a frenare

Dettagli

INDICE DEGLI ARGOMENTI

INDICE DEGLI ARGOMENTI INDICE DEGLI ARGOMENTI Importanti istruzioni di sicurezza Uso corretto 3 Assemblaggio 4 KRANKcycle: specificazioni, strumenti e assemblaggio Specificazioni modello 4 Strumenti per l assemblaggio 5 Assemblaggio

Dettagli

Andrea Milanese. I comportamenti corretti per la salute del bambino quando viaggia in auto e non solo. Crescere bambini ecologici

Andrea Milanese. I comportamenti corretti per la salute del bambino quando viaggia in auto e non solo. Crescere bambini ecologici Andrea Milanese I comportamenti corretti per la salute del bambino quando viaggia in auto e non solo IL CONCETTO DI SICUREZZA PASSIVA POLITECNICO DI MILANO DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA AEROSPAZIALE Laboratori

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

La Federazione Italiana Amici

La Federazione Italiana Amici La Federazione www.fiab-onlus.it La FIAB è una 9 federazione di 2 Associazioni e Gruppi cicloecologisti locali. Fondata nel 1989 siamo presenti in 17 regioni con 120 associazioni e 13.000 soci 2 1 20 19

Dettagli

Tavolo Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici

Tavolo Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici Tavolo Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici Premessa Monitoraggio degli spostamenti casa scuola, a. s. 2014-15 CHIVASSO Il monitoraggio degli spostamenti casa scuola è

Dettagli

Progetto Smart School Mobility. MOBILITA SOSTENIBILE Bambine, bambini, insegnanti e genitori si confrontano e sperimentano insieme

Progetto Smart School Mobility. MOBILITA SOSTENIBILE Bambine, bambini, insegnanti e genitori si confrontano e sperimentano insieme Progetto Smart School Mobility MOBILITA SOSTENIBILE Bambine, bambini, insegnanti e genitori si confrontano e sperimentano insieme A cura di Anna Ventura Spot Scuola Elsa Morante - Centro di Cultura per

Dettagli

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico La al ESERCIZI PRATICI ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico L attività fisica è fondamentale per sentirsi bene e per mantenersi in forma. Eseguire degli esercizi di ginnastica dolce, nel postintervento,

Dettagli

VI edizione 14-18 marzo 2016

VI edizione 14-18 marzo 2016 VI edizione 14-18 marzo 2016 2016 cos è Siamo nati per camminare è un grande progetto-gioco sul tema della mobilità sostenibile rivolto alle scuole primarie di Milano. Scuole, bambini, insegnanti, famiglie,

Dettagli

Associazione non-profit. con il Patrocinio di: presenta

Associazione non-profit. con il Patrocinio di: presenta Associazione non-profit con il Patrocinio di: presenta progetto di avvicinamento alla mobilità eco-sostenibile, alla sicurezza stradale e alla guida sicura di biciclette per gli alunni della Scuola Secondaria

Dettagli

La mobilità autonoma dei bambini: una ricerca - azione

La mobilità autonoma dei bambini: una ricerca - azione La mobilità autonoma dei bambini: una ricerca - azione Daniela Renzi Progetto internazionale La città dei bambini ISTC-CNR Convegno internazionale AUTONOMIA E SALUTE L autonomia di movimento delle bambine

Dettagli

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello Drssa Grazia Foti MALATTIE CARDIOVASCOLARI Più importante causa di morte nel mondo, (17.3 milioni di morti ogni anno)

Dettagli

per i piccoli Ma dove vai se le Regole non le sai? l educazione stradale il giusto comportamento da pedone e ciclista nei percorsi di tutti i giorni

per i piccoli Ma dove vai se le Regole non le sai? l educazione stradale il giusto comportamento da pedone e ciclista nei percorsi di tutti i giorni damica per i piccoli 2010-2011 Ma dove vai se le Regole non le sai? Comune di Montecatini Terme Polizia Municipale StradAmica Impariamo l educazione stradale il giusto comportamento da pedone e ciclista

Dettagli

Istruzione di montaggio per kit di taratura idraulica Per forcelle a cartuccia

Istruzione di montaggio per kit di taratura idraulica Per forcelle a cartuccia Istruzione di montaggio per kit di taratura idraulica Per forcelle a cartuccia La forcella è un componente molto importante della moto e ha una grande influenza sulla stabilità del veicolo. Leggere attentamente

Dettagli

Presentazione del progetto

Presentazione del progetto Laboratorio di marketing sociale Presentazione del progetto Soggetto ideatore e organizzatore: Azienda Sanitaria Locale DEFINIZIONE DEL PROBLEMA Sovrappeso ed obesità in età infantile La nuova emergenza

Dettagli

Risultati Floriani. [1] Totale Segnalazioni 14 /16 F 17 /18 F 19 /20 F 14 /16 M 17 /18 M 19 /20 M 315 138 110 22 23 17 5 44% 35% 7% 7% 5% 2%

Risultati Floriani. [1] Totale Segnalazioni 14 /16 F 17 /18 F 19 /20 F 14 /16 M 17 /18 M 19 /20 M 315 138 110 22 23 17 5 44% 35% 7% 7% 5% 2% Risultati Floriani In questo documento sono riportati i risultati ottenuti dall analisi delle risposte del questionario proposto agli 460 studenti dell Istituto Floriani; quelli compilati e restituiti

Dettagli

CARROZZINE SIGMA SIGMA CONFORT ISTRUZIONI PER L USO SGUK0502 P ORTOGALLO

CARROZZINE SIGMA SIGMA CONFORT ISTRUZIONI PER L USO SGUK0502 P ORTOGALLO SGUK0502 P ORTOGALLO CARROZZINE SIGMA SIGMA CONFORT ISTRUZIONI PER L USO 1. Introduzione La carrozzina da autospinta che avete acquistato è parte della gamma prodotti Invacare ed è stata realizzata con

Dettagli

PROPOSTA PROGETTO BICIMAT POSTAZIONI ELETTRONICHE PER BICICLETTE TRADIZIONALI E ELETTRICHE CON RICARICA SOLARE.

PROPOSTA PROGETTO BICIMAT POSTAZIONI ELETTRONICHE PER BICICLETTE TRADIZIONALI E ELETTRICHE CON RICARICA SOLARE. PROPOSTA PROGETTO BICIMAT POSTAZIONI ELETTRONICHE PER BICICLETTE TRADIZIONALI E ELETTRICHE CON RICARICA SOLARE. La nostra Associazione promuove la mobilità sostenibile e l utilizzo della bicicletta, tradizionale

Dettagli

COME ORGANIZZARE IN ORATORIO UN GRAN PREMIO MOTORATORIO

COME ORGANIZZARE IN ORATORIO UN GRAN PREMIO MOTORATORIO Dal mese di settembre 2011 il kit MOTORATORIO è passato alla gestione diretta di due oratori. Potete richiedere i KIT a : 1. ORATORIO SAN DOMENICO SAVIO SESTO SAN GIOVANNI (MI) scaricando gli appositi

Dettagli

L uso delle mani e del corpo

L uso delle mani e del corpo PARTE SECONDA 77 78 1 L uso delle mani e del corpo Il contatto: massimo Il contatto delle mani e, quando possibile, delle avambraccia sul corpo, deve essere pieno e senza interruzioni. Durante il massaggio

Dettagli

Presentazione dei Progetti e dei Corsi di formazione realizzati per la Scuola Secondaria

Presentazione dei Progetti e dei Corsi di formazione realizzati per la Scuola Secondaria Presentazione dei Progetti e dei Corsi di formazione realizzati per la Scuola Secondaria RESPONSABILI DEI PROGETTI E DEI CORSI DI FORMAZIONE: dott.ssa Mena Caso (Psicologa, Psicoterapeuta) cell. 32081422223

Dettagli

Strade + belle e sicure. Progetto di educazione ambientale/educazione stradale nelle scuole della provincia di Torino

Strade + belle e sicure. Progetto di educazione ambientale/educazione stradale nelle scuole della provincia di Torino Strade + belle e sicure Progetto di educazione ambientale/educazione stradale nelle scuole della provincia di Torino La città brutta e disgregata è incubatrice di violenza, di conflitti, di sofferenze.

Dettagli

Reggio Emilia PIANO NEVE 2012-2013 INFORMAZIONI E SUGGERIMENTI PER AFFRONTARE INSIEME LE NEVICATE IN CITTÁ

Reggio Emilia PIANO NEVE 2012-2013 INFORMAZIONI E SUGGERIMENTI PER AFFRONTARE INSIEME LE NEVICATE IN CITTÁ Reggio Emilia PIANO NEVE 2012-2013 INFORMAZIONI E SUGGERIMENTI PER AFFRONTARE INSIEME LE NEVICATE IN CITTÁ ANCHE TU PER ESEMPIO DIVENTA VOLONTARIO PER L EMERGENZA NEVE Anche quest anno il Comune, in collaborazione

Dettagli

GENITORI ATTENTI: BAMBINE E BAMBINI SICURI CAMPAGNA PER LA SICUREZZA IN AUTO

GENITORI ATTENTI: BAMBINE E BAMBINI SICURI CAMPAGNA PER LA SICUREZZA IN AUTO GENITORI ATTENTI: BAMBINE E BAMBINI SICURI CAMPAGNA PER LA SICUREZZA IN AUTO GENITORI ATTENTI: BAMBINE E BAMBINI SICURI CAMPAGNA PER LA SICUREZZA IN AUTO Il Comune di Prato riserva un attenzione particolare

Dettagli

Rovigo 5/03/2008 Dr. Lorenza Gallo Direttore SOC igiene e Sanità Pubblica Dipartimento di Prevenzione Azienda ULSS 18

Rovigo 5/03/2008 Dr. Lorenza Gallo Direttore SOC igiene e Sanità Pubblica Dipartimento di Prevenzione Azienda ULSS 18 I BAMBINI E L ATTIVITA MOTORIA: IL PIEDIBUS Rovigo 5/03/2008 Dr. Lorenza Gallo Direttore SOC igiene e Sanità Pubblica Dipartimento di Prevenzione Azienda ULSS 18 PER IMMAGINARE IL NOSTRO FUTURO DOBBIAMO

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 3 Argomento BIMBI IN FORMA, SERVE UN GIRO DI VITA. Sapevate che in Italia i minori in sovrappeso o in condizioni di obesità

Dettagli

SICUREZZA E PREVENZIONE

SICUREZZA E PREVENZIONE SICUREZZA E PREVENZIONE 1. AMBIENTE. Adeguatezza di strutture, attrezzature e spazi Rimozione delle cause di possibile incidente/ uso di adeguate misure di sicurezza PROTEZIONE 2. COMPORTAMENTO. Capacità

Dettagli

Sete e scelte di partecipazione. 20 marzo 2013

Sete e scelte di partecipazione. 20 marzo 2013 Partecipo... il diritto di essere ascoltati Esperti: dott.ssa Silvana Cremaschi. Insieme abbiamo parlato: - di come a volte sia difficile farci ascoltare , -

Dettagli

PROMUOVERE E DIFFONDERE LA CULTURA DELLA SICUREZZA NELLA SCUOLA - LA VALUTAZIONE -

PROMUOVERE E DIFFONDERE LA CULTURA DELLA SICUREZZA NELLA SCUOLA - LA VALUTAZIONE - PROMUOVERE E DIFFONDERE LA CULTURA DELLA SICUREZZA NELLA SCUOLA - LA VALUTAZIONE - A cura di Maria Grazia Accorsi 1 La fase di valutazione è strettamente collegata - alla definizione dei risultati di apprendimento

Dettagli

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI Siamo il gruppo più numeroso della scuola e assieme alle maestre Meri e Silvia siamo diventati

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI MANUALE DI ISTRUZIONI MINI CESOIA PIEGATRICE Art. 0892 ! ATTENZIONE Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione Prima di iniziare qualsiasi azione operativa è obbligatorio leggere il presente

Dettagli

QUESTIONARIO SUI PROVVEDIMENTI CONTRO IL FURTO ADOTTATI DAL COMUNE DI

QUESTIONARIO SUI PROVVEDIMENTI CONTRO IL FURTO ADOTTATI DAL COMUNE DI - mezzo - bicicletta - piedi - automobile - moto FIAB - onlus QUESTIONARIO SUI PROVVEDIMENTI CONTRO IL FURTO ADOTTATI DAL COMUNE DI da inviare a info@fiab-onlus.it entro il 30 settembre 2013 1. L amministrazione

Dettagli

LA SICUREZZA STRADALE SULLE 2 RUOTE UN ANALISI STATISTICA PER AZIONI CONCRETE ABSTRACT ANIA. Fondazione per la Sicurezza Stradale

LA SICUREZZA STRADALE SULLE 2 RUOTE UN ANALISI STATISTICA PER AZIONI CONCRETE ABSTRACT ANIA. Fondazione per la Sicurezza Stradale LA SICUREZZA STRADALE SULLE 2 RUOTE UN ANALISI STATISTICA PER AZIONI CONCRETE ABSTRACT ANIA Fondazione per la Sicurezza Stradale LA SICUREZZA STRADALE SULLE 2 RUOTE UN ANALISI STATISTICA PER AZIONI CONCRETE

Dettagli

SEDIE DA COMODO. Istruzioni d uso SEDIE DA COMODO

SEDIE DA COMODO. Istruzioni d uso SEDIE DA COMODO SEDIE DA COMODO Istruzioni d uso SEDIE DA COMODO Comunicazione per i clienti Vi ringraziamo per la fiducia che ci avete dato avendo scelto uno dei nostri prodotti. Le sedie da comodo Vermeiren sono il

Dettagli

Per bambini dai 6 agli 8 anni

Per bambini dai 6 agli 8 anni REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione,Spettacolo e Sport Per bambini dai 6 agli 8 anni a cura della Federazione Italiana Scuole Materne (FISM) della

Dettagli

proposte per la realizzazione di percorsi sicuri casa-scuola a Padova COMUNE di PADOVA

proposte per la realizzazione di percorsi sicuri casa-scuola a Padova COMUNE di PADOVA proposte per la realizzazione di percorsi sicuri casa-scuola a Padova COMUNE di PADOVA REALIZZATO DA Comune di Padova Settore Ambiente Informambiente CAPO SETTORE Patrizio Mazzetto A CURA DI Antonella

Dettagli

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 D 5b. 1. Park -1993 5a. 2. Park -1993 6a. Park -1999 F G H 3. Park -1993 7. I I 4. Park -1993 8. 6b. Park 2000- J 9. 13. 10. 14. X Z Y W 11. V 15. Denna produkt, eller delar

Dettagli

Sommario. Pagina 3 : La ditta Mechetti. Pagina 4 : Presentazione prodotti. Pagina 5 : Schede tecniche. Pagina 6 : Istruzioni per l uso

Sommario. Pagina 3 : La ditta Mechetti. Pagina 4 : Presentazione prodotti. Pagina 5 : Schede tecniche. Pagina 6 : Istruzioni per l uso MANUALE D USO Mek 1 Sommario Pagina 3 : La ditta Mechetti Pagina 4 : Presentazione prodotti Pagina 5 : Schede tecniche Pagina 6 : Istruzioni per l uso Pagina 7 : Soluzione e problemi noti Pagina 8 : Parti

Dettagli

Progetto TI MUOVI. Sottoprogetto LA STRADA E LE SUE REGOLE

Progetto TI MUOVI. Sottoprogetto LA STRADA E LE SUE REGOLE Progetto TI MUOVI Sottoprogetto LA STRADA E LE SUE REGOLE LA BUONA STRADA A cura della I A (anno scolastico 2009-2010) Scuola secondaria di primo grado CARLO LEVI - I.C. King GRUGLIASCO IL NOSTRO PERCORSO

Dettagli

Capitolo 3. Iniziamo col far vedere cosa si è ottenuto, per far comprendere le successive descrizioni, avendo in mente ciò che si vuole realizzare.

Capitolo 3. Iniziamo col far vedere cosa si è ottenuto, per far comprendere le successive descrizioni, avendo in mente ciò che si vuole realizzare. Realizzazione meccanica Iniziamo col far vedere cosa si è ottenuto, per far comprendere le successive descrizioni, avendo in mente ciò che si vuole realizzare. - 37 - 3.1 Reperibilità dei pezzi La prima

Dettagli

Guida alla taratura delle sospensioni

Guida alla taratura delle sospensioni Guida alla taratura delle sospensioni GUIDA RAPIDA ALLA TARATURA DELLA FORCELLA BoXXer race GRAZIE PER AVER SCELTO ROCKSHOX! Siamo entusiasti, felici e onorati che abbiate scelto RockShox per le sospensioni

Dettagli

PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA

PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA Indicazioni Generali Gli esercizi Consigli utili Indicazioni generali Questo capitolo vuole essere un mezzo attraverso il quale si posso avere le giuste informazioni

Dettagli

TOUR ALLA SCOPERTA DELLO ZAINO SCOLASTICO

TOUR ALLA SCOPERTA DELLO ZAINO SCOLASTICO LEZIONE DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE Insegnante: Londei Fabiola anno scolastico 2012-2013 Ciao cari ragazzi e ragazze di quarta B e C, sono un vostro quotidiano osservatore, vi guardo tutte le mattine arrivare

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma. La nostra città mi piace molto, ma negli ultimi

Dettagli

A Brescia su due ruote

A Brescia su due ruote Comune di Brescia - Assessorato alla Mobilità e Parchi A cura di E. Brunelli, V. Ventura Obiettivi per una politica a favore della mobilità ciclistica: CREAZIONE ED ESTENSIONE DELLA RETE CICLABILE SICUREZZA

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Gruppo Freno a Disco MILLENNIUM

Gruppo Freno a Disco MILLENNIUM Gruppo Freno a Disco MILLENNIUM Manutenzione Sistema 11 17-19 idraulico Bassano Grimeca S.p.A. Via Remigia, 42 40068 S. Lazzaro di Savena (Bologna) Italy tel. +39-0516255195 fax. +39-0516256321 www.grimeca.it

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA DIREZIONE DIDATTICA DI CASTEL MAGGIORE PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA Nelle Indicazioni Nazionali per i Piani di Studio Personalizzati delle Attività Educative nella Scuola dell Infanzia

Dettagli

Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada

Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Agenzia per la Mobilità EDUCAZIONE STRADALE TRA SCUOLA E FAMIGLIA L educazione

Dettagli

Biciclette elettriche. Comodi e sicuri alla meta

Biciclette elettriche. Comodi e sicuri alla meta Biciclette elettriche Comodi e sicuri alla meta Pedalare senza fatica, andare più veloci e superare le salite con uno sforzo moderato. L assistenza del motore elettrico offre molti vantaggi. L upi e l

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Alcuni suggerimenti. Muoviti con gli amici! Iscriviti con loro a un corso di nuoto, o in palestra, oppure programma escursioni in montagna o in bici.

Alcuni suggerimenti. Muoviti con gli amici! Iscriviti con loro a un corso di nuoto, o in palestra, oppure programma escursioni in montagna o in bici. Alcuni suggerimenti Muoviti divertendoti! Pratica attività che oltre a farti muovere ti procurino piacere. Muoviti in famiglia! Organizza gite in campagna, passeggiate serali a piedi o in bicicletta. Negli

Dettagli

MOVIMENTAZIONE PAZIENTE

MOVIMENTAZIONE PAZIENTE MOVIMENTAZIONE PAZIENTE TELO PORTAFERITI SEDIA PORTANTINA Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI Strumento fondamentale per il TRASPORTO DEI PAZIENTI. Le OPERAZIONI normalmente eseguite con la barella

Dettagli

Disegnare il basket. di Andrea Capobianco

Disegnare il basket. di Andrea Capobianco Disegnare il basket di Andrea Capobianco L efficacia della comunicazione è legata ad una buona conoscenza del linguaggio utilizzato. L uso della rappresentazione icnica presuppone necessariamente la condivisione

Dettagli

In bici ci piace! Percorso di educazione stradale e alla mobilità sostenibile per la scuola primaria

In bici ci piace! Percorso di educazione stradale e alla mobilità sostenibile per la scuola primaria Ciclobby onlus Via P Borsieri, 4/E 20159 Milano Tel e Fax 02-69311624 wwwciclobbyit segreteria@ciclobbyit amministrazione@ciclobbyit In bici ci piace! Percorso di educazione stradale e alla mobilità sostenibile

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

COMUNE DI MORETTA PROVINCIA DI CUNEO

COMUNE DI MORETTA PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI MORETTA PROVINCIA DI CUNEO STRADA.. COME VIVERLA IN SICUREZZA EDUCAZIONE STRADALE PER LA SCUOLA MATERNA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 COPIA IN PROPRIO UFFICIO DI POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI MORETTA

Dettagli

5018_ACSBR_DEA_IT0113_Layout 1 11/02/2013 14:52 Page 1. Risollevate la vostra vita. Tornate a godervi la vostra casa

5018_ACSBR_DEA_IT0113_Layout 1 11/02/2013 14:52 Page 1. Risollevate la vostra vita. Tornate a godervi la vostra casa 5018_ACSBR_DEA_IT0113_Layout 1 11/02/2013 14:52 Page 1 Risollevate la vostra vita Tornate a godervi la vostra casa 5018_ACSBR_DEA_IT0113_Layout 1 11/02/2013 14:52 Page 2 Con un montascale Acorn fatto su

Dettagli

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Staff Comandante Ufficio Informazioni Istituzionali Campagna di sensibilizzazione al Codice della Strada Ripassiamo il Codice.- Con l avvento della primavera, si incrementa l

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli