PER QUELLI CHE... AMANO LA NATURA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PER QUELLI CHE... AMANO LA NATURA"

Transcript

1 che nei rapporti sociali e, perfino (!), delle relazioni con l ambiente naturale. Occorre educazione, sensibilità, rispetto, senso civico. In una parola cultura. Per farcela nella competizione globale abbiamo bisogno, incredibile dictu, di bellezza e di cultura. È una bellissima notizia. E siccome questa notizia mi mette di buonumore, è per questo che ho deciso di far cenno di una cosa magnifica: la Dorsale Verde Nord. Abbiamo detto della dissipazione del territorio: nel Nord Milano e nelnewnews l informica PER QUELLI CHE... AMANO LA NATURA Dorsale Verde Nord Una scommessa da vincere Non tutto è perduto. Pur se molto, tantissimo, è fatalmente compromesso. Uno dei più straordinari paesaggi italiani, la media pianura padana che da Milano si protende dolcemente prima e poi più mossa, irregolare e fratta verso l alta pianura terrazzata e le colline moreniche briantee, questo indifeso paesaggio oggetto di un espansione insediativa caotica e totalitaria, questo ambiente modellato dalla natura in milioni di anni di lavoro e in pochi decenni tanto profondamente segnato dall opera non del tutto assennata dell uomo, merita ben qualche cura e qualche premura. È possibile fare qualcosa. Evitare intanto che l espansione edilizia prosegua in modo lavico, dissipando gli ultimi lembi di territorio con la solita trama di case, casette, fabbrichette, capannoni, Focus su Parco Nord Milano Un progetto per valorizzare gli spazi verdi intorno a Milano, trasformandoli in un sistema integrato Bresso: città del Parco Iniziamo con questo numero de Nuovo L Informica, un percorso di approfondimento che ci porterà attraverso le città che circondano e sostengono il Parco Nord. Si parte con Bresso, la città che nel proprio logo ha scritto Città del Parco Nord. Un segno inequivocabile del legame strettissimo che unisce i Bressesi al Parco e della volontà della città continuare sulla strada verde intrapresa in questi anni. Una volontà che recentemente si è espressa con forza in assemblee, incontri e attraverso gli strumenti di partecipazione, attivati con il Piano di Governo del Territorio (PGT). Un movimento d opinione che chiede di porre grande attenzione alla qualità della vita. E al Parco. centri commerciali, ipermercati. Oddio, come si dice, è da ingrati sputare nel piatto dove si è mangiato, e il nostro benessere viene anche da lì, dalle fabbrichette, dai capannoni, dagli iper, dalla bruttura e dalla congestione degli stradoni assiepati, come diciamo con un poco di spocchia, da non luoghi! Ma ora, ecco la novità: abbiamo bisogno di qualità. Qualità del paesaggio, qualità del territorio, qualità urbanistica, qualità dei manufatti, qualità an- Salute Camminare nel Parco la fascia della Brianza centrale l occupazione del suolo supera il 75%, un indice monstre; abbiamo detto della mediocrità di questa cortina di edilizia e di infrastrutture che ricopre e nasconde il bel paesaggio - mi arrischio! - manzoniano. Bene, in questo pezzo di Milano, della provincia settentrionale milanese, insistono, oltre al nostro Parco Nord, che però è un poco più giù, ben quattro parchi regionali (Valle Ticino, Groane, Valle Lambro, Adda Nord) e sono inoltre sorti, con incalzante frequenza negli ultimi anni, ben dodici parchi di interesse sovracomunale e altri nove sono in fase di istituzione. Arturo Calaminici Presidente Associazione Amici Parco Nord Milano SEGUE A PAG. 2 Inizia da questo numero de L Informica una rubrica dedicata al benessere personale, tenuta da esperti. Il Parco Nord, con il suo patrimonio di verde, piste ciclabili e rollerabili, spazi attrezzati per lo sport e per il relax, costituisce infatti, tra le altre cose, anche un prezioso strumento per migliorare la qualità della nostra vita di ogni giorno, in termini di salute e di equilibrio psico-fisico. Cominciamo con il prof. Benedetto Toso, esperto e docente di Posturologia all Università cattolica, che ci spiegherà come e perché una semplice camminata a passo svelto nel Parco può portare tanti benefici alla nostra salute. E.C. MARZO n 1 All interno Parchi per Kyoto pag. 3 Notizie dai Comuni pag. 7 Intervista a Gianni Biondillo pag. 8 Progetto Milano: un opportunità per il Parco Nord Il Sindaco Letizia Moratti, con la candidatura di Milano all Expo 2015 ha messo in campo programmi e progetti ambiziosi per lanciare la nostra città nel mondo. È proprio in questo contesto di pensare e agire in grande che va inserito il Progetto Milano, un finanziamento di oltre 5 milioni di euro che consente al Parco Nord di accrescere ulteriormente le proprie qualità paesaggistiche, di dare nuove occasioni di fruizione e, attraverso la creazione di diversi specchi d acqua, di incrementare ancora la biodiversità del parco. Grazie alla dedizione dell Assessore all Arredo, Decoro Urbano e Verde Maurizio Cadeo, ed all appoggio dell Assessore Carlo Masseroli, che segue da vicino il Parco Nord e ha intuito l importanza dello sviluppo dello stesso per il rilancio della città nel marketing urbano, il Parco Nord Milano può pensare al completamento non più come ad un sogno ma ad una realtà concreta e vicina. Il Progetto Milano è una opportunità fondamentale. Infatti esso, interessando le zone in prossimità del Parco di Bruzzano e quelle ad est e ovest di via Giuditta Pasta, prevede l acquisizione di circa 133 mila metri quadri di aree private che saranno trasformate a verde. Si realizzeranno nuovi percorsi, ampie zone d acqua, aree di sosta, attrezzature e arredi perfezionando il sistema del verde e completando le connessioni ciclabili con il resto dell area protetta. Al momento il Progetto Milano sta percorrendo il suo naturale iter amministrativo. Il direttore Riccardo Gini, con i suoi tecnici, è al lavoro sul progetto esecutivo e il frutto di questo lavoro sarà illustrato nei dettagli nei prossimi numeri de Il Nuovo Informica che approfondirà ulteriormente l argomento. Far crescere il parco è una scommessa appassionante sul futuro: come Consiglio di Amministrazione abbiamo accettato questa sfida con la consapevolezza delle difficoltà, soprattutto finanziarie, che avevamo di fronte. Nonostante questo ci abbiamo creduto con passione, volontà e idee chiare. Oggi con l arrivo delle prime risorse, i nostri sforzi cominciano ad essere premiati rafforzandoci nella nostra missione di completare il Parco regalando alle generazioni di oggi e di domani questo grande polmone verde, tassello fondamentale di una irrimandabile politica di sostenibilità ambientale. Carmelo Gambitta Vice-presidente del Parco Nord Milano Il fatto Expo 2015 Conto alla rovescia per la decisione sulla sede dell Expo 2015: il 31 marzo Milano potrebbe vincere la sfida con Smirne ed ospitare l esposizione. Ospitaimo un intervento del presidente della Provincia Filippo Penati ed uno zoom sulla manifestazione e sul progetto milanese Nutrire il pianeta, Energia per la vita. Servizio a pagina 4 e 5 Servizio a pagina 7 Servizio a pagina 6

2 l informica PROGETTI 2 DALLA PRIMA Il corridoio verde visto dall alto, che unisce l Adda al Ticino Bando di concorso Parco e lode Il Parco Grugnotorto Villoresi indice il Bando di Concorso Parco e lode per premiare laureati e ricercatori che, mediante le loro tesi di laurea (brevi o specialistiche) e di dottorato, implementino gli studi relativi al Parco Grugnotorto Villoresi nei suoi aspetti scientificamente più interessanti e nelle sue potenzialità per uno sviluppo sostenibile. Le tesi devono essere state discusse tra gennaio 2000 e giugno I vincitori riceveranno un premio in denaro (1 premio euro, 2 premio euro, 3 premio 500 euro). Tutte le tesi presentate saranno pubblicate, completamente o in parte, nei siti internet di riferimento del Parco o dei Comuni aderenti. Il Bando di concorso è attualmente consultabile presso il sito di Federparchi (www.parks.it). Per informazioni contattare il direttore del Parco arch. Decarli M. Luisa scrivendo a oppure telefonando ai numeri oppure Giornale del Parco Nord Comune di Sesto San Giovanni Comune di Cinisello Balsamo Autorizzazione del Tribunale di Milano n. 5 del 03/01/ Copia gratuita Editore e Redazione Consorzio Parco Nord Milano CdA: Ignazio Ravasi (Presidente), Carmelo Gambitta (vice presidente), Francesco Borella, Oscar Del Barba, Domenico Maio Via Clerici 150, Sesto S. Giovanni Tel fax Direttore responsabile Ovidio Diamanti Staff di Redazione Elena Conenna, Stefano Ferri Collaboratori di Redazione Ilaria Modanesi, Annamaria Arcidiacono, Paola Cinquanta, Enzo Fragassi, Alberto Covini, Tomaso Colombo, Arturo Calaminici, Massimiliano Mainetti, Riccardo Quantarelli, Antonio Greco (ERSAF) Foto Elena Conenna, Archivio GEV e Archivio Parco Nord Tiratura copie Impaginazione e Stampa IL GUADO Via Picasso, 21/23 Corbetta (MI) - Chiuso in redazione il 27/02/08 Dorsale Verde Nord una scommessa da vincere La Dorsale Verde Nord è un progetto finalizzato a collegare queste aree verdi tra loro, oltre che con i SIC (siti di interesse comunitario), le ZPS (zone di protezione speciale), le aree agricole residuali e i margini dei nuclei urbani. Insomma, dall Adda al Ticino, un corridoio che consenta ad uomini ed animali di vincere l assedio di cemento e asfalto. S iamo al rovesciamento delle parti: in genere si costruiscono le infrastrutture occupando pezzi di suolo libero; in questo caso, costruiamo un infrastruttura verde incuneandoci nel grigio del costruito. Ma non è impresa da poco. La Dorsale Verde ha uno sviluppo complessivo superiore a 290kmq, il 15% della superficie dell intera provincia di Milano e interessa 76 Comuni. Le opere sono notevoli, perché arrivati a un certo grado di colonizzazione e compromissione del territorio, per ripristinare la natura, che da sola non ce la fa più, occorre paradossalmente l opera dell uomo. Bisogna ricreare o cercare di mantenere aperti varchi minacciati di occlusione, intervenire in aree critiche e nodi strategici costruendo gallerie, ponti verdi, macchie boscate. Foto di Amneris Pinelli Molto bene. Ma i quattrini, chi ce li mette? Come dice la relazione introduttiva al Piano Territoriale della Provincia, nella realizzazione del progetto della Dorsale Verde potrebbero confluire anche le opere di compensazione previste nell ambito della realizzazione di nuove espansioni urbane, delle cave e soprattutto delle nuove opere della mobilità che interessano questo territorio: la Pedemontana, la TEEM, la Rho-Monza, la variante del Sempione, le nuove infrastrutture ferroviarie Milano-Torino, Chiasso-Monza, Seregno- Bergamo. Lo scopo è quello di trasformare elementi di criticità in risorse e produrre qualità ambientale in questa fascia di territorio cruciale per gli equilibri del Nord della provincia milanese. Trasformare elementi di criticità in nuove risorse! Perfetto. Ma è possibile? È questa sicuramente una prova difficile, ma qui si porrà la credibilità non solo del ambientalismo del sì, ma della politica in generale; ed io direi che qui si rivela anche la maturità di una società che deve smettere le comode maschere del teatro dell arte, ove ciascuno ha la sua parte Fiori del Parco in commedia e lucra su di essa, per cercare assieme con senso di misura di risolvere i problemi di tutti. Inoltre, la costruzione delle infrastrutture che abbiamo citato avverrà aggravando il carico di degrado ambientale esistente o invece le opere saranno realizzate in modo da costituire esse stesse occasione per riqualificare e risanare l ambiente, e vivere meglio, sapendo che la qualità dei territori è oggi una carta decisiva nella competizione economica internazionale? Il problema non è del sì o del no, ma del come. La Pedemontana, per fare un esempio, sarà costruita tagliando il Parco della Lura e abbattendo i boschi della Battù, che collegano le Groane ai colli comaschi, o invece cercando soluzioni, certo più costose, che si misurino con i problemi specifici che quel contesto presenta? Le opere di compensazione ambientale nella costruzione della Pedemontana, per insistere e non a caso su questa importante e necessaria autostrada, saranno tali che la superficie a verde che affianca l opera, come proposto da Lega Ambiente, sia, almeno dove è possibile, il doppio di quella asfaltata o invece questo asse viario si trascinerà ancora una volta l insopportabile e solito corteo di speculazione edilizia e commerciale? Possiamo fare una cosa che somigli, non so, alle autostrade tedesche, ove chi le percorre può riposare lo sguardo nel verde dei boschi e delle campagne, o dobbiamo rispettare per forza la nostra poco invidiabile vocazione alla ratatouille? Insomma, se non vogliamo continuare a segare il ramo sul quale siamo seduti, siamo costretti ad essere virtuosi, per forza o per ragione. Questo stupendo progetto della Dorsale Verde nasce in una situazione difficile, ad un passo dal disastro, per una estrema ratio, così come pure i tanti parchi regionali o locali sorti in questa parte della provincia. Epperò, tutto ciò testimonia che c è del buono in giro, che ci sono progetti, uomini, amministrazioni che lavorano per risanare, riqualificare, ricucire gli sbreghi prodotti nella natura... e nella società. Quel che conta, ed è questo che volevo dirvi, è che c è anche del buono. La Dorsale Verde sicuramente lo è. E questa, a parer mio, è una bellissima notizia. Arturo Calaminici

3 PARCO NORD l informica 3 Saranno piantati oltre 20 mila alberi Parchi per Kyoto Parco Nord Milano vende i crediti di carbonio maturati con le opere di forestazione del 2007 e del 2008 Vendere i crediti di carbonio per azzerare le emissioni inquinanti e sensibilizzare l opinione pubblica sui problemi causati dalle emissioni di CO 2 e dai gas-serra, dannosi per l ecosistema. Parco Nord metterà in vendita i crediti di carbonio che ha maturato con le opere di forestazione dal 2007 al 2008, che si aggiungono alla superficie boschiva complessiva di 82 ettari ad oggi sviluppata. Nel 2008 il Parco Nord Milano ha previsto il rimboschimento di altri mq su cui saranno piantumati più di tra alberi e arbusti. Nuove piante di querce, aceri, olmi, pruni e frassini popoleranno il Parco, contribuendo ad abbassare i livelli di carbonio contenuti nell aria. La vendita di crediti di carbonio nasce all interno del progetto Parchi per Kyoto, un idea di Federparchi e Kyoto Club in collaborazione con Legambiente. Obiettivo: raggiungere i termini stabiliti dal Protocollo internazionale sottoscritto nella città giapponese ed in vigore da circa due anni. Con Parchi per Kyoto saranno piantumati centinaia di migliaia di alberi nei parchi regionali, nazionali e internazionali e nelle aree urbane al fine di assorbire anidride carbonica e contrastare i cambiamenti climatici imputabili all attività umana. Gli interventi di riforestazione e afforestazione, come le forme di mobilità sostenibile e la produzione di energia pulita, sono infatti idonei a ridurre il riscaldamento globale causato dalle emissioni di gas-serra. Il Parco Nord Milano è parte di questo progetto pilota nazionale. Sarà supportato da AzzeroCO 2, società romana che offre ad enti pubblici e privati, imprese e cittadini la possibilità di contribuire attivamente a contrastare i cambiamenti climatici. AzzeroCO 2 affianca chi vuole compensare le proprie emissioni di anidride carbonica nell atmosfera nella puntuale determinazione delle emissioni di gas serra di cui è responsabile e nella loro neutralizzazione attraverso l acquisto di crediti di carbonio. Ovidio Diamanti Aziende e crediti di carbonio Le imprese possono contribuire in modo significativo ad abbattere le proprie emissioni di gas serra. È possibile determinare con precisione le emissioni di gas serra prodotte nello svolgimento delle singole attività industriali e individuare le soluzioni più appropriate per abbattere le emissioni, con vantaggi per l ambiente e per l azienda, sia da un punto di vista ambientale che economico. Non va infatti dimenticato che le fonti di energia alternativa riducono i consumi energetici ed usufruiscono di incentivi, finanziamenti e sgravi fiscali. In questo contesto, là dove non è possibile azzerare le emissioni, le aziende possono acquistare crediti di carbonio, finanziando la piantumazione di alberi nel nostro Paese, a compensazione del CO 2 prodotto. In pratica: se inquini pianta alberi, ci penseranno loro ad assorbire i tuoi gas serra. S.F. Contro i Gas serra... I cambiamenti climatici sono sotto gli occhi di tutti. La presenza nell atmosfera dei gas prodotti da gran parte delle attività umane come biossido di carbonio (o anidride carbonica, CO 2 ), metano, fluorocarburi, protossido di azoto (N 2 O); contribuiscono a creare l effetto serra, che intrappola il calore irradiato dalla terra impedendone l uscita nello spazio esterno, come il vetro intrappola il calore in una serra. Un fenomeno in sé positivo (senza l effetto serra la terra sarebbe di almeno 15 gradi C più fredda), ma che adesso sta provocando un surriscaldamento del pianeta. Per combattere questo preoccupante fenomeno, oltre a combattere la deforestazione e a trovare fonti di energia pulita, le aziende possono intraprendere atteggiamenti virtuosi.... Spesa senza CO 2 Anche chi non ha un azienda o un ruolo politicoamministrativo può però contribuire in modo significativo ad abbattere le emissioni di gas serra.una rivoluzione culturale che ha successo se inizia con buone, ragionevoli, semplici pratiche. Va in questa direzione l iniziativa di Repubblica.it Lettori per il Clima (www.repubblica.it/speciale/2007/ambiente/index.html). che ha come scopo promuovere la riduzione delle emissioni di CO 2 che ognuno di noi produce, da solo o in piccole comunità, come scuole o condomini. Con la collaborazione scientifica di Terna, Repubblica.it propone ai lettori un gioco dove la riduzione di CO 2 emessa è calcolata sulla base di barili di petrolio ed di euro risparmiati. I campi di gioco sono la spesa, l uso di mezzi alternativi all auto e il contenimento delle spese energetiche di casa. Noi consumatori abbiamo un grande potere, che possiamo esprimere attraverso abitudini e scelte d acquisto. Per esempio acquistare 1 kg di pesche argentine, che percorrono 11 mila km per arrivare fin qui da noi, significa consumare 5,4 kg di petrolio! Per i partecipanti al gioco Ecopremi in bici, libri e riviste. S.F. Oltre 2 milioni di visitatori all anno Il Who is who? del Parco I risultati di una ricerca compiuta sui frequentatori del Parco evidenzia l aumento delle famiglie e dei visitatori Se si gira per il Parco Nord non si può fare a meno di notare quanto sia eterogenea la popolazione che frequenta i suoi spazi verdi. Mamme e bambini, anziani e sportivi, stranieri e innamorati sembrano tutti dire: Ci piace il Parco. Un mondo articolato, in continuo aumento, che il Parco Nord Milano ha sondato attraverso un questionario di 31 domande, riproposto 4 volte nel giro di 7 anni, a un campione di 1000 utenti. E i risultati sono stati interessanti... Profilo utenti Vincono le donne! Il confronto tra le varie rilevazione evidenzia un costante aumento delle donne tra i frequentatori del Parco, al punto che nel 2006 c è stato il sorpasso sugli uomini. Aumentano anche i visitatori di età tra i 30 e 45 anni, che sono la maggioranza relativa, mentre diminuiscono in percentuale quelli più giovani. Gli over 65 sono invece oltre il 10%. Un parco a misura di famiglia, dunque. Luogo di provenienza Sempre più visitatori arrivano al Parco da Comuni non limitrofi, addirittura da altre province lombarde. Tra i Comuni del Consorzio le percentuali più alte di visitatori le hanno la Zona 9 del Comune di Milano, seguita dai Comuni di Sesto San Giovanni e Cinisello. Sono in costante aumento comunque i visitatori provenienti da Bresso, Cormano e Cusano Milanino. Frequenza, durata accessi e uso dei mezzi La durata delle presenze si attesta sulle 2 ore di media. Dato questo da leggersi con l allargamento del bacino d utenza del Parco, che costringe coloro che vengono da più lontano a prendere l auto, considerata la non adeguata copertura dei mezzi pubblici. Situazione questa che dovrebbe mutare una volta completate la Metrotramvia Milano-Cinisello, l allungamento della rete della metropolitana gialla (MM3) oltre Piazzale Maciacchini e la costruzione della nuova MM5 da Zara a Bignami. Più frequenti, meno lunghe e in genere condotte in bici e a piedi le visite di coloro che provengono dai Comuni del Parco. Attività da Parco Il Parco è vissuto come un luogo di relax: passeggiate, lettura di libri, giochi di carte, bocce ecc. Diminuisce in termini percentuali l uso del Parco per fare sport, probabilmente in ragione del fatto dell aumento della presenza delle famiglie più che per una diminuzione in termini assoluti degli sportivi. Valutazione del Parco La valutazione del Parco che ne danno i visitatori in tutte le rilevazioni è decisamente positiva, con un valore medio intorno all 8, in una scala da Vengono richieste più piste pedonali di collegamento con i Comuni, poiché le attuali sono sovraffollate e più zone gioco attrezzate per bambini. Piacciono le zone bocce, gli orti e la cura delle aree verdi. Piacciono anche gli eventi e le manifestazioni, anche se dovrebbero essere comunicati meglio. Percentuale comunque in costante discesa, segno che qualcosa di buono, anche nell informazione ai cittadini, si sta facendo. Stefano Ferri Ecoalfabeto Orti scolastici per imparare a vivere con la natura Attenzione, prego: più che una recensione questa è una notizia. A.R.E.A. Parchi, il laborioso Archivio Regionale di Educazione Ambientale che ha sede al Parco Nord e per mestiere intrattiene rapporti con le scuole della Lombardia, ne ha pensata un altra delle sue. Trattasi di un librettino di 60 pagine edito da Stampa Alternativa dal titolo: Ecoalfabeto di Fritjof Capra (fisico e scrittore di fama mondiale, autore dei best-seller Il Tao della Fisica e La Rete della Vita) Editore Stampa Alternativa, ovvero le basi della formazione ecologica attraverso la coltivazione di un orto scolastico. Una piccola perla, frutto di un progetto educativo sviluppato nelle scuole dell area di San Francisco, in cui Capra presenta in modo superbo i principi che possono contribuire a creare comunità umane sostenibili, nonché l importanza di diffondere queste idee nelle scuole e tra i bambini. Insomma, quelli di A.R.E.A. hanno pensato bene di inviare una copia del libricino in omaggio a mille scuole della Lombardia. A.G. Laboratori al Parco Educazione ambientale Il Parco Nord Milano ha presentato il Catalogo delle nuove offerte didattiche, in cui vengono organizzati laboratori di educazione ambientale per le scuole e per le famiglie, in collaborazione con Associazioni, Cooperative e volontari di provata affidabilità. Offerta speciale per la scuola: fino a giugno tutte le proposte sono gratuite!!! Consultate le singole attività sul sito internet:

4 l informica 4 I progetti ciclabili tra Bresso e il Parco Nord Milano Con l intento di promuovere e favorire la mobilità alternativa, il Comune di Bresso ha investito risorse per il completamento di piste ciclopedonali che si collegano alla rete di percorsi di Parco Nord Milano. Vediamo i più significativi: Don Vercesi - via XX Settembre - Don Gnocchi Il percorso si snoda da via Regno Italico, a Milano, fino in via XX Settembre a Bresso, passando per i due ingressi di Via Don Vercesi e Via Don Gnocchi. Sono state realizzate aree di sosta pavimentate e attrezzate con panchine, segnaletica orizzontale e verticale. Nel parcheggio di via Don Vercesi è stato installato un sistema di videosorveglianza. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di un campo da basket, di un campo bocce e di giochi per i più piccoli. FOCUS SU BRESSO La città che abbiamo in testa Bresso città del Da agglomerato urbano della periferia milanese, Bresso è o Centro Civico di Bresso- Bruzzano L intervento si snoda dal Centro Civico Pertini di Bresso verso ovest, collegandosi a via Martinazzoli nel quartiere di Bruzzano. Sempre dal Centro Civico passa anche la pista ciclabile che da Bruzzano prosegue verso nord fino a Cormano costeggiando le sponde del Seveso. Servizio di Ovidio Diamanti Trasformare la città da agglomerato urbano senza spazi in Città del Parco Nord. È stato l obiettivo strategico di Bresso, il comune più densamente abitato d Europa fino a qualche anno fa e, oggi, integrato con il Parco Nord Milano. Tanto che il Sindaco Giuseppe Manni ha scelto di aggiungere nel logo del Comune il riferimento al polmone verde nordmilanese. Bresso e il Parco Nord. Due storie legate da un intenso filo affettivo e di rispetto reciproco che, spesso, si intrecciano nei rispettivi percorsi di sviluppo e di crescita. Realtà del nordmilanese che sono cresciute assieme. Una ha influenzato l altra, e viceversa. Il Parco è entrato a Bresso con garbo, Nel PGT adottato nel dicembre scorso i bressesi disegnano un progetto di sostenibilità ambientale, viabilistica e per la qualità della vita a piccoli passi, rendendo la città più vivibile e bella. E Bresso ha aiutato il parco a crescere. Bresso ha nel parco la sua ancora di salvezza per resistere all inquinamento milanese, la sua verde valvola di sfogo dalla congestione assordante della vita quotidiana. Bresso - spiega l Assessore Fortunato Zinni - si è sempre considerato un paese rivierasco del parco, perché confina con esso a sud, est e ovest. Fin dal tempo della revisione del Piano Regolatore comunale, siamo nel 2000, il Comune si pone l obiettivo di integrare maggiormente la città con il Parco Nord Milano. Un ambizione che trova poi la sua concretizzazione nel Piano Governo del Territorio (PGT), il strumento urbanistico di sviluppo territoriale,previsto dalla legge regionale e adottato a Bresso nel dicembre Il Piano, infatti, è orientato a favorire l integrazione della città con il Parco Nord. Un risultato importante se si pensa che è il frutto di un serio e approfondito lavoro di partecipazione e coinvolgimento di associazioni, cittadini, politici. Lo slogan scelto dall Amministrazione comunale è significativo: La Città che abbiamo in testa. E la città che hanno in testa i cittadini di Bresso si avvicina ancora di più al Parco Nord Milano. Nel PGT è prevista la realizzazione di un sistema di piste ciclopedonali che attraversano la città, consentendo allacciamenti con la rete dei percorsi ciclabili, oggi di circa 30 km, dell area verde protet- Via Grazia Deledda Cambia il paesaggio con l eliminazione dell uscita della via Grazia Deledda sulla via G. Pasta e la contemporanea creazione di una rotonda all altezza del centro Sportivo di Bresso. Infatti la saldatura dei due pezzi di parco separati dalla strada consente una fruizione unitaria del Parco Nord incrementando notevolmente il carattere naturale del luogo.

5 l informica 5 Contratto di Fiume Per il Seveso pulito È un accordo quadro di sviluppo territoriale che si propone di ridurre l inquinamento delle acque e del rischio idraulico, riqualificare i sistemi ambientali, paesistici e insediativi e promuovere la cultura dell acqua perché il Seveso diventi da fiume nero un fiume azzurro. Il Contratto è stato sottoscritto tra Regione e 46 Comuni del bacino del Seveso (tra cui il Comune di Bresso e Cusano Milanino), le Province di Milano e Como, Arpa Lombardia, Autorità di bacino del fiume Po, Aipo (Agenzia interregionale per il Po), Ufficio scolastico regionale della Lombardia, Ato (Ambiti territoriali ottimali) di Milano e delle Province di Milano e Como, i parchi regionali Groane, Nord Milano, Agricolo Sud Milano e Spina Verde di Como e i parchi sovracomunali Brughiera Briantea e Grugnotorto-Villoresi. Foto sopra di Stefano Topuntoli Parco Nord ggi una realtà verde e integrata con il Parco Nord Milano ta. Ma non c è solo questo. Gli abitanti chiedono sempre più una città a misura d uomo. E Bresso ha risposto alle loro esigenze, e vuole continuare anche nel futuro. In città sono aumentate le aree verdi e le piste ciclopedonali, l arredo urbano è più elegante, ci sono spazi di aggregazione di qualità. Proprio sugli spazi verdi si è investito molto. È sufficiente pensare alla riqualificazione del parco delle Rimembranze, dedicato all impegno civile di 4 uomini simbolo della nostra storia (Falcone, Borsellino, Livatino e Calipari), e quello dedicato alle vittime di Linate Per non dimenticare l 8 ottobre 2001, di recente è nato il Parco dell Impegno. Abbiamo da subito fatto scelte ecologiche - spiega il Sindaco Giuseppe Manni - anche acquistando auto elettriche o installando impianti fotovoltaici sui tetti delle nostre scuole. La linea ambientalista ha generato l avvio del Pedibus, la partecipazione al Contratto di Fiume sul Seveso, a cercare una soluzione all irrisolta questione dell aeroporto. E oggi 11 enti istituzionali per la prima volta hanno dato vita a un percorso per sciogliere il dilemma che da 40 anni nessuno ha voluto affrontare: parco o parco volo? Ma parlare di aeroporto vuol dire di Parco Nord. Bresso ha investito risorse nella mobilità ciclabile nel parco sostenendo interventi di percorsi che oggi sono stati completati. Come quelli che da Bruzzano arrivano in città e poi proseguono lungo il fiume Seveso verso Cormano, oppure il tracciato ciclopedonale che collega Bresso con Milano passando dall ingresso di Via Don Vercesi. A proposito del Seveso, la collaborazione tra Parco Nord Milano e Città di Bresso ha portato alla sistemazione delle sponde del fiume, alla riqualificazione e ampliamento delle aeree destinate agli orti, alla realizzazione di piste ciclopedonali. Importante per la crescita del parco è stata soprattutto la collaborazione con le Guardie Ecologiche Volontarie. Sono un pilastro fondamentale del Parco Nord insieme all intera struttura organizzativa - spiega Giuseppe Manni - la nostra città ha imparato ad apprezzarne e riconoscerne il ruolo e l impegno nella tutela del parco. A loro deve andare tutta la nostra stima e gratitudine. Sul fronte degli eventi nel Parco, il Comune di Bresso ha organizzato in questi anni la Notte della Taranta, evento in contemporanea con la celebre nottata salentina. La pizzica del Salento è arrivata e giunta al Parco Nord non solo per i salentini, tanti nel nostro territorio, ma soprattutto per i nostri amici del Salento che negli anni l hanno conosciuta e apprezzata per la sua cultura, arte e terra. Sotto l aspetto della viabilità c è da segnalare la realizzazione, ai margini del Parco Nord, della rotatoria all incrocio delle vie Gramsci - Clerici - XX Settembre e Strada. Qui c è anche l intenzione di creare una corsia riservata a pullman elettrici, per collegare il futuro capolinea della M3 a Bruzzano. Sul fronte dei mezzi di trasporto l ambizione è quella di portare la metrotranvia 4, che ora fa il capolinea a Niguarda, fino a Bresso e poi proseguire per Desio e Seregno. Una città aperta, quindi, che è un cantiere di idee e vuole continuare a crescere e maturare insieme alle tante culture, etnie e credenze che qui convivono e si rispettano. Ma soprattutto una città integrata con il Parco Nord Milano. La città che hanno in mente i cittadini è all insegna dell ecologia e della pacifica convivenza. Ecologia in pillole Interventi e idee per tutelare l ambiente Pannelli fotovoltaici: installato 1 impianto da 12 kw sulla scuola media di via Isimbardi. Produce circa kw/anno di energia pari a 1/5 di ciò che la scuola consuma. È in corso uno studio per dotare di impianti fotovoltaici tutti gli edifici pubblici. Pedibus: un servizio attivo al mattino per accompagnare i bambini da casa a scuola. Un gruppo di bambini, accompagnato da adulti, segue un percorso ben definito e raggiunge la scuola a piedi. Si possono scegliere diversi itinerari. Mezzi pubblici: Metrotranvia 4: prolungamento dal capolinea di Niguarda a Bresso continuando per Desio-Seregno. Veicoli non inquinanti: acquistati dal Comune 5 veicoli elettrici, di cui 2 porter Piaggio e 3 Panda. Mezzi pubblici: Corsie riservate; in via Clerici per pullman elettrici di collegamento dal capolinea M3 di Bruzzano. Il Parco dell Impegno Collocato lungo le vie Grandi, Don Minzoni e Don Sturzo, l area verde è stata realizzata seguendo le indicazioni fornite dai cittadini. Valorizzazione del patrimonio arboreo esistente, nuove piantumazioni, sistema di irrigazione, illuminazione e aree di sosta distinte destinate rispettivamente a bambini, ragazzi e adulti. Sono tutte caratteristiche dell ultima area verde varata dall Amministrazione comunale. Da via Don Minzoni sarà poi creato il tratto mancante di pista ciclabile di collegamento con il Parco Nord.

6 6 l informica Alla Provincia l Oscar per l efficienza energetica Premiata a Bruxelles il 29 Gennaio per gli Awards Sustainable Energy Europe 2008 L inquinamento attanaglia l area metropolitana da molto tempo. Da un lato le migliaia di auto che ogni giorno si riversano sulle strade, dall altro gli impianti di riscaldamento e le emissioni di agenti inquinanti di centrali ed edifici. La lotta per preservare la salute dei cittadini e dell ambiente passa attraverso la Provincia di Milano. L Italia e in particolare proprio l amministrazione provinciale milanese, è stata protagonista agli Awards See 2008, il riconoscimento che viene assegnato dalla Commissione Europea nell ambito del programma per lo sviluppo dell energia sostenibile in Europa. Arrivata alla fase finale con sei nomination su 26, il nostro Paese è tornato con ben tre vittorie. Il programma di efficienza energetica promosso dall assessorato all Ambiente della Provincia di Milano, è stato premiato come il migliore della categoria Comunità Sostenibili. Le linee guida del programma seguono quanto stabilito nel protocollo di Kyoto con l obiettivo di ridurre le emissioni inquinanti nell atmosfera di tonnellate di CO 2 l anno. Per quanto di competenza dell amministrazione provinciale, il programma di efficienza energetica prevede alcuni progetti specifici di grande importanza. L Europa ha apprezzato la parte relativa al riassetto della regolamentazione edilizia. Ciò ha permesso di proseguire sul percorso della riduzione dei consumi energetici. Ilaria Modanesi Sportelli Infoenergia A sostegno dell ambiente e dei cittadini Quante volte accendiamo la luce e ci dimentichiamo di spegnerla e teniamo accesa la radio o la televisione anche senza ascoltarle e guardarle? Questi e altri atteggiamenti rischiano di mettere seriamente in pericolo un bene prezioso per tutto il pianeta: l energia. Energia significa calore, benessere e qualità della vita, ma spesso ce ne dimentichiamo. L energia è un bene che diventa sempre più raro e costoso, ma si continua a consumarne in eccesso senza tenere conto degli sprechi e dei seri danni che coinvolgono l ambiente. In questo ambito la Provincia di Milano ha deciso di mettere a disposizione uno strumento strategico in materia di sostenibilità ambientale. Si tratta degli Spazi Infoenergia presenti sul territorio da circa un anno. Oggi più che mai è necessario puntare all efficienza energetica per un utilizzo razionale, che abbia come obiettivo la riduzione dei consumi e la diffusione di nuove frontiere meno inquinanti che hanno nelle fonti rinnovabili il loro punto di forza, come l energia solare, le biomasse e i biocombustibili. Attraverso gli Sportelli Infoenergia si possono reperire informazioni, materiali e consigli che rispondono alle esigenze di cittadini, piccole imprese e comuni, fornendo un servizio di orientamento, supporto e promozione del risparmio energetico. Le consulenze riguardano anche finanziamenti e agevolazioni, l opportunità di accedere al prestito a tasso zero. E per i comuni la possibilità di essere supportati nello studio di soluzione per il risparmio energetico degli edifici. Ma non è tutto perché gli Sportelli Infoenergia organizzano incontri, mostre e corsi per imparare a razionalizzare l uso dell energia. Uno sportello amico dei cittadini, un aiuto serio e concreto per il bene dell ambiente. Per tutte le informazioni consultare il sito Ilaria Modanesi DALLA PROVINCIA DI MILANO Un volano economico e ambientale per il milanese Expo 2015: la decisione è vicina Nutrire il pianeta, Energia per la vita è il tema sul quale punta Milano per conquistare la prestigiosa manifestazione Il prossimo 31 marzo si concluderà la competizione per la scelta della sede dell Expo 2015: il Bureau International des Expositions (abbreviato in BIE, l organismo internazionale che regola la frequenza, la qualità e lo svolgimento delle esposizioni mondiali) dovrà decidere tra Milano e Smirne. Smirne si propone con un progetto intitolato Salute per tutti - Nuove strade per un mondo migliore, mentre Milano (e l Italia con lei) punta sulla grande tradizione alimentare italiana e su tutto il mondo - produttivo, scientifico e tecnologico - che le ruota intorno, proponendo il tema Nutrire il pianeta, Energia per la vita. Il progetto/dossier milanese attualmente al vaglio del BIE pone al proprio Il 21 febbraio scorso è stato presentato a Parigi al Pavillon de l Eau, nell ambito delle manifestazione di promozione di Expo 2015, il progetto per la realizzazione di un Laboratorio Internazionale dell Acqua, ad Assago, nella periferia sud di Milano. Per la realizzazione dello Science Center è stata costituita una Fondazione di nome LIDA alla quale sono state invitate ad aderire le società milanesi pubbliche dell acqua, la Provincia di Milano, il Comune di Milano la Regione Lombardia, e altri partner privati. Il progetto, realizzato da TASM, azienda pubblica dell acqua che ha costruito centro il diritto ad una alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta ed intende valorizzare la tradizione, la creatività e l innovazione italiane nel settore dell alimentazione. Tanti gli argomenti collegati che sono sviluppati all interno del dossier: oltre alla sicurezza alimentare, l accesso all acqua per tutti, lo sviluppo dell agricoltura, la lotta alla desertificazione, la difesa dei territori, la prevenzione dei disastri naturali e, non ultima, la tutela della biodiversità (tema particolarmente caro al Parco Nord Milano, che ha organizzato a partire dal 18 maggio prossimo la II edizione del Festival dedicato appunto alla biodiversità). Le esposizioni gestite dal BIE (la prima esposizione e gestisce gli impianti di depurazione delle acque civili ed industriali del sud Milano, ha come scopo realizzare uno spazio interamente dedicato all acqua in cui, accanto ad ambiti di vera e propria ricerca scientifica, si potranno trovare musei scientifici interattivi dove visitatori di tutte le età potranno realizzare direttamente esperimenti con l acqua, con strumenti meccanici, elettronici multimediali che mettono in scena fenomeni naturali, concetti e teorie, che riguardano questa importante risorsa. Per maggiori informazioni: E.C. universale si è svolta a Londra e risale addirittura al 1851) sono esposizioni internazionali di natura non commerciale, con durata superiore alle tre settimane, organizzate ufficialmente da una nazione e che prevedono la partecipazione delle altre nazioni, invitate tramite canali diplomatici dalla nazione ospitante. L Expo è dunque un volano di proporzioni mondiali per l economia del territorio, non solo dell area milanese, ma di tutta l Italia. La candidatura di Milano si spiega facilmente se si considera che, vista in termini europei, l intera area metropolitana milanese è paragonabile a quella di Londra o di Parigi, contando circa 9,3 milioni di abitanti, e che in quest area si produce L importanza dell Expo Ancora pochi giorni e sapremo quale città, tra le due in competizione, Milano e Smirne, si aggiudicherà l Expo L esposizione universale, come è stato ribadito più volte e in diverse occasioni, è un opportunità per il Paese, per Milano e per i cittadini, la cui partecipazione ritengo sia fondamentale per una piena condivisione di un evento di tale portata. L area metropolitana milanese è consapevole di quanto sia importante questo percorso e proprio per questo motivo i cittadini devono essere parte integrante della corsa verso l assegnazione dell Expo 2015, che riafferma il ruolo di Milano quale ingresso privilegiato verso il mondo. Partecipare al percorso che il Comitato Expo, di cui fanno parte le tre istituzioni lombarde, il Governo, la Camera di Commercio di Milano, la Camera di Commercio di Monza e Brianza e la Fondazione Fiera Milano, sta portando avanti per raggiungere uno storico risultato, significa partecipare a un percorso di conoscenza, di confronto e di esperienza. Con questo aspetto vorrei sottolineare che il coinvolgimento di tutti i cittadini sia nella partecipazione alla manifestazione, che nell attuazione delle finalità dell Expo, che riguardano il cibo e l alimentazione, non il 10% del PIL nazionale, un livello pari a quello di Bruxelles o Madrid. Naturalmente Milano, se vincerà, dovrà attrezzarsi per accogliere, guidare e fornire servizi ad un ingente quantità di persone e cose, e c è già chi ed in proposito storce il naso preoccupato per le ripercussioni sul territorio, sulla mobilità e sull ambiente, visti i numeri del progetto (vedi in proposito il sito Il programma, tuttavia, prevede già la realizzazione di due nuovi itinerari - ognuno della lunghezza di circa 20 km - per collegare Milano con il Polo fieristico di Rho. Per un approfondimento sul progetto e sulle sue declinazioni, Elena Conenna può venir meno. Proprio il tema scelto per la nostra candidatura, Nutrire il Pianeta Energia per la Vita, rende tutti protagonisti. Siamo tutti chiamati, infatti, alle nostre responsabilità di amministratori e cittadini. Noi, che viviamo all interno dell area metropolitana, potremo essere i primi beneficiari dell Esposizione universale e abbiamo il dovere di continuare a impegnarci, ciascuno per ciò che gli compete. Noi, come amministratori con la promozione internazionale, il dialogo diplomatico, il progetto di realizzazione della manifestazione e con l informazione. I cittadini con la presa di coscienza che stiamo vivendo un occasione storica, anche a loro, quindi, il compito di valorizzare le ricchezze che contraddistinguono il territorio e i parchi, tra cui il Parco Nord, linfa vitale di una metropoli cosmopolita con lo sguardo proiettato verso il futuro. Filippo Penati Presidente della Provincia di Milano Laboratorio Internazionale dell acqua Con l Expo arriva uno Science Center dove l acqua si studia da vicino

7 DAI COMUNI DEL PARCO l informica 7 Parco e salute Camminare all aria aperta Quanti benefici ci può dare una semplice passeggiata! Contro il mal di schiena e cervicalgia È un attività motoria validissima per tutta la colonna vertebrale; costituisce un efficace esercizio di compenso per le strutture del rachide che nella maggior parte delle attività lavorative sono costrette in posture statiche e ripetitive. Quando, ad esempio, insorge il mal di schiena dopo essere rimasti a lungo seduti, nella maggior parte dei casi, è sufficiente alzarsi in stazione eretta, fare alcuni passi e il dolore passa. Questo avviene perché camminando si riformano le curve fisiologiche del rachide che durante la posizione seduta vengono alterate. Con un costante allenamento la colonna vertebrale diventa più solida, in particolare, migliora il nutrimento del disco e delle cartilagini articolari, si riduce la sensibilità ai dolori di schiena, aumenta la tolleranza al dolore. Prevenire e curare l osteoporosi La passeggiata stimola con il carico l incremento della massa ossea a livello degli arti inferiori e della colonna vertebrale. Per avere questi benefici non è sufficiente esercitarsi sul tapis roulant in palestra o a casa ma è importante camminare all aria aperta perché è necessaria l esposizione alla luce solare per stimolare la produzione di vitamina D. Questa vitamina ha un ruolo determinante nella prevenzione dell osteoporosi, regola il metabolismo del calcio e garantisce adeguate quantità di calcio per una corretta ossificazione. Esercizi di ginnastica respiratoria È un buon accorgimento abbinare la respirazione al numero dei passi: iniziare effettuando sei passi inspirando e altrettanti espirando. Poi, con l allenamento si può aumentare il numero (8, 10 o più), senza esagerare, perché lo sforzo provocherebbe rigidità; è bene, invece, procedere senza sforzo: ognuno troverà il suo ritmo e il numero di passi ottimale. Man mano che si raffina la percezione e la capacità di controllo del respiro, si prende coscienza di come sia importante far durare di più la fase di espirazione rispetto a quella di inspirazione. Il rapporto tra le due fasi può essere di 2/3 o di 3/4: di conseguenza, se, per esempio, si effettuano sei passi inspirando, la fase di espirazione può essere protratta per otto o nove passi. Si raccomanda di camminare così per almeno venti minuti al giorno: è una magnifica ginnastica respiratoria. Infatti, la ginnastica respiratoria è efficace quando è abbinata ad una attivazione organica che richiede bisogno di ossigeno, altrimenti non è sufficiente fare respiri profondi a riposo. Camminando a passo svelto si provoca il bisogno di ossigeno e, contemporaneamente, si soddisfa questo bisogno con respiri profondi: ne consegue una sensazione di calma e di benessere. Agevolare il processo digestivo La stazione eretta e ancor più la deambulazione favoriscono i movimenti peristaltici; in questo modo si previene la stipsi. Infatti, questo problema, molto spesso è provocato da ansia e carenza di movimento. Stimolare il ritorno venoso e prevenire i disturbi circolatori Tutto il sangue venoso degli arti inferiori deve salire fino al cuore compiendo un percorso contrario alla forza dì gravità. Il ritorno del sangue è garantito da diversi meccanismi, fra i quali quello fondamentale è costituito dai muscoli degli arti inferiori che, camminando, si contraggono spingendo come una pompa il sangue verso il cuore. Al contrario la fissità ostacola questo meccanismo. Lo stare a lungo in piedi senza muovere gli arti inferiori, come avviene in numerose attività lavorative costituisce una condizione che ostacola notevolmente la circolazione del sangue negli arti inferiori. Naturalmente per ottenere questi benefici occorre camminare a passo svelto, per un tempo sufficientemente prolungato ed esercitarsi quotidianamente o, almeno, 3 volte la settimana. Cusano Milanino Cinisello Balsamo Sesto San Giovanni Vinto il premio Comune Riciclone Aumenta la raccolta differenziata e scendono i quantitativi di rifiuti prodotti Cusano Milanino vince ancora una volta il premio come Comune Riciclone 2007 in Lombardia (nella categoria dei Comuni sotto i 50 mila abitanti), 1 nel Milanese e 11 tra i Comuni della nostra Regione. Un riconoscimento molto prestigioso che Cusano vince ininterrottamente da una decina d anni, che premia la coscienza ecologica dei Cusanesi, che con il loro impegno dimostrano che l alternativa alla monnezza nelle strade non può essere solo tra termovalorizzatori e discariche. La raccolta differenziata dei Cusanesi è in costante aumento da anni. La percentuale dal 2004 è passata dal già molto positivo 62,79% al 65,14% del Un dato eccezionale, soprattutto se confrontato con la media nazionale, che si attesta su una percentuale che è meno della metà. Ma Cusano non si ferma alla raccolta differenziata. Leggendo i dati emerge anche che la quantità totale dei rifiuti prodotta è in netta diminuzione. Si è passati da 9535 tonnellate del 2004 alle 8656 del 2007, circa il 10% in meno. Un dato molto positivo soprattutto perché è in controtendenza rispetto ad un andamento generale del mondo occidentale di incremento, anche significativo, della quantità di rifiuti prodotta. Senza contare che, dettaglio certamente non trascurabile, la tariffa media a carico dei cittadini di Cusano è in questi ultimi cinque anni in costante discesa. Come dire, che un mondo con meno rifiuti da incenerire o buttare in una buca si può fare. Basta volerlo! Un estate di sport nel rinnovato Centro Scirea A giugno il campionato italiano di Atletica Leggera a squadre, categoria allievi Il 2008 sarà un anno speciale per lo sport in Cinisello Balsamo. L Amministrazione comunale intende inaugurare il rinnovato Centro Sportivo Gaetano Scirea di via Cilea con un evento di portata nazionale. Infatti il Settore Sport, in collaborazione con la federazione Fidal e le società di atletica cittadine, ha programmato lo svolgimento dei Campionati Italiani di atletica leggera per società, categoria allievi (16 anni). I campionati si svolgeranno il 7 e 8 Giugno 2008 con la partecipazione di 24 società femminili e maschili provenienti da tutta Italia. Circa 600 persone fra atleti, tecnici e accompagnatori avranno occasione di frequentare l impianto sportivo ma anche di vivere la nostra città. Il pubblico del Parco Nord potrà unirsi a cittadini e ospiti per godersi le competizioni sportive, che inizieranno dalle ore 14 di sabato 7 giugno. L impianto è raggiungibile con i mezzi pubblici, con l auto e anche in bicicletta - via pista ciclabile - dal Parco. Tutte le gare sportive potranno essere seguite direttamente allo stadio, oppure in webtv (www. cinisellobalsamotv.com) sul computer di casa o su maxischermi posti in diversi luoghi pubblici della città. Il 9 marzo parte Cinisellese sostenibile Benedetto Toso Fondatore dell Associazione Back School Come trasformare l inquinamento in risorsa Un progetto permetterà di prelevare l acqua di falda per purificarla Undici chilometri quadrati di territorio sul quale è cominciato (e già finito) un secolo di industrializzazione siderurgica e meccanica, che ha fatto di Sesto San Giovanni uno dei più importanti poli industriali d Italia. Undici chilometri quadrati che, da quel secolo, hanno ricevuto una pesante eredità: tetracloroetilene, cloroformio, cromo VI (cioè il cromo esavalente: quello di Erin Brokovic, per intenderci): si tratta dei principali solventi che hanno inquinato la prima falda acquifera di Sesto (che, è bene precisarlo, dal punto di vista idrogeologico è assolutamente indipendente Il 9 marzo partenza ufficiale del progetto Cinisellese sostenibile con un incontro pubblico, alle ore 10, presso la Sala dei Paesaggi di Villa Ghirlanda, che vedrà la presenza di Luca Mercalli, climatologo di fama nazionale e presidente della Società Metereologica italiana, nonché noto divulgatore televisivo e radiofonico. L obiettivo principale del progetto Cinisellese Sostenibile è stimolare i cittadini al cambiamento di alcune abitudini quotidiane o all adozione di semplici tecnologie che possono garantire un risparmio economico e nello stesso tempo minor impatto ambientale. Uno stile di vita che porta benefici al singolo e alla società. da quella da cui si attinge l acqua potabile). Il lungo percorso di progettazione, messo a punto dalla Direzione Tecnica Unitaria del Comune con il supporto di CAP (Consorzio Acqua Potabile), prevede la realizzazione di due linee di pozzi per il pescaggio dell acqua di falda tra i 45 e gli 80 metri. L acqua prelevata per la bonifica sarà sfruttata per creare energia pulita, utilizzando lo scambio termico. Le attuali tecnologie permettono, infatti, di realizzare una centrale termofrigorifera a pompa di calore alimentata solo con energia elettrica azzerando le emissioni inquinanti. Allora, e solo allora, l acqua verrà immessa nel Lambro. Un progetto ecologico su un doppio fronte, quindi: da un lato salvaguardia della risorsa acqua, dall altro tutela dell ambiente tramite la produzione di energia, calore e freddo esclusivamente per il tramite di energie pulite e rinnovabili. E.C.

8 8 l informica CULTURA E AMBIENTE Le interviste dell informica Intervista di Stefano Ferri Da leggersi in panchina I padroni delle città Curzio Maltese Casa editrice: Feltrinelli Pagine: 170 Prezzo: 14,00 Un viaggio tra le città d Italia per toccare con mano, sentire e vedere come sta la nostra patria. Eh sì, perché quando si parla di Patria con la P maiuscola l italiano diventa banale, e in genere lagnoso, mentre quando l argomento si restringe alla dimensione cittadina, italiani e stranieri si accendono di passione e partecipano, condividendo gioie e dolori del destino delle loro città. Ancona, Aosta, Bari, Firenze, Genova, Palermo, Perugia, Reggio Calabria, Rimini, Taranto, Torino, Venezia e, naturalmente, Milano. Curzio Maltese svolge, con il suo consueto stile da inchiesta ragionata, un analisi tanto affettuosa quanto impietosa dello status quo di città di provincia come Rimini o Ancona e di metropoli come Roma e Milano, tastando il cuore dei centri di potere politico ed economico che le governano. Un viaggio utilissimo per tutti, perché le realtà italiane sono in realtà profondamente diverse tra loro, un mosaico spesso contraddittorio, con aspetti a volte drammatici, ma, sembra dire l autore, con tutte le carte in regola per scattare con un colpo di reni verso un rinascimento. E a proposito della nostra grand Milàn, consentiteci una piccola digressione dettata dall affetto. E desolante dover condividere con l autore il giudizio di città che ha perso i propri angoli di splendore, ora che il grigiore e la noia delle periferie hanno invaso le mura, il centro, diventando la città. Brutta e ricca più di sempre, Milano è oggi un non-luogo con il cielo solcato dalle gru, perché i più famosi architetti del mondo stanno facendo a gara per cambiarla ancora una volta secondo i bisogni del momento. Forse l opportunità dell Expo, da un lato, ed una volontà politica e civica sempre più attenta all ambiente ed alla sostenibilità di qualunque intervento umano su un area già martoriata, dall altra, potranno strappare Milano ad un destino che non merita, riportandola ad una dimensione che nei secoli le è appartenuta. E quello che si augura l autore. E quello che ci auguriamo anche noi Ė.C. Le favole del Parco Gianni Biondillo, scrittore Gianni Biondillo, scrittore e architetto milanese, nella metropoli lombarda ha ambientato le avventure dell ispettore di Polizia Michele Ferraro, protagonista incontrastato dei suoi primi quattro romanzi. Attraverso le avventure del detective, l autore racconta i mille volti della città, indugiando sugli angoli metropolitani vissuti intensamente dalla composita umanità milanese. Proprio sul particolare vivere la città dei milanesi abbiamo chiesto a Biondillo quali sono le sue riflessioni, da scrittore, cittadino e architetto. Metropoli e qualità della vita, connubio possibile? Più che connubio possibile è un connubio doveroso, purtroppo però quasi sempre disatteso. Dei diversi modi possibili per governare la crescita di una metropoli, in questi decenni noi non ne abbiamo attuato nessuno, lasciando le città svilupparsi in modo pressoché indipendente, come semplice sommatoria dell azione di una moltitudine di soggetti pubblici e privati. La qualità della vita di tutti noi ne ha pagato fatalmente le conseguenze. Invertire questa tendenza è vitale per la metropoli milanese e per i suoi cittadini. La nascita dei parchi urbani e cittadini risale all 800: alle soglie del terzo millennio quale deve essere il loro ruolo? I parchi devono essere posti al centro dell azione politica dei nostri amministratori, cosa che finora non è stata fatta, facendo prevalere la logica del profitto, per la quale si fanno solo le cose che portano soldi, sulla logica della qualità della vita. Il verde, i parchi e tutti i luoghi d incontro sono fondamentali per una città, non solo per una questione strettamente ambientale, ma anche perché servono a riconoscersi e ad appropriarsi della città. In questo sono molto più bravi i nuovi migranti, che vivono intensamente i nostri parchi. In questo dobbiamo prendere esempio da loro. Mobilità dolce, consumi critici, attenzione all ambiente, insomma buone pratiche cittadine: quali i consigli dell ispettore Ferraro e quali i tuoi? Cosa ci consiglierebbe l ispettore Ferraro non lo so, per quanto mi riguarda il mio consiglio è di fare il massimo sforzo per aggredire il problema della mobilità, utilizzando al massimo i mezzi pubblici, anche se non sono all altezza. Solo in questo modo, rilevandone le criticità, è possibile mettere sotto pressione il sistema dei trasporti pubblici e indurlo a crescere. Io personalmente, per scelta non ho l auto, e giro sempre coni mezzi pubblici. La nostra metropoli è un luogo in cui vivono oltre 6 milioni di abitanti e che si estende senza interruzioni ben oltre la stessa provincia di Milano. Se non vogliamo che la nostra attesa di vita sia più bassa rispetto al resto del Paese - le ultime ricerche parlano di circa 2 anni di vita in meno - bisogna agire e non solamente delegare. Bibliografia Ultima domanda: a cosa stai lavorando adesso? A maggio sarà pubblicata da Guanda una raccolta di piccoli saggi dal titolo Metropoli per principianti, in cui racconto, in una sorta di play list del tutto personale, i luoghi di Milano, ma anche di Napoli, Sassuolo e Firenze, che preferisco, proponendo ai lettori una nuova prospettiva interpretativa, fatta di paesaggi ed emozioni. Per riappropriarsi della città. Appunto. Romanzi Per cosa si uccide - Guanda, 2004 Con la morte nel cuore - Guanda, 2005 Per sempre giovane - Guanda, 2006 Il giovane sbirro - Guanda, 2007 Saggi Carlo Levi e Elio Vittorini. Scritti di architettura - Testo & Immagine, 1997 Giovanni Michelucci. Brani di città aperti a tutti - Testo & Immagine, 1999 Pasolini, il corpo della città - Unicopli 2001 Una trappola per la luna Gli abitanti del paese Quantoblu vivevano in riva al mare dedicandosi alla pesca e alla coltivazione di ulivi e viti. Era splendido arrivare all imbrunire e lasciarsi catturare da quel paesaggio. Gli ulivi sospiravano alla prima frescura, la terra, ben coltivata, si rilassava agli ultimi raggi del sole che indugiava, prima di tuffarsi in mare, compiacendosi di avere illuminato una giornata intensa e serena. Anche gli abitanti di Quantoverde si ritiravano contenti nelle loro baite al tramonto. Un aria frizzante contrastava il profumo di umido, di latte appena munto e di legna bruciata nei camini accesi. La montagna, benedetta dall ultima luce del sole, si inchinava quasi a difendere un lavoro faticoso fatto di regole, sacrificio e saggezza. Spesso gli abitanti dei due paesi s incontravano, banchettavano insieme, inventavano feste dove la genuinità dei prodotti si confondeva con quella degli animi e incoraggiava a liberare oneste fantasie escogitando nuove forme di accoglienza e di conoscenza. Vennero da lontano alcuni uomini, erano della famiglia Quanticorvi e si mostrarono subito amici interessatissimi del bellissimo paese Quantoblu. Tanto amici da mettere a disposizione tecnologia e denaro per migliorare la vita di ogni abitante del paese. Tanto amici da richiedere solo la fiducia e la riconoscenza di tutti per non perdere tempo prezioso. A Quantoverde piaceva poco questa fretta, ma inutilmente si cercò di ragionare e dialogare, ogni intervento veniva avvertito come una minaccia alla modernizzazione, quindi sapientemente depistato. Quantoblu viveva elettrizzato momenti di magia e sorpresa e quando variopinte case e bar e alberghi e ombrelloni cantarono la loro disinvolta vittoria sollecitando il sole e pure il mare a fare da sponsor, Quantoverde accettò malinconicamente l allegria sguaiata e arrogante degli amici di sempre. Ma la nuova allegria diventò incontenibile e contagiosa cercando di infiltrarsi tra le mura di Quantoverde. Con convinzione Quanticorvi furono introdotti e incoraggiati ad esportare la nuova magia. Tante cose si possono migliorare, dicevano, il vecchio è vecchio e non serve più. Bisogna guardare avanti, non ci si può appellare a ragionevolezze nostalgiche o a tutele assurde: la ricchezza farà contenti tutti. Sussultò la montagna a quelle parole e sussultarono i prati e i pascoli verdemela, sussultarono le baite e i loro abitanti. Fu così che alcuni componenti della famiglia dei Quantarabbia, dopo avere a lungo ragionato, indignati e sconfitti, si riunirono: si doveva escogitare qualcosa. Quella notte una luna piena, meravigliosa illuminava la montagna e scendeva argentea giù giù fino al mare. Tutto era perfetto, una tregua fatta di pace, di silenzio, di armonia. Bene... dissero i Quantarabbia, avrebbero spento la luna e poi... chissà forse anche il sole. -Volete distruggere? Allora, anche noi entreremo nel piano... così non ci sarà più niente per nessuno!- Detto fatto, accatastarono legna per un grande falò, qui avrebbero attratto la luna e l avrebbero imprigionata tra le fascine ardenti, sottraendola per sempre al cielo, incoronando il buio come unico signore della notte. Convinsero le donne a preparare una grande festa con danze e colori a cui la luna, curiosa, avrebbe, senza dubbio, partecipato. Con la pazienza e la dedizione che da sempre contraddistingue il mondo femminile, tutte si impegnarono pur non condividendo il piano estremo e distruttivo degli uomini. E la luna spuntò, indugiò tra i rami e si fece largo tra i tetti incantati delle baite. I dolci delle donne inebriavano con i loro profumi, e la luna scese, accettando l invito dei Quantarabbia. Ignara del trabocchetto, stava per assaggiare i magnifici dolci fatti di noci panna e cannella... Da dietro gli alberi un fruscio... una corsa... una, dieci, tante donne uscendo con i paioli pieni di acqua raccolta dal fiume, schizzavano la luna che, meravigliata, si ritraeva nascondendosi... e subito altre donne arrivarono, queste portavano acqua di mare, era il mare di Quantoblu. Le donne si erano unite in un incredibile miracolo... rovesciarono i loro secchi verso la luna che, terrorizzata scappò tornando il più in alto possibile. Da lassù ora poteva osservare e illuminare tutto... tanti occhi si aprirono, anche i più ostinati che, come svegliati da un lungo sonno, si misero alla ricerca di Quanticorvi... ma delle loro risate, dei loro movimenti, dei loro passi veloci non era rimasta neppure l ombra. Si dissero inghiottiti dalla montagna o forse avvolti nelle tenebre o forse... solo la luna sa e da allora con una saggezza più nuova e consapevole cerca ogni notte di dominare e sconfiggere il buio. Gabriella Ramoni Sgarbi

Strade extraurbane e interramento Rho Monza pag. 31. Riqualificazione delle metrotranvie (Milano Seregno e Milano. Limbiate) pag.

Strade extraurbane e interramento Rho Monza pag. 31. Riqualificazione delle metrotranvie (Milano Seregno e Milano. Limbiate) pag. Una visione di città, per essere completa, non può tralasciare tutto ciò che riguarda il tema dei trasporti. Gli spostamenti, infatti, sono alla base della moderna vita sociale e di relazione, ci spostiamo

Dettagli

In particolare, il settimo obiettivo prevede di assicurare la sostenibilità ambientale.

In particolare, il settimo obiettivo prevede di assicurare la sostenibilità ambientale. ASSICURARE LA SOSTENIBILITA' AMBIENTALE Nel settembre 2000, con l'approvazione unanime della Dichiarazione del Millennio, 191 Capi di Stato e di Governo hanno sottoscritto un patto globale di impegno congiunto

Dettagli

COMITATO DI GESTIONE PARCO MEDIA VALLE LAMBRO seduta di giovedì 14 novembre 2013 ore 15.00

COMITATO DI GESTIONE PARCO MEDIA VALLE LAMBRO seduta di giovedì 14 novembre 2013 ore 15.00 COMITATO DI GESTIONE PARCO MEDIA VALLE LAMBRO seduta di giovedì 14 novembre 2013 ore 15.00 Ordine del giorno: 1) Approvazione bilancio consuntivo 2013 e preventivo 2014; 2) Approvazione bozza del progetto

Dettagli

IL CANALE VILLORESI I comuni e le province interessate

IL CANALE VILLORESI I comuni e le province interessate V arco Villoresi occasione di tutela e valorizzazione ecologico-fruitiva del territorio a Nord di Milano 1 Cos è un CONSORZIO DI BONIFICA (quadro normativo di riferimento: L.R. 31/2008) Il Consorzio di

Dettagli

IL PARCO DI CINTURA TAV.1 IL PARCO DI CINTURA PARCO DELLE COLLINE BRIANTEE PARCO DI MONZA PARCO DELLA CAVALLERA PARCO DI CINTURA

IL PARCO DI CINTURA TAV.1 IL PARCO DI CINTURA PARCO DELLE COLLINE BRIANTEE PARCO DI MONZA PARCO DELLA CAVALLERA PARCO DI CINTURA PARCHI REGIONALI PLIS IL PARCO DI CINTURA TAV.1 IL PARCO DI CINTURA PARCO DELLA VALLE DEL LAMBRO PARCO DELL ADDA PARCO DELLE COLLINE BRIANTEE PARCO DELLE GROANE PARCO DELLA BRIANZA CENTRALE PARCO DI MONZA

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

Un Treno chiamato Verde

Un Treno chiamato Verde 2 Un Treno chiamato Verde IL TRENO VERDE NON CONOSCE CAPOLINEA E QUEST ANNO ARRIVA ALLA SUA DICIANNOVESIMA EDIZIONE. Il Treno Verde è la storica campagna itinerante di Legambiente e Ferrovie dello Stato

Dettagli

Una Via d acqua per Expo 2015 Vie d acqua tematiche per tutta la Lombardia

Una Via d acqua per Expo 2015 Vie d acqua tematiche per tutta la Lombardia Una Via d acqua per Expo 2015 Vie d acqua tematiche per tutta la Lombardia Dighe del PANPERDUTO (Somma Lombardo) Museo dell irrigazione PARABIAGO CASSANO D ADDA MONZA EXPO 2015 ABBIATEGRASSO LODI PAVIA

Dettagli

Perché festeggiamo gli alberi?

Perché festeggiamo gli alberi? Perché festeggiamo gli alberi? La Festa dell Albero di Legambiente compie 18 anni! Anche quest anno, il 21 novembre, vogliamo celebrare l importanza del verde urbano, degli alberi per la vita dell uomo

Dettagli

C.so Sempione, 264-20028 San Vittore Olona (MI) Tel. Milano, 0331.51.20.20 Marzo Fax 2005 0331.42.47.77 e-mail: duediligence@erif.it www.erif.

C.so Sempione, 264-20028 San Vittore Olona (MI) Tel. Milano, 0331.51.20.20 Marzo Fax 2005 0331.42.47.77 e-mail: duediligence@erif.it www.erif. C.so Sempione, 264-20028 San Vittore Olona (MI) Tel. Milano, 0331.51.20.20 Marzo Fax 2005 0331.42.47.77 e-mail: duediligence@erif.it www.erif.it 1 EXPO 2015: Cos è e Quale Tema COS E : Esposizione mondiale

Dettagli

Tavolo 1: Cultura e Sport Martedì 17 novembre h.20,45, Sala Conferenze del Museo di Fotografia Contemporanea, via Frova 24, Cinisello Balsamo

Tavolo 1: Cultura e Sport Martedì 17 novembre h.20,45, Sala Conferenze del Museo di Fotografia Contemporanea, via Frova 24, Cinisello Balsamo Tavolo 1: Cultura e Sport Martedì 17 novembre h.20,45, Sala Conferenze del Museo di Fotografia Contemporanea, via Frova 24, Cinisello Balsamo Il PGT DI CINISELLO BALSAMO: UN PROGETTO DI CITTA ABITABILE

Dettagli

AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA

AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA AGRICOLA L OBIETTIVO È CREARE UN POLO AGRICOLO, L OCCASIONE PER RIUNIRE I DIVERSI SETTORI DELL AGRICOLTURA E COLLEGARLI CON UN PUBBLICO ETEROGENEO, CREANDO

Dettagli

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho

AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO. Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE DI RHO Anzitutto voglio ringraziarvi per il documento che avete redatto (che ho trovato molto interessante) e per aver organizzato un confronto tra i Candidati Sindaci indispensabile

Dettagli

PRIMA CONFERENZA DI VALUTAZIONE PER LA VAS DEL PGT VERBALE

PRIMA CONFERENZA DI VALUTAZIONE PER LA VAS DEL PGT VERBALE COMUNE DI CASSINA DE PECCHI Provincia di Milano PRIMA CONFERENZA DI VALUTAZIONE PER LA VAS DEL PGT 16 OTTOBRE 2008 VERBALE Il giorno 16 ottobre 2008 alle ore 10,30 si è riunita presso la Sede Municipale

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI LETTERA AI CITTADINI Cari concittadini, il presente lavoro è redatto per approfondire la conoscenza degli interventi previsti

Dettagli

La Giornata Nazionale degli Alberi. La Festa dell Albero. Alle radici dell accoglienza

La Giornata Nazionale degli Alberi. La Festa dell Albero. Alle radici dell accoglienza La Festa dell Albero Festa dell Albero è la campagna di Legambiente per la tutela del verde e del territorio che quest anno si realizza nell ambito della Giornata Nazionale degli Alberi, finalmente istituita

Dettagli

L Assessore all Ambiente Gianluigi Bentoglio

L Assessore all Ambiente Gianluigi Bentoglio La conservazione ambientale e le sue problematiche spesso causate dall uomo hanno un qualcosa di positivo e stimolante, e mi spiego meglio: Tutti vorremmo un ambiente bello, pulito ed intatto, ma questo

Dettagli

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org In collaborazione con ti, ia! n o r P za, v en t r a p www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org MONZA APRIPISTA DEL PROGETTO: UN CONCORSO E 100 IDEE PER LA FASE PILOTA Sono state le scuole dell

Dettagli

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE www.istvap.it 1 ISTVAP ha quattro anni di vita ISTVAP sta per compiere quattro anni di vita. Anni di attività che hanno portato alla scoperta dell importanza del concetto di

Dettagli

Con la partecipazione del

Con la partecipazione del Con la partecipazione del Siete pronti per un inedito viaggio in una vera e propria smart city su rotaie? Benvenuti a bordo del Treno Verde 2013, una speciale mostra che ci conduce, carrozza dopo carrozza,

Dettagli

1 FESTIVAL DELLA PSICOGEOGRAFIA itinerari metropolitani di acqua e di terra

1 FESTIVAL DELLA PSICOGEOGRAFIA itinerari metropolitani di acqua e di terra Parco Media Valle Lambro 2.0 viaggio verso un parco metropolitano 1 FESTIVAL DELLA PSICOGEOGRAFIA itinerari metropolitani di acqua e di terra (bozza del 20 novembre 2013) Lo scopo promuovere l ampliamento

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale BENVENUTO! In questo viaggio attraverso la Lombardia che si prepara ad Expo, potrai scoprire molte cose che forse ancora non sai della tua regione e della

Dettagli

LA CIVICA DARFO BOARIO TERME ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 6/7 MAGGIO 2012. per l elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale

LA CIVICA DARFO BOARIO TERME ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 6/7 MAGGIO 2012. per l elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale LA CIVICA DARFO BOARIO TERME ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 6/7 MAGGIO 2012 per l elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale Candidato Sindaco EZIO MONDINI PROGRAMMA DARFO BOARIO TERME NELLA VALLECAMONICA

Dettagli

STRATEGIA PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE A MILANO 2006 2011

STRATEGIA PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE A MILANO 2006 2011 STRATEGIA PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE A MILANO 2006 2011 1) IL PIANO DELLA MOBILITA SOSTENIBILE: IL CONTESTO. 2) LA MOBILITA A MILANO: TRASPORTI E INQUINAMENTO. 3) LA COLLABORAZIONE CON ISTITUZIONI E

Dettagli

Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE PROVINCIALE

Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE PROVINCIALE Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE PROVINCIALE Si prega di compilare il seguente questionario, costituente parte integrante dell iter per l attribuzione del Premio La Città per

Dettagli

Agenda 21 Scuola A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008

Agenda 21 Scuola A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008 Agenda 21 Scuola Un percorso didattico su Agenda 21 e idee per la progettazione partecipata A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008 Agenda

Dettagli

ASSOCIAZIONE PER L ARNO O.N.L.U.S.

ASSOCIAZIONE PER L ARNO O.N.L.U.S. CON IL PATROCINIO DIMinistero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale ASSOCIAZIONE PER L ARNO O.N.L.U.S. c/o UISP Via Bocchi, 32-50126

Dettagli

Con la partecipazione del

Con la partecipazione del Con la partecipazione del Treno Verde 2012 La vera generosità verso il futuro consiste nel donare tutto al presente. Albert Camus Il futuro è già qui Un viaggio attraverso la sostenibilità ambientale:

Dettagli

Segnal-etica di cittadinanza

Segnal-etica di cittadinanza ISTITUTO COMPRENSIVO DI PEGOGNAGA Via Roma, 29 46020 Pegognaga (MN) Tel. 0376/550658 Fax 0376/553378 e-mail: icpegognaga@libero.it Segnal-etica di cittadinanza Con-di-vivere il nostro paese è bello! Autore:

Dettagli

Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE COMUNALE O PROVINCIALE ESEMPIO

Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE COMUNALE O PROVINCIALE ESEMPIO Allegato n. 2 QUESTIONARIO CONOSCITIVO SUL PATRIMONIO VERDE COMUNALE O PROVINCIALE ESEMPIO Si prega di compilare il seguente questionario, costituente parte integrante dell iter per l attribuzione del

Dettagli

Ambito AC 7 1. CARATTERI FISICI E CONDIZIONI AMBIENTALI

Ambito AC 7 1. CARATTERI FISICI E CONDIZIONI AMBIENTALI Ambito AC 7 1. CARATTERI FISICI E CONDIZIONI AMBIENTALI Localizzazione: l ambito urbano è collocato intorno all asse della via Emilia nella porzione est rispetto al centro città. In particolare esso è

Dettagli

Guardando alla data odierna, Milano, ha già superato il bonus di pm 10 dei 35 giorni.

Guardando alla data odierna, Milano, ha già superato il bonus di pm 10 dei 35 giorni. 1 Prima di qualsiasi altra valutazione, vorrei soffermarmi su tre considerazioni, per me fondamentali per meglio definire il contesto in cui si sviluppa la nostra azione o le nostre pratiche sindacali,

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

Comune di Lissone Data: 01/12/2011. PGT adottato

Comune di Lissone Data: 01/12/2011. PGT adottato PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE (PTCP) DI MONZA E BRIANZA SEGNALAZIONE PRESENTATA DA: OSSERVATORIO PTCP DI MONZA E BRIANZA SEGNALAZIONE N. 1 A cura di: Associazione residenti condomini

Dettagli

Effetto serra e il Patto dei Sindaci. [k]people

Effetto serra e il Patto dei Sindaci. [k]people Effetto serra e il Patto dei Sindaci L effetto serra Fenomeno naturale che intrappola il calore del sole nell atmosfera per via di alcuni gas. Riscalda la superficie del pianeta Terra rendendo possibile

Dettagli

INDICE. Lettera da Eugenio Corti. Insieme per costruire. Una responsabilità di tutti. Il nome e il logo della Fondazione.

INDICE. Lettera da Eugenio Corti. Insieme per costruire. Una responsabilità di tutti. Il nome e il logo della Fondazione. 1 INDICE 5 Lettera da Eugenio Corti 7 Insieme per costruire 9 Una responsabilità di tutti 11 Il nome e il logo della Fondazione 14 La nostra Mission 15 I nostri obiettivi 17 Istituto Culturale Don Carlo

Dettagli

Expo2015: dalle origini alla legacy

Expo2015: dalle origini alla legacy Expo2015: dalle origini alla legacy Alimentazione identitaria per la valorizzazione del territorio trentino 10 Dicembre 2014 Convegno promosso dal Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell Università

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 24.07.15. a cura di

RASSEGNA STAMPA 24.07.15. a cura di RASSEGNA STAMPA 24.07.15 a cura di COMUNICATO STAMPA Roma, 24 luglio 2015 Al via i lavori preliminari allʼintervento di forestazione LʼAlbero delle Caldaie nella Terra dei Fuochi Il Circolo Legambiente

Dettagli

Seminario Interdisciplinare Interfacoltà Interuniversitario. Enrico Cerrai. Milano, 27 maggio 2009

Seminario Interdisciplinare Interfacoltà Interuniversitario. Enrico Cerrai. Milano, 27 maggio 2009 Seminario Interdisciplinare Interfacoltà Interuniversitario Costruire città sostenibili Enrico Cerrai Università degli Studi Facoltà di Scienze Politiche Milano, 27 maggio 2009 Da A Un Ecopiano per Milano

Dettagli

Nella partita contro la deforestazione

Nella partita contro la deforestazione Nella partita contro la deforestazione facciamo il tifo per GLI ALBERI. Coop lancia il progetto Boschi e Foreste: una serie di iniziative concrete per contrastare la deforestazione e favorire l aumento

Dettagli

PAES Piano d Azione per l Energia Sostenibile

PAES Piano d Azione per l Energia Sostenibile Comune di Nave San Rocco Provincia autonoma di Trento Via 4 vembre, 44 38010 NAVE SAN ROCCO 0461/870641 0461/870588 www.comune.navesanrocco.tn.it sindaco@comune.navesanrocco.tn.it F853-4139 - 24/08/2015-6.9

Dettagli

E un idea nata per caso

E un idea nata per caso Che cos è? E un idea nata per caso E possibile realizzare ciclabili vicine, parallele o immediatamente affiancate alle grandi vie presenti nel Paese? Collegamenti sostenibili ed ecologici che permetterebbero

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE UNEBA EDUCAZIONE AL RISPARMIO ENERGETICO E AL RICICLO DEI RIFIUTI

PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE UNEBA EDUCAZIONE AL RISPARMIO ENERGETICO E AL RICICLO DEI RIFIUTI PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE UNEBA EDUCAZIONE AL RISPARMIO ENERGETICO E AL RICICLO DEI RIFIUTI L UNEBA vuole sottolineare che l ambiente è sempre più al centro delle strategie di sviluppo della comunità

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Cosa sono i Global Goals?

Cosa sono i Global Goals? Cosa sono i Global Goals? I Global Goals conosciuti anche con il nome di Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals) sono 17 obiettivi contenuti in un grande piano d azione su cui

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Quarto Incontro di ascolto in Zona 2 Centro Socio Ricreativo, via Sammartini 71/73 28 settembre 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Quarto Incontro di ascolto in Zona 2 Centro Socio Ricreativo, via Sammartini 71/73 28 settembre 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Quarto Incontro di ascolto in Zona 2 Centro Socio Ricreativo, via Sammartini 71/73 28 settembre 2015 Il quarto incontro di ascolto con i cittadini della zona

Dettagli

Il protocollo di Kyoto: dalla scala globale a quella locale

Il protocollo di Kyoto: dalla scala globale a quella locale Il protocollo di Kyoto: dalla scala globale a quella locale * Il cambiamento climatico: il problema a scala globale *Antonio Ballarin Denti è Ordinario di Fisica ambientale all Università Cattolica di

Dettagli

Indagine sul grado di consenso sociale nei confronti dello sviluppo dell energia eolica in Italia e in particolare in Sardegna

Indagine sul grado di consenso sociale nei confronti dello sviluppo dell energia eolica in Italia e in particolare in Sardegna Indagine sul grado di consenso sociale nei confronti dello sviluppo dell energia eolica in Italia e in particolare in Sardegna Giugno 2007 Indice Indagine sul consenso sociale dell energia eolica in Italia

Dettagli

Motilità Elettrica l energia che sposta le persone. Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini

Motilità Elettrica l energia che sposta le persone. Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini Motilità Elettrica l energia che sposta le persone Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini Motilità ecologica? L automazione elettrica delocalizza l inquinamento? polveri

Dettagli

ARVAL e Metrobosco trasformano in nuovi boschi le emissioni delle macchine

ARVAL e Metrobosco trasformano in nuovi boschi le emissioni delle macchine In Provincia di Milano le auto diventano alberi multiplicity.lab RASSEGNA STAMPA CONFERENZA STAMPA METROBOSCO 17 LUGLIO 2008 In provincia di Milano, le auto diventano alberi ARVAL e Metrobosco trasformano

Dettagli

PROGRAMMA per un WE 21 > 22 giugno 2014

PROGRAMMA per un WE 21 > 22 giugno 2014 PRESENTA PROGRAMMA per un WE 21 > 22 giugno 2014 Gli Esercizi di Psicogeografia sono stati previsti come momenti di sosta in un viaggio che, con il prossimo ampliamento del PMVL a Milano e Monza, ha come

Dettagli

Master progettazione urbana sostenibile. L'organizzazione dell'impresa e del progetto Coopcasa a Brescia

Master progettazione urbana sostenibile. L'organizzazione dell'impresa e del progetto Coopcasa a Brescia Master progettazione urbana sostenibile L'organizzazione dell'impresa e del progetto Coopcasa a Brescia - Cooperativa e sostenibilità - Risorse umane e Coop casa Brescia Il bilancio sociale e il processo

Dettagli

Coordinamento Contratti di Fiume e accordo di programma, tutela idraulica e riqualificazione fluviale area milanese

Coordinamento Contratti di Fiume e accordo di programma, tutela idraulica e riqualificazione fluviale area milanese Coordinamento Contratti di Fiume e accordo di programma, tutela idraulica e riqualificazione fluviale area milanese a cura di Dario Fossati U.O. Tutela e Valorizzazione Territorio Accordo di Programma

Dettagli

Il Piano Strategico per lo Sviluppo del Nord Milano: fra presente e futuro

Il Piano Strategico per lo Sviluppo del Nord Milano: fra presente e futuro Il Piano Strategico per lo Sviluppo del Nord Milano: fra presente e futuro Renato Galliano, direttore generale MILANO METROPOLI AGENZIA DI SVILUPPO La genesi del piano 1998-2001 : Il piano strategico del

Dettagli

Programma per una visita didattica di 2 giorni / 3 notti a Friburgo e nella Foresta Nera

Programma per una visita didattica di 2 giorni / 3 notti a Friburgo e nella Foresta Nera Settore Formazione Innovation Academy Programma per una visita didattica di 2 giorni / 3 notti a Friburgo e nella Foresta Nera Kyoto Club in collaborazione con Innovation Academy e.v., propone alle scuole

Dettagli

NEWSLETTER N 13 GENNAIO 2014 ************

NEWSLETTER N 13 GENNAIO 2014 ************ ************ Innanzitutto Buon Anno a tutti. In questi giorni sono ripresi i lavori Consiglio regionale e quindi Vi aggiorno su alcuni provvedimenti di interesse, anche per il nostro territorio. In primo

Dettagli

Il PIA Navigli e le Dighe del Panperduto: valorizzare l'acqua, risorsa primaria per l'agricoltura e per l'ambiente

Il PIA Navigli e le Dighe del Panperduto: valorizzare l'acqua, risorsa primaria per l'agricoltura e per l'ambiente Il PIA Navigli e le Dighe del Panperduto: valorizzare l'acqua, risorsa primaria per l'agricoltura e per l'ambiente : i piani di intervento sulla rete dei canali Arch. Laura Burzilleri, Direttore Generale

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO PER LA SCUOLA PRIMARIA MANGIO LOCALE E PENSO UNIVERSALE A.S.

PROGETTO EDUCATIVO PER LA SCUOLA PRIMARIA MANGIO LOCALE E PENSO UNIVERSALE A.S. PROGETTO EDUCATIVO PER LA SCUOLA PRIMARIA MANGIO LOCALE E PENSO UNIVERSALE A.S. 2014/2015 La scuola bergamasca si prepara all Expo 2015 (esposizione universale) imparando a conoscere i prodotti a Chilometro

Dettagli

Profilo climatico locale: risultati ed evidenze

Profilo climatico locale: risultati ed evidenze Profilo climatico locale: risultati ed evidenze Lucio Botarelli Servizio IdroMeteoClima ARPA - Emilia-Romagna www.arpa.emr.it/sim 7 aprile 2014 Bologna Cosa ha indagato il profilo climatico locale Variabilità

Dettagli

Assemblea dei soci della Sezione INU Lombardia Milano, 29 gennaio 2014 Relazione del Segretario

Assemblea dei soci della Sezione INU Lombardia Milano, 29 gennaio 2014 Relazione del Segretario Assemblea dei soci della Sezione INU Lombardia Milano, 29 gennaio 2014 Relazione del Segretario La Relazione del Segretario dà conto delle condizioni attuali della Sezione INU Lombardia e delle iniziative

Dettagli

Programma Amministrativo Alla gente di Ranica chiederemo sempre di partecipare e di esprimere le opinioni e le proposte di ciascuno sui vari problemi: sarà per noi il punto di partenza per risolverli.

Dettagli

I prodotti della nostra terra non fanno il giro della Terra

I prodotti della nostra terra non fanno il giro della Terra I prodotti della nostra terra non fanno il giro della Terra Progetto rivolto alle classi della scuola primaria dell Emilia Romagna per l anno scolastico 2010-2011 COLDIRETTI Coldiretti, con un milione

Dettagli

IL RISPARMIO ENERGETICO

IL RISPARMIO ENERGETICO IL RISPARMIO ENERGETICO L aumento della popolazione e lo sviluppo del benessere pongono il problema di una crescente richiesta di energia. La società umana esige per la sua stessa esistenza un flusso affidabile

Dettagli

PREMESSA Piano Strutturale

PREMESSA Piano Strutturale PREMESSA il Comune ha avviato la procedura di revisione ed aggiornamento del Piano Strutturale, il documento che disegna il futuro del territorio, sia per il suo sviluppo, sia per la sua tutela. Per permettere

Dettagli

CIBO, ALIMENTAZIONE E BIODIVERSITA

CIBO, ALIMENTAZIONE E BIODIVERSITA CIBO, ALIMENTAZIONE E BIODIVERSITA VILLA PAOLINA ASTI 8 settembre 2015 La popolazione mondiale è cresciuta di 250 milioni di persone in 1600 anni 9 miliardi mentre ora cresce drasticamente. dal 1950

Dettagli

Il quartiere solare di Linz

Il quartiere solare di Linz Il quartiere solare di Linz di Giordana Castelli La città solare di Linz è un caso di eccellenza dal punto di vista della sostenibilità sociale ed ambientale ed è il risultato della volontà dell amministrazione

Dettagli

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Capannori Speciale lavori pubblici 3 - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Nel trentennale dello spostamento del municipio da Lucca a Capannori festeggiamo una delle più grandi opere

Dettagli

4.6 La sostenibilità: prendersi cura della vita del pianeta

4.6 La sostenibilità: prendersi cura della vita del pianeta 4.6 La sostenibilità: prendersi cura della vita del pianeta Definendo lo sviluppo come un concetto dinamico, implicante trasformazioni qualitative più che quantitative della società, allora lo studio del

Dettagli

IL GIARDINO DEL LAVORATORE Quartiere Stanic - Bari. Campagna nazionale per il recupero di aree a forte degrado ambientale e sociale

IL GIARDINO DEL LAVORATORE Quartiere Stanic - Bari. Campagna nazionale per il recupero di aree a forte degrado ambientale e sociale Campagna nazionale per il recupero di aree a forte degrado ambientale e sociale IL GIARDINO DEL LAVORATORE Quartiere Stanic - Bari in collaborazione con Come si arriva Dalla tangenziale prendere l uscita

Dettagli

Psoprattutto nella fase di informazione,

Psoprattutto nella fase di informazione, UNA VISIONE DALLA PARTE DELL UTENZA DEBOLE, CICLISTI E PEDONI Marco Passigato FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta rima di iniziare vorrei ringraziare le associazioni che hanno collaborato,

Dettagli

ET-Villoresi news. www.etvilloresi.it. Naviglio Grande, lavori urgenti a Magenta in località Pontevecchio

ET-Villoresi news. www.etvilloresi.it. Naviglio Grande, lavori urgenti a Magenta in località Pontevecchio ET-Villoresi news Newsletter del Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi Anno 3 n. 9 del 7 Novembre 2008 Autorizzazione del Tribunale di Milano n.896 del 22 Novembre 2005 Direttore Responsabile Antonio

Dettagli

PERCORSO COMPOSITIVO 1. La Energy revolution di Barack

PERCORSO COMPOSITIVO 1. La Energy revolution di Barack 4. LE ENERGIE PULITE La ricerca di alternative possibili al petrolio e al nucleare è la sfida che i paesi industrializzati si devono imporre per il prossimo futuro. PERCORSO COMPOSITIVO 1. La Energy revolution

Dettagli

VER: VOLUNTARY EMISSION REDUCTION

VER: VOLUNTARY EMISSION REDUCTION VER: VOLUNTARY EMISSION REDUCTION La VER è un azione volontaria che ha lo scopo di ridurre la propria impronta di carbonio (CO2), principale causa dell effetto serra. La VER viene attivata da Aziende sensibili

Dettagli

Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO)

Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) Votazioni del giorno 25/05/2014 P

Dettagli

STILI DI VITA COSA SONO?

STILI DI VITA COSA SONO? STILI DI VITA COSA SONO? PICCOLE AZIONI PER GRANDI CAMBIAMENTI guardare le cose da un altro punto di vista incentivare una economia pensare a cosa solidale ci rende veramente felici rispettare l ambiente

Dettagli

ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO ANCHE LA NOSTRA SCUOLA HA UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO Il settore energetico è ormai ampiamente orientato verso l utilizzo delle fonti di energie alternative, in particolare verso l'energia solare. L impiego

Dettagli

Riporta un recente comportamento della tua famiglia rappresentativo della sua irresponsabilità sociale.

Riporta un recente comportamento della tua famiglia rappresentativo della sua irresponsabilità sociale. VC Ginnasio Riporta un tuo recente comportamento individuale, rappresentativo della tua responsabilità sociale. - Rispettare la raccolta differenziata a scuola e in famiglia. Muovermi a piedi. - Attraversare

Dettagli

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA Città a mobilità elettrica è un progetto sperimentale che attraverso l utilizzo dei mezzi alimentati ad energia pulita, vuole dimostrare concretamente che un altro modo

Dettagli

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Lo scenario: Il punto di partenza L isolamento che Castelfranco Veneto soffre da anni è testimoniato anche dalla mancanza di strategia e di progettualità

Dettagli

LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEI NAVIGLI NEL QUADRO DELL IDROVIA LOCARNO-MILANO-VENEZIA

LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEI NAVIGLI NEL QUADRO DELL IDROVIA LOCARNO-MILANO-VENEZIA LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEI NAVIGLI NEL QUADRO DELL IDROVIA LOCARNO-MILANO-VENEZIA LA MOBILITÀ DELLE PERSONE E DELLE MERCI SULLE VIE D'ACQUA IN LOMBARDIA Milano - Palazzo Lombardia- 9 dicembre 2015

Dettagli

Bilancio Sociale 2004-2008

Bilancio Sociale 2004-2008 Bilancio Sociale 2004-2008 Ecologia ed Ambiente Rifiuti prodotti Andamento raccolta differenziata L acqua Agenda 21 Risorse sociali presenti sul territorio Ecologia ed Ambiente L attenzione rivolta dall

Dettagli

Mobilitiamoci. per Kyoto. Giocando attuiamo le buone pratiche per una mobilità sostenibile casa-scuola

Mobilitiamoci. per Kyoto. Giocando attuiamo le buone pratiche per una mobilità sostenibile casa-scuola Mobilitiamoci per Kyoto Giocando attuiamo le buone pratiche per una mobilità sostenibile casa-scuola 1 1. Proponente titolare del progetto: Centro di Educazione Ambientale d interesse regionale IL BOSSO

Dettagli

M illumino di meno 2012

M illumino di meno 2012 M illumino di meno 2012 Anche per il corrente anno scolastico la Scuola Media aderisce all iniziativa Mi illumino di meno finalizzata al risparmio energetico. La sostenibilità infatti non è soltanto una

Dettagli

B. (Tappa 3) Piano dell offerta formativa (POF)

B. (Tappa 3) Piano dell offerta formativa (POF) ALLEGATI B B. (Tappa 3) Piano dell offerta formativa (POF) L inserimento del progetto pedibus nel POF è indispensabile. Consente di esplicitare il nesso fra le pratiche educative inerenti i progetti di

Dettagli

Programma Ambientale 2014-2017

Programma Ambientale 2014-2017 Regione Piemonte Provincia del Verbano Cusio Ossola Comune di Cannero Riviera Programma Ambientale 2014-2017 novembre 2014 Il presente documento è stato redatto in conformità a quanto indicato da: UNI

Dettagli

Le ragioni ambientali

Le ragioni ambientali Intervento Alex Pratissoli (Comune di Reggio Emilia) Il Progetto ECOABITA Il successo di una iniziativa come la certificazione energetica degli edifici, passa attraverso la creazione di parternariati fra

Dettagli

Imprese, forestazione e crediti di emissioni di CO 2

Imprese, forestazione e crediti di emissioni di CO 2 Imprese, forestazione e crediti di emissioni di CO 2 di Danilo Devigili Verbania,19 gennaio 2008 impatto energetico i consumi di energia elettrica in Italia sono ca 317.000 mln di Kwh, di questi il 50%

Dettagli

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo!

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Monza, 30 maggio 2016 Comunicato stampa Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Parco e Autodromo - Sport e Cultura Domenica 12 giugno 2016 FAIrun nasce dalla volontà di unire cultura

Dettagli

ARVAL e Metrobosco trasformano in nuovi boschi le emissioni delle macchine

ARVAL e Metrobosco trasformano in nuovi boschi le emissioni delle macchine In Provincia di Milano le auto diventano alberi multiplicity.lab CONFERENZA STAMPA METROBOSCO 17 LUGLIO 2008 In provincia di Milano, le auto diventano alberi ARVAL e Metrobosco trasformano in nuovi boschi

Dettagli

AMBIENTE, RIFIUTI, VERDE PUBBLICO

AMBIENTE, RIFIUTI, VERDE PUBBLICO AMBIENTE, RIFIUTI, VERDE PUBBLICO 65 66 Ecologia e ambiente Linee programmatiche o Promuovere e potenziare azioni ed interventi volti a migliorare la qualità dell aria, dell acqua e del suolo o Incentivare

Dettagli

FABIO FONDATORI MARKETING MANAGER GIORGIO TESI GROUP

FABIO FONDATORI MARKETING MANAGER GIORGIO TESI GROUP CITTA STORICHE E CITTA VERDI: UN RAPPORTO DIFFICILE FABIO FONDATORI MARKETING MANAGER GIORGIO TESI GROUP LA CITTA IDEALE Un insediamento urbano - progettato o solo immaginato, in rari casi messo in pratica

Dettagli

LA TESTIMONIANZA DEL CONSORZIO ETVILLORESI: VALORIZZARE LE ACQUE DEI CANALI VERSO EXPO 2015

LA TESTIMONIANZA DEL CONSORZIO ETVILLORESI: VALORIZZARE LE ACQUE DEI CANALI VERSO EXPO 2015 I VENTI DELL INNOVAZIONE EXPO 2015: ACQUA Centro Congressi Ville Ponti di Varese, 19 giugno 2014 LA TESTIMONIANZA DEL CONSORZIO ETVILLORESI: VALORIZZARE LE ACQUE DEI CANALI VERSO EXPO 2015 Arch. Laura

Dettagli

EXPO 2015 Il progetto Vie d Acqua

EXPO 2015 Il progetto Vie d Acqua EXPO 2015 Il progetto Vie d Acqua Antonio Acerbo L Aquila - 11 ottobre 2013 www.expo2015.org Expo Milano 2015 Dati di sintesi Tema: «Nutrire il pianeta, energia per la vita» Date: 1 Maggio 31 Ottobre 2015

Dettagli

Rapporto Ecosistema Urbano Europa sullo sviluppo sostenibile in 32 principali città europee. Criticità e buone pratiche

Rapporto Ecosistema Urbano Europa sullo sviluppo sostenibile in 32 principali città europee. Criticità e buone pratiche Rapporto Ecosistema Urbano Europa sullo sviluppo sostenibile in 32 principali città europee. Criticità e buone pratiche Il 1 febbraio 2008, Dexia e l istituto di ricerche Ambiente Italia hanno presentato

Dettagli

Il parco che c è il parco che sarà. Nello Cisa racconta una storia che non è finita. A cura di

Il parco che c è il parco che sarà. Nello Cisa racconta una storia che non è finita. A cura di Il parco che c è il parco che sarà Nello Cisa racconta una storia che non è finita A cura di Il comune di Pisa è il primo tra i capoluoghi italiani per verde nel suo territorio (7199 mq/ha - da Rapporto

Dettagli

1) Risistemazione della DARSENA quale porto della città ed area ecologica

1) Risistemazione della DARSENA quale porto della città ed area ecologica 1) Risistemazione della DARSENA quale porto della città ed area ecologica 2) Procedere GRADUALMENTE alla riattivazione idraulica e paesaggistica del SISTEMA DEI NAVIGLI 3) Attraverso un PROGETTO DI FATTIBILITÀ

Dettagli

Musica e CO2 STUDIO PRELIMINARE

Musica e CO2 STUDIO PRELIMINARE Musica e CO2 STUDIO PRELIMINARE a. Finalità e ambito dell intervento Questo primo studio è volto alla ricerca e all analisi di dati sulle emissioni di CO2 relative agli eventi musicali nel loro complesso

Dettagli

Nutrire il pianeta, energia per la vita

Nutrire il pianeta, energia per la vita Nutrire il pianeta, energia vita Nei giorni 8-9-10 maggio si terrà a Seveso presso il Centro Ricerche e Formazione Ambientale della Fondazione per l Ambiente e il Bosco delle Querce, la 21^ edizione di

Dettagli