SPECIALE LA STORIA LA FILOSOFIA GLI STILI LA PRATICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SPECIALE LA STORIA LA FILOSOFIA GLI STILI LA PRATICA"

Transcript

1 Taiji SPECIALE LA STORIA LA FILOSOFIA GLI STILI LA PRATICA

2 La storia del Taiji Quan Foto scattata nel 1929 in occasione del quarto anniversario dell Associazione Chih Jou T ai Ch uan. Si riconoscono alcuni grandi maestri. Yang Chen Fu Yang Shao Hou Chen Wei Ming Sun Lu Tang Wu Jian Quan Dong Ying Jie

3 Alcuni maestri della linea Yang Yang Jian Hou Sintetizzare la Storia del Taiji Quan è un po ripercorrere la storia della civiltà cinese essendo questa disciplina una delle più antiche discipline orientali. Possiamo dire che ogni epoca storica ha avuto il suo taiji e anche ogni regione cinese ha sviluppato un suo taiji. Premesso ciò, consideriamo per semplicità 4 epoche storiche importanti dello sviluppo di quest arte. 1. Periodo della nascita (dal 2000 a.c al 1644 d.c.) 2. Il periodo del villaggio Chen (dal 1644 al 1800) 3. La diffusione in tutta la Cina (dal 1800 al 1949) 4. Il periodo dalla nascita della Repubblica Popolare Cinese (dal 1949 ad oggi) 1. La nascita del Taiji La nascita del Taiji Quan risale alle dottrine taoiste riguardanti le pratiche di nutrimento della vita per il benessere e la ricerca della longevità, due delle qualità che gli imperatori e condottieri ricercavano in quelle epoche per poter mantenere il loro potere. Per questo venivano richieste a medici e filosofi tecniche che potessero raggiungere questi obbiettivi. Già nel 500 a.c esisteva il libro Huagdi Neijing o classico interno dell imperatore giallo. I primi esercizi utilizzavano movimenti di espansione ed estensione, combinati con tecniche di respirazione al fine di aumentare e migliorare il passaggio del Qi nel corpo. Famose sono le tecniche di Qi Gong praticate durante la dinastia degli stati del Sud Liang ( d.c.) come il gioco dei 5 animali del Dott. Hua Tuo. Tali tecniche sono considerate le progenitrici del Taiji Quan, in quanto presentano in embrione i principi di base della disciplina. Nell epoca considerata il Taiji Quan non viene identificato con tale nome, che apparve solo in documenti storici di epoche più recenti. Nell epoca successiva detta del Regno Liao posteriore ( d.c.) secondo gli annali iniziarono ad essere codificate 13 formule o principi di Taiji che sono validi ancora oggi. Ma il suo inizio come disciplina anche marziale lo si ebbe durante la dinastia Song settentrionale, Yuan ( ) e Ming ( ) perché un monaco Taoista, Zhang Sanfeng, che viveva sui monti Wudang e vissuto secondo la leggenda dal 1247 al 1460 d.c. vedendo che i monaci usavano la forza senza un criterio logico Chen Wei Min studiò la teoria Taiji e Ba Gua e grazie anche ai suoi viaggi al monastero Shaolin, codificò un sistema di lotta che in virtù di un raffinato utilizzo dell energia poteva essere utilizzato anche da persone non necessariamente dotate di grande forza fisica. Una più pittoresca interpretazione, vede il monaco assistere occasionalmente ad un combattimento tra una gru e un serpente e da quella visione, combinando i movimenti agili e aggraziati della Gru con quelli a spirale del serpente diede origine al Taiji Quan. Sicuramente sia la prima che la seconda versione possono essere ritenute attendibili. 2. Il periodo del villaggio Chen Per molti storici la nascita del Taiji Quan come lo conosciamo al giorno d oggi ha però una datazione assai più recente, che risale alla dinastia Qing ( ), perché un militare Chen Wang Ting nato in una famiglia di combattenti a Chenjiagou nella provincia dell Henan dopo aver combattuto contro l esercito dei Qing, ritornando a casa ormai libero di impegni, unì la sua esperienza con due importanti libri dell epoca: il Classico marziale Quanjin delle 32 forme e il Classico taoista della corte gialla. Naturalmente bisogna considerare che all epoca nel villaggio Chen, che dista appena 400 Km da Shaolin, si insegnavano diverse arti marziali vicine allo stile Buddista e forse Chen Wang Ting si limitò solo ad ammorbidire, introducendo nello Shaolin i principi dello Yin e dello Yang propri del Taoismo. Questo nuovo stile divenne ben presto molto popolare tra gli abitanti del villaggio. II III

4 Si dice che nell epoca esistevano 5 forme o taolu ma già all epoca di Chen Chang Xing ( ) le tipologie stilistiche dello stile Chen erano diventate numerose. Questo maestro si dice che fosse in grado, da seduto, di far volare chi lo attaccava e veniva chiamato il signore diritto, perché era abilissimo nella tecnica di tenere il centro (Zhong Ding). Un aneddoto racconta che una volta, già anziano, si recò a vedere uno spettacolo di teatro molto affollato; nonostante ricevesse da ogni parte numerose spinte, egli rimaneva fermo al suo posto come se fosse piantato nel terreno. A lui si deve una nuova codificazione dello stile. La discendenza della famiglia Chen si ramificò fino alla 14a generazione per poi subire altre ramificazioni con la nascita dello stile moderno piccola forma (Xiaojia) meno marziale mentre Chen Chang Xing continuò ad insegnare la grande forma (Dajia) più tradizionale. 3. Il periodo della diffusione dal villaggio Chen in tutta la Cina Dopo le prime divisioni all interno della famiglia Chen, non dovette passare molto tempo perché diversi maestri, esponenti di altre famiglie, incuriositi dalla fama dello stile, si impadronissero dei segreti del Taiji Quan e apportassero a loro piacimento delle modifiche stilistiche. Il più famoso tra questi, precursore dell attuale stile Yang, fu Yang Lu Chan ( ). Si narra che fosse un garzone che lavorava in una bottega di Pechino gestita da persone originarie del villaggio Chen che svelarono, sconfiggendo alcuni monaci, la loro maestria in combattimento usando il Taiji. Incuriosito, Yang Lu Chan chiese di poter essere introdotto al villaggio, e perciò fu presentato a Chen Chang Xing che gli insegno inizialmente solo la sequenza senza mostragli i veri contenuti. La sua costanza però fu premiata perché dopo molti viaggi al villaggio e vista la sua costanza e rettitudine il maestro in punto di morte decise di svelargli tutti i segreti di famiglia. Yang Lu Chan ritornò a Pechino e lì inizio ad insegnarlo, prima all interno della corte imperiale e successivamente ad altri maestri. Tra questi vi era W u Yu Xiang ( ) che diede vita ad un altro stile ancor oggi insegnato: lo stile W u conosciuto come piccolo W u. Il secondo figlio Yang Ban Hou ebbe un allievo Wu Jian Quan ( ) che codificò l attuale stile Wu. Il terzo figlio Yang Jian Hou ( ) ebbe a sua volta tre figli e uno di questi, chiamato Yang Chen Fu ( ), nonostante avesse iniziato tardi la pratica sotto la guida del padre ebbe il grande pregio di diffondere lo stile Yang in tutta la Cina. A lui si deve la codifica della forma 85 o 108 e i 10 suoi allievi hanno portato in tutto il mondo la conoscenza del Taiji Quan, prima da Hong Kong, allora colonia Inglese, e poi da Taiwan. Infatti grazie ai rapporti con Europa e Stati Uniti di queste due nazioni, parecchi maestri, non solo della dinastia Yang ma anche di molte altre famiglie, come Chen Man Ching, Dong Jin Jie e altri hanno avuto grande importanza nella sua diffusione. 4. Il periodo della nascita della Repubblica Popolare Cinese Una parentesi obbligatoria bisogna farla per chiarire a tutti perché esistono forme di taiji che, pur mantenendo i tratti degli stili da cui derivano Yang, Chen, Wu ecc., hanno subito una leggera modifica recentemente percepibile solo da chi conosce le diverse forme di Taiji Quan. Tra i piani governativi del Partito Popolare Cinese c è quello di mantenere in buona salute con pochi mezzi milioni di persone, per raggiungere questo scopo sono state utilizzate le tecniche antiche di Taiji, togliendo però il loro aspetto marziale ed esaltando i contenuti più ginnici e salutistici. Questo, grazie al lavoro di tecnici e professori delle Università cinesi, ha portato alla codifica di nuove forme, ridotte e semplificate per raggiungere maggiori praticanti di Taiji e forme da gara per introdurre il Taiji Quan come sport con regole ben precise. I maestri attualmente discendenti delle famiglie Yang, Chen, Wu e Sun sono stati invitati a codificare nuovi stili, anche misti, che però potessero essere diffusi nelle diverse federazioni mondiali, creando però non pochi dubbi negli ignari praticanti occidentali.

5 Festival degli stili interni e delle terapie orientali Quattro giorni per ricaricare di energia pulita il proprio QI STAGES CONFERENZE DIMOSTRAZIONI MAESTRI ITALIANI OSPITI STRANIERI GRAN GALÀ FINALE Castello di Belgioioso (Pv) 30 Aprile - 3 Maggio 2009

6 I FONDAMENTI SECONDO LA TEORIA DELLO YIN E YANG Per comprendere la base teorica su cui si fonda il Taiji quan, bisogna conoscere alcune nozioni basilari di filosofia taoista, patrimonio culturale del popolo cinese, che spiegano razionalmente come sia nato questo tipo di movimento. I cinesi concepiscono l'universo come una serie di organismi interconnessi, non come insieme di entità separate; ogni parte di esso è in contatto con un'altra parte e per esistere ha bisogno del suo opposto, come il giorno e la notte, l'uomo e la donna, il nord e il sud. Questa dualità è presente anche nel nostro corpo, come dice una massima cinese: Non puoi comprendere il tuo corpo se non comprendi l'universo che ti circonda. L'uomo è un corpo tra terra e cielo e ne è parte integrante, Tian re he yi. Questo concetto durante i secoli è stato rappresentato graficamente con un cerchio, diviso da due gocce, una bianca, Yang, e una nera, Yin, a contraddistinguere l'unità nella sua dualità. All'interno delle due parti si trovano un punto bianco e un punto nero, a dimostrare che esistono delle eccezioni: per esempio un'eclissi di sole in pieno giorno o una di luna durante la notte fanno anch'esse parte della normalità, pur essendo fenomeni eccezionali. L immagine, rappresentata nel disegno a fianco, dovrebbe ruotare su se stessa, perché le due parti non sono mai immobili, bensì in perenne trasformazione; Inoltre, alla figura dipinta manca la caratteristica della tridimensionalità, che la farebbe diventare una sfera. Il Taiji quan si basa su questa teoria e, quindi, ogni praticante dovrebbe cercare la dualità in ogni posizione, che deve essere praticata unendo la parte Yin a quella Yang senza interruzioni; il ciclo delle successive posizioni dovrebbe essere una ininterrotta sequenza di Yin e Yang, con continue inspirazioni ed espirazioni, cercando di mantenere un ritmo costante. Se durante la pratica si inizia con un determinato ritmo di inspirazione ed espirazione, esso deve essere mantenuto fino alla fine dell'esercizio senza variazioni; ciò permette di trovare un equilibrio con il movimento. Viceversa un ritmo spezzato e discontinuo, pur nella corretta esecuzione delle tecniche di Taiji quan, può essere dannoso o quanto meno rendere inutile l'allenamento.yin e Yang sono tra loro interdipendenti: in ogni posizione la gamba anteriore è considerata Yang e quella posteriore Yin, la parte anteriore del corpo è Yin, mentre il dorso è Yang. Una volta che si è compresa questa dualità tra le diverse posizioni, bisogna sapere che i termini Yin e Yang non sono da concepire come assoluti, ma come relativi; infatti, all'interno dello Yin e dello Yang ci sono ulteriori sottodivisioni: anche se questo può sembrare una complicazione per chi si avvicini alla teoria del Taiji quan, quello che conta è cercare la naturalezza nei movimenti, poiché conoscenze sempre più approfondite derivano da una pratica costante e giornaliera. Non a caso lo Yin e lo Yang sono raffigurati come gocce, all'inizio piccole, poi sempre più grandi; la successione dei due opposti non avviene mai bruscamente, ma attraverso un graduale aumento di potenza, cui fa riscontro una diminuzione dell'altra parte. Così anche durante la giornata quando il sole sale sull'orizzonte (aumento di Yang), la sera si allontana (diminuzione di Yin); quando nel pomeriggio il sole comincia a calare sull'orizzonte (diminuzione di Yang), la sera si avvicina (aumento di Yin). Per i cinesi questo principio vale per tutto ciò che esiste nell'universo, sia tra gli esseri viventi che tra le cose inanimate, compreso quindi il Taiji quan. Nell'esecuzione dei movimenti bisogna tener conto anche che la progressione del movimento Yin deve essere accompagnata da una diminuzione di quello Yang: bisogna espandersi all'esterno, svuotandosi all'interno, durante la fase Yang, e riempirsi all'interno, mostrando rilassamento esterno, durante quella Yin. Questa teoria è nata circa tremila anni fa durante la dinastia Zhou ( a.c.), quando fu redatto il famoso libro dei cambiamenti, diviso in due parti: la prima contiene il libro dei cambiamenti vero e proprio, chiamato anche I ching o libro delle predizioni e delle probabilità, mentre la seconda racchiude la spiegazione filosofica e teorica di tutto il libro. In questo trattato sulla base della teoria dello Yin e Yang si insegna a predire ogni genere di informazioni, da quelle astrologiche a quelle riguardanti la terra, e anche le conoscenze relative a tutte le posizioni del Taiji quan. Riassumendo, si può concludere dicendo che il simbolo di Yin e Yang può essere raffigurato anche con altri disegni simili tra loro, che si rifanno tutti a un cerchio che rappresenta l'interezza dell'universo; la curvatura centrale del cerchio indica la distinzione degli opposti, le due gocce il movimento crescente e decrescente degli opposti, i due punti segnati nelle due parti la visione non assoluta dello Yin e dello Yang e quindi le successive sottodivisioni.

7 Le parole del Taiji Quan Generale In relazione al movimento In relazione al corpo 0 WU JI Caos primordiale Cielo anteriore Non polarità 1 TAI JI Cielo posteriore Manifestazione dell indifferenziato Grande polarità dell energia cosmica 2 YIN YANG Due qualità della manifestazione Energia già separata Quiete Moto Alto/basso Avanti/indietro 3 SAN CUN 3 poteri: Cielo-Uomo-Terra 3 puri 3 dimensioni del cosmo: Sole-Luna-Stelle Legge del 3 Più movimento coordinato I (mente) Chi (energia) Chin (forza interna) Jing Qi Shen Essenza-energia-spirito Corpo-mente-anima 3 campi di cinabro 4 SI XIANG 4 formule dimensione temporale (4 stagioni,la V non è una stagione ma un punto d incontro tra le varie stagioni) 4 qualità dell energia del cielo: caldo-freddo, umido-secco Esperienza della durata del tempo: creazione, sviluppo, maturazione e completamento Legge dei 4 equilibri Formazione dei primi 4 canali meravigliosi: Chong Mai, Dai Mai, Du Mai, Ren Mai che rappresentano la prima struttura energetica del Cielo Anteriore 5 WU XING 5 movimenti Forze di base del Cielo posteriore Movimento in relazione ai 5 punti cardinali e 5 movimenti 5 Zang Fu (organi/viscere) 5 note 5 colori 5sapori 5 virtù 6 7 LIU HE QI XING Unire le 6 direzioni (avanti/indietro - destra/sinistra - alto/basso) Dimensione spaziale Legge del 7 7 stelle della costellazione dell Orsa Maggiore ove risiedono i 7 immortali taoisti Movimento circolare uovo Microcosmo Movimento collegato al Cosmo Macrocosmo 6 Qi Heng Zhi Fu (visceri curiosi) 6 canali energetici 6 yin 6 yang 7 sentimenti 7 vertebre cervicali VI VII 8 BA GUA Energie di Cielo-Uomo-Terra Legge delle 8 stabilità Legge delle 8 forze 8 Qi Jing Ba Mai Laghi (i primi 4 del Cielo Anteriore più 4) 9 JIU LIAN HUAN QUAN 9 palazzi celesti 9 figli (forme) sempre in movimento *Forza, azione 9 articolazioni 9 orifizi 9 polsi *pugno (es. boxe)

8 COME DISTINGUERE I DIVERSI STILI DEL TAIJI QUAN Agli inizi degli anni 70 in Europa il Taiji Quan era conosciuto comunemente come una serie ininterrotta di esercizi da eseguirsi lentamente e si pensava erroneamente che vi fosse solo un Taiji Quan. Ai primi praticanti quasi tutti già praticanti arti orientali appariva più come una ginnastica che una vera e propria arte marziale. A partire però dal 1985 i cambiamenti socio culturali e politici portarono la Cina ad aprirsi maggiormente all occidente, le conoscenze su quel paese fino ad allora acquisiti con fatica si arricchirono e ben presto si venne a sapere che il Taiji che veniva praticato era quello della famiglia Yang ed era però solo uno dei diversi stili interni Neijia che esistevano in Cina. Venimmo a sapere che esistevano ben più forme di Taiji di quelle che pensavamo e che le differenze potevano essere notevoli tra stile e stile. Tra questi lo stile Yang per la sua struttura era ed è praticato da circa l 80% del totale, ma ancora molti praticavano il più vecchio stile Chen (15%) e il resto si divideva equamente tra praticanti di stili Wu, Sun, W u ed altri stili minori per lo più ristretti a regioni o a gruppi di discendenza familiare. Esisterebbe anche uno stile che viene praticato dai Monaci del Wudang che recentemente ha visto un certo sviluppo in Europa, ma più che uno stile solo di Taiji è considerato un insieme di diversi stili interni così da prendere una connotazione propria come stile del Wudang e non solo stile di Taiji. Dobbiamo anche considerare che tutti questi stili hanno avuto e continuano ad avere delle trasformazioni che possono essere influenzate da diversi fattori che principalmente possono essere: 1. Trasformazioni dovute alla nostra poca cultura che non ci permette di distinguere a prima vista le vere caratteristiche dello stile. 2. Trasformazioni dovute alla ricerca da parte dei maestri che ancorché in buona fede, sono loro stessi in continua evoluzione. 3. Trasformazioni dovute ad esigenze di partecipazione a gare e campionati, che hanno portato le diverse federazioni mondiali e nazionali ad adottare regolamenti che hanno modificato le strutture originarie rendendo il Taiji più moderno e spettacolare. Queste trasformazioni creano purtroppo nei praticanti poco esperti una certa confusione su quale sia il vero Taiji Quan.

9 Forma di Alabarda Chen Forma di Lancia Chen Forma di ventaglio Chen 81-Forma di ventaglio Chen tradizionale (codificatrice M Yang Li) LO STILE CHEN Attualmente si divide in due stili, il vecchio Laojia codificato da Chen Zhao Pi ( ) e il nuovo Xinjia a partire da Chen Fa Ke ( ). Queste due diverse interpretazioni si differenziano sostanzialmente nella enfatizzazione più o meno marcata dei movimenti, più morbidi e continui nella prima e più vigorosi con l aggiunta di tecniche esplosive nel secondo stile. Questi due stili sono composti principalmente da due forme: la Diyilu che comprende le basi delle 13 posizioni fondamentali e la Paochui che mantiene movimenti di derivazione Shaolin. In questo stile i movimenti seguono spirali molto strette e le posizioni sono ampie; in alcuni movimenti si hanno degli scatti e delle esplosioni che in altri stili di Taiji sono stati eliminati. Caratteristiche principali: Continuare a cambiare con piegamenti e spiralizzazioni continue Continuare a seguire il movimento Il corpo deve muovesi come un serpente Per queste sue caratteristiche è particolarmente adatto per i più giovani e per tutti quelli che cercano nel Taiji Quan l aspetto marziale ed un alternativa agli stili esterni. I praticanti di questo stile in Cina sono ottimi combattenti anche in gare di Tui Shou libero. Negli ultimi anni le forme di questo stile hanno avuto varianti dovute a codificazioni dei maestri Chen che si possono raggruppare a seconda del numero di tecniche presenti e da tecniche combinata con gli altri stili dove è comunque presente lo stile. Forme a mani nude 4- Chen 4 passi che è derivata dalla vecchia forma (codificatore M Zhu Tian Cai) 9- Chen 9 passi che è derivata dalla vecchia forma (codificatore M Liu Yong) 13- Chen o Chen dei 5 elementi derivata da parte della vecchia forma combinata con la seconda vecchia forma (codificatore M Zhu Tian Cai) 16- Chen 4 passi derivata dalla vecchia forma con le 4 direzioni (codificatore M Zhu Tian Cai) 18- Chen 18 posizioni (codificatore M Chen Zheng Lei) 19- Chen 19 posizioni (codificatore M Chen Xiao Wang) 24- Chen 24 (codificatore M Feng Zhiqiang) 38- Forma 38 posizioni (codificatore M Chen Xiao Wang) 39- Chen vecchia forma breve 39 posizioni 39-Chen nuova forma breve 39 posizioni 42- Chen vecchia 2 forma Paochui 48- Forma 48 (codificatore M Feng Zhiquan) 72- Forma 72 posizioni nuova versione Paochui 74- Forma 74 posizioni vecchia versione Laojia 83- Forma 83 posizioni nuova versione Laojia Forme con Armi 13-Forma di bastone lungo 23- Forma di Sciabola (villaggio Chen) 36-Forma di Sciabola (codificatore M Feng Zhiquan) 40-Forma di Sciabola (villaggio Chen) 48-Forma di Sciabola (codificatore M Feng Zhiquan) 49-Forma di Spada Chen (villaggio Chen) 62-Forma di Spada Chen (villaggio Chen) 35-Forma di Doppia Sciabola 39-Forma di doppia Spada STILE YANG Si tratta dello Stile più diffuso nel mondo. Per la sua caratteristica di movimento lento e continuo è adatto a tutti, giovani ed anziani, ed è relativamente facile da apprendere. Nato da un evoluzione dello stile Chen, ha subito nel corso degli anni modificazioni e semplificazioni, mirate a renderlo sempre più accessibile, prima alla corte imperiale, poi alla gente comune. Attualmente la forma più praticata è quella lunga, codificata da Yang Chen Fu. Lo stile Yang, dai movimenti morbidi e continui è consigliato per chi ricerca nel Taiji Quan il rilassamento e la concentrazione. Questo tipo di esercizi vengono praticati anche come meditazione in movimento e ginnastica terapeutica e da ciò deriva la sua grande popolarità. Caratteristiche principali: Movimenti lenti ed armoniosi come onde Morbidezza delle tecniche Passaggi maestosi come il volo di un aquila Negli ultimi anni le forme di questo stile hanno avuto varianti dovute a codificazioni dei maestri Yang che si possono raggruppare a seconda del numero di tecniche presenti e da tecniche combinate con gli altri stili dove è comunque presente lo stile originale. Forme a mani nude 37- Forma Yang ridotta (codificatore M Chen Man Ching) 43- Forma Yang (codificatore Jiang Yu Kun) 49- Forma Yang da dimostrazione (famiglia Yang) 84- Forma Yang (codificatore Dong Jin Jie) 103- Forma Yang tradizionale (questa forma è conosciuta anche con altre numerazioni che dipendono dal conteggio delle tecniche a gruppi o separate, le più comuni sono 85, 108, 150). Forme con armi 13- Forma di sciabola tradizionale Yang 54- Forma di spada tradizionale Yang Forma di ventaglio Yang STILE WU Questo è il principale stile derivato dallo stile Yang, da cui ha preso la caratteristica di movimento naturale, continuo e rilassato. Per distinguerlo dal precedente il suo fondatore Wu Jian Quan ( ) ha introdotto avvitamenti e torsioni del busto, che impiegano come perno centrale la colonna vertebrale; il corpo nell eseguire i movimenti di questo stile è leggermente inclinato in avanti, con la colonna in linea con la gamba che spinge. Dopo lo stile Yang e Chen è quello più praticato al mondo e si distingue in Wu del Nord e Wu del Sud. VIII III IX

10 Il primo si caratterizza per movimenti più estesi e circolari mentre il secondo ha movimenti più corti e spirali più piccole. Si dice in Cina che è lo stile degli intellettuali ed è adatto a tutti quelli che cercano un movimento che abbia contemporaneamente una maggiore componente di stretching. Caratteristiche principali: Equilibrio e centralità in ogni posizione Concentrazione maggiore con utilizzo della volontà. Radicalizzazione nel terreno Sensibilità nei cambiamenti continui Negli ultimi anni le forme di questo stile hanno avuto varianti dovute a codificazioni dei maestri Wu che si possono raggruppare a seconda del numero di tecniche presenti e da tecniche combinate con gli altri stili dove è comunque presente lo stile originale. 83- Forma tradizionale Wu 108- Forma tradizionale Wu (codificatore Wu Chien Ch uan) Forme con armi : 13- Forma sciabola Forma spada STILE WU (HAO) Stile poco conosciuto in Europa, derivato dallo stile piccolo Chen, Xiaojia di Chen Qing Ping ( ) è stato codificato da Wu Yu Xiang ( ) che lo arricchì, introducendo nello stile elementi di Confucianesimo, Taoismo ed elementi presi dal libro di Sun Tzu L arte della guerra. Si distingue dagli altri stile per i movimenti stretti, il corpo eretto e le posizioni piccole, eseguite quasi in piedi. Ricerca maggiormente il controllo della circolazione del Qi interno controllato dalla mente. Molta importanza viene data al rapporto pieno/vuoto. Nonostante l apparente semplicità dei suoi movimenti, è uno degli stili più difficili da praticare correttamente e per questo non gode di molta popolarità al di fuori della Cina. Attualmente è diffuso nelle città di Xintai, Handan e Yongnian e nella provincia dell Hebei e nelle maggiori città cinesi Pechino, Shanghai, Shenyang e Guangzhou. Caratteristiche principali: Semplici posizioni e complicate tecniche Posizioni in piedi e rilassate Controllo dell energia vitale con la mente Coerenza nei movimenti Forme a mani nude 13- Forma 13 posizioni per principianti 24- Forma 24 posizioni 32- Forma 32 posizioni 36- Forma 36 posizioni 49- Forma tradizionale ridotta 49 posizioni 108- Forma tradizionale famiglia Wu (Hao), chiamata anche forma 85 Forme con armi 13- Forma di sciabola (codificatore famiglia Wu) 25- Forma di spada (codificatore famiglia Wu) 16- Forma di Lancia (codificatore famiglia Wu) 35- Forma di Bastone (codificatore M Chen Gu-An) STILE SUN Ultimo nato tra i 5 stili più famosi, ha preso come caratteristica principale l essenza dello stile Ba Gua, dato che il suo fondatore è Sun Lu Tang ( ), uno dei migliori maestri di quello stile. Si dice che questo stile sia stato influenzato dai suoi studi giovanili avendo egli viaggiato in diverse regioni della Cina dal 1866 al Ma solo nel 1918 dopo l incontro con il maestro He Wei Zhen ( ) codificherà questo stile di Taiji dalla fusione degli stili interni da lui appresi nelle tre famiglie di arti marziali appunto Taiji della famiglia Wu (Hao), Ba gua e Xingyi. Di fatto da questa unione ne è derivato uno stile caratterizzato da continui movimenti avanti e indietro, con caratteristiche però diverse rispetto ai tre stili, infatti i movimenti sono rigidi ma a volte anche sinuosi.è uno stile adatto a chi ha già una buona conoscenza degli stili interni e che vuole completare la sua preparazione marziale. Caratteristiche principali: Movimenti sinuosi Posizioni a volte con passi diritti a volte circolari Spiccata propensione al combattimento Forme a mani nude 42- Forma tradizionale ridotta Sun 73- Forma tradizionale Sun (codificatore Sun Lu Tang) Forma con armi 77- Forma di spada Sun STILE WUDANG In questi ultimi anni si è andata delineando una ricerca e un rinnovato interesse per uno stile, quello del Wudang che derivasse direttamente dalle montagne di Wudang e dal fondatore Zhang San Feng e dai monaci taoisti. Ne è scaturita la riscoperta di uno stile combinato che non si può definire esattamente Taiji Quan ma che si avvicina ai primi stili Neijia Quan, che utilizzavano la ricerca dell uso dell energia interna in combattimento. Lo sviluppo delle sue forme richiama il combattimento tra una gru e un serpente con movimenti a volte molto bassi con spirali se è il serpente che attacca o si difende e a volte alti e lineari se è la Gru che si muove. Caratteristiche principali: Movimenti molto vari e circolari Posizioni alte e basse in continuo variare Uso dell energia in modo vivace Forme a mani nude 13- Forma 13 posizioni taiji di Wudang 18- Forma 18 posizioni taiji di Wudang 28- Forma 28 posizioni taiji di Wudang Lo stile comprende inoltre molte forme composite combinate con altri stili interni sia a mani nude che con armi che però non sono da considerarsi proprio nella genealogia del Taiji Quan. ALTRI STILI DI TAIJI TRADIZIONALI Recentemente sono stati riscoperti altri stili per lo più derivati dallo stile Yang e che hanno preso alcune caratteristiche proprie come lo Stile Li, lo stile Fu e lo stile Zhao Bao dal maestro Guo Shikui, lo stile Gu da Gu Dianzi. Forme a mani nude 24- Forma Zhao Bao 36- Forma breve Fu 43- Forma Zhao bao 50- Forma breve Li 53- Forma tradizionale Fu 56- Forma tradizionale Zhao Bao

11 67- Forma Fu 105- Forma tradizionale Fu 108- Forma tradizionale Zhao Bao 140- Forma tradizionale Li Forme con armi 20- Forma di sciabola stile Zhao Bao 56- Forma di spada stile Fu 57- Forma di spada stile Zhao Bao 65- Forma di bastone stile Zhao Bao IL TAIJI QUAN MODERNO Sulla base degli stili tradizionali sono nati, dopo la rivoluzione culturale, quelli usati per le competizioni e codificati dall Istituto per la ricerca e lo sviluppo del Wushu cinese. Per rendere universale il Taiji Quan e favorire la sua diffusione tra la grande massa, l Istituto ha creato forme semplificate 8, 10, 12, 16, 24 posizioni, mentre per unificare gli arbitraggi, soprattutto nelle gare internazionali, sono state codificate le forme 32 e 42 a mani nude e 32 e 42 di spada, la cui caratteristica è quella di trarre posizioni da tutti gli stili sopra menzionati. Recentemente, per rendere ancora più spettacolare il Taiji, è stato resa libera la creazione da parte di ogni allenatore di forme da gara con l aggiunta di particolari difficoltà come salti o spaccate, aggiungendo elementi tipici degli stili esterni. Forme a mani nude Solo Chen 8- Codificata Chen per principianti 16- Codificata Chen per intermedi 20-5 sezioni stile Chen semplificato 36- Forma Chen codificata 56- Forma 56 posizioni per competizioni internazionali 108- Forma Chen (versione rivista dalla Fed. Cinese) Solo Yang 8- Forma Yang 8 passi codificata 10- Forma Yang 10 codificata 12- Forma Yang 12 codificata 16- Forma Yang 16 codificata 20- Forma 5 sezioni Yang codificata 24- Forma Yang codificata detta anche forma di Pechino o forma semplificata 40- Forma Yang codificata 88- Forma Yang standardizzata Solo Wu 46- Forma Wu da competizione 54- Forma famiglia Wu da competizione Solo Sun 35- Forma standard 40- Forma da gara Sun Forme con stili misti Yang, Chen, Wu, Sun 32- Forma combinata con altri stili 42- Forma 42 posizioni per competizioni internazionali combinata con altri stili 46- Forma Yang da competizione 48- Forma 48 pos. codif. (usata fino al 76 e sost. con la 42) Forme con armi 13- Forma di sciabola Chen codificata 16- Forma di ventaglio Yang (codificatrice M a Yang Li) 18- Forma di spada Chen codificata chiamata anche forma per la salute 24- Forma di ventaglio Chen (codificatrice M a Wang) 24- Forma di ventaglio Yang (codificatrice M a Yang Li) 32- Forma di Spada Chen codificata 36- Forma di Ventaglio Yang (codificatrice M a Yang Li) 16- Forma di spada Yang codificata 16- Forma di Lancia Yang codificata 32- Forma di spada Yang codificata 42- Forma di spada Yang codificata La tua rivista preferita di arti marziali ora la trovi anche su Internet con articoli scaricabili gratuitamente, straordinari contenuti multimediali e tante sorprese ancora... X XI

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

LO SPORT NELL ANTICA CINA

LO SPORT NELL ANTICA CINA LO SPORT NELL ANTICA CINA Per parlare di sport nella Cina, bisogna fare un passo indietro nel tempo. L'attività sportiva maggiormente popolare nell'antica Cina era la ginnastica. Da quest ultima può essere

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO SETTORE SINCRO SISTEMA DELLE STELLE

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO SETTORE SINCRO SISTEMA DELLE STELLE FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO SETTORE SINCRO SISTEMA DELLE STELLE 1 SISTEMA DELLE STELLE Tutte le atlete di nuoto sincronizzato tesserate per la Federazione Italia Nuoto dovranno partecipare all attività

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO

SCHEMA SETTIMANA TIPO CON TRE SEDUTE DI ALLENAMENTO U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912 SETTORE GIOVANILE ALLENAMENTO PORTIERI SCHEDA TIPO DELLA SETTIMANA ALLENATORE ANDREA CAROZZO GRUPPO PORTIERI STAGIONE 2009/2010 GIOVANISSIMI NAZIONALI 1995 ALLIEVI REGIONALI

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori L ergonomia al microscopio 10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori 1 Regolare correttamente l altezza della sedia. Per lavorare in maniera confortevole è importante adattare gli

Dettagli

LA MOBILITÀ ARTICOLARE

LA MOBILITÀ ARTICOLARE LA MOBILITÀ ARTICOLARE DEFINIZIONE La mobilità articolare (detta anche flessibilità o scioltezza articolare) è la capacità di eseguire, nel rispetto dei limiti fisiologicamente imposti dalle articolazioni,

Dettagli

I tiri principali nel badminton

I tiri principali nel badminton I tiri principali nel badminton 4 2 3 5 6 1 Drop a rete 2 Pallonetto (lob) 3 Drive 4 Clear 5 Drop 6 Smash (schiacciata) 1 Traiettoria Definizione Impugnatura 1 Drop a rete Rovescio Sequenza fotografica

Dettagli

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Il lavoro sedentario può essere all origine di vari disturbi, soprattutto se il posto di lavoro è concepito secondo criteri non

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE ESERCIZI PER COSCE E ANCHE Testo e disegni di Stelvio Beraldo ANDATURA DA SEMIACCOSCIATA Varianti: andatura frontale (a) e andatura laterale (b) (a carico naturale, con manubri o cintura zavorrata) - Con

Dettagli

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ MANUALE UN PROGRAMMA DI RISCALDAMENTO COMPLETO PER RIDURRE GLI INFORTUNI NEL CALCIO INDICE PREFAZIONE 4 INTRODUZIONE

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d

Dettagli

Metodiche di allenamento delle tecniche di gamba

Metodiche di allenamento delle tecniche di gamba - 1 - Metodiche di allenamento delle tecniche di gamba Mentore Siesto Le tecniche di gamba costituiscono un bagaglio molto importante nella preparazione di un karateka. In campo agonistico, le tecniche

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

pasquale natuzzi Presidente e stilista Gruppo Natuzzi

pasquale natuzzi Presidente e stilista Gruppo Natuzzi DOLCE FAR NIENTE IN NATUZZI SOGNIAMO UN MONDO PIÙ CONFORTEVOLE. CHIAMATELA PASSIONE, MA È IL NOSTRO IMPEGNO PER DONARVI BENESSERE. PER NOI, UNA POLTRONA NON È UN SEMPLICE OGGETTO, ESSA HA UNA PRESENZA

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 SISTEMA CIRCOLATORIO Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2, sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 e cataboliti, per mantenere costante la composizione del liquido

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Ambientamento Galleggiamento Scivolamento Propulsioni Partenze e tuffi. Br = braccio/a R.R. = Ritmo Respiratorio

Ambientamento Galleggiamento Scivolamento Propulsioni Partenze e tuffi. Br = braccio/a R.R. = Ritmo Respiratorio Brevetto N. 1 Seduti sul bordo con gambe in acqua (valutare emotività) Discesa dalla scaletta (valutare emotività) Studio equilibrio verticale Andature con Remate, movimenti braccia SL e Do (M.I.) Valutazione

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante!

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport non solo stanno meglio in salute ma prendono anche voti migliori a scuola! Lo dimostra una ricerca svolta al dipartimento

Dettagli

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute Ergonomia in uffi cio Per il bene della vostra salute Ogni persona è unica, anche per quanto riguarda la struttura corporea. Una postazione di lavoro organizzata in modo ergonomico si adatta a questa individualità.

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

ALLENARE GLI ADDOMINALI

ALLENARE GLI ADDOMINALI ALLENARE GLI ADDOMINALI La teoria di allenamento degli addominali spesso non è ben compresa; molte persone si limitano ad eseguire centinaia di crunch senza però capire come funzionano i muscoli addominali

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Svolgimento della prova

Svolgimento della prova Svolgimento della prova D1. Il seguente grafico rappresenta la distribuzione dei lavoratori precari in Italia suddivisi per età nell anno 2012. a. Quanti sono in totale i precari? A. Circa due milioni

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

Signor Vasiliev, quando ha imparato l arte marziale russa chiamata Systema?

Signor Vasiliev, quando ha imparato l arte marziale russa chiamata Systema? Il modo in cui l acqua scorre Intervista con Vladimir Vasiliev Articolo di Mark Hemels tratto da Meibukan Magazine n. 3 - Settembre 2004 Traduzione: Paolo Verrone Vladimir Vasiliev è direttore e capo istruttore

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO INTERNAZIONALE, CONCERNENTI LE RELAZIONI AMICHEVOLI E LA COOPERAZIONE FRA GLI STATI, IN CONFORMITÀ CON LA CARTA DELLE NAZIONI UNITE Risoluzione dell Assemblea

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

Distribuito da : Precept Minstry Italia. Traduzione a cura di Luigi Incarnato e Jonathan Sproloquio

Distribuito da : Precept Minstry Italia. Traduzione a cura di Luigi Incarnato e Jonathan Sproloquio 4 Minuti Cosa Uno studio biblico di sei settimane ci riserva il Futuro Precept Ministry International Kay Arthur George Huber Distribuito da : Precept Minstry Italia Traduzione a cura di Luigi Incarnato

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

SiStemi musicali Origine delle note Divisione dell ottava

SiStemi musicali Origine delle note Divisione dell ottava Scale Chi ha stabilito i rapporti d altezza fra le note musicali? Chi ha stabilito che le note sono sette e i semitoni dodici? Se il è uguale al Re perché hanno lo stesso nome? Se sono diversi qual è più

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Compiti di prestazione e prove di competenza

Compiti di prestazione e prove di competenza SPF www.successoformativo.it Compiti di prestazione e prove di competenza Maurizio Gentile www.successoformativo.it www.iprase.tn.it www.erickson.it Definizione 2 I compiti di prestazione possono essere

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

I n d i c e. 163 Appendice B Questionari su utilità e uso delle Strategie di Studio (QS1 e QS2)

I n d i c e. 163 Appendice B Questionari su utilità e uso delle Strategie di Studio (QS1 e QS2) I n d i c e 9 Introduzione 11 CAP. 1 I test di intelligenza potenziale 17 CAP. 2 La misura dell intelligenza potenziale nella scuola dell infanzia 31 CAP. 3 La misura dell intelligenza potenziale nella

Dettagli

Associazione Medica per lo Studio dell Agopuntura (AMSA) Roma aderente alla Federazione Italiana Società di Agopuntura (FISA) IV ANNO

Associazione Medica per lo Studio dell Agopuntura (AMSA) Roma aderente alla Federazione Italiana Società di Agopuntura (FISA) IV ANNO Dir. Didattico Dott. Dante De Berardinis Associazione Medica per lo Studio dell Agopuntura (AMSA) Roma aderente alla Federazione Italiana Società di Agopuntura (FISA) TESI IV ANNO Fisiologia e patologia

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Inizia presentazione

Inizia presentazione Inizia presentazione Che si misura in ampère può essere generata In simboli A da pile dal movimento di spire conduttrici all interno di campi magnetici come per esempio nelle dinamo e negli alternatori

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

I numeri relativi. Il calcolo letterale

I numeri relativi. Il calcolo letterale Indice Il numero unità I numeri relativi VIII Indice L insieme R Gli insiemi Z e Q Confronto di numeri relativi Le operazioni fondamentali in Z e Q 0 L addizione 0 La sottrazione La somma algebrica La

Dettagli

Attività con la fune

Attività con la fune lo sport a scuola Attività con la fune percorso n. 1 Attrezzatura: - uno spazio adatto (palestra, cortile) - una fune Scansione delle attività: 1. Fase motoria 2. Fase espressivo-analogica 3. Fase ludica

Dettagli

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli