MONTAGNA MATERANA (Sintesi della strategia)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MONTAGNA MATERANA (Sintesi della strategia)"

Transcript

1 MONTAGNA MATERANA (Sintesi della strategia) Premessa Abbiamo bisogno di contadini, di poeti, di gente che sa fare il pane, di gente che ama gli alberi e riconosce il vento. Più che l anno della crescita, ci vorrebbe l anno dell attenzione. Attenzione a chi cade, attenzione al sole che nasce e che muore, attenzione ai ragazzi, attenzione anche a un semplice lampione, a un muro scrostato. Oggi essere rivoluzionari significa togliere più che aggiungere, significa rallentare più che accelerare, significa dare valore al silenzio, al buio, alla luce, alla fragilità, alla dolcezza. Abbiamo bisogno di risorse e di usarle bene, ma non per rincorrere qualcuno che è più avanti di noi. Crediamo ai margini, crediamo che nell Italia interna la vita possa avere una sua intensità. Sappiamo bene che bisogna offrire possibilità di lavoro ai giovani e che dobbiamo migliorare l assistenza sanitaria e i trasporti e la scuola, ma dobbiamo fare queste cose partendo dalla bellezza dei luoghi e dall onestà delle persone. Non è poca cosa avere aria buona, saper essere generosi, avere un bel cielo, sapere i nomi dei venti e degli alberi, salutare gli anziani, avere il piacere di stare in mezzo al paese, accorgersi di chi sta male, avere voglia di futuro, di una comunità che mette alle spalle vecchi lamenti, vecchie paure. Nonostante gli effetti della globalizzazione, che è arrivata anche qui, spesso anche nei suoi aspetti peggiori, l'appennino lucano è un luogo del mondo in cui non tutto è dissacrato, c è una misura, un gusto dell amicizia, un sentimento della vita propria e di quella degli altri. Ogni paese, ogni persona di questa terra avrà cura e attenzione. Questi posti non devono allinearsi a modelli che altrove mostrano il loro lato mortifero. Qui qualcosa ha retto alla grande dimenticanza, al genocidio delle tradizioni e ora questi luoghi hanno la forza del passato e dell'altrove. C è qualcosa che resiste, ma bisogna inventare la sagra del futuro, più che chiudersi nella nostalgia di un tempo che qui non è mai stato felice. Bisogna aver cura dell antico e del nuovo nello stesso tempo, in questo tempo e in questo spazio. La nostra forza sarà andare dietro al paesaggio. Nel mondo ci sarà sempre più bisogno di luoghi come questi. Altri verranno a cercarli, noi abbiamo già la fortuna di abitarli. Territorio interessato La Montagna Materana possiamo immaginarla come un arcipelago con otto isole nel cuore della Lucania un pezzo dell Italia interna, del Mediterraneo interiore: Accettura, Aliano, Cirigliano, Craco, Gorgoglione, Oliveto Lucano, San Mauro Forte, Stigliano Problemi specifici individuati L anoressia demografica caratterizza questi luoghi. I dati illustrano bene lo spopolamento della Montagna Materana. Il paradosso è che gli abitanti sono diminuiti, ma le case sono aumentate.

2 Accettura Popolazione: 1918 Calo demografico: 1861 ab ab ab.1918 Densità: 21,5 ab/km q. Superficie agraria utilizzata: 2010ha ,322 su 4.792,56 Aliano Popolazione: 1078 Calo demografico: 1861 ab ab ab.1078 Densità: 11,2 ab/km q. Superficie agraria utilizzata: 2010ha ,49 su 5.806,79 Cirigliano Popolazione: 355 Calo demografico: 1861 ab ab ab.355 Densità: 23,8 ab/km q. Superficie agraria utilizzata: 2010 ha. 794,16 su 1.098,16 Craco Popolazione: 762 Calo demografico: 1881 ab ab ab.762 Densità: 9,89 ab/km q. Superficie agraria utilizzata: 2010 ha ,33 su 5.744,48 Gorgoglione Popolazione:1001 Calo demografico: 1861 ab ab ab.1001 Densità: 26,8 ab/km q. Superficie agraria utilizzata: 2010 ha ,41 su 2.111,55 Oliveto Lucano Popolazione: 479 Calo demografico: 1861 ab ab ab.479 Densità: 15,3 ab/km q. Superficie agraria utilizzata: 2010 ha. 1566,88 su 2.850,66 San Mauro Forte Popolazione: 1658 Calo demografico: 1861 ab ab ab.1658 Densità:19 ab/km q. Superficie agraria utilizzata: 2010ha ,87 su 6.581,02 Stigliano Popolazione: 4590 Calo demografico: 1861 ab ab ab.4590 Densità:22 ab/km q. Superficie agraria utilizzata:2010 ha ,60 su ,23 Lo spopolamento e la mancanza di bambini ha fatto chiudere molte scuole, ma nessun paese deve rimanere senza scuole,(a Cirigliano non esiste più neanche la scuola elementare).

3 Per quanto riguarda i trasporti, nella Montagna Materana non ci sono ferrovie e questo purtroppo è un male comune a tutto il Sud interno. Le distanze tra un paese e l altro sono notevoli. Quando stai per arrivaresembra quasi che si allontanino, come se questi paesi non volessero farsi trovare. È l effetto di tracciati pieni di buche e di curve.non si possono eliminare tutte le curve, ma sicuramente bisogna dichiarare guerra alle buche. Il manto stradale deve essere sempre perfettamente efficiente. E gli interventi per sistemare i danni delle frane devono essere molto tempestivi. La Montagna Materana non assicura ai suoi cittadini e ai suoi visitatori un pronto soccorso in caso di interventi salvavita. Si arriva ai centri deputati quando è troppo tardi, le attese medie per le prime cure superano i 45 minuti.é una situazione insostenibile, a cui occorre porre rimedio già dall inizio della strategia. Inoltre le connessioni tra le comunità sono fortemente penalizzate dall assenza di banda larga. La maggioranza della popolazione residente in queste aree vive in zone che non sono raggiunte dall ADSL o fibra e questo non aiuta a sentirsi parte integrante di una comunità più estesa. La nostra idea di sviluppo locale La nostra idea di sviluppo localeè evitare lo spopolamento riportando residenti forti nei centri storici dei paesi. Il problema di quelli che sono andati via si aggiunge ai disertori sociali, cioè quelli che stanno qui, ma non credono a questi luoghi. Sono gli scoraggiatori militanti, i piromani del rancore, i luminari della sfiducia e del disincanto. Il fuoco centrale: l agricoltura La Montagna Materana è una e trina: il paesaggio inoperoso dei calanchi, le terre del grano, il bosco. I calanchi non davano pane e nessuno ne ha mai percepito la bellezza. Ora il canone è cambiato, ora che l Italia è tutta urbanizzata, il paesaggio vuoto diventa solenne, lirico, diventa un punto di forza dei luoghi. Le terre coltivate sono preziose. Si può continuare col grano, magari tornando al grano Cappelli, molto utile anche per la celiachia. A Stigliano c è un importante tradizione legata alla farina. Bisogna incentivare la produzione della pasta e dei prodotti da forno. I lucani dovrebbero consumare sempre di più i prodotti della loro terra. Comprare la pasta fatta col grano senatore Cappelli significa anche fare un piccolo sacrificio economico, ma si ha un prodotto più buono e più salutare. Per rilanciare l agricoltura occorre anche cambiare le abitudini dei consumatori locali. I cittadini devono capire che il futuro della propria terra dipende anche da cosa compriamo. Tra i prodotti tradizionali, bisogna dare molta più attenzione all olio. Tutti i comuni, a partire da quelli più collinari, possiedono un patrimonio olivico interessante che va organizzato e indirizzato con processi di standardizzazione produttiva. Molta attenzione ai prodotti nuovi per la zona, come il tartufo e il pistacchio introdotto tra Stigliano e San Mauro Forte. È necessario chiudere tutte le filiere dei prodotti agricoli. Per esempio, attualmente i pistacchi vengono inviati in Sicilia. Il bosco è la cassaforte della montagna materana. Dagli anni cinquanta ad oggi la superficie boschiva è aumentata del 15%. É un segno dell abbandono dei campi, ma adesso è anche un opportunità: ci sono le condizioni per riscaldare le case usando la legna del posto e non il metano. Ci sono le condizioni per attivare processi di trasformazione della legna e dei prodotti del sottobosco.

4 Qui ci sono le foreste ma non ci sono i falegnami. Nelle nostre case non c'è una sedia, un tavolo fatto con le nostre mani. E allora piuttosto che rifare le piazze ogni sei anni, bisogna fare i boscaioli, gli artigiani. Dunque, l agricoltura è il fuoco centrale della strategia, un agricoltura che produce alimenti e fa paesaggio, che riscopre vecchie pratiche e si apre alle ricerche più innovative. La vita rurale come palestra di salute morale e non come sinonimo di arretratezza. L arcaico e i nuovi saperi, l agricoltura come piattaforma per nuove produzioni industriali all insegna della bioeconomia. É importante dare alla parola contadino un prestigio che non ha mai avuto. Lo stesso vale per la pastorizia. Ai pastori in Italia non ci pensa nessuno. La vita delle pecore è piena di divieti. Nei supermercati non arriva la carne dei nostri pastori. Sarebbe il caso di fare nella Montagna Materana una Scuola Nazionale della Pastorizia, edificio scolastico più fattoria, con annesso Centro del Formaggio. Tutto questo, ovviamente, senza sottovalutare l esperienza dei caseifici esistenti. É importante trovare nuovi mercati per le materie prime agricole e per i prodotti trasformati arrivando a un sistema di certificazione per il territorio. Importante che nasca almeno un azienda che produca e distribuisca funghi e frutta del sottobosco. É importante che le persone del posto consumino quel che si produce nella propria terra. Il fuoco del futuro: turismo e cultura In certi luoghi il turismo è un'illusione. Dunque attenzione ai nomi: niente agriturismi ma osterie dei viaggiatori, per esempio. Non si può andare a sentire il silenzio in comitiva, non si va a vedere il buio col pullman, la luce non è un souvenir da portare a casa. Quello che possiamo offrire in questi nostri luoghi è la lontananza e una certa distrazione dall'attualità. La bellezza in certi casi è in quello che non c'è, in quel che non si fa. Il grande flusso turistico verso Matera indubbiamente può, almeno in piccola parte, essere dirottato anche verso i paesi della montagna materana. Craco e Aliano già adesso hanno un discreto afflusso, ma per motivi diversi non sono da sottovalutare le suggestioni che possono offrire i paesi più piccoli come Oliveto Lucano, Gorgoglione e Cirigliano. San Mauro Forte ha un notevole potenziale nella festa dei campanacci e nei palazzi baronali. La chiesa madre di Stigliano al suo interno contiene un polittico sontuoso. Sempre nel Comune di Stigliano c è il palazzo di Santo Spirito che potrebbe diventare un piccolo Beaubourg rurale, e ancora il Cinto dell'eremita, luogo di scavi archeologici di estremo interesse, la Taverna di Acinello, i mulini ad acqua di Acinello e Gannano. Bisogna immaginare azioni specifiche come il Maggio lucano, un mese in cui questi posti sono particolarmente belli e c è il grande evento del Maggio di Accettura. Un discorso simile si può fare nel mese di agosto partendo dal festival paesologico di Aliano (La luna e i calanchi), che si può allargare a tutti i paesi della montagna, come avviene con la Notte della Taranta. La forza di questi luoghi è tale che un concerto o una lettura di poesia diventano cose molto più suggestive che altrove. Nelle montagne lucane si annida qualcosa che altrove è perduto. Forse il sentore di un'italia in cui c'era ancora una pressione tra gli esseri e le cose, la semplice letizia, il semplice spavento di essere al mondo. Un senso di presenza, un qualcosa che

5 rende più commosse e commoventi le giornate. Oggi sembra che il problema sia la vicinanza, la compresenza di tutto e di tutti. Si salva solo chi è lontano, chi non c'entra, chi non segue la via dell'attualità. Si tratta sempre comunque di organizzare eventi profondamente rispettosi dei luoghi, tesi a creare occasioni di un turismo contemplativo. Oltre ai beni culturali esistenti, spesso di sorprendente bellezza, si possono creare ulteriori attrazioni semplicemente dando una destinazione a certi luoghi, e allora possiamo concepire: il Museo dell Aria, il Museo del Buio, il Museo del Silenzio. Si può immaginare di raggiungere questi luoghi dalla rete dei sentieri che già esiste nella zona e che va ulteriormente sistemata. I tratturi della transumanza oggi potrebbero ritrovare una nuova collocazione nell ambito di una strategia di ecoturismo. A Cirigliano c è già un bel parco naturalistico che va ulteriormente potenziato. Gorgoglione può essere una bellissima meta di turismo estivo. A Oliveto Lucano dalla vetta del monte Croccia si può ammirare un paesaggio straordinario. Camminare e guardare, mangiare cibo buono, respirare aria pulita: sono azioni fondamentali che spesso vengono trascurate dalle misurazioni economiche basate sul Pil. Nella Montagna Materana vorremmo realizzare un salto antropologico che produca in pochi anni una nuova alleanza tra gli uomini e la natura. E allora in questi luoghi niente plastica, riduzione del volume dei rifiuti e raccolta differenziata spinta al massimo; ridurre l uso della macchina, cercare di prefigurare realmente dei borghi biologici, dove ogni gesto della vita abbia il sapore di serena frugalità. Bisogna aprire delle crepe nella religione dell homo oeconomicus. Forse si può farlo meglio in questi luoghi dove la modernità non ha toccato le radici. Non si propone un ritorno al bel mondo antico, ma la creazione di comunità che non abbiamo mai visto, scrupolose, ma capaci di farsi tentare dalla fantasia, dall impensato, attaccate al paese senza essere paesane, comunità accoglienti verso gli stranieri, attaccate alle tradizioni, ma ben disposte alla sperimentazione di nuovi modi di produrre e di vivere la comunità. Forse in questi paesi la forma di turismo più interessante è quella che valorizza la loro identità di margine. La forza di questi luoghi è il loro non essere compiutamente globalizzati. L ospitalità da queste parti è una dote naturale, non è una furbata per vendersi meglio. Nelle operazioni di restauro bisogna rispettare le irregolarità conservando tutte le tracce che la povertà ha lasciato in questi posti. Va esaltata quell anima profonda che tanto ha incuriosito studiosi e viaggiatori nel dopoguerra. Vanno completati i progetti di recupero dei centri storici, tenendo conto delle esigenze del Progetto Pilota. É importante lavorare su Craco e anche su Alianello: non siamo innamorati delle rovine, ma è evidente che nel futuro è destinata a crescere la domanda turistica verso i luoghi abbandonati dagli uomini. Bisogna fare attenzione ai Beni culturali minori, spesso restaurati, ma il più delle volte senza una vera idea per farli vivere. Le condizioni minime per vivere da queste parti: scuola, trasporti, sanità 1. La spina nel fianco: la salute L area è prevalentemente popolata da persone anziane che molto spesso vivono da sole. Una persona su tre ha una patologia cronica. Questo significa che un numero consistente di cittadini assume costantemente una qualche terapia farmacologica, deve sottoporsi a visite di controllo più volte in un anno ed è a rischio di eventi acuti con necessità di ospedalizzazione.

6 L idea è di costruire una medicina della vicinanza, una medicina proattiva, in antitesi con il concetto di medicina di attesa che si limita ad aspettare l evento acuto. Nel nostro caso i tempi di intervento sono troppo lunghi e dunque poco tranquillizzanti per chi abita questo territorio. Se per il turismo la distanza può essere ribaltata in un elemento di attrazione, così non è per la salute. È fondamentale ragionare in un ottica di economia etica, che metta al centro gli interessi delle persone più che quelli aziendali. I concetti cardine dunque su cui lavorare sono: capacità di gestione, prevenzione e resilienza in emergenza. Sarà necessario potenziare alcune delle funzioni dell'ospedale Distrettuale di Stigliano che ospiterà una Centrale di Ascolto come terminale di processi di telemedicina dislocati in ciascun comune dell'area e disponibili in modo diffuso per tutte le persone con i necessari criteri di eleggibilità. Si pensi, ad esempio, che un kit di strumenti diagnostici comprensivo di device per la misurazione della glicemia, della pressione arteriosa, saturimetria, bilancia ed ecg monotraccia, collegati in tempo reale alla centrale di ascolto ha un costo annuo di circa 500 euro per paziente. Di contro un solo ricovero ospedaliero ha mediamente il costo di circa euro. Altro obiettivo sarà la strutturazione di Centri Esperti che eroghino servizi di presa in carico dei pazienti secondo i modelli già sperimentati in tante parti del mondo, con personale opportunamente formato. Si tratta pertanto di riformulare una visione e una struttura con tutti i soggetti interessati: ASL, 118, Regione, Comuni, che conduca alla stesura capillare di protocolli e prassi, alla implementazione nei luoghi delle necessarie dotazioni e risorse umane, perché si possa studiare il paziente in modo sicuro e nel minor tempo possibile, lì dove l'evento ha origine. E' un fatto di equità. Assicurata la parte scrupolosa del progetto, si può pensare più utopicamente di trasformare uno dei paesi più piccoli della zona in un paese del benessere, un luogo in cui le persone possano trovare una serie di occasioni per migliorare la propria forma fisica: palestre, percorsi all aria aperta, luoghi per il massaggio e per la fisioterapia, un centro di medicine alternative che possa accogliere persone anche da luoghi lontani. 2. Un messaggio chiaro: la scuola ovunque Il primo punto è che nessun paese deve restare senza scuole. È importante che venga riaperta anche la scuola elementare a Cirigliano. Sarebbe un iniziativa di grande valore simbolico, anche se un po forzata nel quadro delle attuali normative. La scuola come focolaio della comunità. Il motto dovrebbe essere questo: piccoli paesi, grande scuola. Si può immaginare la creazione di un nuovo polo formativo che si potrebbe chiamare Liceo della terra. Sarebbe un luogo dove si lavora all intreccio tra il computer e il pero selvatico, la forza del passato e la passione del futuro. Una struttura per adulti e ragazzi, un centro di formazione permanente contro l analfabetismo di ritorno: corsi di poesia e di potatura, corsi di geografia e di orticoltura, corsi di arte civica. Un liceo che sia un luogo dove si accompagnano le dinamiche di sviluppo e innovazione, coinvolgendo giovani delle migliori università del mondo, ma anche apicultori, artigiani, boscaioli. Una volta le scuole di campagna erano sinonimo di arretratezza. Adesso si potrebbero usare edifici esistenti, ristrutturarli e fare le scuole nel bosco. Scuole per i nonni, i genitori, i nipoti e gli insegnanti che vengono da fuori. È sempre bene puntare sull intreccio d intimità e distanza, i saperi di chi risiede e quelli di chi arriva. Scuole che aprono il primo Maggio e chiudono il 30 settembre, scuole dove si può studiare sotto un albero. Fare di più e meglio, perché in luoghi come questi la scuola è più importante che altrove.

7 Immaginiamo che tutte le scuole siano aperte anche di pomeriggio e pure nei mesi estivi. Si studia la geografia, si studia la poesia, facendo ricorso direttamente alla presenza dei più importanti poeti italiani. Ogni paese deve avere una casa specificamente predisposta per le residenze degli artisti. Molta attenzione sarà riservata alla musica. I musicisti lavorano nella scuola e fuori. L idea è di arrivare alla formazione di una Banda della Montagna Materana. La banda diventa anche un ulteriore motivo per far conoscere i luoghi. C è la musica e c è il canto. Faremo l'albero del Canto. Ogni paese un ramo fatto con le voci delle donne perché le donne hanno la memoria dei canti. Con queste voci ridaremo un suono ai paesi per evitare cheabbiano il rumore del coma. Si può immaginare di creare anche un archivio Musiche di Tradizione della Montagna Materana. La musica è un potente riattivatore della vita comunitaria ed è stata poco valorizzata nelle precedenti programmazioni. 3. Muoversi in montagna Si può immaginare di affidare le strade interne a dei custodi che ne curino la manutenzione ordinaria: in generale bisogna prevedere più risorse per gli interventi di manutenzione. Occorre completare la Cavonica e le bretelle di collegamento dei comuni alle arterie principali Bisogna creare un piccolo autobus della montagna, molto comodo, capace di essere esso stesso una sorta di pubblicità nomade: un mezzo che porti all esterno e all interno le immagini della montagna materana. Dal primo maggio al trenta settembre si può immaginare che ci siano anche corse che partano da Matera ogni mattina verso i paesi della montagna materana. Inoltre è necessario istituire servizi di trasporto a chiamata, specialmente per le persone che si spostano per motivi medici, possiamo chiamarlo taxi sociale. Di questi servizi che possono completare i buchi del servizio pubblico si possono occupare i ragazzi delle cooperative di comunità che saranno costituire in ogni paese. 4. Le comunità in rete Queste aree sono fortemente penalizzate dall assenza di banda larga essenzialmente perla mancanza delle infrastrutture e lo scarso interesse da parte degli operatori a gestire le infrastrutture presenti poiché il bacino di utenza è considerato economicamente poco rilevante per giustificare investimenti nel settore. E importante dunque che vengano realizzati al più presto gli interventi previsti dalla Regione a favore della banda larga per connettere tali comunità con la comunità più estesa di internet. Risultati attesi Sul fronte della salute: diminuzione sensibile degli eventi acuti: codici rosso o verde in triage di emergenza. Si pensi, ad esempio, che secondo studi recenti fra le cause più frequenti di eventi acuti, soprattutto nell'anziano e nel grande anziano, vi è la non corretta assunzione della terapia. Sul fronte della scuola: migliorare l offerta formativa esistente e aggiungere nuove scuole con un impostazione aderente allo spirito del Progetto Pilota.

8 Sul fronte dei trasporti: migliorare la condizione delle strade esistente e realizzare le bretelle indispensabili a ridurre la distanza dalle grandi arterie, Sul fronte dello sviluppo locale: Ridurre lo spopolamento e la propensione all emigrazione; Portare nuovi residenti nei paesi, residenti forti, italiani e stranieri, persone che lavorano e che vivono i luoghi con entusiasmo e voglia di fare. Da questo punto di vista bisogna guardare senza troppa diffidenza all inserimento disciplinato e organizzato di piccoli nuclei di profughi; Aumentare l occupazione per un agricoltura multifunzionale, specialmente quella giovanile; Aumentare le presenze turistiche; Migliorare sensibilmente la velocità della Rete, la banda larga è da considerare tra i risultati primari. Cambiare la percezione dei luoghi da parte di chi li abita. Rendere gli abitanti più consapevoli della bellezza e delle opportunità che offrono questi luoghi. Aumentare la sensibilità ai beni comuni. I protagonisti I sindaci degli otto comuni, il loro referente politico e il loro referente tecnico; Il referente della regione; Il referente del Ministero; Soggetti partecipati degli enti locali; I giovani residenti nel paese e quelli che stanno attualmente fuori, con particolare attenzione al contributo delle donne; I focus di paese, un luogo dove i cittadini seguono il processo in corso, proponendo idee e assicurando un controllo democratico sul processo; Associazioni di categoria; Università di Basilicata e altre università eventualmente interessate; Parchi; Gal; Aziende e imprese locali; Aziende nazionali e internazionali; Centri studi; Azienda Sanitaria; Pro Loco; Associazioni culturali e sportive.

9 STRUTTURA DI PROGRAMMA

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

toscan i pri m i 'in Europa"

toscan i pri m i 'in Europa GG toscan i pri m i 'in Europa" IL sistema degli aeroporti toscani «è il nostro fiore all'occhiello», dice Martin Eurnekian ieri sulla pista di Peretola insieme al presidente di Corporacion America Italia,

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

"Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare

Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare "Ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare mediante la comunicazione le condizioni della sua vita". Questo è l'incipit della Carta dei Diritti della

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Edizione N 8 Mese GIUGNO/LUGLIO 2011. Giorni da ricordare nei mesi di APRILE e MAGGIO. 28/05/2011 Qui affianco la nostra Elide che compie 100 anni!!!

Edizione N 8 Mese GIUGNO/LUGLIO 2011. Giorni da ricordare nei mesi di APRILE e MAGGIO. 28/05/2011 Qui affianco la nostra Elide che compie 100 anni!!! 09/05/2011 e 16/05/2011 Fazzoletto Bandiera con i ragazzi del catechismo!! 12/05/2011 Uscita al mercato Paesano.. 18/04/2011 CINOTERAPIA!! 08/05/2011 FESTA DELLA MAMMA 03/04/2011 Canti e Balli con Rinaldo

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015)

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) Conferenza Episcopale Italiana MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) SOLIDALI PER LA VITA «I bambini e gli anziani costruiscono il futuro dei popoli; i bambini perché porteranno

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI SALUTE E BENESSERE MASEC COS E È la mutua assistenza volontaria dei piccoli imprenditori e delle loro famiglie,

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione UNICEF Centro di Ricerca Innocenti COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione Per ogni bambino Salute, Scuola, Uguaglianza, Protezione Firenze, 15 marzo 2004 UNICEF Centro

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli