Direttore: dott. Massimo Leone

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Direttore: dott. Massimo Leone"

Transcript

1 Direttore: dott. Massimo Leone

2 Totale Arresti Cardiaci 1 Gennaio-30 Aprile 2009: 2755 AC confermati Area Sud 571 (21%) Non tentate 184 (32%) Non cardiaca 83 (35%) Rianimazioni tentate 236 (41%) Eziologia cardiaca 153 (65%) Socc. Occ. 92 (60%) BLSD 15 (10%) ALS 13 (8%) Nessuno 22 (14%) N.D. 11 (7%)

3 AC ad etiologia Cardiaca, Testimoniati da Soccorritori Occasionali 92 FV 20 (22%) TVSP 1 (1%) PEA 17 (18%) ASISTOLIA 53 (58%) N.D. 1 (1%) ROSC 4 (4%) SURVIVED EVENT 1 (1%)

4 C.O. 118 Pronto Soccorso Attivo DEA I livello DEA II livello 11 postazioni ALS medicalizzate 7 postazioni BLSD non medicalizzate

5 C.O. 118 Di norma a carattere settoriale nei 3 ospedali per acuti: Brindisi, Ostuni e Francavilla Centralizzazione provinciale diretta nel DEU II livello di Brindisi per: 1-STEMI, 2-Trauma maggiore, 3-Ictus 4-ROSC Kajino K Resuscitation, postazioni ALS medicalizzate 7 postazioni BLSD non medicalizzate

6 118 ACLS BLSD Cummins RO Circulation, 1991 Iwami T Circulation, 2009 Lund-Kordahl I Resuscitation, 2010

7 Arresti Cardiaci (Agosto 2002 Ottobre 2010): 2912 ROSC Disptach T-CPR B-CPR DAE ALS Deceduto sul luogo (SE) Survived Event in Pronto Soccorso (PRC) Post Resuscitation Care Centrale Operativa 118: compilazione scheda Utstein-Style + lettura dati memory card

8 HeartStart FR2 HeartStart MRx

9

10 Chiamata al 118 RCP del testimone DAE Centro di Formazione Permanente 32 DAE per lay bystander : Polizia Stradale, Vigili Urbani, Aeroporto, Zona industriale di Brindisi, Centri Commerciali

11 Chiamata al 118 RCP del testimone DAE Centro di Formazione Permanente Nell arresto cardiaco extra-ospedaliero, il dispatch effettuato in base ai sintomi (symptom VS diagnosis related) correla con un significativo ritardo nello start della RCP e ad una ridotta percentuale di sopravvivenza. Axelsson c Eur J Emerg Med, 2009 La formazione mirata a riconoscere il gasping sulla base delle informazioni riferite dal testimone dell evento (bystander) aumenta significativamente la T-CPR (telephone cardiopulmonary resuscitation), e quindi la percentuale di sopravvivenza. Bohm K Resuscitation, 2009

12 Chiamata al 118 RCP del testimone DAE Centro di Formazione Permanente Meta-analisi: 79 studi, OHCA ( ): survival rate to hospital admission = 23.8% survival to hospital discharge = 7.6 % La percentuale di sopravvivenza alla dimissione (7.6 %) è rimasta invariata negli ultimi 30 anni Survival to hospital discharge stratified by baseline rates: witnessed by a bystander 6.4 to 13.5 % witnessed by EMS 4.9 to 18.2 % bystander CPR 3.9 to 16.1 % initial cardiac rhythm (FV/TV) 14.8 to 23.0 % Sebbene l arresto cardiaco è testimoniato nel 53%, l RCP da testimone dell evento è eseguita nel 32% dei casi. Sasson C Circ Cardiov Q Outc, 2010

13 Chiamata al 118 RCP del testimone DAE Centro di Formazione Permanente Swedish Education Programmes ( ): circa 2 milioni di laici formati in RCP utilizzando il principio della cascata formativa. Cascade Principle Instructor-trainers who train instructors who then train rescuers in CPR Arresti cardiaci con RCP effettuata dai testimoni dell evento: 31% nel % nel 2007 (bystander CPR attempts) Stromsoe A Resuscitation, 2010 Bystander CPR was associated with an increased proportion of patients found in a shockable rhythm and a lower number of shocks to receive ROSC Nordberg P Resuscitation, 2009

14 Chiamata al 118 RCP del testimone DAE Centro di Formazione Permanente ILCOR International Liaison Commitee of Resuscitation SAFRC AHA Training Center ACLS ERC AUShlf IRC Centro di Riferimento Regionale BLSD Centro di Formazione PBLSD - PTC Formazione certificata 118 Autorizzazione all utilizzo del DAE

15 Chiamata al 118 RCP del testimone DAE Centro di Formazione Permanente Periodo: oltre esecutori RCP (BLSD) Popolazione servita dal 118 Brindisi: Periodo: Gen2007 Mag % di AC testimoniati 22% di RCP da bystander Rianimazioni non tentate: 470 Arresti cardiaci confermati: 1478 Rianimazioni tentate: 1008 Bystander CPR did not significantly improve survival in phase I (call-toshock time < 5 min) and phase II (call-to-shock time: 5-8 min) of cardiac arrest with VF. Increased ROSC and neurologically intact survival alone in phase III (call-to-shock time > 8 min) Campbell RL Resuscitation, 2007 Asistolia: 238 Arresti cardiaci testimoniati: 437 FV: 124 ROSC: 59 Eziologia cardiaca: 696 Arresti cardiaci non testimoniati: 259 PEA: 72 Eziologia non cardiaca: 312 Survived Event 47 Deceduti nel DEA: 12

16 Chiamata al 118 RCP del testimone DAE Centro di Formazione Permanente Alcuni TRIALS hanno dimostrato che: The Public Access Defibrillation (PAD) will have a minimal impact on population survival al punto che altri autori suggeriscono che: l installation of AED in public places should be based on the long-term study of local OHCA demography and preceded by widespread BLS training of lay population Katz E Rev Med Suisse, 2008 AC a domicilio 67.8 % (Singapore) Ong ME Resuscitation, 2008 AC a domicilio 71 % (Svezia) Herlitz J Resuscitation, 2008 Nel periodo Giugno 2008 Maggio 2010 sono stati registrati: 810/978 AC a domicilio (K) 82.8 % 96/978 AC per strada (S) 9.8 % 63/978 AC in altri luoghi (Z) 6.4 %

17 Chiamata al 118 RCP del testimone DAE Centro di Formazione Permanente Anno 2009 A.C. Totali: 521 R. Tentate: (al 31 Ottobre) AC totali Rianimazioni tentate Eziologia Cardiaca AC testimoniato % 54 29% FV ROSC SE Anno 2010 A.C. Totali: 398 R. Tentate: 260 E. Cardiaca: 239 E. Cardiaca: 185 A. testimoniato: 147 A. testimoniato: 54 F.V.: 34 F.V.: 50 F.V.: 32 F.V.: 11 ROSC: 12 (35%) ROSC: 18 (36%) ROSC: 17 (53%) ROSC: 6 (54%) S.E.: 8 (24%) S.E.: 12 (24%) S.E.: 14 (44%) S.E.: 5 (45%)

18 118 Settorizzazione Tempi di intervento Postazione 118-ALS Postazione 118-BLSD Automedica

19 118 Settorizzazione Tempi di intervento La densità di popolazione riferita ad una singola postazione mezzi (118) correla direttamente con la sopravvivenza da arresto cardiaco. Stapczynski JS Acad Emerg Med, 1997 Tab. 2 Fasano Cisternino Ostuni Ceglie Francavilla S. Vito Mesagne S. Pietro Sandonaci Brindisi Totale FV ROSC-FV Le postazioni mezzi 118 dei centri abitati a piccola/media densità abitativa (S. Vito dei N., Cisternino, S. Pietro V.co, Fasano, Ostuni) correlano con una migliore percentuale di sopravvivenza rispetto ai centri abitati a più alta densità abitativa (Brindisi). Leone M GIMUPS, 2005

20 118 Settorizzazione Tempi di intervento La percentuale di sopravvivenza (S.E.) a Goteborg (28%) è quasi il doppio rispetto a Stoccolma (16%) ed è determinata esclusivamente da fattori pre-ospedalieri (pre-hospital time intervals), senza sostanziale differenze nella variabile in-hospital mortality o patient characteristics Hollenberg J Resuscitation, 2007 GIS Geographic Information Systems: l acquisizione di un pattern di distribuzione geografica degli arresti cardiaci, nel territorio di competenza, è utile per il posizionamento delle ambulanze, dei DAE, training in RCP e programmi PAD, tenuto anche conto del fattore circadiano: il numero di AC è raddoppiato durante il giorno ( ) rispetto alla notte (19:00-7:00). Ong ME Resuscitation, 2008

21 118 Settorizzazione Tempi di intervento Casistica = OHCA testimoniati Time Interval: from collapse-to-call for medical help from collapse-to-first RCP form collapse-to-first shock Iwami T Circulation, 2009 Early response time.. in termini di: EMS dispatch-to-arrival time Mosier J Acad Emerg Med, 2010 Rapid EMS response ( call-to-shock : mean 6.5 min) Rapid defibrillation 46.3% survival from witnessed VF OHCA Agarwal DA Resuscitation, 2009

22 Utstein-Style Popolazione servita dal 118 Brindisi: Arresti cardiaci confermati: 555 Rianimazioni non tentate: 81 Rianimazioni tentate: 474 La media dei tempi, dalla chiamata all arrivo sul luogo dell evento, è stata di 6.28 minuti (DS +/- 3.01) per il territorio urbano e di minuti (DS +/- 3.24) per il territorio extra-urbano. Eziologia cardiaca: 379 Eziologia non cardiaca: 95 Arresti cardiaci testimoniati: 345 Arresti cardiaci non testimoniati: 34 Asistolia: 184 FV: 111 (+ TV senza polso: 2) PEA: 48 ROSC: 7 ROSC: 48 ROSC: 4 Ricoverati: 45 Deceduti nel DEA: 3

23 Utstein-Style Popolazione servita dal 118 Brindisi: Arresti cardiaci confermati: 978 ( *) Rianimazioni non tentate: Rianimazioni tentate: 658 ( *) Eziologia cardiaca: 451 ( *) Eziologia non cardiaca: Arresti cardiaci testimoniati: 277 ( *) Arresti cardiaci non testimoniati: Asistolia: 162 ( *) FV: 68 ( *) PEA: 47 ( *) ROSC: 31 ( *) Survived Event 27 ( *) Deceduti nel DEA: 4 ( *)

24 ALS services improved the intermediate but non the final outcomes: 29% VS 21% ROSC - 23% VS 15 % S.E. Survival to hospital discharge: 7% VS 5% Ma MH Resuscitation, 2007 A physician on board on the advanced life support unit was non identified as an independent factor of improved survival Estner HL Am Heart J, 2007 Delaying a shock after ALS-takeover from the automated external defibrillator is associated with decreased survival in almost two-third of cases Berdowski J Resuscitation, 2010 ECG post-rosc: higher survival rate among patients with STEMI Pleskot M Resuscitation, ALS

25 Adulto Eziologia cardiaca Testimoniato Ritmo di insorgenza (FV TV senza polso) Pediatrico Altra eziologia Non testimoniato Ritmo non defibrillabile (PEA Asistolia) ABCD sec. (causa reversibile) Subsequent VF with defibrillation was associated with better outcomes among patients with an initial non-shockable rhythm Kajino K Resuscitation, ALS

26 Popolazione servita dal 118 Brindisi: Arresti cardiaci confermati: 1103 Rianimazioni non tentate: 134 Rianimazioni tentate: 969 Eziologia cardiaca: 721 Eziologia non cardiaca: 248 Arresti cardiaci testimoniati: 574 Arresti cardiaci non testimoniati: 147 Asistolia: 322 FV: 157 PEA: 95 ROSC: 69 Ricoverati: 59 Deceduti nel DEA: 10

27 Popolazione servita dal 118 Brindisi: Arresti cardiaci confermati: 1478 Average of 416 days to implement the 2005 AHA LG Bigham BL Prehosp Emerg Care 2010 Rianimazioni non tentate: 470 Rianimazioni tentate: 1008 Eziologia cardiaca: 696 Eziologia non cardiaca: 312 Arresti cardiaci testimoniati: 437 Arresti cardiaci non testimoniati: 259 Asistolia: 238 FV: 124 PEA: 72 ROSC: 59 Survived Event 47 Deceduti nel DEA: 12

28 Survival after OHCA was increased after improving link of our Chain of Survival, Quality of ALS and Post-Resuscitation Care (PRC) Lund-Kordahl I Resuscitation, 2010 PRC Post Resuscitation Care has emerged as an important predictor of survival from OHCA: ruolo dei Critical Care Medical Centers (CCMCs) Kajino K Resuscitation, 2010 Post Resuscitation Care Survival was not significantly impacted by prehospital transport interval (bypassing the closest hospital to specialized care) Spaite DW Resuscitation, 2008

29 Ferreira I Neth Heart J, 2009 Whitfield AM Crit Care Resusc, 2009 Bro-Jeppesen J Resuscitation, 2009 Rittenberger JC Resuscitation, 2008 Gaieski DF Resuscitation, 2009 Plaskot M Cardiology, 2008 Marcusohn E Isr Med Assoc J, 2007 Post Resuscitation Care Discharge rate from hospital, neurological outcome and 1- year survival improved after standardisation of post resuscitation care (TMH, PCI, control of haemodynamics, blood glucose, ventilation and seizures) Sunde K Resuscitation, 2007

30 Chiamata al 118 RCP del testimone DAE 118 Settorizzazione Tempi di intervento SISTEMA 118 EMS -Responsibility Post Resuscitation Care 118 ALS

Sistema 118 Brindisi: percentuale di sopravvivenza nella morte cardiaca improvvisa.

Sistema 118 Brindisi: percentuale di sopravvivenza nella morte cardiaca improvvisa. Pubblicato su: GIMUPS vol. 7, n. 3, Dicembre 2005 Sistema 118 Brindisi: percentuale di sopravvivenza nella morte cardiaca improvvisa. Dott. Massimo Leone Dirigente Responsabile 118 Brindisi Introduzione

Dettagli

IL RUOLO DEL PS NELLA CATENA DEL SOCCORSO

IL RUOLO DEL PS NELLA CATENA DEL SOCCORSO ARRESTO CARDIACO: IL RUOLO DEL PRONTO SOCCORSO Dr.ssa Rita Previati U.O. Medicina Emergenza-Urgenza Azienda Ospedaliero Universitaria Ferrara Società Medico Chirurgica Azienda Ospedaliero-Universitaria

Dettagli

LAUREA MEDICINA E CHIRURGIA Sede Università degli Studi di Perugia Voto 110/110 Data 25/10/1983

<Emilia Filicetti> LAUREA MEDICINA E CHIRURGIA Sede Università degli Studi di Perugia Voto 110/110 Data 25/10/1983 INFORMAZIONI PERSONALI Nome FILICETTI EMILIA CF FLC MLE 57B55I896I Indirizzo Via Roma 191/D, 87058 Spezzano Sila- Cosenza Telefono 0984 435940 340 6884568 e-mail emiliafilicetti@tiscali.it Nazionalità

Dettagli

UPDATE DEFIBRILLAZIONE PRECOCE

UPDATE DEFIBRILLAZIONE PRECOCE Regione Lombardia Azienda Ospedaliera Sant Anna DIPARTIMENTO DI EMERGENZA-URGENZA Presidio Ospedaliero Sant Anna U.O. ANESTESIA E RIANIMAZIONE II Servizio Sanitario Urgenza-Emergenza 118 Direttore: dr.

Dettagli

BLSD e Aspetti giuridici della professione infermieristica

BLSD e Aspetti giuridici della professione infermieristica 2 CONVENTION DELLE UTIC DEL PIEMONTE E VALLE D AOSTA BLSD e Aspetti giuridici della professione infermieristica Laura Pozzo Laura Pozzo ASL TO2 osp. Maria Vittoria Torino La formazione in emergenza di

Dettagli

Modello di Accreditamento della Regione Emilia Romagna. Procedura di attivazione del Team Medico d Eemergenza INDICE

Modello di Accreditamento della Regione Emilia Romagna. Procedura di attivazione del Team Medico d Eemergenza INDICE Sez. 8 Pag. 1 di 6 INDICE MODIFICHE... 2 OGGETTO... 2 SCOPO... 2 CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 DEFINIZIONI... 3 CONTENUTO... 3 RESPONSABILITÀ OPERATIVE... 3 CRITERI DI ATTIVAZIONE

Dettagli

Le urgenze in età pediatrica. Introduzione al PBLSD

Le urgenze in età pediatrica. Introduzione al PBLSD Le urgenze in età pediatrica Roma - 24 gennaio 2015 Introduzione al PBLSD Fabio Carlucci Pietro Gallegra BLS-D / PBLS-D ILCOR EPILS / EPLS P-ALS PTC / ETC BLS / PBLS AHA ILS PEARS ERC International Liaison

Dettagli

ARRESTO CARDIACO PREOSPEDALIERO: ESPERIENZE A CONFRONTO. REGISTRO NAZIONALE SIS118

ARRESTO CARDIACO PREOSPEDALIERO: ESPERIENZE A CONFRONTO. REGISTRO NAZIONALE SIS118 4 CONGRESSO NAZIONALE SOCIETA ITALIANA SISTEMA 118 BARI 14-16 16 DICEMBRE 2006 ARRESTO CARDIACO PREOSPEDALIERO: ESPERIENZE A CONFRONTO. REGISTRO NAZIONALE SIS118 A.Furgani, G.Pallini, S.Pappagallo, S.Ruffoni

Dettagli

Emergenza Urgenza Soccorso

Emergenza Urgenza Soccorso Emergenza Urgenza Soccorso I corsi di formazione...poche ore della tua vita possono salvare una vita... Premessa Una serie di anelli può formare una catena, dove la forza della catena è costituita dalla

Dettagli

R E G I O N E P U G L I A

R E G I O N E P U G L I A Obj100 R E G I O N E P U G L I A Area Politiche per la promozione della salute delle persone e delle pari opportunità Servizio Programmazione Assistenza Territoriale e Prevenzione PROGETTO DEEP IMPACT

Dettagli

Dott.ssa Rita Imeneo 1

Dott.ssa Rita Imeneo 1 Dott.ssa Rita Imeneo 1 INDAGINI 2007 Regione Piemonte Questionario Emergenze Ospedaliere Progetto GCA: indagine delle Direzioni Sanitarie dei Presidi Ospedalieri pemontesi (escluse le aree critiche) Variabile

Dettagli

Constatazioni RCP RCP - ACR da eziologia non cardiaca RCP - ACR da eziologia cardiache

Constatazioni RCP RCP - ACR da eziologia non cardiaca RCP - ACR da eziologia cardiache Consueto appuntamento con i dati delle RCP effettuate nel corso del 2011. Come già detto nei report degli anni precedenti i dati riguardano gli interventi effettuati dalle auto mediche di Bologna che coprono

Dettagli

Basic Life Support Defibrillazione Automatica Esterna nell adulto (BLS DAE) Linee guida AHA 2005

Basic Life Support Defibrillazione Automatica Esterna nell adulto (BLS DAE) Linee guida AHA 2005 Basic Life Support Defibrillazione Automatica Esterna nell adulto (BLS DAE) Linee guida AHA 2005 Catena della sopravvivenza AHA 2005 Traduzione da: Circulation: part IV - 13 December, 2005. Daniel Pasquali

Dettagli

Arresto cardiaco extra-ospedaliero e rianimazione cardio-polmonare: stato dell arte in provincia di Bergamo. Centrale Operativa 118, AAT Bergamo

Arresto cardiaco extra-ospedaliero e rianimazione cardio-polmonare: stato dell arte in provincia di Bergamo. Centrale Operativa 118, AAT Bergamo Arresto cardiaco extra-ospedaliero e rianimazione cardio-polmonare: stato dell arte in provincia di Bergamo Fulvio Kette, Oliviero Valoti Fulvio Kette, Oliviero Valoti Centrale Operativa 118, AAT Bergamo

Dettagli

DAE e PROGETTI PAD. Enrico Baldi. Pavia nel Cuore Robbio nel Cuore

DAE e PROGETTI PAD. Enrico Baldi. Pavia nel Cuore Robbio nel Cuore DAE e PROGETTI PAD Enrico Baldi Pavia nel Cuore Robbio nel Cuore Uso dei DAE I DAE sono sicuri ed efficaci quando usati da laici con minima formazione o senza formazione Yeung et al., Resuscitation 2011:

Dettagli

REGIONE CALABRIA. Definizione e dati statistici della Morte Cardiaca nella Regione Calabria.

REGIONE CALABRIA. Definizione e dati statistici della Morte Cardiaca nella Regione Calabria. Programma della Regione Calabria per la diffusione e l utilizzo dei defibrillatori semiautomatici esterni (DAE) secondo il decreto interministeriale 18 marzo 2011 Definizione e dati statistici della Morte

Dettagli

Defibrillazione Precoce

Defibrillazione Precoce Capitolo 3 Defibrillazione Precoce RegioneLombardia 2006 Obiettivi Sapere - Saper Fare - Saper Essere utilizzando il DAE Struttura del Corso Regionale ILCOR 2000-2005 (ERC ed AHA) 5 ore verifica manovre

Dettagli

BLS-D Basic Life Support Defibrillation

BLS-D Basic Life Support Defibrillation BLS-D Basic Life Support Defibrillation Università degli Studi di Sassari U.O. di Anestesia e Rianimazione Obiettivi e Struttura del corso Obiettivi: Acquisire conoscenze teorico pratiche in tema di Rianimazione

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Giannoccaro Fabiola Data di nascita 06/07/1964

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Giannoccaro Fabiola Data di nascita 06/07/1964 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Giannoccaro Fabiola Data di nascita 06/07/1964 Qualifica Amministrazione I Fascia ASL DI TARANTO - TA Incarico attuale Dirigente ASL I fascia - Struttura Complessa CO 118 Numero

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail FABRIZIO ZORZAN Nazionalità ITALIANA Data di nascita 28/05/1973 ESPERIENZA

Dettagli

La rianimazione cardiopolmonare: consensi e dissensi nelle linee guida

La rianimazione cardiopolmonare: consensi e dissensi nelle linee guida Azienda Ospedaliera di Verona Pronto Soccorso Policlinico G.B. Rossi Primario: Dott. C. Pistorelli La rianimazione cardiopolmonare: consensi e dissensi nelle linee guida Dott. Adriano Valerio Centro Nazionale

Dettagli

SIS 2009 PERUGIA RAIMONDI MAURIZIO. I.R.C.C.S. Fondazione Policlinico S.Matteo, PAVIA

SIS 2009 PERUGIA RAIMONDI MAURIZIO. I.R.C.C.S. Fondazione Policlinico S.Matteo, PAVIA RCP MECCANICA MEDIANTE AUTOPULSE : 4 ANNI DI ESPERIENZA RAIMONDI MAURIZIO AREU L b di AAT 118 PAVIA AREU Lombardia, AAT 118 PAVIA, I.R.C.C.S. Fondazione Policlinico S.Matteo, PAVIA ILCOR 2005 GRANDE ENFASI

Dettagli

Linee guida 2010. Fulvio Kette

Linee guida 2010. Fulvio Kette Linee guida 2010 Fulvio Kette Camogli, 12 novembre 2010 Ma è cambiato tutto di nuovo? 1992 => 2000 2000 => 2005 2010 Metodo e contenuti delle nuove Linee Guida Sempre maggiore aderenza alla metodologia

Dettagli

Save Lives. Versione stampabile

Save Lives. Versione stampabile Save Lives Versione stampabile 1Save Lives Non bisogna essere medici per salvare una vita... È sufficiente disporre di una tecnologia semplice Sapevate che una persona con conoscenze di base sulla rianimazione

Dettagli

BLS-D Basic Life Support Defibrillation

BLS-D Basic Life Support Defibrillation Manovre di rianimazione BLS-D Basic Life Support Defibrillation Catena della sopravvivenza Supporto vitale di base-defibrillazione Manovre di rianimazione BLS-D Basic Life Support Defibrillation La cosa

Dettagli

EMS and Cardiovascular Events: Management of pre-hospital Path

EMS and Cardiovascular Events: Management of pre-hospital Path EMS and Cardiovascular Events: Management of pre-hospital Path Eventi Cardiologici: Allerta, Approccio, Inquadramento Clinico del 118 Guido F. Villa Direzione Sanitaria AREU AREU e le RETI di Emergenza

Dettagli

BLS (Basic Life support)

BLS (Basic Life support) BLS (Basic Life support) BLS-D (Basic Life support and Defibrillation) Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI SAPERE BLS Basic Life Support OBIETTIVI BLS e BLS-D La catena della sopravvivenza SAPER FARE

Dettagli

La defibrillazione precoce

La defibrillazione precoce L American Heart Association ha stimato che più di una persona ogni mille, in particolare tra i 45 e i 65 anni muore di morte improvvisa. La Morte Cardiaca Improvvisa (MCI) è l effetto di un circolo vizioso

Dettagli

Dott. ssa Laura Grassi U.O Cardiologia NOCSAE

Dott. ssa Laura Grassi U.O Cardiologia NOCSAE Le emergenze nello studio medico e/o odontoiatrico. Linee guida internazionali sulla rianimazione cardiopolmonare: novità 2015, aspetti teorici e pratici. Dott. ssa Laura Grassi U.O Cardiologia NOCSAE

Dettagli

LINEE GUIDA ILCOR 2010 Guida ai cambiamenti. Croce Rossa Italiana Gruppo Nazionale Formatori BLSD CRI

LINEE GUIDA ILCOR 2010 Guida ai cambiamenti. Croce Rossa Italiana Gruppo Nazionale Formatori BLSD CRI LINEE GUIDA ILCOR 2010 Guida ai cambiamenti Croce Rossa Italiana Gruppo Nazionale Formatori BLSD CRI LINEE GUIDA ILCOR 2010 Contenuto della presentazione I principali cambiamenti nei protocolli di BLS

Dettagli

Basic Life Support and early Defibrillation. Supporto vitale di base e defibrillazione precoce B.L.S.-D.

Basic Life Support and early Defibrillation. Supporto vitale di base e defibrillazione precoce B.L.S.-D. Basic Life Support and early Defibrillation Supporto vitale di base e defibrillazione precoce Prof. M. Scafuro B.L.S.-D. E l insieme delle procedure salvavita necessarie per soccorrere un soggetto che

Dettagli

Corso BLSD per Laici. Basic Life Support Defibrillation Supporto Vitale di Base e Defibrillazione

Corso BLSD per Laici. Basic Life Support Defibrillation Supporto Vitale di Base e Defibrillazione Corso BLSD per Laici Dott. Claudio Pagliara European Resuscitation Council Corso BLSD per Laici Basic Life Support Defibrillation Supporto Vitale di Base e Defibrillazione ARRESTO CARDIORESPIRATORIO Negli

Dettagli

NEL CUOREUORE DELLO SPORTPORT FONDAZIONE ANTONIO VALENTINO ONLUS

NEL CUOREUORE DELLO SPORTPORT FONDAZIONE ANTONIO VALENTINO ONLUS NEL CUOREUORE DELLO SPORTPORT FONDAZIONE ANTONIO VALENTINO ONLUS Introduzione La opera dal 2000 nel settore della ricerca scientifica per lo studio delle cardiomiopatie di origine genetica, causa di morte

Dettagli

ADVANCED CARDIOVASCULAR LIFE SUPPORT AHA (ACLS) 24 e 25 settembre 2014 Sala formazione 4 piano ala nord - Legnago

ADVANCED CARDIOVASCULAR LIFE SUPPORT AHA (ACLS) 24 e 25 settembre 2014 Sala formazione 4 piano ala nord - Legnago CENTRO DI FORMAZIONE EMERGENZA 21 ADVANCED CARDIOVASCULAR LIFE SUPPORT AHA (ACLS) 24 e 25 settembre 2014 Sala formazione 4 piano ala nord - Legnago Obiettivi Del Corso 1. Potenziare conoscenze e competenze

Dettagli

Linee guida regionali per l accreditamento dei soggetti erogatori dei corsi. BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATION (BLSD) a personale non sanitario

Linee guida regionali per l accreditamento dei soggetti erogatori dei corsi. BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATION (BLSD) a personale non sanitario ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1014 DEL 30 MAGGIO 2014 PREMESSA Linee guida regionali per l accreditamento dei soggetti erogatori dei corsi BASIC LIFE SUPPORT DEFIBRILLATION (BLSD) a personale non sanitario

Dettagli

Croce Rossa Italiana BLSD. Rianimazione cardiopolmonare di base e. (linee-guida scientifiche ERC-ILCOR 2005)

Croce Rossa Italiana BLSD. Rianimazione cardiopolmonare di base e. (linee-guida scientifiche ERC-ILCOR 2005) Croce Rossa Italiana BLSD Rianimazione cardiopolmonare di base e defibrillazione precoce corso esecutori per personale sanitario (linee-guida scientifiche ERC-ILCOR 2005) in collaborazione e condivisione

Dettagli

atente CRI di cat.b Be per ambulanze Diploma di Licenza Media

atente CRI di cat.b Be per ambulanze Diploma di Licenza Media atente CRI di cat.b Be per ambulanze Diploma di Licenza Media Di essere stato volontario del gruppo interc.le VOLONTARI DEL PRONTO SOCCORSO NICO SOCCORSO di Migliarino (Fe), diventando poi dipendente come

Dettagli

Per persone comuni in situazioni straordinarie

Per persone comuni in situazioni straordinarie Per persone comuni in situazioni straordinarie Defibrillatore Philips HeartStart OnSite Scheda prodotto Aggiornato per le linee guida 2005 L arresto cardiaco chiunque, in qualsiasi Attualmente, negli Stati

Dettagli

Constatazioni di decesso RCP

Constatazioni di decesso RCP Consueto appuntamento con i dati delle RCP dell anno appena passato, il 2012. I dati riguardano l attività delle auto mediche di Bologna che servono il territorio del comune di Bologna e dei comuni limitrofi.

Dettagli

REGIONE CAMPANIA CUORE SICURO CAMPANIA. fonte: http://burc.regione.campania.it

REGIONE CAMPANIA CUORE SICURO CAMPANIA. fonte: http://burc.regione.campania.it REGIONE CAMPANIA PROGRAMMA UNICO REGIONALE PER LA DIFFUSIONE DEI DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI DI CUI AL DECRETO INTERMINISTERIALE DEL 18.3.2011 PUBBLICATO SULLA G.U. n 129 del 6.6.2011. CUORE

Dettagli

SINTESI DELLE PRINCIPALI MODIFICHE APPORTATE DALLE NUOVE LINEE GUIDA ERC 2005 PER LA RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE DI BASE NEL BAMBINO

SINTESI DELLE PRINCIPALI MODIFICHE APPORTATE DALLE NUOVE LINEE GUIDA ERC 2005 PER LA RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE DI BASE NEL BAMBINO SINTESI DELLE PRINCIPALI MODIFICHE APPORTATE DALLE NUOVE LINEE GUIDA ERC 2005 PER LA RIANIMAZIONE CARDIOPOLMONARE DI BASE NEL BAMBINO Nel novembre 2005 l European Resuscitation Council (ERC) ha reso pubbliche

Dettagli

Progetto Sport Sicuro

Progetto Sport Sicuro Allegato A) Progetto Sport Sicuro Prevenzione dell arresto cardiaco durante l attività sportiva agonistica, non agonistica e ludico-motoria INTRODUZIONE ARRESTO CARDIACO E MORTE IMPROVVISA DURANTE SPORT

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI. Educazione Continua in Medicina (E.C.M.)

REGIONE PUGLIA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI. Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) REGIONE PUGLIA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE N. CREDITI 8,8 PBLSD-IRC PEDIATRIC BASIC LIFE SUPPORT

Dettagli

L a d e f i b r i l l a z i o n e p r e c o c e n e l l a C i t t à d i N a r d

L a d e f i b r i l l a z i o n e p r e c o c e n e l l a C i t t à d i N a r d L a d e f i b r i l l a z i o n e p r e c o c e n e l l a C i t t à d i N a r d MoVimento Cinque Stelle Nardò Via S. Gentile, 18 www.nardo5stelle.it m5stellenardo@gmail.com FB: Movimento Cinque Stelle

Dettagli

D A E = DEFIBRILLATORE AUTOMATICO ESTERNO. informazione. formazione BLS-D. defibrillatore. gestione e assistenza DAE

D A E = DEFIBRILLATORE AUTOMATICO ESTERNO. informazione. formazione BLS-D. defibrillatore. gestione e assistenza DAE i l t ui ol tdue of idber iflil ba rt oi lrlea. ti to r e. i t Cometech, azienda giovane, dinamica e creativa con sede a Jesi (AN), è specializzata nella progettazione e sviluppo di programmi di Cardio-Protezione;

Dettagli

Principi etici Linee Guida 2015. Giuseppe Gristina

Principi etici Linee Guida 2015. Giuseppe Gristina Principi etici Linee Guida 2015 Giuseppe Gristina European Resuscitation Council Guidelines for Resuscitation 2015 Section 11. The ethics of resuscitation and end-of-life decisions cura centrata sul paziente

Dettagli

CORSO ISTRUTTORI BLS-D AHA

CORSO ISTRUTTORI BLS-D AHA DIP.TO DI URGENZA EMEGENZA - U.O.C. DI PRONTO SOCCORSO CORSO ISTRUTTORI BLS-D AHA 1^ ed. 26-27-28 FEBBRAIO 2015 2^ ed. 08-09-10 MAGGIO 2015 Premessa: La lotta alla morte improvvisa cardiaca (MIC) richiede,

Dettagli

PSS. Guida al primo soccorso sul campo di gara per operatori sportivi PSS PRIMO SOCCORSO SPORTIVO FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA

PSS. Guida al primo soccorso sul campo di gara per operatori sportivi PSS PRIMO SOCCORSO SPORTIVO FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA in collaborazione con Guida al primo soccorso sul campo di gara per operatori sportivi Quarto Modulo Didattico RCP -D IN MEDICINA DELLO SPORT (TEORIA) Cuore - Polmone - Cervello Perdita di coscienza Arresto

Dettagli

Glossario e linea guida alla compilazione del Rapporto Utstein FCTSA 1 informatizzato Versione 6.1/2009

Glossario e linea guida alla compilazione del Rapporto Utstein FCTSA 1 informatizzato Versione 6.1/2009 Glossario e linea guida alla compilazione del Rapporto Utstein FCTSA 1 informatizzato Versione 6.1/09 Questo scritto costituisce il documento di riferimento per l immissione dei dati delle rianimazioni

Dettagli

Per persone comuni in una situazione straordinaria. Defibrillatore Philips HeartStart OnSite

Per persone comuni in una situazione straordinaria. Defibrillatore Philips HeartStart OnSite Per persone comuni in una situazione straordinaria Defibrillatore Philips HeartStart OnSite Aggiornato per le linee guida 2010 Chiunque, in qualsiasi momento, Attualmente la percentuale di sopravvivenza

Dettagli

Oggetto : ISTRUZIONI OPERATIVE PER LA GESTIONE E L UTILIZZO DI DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI (DAE): PROGETTO DEFIBRILLATORE AMICO PREMESSA

Oggetto : ISTRUZIONI OPERATIVE PER LA GESTIONE E L UTILIZZO DI DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI (DAE): PROGETTO DEFIBRILLATORE AMICO PREMESSA DIREZIONE SANITARIA Prot. n. 4172 Napoli 31/07/2013 SADS Posizione Risposta al Fl n. del Allegati ALLEGATO ALLA NOTA PROT. 12431 DEL 28/08/2013 Oggetto : ISTRUZIONI OPERATIVE PER LA GESTIONE E L UTILIZZO

Dettagli

Capitolo 18 MASSAGGIO CARDIACO ESTERNO

Capitolo 18 MASSAGGIO CARDIACO ESTERNO Capitolo 18 MASSAGGIO CARDIACO ESTERNO Luca Dutto, Marco Ricca Il massaggio cardiaco esterno (MCE) rappresenta il cardine della rianimazione cardio-polmonare (RCP), facendo parte dell insieme di procedure

Dettagli

PAD Pubblic Access Defibrillation

PAD Pubblic Access Defibrillation PAD Pubblic Access Defibrillation ARGOMENTO DELLA LEZIONE 1) L Importanza della Defibrillazione Precoce: La Morte Cardiaca Improvvisa L incidenza del DAE 2) IL DAE Cos è Come si usa 3) Il DAE nel Pediatrico

Dettagli

Croce Rossa Italiana BLSD. Rianimazione Cardiopolmonare di base e Defibrillazione precoce. Corso Esecutori per personale sanitario

Croce Rossa Italiana BLSD. Rianimazione Cardiopolmonare di base e Defibrillazione precoce. Corso Esecutori per personale sanitario Croce Rossa Italiana BLSD Rianimazione Cardiopolmonare di base e Defibrillazione precoce Corso Esecutori per personale sanitario (linee-guida scientifiche ERC-ILCOR 2010) A cura del Gruppo Formatori..

Dettagli

Il defibrillatore semiautomatico: un eccesso di regolazione può limitarne la diffusione? Corrado Maccari. Infermiere

Il defibrillatore semiautomatico: un eccesso di regolazione può limitarne la diffusione? Corrado Maccari. Infermiere Il defibrillatore semiautomatico: un eccesso di regolazione può limitarne la diffusione? Corrado Maccari Infermiere Emergenza territoriale 118 Macerata Ospedale di Macerata ASUR Marche Area vasta 3 Macerata

Dettagli

CORSO di BLS D : Organizzazione: Presidente Csain Padova - Matteo Giardini

CORSO di BLS D : Organizzazione: Presidente Csain Padova - Matteo Giardini CORSO di BLS D : Rianimazione cardio polmonare e uso del defibrillatore semi automatico / con rilascio di certificazione numerata del 118 e Regione Veneto. Organizzazione: Presidente Csain Padova - Matteo

Dettagli

PROGETTO BLSD PER I LAICI (Decreto legge 158 13 settembre 2012)

PROGETTO BLSD PER I LAICI (Decreto legge 158 13 settembre 2012) PROGETTO BLSD PER I LAICI (Decreto legge 158 13 settembre 2012) BASIC LIFE SUPPORT AND DEFIBRILLATION (rianimazione cardiopolmonare di base e defibrillazione) PREMESSA L arresto cardiaco improvviso è la

Dettagli

PROGETTO ISTRUTTORE BLSD UILFPL American Heart Association AHA (adulto/pediatrico) Progetto a cura di: UIL FPL Nazionale e Opes Formazione

PROGETTO ISTRUTTORE BLSD UILFPL American Heart Association AHA (adulto/pediatrico) Progetto a cura di: UIL FPL Nazionale e Opes Formazione 1 PROGETTO ISTRUTTORE BLSD UILFPL American Heart Association AHA (adulto/pediatrico) Progetto a cura di: UIL FPL Nazionale e Opes Formazione Il Progetto Istruttore BLSD UIL FPL (IstructorRCP UILFPL) ha

Dettagli

Kids save lives Per ulteriori informazioni sulla campagna Kids save lives: http://www.ircouncil.it/news/news_242 Per ulteriori informazioni sulla

Kids save lives Per ulteriori informazioni sulla campagna Kids save lives: http://www.ircouncil.it/news/news_242 Per ulteriori informazioni sulla Kids save lives Per ulteriori informazioni sulla campagna Kids save lives: http://www.ircouncil.it/news/news_242 Per ulteriori informazioni sulla campagna Viva! la settimana per la rianimazione cardiopolmonare:

Dettagli

EMERGENZA CARDIO RESPIRATORIA

EMERGENZA CARDIO RESPIRATORIA EMERGENZA CARDIO RESPIRATORIA Nel 1969 la World Federation of Societies of Anaesthesia, basandosi sui lavori di Safar e collaboratori, diffuse, per la prima volta, una metodologia d'approccio agli stati

Dettagli

Scopo principale del progetto è coinvolgere su base volontaria il maggior numero di dentisti ANDI, per formarli, insieme allo staff dello studio,

Scopo principale del progetto è coinvolgere su base volontaria il maggior numero di dentisti ANDI, per formarli, insieme allo staff dello studio, Scopo principale del progetto è coinvolgere su base volontaria il maggior numero di dentisti ANDI, per formarli, insieme allo staff dello studio, come operatori certificati di manovre BLS-D, PBLS-D e disostruzione

Dettagli

BLS. Rianimazione cardiopolmonare di base B L S. corso esecutori per personale laico. (linee-guida scientifiche ERC-ILCOR 2005)

BLS. Rianimazione cardiopolmonare di base B L S. corso esecutori per personale laico. (linee-guida scientifiche ERC-ILCOR 2005) Croce Rossa Italiana BLS Rianimazione cardiopolmonare di base corso esecutori per personale laico (linee-guida scientifiche ERC-ILCOR 2005) Obiettivi del corso Conoscenze teoriche Le cause di arresto cardiaco

Dettagli

Italian Resuscitation Council BLS. Basic Life Support BLS IRC 2005. Rianimazione Cardiopolmonare Precoce. Secondo linee guida ERC/IRC 2005

Italian Resuscitation Council BLS. Basic Life Support BLS IRC 2005. Rianimazione Cardiopolmonare Precoce. Secondo linee guida ERC/IRC 2005 Italian Resuscitation Council BLS Basic Life Support Rianimazione Cardiopolmonare Precoce Secondo linee guida ERC/IRC 2005 Corso BLS OBIETTIVO E STRUTTURA OBIETTIVO DEL CORSO È ACQUISIRE Conoscenze teoriche

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Novara. La defibrillazione precoce

Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Novara. La defibrillazione precoce La defibrillazione precoce L'American Heart Association ha stimato che più di una persona ogni mille, in particolare tra i 45 e i 65 anni muore di morte improvvisa. La Morte Cardiaca Improvvisa (MCI) è

Dettagli

Basic Life Support and Defibrillation

Basic Life Support and Defibrillation Basic Life Support and Defibrillation MANUALE ESECUTORE OPERATORI SANITARI Revisione 2006 Secondo linee guida Irc Erc Ilcor A cura di: Staff Docenti Centro di Formazione 118 Piacenza Soccorso Segreteria

Dettagli

Per chi arriva prima. Defi brillatore Philips HeartStart FRx

Per chi arriva prima. Defi brillatore Philips HeartStart FRx Per chi arriva prima Defi brillatore Philips HeartStart FRx Chiunque, in qualsiasi Attualmente la percentuale di sopravvivenza all'arresto cardiaco improvviso è inferiore al 7% Le probabilità di successo

Dettagli

BLS-D. La defibrillazione precoce

BLS-D. La defibrillazione precoce BLS-D La defibrillazione precoce Defibrillazione precoce DEFIBRILLABILI FV TV senza polso RITMI NON DEFIBRILLABILI PEA ASISTOLIA RCP DEFIBRILLAZIONE Tachiaritmie maligne Tachicardia ventricolare (TV):

Dettagli

Convenzione FIV - AMI ITALIA Defibrillatori Saver One Series

Convenzione FIV - AMI ITALIA Defibrillatori Saver One Series Convenzione FIV - AMI ITALIA Defibrillatori Saver One Series Convenzione FIV, ai tesserati e alle società sportive affiliate alla FEDERAZIONE ITALIANA VELA, sono riservate particolari condizioni commerciali

Dettagli

L arresto cardiocircolatorio e gli algoritmi ACLS

L arresto cardiocircolatorio e gli algoritmi ACLS L arresto cardiocircolatorio e gli algoritmi ACLS Dott Alessio Borrelli Coordinatore Gruppo Emergenze-Urgenze Società Italiana di Cardiologia Dipartimento di Cardiologia Policlinico Casilino alessioborrelli@libero.it

Dettagli

Progetto per la gestione dell evento fibrillazione ventricolare nel territorio di competenza della Centrale Operativa Provinciale 118 Rovigo Emergenza

Progetto per la gestione dell evento fibrillazione ventricolare nel territorio di competenza della Centrale Operativa Provinciale 118 Rovigo Emergenza Servizio Anestesia Rianimazione Suem Centrale Operativa Provinciale 118 Direttore: Dott.ssa Mariangela Palù Progetto per la gestione dell evento fibrillazione ventricolare nel territorio di competenza

Dettagli

Public Access Defibrillation P.A.D.

Public Access Defibrillation P.A.D. DEFIBRILLAZIONE PRECOCE: UNA REALTA! Public Access Defibrillation P.A.D. Pagina 1 di 11 Aeroporto di Chicago: un passeggero in attesa di imbarcarsi improvvisamente perde coscienza e si accascia a terra.

Dettagli

La riduzione del rischio clinico connesso. Il progetto PROMETEO

La riduzione del rischio clinico connesso. Il progetto PROMETEO La riduzione del rischio clinico connesso all evoluzione ouzone delle e tecnooge tecnologie Il progetto PROMETEO Dott. Giovanni Sesana Responsabile A.A.T. 118 Milano Inf. Francesco Lorito Referente Progetto

Dettagli

Delibera del Direttore Generale n. 463 del 31/05/2014. Oggetto: Corsi di emergenza sanitaria - quote di iscrizione per partecipanti esterni.

Delibera del Direttore Generale n. 463 del 31/05/2014. Oggetto: Corsi di emergenza sanitaria - quote di iscrizione per partecipanti esterni. Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 Delibera del

Dettagli

Le ricerche di epidemiologia clinica nell anziano. C. Destro, S. Maggi CNR Sezione Invecchiamento, Padova

Le ricerche di epidemiologia clinica nell anziano. C. Destro, S. Maggi CNR Sezione Invecchiamento, Padova Le ricerche di epidemiologia clinica nell anziano C. Destro, S. Maggi CNR Sezione Invecchiamento, Padova THE ILSA: STUDY SAMPLE 5,632 free-dwelling and institutionalized individuals, aged 65-84, resident

Dettagli

in collaborazione con la CORSO per l'utilizzo in ambito extra ospedaliero dei defibrillatori semiautomatici BLS-D.

in collaborazione con la CORSO per l'utilizzo in ambito extra ospedaliero dei defibrillatori semiautomatici BLS-D. A.P.E.T. onlus Associazione Professionisti Emergenza Territoriale Via Montagna Spaccata 594, Napoli. Tel. 3334431558 http://www.apet118.it info@apet118.it C.F. 095063610638 in collaborazione con la SOCIETA

Dettagli

Italian Resuscitation Council

Italian Resuscitation Council Italian Resuscitation Council Sintesi delle principali modifiche apportate dalle nuove linee guida ERC 2005 per la Rianimazione Cardipolmonare Base e Defibrillazione eseguita in soggetti adulti maggio

Dettagli

Allegato alla Guida pratica per soccorritori. (ad esclusivo uso interno del personale del 118 ligure)

Allegato alla Guida pratica per soccorritori. (ad esclusivo uso interno del personale del 118 ligure) Regione Liguria Corso per Soccorritori del 118 Supporto Vitale Fondamentale & Defibrillazione Basic Life Support-D (ai sensi del Decreto Dirigenziale 1415/1999 e della della G.U. 196/2003) Allegato alla

Dettagli

Croce Rossa Italiana BLS-D. Rianimazione cardiopolmonare di base e cenni di defibrillazione precoce per personale sanitario

Croce Rossa Italiana BLS-D. Rianimazione cardiopolmonare di base e cenni di defibrillazione precoce per personale sanitario Croce Rossa Italiana BLS-D Rianimazione cardiopolmonare di base e cenni di defibrillazione precoce per personale sanitario (linee-guida scientifiche ERC-ILCOR 2005) in collaborazione e condivisione con

Dettagli

SEDA S.p.A. ZOLL AutoPulse. La premessa per il ripristino di un flusso di sangue normale nei casi di arresto cardiaco improvviso

SEDA S.p.A. ZOLL AutoPulse. La premessa per il ripristino di un flusso di sangue normale nei casi di arresto cardiaco improvviso SEDA S.p.A. ZOLL AutoPulse La premessa per il ripristino di un flusso di sangue normale nei casi di arresto cardiaco improvviso SEDA S.p.A. Via Tolstoi 7 20090 Trezzano S/N (Milano) Tel 02/48424.1; Fax

Dettagli

Il DAE neiluoghidi lavoro

Il DAE neiluoghidi lavoro Il DAE neiluoghidi lavoro IL RUOLO DEL MEDICO COMPETENTE dott.ssa Milena Perini INCONTRO SPISAL ULSS 6 MEDICI COMPETENTI VICENZA 18 NOVEMBRE 2015 I numeri: L arresto cardiaco extra ospedaliero è responsabile

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE SOMMARIO REPUBBLICA ITALIANA. Serie Ordinaria - Giovedì 31 gennaio 2013 C) GIUNTA REGIONALE E ASSESSORI

BOLLETTINO UFFICIALE SOMMARIO REPUBBLICA ITALIANA. Serie Ordinaria - Giovedì 31 gennaio 2013 C) GIUNTA REGIONALE E ASSESSORI Anno XLIII N. 27 Iscritto nel registro Stampa del Tribunale di Milano (n. 656 del 21 dicembre 2010) Proprietario: Giunta Regionale della Lombardia Sede Direzione e redazione: p.zza Città di Lombardia,

Dettagli

CORSI FORMAZIONE BLSD

CORSI FORMAZIONE BLSD IRC Comunità CORSI FORMAZIONE Validi per mettersi in regola con il BLSD Decreto Balduzzi del 18/03/2011 (G.U.n.129 del 6/6/11) e successive modifiche. COMUNI SCUOLE PALESTRE SCUOLE DI BALLO ASSOCIAZIONI

Dettagli

Distretto Scolastico 33 34 della Provincia di Roma. Arturo Masucci Tel. 338.89.53.826 a.masucci@volontarioperte.org

Distretto Scolastico 33 34 della Provincia di Roma. Arturo Masucci Tel. 338.89.53.826 a.masucci@volontarioperte.org PROPOSTA DI PROGETTO TITOLO: Il Progetto Scuola di Viva! 2015 Adottiamo gli insegnanti AMBITO DI AZIONE: EDUCAZIONE E FORMAZIONE SANITA AMBITO TERRITORIALE: Distretto Scolastico 33 34 della Provincia di

Dettagli

Angelo Maurizio Clerici U.O.C. Neurologia Direttore Prof. Giorgio Bono Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Università degli Studi dell Insubria

Angelo Maurizio Clerici U.O.C. Neurologia Direttore Prof. Giorgio Bono Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Università degli Studi dell Insubria Angelo Maurizio Clerici U.O.C. Neurologia Direttore Prof. Giorgio Bono Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Università degli Studi dell Insubria Disease Oriented-Therapy (if available) Primarily life-prolongation

Dettagli

[BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2011]

[BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2011] 2011 ROBBIO NEL CUORE Via Mortara 5 Robbio [BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2011] Robbio Nel Cuore - Via Mortara 5 Robbio C/o Croce Azzurra Robbiese Il presente documento è stato approvato

Dettagli

IL CORSO Rivolto a coloro che a vario titolo (Professionisti e Amatori) vogliono frequentare l ambiente montano in tutte le sue forme, in sicurezza.

IL CORSO Rivolto a coloro che a vario titolo (Professionisti e Amatori) vogliono frequentare l ambiente montano in tutte le sue forme, in sicurezza. IL CORSO Rivolto a coloro che a vario titolo (Professionisti e Amatori) vogliono frequentare l ambiente montano in tutte le sue forme, in sicurezza. Il corso ha come obiettivo la formazione e l acquisizione

Dettagli

BLSD B ESECUTORE Programma

BLSD B ESECUTORE Programma Studio Infermieri Associati Auxilium Centro di Formazione IRC P.zza Martiri della Libertà, 9 50032 Borgo San Lorenzo Tel 055/8496116 Fax 055/8496023 studio.auxilium@tin.it BLSD B ESECUTORE Programma 8.30

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA. IL Primo Soccorso. La catena della sopravivenza, il B.L.S. «laico»

CROCE ROSSA ITALIANA. IL Primo Soccorso. La catena della sopravivenza, il B.L.S. «laico» IL Primo Soccorso La catena della sopravivenza, il B.L.S. «laico» Cavaion, 15 dicembre 2012 La catena della sopravvivenza Allarme Precoce B.L.S. Precoce Defibrillazione Precoce A.C.L.S. Precoce Il BLS

Dettagli

IL CORSO Rivolto a coloro che a vario titolo (Professionisti e Amatori) vogliono frequentare l ambiente montano in tutte le sue forme, in sicurezza.

IL CORSO Rivolto a coloro che a vario titolo (Professionisti e Amatori) vogliono frequentare l ambiente montano in tutte le sue forme, in sicurezza. IL CORSO Rivolto a coloro che a vario titolo (Professionisti e Amatori) vogliono frequentare l ambiente montano in tutte le sue forme, in sicurezza. Il corso ha come obiettivo la formazione e l acquisizione

Dettagli

2(4,#567,'8*5-"#.)("'9:1;<'=>>?' 2(4,#567,'8*5-"#.)("'9:1;<'=>@>'

2(4,#567,'8*5-#.)('9:1;<'=>>?' 2(4,#567,'8*5-#.)('9:1;<'=>@>' "#$%&'()'*+,-)'."/+"*0)'123' #$%&'()*)($+,-./012'34'56)4('3)+,'+7)4&3()89&:$45'+$%'&(;&$7'4$9$++'4&'9&('

Dettagli

Italian Resuscitation Council BLS-D Basic Life Support -Defibrillation Rianimazione Cardiopolmonare e Defibrillazione Precoce Secondo le linee guida ERC/IRC 2005 CORSO BLSD OBIETTIVO E STRUTTURA OBIETTIVO

Dettagli

La defibrillazione precoce: un opportunità concreta per l infermiere

La defibrillazione precoce: un opportunità concreta per l infermiere La defibrillazione GIAC Volume precoce: 4 un opportunità Numero 1-2 concreta Giugno per 2001 l infermiere L ANGOLO PER TECNICI ED INFERMIERI La defibrillazione precoce: un opportunità concreta per l infermiere

Dettagli

Croce Rossa Italiana. SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI DEFIBRILLAZIONE PRECOCE E Manovre di Disostruzione In Età Pediatrica.

Croce Rossa Italiana. SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI DEFIBRILLAZIONE PRECOCE E Manovre di Disostruzione In Età Pediatrica. Croce Rossa Italiana P B L S-D esecutore SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI DEFIBRILLAZIONE PRECOCE E Manovre di Disostruzione In Età Pediatrica Sanitari Testi e grafica a cura della commissione Nazionale

Dettagli

Comando Regionale GUARDIA di FINANZA BARI Sezione Acquisti M.c. Contursi

Comando Regionale GUARDIA di FINANZA BARI Sezione Acquisti M.c. Contursi C.A. Comando Regionale GUARDIA di FINANZA BARI Sezione Acquisti M.c. Contursi Argomento: Curriculum Vitae come da richiesta Dr. STEFANO SPECIALE - Medico Chirurgo Ordine di appartenenza: MEDICI CHIRURGHI

Dettagli

BLSD IRC BASIC LIFE SUPPORT -DEFIBRILLATION Italian Resuscitation Council

BLSD IRC BASIC LIFE SUPPORT -DEFIBRILLATION Italian Resuscitation Council REGIONE PUGLIA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE BLSD IRC BASIC LIFE SUPPORT -DEFIBRILLATION Italian

Dettagli

Percorso assistenziale dell arresto cardio-respiratorio extra ospedaliero Triage e trattamento in Pronto Soccorso

Percorso assistenziale dell arresto cardio-respiratorio extra ospedaliero Triage e trattamento in Pronto Soccorso Percorso assistenziale dell arresto cardio-respiratorio extra ospedaliero Triage e trattamento in Pronto Soccorso Claudio Begliardi Ghidini Pronto Soccorso Medicina d Urgenza O.C. S.Maria delle Croci -

Dettagli

L EMERGENZA IN MARE ASPETTI ORGANIZZATIVI E SANITARI

L EMERGENZA IN MARE ASPETTI ORGANIZZATIVI E SANITARI CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Regionale del Friuli-Venezia Giulia L EMERGENZA IN MARE ASPETTI ORGANIZZATIVI E SANITARI Trieste, 23 giugno 2007 L EMERGENZA PEDIATRICA IN MARE dr. Sergio Renier Pronto Soccorso

Dettagli

Basic Life Support Early-Defibrillation

Basic Life Support Early-Defibrillation QUADERNO DI LAVORO Basic Life Support Early-Defibrillation Secondo le linee guida IRC 2006/ILCOR-ERC 2005 Provincia Autonoma di Trento Servizio Sanitario Provinciale Presentazione Il trattamento tempestivo

Dettagli

E ADESSO CHE FACCIO?

E ADESSO CHE FACCIO? La gestione del paziente critico in ambito extraospedaliero: principi generali e condotta da parte di personale infermieristico non esperto in area critica Emergenze cardiologiche: Shock ed arresto cardiaco

Dettagli