Il Papa getta la spugna, si dimette il 28 febbraio: Sento la fatica dellʼetà

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Papa getta la spugna, si dimette il 28 febbraio: Sento la fatica dellʼetà"

Transcript

1 CON IL PDL d Italia ANNO LXI N.35 Registrazione Tribunale di Roma N del 23/2/76 martedì 12/2/2013 Napolitano nostalgico del comunismo (anche sulle Foibe) Marcello de Angelis L'Italia è veramente la Patria della commedia dell'arte, delle maschere, di Arlecchino e Pantalone. E non scordiamoci Pulcinella. In pieno Giorno del Ricordo (non ricordato) per i martiri delle Foibe, i giornali "bene" proclamavano scandalo per il fatto che su un banchetto elettorale della Destra facesse bella mostra una bandiera con la croce celtica. Giornalisti, esponenti del Pd e sinceri democratici di varia genìa, ripresisi dallo shock, hanno intimato a Storace di prendere le distanze dal criminale gesto e affrettarsi a condannare senza riserve Mussolini e il Fascismo per non incorrere nell'imperdonabile errore commesso dal suo capo-coalizione (l'immancabile Silvio) che ha osato addirittura dire che il Duce ha fatto anche qualcosa di buono. Ovviamente se Storace non lo farà andrà sicuramente all'inferno. In questo Paese così "normale" ci si può ancora permettere di fare simili teatrini e annunciare anatemi se uno non dice il falso (e cioè che il fascismo è stato il "male assoluto") coccolando contemporaneamente un tizio che si permette di dire che il comunismo invece ha fatto degli errori ma era un'idea fichissima. La cosa drammatica è che il tizio fa il presidente della repubblica italiana. E sempre in piena giornata che dovrebbe essere dedicata alla memoria di un cospicuo numero di vittime del comunismo, sterminate perché portatrici dell'odiata identità italiana (come la repubblica di cui il tizio è presidente) lo storico rappresentante del comunismo italiano si lancia nuovamente nella mille volte reiterata ricostruzione personale dell'evento, riconducibile per lui alla cattiveria intrinseca di "fascismi" uguali e contrapposti, l'uno italiano e in camicia nera, l'altro slavo e con la stella rossa. Ma a cominciare sono stati gli italiani, fascisti, razzisti e colonizzatori, che hanno scatenato la comprensibile reazione degli slavi, che comunque non erano comunisti Il Papa getta la spugna, si dimette il 28 febbraio: Sento la fatica dellʼetà ma solo "titini". La colpa è quindi di Tito, che a suo modo, pur se comunista, era un po' fascista, perché era nazionalista. Infatti al tempo in cui Napolitano era di stretta osservanza moscovita e internazionalista, Tito venne messo all'indice come deviazionista e sciovinista. Napolitano, insomma, non era un fan di Tito, che era considerato dai sovietici addirittura un L'ultima carta di Monti: fare l'illusionista come il mago Silvan (ma non gli riesce) venduto all'occidente. Un vero amante di Tito era invece il suo predecessore Sandro Pertini, anche lui presidente di tutti gli italiani, ma solo social-comunista anziché comunista duro e puro, che non lesinò le lacrime al funerale del Maresciallo Broz, abbracciando addirittura la bara come una vedova inconsolabile. Ma da quel giorno sono passati più di trent'anni, in cui il centro- Girolamo Fragalà Sim Sala Bim, la magia è fatta, la scena è pressappoco la stessa ma è cambiato l'illusionista. Non c'è più il mago Silvan, al suo posto è subentrato il mago Monti. Che ha spento le luci, si è chiuso in uno scatolone e ne è uscito diverso. Miracoli della campagna elettorale. Il (fu) tecnopremier è all'ultima spiaggia, o la va o la spacca. Finora gli è andata male, anzi malissimo. Per mesi si beava tra strani sondaggi che lo davano ora all'80 per cento di gradimento, ora al 90, con i futuri alleati che gli dicevano "quanto sei bravo, siamo tutti con te". Ora naviga in pessime acque, quasi in zona retrocessione. Gli hanno sussurrato che la sua immagine non tira, viene descritto come un vampiro, il loden gli dà un'aria cupa, convince ancor di più l'opinione pubblica che è lui l'uomo delle tasse, che ti spilla fino all'ultimo centesimo. Ecco dunque la magìa: in poche ore si è presentato davanti alle telecamere e in pubblico in versione sorridente, il caffè con la moglie, il cagnolino. Ma non è finita qui, ci sono anche i racconti familiari tesi a dare di Monti un'immagine a uso e consumo degli elettori. «Ho sempre amato moltissimo fare gli scherzi in ambito amicale o familiare», ha detto, dicendo che piano piano sta svelando la sua Gasparri: Monti ha fallito ed è condannato allʼirrilevanza AMBROSIONI PAG.3 Il sindaco Alemanno si prende la rivincita: Roma è più sicura della Milano di Pisapia DEL NINNO PAG.4 destra e a buon conto la destra avrebbero avuto il tempo e il modo di riportare un minimo di decenza nella lettura della storia Patria, quella cioè di tutti noi. Invece, nulla è cambiato. Ma state tranquilli, le cose possono ancora peggiorare. E probabilmente, se l'hanno prossimo avremo Bersani- Monti-Vendola al governo e magari Prodi al Colle, peggioreranno... personalità con cose «che non erano note al pubblico». E ancora: «I miei figli e ora i miei nipoti ne hanno subìti con un misto di terrore e di gioia nella loro infanzia». Poi ha voluto fare l'ironico: «Non ho passato una notte intera con la Merkel». E il religioso: «Mi auguro anche in futuro di poter avere la possibilità di continuare un dialogo personale con Ratzinger». Ma fa una faticaccia a mostrarsi per quello che non è. Non a caso ha specificato: «Ai ritmi della campagna elettorale non ero abituato. Per fortuna dura poco...». Già, perché anche le magie degli illusionisti durano poco. E quando si scopre il trucco sono dolori.

2 2 Dopo le dimissioni, la stampa Usa si chiede: «È l'ora del Papa nero?» Valter Delle Donne Georg Ratzinger, il fratello di papa Benedetto XVI, era da mesi al corrente dei piani di dimissioni annunciati dal pontefice. «Ero stato messo al corrente», ha detto il religioso secondo quanto riporta il sito del quotidiano Die Welt. «Mio fratello si augura più tranquillità nella vecchiaia». Interpellato dall'agenzia tedesca Dpa, Georg Ratzinger ha inoltre indicato in motivi di salute la ragione del passo indietro del papa. «L'età si fa sentire», ha spiegato l'89enne. Già nel 2011 Georg Ratzinger aveva ipotizzato un abbandono prematuro da parte del fratello per motivi di salute. «Se non dovesse più andare dal punto di vista della salute - aveva detto allora intervistato da una rivista tedesca - mio fratello dovrebbe avere il coraggio di dimettersi».attra- verso il tam tam di internet, la notizia ha fatto il giro del mondo in tempo reale. La Bbc ha interrotto il regolare corso del suo notiziario poco dopo le 11 di mattina. È cominciata così una sorta di maratona in diretta con aggiornamenti in tempo reale da Roma e numerosi interventi e analisi nel tentativo di leggere il gesto del pontefice, sottolineando la portata storica della notizia. Tutti i siti web dei maggiori giornali britannici, (Times, Guardian, Daily Telegfraph ecc.) hanno immediatamente cominciato ad essere aggiornati in tempo reale seguendo il flusso di notizie provenienti dall'italia e con commenti e indicazioni. Oltre ad esperti e osservatori del mondo cattolico o religioso più in generale, la notizia è rimbalzata in maniera velocissima anche sui social network con il coinvolgimento di un numero enorme di comuni cittadini che, incuriositi, commentano ma pongono anche domande. Questo in un Paese che non è a maggioranza cattolica. Intanto la Bbc ha creato un indirizzo al quale chiunque può inviare commenti, pensieri e anche quesiti. L'Iniziativa ha avuto una risposta immediata e stanno arrivando messaggi di ogni genere da più parti del Regno Unito e oltre.mentre dagli Usa il sito Drudge Report (noto per avere svelato lo scandalo Monica Lewinski), titola: «È venuta l'ora di un Papa nero?». Commentando le dimissioni di Benedetto XVI il sito arriva anche a lanciare la candidatura del Cardinale Peter Kodwo Appiah, nato nel 1948 a Wassaw Nsuta, in Ghana, al momento presidente del Consiglio Pontificio per la Giustizia e la Pace. Crosetto: chiedo scusa pubblicamente a Scajola «Ho ricevuto un messaggio privato che mi ha umanamente colpito e che non voglio non rispettare. Chiedo scusa e voglio farlo pubblicamente a Claudio Scajola per aver utilizzato il suo nome per polemizzare con il Pdl». Lo dice l'esponente dei Fratelli d'italia Guido Crosetto, che aggiunge: "Ho avuto modo di dire direttamente a lui senza peli sulla lingua cosa pensavo della sua vicenda e di sentire la sua versione dei fatti. Io mi auguro per lui che la vicenda si chiarisca visto che i fatti contengono molti aspetti strani e non logici. Con lui ho avuto discussioni, scontri e diversità di vedute, ma ciò non giustifica il fatto di usare la sua vicenda in campagna elettorale. Tanto più considerato il fatto che non è candidato, mentre sono candidate persone rispetto alle quali lui non avrebbe dovuto avere alcun problema. Il futuro chiarirà le sue vicende e oggi è giusto lasciarglielo affrontare con dignità e in silenzio. Ringrazio le persone vicino a lui, che nulla hanno a che fare con la politica, che mi hanno fatto riflettere». Crosetto ha più volte attaccato Scajola: sabato scorso aveva detto che «non si può tollerare in un partito chi non sa chi gli ha pagato la casa». Napolitano celebra le foibe ma non cita mai il comunismo Desiree Ragazzi Comunista non pentito anche sulle foibe. Alla celebrazione del Giorno del Ricordo, Giorgio Napolitano ha parlato della barbarie dei crimini titini, ha evocato la pacificazione («è stato necessario partire da un impegno di verità contro ogni reticenza ideologica o rimozione opportunistica, per poter arrivare alla riconciliazione») e ha assicurato che «il dramma delle foibe e degli esuli è sempre meno oggetto di faziose strumentalizzazioni». Ma il presidente è riuscito con grande abilità a non citare mai la parola comunisti o comunismo. Non solo, anche in questa circostanza ha avuto la capacità sviare il discorso e di parlare di fascismo: «E sulla base di un discorso di verità sulle sofferenze degli italiani e sulle brutalità delle più spietate fazioni titine discorso che all'inizio, ricorderete, ci procurò qualche reazione polemica sull'altra sponda dell'adriatico, ma poi si è imposto anche perché intrecciato con una nostra severa riflessione sulle colpe del fascismo che si è potuto raggiungere il traguardo della riconciliazione, cioè del reciproco riconoscimento con le autorità e le opinioni pubbliche slovene e croate, e del comune impegno per un mare di pace in un'europa di pace». E che Napolitano sia un uomo di parte lo dimostra il fatto che la cerimonia ufficiale in Quirinale è stata disertata ancora una volta dall'unione degli Istriani. «È offensivo ed indegno ha detto il presidente Massimiliano Lacota che il presidente della Repubblica celebri al Quirinale il Giorno del Ricordo, nella responsabile consapevolezza che nella stessa prestigiosa sede di rappresentanza, nel 1969, il maresciallo Tito e diversi gerarchi a lui fedeli, responsabili diretti dei massacri compiuti a danni degli istriani, dei fiumani e dei dalmati durante e dopo la seconda guerra mondiale, furono insigniti della massima onorificenza dello Stato italiano». L'Unione degli Istriani non partecipa da anni alle celebrazioni al Quirinale, e precisamente da quando venne scoperto qualche tempo fa che decine di dirigenti comunisti slavi al governo negli anni Sessanta della Jugoslavia e fedeli collaboratori di Tito furono decorati dall'allora presidente italiano Saragat. Finora le richieste di revoca della onorificenza a Tito sono rimaste senza risposta.

3 Gasparri: «Monti ha fallito, è condannato all'irrilevanza» Tremonti: per il Prof il caso Mps era ordinaria amministrazione 3 Antonella Ambrosioni «Il tentativo di Monti è fallito. Le due vittime sono state Fini e Casini, condannati a una posizione di sostanziale irrilevanza politica». È il presidente dei senatori del Pdl Maurizio Gasparri, candidato al Senato nel Lazio, ad Agorà, su Rai Tre a trarre un bilancio della salita montiana in politica, alla luce dell'andamento di queste settimane di campagna elettorale. Non è sfuggito a nessuno il volto acidulo rivelato dal professore da quando si confronta con competitor veri. «Monti ha accentuato i toni con insulti sgradevoli, segno evidente che avverte la marginalità del suo gruppo», dice Gasparri, «non solo non sarà una realtà maggioritaria, ma si contenderà il quarto posto con Grillo e credo che arriverà quarto». Il premier uscente non è stato in grado, poi, di controllare la situazione in Lombardia, ad esempio, argomenta il senatore del Pdl, «dove molti dei suoi esponenti hanno detto che voteranno per il Parlamento per la lista di Monti e per la Regione per il candidato della sinistra Ambrosoli». Giochini da prima Repubblica, insomma. «Per coprire questa divisione, Monti ha dovuto rilanciare alto facendo un attacco gratuito e offensivo a Berlusconi. Con un paradosso: quando è Berlusconi a proporre azioni di carattere fiscale, è populismo e tentativo di comprare gli italiani con i loro soldi, quando Monti fa proposte sulla riduzione di altri tipi di tasse, o lo stesso Bersani su l'imu, invece va benissimo», incalza Gasparri. Il discorso poi torna sulla cannibalizzazione operata su Fli e Udc. «Mai come in questa fase - continua Gasparri - Casini, che una volta era accreditato a salire verso il 6-7 per cento, ormai ne è ben lontano. Per non parlare di Fini, che è in una condizione di oggettiva irrilevanza politica. Quindi questo tentativo centrista non ha dato successo a Monti, non ha dato nessun vantaggio a quelli che lo hanno seguito ed è destinato al massimo a tradursi in giochini da vecchia politica». «In Parlamento ci hanno detto che andava tutto bene, il signor Monti ha detto che non poteva venire in Parlamento perché era un caso di ordinaria amministrazione e quindi ha mandato il ministro. L'ho pregato di avvertirci quando considera un caso straordinario, così scappiamo...». Lo ha detto Giulio Tremonti, ex ministro dell'economia, parlando della vicenda di Banca Mps in una conferenza stampa a Firenze. «Sono state commesse gravi omissioni», ha aggiunto. La legge Ciampi, ha affermato Tremonti, «magicamente dice che le fondazioni che vengono dal passato sono soggetti privati» e quindi «essendo privati non sono oggetto possibile di indirizzi di carattere esterno, fanno quello che ritengono privatisticamente corretto». L'ex ministro ha ricordato che per l'acquisizione di Antonveneta nel 2007 «il ministro preposto era Tommaso Padoa Schioppa, e ritengo che quanto fatto da Padoa Schioppa sia stato assolutamente coerente con la legge», mentre «un altro atto fu ad agosto 2011, anche lì in base alla legge era tutto totalmente legittimo, altrimenti avrebbero fatto causa per danno allo Stato». Storace: nel Lazio le condizioni per vincere ci sono tutte» Guglielmo Federici Le premesse ci sono tutte, come nel Francesco Storace candidato governatore del Lazio e leader de La Destra, ai microfoni del Gr Parlamento sprigiona ottimismo, dopo aver sondato in queste settimane il clima e l'umore dei cittadini del Lazio. Forte soprattutto delle proposte che mette sul tavolo della discussione politica. Nel Lazio, sostiene, «ci sono le condizioni, con un centrodestra compatto com'é, di poter vincere questa partita e io sono onorato di poterla combattere a nome dell'intero centrodestra». Incalzato sui primi provvedimenti che prenderebbe qualora fosse eletto governatore, Storace risponde: «Il primo provvedimento l'abbiamo già preso. È quello per cui i cittadini del Lazio voteranno per cinquanta consiglieri regionali e non per settanta. Il Lazio ha dimostrato di aver capito la lezione e ha abbattuto di un terzo costi e posti della poltica per volontà del centrodestra, che ha attuato subito una legge che poteva anche essere interpretata in un senso più favorevole al ceto politico e applicata dopo le elezioni». «Seconda questione», aggiunge, «abolizione delle auto blu. In sanità proponiamo la fine della stagione del commissariamento, la rinegoziazione del debito e un' offerta di sanità nel territorio più che in ospedale. Evitare l'afflusso di pazienti in ospedali attraverso una rete ambulatoriale di assoluto livello e l'attivazione di 8 mila posti post-acuzie nelle Rsa». Ma come si sente il leader della Destra quando Berlusconi parla di partitini, chiamando al voto a favore dei grandi partiti? Risponde Storace: «Quando Berlusconi parla di partiti minori credo si riferisca giustamente a Fini e Casini, che sono i veri impresentabili che dovrebbero sparire dalla faccia della poli- tica. Io non mi sento affatto toccato da questa questione anche perché posso offrire a Berlusconi, alla coalizione un po' di credibilità. In questi cinque anni - continua- noi in Parlamento non ci siamo stati; mentre loro in tredici mesi hanno votato Monti noi lo abbiamo contestato».

4 4 Alemanno si prende la sua rivincita: Roma capitale sicura, più della Milano di Pisapia Regionali in Molise, salta la lista del Pdl nel collegio di Isernia Il centrodestra perde la lista del Pdl nel collegio di Isernia. Il Consiglio di Stato ha respinto tutti i ricorsi elettorali presentati per la riammissione delle liste escluse dalle consultazioni regionali del Molise, ma il caso più clamoroso riguarda la lista provinciale del Pdl a Isernia che sosteneva la candidatura di Michele Iorio: i magistrati hanno, infatti, ritenuto insanabili i vizi di forma della documentazione. Rischia così di ripetersi anche nel Molise la situazione che si verificò nel Lazio con Renata Polverini che vide tagliata fuori in piena campagna elettorale la lista del Pdl di Roma. Alla coalizione che sostiene Michele Priscilla Del Ninno In questi anni alla guida della capitale il tema della sicurezza è stato il cavallo di battaglia della sua agenda: oggi, a somme da tirare, Gianni Alemanno vede coronare, cifre alla mano, gli sforzi profusi in questa direzione. Così, commentando i dati pubblicati dal Corriere della Sera sulla sicurezza nelle città, non può che rimarcare il bilancio positivo del suo operato, avvalorato dalla fotografia scattata dal quotidiano di via Solferino. Dove, evidenzia il sindaco, «si sottolinea che le città italiane sono molto più sicure delle città estere, e si vede con chiarezza come Roma, pur essendo il doppio di Milano, ha dei numeri di rapine, di stupri e omicidi nettamente inferiori a quelli che riguardano Milano nel 2012». Parole che smentiscono, e non certo da un pulpito amico, le cassandre che avevano profetizzato disastri, e i detrattori che, dalle fila dell'opposizione, indicavano il tema della sicurezza come il tallone d'achille della gestione di Alemanno. «Questo dimostra ha quindi aggiunto soddisfatto il primo cittadino della capitale ancora una volta, che tutta la retorica fatta dalla sinistra, dall'opposizione, sulla Roma violenta, cade totalmente nel vuoto». Polemiche strumentali e smentite dai fatti, a proposito delle quali Alemanno ha concluso: «Non vorrei che ogni volta si facessero due pesi e due misure a seconda di chi governa le città: Roma dimostra ancora una volta di essere una città sicura». Dunque la capitale non è quel far west che la sinistra voleva far credere: una verità acclarata dall'indagine del Corriere che promuove il sindaco in carica, a cui è andato anche il plauso del segretario del Pdl, Angelino Alfano. Il quale, commentando i dati in questione, ha dichiarato: «È merito di Alemanno avere dato alla capitale questo ottimo biglietto da visita, che mette a tacere quanti in questi anni non hanno esitato a intaccare strumentalmente l'immagine della città a fini politici di basso livello». Iorio mancherà così la lista più forte tra le cinque collegate. «Ovviamente ha commentato il governatore uscente del Molise avrei preferito che la lista del Pdl di Isernia corresse insieme agli altri nostri candidati, ma la conferma della sua esclusione non cambia di una virgola la determinazione, l'ottimismo e la forza che stiamo profondendo come singoli e come coalizione per raggiungere un obiettivo che è oggettivamente alla nostra portata. Abbiamo le idee, l'esperienza e la volontà ha assicurato di portare avanti quella che riteniamo l'unica proposta credibile e seria per il Molise del futuro. Insieme agli amici del Pdl di Isernia abbiamo condiviso la messa a punto del programma e la direzione della campagna elettorale, continuiamo il percorso con loro certi che essi fanno e faranno parte in pieno della nostra coalizione». Non solo il Pdl. Restano fuori anche gli otto candidati su dodici in corsa con il candidato del centrosinistra Paolo Frattura, nella lista Noi per il Molise in provincia di Campobasso. Con i verdetti dei giudici di Palazzo Spada, che dopo una breve udienza hanno dunque confermato quanto deciso dalle commissioni elettorali locali e dal Tar, si chiude la partita sulle esclusioni. Ora il quadro delle candidature alle regionali è definitivo. Operazione antidroga a San Basilio: la soddisfazione di Alemanno Blitz antidroga dei carabinieri tra le provincie di Roma, Rieti e Latina: 53 gli arresti in totale. L'operazione, che ha previsto un ingente utilizzo di uomini e mezzi, denominata Ombre, si è conclusa dopo diverse perquisizioni, con la notifica di 18 ordinanze di custodia cautelare. Gli altri 35 arresti sono stati eseguiti, in flagranza, nel corso delle indagini dei carabinieri, indagini durate circa un anno, al termine delle quali si è arrivati a smantellare un sodalizio criminale che aveva istituito, in strada, un vero e proprio mercato permanente di cocaina nel quartiere romano di San Basilio. Un successo investigativo a cui è andato il plauso del sindaco di Roma, Gianni Alemanno, che a riguardo ha dichiarato: «L'operazione antidroga che ha interessato il quartiere romano di San Basilio apre uno squarcio netto su una situazione per troppo tempo occultata. Ringrazio tutti gli inquirenti perché c'era bisogno di un segnale di questo tipo: Roma non puo essere territorio libero per nessuna forma di criminalità». Con queste parole il sindaco di Roma ha ribadito l'interesse della sua amministrazione per lo stato nevralgico in cui versano le periferie e le zone più degradate della capitale, troppo spesso centri propulsori di spaccio e violenza. Tanto che, commentando positivamente gli esiti dell'operazione investigativa iniziata oltre un anno fa, e monitorata da vicino, ha aggiunto: «San Basilio è stato oggetto di grande attenzione da parte nostra, dimostrata con gli interventi di carattere sociale e urbano».

5 Il dito medio esibito dagli allenatori nel calcio? Era molto meglio il cucù del Cavaliere Basta con gli sprechi: a Roma si insegna ai bambini l'uso "consapevole" dell'acqua 5 Franco Bianchini I gesti fanno sempre storia, che piacciano o meno. In politica diventano scandali (spesso costruiti dai media anti-cav, come nel caso delle corna fatte per scherzo da Berlusconi o del cucù alla Merkel). Nel calcio dividono. Delio Rossi ha chiesto scusa per il dito medio rivolto ieri a Burdisso in risposta a un insulto. Devolverà in beneficenza la multa che riceverà per avere incendiato il finale di Samp-Roma. Il lupo perde il pelo ma non il vizio, visto che nel maggio scorso era stato additato al pubblico ludibrio per gli schiaffoni vigorosi inflitti in panchina a Ljaijc. Ma molti sono gli episodi censurabili in panchina. Alla tentazione del dito medio hanno ceduto anche tre dei tecnici più prestigiosi: Fabio Capello ha perso le staffe rispondendo così nel 2007 al pubblico del Bernabeu che non gli perdonava il suo gioco vincente ma utilitaristico; Carlo Ancelotti ha rivolto la stessa sintetica risposta da allenatore del Milan ai suoi ex tifosi della Juve che lo insultavano, mentre medesimo gesto è scappato a José Mourinho in un Manchester United-Porto nel Special One è un professionista delle provo- cazioni e delle proteste: il dito medio lo ha replicato infatti anche quando guidava il Chelsea in una sfida contro il Barcellona. Ma il suo gesto più celebre è quello delle manette, esibito dopo l'espulsione di Samuel in Inter-Samp del 20 febbraio Antonio Conte è stato fermato due turni per il vergogna vergogna" in campo urlato all'indirizzo dell'arbitro Guida per il mani di Granqvist in Juve-Genoa. Anche Roberto Mancini non scherza: lo testimonia uno spintone a Balotelli per farlo rientrare negli spogliatoi nel settembre scorso, per non parlare della rissa con Supermario in allenamento in gennaio. Ma in quanto a reazioni chiassose e spettacolari un capitolo a parte meritano Carlo Mazzone e Alberto Malesani. Per festeggiare un derby vinto 3-0 dopo una settimana sulla graticola Mazzone il 27 novembre 1994 esplose la sua gioia correndo verso la Curva Sud per abbracciare simbolicamente i tifosi. Ben diverso atteggiamento ebbe Magara correndo furioso verso la curva dell'atalanta che l'aveva insultato per tutto il match dopo un derby con il suo Brescia il 30 settembre 2001 che gli costò 5 turni di stop. Gigi Sigona «Più di 1000 bambini parteciperanno quest'anno alla quarta edizione del progetto Acqua spreco zero, una campagna di sensibilizzazione e di formazione sull'uso consapevole dell'acqua. La nostra città ha una delle acque migliori del mondo: dobbiamo far sì che se ne sprechi sempre meno». Con queste parole l'assessore Gianluigi De Palo ha presentato il progetto aperto alle scuole primarie di Roma Capitale, promosso con l'associazione Next Generation Act, in collaborazione con Acea. L'iniziativa per l'anno scolastico coinvolgerà 40 classi di 10 plessi di scuole primarie di Roma, che svolgeranno, insieme e sotto la guida di un loro insegnante, un percorso didattico di approfondimento sul tema del risparmio delle risorse idriche che vedrà la realizzazione di un lavoro grafico creativo. «In tre anni aggiunge De Palo sono stati installati circa riduttori di flusso idrico ai rubinetti di bagni e mense scolastiche di Roma Capitale e quest'anno ne aggiungeremo altri 300 per un totale di 2.700: cifra più che significativa, perché ciascuno di essi, a parità di utilizzo, consente di risparmiare circa il 50% di acqua. Il messaggio che vogliamo lanciare alla città è semplice: chi è attento a non sprecare l'acqua è un cittadino migliore. Iniziative come questa sono molto utili, perché insegnano ai giovani che l'acqua è un bene prezioso e sempre meno disponibile nel mondo». Esodati, il dramma di una donna anziana e madre di un invalido Liliana Giobbi Un nuovo dramma degli esodati, una nuova storia nata a seguito degli errori commessi dalla Fornero nei provvedimenti sul lavoro. Al compimento dei 60 anni, un anno fa, ha aderito alla mobilità della lavanderia per la quale lavorava con la prospettiva della pensione ma è finita tra gli esodati e dunque, nonostante sia vedova e abbia un figlio invalido e disoccupato, vive grazie ai sussidi sociali del Comune. Per questa ragione all'alba di ieri è salita sulla torre nord del castello di Cordovado, decisa a non scendere sanza assicurazioni sulla pensione. Con lei sulla torre per ore è stato anche il leader de Il Grembiule", organizzazione di piccoli imprenditori e commercianti che contestano Equitalia e il fisco in genere. La donna, Teresa Anese, di 61 anni, vive con 180 euro al mese insieme con il figlio, invalido in seguito a un incidente stradale e da allora disoccupato e privo di pensione. Anese, ex dipendente di una lavanderia, nel febbraio del 2012, compiuti i 60 anni, ha aderito alla mobilità della propria azienda, con la prospettiva di andare in pen- sione. Invece da allora vive solo grazie ai sussidi sociali del Comune. Esasperata dalla situazione di indigenza, come detto, è salita sulla torre. Anche Polegato non è nuovo a questo tipo di manifestazioni: nell'estate di due anni fa, era salito sulla torre dell'acquedotto di Spilimbergo (Pordenone) dopo aver ricevuto una cartella di pagamento di 45mila euro da Equitalia. Davanti alla torre, a Cordovado, hanno stazionato Carabinieri e uomini della Digos di Pordenone. Il sindaco, Francesco Toneguzzo, ha raggiunto la donna sulla torre garantendole totale sostegno da parte dei Servizi sociali comunali, in attesa che il contenzioso col ministero venga definito.

6 6 La Cina diventa leader mondiale negli scambi commerciali Antonio Pannullo La Cina festeggia il suo capodanno (sabato è iniziato l'anno del Serpente) con un botto più grande degli altri: nel 2012 ha strappato agli Usa la leadership degli scambi commerciali mondiali. L'anno scorso l'import-export degli States è stato di miliardi di dollari, secondo il Dipartimento del commercio, citati da Bloomberg. Le importazioni e le esportazioni della Cina, per la dogana cinese, sono state di miliardi di dollari. Pechino ha segnato un avanzo commerciale di 231,1 miliardi di dollari, Washington un deficit di 727,9 miliardi. Il botto è storico, e segna in qualche modo la fine di un'epoca e l'inizio di un'altra, perché era dal 1945 che gli Usa dominavano il commercio mondiale. Per quanto riguarda l'import, gli Usa restano il primo compratore mondiale. Nel 2012 gli Usa hanno importato beni per miliardi di dollari, contro i miliardi del gigante asiatico. Secondo Goldman Sachs, con la leadership nel commercio mondiale la Cina avrà sempre più peso, minacciando la stabilità dei rapporti fra Paesi su base regionale. Ad esempio entro la fine di questo decennio, l'export della Germania verso la Cina sarà il doppio rispetto a quello verso la Francia, sottolinea la banca americana. Che il Dragone si preparasse a ruggire lo si era capito da qualche Stasera la Francia approva le nozze gay. Ma l'ump continua la battaglia Giovanni Trotta Centodieci ore di dibattito, deputati addormentati davanti ai loro ipad accesi, litri di caffé, Twitter congestionato per la guerra fra i sì e i no: la maratona all'assemblea nazionale francese, che ha dovuto esaminare più di emendamenti della destra, è finita e stasera il primo ramo del Parlamento varerà la legge sulle nozze e l'adozione da parte di coppie gay. La guerra, però, è tutt'altro che conclusa. Dal 18 marzo il provvedimento passa al Senato, dove la gauche ha una maggioranza più risicata e se l'approvazione di oggi è sicura quella di marzo lo è molto meno. Anche perché le organizzazioni che si oppongono al matrimonio per tutti" non hanno intenzione di deporre le armi e lo hanno ribadito anche domenica, con una manifestazione sui Champs- Elysees, bandiere francesi al vento e concerto di clacson assordanti. Se tutto filerà liscio per la maggioranza di sinistra, che ha comunque sfilato dal provvedimento le norme sulla procreazione giorno, ossia da quando si era appreso che le esportazioni cinesi erano cresciute del 25% in gennaio, raggiungendo i 345,6 miliardi di dollari), secondo i dati dell'ufficio centrale di statistica di Pechino. E la crescita è più forte delle previsioni, che parlavano del 17%. Secondo gli analisti bisogna tenere conto che la crescita e calcolata su base annua e che l'anno scorso le feste per il Capodanno cinese, quando gran parte dell'attività' economica si ferma, hanno avuto luogo in gennaio. Però in dicembre, la crescita dell'export cinese era stata del 10.2%. Sempre secondo la stessa fonte, l'inflazione in Cina è stata del 2% in gennaio, a fronte di una previsione dell'1,8%. La strategia del lungo termine paga, dunque: erano decenni che la Cina inseguiva questo obiettivo, che tuttavia ha ottenuto da una posizione privilegiata, ossia quella del lavoro a bassissimo costo rispetto ai suoi concorrenti occidentali. Le risorse così ottenute le ha reinvestite in aree del Terzo Mondo, come l'africa, dove il lavoro costa ancora meno, o ha comprato i debiti di Paesi strategici. Tutto questo, unitamente a un pugno di ferro per quanto riguarda la politica e l'organizzazione interna, ha logicamente portato al boom economico. Se negli Stati Uniti vi fosse ancora la schiavitù, probabilmente Pechino non potrebbe vantarsi di questo risultato. Ma così stanno le cose. E il prezzo di questo boom lo hanno pagato e lo pagano gli oltre un miliardo e mezzo di cinesi, che pur di lavorare si accontentano di paghe irrisorie. E mentre negli Stati occidentali i sindacati hanno fatto la loro comparsa nel 1820, in Cina la stanno facendo adesso, e non dappertutto. Pochi giorni fa abbiamo avuto notizia di una "svolta" alla Foxconn, il colosso cinese (di Taipei) tristemente noto come "la fabbrica dei suicidi" e diventato un simbolo delle pessime condizioni dei lavoratori nella Cina del miracolo economico: l'azienda si è impegnata a permettere ai suoi dipendenti di costituire un vero sindacato, una prima assoluta in Cina. assistita, le prime coppie gay potranno sposarsi a metà anno. Ma «la guerra continua», ha avvertito il capo dei deputati Ump, di centrodestra, Christian Jacob, il più combattivo in queste settimane dai banchi della destra. Da parte sua il presidente dell'ump, Jean-Francois Copé, ha invitato il governo a occuparsi dei reali problemi della Francia: «Adesso bisogna, molto in fretta, tornare ai problemi che preoccupano i francesi, cioé l'occupazione, l'insicurezza. Sono due settori che mi preoccupano molto, c'é un allarme generale». Altra tappa prevista, il ricorso già annunciato dell'ump al Consiglio costituzionale. Il collettivo di oppositori "La Manif pour Tous" ha intanto già annunciato che subito dopo l'inizio della discussione in Senato, saranno di nuovo in piazza per una grande manifestazione a Parigi, il 24 marzo. Puntano a una mobilitazione ancora più spettacolare di quella del 13 gennaio, quando scesero in piazza per dire no alle nozze gay parecchie centinaia di migliaia di francesi. Siria, autobomba esplode sul territorio turco, altre due uccidono 14 agenti dei servizi Un'autobomba con targa siriana è esplosa dalla parte turca del valico di frontiera di Cilvegozu con la Siria, a metà strada fra Antiochia in Turchia e Aleppo. Le vittime sono nove oltre a una trentina di feriti. Quattro delle vittime sono cittadini turchi. Gli altri cinque, secondo CnnTurk, sono siriani. Diverse ambulanze sono accorse sul posto. In un primo momento l'esplosione era stata attribuita a un colpo di mortaio. Il sindaco della cittadina di Reyhanli, sul cui territorio si trova il valico, ha poi però precisato che la deflagrazione si è verificata in un'auto. Fonti della sicurezza turca hanno indicato che al momento le cause non sono ancora state determinate con assoluta certezza. L'esplosione ha causato l'incendio di diverse auto in attesa davanti al valico, controllato dalla parte siriana dai ribelli sunniti. La zona è un punto di passaggio regolare secondo la stampa turca dei miliziani anti-assad che controllano buona parte del territorio lungo la frontiera con la Turchia. Probabilmente l'automobile dove essere portata in territorio siriano per effettuare un attentato contro il regime di Assad. Tanto è vero che, sempre ieri, nella provincia nord orientale siriana di Hasaka, quattordici membri dei servizi d'intelligence sono stati uccisi nelle esplosioni di altre due autobomba contro la sede dei servizi di sicurezza a Al Shadada, secondo l'ong Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus). L'ong afferma che il doppio attentato è opera del gruppo jihadista dell'opposizione Fronte Al Nusra. L'Ondus aggiunge anche che proseguono gli scontri in alcuni quartieri periferici di Damasco, in particolare in quello di Jobar. Ma la Siria «non cederà nonostante le pressioni». Lo ha affermato il presidente Bashar al Assad, ricevendo ieri una delegazione giordana. «La Siria - ha affermato Assad, citato dall'agenzia ufficiale Sana - rimane il cuore pulsante dell'arabismo e non cederà sui suoi principi per quanto forti possano essere le pressioni, per quante forme possa prendere il complotto, che non colpisce solo la Siria, ma tutti gli arabi».

7 7 Viva la libertà, il 14 nelle sale il film di Servillo sui politici in fuga niale segnato da una depressione bipolare. L'uomo si trasferirà in casa del fratello dove avvierà uno strano ménage e un'involontaria carriera politica di successo. Chi si nasconde dietro il politico in disgrazia, vittima di sondaggi impietosi? Chi è il bersaglio delle frecciate ironice raffinate di Andò a pochi giorni dal voto? Bersani o il sempreverde D'Alema? L'affannosa ricerca dell'identikit non è importante. E poi da largo del Nazareno finora nessuno si è accorto di nulla. Il film, tratto dal romanzo Il trono vuoto, è metafora e allegoria della classe politica di sempre. Inutile chiede all'attore napoletano chi ci sia dietro l'onorevole in disgrazia. A Servillo interessa «suscitare domande sul nostro presente, non fornire risposte divinatorie». «Come diceva Camus Quando la speranza non c'è, bisogna inventarla". Il film è proprio questo: un atto di speranza, e lo consegniamo a un Paese che sta smuovendo le sue migliori energie per ritrovare una strada». Nel film sono solo due le immagini di persone riconoscibili: Enrico Berlinguer, a cui Andò è molto affezionato «per quella sua faccia tirata e il sorriso timido» e Federico Fellini, il maestro della fantasia, che inveisce con tutta «la sua rabbia contro il concretissimo dominio di una tv che sta appiattendo ogni capacità critica». Fotografia spietata del- Gloria Sabatini Viva la libertà. Tranquilli, non è un nuovo partitino in corsa alle elezioni, né la cover di Apicella, ma l'ultimo film in uscita il 14 febbraio, diretto da Roberto Andò e interpretato da uno straordinario Toni Servillo che si doppia tra Salvatore Oliveri e il suo gemello diverso Giovanni Ernani. Il segretario del maggiore partito d'opposizione, Salvatore, dopo il crollo dei sondaggi e l'ennesima contestazione, decide di scomparire e si rifugia in segreto a Parigi, in casa di Danielle, un'amica che non vede da vent'anni. Una fuga notturna di cui è a conoscenza Andrea Bottini, Valerio Mastrandrea collaboratore dell'onorevole, che propone alla moglie del protagonista, Anna, di "usare" come sostituto il fratello gemello, un filosofo colto e gel'ansia da prestazione dei veterani del Palazzo, il film scommette sul cambiamento. Che è anche il filo conduttore del lavoro dei 2 Servillo, leader serioso e noioso, il primo, geniale, solare, libero, il secondo. Libero di dire tutta la verità sulla politica e le sue ombre. Proprio come il protagonista di Viva L'Italia di Michele Placido. Colto da una forma di demenza, il potente politico perde i freni inibitori e inizia dire «solo la verità», rivelando annie anni di truffe e scandali. Il partito lo caccia, i cittadini vanno in visibilio e i figli ritrovano il padre. Lettere I miti del modernismo e del progresso Arriva Sanremo. Giusto al culmine d'un mesto carnevale. Julius Evola fu il sommo pensatore che si battè contro i miti del modernismo e del progresso, fino al punto di predire l'avvento al vertice d'una negletta servitù. Ezra Pound aveva già ammonito, affermando "i politici non sono altro che i camerieri dei banchieri". Luigi Cardarelli Abbiamo una destra che lotta per un obiettivo comune Oggi abbiamo una destra molto variegata ma omogenea che lotta per un obiettivo comune, che è restituire stabilità al Paese ed eliminare le ganasce tassatorie che ancora oggi non si capisce bene a cosa siano servite. Se si può restituire l'imu vuol dire che questa inderogabilità vita o morte espressa da Monti in realtà non era tale, e forse l'ha capito anche lui, seppur molto tardi, quando i danni al sociale erano stati già perpetrati. Bruno Russo L'incostituzionalitàm dell'imu è evidente Non era necessario ricorrere a un esperto come Tremonti per sospettare l'incostituzionalità dell'imu. Se ci deve essere un nesso tra la capacità contributiva e imposte che vengono richieste, e se si arriva al paradosso della svendita del bene tassato per pagarla è un segno evidente che qualcosa che non funziona effettivamente c'è. Emma Cheroni Scotti La situazione è grave, non ci sono limoni da spremere Limoni da spremere in giro non ce ne sono più. La gente chiude i conti correnti, non compra azioni, evita ogni tipo di investimento e il listino di borsa si avvia al definitivo tracollo, condizionato dai titoli bancari. Il valore degli immobili, che in tempi normali cresceva in maniera inversamente proporzionale allʼandamento negativo del Mib, oggi si allinea al crollo delle borse. Gianni Tirelli Una campagna elettorale zeppa di inutile populismo In questa campagna elettorale di chiarezza politica ce nʼè molto poca. Al contrario, imperversa tanto populismo. Siamo infatti bombardati da promesse, da dibattiti su possibili alleanze, da scambi di battute al vetriolo che fanno scattare in alto gli indici di ascolto dei programmi televisivi, non aggiungendo nulla alla comprensione della realtà e delle proposte in campo. Mario Pulimanti Sui nostri Marò continua l'indifferenza della sinistra Appena fu ventilata l'ipotesi di candidare i nostri due Marinai tornati dall'india, al fine di avere la scusante per non mandarli più indietro, subito il Partito finto-democratico ha messo le mani avanti dicendo che la cosa è "inopportuna". Giuseppe Tubi d Italia Quotidiano della Fondazione di Alleanza Nazionale Registrazione Tribunale di Roma N del 23/2/76 Direttore Politico Marcello De Angelis Vicedirettore Responsabile Girolamo Fragalà Editore SECOLO DʼITALIA SRL Fondatore Franz Turchi Consiglio di Amministrazione Tommaso Foti (Presidente) Alberto Dello Strologo (Amministratore delegato) Alessio Butti Antonio Giordano Mario Landolfi Ugo Lisi Via della Scrofa Roma tel. 06/ mail: Amministrazione Via della Scrofa Roma tel. 06/ mail: Abbonamenti Via della Scrofa Roma tel. 06/ mail: La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990 n. 250

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare Le schede di Sapere anche poco è già cambiare LE LISTE CIVETTA Premessa lo spirito della riforma elettorale del 1993 Con le leggi 276/1993 e 277/1993 si sono modificate in modo significativo le normative

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Pagina 1 di 5 Giovedì, 8 Maggio 2008 Notizie Web Politica NOTIZIE Cronaca Economia Esteri Politica Scienze e Tech Spettacoli Sport Top New MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Presentata

Dettagli

Diego Piacentini: "Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa"

Diego Piacentini: Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa Diego Piacentini: "Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa" Diego Piacentini da teenager e oggi In occasione dei 100 anni dell'afs, e dei quasi 60 anni della sua costola italiana

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Senato della Repubblica. Costituzione

Senato della Repubblica. Costituzione Senato della Repubblica Incontro con la Costituzione giugno 2010 A cura dell'ufficio comunicazione istituzionale del Senato della Repubblica La presente pubblicazione è edita dal Senato della Repubblica.

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est indipendentista ma anche italiano

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est indipendentista ma anche italiano OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est indipendentista ma anche italiano Il Gazzettino, 17.03.2015 NOTA INFORMATIVA L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato

Dettagli

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste L obbedienza non è più una virtù di Lorenzo Milani lavorare per la pace leggere scrivere TESTO INFORMATIVO- ESPOSITIVO livello di difficoltà Lorenzo Milani (Firenze, 1923-1967) Sacerdote ed educatore,

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli