PROVINCIA DI VENEZIA Settore edilizia ACCORDO DI PROGRAMMA PER L AMPLIAMENTO E LA RISTRUTTURAZIONE DELLA CASERMA DELLA POLIZIA STRADALE DI MESTRE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DI VENEZIA Settore edilizia ACCORDO DI PROGRAMMA PER L AMPLIAMENTO E LA RISTRUTTURAZIONE DELLA CASERMA DELLA POLIZIA STRADALE DI MESTRE"

Transcript

1 PROVINCIA DI VENEZIA Settore edilizia ACCORDO DI PROGRAMMA PER L AMPLIAMENTO E LA RISTRUTTURAZIONE DELLA CASERMA DELLA POLIZIA STRADALE DI MESTRE Premesso che: - la Provincia di Venezia possiede, in via Ca Rossa a Mestre un immobile che è stato destinato ad ospitare il Corpo della Polizia Stradale competente per territorio, e che tale immobile insiste su un fondo di mq completamente recintato; - le due consistenze edilizie, di cui la prima, con due piani fuori terra, è riservata alle attività d ufficio ed agli alloggi di servizio, mentre la seconda ospita la rimessa per le autovetture e magazzini vari, hanno capacità complessiva di circa mq interni netti e volume di circa mc; - l attuale struttura risulta inadeguata alle necessità del Corpo di Polizia ospitato, sia in relazione all entità delle superfici disponibili, sia in ordine alle caratteristiche funzionali degli immobili in uso, che necessitano di numerose opere d adeguamento soprattutto per quanto attiene gli impianti tecnologici; - l ampliamentoe l adeguamento funzionale della sede sono dettati dalla necessità di corrispondere all esigenza di potenziamento del Corpo di Polizia in ordine all incremento del traffico derivante anche dal previsto potenziamento della rete autostradale insistente nell area di competenza (passante di Mestre); - è interesse della Regione del Veneto, tenuto conto del recente trasferimento di competenze della rete viaria ex Anas e dell avvenuta

2 individuazione e presa in carico delle strade individuate quali regionali ed oggi gestite dalla società concessionaria Veneto Strade Società per azioni, avviare con il Ministero dell Interno - Dipartimento di Pubblica Sicurezza nuove forme di collaborazione e di sinergia che possano coinvolgere la Polizia Stradale in iniziative o progetti concernenti tematiche connesse, fra l altro, alla viabilità, al traffico ed alla sicurezza; rilevato che: sulla scorta anche delle indicazioni fornite dalla Polizia Stradale, la Provincia di Venezia ha elaborato l allegato progetto preliminare che prevede l ampliamento e l adeguamento funzionale dell immobile in parola articolato come segue: 1. nell esecuzione di opere di manutenzione straordinaria, ampliamento, sistemazione distributiva e messa a norma degli impianti relativamente al corpo di fabbrica esistente; 2. nella costruzione di un nuovo edificio affiancato al primo, capace di conferire al Corpo di Polizia le maggiori disponibilità di superfici utili necessarie ad assicurare l efficienza del servizio, in vista anche del previsto futuro potenziamento delle funzioni attribuite; 3. nella sistemazione delle aree esterne di pertinenza, per rendere possibile un razionale utilizzo degli autoveicoli di servizio e personali dei militi; Considerato che: - sempre sulla scorta del progetto preliminare allegato, e delle relative valutazioni economiche, la realizzazione dell opera comporta la spesa complessiva di 2,20 milioni di Euro, di cui 0,70 milioni di Euro per l esecuzione dei lavori di cui al precedente punto 1. e per le relative

3 sistemazioni esterne, e 1,50 milioni di Euro per le opere di cui al punto 2. e le relative sistemazioni esterne; - la Società delle Autostrade di Venezia e Padova ha in essere con il Ministero dell interno - Dipartimento della Pubblica - sicurezza una convenzione per l espletamento del servizio di Polizia stradale sull autostrada Mestre-Padova e Tangenziale Ovest di Mestre in concessione alla Società; - la succitata convenzione prevede la costruzione e manutenzione della caserma per il reparto di polizia stradale dislocato sulla stessa autostrada ai fini dell espletamento dei normali piani di vigilanza predisposti dagli organi competenti del Dipartimento della Pubblica Sicurezza - Ministero dell Interno; - la Società delle Autostrade di Venezia e Padova S.p.A. ai sensi dell articolo 3 - comma 4 dell attuale convenzione in essere con l ente concedente ANAS stipulata in data 7 dicembre l 999, deve accollarsi le spese per la costruzione e la manutenzione delle casermette, le quali fanno parte integrante delle pertinenze autostradali; - la Società delle Autostrade di Venezia e Padova S.p.A. ha in essere con il compartimento di Polizia Stradale di Padova una concessione d uso di un immobile arredato con posto auto scoperto sito in Mestre-Venezia Via Verdi 126/11, adibito ad alloggio per gli agenti di Polizia Stradale per effetto del servizio di pattugliamento delle pertinenze della Società cioè lungo le tratte autostradali Mestre-Padova Est, Tangenziale Ovest di Mestre e Raccordo Marco Polo; - l immobile sopra descritto è stato assunto in locazione dalla Società delle Autostrade di Venezia e Padova S.p.A. dalla Signora Carnet Eva di Venezia, dal 10 dicembre 2001, con contratto annualmente rinnovabile previa. verifica della disponibilità dell immobile; tutto ciò premesso: - la Provincia di Venezia;

4 - la Società delle Autostrade di Venezia e Padova Società per Azioni, - la Regione Veneto; - la Società Veneto Strade Società per Azioni; - il competente comando della Polizia di Stato; convengono: I. di procedere alla realizzazione dei lavori finalizzati al potenziamento ed all adeguamento funzionale delle strutture edilizie della caserma della Polizia Stradale di Via a Rossa, n. 14, a Mestre, nei termini indicati nell allegato progetto preliminare; 2. che al finanziamento complessivo di Euro ,00 i soggetti di cui ai punti precedenti contribuiscano come di seguito indicato: - per ,00 Euro provvederà la Provincia di Venezia, corrispondenti al finanziamento necessario alla ristrutturazione ed alla riqualificazione funzionale del fabbricato A di cui all allegato progetto preliminare, ed alla sistemazione delle aree esterne di competenza; - per la somma di ,00 Euro, necessaria alla realizzazione della Palazzina B ed alle aree di pertinenza di cui all allegato progetto preliminare provvederanno:. la Regione Veneto direttamente o tramite la Veneto Strade Società per Azioni per Euro ,00. la Società delle Autostrade di Venezia e Padova Società per Azioni per Euro l ,00; 3. che la Provincia di Venezia s impegni a mantenere inalterata la destinazione d uso dell immobile in parola per un periodo non inferiore a 30annni: 4. che la Provincia di Venezia si faccia carico della progettazione definitiva ed esecutiva oltre che dell esecuzione delle opere in argomento;

5 5. che la Provincia di Venezia si impegni a mantenere inalterato l ammontare del canone di affitto del bene in argomento sino alla scadenza del contratto in essere, prevista per il 31/03/2009, e che la stessa Provincia in occasione del suo rinnovo s impegni a prendere in considerazione l incremento di valore limitatamente al 50% della quota da essa stessa applicata ( /2= Euro); 6. che la Società delle Autostrade di Venezia e Padova S.p.a. ad ultimazione lavori, e conseguente consegna dei nuovi locali al Corpo di Polizia, provvederà ad estinguere il contratto di locazione in essere, per l immobile sito in Mestre (VE) Via Verdi, 126/11, con la ditta Eva Carnet; 7. che a completamento dei lavori in oggetto la Società delle Autostrade di Venezia e Padova S.p.A. ha espletato l impegno previsto dalla Convenzione tra ANAS e Società e tra la Società e Ministero anche per l ampliamento del servizio riguardante l entrata in esercizio del Passante di Mestre; 8. che la Società delle Autostrade di Venezia e Padova S.p.a., conseguentemente all entrata in esercizio della caserma di Mestre di Via Ca Rossa, 14, estinguerà la concessione d uso a suo tempo stipulata tra la stessa ed il Compartimento della Polizia Stradale di Padova per l utilizzo dell immobile arredato con posto auto scoperto sito in Mestre- Venezia Via Verdi 126/11; 9. che i competenti Uffici dei Soggetti sottoscrittori provvedano alle incombenze esecutive relative all accordo di che trattasi. Venezia,

6 Per accettazione: Ministero dell interno - Dipartimento Pubblica Sicurezza Regione del Veneto Veneto Strade Spa Società delle Autostrade di Venezia e Padova Spa Provincia di Venezia - Assessore Edilizia Patrimoniale

ALLEGATOA alla Dgr n del 24 aprile 2007 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n del 24 aprile 2007 pag. 1/5 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1184 del 24 aprile 2007 pag. 1/5 ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ACQUISTO DEL COMPLESSO CASERMA SANTA MARTA IN VERONA - La Regione del Veneto, con sede

Dettagli

Piano Strategico Metropolitano di Torino

Piano Strategico Metropolitano di Torino AUDIZIONE PER LA FORMAZIONE DEL Piano Strategico Metropolitano di Torino LO STATO DELL ARTE E LE PROSPETTIVE FUTURE PER L AREA LAVORI PUBBLICI Torino, 17 Marzo 2016 Ing. Sandro Petruzzi Direttore Area

Dettagli

SCHEMA PROGRAMMA DEI LAVORI PUBBLICI E OPERE PUBBLICHE. Piano Triennale Elenco annuale 2016 RELAZIONE ILLUSTRATIVA

SCHEMA PROGRAMMA DEI LAVORI PUBBLICI E OPERE PUBBLICHE. Piano Triennale Elenco annuale 2016 RELAZIONE ILLUSTRATIVA Comune di Roccastrada Settore 6 servizi tecnici opere pubbliche patrimonio ambiente manutenzioni SCHEMA PROGRAMMA DEI LAVORI PUBBLICI E OPERE PUBBLICHE Piano Triennale 2016 2018 Elenco annuale 2016 RELAZIONE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE EDILIZIA E APPALTI Edilizia I L D I R I G E N T E S O S T I T U T O

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE EDILIZIA E APPALTI Edilizia I L D I R I G E N T E S O S T I T U T O I L D I R I G E N T E S O S T I T U T O Ricordato che gli uffici del Servizio Caccia e Pesca e quelli della Polizia Provinciale sono stati trasferiti nei locali al secondo piano del fabbricato denominato

Dettagli

AGGIORNAMENTO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA, SECONDARIA E DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI. LA GIUNTA COMUNALE

AGGIORNAMENTO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA, SECONDARIA E DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI. LA GIUNTA COMUNALE Delibera n. 17 del 4 febbraio 2009 OGGETTO: AGGIORNAMENTO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA, SECONDARIA E DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI. LA GIUNTA COMUNALE Premesso e considerato che: i titoli abilitativi

Dettagli

28/11/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 98. Regione Lazio

28/11/ BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 98. Regione Lazio Regione Lazio DIREZIONE INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 20 novembre 2013, n. G02662 Adeguamento per l'anno 2014 dei canoni per concessioni e

Dettagli

COMUNE DI SARNONICO Provincia di Trento. AVVISO ESPLORATIVO per separate manifestazioni di interesse inerenti

COMUNE DI SARNONICO Provincia di Trento. AVVISO ESPLORATIVO per separate manifestazioni di interesse inerenti COMUNE DI SARNONICO Provincia di Trento Allegato A AVVISO ESPLORATIVO per separate manifestazioni di interesse inerenti LA LOCAZIONE DI SPAZI PER RISTORAZIONE ESERCIZI PUBBLICI COMMERCIALI LA CESSIONE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA PREMESSA La presente richiesta di Piano Esecutivo Convenzionato prevede variazioni interne del locali di proprietà della ditta Ribauto s.a.s., su lotto sito in Alba in Corso

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 139 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 139 del 57222 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 22 novembre 2016, n. 1750 Programmazione Fondo per le Politiche Giovanili 2016. Approvazione scheda intervento Regione Puglia. L Assessore alle Politiche giovanili

Dettagli

COMUNE PERANO. (Provincia di Chieti) GESTIONE INTEGRATA IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE SUL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE PERANO. (Provincia di Chieti) GESTIONE INTEGRATA IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE SUL TERRITORIO COMUNALE COMUNE PERANO (Provincia di Chieti) Committente: Amministrazione Comunale di Perano Oggetto: GESTIONE INTEGRATA IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE SUL TERRITORIO COMUNALE PIANO ECONOMICO E FINANZIARIO

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI ED EDILIZIA PUBBLICA UFFICIO MANUTENZIONE FABBRICATI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 688

SETTORE LAVORI PUBBLICI ED EDILIZIA PUBBLICA UFFICIO MANUTENZIONE FABBRICATI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 688 (Cat.. Cl. Fasc..) CITTA DI ASTI SETTORE LAVORI PUBBLICI ED EDILIZIA PUBBLICA UFFICIO MANUTENZIONE FABBRICATI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 688 in data 20/05/2015 Oggetto: CIG ZD2139D744 - LAVORI DI MANUTENZIONE

Dettagli

Consiglio regionale della Toscana Proposta di Legge n. 327 Prot. n /2.104/bis del Proposta di legge

Consiglio regionale della Toscana Proposta di Legge n. 327 Prot. n /2.104/bis del Proposta di legge Consiglio regionale della Toscana Proposta di Legge n. 327 Prot. n. 12033/2.104/bis del 23.12.2003 Proposta di legge Determinazione del contributo previsto dalla legge 9 dicembre 1986, n. 896 (Disciplina

Dettagli

Intervento del Dott. Ing. Francesco Franco Valeri, Capo del Dipartimento VII Viabilità ed Infrastrutture Provincia di Roma

Intervento del Dott. Ing. Francesco Franco Valeri, Capo del Dipartimento VII Viabilità ed Infrastrutture Provincia di Roma Intervento del Dott. Ing. Francesco Franco Valeri, Capo del Dipartimento VII Viabilità ed Infrastrutture Provincia di Roma In Italia prima del trasferimento delle strade ex ANAS le Province erano già il

Dettagli

approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 42 del entrato in vigore il

approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 42 del entrato in vigore il REGOLAMENTO per i criteri di utilizzazione delle somme relative a oneri di urbanizzazione secondaria da destinare a: - «Chiese ed altri edifici per servizi religiosi»; - «Centri civici e sociali, attrezzature

Dettagli

Rep. 2014/161 FASC.: 2011/06.05/108 CUP: I34E Oggetto n 17 Ufficio: 082. Comune di Verona. Deliberazione della Giunta Comunale

Rep. 2014/161 FASC.: 2011/06.05/108 CUP: I34E Oggetto n 17 Ufficio: 082. Comune di Verona. Deliberazione della Giunta Comunale Rep. 2014/161 FASC.: 2011/06.05/108 CUP: I34E13000180004 Oggetto n 17 Ufficio: 082 Comune di Verona Deliberazione della Giunta Comunale N. Progr. 161 Seduta del giorno 11 Giugno 2014 PRESENTI CASALI AVV.

Dettagli

Capitolato Speciale d Appalto delle opere a verde

Capitolato Speciale d Appalto delle opere a verde Giunta Regionale - Assessorato ai Lavori Pubblici, Energia, Polizia locale e Sicurezza Dipartimento LL.PP., Sicurezza Urbana, Polizia Locale e R.A.S.A. Sezione Lavori Pubblici Capitolato Speciale d Appalto

Dettagli

COMUNE DI INCISA IN VAL D ARNO (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO

COMUNE DI INCISA IN VAL D ARNO (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO COMUNE DI INCISA IN VAL D ARNO (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO per l utilizzazione e l assegnazione delle somme relative a oneri di urbanizzazione secondaria da destinare a Chiese ed altri edifici per

Dettagli

PROPOSTA DI CONCERTAZIONE E DI ATTO UNILATERALE D OBBLIGO. L anno il giorno.del mese di., presso la sede municipale di Pianiga (VE),

PROPOSTA DI CONCERTAZIONE E DI ATTO UNILATERALE D OBBLIGO. L anno il giorno.del mese di., presso la sede municipale di Pianiga (VE), PROPOSTA DI CONCERTAZIONE E DI ATTO UNILATERALE D OBBLIGO L anno il giorno.del mese di., presso la sede municipale di Pianiga (VE), sono presenti: - Sig. residente in, via in qualità di proprietario del

Dettagli

COMUNE DI BUSSETO. Provincia di Parma DETERMINA DIRIGENZIALE

COMUNE DI BUSSETO. Provincia di Parma DETERMINA DIRIGENZIALE DETERMINA DIRIGENZIALE Oggetto: LAVORI DI RIFACIMENTO DEL MANTO DI COPERTURA PALESTRA SCOLASTICA DELLA FRAZIONE RONCOLE VERDI - DETERMINAZIONE A CONTRATTARE APPROVAZIONE SCHEMA LETTERA DI INVITO ED ELENCO

Dettagli

OGGETTO: PERSONALE - LINEE DI INDIRIZZO PER LA COSTITUZIONE DEL FONDO RISORSE DECENTRATE ANNO 2016

OGGETTO: PERSONALE - LINEE DI INDIRIZZO PER LA COSTITUZIONE DEL FONDO RISORSE DECENTRATE ANNO 2016 C I T T À DI B I E L L A ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 158 DEL 09.05.2016 OGGETTO: PERSONALE - LINEE DI INDIRIZZO PER LA COSTITUZIONE DEL FONDO RISORSE DECENTRATE ANNO 2016 L anno duemilasedici

Dettagli

ANNO 2017 REGIONE LAZIO RETE VIARIA REGIONALE: CANONI PER LA PUBBLICITA

ANNO 2017 REGIONE LAZIO RETE VIARIA REGIONALE: CANONI PER LA PUBBLICITA ANNO 2017 REGIONE LAZIO RETE VIARIA REGIONALE: CANONI PER LA PUBBLICITA (DA RENDERE PUBBLICHE ENTRO IL 31/10/16) ADEGUAMENTI ISTAT al 30/06/2016 1/8 ANNO 2017 - CANONI PUBBLICITÀ STRADALE SULLA RETE VIARIA

Dettagli

I BANDI A FAVORE DEL PATRIMONIO RURALE:

I BANDI A FAVORE DEL PATRIMONIO RURALE: GAL Alta Marca Trevigiana Programma di Sviluppo Locale 2007-2013 I BANDI A FAVORE DEL PATRIMONIO RURALE: Misura 323/a AZIONI 2 3-4 SCADENZA 26 GIUGNO 2012 Misura 323/a AZIONE 2 Recupero, riqualificazione

Dettagli

QUADRO DELLE DISPONIBILITA' FINANZIARIE PER LE OPERE PUBBLICHE

QUADRO DELLE DISPONIBILITA' FINANZIARIE PER LE OPERE PUBBLICHE Allegato alla deliberazione n. 21 di data 25/09/2014 IL SINDACO F.F. F.to Lucia Vicentini ALLEGATO 1) IL SEGRETARIO COMUNALE F.to dott.ssa Tiziana Angeli QUADRO DELLE DISPONIBILITA' FINANZIARIE PER LE

Dettagli

REGOLAMENTO. Approvato con delib. CC n. 51/

REGOLAMENTO. Approvato con delib. CC n. 51/ REGOLAMENTO Criteri di utilizzazione delle somme relative a oneri di urbanizzazione secondaria da destinare a: -«Chiese ed altri edifici per servizi religiosi»; -«Centri civici e sociali, attrezzature

Dettagli

* * * * STATO DI CONSISTENZA E VISITA DI ACCERTAMENTO DEI LAVORI ESEGUITI (Art. 138, 1 comma, D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163)

* * * * STATO DI CONSISTENZA E VISITA DI ACCERTAMENTO DEI LAVORI ESEGUITI (Art. 138, 1 comma, D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163) COMUNE DI... PROVINCIA DI... * * * * LAVORI DI... IMPRESA... IMPORTO LAVORI: Euro CONTRATTO IN DATA... N.... DI REP. REGISTRATO IN DATA... IL... AL N.... MOD.... VOL.... ATTO DI RISOLUZIONE CONTRATTUALE:...

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DELLA PROVINCIA DI LATINA

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DELLA PROVINCIA DI LATINA AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DELLA PROVINCIA DI LATINA ANALISI DELL ATTIVITÀ SVOLTA E VALUTAZIONE DEL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI NELL ANNO 2013 A. Prosecuzione cantieri

Dettagli

ANNO 2016 REGIONE LAZIO RETE VIARIA REGIONALE: CANONI PER LA PUBBLICITA

ANNO 2016 REGIONE LAZIO RETE VIARIA REGIONALE: CANONI PER LA PUBBLICITA ANNO 2016 REGIONE LAZIO RETE VIARIA REGIONALE: CANONI PER LA PUBBLICITA AGGIORNAMENTO AL 30/06/15 (DA RENDERE PUBBLICI ENTRO IL 31/10/15) ADEGUAMENTI ISTAT al 30/06/2015 1/9 ADEGUAMENTI ISTAT al 30/06/2015

Dettagli

DELIBERA N. 204 del 13 luglio 2015 Determinazione delle risorse per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività per l anno

DELIBERA N. 204 del 13 luglio 2015 Determinazione delle risorse per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività per l anno DELIBERA N. 204 del 13 luglio 2015 Determinazione delle risorse per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività per l anno 2015: indirizzi alla dirigenza. La Giunta, vista la determinazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DEI DIRITTI DI SEGRETERIA. ex-art. 16 D.L. n. 289/

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DEI DIRITTI DI SEGRETERIA. ex-art. 16 D.L. n. 289/ COMUNE DI CIVITA CASTELLANA Provincia di VITERBO REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DEI DIRITTI DI SEGRETERIA ex-art. 16 D.L. n. 289/20.05.1992 * * * APPROVATO con deliberazione del Consiglio Comunale n. 158

Dettagli

one del metano per autotrazione sulla rete autostradale ADESIONE ACCORDO. IVITA ECONOMICHE CONSUMATORI

one del metano per autotrazione sulla rete autostradale ADESIONE ACCORDO. IVITA ECONOMICHE CONSUMATORI HE PER LO SVILUPPO L LAVORO E L INNOVAZIONE DI DELI BERAZI ONE UNTA REGI ONALE ria sia di entrata che di spesa e dalla stessa non deriva alcun onere a carico del bilancio regionale. one del metano per

Dettagli

Copertura Finanziaria ai sensi del D.Lgs 118/2011 e ss.mm.ii.

Copertura Finanziaria ai sensi del D.Lgs 118/2011 e ss.mm.ii. 1 2 L Assessore allo Sport, Raffaele Piemontese, sulla base dell istruttoria espletata dalla P.O e confermata dalla Dirigente della Sezione Sport per Tutti, riferisce quanto segue. La L. R. 33/2006 e s.m.i.

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE REGGIO CALABRIA U.O.C. Ufficio Attività Tecniche e Patrimonio Direttore: Ing. Massimo ROMEO FILOCAMO

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE REGGIO CALABRIA U.O.C. Ufficio Attività Tecniche e Patrimonio Direttore: Ing. Massimo ROMEO FILOCAMO AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE REGGIO CALABRIA U.O.C. Ufficio Attività Tecniche e Patrimonio Direttore: Ing. Massimo ROMEO FILOCAMO Allegata al Prot.2894 / UT del 24.10.2011 PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE

Dettagli

ACCORDO. L anno 2015 il giorno... del mese di... presso la sede della Presidenza della Regione Toscana, Piazza Duomo 1 a Firenze FRA

ACCORDO. L anno 2015 il giorno... del mese di... presso la sede della Presidenza della Regione Toscana, Piazza Duomo 1 a Firenze FRA ACCORDO PER LA PROGETTAZIONE DEL NUOVO PONTE SUL FIUME ARNO E RELATIVI COLLEGAMENTI VIARI FRA LO SVINCOLO DELLA SGC FIPILI DI LASTRA A SIGNA, SUI TERRITORI DI LASTRA A SIGNA E SCANDICCI, E LA LOCALITA

Dettagli

Roma, 22 aprile 2015 CIRCOLARE N. 33 / 2015

Roma, 22 aprile 2015 CIRCOLARE N. 33 / 2015 in evidenza Roma, 22 aprile 2015 CIRCOLARE N. 33 / 2015 Prot. 682 CDAA Ai Presidenti e Direttori Generali degli Enti Associati FINANZIAMENTI ENTI PUBBLICI ECONOMICI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI OGGETTO:

Dettagli

Corso integrativo di preparazione all Esame di Stato per l abilitazione della libera professione di Geometra anno 2016

Corso integrativo di preparazione all Esame di Stato per l abilitazione della libera professione di Geometra anno 2016 Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Genova Corso integrativo di preparazione all Esame di Stato per l abilitazione della libera professione di Geometra anno 2016 Paolo De Lorenzi - 2016

Dettagli

n. 57/ST del 12 MARZO 2014

n. 57/ST del 12 MARZO 2014 C O P I A DETERMINA n. 57/ST del 12 MARZO 2014 DIVISIONE: TECNICA SERVIZIO: SERVIZIO EDILIZIA SCOLASTICA - SPORTIVA - TUTELA AMBIENTALE DETERMINA DI ASSUNZIONE DI IMPEGNO DI SPESA Oggetto: APPROVAZIONE

Dettagli

7. IL QUADRO ECONOMICO E LE FASI DI ATTUAZIONE

7. IL QUADRO ECONOMICO E LE FASI DI ATTUAZIONE 7. IL QUADRO ECONOMICO E LE FASI DI ATTUAZIONE 7.1 Le fasi di attuazione del piano Il Master Plan 2014-2029 definisce i caratteri generali del futuro assetto aeroportuale, le principali opere che lo compongono

Dettagli

S C H E M A. PROTOCOLLO D INTESA tra REGIONE DEL VENETO e PROVINCIA DI VERONA

S C H E M A. PROTOCOLLO D INTESA tra REGIONE DEL VENETO e PROVINCIA DI VERONA ALLEGATOA alla Dgr n. 851 del 21 giugno 2011 pag. 1/5 S C H E M A PROTOCOLLO D INTESA tra REGIONE DEL VENETO e PROVINCIA DI VERONA per la realizzazione della Strada Mediana di collegamento tra la A22 del

Dettagli

COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese VI Area Funzionale Tecnica: LL.PP - Manutenzioni - Ecologia

COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese VI Area Funzionale Tecnica: LL.PP - Manutenzioni - Ecologia COMUNE DI UBOLDO Provincia di Varese VI Area Funzionale Tecnica: LL.PP - Manutenzioni - Ecologia LINEE GUIDA - STUDIO DI FATTIBILITÀ Artt. 128 e 153 del D.LGS 163/2006 AFFIDAMENTO IN PROJECT FINANCING

Dettagli

PRIMO PROGRAMMA DELLE OPERE STRATEGICHE LEGGE N. 443/2001 PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA IL CIPE

PRIMO PROGRAMMA DELLE OPERE STRATEGICHE LEGGE N. 443/2001 PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA IL CIPE PRIMO PROGRAMMA DELLE OPERE STRATEGICHE LEGGE N. 443/2001 PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA IL CIPE VISTA la legge 17 dicembre 1971, n. 1158, recante norme in tema di collegamento viario e ferroviario fra

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE CASA ENTRATE E SPESE CORRENTI

DIREZIONE CENTRALE CASA ENTRATE E SPESE CORRENTI DIREZIONE CENTRALE CASA ENTRATE E SPESE CORRENTI Bilancio di Previsione 2013 REPORT COMMISSIONI ENTRATE CORRENTI ANNO : 2013 PDC PEG DESCRIZIONE PEG CONSUNTIVO 2012 PREVISIONE 2013 VINC ENTRATE CORRENTI

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 38 DEL 22 SETTEMBRE 2008

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 38 DEL 22 SETTEMBRE 2008 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 6 agosto 2008 - Deliberazione N. 1344 - Area Generale di Coordinamento N. 15 - Lavori Pubblici, Opere Pubbliche, Attuazione, Espropriazione Proposta di

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE del 01/03/2016 n. 29

VERBALE DI DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE del 01/03/2016 n. 29 VERBALE DI DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE del 01/03/2016 n. 29 Oggetto: Immobile posto in Via Pacini 8-10/A. Concessione in comodato d'uso alla societa' della Salute Zona Fiorentina Nord Ovest. COPIA L'anno

Dettagli

Comune di Argenta PROVINCIA DI FERRARA

Comune di Argenta PROVINCIA DI FERRARA Comune di Argenta PROVINCIA DI FERRARA Determinazione n. 664 del 13-10-2010 SETTORE: Urbanistica OGGETTO: Approvazione modelli - tipo atti unilaterali d obbligo per gli interventi in territorio agricolo

Dettagli

CURRICULUM PROFESSIONALE INFORMAZIONI PERSONALI. Silvano Vernizzi

CURRICULUM PROFESSIONALE INFORMAZIONI PERSONALI. Silvano Vernizzi CURRICULUM PROFESSIONALE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Silvano Vernizzi Telefono 041/2907853 Fax 041/2907852 E-mail segreteriave@venetostrade.it Nazionalità Italiana Data di nascita Rovigo, 13.12.1953 ISTRUZIONE

Dettagli

Regione Piemonte Provincia di Novara. Comune di Cerano

Regione Piemonte Provincia di Novara. Comune di Cerano Regione Piemonte Provincia di Novara Comune di Cerano Art. 92 del D.lgs 163/2006 e s.m.i. Regolamento per la disciplina degli incentivi per la progettazione di opere, lavori e attività accessorie e per

Dettagli

Art. 1 - Oggetto del Regolamento Art. 2 - Prestazioni escluse Articolo 3 - Fornitura di beni e servizi a rimborso Articolo 4 - Convenzioni.

Art. 1 - Oggetto del Regolamento Art. 2 - Prestazioni escluse Articolo 3 - Fornitura di beni e servizi a rimborso Articolo 4 - Convenzioni. REGOLAMENTO SUI SERVIZI NON ESSENZIALI CON RIMBORSO DA PARTE DELL UTENZA E SERVIZI A PAGAMENTO PER CONTO TERZI Approvato con Delibera di Consiglio N. 11 del 12.02.2009 INDICE Articolo 1 - Oggetto del Regolamento

Dettagli

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano DETERMINAZIONE SERVIZIO Tecnico Lavori Pubblici Numero 117 del 10-03-2015 Registro generale n. 290 del 17-03-2015 OGGETTO: Affidamento prove statiche

Dettagli

SCHEMA GENERALE. A. MODULO CONSISTENZA : Relazione del tecnico su consistenza e legittimità

SCHEMA GENERALE. A. MODULO CONSISTENZA : Relazione del tecnico su consistenza e legittimità SCHEMA GENERALE A. MODULO CONSISTENZA : Relazione del tecnico su consistenza e legittimità B. MODULO AZIENDALE: Relazione Agronomica C. MODULO PROGETTUALE: Relazione Architettonica D. MODULO DI PRESENTAZIONE

Dettagli

PARTE SECONDA. Atti regionali

PARTE SECONDA. Atti regionali Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 120 del 20-10-2016 50481 PARTE SECONDA Atti regionali DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 18 ottobre 2016, n. 616 Legge regionale 19 dicembre 2008

Dettagli

DECRETO N Del 15/10/2015

DECRETO N Del 15/10/2015 DECRETO N. 8488 Del 15/10/2015 Identificativo Atto n. 939 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto SELEZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER LA COSTRUZIONE DI SCUOLE INNOVATIVE, AI

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA MODENA DELLA GUARDIA DI FINANZA AI FINI DEL COORDINAMENTO DEI CONTROLLI SOSTANZIALI DELLA POSIZIONE REDDITUALE E

PROTOCOLLO D INTESA MODENA DELLA GUARDIA DI FINANZA AI FINI DEL COORDINAMENTO DEI CONTROLLI SOSTANZIALI DELLA POSIZIONE REDDITUALE E PROTOCOLLO D INTESA TRA IL COMUNE DI FORMIGINE ED IL COMANDO PROVINCIALE DI MODENA DELLA GUARDIA DI FINANZA AI FINI DEL COORDINAMENTO DEI CONTROLLI SOSTANZIALI DELLA POSIZIONE REDDITUALE E PATRIMONIALE

Dettagli

PIANO ECONOMICO DI RIFERIMENTO

PIANO ECONOMICO DI RIFERIMENTO ISO 9001 : 2000 CONCESSIONE PER LA COSTRUZIONE E GESTIONE AMPLIAMENTO ED ADEGUAMENTO PARCHEGGIO DELL OSPEDALE BOLOGNINI DI SERIATE PIANO ECONOMICO DI RIFERIMENTO 1 U.O.C. Risorse Tecniche Edilizia e Manutenzione

Dettagli

PIANO STRAORDINARIO PER L'EDILIZIA SCOLASTICA E MESSA IN SICUREZZA Piano straordinario stralcio di interventi urgenti sul patrimonio scolastico

PIANO STRAORDINARIO PER L'EDILIZIA SCOLASTICA E MESSA IN SICUREZZA Piano straordinario stralcio di interventi urgenti sul patrimonio scolastico PIANO STRAORDINARIO PER L'EDILIZIA SCOLASTICA E MESSA IN SICUREZZA Piano straordinario stralcio di interventi urgenti sul patrimonio scolastico SCHEDA N. 186 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO

Dettagli

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale R E G I O N E P U G L I A Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale SERVIZIO POLITICHE PER IL LAVORO CODICE CIFRA: LAV/DEL/2013/ OGGETTO: PO Puglia FSE 2007-2013 Asse II Occupabilità - Rifinanziamento

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 583 del 25/10/2016

Delibera della Giunta Regionale n. 583 del 25/10/2016 Delibera della Giunta Regionale n. 583 del 25/10/2016 Dipartimento 53 - Dipartimento delle Politiche Territoriali Direzione Generale 7 - Direzione Generale per la mobilità U.O.D. 6 - UOD Fondi regionali,

Dettagli

2 monitoraggio conoscitivo sull utilizzo della flotta di rappresentanza e delle auto di servizio nelle pubbliche amministrazioni

2 monitoraggio conoscitivo sull utilizzo della flotta di rappresentanza e delle auto di servizio nelle pubbliche amministrazioni 2 monitoraggio conoscitivo sull utilizzo della flotta di rappresentanza e delle auto di servizio nelle pubbliche amministrazioni Direttiva n. 6/2011 Il presente questionario è finalizzato a rilevare le

Dettagli

M A S T E RP L A N 2 0 1 4-2 0 2 9 RELAZIONE TECNICA GENERALE

M A S T E RP L A N 2 0 1 4-2 0 2 9 RELAZIONE TECNICA GENERALE 11. IL QUADRO ECONOMICO E LE FASI DI ATTUAZIONE 11.1 LE FASI DI ATTUAZIONE DEL PIANO Il nuovo piano definisce i caratteri generali del futuro assetto aeroportuale, le principali opere che lo compongono

Dettagli

Variante urbanistica per cambio destinazione d uso dei fabbricati o di 8.000,00

Variante urbanistica per cambio destinazione d uso dei fabbricati o di 8.000,00 ALLEGATO A: in vigore dal 1 Febbraio 2013 e non si applica per le pratiche in corso di istruttoria Di seguito sono indicate i diritti di istruttoria relativi alle prestazioni di competenza dello Sportello

Dettagli

CONTRATTO TRA S.A.T. SERVIZI AMBIENTE TERRITORIO. S.p.A. E SAT PATRIMONIO S.p.A. PER L AFFITTO DI BENI, RETI

CONTRATTO TRA S.A.T. SERVIZI AMBIENTE TERRITORIO. S.p.A. E SAT PATRIMONIO S.p.A. PER L AFFITTO DI BENI, RETI CONTRATTO TRA S.A.T. SERVIZI AMBIENTE TERRITORIO S.p.A. E SAT PATRIMONIO S.p.A. PER L AFFITTO DI BENI, RETI E IMPIANTI DEI SERVIZI IDRICI INTEGRATI DEI COMUNI DI SASSUOLO, FIORANO MODENESE, MARANELLO,

Dettagli

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 7 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE. DECRETO n del 25 marzo 2008

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 7 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE. DECRETO n del 25 marzo 2008 2044 18-4-2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - Parte III - n. 16 REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO N. 7 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE DECRETO n. 3019 del 25 marzo 2008 Modifica del decreto dirigenziale

Dettagli

PROVVEDIMENTO 4 agosto 1998 Adeguamento dei canoni e dei corrispettivi dovuti per le concessioni e le autorizzazioni diverse.

PROVVEDIMENTO 4 agosto 1998 Adeguamento dei canoni e dei corrispettivi dovuti per le concessioni e le autorizzazioni diverse. DIREZIONE CENTRALE AA. GG. E PERSONALE SERVIZIO AFFARI GENERALI PROVVEDIMENTO 4 agosto 1998 Adeguamento dei canoni e dei corrispettivi dovuti per le concessioni e le autorizzazioni diverse. L AMMINISTRATORE

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Centrale Unica Acquisti Avvocatura e Contratti Patrimonio DIRETTORE GHILARDI avv. LAMBERTO Numero di registro Data dell'atto 1751 10/11/2015 Oggetto : Rinnovo

Dettagli

SCHEMA DI DISCIPLINARE

SCHEMA DI DISCIPLINARE DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI SCHEMA DI DISCIPLINARE ALL. 3 TRA: Il Ministero delle Infrastrutture e

Dettagli

Totale auto noleggio, affitto, (per acquisto o riscatto) comodato)

Totale auto noleggio, affitto, (per acquisto o riscatto) comodato) SEZIONE I Consistenza del parco auto e assegnatari In questa sezione, come nelle seguenti, vengono rilevate esclusivamente le autovetture come definite dall art 54 del codice della strada: veicoli destinati

Dettagli

OGGETTO: INTERVENTI CONTRATTO DI QUARTIERE II DI LUNETTA. Intervento 1 Nuove Palazzine residenziali. Intervento 1 Nuove Palazzine residenziali

OGGETTO: INTERVENTI CONTRATTO DI QUARTIERE II DI LUNETTA. Intervento 1 Nuove Palazzine residenziali. Intervento 1 Nuove Palazzine residenziali OGGETTO: INTERVENTI CONTRATTO DI QUARTIERE II DI LUNETTA Intervento 1 Nuove Palazzine residenziali Intervento 1 Nuove Palazzine residenziali Intervento 2.05 Nuova Piazza Intervento 2.51 Demolizioni preliminari

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 706 DEL 17-10-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Servizio di sviluppo e stampa e fornitura materiale fotografico.

Dettagli

DETRAZIONE IRPEF DEL 36% E ALIQUOTA IVA PER IL BOX PERTINENZIALE

DETRAZIONE IRPEF DEL 36% E ALIQUOTA IVA PER IL BOX PERTINENZIALE DETRAZIONE IRPEF DEL 36% E ALIQUOTA IVA PER IL BOX PERTINENZIALE a cura Dott. Antonio Gigliotti L Agenzia delle Entrate nella Risoluzione n. 38/E del 8/2/2008 ha affermato che sulle spese relative a posti

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 104 del 02/04/2014. Proposta n. 104

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 104 del 02/04/2014. Proposta n. 104 Estratto DETERMINAZIONE N. 104 del 02/04/2014 Proposta n. 104 Oggetto: PROGETTO DI POTENZIAMENTO DEI SERVIZI DI CONTROLLO SUL TERRITORIO FINALIZZATI ALLA SICUREZZA STRADALE ED URBANA. ATTUAZIONE MEDIANTE

Dettagli

Riproduzione informale

Riproduzione informale sul conto finale e Certificato di regolare esecuzione. Saldo lavori. IL FUNZIONARIO P.O. Premesso che questa Amministrazione con Decreto dell Assessore Regionale alla Protezione Civile Commissario Delegato

Dettagli

DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE

DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE AREA DI COORDINAMENTO POLITICHE DI SOLIDARIETA' SOCIALE E INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA SETTORE TUTELA DEI MINORI, CONSUMATORI

Dettagli

RELAZIONE ESTIMATIVA DEI BENI IMMOBILI DI PROPRIETA DELL ASSOCIAZIONE SCUOLA MATERNA SERENA

RELAZIONE ESTIMATIVA DEI BENI IMMOBILI DI PROPRIETA DELL ASSOCIAZIONE SCUOLA MATERNA SERENA S E R V I Z I T E C N I C I C. A. P. 1 0 0 6 0 T e l. 0 1 2 1. 5 9 9 3 3 3 F a x 0 1 2 1. 5 9 9 3 3 4 RELAZIONE ESTIMATIVA DEI BENI IMMOBILI DI PROPRIETA DELL ASSOCIAZIONE SCUOLA MATERNA SERENA Premessa,

Dettagli

Ente: Denominazione: COMUNE DI ZANE' Indirizzo: SEZIONE I. Consistenza del parco auto e assegnatari

Ente: Denominazione: COMUNE DI ZANE' Indirizzo: SEZIONE I. Consistenza del parco auto e assegnatari Ente: Denominazione: COMUNE DI ZANE' Indirizzo: VIA MAZZINI SEZIONE I Consistenza del parco auto e assegnatari In questa sezione, come nelle seguenti, vengono rilevate esclusivamente le autovetture come

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI SERVIZIO MOBILITA', INFRASTRUTTURE VIARIE E RETI PROT. N. DEL

COMUNE DI CAGLIARI SERVIZIO MOBILITA', INFRASTRUTTURE VIARIE E RETI PROT. N. DEL COMUNE DI CAGLIARI Proposta di deliberazione del Consiglio OGGETTO: APPROVAZIONE PROGETTO PRELIMINARE RELATIVO ALLA REALIZZAZIONE DEI LAVORI DI "ADEGUAMENTO VIA PERETTI E MESSA IN SICUREZZZA ACCESSO ALL'OSPEDALE

Dettagli

Determina Lavori pubblici/0000209 del 11/12/2015

Determina Lavori pubblici/0000209 del 11/12/2015 Comune di Novara Determina Lavori pubblici/0000209 del 11/12/2015 Area / Servizio Servizio Edilizia Pubblica (21.UdO) Proposta Istruttoria Unità Servizio Edilizia Pubblica (21.UdO) Proponente SCastellani

Dettagli

Determina Lavori pubblici/0000048 del 19/03/2015

Determina Lavori pubblici/0000048 del 19/03/2015 Comune di Novara Determina Lavori pubblici/0000048 del 19/03/2015 Area / Servizio Servizio Edilizia Pubblica (21.UdO) Proposta Istruttoria Unità Servizio Edilizia Pubblica (21.UdO) Proponente SC Nuovo

Dettagli

Lotto n. 1 Comune di Venezia - Complesso Immobiliare in Via Scarpa 960- Pellestrina

Lotto n. 1 Comune di Venezia - Complesso Immobiliare in Via Scarpa 960- Pellestrina Lotto n. 1 Comune di Venezia - Complesso Immobiliare in Via Scarpa 960- Pellestrina Prezzo base d asta: Euro 3.101.500,00 Ubicazione Planimetrie Sub. 2 Sub. 3 Sub. 7 Composizione subalterni Stato dell

Dettagli

DIREZIONE STAZIONE UNICA APPALTANTE E SERVIZI GENERALI - STAZIONE UNICA APPALTANTE - ACQUISTI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N

DIREZIONE STAZIONE UNICA APPALTANTE E SERVIZI GENERALI - STAZIONE UNICA APPALTANTE - ACQUISTI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DIREZIONE STAZIONE UNICA APPALTANTE E SERVIZI GENERALI - STAZIONE UNICA APPALTANTE - ACQUISTI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2016-152.2.0.-283 OGGETTO ULTERIORE IMPEGNO PARI AD EURO 9.862,96 IN FAVORE

Dettagli

Città di Seregno DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 10 DEL

Città di Seregno DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 10 DEL Città di Seregno DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 10 DEL 14-01-2016 OGGETTO: ASSUNZIONE IMPEGNI PER IL PAGAMENTO DELLE SPESE CONDOMINIALI RESIDENZA LA TORRE, CORTE DEL COTONE POSTI AUTO E CORTE DEL COTONE

Dettagli

La presente relazione di stima è stata redatta per determinare il più probabile valore di

La presente relazione di stima è stata redatta per determinare il più probabile valore di RELAZIONE DI STIMA PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE DI MERCATO DI UN FABBRICATO (EX FRANCA) E RELATIVO SCOPERTO ESCLUSIVO, OLTRE A TERRENO AGRICOLO ADIACENTE UBICATI A PESARO IN VIA CAPRILE S.N.C. PROPRIETA

Dettagli

DIREZIONE NUOVE E GRANDI OPERE - SETTORE RISTRUTTURAZIONI E RISANAMENTI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N

DIREZIONE NUOVE E GRANDI OPERE - SETTORE RISTRUTTURAZIONI E RISANAMENTI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DIREZIONE NUOVE E GRANDI OPERE - SETTORE RISTRUTTURAZIONI E RISANAMENTI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2012-154.3.0.-71 L'anno 2012 il giorno 30 del mese di Maggio il sottoscritto Innocentini Roberto in

Dettagli

COMUNE di PARONA (Prov. di Pavia)

COMUNE di PARONA (Prov. di Pavia) COPIA COMUNE di PARONA (Prov. di Pavia) DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO POLIZIA LOCALE N.25 Data 18-05-2016 OGGETTO: PROVENTI DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE PER VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA

Dettagli

Comune di Augusta. Commissione Straordinaria

Comune di Augusta. Commissione Straordinaria Comune di Augusta Commissione Straordinaria Comune di Augusta Commissione Straordinaria PREFETTO: dr.ssa M.C. Librizzi SETTORI DI INTERVENTO ECONOMICO-FINANZIARIO APPARATO BUROCRATICO E GESTIONE DEL PERSONALE

Dettagli

C O M U N E D I V I G O N Z A

C O M U N E D I V I G O N Z A C O M U N E D I V I G O N Z A P R O V I N C I A D I P A D O V A DETERMINAZIONE SETTORE LAVORI PUBBLICI UFFICIO LL.PP., PROGETTAZIONE, VIABILITÀ N. 157 DEL 23/07/2013 Numero Generale 507 OGGETTO: ADEMPIMENTI

Dettagli

REGIONE TOSCANA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE TOSCANA CENTRO Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n Firenze DETERMINA DEL DIRIGENTE

REGIONE TOSCANA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE TOSCANA CENTRO Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n Firenze DETERMINA DEL DIRIGENTE REGIONE TOSCANA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE TOSCANA CENTRO Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n. 1 50122 Firenze DETERMINA DEL DIRIGENTE Numero del provvedimento Data del provvedimento Oggetto Contenuto

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 7 del

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 7 del 2508 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 21 dicembre 2016, n. 2151 L.144/99 e L.296/06. Finanziamenti delle attività connesse alla realizzazione del 4 Programma di attuazione del Piano Nazionale della

Dettagli

La predetta proposta potrà avere attuazione nel rispetto delle seguenti condizioni:

La predetta proposta potrà avere attuazione nel rispetto delle seguenti condizioni: INTESA IN CONFERENZA STATO REGIONI IN ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 46, COMMA 6, DEL DECRETO LEGGE N. 66 DEL 2014, COME MODIFICATO DALL ARTICOLO 1, COMMA 398, DELLA LEGGE N. 190/2014, NONCHÉ DELL ARTICOLO 1,

Dettagli

PROCEDURA E CRITERI PER L ESPLETAMENTO DELLA PRATICA E DETERMINAZIONE DEI CORRISPETTIVI

PROCEDURA E CRITERI PER L ESPLETAMENTO DELLA PRATICA E DETERMINAZIONE DEI CORRISPETTIVI COMUNE DI CASSANO D ADDA Provincia di Milano PROCEDURA E CRITERI PER L ESPLETAMENTO DELLA PRATICA E DETERMINAZIONE DEI CORRISPETTIVI EDILIZIA ECONOMICA CONVENZIONATA (piani di zona ai sensi della legge

Dettagli

Bilancio di previsione Comune di Albano Sant'Alessandro

Bilancio di previsione Comune di Albano Sant'Alessandro Bilancio di previsione 2015-2017 1 Bilancio di previsione 2015-2017 Dal primo gennaio 2015 è entrata in vigore per gli enti locali la nuova contabilità armonizzata - D. L. 118/2011 2 Principale novità

Dettagli

REGOLAMENTO DELL UFFICIO DI PIANO

REGOLAMENTO DELL UFFICIO DI PIANO REGOLAMENTO DELL UFFICIO DI PIANO Novembre 2003 Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina la composizione, le attribuzioni e le modalità di funzionamento dell Ufficio di Piano, costituito a norma

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 44/ 41 DEL

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 44/ 41 DEL DELIBERAZIONE N. 44/ 41 Oggetto: Interventi per la Presidenza italiana del G8 e per favorire il rilancio turistico e socioeconomico dell Arcipelago di La Maddalena. Il Presidente ricorda che l Ordinanza

Dettagli

Comune di Caldogno (VI) Piano degli Interventi L.R. 23 aprile 2004 n 11, art.18

Comune di Caldogno (VI) Piano degli Interventi L.R. 23 aprile 2004 n 11, art.18 Comune di Caldogno (VI) Piano degli Interventi L.R. 23 aprile 2004 n 11, art.18 Bando di raccolta delle manifestazioni d'interesse dei privati COMUNE DI CALDOGNO (VI) REDAZIONE DEL PIANO DEGLI INTERVENTI

Dettagli

relazione tecnica A- SVILUPPO DEGLI STUDI TECNICI DI PRIMA APPROSSIMAZIONE CONNESSI ALLA TIPOLOGIA E CATEGORIA DELL INTERVENTO

relazione tecnica A- SVILUPPO DEGLI STUDI TECNICI DI PRIMA APPROSSIMAZIONE CONNESSI ALLA TIPOLOGIA E CATEGORIA DELL INTERVENTO relazione tecnica A- SVILUPPO DEGLI STUDI TECNICI DI PRIMA APPROSSIMAZIONE CONNESSI ALLA TIPOLOGIA E CATEGORIA DELL INTERVENTO B- INDICAZIONE DI MASSIMA DEI REQUISITI DELL INTERVENTO C- INDICAZIONE MATERIALI

Dettagli

L'anno 2012 il giorno 18 del mese di Dicembre in Bologna, nella sede della Giunta regionale, tra agli enti sottoindicati;

L'anno 2012 il giorno 18 del mese di Dicembre in Bologna, nella sede della Giunta regionale, tra agli enti sottoindicati; Convenzione tra REGIONE EMILIA-ROMAGNA e PROVINCIA DI MODENA per l attuazione dell intervento Sviluppo dei centri e degli spazi di aggregazione giovanile sul territorio regionale, di cui a parte della

Dettagli

PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA VIA DELLA REGOLA NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA VIA DELLA REGOLA NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PRIVATA VIA DELLA REGOLA NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE PREMESSA Il comparto Via della Regola, compreso all interno del Luogo n 1 Pieve al Toppo e nella zona di saturazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO INCENTIVANTE DI CUI ALL ART. 92 DEL D. LGS 163 DEL 12 APRILE 2006 E S.M.I.

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO INCENTIVANTE DI CUI ALL ART. 92 DEL D. LGS 163 DEL 12 APRILE 2006 E S.M.I. FONDAZIONE IRCCS POLICLINICO SAN MATTEO Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico di diritto pubblico C.F. 00303490189 - P. IVA 00580590180 V.le Golgi, 19-27100 PAVIA Tel. 0382 5011 REGOLAMENTO

Dettagli

NORMATIVA SU STRADE REGIONALI CANONI EX ANAS. Avvalimento delle Province da parte della Regione Piemonte

NORMATIVA SU STRADE REGIONALI CANONI EX ANAS. Avvalimento delle Province da parte della Regione Piemonte NORMATIVA SU STRADE REGIONALI CANONI EX ANAS Avvalimento delle Province da parte della Regione Piemonte La Legge Regionale n. 44 del 26/04/2000, così come modificata ed integrata dalla Legge regionale

Dettagli

QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI

QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2016/2018 DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNE DI CUNEO QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI TIPOLOGIA RISORSE Arco temporale di validità del programma Disponibilità

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANDREA PIANCA. Residenza Via Bassano del Grappa n. 23 31029 Vittorio Veneto (TV). Telefono +39 3403768418. E-mail andrea.pianca@studiopianca.com Nazionalità Italiana. Data di

Dettagli

COMUNE DI COLORNO. Provincia di Parma

COMUNE DI COLORNO. Provincia di Parma COMUNE DI COLORNO Provincia di Parma DETERMINAZIONE N. 142 Data di Registrazione 30/03/2010 Prot. N. 4257 del 13/04/2010 OGGETTO: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI UNITÀ IMMOBILIARE DI PROPRIETÀ DEL COMUNE AD

Dettagli