I REGGIANI PER ESEMPIO 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I REGGIANI PER ESEMPIO 2010"

Transcript

1 Allegato 1 I REGGIANI PER ESEMPIO 2010 Modulo per la presentazione delle proposte N progetto (spazio riservato all Amministrazione)

2 1. PROPONENTE (indicare con una x) Il progetto è presentato da: X Associazioni di volontariato, L.R. 12/05 Cooperative Sociali di Tipo B, L.R. 7/94 Associazioni di promozione sociale, L.R. 34/02 (ad es: Centri Sociali, Associazioni Culturali, ecc.) Enti non commerciali conformi all'art.148 DPR 917/86 (TUIR) Onlus di cui Art. 10 e seguenti del Dgls 460/97 Istituti Scolastici Associazioni di categoria imprenditoriale e commerciale Gruppi di cittadini residenti a Reggio Emilia Enti Ecclesiastici e Enti Morali (Parrocchie, Anpi) 2. REFERENTE DEL PROGETTO Nome Rossella Cognome Rovesti Via e n Via Campo Marzio 13 C.a.p Comune Reggio Emilia.(Provincia RE ) Tel. Cell Fax.. Specificare il ruolo rivestito: Responsabile dell attività di segreteria organizzativa Se il progetto è presentato da un associazione, cooperativa, ecc., indicare Denominazione dell ente Associazione Gruppo Laico Missionario G. L. M. (capogruppo della rete di soggetti denominata Scuola di Pace ) Codice Fiscale Partita IVA... Sede legale dell ente Via Carlo Teggi......n C.a.p Comune Reggio Emilia..(Provincia Reggio Emilia.) Telefono Fax Rappresentante legale dell ente: Gazzotti Vittorio.. Principali attività dell ente proponente: disagio sociale (recupero tossicodipendenti), solidarietà internazionale (progetti con il Brasile), pace e ambiente (attività culturali su tali tematiche)..

3 3. TITOLO DEL PROGETTO (max 20 parole) Scuola di Pace: documentare, promuovere, comunicare culture di pace 4. OBIETTIVI E FINALITÀ CHE SI PROPONE DI PERSEGUIRE (indicare con una x una sola voce scegliendo quella ritenuta prevalente)) Obiettivo 1: VIVERE UNA VITA SERENA 1. a Progetti volti a favorire la permanenza degli anziani soli e dei disabili all'interno del proprio contesto familiare e territoriale, mediante l'integrazione con la rete sociale di comunità 1. b Progetti volti a favorire il sostegno alle famiglie, soprattutto a quelle con figli 1. c Progetti volti a favorire la conoscenza delle altre culture, incentivare l'integrazione e la convivenza 1. d Progetti volti a migliorare la sicurezza urbana Obiettivo 2: AVERE UNA BUONA CULTURA E UNA BUONA EDUCAZIONE X 2. a Progetti volti a favorire la realizzazione di iniziative ed eventi di carattere culturale 2. b Progetti volti a promuovere la diffusione della cultura teatrale con particolare riferimento al Teatro Piccolo Orologio Obiettivo 3: VIVERE IN UNA CITTA CHE GUARDA AL FUTURO 3. a Progetti volti alla valorizzazione del centro storico 3. b Progetti volti alla realizzazione di iniziative di aggregazione e di animazione nelle ville e nei quartieri 3. c Progetti volti alla promozione turistica della città fuori da Reggio Obiettivo 4: SPOSTARSI MEGLIO E BENE 4. a Progetti volti a promuovere la mobilità sostenibile 5. DESCRIZIONE DEL PROGETTO (max 300 parole) descrivere il progetto indicando le esigenze a cui si intende rispondere (anche attraverso una breve analisi del contesto), gli obiettivi specifici, i risultati attesi, ecc, facendo riferimento ai criteri di valutazione dei progetti indicati nel bando. Con il progetto Scuola di Pace: documentare, promuovere, comunicare culture di pace la rete di associazioni, cooperative, soggetti, movimenti e singoli cittadini, che in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia e la circoscrizione Nord-Est dal 2006 hanno avviato l attività della Scuola di Pace, intendono proseguire l impegno volto alla promozione di culture di pace sul territorio della nostra città. Attraverso questo progetto si intende declinare il concetto di cultura di pace a partire da un idea di costruzione e diffusione di competenze e saperi diffusi volti alla trasformazione nonviolenta dei conflitti che attraversano una città aperta e plurale, come quella reggiana. Sia sul piano delle relazioni all interno della comunità locale, sia nel dialogo con la più ampia comunità mondiale. Interloquendo con i soggetti culturali e istituzionali e sociali a vari livelli che contribuiscono a promuovere culture di pace. Perché ciò avvenga in maniera non occasionale ed estemporanea, ma con continuità, efficacia e profondità, è necessario che la Scuola di Pace oltre all apporto del volontariato di cui già gode - si fornisca di risorse economiche e competenze professionali adeguate, che la supportino nello sviluppo di un progetto capace di tenere insieme i diversi livelli di azione: 1 livello: la manutenzione della Scuola di Pace, sia attraverso la cura delle attività necessarie alla tenuta di una rete di soggetti, anche eterogenei, sul piano organizzativo, sia attraverso la capacità di dialogare con enti, istituzioni e organizzazioni che vedono in essa un punto di riferimento per la diffusione di culture e pratiche di pace sul nostro territorio; 2 livello: la documentazione della storia dei movimenti e delle culture di pace di questa città, 3 livello: la promozione di iniziative culturali, ad ampio raggio, sul territorio cittadino che interloquiscano con una molteplicità di utenti : cittadini, insegnanti, studenti, ricercatori universitari, associazioni, 4 livello: la cura della comunicazione esterna.

4 6. ATTIVITÀ PREVISTE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO (max 300 parole) Ciascuno dei quattro livelli in cui si articola il progetto Scuola di Pace: documentare, promuovere, comunicare culture di pace prevede delle attività che elenchiamo: 1 livello, per svolgere le funzioni di collegamento interno della rete Scuola di Pace, di dialogo con i molteplici interlocutori esterni, di partecipazione ai tavoli di lavoro inter-istituzionali che finanziano progetti specifici, di predisposizione delle assemblee e di supporto ai gruppi di lavoro, è necessaria una competente attività di segreteria organizzativa; 2 livello, l inaugurazione della Biblioteca della Scuola di Pace, presso Villa Cougnet e il Seminario collegato sul mezzo secolo di movimenti per la pace reggiani, hanno rappresentato un primo importante tassello di un attività di documentazione della storia e delle culture di pace della nostra città, che vorremmo proseguire sotto diversi aspetti: a. implementazione e catalogazione del fondo librario e multimediale; apertura alla consultazione ed al prestito, in rete con il sistema bibliotecario cittadino; b. inaugurazione di una collana editoriale I quaderni della pace per la pubblicazione dei materiali delle varie iniziative. 3 livello, la Scuola di Pace ha già al suo attivo una serie di attività di promozione culturale significative, che vorrebbe continuare a svolgere e che comprendono varie tipologie di iniziative: le ricorrenze (2 ottobre Giornata internazionale della Nonviolenza, 30 gennaio Compleanno della Scuola di Pace, in primavera Giardino dell Arca), i seminari in collaborazione con l Università di Modena e Reggio; i percorsi scolastici per studenti e i laboratori formativi; le feste e iniziative per la pace, incontri con autori ecc. Sono, inoltre, in cantiere per il prossimo anno iniziative sui temi dei Diritti Umani e del razzismo. 4 livello, attività di comunicazione esterna attraverso la gestione del sito internet,della newsletter, di una immagine coordinata, la presenza su alcuni social network, la produzione di materiali promozionali/informativi e un ampia consulenza sulla comunicazione. 7. PERIODO E LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO Indicare la durata totale del progetto includendo anche le attività di preparazione Inizio: settembre 2010 Fine: dicembre 2011 Ambito territoriale: (indicare il quartiere, villa o frazione in cui si svolgerà il progetto) prevalentemente nell area Nord, ma con iniziative diffuse in vari luoghi della Città Luogo: (indicare il luogo fisico in cui si svolgerà il progetto es. scuola, parco, ecc.) prevalentemente a Villa Cougnet, ma anche in altri luoghi della città individuati nel corso del progetto in base alle attività proposte(per esempio: Università e scuole, Centro d incontro Reggio Est, Circoli Arci, centri sociali, parrocchie, parchi, parco Ottavi, biblioteca Santa Croce, libreria Infoshop Mag6, ). *si rammenta che il progetto deve concludersi entro il 31/12/ DESTINATARI (indicare tipologia e n dei destinatari previsti) - attività di segreteria organizzativa: i membri delle organizzazione facenti parte della scuola di pace e degli interlocutori esterni tot.: 300.circa; - attività di promozione culturale: studenti 300 circa; insegnanti 50 circa; cittadini 1000 circa - attività di documentazione della storia e delle culture di pace della nostra città: utenti biblioteca 900 a settimana circa; cittadini 1000 circa; - attività di comunicazione: visitatori del sito 50 al giorno circa; cittadini 2000 circa;

5 10. ALTRI SOGGETTI PARTNER Tutti i seguenti soggetti partner fanno parte della Scuola di Pace di Reggio Emilia: 1. Arci Solidarietà 2. Associazione Onlus Arcobaleno 3. Associazione Balliamo sul mondo 4. Associazione Berretti Bianchi 5. Associazione Giolli Teatro dell oppresso 6. Associazione Jaima Sahrawi 7. Associazione Onlus Papa Giovanni XXIII 8. Attac Reggio Emilia 9. Auser Provinciale 10. Centro d Incontro Reggio Est 11. Cisv 12. CNA Area Centro Reggio Emilia 13. Consorzio di solidarietà sociale Oscar Romero 14. Associazione GA3 (Generazione Articolo 3) 15. Girasole Società Cooperativa Sociale 16. Infoshop Mag6 17. Libera - Mente Società Cooperativa Sociale 18. Medici con l Africa 19. MLAL ProgettoMondo 20. Movimento Nonviolento 21. Ostello della Gioventù 22. Pax Christi Punto Pace Reggio Emilia 23. Servas Porte Aperte 24. Reggio Terzo Mondo 11. RISORSE UMANE E STRUMENTALI IMPIEGATE Risorse umane: - attività di segreteria organizzativa: n. 1 responsabile dell attività di segreteria organizzativa - attività di documentazione: consulenti editoriali - attività di promozione culturale: esperti sui temi formatori autori animatori -attività di comunicazione esterna: esperti di servizi per la comunicazione Risorse strumentali: - attività di segreteria organizzativa: 1 materiali di cancelleria (richiesta di erogazione diretta a carico del comune) 2 computer con collegamento internet (richiesta di erogazione diretta a carico del comune) - attività di documentazione: 1 servizio di catalogazione dei libri, inserimento nel sistema bibliotecario cittadino, aggiornamento e gestione del prestito dei libri e di materiale multimediale (richiesta di erogazione diretta a carico del comune);

6 2 I quaderni della pace produzioni editoriali della Scuola di Pace. 3 Acquisto di libri e materiali multimediali - attività di promozione culturale: 1 utilizzo spazi vari per le diverse iniziative 2 servis strumentazione 3 servizio catering 4 materiali divulgativi -attività di comunicazione esterna: 1 sito internet 2 materiali promozionali e divulgativi (locandine, volantini, manifesti, ) 3 installazioni

7 12. ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO PREVISTE - attività di documentazione: 1 apertura della sede della Biblioteca della Scuola di Pace, 2 gestione del servizio di consultazione, 3 cura delle pubblicazioni. - attività di promozione culturale: 1 organizzazione e gestione delle iniziative pubbliche; 2 partecipazione ai gruppi di lavoro. -attività di comunicazione esterna: 1 distribuzione dei materiali promozionali e divulgativi.

8 PIANO FINANZIARIO FINANZIAMENTO RICHIESTO (indicare le tipologie di spese che verranno sostenute con il finanziamento comunale) Anno 2010: Anno SOGGETTI FINANZIATORI Soggetti finanziatori Importo in Totale SPESE PREVISTE Spese Importo in - attività di segreteria organizzativa: - attività di promozione culturale: attività di documentazione della storia e delle culture di pace della nostra città: attività di comunicazione: Totale Il presentatore del progetto dichiara che lo stesso non è e non sarà oggetto di finanziamento da parte dell Amministrazione comunale di Reggio Emilia con la sola eccezione delle Circoscrizioni. Il presentatore del progetto autorizza il Comune di Reggio Emilia alla pubblicazione dello stesso sui siti internet dell Amministrazione comunale ed in eventuali pubblicazioni cartacee. Data 29 giugno 2010 Firma Allegare - fotocopia carta identità del richiedente - per i soggetti giuridici: copia dello statuto e atto costitutivo - per i raggruppamenti di persone fisiche: dichiarazione di adesione al progetto secondo il modello allegato

9 DICHIARAZIONE DI ADESIONE AL PROGETTO DA PARTE DI PERSONE FISICHE I sottoscritti cittadini, residenti nel Comune di Reggio Emilia, dichiarano di aderire al progetto relativo all avviso pubblico per la ricerca di proposte volte a promuovere il protagonismo della società civile e la cittadinanza attiva denominato: _Scuola di Pace: documentare, promuovere, comunicare culture di pace e presentato dal sig. _Vittorio Gazzotti nato a Scandiano (Reggio Emilia) il _28/12/1947 residente a Reggio Emilia in Via E. Barchi 6. I sottoscritti cittadini sotto la propria personale responsabilità dichiarano di non perseguire fini di lucro nella realizzazione del progetto sopra indicato. Nome Cognome nato/a a il Residente a Reggio Emilia in via/pz. Marco Cosentina Napoli 20/09/67 Coviolo (RE) via Marzi 1/4 12/02/56 Reggio Emilia, via Monte Cimone 14 Sabrina Montanari Scandiano (RE) Dario Tuorto Caserta 2/4/1972 Reggio Emilia via Mussini 10 FIRMA NB ALLEGARE FOTOCOPIA DI DOCUMENTO DI IDENTITA DEI SOTTOSCRITTORI

Modulo di domanda 1 Progetto per la promozione di DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE

Modulo di domanda 1 Progetto per la promozione di DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO D Dgr n. 1382 del 12/05/2009 pag. 1/10 marca da bollo Indicare il motivo di esenzione : 1 organismi di volontariato iscritti al Registro regionale di cui alla L.R.

Dettagli

DATI DEL PROPONENTE E REFERENTE OPERATIVO DEL PROGETTO

DATI DEL PROPONENTE E REFERENTE OPERATIVO DEL PROGETTO PROPONENTE 2014 Associazioni di promozione sociale, L.R. 34/02 (ad es: Centri Sociali, Associazioni Culturali, ecc.) DATI DEL PROPONENTE E REFERENTE OPERATIVO DEL PROGETTO Denominazione dell'organizzazione:

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI CITTADINANZA ATTIVA ANNO 2015. in collaborazione con

AVVISO PUBBLICO DI BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI CITTADINANZA ATTIVA ANNO 2015. in collaborazione con AVVISO PUBBLICO DI BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI CITTADINANZA ATTIVA ANNO 2015 in collaborazione con INDICE 1. INTRODUZIONE 2. AMBITI E OBIETTIVI 3. CHI PUÒ PRESENTARE UN PROGETTO 4. ENTITÀ

Dettagli

Oggetto: Richiesta contributo su fondi provinciali a sostegno di manifestazioni, eventi e iniziative varie nel settore Turismo/ Tempo Libero ANNO 2010

Oggetto: Richiesta contributo su fondi provinciali a sostegno di manifestazioni, eventi e iniziative varie nel settore Turismo/ Tempo Libero ANNO 2010 Spettabile PROVINCIA DI COMO Assessorato TURISMO E Marketing Territoriale All Ass. Achille Mojoli Via Sirtori, 5 22100 - COMO Mod. 1/10 Oggetto: Richiesta contributo su fondi provinciali a sostegno di

Dettagli

BANDO L. R. 28/96 2006/2007

BANDO L. R. 28/96 2006/2007 BANDO L. R. 28/96 2006/2007 Relazione progetto GIOCAFRICANDO Giocattoli, strumenti africani e favole Premessa L associazione Il Cerchio di Gesso ha attivato un accordo di programma che ha coinvolto, nella

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE Dati progettuali NOMINATIVO ENTE OPERATORE LOCALE PROGETTO SEDE DI SERVIZIO ANCI Lombardia / Comune di Cologno Monzese Mariagrazia Targa Biblioteca Civica di Cologno Monzese

Dettagli

MILLEVOCI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E LABORATORIO PER UN EDUCAZIONE INTERCULTURALE. La sfida di un progetto operativo interistituzionale

MILLEVOCI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E LABORATORIO PER UN EDUCAZIONE INTERCULTURALE. La sfida di un progetto operativo interistituzionale MILLEVOCI CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E LABORATORIO PER UN EDUCAZIONE INTERCULTURALE La sfida di un progetto operativo interistituzionale CHI SIAMO Il Centro Interculturale Millevoci è una risorsa che opera

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Azione, partecipazione, nonviolenza

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Azione, partecipazione, nonviolenza ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Azione, partecipazione, nonviolenza SETTORE e Area di Intervento: E- 07 Educazione e promozione culturale Educazione alla pace OBIETTIVI

Dettagli

Alla PROVINCIA DI COMO Via Borgovico, 148 22100 COMO

Alla PROVINCIA DI COMO Via Borgovico, 148 22100 COMO MODELLO A. Alla PROVINCIA DI COMO Via Borgovico, 148 22100 COMO Oggetto: Domanda di Patrocinio ai sensi della delibera G. P. n. 75 / 8753 del 28/02/2008 _1_ sottoscritt _...,legale rappresentante dell'ente/associazione

Dettagli

Competenze-chiave, futuro chiavi in mano: protagonismo giovanile e cittadinanza attiva in provincia di Modena

Competenze-chiave, futuro chiavi in mano: protagonismo giovanile e cittadinanza attiva in provincia di Modena SCHEDA-PROGETTO PER LE ATTIVITÀ DI SPESA CORRENTE PROMOSSE DA EE.LL. (PUNTO 2.2, LETTERE A. E B. DELL ALLEGATO A) FINALIZZATE AD INTERVENTI RIVOLTI AD ADOLESCENTI E GIOVANI. (L.R. 14/08 "NORME IN MATERIA

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLO SCHEMA PER LA REDAZIONE DEI PROGETTI

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLO SCHEMA PER LA REDAZIONE DEI PROGETTI Legge regionale 7 febbraio 2010, n. 3 Norme per la definizione, riordino e promozione delle procedure di consultazione e partecipazione alla elaborazione delle politiche regionali locali GUIDA ALLA COMPILAZIONE

Dettagli

CAMBIANO (TO) CANDIOLO (TO) SCALENGHE (TO) Via Santa Maria, 24. Via San Bartolomeo, 40 VINOVO (TO)

CAMBIANO (TO) CANDIOLO (TO) SCALENGHE (TO) Via Santa Maria, 24. Via San Bartolomeo, 40 VINOVO (TO) TITOLO DEL PROGETTO ENTE PROGETTANTE COMUNE DOVE INDIRIZZO CODICE SEDE DI ATTUAZIONE PROGETTO N. VOLONTARI TIPO POSTO pezzettino AREA D'INTERVENTO REQUISITI OBBLIGATORI DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE BANDO GARANZIA GIOVANI

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE BANDO GARANZIA GIOVANI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE BANDO GARANZIA GIOVANI Ente: COMUNE DI TRENTO Indirizzo: VIA ROMA 55 - TRENTO Recapito telefonico: 0461889521 Indirizzo e-.mail: info@bibcom.trento.it

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO

CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO Identità DarVoce è un associazione di volontariato di secondo livello in quanto i suoi soci sono associazioni di volontariato; ha personalità giuridica;

Dettagli

Art. 1 Settori di intervento

Art. 1 Settori di intervento REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI E PRIVATI (Deliberazione del Consiglio comunale n. 1953/1173 del 5.7.1991 di revoca della deliberazione 574

Dettagli

Promuovere l accesso sicuro e sostenibile all acqua potabile per le popolazioni dei Paesi in Via di Sviluppo PVS (Asia, Africa, America Latina).

Promuovere l accesso sicuro e sostenibile all acqua potabile per le popolazioni dei Paesi in Via di Sviluppo PVS (Asia, Africa, America Latina). MANIFESTAZIONE D INTERESSE PER CONTRIBUTO A PROGETTI DI SOLIDARIETA INTERNAZIONALE ACQUE VICENTINE SpA Viale dell Industria 23 Vicenza - C.F. e P.IVA 03196760247 - telefono 0444/955200, telefax 0444/955299,

Dettagli

Amici della Biblioteca Civica di Cologno Monzese-onlus

Amici della Biblioteca Civica di Cologno Monzese-onlus Amici della Biblioteca Civica di Cologno Monzese-onlus C.F. 94583000156 RELAZIONE SULLA GESTIONE E RENDICONTO ANNUALE 1 Esercizio sociale 24/1/2001-31/12/2001 Assemblea dei Soci Cologno Monzese, 18 Aprile

Dettagli

Al Sindaco del Comune di:

Al Sindaco del Comune di: Prot. n.1225 del 16/01/13 Al Sindaco del Comune di: 1. Caivano (NA) 2. Cesa (CE) 3. Ottaviano (NA) 4. Calvizzano (NA) Oggetto: LETTERA DI INVITO PER EROGAZIONE DI FINANZIAMENTI AI COMUNI CONSORZIATIPER

Dettagli

RICHIESTA DI CONTRIBUTO

RICHIESTA DI CONTRIBUTO RICHIESTA DI CONTRIBUTO Spett.le Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto Piazza Febei, 3 05018 - Orvieto (TR) RISERVATO ALLA FONDAZIONE Luogo e data: Ricevuto il Protocollo: DATI RIGUARDANTI IL RICHIEDENTE

Dettagli

ALLEGATO B Scheda di presentazione della proposta progettuale

ALLEGATO B Scheda di presentazione della proposta progettuale ALLEGATO B Scheda di presentazione della proposta progettuale Scheda di presentazione del progetto 1.1 Titolo del progetto 1. Informazioni generali 1.2 Durata del Progetto 1.3 Descrizione del progetto.

Dettagli

Indicare il/i Partner Responsabili di tali attività. Compilare un rigo per ciascuna attività e per ciascun Teatro proposto.

Indicare il/i Partner Responsabili di tali attività. Compilare un rigo per ciascuna attività e per ciascun Teatro proposto. ALLEGATO C - PIANO DI PROMOZIONE DEL PUBBLICO ATTIVITÀ GENERALI: La Rete dovrà supportare il TPP nei rapporti con i Comuni, la Siae (disbrigo pratiche e biglietteria) e con le compagnie ospiti (accoglienza

Dettagli

All. A1 alla delibera di Giunta n. 78 del 13 marzo 2009

All. A1 alla delibera di Giunta n. 78 del 13 marzo 2009 L.R. 75/97 Presentazione progetto anno 2009 DENOMINAZIONE SOGGETTO RICHIEDENTE indirizzo città c.a.p. prov. telefoni fax e-mail cod. fisc. sito web part. IVA Forma giuridica del richiedente (ente locale,

Dettagli

PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Istruzione e programmazione socio educativa

PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Istruzione e programmazione socio educativa PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Istruzione e programmazione socio educativa SCHEDA PROGETTO DI QUALIFICAZIONE DELL OFFERTA EDUCATIVA SCUOLA DELL INFANZIA (0-6 ANNI) ANNO FINANZIARIO 2014 1. NOTIZIE DI CARATTERE

Dettagli

OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete

OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete Risultati dell indagine Pro Loco del Veneto anno 2013 1 OBIETTIVO PRO LOCO Dati e analisi dal mondo delle Pro Loco Venete 1.Premessa L

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

1. DESCRIZIONE DELL'INIZIATIVA

1. DESCRIZIONE DELL'INIZIATIVA IL COMUNE DI CREMONA SERVIZIO POLITICHE GIOVANILI PROMUOVE IL BANDO THINK TOWN seconda edizione per l assegnazione di contributi a gruppi ed associazioni giovanili per la realizzazione di progetti innovativi

Dettagli

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali

REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali All. D REGIONE TOSCANA Direzione Generale della Presidenza Settore Attività Internazionali LEGGE REGIONALE 22 MAGGIO 2009 n. 26 PIANO REGIONALE PER LA PROMOZIONE DI UNA CULTURA DI PACE PERIODO 2007/2010

Dettagli

PIANO ATTUATIVO PROVINCIALE RIPARTO DEI CONTRIBUTI REGIONALI AI SISTEMI BIBLIOTECARI LOCALI

PIANO ATTUATIVO PROVINCIALE RIPARTO DEI CONTRIBUTI REGIONALI AI SISTEMI BIBLIOTECARI LOCALI PROVINCIA DI VARESE ATTIVITA CULTURALI, TURISTICHE E PROMOZIONALI, SPORTIVE Biblioteche e audiovisivi LEGGE REGIONALE N 81/85 NORME IN MATERIA DI BIBLIOTECHE E DI ARCHIVI STORICI DI ENTI LOCALI E DI INTERESSE

Dettagli

ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO SCHEMA PRESENTAZIONE AZIONI DI PROMOZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO SCHEMA PRESENTAZIONE AZIONI DI PROMOZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO ALLEGATO SCHEMA PRESENTAZIONE PROGETTI Organizzazioni di volontariato ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO SCHEMA PRESENTAZIONE AZIONI DI PROMOZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Il presente modulo deve

Dettagli

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI INTERVENTO NEL SOCIALE DA INCLUDERE NELLA BACHECA DELLE DONAZIONI

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI INTERVENTO NEL SOCIALE DA INCLUDERE NELLA BACHECA DELLE DONAZIONI FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI INTERVENTO NEL SOCIALE DA INCLUDERE NELLA BACHECA DELLE DONAZIONI PROFILO DELL ORGANIZZAZIONE 1 (Solo le voci contrassegnate da asterisco (*) verranno pubblicate

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Trieste La terra ci insegna Ambito/settore di intervento Tipologia destinatari Singoli cittadini e famiglie residenti nei

Dettagli

MUNICIPIO VIII GENOVA MEDIO LEVANTE ISCRIZIONE AL REGISTRO ANAGRAFICO DELLE ASSOCIAZIONI

MUNICIPIO VIII GENOVA MEDIO LEVANTE ISCRIZIONE AL REGISTRO ANAGRAFICO DELLE ASSOCIAZIONI MUNICIPIO VIII GENOVA MEDIO LEVANTE ISCRIZIONE AL REGISTRO ANAGRAFICO DELLE ASSOCIAZIONI (COMPILARE IN STAMPATELLO) Il sottoscritto Cognome Nome Nato a il C.F. Residente in Via n. C.A.P. Telefono Cellulare

Dettagli

LA CITTA DEI GIOVANI

LA CITTA DEI GIOVANI LA CITTA DEI GIOVANI Provincia di Cuneo Comune di Bra Area tematica Informagiovani Minori/politiche giovanili/educativa territoriale Cultura/Biblioteca/Scuola di pace Turismo/manifestazioni/Cultura Numero

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PREMESSA La società attuale non solo ci invita a pensarci e a pensare in termini di globalità e di globalizzazione, ma ci chiede anche

Dettagli

E sperienze di cittadinanza democratica con bambini, ragazzi e giovani

E sperienze di cittadinanza democratica con bambini, ragazzi e giovani E sperienze di cittadinanza democratica con bambini, ragazzi e giovani NOVEMBRE 2010 S ommario Premessa pag. 4 Un impegno che ha una storia pag. 6 La proposta 2010/2011 pag. 8 Concittadini pag. 10 Fasi

Dettagli

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2009

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2009 LINEE GUIDA DEL 18 GENNAIO 2011 Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi aziendali concordati a valere sul Conto Formativo saldo 2009 DENOMINAZIONE DEL PIANO: EVENTUALE ACRONIMO:

Dettagli

COMUNE DI MONZA. La manifestazione sarà promossa attraverso i seguenti canali e attività:

COMUNE DI MONZA. La manifestazione sarà promossa attraverso i seguenti canali e attività: COMUNE DI MONZA AVVISO PUBBLICO DI SOLLECITAZIONE A MANIFESTAZIONI DI INTERESSE ALLA SPONSORIZZAZIONE PER LA SUCCESSIVA INDIVIDUAZIONE DI SOGGETTI DA COINVOLGERE PER LA MANIFESTAZIONE MONZAGP EDIZIONE

Dettagli

INFORMAZIONI SULL ORGANIZZAZIONE

INFORMAZIONI SULL ORGANIZZAZIONE E possibile compilare il modulo di presentazione della domanda on line. Basta registrarsi nell area riservata e procedere alla sua compilazione guidata e facilitata, che si può effettuare anche in più

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA CONTRIBUTO

MODULO DI RICHIESTA CONTRIBUTO MODULO DI RICHIESTA CONTRIBUTO MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA Per presentare una richiesta di contributo alla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, finalizzata a sostenere un progetto,

Dettagli

ITINERARI DI EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE A BRESCIA SCHEDA SVI-BRESCIA. Volontari richiesti: 2

ITINERARI DI EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE A BRESCIA SCHEDA SVI-BRESCIA. Volontari richiesti: 2 ITINERARI DI EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE A BRESCIA SCHEDA SVI-BRESCIA Volontari richiesti: 2 SEDE DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO: Brescia Descrizione del contesto territoriale:

Dettagli

BANDO PROMOZIONE. Delegazione di Potenza: via Sicilia - 85100 Potenza tel/fax 0971 273152

BANDO PROMOZIONE. Delegazione di Potenza: via Sicilia - 85100 Potenza tel/fax 0971 273152 BANDO PROMOZIONE Programma operativo 2014 www.csvbasilicata.it p. 1 di 18 INDICE Art. 1 Finalità del Bando... 3 Art. 2 Oggetto delle proposte progettuali... 3 Art. 3 Destinatari e termini di presentazione

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA RIVOLTA A CITTADINI STRANIERI E COMUNITARI PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO STRAORDINARIO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA RIVOLTA A CITTADINI STRANIERI E COMUNITARI PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO STRAORDINARIO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA RIVOLTA A CITTADINI STRANIERI E COMUNITARI PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO STRAORDINARIO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE Per Daniele: straordinario come voi A FAVORE DELLE POPOLAZIONI

Dettagli

Newsletter. Aiapp -sezione Pugliagennaio

Newsletter. Aiapp -sezione Pugliagennaio 2013 pag. 1 Sommario Assemblea di Sezione del 7 gennaio 2013 Resoconto- Organizzazione giornate AIAPP 13-14 aprile 2013 sul tema Archeologie e Paesaggi ; Adesione alla manifestazione Fiera dell eccellenza

Dettagli

Presentazione del Progetto Scuole Anno Scolastico 2010/11

Presentazione del Progetto Scuole Anno Scolastico 2010/11 Presentazione del Progetto Scuole Anno Scolastico 2010/11 DC.DP.00.33 1. PRESENTAZIONE DELLA FONDAZIONE aiutare i bambini ONLUS "aiutare i bambini" è una fondazione italiana, laica e indipendente, nata

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto AXIA FAMIGLIA - RETE INFORMATIVA Ambito/settore di intervento Settore E: Educazione e promozione culturale Area d intervento:

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO (in carta semplice)

DOMANDA DI CONTRIBUTO (in carta semplice) Carta intestata dell Ente MODULO A Alla Regione Piemonte Direzione Sanità Settore Assistenza Sanitaria Territoriale Corso Regina 153/bis 10122 Torino Alla Direzione Generale Azienda. BANDO per il personale

Dettagli

RELAZIONE ANALITICA (da compilarsi e consegnare al termine RELAZIONE ANALITICA DI MERITO E TECNICO FINANZIARIA DEGLI INTERVENTI REALIZZATI

RELAZIONE ANALITICA (da compilarsi e consegnare al termine RELAZIONE ANALITICA DI MERITO E TECNICO FINANZIARIA DEGLI INTERVENTI REALIZZATI Regione Lazio Avviso pubblico per la concessione di contributi economici a sostegno di progetti da attuare nelle Scuole del Lazio Presentazione on demand delle proposte progettuali Procedure di rendicontazione

Dettagli

Comunità Montana dei Monti Azzurri il territorio dei piccoli incanti. Avviso pubblico

Comunità Montana dei Monti Azzurri il territorio dei piccoli incanti. Avviso pubblico Avviso pubblico per affidamento a gestione servizi organizzazione di volontariato iscritte nel registro regionale In riferimento al verbale del Comitato dei sindaci del 09/09/2011 con il quale si approva

Dettagli

Linee di Indirizzo - Anno 2014 Allegato unico

Linee di Indirizzo - Anno 2014 Allegato unico Linee di Indirizzo - Anno 2014 Allegato unico Linee di indirizzo per la presentazione ed il sostegno di iniziative formative e di informatizzazione e di progetti sperimentali ai sensi dell articolo 12,

Dettagli

SERVIZIO CIVILE REGIONALE VOLONTARIO

SERVIZIO CIVILE REGIONALE VOLONTARIO SERVIZIO CIVILE REGIONALE VOLONTARIO SOGGETTO PROPONENTE: C.N.C.A. VENETO COORDINAMENTO NAZIONALE COMUNITA DI ACCOGLIENZA Indirizzo: Strada Cartigliana 200 Cap: 3606 Comune: Bassano del Grappa, Prov. Vicenza,

Dettagli

www.cittainvisibili.org

www.cittainvisibili.org Iniziativa realizzata in collaborazione con Vice Presidenza e Assessorato alla Cultura Regione del Veneto www.cittainvisibili.org Presentazione «Vola solo chi osa farlo» Luis Sepúlveda Città Invisibili

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO 2008

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO 2008 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO 2008 Titolo progetto Bimbinsieme Ambito/settore di intervento Tipologia destinatari Minori di età compresa tra 8 e 17 anni. Famiglie dei minori.

Dettagli

Ente con sistema di gestione per la qualità certificato

Ente con sistema di gestione per la qualità certificato Il Comune di Montecchio Maggiore, con l Assessorato alle Politiche Giovanili e l Ufficio InformaGiovani, intende promuovere con il bando Ideattività 2015 la realizzazione di iniziative formative e/o ricreative

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 Denominazione Ente: MART MUSEO D ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA DI TRENTO E ROVERETO Indirizzo: CORSO BETTINI, 43 38068 ROVERETO (TN) Recapito telefonico: 0464/454119

Dettagli

Censimento delle biblioteche scolastiche - 2015

Censimento delle biblioteche scolastiche - 2015 Censimento delle biblioteche scolastiche - 2015 Modulo B Duplicare e compilare il Modulo B per ogni Plesso che possiede una Biblioteca Sezione 1 Dati Plesso Denominazione Codice Comune CAP Prov. Indirizzo

Dettagli

Premesse. Il tema di Expo Milano 2015 (Esposizione universale Milano 2015) è Nutrire il Pianeta, Energia per la vita.

Premesse. Il tema di Expo Milano 2015 (Esposizione universale Milano 2015) è Nutrire il Pianeta, Energia per la vita. Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l Innovazione dell Agricoltura del Lazio AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI PER IL FINANZIAMENTO TOTALE O PARZIALE DI PROGETTI DI PROMOZIONE AGRICOLA

Dettagli

SCHEMA TECNICO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI INNOVATIVI. art. 4, comma 2, lettere b) e g) ANNO 2008

SCHEMA TECNICO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI INNOVATIVI. art. 4, comma 2, lettere b) e g) ANNO 2008 Allegato 3 SCHEMA TECNICO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI INNOVATIVI ai sensi della l.r. n. 23/99 Politiche regionali per la famiglia art. 4, comma 2, lettere b) e g) ANNO 2008 Progetto presentato all

Dettagli

DATI RIGUARDANTI IL RICHIEDENTE:

DATI RIGUARDANTI IL RICHIEDENTE: SCHEDA A da utilizzare per richieste di finanziamento riguardanti progetti diversi (ad eccezione dei progetti relativi a nuove costruzioni o patrimonio edilizio esistente, manutenzione ordinaria esclusa)

Dettagli

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 15 - Martedì 07 aprile 2015

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 15 - Martedì 07 aprile 2015 Bollettino Ufficiale 167 D.d.u.o. 2 aprile 2015 - n. 2675 Modalità attuative delle «Linee guida per la concessione di contributi a soggetti pubblici e privati senza scopo di lucro che promuovono iniziative

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Per il conferimento di n. 3 incarichi di collaborazione a progetto riguardanti esperti nella gestione di flussi documentali presso P.A., rapporti con gli enti e le Istituzioni

Dettagli

Statuto Gruppo di Volontariato Pang onopang ono (ONLUS) Modifiche approvate in data 18 giugno 2010

Statuto Gruppo di Volontariato Pang onopang ono (ONLUS) Modifiche approvate in data 18 giugno 2010 Gruppo di Volontariato Pang onopang ono O.N.L.U.S. Via Guerrazzi, 93 57016 Rosignano Solvay (LI) C.F. 92074950491 Statuto Gruppo di Volontariato Pang onopang ono (ONLUS) Modifiche approvate in data 18

Dettagli

Progetto ACTIVE AGE evaluating active ageing policies in Italy: an innovative methodological framework

Progetto ACTIVE AGE evaluating active ageing policies in Italy: an innovative methodological framework Progetto ACTIVE AGE evaluating active ageing policies in Italy: an innovative methodological framework SINTESI RAPPORTO LIGURIA A cura di ELISABETTA BECCARIA Salerno, 04 novembre 2009 Chi siamo Agenzia

Dettagli

Promozione. alla lettura. Catalogo 2014-2015. 1-Tema FESTE E COMPLEANNI

Promozione. alla lettura. Catalogo 2014-2015. 1-Tema FESTE E COMPLEANNI Promozione alla lettura Catalogo -2015 1-Tema FESTE E COMPLEANNI Il catalogo Il catalogo propone un ventaglio molto ampio di proposte, raccolte in funzione dell età dalla primissima infanzia, agli adulti

Dettagli

Le organizzazioni nella rete dei servizi sociali

Le organizzazioni nella rete dei servizi sociali Università degli Studi di Milano Bicocca Facoltà di Sociologia Corso di laurea in Servizio Sociale Anno Accademico 2008/09 Corso Organizzare un servizio Le organizzazioni nella rete dei servizi sociali

Dettagli

BANDO DI CONCORSO DI IDEE

BANDO DI CONCORSO DI IDEE Concorso di idee per la realizzazione di un LOGO da utilizzare per qualsiasi iniziativa di comunicazione delle Associazioni: Cuore di Altamura, ProLoco, Club Federiciano e ARC.ARC. di Altamura in occasione

Dettagli

DENOMINAZIONE - SEDE - SCOPO

DENOMINAZIONE - SEDE - SCOPO 1/7 DENOMINAZIONE - SEDE - SCOPO ART.1 - Nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana ed in ossequio a quanto previsto dall'articolo 36 e seguenti del Codice Civile e alla Legge 383/2000,

Dettagli

DIGITAL-GYM Palestra digitale per la terza età attiva

DIGITAL-GYM Palestra digitale per la terza età attiva DIGITAL-GYM Palestra digitale per la terza età attiva I Bando 2015 Fondazione della Provincia di Lecco 1. DESCRIZIONE DEL CONTESTO Studi demografici dimostrano che la longevità nel nostro paese aumenta

Dettagli

CONTRIBUTI AD AGGREGAZIONI DI IMPRESE PER PROGETTI D INTERNAZIONALIZZAZIONE IN OCCASIONE DI EXPO MILANO 2015

CONTRIBUTI AD AGGREGAZIONI DI IMPRESE PER PROGETTI D INTERNAZIONALIZZAZIONE IN OCCASIONE DI EXPO MILANO 2015 CONTRIBUTI AD AGGREGAZIONI DI IMPRESE PER PROGETTI D INTERNAZIONALIZZAZIONE IN OCCASIONE DI EXPO MILANO 2015 Domanda di agevolazione Allegato A All Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio Servizio

Dettagli

A.I.D.O. gruppo Carpenedolo-Acquafredda

A.I.D.O. gruppo Carpenedolo-Acquafredda A.I.D.O. gruppo Carpenedolo-Acquafredda c/o Ritrovo Giovanile Via Marconi, 5 Carpenedolo tel. 030/969292 Giovanni Roncadori tutti i cittadini. promuovere il rafforzamento della solidarietà umana e diffondere

Dettagli

ALLEGATO 2 Offerta Tecnica. BANDO Comunicazione Piano Sociale Regionale. Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1

ALLEGATO 2 Offerta Tecnica. BANDO Comunicazione Piano Sociale Regionale. Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1 BANDO Comunicazione Piano Sociale Regionale ALLEGATO 2 Offerta Tecnica Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA La busta B DENOMINATA Offerta tecnica GARA A PROCEDURA APERTA, INDETTA

Dettagli

Progettazione sociale 2014 VADEMECUM

Progettazione sociale 2014 VADEMECUM Progettazione sociale 2014 VADEMECUM Premessa metodologica sulla Progettazione L idea di un progetto nasce spesse volte da una intuizione iniziale di qualcuno ma per concretizzarsi ha bisogno di un buon

Dettagli

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI INTERVENTO NEL SOCIALE DA INCLUDERE NELLA BACHECA DELLE DONAZIONI

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI INTERVENTO NEL SOCIALE DA INCLUDERE NELLA BACHECA DELLE DONAZIONI FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI INTERVENTO NEL SOCIALE DA INCLUDERE NELLA BACHECA DELLE DONAZIONI PROFILO DELL ORGANIZZAZIONE 1 *Denominazione e sigla Associazione Volontari Ospedalieri

Dettagli

PRESENTAZIONE FEDER CRAL ITALIA

PRESENTAZIONE FEDER CRAL ITALIA PRESENTAZIONE FEDER CRAL ITALIA PREFAZIONE Feder Cral Italia (in seguito denominato F.C.I.) è una Federazione di CRAL costituita da privati, CRAL, Associazioni, Gruppi organizzati e da dipendenti di piccole

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT ALLEGATO I) REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT SCHEMA PREDISPOSIZIONE PROGETTO Comune Santa Teresa Gallura Provincia

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA VALORIZZAZIONE E LA GESTIONE DEI SISTEMI AMBIENTALI E CULTURALI (SAC) DELLA REGIONE PUGLIA PREMESSO:

DISCIPLINARE PER LA VALORIZZAZIONE E LA GESTIONE DEI SISTEMI AMBIENTALI E CULTURALI (SAC) DELLA REGIONE PUGLIA PREMESSO: DISCIPLINARE PER LA VALORIZZAZIONE E LA GESTIONE DEI SISTEMI AMBIENTALI E CULTURALI (SAC) DELLA REGIONE PUGLIA PREMESSO: che le strategie della Regione Puglia nel campo della cultura, dell ambiente e del

Dettagli

TEATRIAMO 1 Festival di Teatro Emergente della Provincia di Matera

TEATRIAMO 1 Festival di Teatro Emergente della Provincia di Matera PROVINCIA DI MATERA AREA SOCIO CULTURALE Ufficio Cultura TEATRIAMO 1 Festival di Teatro Emergente della Provincia di Matera - far emergere e consolidare il teatro popolare nelle sue varie espressioni in

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI TAVIANO 2) Codice di accreditamento: NZ00428 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

MODULO B SOSTEGNO DI PROGETTI INNOVATIVI RIVOLTI A NUCLEI FAMILIARI, FAMIGLIE A RISCHIO DI FRAGILITÀ E FAMIGLIE GRAVATE DA RESPONSABILITÀ DI CURA

MODULO B SOSTEGNO DI PROGETTI INNOVATIVI RIVOLTI A NUCLEI FAMILIARI, FAMIGLIE A RISCHIO DI FRAGILITÀ E FAMIGLIE GRAVATE DA RESPONSABILITÀ DI CURA MODULO B SOSTEGNO DI PROGETTI INNOVATIVI RIVOLTI A NUCLEI FAMILIARI, FAMIGLIE A RISCHIO DI FRAGILITÀ E FAMIGLIE GRAVATE DA RESPONSABILITÀ DI CURA MODULO DI DESCRIZIONE DEL PROGETTO 1. ALLEGATO TECNICO

Dettagli

Disegno di legge Disciplina degli interventi regionali di promozione dello spettacolo. Titolo I Principi, definizioni e funzioni.

Disegno di legge Disciplina degli interventi regionali di promozione dello spettacolo. Titolo I Principi, definizioni e funzioni. Disegno di legge Disciplina degli interventi regionali di promozione dello spettacolo. Titolo I Principi, definizioni e funzioni. Art. 1 Principi generali 1. La Regione Campania riconosce ogni forma di

Dettagli

Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport

Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport Allegato A Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport Avviso Pubblico ai sensi della Legge Regionale n. 15/02 e s.m.i., articolo 33 comma 1 Contributi

Dettagli

BANDO 2015 SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

BANDO 2015 SERVIZIO CIVILE NAZIONALE BANDO 2015 SERVIZIO CIVILE NAZIONALE ENTE: coprogettazione tra i Comuni di: Sala Bolognese (comune capofila), Anzola dell Emilia, Calderara di Reno, Crevalcore, San Giovanni in Persiceto, Sant Agata Bolognese.

Dettagli

DOMANDA PER EDIFICI COSTRUITI DOPO 11 AGOSTO 1989, IN REGIME DI ADATTABILITA

DOMANDA PER EDIFICI COSTRUITI DOPO 11 AGOSTO 1989, IN REGIME DI ADATTABILITA DOMANDA PER EDIFICI COSTRUITI DOPO 11 AGOSTO 1989, IN REGIME DI ADATTABILITA (IN MARCA DA BOLLO DI VALORE SECONDO LA LEGGE VIGENTE) DOMANDA di concessione di contributo per il superamento e l eliminazione

Dettagli

Le organizzazioni di volontariato

Le organizzazioni di volontariato ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Le organizzazioni di volontariato Requisiti per diventare organizzazione di volontariato...17 Il registro regionale delle organizzazioni di volontariato:...18 Procedura per

Dettagli

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Da vari anni nel territorio della città di Roma e provincia stiamo cercando di realizzare un progetto, cominciato quasi 10 anni fa da alcuni

Dettagli

Le azioni vengono descritte più dettagliatamente dopo il riepilogo dei costi e del contributo dei partner.

Le azioni vengono descritte più dettagliatamente dopo il riepilogo dei costi e del contributo dei partner. Invito a presentare progetti per la valorizzazione di biblioteche e archivi storici di enti locali o di interesse locale (l.r. 81/1985 anno 2015) Scheda del progetto Soggetto presentatore: Consorzio Sistema

Dettagli

Educando tra Milano e Monza

Educando tra Milano e Monza Scheda progetto Educando tra Milano e Monza Il progetto si sviluppa in quattordici comuni delle provincie di Milano e Monza e in un Associazione di Milano. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione del progetto

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE 2) Codice di accreditamento: NZ00526 3) Classe di

Dettagli

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi STANDARD RISORSE FON.COOP

Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi STANDARD RISORSE FON.COOP AVVISO N. 19 del 12/12/2012 PIANI FORMATIVI AZIENDALI CONCORDATI Schema della Stampa del formulario di presentazione dei piani formativi STANDARD RISORSE FON.COOP DENOMINAZIONE DEL PIANO: EVENTUALE ACRONIMO:

Dettagli

1. DESTINATARI 2. FINALITA GENERALI DEGLI INTERVENTI:

1. DESTINATARI 2. FINALITA GENERALI DEGLI INTERVENTI: BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER I MIGLIORI PROGETTI PRESENTATI DALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME FINALIZZATI AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE E DELLA SALUTE DELL INFANZIA ED ADOLESCENZA E

Dettagli

IN-COSCIENZA CIVILE. SCUOLA: Liceo Alessandro Volta - Federico Fellini di Riccione (Rimini)

IN-COSCIENZA CIVILE. SCUOLA: Liceo Alessandro Volta - Federico Fellini di Riccione (Rimini) IN-COSCIENZA CIVILE SCUOLA: Liceo Alessandro Volta - Federico Fellini di Riccione (Rimini) ARCHIVIO: Archivio del Premio Ilaria Alpi - Biblioteca comunale di Riccione ALTRI PARTNER: Associazione Ilaria

Dettagli

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Servizi alla Persona

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Servizi alla Persona Comune di Empoli Provincia di Firenze Settore VII Serviizii alllla Persona Attività e competenze dei servizi del Settore Servizi alla Persona Servizio Biblioteca - Organizzazione e funzionamento del servizio

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DEL PROGETTO SPORT E COMUNITÀ PER L ANNO 2015/2016 IL DIRETTORE

AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DEL PROGETTO SPORT E COMUNITÀ PER L ANNO 2015/2016 IL DIRETTORE AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DEL PROGETTO SPORT E COMUNITÀ PER L ANNO 2015/2016 IL DIRETTORE Visti: il Regolamento dei criteri e delle modalità per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi,

Dettagli

CONCORSO DI IDEE APERTO PER LA PROGETTAZIONE DEL MARCHIO RAPPRESENTATIVO DEL DUC DI PARABIAGO BANDO- DISCIPLINARE

CONCORSO DI IDEE APERTO PER LA PROGETTAZIONE DEL MARCHIO RAPPRESENTATIVO DEL DUC DI PARABIAGO BANDO- DISCIPLINARE CONCORSO DI IDEE APERTO PER LA PROGETTAZIONE DEL MARCHIO RAPPRESENTATIVO DEL DUC DI PARABIAGO BANDO- DISCIPLINARE PREMESSA Il DISTRETTO URBANO DEL COMMERCIO DI PARABIAGO è stato approvato da Regione Lombardia

Dettagli

Domanda di partecipazione e Formulario di progetto

Domanda di partecipazione e Formulario di progetto AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE E IL FINANZIAMENTO DELLA REALIZZAZIONE DI EVENTI CULTURALI INNOVATIVI Domanda di partecipazione e Formulario di progetto DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Spett.le ASSOCIAZIONE

Dettagli

Comprensorio di Monza-Brianza

Comprensorio di Monza-Brianza Comprensorio di MonzaBrianza Auser è una associazione di progetto tesa alla valorizzazione delle persone e delle loro relazioni, ispirata a principi di equità sociale, di rispetto e valorizzazione delle

Dettagli

ACCORDO PER ATTIVITA DI PROMOZIONE E GESTIONE DELLA RETE MUSEALE

ACCORDO PER ATTIVITA DI PROMOZIONE E GESTIONE DELLA RETE MUSEALE COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO N. 140 rep. A.P di data 20.05.2015 ACCORDO PER ATTIVITA DI PROMOZIONE E GESTIONE DELLA RETE MUSEALE LEDRO ReLED TRA COMUNE DI LEDRO E MUSEO DELLE SCIENZE L anno 2015,

Dettagli

MESE DEL BENESSERE PSICOLOGICO (MBP) 1 31 OTTOBRE 2015

MESE DEL BENESSERE PSICOLOGICO (MBP) 1 31 OTTOBRE 2015 MESE DEL BENESSERE PSICOLOGICO (MBP) 1 31 OTTOBRE 2015 Una rete di oltre 400 professionisti psicologi e psicoterapeuti aprono i loro studi per offrire a tutta la cittadinanza, per l intero mese di ottobre,

Dettagli