COMUNE DI CAVEZZO PROVINCIA DI MODENA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI CAVEZZO PROVINCIA DI MODENA"

Transcript

1 CRITERI E VALUTAZIONE DELLE AREE FABBRICABILI, E DEI FABBRICATI IN RISTRUTTURAZIONE, AI FINI I.C.I. PER L ANNO 2009 La valutazione delle aree fabbricabili deve essere effettuata ai sensi dell art. 5 comma 5 del D.Lgs. n 504/1992 con riferimento al valore venale in comune commercio. Il contribuente per quantificare l imposta dovuta deve annualmente valutare al 1 gennaio dell anno l area fabbricabile di proprietà. Con atto G.C. n. 25 del 31/03/2009 l Amministrazione ha determinato i valori minimi delle aree edificabili per l anno 2009 al fine di agevolare il cittadino in questo difficile adempimento. Di seguito sono riportate le tabelle con i valori di riferimento, espressi in euro per metro quadrato, per aree omogenee come classificate dal Piano Strutturale Comunale (P.S.C.). CLASSIFICAZIONE AREE RESIDENZIALI PSC DEFINIZIONE Capoluogo Ponte Motta Disvetro Art. 23 AS Tessuti urbani di impianto storico. 7,50/mq Sono le aree eccedenti la pertinenza (art. 4 comma 1 regolamento ICI) nel centro storico del Capoluogo, così come perimetrato nelle tavole di PSC Art. 23 AS Tessuti urbani di impianto storico. 140,00/mq Sono le aree di sedime nel centro storico del Capoluogo, così come perimetrato nelle tavole di PSC (valore da utilizzare per fabbricati in corso di ristrutturazione o restauro ai sensi dell art. 6 del regolamento ICI) Art. 24 AC1 Aree edificate a prevalente destinazione residenziale ad assetto 180,00/mq 75,00/mq 65,00/mq urbanistico consolidato. Sono le aree di completamento degli agglomerati urbani Art. 25 AC2 Aree edificate a prevalente destinazione residenziali ad assetto 7,50/mq urbanistico consolidato con pertinenze di valore ambientale. Sono aree eccedenti la pertinenza (art. 4 comma 1 regolamento ICI) in zone di completamento di agglomerati urbani che presentano un adeguato livello di qualità urbana e fabbricati di valore ambientale da tutelare Art. 26 AC3 Aree urbanizzate a prevalente destinazione residenziale edificate sulla base di piani urbanistici attuativi. Sono aree derivanti da piani particolareggiati in corso di attuazione 190,00/mq 90,00/mq /6

2 Art. 31 AR/I, AR/II, AR/III, AR/IVa, AR/IVb, AR/V, AR/VI, AR/VII Art. 31 AR/I Art. 31 AR/II, AR/III, AR/IVa, AR/IVb, AR/V, AR/VI, AR/VII PRIMA dell inserimento nel POC. Ambiti di riqualificazione urbana. Sono quelle zone di completamento 15,00/mq che necessitano di una riorganizzazione urbana. 42,00/mq Ambiti di riqualificazione urbana. Sono quelle zone di completamento che necessitano di una riorganizzazione urbana. 66,00/mq Ambiti di riqualificazione urbana. Sono quelle zone di completamento che necessitano di una riorganizzazione urbana CLASSIFICAZIONE AREE RESIDENZIALI PSC DEFINIZIONE Capoluogo Ponte Motta Disvetro Art. 35 AN.1 PRIMA dell inserimento nel POC. 18,75/mq 10,00/mq prevalentemente residenziali già previste dallo strumento urbanistico previdente e confermate. Sono aree di espansione già previste dal vecchio PRG, ma ancora prive di strumento attuativo Art. 35 AN.1. 52,00/mq 28,00/mq prevalentemente residenziali già previste dallo strumento urbanistico previdente e confermate. Sono aree di espansione già previste dal vecchio PRG, ma ancora prive di strumento attuativo Art. 35 AN.1 DOPO l approvazione del PUA. 190,00/mq 100,00/mq prevalentemente residenziali già previste dallo strumento urbanistico previdente e confermate. Sono aree di espansione già previste dal vecchio PRG, ora in possesso dello strumento attuativo Art. 36 AN.2 PRIMA dell inserimento nel POC prevalentemente residenziali di nuova previsione. Sono le nuove aree di espansione residenziale 7,50/mq 4,00/mq 4,00/mq 2/6

3 Art. 36 AN.2 Art. 36 AN.2 Art. 36 AN.2 prevalentemente residenziali di nuova previsione. Sono le nuove aree di espansione residenziale Aree destinate a P.E.E.P. Dopo l approvazione del POC sulla superficie territoriale, fino all approvazione del PUA DOPO l approvazione del PUA. Are urbanizzabili per funzioni prevalentemente residenziali di nuova previsione. Sono le nuove aree di espansione residenziale, ora in possesso dello strumento attuativo 28,00/mq 17,00/mq 17,00/mq Il valore a mq del terreno è pari al valore introdotto nell accordo art.18 L.R. 20 Il valore a mq del terreno è pari al valore introdotto nell accordo art.18 L.R ,00/mq 100,00/mq Per i lotti del comparto denominato La casearia, ancorché già urbanizzati e privi dell aggravio della cessione di aree pubbliche, il valore è aggiornato ad 180,00/mq CLASSIFICAZIONE AREE ARTIGIANALI, INDUSTRIALI E PRODUTTIVO AGRICOLO PSC DEFINIZIONE Capoluogo Ponte Motta Disvetro Art. 27 AP.1 Aree produttive ad assetto urbanistico consolidato. Sono le aree produttive di completamento utilizzabili attraverso intervento edilizio diretto 70,00/mq 50,00/mq Art. 28 AP.2 Aree produttive da riqualificare. Sono aree industriali/artigianali già 60,00/mq completamente edificate che necessitano di una riqualificazione urbana Art. 29 AP.3 Aree produttive edificate sulla base di piani urbanistici attuativi. Sono aree di espansione non ancora interamente edificate sulla base di un piano particolareggiato 95,00/mq 95,00/mq 3/6

4 Art. 29 AP.3 ** Art. 39 AP.5 Art. 39 AP.5 Art. 40 AP.6 Art. 40 AP.6 Art. 40 AP.6 Aree produttive edificate sulla base di piani urbanistici attuativi. Sono aree di espansione non ancora interamente edificate sulla base di un piano particolareggiato. Il valore è ricavato proporzionalmente alla capacità edificatoria residua. Capacità edificatoria: coefficiente 0,6= mq * valore AP.3 ( 85,00) = base imponibile PRIMA dell approvazione del PUA produttive, già previste dallo strumento urbanistico previgente e confermate. Sono aree di espansione già previste dal vecchio PRG, ma ancora prive di strumento attuativo DOPO l approvazione del PUA. produttive, già previste dallo strumento urbanistico previgente e confermate. Sono aree di espansione già previste dal vecchio PRG, ma in possesso di strumento attuativo PRIMA dell inserimento nel POC produttive di nuova previsione. Sono le aree di espansione produttiva che dovranno essere realizzate attraverso un piano attuativo solo dopo essere state inserite nel POC produttive di nuova previsione. Sono le aree di espansione produttiva che saranno realizzate attraverso un piano attuativo essendo state inserite nel POC DOPO l approvazione del PUA. produttive di nuova previsione. Sono le aree di espansione produttiva che saranno realizzate essendo in possesso del piano attuativo approvato ,00/mq 95,00/mq 95,00/mq ,00/mq 135,00/mq ,50/mq 7,50/mq ,00/mq 21,00/mq ,00/mq 135,00/mq /6

5 Art. 43 AVA. 3 Art. 44 AVA. Art. 45 AVP. 1 Art. 46 AVP.2 Art. 47 APA. 1 Art.48 APA. 2 Art. 30 AP. 4 Art. 34 DOT. 3 Giardini e parchi di valore paesaggistico-ambientale Aree rimboschite Valore da attribuire a fabbricati in corso di Ambiti agricoli periurbani e di rilievo ristrutturazione o restauro: paesaggistico fascia rossa 160,00/mq Ambiti agricoli di tutela dei corsi fascia verde 120,00/mq d acqua minori e del canale Diversivo fascia gialla 100,00/mq Ambiti ad altra vocazione produttiva fascia azzurra 80,00/mq agricola Ambiti ad alta vocazione produttiva agricola, di tutela ambientale CLASSIFICAZIONE AREE COMMERCIALI E DIREZIONALI Aree per attività terziarie. Sono zone 25,00/mq 15,00/mq di completamento destinate prevalentemente ad attività ricettive, commerciali e direzionali che si attuano per intervento edilizio diretto CLASSIFICAZIONE AREE PER ATTIVITA RICREATIVE Aree per attrezzature sportive pubbliche 7,50/mq 7,50/mq CLASSIFICAZIONE AREE DI PEREQUAZIONE Art. 37 DOT. 4 Art.37 DOT. 4 Art. 38 DOT. 5 Art.38 DOT. 5 PRIMA dell inserimento nel POC Parco urbano da attuare con procedure di perequazione, legato sia agli ambiti AN che agli ambiti AP Parco urbano da attuare con procedure di perequazione PRIMA dell inserimento nel POC Parcheggio pubblico da attuare con procedure di perequazione legato sia agli ambiti AN che agli ambiti AP Parcheggio pubblico da attuare con procedure di perequazione 7,50/mq 4,00/mq Acquisiscono il valore delle aree a cui sono legate per perequazione, per la parte inserita nel POC 7,50/mq 4,00/mq Acquisiscono il valore delle aree a cui sono legate per perequazione, per la parte inserita nel POC - Aree soggette a Piano Urbanistico Attuativo: il valore dell area applicato sulla superficie fondiaria decorre dalla data di approvazione del Piano Urbanistico Attuativo. - Il valore di riferimento dei terreni edificabili (residenziali e produttivi) acquistati dal Comune, da utilizzare come imponibile a cui applicare l aliquota ICI, è dato dal valore di acquisto (desumibile dal rogito) aumentato in percentuale, di anno in anno, utilizzando gli indici di rivalutazione ISTAT. 5/6

6 - Fabbricati in ristrutturazione collocati nel territorio sparso: Sono individuate quattro fasce di valori che fanno riferimento alla viabilità sulla quale si collocano, indipendentemente dalla qualità dell ambito territoriale. Per l individuazione del valore, fa fede la via e il numero civico dell ingresso principale del fabbricato in corso di ristrutturazione o restauro. Il valore viene applicato alla superficie lorda di tutti i piani interessati dall intervento. Tali valori sono da utilizzare anche per i fabbricati collabenti applicandoli allo sviluppo dei piani recuperabili. Esempio : fascia rossa - via Cavour n mq 200 * /mq 160,00 = ,00 su cui calcolare l ICI fascia gialla - via Concordia n mq 200 * /mq 100,00 = ,00 su cui calcolare l ICI. - Criteri di valutazione per singoli casi che potrebbero verificarsi: 1) area edificabile che cambia la destinazione d uso: nel periodo che va dall adozione all approvazione della variante al PSC, il valore dell area da utilizzare ai fini ICI è quello riferito al PSC previgente fino alla data di esecutività della delibera di Giunta Provinciale di approvazione della variante stessa; 2) area agricola o con destinazione urbanistica senza capacità edificatoria che diventa edificabile: nel periodo che va dall adozione all approvazione della variante al PRG, il valore di riferimento è pari al 50% di quello deliberato per le aree già inserite nel PSC vigente aventi la stessa destinazione; 3) area edificabile che diventa agricola o con destinazione urbanistica senza capacità edificatoria: sin dall adozione della variante al PSC l area deve essere valorizzata come terreno agricolo. Cavezzo, 5 maggio 2009 Il Funzionario Responsabile Dott. Pasquale Mirto 6/6

VALUTAZIONE AREE FABBRICABILI AI FINI I.C.I. ANNO 2003

VALUTAZIONE AREE FABBRICABILI AI FINI I.C.I. ANNO 2003 Associazione Comuni Modenesi Area Nord SERVIZIO TRIBUTI Via Cesare Battisti, 21 41037 Mirandola (MO) COMUNE DI CAVEZZO VALUTAZIONE AREE FABBRICABILI AI FINI I.C.I. ANNO 2003 IL FUNZIONARIO RESPONSABILE

Dettagli

COMUNE DI BOMPORTO. CRITERI DI STIMA E VALUTAZIONE DI AREE FABBRICABILI E FABBRICATI SOTTOPOSTI AD INTERVENTI DI RECUPERO, Al FINI I.M.U.

COMUNE DI BOMPORTO. CRITERI DI STIMA E VALUTAZIONE DI AREE FABBRICABILI E FABBRICATI SOTTOPOSTI AD INTERVENTI DI RECUPERO, Al FINI I.M.U. Allegato A) alla deliberazione di Giunta Comunale n. del COMUNE DI BOMPORTO CRITERI DI STIMA E VALUTAZIONE DI AREE FABBRICABILI E FABBRICATI SOTTOPOSTI AD INTERVENTI DI RECUPERO, Al FINI I.M.U. IL FUNZIONARIO

Dettagli

COMUNE DI MIRANDOLA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) VALUTAZIONE AREE FABBRICABILI AI FINI I.M.U. ANNO 2014

COMUNE DI MIRANDOLA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) VALUTAZIONE AREE FABBRICABILI AI FINI I.M.U. ANNO 2014 Unione Comuni Modenesi Area Nord SERVIZIO TRIBUTI COMUNE DI MIRANDOLA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) VALUTAZIONE AREE FABBRICABILI AI FINI I.M.U. ANNO 2014 La valutazione delle aree fabbricabili deve

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna Area Programmazione e Gestione del Territorio ALLEGATO 1 DETERMINAZIONE VALORI DI RIFERIMENTO DELLE AREE INSERITE NEGLI STRUMENTI URBANISTICI, AI FINI

Dettagli

COMUNE DI FORESTO SPARSO BERGAMO

COMUNE DI FORESTO SPARSO BERGAMO COMUNE DI TELGATE Piazza V. Veneto, 42 24060 Telgate (BG) Tel. 035830121 Fax 0354421101 Codice Fiscale e P.IVA 00240940163 e-mail: tecnico@comune.telgate.bg.it COMUNE DI FORESTO SPARSO BERGAMO RELAZIONE

Dettagli

COMUNE DI SAN BONIFACIO PROVINCIA DI VERONA

COMUNE DI SAN BONIFACIO PROVINCIA DI VERONA PER L ANNO 2012 CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 103 DEL 03/10/2012 SONO STATI APPROVATI I VALORI VENALI DELLE AREE FABBRICABILI E DEI FABBRICATI SOTTOPOSTI AD INTERVENTI DI RECUPERO AI FINI I.M.U.,

Dettagli

Provincia di Reggio Emilia

Provincia di Reggio Emilia COMUNE di CASTELNOVO di SOTTO Provincia di Reggio Emilia VALORI MEDI DI MERCATO DELLE AREE FABBRICABILI - INTRODUZIONE - QUADRO D UNIONE - DESCRIZIONE ZONE OMOGENEE - TABELLE VALORI DI MERCATO anno 2004

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA VALUTAZIONE DELLE AREE FABBRICABILI

REGOLAMENTO PER LA VALUTAZIONE DELLE AREE FABBRICABILI COMUNE DI MODIGLIANA Provincia di Forli-Cesena Per quanto riguarda le aree fabbricabili, si riporta il regolamento con il quale vengono determinati dei valori di riferimento per le varie aree edificabili

Dettagli

PROVVEDIMENTO PROVVISORIO DI ASSIMILAZIONE TRA LE ZONE OMOGENEE (EX L.R. 47/78) E I NUOVI AMBITI ( EX L.R. 20/2002)

PROVVEDIMENTO PROVVISORIO DI ASSIMILAZIONE TRA LE ZONE OMOGENEE (EX L.R. 47/78) E I NUOVI AMBITI ( EX L.R. 20/2002) PROVVEDIMENTO PROVVISORIO DI ASSIMILAZIONE TRA LE ZONE OMOGENEE (EX L.R. 47/78) E I NUOVI ( EX L.R. 20/2002) DELIBERA DI G.M. N. 99 DEL 07/07/2005 AS (Centri Storici) IS (Insediamento Storici) ES (Edifici

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 69 DEL 26/06/2012 OGGETTO: DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE AREE EDIFICABILI ANNO 2012 LA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 69 DEL 26/06/2012 OGGETTO: DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE AREE EDIFICABILI ANNO 2012 LA GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 69 DEL 26/06/2012 OGGETTO: DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE AREE EDIFICABILI ANNO 2012 LA GIUNTA COMUNALE RICHIAMATO: l art.13, comma 3, del D.L. 201/2011, convertito,

Dettagli

COMUNE DI SAN BONIFACIO INFORMAZIONI I.C.I.

COMUNE DI SAN BONIFACIO INFORMAZIONI I.C.I. COMUNE DI SAN BONIFACIO INFORMAZIONI I.C.I. Per l anno 2008, in sede di approvazione di bilancio approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 6 del 27 marzo 2008, sono state confermate le seguenti

Dettagli

III SETTORE - USO ED ASSETTO DEL TERRITORIO SERVIZIO URBANISTICA TERRITORIO E AMBIENTE

III SETTORE - USO ED ASSETTO DEL TERRITORIO SERVIZIO URBANISTICA TERRITORIO E AMBIENTE III SETTORE - USO ED ASSETTO DEL TERRITORIO SERVIZIO URBANISTICA TERRITORIO E AMBIENTE Allegato OGGETTO: Inquadramento urbanistico di un area ad Arceto in Via Caraffa identificata al Catasto Terreni al

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI SULLE AREE EDIFICABILI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI SULLE AREE EDIFICABILI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI SULLE AREE EDIFICABILI Articolo 1 - Finalità 1. Il regolamento determina le modalità di applicazione dell imposta comunale sugli immobili

Dettagli

COMUNE DI DOZZA. (Provincia di Bologna)

COMUNE DI DOZZA. (Provincia di Bologna) COMUNE DI DOZZA (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE VENALE DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI DELL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (approvato con deliberazione

Dettagli

Unità locale dei servizi n... c. altitudine: capoluogo. max min

Unità locale dei servizi n... c. altitudine: capoluogo. max min FORMAZIONE DEL PIANO REGOLATORE GENERALE Scheda quantitativa dei dati urbani (art. 14, 1 comma, punto 2, l.r. 56/1977) COMUNE DI VIGNONE Localizzazione amministrativa Localizzazione geografica Provincia

Dettagli

Tabella di sintesi A

Tabella di sintesi A Stima dei valori da assegnarsi alle aree edificabili nell'ambito comunale ai fini dell'applicazione dell'imposta Comunale sugli Immobili (ICI). Aggiornamento Aprile 2010. Tabella di sintesi A A) AREE RESIDENZIALI

Dettagli

PIANO REGOLATORE GENERALE

PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNE DI PADOVA SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA PIANO REGOLATORE GENERALE VARIANTE AL P.R.G. PER LA RIDEFINIZIONE DEL SISTEMA DEI SERVIZI E DELLE NORME (REVOCA PARZIALE E NUOVA ADOZIONE PARZIALE) Allegato

Dettagli

COMUNE DI SAN PIETRO VIMINARIO Provincia di Padova

COMUNE DI SAN PIETRO VIMINARIO Provincia di Padova COMUNE DI SAN PIETRO VIMINARIO Provincia di Padova Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale n. 67 del 30-11-12 ESTRATTO Oggetto: DETERMINAZIONE VALORI INDICATIVI MINIMI DI MERCATO PER LE AREE SUSCETTIBILI

Dettagli

TABELLA VALORI MINIMI AL MQ. DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI I.M.U. ANNO 2014

TABELLA VALORI MINIMI AL MQ. DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI I.M.U. ANNO 2014 Tabella B TABELLA VALORI MINIMI AL MQ. DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI I.M.U. ANNO 2014 Ambiti Residenziali Ambito consolidato del Centro Storico e alcuni nuclei rurali di antica formazione Ambito consolidato

Dettagli

ed inoltre con separata votazione unanime e favorevole espressa nel forme di legge:

ed inoltre con separata votazione unanime e favorevole espressa nel forme di legge: ESTRATTO DELIBERA DI G.C. N. 23 DEL 06.02.2014 OGGETTO : DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE AREE EDIFICABILI AI FINI IMU e TASI PER L'ANNO 2014 LA GIUNTA COMUNALE Considerato che: - l imposta municipale propria

Dettagli

COMUNE DI BOMPORTO PROVINCIA DI MODENA

COMUNE DI BOMPORTO PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI BOMPORTO PROVINCIA DI MODENA Seduta n. 7 Deliberazione n. 32 del 26.03.2012 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: DETERMINAZIONE DEL VALORE VENALE PER LE AREE FABBRICABILI

Dettagli

COMUNE DI SAN BONIFACIO INFORMAZIONI I.C.I.

COMUNE DI SAN BONIFACIO INFORMAZIONI I.C.I. INFORMAZIONI I.C.I. Per l anno 2011, in sede di approvazione di bilancio con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 07/06/2011, sono state confermate le aliquote ICI già in vigore per lo scorso

Dettagli

COMUNE DI BASTIGLIA PROVINCIA DI MODENA

COMUNE DI BASTIGLIA PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI BASTIGLIA PROVINCIA DI MODENA VARIANTE ALLA CLASSIFICAZIONE ACUSTICA COLLABORAZIONE Dott. Michela Malagoli Tecnico competente in acustica ambientale Comunicazione Provincia di Modena prot. n.

Dettagli

COMUNE DI BOMPORTO Provincia di Modena

COMUNE DI BOMPORTO Provincia di Modena COMUNE DI BOMPORTO Provincia di Modena Seduta n. 12 Deliberazione n. 51 del 08/04/2016 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA - IMU: DETERMINAZIONE DEL VALORE

Dettagli

VILLAFRANCA DI VERONA - CAPOLUOGO

VILLAFRANCA DI VERONA - CAPOLUOGO VILLAFRANCA DI VERONA - CAPOLUOGO VALORE MEDI FISSO (euro a metro quadro di superficie lorda) determinata dalla volumetria del fabbricato diviso tre Z.T.O. "A" Centro Storico fabbricati soggetti agli interventi

Dettagli

VARIANTE AL RUE - adozione - maggio 2012

VARIANTE AL RUE - adozione - maggio 2012 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO AREA GOVERNO DEL TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE AL RUE - adozione - maggio 2012 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DELLE MODIFICHE ALLA CARTOGRAFIA 1 Indice Modifica n.1

Dettagli

PROSPETTO VALORE AREE EDIFICABILI ANNO P.zza Paracchini n Dongo (Co) P.IVA OO Tel Fax

PROSPETTO VALORE AREE EDIFICABILI ANNO P.zza Paracchini n Dongo (Co) P.IVA OO Tel Fax PROSPETTO VALORE AREE EDIFICABILI ANNO 2012 VALORE A MC. & MQ. PER DETERMINAZIONE IMPONIBILE IMU ANNO 2012 TABELLA GENERALE VALORI MINIMI VENALI DELLE AREE FABBRICABILI ANNO 2012 UNITA DI MISURA METRO

Dettagli

COMUNE DI BOMPORTO Provincia di Modena

COMUNE DI BOMPORTO Provincia di Modena COMUNE DI BOMPORTO Provincia di Modena Seduta n. 29 Deliberazione n. 108 del 26/06/2015 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA - IMU: DETERMINAZIONE DEL VALORE

Dettagli

I.M.U. - IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

I.M.U. - IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI FENEGRO (CO) Informativa istituzionale: La tassa che sostituisce l ICI I.M.U. - IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA L istituzione dell IMU, come risaputo, è stata anticipata in via sperimentale con la

Dettagli

C O M U N E D I B R I O S C O PROVINCIA DI MILANO

C O M U N E D I B R I O S C O PROVINCIA DI MILANO C O M U N E D I B R I O S C O PROVINCIA DI MILANO ALLEGATO A DETERMINAZIONE DEI VALORI DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI I.C.I. L I.C.I. (Imposta Comunale Immobili) in merito alle aree edificabili, indica

Dettagli

Piano Attuativo di Iniziativa Privata

Piano Attuativo di Iniziativa Privata Comune di Pisa Piano Attuativo di Iniziativa Privata Variante al Regolamento Urbanistico- Scheda Norma n. 06.1 Cisanello - area filtro verde - area agricola S. Michele - comparto 3 N o r m e T e c n i

Dettagli

COMUNE DI CRESPINA LORENZANA

COMUNE DI CRESPINA LORENZANA COMUNE DI CRESPINA LORENZANA Area Programmazione Economico Finanziaria e R.U. Responsabile: Daniela Tampucci Servizio Tributi PROSPETTO DI SINTESI DEGLI ELABORATI DI DETERMINAZIONE DEL VALORE VENALE DI

Dettagli

STUDIO PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE VENALE DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI I.C.I.

STUDIO PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE VENALE DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI I.C.I. STUDIO PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE VENALE DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI I.C.I. CRITERI GENERALI DI VALUTAZIONE DELLE AREE FABBRICABILI AI SOLI FINI I.C.I. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA COMUNE DI GROPELLO CAIROLI Provincia di Pavia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero: 61 Data: 23 / 04 / 2015 OGGETTO: Determinazione valori aree edificabili per il versamento ordinario

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari Provincia di Cagliari DETERMINAZIONE DEL VALORE MEDIO DELLE AREE EDIFICABILI AI FINI I.M.U. - ANNO 2012 RELAZIONE Responsabile del 3 Settore Urbanistica, Edilizia Privata, Gestione autorizzazioni ambientali

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SULL APPLICAZIONE DEI VALORI VENALI IN COMUNE COMMERCIO DELLE AREE FABBRICABILI

RELAZIONE TECNICA SULL APPLICAZIONE DEI VALORI VENALI IN COMUNE COMMERCIO DELLE AREE FABBRICABILI RELAZIONE TECNICA SULL APPLICAZIONE DEI VALORI VENALI IN COMUNE COMMERCIO DELLE AREE FABBRICABILI PREMESSA Con l entrata in vigore del D.L. 201/2011 viene anticipata l introduzione dell Imposta Municipale

Dettagli

VILLAFRANCA DI VERONA - CAPOLUOGO

VILLAFRANCA DI VERONA - CAPOLUOGO VILLAFRANCA DI VERONA - CAPOLUOGO INDICE FONDIARIO VALORE MEDIO da 0,5 a 1,0 151,00 da 1,1 a 1,5 305,00 da 1,6 a 460,00 da 2,1 a 2,5 614,00 Z.T.O. "A" Centro Storico fabbricati soggetti agli interventi

Dettagli

Provincia di Bologna. Area Gestione del Territorio

Provincia di Bologna. Area Gestione del Territorio Provincia di Bologna Area Gestione del Territorio RELAZIONE VALORE DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI DELL ACCERTAMENTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE UNICA ANNO 2016 La presente relazione descrive il metodo per

Dettagli

COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA VILLAFRANCA DI VERONA - CAPOLUOGO

COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA VILLAFRANCA DI VERONA - CAPOLUOGO VALORI VENALI DELLE AREE FABBRICABILI 2015 VILLAFRANCA DI VERONA - CAPOLUOGO (euro a metro quadro di superficie lorda) determinata dalla volumetria del fabbricato diviso tre Z.T.O. "A" Centro Storico fabbricati

Dettagli

- Comparto D2.7 A - Comparto D2.7 B - Piano Particolareggiato 4

- Comparto D2.7 A - Comparto D2.7 B - Piano Particolareggiato 4 La VARIANTE interessa i seguenti Comparti: - Comparto D2.7 A - Comparto D2.7 B - Piano Particolareggiato 4 Per questi comparti è prevista la modifica sia della parte di testo che della parte grafica. Si

Dettagli

PERIZIA DI STIMA COMUNE DI QUINZANO D OGLIO PROVINCIA DI BRESCIA AREA SERVIZI PER IL TERRITORIO

PERIZIA DI STIMA COMUNE DI QUINZANO D OGLIO PROVINCIA DI BRESCIA AREA SERVIZI PER IL TERRITORIO COMUNE DI QUINZANO D OGLIO PROVINCIA DI BRESCIA AREA SERVIZI PER IL TERRITORIO OGGETTO: DETERMINAZIONE DEI VALORI DELLE AREE EDIFICABILIAI AI FINI DEL CALCOLO DELL IMPOSTA MUNICIPALE UNICA. PERIZIA DI

Dettagli

STUDIO PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE VENALE DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI I.C.I.

STUDIO PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE VENALE DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI I.C.I. STUDIO PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE VENALE DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI I.C.I. CRITERI GENERALI DI VALUTAZIONE DELLE AREE FABBRICABILI AI SOLI FINI I.C.I. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

Dettagli

1) Tinti Fausto Sindaco Presente. 2) Baldazzi Cristina Vice Sindaco Presente. 3) Muzzarelli Anna Rita Assessore Presente

1) Tinti Fausto Sindaco Presente. 2) Baldazzi Cristina Vice Sindaco Presente. 3) Muzzarelli Anna Rita Assessore Presente COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna Deliberazione n. 19 COPIA Cat. 6 Cl. 3 Fasc. 1 Prot. 0003824 del 21/02/2015 /Cg VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: L.R. N. 11/1998

Dettagli

TABELLE VALORI DICHIARATI IN ATTI NOTARILI PER COMPRAVENDITA DI TERRENI IN CASTELLI CALEPIO:

TABELLE VALORI DICHIARATI IN ATTI NOTARILI PER COMPRAVENDITA DI TERRENI IN CASTELLI CALEPIO: ALLEGATO 1) TABELLE VALORI DICHIARATI IN ATTI NOTARILI PER COMPRAVENDITA DI TERRENI IN CASTELLI CALEPIO: Anno Atto Prezzo unitario al mq in Euro Zona urbanistica da PRG vigente Valore Medio 2007 (adeguamento

Dettagli

C I T T À DI T R E C A T E PROVINCIA DI NOVARA

C I T T À DI T R E C A T E PROVINCIA DI NOVARA originale Deliberazione N. 129 C I T T À DI T R E C A T E PROVINCIA DI NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: DETERMINAZIONE DEI VALORI DELLE AREE FABBRICABILI AI FINI I.M.U. PER

Dettagli

S C H E D A Q U A N T I T A T I V A D E I D A T I U R B A N I

S C H E D A Q U A N T I T A T I V A D E I D A T I U R B A N I Regione Piemonte S C H E D A Q U A N T I T A T I V A D E I D A T I U R B A N I Art. 14, 1 comma, lettera 2c, della Legge Regionale n.56/77 e s.m.i. COMUNE DI ALBA Localizzazione amministrativa Localizzazione

Dettagli

OGGETTO: Imposta Municipale Propria: individuazione valori di riferimento delle aree edificabili.

OGGETTO: Imposta Municipale Propria: individuazione valori di riferimento delle aree edificabili. OGGETTO: Imposta Municipale Propria: individuazione valori di riferimento delle aree edificabili. Premesso che: 1. A partire dall anno d imposta 2012 è entrata in vigore, ai sensi dell art. 13, comma 1

Dettagli

P.I. Piano degli Interventi Art. 17 LR n 11/2004

P.I. Piano degli Interventi Art. 17 LR n 11/2004 Comune di Cartura Re gione del Veneto Pr ovincia di Padova P.I. Piano degli Interventi Art. 17 LR n 11/2004 elaborato P-08 adozione - DCC. 37 del 10.12.2015 approvazione - DCC. 11 del 13.04.2016 A p r

Dettagli

(artt. 17 e 18 L.R. n. 11/2004) Atto di Indirizzo. Criteri perequativi per il Piano degli Interventi. - ottobre

(artt. 17 e 18 L.R. n. 11/2004) Atto di Indirizzo. Criteri perequativi per il Piano degli Interventi. - ottobre (artt. 17 e 18 L.R. n. 11/2004) Atto di Indirizzo Criteri perequativi per il - ottobre 2012 - COMUNE DI TEZZE SUL BRENTA PROVINCIA DI VICENZA Atto di Indirizzo - Criteri perequativi per il Piano degli

Dettagli

I CONTENUTI DEL RUE NELLA L.R. 20/2000

I CONTENUTI DEL RUE NELLA L.R. 20/2000 INU Emilia Romagna Istituto Nazionale Urbanistica Summer School Cesenatico, 17-18-19 settembre 2009 Il Regolamento Urbanistico Edilizio (RUE) nel sistema di pianificazione riformato dell Emilia Romagna

Dettagli

COMUNE DI CASTELNOVO NE' MONTI

COMUNE DI CASTELNOVO NE' MONTI PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Adottato con D.C. n 79 del 29-09-2003 - Approvato con D.C. n 30 del 31-03-2005 PIANO STRUTTURALE COMUNALE psc COMUNE DI CASTELNOVO NE' MONTI Gombio Villaberza Felina CASTELNOVO

Dettagli

Elementi per il calcolo dei valori orientativi di mercato

Elementi per il calcolo dei valori orientativi di mercato Elementi per il calcolo dei valori orientativi di mercato Allegato A Valenza orientativa dei valori proposti: i valori medi di mercato espressi nelle schede sono da ritenersi puramente indicativi, e quindi

Dettagli

Regione Piemonte - Dipartimento 2 : Organizzazione del territorio Assessorato alla Pianificazione e Gestione urbanistica

Regione Piemonte - Dipartimento 2 : Organizzazione del territorio Assessorato alla Pianificazione e Gestione urbanistica Regione Piemonte Dipartimento 2 : Organizzazione del territorio Assessorato alla Pianificazione e Gestione urbanistica Art. 1, 1 comma, lettera 2, c della Legge Regionale n. 56 del 5/12/1977 I. SINTESI

Dettagli

Comune di Pino Torinese (Provincia di Torino)

Comune di Pino Torinese (Provincia di Torino) Comune di Pino Torinese (Provincia di Torino) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (ai sensi dell art. 13 del D.L. 201/2011 come convertito in L. 214/2011 e dell art. 52 D.Lgs.

Dettagli

COMUNE DI BOBBIO Provincia di Piacenza Ufficio Tecnico

COMUNE DI BOBBIO Provincia di Piacenza Ufficio Tecnico COMUNE DI BOBBIO Provincia di Piacenza Ufficio Tecnico VARIANTE SPECIFICA AL P.R.G. VIGENTE IN VIRTU DELLA DISCIPLINA TRANSITORIA DI CUI ALL ART. 41 COMMA 2, DELLA LEGGE REGIONALE N 20 DEL 2000 ED AI SENSI

Dettagli

3288 RELAZIONE ILLUSTRATIVA.doc 1. PREMESSA

3288 RELAZIONE ILLUSTRATIVA.doc 1. PREMESSA 1. PREMESSA Il Regolamento Urbanistico Edilizio (RUE), in base alla Legge Rg. 20/2000 corrisponde al secondo livello di articolazione della pianificazione comunale. Il P.S.C. di Lesignano de Bagni è stato

Dettagli

PERIZIA DI STIMA PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE AREE EDIFICABILI AI FINI DELL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

PERIZIA DI STIMA PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE AREE EDIFICABILI AI FINI DELL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI COMUNE DI CIVIDATE AL PIANO Provincia di Bergamo PERIZIA DI STIMA PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE AREE EDIFICABILI AI FINI DELL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI CONFERMA PER L ANNO

Dettagli

RELAZIONE IN MERITO ALLA DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE AREE FABBRICABILI AGLI EFFETTI DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU).

RELAZIONE IN MERITO ALLA DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE AREE FABBRICABILI AGLI EFFETTI DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU). Allegato alla deliberazione G.C. n 79 del 28/11/2012 RELAZIONE IN MERITO ALLA DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE AREE FABBRICABILI AGLI EFFETTI DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU). Lo strumento urbanistico.

Dettagli

Regione Piemonte - Dipartimento 2 : Organizzazione del territorio Assessorato alla Pianificazione e Gestione urbanistica

Regione Piemonte - Dipartimento 2 : Organizzazione del territorio Assessorato alla Pianificazione e Gestione urbanistica Regione Piemonte - Dipartimento 2 : Organizzazione del territorio Assessorato alla Pianificazione e Gestione urbanistica Art. 1, 1 comma, lettera 2, c della Legge Regionale n. 56 del 5/12/1977 Comune di

Dettagli

DUE NUOVE CITTÀ DI BOLOGNA DA COSTRUIRE IN EMILIA-ROMAGNA

DUE NUOVE CITTÀ DI BOLOGNA DA COSTRUIRE IN EMILIA-ROMAGNA 10% utilizzo urbano di suolo (2.280 km 2 ) 23% dispersione urbanistica (Insediamenti situati al di fuori di contesti urbani) Previsti 250 km 2 di espansione urbanistica DUE NUOVE CITTÀ DI BOLOGNA DA COSTRUIRE

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE COMUNE DI CIVITELLA IN VAL DI CHIANA LOCALITA VICIOMAGGIO VIA DELL OLMO PIANO ATTUATIVO N. 163 PER LA REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO ABITATIVO PLURIFAMILIARE E CONTESTUALI OPERE DI SISTEMAZIONE ESTERNA NORME

Dettagli

COMUNE DI CASALMAIOCCO PROVINCIA DI LODI REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE AREE FABBRICABILI

COMUNE DI CASALMAIOCCO PROVINCIA DI LODI REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE AREE FABBRICABILI COMUNE DI CASALMAIOCCO PROVINCIA DI LODI REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLE AREE FABBRICABILI Approvato con deliberazione C.C. n 29 del 27.11.2002 ARTICOLO 1 - FINALITÀ - 1. Il presente

Dettagli

COMUNE DI ADRO IMU 2017 (PROVINCIA DI BRESCIA)

COMUNE DI ADRO IMU 2017 (PROVINCIA DI BRESCIA) SOGGETTI TENUTI AL PAGAMENTO L imposta deve essere versata da tutti coloro che detengono a titolo di proprietà o altro diritto reale (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie) fabbricati, aree

Dettagli

ATTUAZIONE DEI PIANI DI GOVERNO DEL TERRITORIO NELLA PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

ATTUAZIONE DEI PIANI DI GOVERNO DEL TERRITORIO NELLA PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA giovedì, 21 marzo 2013 ATTUAZIONE DEI PIANI DI GOVERNO DEL TERRITORIO NELLA PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA Ing. Bruno Cirant Dirigente dell Area Pianificazione del Territorio e S.I.T. Ufficio Pianificazione

Dettagli

VARIANTE AL VIGENTE P.R.G.C ex art. 17bis comma 6 L.R. 56/77 s.m.i. e art. 19 d.p.r. 327/2001

VARIANTE AL VIGENTE P.R.G.C ex art. 17bis comma 6 L.R. 56/77 s.m.i. e art. 19 d.p.r. 327/2001 COMUNE DI BARDONECCHIA PROVINCIA DI TORINO PROGETTO DEFINITIVO REALIZZAZIONE PASSERELLA CICLO-PEDONALE SUL TORRENTE DORA IN CORRISPONDENZA DELLA FONTANA GIOLITTI VARIANTE AL VIGENTE P.R.G.C ex art. 17bis

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: DETERMINAZIONE VALORE AREE EDIFICABILI ANNO 2012

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: DETERMINAZIONE VALORE AREE EDIFICABILI ANNO 2012 COMUNE DI MORDANO Provincia di Bologna Cap. 40027, Via Bacchilega n. 6 Tel. 0542/56911 Fax 56900 E-Mail: urp@mordano.provincia.bologna.it Sito Internet: www.comunemordano.it DELIBERAZIONE N. 16 DEL 07/02/2012

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 99 DEL OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE IMMOBILI ANNO 2013 ADEGUAMENTO VALORI VENALI AREE FABBRICABILI.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 99 DEL OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE IMMOBILI ANNO 2013 ADEGUAMENTO VALORI VENALI AREE FABBRICABILI. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 99 DEL 12.11.2013 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE IMMOBILI ANNO 2013 ADEGUAMENTO VALORI VENALI AREE FABBRICABILI. L anno DUEMILATREDICI, il giorno DODICI del mese di

Dettagli

Provvisorio: sulla base dei valori già stimati dall'ufficio per il PRG Scimeni A B C. coefficiente di incidenza UFXVM

Provvisorio: sulla base dei valori già stimati dall'ufficio per il PRG Scimeni A B C. coefficiente di incidenza UFXVM ogni mq ) CALCOLO DEL A MQ DI SUPERFICIE EDIFICABILE del valore A1 Centro storico CITTA' 1,00-4 309,87 309,87 0,2 1 61,97 L'indice dato per la zona di centro storico è quello max utilizzabile sulle aree

Dettagli

Determinazione del valore delle aree fabbricabili a seguito dell approvazione dei POC e PUA

Determinazione del valore delle aree fabbricabili a seguito dell approvazione dei POC e PUA Comune di Maranello Provincia di Modena Determinazione del valore delle aree fabbricabili a seguito dell approvazione dei POC e PUA Prot.8966 del 5.05.009 Allegato a delibera G.C. 8 del 6/05/009 Arch.

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunale n. 47 del 11/06/2013

Deliberazione della Giunta Comunale n. 47 del 11/06/2013 OGGETTO: DETERMINAZIONE DEI CRITERI PER L'ATTRIBUZIONE DEI VALORI AI FINI DELL'ACCERTAMENTO DELLE AREE INSERITE NEGLI STRUMENTI URBANISTICI - IMU ANNO 2013 La Giunta Comunale Premesso che dal 1 gennaio

Dettagli

Comune di Misano Adriatico (Provincia di Rimini)

Comune di Misano Adriatico (Provincia di Rimini) Comune di Misano Adriatico (Provincia di Rimini) IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ******************************************************* VALORI MEDI DI RIFERIMENTO DELLE AREE FABBRICABILI (Art. 8 del

Dettagli

COMUNE DI MODENA PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO

COMUNE DI MODENA PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO COMUNE DI MODENA 2003DI INTERVENTO PROGRAMMA INTEGRATO Tav. N PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO VIA EMILIA EST PEEP N 9 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E PREVISIONE DI SPESA Adottato con Del. di C.C. n. 71 del

Dettagli

1 Studio tecnico arch. Marielena Sgroi

1 Studio tecnico arch. Marielena Sgroi DOCUMENTO DI PIANO 1 P. d. C n 10 VIA ALLA PISCINA c a b 144 a b c 145 P. d. C n 10 VIA ALLA PISCINA Descrizione dell area L ambito interessa un comparto ubicato tra la piscina di interesse sovraccomunale

Dettagli

VARIANTE NON SOSTANZIALE AL P.R.G.

VARIANTE NON SOSTANZIALE AL P.R.G. ADOZIONE: deliberazione G.C. n. del APPROVAZIONE: deliberazione G.C. n. del Allegato A) VARIANTE NON SOSTANZIALE AL P.R.G. RELATIVA ALLA MODIFICA NORMATIVA DELLA SCHEDA PROGETTO 2 AREA VETRERIA DA ASSOGGETTARE

Dettagli

VALORE DELLE AREE FABBRICABILI 2014 Allegato A alla delibera di Giunta Comunale n.145 del 30 dicembre 2013

VALORE DELLE AREE FABBRICABILI 2014 Allegato A alla delibera di Giunta Comunale n.145 del 30 dicembre 2013 VALORE DELLE AREE FABBRICABILI 2014 Allegato A alla delibera di Giunta Comunale n.145 del 30 dicembre 2013 ZONA URBANISTICA Zona urbanistica B1 Zona residenziale urbanizzata Zona urbanistica B3 Zona edificata

Dettagli

COMUNE DI MANERBA DEL GARDA. Provincia di Brescia AREE FABBRICABILI CRITERI PER L INDIVIDUAZIONE DEI VALORI

COMUNE DI MANERBA DEL GARDA. Provincia di Brescia AREE FABBRICABILI CRITERI PER L INDIVIDUAZIONE DEI VALORI COMUNE DI MANERBA DEL GARDA Provincia di Brescia AREE FABBRICABILI CRITERI PER L INDIVIDUAZIONE DEI VALORI AVVERTENZE GENERALI VALORE DELLE TABELLE Le tabelle approvate dalla Giunta Comunale costituiscono

Dettagli

VARIANTE PARZIALE P.R.G. RELATIVA P.I.I. CANONICA (art L.R. N. 12/2005)

VARIANTE PARZIALE P.R.G. RELATIVA P.I.I. CANONICA (art L.R. N. 12/2005) COMUNE DI TRIUGGIO (MILANO) VARIANTE PARZIALE P.R.G. RELATIVA P.I.I. CANONICA (art. 25 - L.R. N. 12/2005) DOC. N 1 - DELIBERAZIONE DI ADOZIONE E APPROVAZIONE DOC. N 2 - AZZONAMENTO VIGENTE - INDIVIDUAZIONE

Dettagli

Pianificazione urbanistica a Modena

Pianificazione urbanistica a Modena Venezia, 10-20 novembre 2004 Catalogo della Mostra Comune di Modena Pianificazione urbanistica a Modena L adeguamento alla nuova Lur 20/2000 Il Comune di Modena ha approvato l adeguamento del Piano regolatore

Dettagli

COMUNE DI GANGI Provincia di Palermo

COMUNE DI GANGI Provincia di Palermo COMUNE DI GANGI Provincia di Palermo ***** CAP 90024 Via Salita Municipio, 2 tel. 0921644076 fax 0921644447 P. Iva 00475910824 - www.comune.gangi.pa.it REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELLE ALIQUOTE,

Dettagli

COMUNE DI AZZANO MELLA Provincia di Brescia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI AZZANO MELLA Provincia di Brescia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA COMUNE DI AZZANO MELLA Provincia di Brescia Delibera N. 59 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE VALORI MINIMI DI RIFERIMENTO AI FINI I.M.U. PER LE AREE EDIFICABILI

Dettagli

Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 1

Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano 1 Piano di Governo del Territorio - Documento di Piano Indice Aree di trasformazione di interesse pubblico...3 TRP Area per la localizzazione di servizi per l istruzione...4 TRP - Nuova area a servizi tecnologici

Dettagli

Norme Tecniche Operative Variante adeguata alla D.C.C. n. 12 del 02/05/2013

Norme Tecniche Operative Variante adeguata alla D.C.C. n. 12 del 02/05/2013 Norme Tecniche Operative Variante adeguata alla D.C.C. n. 12 del 02/05/2013 1 Maggio 2013 I N D I C E (in rosso gli articoli e gli allegati variati o aggiunti) ART. 1 - DEFINIZIONE ED AMBITO DI APPLICAZIONE

Dettagli

Il RUE. Regolamento Urbanistico Edilizio (art. 29 LR 20/2000)

Il RUE. Regolamento Urbanistico Edilizio (art. 29 LR 20/2000) Il RUE Regolamento Urbanistico Edilizio (art. 29 LR 20/2000) Il RUE A) Territorio Urbano e Rurale B) Sistema insediativo storico C) Polo funzionale D) Città delle Colonie E) Valsat F) Allegati al RUE DPQU

Dettagli

Comune di Sezze Provincia di Latina Allegato A

Comune di Sezze Provincia di Latina Allegato A Comune di Sezze Provincia di Latina Allegato A Determinazione valore unitario aree edificabili e valore imponibile ai fini IMU L art. 5 del D.Lgs. 504/92 stabilisce che la base imponibile ai fini della

Dettagli

DETERMINAZIONE VALORE VENALE IN COMUNE COMMERCIO DELLE AREE FABBRICABILI AGLI EFFETTI DELL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU)

DETERMINAZIONE VALORE VENALE IN COMUNE COMMERCIO DELLE AREE FABBRICABILI AGLI EFFETTI DELL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) Comune di Santarcangelo di Romagna DETERMINAZIONE VENALE IN COMUNE COMMERCIO DELLE AREE FABBRABILI AGLI EFFETTI DELL APPLAZIONE DELL IMPOSTA MUNIPALE PROPRIA (IMU) AGGIORNAMENTO E REVISIONE ALL ANNO 2017

Dettagli

Determinazione dei valori minimi e massimi delle aree edificabili Zona: Centro Nembro Anno Altezza massima mt.

Determinazione dei valori minimi e massimi delle aree edificabili Zona: Centro Nembro Anno Altezza massima mt. All. A DGC n. del Determinazione dei valori minimi e massimi delle aree edificabili Zona: Centro Nembro Anno 2014 Zona urbanistica di P.G.T. Ambito RESIDENZIALE Nuclei Antica Formazione N z.o. A R1 R2

Dettagli

COMUNE DI PISA ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Delibera n. 45 Del 1 Aprile 2003

COMUNE DI PISA ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Delibera n. 45 Del 1 Aprile 2003 COMUNE DI PISA ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Delibera n. 45 Del 1 Aprile 2003 OGGETTO: CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEI VALORI DI MERCATO AI FINI DELL APPLICAZIONE DELL I.C.I. DELLE AREE

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA COMUNE DI VIGNOLA Provincia di Modena Struttura Pianificazione Territoriale 19 dicembre 2007 Monetizzazione dei parcheggi di urbanizzazione primaria (art. 87 delle vigenti NTA) e verde di urbanizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEI VALORI MEDI VENALI IN COMUNE COMMERCIO DELLE AREE EDIFICABILI SITE NEL COMUNE DI SAMBUCA DI SICILIA

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEI VALORI MEDI VENALI IN COMUNE COMMERCIO DELLE AREE EDIFICABILI SITE NEL COMUNE DI SAMBUCA DI SICILIA REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEI VALORI MEDI VENALI IN COMUNE COMMERCIO DELLE AREE EDIFICABILI SITE NEL COMUNE DI SAMBUCA DI SICILIA Art. 1 - Finalità 1. Il regolamento determina la modalità di applicazione

Dettagli

6 ambito progettuale grotta rossa tratto compreso tra ss 16 e viale euterpe

6 ambito progettuale grotta rossa tratto compreso tra ss 16 e viale euterpe 6 ambito progettuale grotta rossa tratto compreso tra ss 16 e viale euterpe Project manager: gruppo dirigenti: master plan e progettazione urbanistica: progettazione urbana: progettazione opere pubbliche:

Dettagli

COMUNE DI CINQUEFRONDI PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA

COMUNE DI CINQUEFRONDI PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA COMUNE DI CINQUEFRONDI PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 120 Reg. Delib. del 07.11.13 OGGETTO: DETERMINAZIONE DEI VALORI MEDI DELLE AREE FABBRICABILI DEL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

Popolazione turistica (media annua) === === === === ===

Popolazione turistica (media annua) === === === === === Regione Piemonte Dipartimento 2 : Organizzazione del Territorio Assessorato alla Pianificazione e Gestione Urbanistica (Art. 1,1 comma, lettera 2, c della Legge Regionale n. 56 del 5-12-1977) COMUNE DI

Dettagli

T A B E L L A A L L E G A T O A

T A B E L L A A L L E G A T O A T A B E L L A A L L E G A T O A A R E E E D I F I C A B I L I AREA LIBERA : area di completamento all interno del PRG oppure lotto in un piano particolareggiato già collaudato. C A L C O L O I M P O N

Dettagli

COMUNE DI RAVARINO. VERBALE DI DELIBERAZIONE Giunta Comunale

COMUNE DI RAVARINO. VERBALE DI DELIBERAZIONE Giunta Comunale COMUNE DI RAVARINO Provincia di Modena Deliberazione nr. 3 del 17/1/2004 VERBALE DI DELIBERAZIONE Giunta Comunale OGGETTO: Accertamento del valore commerciale delle aree fabbricabili del territorio ai

Dettagli

DOCUMENTO DI PIANO. Allegato C al DP.re. Piano di Governo del Territorio Collazionato successivamente alla deliberazione C.C. n.

DOCUMENTO DI PIANO. Allegato C al DP.re. Piano di Governo del Territorio Collazionato successivamente alla deliberazione C.C. n. DOCUMENTO DI PIANO Allegato C al DP.re DETERMINAZIONE DEL CONSUMO DI SUOLO ALLA SCALA COMUNALE ALL.TO A DEL PTCP COMUNE DI MONZA Assessorato alle Politiche del Territorio Settore Governo del Territorio

Dettagli

PGT del Comune di Verrua Po AMBITI DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO RESIDENZIALE E PARTE I. RIEPILOGO SCHEDE DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO:...

PGT del Comune di Verrua Po AMBITI DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO RESIDENZIALE E PARTE I. RIEPILOGO SCHEDE DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO:... 1 SCHEDA AU_03_18175.pdf COMUNE DI VERRUA PO PROVINCIA DI PAVIA PGT TESSUTO URBANO CONSOLIDATO AMBITI DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO RESIDENZIALE INDICE PARTE I. RIEPILOGO SCHEDE DEL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO:...

Dettagli

Regione Piemonte - Dipartimento 2 : Organizzazione del territorio Assessorato alla Pianificazione e Gestione Urbanistica

Regione Piemonte - Dipartimento 2 : Organizzazione del territorio Assessorato alla Pianificazione e Gestione Urbanistica Regione Piemonte - Dipartimento 2 : Organizzazione del territorio Assessorato alla Pianificazione e Gestione Urbanistica SCHEDA QUANTITATIVA DEI DATI URBANI (Art.14, 1 comma, lettera 2c della Legge Regionale

Dettagli

COMUNE DI OLBIA Provincia di Sassari RELAZIONE ILLUSTRATIVA

COMUNE DI OLBIA Provincia di Sassari RELAZIONE ILLUSTRATIVA COMUNE DI OLBIA Provincia di Sassari RELAZIONE ILLUSTRATIVA 0 RELAZIONE A seguito delle recenti sentenze del TAR che hanno annullato il PDF approvato con decreto Regionale 1150/u del 17.7.87 e ogni altro

Dettagli

Città Metropolitana di Torino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Città Metropolitana di Torino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 1 Città Metropolitana di Torino DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE UNICA - AREE FABBRICABILI AGGIORNAMENTO DEI CRITERI PER IL CALCOLO DEI PROBABILI VALORI VENALI Ufficio Proponente

Dettagli

Comune di Brescia Oneri di Urbanizzazione

Comune di Brescia Oneri di Urbanizzazione Comune di Brescia Oneri di Urbanizzazione Tariffe Oneri di Urbanizzazione definite con deliberazione del Consiglio Comunale n. 260 P.G. n. 49199 del 20/12/2004 Adeguate in base alla L.R. n. 12 dell 11-03-2005

Dettagli