28/11/2013 ANALISI dei costi della RACCOLTA DIFFERENZIATA 1

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "28/11/2013 ANALISI dei costi della RACCOLTA DIFFERENZIATA 1"

Transcript

1 ANALISI DEI COSTI DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA UN CASO DI SPECIE 1

2 COMUNI GESTITI DA AMBI.EN.TE. Comuni in raccolta stradale Comuni in raccolta differenziata porta a porta COMUNI ABITANTI CASTEL GANDOLFO CASTEL S. PIETRO 859 GENZANO DI ROMA MONTECOMPATRI SERRONE TOTALE COMUNI ABITANTI CIAMPINO ARICCIA ZAGAROLO MONTEPORZIO CATONE PALESTRINA CAVE GALLICANO GROTTAFERRATA TOTALE ,87% 25,13% Raccolta stradale Raccolta diff. Pap Da Aprile

3 RACCOLTA DIFFERENZIATA PAP PUNTI DI FORZA PUNTI DI DEBOLEZZA GESTIONE DEL RIFIUTO COSTI ELEVATI Personale Manutenzioni Importante % frazioni intercettate Elevata qualità del rifiuto raccolto Corretta gestione del rifiuto Investimenti (mezzi e attrezzature) Investimenti logistica 3

4 REALE OBIETTIVO RACCOLTA DIFFERENZIATA STRUMENTO FINE RACCOLTA DIFFERENZIATA RECUPERO RIUTILIZZO RICICLO Secondo quanto previsto dalla Direttiva Quadro 2008/98/CE e dal D.Lgs. 3 dicembre 2010 n

5 CONFRONTO DEI DATI RELATIVI ALLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI NEI COMUNI PASSATI DAL SISTEMA DI RACCOLTA STRADALE AL SISTEMA DI RACCOLTA PAP PRODUZIONE RIFIUTI TOTALE ANTE R.D. pap PRODUZIONE RIFIUTI TOTALE R.D. pap Ciampino kg Ariccia kg Ciampino Kg kg 31,55% Ariccia kg Kg. 26,05% Zagarolo 2009 Zagarolo Kg kg kg 43,78% Monteporzio Monteporzio Catone 2008 Catone kg kg Kg. 44,73% ,18% Produzione rifiuti totale ante RD Pap Produzione rifiuti totale in RD Pap Palestrina kg Palestrina kg Kg. 22,75% Cave 2011 Cave Kg kg kg 35,72% Gallicano kg Gallicano kg 1, kg. 48,52% Kg Kg Kg. 33,18% 4

6 CONFRONTO DEI DATI RELATIVI AI RIFIUTI CONFERITI IN DISCARICA NEI COMUNI PASSATI DAL SISTEMA DI RACCOLTA STRADALE AL SISTEMA DI RACCOLTA PAP CONFERIMENTO RIFIUTI IND.TI ANTE R.D. pap CONFERIMENTO RIFIUTI IND.TI R.D. pap Ciampino 2007 Ciampino Kg kg kg 66,54% Ariccia kg Ariccia kg Kg. 72,52% Zagarolo 2009 Zagarolo Kg kg kg 73,08% Monteporzio Monteporzio Catone 2008 Catone kg kg Palestrina kg Palestrina kg Kg. 82,59% Kg. 57,42% Cave 2011 Cave Kg kg kg 78,38% 8% 70,71% Rifiuti conferiti in discarica ante RD Pap Rifiuti conferiti in discarica in RD Pap Gallicano kg Gallicano kg Kg. 81,71% Kg Kg Kg. 70,71% 6

7 DATI RACCOLTA DIFFERENZIATA (2012) Ariccia Ciampino Cave Gallicano Monteporzio Catone Palestrina Zagarolo ( abitanti) CER Rifiuto Quantità % (kg) Imb. Carta e cartone ,33% Imballaggi in Plastica % 1,19% Imballaggi Misti ,90% Imballaggi in vetro ,96% Carta e cartone % 9,54% Legno ,87% Metallo ,59% Verde % 3,94% Inerti ,68% Raee ,14% Ingombranti a rec ,11% Organico ,00% Rifiuti indifferenziati ,74% TOTALE ,00% Rifiuti indifferenziati 38,74% Imb. Imballaggi in Carta e Plastica cartone 1,19% 2,33% Organico 25,00% Imballaggi Misti 4,90% Imballaggi in vetro 6,96% Carta e cartone 9,54%Legno 187% 1,87% Metallo 0,59% Verde 3,94% Inerti 3,68% Raee Ingombranti a 1,14% rec. 0,11% Media RD AMBI.EN.TE.: 61,26% Media RD Italia: 39,89% (picco: Nord Ovest al 48,63%) 7

8 INTERCETTAZIONE RD PRO CAPITE (2012) Ariccia Ciampino Cave Gallicano Monteporzio Catone Palestrina Zagarolo ( abitanti) CER Rifiuto Quantità (kg) % RD (kg/ab. anno) RD (kg/ab. anno) Imb. Carta e cartone % 3,81% 826 8, Imballaggi in Plastica ,94% 4, Imballaggi Misti ,00% 17, Imballaggi in vetro ,36% 24, Carta e cartone ,57% 33, Legno ,06% 6, Metallo % 0,97% 211 2, Verde ,43% 13, Inerti ,01% 13, Raee ,87% 4, Ingombranti a rec ,18% 0, Organico ,81% 88,54 TOTALE ,00% 216,95 Valore medio in Italia: 209 Kg/ab. 8

9 OPPORTUNITA SISTEMA RACCOLTA DIFFERENZIATA PAP IN TEMA DI GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEL RIFIUTO A N T E ES. COMUNE DI CIAMPINO ANNO 2007 (Ante RD Pap) Quantita' (kg) Costo /kg Totale Conf.to rifiuto indiff.t ,00 0, ,20 TOTALE COSTI ,20 Costo attualizzato al valore 2012 P O S T ANNO 2012 (Post RD Pap) Quantita' (kg) Costo /kg Totale Conf.to rifiuto indiff.t ,00 0, ,20 Conf.to rifiuto organi ,00 0, ,40 Selezione ,00 0, ,60 TOTALE COSTI ,20 Quantita' (kg) Ricavo / kg Totale Carta e cartone ,00 0, ,27 Imb. carta e cartone ,00 0, ,30 Imb. Misti ,00 0, ,89 Imb. Vetro ,00 0, ,91 TOTALE RICAVI , COSTO GESTIONE RIFIUTI RD PAP ,83 Ricavo vendita materiale su libero mercato DECREMENTO COSTO GESTIONE RIFIUTI , (pari al 59,34%) 9

10 SERVIZI A CONFRONTO PASSAGGIO DALLA RACCOLTA STRADALE ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PAP ANTE PAP (2007) ES.: COMUNE DI CIAMPINO FATTORI DI PRODUZIONE POST PAP Personale addetto alla raccolta Personale addetto alla raccolta n. 12 operatori n. 27 operatori Dotazione mezzi e attrezzature Dotazione mezzi e attrezzature n. 1 multilift n. 1 multilift n. 5 cassoni n. 9 cassoni n. 5 compattatori laterali n. 2 compattatori posteriori n. 2 minicompattatori n. 3 vasche Contenitori n. 400 cassonetti da lt. n. 130 cassonetti da lt. n. 7 press container n. 8 compattatori posteriori n. 12 costipatori n. 1 vasca Contenitori n bidoncini da 240 lt. n bidoncini da 120 lt. LOGISTICA Giri i di raccolta Giri di raccolta n. 5 n. 17 Siti di conferimento Siti di conferimento Colari Eurorecuperi Colari Romana Maceri Lupi Rottami Romana Maceri Kiklos Ecolegno Ecocentro 10

11 COSTI A CONFRONTO PASSAGGIO DALLA RACCOLTA STRADALE ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PAP ES.: COMUNE DI CIAMPINO COSTO ANTE PAP POST PAP Costo personale , , ,00 55,56% Ammortamento , , ,62 27,64% Carburante , , ,00 25,00% Manutenzioni , , ,00 29,41% Contenitori , , ,50 24,25% TOTALE , , ,12 39,89% , ,45 ANTE PAP POST PAP 39,89% Di cui il 74% derivante dal costo personale 11

12 CONTENIMENTO COSTO DEL PERSONALE ALLINEAMENTO AGLI INDICI DI PRODUTTIVITA DELLE BEST PRACTICE: N UTENZE SERVITE PER SQUADRA N CONTENITORI SVUOTATI PER SQUADRA N BUSTE RACCOLTE PER SQUADRA COMPOSIZIONE MEDIA SQUADRE RACCOLTA QUANTITA MEDIA RACCOLTA PER SQUADRA 12

13 GRAZIE PER L ATTENZIONE! 13

5 Marzo 2018 Università «La Sapienza» Aula 2 Facoltà di Economia. Prevenzione, riutilizzo e riciclo in un ottica di economia circolare

5 Marzo 2018 Università «La Sapienza» Aula 2 Facoltà di Economia. Prevenzione, riutilizzo e riciclo in un ottica di economia circolare 1 5 Marzo 2018 Università «La Sapienza» Aula 2 Facoltà di Economia Prevenzione, riutilizzo e riciclo in un ottica di economia circolare Davide Vernice Direttore Generale AET Spa L esperienza di realtà

Dettagli

CER IMBALLAGGI IN CARTONE R.P.P. 2013

CER IMBALLAGGI IN CARTONE R.P.P. 2013 Kg Kg RACCOLTA DIFFERENZIATA 213 percentuale frazioni percentuale raccolta CODICE TOTALE differenziate differenziata primo semestre 213 secondo semestre 213 CER 1511 IMBALLAGGI IN CARTONE R.P.P. 4.7 51.6

Dettagli

COMUNI RICICLONI EMILIA-ROMAGNA Il destino dei rifiuti in Regione tra riciclaggio e smaltimento. Barbara Villani

COMUNI RICICLONI EMILIA-ROMAGNA Il destino dei rifiuti in Regione tra riciclaggio e smaltimento. Barbara Villani COMUNI RICICLONI EMILIA-ROMAGNA 2010 Il destino dei rifiuti in Regione tra riciclaggio e smaltimento Barbara Villani La direttiva 2008/98/CE indirizza gli Stati membri ad avvicinarsi ad una società del

Dettagli

COMUNE. PROGRAMMA ANNUALE DELLE ATTIVITA' - Previsione Anno. DATI del COMUNE GESTITO PREVISIONE DATI DELLA RACCOLTA RIFIUTI

COMUNE. PROGRAMMA ANNUALE DELLE ATTIVITA' - Previsione Anno. DATI del COMUNE GESTITO PREVISIONE DATI DELLA RACCOLTA RIFIUTI PROGRAMMA ANNUALE DELLE ATTIVITA' - Previsione Anno DATI del COMUNE GESTITO COMUNE DESCRIZIONE GENERICA DEI SERVIZI SVOLTI DESCRIZIONE GENERICA UTENZE Rifiuti Indifferenziati Raccolta Umido Raccolta Carta

Dettagli

I numeri delle eccellenze nella raccolta differenziata e nel ciclo integrato dei rifiuti in Provincia di Treviso

I numeri delle eccellenze nella raccolta differenziata e nel ciclo integrato dei rifiuti in Provincia di Treviso I numeri delle eccellenze nella raccolta differenziata e nel ciclo integrato dei rifiuti in Provincia di Treviso Relatori: Stefano Riedi, Elisa Bagolin Consorzio servizi di Igiene del Territorio Autorità

Dettagli

DGR 34/2016 Risultati sin qui conseguiti, aspetti tecnico-economici della raccolta 'porta a porta' e transizione a sistemi di tariffazione puntuale

DGR 34/2016 Risultati sin qui conseguiti, aspetti tecnico-economici della raccolta 'porta a porta' e transizione a sistemi di tariffazione puntuale DGR 34/2016 Risultati sin qui conseguiti, aspetti tecnico-economici della raccolta 'porta a porta' e transizione a sistemi di tariffazione puntuale RD 50,6% I dati a scala comunale e di ambito evidenziano

Dettagli

Simulazione degli effetti dell adozione della tariffazione puntuale dei rifiuti urbani in alcuni Comuni del Consorzio.

Simulazione degli effetti dell adozione della tariffazione puntuale dei rifiuti urbani in alcuni Comuni del Consorzio. Simulazione degli effetti dell adozione della tariffazione puntuale dei rifiuti urbani in alcuni Comuni del Consorzio Dicembre 2016 Obiettivo del lavoro valutare gli effetti ambientali ed economici dell

Dettagli

Tabella 1 DIMENSIONAMENTO MEZZI E CONTENITORI

Tabella 1 DIMENSIONAMENTO MEZZI E CONTENITORI ARO Comune di Santa Elisabetta, Sant Angelo Muxaro e Joppolo Giancaxio - PIANO FINANZIARIO pag. 7 Tabella 1 DIMENSIONAMENTO MEZZI E CONTENITORI Frazione merceologica frequenza raccolta settimanale Trasporto

Dettagli

CER % 0% 3% 4% 12%

CER % 0% 3% 4% 12% SETTORE AMBIENTE ED ATTIVITA PRODUTTIVE: La raccolta differenziata raggiunge nell anno 2012 una percentuale pari a 24,3 % della produzione comunale dei rifiuti di 27.863.000 kg, superando per la prima

Dettagli

Prevenzione Preparazione per il riutilizzo Riciclaggio (recupero di materia) Recupero altro tipo (recupero di energia) Smaltimento

Prevenzione Preparazione per il riutilizzo Riciclaggio (recupero di materia) Recupero altro tipo (recupero di energia) Smaltimento Prevenzione Preparazione per il riutilizzo Riciclaggio (recupero di materia) Recupero altro tipo (recupero di energia) Smaltimento PRINCIPALI ELEMENTI PER LA BUONA GESTIONE 1) Riduzione produzione rifiuto

Dettagli

PIANO FINANZIARIO DEGLI INTERVENTI RELATIVI AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

PIANO FINANZIARIO DEGLI INTERVENTI RELATIVI AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI DEGLI INTERVENTI RELATIVI AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI EX ART. 8 D.P.R. 27 APRILE 1999, N. 158 COMUNE DI SESTO FIORENTINO Anno 2014-2016 2017-2019 Versione luglio 2017 TARIFFA RIFIUTI Indice

Dettagli

CITTÀ DI MERCATO S. SEVERINO

CITTÀ DI MERCATO S. SEVERINO CITTÀ DI MERCATO S. SEVERINO Provincia di Salerno ooooooooooo SERVIZIO INTEGRATO DI IGIENE URBANA E SERVIZI ACCESSORI DEL ELABORATO 2 SCHEDE DI ANALISI DEI COSTI DEL SERVIZIO, DEL CONFERIMENTO E PIANO

Dettagli

PIANO FINANZIARIO DEGLI INTERVENTI RELATIVI AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

PIANO FINANZIARIO DEGLI INTERVENTI RELATIVI AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI DEGLI INTERVENTI RELATIVI AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI EX ART. 8 D.P.R. 27 APRILE 1999, N. 158 COMUNE DI SESTO FIORENTINO Anno 2014-2016 2017-2019 Versione Dicembre 2016 TARIFFA RIFIUTI Indice

Dettagli

SANTORSO (VI): TARIFFA PUNTUALE

SANTORSO (VI): TARIFFA PUNTUALE SANTORSO (VI): TARIFFA PUNTUALE integrata con un nuovo sistema di raccolta rifiuti (TIA + -BINGest ) p.i. Zanardello Samuele NOVE (VI) 1- La raccolta dei Rifiuti anno 2016 GRAZIE ALLA COLLABORAZIONE DEI

Dettagli

COMUNE DI ESPERIA PROVINCIA DI FROSINONE Servizio Tecnico

COMUNE DI ESPERIA PROVINCIA DI FROSINONE Servizio Tecnico 1 COMUNE DI ESPERIA PROVINCIA DI FROSINONE Servizio Tecnico Servizio di raccolta, trasporto e conferimento dei rifiuti solidi urbani, rifiuti differenziati, svolto con il sistema porta a porta, nonché

Dettagli

Andamento costi (IVA inclusa)

Andamento costi (IVA inclusa) Andamento costi (IVA inclusa) Voce Sottovoce CG CG IND CSL Costi di spazzamento e lavaggio strade Costo servizio 380.78 380.78 380.71 380.72 382.70 382.70 Pulizia fiere/manifestazioni Servizi aggiuntivi

Dettagli

COMUNE DI CERES RELAZIONE E PIANO FINANZIARIO TASSA RIFIUTI ANNO 2015

COMUNE DI CERES RELAZIONE E PIANO FINANZIARIO TASSA RIFIUTI ANNO 2015 COMUNE DI CERES RELAZIONE E PIANO FINANZIARIO TASSA RIFIUTI ANNO 2015 INDICE Premessa 1. Gli obiettivi di fondo dell Amministrazione Comunale 1.1 Obiettivi di gestione urbana 1.2 Obiettivi di riduzione

Dettagli

CASE HISTORY COMUNE DI BAGHERIA. Patrizio Cinque Sindaco Comune di Bagheria

CASE HISTORY COMUNE DI BAGHERIA. Patrizio Cinque Sindaco Comune di Bagheria 0 CASE HISTORY COMUNE DI BAGHERIA 1 LA GESTIONE DEL SERVIZIO Gestione consortile Co.In.R.E.S. Gestione mista consorzio-comune (liquidazione) GESTIONE DIRETTA (Personale consortile a comando) 2 LA GESTIONE

Dettagli

Comune di Piane Crati QUADRO ECONOMICO: costo periodo 01 giugno maggio 2019

Comune di Piane Crati QUADRO ECONOMICO: costo periodo 01 giugno maggio 2019 Comune di Piane Crati QUADRO ECONOMICO: costo periodo 01 giugno 2017 30 maggio 2019 progetto A PRESTAZIONE DI BENI E SERVIZI 182.18,05 A1.1 Personale, mezzi, materiale, noleggi, ecc (soggetti a ribasso)

Dettagli

IL PUNTO DI VISTA DEL GESTORE DEL SERVIZIO

IL PUNTO DI VISTA DEL GESTORE DEL SERVIZIO 19 MARZO 2013 DALLA RACCOLTA AL RICICLO DEI RIFIUTI DA IMBALLAGGIO: L ESPERIENZA DEI CONSORZI DI FILIERA IN ITALIA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEGLI IMBALLAGGI: IL PUNTO DI VISTA DEL GESTORE DEL SERVIZIO

Dettagli

Rifiuti RIFIUTI. Unità di misura. Fonte dei dati. Anno di riferimento. Copertura geografica. Indicatore/Indice DPSIR. Osservatorio Provinciale Rifiuti

Rifiuti RIFIUTI. Unità di misura. Fonte dei dati. Anno di riferimento. Copertura geografica. Indicatore/Indice DPSIR. Osservatorio Provinciale Rifiuti Rifiuti RIFIUTI Le problematiche connesse alla produzione di rifiuti hanno assunto negli ultimi decenni proporzioni sempre maggiori in relazione al miglioramento delle condizioni economiche, al veloce

Dettagli

Gestione rifiuti urbani Piano Economico Finanziario

Gestione rifiuti urbani Piano Economico Finanziario Comune di Padova Gestione rifiuti urbani Piano Economico Finanziario Elaborato 2 Utilizzo di beni, strutture e servizi di terzi D.P.R. 158/1999 art. 8 comma 2c), comma 3c) 2018 PREMESSA... 2 1. Smaltimento

Dettagli

Gestione rifiuti urbani Piano Economico Finanziario

Gestione rifiuti urbani Piano Economico Finanziario Comune di Padova Gestione rifiuti urbani Piano Economico Finanziario Elaborato 2 Utilizzo di beni, strutture e servizi di terzi D.P.R. 158/1999 art. 8 comma 2c), comma 3c) 2019 PREMESSA... 2 1. Smaltimento

Dettagli

NUOVO PROGETTO INNOVATIVO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI

NUOVO PROGETTO INNOVATIVO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI NUOVO PROGETTO INNOVATIVO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI La storia ANDAMENTO RACCOLTA DIFFERENZIATA ANNI 2000-2006 Media di Bacino 33,0% 31,0% 31,9% 30,9% 29,0% 27,0% 25,0% 23,0% 21,0% 29,1% 28,2% 19,0% 17,0%

Dettagli

Stato della Raccolta Differenziata nel Comune di Selargius

Stato della Raccolta Differenziata nel Comune di Selargius Stato della Raccolta Differenziata nel Comune di Selargius Introduzione Il territorio Su Planu Is Corrias Centro Selargius Zona Industriale 2 2 Il territorio Introduzione 3 3 Introduzione 1999 inizio della

Dettagli

Il Piano regionale Rifiuti della Regione Emilia-Romagna

Il Piano regionale Rifiuti della Regione Emilia-Romagna Il Piano regionale Rifiuti della Regione Emilia-Romagna Sabrina Freda Assessore Ambiente, Riqualificazione urbana 1 Il Sistema Emilia-Romagna: demografia regionale 2 A partire dalla metà degli anni novanta

Dettagli

RIFIUTI: PROBLEMA O POSSIBILITA?

RIFIUTI: PROBLEMA O POSSIBILITA? RIFIUTI: PROBLEMA O POSSIBILITA? 1 OTTOBRE 2015 QUANTI RIFIUTI PRODUCIAMO IN ITALIA? 29.000.000.000 DI KG DI RIFIUTI ALL ANNO 490 KG A PERSONA ALL ANNO nell Unione: 330 kg/ab anno PROBLEMA!! DOVE VANNO

Dettagli

Raccolta Porta a Porta nel Comune di Ancona

Raccolta Porta a Porta nel Comune di Ancona Relatore Giuseppe T. Sanfilippo direttore di Anconambiente s.p.a Raccolta Porta a Porta nel Comune di Ancona L evoluzione societaria Marzo 973: AnconAmbiente nasce col nome di ASMIU: Azienda di Servizi

Dettagli

PIANO FINANZIARIO DEGLI INTERVENTI RELATIVI AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

PIANO FINANZIARIO DEGLI INTERVENTI RELATIVI AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI DEGLI INTERVENTI RELATIVI AL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI EX ART. 8 D.P.R. 27 APRILE 1999, N. 158 COMUNE DI CAMPI BISENZIO Anno 2014-2016 TARIFFA RIFIUTI Indice 1. Gli obiettivi di fondo dell'amministrazione

Dettagli

RACCOLTA DIFFERENZIATA: I MODELLI VINCENTI

RACCOLTA DIFFERENZIATA: I MODELLI VINCENTI RACCOLTA DIFFERENZIATA: I MODELLI VINCENTI come rendere più efficiente la gestione dei rifiuti Bergamo, 10 maggio 00 Modello organizzativo provinciale e proposte per le aree turistiche Relatore: dott.ssa

Dettagli

OBIETTIVI DEL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA

OBIETTIVI DEL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA OBIETTIVI DEL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA Al fine di stimare la percentuale di raccolta differenziata perseguibile, è stato valutato il valore medio della composizione dei rifiuti urbani prodotti in regione

Dettagli

PROVINCIA DI CREMONA Settore Agricoltura e Ambiente

PROVINCIA DI CREMONA Settore Agricoltura e Ambiente PROVINCIA DI CREMONA Settore Agricoltura e Ambiente LO STATO DI FATTO E LE CRITICITA DELL ATTUALE SISTEMA GESTIONALE VERSO IL NUOVO PIANO PROVINCIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI 19/02/2013 1 2 Nel periodo

Dettagli

Incontro tecnico programmatico: raccolta dati ed informazioni sui rifiuti urbani

Incontro tecnico programmatico: raccolta dati ed informazioni sui rifiuti urbani Osservatorio Rifiuti SOvraregionale Incontro tecnico programmatico: raccolta dati ed informazioni sui rifiuti urbani ARPA FVG Osservatorio dei Rifiuti dei materiali, dei materiali e dei sottoprodotti Palmanova,

Dettagli

Costi delle attrezzature

Costi delle attrezzature Costi delle attrezzature In base ai costi unitari di gestione (comprensivi della quota di ammortamento e degli altri costi di gestione (manutenzione e oneri finanziari), riportati in appendice e con riferimento

Dettagli

SU MISURA PER VOI A MISURA DI AMBIENTE

SU MISURA PER VOI A MISURA DI AMBIENTE SU MISURA PER VOI A MISURA DI AMBIENTE COMUNE DI LIMANA Aggiornamento a maggio 2017 AREE ECOLOGICHE AREE ECOLOGICHE AREA ECOLOGICA STANDARD DA PROGETTO +2 + +2 AGGIUNTA / SPOSTAMENTO DI DOTAZIONI E DI

Dettagli

Servizi complementari e servizi analoghi forniture aggiuntive richiesta aggiuntiva automezzi

Servizi complementari e servizi analoghi forniture aggiuntive richiesta aggiuntiva automezzi Servizi complementari e servizi analoghi forniture aggiuntive richiesta aggiuntiva automezzi Il Comune si riserva la facoltà di poter affidare mediante procedura negoziata, al medesimo prestatore principale:

Dettagli

CONSORZIO BACINO NA2 (L.R. 10/93)

CONSORZIO BACINO NA2 (L.R. 10/93) CONSORZIO DI BACINO NA2 PIANO INDUSTRIALE DEI SERVIZI DI IGIENE URBANA 487 Fabbisogno di personale In base alla calendarizzazione dei servizi, si valuta complessivamente nella settimana il fabbisogno di

Dettagli

Brescia, 11 novembre 2014. Relatore : Vincenzo Altieri

Brescia, 11 novembre 2014. Relatore : Vincenzo Altieri A NOVARA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA SI E ASSESTATA SOPRA IL 70% I VANTAGGI DEL SISTEMA DI RACCOLTA PORTA A PORTA DOMICILIARE Brescia, 11 novembre 2014 Relatore : Vincenzo Altieri 1 IL PASSAGGIO DA SISTEMA

Dettagli

SERVIZI DI TRATTAMENTO E SMALTIMENTO COSTI DI TRATTAMENTO E SMALTIMENTO

SERVIZI DI TRATTAMENTO E SMALTIMENTO COSTI DI TRATTAMENTO E SMALTIMENTO ANNO 2017 COMUNE DI ZIANO PREVENTIVO REV. 3 DEL 20/03/2017 SERVIZI DI TRATTAMENTO E SMALTIMENTO COSTI DI TRATTAMENTO E SMALTIMENTO TOTALE abitanti 2.541 PAP 2.541 STRADALE - 7001 CTS Smaltimento rifiuti

Dettagli

Servizio Gestione Rifiuti ed Igiene Ambientale CASTELNOVO SOTTO. Preventivo Rev. abitanti SERVIZI DI TRATTAMENTO E SMALTIMENTO

Servizio Gestione Rifiuti ed Igiene Ambientale CASTELNOVO SOTTO. Preventivo Rev. abitanti SERVIZI DI TRATTAMENTO E SMALTIMENTO ALLEGATO A) PF_2018 abitanti SERVIZI DI TRATTAMENTO E SMALTIMENTO 8.501 DPR 158/99 COSTI DI TRATTAMENTO E SMALTIMENTO U.M. Prezzo unitario Q.tà Totale aliq Iva % CTS Rifiuti urbani ed assimilati indifferenziati

Dettagli

Gestione dei Rifiuti Urbani e Assimilati nei Comuni della Provincia di Ravenna

Gestione dei Rifiuti Urbani e Assimilati nei Comuni della Provincia di Ravenna Gestione dei Rifiuti Urbani e Assimilati nei Comuni della Provincia di Ravenna REDAZIONE DEL PIANO D AMBITO DI GESTIONE RIFIUTI Allegato 4: zona omogenea "CAPOLUOGO-COSTA" Indice 1 Suddivisione territorio

Dettagli

PROGETTARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA: GLI INGREDIENTI CHE NON POSSONO MANCARE

PROGETTARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA: GLI INGREDIENTI CHE NON POSSONO MANCARE 17 ottobre 2014 PROGETTARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA: GLI INGREDIENTI CHE NON POSSONO MANCARE CLAUDIO DEL LUNGO Amministratore Thesis Ambiente s.r.l. RIFIUTI URBANI NELLA NORMATIVA (prima e dopo la Direttiva

Dettagli

COMUNE DI FAEDIS RELAZIONE E PIANO FINANZIARIO TARIFFA RIFIUTI E SERVIZI ANNO

COMUNE DI FAEDIS RELAZIONE E PIANO FINANZIARIO TARIFFA RIFIUTI E SERVIZI ANNO COMUNE DI FAEDIS RELAZIONE E PIANO FINANZIARIO TARIFFA RIFIUTI E SERVIZI ANNO 2013 INDICE Premessa 1. Gli obiettivi di fondo dell Amministrazione Comunale 1.1 Obiettivi di gestione urbana 1.2 Obiettivi

Dettagli

Gestione dei Rifiuti Urbani e Assimilati nei Comuni della Provincia di Ravenna

Gestione dei Rifiuti Urbani e Assimilati nei Comuni della Provincia di Ravenna Gestione dei Rifiuti Urbani e Assimilati nei Comuni della Provincia di Ravenna REDAZIONE DEL PIANO D AMBITO DI GESTIONE RIFIUTI Allegato 4: zona omogenea "PIANURA e MONTAGNA" Indice 1 Suddivisione territorio

Dettagli

A.R.O. di San Cataldo Piano di Intervento. Progettisti: I.I.A. s.r.l. dott. Ing. Graziano Scontrino

A.R.O. di San Cataldo Piano di Intervento. Progettisti: I.I.A. s.r.l. dott. Ing. Graziano Scontrino PIANO DI INTERVENTO PER LA RIORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI NEL TERRITORIO COMUNALE DI SAN CATALDO EX ART. 5 COMMA 2 TER DELLA LEGGE REGIONALE N. 9/2010, COME INTRODOTTO DAL COMMA

Dettagli

Una gestione consortile pioneristica: il monitoraggio dei servizi di raccolta di secco e umido

Una gestione consortile pioneristica: il monitoraggio dei servizi di raccolta di secco e umido Una gestione consortile pioneristica: il monitoraggio dei servizi di raccolta di secco e umido Convegno Sulla Buona Gestione dei Rifiuti Urbani Sommacampagna (VR) 4 ottobre 2018 Maurizio Barbati CEO Esa-Com.

Dettagli

La gestione dei rifiuti urbani

La gestione dei rifiuti urbani La gestione dei rifiuti urbani Attrezzature e mezzi per la raccolta L organizzazione delle raccolte - contenitori - segnaletica - automezzi - frequenze e sistemi di raccolta PER LA RACCOLTA DEI RIFIUTI

Dettagli

SCHEDA DI RILEVAZIONE DATI ANNO 2004

SCHEDA DI RILEVAZIONE DATI ANNO 2004 Provincia dell Aquila Osservatorio Provinciale Rifiuti Agenda 21 Locale SCHEDA DI RILEVAZIONE DATI ANNO 2004 sulla Produzione dei Rifiuti Urbani ai fini dell attestazione del raggiungimento della percentuale

Dettagli

Comune di Umbertide Assessorato ambiente, lavori pubblici, protezione civile. Dati raccolta differenziata Gennaio - Settembre 2012

Comune di Umbertide Assessorato ambiente, lavori pubblici, protezione civile. Dati raccolta differenziata Gennaio - Settembre 2012 Comune di Umbertide Assessorato ambiente, lavori pubblici, protezione civile Dati raccolta differenziata Gennaio - Settembre 212 Umbertide, 12 ottobre 212 1 Nota I dati riportati di in questo documento

Dettagli

CITTÀ DI SAN SALVO OGGETTO: RIORGANIZZAZIONE SERVIZIO DI IGIENE URBANA SAN SALVO CAPOLUOGO E RIONE MARINA - ANNO

CITTÀ DI SAN SALVO OGGETTO: RIORGANIZZAZIONE SERVIZIO DI IGIENE URBANA SAN SALVO CAPOLUOGO E RIONE MARINA - ANNO Partita IVA 00247720691 Bandiera Blu 1992-1999-2000 2001-2002-2003 2004-2005-2006 2007-2008-2009 2010-2011-2012 2013-2014-2015 2016 CITTÀ DI SAN SALVO Provincia di CHIETI Tel.0873/3401 Fax 0873/547712

Dettagli

Servizio di gestione integrata dei rifiuti

Servizio di gestione integrata dei rifiuti Servizio di gestione integrata dei rifiuti COMUNE DI CONDOFURI AVR S.P.A. GESTIONI E MANUTENZIONI STRADALI E AMBIENTALI CHI SIAMO AVR S.p.A. si occupa, in modo diretto, di gestioni e manutenzioni stradali

Dettagli

Tavolo di Concertazione

Tavolo di Concertazione Tavolo di Concertazione PRGR Lavori di adeguamento ai sensi dell art. 199, co.8 del D.Lgs. 152/06 e s.m.i. FOCUS CARTA E CARTONE 18 Ottobre 2016, Pescara Dott. Franco Gerardini Dirigente Servizio gestione

Dettagli

Relatore Wladimiro Boccali

Relatore Wladimiro Boccali Comune di Perugia ISWA World Solid Waste Congress Mercoledì 19 settembre 2012 Relatore Wladimiro Boccali Presidente ATI n. 2 Umbria Sindaco di Perugia L ATI n. 2 dell Umbria ISWA World Solid Waste Congress

Dettagli

Walter Giacetti Responsabile R&S ETRA spa 19 maggio 2017

Walter Giacetti Responsabile R&S ETRA spa 19 maggio 2017 Walter Giacetti Responsabile R&S ETRA spa w.giacetti@etraspa.it 19 maggio 2017 Il territorio Dati sul territorio Etra popolazione residente 601.833 superficie km² 1.709 densità abitanti/km² 352 numero

Dettagli

RIEPILOGO QUANTITA' RIFIUTI CONFERITI - ANNO 2016

RIEPILOGO QUANTITA' RIFIUTI CONFERITI - ANNO 2016 RIEPILOGO QUANTITA' RIFIUTI CONFERITI - ANNO 2016 A SECCO (RESIDUO) 275.080 275,08 25,574 B RESIDUO PULIZIA STRADALE 20.240 20,24 1,882 C UMIDO 381.900 381,9 35,504 D SFALCI E POTATURE 4.200 4,2 0,390

Dettagli

% Raccolta Differenziata - ultimo triennio

% Raccolta Differenziata - ultimo triennio % Sede Legale: Via G. Di Vittorio, 84-3815 LAVIS (TN) 461 24 11 81 - Fax 461 24 2 35 Prot. n 184 Lavis, 1 marzo 216 OGGETTO: Grafici andamento triennale della raccolta rifiuti con dati aggiornati al 31

Dettagli

AGGIORNAMENTO Rifiuti

AGGIORNAMENTO Rifiuti RIFIUTI AGGIORNAMENTO 2014 Rifiuti Nel 2013, rispetto all anno precedente, la produzione di rifiuti solidi urbani cala ancora, come anche la percentuale di rifiuti solidi urbani differenziati. 1 RAPPORTO

Dettagli

STRATEGIE FUTURE DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN EMILIA-ROMAGNA

STRATEGIE FUTURE DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN EMILIA-ROMAGNA STRATEGIE FUTURE DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN EMILIA-ROMAGNA Bologna, 14/12/2010 GIUSEPPE BORTONE Direzione Generale Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa Regione Emilia-Romagna pag. 1 DIRETTIVA UE 2008/98/CE

Dettagli

PIANO FINANZIARIO 2016

PIANO FINANZIARIO 2016 COSTI ( (compresa ) ( esclusa) 10,00% nuovo costo 1 umido-raccolta bidoncini 25 litri 37.000,00 0,638 0,06 23.606,00 25.967,00 CRT-UMIDO 3 umido-raccolta cassonetti 120/240 litri - ut. non domestiche 2.120,00

Dettagli

Un bilancio sulla gestione dei rifiuti in Emilia-Romagna

Un bilancio sulla gestione dei rifiuti in Emilia-Romagna Un bilancio sulla gestione dei rifiuti in Emilia-Romagna I principi della Direttiva 2008/98/CE e la sua attuazione. - La prevenzione; - L effettivo recupero; - La progressiva riduzione dello smaltimento.

Dettagli

CG - COSTI OPERATIVI DI GESTIONE

CG - COSTI OPERATIVI DI GESTIONE B6 materie di consumo e merci B7 Servizi CG - COSTI OPERATIVI DI GESTIONE B8 Godimento beni di terzi B11 Variazioni rimanenze B12 accanton. per rischi B13 altri accantonam. B14 Oneri diversi CGIND Ciclo

Dettagli

Approccio metodologico alla raccolta differenziata

Approccio metodologico alla raccolta differenziata Geol. MARCO REDINI COMUNE DI PISA Direzione Ambiente Emas Ing. Oscar Galli Vicepresidente GEOFOR Energy & the Town L integrazione dei sistemi di raccolta dei rifiuti su area vasta Pisana Articolazione

Dettagli

La Banca Dati dei Comuni italiani III Rapporto Raccolta Differenziata e Riciclo. Roma, 30 ottobre 2013

La Banca Dati dei Comuni italiani III Rapporto Raccolta Differenziata e Riciclo. Roma, 30 ottobre 2013 La Banca Dati dei Comuni italiani III Rapporto Raccolta Differenziata e Riciclo Roma, 30 ottobre 2013 La Banca Dati ANCI-CONAI Lo scopo principale della Banca Dati è di rendere disponibili ai Comuni, tramite

Dettagli

Prot. n 579 Lavis, 1 settembre 2015

Prot. n 579 Lavis, 1 settembre 2015 Sede Legale: Via G. Di Vittorio, 84-3815 LAVIS (TN) 461 24 11 81 - Fax 461 24 2 35 Prot. n 579 Lavis, 1 settembre 215 OGGETTO: Grafici andamento triennale della raccolta rifiuti con dati aggiornati al

Dettagli

SANTORSO (VI): TARIFFA PUNTUALE

SANTORSO (VI): TARIFFA PUNTUALE SANTORSO (VI): TARIFFA PUNTUALE integrata con un nuovo sistema di raccolta rifiuti (TIA + -BINGest ) p.i. Zanardello Samuele NOVE (VI) Un Mondo di Rifiuti, come gestirli? Sommario: 1- La raccolta dei Rifiuti

Dettagli

C O M U N E D I CASAVATORE

C O M U N E D I CASAVATORE C O M U N E D I CASAVATORE P R O V I N C I A D I N A P O L I Appalto: per il Servizio di raccolta differenziata integrata con il sistema porta a porta CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO -- PARTE I -- 1 1 ANALISI

Dettagli

Comune di Cuneo Raccolta differenziata porta a porta. Amministratori di condominio. Febbraio 2014

Comune di Cuneo Raccolta differenziata porta a porta. Amministratori di condominio. Febbraio 2014 Comune di Cuneo Raccolta differenziata porta a porta Amministratori di condominio Febbraio 2014 PERCHÉ FARE LA RACCOLTA DEI RIFIUTI PORTA A PORTA? LEGGI DI RIFERIMENTO: EUROPA - ITALIA PIEMONTE EUROPA:

Dettagli

La raccolta dei rifiuti la raccolta dei rifiuti in tonnellate e %

La raccolta dei rifiuti la raccolta dei rifiuti in tonnellate e % Ufficio statistica La raccolta dei rifiuti la raccolta dei rifiuti 2012-13-14 in tonnellate e % la raccolta procapite dei rifiuti Comuni Ricicloni 2013 una ricerca di Legambiente e Provincia di Roma Si

Dettagli

Servizio Gestione Rifiuti ed Igiene Ambientale. Preventivo Rev.

Servizio Gestione Rifiuti ed Igiene Ambientale. Preventivo Rev. ALLEGATO A) PF_2017 DPR 158/99 abitanti 8.459 SERVIZI DI TRATTAMENTO E SMALTIMENTO COSTI DI TRATTAMENTO E SMALTIMENTO CTS Rifiuti urbani ed assimilati indifferenziati t 130,00 1.053,45 136.948,50 10% CTS

Dettagli

PRODUZIONE E GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NEL VENETO

PRODUZIONE E GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NEL VENETO ARPAV Osservatorio Regionale Rifiuti PRODUZIONE E GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NEL VENETO Invece che la terza discarica Esperienze di gestione integrata dei rifiuti e nuove prospettive di sviluppo Orvieto,

Dettagli

COMUNE DI RACCUJA CALENDARIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA -DOMESTICO

COMUNE DI RACCUJA CALENDARIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA -DOMESTICO CALENDARIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA -DOMESTICO GENNAIO 2016 1 Venerdì 2 Sabato Umido ed organico 3 DOMENICA 4 Lunedì Umido ed organico 5 Martedì Secco indifferenziato carta e cartone 6 Mercoledì

Dettagli

% Raccolta Differenziata - ultimo triennio

% Raccolta Differenziata - ultimo triennio Sede Legale: Via G. Di Vittorio, 84-3815 LAVIS (TN) ( 461 24 11 81 - Fax 461 24 2 35 % Raccolta Differenziata - ultimo triennio,9,8,7,6,5 %,4,3,2,1, %RD (con spazzamento) %RD (senza spazzamento) FAI DELLA

Dettagli

La Banca Dati e l Osservatorio degli Enti Locali sulla Raccolta Differenziata

La Banca Dati e l Osservatorio degli Enti Locali sulla Raccolta Differenziata La Banca Dati e l Osservatorio degli Enti Locali sulla Raccolta Differenziata Ancitel Energia e Ambiente Via Cristoforo Colombo, 112 00147 Roma tel. 06 95948410-12 fax. 06 95948415 - www.ea.ancitel.it

Dettagli

Il/la sottoscritto/a nato a ( ), il residente a ( ), Via, n., in nome del concorrente con sede legale a ( ), Via, n. _, OFFRE (IN CIFRE), EURO

Il/la sottoscritto/a nato a ( ), il residente a ( ), Via, n., in nome del concorrente con sede legale a ( ), Via, n. _, OFFRE (IN CIFRE), EURO MODELLO D DOMANDA DI OFFERTA ECONOMICA Il/la sottoscritto/a nato a ( ), il residente a ( ), Via, n., in nome del concorrente con sede legale a ( ), Via, n. _, nella sua qualità di: Titolare o Legale rappresentante

Dettagli

COMUNE DI FAEDIS RELAZIONE E PIANO FINANZIARIO TASSA RIFIUTI ANNO 2014

COMUNE DI FAEDIS RELAZIONE E PIANO FINANZIARIO TASSA RIFIUTI ANNO 2014 COMUNE DI FAEDIS RELAZIONE E PIANO FINANZIARIO TASSA RIFIUTI ANNO 2014 PREMESSA Il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti viene effettuato con un sistema misto di raccolta utilizzando sia il servizio

Dettagli

I RIFIUTI IN VENETO: alcune cifre

I RIFIUTI IN VENETO: alcune cifre I RIFIUTI IN VENETO: alcune cifre Anno 29 Convegno Produrre meno rifiuti: esperienze a confronto 25 novembre 21 - Treviso PRODUZIONE RIFIUTI URBANI ITALIA VENETO VENETO Indice Unità di misura 28 28 29

Dettagli

PORTA A PORTA A COLLI ANIENE prima esperienza di raccolta differenziata integrata a Roma. G. Fiscon P. Zotti F. Mastrantonio R.

PORTA A PORTA A COLLI ANIENE prima esperienza di raccolta differenziata integrata a Roma. G. Fiscon P. Zotti F. Mastrantonio R. PORTA A PORTA A COLLI ANIENE prima esperienza di raccolta differenziata integrata a Roma G. Fiscon P. Zotti F. Mastrantonio R. Caruso Rimini 8 novembre Savigliano, 2007 06 luglio 2007 Raccolta differenziata

Dettagli

!"!# /#",2."2 3 44%2 /#"12 1"/2 /,, 4 % %43 3 3!1"#!"2 # #95:&'!( &'()*+,!!!!!!!!! !" # #$$!% " " #$!$$!% 01"!2 5 '!3 '! 6'' 665!!!!!

!!# /#,2.2 3 44%2 /#12 1/2 /,, 4 % %43 3 3!1#!2 # #95:&'!( &'()*+,!!!!!!!!! ! # #$$!%   #$!$$!% 01!2 5 '!3 '! 6'' 665!!!!! &'( &'()*+, --../# '4 # $ %& &'& &)*+6()788('-- ) *+++ *++++ '*++++ *+++++, $% # #$$% #$ $$%, ) ' - - $. % %/ 01'1 1$ # 012 '' 3 5 $ /,, 5 '3 ' 6'' 665 36 3 44%2 /#12 1/2 ( #$$% #$$% #$$%3 #$$%#4& #$$%

Dettagli

!"! 0 /"10 1"0 2 44$0 +"30 "10 +/-! 4 $ $42 2 2!3"+.3"30 # #95:&'"( %&'()* +! !"""! "# $ #$$"%" ."/0 #$$"%! #$$"%"3"! #$$"%#4& !#+'"!"!

!! 0 /10 10 2 44$0 +30 10 +/-! 4 $ $42 2 2!3+.330 # #95:&'( %&'()* +! !! # $ #$$% ./0 #$$%! #$$%3! #$$%#4& !#+'!! &'"( %&'()* +,, " " -- &('4 1 % &'(#(( #$ "# $ #$$"% #$"$$"%,)"' "- -"'% "$.%" %"/ 1'1 1$ " '."/ 2 5 # +1+ 5'"3'" 6''665"36 2 44$ +"3 "1 ') #$$"%" #$$"% #$$"%"3" #$$"%#4& #$$"%" +/- 2"3" )"'$ "$" "#4&

Dettagli

COMPUTO METRICO AMMORTAMENTI E SCHEDE PERSONALE

COMPUTO METRICO AMMORTAMENTI E SCHEDE PERSONALE Capitolo 5 pag. 48 COMUNE DI CASTELNUOVO PARANO RIORGANIZZAZIONE SERVIZI DI TRASPORTO, RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI CON RACCOLTA DIFFERENZIATA SPINTA PORTA A PORTA. Capitolo 5 COMPUTO METRICO

Dettagli

Sistema di Raccolta Differenziata Integrata dei rifiuti "Porta a Porta"

Sistema di Raccolta Differenziata Integrata dei rifiuti Porta a Porta Sistema di Raccolta Differenziata Integrata dei rifiuti "Porta a Porta" La S.O.G.E.S.I. Srl è in grado raccolta di predisporre differenziata progetti integrata, grado esecutivi dei di rispettare rifiuti

Dettagli

.+"20,"0 2,"0,"0 3 44$0! 4 $!$ "2 /,"0 # #95:&'!( ,+1 %&'()* +, - -!!!!!!!! %()* 6'(788'&- - " "# $ #$$!% " #$!$$!% " /".

.+20,0 2,0,0 3 44$0! 4 $!$ 2 /,0 # #95:&'!( ,+1 %&'()* +, - -!!!!!!!! %()* 6'(788'&- -  # $ #$$!%  #$!$$!%  /. &( %&()* +, - -. &4,+1 %()* 6(788&- - (% %) )% ) ) *% #$ # $ #$$% #$ $$%, ) - -% $. % %/ 11 1$ %%& % /. 3 5 # 2+ 5 3 6 665 36 3 44$ %%&.+2, #$$% #$$% #$$%3 #$$%#4& #$$% +, 23 ) $ $ #4& ) 33 3 %%& 2,, 4

Dettagli

0",1 /"1 2 33%1! 3 %!% " # #849&'"(" &'()*+, - -!""" &)*+ 6()788('- - "# $ #$$"%" !!!! /0"1 #$$"%! #$$"%"2"! #$$"%#3& !#+'"!"!" &"!!

0,1 /1 2 33%1! 3 %!%  # #849&'( &'()*+, - -! &)*+ 6()788('- - # $ #$$% !!!! /01 #$$%! #$$%2! #$$%#3& !#+'!! &!! &'"" &')*+, - -. " " '3. % &'# ' ' &)*+ 6)788'- - ) * * * * + $% "# $ #$$"% #$"$$"% )"' ",,"'% "$ -%" %". /' $ & "# /"1 2 4 $ 55 4'"2'" 5''554"25 2 33%1 ".1 /"1 & #$$"%" #$$"% #$$"%"2" #$$"%#3& #$$"%",#

Dettagli

Le vie della differenziata: il. raccolte Ing. Vito Belladonna Direttore Tecnico Arpa Emilia-Romagna

Le vie della differenziata: il. raccolte Ing. Vito Belladonna Direttore Tecnico Arpa Emilia-Romagna Le vie della differenziata: il destino delle frazioni raccolte Ing. Vito Belladonna Direttore Tecnico Arpa Emilia-Romagna La raccolta differenziata e quella dei rifiuti indifferenziati. Trend di un periodo

Dettagli

COMUNE DI URGNANO Provincia di Bergamo

COMUNE DI URGNANO Provincia di Bergamo COMUNE DI URGNANO Provincia di Bergamo STAZIONE APPALTANTE SEDE COMUNE DI URGNANO Via Cesare Battisti, 74 24059 Urgnano (Bg) C.F. PARTITA IVA 80025650161-00655260164 SETTORE Gestione del Territorio AREA

Dettagli

IL SISTEMA MILANESE DI RACCOLTA RIFIUTI. ROMA, 16 Febbraio 2017

IL SISTEMA MILANESE DI RACCOLTA RIFIUTI. ROMA, 16 Febbraio 2017 IL SISTEMA MILANESE DI RACCOLTA RIFIUTI ROMA, 16 Febbraio 2017 LA CATENA DEL VALORE NEL SETTORE AMBIENTALE A2A Ambiente SMALTIMENTO E TRATTAMENTO RIFIUTI INGEGNERIA RACCOLTA TRATTAMENTO WASTE TO ENERGY

Dettagli

A.E.M. GESTIONI S.r.l. RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA PORTA = PRIMI RISULTATI = Zona CAVATIGOZZI

A.E.M. GESTIONI S.r.l. RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA PORTA = PRIMI RISULTATI = Zona CAVATIGOZZI = PRIMI RISULTATI = Zona CAVATIGOZZI Periodo di osservazione: 4 settimane (dal 4/10 al 31/10/2010). CARTA 6.590 PLASTICA 3.400 33,40 VETRO + LATTINE 4.380 VERDE cassone 7.060 85,20 verde cassone 16,40

Dettagli

DICHIARAZIONE DI OFFERTA ECONOMICA

DICHIARAZIONE DI OFFERTA ECONOMICA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI, DEI MATERIALI DA RECUPERARE, DELLO SPAZZAMENTO STRADALE, DEL NOLEGGIO CASSONI, DEL TRASPORTO E SMALTIMENTO/RECUPERO

Dettagli

% Raccolta Differenziata - ultimo triennio* (* I semestre per il 2015)

% Raccolta Differenziata - ultimo triennio* (* I semestre per il 2015) Sede Legale: Via G. Di Vittorio, 84-3815 LAVIS (TN) ( 461 24 11 81 - Fax 461 24 2 35 % Raccolta Differenziata - ultimo triennio* (* I semestre per il 215) 9% 88% 86% 84% 82% 8% 78% 76% %RD (con spazzamento)

Dettagli

"#$ 0#"2 "2 3 44&2! $"2 0"-2 --# 4 &!& " "2 # #849&'!&' !!!!!!!! " " '*+, 6)*788)(.. "# $ #$$!% " #$!$$!% 1#"2 4 '!2 '! 5'' 554!!!!!

#$ 0#2 2 3 44&2! $2 0-2 --# 4 &!&  2 # #849&'!&' !!!!!!!!   '*+, 6)*788)(.. # $ #$$!%  #$!$$!% 1#2 4 '!2 '! 5'' 554!!!!! &'&' '()*+, -.. /0-/$- (4 '*+, 6)*788)(.. ( ) ) %) ) * # $ #$$% #$ $$% + ( ',,'% $ - % %. /0'0 0$ #$ % 1#2 3 5 % -0$ 4 '2 ' 5'' 554 25 3 44&2 $2 0-2 ' #$$% #$$% #$$%2 #$$%#3& #$$% --# 12 ( '$ $ #3& ( 22

Dettagli

% & !"#$ //"!2 "2 #".2 "2 3 44&2 #$! 4 & &43 3 3!"$ 10"2 " "849%&!' 0!# '()*+,!$!!!!!!!!! "# $ "##!$ "#!##!$ ( 1"$2 4 &!2 &! 5&& 554!!!!!

% & !#$ //!2 2 #.2 2 3 44&2 #$! 4 & &43 3 3!$ 102  849%&!' 0!# '()*+,!$!!!!!!!!! # $ ##!$ #!##!$ ( 1$2 4 &!2 &! 5&& 554!!!!! %' ')*+, $ --./0 4 0# % ' ) '*+,6)*788)-- +,---,----,----,-----. % "# $ "##$ "# ##$, ) - -$ #. $ $/ 011 1# "#$ 1"$2 3 5 % 00. 4 2 5 554 25 3 442 //"2 "2 * "##$ "##$ "##$2 "##$"3% "##$ #$ '2 ) # # "3% )

Dettagli

18 maggio Walter Giacetti Responsabile R&S ETRA spa

18 maggio Walter Giacetti Responsabile R&S ETRA spa Walter Giacetti Responsabile R&S ETRA spa w.giacetti@etraspa.it 18 maggio 2017 Il territorio Dati sul territorio Etra popolazione residente 601.833 superficie km² 1.709 densità abitanti/km² 352 numero

Dettagli

A1 - CENSIMENTO CRITICITA' UTENZE DOMESTICHE (CONDOMINI) E NON DOMESTICHE

A1 - CENSIMENTO CRITICITA' UTENZE DOMESTICHE (CONDOMINI) E NON DOMESTICHE A1 - CENSIMENTO CRITICITA' UTENZE DOMESTICHE (CONDOMINI) E NON DOMESTICHE Descrizione U.M Quantità Costo unitario Costo annuo Sq personale per censimento n ore 50 20,00 1.000,00 Mezzo per spostamento n

Dettagli

&'!(!$)!$ $#1 0/#1 /"#1 $#1 ! "#"$ 2 44&1! $"$$/ 4 &!& "/#3.#"1 " ")6:&'!(!$)!$ !!!!!!!! '*+, 6)*788)(- - "# $ "##!$ % "#!##!

&'!(!$)!$ $#1 0/#1 /#1 $#1 ! #$ 2 44&1! $$$/ 4 &!& /#3.#1  )6:&'!(!$)!$ !!!!!!!! '*+, 6)*788)(- - # $ ##!$ % #!##! &'($)$ '()*+, - -./ (4 ". '*+, 6)*788)(- - ' ( ( ( ( ) & "# $ "##$ "# ##$ - * '..'$ # / $ $ 12'2 2# "#"$ #/1 2 5 $3$ 6 '4 ' 7'' 776 47 2 44&1 $#1 /#1 & "##$ "##$ "##$4 "##$"5& "##$ $"$$/ 34 * '# # "5&

Dettagli

Scheda n. 5 ACAM - CASTELNUOVO M. (SP)

Scheda n. 5 ACAM - CASTELNUOVO M. (SP) RAPPORTO RIFIUTI 2009 La Spezia 105 REGIONE LIGURIA Scheda n. 5 ACAM - CASTELNUOVO M. (SP) TIPOLOGIA DELL INTERVENTO Isola ecologica. Intervento di ampliamento e completamento, con acquisizione di attrezzature,

Dettagli

Residui alimentari e scarti di cucine e mense. Vetro in bottiglie e oggettistica. Recupero

Residui alimentari e scarti di cucine e mense. Vetro in bottiglie e oggettistica. Recupero ALLEGATO 1 - Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso l ecocentro comunale, con indicazione delle quantità massime giornaliere pro-capite conferibili dalle utenze domestiche e non domestiche.

Dettagli

Residui alimentari e scarti di cucine e mense. Vetro in bottiglie e oggettistica

Residui alimentari e scarti di cucine e mense. Vetro in bottiglie e oggettistica ALLEGATO 1 - Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso l ecocentro comunale, con indicazione delle quantità massime giornaliere pro-capite conferibili dalle utenze domestiche e non domestiche.

Dettagli

Sulle tracce dei rifiuti Le iniziative di Hera per l economia circolare

Sulle tracce dei rifiuti Le iniziative di Hera per l economia circolare Sulle tracce dei rifiuti Le iniziative di Hera per l economia circolare La tua raccolta differenziata riciclata in 147 impianti. Scopri quali. Conferenza stampa Rimini, 6 novembre 2018 Pubblicato dal 2010-9

Dettagli

Rubano 29 giugno 2017 «Diamo un futuro alla plastica non da imballaggio»

Rubano 29 giugno 2017 «Diamo un futuro alla plastica non da imballaggio» Rubano 29 giugno 2017 «Diamo un futuro alla plastica non da imballaggio» Walter Giacetti Responsabile R&S ETRA spa w.giacetti@etraspa.it Il territorio Dati sul territorio Etra popolazione residente 601.833

Dettagli

risultati e prospettive

risultati e prospettive La Raccolta DA RIFIUTO Differenziata A RISORSA: a Roma: risultati e prospettive il nuovo modello di raccolta di Roma Capitale Ecomondo, Roma, 5 novembre 9 marzo 2014 2012 Ing. Giovanni Fiscon Direttore

Dettagli